REGOLAMENTO GIARDINI AREE VERDI ATTREZZATE E GIOCHI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO GIARDINI AREE VERDI ATTREZZATE E GIOCHI"

Transcript

1 COMUNE DI TRASACCO Provincia dell Aquila Area di Vigilanza Attività Produttive Servizi Informatici REGOLAMENTO GIARDINI AREE VERDI ATTREZZATE E GIOCHI Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 8 del ART. 1 Divieto accesso veicoli...2 ART. 2 Altri divieti...2 ART. 3 - Interventi consentiti solo previa e motivata autorizzazione scritta...3 ART. 4 Giochi bimbi...3 ART. 5 Orari...3 ART. 6 Cani a passeggio...4 ART. 7 Vigilanza e sistema sanzionatorio...4 1

2 ART. 1 Divieto accesso veicoli Nei giardini pubblici, nelle parti delle aree verdi dei viali riservate ai pedoni è fatto divieto di entrare con automobili, motociclette e biciclette, cavalli ed altri animali, eccetto i cani condotti al guinzaglio e le biciclette condotte da bambini fino a 6 anni di età. Il divieto si estende anche ai motoveicoli e biciclette condotti a mano. Le biciclette, pertanto, dovranno essere parcheggiate all esterno dei giardini negli appositi spazi opportunamente predisposti. ART. 2 Altri divieti Nei giardini pubblici e nelle aree verdi è fatto divieto di: a) salire sugli alberi, appendervi o affiggervi oggetti, staccare rami; b) asportare o strappare fiori e foglie; c) danneggiare i prati; d) raccogliere e asportare fiori, bulbi, radici, funghi, terriccio, muschio, strato superficiale del terreno nonché calpestare le aiuole; e) giocare al pallone eccetto che nelle aree appositamente attrezzate; f) spargere carta, cicche o altri rifiuti; g) salire con i piedi o imbrattare panchine o giochi; h) schiamazzare, tenere alto il volume di radio o altri mezzi di diffusione sonore; i) abbandonare, catturare, molestare o ferire animali, nonché sottrarre uova e nidi; j) permettere ad un animale in proprio affidamento di cacciare, molestare o ferire un altro animale o persone; k) transitare con cavalli, anche condotti a mano, nei parchi e giardini pubblici; l) utilizzare le fontanelle per lavare le automobili o per fare giochi d acqua; m) collocare sedie, baracche, banchi, tende, ombrelloni e altre cose fisse o mobili, senza autorizzazione; n) consumare pasti o pic-nic al di fuori delle aree appositamente attrezzate; o) compiere qualsiasi altra attività che possa comunque danneggiare l ambiente naturale o disturbare gli utenti. 2

3 ART. 3 - Interventi consentiti solo previa e motivata autorizzazione scritta Su richiesta di singoli cittadini, Enti pubblici o privati, Società, Gruppi o Associazioni, l Amministrazione Comunale può autorizzare le seguenti attività: a) L organizzazione di assemblee, esposizioni, rappresentazioni, parate, sfilate, spettacoli e comizi, manifestazioni culturali e sportive. b) L installazione di attrezzature fisse o mobili. c) L accensione di fuochi e la preparazione di braci e carbonelle in contenitori o siti i- donei e l uso di petardi e fuochi artificiali anche quelli di libera vendita. d) Il campeggio e l installazione di tende o attrezzature da campeggio. e) L esercizio di forme di commercio o di esposizione. f) Il transito con cavalli. g) L utilizzo di veicoli a motore strettamente necessari allo svolgimento di attività ed i- niziative autorizzate. Dovrà comunque essere garantita l integrità delle strutture e della vegetazione, del manto erboso nonché dello stato di livellamento del terreno; lo stato dei luoghi dovrà essere sempre ripristinato a regola d arte o risarcito previa quantificazione del danno stesso da parte dell ufficio tecnico comunale. All atto del rilascio della suddetta autorizzazione, gli uffici comunali competenti, avranno la facoltà di chiedere un deposito cauzionale. ART. 4 Giochi bimbi L uso dei giochi bimbi è riservato ai bambini e ragazzi fino ai 12 anni. I minori utilizzano i giochi sotto la diretta responsabilità dei genitori o loro accompagnatori, che sono altresì tenuti al controllo della corretta modalità di utilizzo dei giochi. Questo Ente è esonerato da qualsiasi responsabilità per danni a persone imputabili a imprudenza o negligenza nell uso dei giochi installati nei parchi. ART. 5 Orari L orario di utilizzo dei parchi giochi per bambini o ragazzi, campi calcio e simili è così fissato: orario ESTIVO fino alle ore nei giorni feriali e fino alle ore nei giorni festivi e prefestivi; 3

4 orario INVERNALE fino alle ore nei giorni feriali e fino alle ore nei giorni festivi e prefestivi; Spetta al Sindaco la facoltà di autorizzare la protrazione di orario nel caso di manifestazioni, gare o altre circostanze eccezionali. ART. 6 Cani a passeggio Nel caso di cani condotti a passeggio, è fatto divieto di lasciarli sostare sulle aree destinate ai giochi. I cani condotti a passeggio devono essere muniti obbligatoriamente di guinzaglio fisso, i cani di media e grossa taglia dovranno indossare la museruola. Il conducente ha l obbligo di ripulire l area sporcata dal cane. ART. 7 Vigilanza e sistema sanzionatorio Gli agenti di Polizia Municipale e gli appartenenti alle altre forze dell ordine vigileranno sulla corretta applicazione del presente Regolamento, applicando, in caso di violazione, le relative sanzioni amministrative pecuniarie ivi previste. L Ufficio di P.M. potrà avvalersi della collaborazione del personale civile con il quale l Ente abbia stipulato contratto di collaborazione o altri tipi di convenzione, con funfunzione di prevenzione e di controllo. Ferma restando l'applicazione delle sanzioni di cui alla tabella seguente, ovvero l applicazione di altre normative amministrative, civili, penali, vigenti in materia, il trasgressore ha l'obbligo di attivarsi per eliminare ogni conseguenza pregiudizievole della violazione commessa. A prescindere dalle sanzioni previste dalla legge e dal presente regolamento, al trasgressore, in possesso di una concessione o di una autorizzazione rilasciata dall Autorità Comunale in ottemperanza a questo regolamento, è inflitta la sospensione o la revoca della concessione o della autorizzazione nei seguenti casi: per recidiva nell inosservanza delle disposizioni del presente regolamento attinenti alla disciplina dell attività specifica del concessionario; per la mancata esecuzione delle opere di rimozioni, riparazioni, o ripristino, conseguenti alla violazione accertata; 4

5 per morosità del pagamento dei tributi, canoni e diritti comunali dovuti dal titolare in dipendenza del titolo concessorio o autorizzativo. La sospensione si protrae sino a quando il trasgressore non adempia agli obblighi per la cui inosservanza la sospensione stessa viene inflitta e comunque per un periodo massimo di trenta giorni. Sistema sanzionatorio Articolo violato Oggetto violazione Sanzione pecuniaria (art. 15 L. 289/91) Oblazione in misura ridotta (art. 16 l. 689/91) Sanzioni accessorie 1 Divieto di accesso con veicoli da a Uso parchi e giardini pubblici - divieti di cui alla lettera: A da a Eventuale ripristino dei luoghi B da a Pagamento dei danni e ripristino dei luoghi C da a Pagamento dei danni e ripristino dei luoghi D da a Pagamento dei danni e ripristino dei luoghi E da a F da a Bonifica e ripristino dei luoghi G da a Pagamento dei danni e ripristino dei luoghi H da a I da a J da a K da a Eventuale ripristino dei luoghi L da a Eventuale ripristino dei luoghi M da a Ripristino dei luoghi N da a Ripristino dei luoghi O da a Ripristino dei luoghi 3 Interventi non autorizzati di cui alle lettere: A da a B da a Ripristino dei luoghi C da a Ripristino dei luoghi D da a Ripristino dei luoghi E da a Ripristino dei luoghi F da a Eventuale ripristino dei luoghi G da a Ripristino dei luoghi 4 Utilizzo dei giochi comma da a Orari mancato rispetto da a Circolazione dei cani in aree da a vietate senza museruola e/o senza da a guinzaglio omessa pulizia dei rifiuti organici dei cani da a Smaltimento eventuali residui 5

Città di San Giorgio a Cremano REGOLAMENTO COMUNALE. Parchi e Giardini pubblici

Città di San Giorgio a Cremano REGOLAMENTO COMUNALE. Parchi e Giardini pubblici Città di San Giorgio a Cremano REGOLAMENTO COMUNALE Parchi e Giardini pubblici Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 49 del 9/07/2014 1 INDICE GENERALE REGOLAMENTO COMUNALE PARCHI E GIARDINI

Dettagli

Regolamento Comunale d'utilizzo delle aree verdi ed attrezzate

Regolamento Comunale d'utilizzo delle aree verdi ed attrezzate Provincia di Vicenza Regolamento Comunale d'utilizzo delle aree verdi ed attrezzate (approvato con deliberazione consiliare n. 28 del 13.03.2007) FINALITA Il presente regolamento ha lo scopo di salvaguardare,

Dettagli

REGOLAMENTO AREE ADIBITE A PARCHI, GIARDINI O VERDE PUBBLICO

REGOLAMENTO AREE ADIBITE A PARCHI, GIARDINI O VERDE PUBBLICO COMUNE DI CASTENEDOLO PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO AREE ADIBITE A PARCHI, GIARDINI O VERDE PUBBLICO Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 38 del 30.10.2012 1 TITOLO I NORMATIVA GENERALE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEL PARCO GIOCHI COMUNALE

REGOLAMENTO PER L USO DEL PARCO GIOCHI COMUNALE PROVINCIA DI VERCELLI Piazza XXVII Aprile n.1 - C.A.P. 13030 0161. 730123 FAX 0161. 720991 www.comune.greggio.vc.it E-MAIL greggio@cert.ruparpiemonte.it Approvato con Delibera Consiglio Comunale n. 35

Dettagli

COMUNE DI LIMONE PIEMONTE

COMUNE DI LIMONE PIEMONTE COMUNE DI LIMONE PIEMONTE PROVINCIA DI CUNEO Via Roma, 32-12015 REGOLAMENTO PER L'USO DEI PARCHI GIOCO E DEI GIARDINI DI PROPRIETA' COMUNALE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale di Limone

Dettagli

COMUNE DI NARNI REGOLAMENTO AREE ADIBITE A PARCHI, GIARDINI O VERDE PUBBLICO

COMUNE DI NARNI REGOLAMENTO AREE ADIBITE A PARCHI, GIARDINI O VERDE PUBBLICO All. A) COMUNE DI NARNI REGOLAMENTO AREE ADIBITE A PARCHI, GIARDINI O VERDE PUBBLICO TITOLO I NORMATIVA GENERALE Art. 1 - Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina lo svolgimento dell attività all

Dettagli

COMUNE DI MONTEMARCIANO Provincia di Ancona REGOLAMENTO PER L UTILIZZO E LA GESTIONE DELLE AREE VERDI PUBBLICHE E DI USO PUBBLICO

COMUNE DI MONTEMARCIANO Provincia di Ancona REGOLAMENTO PER L UTILIZZO E LA GESTIONE DELLE AREE VERDI PUBBLICHE E DI USO PUBBLICO COMUNE DI MONTEMARCIANO Provincia di Ancona REGOLAMENTO PER L UTILIZZO E LA GESTIONE DELLE AREE VERDI PUBBLICHE E DI USO PUBBLICO 1 FINALITA E AMBITO DI APPLICAZIONE Art. 1 1. Il presente regolamento disciplina

Dettagli

COMUNE DI COSTABISSARA PROVINCIA DI VICENZA

COMUNE DI COSTABISSARA PROVINCIA DI VICENZA COMUNE DI COSTABISSARA PROVINCIA DI VICENZA Regolamento Comunale per l utilizzo dei parchi e delle aree verdi comunali Approvato con delibera del Consiglio Comunale del 27/4/2012 Art. 1 FINALITA Il presente

Dettagli

P r o v i n c i a d i L e c c o REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHI GIOCO E DEI GIARDINI PUBBLICI

P r o v i n c i a d i L e c c o REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHI GIOCO E DEI GIARDINI PUBBLICI U NIONE DEI COMUNI L O M B ARDA DELLA VALLETTA P r o v i n c i a d i L e c c o REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHI GIOCO E DEI GIARDINI PUBBLICI Approvato con deliberazione dell Assemblea n. 15 del 29/07/2014

Dettagli

COMUNE DI CAFASSE Provincia di Torino

COMUNE DI CAFASSE Provincia di Torino COMUNE DI CAFASSE Provincia di Torino REGOLAMENTO COMUNALE PER LA FRUIZIONE DELLE AREE GIOCO PUBBLICHE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 18 del 29/05/2015 INDICE CAPO I DISPOSIZIONI

Dettagli

COMUNE DI VEGGIANO Provincia di Padova REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DEI PARCHI COMUNALI

COMUNE DI VEGGIANO Provincia di Padova REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DEI PARCHI COMUNALI COMUNE DI VEGGIANO Provincia di Padova REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DEI PARCHI COMUNALI Art. 1 Oggetto 1. Le rme del presente regolamento han lo scopo di promuovere la funzione sociale, ricreativa e didattica

Dettagli

COMUNE DI THIENE Provincia di Vicenza. Regolamento Comunale d utilizzo delle aree verdi

COMUNE DI THIENE Provincia di Vicenza. Regolamento Comunale d utilizzo delle aree verdi COMUNE DI THIENE Provincia di Vicenza Regolamento Comunale d utilizzo delle aree verdi Art. 1 - FINALITA Il presente regolamento ha lo scopo di tutelare il verde come elemento qualificante del contesto

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO E LA GESTIONE DELLE AREE VERDI PUBBLICHE E DI USO PUBBLICO

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO E LA GESTIONE DELLE AREE VERDI PUBBLICHE E DI USO PUBBLICO COMUNE DI SCISCIANO Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO E LA GESTIONE DELLE AREE VERDI PUBBLICHE E DI USO PUBBLICO Indice FINALITA E AMBITO DI APPLICAZIONE - Art. 1 DISPOSIZIONI GENERALI - Art.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DI UTILIZZO E TUTELA DELLE AREE VERDI

REGOLAMENTO COMUNALE DI UTILIZZO E TUTELA DELLE AREE VERDI REGOLAMENTO COMUNALE DI UTILIZZO E TUTELA DELLE AREE VERDI Approvazione Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 52 in data 28/12/2010 Deliberazione divenuta esecutiva immediatamente. Pubblicazione

Dettagli

COMUNE DI NERVIANO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE

COMUNE DI NERVIANO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI NERVIANO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE DI USO DEL VERDE pubblico TITOLO I Ambito di Applicazione - Disposizioni Generali ART.1 Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina l uso

Dettagli

REGOLAMENTO D USO DEL VERDE

REGOLAMENTO D USO DEL VERDE REGOLAMENTO D USO DEL VERDE TITOLO I AMBITO DI APPLICAZIONE Art. 1 Il presente Regolamento disciplina l uso e la fruizione degli spazi verdi nel territorio della Città di San Giuliano Milanese, di seguito

Dettagli

PROVINCIA DI MASSA CARRARA REGOLAMENTO PER L'USO DEI PARCHI GIOCHI COMUNALI

PROVINCIA DI MASSA CARRARA REGOLAMENTO PER L'USO DEI PARCHI GIOCHI COMUNALI PROVINCIA DI MASSA CARRARA REGOLAMENTO PER L'USO DEI PARCHI GIOCHI COMUNALI Del. C.C. n 75 del 29.11.2014 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Principi ed oggetto del regolamento TITOLO II AREE

Dettagli

Regolamento del Parco di Villa Sorra Approvato con deliberazione Consiliare n. 103 del 30/06/2008

Regolamento del Parco di Villa Sorra Approvato con deliberazione Consiliare n. 103 del 30/06/2008 Città di Castelfranco Emilia Provincia di Modena Regolamento del Parco di Villa Sorra Approvato con deliberazione Consiliare n. 103 del 30/06/2008 Art.1 - Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'USO DEI PARCHI GIOCHI COMUNALI

REGOLAMENTO PER L'USO DEI PARCHI GIOCHI COMUNALI COMUNE DI MONTEGALLO (Provincia di Ascoli Piceno) Frazione Balzo Piazza Taliani n 5 63094 Montegallo (AP) Tel.0736.806122 Fax 0736.806102 P. Iva 00357070440 E mail infoposta@comune.montegallo.ap.it Sito

Dettagli

COMUNE DI CREAZZO (PROVINCIA DI VICENZA) REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DEI PARCHI E DELLE AREE VERDI COMUNALI

COMUNE DI CREAZZO (PROVINCIA DI VICENZA) REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DEI PARCHI E DELLE AREE VERDI COMUNALI ALLEGATO A COMUNE DI CREAZZO (PROVINCIA DI VICENZA) REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DEI PARCHI E DELLE AREE VERDI COMUNALI (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 58 del 27/09/2012)

Dettagli

NUOVO REGOLAMENTO DI FRUIZIONE, USO, AGIBILITÀ DEL CENTRO VACANZE DEL TAGLIAMENTO

NUOVO REGOLAMENTO DI FRUIZIONE, USO, AGIBILITÀ DEL CENTRO VACANZE DEL TAGLIAMENTO COMUNE DI FLAIBANO PROVINCIA DI UDINE NUOVO REGOLAMENTO DI FRUIZIONE, USO, AGIBILITÀ DEL CENTRO VACANZE DEL TAGLIAMENTO Art. 1 - Caratteristiche del Regolamento del Centro Vacanze 1. Il presente Regolamento

Dettagli

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali.

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali. Regolamento d uso del verde Adottato dal Consiglio Comunale nella seduta del 17.7.1995 con deliberazione n. 173 di Reg. Esecutiva dal 26.10.1995. Sanzioni approvate dalla Giunta Comunale nella seduta del

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONDUZIONE DEI CANI SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI BIENNO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONDUZIONE DEI CANI SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI BIENNO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONDUZIONE DEI CANI SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI BIENNO -TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI... 3 Art. 1 - Principi ed oggetto del regolamento... 3 Art. 2 Definizioni e Normativa

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PARCO URBANO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PARCO URBANO COMUNE DI GANGI Provincia di Palermo ***** CAP 90024 Via Salita Municipio, 2 tel. 0921644076 fax 0921644447 P. Iva 00475910824 - www.comune.gangi.pa.it REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PARCO URBANO

Dettagli

CARTA DEL DECORO URBANO

CARTA DEL DECORO URBANO Comune di VIMODRONE Assessorato all Ambiente CARTA DEL DECORO URBANO VIMODRONE è la nostra CASA. RISPETTIAMOLA! LA CARTA DEL DECORO URBANO Vimodrone è la nostra casa L idea della Carta nasce dalla volontà

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE MODIFICHE AL REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DELL AREA ATTREZZATA DI SOSTA TEMPORANEA.

OGGETTO: APPROVAZIONE MODIFICHE AL REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DELL AREA ATTREZZATA DI SOSTA TEMPORANEA. Comune di Fiorano Modenese Provincia di Modena 28/11/2013 N. 58 OGGETTO: APPROVAZIONE MODIFICHE AL REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DELL AREA ATTREZZATA DI SOSTA TEMPORANEA. E presente, rispetto all

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'USO DEL PARCO PUBBLICO MONTE DUE MANI E DEGLI IMPIANTI SPORTIVI ANNESSI

REGOLAMENTO PER L'USO DEL PARCO PUBBLICO MONTE DUE MANI E DEGLI IMPIANTI SPORTIVI ANNESSI Comune di Ballabio Cap. 23811 Provincia di Lecco tel. 0341/530111 fax 531057 69 REGOLAMENTO PER L'USO DEL PARCO PUBBLICO MONTE DUE MANI E DEGLI IMPIANTI SPORTIVI ANNESSI Approvato con deliberazione di

Dettagli

Le aree adibite a verde pubblico del Comune di Modena si distinguono in: Art. 196 - CAMPO DI APPLICAZIONE DEL PRESENTE REGOLANENTO -

Le aree adibite a verde pubblico del Comune di Modena si distinguono in: Art. 196 - CAMPO DI APPLICAZIONE DEL PRESENTE REGOLANENTO - - REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA - - TITOLO 11 - "REGOLAMENTO PER L'USO E LA SALVAGUARDIA DEI PARCHI E DEI GIARDINI PUBBLICI E LA CONSERVAZIONE DEL VERDE PUBBLICO ART. 195 Le aree adibite a verde pubblico

Dettagli

COMUNE DI BELGIOIOSO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA TENUTA DEI CANI

COMUNE DI BELGIOIOSO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA TENUTA DEI CANI COMUNE DI BELGIOIOSO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA TENUTA DEI CANI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 92 del 20/12/2008 INDICE Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Art. 2 PRINCIPI GENERALI

Dettagli

Comune di Cesano Boscone. provincia di milano REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA

Comune di Cesano Boscone. provincia di milano REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA provincia di milano REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA TITOLO V MANTENIMENTO, PROTEZIONE E TUTELA DEGLI ANIMALI Regolamento di Polizia Urbana 1 Art. 54 Tutela degli animali domestici 1. In ogni luogo e circostanza

Dettagli

REGOLAMENTO D USO DEL VERDE

REGOLAMENTO D USO DEL VERDE REGOLAMENTO D USO DEL VERDE Adottato dal Consiglio Comunale nella seduta del 17.7.1995 con deliberazione n. 173 di Reg. Esecutiva dal 26.10.1995. Sanzioni approvate dalla Giunta Comunale nella seduta del

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELL AREA DI SGAMBAMENTO PER CANI DI PARCO CESARE TOSCHI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELL AREA DI SGAMBAMENTO PER CANI DI PARCO CESARE TOSCHI 2015 REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELL AREA DI SGAMBAMENTO PER CANI DI PARCO CESARE TOSCHI APPROVATO CON DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE DI PORTOMAGGIORE N 45 DEL 05.11.2015 SOMMARIO ART. 1 OGGETTO... 2

Dettagli

COMUNE DI SAN MARCELLIN CORPO DI POLIZIA LOCAI Il Responsabile del Servizio Vigilanza e Attività nuuumvc

COMUNE DI SAN MARCELLIN CORPO DI POLIZIA LOCAI Il Responsabile del Servizio Vigilanza e Attività nuuumvc COMUNE DI SAN MARCELLIN CORPO DI POLIZIA LOCAI Il Responsabile del Servizio Vigilanza e Attività nuuumvc Prot. n. rea Vig. n /Prot.Gene/ Ritenuto opportuno disciplinare il comportamento dei frequentatori

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE. Vista l'allegata relazione del Settore Qualità Urbana e condividendone le motivazioni e conclusioni;

IL CONSIGLIO COMUNALE. Vista l'allegata relazione del Settore Qualità Urbana e condividendone le motivazioni e conclusioni; Modifica del regolamento d uso del verde IL CONSIGLIO COMUNALE Vista l'allegata relazione del Settore Qualità Urbana e condividendone le motivazioni e conclusioni; Visti i pareri espressi a norma dell

Dettagli

Comune di Coreglia Antelminelli. Presentazione proposta di Regolamento di Polizia Urbana Incontro con i cittadini 25 settembre 2015

Comune di Coreglia Antelminelli. Presentazione proposta di Regolamento di Polizia Urbana Incontro con i cittadini 25 settembre 2015 Comune di Coreglia Antelminelli Presentazione proposta di Regolamento di Polizia Urbana Incontro con i cittadini 25 settembre 2015 La condivisione delle idee Il Comune di Coreglia Antelminelli ha ritenuto

Dettagli

Regolamento per l'accesso, l'uso e la gestione delle aree di sgambatura per cani.

Regolamento per l'accesso, l'uso e la gestione delle aree di sgambatura per cani. Città di Lecce Regolamento per l'accesso, l'uso e la gestione delle aree di sgambatura per cani. Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 88 del 29 ottobre 2012 COMUNE DI LECCE Regolamento

Dettagli

COMUNE DI CIVITA D ANTINO

COMUNE DI CIVITA D ANTINO COMUNE DI CIVITA D ANTINO PROVINCIA DELL AQUILA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 43 del 21/11/2011 OGGETTO: Regolamento comunale per l uso dei parchi giochi comunali - Approvazione. L

Dettagli

COMUNE DI ARENZANO PROVINCIA DI GENOVA

COMUNE DI ARENZANO PROVINCIA DI GENOVA COMUNE DI ARENZANO PROVINCIA DI GENOVA Regolamento dei Parchi storici: Villa Negrotto Cambiaso Villa Mina Villa Maddalena (1. versione) Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 16 del 21/03/2012

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO NON CUSTODITI. Allegato alla deliberazione di Consiglio Comunale n.

REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO NON CUSTODITI. Allegato alla deliberazione di Consiglio Comunale n. REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO NON CUSTODITI Allegato alla deliberazione di Consiglio Comunale n. 33 del 28/07/2011 ESECUTIVO DAL 01/10/2011 INDICE ART. 1. Oggetto ART. 2. Utilizzo

Dettagli

COMUNE di PADERNO D'ADDA

COMUNE di PADERNO D'ADDA COMUNE di PADERNO D'ADDA c.a.p. 23877 PROVINCIA DI LECCO Allegato A File: RegolparcheggioTAMBORINI\2013 REGOLAMENTO PER L USO DEL PARCHEGGIO COMUNALE DI PALAZZO TAMBORINI Approvato con delibera C.C. n.

Dettagli

COMUNE DI PREONE. Provincia di Udine REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DELL AREA ATTREZZATA PER LA SOSTA TEMPORANEA DI CAMPERS CARAVAN AUTOCARAVAN

COMUNE DI PREONE. Provincia di Udine REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DELL AREA ATTREZZATA PER LA SOSTA TEMPORANEA DI CAMPERS CARAVAN AUTOCARAVAN COMUNE DI PREONE Provincia di Udine REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DELL AREA ATTREZZATA PER LA SOSTA TEMPORANEA DI CAMPERS CARAVAN AUTOCARAVAN Approvato con delibera C.C. n. 30 del 29 giugno 2012 REGOLAMENTO

Dettagli

N. 6 DEL 30.04.2014 ORIGINALE/COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHI-GIOCHI COMUNALI

N. 6 DEL 30.04.2014 ORIGINALE/COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHI-GIOCHI COMUNALI ORIGINALE/COIA Comune di San Nazzaro Sesia rovincia di Novara VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 6 DEL 30.04.2014 OGGETTO: REGOLAMENTO ER L USO DEI ARCHI-GIOCHI COMUNALI L anno DUEMILAQUATTORDICI,

Dettagli

COMUNE DI PIEVE LIGURE PROVINCIA DI GENOVA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DETENZIONE E LA CIRCOLAZIONE DEI CANI

COMUNE DI PIEVE LIGURE PROVINCIA DI GENOVA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DETENZIONE E LA CIRCOLAZIONE DEI CANI COMUNE DI PIEVE LIGURE PROVINCIA DI GENOVA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DETENZIONE E LA CIRCOLAZIONE DEI CANI APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI C.C. 21 DEL 31 MAGGIO 2005 1 ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO 1.

Dettagli

Città di Benevento. Ufficio Ambiente. REGOLAMENTO Di igiene e tutela dell ambiente

Città di Benevento. Ufficio Ambiente. REGOLAMENTO Di igiene e tutela dell ambiente Città di Benevento Ufficio Ambiente REGOLAMENTO Di igiene e tutela dell ambiente INDICE ARTICOLO 1 Campo di applicazione ARTICOLO 2 Finalità ARTICOLO 3 informazioni e comunicazioni all utente ARTICOLO

Dettagli

COMUNE DI CORBETTA Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L USO DI LOCALI, IMPIANTI E ATTREZZATURE COMUNALI

COMUNE DI CORBETTA Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L USO DI LOCALI, IMPIANTI E ATTREZZATURE COMUNALI COMUNE DI CORBETTA Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L USO DI LOCALI, IMPIANTI E ATTREZZATURE COMUNALI 1. FINALITA Il presente regolamento disciplina l uso dei locali, degli impianti sportivi e ricreativi,

Dettagli

COMUNE DI MOGGIO-CREMENO-CASSINA V.NA-BARZIO

COMUNE DI MOGGIO-CREMENO-CASSINA V.NA-BARZIO COMUNE DI MOGGIO-CREMENO-CASSINA V.NA-BARZIO REGOLAMENTO DI GESTIONE ED UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA INTERCOMUNALE SITO IN BARZIO, VIA MILANO VIA PRATOBUSCANTE MAPP. 3947/702 INDICE Art. 1 - Disposizioni

Dettagli

COMUNE DI DAONE PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI DAONE

COMUNE DI DAONE PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI DAONE COMUNE DI DAONE PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI DAONE Allegato alla deliberazione consigliare n.29 del 10.05.2001 PARTE PRIMA - NORME GENERALI

Dettagli

VILLA DOGLIONI CAMPANARO BELTRAMINI VIEL

VILLA DOGLIONI CAMPANARO BELTRAMINI VIEL VILLA DOGLIONI CAMPANARO BELTRAMINI VIEL loc. Anconetta n. 8 32100 Belluno tel. 0437 926755 926080 fax 0437 926411 e-mail: alborgosnc@libero.it sito web: www.alborgo.to Regolamento interno Art.1 - Oggetto

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE SITI IN VIA MOLINI.

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE SITI IN VIA MOLINI. REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE SITI IN VIA MOLINI. ART. 1 - CAMPO DI APPLICAZIONE - Il presente regolamento disciplina l uso dei seguenti immobili di proprietà comunale:

Dettagli

C O M U N E D I A L A ----------------------- Provincia di Trento NORME PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI ALA

C O M U N E D I A L A ----------------------- Provincia di Trento NORME PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI ALA C O M U N E D I A L A ----------------------- Provincia di Trento NORME PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI ALA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 20 dd. 24.05.1996

Dettagli

COMUNE DI ONANO Provincia di Viterbo

COMUNE DI ONANO Provincia di Viterbo COMUNE DI ONANO Provincia di Viterbo REGOLAMENTO PER IL DECORO ESTETICO AMBIENTALE, L ARREDO URBANO, LA SICUREZZA. Approvato con delibera consiliare n. 4 del 11/05/2012 ARTICOLO 1. OGGETTO Il presente

Dettagli

PRONTUARIO VIOLAZIONI AL REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA AGGIORN ATO CON LA DELIBERA DELLA GIUNTA COMUNALE N.230 DEL 24/09/2008

PRONTUARIO VIOLAZIONI AL REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA AGGIORN ATO CON LA DELIBERA DELLA GIUNTA COMUNALE N.230 DEL 24/09/2008 PRONTUARIO VIOLAZIONI AL REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA AGGIORN ATO CON LA DELIBERA DELLA GIUNTA COMUNALE N.230 DEL 24/09/2008 Art. ART.7 COMPORTAMENTI VIETATI REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA PAGAMENTO IN

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE CRITERI PER LA CIRCOLAZIONE E ASSEGNAZIONE DEI POSTI - AUTO NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO (Z.T.L.).

REGOLAMENTO RECANTE CRITERI PER LA CIRCOLAZIONE E ASSEGNAZIONE DEI POSTI - AUTO NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO (Z.T.L.). Città di Sondrio REGOLAMENTO RECANTE CRITERI PER LA CIRCOLAZIONE E ASSEGNAZIONE DEI POSTI - AUTO NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO (Z.T.L.). Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 75 del 31.10.2008

Dettagli

Approvato con deliberazione del CC n. 50 in data 28/11/2003.

Approvato con deliberazione del CC n. 50 in data 28/11/2003. COMUNE DI VILLANOVA MONDOVI Provincia di Cuneo Approvato con deliberazione del CC n. 50 in data 28/11/2003. 1 ART. 1 BENESSERE DEGLI ANIMALI 1. Chiunque detiene un animale da affezione o accetta, a qualunque

Dettagli

COMUNE DI GHILARZA. Provincia di Oristano

COMUNE DI GHILARZA. Provincia di Oristano COMUNE DI GHILARZA Provincia di Oristano Regolamento Comunale per la tutela del benessere della popolazione canina domestica e la disciplina della convivenza tra l uomo e l animale Approvato con deliberazione

Dettagli

Comune di Avigliana. Disciplinare

Comune di Avigliana. Disciplinare Comune di Avigliana Provincia di Torino Disciplinare Mercato riservato all esercizio della vendita diretta da parte degli imprenditori agricoli gestito da Federazione Coldiretti Torino ai sensi del d.m.

Dettagli

COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari

COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari REGOLAMENTO PER LA CIRCOLAZIONE E LA SOSTA DEI VEICOLI AL SERVIZIO DI PERSONE DISABILI (Approvato con Delibera di C.C. n. 2 del 28 Gennaio 2005) Art. 1 (Oggetto) -

Dettagli

COMUNE DI ROGENO. Provincia di Lecco

COMUNE DI ROGENO. Provincia di Lecco COMUNE DI ROGENO Provincia di Lecco REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL CAMPO DA BEACH VOLLEY/BEACH TENNIS 1 Le presenti norme disciplinano la gestione e l uso del campo da Beach Volley/Beach tennis di Viale

Dettagli

COMUNE DI SEUI. Provincia d'ogliastra DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Numero 24 del 28/08/2015

COMUNE DI SEUI. Provincia d'ogliastra DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Numero 24 del 28/08/2015 COMUNE DI SEUI rovincia d'ogliastra DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Numero 24 del 28/08/2015 Oggetto: Approvazione Regolamento arco Giochi Comunale. COIA L'anno duemilaquindici il giorno ventotto

Dettagli

NORME PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI ROVERETO

NORME PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI ROVERETO Comune di Rovereto Provincia di Trento NORME PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI ROVERETO Approvato con deliberazione del Consiglio comunale 20.07.1992, n. 290 Allegato n. 7 del Regolamento

Dettagli

FERA DI USEI CANZO(CO) REGOLAMENTO GENERALE

FERA DI USEI CANZO(CO) REGOLAMENTO GENERALE FERA DI USEI CANZO(CO) REGOLAMENTO GENERALE ART. 1 - Manifestazione Fera di Usei La F.I.D.C. sezione di Canzo, nel rispetto e fatto salvo quanto previsto dalla normativa in materia di commercio, col presente

Dettagli

CAMPING CASA DI CACCIA

CAMPING CASA DI CACCIA A. RECEPTION F. TELEFONI PUBBLICI B. MARKET BAZAR EDICOLA G. BAR - RISTORANTE - PIZZERIA C. AMBULATORIO MEDICO E. TV H. DOCCE FREDDE ROULOTTE TENDE E CAMPER D. SERVIZI HANDICAP J. SERVIZI IGIENICI - DOCCE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE SULLA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DEI CANI

REGOLAMENTO COMUNALE SULLA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DEI CANI COMUNE DI TORINO DI SANGRO C.A.P. 66020 PROVINCIA DI CHIETI REGOLAMENTO COMUNALE SULLA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DEI CANI (Approvato con deliberazione consiliare n. 35 del 12.11.2013) Art. 1 OGGETTO DEL

Dettagli

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE C.C.N. 09 DEL 26.03.2007. COMUNE DI VIGNALE MONFERRATO Provincia di Alessandria

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE C.C.N. 09 DEL 26.03.2007. COMUNE DI VIGNALE MONFERRATO Provincia di Alessandria ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE C.C.N. 09 DEL 26.03.2007 COMUNE DI VIGNALE MONFERRATO Provincia di Alessandria REGOLAMENTO PER LA TUTELA DEL CANE Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO 1. Il regolamento è finalizzato

Dettagli

Regolamento d uso delle aree verdi

Regolamento d uso delle aree verdi COMUNE DI BOSCONERO Provincia di Torino Regolamento d uso delle aree verdi (approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 45 del 27.11.2003) - Indice - TITOLO I: AMBITO DI APPLICAZIONE Art. 1 Finalità

Dettagli

COMUNE DI CORBETTA PROVINCIA DI MILANO

COMUNE DI CORBETTA PROVINCIA DI MILANO COMUNE DI CORBETTA PROVINCIA DI MILANO REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DEL PARCO ANGELO DELLA TORRE E DELLE RELATIVE STRUTTURE. ART.1 OGGETTO Il presente regolamento disciplina l uso del Parco della Villa

Dettagli

Città di Cosenza Settore Programmazione e Sviluppo Economico Servizio AA.EE.PP.

Città di Cosenza Settore Programmazione e Sviluppo Economico Servizio AA.EE.PP. Città di Cosenza Settore Programmazione e Sviluppo Economico Servizio AA.EE.PP. FIERA DI SAN GIUSEPPE EDIZIONE 2010 AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DEI POSTEGGI LA DIRIGENTE DEL SERVIZIO ATTIVITA ECONOMICHE

Dettagli

REGOLAMENTO SULL USO E LA GESTIONE DEI PARCHEGGI COMUNALI A PAGAMENTO IN CONCESSIONE A TERZI

REGOLAMENTO SULL USO E LA GESTIONE DEI PARCHEGGI COMUNALI A PAGAMENTO IN CONCESSIONE A TERZI REGOLAMENTO SULL USO E LA GESTIONE DEI PARCHEGGI COMUNALI A PAGAMENTO IN CONCESSIONE A TERZI Settore Finanziario Dr.ssa Stefania Cufaro Approvato con D.C.C. n. 21 del 26/02/2009 Modificato con D.C.C. n.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO NON CUSTODITI

REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO NON CUSTODITI C O M U N E D I B U S S E R O PROVINCIA DI MILANO P.IVA c.f. 03063770154 C.A.P. 20060 Piazza Diritti dei Bambini n. 1 TEL. 02 / 953331 - FAX. 02 / 9533337 REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A

Dettagli

COMUNE DI ANACAPRI. (Provincia di Napoli) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI NOLEGGIO DI VEICOLI SENZA CONDUCENTE

COMUNE DI ANACAPRI. (Provincia di Napoli) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI NOLEGGIO DI VEICOLI SENZA CONDUCENTE COMUNE DI ANACAPRI (Provincia di Napoli) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI NOLEGGIO DI VEICOLI SENZA CONDUCENTE Approvato con delibera di C.C. n. 23 del 21.04.2010 Art. 1 - Esercizio di noleggio

Dettagli

ORDINANZA MUNICIPALE PER L UTILIZZO DEL PARCO DI SVAGO VIRA E RELATIVE INFRASTRUTTURE

ORDINANZA MUNICIPALE PER L UTILIZZO DEL PARCO DI SVAGO VIRA E RELATIVE INFRASTRUTTURE ORDINANZA MUNICIPALE PER L UTILIZZO DEL PARCO DI SVAGO VIRA E RELATIVE INFRASTRUTTURE INDICE Art. 1 Infrastrutture... 3 Art. 2 Manutenzione... 3 Art. 3 Pulizia... 3 Art. 4 Uso infrastrutture e danni /

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELL AUDITORIUM DEL CENTRO RISORSE EDUCATIVE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELL AUDITORIUM DEL CENTRO RISORSE EDUCATIVE 82 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELL AUDITORIUM DEL CENTRO RISORSE EDUCATIVE ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 179/75 PROP.DEL. NELLA SEDUTA DEL 09/10/2006 CRITERI DI UTILIZZO

Dettagli

PROVINCIA DI BENEVENTO

PROVINCIA DI BENEVENTO PROVINCIA DI BENEVENTO CAPITOLATO SPECIALE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA PISTA CICLABILE DI C.DA ACQUAFREDDA ART. 1 - OGGETTO DELLA CONCESSIONE La concessione ha per oggetto la gestione della

Dettagli

COMUNE DI MARTIGNACCO Provincia di Udine REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA PALESTRA DEL CENTRO SCOLASTICO INTEGRATO DI VIA UDINE

COMUNE DI MARTIGNACCO Provincia di Udine REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA PALESTRA DEL CENTRO SCOLASTICO INTEGRATO DI VIA UDINE COMUNE DI MARTIGNACCO Provincia di Udine REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA PALESTRA DEL CENTRO SCOLASTICO INTEGRATO DI VIA UDINE Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 42 del 30.11.2012 INDICE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITA DEI CIRCHI EQUESTRI, DEI PARCHI DI DIVERTIMENTO E DEGLI SPETTACOLI VIAGGIANTI (Legge 18 marzo 1968, n.

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITA DEI CIRCHI EQUESTRI, DEI PARCHI DI DIVERTIMENTO E DEGLI SPETTACOLI VIAGGIANTI (Legge 18 marzo 1968, n. COMUNE DI FARA GERA D ADDA Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITA DEI CIRCHI EQUESTRI, DEI PARCHI DI DIVERTIMENTO E DEGLI SPETTACOLI VIAGGIANTI (Legge 18 marzo 1968, n. 337) Approvato

Dettagli

numero e data presentazione approvato PROGETTO DI LEGGE N. 422 TITOLO CAPO ARTICOLO COMMA LETTERA NUMERO 2 X

numero e data presentazione approvato PROGETTO DI LEGGE N. 422 TITOLO CAPO ARTICOLO COMMA LETTERA NUMERO 2 X trattato nella seduta. Padrin (relatore) 2 X 6 ter. Le strutture e le recinzioni realizzate secondo le modalità di cui al comma 6 bis, sono sempre consentite, anche in deroga alla normativa e agli strumenti

Dettagli

Comune di Cagliari CORPO POLIZIA MUNICIPALE

Comune di Cagliari CORPO POLIZIA MUNICIPALE CENTRO RADIO OPERATIVO TELECOMUNICAZIONI COMUNICAZIONI RADIO RICHIESTA INFORMAZIONI E COMUNICAZIONI VARIE 30112 31080 30345 RICHIESTE ACCERTAMENTI 15002 13050 11507 RICHIESTE INTERVENTO AUTOGRÙ 20201 18122

Dettagli

COMUNE DI BORETTO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO COMUNALE PER IL DECORO E VERDE URBANO

COMUNE DI BORETTO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO COMUNALE PER IL DECORO E VERDE URBANO COMUNE DI BORETTO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO COMUNALE PER IL DECORO E VERDE URBANO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 74 del 01/08/2007 con immediata esecutività PREMESSE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI LEVA

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI LEVA COMUNE DI CASALGRANDE REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI LEVA approvato con delibera C.C. N. 9 / 99 INDICE ART. 1: SERVIZIO SOSTITUTIVO DI LEVA PRESSO IL CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE...2 ART.

Dettagli

COMUNE DI SANTA GIUSTINA IN COLLE (provincia di Padova)

COMUNE DI SANTA GIUSTINA IN COLLE (provincia di Padova) ORIGINALE Ordinanza n 20 Del 15/07/2015 COMUNE DI SANTA GIUSTINA IN COLLE (provincia di Padova) Prot. n. 7170 OGGETTO: ORDINANZA PER PREVENIRE COMPORTAMENTI A DANNO DELLA SICUREZZA E DELL ORDINE PUBBLICO

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Art. 1 - Oggetto Il presente regolamento disciplina le modalità di celebrazione dei matrimoni civili come regolati dalle disposizioni di cui

Dettagli

DISCIPLINARE DEL MERCATINO DELLE PULCI

DISCIPLINARE DEL MERCATINO DELLE PULCI COMUNE DI LEDRO Provincia di Trento DISCIPLINARE DEL MERCATINO DELLE PULCI Approvato con deliberazione della Giunta comunale n. 126 di data 14 ottobre 2010. Entrato in vigore in data 30 ottobre 2010. Modificato

Dettagli

REGOLAMENTO AREE DI SGAMBATURA CANI

REGOLAMENTO AREE DI SGAMBATURA CANI ALLEGATO A REGOLAMENTO AREE DI SGAMBATURA CANI Premessa Art. 1 Oggetto del regolamento Art. 2 Definizione Art. 3 Principi generali della regolamentazione Art. 4 Ambito di applicazione Art. 5 Individuazione

Dettagli

COMUNE DI COLORINA Provincia di Sondrio REGOLAMENTO IN MATERIA DI OBBLIGHI DEI PROPRIETARI DI CANI E RELATIVE SANZIONI

COMUNE DI COLORINA Provincia di Sondrio REGOLAMENTO IN MATERIA DI OBBLIGHI DEI PROPRIETARI DI CANI E RELATIVE SANZIONI COMUNE DI COLORINA Provincia di Sondrio REGOLAMENTO IN MATERIA DI OBBLIGHI DEI PROPRIETARI DI CANI E RELATIVE SANZIONI Allegato A) alla delibera C.C. n. 7 del 29.04.2010 INDICE Articolo 1 Articolo 2 Articolo

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI PONTE SAN NICOLÒ Provincia di Padova REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI approvato con atto di C.C. n. 19 del 28.04.2010 modificato con atto di C.C. n. 26 del 11.05.2011

Dettagli

COMUNE DI SAN MARCELLINO (Provincia di Caserta)

COMUNE DI SAN MARCELLINO (Provincia di Caserta) COMUNE DI SAN MARCELLINO (Provincia di Caserta) 1. Il regolamento è finalizzato a tutelare il benessere della popolazione canina domestica presente nel territorio del comune e a disciplinare la convivenza

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI AUTOMEZZI DI PROPRIETA DEL MUSEO TRIDENTINO DI SCIENZE NATURALI. Disposizioni generali

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI AUTOMEZZI DI PROPRIETA DEL MUSEO TRIDENTINO DI SCIENZE NATURALI. Disposizioni generali REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI AUTOMEZZI DI PROPRIETA DEL MUSEO TRIDENTINO DI SCIENZE NATURALI Disposizioni generali Art. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina l utilizzo degli automezzi di rappresentanza

Dettagli

COMUNE DI TEZZE SUL BRENTA

COMUNE DI TEZZE SUL BRENTA COMUNE DI TEZZE SUL BRENTA - Provincia di Vicenza - REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DEL "PARCO COMUNALE DELL'AMICIZIA" (adottato con delibera di Consiglio Comunale n 24 del 17.3.2015) I N D I C E Premesse;

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI MORI

REGOLAMENTO PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI MORI COMUNE DI MORI Provincia di Trento REGOLAMENTO PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI MORI AGGIORNATO ALL' 8 GIUGNO 2014 (delib. Cons. n. 15 dd. 21.05.2014, divenuta esecutiva in data

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI POSTEGGI COPERTI FRAZIONI LA CRETAZ E LES GALLIANS, LE VOISINAL, CHEZ LES BREDY E LE BOUYOZ DI PROPRIETA DEL COMUNE DI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI POSTEGGI COPERTI FRAZIONI LA CRETAZ E LES GALLIANS, LE VOISINAL, CHEZ LES BREDY E LE BOUYOZ DI PROPRIETA DEL COMUNE DI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI POSTEGGI COPERTI FRAZIONI LA CRETAZ E LES GALLIANS, LE VOISINAL, CHEZ LES BREDY E LE BOUYOZ DI PROPRIETA DEL COMUNE DI OYACE 1 2 Art. 1 Oggetto....3 Art. 2. Divieti ed obblighi....3

Dettagli

COMUNE DI FARA GERA D ADDA REGOLAMENTO COMUNALE DISCIPLINANTE LA PRESENZA DEI CANI SUL TERRITORIO COMUNALE.

COMUNE DI FARA GERA D ADDA REGOLAMENTO COMUNALE DISCIPLINANTE LA PRESENZA DEI CANI SUL TERRITORIO COMUNALE. COMUNE DI FARA GERA D ADDA REGOLAMENTO COMUNALE DISCIPLINANTE LA PRESENZA DEI CANI SUL TERRITORIO COMUNALE. - Approvato con deliberazione consiliare n. 13 del 05/06/06 Art. 1 - Oggetto del Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI COMUNE DI CASALBUTTANO ED UNITI (Prov. di Cremona) REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 31 del 14.9.2006 INDICE DEGLI

Dettagli

REGOLAMENTO DI POLIZIA ANNONARIA

REGOLAMENTO DI POLIZIA ANNONARIA ALLEGATO A) Allegato alla delibera di Consiglio Comunale n. 95 del 24/07/2007 REGOLAMENTO DI POLIZIA ANNONARIA Art. 1 - Principi generali Art. 2 - Finalità Art. 3 - Recepimento, funzione attuativa e integrativa

Dettagli

REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E LA SOSTA DI CIRCHI, LUNA PARK E SPETTACOLI VIAGGIANTI IN GENERE SUL

REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E LA SOSTA DI CIRCHI, LUNA PARK E SPETTACOLI VIAGGIANTI IN GENERE SUL REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E LA SOSTA DI CIRCHI, LUNA PARK E SPETTACOLI VIAGGIANTI IN GENERE SUL TERRITORIO COMUNALE. Approvato con deliberazione di C.C. n. 66 del 30.11.1999. Comune di Cusano Milanino

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE COMUNE DI LAMPORECCHIO Provincia di Pistoia C.F.: 00300620473 DELIBERA C.C. N. 6 DEL 18 GENNAIO 2013 ALLEGATO A1 REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE (Art. 117 comma 6 della Costituzione

Dettagli

2 - Il carattere della mobilità dell attrezzatura non è escluso dalla circostanza che la medesima sia collegata al suolo in modo non precario.

2 - Il carattere della mobilità dell attrezzatura non è escluso dalla circostanza che la medesima sia collegata al suolo in modo non precario. 1 Regolamento per la concessione delle aree disponibili per l installazione dei Circhi, delle Attività dello spettacolo viaggiante e dei Parchi di divertimento. ART. 1 - SCOPO DEL REGOLAMENTO 1- Il presente

Dettagli

Approvato con Deliberazione di C.C. n. 20 del 15.3.04 TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI CAPO I LA POLIZIA COMUNALE

Approvato con Deliberazione di C.C. n. 20 del 15.3.04 TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI CAPO I LA POLIZIA COMUNALE 1 di 49 Approvato con Deliberazione di C.C. n. 20 del 15.3.04 TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI CAPO I LA POLIZIA COMUNALE Art. 1 (Disciplina della polizia comunale) 1. Il presente regolamento disciplina

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN OCCASIONE DI SAGRE, FIERE, FESTE, MERCATI O ALTRE RIUNIONI STRAORDINARIE

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN OCCASIONE DI SAGRE, FIERE, FESTE, MERCATI O ALTRE RIUNIONI STRAORDINARIE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN OCCASIONE DI SAGRE, FIERE, FESTE, MERCATI O ALTRE RIUNIONI STRAORDINARIE APPROVATO CON DELIBERAZIONE CONSIGLIO COMUNALE N 13 DEL 31.05.2012

Dettagli

C O M U N E D I SOMMAVESUVIANA Provincia di Napoli

C O M U N E D I SOMMAVESUVIANA Provincia di Napoli ORIGINALE C O M U N E D I SOMMAVESUVIANA Provincia di Napoli REGOLAMENTO RELATIVO ALL USO DEI PARCHI PUBBLICI COMUNALI E DI PIAZZA EUROPA, ANCHE PER MANIFESTAZIONI, SPETTACOLI, MOSTRE ED INIZIATIVE VARIE.

Dettagli

COMUNE DI ANDORNO MICCA. Provincia di Biella REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELL AREA RICREATIVA DENOMINATA PARCO LA SALUTE

COMUNE DI ANDORNO MICCA. Provincia di Biella REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELL AREA RICREATIVA DENOMINATA PARCO LA SALUTE COMUNE DI ANDORNO MICCA Provincia di Biella REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELL AREA RICREATIVA DENOMINATA PARCO LA SALUTE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 13 del 23.06.2014 ART. 1 Il

Dettagli