SUCCESSIONE E TRASMISSIONE DELL AZIENDA Strumenti di pianificazione aziendale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SUCCESSIONE E TRASMISSIONE DELL AZIENDA Strumenti di pianificazione aziendale"

Transcript

1 SUCCESSIONE E TRASMISSIONE DELL AZIENDA Strumenti di pianificazione aziendale I regimi matrimoniali Il diritto successorio Il patto d azionariato Un caso concreto 1

2 I regimi matrimoniali 2

3 I Regimi matrimoniali Partecipazione agli acquisti Comunione dei beni Separazione dei beni Diritto ordinario Contratto matrimoniale Contratto matrimoniale 3

4 1. Partecipazione agli acquisti Moglie Marito Beni propri Acquisti Acquisti Beni propri Il prodotto del lavoro/salario Risarcimento per impedimento al lavoro Redditi dai beni propri Prestazioni da istituzioni di previdenza (2 e 3 pilastro) I beni acquisiti in sostituzione di acquisti Le cose che servono esclusivamente all uso personale di un coniuge Beni propri apportati al momento del matrimonio Beni che entrano gratuitamente durante il matrimonio (eredità, regali) Le pretese quale risarcimento di danni morali I beni acquistati in sostituzione di beni propri 4

5 Esempio di divisione (morte / divorzio / altro regime matrimoniale) Moglie Marito Beni propri Acquisti Acquisti Beni propri CHF CHF CHF CHF CHF CHF CHF CHF CHF CHF CHF CHF CHF CHF

6 2. Comunione dei beni Beni propri Moglie Beni comuni Marito Beni propri Patrimoni e redditi della coppia Redditi dei beni propri Beni di uso personale Le pretese a titolo di risarcimento per danni morali Beni che entrano gratuitamente durante il matrimonio (eredità, regali) Beni definiti propri tramite convenzione matrimoniale 6

7 3. Separazione dei beni Moglie Beni propri Marito Beni propri Nel regime della separazione dei beni, i beni dei coniugi restano separati. Ognuno dei coniugi conserva i propri beni, amministrandoli e percependone i frutti. Anche in caso di divorzio, ognuno dei coniugi conserva i propri beni. Non ha dunque luogo alcuna ripartizione tra i coniugi. In caso di morte di uno dei coniugi, la totalità dei suoi beni confluisce nella successione. Le modalità di ripartizione della successione tra il coniuge superstite e gli altri eredi sono determinate dalle norme del diritto successorio 7

8 Il diritto successorio 8

9 1. Divisione dell eredità Decesso di un coniuge 1 passo: Liquidazione del regime matrimoniale Parte del coniuge superstite Parte del coniuge deceduto Successione 2 passo: Divisione della successione Aspettative ereditarie del coniuge superstite Aspettative ereditarie degli altri eredi Patrimonio del coniuge superstite 9

10 2. L ordine successorio legale Nonni Nonni Cinque regole fondamentali in materia di diritto successorio: Zia Zio Padre Madre Zio Zia 1. I membri della parentela più prossima escludono dal diritto successorio i membri della parentela più lontana. Cugini Cugine Fratelli Sorelle Fratelli Sorelle Cugini Cugine Se l erede legittimo è già morto, la sua Parte va ai suoi discendenti. Se non vi sono discendenti, l eredità spetta per metà alla parentela paterna e per metà a quella materna. ecc. Nipoti Figli Nipoti Nipoti ecc. 4. I nonni paterni e materni ereditano ognuno la metà. Se non esistono parenti prossimi in una delle due parentele dei nonni, l intera eredità va all altra Parentela. 3a Parentela 2a Parentela 1a Parentela 2a Parentela 3a Parentela Stirpe dei nonni Stirpe dei genitori Stirpe del defunto Stirpe dei genitori Stirpe dei nonni 5. Il coniuge superstite/partner registrato (a) eredita sempre. 10

11 3. Diritti del coniuge /partner registrato (a) superstite 1/2 1/2 1/8 1/8 3/4 1/1 11

12 4. La legittima ½ x ½ = 1/4 ½ x ¾ = 3/8 1/8 x ½ = 1/16 1/8 x ½ = 1/16 Art. 471 Codice Civile La porzione legittima è: di ¾ della quota ereditaria per i discendenti; di ½ per ciascuno dei genitori; di ½ per il coniuge superstite o il partner registrato superstite. ¾ x ½ = 3/8 1/1 x ½ = 1/2 12

13 5. Testamento o patto successorio? Testamento Patto successorio Unilaterale Bilaterale Forma: Forma: Testamento olografo Testamento pubblico Testamento Speciale (orale/due testimoni) Atto notarile 13

14 6) Diseredazione Art. 477 Codice civile Mediante disposizione a causa di morte, l erede può essere privato della legittima: 1. quando abbia commesso un grave reato contro il disponente o contro una persona a lui intimamente legata; 2. quando abbia gravemente contravvenuto ai suoi obblighi di famiglia verso il disponente o verso una persona appartenente alla famiglia del medesimo. 14

15 Il patto d azionariato (patto parasociale o di sindacato) 15

16 1. Osservazioni preliminari MOTIVI di un patto d azionariato: Risolve il conflitto tra la struttura capitalista della società anonima e la necessità degli azionisti di regolare i rapporti tra loro È soggetto al principio della libertà contrattuale Confidenzialità del patto d azionariato Assenza di un quadro giuridico DEFINIZIONE del patto d azionariato: È un contratto che ha per oggetto l esercizio dei diritti dell azionista o degli impegni ai quali si obbliga / si obbligano una o più parti nella sua / nella loro qualità di azionista / azionisti di una società anonima determinata. 16

17 PORTATA GIURIDICA del patto d azionariato: Ha natura obbligatoria. CONTENUTO del patto d azionariato: Accordi relativi alla formazione della volontà della società Accordi relativi alla composizione dell azionariato Accordi relativi agli impegni in favore della società Accordi relativi alla gestione della società. 17

18 2. Clausole relative ai diritti patrimoniali Clausole relative a LIMITAZIONE DELLA TRASFERIBILITÀ DELLE AZIONI: Impegno a non disporre delle azioni a favore di terzi Impegno ad astenersi dal vendere le azioni se gli altri beneficiari dell accordo rifiutano di dare la loro approvazione. 18

19 Clausole relative a ACQUISTO DI AZIONI E DI ALTRE OPZIONI SUI TITOLI: Scopo: Regolamentazione dell azionariato Tipi di clausole: Il diritto di compera Il diritto di prelazione Il diritto di offerta preferenziale Il dovere di ripresa 19

20 Esempio 1: Diritto di compera in caso di decesso In caso di decesso di una delle parti, le altre parti hanno un diritto di compera sulle azioni detenute dal defunto al momento del suo decesso. Questo diritto di compera è esercitabile nei confronti degli eredi del defunto a partire dal giorno del suo decesso. Il diritto di compera si eserciterà al valore reale di riferimento (ev. clausola per definirlo). La data del decesso è determinate per il valore di riferimento applicabile. Il diritto di compera scade trascorsi 6 mesi dalla comunicazione scritta del certificato ereditario ai beneficiari del diritto di compera. Il diritto di compera dovrà essere esercitato sulla totalità delle azioni del defunto a meno che gli eredi siano d accordo per una diversa soluzione. 20

21 Esempio 2: Diritto di compera in caso di cessazione dell attività o in caso di incapacità al lavoro Se una delle parti cessa di essere impiegato della società o se è colpito da un incapacità al lavoro di almeno il 50% constatata dall AI, le altre parti sono messe al beneficio di un diritto di compera sulle sue azioni. 21

22 Clausole legate al TRASFERIMENTO DELLA SOCIETÀ E ALLE STRATEGIE DI USCITA: a) LA CLAUSOLA DI CO-VENDITA (DRAG ALONG) Attribuisce ai nuovi soci entranti il potere di acquistare l intero pacchetto azionario senza dover subire la presenza di soci di minoranza. In pratica riconosce il diritto al socio di maggioranza di poter vendere insieme alla propria quota anche la partecipazione degli altri soci. Questa clausola aumenta il valore della partecipazione venduta perché garantisce la cessione del 100% del capitale. 22

23 b) LA CLAUSOLA DI CO-VENDITA (TAG ALONG) Riconosce i soci di minoranza, il diritto di entrare nella cessione delle quote dell azionista di maggioranza, cedendo anche le proprie quote alle medesime condizioni offerte dai terzi entranti. Questa clausola in pratica garantisce una via d uscita ai soci di minoranza alle stesse condizioni di acquisto offerte al socio di maggioranza. 23

24 Clausole per la REGOLAMENTAZIONE DELLE SITUAZIONI DI EMPASSE (DEADLOCK): Voto preponderante di un azionista Mediazione o arbitrato attraverso un terzo Uscita di uno degli azionisti Uscita di entrambi gli azionisti 24

25 Uscita di uno degli azionisti: a) LA CLAUSOLA TEXAS SHOOT-OUT (TIR TEXAN) A uno dei due soci è attribuita una call option per acquistare la partecipazione del partner. Il partner ha due opzioni a disposizione: o accettare di vendere la propria partecipazione al prezzo offertogli oppure effettuare una controproposta per acquistare esso stesso a un prezzo più alto la partecipazione della parte che per prima ha esercitato la call option contrattualmente attribuitagli. A questo punto le posizioni si ribaltano e l alternativa a disposizione è sempre tra accettare una controproposta e presentare un ulteriore rilancio e così via, entro i limiti previsti dal contratto, fino a quando una delle due parti cede e accetta di vendere la propria partecipazione. 25

26 b) LA CLAUSOLA RUSSIAN ROULETTE A una delle parti viene attribuita una option (call option o put option o entrambe) l altra parte quella che riceve l offerta può limitarsi ad accettarla oppure può farla propria capovolgendo la situazione: se per esempio il primo offerente aveva offerto di acquistare per CHF 100' la partecipazione detenuta dall altro partner questi può, alternativamente, vendere la propria partecipazione al prezzo offertogli o al contrario comprare le azioni possedute dal primo offerente al prezzo di acquisto originariamente indicato. 26

27 c) LA CLAUSOLA SHOTGUN (CLAUSOLA COERCITIVA) Un azionista può offrire di acquistare le azioni del suo partner. Tuttavia se l azionista destinatario dell offerta non l accetta questi ha automaticamente l obbligo di acquistare le azioni dell offerente allo stesso prezzo e alle stesse condizioni. Questa clausola può allo stesso modo prevedere che un azionista possa offrire le sue azioni in vendita agli altri azionisti e se questi rifiutano essi dovranno obbligatoriamente vendere le loro azioni all offerente allo stesso prezzo alle stesse condizioni. L applicazione di questa clausola forza automaticamente l uscita di un azionista. d) LA CLAUSOLA CHE ISTITUISCE UN SORTEGGIO 27

28 Clausole relative a IMPEGNI PERSONALI A FAVORE DELLA SOCIETÀ: Obbligo di ciascun socio di assumere il regime matrimoniale della separazione dei beni. 28

29 Clausola di SUCCESSIONE: Esempio: il presente patto di azionariato continua anche con i successori a titolo universale o particolare dell azionista defunto. Ogni erede legale o istituito così come tutti i legatari diventano pertanto parte della presente convenzione. 29

30 Un caso concreto 30

31 Azienda con più soci Situazione di partenza: Marco Gialli e Franco Bluoni, classe 1975, sono cresciuti nello stesso villaggio nel Canton Ticino e sono da sempre grandi amici. Gialli ha studiato chimica al Politecnico federale di Zurigo, dove ha conseguito un dottorato in biologica molecolare e uno in biofisica. Bluoni si è laureato in economica all Università di San Gallo e ha conseguito un MBA all Harvard Business School negli Stati Uniti. A metà 2008 Gialli e Bluoni si sono ritrovati a Dallas alle dipendenze di una società di punta specializzata nella produzione e commercializzazione di vernici, controllata da un importante gruppo petrolifero texano: Gialli in qualità di direttore di produzione e Bluoni di responsabile dello sviluppo commerciale e membro della direzione generale. 31

32 Gialli si è sposato nel settembre 2012 con una ragazza ticinese che fa la casalinga, dalla quale ha avuto un figlio 2 anni prima; la moglie è in attesa del secondogenito. Bluoni è attualmente celibe ma ha una relazione con una ragazza tedesca che ha appena concluso un dottorato in letteratura inglese all università di Harvard. I due intendono sposarsi nel In considerazione della situazione personale di entrambi e dell esperienza maturata, a fine 2012 Gialli e Bluoni hanno lasciato gli Stati Uniti per rientrare in Ticino dove hanno unito le loro competenze e hanno fondato la società Verdoni SA, azienda altamente specializzata attiva nello sviluppo, nella produzione e nella commercializzazione di nanoparticelle per vernici e inchiostri. Gialli e Bluoni partecipano al capitale di Verdoni SA in ragione di ½ ciascuno. 32

33 Aspetti critici e rischi a) Verdoni SA è per il momento totalmente dipendente dalla figura dei propri fondatori, segnatamente: da Gialli per la parte tecnico-produttiva e da Bluoni per la parte commerciale. In caso di morte o invalidità di uno dei due soci: - Verdoni SA dovrà avere le risorse per sostituire uno degli uomini chiave; - Il ruolo di socio è strettamente correlato alla funzione specifica occupata in seno all attività commerciale dell azienda. 33

34 b) Gialli e Bluoni sono relativamente giovani e hanno una situazione famigliare non ancora consolidata. In caso di divorzio, un socio sarà tenuto a liquidare le pretese patrimoniali della moglie che potrebbero includere rivendicazioni sul valore dell azienda; il socio potrebbe così trovarsi a non avere la liquidità necessaria ed essere costretto a cedere alla moglie o a realizzare parte delle azioni. 34

35 c) Le rispettive mogli non hanno alcuna competenza specifica in relazione all attività aziendale di Verdoni SA: In caso di morte di un socio le azioni passerebbero agli eredi, con il rischio per l altro socio di subire interferenze nel processo decisionale, per esempio con l intromissione della vedova nelle scelte aziendali, rispettivamente con la cessione da parte della vedova delle azioni a terzi, per esempio concorrenti. 35

36 Ipotesi di Pianificazione: a) Dipendenza dell attività aziendale della società dai suoi soci 20 marzo 2013 MATTEI studio legale e notarile 36

37 1. PATTO D AZIONARIATO Diritto di prelazione / Diritto di compera (preferibile) a favore di un socio sulle azioni dell altro in caso di morte rispettivamente di invalidità di quest ultimo. Clausola di successione Esempio: il presente patto di azionariato continua anche con i successori a titolo universale o particolare dell azionista defunto. Ogni erede legale o istituito così come tutti i legatari diventano pertanto parte della presente convenzione. 37

38 Impegno personale in favore della società Impegno a concludere con gli eredi un patto successorio che rafforzi gli obblighi del patto d azionariato! Non sempre possibile, per esempio in caso di figli minorenni. 2. PRODOTTI ASSICURATIVI SWISSLIFE 38

39 b) Rischio divorzio di un socio 1. PATTO D AZIONARIATO Impegno a concludere una convenzione matrimoniale che escluda la società dagli acquisti (regime della separazione dei beni) 2. CONTRATTO MATRIMONIALE 39

40 GRAZIE PER L ATTENZIONE 40

ESAME ABILITAZIONE GEOMETRI - ANNO 2014 Corso praticanti DIRITTO E CONDOMINIO - MAGGIO 2014

ESAME ABILITAZIONE GEOMETRI - ANNO 2014 Corso praticanti DIRITTO E CONDOMINIO - MAGGIO 2014 LA SUCCESSIONE La successione per causa di morte è il passaggio di beni e di diritti da una persona defunta agli aventi diritto. Normalmente, come previsto dal codice civile, l'apertura della successione

Dettagli

Quesiti frequenti sulle successioni

Quesiti frequenti sulle successioni Quesiti frequenti sulle successioni Le successioni ereditarie comportano questioni delicate e talvolta difficili da risolvere. Rivolgetevi ad un nostro sportello per ricevere informazioni dettagliate relative

Dettagli

LA PIANIFICAZIONE PATRIMONIALE IV: La successione.

LA PIANIFICAZIONE PATRIMONIALE IV: La successione. LA PIANIFICAZIONE PATRIMONIALE IV: La successione. La società fiduciaria, attraverso l ampio novero di soluzioni applicabili, risulta essere uno strumento molto valido al fine di soddisfare le esigenze

Dettagli

IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO?

IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO? IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO? La maggior parte di noi non si pone neppure la domanda. In Italia, quella di fare testamento è una pratica poco utilizzata. Spesso ci rifiutiamo per paura, per incertezza

Dettagli

Principi di diritto successorio

Principi di diritto successorio Principi di diritto successorio Introduzione Quando una persona muore, alcune situazioni giuridiche ad essa ricollegabili si trasferiscono ad altri soggetti e si parla di c.d. successione mortis causa.

Dettagli

TIPOLOGIE DI SUCCESSIONE SCHEDA 2

TIPOLOGIE DI SUCCESSIONE SCHEDA 2 TIPOLOGIE DI SUCCESSIONE SCHEDA 2 TIPOLOGIE DI SUCCESSIONI La successione legittima. È la successione disposta dalla legge, qualora il soggetto deceduto, non abbia disposto, in tutto o in parte, dei suoi

Dettagli

La successione legittima: devoluzione, esclusione del coniuge dall'eredità, minori, gradi di parentela

La successione legittima: devoluzione, esclusione del coniuge dall'eredità, minori, gradi di parentela Pubblicata su FiscoOggi.it (http://www.fiscooggi.it) Analisi e commenti LA SUCCESSIONE (4) La successione legittima: devoluzione, esclusione del coniuge dall'eredità, minori, gradi di parentela 4. La succesione

Dettagli

www.gaglione.it La successione a causa di morte Normativa di diritto civile

www.gaglione.it La successione a causa di morte Normativa di diritto civile La successione a causa di morte Normativa di diritto civile Le regole della successione a causa di morte disciplinano il passaggio del patrimonio e la continuazione di tutti i rapporti giuridici attivi

Dettagli

Il passaggio generazionale: questioni giuridiche e fattori di successo - aspetti giuridici -

Il passaggio generazionale: questioni giuridiche e fattori di successo - aspetti giuridici - Il passaggio generazionale: questioni giuridiche e fattori di successo - aspetti giuridici - Verona, 29 settembre 2011 Avv. Simone Rossi Passaggio generazionale Trasferimento della proprietà e della gestione

Dettagli

Se non esistono successori testamentari o legittimi entro il sesto grado, l eredità si dice vagante e il patrimonio va allo Stato.

Se non esistono successori testamentari o legittimi entro il sesto grado, l eredità si dice vagante e il patrimonio va allo Stato. SUCCESSIONI EREDITARIE 1) Che cos è la successione? La successione è il trasferimento dei beni dal defunto ( de cuius) agli aventi diritto, che possono essere eredi quando c è un legame di parentela o

Dettagli

Ordine dei Dottori Agronomi. delle province di Pisa, Lucca e Massa Carrara

Ordine dei Dottori Agronomi. delle province di Pisa, Lucca e Massa Carrara Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali delle province di Pisa, Lucca e Massa Carrara LA SUCCESSIONE EREDITARIA Norme previste dal Codice Civile Consistenza dell asse ereditario Valutazione dell

Dettagli

Tipi di testamento Testamento Olografo

Tipi di testamento Testamento Olografo L eredità viene trasmessa secondo quanto disposto nel testamento, oppure in assenza di questo, secondo quanto stabilito per legge (successione legittima). Chi intende regolare la propria successione secondo

Dettagli

ESAME INTEGRATIVO ALLA TERZA LICEO OS ECONOMIA E DIRITTO Agosto 2014

ESAME INTEGRATIVO ALLA TERZA LICEO OS ECONOMIA E DIRITTO Agosto 2014 ESAME INTEGRATIVO ALLA TERZA LICEO OS ECONOMIA E DIRITTO Agosto 2014 Liceo cantonale di Lugano 2 Giovedì 21 agosto 2014 Aula: 208 ore 8.30 Cognome:... Nome:... Valutazione:... 1 ARGOMENTI D ESAME: 1. Operatore

Dettagli

La successione ereditaria

La successione ereditaria La successione ereditaria La successione ereditaria è legata ad un evento triste e spesso rimosso dai propri pensieri: la morte; essa è, però, ineludibile, per questo a tutti sarebbe utile conoscere i

Dettagli

Codice civile svizzero

Codice civile svizzero Codice civile svizzero (Diritto successorio) Modifica del... L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto il messaggio del Consiglio federale del..., decreta: I Il Codice civile svizzero è

Dettagli

CONVEGNO Convivenze tutelate e funzione notarile

CONVEGNO Convivenze tutelate e funzione notarile CONVEGNO Convivenze tutelate e funzione notarile Milano, 7 marzo 2014 TECNICHE REDAZIONALI E CONVIVENZE (ovvero come ovviare sul piano negoziale all assenza di una normativa sulla convivenza) Giovanni

Dettagli

Unione domestica registrata: modo d uso. Circolo dei giuristi, 14 giugno 2007 Emanuela Epiney-Colombo

Unione domestica registrata: modo d uso. Circolo dei giuristi, 14 giugno 2007 Emanuela Epiney-Colombo Unione domestica registrata: modo d uso Circolo dei giuristi, 14 giugno 2007 Emanuela Epiney-Colombo Indice Introduzione Registrazione Effetti Conclusioni Unione domestica registrata 2 I. Introduzione

Dettagli

DECESSO DEL LAVORATORE DIPENDENTE

DECESSO DEL LAVORATORE DIPENDENTE DECESSO DEL LAVORATORE DIPENDENTE In caso di decesso del lavoratore dipendente sono previste diverse modalità di tassazione a seconda che si tratti delle somme già corrisposte al lavoratore o di somme

Dettagli

CONVEGNO Gli assetti successori delle famiglie ricomposte dopo la L. 219/2012 e il D.lgs 154/2013

CONVEGNO Gli assetti successori delle famiglie ricomposte dopo la L. 219/2012 e il D.lgs 154/2013 CONVEGNO Gli assetti successori delle famiglie ricomposte dopo la L. 219/2012 e il D.lgs 154/2013 Bolzano 21 marzo 2014 DIRITTO EREDITARIO E CASISTICA NOTARILE PRIMA E DOPO LA L. 219/2012 E IL D.LGS 154/2013

Dettagli

DISCIPLINA DELLE SUCCESSIONI LA SUCCESSIONE LEGITTIMA

DISCIPLINA DELLE SUCCESSIONI LA SUCCESSIONE LEGITTIMA DISCIPLINA DELLE SUCCESSIONI Quando una persona viene a mancare è sempre necessario predisporre la cosiddetta denuncia di successione, da parte degli eredi stessi. Attualmente la legge prevede che la successione

Dettagli

CONVIVENTI E COPPIE GAY: I NUOVI DIRITTI AGGIORNAMENTI

CONVIVENTI E COPPIE GAY: I NUOVI DIRITTI AGGIORNAMENTI CONVIVENTI E COPPIE GAY: I NUOVI DIRITTI AGGIORNAMENTI Il Parlamento ha approvato la legge che istituisce l unione civile tra persone dello stesso sesso e disciplina le convivenze di fatto. Per quanto

Dettagli

INDICE TITOLO II: DELLE SUCCESSIONI LEGITTIME

INDICE TITOLO II: DELLE SUCCESSIONI LEGITTIME INDICE TITOLO II: DELLE SUCCESSIONI LEGITTIME Art. 565 (Categorie dei successibili) 1. Successione legittima e famiglia: dalla Riforma del 75 al progetto di Riforma della filiazione.............................

Dettagli

Promemoria relativo alla polizza di previdenza vincolata (pilastro 3a), valido a partire dal 1 gennaio 2008

Promemoria relativo alla polizza di previdenza vincolata (pilastro 3a), valido a partire dal 1 gennaio 2008 Promemoria relativo alla polizza di previdenza vincolata (pilastro 3a), valido a partire dal 1 gennaio 2008 1. Ordinamento dei beneficiari I contratti del pilastro 3a devono comprendere obbligatoriamente

Dettagli

Proposta di legge "Del Patto Civile di Solidarietà"Presentata dall'on. Dario Rivolta e altri

Proposta di legge Del Patto Civile di SolidarietàPresentata dall'on. Dario Rivolta e altri Proposta di legge "Del Patto Civile di Solidarietà"Presentata dall'on. Dario Rivolta e altri Onorevoli colleghi, la Proposta di Legge per istituire il Patto Civile di Solidarietà nasce dalle nuove esigenze

Dettagli

INDICE SOMMARIO PARTE PRIMA CATEGORIE SUCCESSORIE E INTERESSI FONDAMENTALI CAPITOLO PRIMO CARATTERI DEL SISTEMA TRA RINNOVAMENTO E STASI

INDICE SOMMARIO PARTE PRIMA CATEGORIE SUCCESSORIE E INTERESSI FONDAMENTALI CAPITOLO PRIMO CARATTERI DEL SISTEMA TRA RINNOVAMENTO E STASI INDICE SOMMARIO PARTE PRIMA CATEGORIE SUCCESSORIE E INTERESSI FONDAMENTALI CARATTERI DEL SISTEMA TRA RINNOVAMENTO E STASI 1. Interessi successori e strumenti di attuazione....................... p. 4 2.

Dettagli

Condizioni generali d assicurazione. Polizze di libero passaggio. Edizione 2013. Tanto facile. Chiedete a noi. T 058 280 1000 (24 h), www.helvetia.

Condizioni generali d assicurazione. Polizze di libero passaggio. Edizione 2013. Tanto facile. Chiedete a noi. T 058 280 1000 (24 h), www.helvetia. Condizioni generali d assicurazione Polizze di libero passaggio Edizione 2013 Tanto facile. Chiedete a noi. T 058 280 1000 (24 h), www.helvetia.ch Indice 1 Stipulazione dell assicurazione 3 2 Prestazioni

Dettagli

15. Posizione del successibile prima dell apertura della successione... 29

15. Posizione del successibile prima dell apertura della successione... 29 INDICE-SOMMARIO Capitolo I. NOZIONI INTRODUTTIVE 1. La successione a causa di morte............... 1 2. Fondamento della successione a causa di morte. Successione testamentaria e successione legittima.....................

Dettagli

GLOSSARIO del diritto di famiglia e delle successioni

GLOSSARIO del diritto di famiglia e delle successioni GLOSSARIO del diritto di famiglia e delle successioni www.leggiitaliane.it Accettazione dell eredità atto negoziale unilaterale mediante il quale il chiamato fa propria l eredità che gli è conferita per

Dettagli

Il dopo di noi La sostituzione fedecommissaria L usufrutto

Il dopo di noi La sostituzione fedecommissaria L usufrutto Il dopo di noi E comune, per i genitori o per il coniuge o comunque per gli stretti parenti di una persona con disabilità, la preoccupazione per l ipotesi in cui il loro familiare abbia da sopravvivere

Dettagli

Sapere tutto il necessario

Sapere tutto il necessario a b Sapere tutto il necessario Successione Le risposte in materia di eredità e lasciti Indice 05 Introduzione 06 Fare il punto della situazione Qual è la vostra situazione attuale? 06 L inventario 08 Regole

Dettagli

ITG A. POZZO LEZIONI DI ESTIMO. Stima delle successioni ereditarie. Classi 5^ LB-LC-SA Anno scolastico 2009/10. Prof. Romano Oss

ITG A. POZZO LEZIONI DI ESTIMO. Stima delle successioni ereditarie. Classi 5^ LB-LC-SA Anno scolastico 2009/10. Prof. Romano Oss ITG A. POZZO LEZIONI DI ESTIMO Stima delle successioni ereditarie Classi 5^ LB-LC-SA Anno scolastico 2009/10 Prof. Romano Oss Si ha successione quando uno o più soggetti (successori o aventi causa) subentrano

Dettagli

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI 4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) gli assicurati cui un danno alla salute di lunga

Dettagli

http://alca.intra.infocamere.it/esam/esamiquestservlet

http://alca.intra.infocamere.it/esam/esamiquestservlet Page 1 of 10 DIRITTO DI FAMIGLIA - SUCCESSIONI - DONAZIONI 1) Quale dei seguenti beni non rientra nella comunione legale dei beni? A [ ] beni immobili acquistati dopo il matrimonio B [*] beni immobili

Dettagli

PATRIMONIA SUMMIT 2 0 1 4 SUNT SERVANDA

PATRIMONIA SUMMIT 2 0 1 4 SUNT SERVANDA PATRIMONIA SUMMIT 2 0 1 4 SUNT SERVANDA Wealth(Planning(di(Azimut( come(risposta(alle(esigenze(di( passaggio(generazionale(dei( nostri(clienti 2 PARTE I TRUST La struttura giuridica Il Trust è un istituto

Dettagli

La successione per causa di morte

La successione per causa di morte L impresa di famiglia alla prova del passaggio generazionale: l importanza della pianificazione La successione dell imprenditore: destino o pianificazione? La successione per causa di morte Relatori notai

Dettagli

È il sistema di calcolo valido per coloro che sono stati assunti dopo il 31 dicembre 1995 ed è legato alla totalità dei contributi versati.

È il sistema di calcolo valido per coloro che sono stati assunti dopo il 31 dicembre 1995 ed è legato alla totalità dei contributi versati. PENSIONI In virtù del principio della territorialità dell obbligo assicurativo, i lavoratori devono essere assicurati ai fini previdenziali ed assistenziali nel Paese in cui svolgono attività lavorativa.

Dettagli

TRUSTS. Avv. Nunzio Dario Latrofa. BARI Scuola Forense 2002

TRUSTS. Avv. Nunzio Dario Latrofa. BARI Scuola Forense 2002 TRUSTS Avv. Nunzio Dario Latrofa BARI Scuola Forense 2002 1 Usi del trust I principali usi del trust: ottimizzazione della disciplina fiscale; trasferimento dei beni localizzati in Paesi diversi da quello

Dettagli

Fondazione indipendente di libero passaggio di Zurigo. Regolamento di previdenza La fondazione indipendente di libero passaggio di Zurigo

Fondazione indipendente di libero passaggio di Zurigo. Regolamento di previdenza La fondazione indipendente di libero passaggio di Zurigo Fondazione indipendente di libero passaggio di Zurigo Regolamento di previdenza La fondazione indipendente di libero passaggio di Zurigo Indice ------------ Articolo 1 Articolo 2 Articolo 3 Articolo 4

Dettagli

APPUNTI IN MATERIA DI SUCCESSIONI UTILI PER IL MEDIATORE CIVILE

APPUNTI IN MATERIA DI SUCCESSIONI UTILI PER IL MEDIATORE CIVILE APPUNTI IN MATERIA DI SUCCESSIONI UTILI PER IL MEDIATORE CIVILE Art. 5 D.lgs. 4 marzo 2010 n. 28 Chi intende esercitare in giudizio un azione relativa ad una controversia in material di succession ereditarie

Dettagli

APPUNTI IN MATERIA DI SUCCESSIONI UTILI PER IL MEDIATORE CIVILE

APPUNTI IN MATERIA DI SUCCESSIONI UTILI PER IL MEDIATORE CIVILE APPUNTI IN MATERIA DI SUCCESSIONI UTILI PER IL MEDIATORE CIVILE Art. 5 D.lgs. 4 marzo 2010 n. 28 Chi intende esercitare in giudizio un azione relativa ad una controversia in material di succession ereditarie

Dettagli

COMUNE DI LA LOGGIA (Provincia di Torino) Cod. Fiscale 84500810019 Tel. 011-9629082 Fax 011-9628816

COMUNE DI LA LOGGIA (Provincia di Torino) Cod. Fiscale 84500810019 Tel. 011-9629082 Fax 011-9628816 COMUNE DI LA LOGGIA (Provincia di Torino) Cod. Fiscale 84500810019 Tel. 011-9629082 Fax 011-9628816 UFFICIO DELLO STATO CIVILE PROCEDURA PER LA PUBBLICAZIONI DI MATRIMONIO PER MATRIMONIO CIVILE Con l atto

Dettagli

S t u d y A r c h i t e c t u r e & I n t e r i o r D e s i g n

S t u d y A r c h i t e c t u r e & I n t e r i o r D e s i g n DISCIPLINA DELLE SUCCESSIONI Quando una persona viene a mancare è sempre necessario predisporre la cosiddetta denuncia di successione, da parte degli eredi stessi. Attualmente la legge prevede che la successione

Dettagli

RIEPILOGO SITUAZIONE EREDITARIA in assenza di testamento aggiornata al 02/07/15

RIEPILOGO SITUAZIONE EREDITARIA in assenza di testamento aggiornata al 02/07/15 RIEPILOGO SITUAZIONE EREDITARIA in assenza di testamento aggiornata al 02/07/15 Premessa Pag.2 Mappatura degli eredi Pag.3 Posizione globale eredi Pag.5 Documento riservato! Dossier: 1 pagina 1 PREMESSA

Dettagli

2010 I percorsi formativi DI

2010 I percorsi formativi DI www.professionefinanza.com www.pfacademy.it 2010 I percorsi formativi DI PROFESSIONE FINANZA Sommario Descrizione e finalità pag 2 Programma dettagliato pag 3 Sede e durata pag 4 Docenti pag 4 La Pianificazione

Dettagli

Portrait. Contributi e prestazioni. Piani assicurativi e le loro possibilità di combinazione Disposizioni comuni

Portrait. Contributi e prestazioni. Piani assicurativi e le loro possibilità di combinazione Disposizioni comuni Portrait Contributi e prestazioni Piani assicurativi e le loro possibilità di combinazione Disposizioni comuni Sono determinanti le disposizioni del Regolamento Berna, febbraio 2008 I nostri Piani delle

Dettagli

FILIAZIONE: TUTTI I FIGLI SONO UGUALI. I figli sono semplicemente figli, questo non più solo sotto il profilo

FILIAZIONE: TUTTI I FIGLI SONO UGUALI. I figli sono semplicemente figli, questo non più solo sotto il profilo FILIAZIONE: TUTTI I FIGLI SONO UGUALI I figli sono semplicemente figli, questo non più solo sotto il profilo affettivo ma anche davanti alla legge. La riforma sulla filiazione 1 ha definitivamente abolito

Dettagli

QUESTIONARIO per la preparazione dell atto notorio relativo ad una domanda di rilascio di un certificato di eredità

QUESTIONARIO per la preparazione dell atto notorio relativo ad una domanda di rilascio di un certificato di eredità QUESTIONARIO per la preparazione dell atto notorio relativo ad una domanda di rilascio di un certificato di eredità Si prega di scrivere a macchina o in stampatello. Tutte le denominazioni, come p.e. defunto,

Dettagli

TRUST, PATTO DI FAMIGLIA E SUCCESSIONE GENERAZIONALE DI IMPRESE E PATRIMONI

TRUST, PATTO DI FAMIGLIA E SUCCESSIONE GENERAZIONALE DI IMPRESE E PATRIMONI TRUST, PATTO DI FAMIGLIA E SUCCESSIONE GENERAZIONALE DI IMPRESE E PATRIMONI prof. avv. DARIO STEVANATO Piacenza, 25 marzo 2006 1 IL PATTO DI FAMIGLIA Il nuovo patto di di famiglia (art. 768-bis c.c.) risponde

Dettagli

La vostra consulenza personale. Il futuro comincia qui.

La vostra consulenza personale. Il futuro comincia qui. La vostra consulenza personale Il futuro comincia qui. Qualunque sia la fase della vita in cui vi trovate, noi vi diamo sicurezza finanziaria. La vostra consulenza personale 3 La vostra consulenza personale

Dettagli

Diritto in diretta ogni venerdì alle ore 9,00

Diritto in diretta ogni venerdì alle ore 9,00 Diritto in diretta l'avv. Daniela Bardoni risponderà ai quesiti degli ascoltatori. Per aiutarvi nelle controversie grandi e piccole della vita quotidiana Partecipa in diretta 06 899291 Sms/Wapp 393 8992913

Dettagli

3.03 Prestazioni dell AVS Rendite per superstiti dell AVS

3.03 Prestazioni dell AVS Rendite per superstiti dell AVS 3.03 Prestazioni dell AVS Rendite per superstiti dell AVS Stato al 1 gennaio 2016 In breve Le rendite per superstiti hanno lo scopo di evitare che, al decesso del coniuge, di uno o di entrambi i genitori,

Dettagli

Corso di perfezionamento in. Governance del patrimonio e passaggio generazionale

Corso di perfezionamento in. Governance del patrimonio e passaggio generazionale Università degli Studi di Brescia con il patrocinio di Gruppo Generali S.p.A. Corso di perfezionamento in Governance del patrimonio e passaggio generazionale Programma 12 incontri da 8 ore ciascuno (4

Dettagli

La famiglia e le successioni: verifiche di fine modulo

La famiglia e le successioni: verifiche di fine modulo di Tonino Jannicelli e Massimo Maceroni docenti di Discipline giuridiche La famiglia e le successioni: verifiche di fine modulo La valutazione delle competenze cognitive Sul numero 34 di Strumenti avevamo

Dettagli

Che cos'è la dichiarazione di successione e quando va presentata per legge

Che cos'è la dichiarazione di successione e quando va presentata per legge Premessa Affrontare la scomparsa di una persona cara è certamente una delle cose più difficili della nostra vita e non è bello ritrovarsi, dopo poche ore, a dover affrontare anche le questioni burocratiche

Dettagli

Limitazioni in materia di trattamenti pensionistici di reversibilità A.C. 1847. reversibilità

Limitazioni in materia di trattamenti pensionistici di reversibilità A.C. 1847. reversibilità Autore: Titolo: Camera dei deputati - XVI Legislatura - Dossier di documentazione (Versione per stampa) Riferimenti: Servizio Studi - Dipartimento lavoro Limitazioni in materia di trattamenti pensionistici

Dettagli

Tracce Prove Scritte. Concorso Notarile 2013. www.notaio.org

Tracce Prove Scritte. Concorso Notarile 2013. www.notaio.org Tracce Prove Scritte Concorso Notarile 2013 Atto inter vivos - Diritto Commerciale La società Alfa spa, con sede in Roma, partecipata in maniera paritaria da Tizio e Caio e amministrata dalla società Gamma

Dettagli

Regolamento J. Safra Sarasin Fondazione pilastro 3a

Regolamento J. Safra Sarasin Fondazione pilastro 3a Regolamento J. Safra Sarasin Fondazione pilastro 3a Agosto 2015 Regolamento Regolamento In base dell art. 8 dello statuto della J. Safra Sarasin Fondazione pilastro 3a (qui di seguito chiamata Fondazione),

Dettagli

ALESSANDRO NAZARI ENRICO ZECCHINATO GALLO NOTAI ASSOCIATI

ALESSANDRO NAZARI ENRICO ZECCHINATO GALLO NOTAI ASSOCIATI 1 NOZIONE DI SUCCESSIONE Si ha successione quando uno o più soggetti (successori o aventi causa) subentrano a un altro soggetto (autore o dante causa) nella titolarità di diritti o obblighi di carattere

Dettagli

Collegio dei geometri Della Provincia di Barletta - Andria - Trani. CORSO DI FORMAZIONE PER CONSULENTI TECNICI DI UFFICIO Maggio 2014

Collegio dei geometri Della Provincia di Barletta - Andria - Trani. CORSO DI FORMAZIONE PER CONSULENTI TECNICI DI UFFICIO Maggio 2014 Successioni ereditarie: generalità La morte di una persona non comporta lo scioglimento di tutti i vincoli economici e giuridici che esistevano fra il defunto e le altre persone che con lui avevano rapporti.

Dettagli

3.03 Prestazioni dell AVS Renditi per superstiti dell AVS

3.03 Prestazioni dell AVS Renditi per superstiti dell AVS 3.03 Prestazioni dell AVS Renditi per superstiti dell AVS Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Le rendite per superstiti hanno lo scopo di evitare che, al decesso del coniuge, di uno o di entrambi i genitori,

Dettagli

Previdenza privata. Pianificate la vostra qualità di vita/

Previdenza privata. Pianificate la vostra qualità di vita/ Previdenza privata Pianificate la vostra qualità di vita/ Il vostro futuro poggia già su tre pilastri?/ Un futuro finanziario all altezza delle aspettative poggia su tre pilastri. Per questo vale sempre

Dettagli

SCUOLA DI NOTARIATO DELLA LOMBARDIA CORSO SUCCESSIONI Anno accademico 2013/2014

SCUOLA DI NOTARIATO DELLA LOMBARDIA CORSO SUCCESSIONI Anno accademico 2013/2014 SCUOLA DI NOTARIATO DELLA LOMBARDIA CORSO SUCCESSIONI Anno accademico 2013/2014 Le lezioni si svolgono al mercoledì (dalle 11 alle 12,30) ed il venerdì (dalle 11 alle 12,30). In questo anno accademico,

Dettagli

Avv. Gian Carlo Sessa

Avv. Gian Carlo Sessa S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LE LITI SUCCESSORIE: LE CONTROVERSIE TIPICHE E QUELLE ATIPICHE, IN PARTICOLARE SOCIETARIE. (Le principali tipologie di liti tipiche e le liti atipiche ) Avv.

Dettagli

Regolamento della previdenza della Tellco fondazione di libero passaggio

Regolamento della previdenza della Tellco fondazione di libero passaggio Regolamento della previdenza della Tellco fondazione di libero passaggio valevoli dal 06.06.2011 Tellco fondazione di libero passaggio Bahnhofstrasse 4 Casella postale 713 CH-6413 Svitto t + 41 41 817

Dettagli

DANNO PATRIMONIALE DANNO NON PATRIMONIALE. Danno morale Carducci DANNO ALLA PERSONA RISARCIMENTO DANNO

DANNO PATRIMONIALE DANNO NON PATRIMONIALE. Danno morale Carducci DANNO ALLA PERSONA RISARCIMENTO DANNO DANNO ALLA PERSONA LESIONI FISICHE DECESSO RISARCIMENTO DANNO DANNO PATRIMONIALE DANNO NON PATRIMONIALE Mancato guadagno, spese sostenute a seguito del sinistro Danno biologico (comma 2 art. 139 del Codice

Dettagli

Il trasferimento generazionale della farmacia privata: il patto di famiglia e il trasferimento mortis causa

Il trasferimento generazionale della farmacia privata: il patto di famiglia e il trasferimento mortis causa Il trasferimento generazionale della farmacia privata: il patto di famiglia e il trasferimento mortis causa Dott. Marino Mascheroni Professore a contratto di Diritto Tributario Università di Milano Il

Dettagli

1 pilastro, AVS / AI Garanzia del minimo esistenziale

1 pilastro, AVS / AI Garanzia del minimo esistenziale 1 pilastro, AVS / AI Garanzia del minimo esistenziale La previdenza statale, nell ambito dell AVS/ AI, garantisce il minimo di sussistenza a tutta la popolazione. 1. Contesto In Svizzera la previdenza

Dettagli

Regolamento di previdenza

Regolamento di previdenza Regolamento di previdenza Liberty 3a Fondazione di previdenza Sommario Art. 1 Scopo Art. 2 Oggetto del regolamento Art. 3 Stipulazione dell accordo di previdenza Art. 4 Contributi Art. 5 Imposte Art. 6

Dettagli

va presentata entro 12 mesi dalla data di apertura della successione

va presentata entro 12 mesi dalla data di apertura della successione va presentata entro 12 mesi dalla data di apertura della successione Indicare l Ufficio Territoriale della Direzione Provinciale nella cui circoscrizione era l ultima residenza del defunto. In caso di

Dettagli

TRATTAMENTO DI PENSIONE AI SUPERSTITI Vademecum

TRATTAMENTO DI PENSIONE AI SUPERSTITI Vademecum TRATTAMENTO DI PENSIONE AI SUPERSTITI Vademecum 1 TRATTAMENTO DI PENSIONE AI SUPERSTITI Vademecum 1. Premessa Preliminarmente va sottolineato che la reversibilità ha natura previdenziale e non assistenziale.

Dettagli

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG 20.12.2002) (Pubblicato nel supplemento straordinario alla G.U. - 4^ s.s. del 28.03.2003)

Dettagli

Passaggio generazionale: fiscalità tra vincoli ed opportunità

Passaggio generazionale: fiscalità tra vincoli ed opportunità Il passaggio generazionale nella Famiglia e nell Impresa Passaggio generazionale: fiscalità tra vincoli ed opportunità Paolo Ludovici Bergamo, 2 luglio 2013 Imposta sulle successioni e donazioni: aliquote

Dettagli

FISCO E CASA: SUCCESSIONI E DONAZIONI

FISCO E CASA: SUCCESSIONI E DONAZIONI FISCO E CASA: SUCCESSIONI E DONAZIONI Gli aggiornamenti più recenti dichiarazione di successione imposte ipotecaria e catastale aggiornamento gennaio 2015 ALIQUOTE FRANCHIGIA MODELLO 4 PRIMA CASA IMPOSTA

Dettagli

LA PENSIONE AI SUPERSTITI (REVERSIBILITA )

LA PENSIONE AI SUPERSTITI (REVERSIBILITA ) LA PENSIONE AI SUPERSTITI (REVERSIBILITA ) DUE TIPI DI PENSIONE La pensione ai superstiti può essere: 1) DI REVERSIBILITA' : se il defunto è già titolare di pensione diretta (vecchiaia, inabilità, anzianità).

Dettagli

QUESTIONARIO DI DIRITTO CIVILE

QUESTIONARIO DI DIRITTO CIVILE QUESTIONARIO DI DIRITTO CIVILE 1. Cosa si intende per capacità giuridica? A) L idoneità di un soggetto di acquisire o cedere diritti ovvero assumere doveri attraverso il compimento di atti giuridici validi

Dettagli

Opzione specifica Economia e Diritto. Liceo Cantonale di Lugano 2

Opzione specifica Economia e Diritto. Liceo Cantonale di Lugano 2 Opzione specifica Economia e Diritto Liceo Cantonale di Lugano 2 Nome: Cognome: Punti: Valutazione: ARGOMENTI D ESAME punteggio massimo 1) Il regime dei beni fra i coniugi punti 9 2) Budget delle economie

Dettagli

STUDIO DE POLI - VENEZIA

STUDIO DE POLI - VENEZIA IL TRUST: COS È, IN BREVE di Ilaria Della Vedova Avvocato dello Studio De Poli Venezia Membro dell organismo Professionisti Accreditati in materia di Trust 1) Che cos è il trust? È un istituto di origine

Dettagli

SOMMARIO. Tabella delle abbreviazioni...

SOMMARIO. Tabella delle abbreviazioni... SOMMARIO Tabella delle abbreviazioni... XXIII 357 DIRITTO DELLE PERSONE FISICHE, DEI MINORI ED INCAPACI di ADRIANO PISCHETOLA VI.357.1 Atto di disposizione del proprio corpo relativamente alle tecniche

Dettagli

Tutti caratterizzati da effetto segregativo

Tutti caratterizzati da effetto segregativo Il fondo patrimoniale i quale strumento di protezione del patrimonio i familiare Confronto tra fondo patrimoniale e trust di Maurizio Casalini 1 Esempi di patrimoni separati Fondo patrimoniale Accettazione

Dettagli

3.03 Stato al 1 gennaio 2011

3.03 Stato al 1 gennaio 2011 3.03 Stato al 1 gennaio 2011 Rendite per superstiti dell AVS Rendite per superstiti 1 Le rendite per superstiti hanno lo scopo di evitare che, al decesso del coniuge, del padre o della madre, i superstiti

Dettagli

TRUST E DIRITTO DI FAMIGLIA: APPLICAZIONI PRATICHE

TRUST E DIRITTO DI FAMIGLIA: APPLICAZIONI PRATICHE TRUST E DIRITTO DI FAMIGLIA: APPLICAZIONI PRATICHE MILANO, 19 giugno 2007 Avv. Mariagrazia Monegat Autonomia negoziale dei coniugi Convenzioni matrimoniali Separazione consensuale Divorzio congiunto Garanzia

Dettagli

Per capire questo assunto è però opportuno partire dai concetti di successione <> e di successione <>.

Per capire questo assunto è però opportuno partire dai concetti di successione <<legittima>> e di successione <<necessaria>>. A001446, 1 A001446 FONDAZIONE INSIEME onlus. Da ilsole24ore del 20/11/2008, pag. 11 di Angelo Busani, giornalista. Per la lettura completa

Dettagli

MASSIME DIRITTO DI FAMIGLIA. Corte di Cassazione Sez. I civ. 11 Giugno 2014, n 13217 (Pres.

MASSIME DIRITTO DI FAMIGLIA. Corte di Cassazione Sez. I civ. 11 Giugno 2014, n 13217 (Pres. MASSIME DIRITTO DI FAMIGLIA Corte di Cassazione Sez. I civ. 11 Giugno 2014, n 13217 (Pres. Luccioli; Rel. Mercolino) Famiglia Fecondazione artificiale eterologa Morte del coniuge prima della nascita Disconoscimento

Dettagli

1.03 Stato al 1 gennaio 2012

1.03 Stato al 1 gennaio 2012 1.03 Stato al 1 gennaio 2012 Accrediti per compiti assistenziali Base legale 1 Le disposizioni legali prevedono che, per il calcolo delle rendite, possano essere conteggiati anche accrediti per compiti

Dettagli

Previdenza individuale Protezione della famiglia e dei partner commerciali. I colpi del destino non bloccano la vita

Previdenza individuale Protezione della famiglia e dei partner commerciali. I colpi del destino non bloccano la vita Previdenza individuale Protezione della famiglia e dei partner commerciali I colpi del destino non bloccano la vita Previdenza individuale Vaudoise Proteggere la famiglia e l impresa Individuare le vostre

Dettagli

Introduzione... p. 7 Le successioni ereditarie...» 7 La successione testamentaria...» 11

Introduzione... p. 7 Le successioni ereditarie...» 7 La successione testamentaria...» 11 5 Indice Introduzione... p. 7 Le successioni ereditarie...» 7 La successione testamentaria...» 11 Procedura di installazione di Successioni e Volture...» 12 Richiesta della password utente...» 12 Requisiti

Dettagli

Aspetti civilistici; cenni generali e inquadramento delle fattispecie

Aspetti civilistici; cenni generali e inquadramento delle fattispecie S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Tutela del patrimonio: le successioni e le donazioni Aspetti civilistici; cenni generali e inquadramento delle fattispecie Avv. Mario Cozza 23 ottobre 2014

Dettagli

ALLEGATO A) Trasferimento del S.I.I. Città di Udine da AMGA a CAFC Relazione economico-tecnica illustrativa Allegato A

ALLEGATO A) Trasferimento del S.I.I. Città di Udine da AMGA a CAFC Relazione economico-tecnica illustrativa Allegato A ALLEGATO A) Trasferimento del S.I.I. Città di Udine da AMGA a CAFC Relazione economico-tecnica illustrativa Allegato A 11 dicembre 003 1. Il modello dell operazione L operazione in sintesi 1 36% C O M

Dettagli

TRASFERIMENTI GRATUITI: DISCIPLINA CIVILISTICA E NUOVI PROFILI FISCALI

TRASFERIMENTI GRATUITI: DISCIPLINA CIVILISTICA E NUOVI PROFILI FISCALI TRASFERIMENTI GRATUITI: DISCIPLINA CIVILISTICA E NUOVI PROFILI FISCALI Il patrimonio personale accumulato nel corso della propria vita può essere trasferito ai propri figli e famigliari scegliendo fra

Dettagli

IL REGIME PATRIMONIALE TRA I CONIUGI Disciplina delle spettanze e dei poteri dei coniugi in ordine all acquisto e alla gestione dei beni

IL REGIME PATRIMONIALE TRA I CONIUGI Disciplina delle spettanze e dei poteri dei coniugi in ordine all acquisto e alla gestione dei beni IL REGIME PATRIMONIALE TRA I CONIUGI Disciplina delle spettanze e dei poteri dei coniugi in ordine all acquisto e alla gestione dei beni REGIMI PATRIMONIALI TIPICI COMUNIONE DEI BENI: disciplina della

Dettagli

SUCCESSIONI E DONAZIONI

SUCCESSIONI E DONAZIONI SUCCESONI E DONAZIONI Introduzione Il Collegato alla Manovra Finanziaria 2000, ha introdotto importanti novità per quello che riguarda la riforma dell'imposta di successione e di donazione. Le nuove norme

Dettagli

1.1 Generalità 1. 1.2 Basi dell assicurazione 1. 2.1 Cerchia di persone 1. 2.2 Anno assicurativo 1

1.1 Generalità 1. 1.2 Basi dell assicurazione 1. 2.1 Cerchia di persone 1. 2.2 Anno assicurativo 1 Condizioni generali d assicurazione applicabili all assicurazione complementare di rischio per i destinatari della Cassa pensioni Swatch Group (previdenza individuale libera 3b) Edizione 01/2015 Sommario

Dettagli

La pensione ai superstiti

La pensione ai superstiti Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Pensioni La pensione ai superstiti Aggiornato al Febbraio 2006 E' la pensione che, alla morte del lavoratore assicurato o pensionato, spetta ai componenti del

Dettagli

COLLEGIO DEI PERITI AGRARI E DEI PERITI AGRARI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI SALERNO

COLLEGIO DEI PERITI AGRARI E DEI PERITI AGRARI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI SALERNO Prot. 795 Salerno, lì 9 Luglio 2014 A tutti gli iscritti all Albo e nell Elenco Speciale LORO SEDI OGGETTO: Circolare n 122/2014. Libera professione. Diritto Civile La Comunione legale dei beni Comunione

Dettagli

Tracce Prove Scritte. Concorso Notarile 1999. www.notaio.org

Tracce Prove Scritte. Concorso Notarile 1999. www.notaio.org Tracce Prove Scritte Concorso Notarile 1999 Atto inter vivos Tizio, cittadino italiano, intende acquistare in Roma, luogo di residenza della sua famiglia, un appartamento e due locali ad uso autorimessa

Dettagli

LA PENSIONE AI SUPERSTITI

LA PENSIONE AI SUPERSTITI LA PENSIONE AI SUPERSTITI CHE COS'È È la pensione che, alla morte del lavoratore assicurato o pensionato, spetta ai componenti del suo nucleo familiare. Questa pensione può essere: di reversibilità: se

Dettagli

Il trust operativo: un caso pratico. Savona, 5 dicembre 2007 Avv. Raffaella Sarro

Il trust operativo: un caso pratico. Savona, 5 dicembre 2007 Avv. Raffaella Sarro Il trust operativo: un caso pratico Savona, 5 dicembre 2007 Avv. Raffaella Sarro Occorre o meno un trust? Pag. 2 L obiettivo del cliente potrebbe essere soddisfatto mediante negozi sottoposti al diritto

Dettagli

Conseguire un maggior controllo sulla disposizione del patrimonio lasciato in eredità.

Conseguire un maggior controllo sulla disposizione del patrimonio lasciato in eredità. IL TRUST, DOMANDE E RISPOSTE Che cosa è un trust? Un trust è uno strumento giuridico con cui una persona o più persone (Settlor) trasferiscono il titolo di uno o più proprietà ad uno o più gestori (Trustee)

Dettagli

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG 20.12.2002) (Pubblicato nel supplemento straordinario alla G.U. - 4^ s.s. del 28.03.2003)

Dettagli