Autori Marco Mezzadri e Paolo E. Balboni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Autori Marco Mezzadri e Paolo E. Balboni"

Transcript

1

2 Autori Marco Mezzadri e Paolo E. Balboni Ha curato la sezione di Fonologia Marco Cassandro. Nella prima versione di Rete! la sezione di valutazione e autovalutazione era a cura di Mario Cardona e quella di Civiltà a cura di Giovanna Pelizza. In NuovoRete! queste sezioni sono state aggiornate da Marco Mezzadri e Paolo E. Balboni. Progetto grafico Keen s.r.l. - Letizia Pignani Impaginazione Keen s.r.l. Disegni Moreno Chiacchiera Fotografie Massimo Marini In collaborazione con Èulogos ISBN I edizione Copyright 2012 Guerra Edizioni - Perugia Proprietà letteraria riservata. I diritti di traduzione, di memorizzazione elettronica, di riproduzione e di adattamento totale o parziale, con qualsiasi mezzo (compresi microfilm e le copie fotostatiche), sono riservati per tutti i paesi. Gli autori e l editore sono a disposizione degli aventi diritto con i quali non è stato possibile comunicare nonché per involontarie omissioni o inesattezze nella citazione delle fonti dei brani o immagini riprodotte nel presente volume. Nomi, immagini e marchi di prodotti sono riportati senza modifiche o ritocchi perché così, didatticamente più efficaci. Non esiste alcun rapporto con i relativi produttori. Gli autori e l editore non intendono cioè fare paragoni o indirettamente opera di promozione. La realizzazione di un libro comporta un attento lavoro di revisione e controllo sulle informazioni contenute nel testo, sull iconografia e sul rapporto che intercorre tra testo ed immagine. Nonostante il costante controllo, è quasi impossibile pubblicare un libro del tutto privo di errori o refusi. Per questa ragione ringraziamo fin da ora i lettori che li vorranno segnalare al seguente indirizzo: Guerra Edizioni via Aldo Manna, Perugia (Italia) / tel / fax / Finito di stampare nel mese di Febbraio 2012 da Graphicmasters - Perugia per conto di Guerra Edizioni guru s.r.l.

3 introduzione Corso multimediale di italiano per stranieri Perché una nuova versione di Rete! Sono passati ormai parecchi anni dal lancio del manuale: era il lontano Gli anni trascorsi sono stati ricchi di ricerche ed esperienze che hanno portato a sentire la necessità di modificare profondamente il testo. In particolare la struttura del NuovoRete! è cambiata, frutto delle riflessioni degli autori e del contributo di centinaia e centinaia di insegnanti e studenti, coordinatori di corsi e direttori didattici che hanno voluto contribuire all aggiornamento e al miglioramento del manuale. Il NuovoRete! si presenta così: - è suddiviso in 5 volumi unici secondo i livelli del Quadro comune europeo: A1, A2, B1, B2, C1; - ogni volume dispone di una guida per l insegnante, cd audio, materiali sul sito web; - ogni volume contiene 8 Unità didattiche composte da 3 Unità di apprendimento chiamate Lezioni, una sezione di civiltà, un test di autovalutazione e una sezione di revisione e ampliamento (che sostituisce il vecchio Libro di casa); - ogni volume contiene inoltre in appendice una sintesi grammaticale, una sezione di fonologia, il glossario dei termini usati; - il sito web di ogni volume offre: la traduzione in circa 20 lingue dei glossari; la traduzione in circa 20 lingue dell appendice grammaticale; la traduzione in circa 20 lingue delle consegne delle attività (solo per il livello A1); la traduzione in circa 20 lingue dei sommari delle funzioni comunicative sviluppate in ogni unità; gli audio in formato MP3 scaricabili; attività e progetti da svolgere in rete; attività grammaticali supplementari; informazioni e collegamenti per l apprendimento e l insegnamento dell italiano. È poi disponibile il Videocorso di Rete! che accompagna la classe fino al livello B2.

4 introduzione La metodologia La nuova versione di Rete! propone una metodologia che riprende i presupposti della vecchia, come nel caso della gradualità dei sillabi sviluppati, o che presenta modifiche sostanziali, ad esempio per quanto riguarda la struttura delle unità e un maggior controllo del lessico e delle strutture proposte. Unità didattiche (UD) e unità di apprendimento (UA) Unità didattiche (UD) e unità di apprendimento (UA) si fondono in un unico percorso. Alla base di entrambe sta il ciclo virtuoso motivazione-globalità-analisi-sintesi-valutazione-revisione/ampliamento che permette in ogni contatto del docente con gli studenti (di circa un ora e mezza di lezione) di attivare in modo corretto i processi di apprendimento. In ogni UA si trovano le fasi della motivazione, globalità, analisi, sintesi. Tre UA, con tematiche affini, compongono un UD che conclude il percorso e chiude il cerchio, proponendo una sezione di civiltà, che rinforza la sintesi, un test di autovalutazione e una sezione di revisione e ampliamento. Il risultato finale sul piano operativo è quello di una maggior facilità ed efficacia di utilizzo sia per il docente che per lo studente. Il percorso di apprendimento è strutturalmente più lineare con più punti di riferimento rispetto alla vecchia edizione, pur mantenendo i numerosi presupposti metodologici fondanti tra i quali ricordiamo: Impianto multisillabico Come nella versione precedente, il percorso di apprendimento/insegnamento è basato sullo sviluppo di molteplici competenze linguistico-comunicative e di saperi generali (cfr. il paragrafo Il NuovoRete! e il Quadro comune europeo) che si realizzano nei sillabi del lessico, della morfo-sintassi, della fonologia, delle nozioni e delle funzioni comunicative, delle situazioni, delle quattro macroabilità, della cultura/civiltà, delle abilità di studio e delle strategie di apprendimento. Tutti i sillabi si sviluppano gradualmente, in modo integrato, dal livello A1 al livello C1. Approccio induttivo L unità di apprendimento consente di sfruttare al meglio l approccio induttivo, applicato sia alla grammatica, che viene scoperta dallo studente sotto la guida dell insegnante, sia ad altri ambiti quali il lessico, la cultura, ecc. Fondamentale risulta un approccio che porta all attivazione costante delle pre-conoscenze dello studente, come strumento per coinvolgerlo sia sul piano psico-affettivo sia su quello cognitivo. Ciò permette di creare le condizioni affinché l apprendimento avvenga in maniera attiva e motivante: ad esempio, lo studente è chiamato costantemente a formulare ipotesi per immaginare i contenuti dei testi presentati prima della lettura o dell ascolto. In questo modo il fondamentale processo di comprensione avviene avendo predisposto lo studente a questo compito in maniera adeguata. Il NuovoRete! e il Quadro comune europeo Il Quadro comune europeo di riferimento per le lingue elaborato dal Consiglio d Europa propone tre capisaldi: a. che sapere una lingua significa soprattutto saper fare in quella lingua: quindi un approccio molto funzionale, pragmatico, utilitaristico; b. che saper fare con una lingua significa lavorare su un sillabo complesso, in cui tutte le componenti (e non solo le funzioni e la morfosintassi) sono integrate in un multisillabo ; c. che questa competenza va graduata in una serie di livelli successivi, individuati sulla base del saper fare. Il NuovoRete! è organizzato secondo questi principi, ma li integra secondo le necessità specifiche dell italiano e in base ad un approccio anche culturale, non solo utilitaristico alla lingua: - ogni unità didattica include una serie di saper fare, che vengono elencati nei sommari multilingui nel sito web sotto forma di In questa unità hai imparato a... ; - ogni unità didattica e ogni unità di apprendimento recuperano una parte del multisillabo: basta vedere l indice iniziale per cogliere la complessità e la progressione dell operazione; per quanto riguarda il sillabo fonetico e

5 fonologico, oltre alla sezione apposita in appendice, c è un enorme quantità di materiale audio registrato anche nelle diverse varietà regionali italiane (non nei dialetti, naturalmente); - i vari contenuti vengono presentati a spirale, tornandoci sopra più volte, in modo che ad ogni nuovo livello di competenza quanto si è fatto in precedenza venga ripreso e non perduto. A queste indicazioni prese dal Quadro, il NuovoRete! associa una forte dimensione culturale, sia nella direzione della cultura quotidiana (che viene presentata sia nel volume che attraverso appositi collegamenti, unità per unità, grazie al sito web creato per il testo sia alla cultura in senso alto: dalle canzoni d autore a pagine letterarie, partendo dal presente e poi con un recupero anche di testi classici, usati non per fare storia italiana ma per dare la dimensione completa della nostra lingua. Chi lancia la rete Questo manuale, che si è evoluto negli anni e continuerà a evolversi in una costellazione di materiali didattici tra cui l insegnante può scegliere, è originale per un ultimo motivo: esso è nato da un gruppo che negli anni si è evoluto e modificato. Marco Mezzadri (Università di Parma) e Paolo E. Balboni (Università Ca Foscari di Venezia) hanno curato la nuova versione di Rete! impostando in tandem l impianto metodologico. Il primo ha, inoltre, curato la realizzazione delle sezioni di globalità, analisi e sintesi delle unità di apprendimento e della sezione di revisione e ampliamento delle unità didattiche, il secondo si è occupato delle sezioni di civiltà e dei test. La base è, tuttavia, rimasta quella cui avevano contribuito a dar vita per la sezione di fonologia Marco Cassandro (Università per Stranieri di Siena), per le sezioni di autovalutazione Mario Cardona (Università di Bari) e per la sezione di civiltà Giovanna Pelizza. A questo nucleo di autori si aggiungono le decine di collaboratori che a vario titolo hanno lavorato al testo: autori delle versioni nelle diverse lingue, redattori, grafici, informatici, tecnici audio e video, attori, ecc., i quali, ognuno per la propria parte, hanno permesso di far nascere questa nuova scommessa. A tutti va il nostro grazie più sincero, ma un ringraziamento speciale va indirizzato alle centinaia di insegnanti, studenti, operatori del settore dell insegnamento dell italiano in Italia e all estero che con i loro commenti hanno consentito di migliorare la vecchia versione di Rete!. Marco Mezzadri e Paolo E. Balboni

6 tavola sinottica Unità 1: Hai le mani bucate? - Funzioni: Fare una proposta. Decidere di comprare qualcosa. Chiedere la taglia. Esprimere un ordine. Esprimere un divieto. Esprimere un suggerimento. Esprimere un invito. Esprimere una richiesta. - Grammatica: Imperativo positivo e negativo. Imperativo pronominale. Ripasso e ampliamento: posizione dei pronomi. - Abilità: Leggere e ascoltare testi tecnici. - Lessico: Ripasso e ampliamento: vestiti. Intimo e accessori. Aggettivi, ampliamento: i colori. Soldi. - Civiltà: Moda. Stilisti famosi e aspetti economici del fenomeno moda. - Fonologia: Raddoppiamento sintattico (2). /v/ vs /vv/. Unità 2: C era una volta... - Funzioni: Parlare di un azione conclusa nel passato e che non ha più continuazione nel presente. Chiedere informazioni sul passato. Parlare di azioni iniziate nel passato. Mettere in relazione avvenimenti nel passato. Esprimere delusione. - Grammatica: Passato remoto. Trapassato prossimo. - Abilità: Paratassi vs ipotassi (1). Coesione del testo. Le congiunzioni. Leggere un brano di narrativa: da Novecento di Alessandro Baricco. - Lessico: L italiano della burocrazia. Le forme. Le congiunzioni. I connettivi. Espressioni di tempo. - Civiltà: L immigrazione in Italia. Riflessi sulla società. - Fonologia: 1 a e 3 a pers. del passato remoto nei verbi in -ire.1 a e 3 a pers. del passato remoto nei verbi in -ere. /s/ vs /ss/.

7 Unità 3: Un mondo migliore - Funzioni: Mettere in relazione due azioni nel futuro. Costringere. Esprimere la causa. Esprimere il permesso di fare qualcosa. - Grammatica: Futuro anteriore. Appena, non appena (futuro ant.). Lasciare e fare + infinito. Ripasso condizionale: vorrei, mi piacerebbe. - Abilità: Testo narrativo: il racconto, Stefano Benni, L ultima lacrima, lavorare sulla referenza (1). - Lessico: La natura e l ambiente moderno. L inquinamento. - Civiltà: Un mondo migliore... non solo per gli esseri umani. La Lipu, Lega Italiana Protezione Uccelli. - Fonologia: L italiano parlato nel Sud Italia. /ts/ vs /tts/. /dz/ vs /ddz/. Unità 4: Non di solo lavoro... - Funzioni: Esprimere insofferenza. Esprimere paura. Esprimere dispiacere. Esprimere speranza. Esprimere felicità. Esprimere un opinione. Esprimere volontà. Esprimere un dubbio. - Grammatica: Congiuntivo presente. - Abilità: Leggere e analizzare articoli. Scrivere un riassunto. - Lessico: La televisione. Il tempo libero: ampliamento. - Civiltà: Giornali e telegiornali. - Fonologia: L accento nelle parole (1): dia vs abbia. /k/ vs /kk/. /g/ vs /gg/.

8 tavola sinottica Unità 5: Persone famose - Funzioni: Cambiare un opinione, un informazione conosciuta. Esprimere una possibilità. Esprimere un desiderio difficile da realizzare o irrealizzabile. Dare adesione a qualche cosa in modo entusiastico. - Grammatica: Congiuntivo imperfetto e passato. Magari (ripasso con il significato di forse) e nuovi usi. - Abilità: Materiale autentico giornalistico. Leggere, analizzare e scrivere articoli di cronaca e commento. (Lavorare su titolo, introduzione, svolgimento, paragrafi, conclusione). - Lessico: Aggettivi, verbi sostantivi sui valori sociali. - Civiltà: Status symbol di ieri e di oggi. La bella figura. - Fonologia: L italiano parlato in Toscana. L accento nelle parole (2). Unità 6: Sogni e realtà - Funzioni: Fare ipotesi possibili nel presente o nel futuro e trarre conseguenze. - Grammatica: Il periodo ipotetico della possibilità. - Abilità: Ripasso delle strategie di lettura su testo di letteratura giovane da Giuseppe Culicchia, Tutti giù per terra. - Lessico: Introduzione a linguaggi giovanili e gergali. - Civiltà: Gli Italiani su Facebook. - Fonologia: L italiano parlato a Roma.

9 Unità 7: La pubblictà e il made in Italy - Grammatica: Passivo con essere e venire. Va fatto = deve essere fatto. Il si passivante. I pronomi relativi con il quale, la quale, i quali, le quali. Colui, colei, coloro che. - Lessico: Rosso fuoco, nero seppia, grigio fumo di Londra, bianco ghiaccio, rosa antico, verde pisello, giallo canarino. Verbi di percezione visiva: dare un occhiata, fissare, osservare, sbirciare, completare. La formazione dei sostantivi, degli aggettivi, degli avverbi. Dal sostantivo all aggettivo o avverbio. Dall aggettivo al sostantivo. - Civiltà: La pubblicità. Unità 8: Mens sana in corpore sano - Grammatica: Il periodo ipotetico dell impossibilità. Congiuntivo trapassato. Condizionale composto. Gli indefiniti. Pronomi combinati con ci di luogo. Tra/fra di tempo. - Lessico: Participio presente vs passato: interessante/interessato. Verbi composti: contrarre una malattia: trarre, porre, ecc. Gli organi interni. L osso, le ossa, sopracciglio/sopracciglia. Le malattie. - Civiltà: Gli uomini e la bellezza. Per una vita senza tabacco. : ascoltare : parlare : leggere : scrivere

10 Unità 1: Hai le mani bucate? Lezione 1 Globalità 1_ A cosa ti fanno pensare queste foto? Parlane con un compagno. 2_ Ora, leggi l articolo e rispondi alle domande. Jeans a vita bassa: una moda problematica Chi bella vuole apparire, un poco deve soffrire dice un vecchio proverbio e per le donne italiane questo è vero: 8 donne su 10 accusano problemi per colpa di ciò che indossano, ma non intendono rinunciarci. In America è diventato quasi un problema di ordine pubblico : i jeans a vita bassa sono stati definiti deturpanti del decoro delle città, così come i lavavetri o i graffitari. Da New York ad Atlanta e Dallas, i sindaci hanno deciso di applicare la tolleranza zero, sollevando le proteste degli attivisti civili. In Italia, il jeans a vita bassa è ormai un must dell abbigliamento femminile. Ma non tutti pensano che il jeans a vita bassa sia un indumento necessario: Sarah Jessica Parker, ad esempio, la protagonista di Sex and the city ha affermato che non li porterà mai, indipendentemente dall età, perché li trova scomodi e volgari. Ma, al di là delle mode, quali tipi di disturbo possono provocare i jeans a vita bassa, attillati e stretti? I problemi possono nascere proprio dalla congestione dei tessuti. Ciò impedisce di mantenere un clima e una temperatura corretta e favorisce un aumento delle infezioni. È bene dunque non esagerare con questo tipo di jeans e, se proprio non se ne può fare a meno, alternarli con pantaloni più comodi e meno aderenti. Le donne italiane sembrano comunque molto poco disponibili a rinunciare ad essere alla moda anche se l abbigliamento causa problemi fisici. Un indagine del mensile Salute Naturale ha esaminato il rapporto fra abiti, accessori e problemi fisici di circa 1000 italiane comprese fra i 20 e i 55 anni. L 82% ha accusato malesseri e disagi per colpa dell abbigliamento o degli accessori che indossa; i problemi più diffusi sono quelli di circolazione (62%), di eccessiva sudorazione (59%), le dermatiti (43%), calli ed escoriazioni ai piedi (39%), reazioni allergiche a fibbie, bottoni, ferretti (31%), e per finire mal di schiena (18%). A causarli sarebbero abiti troppo stretti (28%), scarpe scomode (26%), tessuti sintetici o non traspiranti (15%), biancheria intima fastidiosa (12%), borse pesanti (8%), jeans troppo aderenti (61%), perizomi (58%), collant troppo stretti (28%) Ne esce l immagine di donne costrette, anzi, che si costringono, a un vero e proprio calvario in nome del glamour, dell ultima tendenza, dell essere alla moda. [Testo adattato da 10

11 1 Che rapporto c è tra il proverbio e i jeans a vita bassa?... 2 Cosa sta succedendo in America?... 3 Cosa sta succedendo in Italia?... 4 Se una persona si preoccupa della propria salute come deve comportarsi e perché?... 5 Come si comportano le donne italiane se la moda è scomoda?... 3_ Sei d accordo con l articolo? È così anche nella tua realtà? Ci sono altri esempi di comportamenti o prodotti alla moda che fanno male alla salute ma a cui non si rinuncia? Parlane con un compagno. 4_ Guarda le persone delle figure e abbina i vestiti che indossano alle parole. Scarpe da ginnastica, vestito da sera, scarponi da montagna, tuta da ginnastica, costume da bagno: la preposizione è sempre da. scarpe da ginnastica cappello orecchini guanti jeans impermeabile cravatta giacca calze sciarpa maglione felpa giacca a vento pantaloni cappotto gonna camicia scarpe stivali vestito da uomo cintura collana maglietta CD 1 traccia 1 5_ Ascolta due delle persone della figura che descrivono i vestiti che indossano. Chi sono? Cosa fanno nella vita? 11

12 Unità 1: Hai le mani bucate? Lezione 1 Analisi 1_ Guarda le figure e leggi le parole del riquadro. Quali oggetti mancano? anello, borsetta, bottone, braccialetto, calza, cintura, collana, collant, costume da bagno, cravatta, fazzoletto, guanto, mutande, occhiali, ombrello, orecchini, orologio, reggiseno, scarpa, sciarpa, stivale, portafoglio, portachiavi 2_ Insieme a un compagno, dite di che cosa sono fatti e che disegno hanno i seguenti oggetti. a righe, lana, seta, cotone, a fiori, a pois, a quadri, fantasia, a tinta unita, pelle 3_ Roberto, Antonella e Francesca devono andare a un matrimonio. Hanno deciso che scarpe mettersi, ma tutto il resto? Scrivi una lista dei vestiti e degli accessori che tu sceglieresti per loro. bianco giallo viola celeste rosso nero blu azzurro grigio rosa chiaro verde marrone beige scuro 4_ Fa il cruciverba. Inserisci i nomi dei colori nelle righe e nelle colonne corrispondenti. 12

13 Sintesi 1_ Per te è importante l apparenza? Fa il test per determinarlo. 1 Un amico ti chiede cosa preferiresti come regalo per il tuo compleanno. Cosa scegli? a un maglione b un libro c 40 euro 2 Devi andare a un matrimonio, cosa fai? a Ti metti il vestito delle grandi occasioni che hai già in casa. b Compri un vestito nuovo. c Ti metti le prime cose che trovi. 3 Una nuova conoscenza che ti interessa ti invita a cena. Cosa fai? a Ti vesti come sempre. b Ti metti qualcosa di particolare per farti notare. c Pensi a cosa dire in situazioni che potrebbero presentarsi. 4 La tua macchina vecchia non va più e devi comprarne una nuova. Cosa fai? a Cerchi la macchina con il miglior rapporto qualità prezzo. b Ne compri una che ti hanno consigliato perché va bene e consuma poco. c Compri quella che ti piace di più e che puoi permetterti. 5 Fra un mese devi andare in vacanza al mare e secondo te non sei proprio in perfetta forma. Cosa fai? a Ti metti a dieta e cominci a fare esercizi per dimagrire un po. b Continui la tua vita normale. c Compri un costume da bagno più grande. 6 Suonano alla porta. Sei un po in disordine. Cosa fai? a Apri la porta. b Fai finta di non essere in casa. c Apri la porta e poi vai a metterti in ordine. 7 Sei al ristorante. Il cameriere fa cadere del cibo sui tuoi vestiti che si macchiano un po. Cosa fai? a Cerchi di pulirti con il tovagliolo, ma gli dici di non preoccuparsi. b Con tono seccato, gli chiedi qualcosa per pulirti. c Non fai niente e continui a mangiare. 8 Quando conosci una persona dell altro sesso, l aspetto fisico è... a molto importante. b insignificante. c un po importante. test: l apparenza 9 Quando conosci una persona dell altro sesso, come questa persona si veste è... a molto importante. b insignificante. c un po importante. Quanti punti hai fatto? 1 a:1, b:0, c:0; 2 a:0, b:1, c:0; 3 a:0, b:1, c:0; 4 a:0, b:0, c:1; 5 a:1, b:0, c:0; 6 a:0, b:1, c:0; 7 a:0, b:1, c:0; 8 a:1, b:0, c:0; 9 a:1, b:0, c:0. Se hai totalizzato da 7 a 9 punti per te l apparenza è di fondamentale importanza nella vita. Da 4 a 6 è importante. Da 0 a 3 sei una persona che bada alla sostanza e non all apparenza. 13

14 Unità 1: Hai le mani bucate? Lezione 2 Globalità 1_ Immagina di essere in un negozio d abbigliamento sportivo. Metti in ordine le frasi e poi confronta la tua versione con quella di un compagno. 1 Chiedi se puoi cambiarlo se non ti piace. 2 Ringrazi e saluti. 3 La commessa ti chiede come lo vuoi e che taglia porti. 4 Decidi di comprarlo e paghi. 5 La commessa dice di sì e ti indica il camerino. 6 Ne trovi uno che ti piace e chiedi se puoi provarlo. 7 La commessa ti dice il prezzo. 8 La commessa ti mostra vari tipi di costumi. 9 La commessa dice che i costumi da bagno non si possono cambiare. 10 La commessa ti dà lo scontrino e il resto, ti ringrazia e ti saluta. 11 Chiedi alla commessa di vedere un costume da bagno. 12 Lo provi, ti va bene e chiedi quanto costa _ Come si possono dire queste cose? Potrei vedere un costume da bagno, per favore? _ Ora, a coppie fate delle conversazioni simili. Uno di voi è il commesso o la commessa, l altro il cliente. 14

15 CD 1 traccia 2 4_ Ascolta la conversazione e completala. - Silvia: Non mi piace far (1)... in questi posti... - Costanza: Non ti preoccupare, vedrai che qui troveremo quello che cerchi. - Silvia: Questo è il reparto (2).... Dov è il reparto (3)...? - Costanza: Guarda, è là. - Silvia: Dammi un consiglio. Gli prendo una (4)... o un (5)...? - Costanza: Ascolta, prima guardiamo cosa hanno e poi decidi, magari trovi un bel (6)..., un bel paio di orecchini! - Silvia: Spiritosa! Guarda questo (7)... in pelle. Ti piace? - Costanza: Non saprei... Cosa ne dici di una (8)...? - Silvia: Dai, non scherzare. Sai che Massimo non è tipo da mettersi le cravatte. - Costanza: Chiedi al commesso quanto costa questa cintura... Mi sembra proprio carina. - Silvia: È vero, non l avevo vista. Ma è di (9)...! - Costanza: No, è pelle, è solo un po lucida. - Silvia: Sicuramente costa tanto. Questo è un negozio che mi sembra molto caro... - Costanza: Non è detto, magari è in offerta. - Silvia: Signore, mi scusi, quanto costa questa cintura? - Commesso: 23 euro. - Silvia: Però, avevi ragione, non è neanche troppo cara... può farmi una (10)... regalo? - Commesso: Certamente, me la dia. - Silvia: Posso pagare con il bancomat? spesa - Commesso: Sì, accettiamo tutto, carta di credito, contanti, assegni, come preferisce. ALLA SCOPERTA DELLA LINGUA ll commesso dà del tu o del lei a Silvia? Quando si dà del lei, al posto dell imperativo si deve usare il congiuntivo presente (Unità 4). 5_ A coppie, confrontate le vostre risposte, praticando la conversazione. CD 1 traccia 3 6_ Ascolta nuovamente la conversazione e controlla le tue risposte. 7_ Da un occhiata alla conversazione, poi completa le frasi ALLA SCOPERTA DELLA LINGUA e la tabella.... (ascoltare), che musica è?... (prendere) qualcosa da bere. Offro io. Cosa vuoi? Non... (preoccupare/ti). Vedrai che l esame ti andrà bene.... (finire) di mangiare con calma. Poi ti racconto tutto. imperativo affermativo - are - ere - ire imperativo negativo 15

16 Unità 1: Hai le mani bucate? Lezione 2 Analisi l imperativo L imperativo affermativo esiste alla seconda persona singolare (tu), alla seconda plurale (voi) e anche alla prima plurale (noi). Per le altre persone vedi Unità 4. verbi regolari I - are: amare II - ere: leggere III - ire: dormire III - ire: finire am - a! am - iamo! am - ate! legg - i! legg - iamo! legg - ete! dorm - i! dorm - iamo! dorm - ite! fin - isci! fin - iamo! fin - ite! avere e essere abbi! abbiamo! abbiate! sii! siamo! siate! verbi irregolari andare dire sapere va! andiamo! andate! di! diciamo! dite! sappi! sappiamo! sappiate! dare fare stare da! diamo! date! fa! facciamo! fate! sta! stiamo! state! L imperativo negativo si forma come segue: tu = non + infinito; noi e voi = non + le forme dell imperativo affermativo. I - are: amare non am - are! non am - iamo! non am - ate! II - ere: leggere non legg - ere! non legg - iamo! non legg - ete! III - ire: dormire e finire non dorm - ire! non dorm - iamo! non dorm - ite! Osserva gli esempi. Dov è il soggetto? - Ascoltate la conferenza e non chiacchierate! - Prendi una sedia e siediti qui con noi! Con l imperativo non si mette il soggetto. 16

17 1_ Scrivi le forme dell imperativo. infinito tu voi mangia! mangiate! 1 mangiare vestirsi sentire svegliarsi andarsene prendere fare dire decidersi finire _ Guarda i cartelli e trasformali in frasi con l imperativo alla seconda persona singolare VIETATO CALPESTARE LE AIUOLE VIETATO PARLARE 7 Non calpestare le aiuole

18 Unità 1: Hai le mani bucate? Lezione 2 3_ Trasforma le frasi dell esercizio 2 alla seconda persona plurale. Non calpestate le aiuole _ Leggi il regolamento della fattoria di Pasquale e trasformalo in frasi all imperativo singolare. FATTORIA DI PASQUALE Non si deve camminare sui campi coltivati. Si devono rispettare gli animali. Non si deve disturbare la vita degli altri esseri. Si devono chiudere i cancelli e i recinti. Non si possono lasciar liberi i propri cani. Non si possono raccogliere fiori. Non si può arrampicarsi sugli alberi. Non si deve gettare la spazzatura in terra. Non si possono toccare gli animali. Non camminare sui campi coltivati

19 Sintesi CD 1 traccia 4 1_ In una boutique. Ascolta la conversazione e leggine il testo. Quali differenze senti? - Commesso: Buongiorno, Signora. Ha bisogno, posso servirla? - Cliente: Buongiorno. Sì, sto cercando un costume da bagno. - Commesso: Intero, due pezzi... - Cliente: Intero. - Commesso: Come lo vuole? Che taglia porta? - Cliente: Dipende da come sono indicate le taglie. Non saprei, una media. - Commesso: Ecco, questi sono i modelli che abbiamo. - Cliente: Sono tutti così seri, da vecchia. - Commesso: Ho capito. Lei vorrebbe qualcosa di più colorato, magari con dei disegni... - Cliente: Ma, proprio con dei disegni, non credo. Qualcosa con colori più vivi. - Commesso: Cosa ne dice di questo? - Cliente: Questo potrebbe andare bene. Posso provarlo? - Commesso: Certo, il camerino è là in fondo a destra. 2_ Finisci la conversazione come vuoi tu. - Commesso:... - Cliente:... - Commesso:... - Cliente:... - Commesso:... - Cliente:... - Commesso:... - Cliente:... - Commesso:... - Cliente:... - Commesso:... - Cliente:... 19

20 Unità 1: Hai le mani bucate? Lezione 3 Globalità 1_ Conosci questi mezzi di pagamento? Scrivine il nome. 1)... 2)... 3)... 4)... 5)... 6)... 2_ Ora, a coppie parlate di questi mezzi di pagamento. Come si usano nei vostri paesi? E voi li usate? Quando li usate? 3_ Pensa ora alla banca. Quali termini ti vengono in mente nella tua lingua? Ne conosci l equivalente in italiano? LEGGERE E ASCOLTARE TESTI TECNICI Quando si deve ascoltare o leggere un testo tecnico è importante applicare le stesse strategie che abbiamo visto per qualsiasi altro tipo di testo. Con qualche accorgimento in più. Te ne ricordiamo due fondamentali. Prima della lettura o dell ascolto: pensa alla situazione in cui ti troverai. Cerca sul dizionario i termini che pensi di poter incontrare e che non conosci. Durante la lettura o l ascolto: non preoccuparti se ti sfuggono delle parole. Cerca di capire soprattutto ciò che ti interessa: quando si parla ci sono tante parole inutili. 4_ Guarda le foto e leggi il titolo. Secondo te, di cosa parla l articolo? 5_ Ora, leggi il testo velocemente e confrontate le vostre ipotesi. Avete indovinato almeno un po? 20

21 Una nuova filosofia: il microcredito Nurjahan Begum Ottenere un prestito è un privilegio per pochi? Sembrerebbe proprio di sì, se restiamo alla filosofia delle Banche occidentali: in Bangladesh, però, dal 1976 c è una banca, la Grameen Bank ( banca rurale, in bengalese), il cui motto dice testualmente: «Il credito è un diritto umano e tutti devono potervi accedere». Ha raccontato la storia e la politica di questa banca la sua general manager, Nurjahan Begum, che è stata la principale relatrice al convegno sulle opportunità della microfinanza tenutosi l 11 aprile scorso all Università di Parma. «Nel 1975» spiega la Begum, in un inglese dal sapore tutto orientale «in seguito a una delle ricorrenti carestie del Bangladesh le banche tradizionali hanno smesso di prestare denaro. È stato allora che Muhammad Yunus, professore di Economia, si è impegnato personalmente a fare da garante dei prestiti, dando vita a una nuova forma di credito: il microcredito. Questo tipo di prestito è concesso dalla Grameen Bank principalmente alle donne, perché sono normalmente più svantaggiate in una società maschilista, ma anche perché sono più costanti nel lavoro: sono tradizionalmente le principali artefici del benessere della famiglia, e sanno sfruttare le possibilità di riscatto». «La banca» prosegue «ha quattro principi chiave: disciplina, unità, coraggio e lavoro assiduo. E ha una struttura ben definita: 5 donne, con precisi incarichi e garanti l una dell altra, formano un gruppo; 10 gruppi danno vita a un centro, che si occupa di fare transazioni finanziarie e di credito con le banche. Esistono, inoltre, diverse tipologie di credito: quello base, concesso a tutti per l attività e il tempo che si vuole, senza richiesta di motivazioni; quello per la casa, indispensabile per creare una sorta di fabbrica da cui si può trarre guadagno; quello per l educazione superiore, dato che l istruzione in Bangladesh costa molto; e infine il credito per i mendicanti che vanno di casa in casa a chiedere l elemosina». Una banca che nonostante non richieda garanzie, vanta un incredibile tasso di recupero del credito: il 99 per cento. Qual è il mistero? Forse la scelta consapevole di obbiettivi di sviluppo umano, come spiega la Begum: «Incentivare piccole attività prima di tutto, ma anche creare occupazione, favorire le comunicazioni, ancora disastrose in Bangladesh (per questo la Grameen Bank concede finanziamenti per comprare telefoni e cellulari), e permettere ai ragazzi di continuare a studiare in un Paese dove il tasso di analfabetismo tocca il 90% della popolazione». [Testo adattato da ] 6_ Leggi nuovamente il testo e rispondi alle domande. 1 Perché è nata la Grameen Bank?... 2 In che cosa il microcredito è nuovo?... 3 Chi sono i principali clienti della banca?... 4 Come si usano i crediti che la banca concede?... 5 Perché il microcredito è sicuro per la banca?... 21

Hai le mani bucate? Unità 1: Lezione 1. Globalità. Jeans a vita bassa: una moda problematica

Hai le mani bucate? Unità 1: Lezione 1. Globalità. Jeans a vita bassa: una moda problematica Unità 1: Hai le mani bucate? Lezione 1 Globalità 1_ A cosa ti fanno pensare queste foto? Parlane con un compagno. 2_ Ora, leggi l articolo e rispondi alle domande. Jeans a vita bassa: una moda problematica

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse)

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) I PRONOMI PERSONALI PRONOMI PERSONALI SOGGETTO Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) Ella, esso, essa sono forme antiquate. Esso,

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi:

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: Sono certo che Carlo è in ufficio perché mi ha appena telefonato. So che Maria ha superato brillantemente l esame. L ho appena incontrata nel

Dettagli

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano?

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? 1. Sofia ha appena ricevuto un e-mail con questo titolo: Se mi dai una mano, arrivo! Secondo te, di che cosa parla il messaggio? Discutine con un compagno.

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

QUINTA LEZIONE Facciamo la spesa

QUINTA LEZIONE Facciamo la spesa QUINTA LEZIONE Facciamo la spesa 5 Oggi dobbiamo fare la spesa perché questa sera vogliamo organizzare una festa a casa nostra. Così decidiamo di andare al supermercato, quello di fronte alla banca, dove

Dettagli

IL PASSATO PROSSIMO. sono andato. ho mangiato. Formazione del participio passato regolare PARL-ARE PARL-ATO VED- ERE VED-UTO FIN-IRE FIN- ITO

IL PASSATO PROSSIMO. sono andato. ho mangiato. Formazione del participio passato regolare PARL-ARE PARL-ATO VED- ERE VED-UTO FIN-IRE FIN- ITO IL PASSATO PROSSIMO Il passato prossimo in italiano è un tempo composto. Si forma con le forme del presente di ESSERE o AVERE (verbi ausiliari) più il participio passato del verbo principale: sono andato

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

IN CITTÀ UNITÁ 6. Paula non è molto contenta perché ha poche amiche e questa città le piace poco; invece le altre città italiane le piacciono molto.

IN CITTÀ UNITÁ 6. Paula non è molto contenta perché ha poche amiche e questa città le piace poco; invece le altre città italiane le piacciono molto. IN CITTÀ Paula è brasiliana ed è in Italia da poco tempo. Vive in una città del Nord. La città non è molto grande ma è molto tranquilla, perché ci sono pochi abitanti. In centro ci sono molti negozi, molti

Dettagli

Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse

Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse Unità 3 41 Il Vesuvio Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse affresco - Pompei Capri Il golfo di Napoli Pompei Napoli Pompei Capri 42 L imperfetto indicativo L alternanza passato prossimo e imperfetto

Dettagli

Dall italiano alla logica proposizionale

Dall italiano alla logica proposizionale Rappresentare l italiano in LP Dall italiano alla logica proposizionale Sandro Zucchi 2009-10 In questa lezione, vediamo come fare uso del linguaggio LP per rappresentare frasi dell italiano. Questo ci

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16 ALLA SCUOLA MATERNA Marzia: Buongiorno, sono venuta per iscrivere il mio bambino. Maestra: Buongiorno, signora. Io sono la maestra. Come si chiama il bambino. Marzia: Si chiama Renatino Ribeiro. Siamo

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Arrivederci! 1 Test di progresso

Arrivederci! 1 Test di progresso TEST DI PROGRESSO (Unità 1 e 2) 1) Completa il mini dialogo con le forme verbali corrette. Ciao, io sono Tiziano. Ciao, io mi chiamo Patrick. (1)... italiano? No, ma (2)... italiano molto bene. (1) a)

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

Viva le vacanze! Leitfaden

Viva le vacanze! Leitfaden Viva le vacanze! Viva le vacanze! è un corso ideato per un pubblico adulto, senza preconoscenze della lingua italiana ed interessato ad acquisire una competenza linguistica e culturale di base, soprattutto

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

Intervista a Gabriela Stellutti, studentessa di italiano presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP).

Intervista a Gabriela Stellutti, studentessa di italiano presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP). In questa lezione abbiamo ricevuto Gabriella Stellutti che ci ha parlato delle difficoltà di uno studente brasiliano che studia l italiano in Brasile. Vi consiglio di seguire l intervista senza le didascalie

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

La natura del linguaggio e il processo di acquisizione

La natura del linguaggio e il processo di acquisizione La natura del linguaggio e il processo di acquisizione Il bambino nasce con un patrimonio genetico e con una predisposizione innata per il linguaggio. Affinché ciò avvenga normalmente è necessario che

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

Manuale del Trader. Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario!

Manuale del Trader. Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario! Manuale del Trader Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario! Questo manuale spiega esattamente cosa sono le opzioni binarie, come investire e familiarizzare con il nostro sito web. Se avete delle

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

02. Nomi particolari. Nomi con plurale particolare. Gruppo in -a. Alcuni nomi in -a sono maschili e hanno il plurale in -i.

02. Nomi particolari. Nomi con plurale particolare. Gruppo in -a. Alcuni nomi in -a sono maschili e hanno il plurale in -i. Nomi con plurale particolare Gruppo in -a Alcuni nomi in -a sono maschili e hanno il plurale in -i. poeta (m) poeti problema (m) problemi programma (m) programmi I nomi in -ista sono maschili e femminili.

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Come va? Come stanno queste persone? Guarda le immagini e ascolta. Cosa dici quando chiedi a qualcuno come sta? Con il Lei Con il tu

Come va? Come stanno queste persone? Guarda le immagini e ascolta. Cosa dici quando chiedi a qualcuno come sta? Con il Lei Con il tu Io e gli altri T CD 1 1 Come va? Come stanno queste persone? Guarda le immagini e ascolta. Cosa dici quando chiedi a qualcuno come sta? Con il Lei Con il tu Scrivi le risposte nell ordine giusto, dalla

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti

Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti Progetto FEI Rete e Cittadinanza 2014-2015 Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti Luana Cosenza, Università per Stranieri di Siena Marzo 2015 Piano di lavoro Principi della verifica e della valutazione

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi Evelina De Gregori Alessandra Rotondi al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze per la Scuola secondaria di primo grado UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Test d'ingresso NUMERI

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

ma quanto è antico quest osso?

ma quanto è antico quest osso? ATTIVITÀ: ma quanto è antico quest osso? LIVELLO SCOLARE: primo biennio della scuola secondaria di secondo grado PREREQUISITI: lettura e costruzione di grafici, concetti di base di statistica modello atomico,

Dettagli

TEST D INGRESSO DI ITALIANO. Cognome...Nome...Classe IV...

TEST D INGRESSO DI ITALIANO. Cognome...Nome...Classe IV... TEST D INGRESSO DI ITALIANO Cognome...Nome...Classe IV... PUNTEGGIO FINALE.../50 VOTO ORTOGRAFIA Scegli l'alternativa corretta tra quelle proposte, barrando la lettera corrispondente. (1 punto in meno

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

Una libera pensatrice.

Una libera pensatrice. Passato prossimo/imperfetto 1 Leggi il testo e scegli il verbo corretto. Una libera pensatrice. In primavera, quando l aria si riscaldava/si è riscaldata e è diventata/diventava piacevole, noi bambini

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

BUONE AZIONI PER RISPARMIARE

BUONE AZIONI PER RISPARMIARE BUONE AZIONI PER RISPARMIARE A cura del Servizio Socio Assistenziale della Comunità Alta Valsugana e Bersntol in collaborazione con i dipendenti delle Casse Rurali di Pergine Valsugana, Caldonazzo, Levico

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro)

Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro) Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro) Quando si realizzano dei documenti visivi per illustrare dati e informazioni chiave, bisogna sforzarsi di

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

CHE LAVORO FAI? UNITÁ 2. Ciao, Pablo. dove vai? Io vado a lavorare. Pablo: Pablo:

CHE LAVORO FAI? UNITÁ 2. Ciao, Pablo. dove vai? Io vado a lavorare. Pablo: Pablo: CHE LAVORO FAI? Rachid: Rachid: Rachid: Rachid: Ciao, Pablo. dove vai? Io vado a lavorare. Che lavoro fai? Io lavoro in fabbrica. E tu? Io faccio il muratore. Anche lui è muratore. Si chiama Rachid. Lui

Dettagli

Nuovo Progetto italiano VIDEO 1 Sottotitoli episodi. 1 Un nuovo lavoro

Nuovo Progetto italiano VIDEO 1 Sottotitoli episodi. 1 Un nuovo lavoro 1 Un nuovo lavoro Buongiorno. Buongiorno! Sei Gianna, no? La nuova collega. Sì, Gianna Terzani. Ciao, io sono Michela. Piacere. Il direttore ancora non c è, arriva verso le 10. Va bene, non c è problema.

Dettagli

TABELLA DEI COMPLEMENTI

TABELLA DEI COMPLEMENTI TABELLA DEI COMPLEMENTI REALIZZATA CON LA COLLABORAZIONE DELLA CLASSE II B DELLA SCUOLA SECONDARIA DALLA CHIESA E RUSSO DI BUSNAGO (MB) A. s. 2011/ 12 COMPLEMENTO DOMANDA A CUI RISPONDE ESEMPIO OGGETTO

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

in evidenza 2013-2014

in evidenza 2013-2014 in evidenza 2013-2014 Liberty of the Seas, la nave più incredibile del Mediterraneo A inaugurare gli imbarchi da Napoli sarà Liberty of the Seas, una nave straordinaria in partenza per la prima volta dall

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

LE PREPOSIZIONI ITALIANE

LE PREPOSIZIONI ITALIANE LE PREPOSIZIONI ITALIANE LE PREPOSIZIONI SEMPLICI Esempi: DI A DA IN CON SU PER TRA FRA Andiamo in citta`. Torniamo a Roma. Viene da Palermo. LE PREPOSIZIONI ARTICOLATE Preposizione + articolo determinativo

Dettagli