Progetto Wireless Dipartimento di Matematica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Progetto Wireless Dipartimento di Matematica"

Transcript

1 Progetto Wireless Dipartimento di Matematica Perchè Wireless? Le tecnologie wireless hanno assunto un grande rilievo nel mondo delle telecomunicazioni. Con la diffusione dei dispositivi mobili l'accesso alle informazioni non è piu' legato ad un luogo unico ed isolato ma accompagna la vita di ciascuno di noi. Connettività significa possibilità di essere liberi e di lavorare meglio. Alla domanda perchè quindi realizzare una rete wireless è possibile rispondere indicando: facilità di movimento flessibilità approccio strategico ordine semplicità Appare chiaro come sia possibile muoversi all'interno dell'edificio senza particolari accessori o scomodi cavi. I laptop sono facili da spostare e portare dovunque grazie alle dimensioni ridotte ed al peso contenuto. Possono essere configurati per adattarsi alle specifiche preferenze dell'insegnante e la natura dell'esperienza dell' apprendimento senza la mediazione continua del personale tecnico di supporto. Eliminando cavi e problematiche di connessione si ha la possibilità di utilizzare in poco spazio più computer portatili ed essere operativi immediatamente. La tecnologia wireless costituisce un valido supporto per migliorare la qualità e l'efficienza dei task di apprendimento e di collaborazione. Le reti wireless consentono di liberare l'insegnamento e l'apprendimento dai confini ristretti di una classe, di un laboratorio e rendono il mondo education aperto e senza confini. Wireless LAN Una wireless local area network (WLAN) è una estensione invisibile della rete dati del dipartimento. Per realizzarla sono necessari due tipologie primarie di componenti: gli access point e gli adattatori di rete wireless. Gli access point sono dei radio transceivers operativi su differenti frequenze in grado di inviare, ricevere e gestire informazioni da dispositivi e computer della rete. Gli adattatori di rete wireless sono dei radio transceivers, accessori dei computer portatili, che consentono di stabilire la comunicazione con gli access point. Il raggio di azione di un access point può variare in accordo alla potenza del device, alla tipologia di antenne utilizzate, ad eventuali ostacoli incontrati dalle onde radio nella 1

2 loro propagazione, agli standard utilizzati. Wireless LAN sicura La problematica è resa più complessa dalla mancanza di uno standard con elevati requisiti di sicurezza. Il WEP ha dimostrato la sua inefficacia e sebbene sia comparso WPA e WPA2, questi non vengono ancora largamente supportati. Si attende ancora lo standard i che con le sue migliorie sarà in grado di garantire un buon livello di sicurezza. Tuttavia l'adozione di una tecnologia recente renderebbe non utilizzabili i portatili che di fatto già sono dotati di schede wireless di vecchia generazione. Per adottare un buon livello di sicurezza la strada percorribile richiede l'utilizzo di VPN tunneling basato su SSL e relativi certificati. Occorre garantire l'autenticazione dell'utente in modo scalabile; la confidenzialità dei dati ricorrendo a tecniche crittografiche; Occorre evitare l'intrusione di terze parti nella comunicazione impedendo che un client possa utilizzare le risorse di un altro client; Occorre gestire in modo centralizzato le apparecchiature e tenere traccia dei LOG in modo continuativo. 1. Obiettivi Gli obiettivi che ci poniamo sono riconducibili ai seguenti punti: la realizzazione dell'infrastruttura wireless del dipartimento; la protezone della rete interna del dipartimento da accessi non autorizzati; la connettività utilizzando schede wireless di standard differenti b, g, i l'amministrazione centralizzata dei componenti (Access point e gateway wireless) ed il monitoraggio delle connessioni 2. Requisiti I requisiti che dovranno essere soddisfatti sono i seguenti: la rete dovrà essere accessibile da portatili aventi sistemi operativi differenti: Windows, Linux,Mac; gli utenti dovranno essere autenticati mediante username/password in modo sicuro ricorrendo al protocollo SSL. Il server di autenticazione deve accedere ai server Radius/Ldap per la verifica delle credenziali fornite dall'utente; i server radius autenticheranno relativamente ai domini Unimi e Mate; i client wireless dei docenti del dominio MATE devono utilizzare esclusivamente un tunnel SSL per la comunicazione con il server di accesso ed ogni 2

3 comunicazione dei client deve avvenire solo tramite tale tunnel; i client wireless degli studenti devono autenticarsi mediante ssl con il server web di accesso e poter navigare in Internet liberamente gli access point devono bloccare il traffico intra-bss e realizzare user isolation l'access controller deve essere in grado di effettuare Universal Address Translation per consentire l'accesso senza modificare le impostazioni TCP/IP del portatile ad ogni tipologia di utente deve essere possibile associare un profilo di accesso servizi il profilo studente potrà avere accesso ai seguenti servizi: HTTP HTTPS mediante un eventuale servizio di proxy dell' Università; il profilo docente del dominio MATE potrà avere accesso ai seguenti servizi: 1. Navigazione http 2. Navigazione https 3. Connessione posta elettronica 4. Connessione ICA server tolman 5. Connessione X-Windows server interni 6. Connessione SSH 7. Accesso cartelle condivise il profilo visitatore/docente del dominio UNIMI potrà utilizzare 1. http 2. https 3. ssh centralizzazione e salvataggio dei LOG Firmware access point aggiornabile per supporto future realease i Gestione della qualità del servizio e della banda garantita per gruppi di utenti Universal Address Translation 3. La soluzione tecnica richiesta La figura sottostante mostra l'architettura di rete che s'intende realizzare utilizzando pesantemente i servizi Web ed il tunneling ssl. Gli access point sono in grado di supportare i differenti standard wireless e vengono integrati nella virtual lan realizzata per mantenere separata la rete wireless dalla rete interna del dipartimento. Un gateway d'accesso (Access Concentrator) consente la comunicazione con il resto della rete permettendo inoltre il controllo centralizzato degli access point dislocati 3

4 nei vari piani del dipartimento. Dal punto di vista funzionale il docente mediante dispositivo mobile e dotato di browser, accede alla pagina del server di autenticazione che verificherà le credenziali utilizzando una connessione al server radius del dipartimento per il dominio Mate ed eventualmente al server radius dell'univerisità per il dominio Unimi. Profili di autorizzazioni diversi sono associati agli utenti, in particolare gli studenti potranno accedere alla navigazione web e alla posta elettronica via web mentre i docenti potranno utilizzare le risorse interne del dipartimento e accedere alle condivisioni di file, ai servizi di terminal server ed alle grandi attrezzature. L'accesso degli studenti ad Internet è mediato dall'utilizzo di un server proxy che è in grado di conservare i log di accesso e migliorare le performance grazie all'utilizzo di un'ampia cache dei dati (Proxy eventuale di competenza della Divisione Telecomunicazioni). La segmentazione della rete ethernet è garantita dalla presenza del firewall del dipartimento che mediante diverse interfacce di rete è connesso alla vlan dedicata al wireless, alla dmz per i servizi pubblici, alla rete dei pc fissi, alla rete dei portatili con scheda ethernet ed infine all' appliance VPN. I server Radius presenti in figura accedono ai repository LDAP dove sono custoditi gli account degli studenti e dei docenti. La soluzione consente l'accesso immediato alla rete WEB dell'università a qualunque dipendente dotato di un account sul server LDAP di Unimi. La soluzione deve essere in grado di bloccare il traffico tra gli utilizzatori dello stesso Basic Service Set e filtrare il traffico inter ESS. Ne consegue che gli access point hanno la possibilità di filtrare il traffico sulla base degli indirizzi Ip e delle porte TCP/UDP. L'access concentrator avrà anche il compito di garantire sufficiente banda ai diversi gruppi di utenti (utenti/docenti-tecnici). 4

5 5 Illustrazione 1 Architettura generica di base

6 Architettura di dettaglio della Rete dopo l'accordo tra la Divisione Telecomunicazioni e il Dipartimento di Matematica Illustrazione 2 Architettura della rete wireless di Matematica 4. Dettaglio di funzionamento (illustrazione 2) L'utente si autentica mediante accesso HTTPS utilizzando il browser. L' Universal Address Translation sull'access controller consente di non modificare i parametri del client mobile. Il browser del client viene rediretto sulla pagina di autenticazione dove l'utente ha la 6

7 possibilità di selezionare: 1. Accesso Matematica 2. Accesso UNIMI Selezionando l'opzione 2 verrà richiesto l'inserimento di una username ed una password. Verificate le credenziali il sistema consentirà all'utente la navigazione in Internet. Selezionando l'opzione 1 la connessione verrà rediretta al concentratore VPN SSL di matematica dove l'utente dovrà autenticarsi. Anche in questo caso comparirà nel browser la richiesta di username e password. Verificate le credenziali verrà visualizzata la pagina dei servizi corrispondenti al profilo assegnato all'utente. 4.1 Autenticazione al dominio UNIMI Gli utenti sono suddivisi in 2 categorie principali. Ad ogni categoria viene associato un tunnel (Gre/ipsec) tra l'access controller ed il concentratore VPN di UNIMI. L'access controller suddivide la banda disponibile sulla base del profilo di appartenenza dell'utente. L'access controller verifica le credenziali dell'utente utilizzando un server Radius/LDAP. La connessione dell'utente viene loggata. Viene tenuta traccia dello stato di connessione e dopo un periodo di inattività specificato (Timeout) viene registrata la disconnessione dell'utente. I dati dell'utente viaggiano attraverso i tunnel verso i proxy di accesso Internet. 4.2 Autenticazione al dominio MATE Nel caso in cui gli utenti desiderino autenticarsi al dominio Mate per accedere ai servizi di matematica, verranno dirottati verso un server di accesso indipendente. Per soddisfare gli obiettivi prefissati il server di accesso deve: garantire il traffico crittografato mediante un canale sicuro basato su protocollo SSL essere accessibile da ogni piattaforma (Windows, Unix, Mac) limitare la banda utilizzata definendo un numero massimo di utenti per gruppo di appartenenza. registrare l'accesso al servizio e mantenere un archivio dei log degli ultimi sei mesi soddisfare esigenze future legate ad una espansione del numero di utenti ricorrendo a soluzioni scalabili (clustering e bilanciamento del carico) verificare le credenziali dell'utente utilizzando uno o più server Radius o Domain controller per gruppi di utenti possibilità di definire liste di controllo degli accessi basate su protocollo e porta utilizzati avere un numero di licenze iniziali non inferiore a 50 utenti concorrenti, con possibilità di upgrade in tempi successivi. garantire l'accesso alle risorse suddivise per categoria: servizi windows: condivisione di risorse 7

8 mappatura di dischi remoti accesso a terminal services tramite ICA Client e Remote Desktop accesso ad internet su porte configurabili servizi unix: virtual network computing servizio SSH mappatura dischi mediantee NFS accesso ad internet su porte configurabili servizi di proxy: webmail redirezione Smtp trasparente 5. Creazione di zone LAN DMZ o LAN pubbliche (LAN DeMilitarized Zone) Al fine di assicurare un livello di protezione per i server applicativi presenti sulla rete 30 di Matematica, dovrà essere previsto un sistema di Intrusion Detecion (IDS) sul segmento della LAN DMZ, mediante l'ultilizzo delle sonde. La rete sarà monitorata in tempo reale da parte delle sonde che individueranno, segnaleranno e reagiranno ad attività non autorizzate. I dispositivi di IDS dovranno monitorare e controllare la rete fornendo allarmi realistici, facilmente rilevabili dal personale appositamente istruito, su probabili intrusioni o tentativi di intrusione. Il sistema dovrà aggiornare automaticamente il software di rilevazione attacchi/prevenzione e la base dati contente i pattern. La messaggistica di allarme dovrà essere consultabile in modo rapido via web. 6. Copertura delle aree prioritarie La copertura wireless dovrà essere assicurata ai locali apparteneti alle seguenti categorie: studi ricercatori aule lezioni studi docenti sale studio segreterie sala consiglio direzione uffici cortile interno locale centro stampa guardiola portineria sala computer 8

9 sala riunione 7. Sistema di aggiornamento software o firmware degli apparati La soluzione hardware/software adottata deve essere comprensiva del contratto di manutenzione inerente: la risoluzione di guasti hardware con sostituzione delle componenti non funzionanti o difettose aggiornamento del software o firmware per un periodo non inferiore a 3 anni on site dalla data di acquisto. Alla scadenza le parti potranno accordarsi per un rinnovo del contratto di manutenzione. Il tempo di intervento è fissato in giorni Documentazione a corredo dell'offerta economica Per il perseguimento degli obiettivi enunciati le ditte partecipanti alla trattativa privata dovranno elaborare un progetto articolato, dopo aver effettuato un sopralluogo, composto da: piano esecutivo comprensivo di descrizione di dettaglio delle apparecchiature utilizzate quadro reipilogativo della fornitura tempistica sulle attività di installazione, collaudo e manutenzione relazione di conformità per adozione misure minime Dlg. 196/2003 dichiarazione di conformità alle norme italiane che regolano l'utilizzo dei sistemi di telecomunicazioni in radiofrequenza descrizione della fornitura che dovrà essere comprensiva della realizzazione del cablaggio necessario per l'installazione delle antenne e degli apparati attivi aggiuntivi da connettere alla rete ethernet preesistente indicazione relativa all'organizzazione del gruppo di lavoro che effettuerà i lavori. Il progetto dovrà essere suddiviso in due parti: la prima parte comprende l'infrastruttura di rete, comprensiva di access point, access controller, sistemi di log e reportistica, concentratore VPN relativi alla soluzione descritta al punto Autenticazione al dominio UNIMI la seconda parte comprende l'infrastruttura descritta al punto Autenticazione al dominio MATE e descritta al punto Creazione di zone LAN DMZ o LAN pubbliche (LAN DeMilitarized Zone). I costi complessivi devono essere ripartiti ed esplicitati con riferimento ai punti citati precedentemente. Il Dipartimento di Matematica valuterà separatamente le due parti del progetto riservandosi la possibilità di considerarne una sola ai fini della realizzazione. 9

10 9. Attività esecutiva L'attività esecutiva del progetto si compone di tre fasi: fase pilota relativa alla copertura delle aule e del cortile del piano terra del dipartimento fase di sperimentazione estensione all'intero edificio e collaudo finale L'attività esecutiva non prevede il cablaggio degli access point. Tale cablaggio è a carico dell'università e non della ditta esecutrice dei lavori. La prima fase consente la realizzazione di un progetto pilota per sperimentare il funzionamento dell'infrastruttura in un'area di interesse in cui è prioritario lavorare. In questa fase dovranno essere garantiti tutti i servizi precedentemente citati entro 60 giorni dall'inizio dei lavori. Dopo la fase realizzativa si passerà alla fase di sperimentazione della durata di 30 giorni. La terza fase del progetto che consiste nell'estensione dell'infrastruttura all'intero edificio e collaudo avrà una durata non superiore a 30 giorni. Le mappe Autocad del dipartimento sono allegate al presente documento in formato elettronico come AllegatoA. Le ditte fornitrici si impegnano a prenderne visione e ad effettuare un sopralluogo per verificarne la corrispondenza con i locali effettivi. 10. Tempo utile per la consegna e installazione dell'infrastruttura di rete Wireless - Penale per il ritardo nell'esecuzione della fornitura ed eventuali proroghe Il sistema oggetto della presente fornitura dovrà essere consegnato, installato e messo in funzione presso la sede del Dipartimento di Matematica dell'università degli Studi di Milano Via Saldini 50, entro il termine previsto dalla Società aggiudicataria nella propria offerta, decorrente dalla comunicazione da parte della stazione appaltante di autorizzazione alla posa in opera dell'architettura. La penale pecuniaria per ogni giorno naturale, consecutivo e successivo di ritardo rispetto al tempo massimo dichiarato dall offerente nella propria offerta per effettuare l installazione e messa in funzione dell intero sistema, ivi compreso ciascuna delle trefasi di esecuzione del progetto, è stabilita in Nel caso in cui l'aggiudicataria per ragioni ad essa non imputabili o per causa di forza maggiore, non sia in grado di effettuare la fornitura nel termine fissato, può chiedere per iscritto la fissazione di un congruo periodo di proroga illustrandone i motivi che, se ritenuta giustificata, sarà concessa discrezionalmente dall'appaltante, totalmente o parzialmente, purchè la domanda sia pervenuta entro 7 giorni naturali, consecutivi e successivi dalla scadenza del termine anzidetto. Le penali dovranno indefettibilmente essere versate nel termine di 10 giorni dalla data in cui l'appaltante comunicherà per iscritto all'aggiudicataria l'eventuale infrazione. 10

11 11. Luogo di esecuzione progetto Le attività previste nella fornitura, oggetto della presente trattativa, dovranno essere svolte presso il Dipartimento di Matematica dell'università degli Studi di Milano sito in via Saldini 50, Milano. 12. Aggiudicazione della fornitura La trattativa sarà aggiudicata dopo la valutazione degli esperti della commissione informatica dall'organo collegiale del Dipartimento di Matematica sulla base dei seguenti criteri pesati: Descrizione Punteggio 1. Qualità e corenza dei piani esecutivi, relativamente agli obiettivi indicati nel presente capitolato Caratteristiche degli apparati e del software forniti Qualità ed impegno del gruppo di lavoro che effettuerà le attività previste nei piani esecutivi Costo 40 Totale 100 Dott. Alessio Alessi Dott. Lorenzo Farolfi 11

Realizzazione di hotspot wireless per l Università degli Studi di Milano

Realizzazione di hotspot wireless per l Università degli Studi di Milano Realizzazione di hotspot wireless per l Università degli Studi di Milano Marcello Meroni, Michele de Varda, DIVISIONE TELECOMUNICAZIONI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO Workshop GARR-X, 3 Aprile 2008 Agenda

Dettagli

Introduzione a Windows XP Professional Installazione di Windows XP Professional Configurazione e gestione di account utente

Introduzione a Windows XP Professional Installazione di Windows XP Professional Configurazione e gestione di account utente Programma Introduzione a Windows XP Professional Esplorazione delle nuove funzionalità e dei miglioramenti Risoluzione dei problemi mediante Guida in linea e supporto tecnico Gruppi di lavoro e domini

Dettagli

ALLEGATO 2) ALLO SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI CONNETTIVITA' INTERNET WI-FI PUBBLICA NEL COMUNE DI MARSCIANO

ALLEGATO 2) ALLO SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI CONNETTIVITA' INTERNET WI-FI PUBBLICA NEL COMUNE DI MARSCIANO ALLEGATO 2) ALLO SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI CONNETTIVITA' INTERNET WI-FI PUBBLICA NEL COMUNE DI MARSCIANO Regolamento di connessione pubblica nomadica alla rete Internet in modalità

Dettagli

Monitoraggio di outsourcer e consulenti remoti

Monitoraggio di outsourcer e consulenti remoti 1 Monitoraggio di outsourcer e consulenti remoti Un Whitepaper di Advanction e ObserveIT Daniel Petri 2 Sommario Esecutivo Nel presente whitepaper verrà mostrato come registrare le sessioni remote su gateway

Dettagli

Università Degli Studi dell Insubria. Centro Sistemi Informativi e Comunicazione (SIC) Rete Wireless di Ateneo UninsubriaWireless

Università Degli Studi dell Insubria. Centro Sistemi Informativi e Comunicazione (SIC) Rete Wireless di Ateneo UninsubriaWireless Università Degli Studi dell Insubria Centro Sistemi Informativi e Comunicazione (SIC) Rete Wireless di Ateneo UninsubriaWireless Istruzioni per l accesso alla rete WiFi INSUBRIA CAMPUS STUDENTI Configurazione

Dettagli

CONVENZIONE CONSIP RETI LOCALI 5 - RICHIESTA PROGETTO PRELIMINARE

CONVENZIONE CONSIP RETI LOCALI 5 - RICHIESTA PROGETTO PRELIMINARE CONVENZIONE CONSIP RETI LOCALI 5 - RICHIESTA PROGETTO PRELIMINARE AMMINISTRAZIONE IC CF. 90008940612 CM ceic84000d Spett.le Telecom Italia S.p.A. ICT Solutions & Service Platforms Gestione Convenzioni

Dettagli

ALLEGATO 1 - PROGETTO CAPITOLATO TECNICO CABLAGGIO SCUOLA WIRED E WIRELESS SU PIÙ PLESSI SCOLASTICI

ALLEGATO 1 - PROGETTO CAPITOLATO TECNICO CABLAGGIO SCUOLA WIRED E WIRELESS SU PIÙ PLESSI SCOLASTICI IC LEONARDO DA VINCI a Orientamento Musicale C.F. 80159230152 - COD. MECC. MIIC8EP007- CODICE IPA: UFES4K Sede legale Viale Risorgimento, 45-20030 Senago (MI) Tel e Fax 0299058520 - Tel. 0299480102 E-mail

Dettagli

Università Degli Studi dell Insubria Centro Sistemi Informativi e Comunicazione (SIC) Rete Wireless di Ateneo UninsubriaWireless

Università Degli Studi dell Insubria Centro Sistemi Informativi e Comunicazione (SIC) Rete Wireless di Ateneo UninsubriaWireless Università Degli Studi dell Insubria Centro Sistemi Informativi e Comunicazione (SIC) Rete Wireless di Ateneo UninsubriaWireless Istruzioni per l accesso alle reti WiFi dotate di WEB captive portal INSURIA-ATENO,

Dettagli

Fornitura e gestione di un sistema Wireless cittadino in standard WI-FI Capitolato Tecnico

Fornitura e gestione di un sistema Wireless cittadino in standard WI-FI Capitolato Tecnico Fornitura e gestione di un sistema Wireless cittadino in standard WI-FI Capitolato Tecnico Comune di Prato Sistema Informativo e Statistica Versione 1.4 Obiettivo del progetto Il progetto ha come obiettivo

Dettagli

Accesso alle applicazioni protetto. Ovunque.

Accesso alle applicazioni protetto. Ovunque. Scheda tecnica Accesso alle applicazioni protetto. Ovunque. Utenti mobili protetti Nelle organizzazioni odierne, ai responsabili IT viene spesso richiesto di fornire a diversi tipi di utente l'accesso

Dettagli

UTILIZZO DELLA RETE WIRELESS DIPARTIMENTALE

UTILIZZO DELLA RETE WIRELESS DIPARTIMENTALE UTILIZZO DELLA RETE WIRELESS DIPARTIMENTALE PREMESSA Presso il Dipartimento di Elettronica e Informazione e attiva una infrastruttura wireless composta da undici access point (in seguito denominati AP)

Dettagli

PROTEZIONE DEI DATI 1/1. Copyright Nokia Corporation 2002. All rights reserved. Ver. 1.0

PROTEZIONE DEI DATI 1/1. Copyright Nokia Corporation 2002. All rights reserved. Ver. 1.0 PROTEZIONE DEI DATI 1/1 Copyright Nokia Corporation 2002. All rights reserved. Ver. 1.0 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. ARCHITETTURE PER L'ACCESSO REMOTO... 3 2.1 ACCESSO REMOTO TRAMITE MODEM... 3 2.2

Dettagli

Prot. n. 4077/C14 Treviso, 15/10/2013 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prot. n. 4077/C14 Treviso, 15/10/2013 IL DIRIGENTE SCOLASTICO Prot. n. 4077/C14 Treviso, 15/10/2013 OGGETTO: Bando di gara per la messa in opera del sistema wireless IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTA la necessità di provvedere alla messa in opera del sistema wireless

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA STATALE 2 CIRCOLO

DIREZIONE DIDATTICA STATALE 2 CIRCOLO Esigenze Didattiche DIREZIONE DIDATTICA STATALE CIRCOLO Cod. Fisc.: 900460845 Cod. Mecc. AGEE0400E - Tel. +390996830 Fax +39099658 CAPITOLATO TECNICO - ALLEGATO B PROGETTO: SCUOL@ONLINE Questo documento

Dettagli

Aruba networks Gennaio 2012

Aruba networks Gennaio 2012 Aruba Instant Cos è Aruba Instant? La soluzione Aruba Instant è un innovativa architettura che replica le complesse e ricche funzionalità enterprise per il mercato SMB. Tutte le funzionalita degli Aruba

Dettagli

Navigazione controllata

Navigazione controllata Easyserver nasce come la più semplice soluzione dedicata alla sicurezza delle reti ed al controllo della navigazione sul web. Semplice e flessibile consente di controllare e monitorare il corretto uso

Dettagli

Programmazione modulare 2014-2015

Programmazione modulare 2014-2015 Programmazione modulare 2014-2015 Indirizzo: Informatica Disciplina: SISTEMI E RETI Classe: 5 A e 5 B Docente: Buscemi Letizia Ore settimanali previste: 4 ore (2 teoria + 2 laboratorio) Totale ore previste:

Dettagli

Università Degli Studi dell Insubria Centro Sistemi Informativi e Comunicazione (SIC) Rete Wireless di Ateneo UninsubriaWireless

Università Degli Studi dell Insubria Centro Sistemi Informativi e Comunicazione (SIC) Rete Wireless di Ateneo UninsubriaWireless Università Degli Studi dell Insubria Centro Sistemi Informativi e Comunicazione (SIC) Rete Wireless di Ateneo UninsubriaWireless Configurazione con Sistema Operativo Microsoft Windows Vista Requisiti di

Dettagli

C) supponendo che la scuola voglia collegarsi in modo sicuro con una sede remota, valutare le possibili soluzioni (non risolto)

C) supponendo che la scuola voglia collegarsi in modo sicuro con una sede remota, valutare le possibili soluzioni (non risolto) PROGETTO DI UNA SEMPLICE RETE Testo In una scuola media si vuole realizzare un laboratorio informatico con 12 stazioni di lavoro. Per tale scopo si decide di creare un unica rete locale che colleghi fra

Dettagli

Prot. n. 1874/c3a Torino, 08/07/2013 Spett.le DITTA

Prot. n. 1874/c3a Torino, 08/07/2013 Spett.le DITTA LICEO SCIENTIFICO STATALE PIERO GOBETTI Sede V. Maria Vittoria n. 39/bis 10123 Torino Tel. 011/817.41.57 011/839.52.19 - Fax 011/839.58.97 Succursale v. Giulia di Barolo 33 10124 Torino Tel. 011/817.23.25

Dettagli

Cosa è Tower. Sistema di autenticazione per il controllo degli accessi a reti wireless. struttura scalabile. permette la nomadicità degli utenti

Cosa è Tower. Sistema di autenticazione per il controllo degli accessi a reti wireless. struttura scalabile. permette la nomadicità degli utenti Cosa è Tower Sistema di autenticazione per il controllo degli accessi a reti wireless struttura scalabile consente la federazione tra reti di enti/operatori t i differenti permette la nomadicità degli

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Banda 3.5 Mobile Accesso a internet tramite segnali 3.5G Mobile - Riconosce e configura automaticamente segnali 3G, 2.75G e 2.5G

Banda 3.5 Mobile Accesso a internet tramite segnali 3.5G Mobile - Riconosce e configura automaticamente segnali 3G, 2.75G e 2.5G Router Wireless 54 Mbps 802.11b/g ultra compatto Antenna e trasformatore integrati, con presa rimuovibile, facile da portare, settare e usare ovunque ed in ogni momento Banda 3.5 Mobile Accesso a internet

Dettagli

Linux hands-on & hands-off Workshop

Linux hands-on & hands-off Workshop Linux hands-on & hands-off Workshop I workshop Linux hands-on & hands-off sono sessioni di una giornata che distinguono per il taglio volutamente operativo, pensati per mostrare le basi relative al setup

Dettagli

Le reti Sicurezza in rete

Le reti Sicurezza in rete Le reti Sicurezza in rete Tipi di reti Con il termine rete si intende un insieme di componenti, sistemi o entità interconnessi tra loro. Nell ambito dell informatica, una rete è un complesso sistema di

Dettagli

Tecnologie Informatiche. service. Sicurezza aziendale Servizi Internet e Groupware

Tecnologie Informatiche. service. Sicurezza aziendale Servizi Internet e Groupware Tecnologie Informatiche service Sicurezza aziendale Servizi Internet e Groupware Neth Service è un sistema veloce, affidabile e potente per risolvere ogni necessità di comunicazione. Collega la rete Aziendale

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. W i F i. Istruzioni per l accesso

Università per Stranieri di Siena. W i F i. Istruzioni per l accesso Università per Stranieri di Siena W i F i Area Istruzioni per l accesso INDICE 1. Informazioni generali p. 3 2. Aree wireless p. 3 3. Come accedere alla rete wireless Unistrasi p. 8 3.1. Configurazione

Dettagli

PROGETTO FONDI PON 2014-2020

PROGETTO FONDI PON 2014-2020 PROGETTO FONDI PON 2014-2020 Avviso MIUR 9035 del 13 luglio 2015 Avviso pubblico rivolto alle Istituzioni scolastiche statali per la realizzazione, l ampliamento o l adeguamento delle infrastrutture di

Dettagli

Simulazione seconda prova Sistemi e reti Marzo 2016

Simulazione seconda prova Sistemi e reti Marzo 2016 Ipotesi progettuali Studio medico situato in un appartamento senza reti pre-esistenti con possibilità di cablaggio a muro in canalina. Le dimensioni in gioco possono far prevedere cavi non troppo lunghi

Dettagli

Caratteristiche generali dell offerta Server

Caratteristiche generali dell offerta Server Caratteristiche generali dell offerta Server Firewall (schema allegato) Una protezione indispensabile contro gli accessi indesiderati nella rete aziendale. Il firewall viene posizionato tra la rete aziendale

Dettagli

INFORMAZIONE ALL UTENZA. Microdata MICRO-TPL. HYPERSPOT FEDERATED SEARCH NAVIGAZIONE E SERVIZI INTERNET A BORDO BUS

INFORMAZIONE ALL UTENZA. Microdata MICRO-TPL. HYPERSPOT FEDERATED SEARCH NAVIGAZIONE E SERVIZI INTERNET A BORDO BUS INFORMAZIONE ALL UTENZA MICRO-TPL.HYPERSPOT FEDERATED SEARCH Microdata MICRO-TPL. HYPERSPOT NAVIGAZIONE E SERVIZI INTERNET A BORDO BUS Microdata S.r.l. Software, Servizi & Soluzioni Società soggetta a

Dettagli

Allegato A al Capitolato tecnico

Allegato A al Capitolato tecnico Allegato A al Capitolato tecnico MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO CENTRO 1 VIALE PIAVE, 50 25123 BRESCIA TEL.030/361210 FAX. 030/3366974 E.Mail: bsic881002@istruzione.it

Dettagli

Tecnologie Informatiche. service Sicurezza Aziendale Servizi Internet e Groupware

Tecnologie Informatiche. service Sicurezza Aziendale Servizi Internet e Groupware Tecnologie Informatiche service Sicurezza Aziendale Servizi Internet e Groupware Tecnologie Informatiche Neth Service è la soluzione per risolvere ogni necessità di comunicazione aziendale: protegge la

Dettagli

Panoramica sullo sviluppo di soluzioni wireless per il Sistema Informativo della Regione Piemonte fra il 2000 e il 2007

Panoramica sullo sviluppo di soluzioni wireless per il Sistema Informativo della Regione Piemonte fra il 2000 e il 2007 Le tecnologie wireless per il Sistema Informativo della Regione Piemonte Panoramica sullo sviluppo di soluzioni wireless per il Sistema Informativo della Regione Piemonte fra il 2000 e il 2007 1. I primi

Dettagli

Università Degli Studi dell Insubria. Centro Sistemi Informativi e Comunicazione (SIC) Rete Wireless di Ateneo UninsubriaWireless

Università Degli Studi dell Insubria. Centro Sistemi Informativi e Comunicazione (SIC) Rete Wireless di Ateneo UninsubriaWireless Università Degli Studi dell Insubria Centro Sistemi Informativi e Comunicazione (SIC) Rete Wireless di Ateneo UninsubriaWireless Istruzioni per l accesso alla rete WiFi INSUBRIA ATENEO FULL per gli utenti

Dettagli

Xerox SMart esolutions. White Paper sulla protezione

Xerox SMart esolutions. White Paper sulla protezione Xerox SMart esolutions White Paper sulla protezione White Paper su Xerox SMart esolutions La protezione della rete e dei dati è una delle tante sfide che le aziende devono affrontare ogni giorno. Tenendo

Dettagli

Sviluppo siti e servizi web Programmi gestionali Formazione e Consulenza Sicurezza informatica Progettazione e realizzazione di reti aziendali

Sviluppo siti e servizi web Programmi gestionali Formazione e Consulenza Sicurezza informatica Progettazione e realizzazione di reti aziendali 1 Caratteristiche generali Nati dall esperienza maturata nell ambito della sicurezza informatica, gli ECWALL di e-creation rispondono in modo brillante alle principali esigenze di connettività delle aziende:

Dettagli

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore)

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) 1. L hardware del PC (3 Lezioni - 9 ore) 2. Troubleshooting (1 Lezione - 3 ore) 3. Ambiente Operativo (5 Lezioni - 15 ore) 4.

Dettagli

Prot. n. 3931/b15 L Aquila, 23.09.2015

Prot. n. 3931/b15 L Aquila, 23.09.2015 DIREZIONE DIDATTICA STATALE SILVESTRO DELL AQUILA VIA DELLA POLVERIERA MUSP N. 13-67100 L AQUILA Tel. 0862/23192 - e-mail: aqee002004@istruzione.it Posta Certificata: aqee002004@pec.istruzione.it www.circolosilvestrodellaquila.it

Dettagli

Approfondimenti tecnici su framework v6.3

Approfondimenti tecnici su framework v6.3 Sito http://www.icu.fitb.eu/ pagina 1 I.C.U. "I See You" Sito...1 Cosa è...3 Cosa fa...3 Alcune funzionalità Base:...3 Alcune funzionalità Avanzate:...3 Personalizzazioni...3 Elenco Moduli base...4 Elenco

Dettagli

Indice. Prefazione. Presentazione XIII. Autori

Indice. Prefazione. Presentazione XIII. Autori INDICE V Indice Prefazione Presentazione Autori XI XIII XV Capitolo 1 Introduzione alla sicurezza delle informazioni 1 1.1 Concetti base 2 1.2 Gestione del rischio 3 1.2.1 Classificazione di beni, minacce,

Dettagli

CONDIZIONI D USO PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET CON CONNESSIONE WIRELES

CONDIZIONI D USO PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET CON CONNESSIONE WIRELES CONDIZIONI D USO PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET CON CONNESSIONE WIRELES Le presenti condizioni generali definiscono e disciplinano le modalità ed i termini in base ai quali il Comune di Brusaporto

Dettagli

Percorso Formativo C1

Percorso Formativo C1 1 Piano Nazionale di Formazione degli Insegnanti sulle Tecnologie dell'informazione e della Comunicazione Percorso Formativo C1 Modulo 1 Infrastrutture informatiche all'interno di un istituto scolastico

Dettagli

HotSpot UNIMI. Installazione e configurazione di OpenVPN per Windows e di TunnelBlick per Mac OS X

HotSpot UNIMI. Installazione e configurazione di OpenVPN per Windows e di TunnelBlick per Mac OS X HotSpot UNIMI Installazione e configurazione di OpenVPN per Windows e di TunnelBlick per Mac OS X Autore: Francesco Pessina (francesco.pessina@unimi.it) Versione: 3.1.1 Revisione: 55 13/09/2010-17.25 1

Dettagli

Università Degli Studi dell Insubria Centro Sistemi Informativi e Comunicazione (SIC) Rete Wireless di Ateneo UninsubriaWireless

Università Degli Studi dell Insubria Centro Sistemi Informativi e Comunicazione (SIC) Rete Wireless di Ateneo UninsubriaWireless Università Degli Studi dell Insubria Centro Sistemi Informativi e Comunicazione (SIC) Rete Wireless di Ateneo UninsubriaWireless Configurazione con Sistema Operativo Microsoft Windows XP Requisiti di sistema

Dettagli

Università Degli Studi dell Insubria. Centro Sistemi Informativi e Comunicazione (SIC) Rete Wireless di Ateneo UninsubriaWireless

Università Degli Studi dell Insubria. Centro Sistemi Informativi e Comunicazione (SIC) Rete Wireless di Ateneo UninsubriaWireless Università Degli Studi dell Insubria Centro Sistemi Informativi e Comunicazione (SIC) Rete Wireless di Ateneo UninsubriaWireless Istruzioni per l accesso alla rete WiFi INSUBRIA-CAMPUS-STUDENTI Configurazione

Dettagli

Internet Wireless in Biblioteca

Internet Wireless in Biblioteca Internet Wireless in Biblioteca Per poter accedere a Internet tramite il sistema WiFi in Biblioteca bisogna connettersi alla rete protetta TILANE. Parametri per la connessione alla rete Connessione alla

Dettagli

Alcatel-Lucent OmniVista TM 4760 Sistema di gestione della rete

Alcatel-Lucent OmniVista TM 4760 Sistema di gestione della rete Alcatel-Lucent OmniVista TM 4760 Sistema di gestione della rete Sistemi di gestione della rete I responsabili delle telecomunicazioni richiedono strumenti flessibili di gestione della rete per poter essere

Dettagli

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore)

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) 1. L hardware del PC (3 Lezioni - 9 ore) 2. Troubleshooting (1 Lezione - 3 ore) 3. Ambiente Operativo (5 Lezioni - 15 ore) 4.

Dettagli

IT Security 3 LA SICUREZZA IN RETE

IT Security 3 LA SICUREZZA IN RETE 1 IT Security 3 LA SICUREZZA IN RETE Una RETE INFORMATICA è costituita da un insieme di computer collegati tra di loro e in grado di condividere sia le risorse hardware (stampanti, Hard Disk,..), che le

Dettagli

Vpn Ateneo di Parma (Sito ufficiale:

Vpn Ateneo di Parma (Sito ufficiale: Vpn Ateneo di Parma (Sito ufficiale: Premessa http://www.unipr.it/arpa/setbibl/vpn/vpn.html ). L'Università di Parma si è dotata di un terminatore di VPN (Virtual Private Network) che consentirà agli utenti

Dettagli

Modulo 1: Configurazione e risoluzione dei problemi di sistema di nome di dominio

Modulo 1: Configurazione e risoluzione dei problemi di sistema di nome di dominio Programma MCSA 411 Struttura del corso Modulo 1: Configurazione e risoluzione dei problemi di sistema di nome di dominio Questo modulo viene descritto come configurare e risolvere i problemi di DNS, compresa

Dettagli

Servizio Wireless di Ateneo. CentroRete

Servizio Wireless di Ateneo. CentroRete UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO Servizio Wireless di Ateneo CentroRete Istruzioni per l'uso Anno 2009 Indice 1 Il Wireless nell'ateneo Torinese 2 1.1 Informazioni Tecniche....................... 2 2

Dettagli

WiFiBus. La soluzione low cost di WiFi a bordo sui Bus

WiFiBus. La soluzione low cost di WiFi a bordo sui Bus WiFiBus La soluzione low cost di WiFi a bordo sui Bus WiFiBus PRO è un router 3G/4G professionale che si collega ad internet, tramite la rete cellulare e ridistribuisce il segnale a bordo mediante WiFi.

Dettagli

1.1 - Crittografia sulla infrastruttura trasmissiva tra le stazioni remote Rilheva il centro di telecontrollo

1.1 - Crittografia sulla infrastruttura trasmissiva tra le stazioni remote Rilheva il centro di telecontrollo SISTEMA DI TELECONTROLLO RILHEVA GPRS (CARATTERISTICHE DEL VETTORE GPRS E SICUREZZE ADOTTATE) Abstract: Sicurezza del Sistema di Telecontrollo Rilheva Xeo4 ha progettato e sviluppato il sistema di telecontrollo

Dettagli

Comune di Grezzana CAPITOLATO TECNICO

Comune di Grezzana CAPITOLATO TECNICO Comune di Grezzana Allegato B Provincia di Verona CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI RETE WIRELESS IN MODALITA' WI-FI NEL COMUNE DI GREZZANA CAPITOLATO TECNICO ART. 1 - Oggetto dell'incarico L obiettivo dell'amministrazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO E L UTILIZZO DELLA RETE WI-FI DEL COMUNE DI FOSSALTA DI PIAVE. Approvato con Deliberazione di Giunta Comunale

REGOLAMENTO PER L ACCESSO E L UTILIZZO DELLA RETE WI-FI DEL COMUNE DI FOSSALTA DI PIAVE. Approvato con Deliberazione di Giunta Comunale REGOLAMENTO PER L ACCESSO E L UTILIZZO DELLA RETE WI-FI DEL COMUNE DI FOSSALTA DI PIAVE Approvato con Deliberazione di Giunta Comunale n. 141 del 17.12.2014 CAPO I PRINCIPI GENERALI, FINALITA E AMBITO

Dettagli

Remote Service Solution. Descrizione del Servizio

Remote Service Solution. Descrizione del Servizio Remote Service Solution Descrizione del Servizio Redattore: Alberto Redi Luogo e Data Lugano, 25 Novembre 2008 Status: Finale All attenzione di: Protocollo: Security Lab Sagl ViaGreina 2 - CH 6900 Lugano

Dettagli

Senza Fili - Tecnologie Wi-Fi per atenei con servizi più agili ed efficaci

Senza Fili - Tecnologie Wi-Fi per atenei con servizi più agili ed efficaci Senza Fili - Tecnologie Wi-Fi per atenei con servizi più agili ed efficaci 30 gennaio 2008 Fondazione CRUI Piazza Rondanini, 48 - Roma Rete wireless d Ateneo 30 Gennaio 2008 Luisella Sironi Università

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL COLLEGAMENTO WI-FI PER WINDOWS XP E INTERNET EXPLORER 6

ISTRUZIONI PER IL COLLEGAMENTO WI-FI PER WINDOWS XP E INTERNET EXPLORER 6 ISTRUZIONI PER IL COLLEGAMENTO WI-FI PER WINDOWS XP E INTERNET EXPLORER 6 La Facoltà di Giurisprudenza ha attivato il servizio di collegamento wireless (Wi-Fi) per consentire a chi sia in possesso di un

Dettagli

Indice generale. Introduzione...xiii. Nota del revisore...xvii. Introduzione alle reti...1. Introduzione alle reti wireless...11

Indice generale. Introduzione...xiii. Nota del revisore...xvii. Introduzione alle reti...1. Introduzione alle reti wireless...11 Introduzione...xiii Nota del revisore...xvii Capitolo 1 Capitolo 2 Introduzione alle reti...1 Trasferimento di dati... 2 Bit e byte... 2 Controllo di errore... 3 Handshaking... 3 Trovare la destinazione...

Dettagli

VPN (OpenVPN - IPCop)

VPN (OpenVPN - IPCop) VPN (OpenVPN - IPCop) Davide Merzi 1 Sommario Indirizzo IP Reti Pubbliche Private Internet Protocollo Firewall (IPCop) VPN (OpenVPN IPsec on IPCop) 2 Indirizzo IP L'indirizzo IP (Internet Protocol address)

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara

Università degli Studi di Ferrara Università degli Studi di Ferrara Area Informatica Manuale di configurazione per l'accesso alla rete Eduroam per gli utenti dell'università degli Studi di Ferrara Indice: 1. Il progetto Eduroam 2 2. Parametri

Dettagli

ViServer Visoft Informatica Isola Vicentina (VI) Tel. 0444 977450 www.visoft.it info@visoft.it

ViServer Visoft Informatica Isola Vicentina (VI) Tel. 0444 977450 www.visoft.it info@visoft.it ViServer Visoft Informatica Isola Vicentina (VI) Tel. 0444 977450 www.visoft.it info@visoft.it LINUX SMALL BUSINESS SERVER Soluzione completa per la piccola/media impresa. Permette di centralizzare in

Dettagli

PER UNA GESTIONE INFORMATICA SICURA Rev. 1.0 del 19.8.2013

PER UNA GESTIONE INFORMATICA SICURA Rev. 1.0 del 19.8.2013 PER UNA GESTIONE INFORMATICA SICURA Rev. 1.0 del 19.8.2013 di Fabio BRONZINI - Consulente Informatico Cell. 333.6789260 Sito WEB: http://www.informaticodifiducia.it Fax: 050-3869200 Questi sono gli elementi-apparati

Dettagli

VLAN+LDAP+...+XEN = Rete Dipartimentale

VLAN+LDAP+...+XEN = Rete Dipartimentale VLAN+LDAP+...+XEN = Rete Dipartimentale Uniamo varie tecnologie per creare una infrastruttura di rete,, facilmente controllabile ed estendibile. Useremo VLAN ( 802.1q), LDAP, XEN, Certificati digitali

Dettagli

Rete Wireless del Comune di Padova

Rete Wireless del Comune di Padova Ricorda che per qualsiasi chiarimento gli operatori dell'informagiovani sono a tua disposizione nei seguenti orari: martedì e mercoledì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00 giovedì dalle 15.00

Dettagli

L infrastruttura tecnologica del cnr irpi di perugia

L infrastruttura tecnologica del cnr irpi di perugia Sabato 8 marzo 2014 Aula Magna ITTS «A. Volta» - Perugia L infrastruttura tecnologica del cnr irpi di perugia VINICIO BALDUCCI Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica Consiglio Nazionale delle

Dettagli

PROGETTO PON/FESR 2014-2020

PROGETTO PON/FESR 2014-2020 PROGETTO PON/FESR 2014-2020 Prot.n. AOODGEFID/12810 del 15 Ottobre 2015 Avviso pubblico rivolto alle Istituzioni Scolastiche statali per la realizzazione di ambienti digitali Asse II Infrastrutture per

Dettagli

Glossario servizi di Sicurezza Informatica offerti

Glossario servizi di Sicurezza Informatica offerti Glossario servizi di Sicurezza Informatica offerti Copyright LaPSIX 2007 Glossario servizi offerti di sicurezza Informatica SINGLE SIGN-ON Il Single Sign-On prevede che la parte client di un sistema venga

Dettagli

Identificazione dei bisogni Introduzione

Identificazione dei bisogni Introduzione Pagina 1 di 5 Identificazione dei bisogni Introduzione Le Tecnologie dell'informazione e della Comunicazione (TIC, o anche, in inglese, Information and Communication Technologies, ICT) hanno profondamente

Dettagli

Sicurezza negli ambienti di testing. Grancagnolo Simone Palumbo Claudio

Sicurezza negli ambienti di testing. Grancagnolo Simone Palumbo Claudio Sicurezza negli ambienti di testing Grancagnolo Simone Palumbo Claudio Obiettivo iniziale: analizzare e testare il Check Point VPN-1/FireWall-1 Condurre uno studio quanto più approfondito possibile sulle

Dettagli

L amministratore deve infine poter decidere di inibire sulle postazioni utente programmi considerati a rischio o non graditi.

L amministratore deve infine poter decidere di inibire sulle postazioni utente programmi considerati a rischio o non graditi. Progetto Internet 1 - Premessa La predisposizione e la gestione delle postazioni internet per gli utenti è un servizio fondamentale per le biblioteche di pubblica lettura. È necessario elaborare uno strumento

Dettagli

1) Reti di calcolatori. Una rete locale di computer (Local Area Network) è costituita da computer collegati tramite cavi di

1) Reti di calcolatori. Una rete locale di computer (Local Area Network) è costituita da computer collegati tramite cavi di 1) Reti di calcolatori 2) Internet 3) Sicurezza LAN 1) Reti di calcolatori Una rete locale di computer (Local Area Network) è costituita da computer collegati tramite cavi di rete (cavi UTP) o con tecnologia

Dettagli

Guida al servizio wireless dell'univda

Guida al servizio wireless dell'univda Guida al servizio wireless dell'univda Versione 1.0 Autore Ufficio Sistemi Informativi di Ateneo Data 04/03/2013 Distribuito a: Studenti - Docenti - Amministrativi Sommario Introduzione... 1 1. Modalità

Dettagli

Accesso remoto sicuro alla rete aziendale La tecnologia PortWise

Accesso remoto sicuro alla rete aziendale La tecnologia PortWise Accesso remoto sicuro alla rete aziendale La tecnologia PortWise Luigi Mori Network Security Manager lm@symbolic.it Secure Application Access. Anywhere. 1 VPN SSL Tecnologia di accesso remoto sicuro alla

Dettagli

QUICK START GUIDE F640

QUICK START GUIDE F640 QUICK START GUIDE F640 Rev 1.0 PARAGRAFO ARGOMENTO PAGINA 1.1 Connessione dell apparato 3 1.2 Primo accesso all apparato 3 1.3 Configurazione parametri di rete 4 2 Gestioni condivisioni Windows 5 2.1 Impostazioni

Dettagli

Distribuzione internet in alberghi, internet cafè o aziende che vogliono creare una rete "ospite"

Distribuzione internet in alberghi, internet cafè o aziende che vogliono creare una rete ospite Distribuzione internet in alberghi, internet cafè o aziende che vogliono creare una rete "ospite" I dispositivi utilizzati si occupano di redistribuire la connettività nelle camere o in altri spazi prestabiliti

Dettagli

Il cloud a casa tua...la soluzione Siemens per la Teleassistenza Sales release June 2015

Il cloud a casa tua...la soluzione Siemens per la Teleassistenza Sales release June 2015 SINEMA Remote Connect Il cloud a casa tua...la soluzione Siemens per la Teleassistenza Sales release June 2015 siemens.com/answers SINEMA Remote Connect E la nuova piattaforma di gestione per reti remote.

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Progetto Hotspot con Handlink WG 602

Progetto Hotspot con Handlink WG 602 Progetto Hotspot con Handlink WG 602 Connettività internet per Alberghi, Centri congressi, Internet cafe, Reti "ospiti" Aziendali. - Lo scopo di questo progetto è l illustrazione pratica dell installazione

Dettagli

Lo scopo del presente progetto è quello definire l architettura di una rete che consenta l accesso ai servizi

Lo scopo del presente progetto è quello definire l architettura di una rete che consenta l accesso ai servizi DESCRIZIONE DEL PROGETTO Lo scopo del presente progetto è quello definire l architettura di una rete che consenta l accesso ai servizi on-line, al materiale didattico ed a tutti i nuovi servizi per la

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Sistemi e reti Classe: 5B Informatica A.S. 2014/15 Docente: Barbara Zannol ITP: Andrea Sgroi ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta da 13 studenti di cui una sola ragazza.

Dettagli

Guida d installazione rapida

Guida d installazione rapida V38.01 IP Camera senza fili/cablata Guida d installazione rapida (Per MAC OS) FI8909/FI8909W ShenZhen Foscam Tecnologia Intelligente Co., Ltd Guida d installazione rapida Lista d imballaggio 1) IP CAMERA

Dettagli

UNIPR WiFi La rete WiFi dell Università di Parma

UNIPR WiFi La rete WiFi dell Università di Parma Università degli Studi di Parma UNIPR WiFi La rete WiFi dell Università di Parma Andrea Barontini Settore Innovazione Tecnologie Informatiche Servizio Gestione e Controllo Accessi in Rete - SITI-CAR (

Dettagli

Firewall-Proxy Clanius Appliance Extreme [v1.0]

Firewall-Proxy Clanius Appliance Extreme [v1.0] Firewall-Proxy Clanius Appliance Extreme [v1.0] STOP AI PERICOLI DI NAVIGAZIONE INTERNET! In cosa consiste? Firewall-Proxy Clanius Appliance Extreme è la soluzione completa e centralizzata per monitorare,

Dettagli

Materiali per il Modulo 1 E.C.D.L.

Materiali per il Modulo 1 E.C.D.L. Materiali per il Modulo 1 E.C.D.L. Queste due sigle indicano LAN Local Area Network Si tratta di un certo numero di Computer (decine centinaia) o periferici connessi fra loro mediante cavi UTP, coassiali

Dettagli

Servizio Sistemi Informativi SPERIMENTAZIONE DI RETI PRIVATE VIRTUALI CON L'UTILIZZO DI SOFTWARE OPEN SOURCE

Servizio Sistemi Informativi SPERIMENTAZIONE DI RETI PRIVATE VIRTUALI CON L'UTILIZZO DI SOFTWARE OPEN SOURCE Servizio Sistemi Informativi SPERIMENTAZIONE DI RETI PRIVATE VIRTUALI CON L'UTILIZZO DI SOFTWARE OPEN SOURCE Redatto: Nucleo Gestione Innovazione e fornitori IT Versione: 1.0 Data emissione: 9/11/2006

Dettagli

Presentazione Vargiu Francesco & C Sas Sito www.vargiuscuola.it

Presentazione Vargiu Francesco & C Sas Sito www.vargiuscuola.it FONDI STRUTTURALI EUROPEI PON 2014-2020 Presentazione Sito www.vargiuscuola.it BUDGET: 3 miliardi di euro cofinanziati dai Fondi Strutturali Europei e dallo stato italiano BENEFICIARI: 8730 scuole di tutte

Dettagli

LA RETE CIVICA. Comune di Bari Sardo (OG) in collaborazione con Coinfas

LA RETE CIVICA. Comune di Bari Sardo (OG) in collaborazione con Coinfas LA RETE CIVICA Comune di Bari Sardo (OG) in collaborazione con Coinfas Scopo del progetto La Rete Civica è nata concettualmente per poter offrire connettività nei luoghi di riunione (Piazze, Vie Principali

Dettagli

ALLEGATO 1 RETE D UNIVERSITA

ALLEGATO 1 RETE D UNIVERSITA ALLEGATO 1 RETE D UNIVERSITA INDICE - Rete dati - Descrizione fisica e logica. - Protocolli ed indirizzamento - Referenti informatici di struttura - Servizi: - Sicurezza - DNS - Posta elettronica d Ateneo

Dettagli

Corso Creare una rete locale Lezione n. 1

Corso Creare una rete locale Lezione n. 1 Introduzione al Networking Introduzione Al giorno d oggi il Networking non è più un sistema riservato solo alle aziende di enormi dimensioni, ma interessa anche i piccoli uffici, le scuole e le case. Infatti

Dettagli

ROUTER WIRELESS A BANDA LARGA 11N 300MBPS

ROUTER WIRELESS A BANDA LARGA 11N 300MBPS ROUTER WIRELESS A BANDA LARGA 11N 300MBPS Guida all'installazione rapida DN-70591 INTRODUZIONE DN-70591 è un dispositivo combinato wireless/cablato progettato in modo specifico per i requisiti di rete

Dettagli

Tecnologie Gnu Linux per la sicurezza della rete aziendale

Tecnologie Gnu Linux per la sicurezza della rete aziendale Tecnologie Gnu Linux per la sicurezza della rete aziendale Massimiliano Dal Cero, Stefano Fratepietro ERLUG 1 Chi siamo Massimiliano Dal Cero CTO presso Tesla Consulting Sicurezza applicativa e sistemistica

Dettagli

Tecnologia wireless (solo su alcuni modelli)

Tecnologia wireless (solo su alcuni modelli) Tecnologia wireless (solo su alcuni modelli) Guida per l'utente Copyright 2007 Hewlett-Packard Development Company, L.P. Windows è un marchio registrato negli Stati Uniti di Microsoft Corporation. Bluetooth

Dettagli

Reti e Domini Windows 2000. Corso di Amministrazione di Reti A.A. 2002/2003

Reti e Domini Windows 2000. Corso di Amministrazione di Reti A.A. 2002/2003 Reti e Domini Windows 2000 Corso di Amministrazione di Reti A.A. 2002/2003 Materiale preparato utilizzando dove possibile materiale AIPA http://www.aipa.it/attivita[2/formazione[6/corsi[2/materiali/reti%20di%20calcolatori/welcome.htm

Dettagli

Sistema di accesso ad internet tramite la rete Wireless dell Università di Bologna (aggiornato al 10/04/2015)

Sistema di accesso ad internet tramite la rete Wireless dell Università di Bologna (aggiornato al 10/04/2015) ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA Area Sistemi Informativi e Applicazioni-Cesia Sistema di accesso ad internet tramite la rete Wireless dell Università di Bologna (aggiornato al 10/04/2015) Documento

Dettagli