RASSEGNA WEB DEL 9 settembre 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RASSEGNA WEB DEL 9 settembre 2013"

Transcript

1 RASSEGNA WEB DEL 9 settembre 2013 POLITICA E ISTITUZIONI... 3 CAMERA: AL VIA IN COMMISSIONE AFFARI SOCIALI L ESAME DI 4 PDL SUL GIOCO PATOLOGIOCO... 3 PATRIARCA (PD): E IMPENSABILE APRIRE NUOVE SALE... 3 GIORGETTI: «FRENARE IL GIOCO? IL PARLAMENTO SE VUOLE PUÒ FARLO»... 3 GIORGETTI (SOTT.ECONOMIA): MOZIONE DEL SENATO È DEMAGOGIA E OSTACOLA MISURA PER ABOLIRE IMU... 4 IMU E GIOCHI, BINETTI: "LA SANATORIA NON È MAI UNA GRANDE IDEA"... 5 CANCELLIERI (MIN GIUSTIZIA) : GIOCO PATOLOGICO È UN PROBLEMA, MA VIETARE È SBAGLIATO... 6 REGIONE LOMBARDIA. ROLFI (LN) NOMINATO RELATORE DEL PROVVEDIMENTO CONTRO IL GIOCO PRONTO ENTRO OTTOBRE... 6 OPINIONI E COMMENTI... 6 GIOCHI: VOTO SU MOZIONE, DANNO AL PAESE... 6 CURCIO (SAPAR): "SU MORATORIA GIOCO GRANDE CONFUSIONE DELLA POLITICA"... 6 COLDIRETTI: AL GIOCO IL 70% DELLA SPESA PER GLI ALIMENTI L AIART: ADESSO STOP A PUBBLICITÀ IN TV... 7 MOVIMENTO CONSUMATORI: NO ALLA MORATORIA, I CONCESSIONARI PAGHINO LE MULTE... 7 GIORDANO (PRES. ADICONSUM): IL 10% DEGLI INCASSI CONCESSIONARIE DESTINATO A CURARE LUDOPATIA... 7 CODACONS. ECCO I VERI DATI SULLA LUDOPATIA CHE LO STATO TENTA DI INSABBIARE... 8 GIOCO D AZZARDO, LA LU(RI)DOPATIA DI STATO... 8 CASINÒ: DIVIDE ET NORMA... 9 NEWSLOT E VLT ALTRO CHE MORATORIA: IN ARRIVO RIDUZIONE DI UN TERZO DELLE SLOT E PIÙ TASSE SPECIALE VLT, TRE ANNI DOPO: MAGGI (ACADI), NECESSARIE ADEGUATE POLITICHE FISCALI E SUL TERRITORIO MILANO. NEL NUOVO REGOLAMENTO EDILIZIO IN DISCUSSIONE DISTANZA SALE GIOCHI DA SCUOLE E LUOGHI SENSIBILI MILANO. ENNESIMA SALA GIOCHI IN ARRIVO E PARTE LA PETIZIONE CRONACA CASINÒ DI CAMPIONE. INCASSI +0,5%, INGRESSI +1,5% GDF, A AGOSTO CONTROLLI SU SALE GIOCHI E SCOMMESSE, 25% IRREGOLARI GDF. NEL ESERCIZI CONTROLLATI, 25% IRREGOLARE PALERMO, SEQUESTRATE 4 AGENZIE ILLEGALI DI SCOMMESSE GRATTA E VINCI SENZA FORMULE DI AVVERTIMENTO SU RISCHIO DIPENDENZA. LA PROCURA APRE UN INCHIESTA. 16 RITARDATO RILASCIO CONCESSIONE A SALA BINGO: TAR LAZIO CONDANNA ADM AL PAGAMENTO DEI DANNI SPONSORIZZAZIONI NIKE E PALLACANESTRO VIRTUS ROMA ANNUNCIANO L ACCORDO DI FORNITURA TECNICA FOOTWEAR BASKET, DURANT A ROMA INCONTRA LA VIRTUS LA SAMPDORIA TORNA AL LAVORO. DUE DUBBI IN VISTA DEL DERBY MONDO DIFFUSIONE SALE SLOT. BARNIER (COMM.EU): GLI STATI SIANO CONFORMI AL DIRITTO DELL UE GERMANIA, DEUTSCHE TELEKOM PUNTA ALLE SCOMMESSE ONLINE CON L ACQUISIZIONE DI DEUTSCHE SPORTWETTEN A CURA DELL UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE DI GAMENET S.P.A.

2 Rassegna WEB di lunedì 9 settembre 2013 Pag. 2

3 POLITICA E ISTITUZIONI CAMERA: AL VIA IN COMMISSIONE AFFARI SOCIALI L ESAME DI 4 PDL SUL GIOCO PATOLOGIOCO (JAMMA 09/09/2013) Prenderà il via mercoledì prossimo, in Commissione Affari Sociali alla Camera, l esame di 4 proposte di legge sul gioco patologico. Due di queste sono presentati dai deputati di Scelta civica Paola Binetti e Rocco Buttiglione: il primo testo prevede l inserimento della ludopatia nei Livelli essenziali di assistenza, la destinazione dello 0,1% dei compensi degli operatori alla cura della dipendenza da gioco e l istituzione di un Osservatorio nazionale contro la dipendenza da gioco; il secondo ddl prevede lla possibilità di accedere alla cura in ambulatori ad hoc all interno dei dipartimenti di salute mentale; la garanzia del gratuito patrocinio per coloro che, affetti dal gioco d azzardo patologico, abbiano contratto debiti e siano caduti nella rete della microcriminalità; l attuazione di una campagna informativa che sensibilizzi i cittadini, fin da giovanissimi, sui rischi derivanti dal gioco patologico. Il terzo disegno di legge porta la firma del deputato Pdl Benedetto Francesco Fucci: prevede il divieto di pubblicità per il gioco d azzardo e l obbligo di riportare, sui tagliandi delle lotterie, messaggi sui rischi del gioco d azzardo. Anche il ddl presentato da Colomba Mongiello (Pd) prevede l etichettatura speciale per i tagliandi delle lotterie istantanee, oltre alla promozione di campagne informative e di educazione al gioco. PATRIARCA (PD): E IMPENSABILE APRIRE NUOVE SALE (JAMMA 09/09/2013) Soprattutto in un momento di crisi non è pensabile alimentare il gioco d azzardo. Gli studi ci dicono che quanto lo Stato incassa poi e costretto a reinvestirlo nelle cure per le ludopatie e per fronteggiare i danni che derivano da un uso eccessivo di slot. Lo afferma il deputato del Pd Edoardo Patriarca, componente della Commissione Affari Sociali. Nessuno pensa a uno Stato etico, ma a uno Stato che salvaguardia i cittadini dalle malattie, e le ludopatie sono tali continua Patriarca Vista l alta presenza di sale sul territorio non c è nulla di strano se si mette un freno all apertura di nuovi punti gioco. GIORGETTI: «FRENARE IL GIOCO? IL PARLAMENTO SE VUOLE PUÒ FARLO» (AVVENIRE.IT 09/09/2013) «In Senato ho visto una levata di scudi etica, di cui va preso atto anche se chi ha votato quella mozione non ha tenuto conto delle conseguenze economiche. E comunque la preoccupazione per le ludopatie non è estranea al governo: stiamo lavorando a una riduzione del numero di macchinette da gioco presenti in Italia...». Di quanto? «Un terzo delle 430mila attuali...». Alberto Giorgetti è in viaggio per Verona. Domani compirà 46 anni e chissà, spegnendo le candeline, quale desiderio esprimerà. Uno, nei suoi confronti, l ha formulato giovedì l Aula di Palazzo Madama: un secco argine al dilagare dell azzardo legalizzato, che sta mettendo sul lastrico migliaia di famiglie. A botta calda Giorgetti non ha gradito, rimettendo la delega sui giochi, che poi il ministro Saccomanni gli ha confermato: «Hanno fatto demagogia», ha detto al Corriere della Sera. Ora, a mente fredda, integra il giudizio: «Qualcuno mi attacca dicendo che sono un uomo della lobby dell azzardo. Un etichetta che già mi aveva procurato minacce serie, via web, che ho denunciato a varie procure. Ma io non lo sono affatto: sono solo preoccupato, come sottosegretario, delle coperture economiche di ogni decisione». E, in concreto, la moratoria si può fare, sottosegretario? Il Parlamento, se ritiene, può decidere di limitare drasticamente il gioco legale. Dico solo che, nel farlo, dovrebbe porsi il problema concreto delle coperture che verrebbero meno, a iniziare dai 620 milioni di euro ora utilizzati a supporto della cancellazione della prima rata dell Imu. Già, il frutto del contenzioso fiscale coi concessionari. Ma non erano 98 miliardi? L aveva stimato la Corte dei Conti. Solo che non si tratta di danno erariale, ma di servizi non erogati e i concessionari stanno vincendo i contenziosi giudiziari. Così, il governo ha fatto una valutazione pragmatica, decidendo di chiudere la vicenda con un autoadesione e calcolando una cifra congrua. Ma è una valutazione del governo, appunto. Rassegna WEB di lunedì 9 settembre 2013 Pag. 3

4 E, dunque, il Parlamento potrebbe modificarla? Se lo vorrà, potrà farlo, nei limiti del rispetto delle leggi e della certezza del diritto. E tenendo conto, anche qui, delle conseguenze sulle coperture. Sono entrate correnti e, se ci si rinuncia, in questo momento sarebbe arduo reperirne altre analoghe... È lo stesso ragionamento che lei ha fatto in Senato per i 6 miliardi versati all erario dal settore. A proposito, non c è un calo rispetto agli 8,1 del 2012? Era solo una proiezione, probabilmente inferiore al reale importo. E comunque, stiamo studiando criteri per rimodulare l offerta di gioco e, possibilmente, elevare la soglia di tassazione. Davvero? E di quanto? Ci stiamo ragionando. Non vogliamo però che sia così alta da far di nuovo crescere l offerta "in nero". C è il rischio che, bloccando drasticamente il gioco legale, si favorisca il proliferare di quello criminale... Eppure le mafie s infiltrano anche in quello legale. Le inchieste giudiziarie lo confermano. Vero. Ma il fatto che la gran parte di giochi e scommesse, negli ultimi 10 anni, sia stato portata alla luce del sole, favorisce le indagini. Dal 2009 esiste un Comitato per la prevenzione e la repressione: fra 2011 e 2012, Polizia, Carabinieri e Gdf hanno effettuato 54mila controlli, denunciando persone, con sequestri, sanzioni e violazioni. Dati che non vengono mai citati... Ma una parte cospicua del Paese s indigna per uno Stato biscazziere, con anziani e ragazzi che bruciano nelle slot pensioni e paghette. Il Senato l ha ascoltata. Il governo vuole farlo? Il governo sta ragionando sui decreti derivanti dall articolo 14 della delega fiscale, anche in base agli orientamenti espressi in Senato. Nei decreti delegati, punteremo fra l altro ad aumentare la tutela dei soggetti deboli, minori compresi, e su una revisione della normativa in materia di pubblicità. Inoltre, non abbiamo ancora emanato un bando specifico per l apertura delle sale da poker reali, non virtuali, nelle città: ci sembra giusto meditare su una decisione che oggi potrebbe non essere accolta positivamente... E le nuove sale? Può assicurarci che non ne sarà aperta una in più? Ci sono sindaci coi comuni "tappezzati"... Il nodo primario è quello dei diritti in capo ai concessionari, che hanno vinto delle gare e spesso non sono neppure società italiane, ma europee. Ma abbiamo aperto un tavolo di riflessione, anche col ministro gli Affari regionali Delrio per coinvolgere le amministrazioni locali. Il problema è evidente e dobbiamo trovare un equilibrio tra quei diritti acquisiti e l offerta, ormai reputata da parte del Paese eccessiva e inadeguata GIORGETTI (SOTT.ECONOMIA): MOZIONE DEL SENATO È DEMAGOGIA E OSTACOLA MISURA PER ABOLIRE IMU (JAMMA 09/09/2013) Oramai sui giochi si prescinde dai fatti e ci si accontenta della demagogia. Quella mozione avrebbe non solo scassato i conti dello Stato ma anche prodotto un effetto contrario a quello voluto. E il commento del sottosegretario all Economia Alberto Giorgetti sulla mozione che contiene una moratoria di 12 mesi sul gioco, approvata ieri dal Senato. In un intervista al Corriere della Sera, Giorgetti spiega che Mettere un freno al gioco legale significa fare un favore enorme al gioco illegale. E i i rischi legati alla criminalità e alla dipendenza sono molto più forti. Ma non crede che negli ultimi anni, anni di crisi nera per le famiglie, il settore sia cresciuto troppo? II problema c è e credo che nel tempo si debba diminuire il numero degli apparecchi così come migliorare i meccanismi di identificazione del giocatore per tutelare i soggetti più deboli. Ma non si possono bloccare le concessioni appena rilasciate, come dice invece la mozione, e demonizzare un intero settore che ha sottratto spazi all illegalità. Ancora adesso, però, ci sono zone grigie anche nel gioco legale. Il problema esiste: i flussi di denaro sono così importanti che la possibilità di riciclaggio esiste. Ma la normativa è molto severa, molto più severa che in altri settori dove ci sono gli stessi flussi di denaro e gli stessi rischi. Se non di più. Dai giochi dovrebbe venire anche un pezzo dei soldi per cancellare la prima rata dell Imu. Le vecchie penali da 2,5 miliardi sono state trasformate in un accordo da 62o milioni. Uno sconto molto vantaggioso. Non è uno sconto ma una possibilità prevista dalla legge per chiudere con una transazione i procedimenti per danno erariale. Di nuovo demagogia. Le società dicono che 62o milioni sono troppi e non vogliono pagare. Stanno solo tirando sul prezzo? Ogni opinione è Rassegna WEB di lunedì 9 settembre 2013 Pag. 4

5 legittima ma quella somma mi sembra equilibrata e sono fiducioso sul fatto che arriveremo ad una soluzione. Certo, un caso come quello del Senato non aiuta di certo. IMU E GIOCHI, BINETTI: "LA SANATORIA NON È MAI UNA GRANDE IDEA" (GIOCONEWS 09/09/2013) Credo che la sanatoria non sia mai una grande idea, perché si colloca in una cultura in cui i cittadini tendono ad evadere le tasse, nella speranza - non tanto remota se si considerano situazioni come questa - che poi qualcosa o qualcuno interverrà per legittimare il mancato pagamento di quanto dovuto". Parola della deputata di Scelta Civica, Paola Binetti, che a Gioconews.it parla della riforma Imu e della sanatoria per le maxi sanzioni New Slot. "Le tasse sono parte integrante di un patto tra stato e cittadini e il patto va onorato da entrambe le parti. Lo stato ha diritto ad esigere quanto stabilito e i cittadini hanno diritto a chiedere il controvalore in servizi di qualità. L'importo che gli italiani potrebbero giocare nel 2013 raggiunge il tetto dei 100 miliardi di euro, pari ad oltre il 70% di quello che le famiglie italiane spendono per acquistare prodotti alimentari durante l'anno. E' quanto emerge da una analisi della Coldiretti, che afferma: Il 47% degli italiani tra i 15 ed i 64 anni ha giocato almeno una volta ma sono almeno 3 milioni le persone affette da ludopatia, che sottraggono risorse per i bisogni familiari come l'alimentazione. Più della metà della spesa in giochi e scommesse è destinata a slot machine e videolottery. Una vera e propria esplosione negli ultimi anni, nonostante la crisi economica. Pensa a qualche azione in Parlamento? Ritengo giusto reagire utilizzando tutti gli strumenti di cui un Parlamentare dispone: interrogazioni, interpellanze, emendamenti ed ordini del giorno. Ossi da un lato denunciare la contraddizione in cui cade lo stato quando cambia le regole in corso d opera e dall altro la necessità di dare chiarezza e sicurezza a coloro che intendono rispettare le regole, ma ovviamente non guardano affatto di buon occhio coloro che in un modo o nell altro tendono a farla franca. Va culturalmente cambiato l approccio dello Stato che da vero e proprio 'biscazziere' deve trasformarsi in uno Stato che non proibisce ma disincentiva il gioco d'azzardo, lo condanna socialmente e crea un meccanismo che lo faccia tornare ad essere un gioco vero, senza azzardo. La politica ha il dovere di mettere un argine ad un fenomeno che preoccupa sempre di più. Lo Stato non può fare cassa sfruttando le debolezze degli italiani, occorre stabilire paletti e limiti chiari. La moratoria della Lega di 12 mesi sul gioco online e i giochi elettronici di sala come la vede? Positiva la moratoria della Lega, anche come segnale forte che pone limiti all espansione di questa vera e propria epidemia del gioco, che inizia con un approccio ludico, evolve velocemente verso l abitudine di cui non si può fare a meno e poi si converte in patologia vera e propria. I giochi elettronici di sala dovrebbero mantenere un forte carattere socializzante tra i giocatori, e ridurre radicalmente l impatto del coinvolgimento in denaro, che induce ad assumere condotte ad alto rischio. Insomma più gioco e meno azzardo. Confindustria invita il Governo a ripensare con attenzione all Industria del gioco, ricordando che si tratta di una attività economica di migliaia di imprese che operano nel settore, che dà lavoro ad oltre persone con investimenti importanti. Occorre capire come re-ingegnerizzare questo settore perché, senza perdere la sua forza imprenditoriale, sia messo in condizione di non danneggiare la vita e la salute delle persone. Possono concertire gli stessi giochi in qualcosa di meno rischioso". Non teme che potrebbe esserci una grave ricaduta a livello erariale? Immagino che la caduta a livello erariale ci sarà sicuramente e lo Stato, il Mef soprattutto, dovrà esercitarsi mettendo una maggiore creatività nello scovare nuovi modi per recuperare i fondi necessari a fronteggiare le esigenze del Paese, Imu inclusa. Il gioco sfrutta una intrinseca debolezza dell uomo, la sua tendenza a creare dipendenza dalle sue stesse illusioni: l illusione di vincere, di risolvere con un colpo di bacchetta magica i propri problemi, è un segno di infantile mancanza di senso di realtà. Allearsi con le parti più fragili dell uomo per fare cassa, non mi è mai sembrata una buona idea. Il gioco resti gioco con tutte le sue prerogative e non si trasformi in una droga. Lo stato conservi il suo ruolo e non faccia il croupier di una illusoria roulette. Rassegna WEB di lunedì 9 settembre 2013 Pag. 5

6 CANCELLIERI (MIN GIUSTIZIA) : GIOCO PATOLOGICO È UN PROBLEMA, MA VIETARE È SBAGLIATO (JAMMA 09/09/2013) L intervista di Maria Latella andata in onda su Skytg24 ieri sera alle con il Ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri ha dato anche spazio a un commento sul gioco d azzardo e i problemi che ne derivano per la popolazione. Il problema principale del gioco d azzardo è, come sappiamo, la dipendenza che, in casi eccezionali, può avere conseguenze drammatiche. Mi contattano sindaci disperati di questo problema dice il Ministro. C è bisogno di una migliore comunicazione e spiegazione dei rischi continua il Ministro. REGIONE LOMBARDIA. ROLFI (LN) NOMINATO RELATORE DEL PROVVEDIMENTO CONTRO IL GIOCO PRONTO ENTRO OTTOBRE (JAMMA 09/09/2013) La Regione Lombardia è pronta a varare la sua prima legge di contrasto alla ludopatia, per regolamentare in maniera più strutturata il fenomeno del gioco d azzardo, con particolare attenzione alla proliferazione delle slot-machine. Questa mattina in Commissione Attività produttive il consigliere Fabio Rolfi (Lega Nord) è stato nominato come relatore del provvedimento unico che recepirà le quattro proposte di legge elaborate nei mesi precedenti dalla Giunta regionale e dai gruppi di Partito democratico, Lega Nord e Fratelli d Italia. L obiettivo è che Regione Lombardia si doti di una normativa ad hoc entro ottobre spiega Rolfi Grazie al contributo di tutti, questa sarà una legge completa e assolutamente innovativa, per regolare e in parte contrastare un fenomeno che ogni giorno fa registrare fatti di cronaca drammatici. E stato fatto un buon lavoro preparatorio e arriveremo senza dubbio ad una mediazione condivisa. Nelle quattro proposte sono contenute indicazioni per l assistenza socio-sanitaria dei ludopatici, la costituzione di centri di ascolto, l erogazione di incentivi economici o di de-tassazione ai locali no slot, l introduzione di un contributo etico per chi invece ospita macchinette, corsi di formazione per la Polizia locale per un controllo più sistematico ed efficiente in relazione al rispetto della normativa. OPINIONI E COMMENTI GIOCHI: VOTO SU MOZIONE, DANNO AL PAESE (AGICOS 09/09/2013) Passate le vacanze tornano i miei editoriali, anche se, spero, vi ho tenuto compagnia con Agicos on the radio. Debbo dire che se avevo bisogno di un assist per ripartire, la politica me ne ha fornito uno degno del miglior Magic Johnson. La sostanza è che il Governo è stato battuto al Senato e, adesso, mancano all'appello 6 miliardi di euro. La cosa incredibile è che si è, genericamente, parlato di "clima di grande confusione, in cui si sono commessi errori", in realtà si è votato per osteggiare il demonizzato gioco e si è fatto un danno al Paese, in termini economici, devastante. Si discute da mesi della famigerata abolizione dell'imu sulla prima casa e parliamo, a conti fatti, di un solo, tra virgolette, ovvio, miliardo di euro. Il bello è che per reperirlo si vogliono alzare le tasse sul gioco, poi si perdono 6 miliardi per una votazione definita errata. Pensatela come volete del mondo del gaming, ma rendetevi conto che questi signori decidono il nostro destino economico e combinano queste cose... Jack Bonora Direttore Responsabile AGICOS CURCIO (SAPAR): "SU MORATORIA GIOCO GRANDE CONFUSIONE DELLA POLITICA" (GIOCONEWS 09/09/2013) Il Presidente Sapar Raffaele Curcio interviene sulla moratoria presentata dalla Lega Nord contro il gioco approvata dal Senato contro il parere del Governo. La moratoria approvata ieri in Senato afferma Raffaele Curcio per quanto non sia un atto legislativo vero e proprio, costituisce ulteriore conferma del fatto che, nell approcciare la materia del gioco lecito, la politica è pervasa da grande confusione e dall assoluta mancanza di conoscenza del fenomeno, che si connette anche alla perdurante volontà di non ascoltare le istanze degli operatori coinvolti. Ma l aspetto più grave e paradossale è che, nel momento in cui l accanimento contro il gioco lecito raggiunge l apice, il Rassegna WEB di lunedì 9 settembre 2013 Pag. 6

7 vero gioco d azzardo continua a proliferare sfuggendo all attenzione di tutti. Mi riferisco non solo all offerta di gioco clandestina e irregolare, attraverso l'apertura di centri scommesse non autorizzati, che sottrae ingenti risorse allo Stato e non offre alcuna garanzia al giocatore, ma altresì a quella pletora di apparecchiature irregolari che, aggirando artatamente le norme, vengono proposte negli esercizi pubblici e commerciali e nei circoli privati. Posso anche rendermi conto che, in una fase così problematica della vita del Paese, e non mi riferisco soltanto alla realtà economica, nelle aule parlamentari manchi la serenità per affrontare in maniera lucida e organica una realtà così delicata come quella del gioco pubblico. Ciò non toglie però che debba esserci perlomeno la coscienza di salvaguardare l integrità di un comparto industriale di primaria importanza per il Paese, per evitare la perdita degli ingenti investimenti che sono stati fatti nel rispetto delle regole e, soprattutto, di decine di migliaia di posti di lavoro. COLDIRETTI: AL GIOCO IL 70% DELLA SPESA PER GLI ALIMENTI L AIART: ADESSO STOP A PUBBLICITÀ IN TV (JAMMA 09/09/2013) Secondo la Coldiretti, che plaude al voto sulla moratoria in Senato, l importo che gli italiani potrebbero giocare nel 2013, al lordo delle vincite, raggiunge il tetto dei 100 miliardi di euro nel Una cifra pari al 70% di quello che le famiglie spendono annualmente per acquistare prodotti alimentari. Il 47% degli italiani tra i 15 ed i 64 anni ha giocato almeno una volta, ma si conta che siano almeno 3 milioni quelli affetti da ludopatia, che spesso sottraggono risorse per i più elementari bisogni familiari come l alimentazione. Più della metà della spesa in giochi e scommesse è destinata a slot machine e videolottery che hanno avuto un boom negli ultimi anni, nonostante la crisi economica. Soddisfazione per la mozione anche da parte di Luca Borgomeo, presidente dell associazione di telespettatori cattolici Aiart : «Evidentemente qualcosa, anche all interno delle istituzioni, sta cambiando. Il no del Senato a nuove sale d azzardo è un importante passo in avanti. Ora mettiamo un serio freno alle pubblicità in tv di giochi e casinò, quantomeno nel prime time». E aggiunge: «Ci appelliamo al ministro Zanonato, che ha una spiccata sensibilità per il sociale, affinché gli spot in tv siano drasticamente limitati». MOVIMENTO CONSUMATORI: NO ALLA MORATORIA, I CONCESSIONARI PAGHINO LE MULTE (JAMMA 09/09/2013) Movimento Consumatori commenta la notizia del mancato gettito di 6 miliardi di euro dovuto alla mozione della Lega Nord che vieta per 1 anno l apertura di nuovi centri per i giochi d azzardo elettronico on line e nei luoghi aperti al pubblico. Invece di disperarsi per non riuscire a mantenere la parola data ai concessionari - afferma Alessandro Mostaccio, segretario generale dimovimento Consumatori - e per il minor gettito di 6 miliardi, forse sarebbe meglio che il Governo non condoni i concessionari per quanto hanno evaso negli anni passati. Nel decreto sull Imu, il Governo ha regalato quasi due miliardi alle concessionarie dell azzardo, riducendo drasticamente le multe che avevano preso per aver truffato il fisco. Questo ci sembra intollerabile, una vera e propria farsa a danno dei cittadini. Movimento Consumatori è particolarmente sensibile al problema del gioco d azzardo. Ricordiamo che nel recente incontro tra Zanonato e le associazioni dei consumatori, MC ha chiesto da subito al ministro dello Sviluppo economico un intervento immediato che vieti la pubblicità del gioco legalizzato. E ora di dire basta agli spot con testimonial vip, ai quali corrisponde quotidianamente la rovina economica di centinaia di famiglia italiane, conclude Mostaccio. GIORDANO (PRES. ADICONSUM): IL 10% DEGLI INCASSI CONCESSIONARIE DESTINATO A CURARE LUDOPATIA (JAMMA 09/09/2013) È indispensabile che almeno il 10% degli incassi attuali delle concessionarie venga destinato a beneficio dei consumatori per la cura delle ludopatie e per l educazione all uso responsabile del denaro e del gioco ad affermarlo Pietro Giordano, Presidente nazionale Adiconsum. Il gioco è una festa afferma Giordano e non può trasformarsi in costi per curare la ludopatia a carico dei contribuenti né può diventare causa di rovina sociale ed economia di centinaia di migliaia di famiglie. Rassegna WEB di lunedì 9 settembre 2013 Pag. 7

8 CODACONS. ECCO I VERI DATI SULLA LUDOPATIA CHE LO STATO TENTA DI INSABBIARE (JAMMA 09/09/2013) Lo Stato biscazziere tenta di insabbiare i veri dati sulle dipendenze da gioco in Italia, e si preoccupa esclusivamente delle perdite per 6 miliardi di euro che la mozione della Lega passata ieri determinerà. Lo denuncia oggi il Codacons, diffondendo i veri dati sulla ludopatia in Italia, emersi da una indagine scientifica dell associazione. Il 50% dei disoccupati italiani presenta forme più o meno gravi di dipendenza dal gioco, e risultano affetti da ludopatia il 33% dei giocatori di videolottery, il 25% delle casalinghe e il 17% dei pensionati spiega il Codacons illustrando i dati Allarmante la percentuale di giovani che sviluppa dipendenza da gioco: in Italia il numero di studenti coinvolti nel fenomeno delle ludopatie è salito infatti al 17%. Pesantissimi anche i dati sulle perdite economiche: l 85% dei giocatori subisce una perdita media pari a 40 euro al giorno, mentre il restante 15% che vince guadagna mediamente 120 euro. Complessivamente nel nostro paese i giocatori rappresentano il 54% della popolazione, oltre 32 milioni di persone. Secondo lo studio promosso dal Codacons, l identikit del ludopatico medio è il seguente: disoccupato, spesso straniero, con bassa scolarizzazione e affetto da problemi relazionali. Questi dati dimostrano chiaramente come il gioco d azzardo sia diventato una vera e propria epidemia nel nostro paese spiega il Presidente Carlo Rienzi Proprio per questo motivo lo Stato tenta di insabbiare in tutti i modi i veri numeri sul fenomeno, cercando di mettere a tacere chi, come il Codacons, da anni conduce una battaglia contro la ludopatia, che costa al paese 7 miliardi di euro all anno. A tal proposito fa sapere l associazione il prossimo 18 settembre il Tar del Lazio deciderà in merito all illegittima esclusione del Codacons dall Osservatorio sulle ludopatie, e sempre al Tar l associazione ha citato in giudizio il Ministro dell economia Fabrizio Saccomanni, il Direttore centrale Normativa e affari legali dei Monopoli di Stato, Italo Volpe, e l AAMS affinché sia disposta la chiusura urgente delle sale VLT presenti sul territorio. Un recente studio della SIIPAC ha dimostrato come tali sale, a causa all assenza di luce naturale al loro interno e ad altre caratteristiche che le contraddistinguono, siano in grado di distruggere la psiche dei giocatori spingendoli nella dipendenza più acuta. GIOCO D AZZARDO, LA LU(RI)DOPATIA DI STATO (ILFATTOQUOTIDIANO.IT 09/09/2013) di Marcello Adriano Mazzola. Quando una patologia grave viene inoculata dallo Stato c è di che allarmarsi. Perché in tale condotta (dello Stato), oltre a creare decine di migliaia di vittime, le cose che risultano palesemente assenti sono l etica, la lungimiranza, il senso di responsabilità, la ragionevolezza, la serietà, l onestà. Giusto per citarne alcuni. Il nostro Stato, con scelte legislative apparentemente economiche (l aumentare l offerta di gioco d azzardo e affini, per avere maggiori entrate), in realtà tali da alimentare la criminalità organizzata (ancorché non dichiarato,è evidente) ovvero platealmente volte ad elargire facili guadagni (enormi) ad alcuni soggetti, trasforma radicalmente il tessuto sociale, già fortemente provato in questi anni da raffiche di inique scelte fiscali, di malagiustizia e di malapolitica. I numeri forniti solo qualche giorno fa sono impressionanti, circa persone attivamente coinvolte dal gioco d azzardo. Ciò può voler dire almeno il doppio se non il triplo il numero di persone coinvolte in tale fenomeno, poiché i familiari più stretti ne subiscono gli effetti. La ludopatia (o gioco d azzardo patologico) è riconosciuta come un disturbo del comportamento che, in base alla classificazione del DSM-IV (Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali, IV edizione), rientra nella categoria diagnostica dei disturbi del controllo degli impulsi. E affine alla tossicodipendenza, così che nel DSM-V verrà inquadrato nella categoria delle dipendenze comportamentali. Leggiamo nel sito del Ministero della Salute che È una condizione molto seria che può arrivare a distruggere la vita. Durante i periodi di stress o depressione, l urgenza di dedicarsi al gioco d azzardo per le persone che ne sono affette può diventare completamente incontrollabile, esponendoli a gravi conseguenze, personali e sociali. La ludopatia può portare a rovesci finanziari, alla compromissione dei rapporti e al divorzio, alla perdita del lavoro, allo sviluppo di dipendenza da droghe o da alcol fino al suicidio. ( ) Secondo alcune stime americane la ludopatia può interessare il 2-4% della popolazione, rappresentando dunque anche un importante problema di salute pubblica. Rassegna WEB di lunedì 9 settembre 2013 Pag. 8

9 Osserviamo sbigottiti ad uno Stato che con la mano sinistra spiega la gravità della patologia e con la mano destra invece la alimenta. Un comportamento, quello dello Stato a sua volta, inquadrabile come disturbo borderline, ossia un evidente disturbo della personalità, patologia caratterizzata da instabilità pervasiva dell umore e del comportamento. Riassumendo: lo Stato (ergo il legislatore, ancor più spesso l esecutivo), già affetto da grave disturbo borderline, ingenera costantemente una seconda patologia grave quale quella della ludopatia, apparentemente per fare cassa, probabilmente per secondi fini (non si spiegherebbe diversamente perché gli introiti per lo Stato siano solo un minus rispetto ai miliardi di euro che ogni anno affluiscono nel gioco d azzardo, peraltro costantemente condonati dopo un finto contenzioso con i gestori del gioco legalizzato). Tale irresponsabile scelta determinata da soggetto bipolare (lo Stato legislatore), che meriterebbe adeguata cura farmacologica o psicoterapica (col recupero dei suoi componenti ed il reinserimento sociale graduale, possibilmente andando a zappare la terra), sta disgregando la società, la famiglia, non ultimo proprio l economia che si pretende di alimentare. Infatti uno Stato che sollecita patologie (si pensi anche alla tossicodipendenza del fumo o all alcol-dipendenza) non è solo eticamente spregevole ma è ancor più miope e stupido. La ludopatia è devastante non solo per il malato ma anche per chi lo circonda, familiari, amici, conoscenti, colleghi e datori di lavoro. Il malato affetto dal comportamento compulsivo orienta tutta la propria esistenza verso l unico obiettivo, quello di giocare, possibilmente di vincere. Per fare ciò attinge ai propri risparmi, sottraendoli a sé ed anche a chi lo circonda. Coinvolge e investe altre vite, le condiziona, le può irrimediabilmente compromettere pregiudicandone il c.d. sviluppo esistenziale, le legittime aspettative. Si pensi al genitore verso i figli. Infinite tragedie prodotte da un soggetto cinico, bieco, farsesco. Uno Stato bipolare affetto da tali turbe mentali va fermato. Curato, sedato, cambiato. Per il bene di tutti. CASINÒ: DIVIDE ET NORMA (GIOCONEWS 09/09/2013) Il dibattito politico sul gioco, sulla sua restrizione o, viceversa, la sua liberalizzazione, sembra avere il Veneto come sua regione centrale. Da un lato infatti il sindaco di Abano Terme (Padova) Luca Claudio, si sta facendo portavoce di una inconsueta ma a suo modo circostanziata iniziativa, avviando una campagna di sensibilizzazione istituzionale, a cominciare dal premier Enrico Letta, affinché siano legalizzati nuovi casinò e vengano riaperte le case chiuse. A Vicenza, invece, il senatore Antonio De Poli, eletto a Palazzo Madama nelle fila di Scelta Civica dell Italia e Questore del Senato, oltre che membro della commissione Igiene e Sanità, ha presentato un disegno di legge che va decisamente sul fronte opposto. È titolato Modifiche all'articolo 110 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, di cui al regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, in materia di installazione e di impiego di apparecchi e congegni per il gioco d'azzardo nei locali pubblici e prevede l abolizione totale delle slot machines. Una misura che in altri disegni di legge si accompagna alla previsione della nascita di nuovi casinò, così da rispondere a quella domanda di gioco che resterebbe orfana di slot negli esercizi pubblici. Ma non in questo caso. La mia proposta di legge prevede l'abolizione totale delle slot machine per un motivo molto semplice: a livello individuale il divieto si propone di porre rimedio ai gravi effetti che l'assuefazione a queste forme di gioco d'azzardo produce. Le frequenti ripetizioni di partite e di manovre sempre uguali rischiano di alienare il giocatore dalla realtà assecondando comportamenti di natura compulsiva. Questa situazione già negativa viene aggravata dalla necessità di aumentare la disponibilità di denaro per giocare e, spesso, dalla richieste di denaro ad altri per fare fronte ai debiti di gioco. Che cosa ne pensa della proposta di aprire un casinò per regione, magari a fronte di un ridimensionamento del gioco pubblico, una proposta che sembra essere di interesse anche dell Anci, della Lega delle autonomie e dell Anit, l Associazione nazionale per incremento turistico? La proposta va valutata con estrema attenzione proprio nell ottica di un ridimensionamento del gioco d'azzardo e considerando la necessità di facilitare invece il gioco inteso come passatempo. Vogliamo che il gioco torni ad essere motivo di svago e distrazione e non di dipendenza e frustrazione per i giocatori. Rassegna WEB di lunedì 9 settembre 2013 Pag. 9

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Identikit del drogato da lavoro

Identikit del drogato da lavoro INTERVISTA Identikit del drogato da lavoro Chi sono i cosiddetti workaholic? quanto è diffusa questa patologia? Abbiamo cercato di scoprirlo facendo qualche domanda al dottor Cesare Guerreschi, fondatore

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto Mini Guida Lotta alle frodi nella RC Auto Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LOTTA ALLE FRODI NELLA RC AUTO Le frodi rappresentano un problema grave per il settore della

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 918 RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA (ANSA) ROMA, 3 SET "Il documento ultimatum che gli Assessori alla Salute hanno inviato al

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Tiziano Vecchiato Da dove partire Ripartire dai poveri (2008) è la risposta all interrogativo «Rassegnarsi alla povertà?».

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale La par condicio Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale Par condicio fonti normative Legge 515/93 (Disciplina delle campagne elettorali per l elezione alla Camera dei

Dettagli

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio OSSIGENO Osservatorio Fnsi-Ordine Giornalisti su I CRONISTI SOTTO SCORTA E LE NOTIZIE OSCURATE Perché un ennesimo osservatorio Alberto Spampinato* Il caso dei cronisti italiani minacciati, costretti a

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Fabio Ragaini, Gruppo Solidarietà Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Con Ordinanza 189/2010, www.grusol.it/informazioni/12-04-10.pdf, Il Tar delle

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? Fabio Pammolli (Direttore CeRM)

CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? Fabio Pammolli (Direttore CeRM) Fabio Pammolli (Direttore CeRM) CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? 1 CeRM Competitività, Regole, Mercati Dopo anni di dibattito e anche qualche tentativo non riuscito,

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 Disposizioni di carattere finanziario indifferibili, finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,)

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,) Norme sulle Responsabilità delle Compagnie Transnazionali ed Altre Imprese Riguardo ai Diritti Umani, Doc. Nazioni Unite E/CN.4/Sub.2/2003/12/Rev. 2 (2003).* Preambolo (La Sotto-Commissione*,) Tenendo

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI Adottata dal Consiglio d'europa a Strasburgo il 25 gennaio 1996 Preambolo Gli Stati membri del Consiglio d'europa e gli altri Stati, firmatari

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo.

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. Consiglio dei Ministri: 05/04/2007 Proponenti: Esteri ART. 1 (Finalità

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 22 aprile 2015

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 22 aprile 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 917 RISOLUZIONE GRUPPO FORZA ITALIA Risoluzione presentata dal Gruppo Forza Italia

Dettagli

PROGETTO REGIONALE IN-DIPENDENTI Per un effettivo reinserimento delle persone svantaggiate e la promozione della salute negli ambienti di lavoro

PROGETTO REGIONALE IN-DIPENDENTI Per un effettivo reinserimento delle persone svantaggiate e la promozione della salute negli ambienti di lavoro REGIONE VENETO Assessorato alle Politiche Sociali, Volontariato, e Non-Profit Direzione Regionale per i Servizi Sociali - Servizio Prevenzione delle devianze D.G.R. 4019 del 30/12/2002 FONDO REGIONALE

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE VISTI gli articoli 76 e 87 della Costituzione; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA VISTA la

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

Il Comitato dei Ministri, ai sensi dell'articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d'europa,

Il Comitato dei Ministri, ai sensi dell'articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d'europa, CONSIGLIO D EUROPA Raccomandazione CM/REC(2014) 3 del Comitato dei Ministri agli Stati Membri relativa ai delinquenti pericolosi (adottata dal Comitato dei Ministri il 19 febbraio 2014 nel corso della

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO

TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO L ITALIA È PIENA DI ZINGARI FALSO. In Italia rom, sinti e camminanti sono circa 170mila cioè lo 0,25% della popolazione complessiva, UNA DELLE PERCENTUALI PIÙ

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

Sostenibilità del Ssn: un problema culturale e non soltanto finanziario. Presentata l indagine al Senato. De Biasi: Governo ci ascolti

Sostenibilità del Ssn: un problema culturale e non soltanto finanziario. Presentata l indagine al Senato. De Biasi: Governo ci ascolti Sostenibilità del Ssn: un problema culturale e non soltanto finanziario. Presentata l indagine al Senato. De Biasi: Governo ci ascolti di L.Va. pdf L indagine conoscitiva sulla sostenibilità del Ssn Questa

Dettagli

LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA

LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA Da dove nasce l'esigenza, per l'unione, di occuparsi di sicurezza sul lavoro? La sicurezza e la salute sul lavoro è uno degli aspetti più importanti

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L.

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. Il presente codice etico (di seguito il Codice Etico ) è stato redatto al fine di assicurare che i principi etici in base ai quali opera Cedam Italia S.r.l. (di seguito

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Tra gli odori inconfondibili del tartufo, dal prezzo mai come quest anno, inarrivabile,

Tra gli odori inconfondibili del tartufo, dal prezzo mai come quest anno, inarrivabile, Tra gli odori inconfondibili del tartufo, dal prezzo mai come quest anno, inarrivabile, e della cioccolata, in una cornice resa particolarmente suggestiva dal sole che illuminava la bella valle circostante,

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

LUCI ED OMBRE SULL ANNO CHE VERRA. Se il 2014 si è concluso con la presentazione del DDL Orlando sulla riforma della

LUCI ED OMBRE SULL ANNO CHE VERRA. Se il 2014 si è concluso con la presentazione del DDL Orlando sulla riforma della LUCI ED OMBRE SULL ANNO CHE VERRA Se il 2014 si è concluso con la presentazione del DDL Orlando sulla riforma della giustizia, provvedimento in più punti discutibile ma adottato nella forma più opportuna

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Linee guida per una Riforma del Terzo Settore

Linee guida per una Riforma del Terzo Settore Linee guida per una Riforma del Terzo Settore Esiste un Italia generosa e laboriosa che tutti i giorni opera silenziosamente per migliorare la qualità della vita delle persone. E l Italia del volontariato,

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni.

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Il DIRETTORE DELL AGENZIA DEL DEMANIO Vista la legge 7 agosto 1990, n.

Dettagli

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali Documento su Situazione finanziaria delle Province e valutazione sulla sostenibilità del concorso delle Province e Città metropolitane alla riduzione della spesa pubblica Analisi tecnica operata sulla

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Con il patrocinio di e dal Ministero degli Affari Esteri Rapporto annuale sull economia dell

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

del Senato Le funzioni

del Senato Le funzioni LA FUNZIONE LEGISLATIVA IL PROCEDIMENTO DI FORMAZIONE DELLE LEGGI ORDINARIE IL PROCEDIMENTO DI FORMAZIONE DELLE LEGGI COSTITUZIONALI LA FUNZIONE DI INDIRIZZO POLITICO LA FUNZIONE DI CONTROLLO POLITICO

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza Legge 22 maggio 1978, n. 194 Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza (Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Gazzetta Ufficiale del 22 maggio 1978, n. 140)

Dettagli

Gruppo PRADA. Codice etico

Gruppo PRADA. Codice etico Gruppo PRADA Codice etico Indice Introduzione 2 1. Ambito di applicazione e destinatari 3 2. Principi etici 3 2.1 Applicazione dei Principi etici: obblighi dei Destinatari 4 2.2 Valore della persona e

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Garanzia Giovani a un anno dall'avvio: dalle voci dei giovani emergono tante criticità

Garanzia Giovani a un anno dall'avvio: dalle voci dei giovani emergono tante criticità Garanzia Giovani a un anno dall'avvio: dalle voci dei giovani emergono tante criticità Affidati al monitoraggio di ADAPT e Repubblica degli Stagisti ben 3mila racconti: il problema principale sono i lunghi

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA L epoca in cui viviamo, caratterizzata dalla velocità e dall informazione, vede limitate le nostre capacità previsionali. Non siamo più in grado

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO PART TIME PER RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE QUESITO (posto in data 23 marzo 2014) Sono una dipendente a tempo indeterminato dal 2010, trasferita in mobilità nel luglio 2011 presso un Azienda Sanitaria

Dettagli

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria Crisi bancarie L'attività bancaria comporta l'assunzione di rischi L'attività tipica delle banche implica inevitabilmente dei rischi. Anzitutto, se un mutuatario non rimborsa il prestito ricevuto, la banca

Dettagli

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni di Pierluigi Rausei * La Sezione II, del Capo III (Disciplina

Dettagli

POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION

POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION I. SCOPO POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION La corruzione è proibita dalle leggi di quasi tutte le giurisdizioni al mondo. Danaher Corporation ( Danaher ) si impegna a rispettare le leggi

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES)

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 I REQUISITI... 3 I SOGGETTI PASSIVI.....4 LA PROPORZIONALITÀ

Dettagli