CSC CSD DRC DRD DRE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CSC 40-60 CSD 75-100 DRC 40-60 DRD 75-100 DRE 100-120"

Transcript

1 CC - C - 0 Trii cighi C E 0-0 Trii d igrggi Cprri vi d iii li Vlcià fi vbil i, fcil, illig. ffidbilià d vgur ll gi dll cpr.. POBL PTP PBL TEC O C T FFBL EPLC

2 POBL PTP Vggi pr l prr Fcil illi - i u i u cp - ig iviv - Trpr gvl cpl pr - Piibil crrll lvr frch ( pui llv) rpll ( pu llv) - è c lcu b pcil Qulià ri - Cpi cclli pri cl - Cighi lug dur qulià - i cighi ffidbil pr prii ipccbili - frigrr d rr dll li pri, u ggir vi uil gri ll ridui dglibli rici - ffrdd filrggi dll prfi - Pri vrccrichi - Crll ir uic - r qulià pr ipighi pi Pric cc fcil ui - Tui i cpi ggi ui piii ll pr rir dll cchi pr grir u ccibilià il - cc gvl pr ui pulii - cc gvl i rri - pi rir ipi dl livll dll li - Crlli fcili vlci gri l crllr ll prll rvii - Pulii ui pr u l prr bbi ci - iri ci ripri - Ci ifriri ui - Cu ifrir rgi - Effici, lubrifici rffrdd ili - Crllr pii pr u ggir ffici rgic icur PBL TEC O C T EPLC - rr rg - Grigli pri - Pll pr pri dll cighi - r chiu dl cvrir FFBL OPZ CC C Trii cighi C E Trii d igrggi l cprr è il r dll vr id. Pr qu v fdl cglir qull giu. L r qulific g cprri CC/C C//E vi d iii li è u cl ch ripigr. Pr u p d frc ll vr id pprfi dll cclli prii dll lv ffici ch i ri dlli pr ffrirvi. L g CC/C C//E ffr u pi cl dlli d, c rii cighi igrggi, vlcià fi (fui cric/cric) d vlcià vbil. ci rgici l vr priclri ig vi iur ividur l lui iglir pr l vr pplicii. Qulii dll cgli, ricrr pr u prf irgi r dig qulià cpi, pr grirvi l prii ch didr. Fui Cric cric vlu fi dll cprr cric/cric ffr u pr d c. L pri vi crll d u vlvl igr ch iv il cicl cric/cric dl cprr. l c i cui i rggiug l pri ip, il cprr p ll dlià cric (chiudd l vlvl igr). Qud il vlr pri cd l u livll pcific, il cprr rivvi l cicl. Fui Vlcià Vbil vlu vbil dll cprr vlcià vbil pr u cicl priv c picchi ifriri u prfil più rglr. Qu crriich dvu l crll dll pr dll ll prdui dll l c ll pplici dl cli i u dri. L pri r vi u gri ll ipig u cvrir frqu. i cgu, il cprr cu l l rgi c ffrd u lv ci ci. Crriich pili drd C Vlcià fi Vlcià vbil GGG Vlcià fi Vlcià vbil prr d cric uic pr prr d * iri ri crr drd drd i filri dll piri d ffici lv Pll prfilrggi d lv ffici Pll filrggi drd drd drd drd drd flr ridui dl rur (ulrili) icldr dll li ir li Oli 000 r Oli ip lir i rcupr rgi igr bllggi c cir i lg Vlvl ric rpicl ivvi uic i gui u irrui dll lii drd drd drd drd Crllr v E 00 drd drd = pibil = pibil * Pr qu pi, ccrr il prr d

3 Gr vggi cici L Z FFBLE CE TVTE CECO Cpi qulià pr u ggir ffidbilià ggir pr (F..) c u ir cu rgic Pll filrggi drd ch prlug gli irvlli ui GEVE GET, T- TBLE LLE VOE EGEZE i prur illig: ui i plli prvvii crir rivibili ripiibili pr cui p r uilii c prlli c plli. L u c plli è idl l c i cui l pi pvi i lii r l uili c prlli è u lui priclr pric. FCLE TLZZE, EPE OTTO COLO COLE E00 T pr CC/ C C//E Cicli cric illigi irggi c dll pri ivvi uic i gui u irrui dll lii COLE E00 VZTO pr CC/ C V C// E V OPZ T + Tu l fuilià dl crllr drd pi vrià ir crllr crl igr FCLE TEZ frigrr d rr dll li pri, ch riduc gli bli rici ud l vi uil piivi l ggi u guid crrvli gvl l ui ch gui d u pr l.

4 CC CC CC C C 0 P dl r cf Vlu rffrdd ir dll uci dll cpr, 0 0, 0 0, , P L C cprri c rii cighi di u i c cighi rii prg ir. u vl, qu i è crll d u r lric qulià, ch fui d u vlcià fi. l i cighi rii vi ffr: Fcilià ui Fcilià illi plic fui drd dl r T 0, CC V CC V CC V C V cf ir dll uci dll cpr CC - - C 0 CC - - V C V C 0 0 cf, C C C lug g lr 0 E 0 E 0 pll filrggi rr dll li vl il rr rg rfrigrr d grupp vi crllr r r filr dll ivrr i c rii cighi pll filrggi rfrigrr d vl il rbi prr d li cighi rr rg r grupp vi crllr ivrr r filr dll iccr igr filr dll TE FFEETO ECCTOE // 0// c Vlcià fi Vlcià vbil / ig i CC/C ll dll di P E vgur / / i C d lià d ffici g i p r rbu u d d p i i, ig pi r gi ui pr df. l u l prr. li dll c ggir ripri. rbi prr d li C V C V C V V 0 V Vi E 0 V TPO rgi Gri ll i i dlli, è l dig d ffur più plic ripri irvi cchi l pibilià bi è pri ric u ggir, c ridui cgu ivià. pi i, 0 0 0, 00, ,, 0, , 0, ,, 0 00 TE // FFEETO 0// ECCTOE c C/ (Vlcià fi) E (Vlcià fi) C/ (Vlcià vbil) E (Vlcià vbil) Vrifich rgich L cl u cprr vlcià vbil vi ffr u lui cpri dll ffici dl pu vi rgic, ch icur u rir ul ggir ivi r - i. Pr drvi u id più prci dl pil ripri, l ff Ccc h cr il gli-rgi, u ru ch clcl i d chir vlc i ripri ui drivi dll ivi i u cprr vlcià vbil pr qulii r iduril. Olr qu ru, vi ffri vrifich rgich cul pcili pr iurvi prdr l dcii giu l dll cqui dl vr cprr. E 0 V PO B E P ir dll uci dll cpr cf P V + icr L C P Livll Vlu ir P dll uci dl rur rffrdd- dll r cpr Pr x. (F...) * Vi, VELOC Pri Pr i. VBLE d rcii (F...)* ( br) ii lug GG G Vlu rffrdd Livll rur, lug P dl r P iii ii TPO F Pr ll cii rifri* P Cpi 0 * Prii dll uià clcl i b ll r, llg C, uli i Livll rur clcl i b ll r c dflr pil Tui i di cici i rifric ll cchi rffrdd d iccr igr. Pr i di cici dll cchi rffrdd d dll cchi c iccr igr, rivlgri l pu v lcl VELOC VBLE C Prii più lv c u ir cu rgic Ci ui ifriri u pr p u cighi - VELOC GG G L rii d igrggi può r u i u cprri vlcià vbil ch vlcià c. ci rgici lcli l ig dll pplici r fri drii pr ividur il ip i più cic d ll vr pplici. l i d igrggi vi ffr: Pri rcii rifri F Livll Vlu P dl rur rffrdr d C x. pri rcii VELOC Pr x. (F...) * VELOC Pri Pr i. VBLE d rcii (F...)* ( br) Cpi E i cici C E 0-0 CC - C * Prii dll uià clcl i b ll r, llg C, uli i Livll rur clcl i b ll r c dflr pil Tui i di cici i rifric ll cchi rffrdd d iccr igr. Pr i di cici dll cchi rffrdd d dll cchi c iccr igr, rivlgri l pu v lcl iii VELOC VBLE ii VELOC F lug lug + icr C E 0-0 ii + icr lug V lug V + icr + icr 0 C - - V V E 0-0 Livll rur E P GGG - Vlcià fi vbil BL FF Pr ll cii rifri* P pri ccll c ripri rgic Pri rcii rifri L drd dl r, fcil d uilir d prr ui P P x. pri rcii F E i cici PBL T L BL FF C - Vlcià fi vbil VELOC PBL PO B T L lug g lr

5 CC CC CC C C 0 P dl r cf Vlu rffrdd ir dll uci dll cpr, 0 0, 0 0, , P L C cprri c rii cighi di u i c cighi rii prg ir. u vl, qu i è crll d u r lric qulià, ch fui d u vlcià fi. l i cighi rii vi ffr: Fcilià ui Fcilià illi plic fui drd dl r T 0, CC V CC V CC V C V cf ir dll uci dll cpr CC - - C 0 CC - - V C V C 0 0 cf, C C C lug g lr 0 E 0 E 0 pll filrggi rr dll li vl il rr rg rfrigrr d grupp vi crllr r r filr dll ivrr i c rii cighi pll filrggi rfrigrr d vl il rbi prr d li cighi rr rg r grupp vi crllr ivrr r filr dll iccr igr filr dll TE FFEETO ECCTOE // 0// c Vlcià fi Vlcià vbil / ig i CC/C ll dll di P E vgur / / i C d lià d ffici g i p r rbu u d d p i i, ig pi r gi ui pr df. l u l prr. li dll c ggir ripri. rbi prr d li C V C V C V V 0 V Vi E 0 V TPO rgi Gri ll i i dlli, è l dig d ffur più plic ripri irvi cchi l pibilià bi è pri ric u ggir, c ridui cgu ivià. pi i, 0 0 0, 00, ,, 0, , 0, ,, 0 00 TE // FFEETO 0// ECCTOE c C/ (Vlcià fi) E (Vlcià fi) C/ (Vlcià vbil) E (Vlcià vbil) Vrifich rgich L cl u cprr vlcià vbil vi ffr u lui cpri dll ffici dl pu vi rgic, ch icur u rir ul ggir ivi r - i. Pr drvi u id più prci dl pil ripri, l ff Ccc h cr il gli-rgi, u ru ch clcl i d chir vlc i ripri ui drivi dll ivi i u cprr vlcià vbil pr qulii r iduril. Olr qu ru, vi ffri vrifich rgich cul pcili pr iurvi prdr l dcii giu l dll cqui dl vr cprr. E 0 V PO B E P ir dll uci dll cpr cf P V + icr L C P Livll Vlu ir P dll uci dl rur rffrdd- dll r cpr Pr x. (F...) * Vi, VELOC Pri Pr i. VBLE d rcii (F...)* ( br) ii lug GG G Vlu rffrdd Livll rur, lug P dl r P iii ii TPO F Pr ll cii rifri* P Cpi 0 * Prii dll uià clcl i b ll r, llg C, uli i Livll rur clcl i b ll r c dflr pil Tui i di cici i rifric ll cchi rffrdd d iccr igr. Pr i di cici dll cchi rffrdd d dll cchi c iccr igr, rivlgri l pu v lcl VELOC VBLE C Prii più lv c u ir cu rgic Ci ui ifriri u pr p u cighi - VELOC GG G L rii d igrggi può r u i u cprri vlcià vbil ch vlcià c. ci rgici lcli l ig dll pplici r fri drii pr ividur il ip i più cic d ll vr pplici. l i d igrggi vi ffr: Pri rcii rifri F Livll Vlu P dl rur rffrdr d C x. pri rcii VELOC Pr x. (F...) * VELOC Pri Pr i. VBLE d rcii (F...)* ( br) Cpi E i cici C E 0-0 CC - C * Prii dll uià clcl i b ll r, llg C, uli i Livll rur clcl i b ll r c dflr pil Tui i di cici i rifric ll cchi rffrdd d iccr igr. Pr i di cici dll cchi rffrdd d dll cchi c iccr igr, rivlgri l pu v lcl iii VELOC VBLE ii VELOC F lug lug + icr C E 0-0 ii + icr lug V lug V + icr + icr 0 C - - V V E 0-0 Livll rur E P GGG - Vlcià fi vbil BL FF Pr ll cii rifri* P pri ccll c ripri rgic Pri rcii rifri L drd dl r, fcil d uilir d prr ui P P x. pri rcii F E i cici PBL T L BL FF C - Vlcià fi vbil VELOC PBL PO B T L lug g lr

6 CC CC CC C C 0 P dl r cf Vlu rffrdd ir dll uci dll cpr, 0 0, 0 0, , P L C cprri c rii cighi di u i c cighi rii prg ir. u vl, qu i è crll d u r lric qulià, ch fui d u vlcià fi. l i cighi rii vi ffr: Fcilià ui Fcilià illi plic fui drd dl r T 0, CC V CC V CC V C V cf ir dll uci dll cpr CC - - C 0 CC - - V C V C 0 0 cf, C C C lug g lr 0 E 0 E 0 pll filrggi rr dll li vl il rr rg rfrigrr d grupp vi crllr r r filr dll ivrr i c rii cighi pll filrggi rfrigrr d vl il rbi prr d li cighi rr rg r grupp vi crllr ivrr r filr dll iccr igr filr dll TE FFEETO ECCTOE // 0// c Vlcià fi Vlcià vbil / ig i CC/C ll dll di P E vgur / / i C d lià d ffici g i p r rbu u d d p i i, ig pi r gi ui pr df. l u l prr. li dll c ggir ripri. rbi prr d li C V C V C V V 0 V Vi E 0 V TPO rgi Gri ll i i dlli, è l dig d ffur più plic ripri irvi cchi l pibilià bi è pri ric u ggir, c ridui cgu ivià. pi i, 0 0 0, 00, ,, 0, , 0, ,, 0 00 TE // FFEETO 0// ECCTOE c C/ (Vlcià fi) E (Vlcià fi) C/ (Vlcià vbil) E (Vlcià vbil) Vrifich rgich L cl u cprr vlcià vbil vi ffr u lui cpri dll ffici dl pu vi rgic, ch icur u rir ul ggir ivi r - i. Pr drvi u id più prci dl pil ripri, l ff Ccc h cr il gli-rgi, u ru ch clcl i d chir vlc i ripri ui drivi dll ivi i u cprr vlcià vbil pr qulii r iduril. Olr qu ru, vi ffri vrifich rgich cul pcili pr iurvi prdr l dcii giu l dll cqui dl vr cprr. E 0 V PO B E P ir dll uci dll cpr cf P V + icr L C P Livll Vlu ir P dll uci dl rur rffrdd- dll r cpr Pr x. (F...) * Vi, VELOC Pri Pr i. VBLE d rcii (F...)* ( br) ii lug GG G Vlu rffrdd Livll rur, lug P dl r P iii ii TPO F Pr ll cii rifri* P Cpi 0 * Prii dll uià clcl i b ll r, llg C, uli i Livll rur clcl i b ll r c dflr pil Tui i di cici i rifric ll cchi rffrdd d iccr igr. Pr i di cici dll cchi rffrdd d dll cchi c iccr igr, rivlgri l pu v lcl VELOC VBLE C Prii più lv c u ir cu rgic Ci ui ifriri u pr p u cighi - VELOC GG G L rii d igrggi può r u i u cprri vlcià vbil ch vlcià c. ci rgici lcli l ig dll pplici r fri drii pr ividur il ip i più cic d ll vr pplici. l i d igrggi vi ffr: Pri rcii rifri F Livll Vlu P dl rur rffrdr d C x. pri rcii VELOC Pr x. (F...) * VELOC Pri Pr i. VBLE d rcii (F...)* ( br) Cpi E i cici C E 0-0 CC - C * Prii dll uià clcl i b ll r, llg C, uli i Livll rur clcl i b ll r c dflr pil Tui i di cici i rifric ll cchi rffrdd d iccr igr. Pr i di cici dll cchi rffrdd d dll cchi c iccr igr, rivlgri l pu v lcl iii VELOC VBLE ii VELOC F lug lug + icr C E 0-0 ii + icr lug V lug V + icr + icr 0 C - - V V E 0-0 Livll rur E P GGG - Vlcià fi vbil BL FF Pr ll cii rifri* P pri ccll c ripri rgic Pri rcii rifri L drd dl r, fcil d uilir d prr ui P P x. pri rcii F E i cici PBL T L BL FF C - Vlcià fi vbil VELOC PBL PO B T L lug g lr

7 CC CC CC C C 0 P dl r cf Vlu rffrdd ir dll uci dll cpr, 0 0, 0 0, , P L C cprri c rii cighi di u i c cighi rii prg ir. u vl, qu i è crll d u r lric qulià, ch fui d u vlcià fi. l i cighi rii vi ffr: Fcilià ui Fcilià illi plic fui drd dl r T 0, CC V CC V CC V C V cf ir dll uci dll cpr CC - - C 0 CC - - V C V C 0 0 cf, C C C lug g lr 0 E 0 E 0 pll filrggi rr dll li vl il rr rg rfrigrr d grupp vi crllr r r filr dll ivrr i c rii cighi pll filrggi rfrigrr d vl il rbi prr d li cighi rr rg r grupp vi crllr ivrr r filr dll iccr igr filr dll TE FFEETO ECCTOE // 0// c Vlcià fi Vlcià vbil / ig i CC/C ll dll di P E vgur / / i C d lià d ffici g i p r rbu u d d p i i, ig pi r gi ui pr df. l u l prr. li dll c ggir ripri. rbi prr d li C V C V C V V 0 V Vi E 0 V TPO rgi Gri ll i i dlli, è l dig d ffur più plic ripri irvi cchi l pibilià bi è pri ric u ggir, c ridui cgu ivià. pi i, 0 0 0, 00, ,, 0, , 0, ,, 0 00 TE // FFEETO 0// ECCTOE c C/ (Vlcià fi) E (Vlcià fi) C/ (Vlcià vbil) E (Vlcià vbil) Vrifich rgich L cl u cprr vlcià vbil vi ffr u lui cpri dll ffici dl pu vi rgic, ch icur u rir ul ggir ivi r - i. Pr drvi u id più prci dl pil ripri, l ff Ccc h cr il gli-rgi, u ru ch clcl i d chir vlc i ripri ui drivi dll ivi i u cprr vlcià vbil pr qulii r iduril. Olr qu ru, vi ffri vrifich rgich cul pcili pr iurvi prdr l dcii giu l dll cqui dl vr cprr. E 0 V PO B E P ir dll uci dll cpr cf P V + icr L C P Livll Vlu ir P dll uci dl rur rffrdd- dll r cpr Pr x. (F...) * Vi, VELOC Pri Pr i. VBLE d rcii (F...)* ( br) ii lug GG G Vlu rffrdd Livll rur, lug P dl r P iii ii TPO F Pr ll cii rifri* P Cpi 0 * Prii dll uià clcl i b ll r, llg C, uli i Livll rur clcl i b ll r c dflr pil Tui i di cici i rifric ll cchi rffrdd d iccr igr. Pr i di cici dll cchi rffrdd d dll cchi c iccr igr, rivlgri l pu v lcl VELOC VBLE C Prii più lv c u ir cu rgic Ci ui ifriri u pr p u cighi - VELOC GG G L rii d igrggi può r u i u cprri vlcià vbil ch vlcià c. ci rgici lcli l ig dll pplici r fri drii pr ividur il ip i più cic d ll vr pplici. l i d igrggi vi ffr: Pri rcii rifri F Livll Vlu P dl rur rffrdr d C x. pri rcii VELOC Pr x. (F...) * VELOC Pri Pr i. VBLE d rcii (F...)* ( br) Cpi E i cici C E 0-0 CC - C * Prii dll uià clcl i b ll r, llg C, uli i Livll rur clcl i b ll r c dflr pil Tui i di cici i rifric ll cchi rffrdd d iccr igr. Pr i di cici dll cchi rffrdd d dll cchi c iccr igr, rivlgri l pu v lcl iii VELOC VBLE ii VELOC F lug lug + icr C E 0-0 ii + icr lug V lug V + icr + icr 0 C - - V V E 0-0 Livll rur E P GGG - Vlcià fi vbil BL FF Pr ll cii rifri* P pri ccll c ripri rgic Pri rcii rifri L drd dl r, fcil d uilir d prr ui P P x. pri rcii F E i cici PBL T L BL FF C - Vlcià fi vbil VELOC PBL PO B T L lug g lr

8 Cprri vi d iii d li, rii cighi d igrggi dlli CC/C C//E POBL PTP PBL TEC O C T EPLC FFBL prd fil qulià uprir d u clgi i cui pui fr ffid cglid u ri cprri d prii clidr c i u prrhip durur ri prdi plici fcili d ur icur l i ffidbilià L i cic il rvii p-v icuri Pri rigili ui ri rivri vi pr vicii vi ffr l lr i pibilià u i vri prfii iglir l igi dll vr id C ubi il vr rppr Ccc! 0

M N O L P V W. Legenda Km. Limiti comunali Zone di previsione pericolo incendi

M N O L P V W. Legenda Km. Limiti comunali Zone di previsione pericolo incendi ± C I R U W Y Z egenda 0 10 20 30 40 5 m imiti comunali Zone di previsione pericolo incendi CRRIZ CUI Z I RII RIC ICI CU IU IU IIR ' I RI IR R I RR RU RR RUI RIZ RUI RZC RZ II UI ZR UI I RI RII RII IR

Dettagli

I RIFIUTI DI NOVARA. Altieri ASSA S.p.a. 28/02/2013

I RIFIUTI DI NOVARA. Altieri ASSA S.p.a. 28/02/2013 2013 I RIFIUTI DI NOVARA Alr ASSA S.p.. 28/02/2013 2 Rfu L Cmmss Eurp c l Drv 2008/98/CE dc l v d rur r l 2020 ll s d rfu ssd u rul crl ll prvz quv qulv d rfu. L Il h rcp l v c l DLs 205 dl 3 dcmr 2010

Dettagli

Leggerezza strutturale e coibenza termica. editabile. osolaio. ecosolaio ECOSISM ECOSOLAIO

Leggerezza strutturale e coibenza termica. editabile. osolaio. ecosolaio ECOSISM ECOSOLAIO Lr rrl c rc l l cl ECIM ECLAI è l EP, l rfrc, r, rl r. 7 ECLAI - PARTICLARI CTRUTTIVI L ll lr EP ò r lc r lc r rc r l l lr. Il r ffc cc v frrà l r r q r, clv ch rl lr. Ecl r c l r c lc ch l r l. PREMEA

Dettagli

DESTINATARI. il 3 o il 4 anno nell ambito del Diritto Dovere di Istruzione e Formazione;

DESTINATARI. il 3 o il 4 anno nell ambito del Diritto Dovere di Istruzione e Formazione; k W i L v : O Z V O À T V T P M C Z P P S UOV pià è p k W i iz p L i cl, ll p f viv i l m iic ch li vvici i z ll p i b m m ll i à li zi m, iv c li. v i c iv iv v Li Wk pci Li Wk ivià iviv i fmzi, ch vilpp

Dettagli

B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I

B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I S E Z I O N E I ) : A M M I N I ST R A Z I O N E A G G I U D I C A T R I C E I. 1 ) D e n o m i n a z i o ne, i n d ir i z z i e p u n t i d i c o

Dettagli

mettiamo in moto la indifferenziato

mettiamo in moto la indifferenziato Cà VIBO VLENTI r ll ffr fr r r ffr Ir r lrl Rl Dffr Pr Pr pl REE Cà VIBO VLENTI (V.V.) l. 0963 599111/0963 599398 www..vvl.vv. prllv@p. l. 0965 1930731 fx 0965 789708 v@pl. www.drl. NUERO VERDE 800 166308

Dettagli

A.A. 2016/17 Graduatoria corso di laurea in Scienze e tecniche di psicologia cognitiva

A.A. 2016/17 Graduatoria corso di laurea in Scienze e tecniche di psicologia cognitiva 1 29/04/1997 V.G. 53,70 Idoneo ammesso/a * 2 27/12/1997 B.A. 53,69 Idoneo ammesso/a * 3 18/07/1997 P.S. 51,70 Idoneo ammesso/a * 4 12/05/1989 C.F. 51,69 Idoneo ammesso/a * 5 27/01/1997 P.S. 51,36 Idoneo

Dettagli

Autorità Nazionale Anticorruzione

Autorità Nazionale Anticorruzione urà Nl crru Rpr dgl dll vgl d uffc ffu dll urà u dll dlbr 3/1 ugl E Prc Nl Prm C dlbr. 3/1, l urà h rch gl rgm dpd d lu (), lr ruur c fu lgh (d gu l ), u pr l pubblch mmr gl d cu ll r. 11, cmm 1, lr, dl

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO IN VERTICALE

UNITÀ DI APPRENDIMENTO IN VERTICALE C d f Ddc c v vl Dc: Dl P Scul Scd Mcll Sch Scul P A Fc Zgll Scul P RMIC8A3002 Iu Cv V. Vl V Sd Nuv, Acc, RM - P cd Il UNITÀ DI APPRENDIMENTO IN VERTICALE D S-ch l 1 C - d R l v u d uldl uld l glblà d

Dettagli

PROVINCIA DI CASERTA ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE GIUNTALE N. 201 DEL 28/11/2011

PROVINCIA DI CASERTA ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE GIUNTALE N. 201 DEL 28/11/2011 PROVINCIA DI CASERTA ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE GIUNTALE N. 201 DEL 28/11/2011 1 p s i Cll sdl l p di Gzzis, l A1 l diic Dii SS7 q Dii lvi di d ip A Gili - Cslvl : slci dll svicl di Sss Ac Md Sd SS7 q

Dettagli

COMUNE DI BAGNO DI ROMAGNA (Provincia di Forlì-Cesena)

COMUNE DI BAGNO DI ROMAGNA (Provincia di Forlì-Cesena) Ag brz C.C.. 49 9/9/2014 I Sgrr Cu r. Sr R COMUNE DI BAGNO DI ROMAGNA (Prvc Frì-C) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) Apprv c brz C.C. Nr 49 09/0920/14 I pr rg r vgr '01/01/2014

Dettagli

al Braglia! Campagna Abbonamenti Stagione Sportiva 2013/2014

al Braglia! Campagna Abbonamenti Stagione Sportiva 2013/2014 V l Bgl! g bb g v 213/214 2 g bb g v 213/214 BBNMN P BUNM UÀ 1.25 BUNM LL 1.5 BUNM P BUN B F BUN P 7 42 28 8 21 PXYZ BUN P v B PLNM 38 225 14 8 21 F N LL 23 145 125 8 21 G H L M N Q GN P N NN.GV. NN UN

Dettagli

DIGICULT: PRE SENTAZIONE GENE RALE

DIGICULT: PRE SENTAZIONE GENE RALE DIGICULT: PRE SENTAZIONE GENE RALE Cosa è Digicult Il portale web Il magazine online Il podcast e la newsletter L'agenzia D i gi C U L T è u n a p i a t t a f o r m a c u l t u r al e It alia n a o n li

Dettagli

apertura autunno 2012

apertura autunno 2012 CSTRUZI STI IMPITI SPRTIVI pwrd by prur uunn 22 CMP BBMTI DLL IU 22 r r LU MR DI T MR DI I CLDI V -22 7 V DI SB RDI 7-22 DM T 7-22 I C 22 L 22 d fn r r chu ndc d 3 m -2 nu 3 pr m c nd r c LU r MR M TT

Dettagli

Indicare ragione sociale dell Ente/Coop/Assoc. tel. fax. e mail. da n. camere da letto per un totale di posti letto e di complessivi n.

Indicare ragione sociale dell Ente/Coop/Assoc. tel. fax. e mail. da n. camere da letto per un totale di posti letto e di complessivi n. Mll i utrtifizi i lifizi Htl Otlli P. 1 i 5 Ott: - L Ri Lzi 13 l 6/8/27..i. Rlt Ril Nuv iili ll truttur rittiv xtrlbrhir.8 l 7 t 215. Clifizi r l rizi i ttività xtrlbrhir i Htl Otlli i tri Ui I ttritt

Dettagli

www.ipospadia.it Dott:Giacinto Marrocco

www.ipospadia.it Dott:Giacinto Marrocco www.ipospadia.it Dott:Giacinto Marrocco Le Malformazioni dei Genitali nell'infanzia Un sito dedicato ai pediatri ed ai genitori di bambini con patologie acquisite o congenite degli organi genitali EPISPADIA

Dettagli

Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010

Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010 Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010 Ed. settembre 2013 Agenda Obiettivo della statistica Oggetto della statistica Grado di partecipazione Alcuni confronti con la statistica precedente

Dettagli

STU DIO D E L L A STR U T T U R A E D E L LE APPLIC A ZIO NI DI H O NE Y C O M BS A R A M I DICI U N I V E R S I T À D E G L I S TU D I D I P A D O VA

STU DIO D E L L A STR U T T U R A E D E L LE APPLIC A ZIO NI DI H O NE Y C O M BS A R A M I DICI U N I V E R S I T À D E G L I S TU D I D I P A D O VA U N I V E R S I T À D E G L I S TU D I D I P A D O VA FACOLT À DI INGEG NERIA D IP A R T I E N T O D I I N G E G N E R I A E C C A N I C A TESI DI LAUREA IN INGEGNERIA ECCANICA C L A SSE I N G E G N E

Dettagli

U n po z z o art e s i a n o (fora g e) per l ap p r o v v i g i o n a m e n t o di ac q u a pot a b i l e.

U n po z z o art e s i a n o (fora g e) per l ap p r o v v i g i o n a m e n t o di ac q u a pot a b i l e. In m o l ti pa e s i po c o svil u p p a t i, co m p r e s o il M al i, un a dell a pri n c i p a l i ca u s e di da n n o alla sal u t e e, in ulti m a ista n z a, di m o r t e, risi e d e nell a qu al

Dettagli

Archivistic Open Data

Archivistic Open Data C fz p hv Ahv Op D (f yu lv hg, f) ISAAR l p p qu è f gl gl p l lzzz ll z hvh gg pu hv l puz ll uz hv, ì pbl: - l' gl hv u b ull pblà z l puz gl hv h ll z gl hv, p f gu; - l p p gl u l puz u hv u, hé p

Dettagli

OPERAZIONE MANI PULITE

OPERAZIONE MANI PULITE Tl: OPERAZIONE MANI PULITE Aur: Lur Css Prcrs ddc ssc: 1. L u pug d rr AVVERTENZA: L dmd ch sgu s spr l prcrs prcrs dc h cm b qull d rfcr l pdrz d lcu cmpz (l cpcà cè d pplcr cscz ccul prcdurl ch cs drs

Dettagli

CONDIZIONI DI SERVIZIO (validità da 01/03/2010)

CONDIZIONI DI SERVIZIO (validità da 01/03/2010) TBELL PREZZI DEGLI INTERVENTI PER PROVINCI (escluso pezzi di ricambio) G comune/provincia 290,00 Comprende trasferta e 1 ora lavoro. Ore seguenti vedi tab. TRIFFE pag.5 L comune/provincia SI Trasferta

Dettagli

Arte Figurativa. Ginnasio Gian Rinaldo Carli settembre 2014

Arte Figurativa. Ginnasio Gian Rinaldo Carli settembre 2014 A Figuiv Gisio Gi Rildo Cli smb 2014 A ic. is io z li u ic d c s h c ssio p s i d m o F Op d po può m l io pz i l, o u u co il! d i ib u u s im è, Esp o im u o c il cmbi, m o m z z p p Il vlo, l bi l m

Dettagli

1 3INFORMAZIONI PER SONALI E SPERIENZA LAVORATIVA. F a x - 6Ļ1 T i p o di a zi e n d a o s e tt o r e T u ri s m o

1 3INFORMAZIONI PER SONALI E SPERIENZA LAVORATIVA. F a x - 6Ļ1 T i p o di a zi e n d a o s e tt o r e T u ri s m o 1 3INFORMAZIONI PER SONALI N o m e A n n a H a li n a H y z a I n diriz z o V i a S a n d r o P e r ti ni 5 0 - Q U A R T U C C I U T el ef o n o C e ll ul a r e: 3 4 0 6 8 1 3 2 6 3 F a x - E-m a il a

Dettagli

TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA

TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA Siamo fermamente convinti che redigere un preciso quadro di riferimento, attestante le coperture Assicurative di un Cliente, consenta allo stesso di potersi

Dettagli

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI Dario Focarelli Direttore Generale ANIA Milano, 12 marzo 2013 «LA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTOMOBILISTICA STRATEGIA, INNOVAZIONE

Dettagli

5 SETTORE - ASSETTO DEL TERRITORIO IL RESPONSABILE DEL SETTORE. DETERMINAZIONE: nr. 496 del 06/11/2015

5 SETTORE - ASSETTO DEL TERRITORIO IL RESPONSABILE DEL SETTORE. DETERMINAZIONE: nr. 496 del 06/11/2015 COPIA CITTA' DI CALIMERA (Prv d L) Tl.: 832/87 Fx 832/872266 5 SETTORE - ASSETTO DEL TERRITORIO IL RESPONSABILE DEL SETTORE DETERMINAZIONE: r. 496 dl 6//25 Ogg: P.O. FESR 27/2 - II - l rv 3.3 - Az 2.3.2

Dettagli

Osservatorio del Mercato del Lavoro RAPPORTO SUL FUTURO DELLA FORMAZIONE NELLA PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA - TRANI

Osservatorio del Mercato del Lavoro RAPPORTO SUL FUTURO DELLA FORMAZIONE NELLA PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA - TRANI Osservatorio del Mercato del Lavoro RAPPORTO SUL FUTURO DELLA FORMAZIONE NELLA PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA - TRANI 1 Indice generale A n a li si di c o n t e s t o p a g. 3 L off e rt a d i f or m a z

Dettagli

T R I BU N A L E D I T R E V IS O A Z I E N D A LE. Pr e me s so

T R I BU N A L E D I T R E V IS O A Z I E N D A LE. Pr e me s so 1 T R I BU N A L E D I T R E V IS O BA N D O P E R L A C E S S IO N E C O M P E TI TI V A D EL C O M P E N D I O A Z I E N D A LE D E L C O N C O R D A T O PR EV E N T I V O F 5 Sr l i n l i q u i da z

Dettagli

P re m e s s a L a g e s tio n e d e lle ris o rs e u m a n e Il S is te m a In fo rm a tiv o D o g a n a le...

P re m e s s a L a g e s tio n e d e lle ris o rs e u m a n e Il S is te m a In fo rm a tiv o D o g a n a le... 211 BILANCIO DI ESERCIZIO IN D IC E 2 IN D IC E G E N E R A L E I. R e la z io n e s u lla G e s tio n e II. S ta to p a tr im o n ia le e C o n to e c o n o m ic o III. N o ta in te g r a tiv a IV. R

Dettagli

Formula Bonus-Malus "l'abito non fa (più) il monaco"

Formula Bonus-Malus l'abito non fa (più) il monaco Formula Bonus-Malus "l'abito non fa (più) il monaco" Limiti e criticità dell'attuale formula Giovanni Sammartini Coordinatore Commissione Danni Roma, 7 giugno 2013 2000-2011: com'è cambiata la distribuzione

Dettagli

IL FURTO DEL DIAMANTE GIGANTE

IL FURTO DEL DIAMANTE GIGANTE IL FUT DEL DIMNTE GIGNTE T d Grm S Crdm d Ib Smrg Crdm dr d rz ur Edg d dr r Drr: Ip Bru Cpr d br h (dg) dr Cv (r) Grph Dgr: dr Cv / hwrdfdt Iurz pg z f: br h (dg) E Buf MD5 (dg pg.123), Sud rpà dr Cv

Dettagli

Annuario 231. Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti

Annuario 231. Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti Perché? Le recenti azioni giudiziarie hanno indotto nelle aziende la necessità di dotarsi di un modello

Dettagli

COMUNE DI BAGNO DI ROMAGNA (Provincia di Forlì-Cesena)

COMUNE DI BAGNO DI ROMAGNA (Provincia di Forlì-Cesena) COMUNE DI BAGNO DI ROMAGNA (Prvc Frì-C) A A rz C.C.. 28 30/07/2015 I rr Gr r. Gcr If REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DELL'IMPOTA DI OGGIORNO Arv c rz C C. 60 30/09/2014 Mfc c rz C C. 88 19/12/2014 Mfc c

Dettagli

Decalogo alimentazione estate 2012

Decalogo alimentazione estate 2012 con l nu propon 10 przioi conigli pr un limnzion corr icur in un priodo gnrlmn ccompgno d mggior mpo libro, con biudini limnri divr ripo l ro dll nno: mggior numro di pi fuori c, cr nzion gli ppori nuli,

Dettagli

( ) mentre: Se si fa l ipotesi SVEA cioè di inviluppo del campo lentamente variabile lungo z:

( ) mentre: Se si fa l ipotesi SVEA cioè di inviluppo del campo lentamente variabile lungo z: I B PROPGTION THOD (BP) ssga il cap i pr sudiar l vlui è cssari calclar il valr i quidi:. Si suppga ch il cap sia craic uidirial si prpaghi lla diri psiiva dll ass. Si par dall quai scalar dll d di Hlhl

Dettagli

Collegio dei Geometri Provincia di Genova O D N A R. n a. Catasto Fabbricati. e G. Corsomabilitazione esame di stato

Collegio dei Geometri Provincia di Genova O D N A R. n a. Catasto Fabbricati. e G. Corsomabilitazione esame di stato Cllgi i Gti Pvici i Gv t Csbilitzi s i stt G Ctst bbicti Cllgi i Gti Pvici i Gv Istituzi l uv Ctst ilizi Ub (.C..U.) l 1939 t i fzi p ggi sstitui il Ctst ilizi Ub Il.C..U. ': t Gtic G P sigl ppit' glbl

Dettagli

Numero di Gastro 1/16

Numero di Gastro 1/16 Num di Gs 1/16 Swiss Clim impz Smp SC2015111705 www.swissclim.ch Dss ivl p um il fu i gi 12238984 Dss i ci Clssic dl 1. 13. Gi 2016 25 % 25 % 12238687 Dss i ci Fci dl 16. 31. Gi 2016 Suppmzii 25% Sc dl

Dettagli

Criteri per l integrazione l fotovoltaici

Criteri per l integrazione l fotovoltaici Criteri per l integrazione l degli impianti fotovoltaici Gerardo Montanino Direttore Operativo Energy Forum - Bressanone, 9 dicembre 2008 www.gsel.it 2 Indice Il Conto Energia Bilancio del Conto Energia

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) E g: L ASSOCIAZIONE IL SENTIERO f u gg gg f g g b f h,, u ( g),, g gu : ) u gg; b) u g ; ) uu, uu u à f ; ) u ugug, gà u

Dettagli

ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI

ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI 1 ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI Il pr e s e n t e do c u m e n t o for ni s c e le info r m a z i o n i ne c e s s a r i e ed es s e n z i a l i a su p p o r t

Dettagli

CARNET DEI SERVIZI DEDICATI AL SOCIO. Pronti ad aiutarti!

CARNET DEI SERVIZI DEDICATI AL SOCIO. Pronti ad aiutarti! CARNET DEI SERVIZI DEDICATI AL SOCIO Pr d ur! A Pccl vgg d grd! www.crmprs.cm S vu rsprmr FINO A! 3000/ANNO lf sub ll 0432 54 62 58 Prd dsrbu dllʼe Eurp dl Lvr dllʼimprs FVG cllbrz c Assmcrmprs. INFORMAZIONI

Dettagli

LA GARA D AMBITO PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO PUBBLICO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE

LA GARA D AMBITO PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO PUBBLICO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE LA GARA D AMBITO PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO PUBBLICO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE LE LINEE GUIDA PROGRAMMATICHE D AMBITO Uff Uff ATEM Cmu Cmu d d Vllfr Vllfr d d Vr Vr RIFERIMENTI NORMATIVI D.M.

Dettagli

RELAZIONE FINANZIARIA 31 DICEMBRE 2013

RELAZIONE FINANZIARIA 31 DICEMBRE 2013 RELAZIONE FINANZIARIA AL 31 DICEMBRE 213 PAGINA BIANCA 3/58 Indice Organi Sociali... 6 Consiglio di Amministrazione... 6 Collegio Sindacale... 6 Società di Revisione... 6 Specialist... 6 Nomad... 6 Struttura

Dettagli

1, 99 0, 79. Offerte valide dal 7 al 23 Marzo. 4 litri. BIO PRESTO Lavatrice 28 misurini Assortiti. Bucato. Igiene casa. SOLE Piatti 1,1 Lt.

1, 99 0, 79. Offerte valide dal 7 al 23 Marzo. 4 litri. BIO PRESTO Lavatrice 28 misurini Assortiti. Bucato. Igiene casa. SOLE Piatti 1,1 Lt. BIO PRESTO Lvtric 28 misurii Imbttibil dl ms Buct Igi cs COCCOLINO Ammrbidt 4 Lt Pitti 1 Lt. Offrt vlid dl 7 l 23 Mrz 4 litri 79 www.lspri.rg s r P SPLEND OR Lcc 300 ml SPLEND OR Blsm 300 ml 89 DOVE Ddrt

Dettagli

Identità e tecnologia nelle produzioni agroalimentari per un nuovo modello di agricoltura sostenibile

Identità e tecnologia nelle produzioni agroalimentari per un nuovo modello di agricoltura sostenibile Identità e tecnologia nelle produzioni agroalimentari per un nuovo modello di agricoltura sostenibile V a lte r C a n tin o 1 7 n o v e m b re 2 0 1 0 Università degli Studi di Scienze Gastronomiche: mission

Dettagli

I NUMERI DELLA VIGILANZA PRIVATA

I NUMERI DELLA VIGILANZA PRIVATA I NUMERI DELLA VIGILANZA PRIVATA Anno 2012 Osservatorio ASSIV sulla sicurezza sussidiaria e complementare Nota metodologica I numeri elaborati dall OSSERVATORIO ASSIV su dati Inps si riferiscono alle che

Dettagli

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2014

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2014 ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2014 A CURA DELL AREA PROFESSIONALE STATISTICA A.G. FEBBRAIO 2015 ANDAMENTO MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA

Dettagli

UNA VISIONE D INSIEME DEL SISTEMA SCOLASTICO

UNA VISIONE D INSIEME DEL SISTEMA SCOLASTICO UNA VISIONE D INSIEME DEL SISTEMA SCOLASTICO - 49 - 3.1 INTRODUZIONE Volendo descrivere le province utilizzando contemporaneamente gli indicatori relativi alle diverse tematiche analizzate prima in modo

Dettagli

Gruppo di lavoro per i B.E.S. D.D. 3 Circolo Sanremo. Autore: Marino Isabella P roposta di lavoro per le attività nei laboratori di recupero

Gruppo di lavoro per i B.E.S. D.D. 3 Circolo Sanremo. Autore: Marino Isabella P roposta di lavoro per le attività nei laboratori di recupero Competenza/e da sviluppare GIOCO: SCARABEO CON SILLABE OCCORRENTE: MATERIALE ALLEGATO E UN SACCHETTO PER CONTENERE LE SILLABE RITAGLIATE. ISTRUZIONI Saper cogliere/usare i suoni della lingua. Saper leggere

Dettagli

IL VALORE DEI COMPRENSORI LAPIDEI ITALIANI PER L ECONOMIA NAZIONALE.

IL VALORE DEI COMPRENSORI LAPIDEI ITALIANI PER L ECONOMIA NAZIONALE. IL VALORE DEI COMPRENSORI LAPIDEI ITALIANI PER L ECONOMIA NAZIONALE. IL SALDO COMMERCIALE A cura di: Manuela Gussoni Ufficio studi IMM 21 maggio 2014 In un contesto di sostanziale stazionarietà dell export

Dettagli

In Auto Più New (prodotto 589) Giugno 2011. Edizione Giugno 2011 (V032011) 1 di 45

In Auto Più New (prodotto 589) Giugno 2011. Edizione Giugno 2011 (V032011) 1 di 45 Tariffa R.C.A. Valida dal Salvo modifiche che verranno comunicate almeno 60 giorni prima della loro applicazione Tutti gli importi sono in Euro e non comprendono le imposte RCA (12,50%) e il contributo

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via del Fosso di S. Maura, snc - 00169 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via del Fosso di S. Maura, snc - 00169 Roma VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE AGGIORNAMENTO Modulo Versione Modulo Base di Linea Dichiarativi 02.25.05 Modulo Base 01.82.01 Dichiarazione USP/2005 04.01.03 Delega Unica F24 02.11.04 Modello F23 02.11.04

Dettagli

Causali Consulenti del Lavoro

Causali Consulenti del Lavoro Causali Consulenti del Lavoro Codice Descrizione Codice posizione Tipo inizio periodo riferimento AG00 AL00 AN00 AO00 AP00 AQ00 AR00 provinciale di Agrigento provinciale di Alessandria provinciale di Ancona

Dettagli

Gli Uffici delle Dogane. Province di competenza

Gli Uffici delle Dogane. Province di competenza ti trovi in: Home - Agenzia - Uffici - Indirizzi e Organigramma periferico - Uffici Dogane Gli Uffici delle Dogane Gli Uffici delle Dogane Regione Abruzzo Basilicata Campania Dogane Avezzano Pescara Potenza

Dettagli

LASVIZZERA MAGAZINE DELLA CAMERA DI COMMERCIO SVIZZERA IN ITALIA

LASVIZZERA MAGAZINE DELLA CAMERA DI COMMERCIO SVIZZERA IN ITALIA MAGAZIN DLLA CAMA DI COMMCIO VIZZA IN IALIA LA VIZZA MAGAZIN_MDIA PACK_2014 MAGAZIN DLLA CAMA DI COMMCIO VIZZA IN IALIA L, ffl C C Il, è l l qlà, ffbl l g L è l g l Il, l gl g b gl l I ù, q l gg l : gf,

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Federico II. Biblioteca di Area Scienze Politiche

Università degli Studi di Napoli Federico II. Biblioteca di Area Scienze Politiche Università degli Studi di Napoli Federico II Biblioteca di Area Scienze Politiche Università degli Studi di Napoli Federico II Biblioteca di Area Scienze Politiche c uriosando in Bibl i oteca Spunti tematici

Dettagli

COMUNE DI BAGNO DI ROMAGNA (Provincia di Forlì-Cesena)

COMUNE DI BAGNO DI ROMAGNA (Provincia di Forlì-Cesena) COMUNE DI BAGNO DI ROMAGNA (Prv Frì-C) REGOLAMENTO PER LA DICIPLINA DELL IMPOTA MUNICIPALE PROPRIA Arv rz C.C. Nr. 60 30/10/2012 I r r r vr '01/01/2012 1 INDICE Ar. 1 O Ar. 2 Az rrà fr z q rz rvr r Ar.

Dettagli

280 MLN 30 MLN 97% 280 MLN. 30 MLN hl. TECHNOlOgy IN WINE. EXHIbITION. rget ssu cui puntare. un evento imperdibile per il mondo del vino.

280 MLN 30 MLN 97% 280 MLN. 30 MLN hl. TECHNOlOgy IN WINE. EXHIbITION. rget ssu cui puntare. un evento imperdibile per il mondo del vino. VV M: M : uu rg rg ssu u ur THE WORLD WINE TECHNOLOGY LEADER IS ON STAGE EXHIbITION MLN Exhb Mgr gprzz r M Exhbr Mgr Grg Gr Nwrkg Ss Mgr rk v rk r r v r r sr bvrg qu f ATI MLN ATI TurhNuv z Prg R Nuv z

Dettagli

Cosa imparo. Unità 0. Valentino Rossi. Lessico Le parole italiane più famose Le città La classe Giusto / Sbagliato Come, scusa?

Cosa imparo. Unità 0. Valentino Rossi. Lessico Le parole italiane più famose Le città La classe Giusto / Sbagliato Come, scusa? Pr Lessic Le prle itlie più fmse Le città L clsse Giust / Sbglit Pui ripetere Che sigific Cs impr Cmuiczie Chiedere il sigifict Chiedere di ripetere Fre l spellig Cpire le istruzii del libr Grmmc L lfbet

Dettagli

Nome e Cognome Indirizzo Telefono Cellulare E-mail Nazionalità Data di nascita Codice Fiscale

Nome e Cognome Indirizzo Telefono Cellulare E-mail Nazionalità Data di nascita Codice Fiscale IN F O R M A Z IO N I P E R S O N A L I Nome e Cognome Indirizzo Telefono Cellulare E-mail Nazionalità Data di nascita Codice Fiscale V a le n tin a B e c c h i E S P E R IE N Z E L A V O R A T IV E D

Dettagli

Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007. Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA

Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007. Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007 Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA Milano, 25 febbraio 2009 CONTENUTI 1. I risultati della nuova statistica annuale RC Auto gli

Dettagli

La velocità massima espressa in metri al secondo e l accelerazione voluta sono: 1000

La velocità massima espressa in metri al secondo e l accelerazione voluta sono: 1000 Diesioeto di ssi di otore correte cotiu Si idividuio i pretri pricipli di u cchi correte cotiu eccitzioe idipedete i rdo di uovere u tr veloce ote che sio le seueti specifiche: Tesioe di lietzioe dell

Dettagli

Indici sintetici di benessere per le province italiane. Matteo Mazziotta e Adriano Pareto Istituto nazionale di Statistica

Indici sintetici di benessere per le province italiane. Matteo Mazziotta e Adriano Pareto Istituto nazionale di Statistica Indici sintetici di benessere per le province italiane Matteo Mazziotta e Adriano Pareto Istituto nazionale di Statistica Indice 1. Introduzione 2. Gli indicatori elementari 3. Il calcolo degli indici

Dettagli

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013 ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013 A CURA DELL AREA PROFESSIONALE STATISTICA A.G. GENNAIO 2014 ANDAMENTO MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA

Dettagli

Descrizione prestazionale degli elementi di arredo del progetto MOVIlinea.

Descrizione prestazionale degli elementi di arredo del progetto MOVIlinea. . 11 Dscrizin prstzinl dgli lmi di rrd dl prgtt Vlin. Pnnll infrmzini dll pnsilin cstituit dll qui tvl dll schinl sull qul vin incllt un lmirin di llumini 2 mm di spssr, vrnicit binc. Du pnnlli in plicrb

Dettagli

Corso di Laurea magistrale in Lavoro, cittadinanza sociale,interculturalità

Corso di Laurea magistrale in Lavoro, cittadinanza sociale,interculturalità Corso di Laurea magistrale in Lavoro, cittadinanza sociale,interculturalità Tesi di Laurea L accompagnamento delle istituzioni nell inserimento e integrazione del minore straniero nel nucleo adottivo.

Dettagli

ALLLEGATO IV: Scheda informativa sintetica dell offerta formativa

ALLLEGATO IV: Scheda informativa sintetica dell offerta formativa O ALLLEGATO IV: Scheda informativa sintetica dell offerta formativa TITOLO: LADY & MISTER CHEF, PROMOTORI DELL ENOGASTRONOMIA LUCANA AREA TEMATICA Il pe r c o r s o f o r m a t i v o pr o po s t o m i

Dettagli

CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA

CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA Area di Agrigento (Sicilia) AG CDL CATANIA Alessandria (Piemonte) AL CDL MILANO Ancona (Marche) AN CDL PADOVA Aosta (Valle d'aosta) AO CDL MILANO Arezzo (Toscana) AR CDL ROMA

Dettagli

RICHIESTA DI NUOVA FORNITURA IDRICA

RICHIESTA DI NUOVA FORNITURA IDRICA Md. SC-NFI RICHIESTA DI NUOVA FORNITURA IDRICA CONTENENTE DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE (. 46 47 DPR 28/12/2000,. 445...) Cpv d pbà d z p pv d. 76 d DPR. 445/2000... p f z dhz d (SE COMPILATO A MANO, SI PREGA

Dettagli

AREA PROCESSI FORMATIVI - SETTORE OFFERTA FORMATIVA UFFICIO OFFERTA FORMATIVA CORSI DI I E II LIVELLO, ANS

AREA PROCESSI FORMATIVI - SETTORE OFFERTA FORMATIVA UFFICIO OFFERTA FORMATIVA CORSI DI I E II LIVELLO, ANS Dati Scuola di Lingue e Letterature Pagina 1 di 6 Dati Scuola di Lingue e Letterature AQ L'Aquila n. 1 CH Chieti n. PE Pescara n. 2 TE Teramo n. 5 ABRUZZI Totale 8 MT Matera n. 2 PZ Potenza n. 1 BASILICATA

Dettagli

P a r m a e P i a c e n z a

P a r m a e P i a c e n z a F o n d i t o r e E p o c a S e d e f o n d e r i a N o t e A l e s s i B IB L IO G R A F IA : S c a r a b e l l i Z u n t i ; E n r i c o D a l l ' O l i o. La campana grossa della torre della piazza,

Dettagli

COMUNEDICALTAGIRONE V Area Tecnica. PONSICUREZZA per. minoristranierinonaccompagnati ai sensi c. I, D.P.R.n. 554/99.

COMUNEDICALTAGIRONE V Area Tecnica. PONSICUREZZA per. minoristranierinonaccompagnati ai sensi c. I, D.P.R.n. 554/99. COMUDCATAGRO V Are Teni 2OO72013 POSCURZZA PRO SVUPPO OBTTVO COVRGZA per di glienz "Reuper entrpeilizzt dell'exdellefniulled detinrl nn". rihiedenti ile minritrnierinnmpgnti i eni inriprfeinle di vlutzine:

Dettagli

REGIONE TOSCANA Giunta Regionale

REGIONE TOSCANA Giunta Regionale Gu Rg D G D C C Fm, I A. N AOOGRT/ 0272442 /Q.90.70 F, 24/10/2013 Ag Mgg ug 2013 Mgg g ug 2013 Ogg Mgg fmu ug 2013. A A D u Lug M EDE A D G DG D C C V G EDE A Rb A Cm m A L EDE A D G A UL T EDI C DGRT

Dettagli

N. 0000272248. {ffiw3 ATTESTATO DI BREVETTO PER MODELLO DI UTILITA' VIA ALDO MORO, 2 IL DIRIGENTE. ldil- TITOLARE/I INDIRIZZO.

N. 0000272248. {ffiw3 ATTESTATO DI BREVETTO PER MODELLO DI UTILITA' VIA ALDO MORO, 2 IL DIRIGENTE. ldil- TITOLARE/I INDIRIZZO. N. 0000272248 000059 20r0 MILANO 03/03t20r0 EO4G MILANO VIA ALDO MORO, 2 ^ PALO IN ACCIAIO PER DISPOSITIVI DI ANCORAGGIO (LINEE VITA). {ffiw3 ùarnsta $i {lornmerclo Ind. Ari. el.sr:;*ltu!"a di fuîiiano

Dettagli

Albo Nazionale Gestori Ambientali. Prot. No 21512/2012 d,et 28/1212012 DALLA VISURA DELL'ARCHIVIO DELLA SEZIONE RISULTA CHE L'IMPRESA: 8-n.

Albo Nazionale Gestori Ambientali. Prot. No 21512/2012 d,et 28/1212012 DALLA VISURA DELL'ARCHIVIO DELLA SEZIONE RISULTA CHE L'IMPRESA: 8-n. - Albo cestori Ambientali _ Sezione Campania istituita presso la Camera di Commercio Industria Afligianato ó Agricoltura di NAPOLI Corso Meridionale, 5g _ c/o Borsa Merci - Dlgs 152/06 Prot. No 21512/2012

Dettagli

L ASSICURAZIONE R.C. AUTO PRINCIPI GENERALI. e qualche numero.

L ASSICURAZIONE R.C. AUTO PRINCIPI GENERALI. e qualche numero. L ASSICURAZIONE R.C. AUTO PRINCIPI GENERALI. e qualche numero. Vittorio Verdone Direttore Auto, Distribuzione, Consumatori e Servizi Informatici -ANIA Università LUISS Guido Carli Roma, 24 ottobre 2011

Dettagli

6) Nel 1991 Carl Lewis ha stabilito il record del mondo dei 100 m percorrendoli in 9,86 s. Qual è la velocità media in km/h?

6) Nel 1991 Carl Lewis ha stabilito il record del mondo dei 100 m percorrendoli in 9,86 s. Qual è la velocità media in km/h? 1) L unità l SI pr l tmprtur l mss sono, rispttivmnt gri grmmi klvin kilogrmmi Clsius milligrmmi Clsius kilogrmmi klvin grmmi 2) Qul mtril ffon nll olio ( = 0,94 g/m 3 )? ghiio ( = 0,92 g/m 3 ) sughro

Dettagli

POSTI DISPONIBILI SCUOLA ELEMENTARE

POSTI DISPONIBILI SCUOLA ELEMENTARE POSTI DISPONIBILI SCUOLA ELEMENTARE Regione Provincia Prov O.D.98/99 Titolari 98/99 posti docenti Domande di cessazione 1/9/99 Abruzzo Chieti CH 1.618 1.615 3 0 48 Abruzzo L'Aquila AQ 1.374 1.374 0 0 57

Dettagli

LA SALVAGUARDIA DELLE COSTRUZIONI DI VALENZA STORICO-ARTISTICA DAL RISCHIO SISMICO LA CHIESA DI SANTA MARIA DEI RIMEDI A PALERMO

LA SALVAGUARDIA DELLE COSTRUZIONI DI VALENZA STORICO-ARTISTICA DAL RISCHIO SISMICO LA CHIESA DI SANTA MARIA DEI RIMEDI A PALERMO LA SALVAGUARDIA DELLE COSTRUZIONI DI VALENZA STORICO-ARTISTICA DAL RISCHIO SISMICO LA CHIESA DI SANTA MARIA DEI RIMEDI A PALERMO d Cml R Gv G Gv Clb PREMESSA L pbbl l Spplm Od. 54 ll G Uffl. 47 dl 26 fbb

Dettagli

RISERVATO ALLA SCUOLA PRIMARIA

RISERVATO ALLA SCUOLA PRIMARIA V EDIZIONE CONCORSO NAZIONALE LA FILASTROCCOLA L ii ANDERSEN RICREA - Cooio Nio Riio Ruo Ii Aiio ioo V Eiio Pio Fioo, io ooii i i i o iii qu'o i iio i ii iio. RISERVATO ALLA SCUOLA PRIMARIA L'Uoo i L è

Dettagli

Corso di laurea magistrale in Economia e Management Internazionale

Corso di laurea magistrale in Economia e Management Internazionale Corso di laurea magistrale in Economia e Management Internazionale Libera Università degli Studi per l Innovazione e le Organizzazioni Via Cristoforo Colombo, 200 00145 Roma T +3 06 510.777.1 F +3 06 510.777.25

Dettagli

CONDIZIONI DI SERVIZIO (validità da 01/01/2013)

CONDIZIONI DI SERVIZIO (validità da 01/01/2013) G comune/provincia 309,00 Comprende trasferta e 1 ora lavoro. Ore seguenti vedi tab. TRIFFE pag.5 L comune/provincia 245,00 Comprende trasferta e 1 ora lavoro. Ore seguenti vedi tab. TRIFFE pag.5 N comune/provincia

Dettagli

Coordinate geografiche delle province italiane di Michele T. Mazzucato

Coordinate geografiche delle province italiane di Michele T. Mazzucato Coordinate geografiche delle province italiane di Michele T. Mazzucato Tabella A Provincia sigla φ φ 1 λ λ 1 Agrigento AG 37 18' N 37.3000 13 36' E 13.6000 Alessandria AL 44 55' N 44.9167 08 37' E 08.6167

Dettagli

VectorWorks. Differenze fra la versione International e la versione in italiano

VectorWorks. Differenze fra la versione International e la versione in italiano 7150 Rvw Dv, Club, MD 21046 Tlf: 410.290.5114 Fx: 410.290.8050 www.s. VWs è u Ns N Dsbu slusv l Il: VWs Dffz f l vs Il l vs l vs l, è suu lu, s u uz ll vs Il, è lu ls, u vs s l z ( s u) l l us ù sl uv.

Dettagli

Totale posti Comuni 600.823 577.441 6.240 29.622 21.880

Totale posti Comuni 600.823 577.441 6.240 29.622 21.880 Copia di contingenti nomine docenti 2015 - tabella aliquot GRADO ISTRUZIONE contingenti per nomine sui posti vacanti e disponibili in O.D. 2015/16 titolari esubero vacanze su 2015/16 al 16 provinciale

Dettagli

Esperto prof. C. Formica

Esperto prof. C. Formica Esperto prof. C. Formica Immagini e testi tratti dai website di: genome.wellcome.ac.uk, dnaftb.org, unipv.it, unimi.it, wikipedia.it, unibs.it, unina.it, uniroma.it, nih.gov, zanichelli.it, sciencemag.org,

Dettagli

COMUNE di TONARA. (Provincia di Nuoro) Viale della Regione, 8 078463823 078463246 ( C.M. n.12) - P.iva 00162960918

COMUNE di TONARA. (Provincia di Nuoro) Viale della Regione, 8 078463823 078463246 ( C.M. n.12) - P.iva 00162960918 COMUNE di TONARA (Provincia di Nuoro) Viale della Regione, 8 078463823 078463246 ( C.M. n.12) - P.iva 00162960918 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N. 88 Prot. n. 4956 del 14-07-2009 OGGETTO: Indirizzi

Dettagli

Funzione esponenziale e logaritmo. Proprietà di esponenziale e logaritmo.

Funzione esponenziale e logaritmo. Proprietà di esponenziale e logaritmo. Funzion sponnzil ritmo. Proprità di sponnzil ritmo. 6. Funzion sponnzil ritmo. Proprità di sponnzil ritmo. Funzion sponnzil f ( ) fissto f : ( + ) è l bs dll funzion sponnzil d è fisst è l sponnt dll funzion

Dettagli

Atomi, molecole e ioni

Atomi, molecole e ioni Atomi, molecole e ioni anione + - catione Teoria atomica di Dalton 1. Un elemento è composto da particelle minuscole chiamate atomi. 2. In una normale reazione chimica, nessun atomo di nessun elemento

Dettagli

tana del pazzo e cocc è di meglio?

tana del pazzo e cocc è di meglio? d pzz B L V g v L f d M Cppè T d Luc M, g u... u G ccc è d mg? c c 72 TUTTOmb TUTTOmb 73 d pzz Ty cc. M cm qud u c p d p d k p I bk è M d, c v d u, dvv u u m v p d c I pcu f ch è p c u cpp d M + Hgh R

Dettagli

Il fantasma di Canterville

Il fantasma di Canterville TR O I f d Cv TA TE A I Ad Gc T! FA N SCHEA IATTICA f d Cv (Th Cv Gh, 1887) è u cb cc uc gv d Oc Wd Pubbc v u v Th Cu d Scy Rvw, cc bb u ucc cu d 'g N zz u d c, v È u d d S d f Lgg gu b d' g d Wd, d dd

Dettagli

Elenco operatori e servizi della Comunità Ospitale di Bolotana. Informazioni aggiornate a 01/01/2015 Valide fino al 31/12/2015

Elenco operatori e servizi della Comunità Ospitale di Bolotana. Informazioni aggiornate a 01/01/2015 Valide fino al 31/12/2015 Elec perri e servizi dell Cmià Ospile di Bl Ifrmzii ggire 01/01/2015 Vlide fi l 31/12/2015 IPOLOGIA ivià vlidià cs ci DOVE DORMIRE B&B Bdde Slighes Hel Risre Bdde Rs A slre A slre prire d 25 er pers/e

Dettagli

ELENCO DELLE PROVINCE DELLA REPUBBLICA ITALIANA SUDDIVISE PER REGIONI

ELENCO DELLE PROVINCE DELLA REPUBBLICA ITALIANA SUDDIVISE PER REGIONI ELENCO DELLE PROVINCE DELLA REPUBBLICA ITALIANA SUDDIVISE PER REGIONI Abruzzo Provincia dell'aquila (108 comuni) AQ Provincia di Chieti (104 comuni) CH Provincia di Pescara (46 comuni) PE Provincia di

Dettagli

aus 01 Torino Via S.Francesco Via S.Teresa LA CASA CHE TI METTE AL CENTRO

aus 01 Torino Via S.Francesco Via S.Teresa LA CASA CHE TI METTE AL CENTRO Torino Via S.Francesco Via S.Teresa L CS CH T TT L CTR w w w. i c o n - e s t a t e. c o m / a u s 0 1 situato nel centro di torino, coniugandolo con un progetto di interior design curato nei dettagli

Dettagli

CRUSCOTTO - ACI AUTOVETTURE. Andamento mensile del mercato

CRUSCOTTO - ACI AUTOVETTURE. Andamento mensile del mercato CRUSCOTTO - ACI AUTOVETTURE Andamento mensile del mercato OTTOBRE 2016 33 PRIME ISCRIZIONI NUOVO DI FABBRICA (1) PRIME ISCRIZIONI USATO PASSAGGI DI PROPRIETA' (usato reale) (2) MINIVOLTURE (3) 2015 2016

Dettagli

A.A Ingegneria Gestionale 2 appello del 11 Luglio 2016 Soluzioni - Esame completo

A.A Ingegneria Gestionale 2 appello del 11 Luglio 2016 Soluzioni - Esame completo FISI.. 5-6 Igg Gsl ppll dl Lugl 6 Sluz - s pl. U h d s p l d u D su d du l plll DL gu d u sz d gg 5 l sgu sg: l h, l ll vlà ss vk/h, l pù d pssl dlz d dul 9/s p ps l uv u vlà s d h s l d L v dll g l sl

Dettagli

Sci en zapert u tti. im m e rs io n e, c o n ta m in a z io n e e d a p p ro d o

Sci en zapert u tti. im m e rs io n e, c o n ta m in a z io n e e d a p p ro d o Sci en zapert u tti im m e rs io n e, c o n ta m in a z io n e e d a p p ro d o Luigi Benussi (lu ig i.b e n u s s i@ ln f.in fn.it) Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Laboratori Nazionali di Frascati

Dettagli