ATTIVITA DELLA POLIZIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ATTIVITA DELLA POLIZIA"

Transcript

1 ATTIVITA DELLA POLIZIA 30 aprile aprile 2010 DIVISIONE ANTICRIMINE La Divisione Anticrimine, nel periodo , ha espletato indagini di Polizia Giudiziaria che hanno portato al deferimento alla competente A.G. di nr. 106 persone. I provvedimenti di Ammonimento ex art. 8 D.L. 11/2009 per atti persecutori emessi nel periodo in esame sono stati nr. 6. Le persone destinatarie di Avviso Orale del Questore, ai sensi della Legge 1423/56 sono state 39. Le persone Rimpatriate con Foglio di Via Obbligatorio sono state 16. Il Presidente del Tribunale di Ravenna, in accoglimento ad analoga richiesta di questo Ufficio, ha emesso nr. 2 Sorveglianze Speciali della P.S. di cui una con obbligo di soggiorno. Per infrenare la violenza negli stadi sono stati emessi nr. 10 Divieti di Accesso alle manifestazioni Sportive. E stato emesso 1 provvedimento ai sensi dell art. 75 bis D.P.R. 309/90, convalidato dal Giudice di Pace. Gli interventi operati per la composizione bonaria dei privati dissidi (ex art. 1 T.U.L.P.S.) sono stati 44. Nr. 633 sono state le persone controllate nel corso dei servizi relativi ai sottoposti a misure di sicurezza e misure alternative alla detenzione in carcere, (nr. 17 sono state le denunce inoltrate all A.G. per evasione). SQUADRA MOBILE La locale Squadra Mobile, nel periodo in esame, ha tratto in arresto nr.104 persone, e deferito in stato di libertà nr.92 persone. Ha sequestrato 59 grammi di cocaina, 3460 grammi di hashish, 615 grammi di marijuana e euro in denaro ritenuto provento di attività delittuosa e ha contestato nr.18 violazioni per assunzione di stupefacenti segnalando gli assuntori per la revisione della patente di guida.

2 La locale Squadra Mobile ha, altresì, sequestrato 15,5 Kg. di Tabacchi lavorati esteri. OPERAZIONI PIU SIGNIFICATIVE: CRIMINALITA EXTRACOMUNITARIA PROSTITUZIONE In data 19 maggio 2009, personale di questa Squadra Mobile, lungo la S.S.16 in località Tagliata di Cervia, procedeva al controllo di due giovani rumene che si proponevano per una prestazione. Il rifiuto di tale offerta, sviluppava un equivoco che veniva professionalmente sviluppato dagli operanti. Le due donne, telefonicamente, richiedevano l immediato intervento del protettore che, nel giro di pochi minuti, giungeva per risolvere la questione. L uomo di nazionalità albanese, clandestino in Italia, con svariati alias e precedenti di polizia, uscito allo scoperto, invitava i poliziotti a seguirlo in una strada appartata, per poi scendere dall auto e sfidare gli stessi operatori, invitandoli a raggiungere alcuni suoi connazionali per regolare definitivamente i conti sulle ragazze. Lo straniero, in possesso di documenti contraffatti e di euro in contanti, veniva subito tratto in arresto per favoreggiamento e sfruttamento aggravato della prostituzione. In data , in Tagliata di Cervia (RA), nella flagranza del reato di favoreggiamento della prostituzione di una cittadina ungherese, personale di questa Squadra Mobile procedeva all arresto di un cittadino ungherese domiciliato a Rimini, che deteneva profilattici e la somma di 865 euro provento del reato di sfruttamento della prostituzione. OMICIDI VIOLENZE SESSUALI In data 16 febbraio 2010 veniva tratto in arresto in esecuzione a misura cautelare un cittadino ravennate di 76 anni, per il reato di violenza sessuale continuata. L accurata e delicata attivita d indagine scaturì da un controllo, effettuato nell agosto scorso lungo la Statale Adriatica, su un auto in sosta su cui si trovavano l anziano e una minore di anni 14, con le parti intime parzialmente denudate. Nell ambito dell indagine sono stati indagati per l analogo reato altri due cittadini ravennati, rispettivamente di anni 75 e 71.

3 In data 1 aprile 2010, veniva tratto in arresto in esecuzione ad ordinanza di custodia cautelare un pregiudicato trentatreenne originario della provincia di Brindisi. L arrestato, la sera del 28 febbraio 2010, si era reso responsabile dei reati di minacce aggravate con uso di un arma da sparo sia ai danni di due privati cittadini che ai danni di tutti gli astanti del bar Fellini di questo centro. Con l entrata in vigore della normativa che ha introdotto la fattispecie criminale degli atti persecutori, c.d. stalking, la Squadra Mobile ha effettuato diverse attività investigative mirate a fronteggiare tale fenomeno. Tale attività ha portato ad ottenere dall A.G. 12 misure cautelari diversamente modulate in relazione alla gravità dei fatti contestati e consistiti in: divieto di avvicinamento alla vittima, obbligo di dimora, arresti domiciliari e misura cautelare in carcere. Nella quasi totalità dei casi il persecutore era l ex partner che, non accettando la conclusione della relazione sentimentale, ha iniziato a tenere comportamenti molesti, minacciosi e persecutori, seguendo la vittima in ogni suo spostamento, costringendola a modificare in maniera sostanziale, non solo la sua esistenza ma anche quella di amici, familiari ed anche nuovi partner. RAPINE REATI CONTRO IL PATRIMONIO In data 06 maggio 2009 è stata eseguita un ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di sei cittadini albanesi, responsabili di furti in abitazione e furti di autovetture di grossa cilindrata, commessi nelle regioni veneto, lombardia, emilia romagna e toscana. I provvedimenti restrittivi venivano ottenuti successivamente ad una articolata indagine scaturita da una violenta aggressione per futili motivi avvenuta nel centro cittadino. I responsabili di tale fatto facevano parte di una banda dedita a razzie notturne all interno di private abitazioni, nel corso delle quali venivano asportate anche auto di lusso. I servizi di appostamento ed osservazione consentivano di identificare tutti i compartecipi, trarne in arresto alcuni in flagranza di reato e successivamente dare esecuzione ai provvedimenti restrittivi emessi dall A.G. In data , in relazione al sequestro di persona di un cittadino albanese occorso nella giornata precedente ed a seguito di una incessante attività di indagine, in collaborazione con la Squadra Mobile di Bologna, col 3^ Reparto volo di Bologna ed il Reparto Prevenzione Crimine, venivano tratti in arresto, per sequestro di persona a scopo di estorsione, detenzione di arma clandestina e sostanze 3

4 stupefacenti, un italiano ed un albanese, entrambi residenti a Ravenna. La successiva attività permetteva di deferire all A.G. anche un terzo complice. In data , in collaborazione con la Sezione Polizia Stradale di Ravenna, veniva tratto in arresto un ravennate, per un estorsione nei confronti di un imprenditore locale, suo precedente datore di lavoro. Con le indagini si accertava che l indagato, ventilando il possesso di documentazione relativa a presunti illeciti legati ad evasione fiscale, riferibili al titolare, aveva richiesto un ingente somma di denaro in cambio della consegna del carteggio compromettente. L intervento degli operanti consentiva, di arrestare l estorsore nel corso dell incontro con la vittima. In data , in collaborazione con il Nucleo Operativo Radiomobile Carabinieri di Ravenna, venivano eseguiti i fermi di indiziato di delitto nei confronti di tre cittadini bengalesi e due cittadini albanesi, tutti di giovanissima età, in quanto responsabili di numerose rapine a mano armata nei confronti di vari supermercati ubicati nelle immediate vicinanze delle loro abitazioni. Le indagini, consentivano l identificazione dei responsabili e la raccolta di univoci e concreti elementi probatori tali da supportare i provvedimenti restrittivi, poi convalidati dall A.G. che successivamente emetteva provvedimenti di custodia cautelare in carcere. L ulteriore attività investigativa consentiva poi di attribuire al gruppo ulteriori assalti commessi con particolare violenza e sempre con la minaccia delle armi nei confronti di esercizi pubblici del litorale, gioiellerie e hotel, per un totale di otto rapine. In data , in seguito all arresto operato dalla Volante, venivano avviate immediate indagini grazie alle quali venivano identificati i componenti di un sodalizio criminale specializzato in furti in abitazione ed autovetture di grossa cilindrata. In particolare l attività della Squadra Mobile permetteva di rintracciare i due complici del primo arrestato che avevano trovato rifugio in un altra regione. Gli stessi venivano poi tratti in arresto, rispettivamente, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare emessa dall A.G. ravennate e di fermo di indiziato di delitto, poi convalidato e tramutato in ordine di custodia cautelare in carcere. STUPEFACENTI In data a seguito attività di indagine nei confronti di un cittadino albanese domiciliato a Ravenna, 4

5 sospettato, unitamente ad altre persone, di gestire un traffico di sostanze stupefacenti del tipo cocaina, venivano tratte in arresto 2 persone per detenzione ai fini di spaccio di gr. 370 di cocaina e detenzione di un arma clandestina. Nei confronti del cittadino albanese la locale A.G. emetteva mandato di arresto europeo essendosi lo stesso reso latitante. Inoltre, venivano indagati in stato di libertà nr.18 persone e altre 14 venivano segnalate quali assuntrici di sostanze stupefacenti. Nel mese di gennaio 2010 a seguito di una articolata attività di indagine condotta in collaborazione con la Squadra Mobile di Bologna, personale della locale Squadra Mobile ha arrestato due cittadini residenti in questa provincia in quanto trovati in possesso di grammi 539 di hashish. Le successive perquisizioni consentivano di rinvenire e sequestrare grammi 293 di marijuana, grammi 1937 di hashish, grammi 123 di polvere di hashish, grammi 184 di semi di marijuana e grammi 51 di semi di papavero, oltre alla somma contante di euro 750,00 in banconote di vario taglio. D.I.G.O.S. Nell ambito dei servizi svolti nel periodo in riferimento, sono state sottoposte ad indagine nr.44 persone, delle quali: nr. 14 nell ambito dell attività di prevenzione e di repressione di fenomeni di violenza connessi a competizioni sportive e per il reato di cui all art.342 c.p.; nr. 28 per reati relativi all art.18 TULPS, violenza privata, interruzione di un pubblico servizio, invasione di edifici, imbrattamento e danneggiamento; nr. 2 per reati di truffa e sostituzione di persona per aver perpetrato numerose truffe in danno di istituti religiosi, sacerdoti e suore residenti in questa provincia. Inoltre, nell ambito dei controlli antiterrorismo disposti dalla D.C.P.P., effettuati con il concorso di altri Uffici della provincia, è stata svolta la seguente attività: nr. 477 soggetti controllati; 5

6 nr. 86 obiettivi controllati; nr. 1 persona arrestata per inottemperanza all ordine del Questore a lasciare il T.N.; nr. 8 persone avviate all espulsione. UFFICIO PREVENZIONE GENERALE SOCCORSO PUBBLICO ATTIVITA DELLE VOLANTI E DELLA C.O.T. ATTIVITA Totale denunce e querele Telefonate pervenute al Interventi Squadra Volante Pattuglie Volanti Impiegate Pattuglie Poliziotto di Quartiere Persone controllate Veicoli Controllati Violazioni amministrative per ubriachezza (art. 688 cod. pen.) Controlli piazza del Commercio 144 Controlli piazza Baracca 240 Controlli piazza Kennedy 238 Controlli piazza San Francesco 31 Controlli straordinari antiprostituzione SS Prostitute identificate Viados identificati Violaz. Amm.va Ord. Sind. Ra Prostitute Violaz. Amm.va Ord. Sind. Ra Viados 22 5 Violaz. Amm.va Ord. Sind. Ra Cliente Violaz. Amm.va Ord. Sind. Cervia Prostitute Violaz. Amm.va Ord. Sind. Cervia Viados Violaz. Amm.va Ord. Sind. Cervia Cliente 55 9 Sequestro sostanza stupefacente: - Cocaina 6,50 68,60 - Marijuana Hashish 663,2 136,00 - Eroina 164,62 410,90 Persone indagate in stato di libertà: stranieri Persone indagate in stato di arresto: - stranieri

7 Nel periodo in riferimento gli operatori della Squadra Volante e della Centrale Operativa Telecomunicazioni sono stati costantemente impegnati nel servizio di controllo e monitoraggio capillare del territorio. Il controllo del territorio ha avuto come obiettivo prioritario la tutela della sicurezza pubblica, garantita attraverso la costante attività di monitoraggio della realtà territoriale,. in un ottica prevalentemente preventiva ma che ha, in diversi casi, assunto carattere concretamente repressivo. INTERVENTI DI RILIEVO DELLA SQUADRA VOLANTE In data 26 ottobre 2009 operatori della Volante intervenivano in via Lanciani a Ravenna, dove avevano notato due persone che discutevano animatamente. Sul posto gli agenti identificavano due persone, una donna di nazionalità italiana e un cittadino extracomunitario di nazionalità Tunisina, in possesso di permesso di soggiorno. Nonostante l intervento della Volante la situazione continuava a degenerare, in quanto il tunisino, palesemente ubriaco, si agitava e dava in escandescenza, inveendo anche contro gli agenti. Il motivo del litigio era da attribuirsi alla fine della relazione sentimentale tra il cittadino tunisino e la donna italiana, relazione terminata a seguito di ripetuti comportamenti violenti tenuti dal cittadino extracomunitario. Le due persone venivano quindi accompagnate in Questura e la donna, inizialmente titubante, grazie anche all ausilio psicologico degli operatori decideva di narrare l esatta dinamica degli eventi. In particolare la donna raccontava di aver lasciato l uomo per il comportamento violento spesso assunto dallo stesso nei suoi confronti. A seguito della rottura della relazione sentimentale, l uomo aveva iniziato a pedinare la donna, a minacciarla ed a porre in essere condotte molestatorie spesso degenerate in episodi di violenza, condotte tali da cagionarle un perdurante stato di paura, con conseguente timore per la propria incolumità fisica In relazione alla situazione profilatasi,tenuto conto della pericolosità dell uomo e dei rischi connessi alla prosecuzione della citata condotta vessatoria, il cittadino extracomunitario veniva tratto in arresto per atti persecutori (c.d. stalking), danneggiamento, resistenza a un pubblico ufficiale, oltraggio a pubblico ufficiale. 7

8 In data 13 febbraio 2010 operatori della Squadra Volante procedevano, ad un controllo d iniziativa di un cittadino italiano a bordo di un autovettura. Gli operatori venivano immediatamente insospettiti dal fare equivoco dell uomo, in quanto lo stesso, tra il segnale di stop degli agenti e l arresto del veicolo, aveva effettuato dei movimenti repentini nella macchina. Inoltre l uomo, all atto del controllo, reagiva con nervosismo e con fare insofferente. Gli operanti, ritenuto che l uomo tentasse di occultare qualcosa, decidevano di sottoporlo a perquisizione personale. La perquisizione dava esito positivo, in quanto l uomo veniva trovato in possesso di gr. 26,415 di eroina, suddivisa in n. 20 dosi, e di materiale utilizzato per il confezionamento di sostanza stupefacente. L uomo veniva, pertanto, arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e successivamente condannato, per tale reato, dal Tribunale di Ravenna alla pena di un anno e sei mesi di reclusione e euro di multa. In data 4 aprile 2010, la Sala Operativa inviava le Volanti in via Rubicone, su segnalazione di un cittadino straniero che, barricato nel proprio appartamento, manifestava chiari intenti suicidi, minacciando di dar fuoco all abitazione. Le pattuglie, giunte in loco, notavano immediatamente che l uomo aveva già dato esecuzione ai propri intenti, atteso che dalla porta d ingresso dell immobile fuoriusciva del fumo. Gli operatori contattavano immediatamente i Vigili del Fuoco, richiedendone l immediato intervento e, contestualmente, cercavano di instaurare un dialogo con l uomo, il quale veniva invitato ad aprire la porta blindata. A fronte della richiesta degli agenti, l uomo urlava chiedendo di essere lasciato in pace, dichiarando di voler morire arso vivo nella propria abitazione. Pertanto gli agenti, ritenendo necessario l intervento immediato, non solo per l incolumità dell uomo, ma anche per quella dei condomini dello stabile, riuscivano a sfondare la porta d ingresso, constatando che erano in atto ben cinque principi di incendio in luoghi diversi dell appartamento. Le fiamme erano diventate talmente alte da invadere tutti i locali dell appartamento. Gli operatori, pertanto, facevano ingresso nell appartamento, superando le fiamme e la fitta coltre di fumo e riuscivano a trarre in salvo l uomo ed ad evitare che la situazione degenerasse. ATTIVITA DEL POLIZIOTTO DI QUARTIERE 8

9 ATTIVITA Pattuglie impiegate Nuovi contatti acquisiti Persone controllate Segnalazioni ricevute: risolte sul posto - risolte dall ufficio in attesa di risoluzione Percentuale di gestione e risoluzione 96,5 95,5 Persone indagate in stato di libertà Persone indagate in stato di arresto Il servizio del Poliziotto di Quartiere è svolto nell ottica della garanzia del principio di prossimità e della sicurezza percepita. In tal senso, pertanto, la finalità prioritaria perseguita dagli operatori del Poliziotto di Quartiere è quella di creare e gestire concreti contatti tra la polizia di Stato ed i cittadini-utenti, instaurando un rapporto fiduciario e di contatto quotidiano. 21 ATTIVITA DELLA POLIZIA DI FRONTIERA ATTIVITÀ PERIODO Persone controllate Navi esaminate 3788 Aeromobili esaminati 15 Visti concessi in frontiera 335 Respingimenti alla frontiera 51 Ingressi nel territorio nazionale Uscite dal territorio nazionale Clandestini rintracciati a bordo di natanti e 9 veicoli Sanzioni amministrative 4 Persone denunciate in stato di libertà 3 - procurato allarme 1 - furto aggravato 2 Il servizio di Polizia di Frontiera è stato svolto nel rispetto dei compiti istituzionali, vale a dire attendendo alle seguenti attività: 9

10 - garanzia dell osservanza delle norme di diritto pubblico internazionale e delle convenzioni multilaterali, in vigore con i singoli Stati contraenti, delle disposizione contenute negli atti delle direttive emanate in seno alla Comunità Europea, nonchè delle leggi italiane che regolamentano il traffico delle persone e delle merci che attraversano il confine di Stato; - controlli ed ispezioni a bordo delle MotoNavi, al fine di poter autorizzare la movimentazione di persone e di merci, nel rispetto delle norme vigenti; - interventi in ambito portuale in caso di infortuni sul lavoro; - accertamenti di polizia giudiziaria in ambito portuale; - interventi in caso di fughe di sostanze pericolose, in concorso con gli altri organi competenti; - controlli mirati al contrasto dell immigrazione clandestina; - respingimenti alla frontiera; - vigilanza dinamica nelle aree portuali e controlli sui cabotaggi. ATTIVITA DELLA SQUADRA NAUTICA ATTIVITA PERIODO Soccorso a natanti in difficoltà / 2 ricerca dispersi Soccorso a persone in difficoltà 4 Controllo Navi/Imbarcazioni/Natanti da Diporto 7 Controllo Motopescherecci 1 Controllo Navi/Unità da traffico 5 Persone controllate al C.E.D. 132 Infrazioni amministrative accertate nel Diporto 2 Infrazioni amministrative accertate Codice della Strada 9 Sequestro merce contraffatta Sequestro corpi di reato 3 Controllo Autoveicoli (Servizio Terrestre di Vigilanza 52 Costiera) Controllo del territorio con autovettura 194 Controllo del territorio con biciclette 7 Controllo del territorio con Motovedette 74 Miglia percorse (PS PS PS 683) 1247 Servizi di O.P. 2 Natanti impiegati 3 Persone denunciate in stato di libertà 2 Persone arrestate 1 10

11 La Squadra Nautica della Questura di Ravenna nel periodo temporale che va dal al ha effettuato 74 missioni di controllo del mare territoriale, percorrendo circa 1247 miglia nautiche. Sono stati svolti, altresì, ulteriori servizi, quali l assistenza a manifestazioni sportive e culturali, servizi di Ordine Pubblico, vigilanza obbiettivi sensibili, pattugliamento del mare territoriale, controllo e assistenza alla navigazione da diporto e del settore della pesca professionale. Nel citato periodo sono da segnalare 6 operazioni di soccorso in mare e numerose contestazioni di infrazioni amministrativo e penali. Nel periodo di balneazione estiva sono stati effettuati numerosi servizi antiambulantato, volti al contrasto della vendita abusiva di merci lungo le spiagge del litorale ravennate. Tali controllo hanno portato al sequestro di merce contraffatta per un valore approssimativo di DIVISIONE POLIZIA AMMINISTRATIVA E SOCIALE AUTORIZZAZIONI IN MATERIA DI ARMI CODICE E DESCRIZIONE NUMERO Nulla Osta Acquisto armi e materie esplodenti 4 Nulla Osta Acquisto esplosivi di 2^ e 3^ categoria 30 Carte Europee d Arma da Fuoco rilasci estensioni - 90 validità - aggiornamenti Esportazioni temporanee armi uso venatorio 54 Esportazioni e importazioni definitive di armi da sparo 5 Denunce di detenzione armi e materie esplodenti (acquisto, cessione, variazione del luogo di detenzione) 439 Armi aggiornamento archivi polizia (inserimenti modelli ) Provvedimenti prescrittivi per l utilizzo di esplosivi 45 di 2^ e 3^ categoria Avvisi di trasporto armi (privati ed armerie) 25 Licenze collezione armi comuni ed antiche in corso di validità (rilasci ed aggiornamenti) 11 Licenze vendita armi comuni da sparo (rilasci e rinnovi) 6 Licenze fabbricazione, riparazione e disattivazione armi da sparo (rilascio e rinnovo) 3 Armi da sparo versate per la rottamazione 96 Licenze di porto di fucile per uso caccia rilasciate e rinnovate 525 Licenze di porto di fucile per uso caccia DINIEGHI 46 Licenze di porto di fucile per uso caccia SOSPENSIONI 8 Licenze di porto di fucile per uso caccia REVOCHE 19 11

12 Licenze di porto di fucile per uso tiro a volo rilasciate e rinnovate 248 Licenze di porto di fucile per uso tiro a volo DINIEGHI 10 Licenze di porto di fucile per uso tiro a volo SOSPENSIONI 4 Licenze di porto di fucile per uso tiro a volo REVOCHE 6 Licenze di porto di fucile -Procedimenti amministrativi avviati ai sensi dell art. 7 della legge 241/90 44 Licenze di porto di fucile - Procedimenti amministrativi archiviati-sospesi 30 Rilascio autorizzazione per l effettuazione di spettacoli pirotecnici (art. 57 T.U.L.P.S.) 19 ATTIVITA SOGGETTE AD AUTORIZZAZIONI DI POLIZIA CODICE E DESCRIZIONE NUMERO Licenze per agenzie d affari (art. 115 T.U.L.P.S.) 10 Licenze per fabbricazione, commercio e mediazione di oggetti preziosi (art. 127 T.U.L.P.S.) 13 Licenze per l accettazione di scommesse (art. 88 T.U.L.P.S.) 20 Licenze per Phone Center ed Internet Point - art. 7 D.L , nr. 144, convertito in legge Phone center dinieghi-sospensioni-revoche 10 Iscrizione in appositi registri per la vendita, il noleggio, la cessione a qualsiasi titolo di nastri, dischi, videocassette, musicassette o di altro supporto contenente fonogrammi o videogrammi di opere cinematografiche o audiovisive o sequenze di immagini in movimento (art. 75 bis T.U.L.P.S.) 38 Rilascio licenze per impiego, acquisto, deposito e trasporto di gas tossici (art. 58 T.U.L.P.S.) 17 Rilascio nulla osta per il volo da diporto o sportivo (D.P.R. 404/1988) 24 Volo da diporto o sportivo - dinieghi-sospensionirevoche 8 Rilascio autorizzazione per l installazione di luminarie (art. 110 Reg. Esec. T.U.L.P.S.) 1 Informazioni Prefettura Rilascio/rinnovo Porto di pistola difesa personale 145 Informazioni Prefettura Rilascio/rinnovo decreto G.P.G. / noleggio veicoli 170 Informazioni Prefettura Rilascio/rinnovo attività Istituti di Vigilanza 69 Infortuni sul lavoro ATTIVITA DI CONTROLLO 12

13 CODICE E DESCRIZIONE NUMERO Controlli amministrativi effettuati 350 Violazioni penali accertate 20 Sanzioni amministrative contestate 13 Procedimenti amministrativi avviati ai sensi dell art. 7 della legge 241/90 1 Provvedimenti adottati ai sensi dell art. 100 del T.U.L.P.S. / Video-poker sequestrati / UFFICIO PASSAPORTI CODICE E DESCRIZIONE NUMERO Passaporti rilasciati Passaporti rinnovati 98 Concessione Nulla-osta ad altre Province e Consolati 375 Passaporti collettivi emessi / Decreti di diniego rilasci/rinnovi passaporti 16 Certificati di mascita per minori di anni 15 x espatrio Passaporti ritirati / Procedimenti amministrativi avviati Art /90 21 UFFICIO IMMIGRAZIONE - DATI PERMESSI DI SOGGIORNO: Cittadini stranieri residenti in Provincia di Ravenna Permessi di soggiorno cartacei per motivi di lavoro autonomo/ subordinato/altro e carte di soggiorno, stampati nel periodo di riferimento 948 Permesso di soggiorno elettronici PSE consegnati PSE in attesa di essere prodotti (stampati) dal Poligrafico dello Stato 586 Pratiche in attesa di decretazione per le quali si è provveduto all acquisizione delle impronte con procedura SPAID

14 Cittadini stranieri per i quali il programma di Poste Italiane ha fissato la convocazione presso lo Sportello dell Ufficio Imm.ne della Questura. 501 Affluenza agli sportelli Nulla Osta al ricongiungimento familiare e al lavoro subordinato trasmessi per via telematica Nulla Osta regolarizzazione colf e badanti trasmessi per via telematica Richieste di asilo politico 30 Rigetti/revoche permessi di soggiorno DATI PROVVEDIMENTI DI ESPULSIONE: Decreti di espulsione con accompagnamento in frontiera 35 Decreti di espulsione con accompagnamento presso C.I.E. 90 Decreti di espulsione con intimazione a lasciare il T.N. entro 15 giorni 61 Decreti di espulsione e conseguente Ordine del Questore dei 5 giorni 282 Totale dei provvedimenti di espulsione 468 COMMISSARIATO P.S. FAENZA Servizi esterni comandati: 1631; 14

15 Persone identificate: 5412; Veicoli controllati: 3575; Contravvenzioni :n. 141; Indagati:n. 349; Arrestati:n. 45; Perquisizioni effettuate: 53 ; Persone fotosegnalate: 181 (per motivi di P.G.) 1285 (normativa sugli stranieri); Sequestri di sostanze stupefacenti: Eroina gr. 94,76 Cocaina gr. 240,02 Hashish gr. 338,66 Marijuana gr. 41,01 P.A.S. - Immigrazione: Esercizi pubblici controllati: 51; Esercizi pubblici contravvenzionati: 20; Passaporti pratiche istruite per il rilascio: 1470; Passaporti pratiche istruite per il rinnovo: 130 ; Armi - pratiche istruite per autorizzazioni(portodetenzione): 618; Armi pratiche di cessione,acquisto : 1025; Pratiche stranieri istruite: n (relative al permesso di soggiorno elettronico) n.294 (permessi di soggiorno cartacei). Si riportano di seguito gli episodi più significativi verificatisi in Faenza e nel territorio di competenza nel periodo di riferimento: Il 25 maggio 2009, in esito ad un indagine per contrastare il fenomeno della prostituzione, si è proceduto all arresto in flagranza di reato per favoreggiamento della prostituzione di una cittadina brasiliana. La straniera è stata oggetto di indagini che hanno consentito di individuare un appartamento sito nel centro storico faentino, dove si prostituivano due donne anche loro di nazionalità straniera. Si è accertato che i clienti contattavano telefonicamente la brasiliana attraverso un numero di telefono pubblicato sui quotidiani e siti internet. Secondo quanto appurato, quotidianamente la brasiliana riusciva ad incassare, con le prestazioni delle due prostitute, tra i mille ed i duemila euro. Il 13 novembre 2009, veniva arrestato, in esito ad un regolamento di conti con esplosione di colpi d arma da 15

16 fuoco, un cittadino marocchino, indagato per ricettazione, minacce in pregiudizio di due suoi connazionali, droga ed armi. Nell immediatezza veniva sequestrato un fucile a canne mozze provento di furto. Nello sviluppo dell attività investigativa veniva successivamente effettuata una perquisizione su un veicolo rinvenendo e sequestrando un panetto di Hashish del peso gr. 97,23. Il si è conclusa con l esecuzione di una misura cautelare in carcere a carico di una faentina, una articolata attività investigativa supportata da attività tecniche e corroborata da diversi sequestri di droga. La persona arrestata è stata ritenuta responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente commesso in più occasioni nell arco di tempo ricompresso tra la fine 2008 e il mese di ottobre Nel corso dell attività di p.g. sono stati arrestati in flagranza, sempre per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente altri tre cittadini italiani: Il 22 febbraio 2010 a Faenza si è interrotta l irreperibilità di un cittadino straniero di nazionalità albanese, evaso da diversi mesi dal regime degli arresti domiciliari che stava scontando a Riolo Terme. Lo straniero si era sottratto volontariamente all esecuzione di una pena detentiva che stava scontando ai domiciliari da otto mesi, dovendo scontare una condanna ad oltre tre anni di reclusione per spaccio di stupefacenti. L'indagine che ha condotto alla sua cattura, si è conclusa con l irruzione di personale del Commissariato nell'appartamento dove si nascondeva, sito nella zona più centrale di Faenza, nella disponibilità di un parente del ricercato con altro cognome. All'albanese è stato contestato anche il possesso e l'utilizzo di documenti d'identità falsi (carta d'identità e patente rumena). Il 13 aprile 2010, a Faenza si è conclusa un operazione, che ha portato all arresto di un cittadino di nazionalità marocchina, nonché al deferimento all A.G. di un altra persona ed al sequestro di sostanza stupefacente. Il lavoro investigativo si è concluso con esito positivo con il sequestro di un quantitativo di 104 gr. di cocaina, ponendo in stato di arresto per detenzione ai fini spaccio di sostanza stupefacente lo straniero, già noto all Ufficio per altri precedenti di polizia specifici. COMMISSARIATO P.S. LUGO 16

17 Persone identificate: 3815; Veicoli controllati: 2531; Cittadini stranieri identificati 868; Persone indagate: 67; Persone arrestate: 24; Contravvenzioni al C.d.S. elevate: 57; Perquisizioni effettuate 32; Sequestri di sostanze stupefacenti: Eroina: gr 6; Cocaina: gr. 6; Hashish: gr. 40; Marijuana gr. 140 più 80 piante. P.A.S. - Immigrazione: Esercizi pubblici controllati: 27; Esercizi pubblici contravvenzionati: 1; Passaporti pratiche istruite per il rilascio/ rinnovo: 1.318; Armi - pratiche istruite per autorizzazioni (portodetenzione): 341; Armi pratiche di cessione,acquisto : 774; Pratiche stranieri istruite: n (relative al permesso di soggiorno elettronico). Si riportano di seguito gli episodi più significativi verificatisi in Lugo e nel territorio di competenza nel periodo di riferimento: All inizio del mese di ottobre 2009 personale del Commissariato di P.S. di Lugo si è recato in provincia di Lecce ove, assieme ai colleghi del Commissariato di Taurisano, ha tratto in arresto un cittadino italiano, di anni 65, in esecuzione di un Ordine di Carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Ravenna per il reato di violenza sessuale. L indagine era iniziata da una denuncia per maltrattamenti presentata dalla donna negli uffici di via Emaldi nel mese di dicembre I successivi accertamenti effettuati facevano emergere un quadro veramente triste e scabroso di ciò che avveniva all interno delle mura domestiche. Infatti, oltre alle azioni di violenza fisica così dette classiche, l uomo si era reso anche autore di atti di violenza sessuale ed estorsione perpetrata nei confronti della propria compagna nell anno Inoltre l uomo aveva estorto alla donna la firma di garanzia al fine di ottenere un prestito presso un istituto di credito del lughese. 17

18 Sulla base delle risultanze investigative l A.G. emetteva relativo provvedimento di custodia cautelare in carcere ma l uomo si rendeva irreperibile fino all inizio del mese di ottobre 2009 quando emergevano tracce della sua presenza in provincia di Lecce ove, poi, il predetto veniva effettivamente rintracciato e ristretto presso il carcere di quella città. POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI nr. 105 persone deferite all A.G. nr. 15 perquisizioni delegate dall A.G. nr. 275 sequestri penali nr. 489 servizi di vigilanza agli uffici postali della città e della provincia per i quali le pattuglie hanno percorso km nr. 12 veicoli controllati nr. 181 persone identificate nr. 34 controlli amministrativi presso aziende ed attività commerciali nr. 40 attività specialistiche di criminalità informatica delegata dall A.G. SEZIONE POLIZIA STRADALE VERBALI Somme incamerate Art. 187 n. 30 verbali Art. 186 n. 320 verbali Art 142 n di cui comma 9 n Patenti ritirate n. 570 Carte di circolazione ritirate n. 804 Veicoli sequestrati n. 113 Veicoli sottoposti a fermo n. 60 INCIDENTI Incidenti con soli danni n. 249 Incidenti con feriti n. 265 Incidenti mortali n. 12 Persone illese n. 736 Persone ferite n. 393 Persone decedute n. 14 POLIZIA GIUDIZIARIA 18

19 Persone arrestate n. 12 Denunciati n. 108 Reati contestati n. 194 Operazioni di P.G. concluse 3 (a loro volta conclusesi con 9 arresti). POSTO POLIZIA FERROVIARIA DI RAVENNA 1) Servizi di vigilanza alla stazione ferroviaria di Ravenna nr.669; 2) Pattuglie impiegate a bordo treno nr.196; 3) Treni scortati nr.1024; 4) Persone identificate nr.3288; 5) Persone arrestate nr.11; 6) Persone denunciate in stato di libertà nr.48. POSTO POLIZIA FERROVIARIA DI FAENZA Servizi di vigilanza agli scali ferroviari 1053 Servizi di scorta ai treni 412 Treni scortati 824 Persone identificate 3454 Persone denunciate in stato di arresto 1 Persone denunciate in stato di libertà 19 Contravvenzioni Regolamento Polfer 151 Contravvenzioni Codice della Strada 90 Altre Contravvenzioni 3 Minori rintracciati 5 19

Polizia di Stato Questura di Pordenone. 15 maggio 2014 - Pordenone www.poliziadistato.it

Polizia di Stato Questura di Pordenone. 15 maggio 2014 - Pordenone www.poliziadistato.it 15 maggio 2014 - Pordenone www.poliziadistato.it L ATTIVITA DELLA POLIZIA DI STATO NELLA PROVINCIA DI PORDENONE NELL ANNO 2013 LA POLIZIA DI STATO NEL 2013 Prevenzione e contrasto Chiamate al 113 : 7.248

Dettagli

Questura di Bergamo FESTA DELLA POLIZIA 22 MAGGIO 2015 LA SICUREZZA IN CIFRE

Questura di Bergamo FESTA DELLA POLIZIA 22 MAGGIO 2015 LA SICUREZZA IN CIFRE Questura di Bergamo FESTA DELLA POLIZIA 22 MAGGIO 2015 LA SICUREZZA IN CIFRE 2 163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO 3 REATI REGISTRATI NELLA PROVINCIA DI BERGAMO 01/05/2013 30/04/2014

Dettagli

dâxáàâüt w céüwxçéçx Anniversario della Fondazione della Polizia ESSERCI SEMPRE 22 maggio 2015 - Pordenone www.poliziadistato.it Polizia di Stato

dâxáàâüt w céüwxçéçx Anniversario della Fondazione della Polizia ESSERCI SEMPRE 22 maggio 2015 - Pordenone www.poliziadistato.it Polizia di Stato dâxáàâüt w céüwxçéçx Anniversario della Fondazione della Polizia ESSERCI SEMPRE Polizia di Stato 22 maggio 2015 - Pordenone www.poliziadistato.it L ATTIVITA DELLA POLIZIA DI STATO NELLA PROVINCIA DI PORDENONE

Dettagli

ATTIVITA DI CONTRASTO ALLA CRIMINALITA DELLA QUESTURA DI SALERNO E DEI COMMISSARIATI DI P.S.

ATTIVITA DI CONTRASTO ALLA CRIMINALITA DELLA QUESTURA DI SALERNO E DEI COMMISSARIATI DI P.S. ATTIVITA DI CONTRASTO ALLA CRIMINALITA DELLA QUESTURA DI SALERNO E DEI COMMISSARIATI DI P.S. Tipo di attività dal 01/05/2012 al 30/04/2013 Persone controllate 52.598 Persone sottoposte ad obblighi 19.349

Dettagli

QUESTURA DI LATINA UFFICIO STAMPA

QUESTURA DI LATINA UFFICIO STAMPA 1 QUESTURA DI LATINA UFFICIO STAMPA 160^ ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CONSUNTIVO RISULTATI APRILE 2011- APRILE 2012 ARRESTI : 552 DENUNCIE A P.L.: 1883 PERQUISIZIONI: 869 PERSONE

Dettagli

PIACENZA 22 maggio 2015

PIACENZA 22 maggio 2015 163 PIACENZA 22 maggio 2015 Questura di Piacenza Benvenuti in questa sala dove stiamo celebrando il 163 anniversario della fondazione della Polizia di Stato. Ringrazio il Signor Prefetto, le autorità civili

Dettagli

PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI GENOVA

PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI GENOVA PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI GENOVA DALLA PARTE DELLE DONNE: TUTELA ED ASSISTENZA NEI CASI DI VIOLENZA I L Q U A D R O N O R M AT I V O I R E AT I D E L C O D I C E P E N A L E : P E

Dettagli

Polizia di Stato Compartimento Polizia Stradale Marche Ancona

Polizia di Stato Compartimento Polizia Stradale Marche Ancona Polizia di Stato Compartimento Polizia Stradale Marche Ancona Attività di controllo Dal 1 gennaio al 31 dicembre 2010, la Polizia Stradale delle Marche ha effettuato 21.554 pattuglie di vigilanza stradale

Dettagli

QUESTURA DI BERGAMO EVENTI CRIMINOSI *

QUESTURA DI BERGAMO EVENTI CRIMINOSI * QUESTURA DI BERGAMO EVENTI CRIMINOSI * Omicidi volontari consumati nr. 9 ( persone arrestate: 4) Omicidi tentati nr. 15 ( persone arrestate: 9 denunciati : 3) Violenze sessuali ( persone arrestate:15 denunciati:

Dettagli

STUPEFACENTI SEGNALAZIONE AL PREFETTO AI SENSI DELL ART 75 DPR 309/90 PERQUISIZIONE PERSONALE E LOCALE AI SENSI DELL ART.103 DPR 309/90.

STUPEFACENTI SEGNALAZIONE AL PREFETTO AI SENSI DELL ART 75 DPR 309/90 PERQUISIZIONE PERSONALE E LOCALE AI SENSI DELL ART.103 DPR 309/90. STUPEFACENTI SEGNALAZIONE AL PREFETTO AI SENSI DELL ART 75 DPR 309/90 PERQUISIZIONE PERSONALE E LOCALE AI SENSI DELL ART.103 DPR 309/90 Caso pratico Individuo trovato in possesso di un piccolo quantitativo

Dettagli

Guardia di Finanza COMANDO INTERREGIONALE DELL ITALIA NORD-ORIENTALE Cannaregio, 2176 Venezia Tel. 041/719666 Fax 041/2202415

Guardia di Finanza COMANDO INTERREGIONALE DELL ITALIA NORD-ORIENTALE Cannaregio, 2176 Venezia Tel. 041/719666 Fax 041/2202415 Guardia di Finanza COMANDO INTERREGIONALE DELL ITALIA NORD-ORIENTALE Cannaregio, 2176 Venezia Tel. 041/719666 Fax 041/2202415 CONSUNTIVO DELL ATTIVITA OPERATIVA DEI REPARTI DEL TRIVENETO (periodo 1 gennaio

Dettagli

Le lingue di lavoro nell ambito della cooperazione sono l italiano e il tedesco, o, in alternativa, l inglese (articolo 32).

Le lingue di lavoro nell ambito della cooperazione sono l italiano e il tedesco, o, in alternativa, l inglese (articolo 32). DISEGNO DI LEGGE RECANTE RATIFICA ED ESECUZIONE DELL ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA D AUSTRIA IN MATERIA IN MATERIA DI COOPERAZIONE DI POLIZIA, FATTO A VIENNA

Dettagli

164^ PIACENZA 26 maggio 2016. Questura di Piacenza

164^ PIACENZA 26 maggio 2016. Questura di Piacenza 164^ PIACENZA 26 maggio 2016 POLIZIA DI STATO - QUESTURA DI PIACENZA DELITTI DENUNCIATI ALL'AUTORITA' GIUDIZIARIA 30.04.2015/ 30.04.2015/ 30.04.2016 30.04.2016 DIFFERENZA ASSOCIAZIONI A DELINQUERE 0 0

Dettagli

commesse in danno di minore in ambito intrafamiliare. Le conseguenze sulle pene accessorie pag. 17

commesse in danno di minore in ambito intrafamiliare. Le conseguenze sulle pene accessorie pag. 17 IL PENALISTA Sommario I. GLI INTERVENTI DI DIRITTO PENALE SOSTANZIALE pag. 9 1. Le modifiche al codice penale: aggravante comune, violenza sessuale, stalking, minaccia semplice pag. 9 2. La nuova aggravante

Dettagli

Traccia 1. 2. Chi conferisce la qualità di agente di pubblica sicurezza a norma della Legge 65/1986?

Traccia 1. 2. Chi conferisce la qualità di agente di pubblica sicurezza a norma della Legge 65/1986? Traccia 1 1. Il Sindaco ha competenza in materia di ordine e sicurezza pubblica? A) No; B) Si, ma solo nei Comuni con meno di 1.000 abitanti; C) Si: 2. Chi conferisce la qualità di agente di pubblica sicurezza

Dettagli

Catania violenta, meno reati nel primo trimestre, ma maggiore allarme sociale

Catania violenta, meno reati nel primo trimestre, ma maggiore allarme sociale Catania violenta, meno reati nel primo trimestre, ma maggiore allarme sociale di Redazione Sicilia Journal - 03, apr, 2015 http://www.siciliajournal.it/catania-violenta-meno-reati-nel-primo-trimestre-ma-maggiore-allarmesociale/

Dettagli

Comune di Cagliari CORPO POLIZIA MUNICIPALE

Comune di Cagliari CORPO POLIZIA MUNICIPALE CENTRO RADIO OPERATIVO TELECOMUNICAZIONI COMUNICAZIONI RADIO RICHIESTA INFORMAZIONI E COMUNICAZIONI VARIE 30112 31080 30345 RICHIESTE ACCERTAMENTI 15002 13050 11507 RICHIESTE INTERVENTO AUTOGRÙ 20201 18122

Dettagli

Art. 1 Norme in materia di maltrattamenti, violenza sessuale e atti persecutori

Art. 1 Norme in materia di maltrattamenti, violenza sessuale e atti persecutori Art. 1 Norme in materia di maltrattamenti, violenza sessuale e atti persecutori 1. All articolo 572, secondo comma, del codice penale, dopo la parola: danno le parole di persona minore degli anni quattordici

Dettagli

Autonoleggi Autorizzazioni di polizia Bandiere Beni culturali Caccia Carte di credito Circoli Collocamento pericoloso di cose. Commercio Competizioni

Autonoleggi Autorizzazioni di polizia Bandiere Beni culturali Caccia Carte di credito Circoli Collocamento pericoloso di cose. Commercio Competizioni Prontuario rapido dei controlli di Polizia Rassegna completa delle violazioni penali ed amministrative riscontrabili nell attività di tutte le forze di Polizia Di Ugo Terracciano PROCEDURE E CASI Identificazione

Dettagli

IL REATO DI ATTI PERSECUTORI ex art. 612 bis c.p.

IL REATO DI ATTI PERSECUTORI ex art. 612 bis c.p. IL REATO DI ATTI PERSECUTORI ex art. 612 bis c.p. Delitto contro la libertà morale. Delitto doloso che prevede la rappresentazione dell evento. L elemento soggettivo è la volontà della condotta e dell

Dettagli

La procedura per il riconoscimento della protezione internazionale

La procedura per il riconoscimento della protezione internazionale TELEFONO MONDO 800513340 Un servizio di Progetto Integrazione Cooperativa sociale - ONLUS. Ricerche, formazione, mediazione interculturale,interventi sulle problematiche dell'immigrazione. www.telefonomondo.it

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DELL 8 FEBBRAIO 2012

COMUNICATO STAMPA DELL 8 FEBBRAIO 2012 Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE RAVENNA - Ufficio Comando - Sezione Operazioni e Programmazione - - Via Alberoni n. 33-48121 Ravenna tel. e Fax (0544) 37122 - COMUNICATO STAMPA DELL 8 FEBBRAIO 2012

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI PHONE CENTER

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI PHONE CENTER COMUNE DI CALCIO PROVINCIA DI BERGAMO via Papa Giovanni XXIII, N. 127 C.A.P. 24054 0363 906444 0363 906246 ASSESSORATO ALLA SICUREZZA E VIGILANZA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI PHONE CENTER

Dettagli

Il/la sottoscritto/a... Nato/a il... a... Prov... Codice fiscale

Il/la sottoscritto/a... Nato/a il... a... Prov... Codice fiscale Dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà sui requisiti di onorabilità articolo 6 del regolamento (CE) 1071/2009, art. 6 co. 2 DD n. 291/11 Alla PROVINCIA DI TRIESTE AREA AMBIENTE

Dettagli

CODICI PLUS diretti da Roberto GAROFOLI

CODICI PLUS diretti da Roberto GAROFOLI CODICI PLUS diretti da Roberto GAROFOLI CODICE PENALE aggiornato a - D.L. 31 agosto 2013, n. 101 (cd. Decreto salva precari) - D.L. 14 agosto 2013, n. 93 (in materia di Sicurezza e femminicidio) - D.L.

Dettagli

COME SI ENTRA COME SI ENTRA NELL AREA SCHENGEN COME SI ENTRA IN ITALIA IL VISTO CASO PER CASO LA DOMANDA DEL VISTO LA FRONTIERA

COME SI ENTRA COME SI ENTRA NELL AREA SCHENGEN COME SI ENTRA IN ITALIA IL VISTO CASO PER CASO LA DOMANDA DEL VISTO LA FRONTIERA COME SI ENTRA 1. COME SI ENTRA NELL AREA SCHENGEN 2. COME SI ENTRA IN ITALIA 3. IL VISTO 4. CASO PER CASO LA DOMANDA DEL VISTO 5. LA FRONTIERA COME SI ENTRA (1) Gli accordi puntano a realizzare uno spazio

Dettagli

- Ufficio di Gabinetto... Pag. - Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico. Pag. - Divisione Anticrimine. Pag. - Squadra Mobile Pag.

- Ufficio di Gabinetto... Pag. - Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico. Pag. - Divisione Anticrimine. Pag. - Squadra Mobile Pag. Indice Attività degli Uffici della Questura - Ufficio di Gabinetto.... Pag. - Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico. Pag. - Divisione Anticrimine. Pag. - Squadra Mobile Pag. - Polizia Scientifica...

Dettagli

DROGHE. D.P.R. 309/90 modificato dalla L. 21 febbraio 2006, n. 49

DROGHE. D.P.R. 309/90 modificato dalla L. 21 febbraio 2006, n. 49 DROGHE D.P.R. 309/90 modificato dalla L. 21 febbraio 2006, n. 49 Droghe Sono droghe tutte le sostanze che agiscono sul sistema nervoso centrale e modificano le sensazioni, le reazioni, la personalità e

Dettagli

RELAZIONE ATTIVITÁ DI POLIZIA GIUDIZIARIA

RELAZIONE ATTIVITÁ DI POLIZIA GIUDIZIARIA RELAZIONE ATTIVITÁ DI POLIZIA GIUDIZIARIA (periodo 01/07/2010 30/06/2011) Il ruolo della Polizia Municipale nella prevenzione e repressione del crimine è certamente residuale rispetto a quello delle Forze

Dettagli

Legislazione minorile. Indice. 1 Le misure rieducative ------------------------------------------------------------------------------------ 3

Legislazione minorile. Indice. 1 Le misure rieducative ------------------------------------------------------------------------------------ 3 INSEGNAMENTO DI LEGISLAZIONE MINORILE LEZIONE V LA COMPETENZA AMMINISTRATIVA DEL TRIBUNALE PER I MINORENNI PROF. GIANLUCA GUIDA Indice 1 Le misure rieducative ------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Città di Bra Corpo Polizia Municipale

Città di Bra Corpo Polizia Municipale San Sebastiano 2013 Conferenza Stampa Attività Operativa POLIZIA MUNICIPALE Anno 2012 Bra, 17 gennaio 2013 . Controllo del territorio 1.315 servizi di pattugliamento diurno per un totale di 8.056 ore;

Dettagli

MEDAGLIA DI BRONZO AL VALOR CIVILE

MEDAGLIA DI BRONZO AL VALOR CIVILE MEDAGLIA DI BRONZO AL VALOR CIVILE Conferita a un Assistente Capo della Polizia di Stato dell Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico di Cagliari Squadra Nautica - con motivazione : libero dal

Dettagli

ACCOGLIMENTO ED ESPULSIONE DEI CITTADINI STRANIERI

ACCOGLIMENTO ED ESPULSIONE DEI CITTADINI STRANIERI SOMMARIO Presentazione... XIII PARTE PRIMA ACCOGLIMENTO ED ESPULSIONE DEI CITTADINI STRANIERI CAPITOLO 1 L INGRESSO DELLO STRANIERO NEL TERRITORIO DELLO STATO 1. Stranieri e apolidi... 3 2. Le condizioni

Dettagli

COMUNICATO STAMPA ROMA, 29 GENNAIO 2014

COMUNICATO STAMPA ROMA, 29 GENNAIO 2014 COMUNICATO STAMPA ROMA, 29 GENNAIO 2014 GUARDIA DI FINANZA: TUTELA DEI MERCATI FINANZIARI, CONTRASTO AL RICICLAGGIO, AGGRESSIONE AI PATRIMONI DELLA CRIMINALITA ORGANIZZATA, LOTTA AL CONTRABBANDO ED AL

Dettagli

DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE SUL REQUISITO DI ONORABILITÀ PER L ISCRIZIONE ALL ALBO AUTOTRASPORTATORI DI COSE PER CONTO DI TERZI

DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE SUL REQUISITO DI ONORABILITÀ PER L ISCRIZIONE ALL ALBO AUTOTRASPORTATORI DI COSE PER CONTO DI TERZI DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE SUL REQUITO DI ORABILITÀ PER L ISCRIZIONE ALL ALBO AUTOTRASPORTATORI DI COSE PER CONTO DI TERZI AVVERTENZA. L interessato può demandare l accertamento sui requisiti di onorabilità

Dettagli

CERVIA CITTA SICURA. Periodo gennaio settembre 2014 SERVIZIO CENTRALE OPERATIVA - VERBALI

CERVIA CITTA SICURA. Periodo gennaio settembre 2014 SERVIZIO CENTRALE OPERATIVA - VERBALI CERVIA CITTA SICURA Periodo gennaio settembre 2014 SERVIZIO CENTRALE OPERATIVA - VERBALI controlli effettuati per segnalazioni ricevute 3227 veicoli fermati e sottoposti a controllo 1686 posti di controllo

Dettagli

DATI PERSONALI ESPERIENZE LAVORATIVE

DATI PERSONALI ESPERIENZE LAVORATIVE C U R R I C U L U M V I T A E DATI PERSONALI Guido Fabio ALLAIS, nato a Milano il 10 marzo 1966 ESPERIENZE LAVORATIVE Dal 4 marzo 2010 Comandante del Corpo di polizia locale di San Donato Milanese in posizione

Dettagli

QUESTURA DI BOLOGNA DIVISIONE POLIZIA AMMINISTRATIVA E SOCIALE Ufficio Armi ed Esplosivi (Tel. 051 6401564 - fax 0516401562)

QUESTURA DI BOLOGNA DIVISIONE POLIZIA AMMINISTRATIVA E SOCIALE Ufficio Armi ed Esplosivi (Tel. 051 6401564 - fax 0516401562) QUESTURA DI BOLOGNA DIVISIONE POLIZIA AMMINISTRATIVA E SOCIALE Ufficio Armi ed Esplosivi (Tel. 051 6401564 - fax 0516401562) apertura al pubblico : dal lunedì al venerdì dalle ore 09,00 alle ore 12,00

Dettagli

POLIZIA MUNICIPALE RELAZIONE ATTIVITA ANNO 2010 1

POLIZIA MUNICIPALE RELAZIONE ATTIVITA ANNO 2010 1 POLIZIA MUNICIPALE RELAZIONE ATTIVITA ANNO 2010 1 ATTIVITA UNITA SEGRETERIA NOTIFICHE - CONTENZIOSO CODICE DELLA STRADA 2009 2010 VIOLAZIONI ACCERTATE 16.292 16.721 DIVIETI DI SOSTA 15.784 15.679 PARCHEGGI

Dettagli

3.7 La Città per la sicurezza

3.7 La Città per la sicurezza 3.7 La Città per la sicurezza 3.7.1 Gli obiettivi di mandato «Vogliamo una città aperta perché libera e sicura, una città dove la sicurezza non sia rappresentata solo dal controllo del territorio esercitato

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI AUTOTRASPORTATORI DI COSE PER CONTO DI TERZI (L. 298/1974 - D.Lgs. 395/2000 D.M. 161/2005)

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI AUTOTRASPORTATORI DI COSE PER CONTO DI TERZI (L. 298/1974 - D.Lgs. 395/2000 D.M. 161/2005) Marca da Bollo 14,62 ALLA PROVINCIA DELLA SPEZIA UFFICIO TRASPORTI Via V. Veneto, n 2 19100 LA SPEZIA tel.0187-742217 fax. 0187-742359 DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI AUTOTRASPORTATORI DI COSE PER

Dettagli

Si elencano di seguito i reati attualmente ricompresi nell ambito di applicazione del D.Lgs. 231/2001:

Si elencano di seguito i reati attualmente ricompresi nell ambito di applicazione del D.Lgs. 231/2001: MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI DEL D.LGS. 231/2001 ADECCO ITALIA S.P.A. - ELENCO DEI REATI 231 - Si elencano di seguito i reati attualmente ricompresi nell ambito di applicazione

Dettagli

VADEMECUM SANZIONI AMMINISTRATIVE. Le sanzioni amministrative per l uso personale: cosa sono e come si combattono

VADEMECUM SANZIONI AMMINISTRATIVE. Le sanzioni amministrative per l uso personale: cosa sono e come si combattono VADEMECUM SANZIONI AMMINISTRATIVE Le sanzioni amministrative per l uso personale: cosa sono e come si combattono INDICE PREFAZIONE 1- Perché esiste la sanzione amministrativa? 2- Quali sono le sanzioni

Dettagli

RAIUTILE INFORMAZIONE

RAIUTILE INFORMAZIONE RAIUTILE INFORMAZIONE - Martedì 3 ottobre 2006 - NAPOLI: Scoperto un falso dentista. I capillari controlli economico-finanziari, effettuati sul territorio dai finanzieri del Comando Provinciale di Napoli,

Dettagli

Attacchi informatici: gli strumenti di tutela

Attacchi informatici: gli strumenti di tutela SOMMARIO Ipotesi di attacco informatico La procedibilità su querela o d ufficio La querela: contenuto e modalità di presentazione Cosa è la denuncia Brevi cenni sull esposto Le ipotesi di attacco informatico

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato BELLOTTI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato BELLOTTI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 4323 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato BELLOTTI Modifiche al testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, di cui al regio decreto

Dettagli

TERRORISMO INTERNAZIONALE

TERRORISMO INTERNAZIONALE TERRORISMO 1 Arrestati dall 11 settembre 2001 ad oggi ANNO 2001 7 ANNO 2002 29 ANNO 2003 36 ANNO 2004 15 ANNO 2005 22 ANNO 2006 11 ANNO 2007 11 ANNO 2008 43 ANNO 2009 17 ANNO 2010 21 ANNO 2011 16 ANNO

Dettagli

La collana SISTEMA GAROFOLI comprende: DIRITTO CIVILE Volume I Teorico Volume II Pratico Volume III Giurisprudenziale

La collana SISTEMA GAROFOLI comprende: DIRITTO CIVILE Volume I Teorico Volume II Pratico Volume III Giurisprudenziale SISTEMA GAROFOLI La collana SISTEMA GAROFOLI comprende: DIRITTO CIVILE Volume I Teorico Volume II Pratico Volume III Giurisprudenziale DIRITTO PENALE Volume I Teorico Volume II Pratico Volume III Giurisprudenziale

Dettagli

Questura di Pesaro e Urbino Divisione Polizia Amministrativa e Sociale VADEMECUM DELLA NORMATIVA SULLE ARMI

Questura di Pesaro e Urbino Divisione Polizia Amministrativa e Sociale VADEMECUM DELLA NORMATIVA SULLE ARMI Questura di Pesaro e Urbino Divisione Polizia Amministrativa e Sociale VADEMECUM DELLA NORMATIVA SULLE ARMI Presentazione I motivi per cui un cittadino desidera acquistare un arma da fuoco possono essere

Dettagli

Oggetto: AVVISO E NOTIFICA DI ISCRIZIONE A RUOLO GIUDIZIARIO. NR. 20120804 FDR.

Oggetto: AVVISO E NOTIFICA DI ISCRIZIONE A RUOLO GIUDIZIARIO. NR. 20120804 FDR. Oggetto: AVVISO E NOTIFICA DI ISCRIZIONE A RUOLO GIUDIZIARIO. NR. 20120804 FDR. L anno 2012 addì 4 del mese di agosto si dà atto di aver proceduto alla notifica del presente avviso di iscrizione a ruolo

Dettagli

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE PRESSO CIRCOLI PRIVATI VARIAZIONI

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE PRESSO CIRCOLI PRIVATI VARIAZIONI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE PRESSO CIRCOLI PRIVATI VARIAZIONI SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) AL COMUNE DI PERUGIA AREA GOVERNO E SVILUPPO DEL TERRITORIO U.O. SERVIZI ALLE

Dettagli

C.F. con sede in Via n. iscritta al registro delle Imprese presso la CCIAA di al n. dal tel. Cell. Fax

C.F. con sede in Via n. iscritta al registro delle Imprese presso la CCIAA di al n. dal tel. Cell. Fax SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) DI SUBINGRESSO REINTESTAZIONE VARIAZIONI SOCIETARIE STRUTTURE RICETTIVE ALBERGHIERE Il presente modello può essere presentato con le seguenti modalità:

Dettagli

NORME DEL PACCHETTO SICUREZZA E COLLEGATI

NORME DEL PACCHETTO SICUREZZA E COLLEGATI NORME DEL PACCHETTO SICUREZZA E COLLEGATI INDICE SICUREZZA URBANA Per garantire maggiore sicurezza ai cittadini a) NUOVI POTERI AL SINDACO b) PIÙ COOPERAZIONE TRA LA POLIZIA MUNICIPALE E LE FORZE DELL

Dettagli

ESAMI DI IDONEITA' PROFESSIONALE PER IL TRASPORTO SU STRADA DI VIAGGIATORI

ESAMI DI IDONEITA' PROFESSIONALE PER IL TRASPORTO SU STRADA DI VIAGGIATORI PROTOCOLLO, DATA E FASC. DA CITARE SEMPRE NELLA RISPOSTA (marca da bollo, 14,62) AREA FUNZIONALE TERRITORIO SETTORE POLITICHE DEITRASPORTI UFFICIO ALBO AUTOTRASPORTATORI Istanza per la sessione del Alla

Dettagli

N. 300/A/1/44285/101/3/3/9 Roma 7 settembre 2005

N. 300/A/1/44285/101/3/3/9 Roma 7 settembre 2005 N. 300/A/1/44285/101/3/3/9 Roma 7 settembre 2005 OGGETTO: Modifiche al Codice della Strada. Legge 17 agosto 2005, n. 168, di conversione con modificazioni del decreto-legge 30 giugno 2005, n. 115 recante

Dettagli

DISPOSIZIONI GENERALI

DISPOSIZIONI GENERALI SOMMARIO Capitolo Primo DISPOSIZIONI GENERALI 1 1.1. L ambito di applicazione della legge 1 1.2. Il quadro generale dei diritti 8 1.3. Diritti espressamente garantiti dalla Costituzione agli stranieri

Dettagli

Esecuzione di 11 misure cautelari in carcere emesse dal G.I.P. presso il Tribunale di Perugia dott. Alberto Avenoso per i reati di:

Esecuzione di 11 misure cautelari in carcere emesse dal G.I.P. presso il Tribunale di Perugia dott. Alberto Avenoso per i reati di: Esecuzione di 11 misure cautelari in carcere emesse dal G.I.P. presso il Tribunale di Perugia dott. Alberto Avenoso per i reati di: Art. 416 co. I,II,III c.p.: Associazione per delinquere. Artt. 624, 625

Dettagli

Ministero della Giustizia Direzione Generale di Statistica

Ministero della Giustizia Direzione Generale di Statistica Ministero della Giustizia Direzione Generale di Statistica STALKING Indagine statistica attraverso la lettura dei fascicoli dei procedimenti definiti con sentenze di primo grado Roma, Giugno 2014 STALKING

Dettagli

CODICI PLUS diretti da Roberto GAROFOLI

CODICI PLUS diretti da Roberto GAROFOLI CODICI PLUS diretti da Roberto GAROFOLI CODICE PENALE aggiornato a - D.L. 20 marzo 2014, n. 36 (in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope) - D.Lgs. 4 marzo 2014, n. 40 (in attuazione

Dettagli

PARTE SPECIALE I DELITTI DI CRIMINALITA ORGANIZZATA

PARTE SPECIALE I DELITTI DI CRIMINALITA ORGANIZZATA PARTE SPECIALE I DELITTI DI CRIMINALITA ORGANIZZATA Energeko Gas Italia S.r.l. Versione 01 - Aggiornamento 01/2013 1 Sommario PARTE SPECIALE I DELITTI DI CRIMINALITA ORGANIZZATA... 1 1. I DELITTI DI CRIMINALITA

Dettagli

SETTORE POLIZIA MUNICIPALE

SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Ai sensi della L. 7 marzo 1986 n. 65, il Comandante è il responsabile tecnico- operativo dei servizi del Corpo. Ad egli compete la direzione, l'organizzazione e l'addestramento degli appartenenti al Corpo,

Dettagli

ATTI DI P.G. ISPEZIONE ART. 103 D.P.R. 9.10.1990 n. 309

ATTI DI P.G. ISPEZIONE ART. 103 D.P.R. 9.10.1990 n. 309 ISPEZIONI PERSONALI IN MATERIA DI STUPEFACENTI Norme di riferimento Art. 103 D.P.R. 309/90 Organo procedente Documentazione Garanzie di difesa Utilizzabilità Ufficiali di p.g. Delle operazioni è redatto

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO 1 CARATTERI DEFINITORI

INDICE SOMMARIO CAPITOLO 1 CARATTERI DEFINITORI Prefazione... XV CAPITOLO 1 CARATTERI DEFINITORI 1.1. Stalking:evoluzioneecaratteridefinitori... 1 1.1.1. Una possibile categorizzazione del fenomeno... 4 1.1.2. L opera di neutralizzazione da parte dello

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato MONTAGNOLI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato MONTAGNOLI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 5668 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato MONTAGNOLI Modifiche agli articoli 624, 624-bis e 625 del codice penale, concernenti le pene

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

Norme per l insediamento e la gestione di centri di telefonia in sede fissa

Norme per l insediamento e la gestione di centri di telefonia in sede fissa Legge Regionale 3 marzo 2006, N. 6 Norme per l insediamento e la gestione di centri di telefonia in sede fissa (BURL n. 10, 1 suppl. ord. del 07 Marzo 2006 ) urn:nir:regione.lombardia:legge:2006-03-03;6

Dettagli

Guardia di Finanza Comando Provinciale Avellino LA GUARDIA DI FINANZA DI AVELLINO HA RICORDATO IL 241 ANNIVERSARIO DI FONDAZIONE DEL CORPO

Guardia di Finanza Comando Provinciale Avellino LA GUARDIA DI FINANZA DI AVELLINO HA RICORDATO IL 241 ANNIVERSARIO DI FONDAZIONE DEL CORPO Guardia di Finanza Comando Provinciale Avellino COMUNICATO STAMPA Avellino, 23 giugno 2015 LA GUARDIA DI FINANZA DI AVELLINO HA RICORDATO IL 241 ANNIVERSARIO DI FONDAZIONE DEL CORPO Il Comando Provinciale

Dettagli

POLIZIA DI STATO ELENCO DEL PERSONALE PREMIATO IN OCCASIONE DEL 156 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO

POLIZIA DI STATO ELENCO DEL PERSONALE PREMIATO IN OCCASIONE DEL 156 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO POLIZIA DI STATO ELENCO DEL PERSONALE PREMIATO IN OCCASIONE DEL 156 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO PROMOZIONE PER MERITO STRAORDINARIO AD AGENTE SCELTO All Agente Scelto Giuseppe

Dettagli

I CODICI IN TASCA diretti da R. GAROFOLI

I CODICI IN TASCA diretti da R. GAROFOLI I CODICI IN TASCA diretti da R. GAROFOLI CODICE PENALE e leggi complementari con il coordinamento di Chiara INGENITO e Luigi Edoardo FIORANI INDICE SISTEMATICO VI Premessa INDICE SISTEMATICO COSTITUZIONE

Dettagli

ENCOMI SOLENNI. del Comando Generale dell Arma dei Carabinieri

ENCOMI SOLENNI. del Comando Generale dell Arma dei Carabinieri del Comando Generale dell Arma dei Carabinieri Iacopo MANNUCCI BENINCASA Tenente Colonnello (Concesso il 30 maggio 2011) «Comandante di Reparto Operativo in territorio caratterizzato da elevato indice

Dettagli

RICHIESTA ACCERTAMENTI FOTODATTILOSCOPICI

RICHIESTA ACCERTAMENTI FOTODATTILOSCOPICI ACCOMPAGNAMENTO IN UFFICIO PER IDENTIFICAZIONE DI CITTADINO ITALIANO MAGGIORENNE INDAGATO 10068 10037 10035 10001/10006 PIETRO CUSTODI-VERBALE DI ACCOMPAGNAMENTO IN UFFICIO PER IDENTIFICAZIONE se fotosegnalato

Dettagli

- reati contro la Pubblica Amministrazione

- reati contro la Pubblica Amministrazione DATI PERSONALI Età Genere M F Anni di attività professionale 1) Ambito di attività professionale prevalente: diritto penale - reati contro la Pubblica Amministrazione - reati contro la persona / contro

Dettagli

IL PERMESSO DI SOGGIORNO. a cura di Gianluca Cassuto

IL PERMESSO DI SOGGIORNO. a cura di Gianluca Cassuto IL PERMESSO DI SOGGIORNO CHE COSA È IL PERMESSO DI SOGGIORNO È l autorizzazione a soggiornare in Italia Viene rilasciato dalla Questura (Ministero dell Interno) Si differenziano in base alla durata tra

Dettagli

8. IMPLICAZIONI E CONSEGUENZE SOCIALI

8. IMPLICAZIONI E CONSEGUENZE SOCIALI 8. IMPLICAZIONI E CONSEGUENZE SOCIALI 8.1 Reati droga-correlati produzione, traffico e vendita di sostanze illegali e di associazione finalizzata alla produzione e al traffico (art. 73 e art. 74) 8.2 Reati

Dettagli

CITTA' DI CASTENASO POLIZIA MUNICIPALE DATI SULL ATTIVITA' DEL SERVIZIO NELL ANNO 2012

CITTA' DI CASTENASO POLIZIA MUNICIPALE DATI SULL ATTIVITA' DEL SERVIZIO NELL ANNO 2012 DATI SULL ATTIVITA' DEL SERVIZIO NELL ANNO 2012 1 SOMMARIO: ORGANIZZAZIONE E SERVIZI...3 LA...4 SICUREZZA DELLA CIRCOLAZIONE...5 SINISTRI STRADALI...6 VIOLAZIONI AMMINISTRATIVE...7 ACCERTAMENTI ANAGRAFICI

Dettagli

Questura di Chieti Ufficio relazioni con il pubblico

Questura di Chieti Ufficio relazioni con il pubblico Questura di Chieti Ufficio relazioni con il pubblico CARTA DEI SERVIZI La Questura dialoga con i cittadini Ufficio Relazioni con il Pubblico Uffici aperti al pubblico Servizi on-line Commissariato di ps

Dettagli

Segnalazione di: inizio attività trasferimento sede cessazione attività Presentata da: produttore importatore distributore/gestore ii

Segnalazione di: inizio attività trasferimento sede cessazione attività Presentata da: produttore importatore distributore/gestore ii Al SUAP di MONTECATINI TERME comune.montecatiniterme@postacert.toscana.it prot. n del / / S. C. I. A. PRODUZIONE E/O IMPORTAZIONE E/O DISTRIBUZIONE E GESTIONE DI APPARECCHI E CONGEGNI AUTOMATICI, SEMIAUTOMATICI,

Dettagli

Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE PIACENZA. Comunicato stampa Piacenza, 15 marzo 2016

Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE PIACENZA. Comunicato stampa Piacenza, 15 marzo 2016 Comunicato stampa Piacenza, 15 marzo 2016 GUARDIA DI FINANZA DI PIACENZA BILANCIO OPERATIVO ANNUALE ANNO 2015 Nel 2015 è proseguita l attività delle Fiamme Gialle piacentine indirizzata al raggiungimento

Dettagli

Relazione Osservatorio sulla prostituzione e sui fenomeni delittuosi ad essa connessi. Sintesi e Conclusioni

Relazione Osservatorio sulla prostituzione e sui fenomeni delittuosi ad essa connessi. Sintesi e Conclusioni Relazione Osservatorio sulla prostituzione e sui fenomeni delittuosi ad essa connessi Sintesi e Conclusioni Due le questioni emergenti su cui l Osservatorio si è soffermato: la condizione di sfruttamento

Dettagli

Legge nazionale n.309 del 31 /10 /1990 (modifiche della legge n.45 del 18/02/99)

Legge nazionale n.309 del 31 /10 /1990 (modifiche della legge n.45 del 18/02/99) Legge nazionale n.309 del 31 /10 /1990 (modifiche della legge n.45 del 18/02/99) Titolo/argomento: _T.U. delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura

Dettagli

Indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Arezzo, che ha permesso di disvelare un articolato sodalizio criminale finalizzato all

Indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Arezzo, che ha permesso di disvelare un articolato sodalizio criminale finalizzato all Indagine Fort Knox Roma, 08 aprile 2014 Indagine Fort Knox Indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Arezzo, che ha permesso di disvelare un articolato sodalizio criminale finalizzato all

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi terzi il cui soggiorno è irregolare Adozione con delibera

Dettagli

da esibire in fotocopia in aggiunta agli originali il giorno della convocazione presso l Ufficio Immigrazione della Questura

da esibire in fotocopia in aggiunta agli originali il giorno della convocazione presso l Ufficio Immigrazione della Questura DOCUMENTI PER IL RILASCIO/RINNOVO DEI PERMESSI DI SOGGIORNO IN FORMATO CARTACEO O ELETTRONICO LA CUI ISTANZA VA PRESENTATA PRESSO LA QUESTURA DI TREVISO UFFICIO IMMIGRAZIONE da esibire in fotocopia in

Dettagli

IL CASO LUCA DELFINO 2005-2007

IL CASO LUCA DELFINO 2005-2007 IL CASO LUCA DELFINO 2005-2007 1 MARIA ANTONIA MULTARI Nasce l 11.08.1974 ad Oppido Mamertina (RC) e vive a Dolceacqua (IM). La sua famiglia, composta dalla madre e dal padre, risiede a Ventimiglia. 2

Dettagli

Polizia di Stato QUESTURA DI CATANZARO

Polizia di Stato QUESTURA DI CATANZARO QUESTURA DI CATANZARO CATANZARO, 22 maggio 2015 La Questura di Catanzaro Esserci Sempre Cambiano gli assetti sociali, nuovi fenomeni delinquenziali si affermano e gli uomini e le donne appartenenti alla

Dettagli

COMUNE DI SENIGALLIA POLIZIA MUNICIPALE

COMUNE DI SENIGALLIA POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI SENIGALLIA POLIZIA MUNICIPALE RESOCONTO DELL ATTIVITA OPERATIVA SVOLTA NELL ANNO 2009 RESOCONTO ATTIVITA SVOLTA IN MATERIA DI POLIZIA STRADALE ATTIVITA DI ACCERTAMENTO DELLE VIOLAZIONI TOTALE

Dettagli

COMUNE DI SENIGALLIA POLIZIA MUNICIPALE RESOCONTO DELL ATTIVITA OPERATIVA SVOLTA NELL ANNO 2011

COMUNE DI SENIGALLIA POLIZIA MUNICIPALE RESOCONTO DELL ATTIVITA OPERATIVA SVOLTA NELL ANNO 2011 COMUNE DI SENIGALLIA POLIZIA MUNICIPALE RESOCONTO DELL ATTIVITA OPERATIVA SVOLTA NELL ANNO 2011 RESOCONTO ATTIVITA SVOLTA IN MATERIA DI POLIZIA STRADALE ATTIVITA DI ACCERTAMENTO DELLE VIOLAZIONI TOTALE

Dettagli

Permesso di soggiorno per famiglia convertibile per motivi di lavoro Alberto Rozza Consulente aziendale in Lodi

Permesso di soggiorno per famiglia convertibile per motivi di lavoro Alberto Rozza Consulente aziendale in Lodi Permesso di soggiorno per famiglia convertibile per motivi di lavoro Alberto Rozza Consulente aziendale in Lodi Lo straniero coniuge di un cittadino italiano può chiedere la conversione del permesso di

Dettagli

DOMANDA di LICENZA per l attività di Pubblico Spettacolo / Trattenimento per capienze superiori a 200 persone

DOMANDA di LICENZA per l attività di Pubblico Spettacolo / Trattenimento per capienze superiori a 200 persone Bollo Al Sig. SINDACO del Comune di SAN PANCRAZIO SALENTINO(BR) DOMANDA di LICENZA per l attività di Pubblico Spettacolo / Trattenimento per capienze superiori a 200 persone DOMANDA di LICENZA ai sensi

Dettagli

- 5 - LA CRIMINALITÀ E I MINORI

- 5 - LA CRIMINALITÀ E I MINORI - 5 - LA CRIMINALITÀ E I MINORI L andamento degli indicatori statistici relativi ai minori autori e ai minori vittime di reato costituisce un importantissima fonte per la valutazione del coinvolgimento

Dettagli

Il monitoraggio della rete web per i reati a sfondo sessuale e pedo-pornografico

Il monitoraggio della rete web per i reati a sfondo sessuale e pedo-pornografico Il monitoraggio della rete web per i reati a sfondo sessuale e pedo-pornografico Uno degli strumenti innovativi introdotti dalla legge n. 269/98 riguarda l attività di investigazione rivolta alla prevenzione

Dettagli

CAUSE DI SOSPENSIONE PATENTE

CAUSE DI SOSPENSIONE PATENTE CAUSE DI SOSPENSIONE PATENTE SOSPENSIONE A TEMPO INDETERMINATO La patente viene sospesa a tempo indeterminato quando il candidato è assente all esame di revisione o non lo prenota nei tempi prescritti.

Dettagli

S T U D I O L E G A L E A S S O C I A T O T O S E L L O & P A R T N E R S

S T U D I O L E G A L E A S S O C I A T O T O S E L L O & P A R T N E R S S T U D I O L E G A L E A S S O C I A T O T O S E L L O & P A R T N E R S 35131 PADOVA - Piazzale Stazione n. 6 - tel. 049.8759866-049.654879 - fax 049.8753348 C.F./P.IVA 04351050283 avvocati@studiolegaletosello.it

Dettagli

COMUNE DI S. STEFANO DI CAMASTRA PROVINCIA DI MESSINA

COMUNE DI S. STEFANO DI CAMASTRA PROVINCIA DI MESSINA COMUNE DI S. STEFANO DI CAMASTRA PROVINCIA DI MESSINA REGOLAMENTO PER INTERVENTI DI SOLIDARIETÀ E MISURE DI SOSTEGNO A FAVORE DELLE VITTIME DEI REATI ESTORSIONE E DI USURA. (Approvato con deliberazione

Dettagli

LEGGE SUL FEMMINICIDIO

LEGGE SUL FEMMINICIDIO a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente Forza Italia 375 LEGGE SUL FEMMINICIDIO 11 Ottobre 2013 Decreto-legge 14 agosto 2013, n. 93 in materia

Dettagli

QUESTURA DI TORINO UFFICIO PREVENZIONE GENERALE Squadra Cinofili

QUESTURA DI TORINO UFFICIO PREVENZIONE GENERALE Squadra Cinofili QUESTURA DI TORINO UFFICIO PREVENZIONE GENERALE Squadra Cinofili L Organico della Squadra Cinofili della questura di Torino è composto da: 4 UNITA CINOFILE DA ORDINE PUBBLICO/POLIZIA GIUDIZIARIA 4 UNITA

Dettagli

COMUNE DI GENOVA CORPO POLIZIA MUNICIPALE

COMUNE DI GENOVA CORPO POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI GENOVA CORPO POLIZIA MUNICIPALE RELAZIONE SULL ATTIVITÀ ISTITUZIONALE SVOLTA NEL 2012 RGANIZZAZIONE DEL CORPO La ricorrenza del nostro Santo Patrono, San Sebastiano, costituisce anche l'occasione

Dettagli

Alcune norme a tutela dei cittadini stranieri. Fonti: rivista Diritto e Pratica del Lavoro, Altalex, Di Elle, www.ipsoa.it, www.parlamento.

Alcune norme a tutela dei cittadini stranieri. Fonti: rivista Diritto e Pratica del Lavoro, Altalex, Di Elle, www.ipsoa.it, www.parlamento. Alcune norme a tutela dei cittadini stranieri Fonti: rivista Diritto e Pratica del Lavoro, Altalex, Di Elle, www.ipsoa.it, www.parlamento.it 1 Soggiorno per motivi di protezione sociale. (Legge 6 marzo

Dettagli

17. Criminalità: le sostanze stupefacenti

17. Criminalità: le sostanze stupefacenti 17. Criminalità: le sostanze stupefacenti Nel 2004 Roma è risultata tra le prime città italiane per sequestri di droghe tradizionali, soprattutto di cocaina (487,4 Kg, pari al 15,2% dei sequestri complessivi

Dettagli