Malattie della tiroide

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Malattie della tiroide"

Transcript

1 Malattie della tiroide

2 TIROIDE La tiroide è una ghiandola a forma di farfalla situata nella regione anteriore del collo, davanti e lateralmente alla laringe ed ai primi anelli della trachea. E formata da due lobi, destro e sinistro, riuniti da una parte trasversale, detto istmo. 2

3 GLI ORMONI TIROIDEI La forma di deposito degli ormoni tiroidei è la tireoglobulina. Gli ormoni tiroide sono tiroxina (T4) e triidotironina (T3), nonché i loro precursori monoiodotironina (MIT) e diiodotironina (DIT).

4 FISIOLOGIA Gli ormoni tiroidei circolano in due forme: Legati alle proteine: la globulina TBG (Thyroxine-Binding Globulin) In forma libera: FT4 e FT3 in costante equilibrio tra loro. Gli ormoni tiroidei hanno nell organismo due effetti principali: Aumento del metabolismo nella sua totalità Stimolazione della crescita nel bambino

5 MALATTIE DELLA TIROIDE Le principale patologie della tiroide Ipotiroidismo Ipertiroidismo Tiroidite Neoplasie della tiroide EPIDEMIOLOGIA Le patologie della tiroide sono molto frequenti. Si stima che una persona su venti sia affetta da disturbi tiroidei. Sono prevalenti nel sesso femminile in un rapporto di 1:10

6 IPOTIROIDISMO DEFINIZIONE Sindrome clinica causata dalla carenza di ormoni tiroidei. EZIOLOGIA: Primitivo Transitorio Secondario

7 IPOTIROIDISMO Cause Ipotiroidismo Primitivo Ipotiroidismo autoimmune: tiroidite di Hashimoto, tiroidite atrofica Iatrogeno. Trattamento con iodio131, tiroidectomia subtotale o totale, radiazioni esterne sul collo per linfoma o cancro Farmaci: eccesso di iodio (compressi i mc iodati e l'amidarone), litio, farmaci antitiroidei, interferone α e altre citochine Ipotiroidismo congenito: ghiandola tiroidea assente o ectopica, disormonogenesi, mutazioni del TSH-R Carenza iodica Patologie infiltrative: amiloidosi, sarcoidosi, tiroidite di Riedel

8 IPOTIROIDISMO Cause Ipotiroidismo Transitorio Tiroidite silente, compresa la tiroidite post-partum Tiroidite subacuta Sospensione del trattamento con tiroxina in soggetti con tiroide normale Dopo terapia con iodio131 o tireidectomia subtotale per malattia di Graves Cause Ipotiroidismo Secondario Ipopituitarismo: tumori, chirurgia o irradiazione ipofisaria, patologie infiltrative, sindrome di Sheehan, traumi, forme genetiche di deficit di ormoni ipofisari Deficit di TSH o presenza di TSH inattivo Malattie ipotalamiche: tumori, traumi, patologie infiltrative, idiopatiche

9 IPOTIROIDISMO Può essere presente: Al momento della nascita o nei primissimi mesi di vita: sintomatologia facilmente sottovalutata Nella prima infanzia: a causa dell'insufficiente apporto iodico con l'acqua potabile. Si distinguono 2 forme: a) Cretinismo sporadico o occasionale b) Cretinismo endemico (nelle zone gozzigene) Nel periodo giovanile: manifestazioni cliniche intermedie rispetto a quelle tipiche degli ipotiroidismi infantili e dell'adulto Nell'adulto: dovuta a deficienza di ormoni tiroidei

10 IPOTIROIDISMO SEGNI Cute secca Estremità fredde Edema del viso, delle mani e dei piedi (mixedema) Alopecia diffusa Bradicardia Iporeflessia tendinea

11 IPOTIROIDISMO SINTOMI (in ordine decrescente di frequenza) Astenia, debolezza Cute secca Sensazione di freddo Perdita di capelli Difficoltà a concentrarsi e perdita della memoria Stipsi Aumento ponderale e riduzione dell'appetito Dispnea, Voce rauca Menorragia (in stadi più avanzati oligomenorrea o amenorrea) Parestesie Riduzione dell'udito

12 IPOTIROIDISMO CONGENITO L' IPOTIROIDISMO CONGENITO è causato dalla disgenesia della tiroide o da deficit in una o più tappe della biosintesi ormonale. L'ipotiroidismo si manifesta in circa 1 su 4000 neonati. SINTOMI - disturbi digestivi, scarso aumento di peso - pianto rauco - addome globoso - sonnolenza - pelle secca - ritardo nell'apprendere a camminare, parlare - ritardo nel compiere primi atti della vita di relazione

13 IPOTIROIDISMO CONGENITO Conseguenze sui vari apparati: a) Sistema Nervoso Centrale: alterazioni nella formazione delle connessioni neuronali e della mielinizzazione delle fibre nervose b) Apparato Scheletrico: ritardo nella chiusura delle fontanelle, formazione di una testa molto larga in confronto alle dimensioni del corpo, ritardo nella comparsa dei centri di ossificazione, notevole riduzione dell'accrescimento del tronco e degli arti

14 IPOTIROIDISMO CONGENITO Interessanti la ricezione del segnale ormonale Interessanti il trasporto degli ormoni tiroidei Alterazioni qualitative e quantitative dei recettori (forme rarissime) Analbuminemia familiare Riduzione familiare di TBG Assenza familiare di TBG Interessanti la tiroide Gozzo familiare da deficienza del trasporto degli ioduri Gozzo familiare e sordomutismo (sindrome di Pandred) Gozzo familiare con diminuita o alterata sintesi di tireoglobulina Deficienza familiare di TSH Cretinismo da compromessa risposta tiroidea al TSH

15 IPOTIROIDISMO AUTOIMMUNE CLASSIFICAZIONE: Ipotiroidismo clinico o manifesto Ipotiroidismo subclinico o lieve L'incidenza media annuale di ipotiroidismo autoimmune è di 4:1000 nelle donne e 1:1000 negli uomini e più comune in alcune popolazioni, come quella giaponese. L'età media alla diagnosi è di circa 60 anni e la prevalenza dell'ipotiroidismo manifesto aumenta con l'età. L'ipotiroidismo subclinico si rileva nel 6-8% delle donne e nel 3% degli uomini.

16 IPOTIROIDISMO SUBCLINICO Può essere associato a gozzo (tiroidite di Hashimoto) o nelle fasi più avanzate della malattia, alla presenza di minimi residui di tessuto tiroideo (tiroidite atrofica). I livelli normali degli ormoni tiroidei vengono mantenuti dall'elevazione del TSH.

17 MANIFESTAZIONI CLINICHE NELL'ADULTO * Ipotermia * Rallentamento del metabolismo basale * Apatia * Insufficienza cardiaca da sforzo * Bradicardia * Astenia progressivamente ingravescente * Alterazioni della memoria * Stipsi * Eloquio rallentato * Disfagia * Alterazioni della cute - mixedema La manifestazione clinica più grave dell'ipotiroidismo primario è il cosidetto coma mixedematoso.

18 IPOTIROIDISMO SECONDARIO Viene generalmente diagnosticato nel contesto di altri deficit ormonali dell'ipofisi anteriore. Può culminare in panipopuitarismo (necrosi ipofisaria post partum o sindrome di Sheehan) o altre sindromi conseguente a distruzione dell'ipofisi, quali: Ipofisectomia Traumi cranici Tumori ipofisari Flogosi granulomatose

19 IPOTIROIDISMO PREVENZIONE Le manifestazioni patologiche dell'ipotiroidismo primario possono essere prevenute dalla tempestiva somministrazione terapeutica di ormoni tiroidei o anche soltanto da quella di iodio.

20 IPOTIROIDISMO DIAGNOSI La diagnosi è suggerita dal aspetto del paziente ed è confermata dai esami di laboratorio. ANAMNESI ESAME OBBIETTIVO Altre anormalità di comune riscontro nell'ipotiroidismo sono: anemia, di solito macrocitica, aumento degli enzimi muscolari, ipercolesterolemia, ipernatriemia. Nell'ipotiroidismo secondario il TSH è normale. La FT3 e la FT4 sono ridotte.

21 IPOTIROIDISMO PRIMARIO FREQUENZA Tiroidite autoimmune ( di Hashimoto) Per ablazione del tessuto tiroideo: Da tiroidectomia Da radioterapia metabolica Da radioterapia asterna Da farmaci: Tireostatici Litio Composti iodati ( amiodarone) Da disormogenesi Da tiroide subacuta Da deficit endemico di iodio Il piu comune frequente Abbastanza frequente Raro Frequente Raro in italia IPOTIROIDISMO SECONDARIO Da patologia espansiva diencefalo ipofisario interventi neurochirurgici, radioterapia DA RESISTENZA PERIFERICA AGLI ORMONI TIROIDE Abbastanza frequente Raro

22 IPERTIROIDISMO DEFINIZIONE Sindrome clinica causata da un eccesso di ormoni tiroidei in circolo dovuta a un'eccessiva funzione tiroidea.

23 CAUSE DI IPERTIROIDISMO E DI TIREOTOSSICOSI INTRATIROIDEE MORBO DI FLAJANI-BASEDOW- GRAVES EXTRATIROIDEE THYREOTOXICOSIS FACTITIA ADENOMA TOSSICO(MORBO DI PLUMMER) NEOPLASIE(STRUMA OVARICO,METASTASI DI CARCINOMA TIROIDEO, MOLE IDATIFORME, ADENOMI IPOFISARI SECERNENTI TSH) GOZZO MULTINODULARE TOSSICO(SINDROME DI MARINE LENHART) TIROIDITE SUBACUTA FASE IPERTIROIDEA DELLA TIROIDITE HASHIMOTO

24 PRINCIPALI SINTOMI DELL'IPERTIROIDISMO APPARATO CIRCOLATORIO - Tachicardia - Frequente fibrillazione atriale APPARATO SCHELETRICO - Accelerata crescita delle ossa lunghe nell'infanzia e nell'adolescenza SISTEMA MUSCOLARE - Adinamia - Ipotrofia - Paralisi periodiche APPARATO CUTANEO - Mixedema peritibiale - Alterata distribuzione della pigmentazione. - Vasodilatazione

25 PRINCIPALI SINTOMI DELL'IPERTIROIDISMO APPARATO RESPIRATORIO -Tachipnea -Dispnea da sforzo APPARATO DIGERENTE -Diarrea APPARATO GENITALE - Amenorrea o dismenorrea nella donna - Infertilità nell'uomo - Calo della libido APPARATO OCULARE - Retrazione della palpebra superiore - Edema periorbitale - Esoftalmo - Alterazione dei movimenti oculari

26 TIREOTOSSICOSI Definizione : l'insieme degli eventi biochimici con cui le cellule dell'organismo rispondono all'eccessiva fornitura di ormoni tiroidei. CAUSE TIREOTOSSICOSI PRIMITIVA Malattia di Graves Gozzo multinodulare tossico Adenoma tossico Metastasi funzionante da carcinoma tiroideo Mutazioni attivanti del recettore del TSH Struma ovarii Farmaci: eccesso di iodio (fenomeno di Job- Basedow)

27 TIREOTOSSICOSI CAUSE TIREOTOSSICOSI SENZA IPERTIROIDISMO Tiroidite subacuta Tiroidite silente Altre cause di distruzione tiroidea: amiodarone, radiazioni,emorragia all'interno dell'adenoma Assunzione di ormone tiroideo in quantità eccessiva (tireotossicosi factitia) o di tessuto tiroideo CAUSE TIREOTOSSICOSI SECONDARIA Adenoma ipofisario TSH secernente Sindrome da resistenza agli ormoni tiroidei Tumori secernenti gonatropina corionica* Tireotossicosi gestazionale* *In queste forme di tireotossicosi secondaria i livelli di TSH sono bassi.

28 TIREOTOSSICOSI La malattia di Graves è responsabile del 60-80% delle tireotossicosi, con variazioni tra le varie popolazioni, principalmente a causa dell'apporto di iodio. FATTORI DI RISCHIO Fattori genetici (polimorfismi) Fattori ambientali Stress Il fumo è un fattore di rischio minore per la malattia di Graves ma un fattore di rischio maggiore per lo sviluppo dell'oftalmopatia. Un'improvviso aumento dell'apporto di iodio

29 TIREOTOSSICOSI SEGNI Tachicardia; fibrillazione atriale nell'anziano Tremori Gozzo Cute calda e sudata Debolezza muscolare, miopatia prossimale Retrazione palpebrale o incompleta chiusura della palpebra Ginecomastia

30 TIREOTOSSICOSI SINTOMI Iperattività, irritabilità, alterazioni dell'umore Intolleranza al caldo e sudorazione Palpitazioni Astenia e debolezza Perdita di peso con aumento dell'appettito Diarrea Poliuria Oligomenorrea, calo della libido

31 MORBO DI GRAVES (TIREOTOSSICOSI) I segni e sintomi includono sia caratteristiche comuni a tutti i tipi di tireotossicosi, sia quelli specifiche della malattia di Graves ( l'oftalmopatia e mixedema pretibiale). Il quadro clinico dipende: Dalla gravità della tireotossicosi Dalla durata della malattia Dalla succebilità individuale all'eccesso di ormoni tiroidei Dall'età del paziente

32 MORBO DI GRAVES SEGNI E SINTOMI Tiroide ingrandita con volume di 2-3 volte superiore Consistenza dura Compressione del nervo ottico Presenza di soffio e/o fremito per aumento della vascolarizzazione. oftalmopatia basedowiana DIAGNOSI La diagnosi di malattia di Graves è facile in un paziente con tireotossicosi confermata biochimicamente, gozzo diffuso alla

33 TIREOTOSSICOSI DIAGNOSI DIFFERENZIALE Le caratteristiche cliniche della tireotossicosi possono mimare certi aspetti di altre malattie, tra cui: Gli attacchi di panico Le manie Il feocromocitoma La perdita di peso associata a neoplasie maligne. La diagnosi di tireotossicosi può essere facilmente esclusa se i valori di

34 DIAGNOSI L'ipertiroidismo deve essere sempre sospettato negli anziani con fibrillazione atriale e insufficienza cardiaca anche in assenza di evidenti manifestazioni di tiretossicosi. Il dosaggio di FT3 ed FT4 mostra valori elevati, mentre il TSH è ridotto (soppresso). In alcuni casi, specie nelle fasi iniziali del morbo di Basedow si osserva solo un aumento di FT3 mentre l'ft4 è normale o di poco aumentato (Tireotossicosi da T3). Vi possono essere anche corpi antitiroidei (anti-tg,anti-tpo). Nel Basedow hanno valore diagnostico gli anticorpi antirecettori del TSH (TSAb-thyroidstimolating antibody).

35 COMPLICANZE (TIREOTOSSICOSI) Crisi tireotossica : Grave emergenza medica dovuta a un improvviso peggioramento dell'ipertiroidismo in seguito ad un evento stressante con un rapido e marcato deterioramento delle condizioni generali. Se non trattata questa complicanza è rapidamente fatale.

36 GOZZO Con il termine gozzo si definisce l'aumento di volume della tiroide. Classificazione a) gozzo endemico - gozzo semplice - gozzo tossico b) gozzo sporadico definisce i casi di gozzo che si sviluppano al di fuori delle aree geografiche di scarso apporto di iodio. a) gozzo multinodulare dell'adulto b) gozzo congenito

37 TIROIDITE Definizione: processo infiammatorio acuto o cronico a carico della tiroide. Vi può essere: tiroidite di Hashimoto o linfocitaria cronica( la piu frequente) tiroidite acuta tiroidite sub-acuta (de Quervain) tiroidite di Riedel

38 TIROIDITE DI HASHIMOTO La tiroidite di Hashimoto o cronica è la piu frequente patologia tiroidea. EZIOLOGIA Le cause sono sconosciute, però influiscono fattori ereditari e altre malattie autoimmuni (quali ad esempio Diabete di tipo I e celiachia)

39 TIROIDITE DI HASHIMOTO PATOGENESI La tiroidite di Hashimoto è una malattia a patogenesi autoimmune caratterizzata morfologicamente da una cronica infiltrazione linfocitaria e dalla possibilità di evoluzione verso l'ipotiroidismo. SINTOMI Esordio lento con comparsa di gozzo di esigue dimensioni e duro al tatto. Anche qui inizialmente si possono riscontrare sintomi di ipertiroidismo cui segue una diminuzione dell'attività cui ovviamente fa seguito una fase di ipotiroidismo.

40 TIROIDITE ACUTA E' la forma di tiroidite più rara. EZIOLOGIA E' causata per lo più da agenti batterici, più frequentemente piogeni o anche a volte da traumi e irradiazioni locali.

41 TIROIDITE ACUTA SINTOMI Questa forma di tiroidite si manifesta con: tumefazione della tiroide dolore eritema febbre disfagia disfonia

42 TIROIDITE SUB-ACUTA La tiroidite sub-acuta (de Quervain) anche se ancora relativamente poco comune è in aumento. EZIOLOGIA Le cause sono rappresentate da infezioni virali in grado di determinare un azione prolungata del sistema immunitario. Spesso questa tiroidite è secondaria ad infezioni delle alte vie respiratorie.

43 TIROIDITE SUB-ACUTA SINTOMI Sono caratterizzati da: febbre dolore spontaneo e alla palpazione. sintomi di tireotossicosi (tachiardia, nervosismo,diarrea)

44 TIROIDITE DI RIEDEL Questa forma di tiroidite colpisce in prevalenza il sesso femminile. EZIOLOGIA Non si conoscono le cause di questa forma. SINTOMI Prevalentemente dispnea e ingrandimento della ghiandola tiroidea. Fenomeni di compressione sulle formazioni adiacenti.

45 DIAGNOSI Livello degli ormoni T3,T4, TSH e tireotropina e ricerca degli anticorpi antitiroidei nella forma autoimmune mediante prelievo del sangue. Agoaspirato di tessuto tiroideo

46 NEOPLASIE DELLA TIROIDE TUMORI BENIGNI La tiroide è frequentemente sede di tumori benigni particolarmente di adenomi, in numero unico e multiplo nel contesto del parenchima dal quale esse sono ben delimitare per la presenza di una capsula fibrosa. TUMORI MALIGNI I tumori maligni della tiroide a maggiore incidenza sono i carcinomi e gli adenocarcinomi che, prendono origine sia dalle cellule follicolari che da quelle parafollicolari.

47 NEOPLASIE DELLA TIROIDE CLASSIFICAZIONE: BENIGNE Adenomi a cellule epiteliali follicolari Macrofollicolare Normofollicolare Microfollicolare Trabecolare Variante a cellule di Hurtle MALIGNE Cellule epiteliali follicolari Carcinomi ben differenziati Carcinomi papilliferi Carcinomi indifferenziati o anaplastici Cellule C Carcinoma midollare

48 TUMORI BENIGNI L'ADENOMA FOLLICOLARE è il piu frequente. Si manifesta come un nodulo singolo che nel 95% dei casi risulta non funzionante, pertanto alla scintigrafia appare come un nodulo freddo. Il restante 5% è funzionante, cioè produce ormoni tiroidei, capta il radioiodio e alla scintigrafia appare caldo ; se le sue dimensioni superano i 3 cm può provocare tireotossicosi.

49 TUMORI MALIGNI Il cancro della tiroide è la piu comune neoplasia maligna del sistema endocrino. Classificazione A) TUMORI DIFFERENZIATI 1) Carcinoma follicolare (CF) 2) Carcinoma papillifero (CP) B) TUMORI INDIFFERENZIATI 1. Carcinoma anaplastico 2. Linfoma della tiroide 3. Carcinoma midollare della tiroide

50 TUMORI MALIGNI Il carcinoma papillare è la forma piu comune e relativamente benigna dei carcinomi tiroidei; più frequente nella donna, si manifesta di solito con un nodulo tiroideo associato a metastasi linfonodali Le metastasi a distanza sono più rare. Il carcinoma follicolare è alquanto aggressivo e spesso, al momento della diagnosi, ha già provocato metastasi a distanza, mentre quelle linfonodali sono relativamente più rare. Ha una bassa ricorrenza dopo terapia, e una prognosi relativamente buona.

51 TUMORI MALIGNI Il carcinoma anaplastico o indifferenziato colpisce soggetti al di sopra dei 70 anni. E' la forma più aggressiva con rapido sviluppo e precoce infiltrazione locale che provoca dolore, disfagia e ostruzione della trachea. La prognosi è infausta e la maggior parte dei pazienti muore entro 6 mesi dalla diagnosi. ll Linfoma della tiroide spesso ha origine da una sottostante tiroidite di Hashimoto. Il tipo più comune è il linfoma a grandi cellule. La citologia evidenzia cellule linfoidi che possono essere difficilmente distinguibili da quelle del carcinoma polmonare a piccole cellule o del CA.

52 TUMORI MALIGNI Carcinoma midollare della tiroide (CMT) Ha origine dalle cellule parafollicolari C della tiroide e produce calcitonina. Può essere sporadico o familiare e costituisce circa il 5-10% dei cancri della tiroide. La maggior parte dei pazienti con noduli tiroidei ha una normale funzionalità tiroidea. L'escissione chirurgica in assenza di metastasi linfonodali, è caratterizzata da una prognosi eccellente: 90% di sopravvivenza a 10 anni.

53 TUMORI MALIGNI DIAGNOSI Dosaggio dei livelli di calcitonina Agospirato tiroideo ecoguidato TERAPIA Terapia chirurgica: Tiroidectomia totale Asportazione dei linfonodi

54 DIAGNOSTICA STRUMENTALE ECOGRAFIA TIROIDEA ELETTROCARDIOGRAMMA BIOPSIA ECOGUIDATA SCINTIGRAFIA TOMOGRAFIA COMPIUTERIZZATA (TC) RISONANZA MAGNETICA (RMN)

55 DIAGNOSTICA STRUMENTALE Permette una precisa definizione delle dimensioni e del volume di un organo, ma soprattutto di quelle piccole lesioni che non hanno un evidenza clinica, grazie ad una risoluzione dell ordine di qualche millimetro.

56 ELETTROCARDIOGRAMMA Evidenzia alterazioni ritmo cardiaco come bradicardia, riduzione dell ampiezza dei complessi ventricolari ed appiattimento o inversione dell onda T

57 BIOPSIA ECOGUIDATA L agoaspirato della tiroide è una procedura di semplice esecuzione, poco invasiva e praticamente indolore, che viene eseguita con ago sottile generalmente da un medico specialista in Endocrinologia. Lo scopo dell agoaspirato della tiroide è quello di ottenere materiale cellulare da sottoporre ad esame citologico.

58 TOMOGRAFIA COMPUTERIZZATA (TC) TOMOGRAFIA COMPIUTERIZZATA La TC è una metodica di seconda scelta nello studio per immagini della tiroide dopo l ecografia e trova indicazione nei gozzi di maggiori dimensioni nei quali si vuole valutare con precisione la loro estensione retrosternale, nella identificazione delle tiroidi accessorie, nei controlli post-operatori, nelle forme neoplastiche per una corretta conoscenza della estensione di malattia e l eventuale coinvolgimento delle strutture circostanti.

59 RISONANZA MAGNETICA RISULTA PERÒ PIÙ COSTOSA E SOPRATTUTTO RIFIUTATA DA UN CERTO NUMERO DI PAZIENTI PER PROBLEMI DI CLAUSTROFOBIA O PERCHÉ PORTATORI DI PACE-MAKER. Le principali indicazioni all impiego della RM sono: lo studio dell estensione del gozzo cervicomediastinico, la caratterizzazione tissutale dei noduli tiroidei (specie per i noduli emorragici recenti), la valutazione dell estensione del carcinoma tiroideo alle strutture muscolari, tracheali ed all esofago, l individuazione precoce di eventuali recidive di neoplasie tiroidee, la diagnosi differenziale tra una cicatrice post-chirurgica ed una recidiva tumorale.

60 DIAGNOSTICA DI LABORATORIO Gli esami di laboratorio prevedono il dosaggio di: -TSH (tireotropina), FT3 (tri-iodo-tironina libera), FT4 (tetra-iodo-tironina o tiroxina libera); -Tireoglobulina (htg); -Anticorpi anti-perossidasi (AbTPO) ed antimicrosomiali (AbTMS), anticorpi anti-tireoglobulina (AbhTg), anticorpi anti-recettori per il TSH (AbrecTSH); -Calcitonina (Ct); DIAGNOSTICA DI LABORATORIO -TBG (ormone legato alla tiroxina)

61 TERAPIA IPERTIROIDISMO Morbo di Basedow. Il metilomazolo e propil-ti-uracile (somministrati per via orale). Inibiscono la sintesi degli ormoni tiroidei e ripristano lo stato eutiroideo in poche settimane.la remissione è permanente nel 30% dei casi. All'inizio della terapia con questi farmaci è d'obbligo il controllo dell'emocromo. Gravi artralgie ed epatite e complicazione piu rare possono imporre la sospensione della terapia. I farmaci beta-bloccanti sono indicati per il controllo della manifestazione di iperattività simpatica (agitazione, tremore, sudorazione, tachicardia).

62 TERAPIA IPERTIROIDISMO -Lo iodio radioattivo è il trattamento preferito per l'efficacia, la facilità di somministrazione e il basso costo. Esso concentra nella tiroide un alta dose di radiazioni che provocano una sorta di tiroidectomia. Non vi è prova che questo trattamento è associato a una maggiore incidenza di tumori, leucemie o anomalie genetiche. Gli svantaggi sono rappresentati dal tempo d'azione piuttosto lento (alcuni mesi), dalla difficolta di stabilire l'esatta dose e dall' alta incidenza di ipotiroidismo: il 70% dei casi a 10 anni dalla somministrazione.

63 TERAPIA IPERTIROIDISMO Lo iodio radioattivo è controindicato nella gravidanza. La tiroidectomia sub-totale è molto efficace: è indicata nei pazienti che non possono essere trattati con i farmaci anti-tiroidei o per i quali non è indicazione alla terapia radio-iodio e infine nella grave tireotossicosi in caso di gravidanza.

64 TERAPIA (TIREOTOSSICOSI) L'ipertiroidismo da malattia di Graves viene trattato con: farmaci antitiroidei: tionamidi(propiltiuracile, carbimazolo, metimazolo) trattamento con radioiodio tiroidectomia subtotale. Il radioiodio provoca una progressiva distruzione delle cellule tiroidee e può essere utilizzato come trattamento iniziale o come terapia delle recidive dopo trattamento con farmaci antiroidei.

65 DIAGNOSI INFERMIERISTICHE 1) Alterazione del comfort, correlata a intolleranza al freddo secondaria a diminuzione del metabolismo. INTERVENTI Monitorare per rilevare segni di ipotermia Spiegare le misure per prevenire il raffreddamento. Spiegare il bisogno di un riscaldamento graduale dopo l'esposizione al freddo, evitando un'applicazione di calore esterno che riscaldi in modo rapido Incoraggiare il paziente a evitare il fumo di sigaretta

66 DIAGNOSI INFERMIERISTICHE 2)Rischio elevato di gestione inefficace del regime terapeutico, correlato a insufficiente conoscenza della condizione, del regime di trattamento, dei segni e sintomi di complicanze, della gestione della dieta, della terapia farmacologica e della restrizione di attività. INTERVENTI Spiegare la fisiopatologia dell'ipotiroidismo, servendosi di ausili didattici adeguati al livello di istruzione del paziente o della famiglia. Spiegare i fattori di rischio che possono essere eliminati o modificati. Istruire il paziente o la famiglia a osservare e riferire i segni e i sintomi di complicanze della malattia.

67 DIAGNOSI INFERMIERISTICHE Rinforzare le spiegazioni riguardanti la dieta terapeutica. Consultare il dietista se indicato. Spiegare le ragioni delle precauzioni da adottare nell'assumere determinati farmaci. Spiegare che gli effetti collaterali della terapia con ormoni tiroidei possono produrre segni e sintomi simili a quelli dell'ipertiroidismo. Educare il paziente a osservare i sintomi di modificazioni troppo rapide del metabolismo. Spiegare l'importanza di continuare ad assumere quotidianamente i farmaci e di eseguire periodici esami di laboratorio per tutta la vita. Rinforzare la convizione della necessità del follow up

68 DIAGNOSI INFERMIERISTICHE 3)Nutrizione alterata (superiore al fabbisogno) correlata ad apporto superiore al fabbisogno metabolico secondario a dimensione del metabolismo 4)Stipsi del colon correlata alla diminuzione della peristalsi secondaria alla diminuzione del metabolismo e dell'attività fisica. 5) Fatigue correlata ad alterazioni biochimiche secondarie a malattie endocrine/metaboliche (ipotiroidismo)

69 DIAGNOSI INFERMIERISTICHE 6) Insonnia correlata a frequenti risvegli secondari a compromissione del metabolismo (ipertiroidismo), secondaria a compromissione dell'eliminazione fecale o urinaria, correlata a eccessivo sonno diurno secondario a farmaci (corticosteroidi) 7)Compromissione dell'integrità tissutale correlata a infiammazione delle giunzioni dermo-epidermiche secondaria a disfunzione tiroidea. 8) Inefficace modello di sessualità correlato a effetti biochimici sull'energia o sulla libido secondari a ipertiroidismo e mixedema. 9)Eccessivo volume di liquidi correlato a compromissione dei meccanismi regolatori secondari a disfunzioni endocrine e anomalie metaboliche e correlato a ritenzione di Na e H2O secondaria a terapia con corticosteroidi

70 PROBLEMI COLLABORATIVI COMPLICANZE POTENZIALI 1) metaboliche 2) cardiopatia aterosclerotica 3) psicosi organica acuta 4) ematologiche

71 INTERVENTI 1) Monitorare le funzioni metaboliche: la carenza di ormoni circolanti riduce il metabolismo, influenzando cosi tutti i sistemi corporei. a) CARDIACHE: - diminuzione della GC - ipotensione o diminuzione del polso - ipotensione o diminuzione della pressione differenziale del polso - FC normale o diminuita a) TEGUMENTARIE: -cute secca e ispessita -ittero cutaneo in assenza di ittero delle sclere - unghie sottili e fragili con solchi trasversali - capelli e peli secchi e ruvidi con inizio di perdita (ex. Terzo mediano delle sopraciglia)

72 INTERVENTI c) RESPIRATORIE: si ha ipoventilazione che dipende in parte da depositi di monopolisaccaridi nel sistema respiratorio, con conseguente diminuzione della CVT. L'ipercapnia contribuisce a diminuire ulteriormente la FR. d) MUSCOLO SCHELETRICHE: debolezza muscolare fratture patologiche e) NEUROLOGICHE Parestesie delle ditta delle mani e dei piedi Modificazioni dello stato affettivo, mentale o della memoria a breve termine; deliri Parlare rallentato o confuso Convulsioni

73 INTERVENTI f) ORMONALI: Ipoglicemia aumento dell ormone TSH diminuzione di T3 o T4 menorragia o amenorrea, diminuzione della libido G) GASTROINTESTINALI: Stipsi Alterazioni della digestione

74 INTERVENTI 2) Monitorare per rilevare un eventuale coma mixedematoso: Stato comatoso Ipotermia Bradicardia Ipoventilazione Ipotensione Iponatriemia Ipoglicemia

75 INTERVENTI 4) Monitorare per rilevare segni e sintomi di cardiopatia aterosclerotica: Ipertensione Vertigini Dolore toracico 5)Monitorare per rilevare segni e sintomi di psicosi organica acuta: Agitazione Ansia acuta Paranoia Deliri Allucinazioni

76 INTERVENTI 6) Monitorare per rilevare segni e sintomi di anemia: Affaticamento Ipossia Facilità alle contusioni Confusione mentale 7)Monitorare per rilevare segni di sanguinamento anormale: Petecchie Sanguinamento gengivale Area di ecchimosi Sangue nelle urine o nelle feci o ematemesi 8)Evitare di somministrare sedativi e narcotici o ridurne il dosaggio alla metà o a un terzo della dose ordinaria.

77 BUONO STUDIO A TUTTI Alessio Minori Georgeta Coca Paola De Carlo Luca Cipriani

APPARATO ENDOCRINO. Principali ghiandole endocrine. Meccanismi di regolazione della secrezione

APPARATO ENDOCRINO. Principali ghiandole endocrine. Meccanismi di regolazione della secrezione APPARATO ENDOCRINO L apparato endocrino regola importanti funzioni dell organismo operando tramite gli ORMONI Gli ormoni sono sostanze di natura chimica diversa che raggiungono tramite il sangue i loro

Dettagli

Tiroide. laterali uniti da un segmento. continua con una propaggine. laringe. circa40mmeilpesointornoai20. ad età e fattori geografici

Tiroide. laterali uniti da un segmento. continua con una propaggine. laringe. circa40mmeilpesointornoai20. ad età e fattori geografici Tiroide La tiroide è formata da due lobi laterali uniti da un segmento trasversale (istmo) che si continua con una propaggine (lobo piramidale) aderente alla laringe L altezza media della tiroide è di

Dettagli

La tiroide è una ghiandola posta nel collo, appena sotto la cartilagine tiroidea (il cosiddetto pomo d'adamo).

La tiroide è una ghiandola posta nel collo, appena sotto la cartilagine tiroidea (il cosiddetto pomo d'adamo). COS'È IL TUMORE ALLA TIROIDE La tiroide è una ghiandola posta nel collo, appena sotto la cartilagine tiroidea (il cosiddetto pomo d'adamo). Ha la forma di una farfalla con le due ali poste ai lati della

Dettagli

I DISTURBI DELLA TI ROIDE

I DISTURBI DELLA TI ROIDE OSPEDALE San Martino UNITA OPERATIVA DI MEDICINA INTERNA Direttore dott. Efisio Chessa I DISTURBI DELLA TI ROIDE Informazioni e consigli per i pazienti e i familiari dei pazienti Che cosè La tiroide è

Dettagli

Caso clinico 2. Pz. di 60 anni, di sesso femminile, ipertesa

Caso clinico 2. Pz. di 60 anni, di sesso femminile, ipertesa Caso clinico 1 Pz. di 40 anni, di sesso femminile, normopeso (IMC: 25 Kg/mq). Riferisce da un anno circa astenia e affaticabilità, sonnolenza ed intolleranza al freddo. Inoltre, riferisce meteorismo e

Dettagli

Scintigrafia tiroidea

Scintigrafia tiroidea Scintigrafia tiroidea UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO Materiale didattico a cura di: Prof. Giovanni Lucignani Dr. Angelo Del Sole Asse ipotalamo-ipofisi-tiroide Struttura in cui la secrezione ormonale

Dettagli

PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO DELLE PATOLOGIE TIROIDEE

PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO DELLE PATOLOGIE TIROIDEE PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO DELLE PATOLOGIE TIROIDEE Che cos è un PDTA? Il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) è uno strumento di Governo Clinico che, attraverso un approccio per

Dettagli

IPERTIROIDISMO. scaricato da www.sunhope.it CAUSE DI TIREOTOSSICOSI CON IPERTIROIDISMO IPERTIROIDISMO: CAUSE

IPERTIROIDISMO. scaricato da www.sunhope.it CAUSE DI TIREOTOSSICOSI CON IPERTIROIDISMO IPERTIROIDISMO: CAUSE IPERTIROIDISMO IPERTIROIDISMO condizione clinica dovuta all eccessiva sintesi e secrezione degli ormoni tiroidei eziologia è varia e complessa TIREOTOSSICOSI quadro clinico che deriva da un eccesso di

Dettagli

Le malattie della tiroide (dalla diagnosi alla terapia ) Focus sui percorsi aziendali A cura del Gruppo tiroide ASLAL Coordinatore: Dr.

Le malattie della tiroide (dalla diagnosi alla terapia ) Focus sui percorsi aziendali A cura del Gruppo tiroide ASLAL Coordinatore: Dr. Le malattie della tiroide (dalla diagnosi alla terapia ) Focus sui percorsi aziendali A cura del Gruppo tiroide ASLAL Coordinatore: Dr. Singarelli Il follow-up del paziente operato Piero Iacovoni Acqui

Dettagli

LA MEDICINA NUCLEARE E LE PRINCIPALI MALATTIE ENDOCRINE: IPERTIROIDISMO IPERPARATIROIDISMO CENNI DI TERAPIA RADIOMETABOLICA

LA MEDICINA NUCLEARE E LE PRINCIPALI MALATTIE ENDOCRINE: IPERTIROIDISMO IPERPARATIROIDISMO CENNI DI TERAPIA RADIOMETABOLICA LA MEDICINA NUCLEARE E LE PRINCIPALI MALATTIE ENDOCRINE: IPERTIROIDISMO IPERPARATIROIDISMO CENNI DI TERAPIA RADIOMETABOLICA 10.03.07 A.BALDONCINI terapeutico La medicina nucleare utilizza gli isotopi radioattivi

Dettagli

EPIDEMIOLOGIA, IMAGING E DIAGNOSI DELLE PATOLOGIE TIROIDEE

EPIDEMIOLOGIA, IMAGING E DIAGNOSI DELLE PATOLOGIE TIROIDEE Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia EPIDEMIOLOGIA, IMAGING E DIAGNOSI DELLE PATOLOGIE TIROIDEE Prof. Cesare Carani Cattedra e Servizio di Endocrinologia Dipartimento Integrato di Medicine

Dettagli

Si intende per tiroiditi un gruppo di. condizioni infiammatorie o simil. infiammatorie che colpiscono la tiroide

Si intende per tiroiditi un gruppo di. condizioni infiammatorie o simil. infiammatorie che colpiscono la tiroide Si intende per tiroiditi un gruppo di condizioni infiammatorie o simil infiammatorie che colpiscono la tiroide Classificazione Tiroidite infettiva Tiroidite autoimmune Tiroidite di De Quervain Tiroidite

Dettagli

Ipotiroidismo. Società Italiana di Endocrinologia. Sintomi. Cosa è l ipotiroidismo?

Ipotiroidismo. Società Italiana di Endocrinologia. Sintomi. Cosa è l ipotiroidismo? Società Italiana di Endocrinologia Le informazioni presenti sul sito non intendono sostituire il programma diagnostico, il parere ed il trattamento consigliato dal vostro medico. Poiché non esistono mai

Dettagli

IPERPARATIROIDISMO PRIMITIVO

IPERPARATIROIDISMO PRIMITIVO Maschio 82 anni Anamnesi Patologica Cardiopatia dilatativa primitiva (EF 28%) Portatore di pacemaker cardiaco Sintomatologia Da alcuni mesi astenia, anoressia, apatia Esami di Laboratorio Calcemia 13.5

Dettagli

Dimensione del problema. Dati epidemiologici. Dati UNIRE

Dimensione del problema. Dati epidemiologici. Dati UNIRE IPOTIROIDISMO Dimensione del problema Dati epidemiologici Dati UNIRE MMG Prevalenza e incidenza delle patologie tiroidee Prevalenza Incidenza 3% 2.40% 2.51% 2% 1% 1.07% MMG 0% 0.24% 0.13% 0.28% 0.01% 0.31%

Dettagli

TIROIDE www.slidetube.it

TIROIDE www.slidetube.it TIROIDE www.slidetube.it La tiroide è una ghiandola endocrina a forma di farfalla situata nella regione anteriore del collo, davanti e lateralmente alla laringe e ai primi anelli della laringe. E' formata

Dettagli

Corso Scienze Tecniche Dietetiche Applicate MED/49. Lo Iodio e le Malattie Tiroidee. Maria Luisa Eliana Luisi

Corso Scienze Tecniche Dietetiche Applicate MED/49. Lo Iodio e le Malattie Tiroidee. Maria Luisa Eliana Luisi Corso Scienze Tecniche Dietetiche Applicate MED/49 Lo Iodio e le Malattie Tiroidee Maria Luisa Eliana Luisi Scienze Tecniche Dietetiche Anno Accademico 2012-13 TIROIDE Localizzazione della tiroide: nella

Dettagli

LABNEWS LE TIROIDITI ANNO 3 N 3 MARZO 2008 BOLLETTINO DI INFORMAZIONE DEL CENTRO DIAGNOSTICO GAMMA GIOIA TAURO

LABNEWS LE TIROIDITI ANNO 3 N 3 MARZO 2008 BOLLETTINO DI INFORMAZIONE DEL CENTRO DIAGNOSTICO GAMMA GIOIA TAURO LE TIROIDITI La tiroide è una ghiandola a secrezione endocrina, che secerne ormoni e li immette direttamente nel circolo sanguigno. Ha la forma di una farfalla ed è localizzata nella parte anteriore del

Dettagli

IPOTIROIDISMO ACQUISITO: PERCORSO DIAGNOSTICO-ASSISTENZIALE

IPOTIROIDISMO ACQUISITO: PERCORSO DIAGNOSTICO-ASSISTENZIALE IPOTIROIDISMO ACQUISITO: PERCORSO DIAGNOSTICO-ASSISTENZIALE ASSISTENZIALE Dr.ssa Federica Gallarotti SC Pediatria ASO S. Croce e Carle IPOTIROIDISMO ACQUISITO PRIMITIVO Causato da insufficienza della ghiandola

Dettagli

CdL in INFERMIERISTICA LE MALATTIE DELLA TIROIDE E DELLE PARATIROIDI

CdL in INFERMIERISTICA LE MALATTIE DELLA TIROIDE E DELLE PARATIROIDI CdL in INFERMIERISTICA Medicina Generale e Specialistica Dr Claudio Pagano Dip di Scienze Mediche e Chirurgiche Università di Padova LE MALATTIE DELLA TIROIDE E DELLE PARATIROIDI LA TIROIDE: ANATOMIA Ghiandola

Dettagli

Esami di laboratorio per funzione tiroidea

Esami di laboratorio per funzione tiroidea Nell Azienda Sanitaria Locale di Brescia nel corso dell anno 2006 sono stati effettuate 331.454 analisi per la valutazione della funzione tiroidea (TSH, ft4, ft3), con un esborso complessivo di 2.946.158

Dettagli

LE NEOPLASIE DIFFERENZIATE DELLA TIROIDE Paolo Fracchia SOC ORL ASL AL Casale Monferrato

LE NEOPLASIE DIFFERENZIATE DELLA TIROIDE Paolo Fracchia SOC ORL ASL AL Casale Monferrato LE NEOPLASIE DIFFERENZIATE DELLA TIROIDE Paolo Fracchia SOC ORL ASL AL Casale Monferrato 19 marzo-2 aprile 2011 INTRODUZIONE Il carcinoma papillare ed il carcinoma follicolare della tiroide, definiti carcinomi

Dettagli

Tiroidite autoimmune

Tiroidite autoimmune Novità e prospettive nell attività professionale del Pediatra Agadir, 15-19 luglio 2007 Tiroidite autoimmune Gianni Bona CLINICA PEDIATRICA DI NOVARA UNIVERSITA DEGLI STUDI DEL PIEMONTE ORIENTALE AMEDEO

Dettagli

Centro di Competenza EOC Diagnosi e Terapia delle Malattie Tiroidee. Informazioni per i pazienti

Centro di Competenza EOC Diagnosi e Terapia delle Malattie Tiroidee. Informazioni per i pazienti Centro di Competenza EOC Diagnosi e Terapia delle Malattie Tiroidee Informazioni per i pazienti Gentili lettori, Le malattie tiroidee colpiscono ogni anno migliaia di persone in Svizzera e, in particolare,

Dettagli

CLASSIFICAZIONE del DIABETE

CLASSIFICAZIONE del DIABETE Il DIABETE Malattia cronica Elevati livelli di glucosio nel sangue(iperglicemia) Alterata quantità o funzione dell insulina, che si accumula nel circolo sanguigno TASSI di GLICEMIA Fino a 110 mg/dl normalità

Dettagli

IL NODO TIROIDEO. Daniele De Vido. Belluno, 1 ottobre 2011

IL NODO TIROIDEO. Daniele De Vido. Belluno, 1 ottobre 2011 IL NODO TIROIDEO Daniele De Vido Belluno, 1 ottobre 2011 EPIDEMIOLOGIA Prevalenza 3 7 % (donne = 5% e uomini =1% in aree iodosufficienti) Ecografia 20 70 % Anziani Donne Aree di deficienza iodica Esposizione

Dettagli

LA TIrOIDE. Una farfalla in delicato equilibrio. CLINICA CASTELLI EDUCATIONAL

LA TIrOIDE. Una farfalla in delicato equilibrio. CLINICA CASTELLI EDUCATIONAL LA TIrOIDE Una farfalla in delicato equilibrio. EDUCATIONAL CLINICA CASTELLI INDICE La tiroide: una farfalla in delicato equilibrio... 3 PrIMA PArTE La tiroide: cos è e come funziona... 4 Le patologie

Dettagli

Da tempo sentivamo la necessità di pubblicare un piccolo vademecum di conoscenza e di consigli sulle malattie della Tiroide; queste malattie infatti

Da tempo sentivamo la necessità di pubblicare un piccolo vademecum di conoscenza e di consigli sulle malattie della Tiroide; queste malattie infatti la Tiroide Da tempo sentivamo la necessità di pubblicare un piccolo vademecum di conoscenza e di consigli sulle malattie della Tiroide; queste malattie infatti hanno una elevata incidenza nella popolazione

Dettagli

25 Maggio 2013. Giornata Mondiale della TIROIDE. TIROIDE: meglio prevenire che curare

25 Maggio 2013. Giornata Mondiale della TIROIDE. TIROIDE: meglio prevenire che curare 25 Maggio 2013 Giornata Mondiale della TIROIDE Durante la settimana che va dal 20 al 24 maggio 2013 di fronte a PALAZZO MORONI Via del Municipio,1 - Sede Comunale dalle ore 9,00 alle 17,00 Un Equipe Medica

Dettagli

una ghiandola al centro del nostro benessere

una ghiandola al centro del nostro benessere Focus su... tiroide una ghiandola al centro del nostro benessere Non tutti sanno che, in molti casi, sintomi come la depressione, l ansia, l aumento o la perdita di peso, le alterazioni del ciclo mestruale

Dettagli

Tumori della tiroide. Eziopatogenesi, diagnosi e terapia

Tumori della tiroide. Eziopatogenesi, diagnosi e terapia Tumori della tiroide Eziopatogenesi, diagnosi e terapia - PRIMITIVI benigni maligni -SECONDARI Tumori primitivi maligni Origine dalla cellula follicolare Differenziati (papillifero( e follicolare) Indifferenziati

Dettagli

7 Sintomi da non sottovalutare per capire se è necessario controllare la TIROIDE

7 Sintomi da non sottovalutare per capire se è necessario controllare la TIROIDE 7 Sintomi da non sottovalutare per capire se è necessario controllare la TIROIDE Associazione Sistema Helios Via Appia Nuova, 185-00183 Roma --- Informazioni: 06 700 52 52 www.sistemahelios.it -associazione@sistemahelios.it

Dettagli

Diagnostica di Laboratorio delle Malattie Tiroidee

Diagnostica di Laboratorio delle Malattie Tiroidee Diagnostica di Laboratorio delle Malattie Tiroidee DIAGNOSTICA DI LABORATORIO DELLE MALATTIE TIROIDEE Le malattie della tiroide sono le malattie endocrine più frequentemente incontrate nella pratica clinica.

Dettagli

Malattie Tiroidee Autoimmuni

Malattie Tiroidee Autoimmuni Malattie Tiroidee Autoimmuni PD Dr med. Luca Giovanella Medicina Nucleare e Centro Malattie Tiroidee Istituto t Oncologico della Svizzera Italiana Bellinzona - Lugano (CH) Disclosure Advisory Boards Roche,

Dettagli

LA DIAGNOSTICA DI LABORATORIO DELLE TIREOPATIE

LA DIAGNOSTICA DI LABORATORIO DELLE TIREOPATIE LA DIAGNOSTICA DI LABORATORIO DELLE TIREOPATIE Elisabetta Gianoli (1), Manuela Caizzi (2), Giorgio Paladini (1,2) 1. Dipartimento di Medicina di Laboratorio; Azienda Ospedaliero-Universitaria, Ospedali

Dettagli

Caso clinico. S. Bernasconi e C. Volta. Dipartimento Età Evolutiva Università di Parma. sbernasconi@ao.pr.it

Caso clinico. S. Bernasconi e C. Volta. Dipartimento Età Evolutiva Università di Parma. sbernasconi@ao.pr.it Caso clinico S. Bernasconi e C. Volta Dipartimento Età Evolutiva Università di Parma sbernasconi@ao.pr.it Asia G. Età cronologica: 3 anni 2/12 SINTOMATOLOGIA - febbre persistente per circa 10 giorni -

Dettagli

LE PATOLOGIE TIROIDEE

LE PATOLOGIE TIROIDEE PRIMO PIANO terapie farmacologiche Ghiandola dalla caratteristica forma di farfalla, presenta due lobi collegati fra loro da un sottile istmo. La tiroide è di colore rosso-bruno, poco consistente alla

Dettagli

Il Nodulo Tiroideo. "Diagnostica Citologica"

Il Nodulo Tiroideo. Diagnostica Citologica Il Nodulo Tiroideo "Diagnostica Citologica" FNAC Con il termine di FNAC (Fine Needle Aspiration Cytology) si intende un prelievo citologico eseguito mediante un ago definito sottile (a partire da 22G ),

Dettagli

Psicopatologia dell anziano. Prof.ssa Elvira Schiavina 02 marzo 2016

Psicopatologia dell anziano. Prof.ssa Elvira Schiavina 02 marzo 2016 Psicopatologia dell anziano 02 marzo 2016 Invecchiamento e Psicopatogia Salute mentale dell anziano: nuovo campo della psicopatologia. Affinamento dei criteri di diagnosi, costruzione e validazione di

Dettagli

tiroide tre ormoni calcitonina Via Mazzini 12, Bologna www.sismer.it

tiroide tre ormoni calcitonina Via Mazzini 12, Bologna www.sismer.it S.I.S.Me.R. - Società Italiana Medicina della Riproduzione La tiroide è una piccola ghiandola endocrina dalla forma simile a quella di una farfalla, posta anteriormente nel collo al di sotto della laringe,

Dettagli

BRUNO MAZZEI IRCCS- INRCA POR COSENZA IPERTIROIDISMO SUBCLINICO

BRUNO MAZZEI IRCCS- INRCA POR COSENZA IPERTIROIDISMO SUBCLINICO BRUNO MAZZEI IRCCS- INRCA POR COSENZA IPERTIROIDISMO SUBCLINICO REGOLAZIONE DELLA FUNZIONE TIROIDEA Epidemiologia delle patologie da iperfunzione tiroidea Ipertiroidismo conclamato: 0.1-2 % della popolazione

Dettagli

CORSO DI ENDOCRINOLOGIA SCIENZE INFERMIERISTICHE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI

CORSO DI ENDOCRINOLOGIA SCIENZE INFERMIERISTICHE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI CORSO DI ENDOCRINOLOGIA SCIENZE INFERMIERISTICHE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI DR. R. GIANNATTASIO ASL NA1 CENTRO LEZIONE 4 TIROIDE PARATIROIDI VITAMINA D - OSSO NAPOLI, 22/03/2011 TIROIDE E PARATIROIDI

Dettagli

Gozzo, nodulo tiroideo: fisiopatologia, quadri clinici, diagnosi e terapia

Gozzo, nodulo tiroideo: fisiopatologia, quadri clinici, diagnosi e terapia Gozzo, nodulo tiroideo: fisiopatologia, quadri clinici, diagnosi e terapia lunedì 12-01-2012 Franco Grimaldi Direttore SOC Endocrinologia e Malattie del Metabolismo AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI

Dettagli

TERAPIA DEL MORBO DI BASEDOW Blocco della sintesi ormonale per mezzo di farmaci antitiroidei (Tionamidi) Distruzione della tiroide per mezzo dello

TERAPIA DEL MORBO DI BASEDOW Blocco della sintesi ormonale per mezzo di farmaci antitiroidei (Tionamidi) Distruzione della tiroide per mezzo dello TERAPIA DEL MORBO DI BASEDOW Blocco della sintesi ormonale per mezzo di farmaci antitiroidei (Tionamidi) Distruzione della tiroide per mezzo dello 131 I Ablazione chirurgica (parziale o quasi totale?)

Dettagli

TIROIDE E CARENZA DI IODIO LA IODOPROFILASSI. Dott.ssa Dominique Van Doorne Endocrinologa Segretaria del Comitato Scientifico ATTA Lazio ONLUS

TIROIDE E CARENZA DI IODIO LA IODOPROFILASSI. Dott.ssa Dominique Van Doorne Endocrinologa Segretaria del Comitato Scientifico ATTA Lazio ONLUS TIROIDE E CARENZA DI IODIO LA IODOPROFILASSI Dott.ssa Dominique Van Doorne Endocrinologa Segretaria del Comitato Scientifico ATTA Lazio ONLUS Cosa è la Tiroide La tiroide è una ghiandola a forma di farfalla,

Dettagli

Corso nursing Ortopedico. Assistenza infermieristica ai pazienti con artrite reumatoide. www.slidetube.it

Corso nursing Ortopedico. Assistenza infermieristica ai pazienti con artrite reumatoide. www.slidetube.it Corso nursing Ortopedico Assistenza infermieristica ai pazienti con artrite reumatoide DEFINIZIONE MALATTIA INFIAMMATORIA SU BASE IMMUNITARIA DEL TESSUTO CONNETTIVO,ESSENZIALMENTE POLIARTICOLARE AD EVOLUZIONE

Dettagli

Diagnosi Acidosi 276.2 Acromegalia 253.0 Adenoma ipofisario 227.3 Adenoma surrenalico 227.0 Alcalosi 276.3 Aldosteronismo glucocorticoide dipendente

Diagnosi Acidosi 276.2 Acromegalia 253.0 Adenoma ipofisario 227.3 Adenoma surrenalico 227.0 Alcalosi 276.3 Aldosteronismo glucocorticoide dipendente Malattia Codice Diagnosi Acidosi 276.2 Acromegalia 253.0 Adenoma ipofisario 227.3 Adenoma surrenalico 227.0 Alcalosi 276.3 Aldosteronismo glucocorticoide dipendente 255.11 Alterazioni della secrezione

Dettagli

Epidemiologia della malattia nodulare,delle tiroiditi e delle neoplasie della tiroide

Epidemiologia della malattia nodulare,delle tiroiditi e delle neoplasie della tiroide Le Malattie della Tiroide A.S.L. AL- Casale Monferrato 19-03- 2011 Epidemiologia della malattia nodulare,delle tiroiditi e delle neoplasie della tiroide Anna Caramellino Massimo Miglietta Perché pazienti

Dettagli

IL RUOLO DELLA RADIOTERAPIA NEL DOLORE ONCOLOGICO. S.C. Radioterapia ASL TO4 Ivrea Maria Rosa La Porta

IL RUOLO DELLA RADIOTERAPIA NEL DOLORE ONCOLOGICO. S.C. Radioterapia ASL TO4 Ivrea Maria Rosa La Porta IL RUOLO DELLA RADIOTERAPIA NEL DOLORE ONCOLOGICO S.C. Radioterapia ASL TO4 Ivrea Maria Rosa La Porta LA RADIOTERAPIA E un metodo di cura conosciuto da più di 100 anni che prevede l utilizzo di radiazioni

Dettagli

Bari, 7-10 novembre 2013 Gestione del Carcinoma Tiroideo in progressione Take Home Messages

Bari, 7-10 novembre 2013 Gestione del Carcinoma Tiroideo in progressione Take Home Messages Gestione del Carcinoma Tiroideo in progressione Take Home Messages Rinaldo Guglielmi UOC Endocrinologia Il problema La maggior parte dei carcinomi tiroidei differenziati guarisce con il trattamento iniziale

Dettagli

IPOTIROIDISMO. Fisiopatologia

IPOTIROIDISMO. Fisiopatologia IPOTIROIDISMO Sindrome clinica che deriva da una deficienza di ormoni tiroidei!! Primario (disfunzione tiroidea) Tiroidite cronica di Hashimoto Post-chirurgico Terapia con radioiodio Farmaci (amiodarone,

Dettagli

PATOLOGIA TIROIDEA IN GRAVIDANZA: LINEE GUIDA Maria Adelaide Marini

PATOLOGIA TIROIDEA IN GRAVIDANZA: LINEE GUIDA Maria Adelaide Marini Management delle patologie tiroidee di maggior impatto nella pratica clinica del medico di famiglia PATOLOGIA TIROIDEA IN GRAVIDANZA: LINEE GUIDA Maria Adelaide Marini 2005 La patologia tiroidea in gravidanza,

Dettagli

Sistema Endocrino 4. Ormoni tiroidei. Fisiologia Generale e dell Esercizio Prof. Carlo Capelli

Sistema Endocrino 4. Ormoni tiroidei. Fisiologia Generale e dell Esercizio Prof. Carlo Capelli Sistema Endocrino 4. Ormoni tiroidei Fisiologia Generale e dell Esercizio Prof. Carlo Capelli Obiettivi Tiroide: tiroide e follicoli tiroidei Biosintesi, meccanismi cellulari, iodio tiroideo, trasporto

Dettagli

Il Nodulo Tiroideo dalla diagnosi alla Terapia

Il Nodulo Tiroideo dalla diagnosi alla Terapia Il Nodulo Tiroideo dalla diagnosi alla Terapia Genova Voltri 15 Dicembre 2012 Luca Anselmi Anatomia Patologica Sestri Ponente Percorso Diagnostico Terapeutico Multidisciplinare ENDOCRINOLOGO RADIOLOGO

Dettagli

Tiroide TRH TSH T4, T3. Feed-back negativo. Tripeptide. Glicoproteina. iodotirosine

Tiroide TRH TSH T4, T3. Feed-back negativo. Tripeptide. Glicoproteina. iodotirosine Tiroide TRH Tripeptide TSH Glicoproteina T4, T3 iodotirosine Feed-back negativo Ormoni tiroidei Tiroxina (T4) proormone Triiodotironina (T3) forma attiva 5'-deiodinasi stereospecificità 5-deiodinasi

Dettagli

13) Tiroide. Ipotiroidismi

13) Tiroide. Ipotiroidismi 13) Tiroide La tiroide produce gli ormoni tiroidei T3 (con tre atomi di iodio), metabolicamente più attivo, e T4 (con 4 atomi di iodio), prodotto direttamente dalla tiroide e dotato di poca potenza ma

Dettagli

Sul piano istopatologico, i NET si suddividono in NET ben differenziati e scarsamente differenziati.

Sul piano istopatologico, i NET si suddividono in NET ben differenziati e scarsamente differenziati. I tumori neuroendocrini sono un gruppo eterogeneo di tumori rari, con incidenza annuale di 4-5 nuovi casi ogni 100.000 abitanti. Colpiscono le cellule del sistema neuroendocrino diffuso, specializzate

Dettagli

Management delle patologie tiroidee di maggior impatto nella pratica clinica del medico di famiglia. Amiodarone e tiroide. Maria Adelaide Marini

Management delle patologie tiroidee di maggior impatto nella pratica clinica del medico di famiglia. Amiodarone e tiroide. Maria Adelaide Marini Management delle patologie tiroidee di maggior impatto nella pratica clinica del medico di famiglia Amiodarone e tiroide Maria Adelaide Marini AMIODARONE E TIROIDE Una compressa da 200 mg di amiodarone

Dettagli

1 CONVEGNO AME EMILIA-ROMAGNA Bologna, 15 maggio 2010. Paola Franceschetti

1 CONVEGNO AME EMILIA-ROMAGNA Bologna, 15 maggio 2010. Paola Franceschetti 1 CONVEGNO AME EMILIA-ROMAGNA Bologna, 15 maggio 2010 I Sessione La PET in Endocrinologia Oncologica Caso clinico Paola Franceschetti SEZIONE DI ENDOCRINOLOGIA Dipartimento di Scienze Biomediche e Terapie

Dettagli

genica, la crescita, lo sviluppo e inducendo e stimolando la sintesi proteica, attraverso gli specifici recettori nucleari, e membrana mitocondriale.

genica, la crescita, lo sviluppo e inducendo e stimolando la sintesi proteica, attraverso gli specifici recettori nucleari, e membrana mitocondriale. Tiroide Gli ormoni tiroidei regolano l espressione genica, la crescita, lo sviluppo e l omeostasi delle cellule l e dei tessuti ti inducendo e stimolando la sintesi proteica, attraverso gli specifici recettori

Dettagli

CORSO DI ENDOCRINOLOGIA SCIENZE INFERMIERISTICHE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI

CORSO DI ENDOCRINOLOGIA SCIENZE INFERMIERISTICHE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI CORSO DI ENDOCRINOLOGIA SCIENZE INFERMIERISTICHE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI DR. R. GIANNATTASIO ASL NA1 CENTRO LEZIONE 4 TIROIDE PARATIROIDI VITAMINA D - OSSO NAPOLI, 16/05/2012 TIROIDE E PARATIROIDI

Dettagli

Il vostro bambino e lo Screening Neonatale

Il vostro bambino e lo Screening Neonatale Il vostro bambino e lo Screening Neonatale Guida per i Genitori A cura di: Centro Fibrosi Cistica e Centro Malattie Metaboliche AOU A. Meyer, Firenze Cari genitori, la Regione Toscana, secondo un programma

Dettagli

LA SOLUZIONE AI NODULI BENIGNI DELLA TIROIDE

LA SOLUZIONE AI NODULI BENIGNI DELLA TIROIDE LA SOLUZIONE AI NODULI BENIGNI DELLA TIROIDE www.modilite.info MODILITE In Italia la patologia nodulare tiroidea è piuttosto frequente ed è spesso asintomatica. Circa l 80% dei noduli tiroidei sono benigni

Dettagli

TI R OIDIT E P O S T PA RT U M

TI R OIDIT E P O S T PA RT U M TI R OIDIT E P O S T PA RT U M La tiroidite po st partum è una particolare forma di tiroidite autoimmune che si caratterizza per avere una precisa collocazione temporale. Si manifesta, infatti, nelle donne

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

irsutismo femminile ipertricosi femminile Oggi una bellezza femminile senza peli problemi di salute

irsutismo femminile ipertricosi femminile Oggi una bellezza femminile senza peli problemi di salute La peluriia femmiiniile iin eccesso Un sserriio prrobllema perr lla ffemmiiniilliittà delllla donna Il modello di un corpo senza peli e con la pelle vellutata Peluria in eccesso : il sentirsi poco femminile

Dettagli

LE NEOPLASIE DIFFERENZIATE DELLA TIROIDE

LE NEOPLASIE DIFFERENZIATE DELLA TIROIDE LE NEOPLASIE DIFFERENZIATE DELLA TIROIDE P. Iacovoni Direttore S.O.C. di Chirurgia S.Ragusa Direttore S.O.C. Otorinolaringoiatria Ospedale di Acqui Terme Neoplasie differenziate della tiroide Il cancro

Dettagli

Patologie Cardiocircolatorie Relatore:Squicciarini Grazia

Patologie Cardiocircolatorie Relatore:Squicciarini Grazia Corso Base Patologie Cardiocircolatorie Relatore:Squicciarini Grazia Cardiopatia ischemica Definisce un quadro di malattie a diversa eziologia che interessano l integrita del cuore nelle quali il fattore

Dettagli

La Sclerosi Multipla (SM) è una patologia infiammatorio-degenerativa del Sistema Nervoso Centrale a decorso cronico che colpisce il giovane adulto.

La Sclerosi Multipla (SM) è una patologia infiammatorio-degenerativa del Sistema Nervoso Centrale a decorso cronico che colpisce il giovane adulto. Sclerosi multipla FONTE : http://www.medicitalia.it/salute/sclerosi-multipla La Sclerosi Multipla (SM) è una patologia infiammatorio-degenerativa del Sistema Nervoso Centrale a decorso cronico che colpisce

Dettagli

CHECK UP TIROIDE (Valutazione dell'equilibrio ormonale) ORMONI E TIROIDE ORMONI TIROIDEI TSH FT3 FT4 GUIDA ALLA LETTURA DEL TEST CONSIGLI UTILI

CHECK UP TIROIDE (Valutazione dell'equilibrio ormonale) ORMONI E TIROIDE ORMONI TIROIDEI TSH FT3 FT4 GUIDA ALLA LETTURA DEL TEST CONSIGLI UTILI Paziente: Mario Rossi Cod. Prodotto: 00000 Codice Accettazione: 00000 CCV: 000 Data: 24/12/2015 CHECK UP TIROIDE (Valutazione dell'equilibrio ormonale) ORMONI E TIROIDE ORMONI TIROIDEI TSH FT3 FT4 GUIDA

Dettagli

SINTOMATOLOGIA E PATOLOGIE. RIPASSO anno 2012

SINTOMATOLOGIA E PATOLOGIE. RIPASSO anno 2012 SINTOMATOLOGIA E PATOLOGIE RIPASSO anno 2012 OBIETTIVI 1. RICONOSCERE I PRINCIPALI SINTOMI DELLE PRINCIPALI SINTOMATOLOGIE MEDICHI 2. IMPOSTARE IL GIUSTO TRATTAMENTO IMA SINTOMATOLOGIA? IMA Retrosternale,

Dettagli

Ipoadrenocorticismo (Malattia di Addison)

Ipoadrenocorticismo (Malattia di Addison) Ipoadrenocorticismo (Malattia di Addison) L ipoadrenocorticismo è una malattia endocrina causata dalla ridotta produzione di mineralcorticoidi (aldosterone) e glucocorticoidi (cortisolo) da parte delle

Dettagli

SCREENING ECOTOMOGRAFICO DELLA TIROIDE IN LAVORATORI RADIOESPOSTI: ESAME DI ROUTINE NELLA SORVEGLIANZA SANITARIA?

SCREENING ECOTOMOGRAFICO DELLA TIROIDE IN LAVORATORI RADIOESPOSTI: ESAME DI ROUTINE NELLA SORVEGLIANZA SANITARIA? SCREENING ECOTOMOGRAFICO DELLA TIROIDE IN LAVORATORI RADIOESPOSTI: ESAME DI Dott.ssa A. Francini ROUTINE NELLA SORVEGLIANZA SANITARIA? A.S.O. S. Croce e Carle Disclosure Slide Il sottoscritto FRANCINI

Dettagli

coin lesion polmonare

coin lesion polmonare coin lesion polmonare accurata anamnesi ed esame obiettivo impossibile confronto con precedenti radiogrammi lesione non preesistente o modificatasi TC Follow-up caratteri di benignità lesione sospetta

Dettagli

I PRINCIPALI SINTOMI RIFERITI ALLE MALATTIE DELL APPARATO RESPIRATORIO

I PRINCIPALI SINTOMI RIFERITI ALLE MALATTIE DELL APPARATO RESPIRATORIO I PRINCIPALI SINTOMI RIFERITI ALLE MALATTIE DELL APPARATO RESPIRATORIO Descrizione, definizione e richiami anatomici e fisiopatologici www.fisiokinesiterapia.biz Emoftoe o emottisi Si tratta dell emissione

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

Amiodarone e tiroide. Giuseppe Francia. Struttura semplice funzionale di Endocrinologia Clinica di Medicina D-Azienda ospedaliera di Verona

Amiodarone e tiroide. Giuseppe Francia. Struttura semplice funzionale di Endocrinologia Clinica di Medicina D-Azienda ospedaliera di Verona Amiodarone e tiroide Giuseppe Francia Struttura semplice funzionale di Endocrinologia Clinica di Medicina D-Azienda ospedaliera di Verona Amiodarone: generalità ed effetti sulla funzione tiroidea Iodio

Dettagli

TIREOPATIE e DIABETE Raccomandazioni per la pratica clinica

TIREOPATIE e DIABETE Raccomandazioni per la pratica clinica TIREOPATIE e DIABETE Raccomandazioni per la pratica clinica PERCHÉ UN DOCUMENTO DI CONSENSO SU TIREOPATIE E DIABETE MELLITO? Le malattie della tiroide e il diabete mellito sono le endocrinopatie di più

Dettagli

La Psoriasi è una malattia infiammatoria della pelle cronico-recidivante. Nei paesi occidentali colpisce ci

La Psoriasi è una malattia infiammatoria della pelle cronico-recidivante. Nei paesi occidentali colpisce ci La Psoriasi è una malattia infiammatoria della pelle cronico-recidivante. Nei paesi occidentali colpisce ci uomini e donne di ogni età con due picchi di incidenza tra i 16 e 20 anni e tra i 55 e 60 anni.

Dettagli

Il punto di vista del laboratorio

Il punto di vista del laboratorio Appropriatezza in patologia tiroidea: MMG e specialisti a confronto Belluno, 30 settembre - 1 ottobre 2011 Il punto di vista Tiziana Roncada Direttore Laboratorio Analisi ULSS 1 Belluno Nell ultimo decennio

Dettagli

A cosa serve lo iodio?

A cosa serve lo iodio? Iodio e Salute Che cos è lo iodio? Lo iodio, dal greco iodes (violetto), è un elemento (come l ossigeno, l idrogeno, il calcio ecc) diffuso nell ambiente in diverse forme chimiche. Lo iodio presente nelle

Dettagli

A CURA DEL DOTT. GUARDO S. RAUL

A CURA DEL DOTT. GUARDO S. RAUL A CURA DEL DOTT. GUARDO S. RAUL ONLUS (D.Lgs. 460/97) 1 LA TIROIDE CHE SI AMMALA DI PIÙ È FEMMINILE A cura del dott. Raul Guardo Salinas Che cosa è la tiroide: La tiroide è una ghiandola endocrina posta

Dettagli

Fisiologia. Fisiologia. Fisiologia. Sintesi degli ormoni tiroidei. Sintesi degli ormoni tiroidei

Fisiologia. Fisiologia. Fisiologia. Sintesi degli ormoni tiroidei. Sintesi degli ormoni tiroidei Fisiologia La funzione primaria della tiroide è secernere gli ormoni necessari per la crescita, lo sviluppo cerebrale, il mantenimento del metabolismo e dell attività funzionale della maggior parte degli

Dettagli

Tiroide: Diagnostica

Tiroide: Diagnostica Tiroide: Diagnostica In vitro: dosaggio TRH, TSH, FT3, TT3, FT4, TT4, Ab-anti-TMS, Ab-anti-PO, Abanti-Tg,Tg, CT. In vivo: Scintigrafia tiroidea, Captazione tiroidea del Radio-iodio SCINTIGRAFIA DELLA TIROIDE

Dettagli

IL TUMORE DELLA PROSTATA

IL TUMORE DELLA PROSTATA IL TUMORE DELLA PROSTATA Dott. CARMINE DI PALMA Andrologia, Urologia, Chirurgia Andrologica e Urologica, Ecografia Che cos è il cancro della prostata? Cancro significa crescita incontrollata di cellule

Dettagli

Le malattie della tiroide

Le malattie della tiroide Home Chi siamo Dove siamo FAQ Forum Link Contattaci Area riservata: Nome utente : Password : Cerca: Non sei ancora registrato? Hai dimenticato la password? Ricerca avanzata Le malattie della tiroide Le

Dettagli

SEBASTIANO FILETTI. Dipartimento di Medicina Interna e Specialità Mediche. Università di Roma Sapienza, Roma

SEBASTIANO FILETTI. Dipartimento di Medicina Interna e Specialità Mediche. Università di Roma Sapienza, Roma SEBASTIANO FILETTI Dipartimento di Medicina Interna e Specialità Mediche Università di Roma Sapienza, Roma La malattia tiroidea è in aumento negli ultimi anni. Quali le ragioni? Dati epidemiologici provenienti

Dettagli

DEFICIT ISOLATO ACTH

DEFICIT ISOLATO ACTH DEFICIT ISOLATO ACTH Codice di esenzione: RC0010 Definizione. Il deficit isolato di ACTH è una rara causa di insufficienza surrenalica secondaria caratterizzata da una bassa o ridotta produzione di cortisolo

Dettagli

L aiki shiatsu nella terapia delle patologie della tiroide di Fiorella Panni

L aiki shiatsu nella terapia delle patologie della tiroide di Fiorella Panni L aiki shiatsu nella terapia delle patologie della tiroide di Fiorella Panni ABSTRACT Lo studio si è svolto su otto pazienti di sesso femminile. Le diagnosi in medicina istituzionale hanno evidenziato

Dettagli

Cosa sono i Macatori Tumorali?

Cosa sono i Macatori Tumorali? Marcatori tumorali Cosa sono i Macatori Tumorali? Sostanze biologiche sintetizzate e rilasciate dalle cellule tumorali o prodotte dall ospite in risposta alla presenza del tumore Assenti o presenti in

Dettagli

PATOLOGIE DELLA TIROIDE DURANTE LA GRAVIDANZA

PATOLOGIE DELLA TIROIDE DURANTE LA GRAVIDANZA PATOLOGIE DELLA TIROIDE DURANTE LA GRAVIDANZA Gestazione e 8reopa8e: overview La patologia *roidea in gravidanza rappresenta un importante problema clinico per la sua discreta diffusione nel sesso femminile,

Dettagli

SCINTIGRAFIA TIROIDEA

SCINTIGRAFIA TIROIDEA UNIVERSITÀ - OSPEDALE di PADOVA MEDICINA NUCLEARE SCINTIGRAFIA TIROIDEA Franco Bui, Diego Cecchin TIROIDE Ramo N. Laringeo A. Tiroidea Sup. Cartil. Tiroidea Ramo N. Ricorrente N. Frenico V. Giugulare Int.

Dettagli

Capitolo 5_d URGENZE MEDICHE ADULTO

Capitolo 5_d URGENZE MEDICHE ADULTO Capitolo 5_d URGENZE MEDICHE ADULTO 1 OBIETTIVI RICONOSCERE LE PRINCIPALI PATOLOGIE NEUROLOGICHE CHE PROVOCANO ALTERAZIONI DELLA COSCIENZA IDENTIFICARE I SEGNI E SINTOMI DI: SINCOPE, CONVULSIONI, MENINGITE,

Dettagli

Le neoplasie renali. fabrizio dal moro

Le neoplasie renali. fabrizio dal moro Le neoplasie renali fabrizio dal moro Le neoplasie renali Epidemiologia - INCIDENZA: 7,5/100.000 - Maschi/Femmine: 2:1 - Fascia d et d età più colpita: 5-6 decade Le neoplasie renali Classificazione -

Dettagli

Patologia dell'asse ipotalamoipofisi-igf-cartilagine. Luca Taf Azienda USL 8 Arezzo UO Pediatria

Patologia dell'asse ipotalamoipofisi-igf-cartilagine. Luca Taf Azienda USL 8 Arezzo UO Pediatria Patologia dell'asse ipotalamoipofisi-igf-cartilagine Luca Taf Azienda USL 8 Arezzo UO Pediatria Sistema complesso Azione del GH a livello cellulare Alcuni geni coinvolti nel processo di crescita GH-1 GHRH

Dettagli

La tiroide. Dott.ssa Francesca Santilli Università 'G. D'Annunzio' Chieti

La tiroide. Dott.ssa Francesca Santilli Università 'G. D'Annunzio' Chieti La tiroide Dott.ssa Francesca Santilli Università 'G. D'Annunzio' Chieti Fisiologia della tiroide Gli ormoni tiroidei (T3 e T4) sono le uniche sostanze biologiche che contengono IODIO La forma di accumulo

Dettagli

MENOPAUSA E D INTORNI A CURA DEL COORDINAM ENTO DONNE S LP CISL CATANIA. Con la collaborazione della Dottoressa Palmisano

MENOPAUSA E D INTORNI A CURA DEL COORDINAM ENTO DONNE S LP CISL CATANIA. Con la collaborazione della Dottoressa Palmisano MENOPAUSA E D INTORNI A CURA DEL COORDINAM ENTO DONNE S LP CISL CATANIA Con la collaborazione della Dottoressa Palmisano MENOPAUSA E D INTORNI COSA SI PUO E COSA SI DEVE FARE? CHE COS E? La menopausa non

Dettagli

ginecomastia aumento di volume della mammella maschile, mono o bilateralmente

ginecomastia aumento di volume della mammella maschile, mono o bilateralmente ginecomastia aumento di volume della mammella maschile, mono o bilateralmente diagnosi differenziale: carcinoma della mammella sono elementi di sospetto: monolateralità, rapido sviluppo Primitiva: puberale,

Dettagli

IPERALDOSTERONISMO PRIMITIVO

IPERALDOSTERONISMO PRIMITIVO IPERALDOSTERONISMO PRIMITIVO Codice di esenzione: RCG010 Definizione. L iperaldosteronismo primitivo (IP) è una sindrome clinica dovuta ad una ipersecrezione primitiva di aldosterone da parte della corteccia

Dettagli

OFTALMOPATIA DI GRAVES

OFTALMOPATIA DI GRAVES DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Chirurgia Cranio Maxillo - Facciale Direttore: prof. Luigi Clauser OFTALMOPATIA DI GRAVES Diagnosi, Terapia e trattamento chirurgico dell Orbitopatia

Dettagli