Argomenti: 1) Facoltà per gli avvocati di effettuare notifiche in proprio via pec. 2) Brevi cenni sul deposito telematico

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Argomenti: 1) Facoltà per gli avvocati di effettuare notifiche in proprio via pec. 2) Brevi cenni sul deposito telematico"

Transcript

1 Argomenti: 1) Facoltà per gli avvocati di effettuare notifiche in proprio via pec 2) Brevi cenni sul deposito telematico

2 Facoltà per gli avvocati di effettuare notifiche in proprio telematiche L. 12 novembre 2011, n. 183, art. 25 che ha modificato la L. 53/1994

3 Fonti normative 3 - L. 53/1994: Facoltà di notificazioni di atti civili, amministrativi e stragiudiziali per gli avvocati e procuratori; - D.L. 179/2012: deposito degli atti e modalità attestazioni di conformità; - D.M. 44/2011: Regolamento concernente le regole tecniche per l adozione nel processo civile e nel processo penale, delle tecnologie dell informazione e della comunicazione; - Provvedimento Min. Giust /2014:Specifiche tecniche previste dall articolo 34 D.M. 44/2011

4 L. 53/ Art. 1 «L'avvocato o il procuratore legale, munito di procura alle liti a norma dell'articolo 83 del codice di procedura civile e della autorizzazione del consiglio dell'ordine nel cui albo è iscritto a norma dell'articolo 7 della presente legge, può eseguire la notificazione di atti in materia civile, amministrativa e stragiudiziale a mezzo del servizio postale, secondo le modalità previste dalla legge 20 novembre 1982, n. 890, salvo che l'autorità giudiziaria disponga che la notifica sia eseguita personalmente. Quando ricorrono i requisiti di cui al periodo precedente, fatta eccezione per l'autorizzazione del consiglio dell'ordine, la notificazione degli atti in materia civile, amministrativa e stragiudiziale puo' essere eseguita a mezzo di posta elettronica certificata»

5 5 L 53/1994 Requisiti per la notificazione in proprio telematica di atti in materia civile, amministrativa e stragiudiziale Procura alle liti a norma dell art. 83 del codice di procedura civile

6 L. 53/ Art. 3bis, co I «La notificazione con modalita' telematica si esegue a mezzo di posta elettronica certificata all'indirizzo risultante da pubblici elenchi, nel rispetto della normativa, anche regolamentare, concernente la sottoscrizione, la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici. La notificazione puo' essere eseguita esclusivamente utilizzando un indirizzo di posta elettronica certificata del notificante risultante da pubblici elenchi»

7 7 I Pubblici Elenchi Art. 4, comma 12, D.L. 179/2012 (ANPR:Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente) Art. 16, comma 12, D.L. 179/2012 (Elenco indirizzi PA presso il Min. della Giustizia) Art. 16, comma 6, D.L. 185/2009 (Registro delle Imprese) Art. 6-bis D.L. 82 /2005 (Registro INI-PEC: Art. 7 D.M. 44/2011 (RegindE:

8 L. 53/ Art. 3bis, co II «Quando l'atto da notificarsi non consiste in un documento informatico, l'avvocato provvede ad estrarre copia informatica dell'atto formato su supporto analogico, attestandone la conformita' con le modalita' previste dall'articolo 16-undecies del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012 n La notifica si esegue mediante allegazione dell'atto da notificarsi al messaggio di posta elettronica certificata»

9 9 L. 53/1994 Originale cartaceo Originale informatico o digitale L. 53/1994, Art. 3bis, co I e II L. 53/1994, Art. 3bis, co I

10 L. 53/ Disposizioni applicabili ad entrambe le ipotesi: art. 3bis, co IV: 4. Il messaggio deve indicare nell'oggetto la dizione: «notificazione ai sensi della legge n. 53 del 1994 ; Art. 3bis, co V: relazione di notifica su documento informatico separato + elenco degli ulteriori requisiti da indicare, tra cui l attestazione di conformità; Art. 3bis, co VI: Per le notificazioni effettuate in corso di procedimento deve, inoltre, essere indicato l'ufficio giudiziario, la sezione, il numero e l'anno di ruolo ; Art. 1: è esclusa la possibilità di effettuare la notifica telematica quanto l autorità giudiziaria dispone che la notifica sia eseguita personalmente

11 L. 53/ (segue) Disposizioni applicabili ad entrambe le ipotesi: Art. 3bis, co III: La notifica si perfeziona, per il soggetto notificante, nel momento in cui viene generata la ricevuta di accettazione [ ] e, per il destinatario, nel momento in cui viene generata la ricevuta di avvenuta consegna [ ]; Art. 6: L'avvocato o il procuratore legale, che compila la relazione o le attestazioni [ ] è considerato pubblico ufficiale ad ogni effetto ; Art. 11: Le notificazioni di cui alla presente legge sono nulle e la nullità è rilevabile d'ufficio, se mancano i requisiti soggettivi ed oggettivi ivi previsti, se non sono osservate le disposizioni di cui agli articoli precedenti e, comunque, se vi è incertezza sulla persona cui è stata consegnata la copia dell'atto o sulla data della notifica.

12 L. 53/94 12 Originale cartaceo: Necessità di attestare la conformità della copia informatica all originale cartaceo, ai sensi dell art. 16undecies D.L. 179/2012 II e III co, che testualmente recita: «Quando l'attestazione di conformita' si riferisce ad una copia informatica, [ ] l'attestazione di conformita' [ ] ha luogo esclusivamente secondo le modalita' stabilite nelle specifiche tecniche stabilite dal responsabile per i sistemi informativi automatizzati del Ministero della giustizia. [ ] L'attestazione di conformita' e' inserita nella relazione di notificazione»

13 Provv. Min. Giust. n /2014 Art. 19bis, co II: II. [ ] i documenti informatici o copie informatiche, anche per immagine, di documenti analogici, allegati al messaggio di posta elettronica certificata, sono privi di elementi attivi, tra cui macro e campi variabili, e sono consentiti in formato PDF N.B. al successivo comma III, si specifica che se si tratta dell atto da trasmettere telematicamente all ufficio giudiziario bisogna seguire la procedura per gli originali digitali (che paradossalmente - escludono la possibilità di scansionare l originale).

14 L. 53/94 14 Originale informatico: L art. 3bis, co I prevede il generale obbligo di rispettare la normativa, anche regolamentare, concernente la sottoscrizione, la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici : Con riferimento all attestazione di conformità, si ritiene che il riferimento debba essere rivolto alle previsioni dell art. 16-undecies D.L II e III co (come modificati dal recente D.L. 27 giugno 2015) che richiamano, come abbiamo visto, il Provv. Min. Giust 74498/2014.

15 Provv. Min. Giust. n /2014 Art. 19bis, co I: I. Qualora l'atto da notificarsi sia un documento originale informatico, esso deve essere in formato PDF e ottenuto da una trasformazione di un documento testuale, senza restrizioni per le operazioni di selezione e copia di parti; non è ammessa la scansione di immagini. Il documento informatico così ottenuto è allegato al messaggio di posta elettronica certificata

16 Obbligo di sottoscrizione con 16 firma digitale Ai sensi della L. 53/1994, del D.Lgs. 82/2005 (CAD), del D.M 44/11 e del Provv. Min. Giust /2014: La copia informatica allegata alla pec, nonché la relata di notifica devono essere sottoscritte con firma elettronica da parte dell Avvocato. Difatti, l Art. 12, co I Provv. Min. Giust 74498/2014 prevede che : La struttura del documento firmato è PAdES-BES (o PAdES Part 3) o CAdES-BES [ ].

17 Possibilità di estrarre atti e 17 provvedimenti presenti nel fascicolo informatico Ai sensi della D.L. 179/2012, art. 16bis, co 9bis: Le copie informatiche, anche per immagine, di atti processuali di parte e degli ausiliari del giudice nonche' dei provvedimenti di quest'ultimo, presenti nei fascicoli informatici o trasmessi in allegato alle comunicazioni telematiche dei procedimenti indicati nel presente articolo, equivalgono all'originale anche se prive della firma digitale del cancelliere di attestazione di conformita' all'originale. Il difensore, il dipendente di cui si avvale la pubblica amministrazione per stare in giudizio personalmente, il consulente tecnico, il professionista delegato, il curatore ed il commissario giudiziale possono estrarre con modalita' telematiche duplicati, copie analogiche o informatiche degli atti e dei provvedimenti di cui al periodo precedente ed attestare la conformita' delle copie estratte ai corrispondenti atti contenuti nel fascicolo informatico. Le copie analogiche ed informatiche, anche per immagine, estratte dal fascicolo informatico e munite dell'attestazione di conformita' a norma del presente comma, equivalgono all'originale. [ ].

18 E il codice hash ed il 18 riferimento temporale di cui al DPCM del 13/11/14? A mio avviso, il DPCM non si applicava nemmeno quando prima del recente D.L. 83/2015 l art. 3bis, co II L. 53/94 indicava che l attestazione di conformità dovesse essere effettuata ai sensi del CAD (D. Lgs. 82/2005). Ciò in quanto le regole tecniche cui faceva riferimento tale normativa non erano disciplinate dal DPCM del 13/11/2014, bensì dalla norma speciale prevista dal D.M. 44/11 (il quale a sua volta rimanda al Provv. Min. Giust /2014 già esaminato).

19 Brevi cenni in tema di deposito telematico degli atti processuali D.L. 179/2012, art. 16bis prevede: - comma I: l obbligo del deposito telematico degli atti giudiziari (escluso gli atti introduttivi) relativi ai giudizi avanti il Tribunale; - comma II: la facoltà di depositare telematicamente gli atti introduttivi dei giudizi avanti il Tribunale, nonché per quelli avanti alla Corte d Appello; - comma IXter: l obbligo del deposito telematico degli atti giudiziari (escluso gli atti introduttivi) relativi ai giudizi avanti la Corte d Appello

20 Obbligo di sottoscrizione con 20 firma digitale degli atti Ai sensi della L. 53/1994, del D.Lgs. 82/2005 (CAD), del D.M 44/11 e del Provv. Min. Giust /2014: L Art. 12, co I, Provv. Min. Giust 74498/2014 prevede che : La struttura del documento firmato è PAdES-BES (o PAdES Part 3) o CAdES-BES [ ].

21 Deposito di copie informatiche 21 e attestazione di conformità D.L. 179/2012, art. 16decies: Il difensore, il dipendente di cui si avvale la pubblica amministrazione per stare in giudizio personalmente, il consulente tecnico, il professionista delegato, il curatore ed il commissario giudiziale, quando depositano con modalita' telematiche la copia informatica, anche per immagine, di un atto processuale di parte o di un provvedimento del giudice formato su supporto analogico e detenuto in originale o in copia conforme, attestano la conformita' della copia al predetto atto. La copia munita dell'attestazione di conformita' equivale all'originale o alla copia conforme dell'atto o del provvedimento..

22 Requisiti dell attestazione di 22 conformità D.L. 179/2012, art. 16undecies, co I: Quando l'attestazione di conformita' prevista dalle disposizioni della presente sezione [ ], si riferisce ad una copia analogica, l'attestazione stessa e' apposta in calce o a margine della copia o su foglio separato, che sia pero' congiunto materialmente alla medesima. N.B. qualora l originale sia informatico, si applica il comma II già visto per le notifiche.

23 Autorizzazione al deposito 23 cartaceo D.L. 179/2012, art. 16bis, co VIII e IX: 8. [ ] il giudice puo' autorizzare il deposito degli atti processuali e dei documenti di cui ai commi che precedono con modalita' non telematiche quando i sistemi informatici del dominio giustizia non sono funzionanti; 9. Il giudice puo' ordinare il deposito di copia cartacea di singoli atti e documenti per ragioni specifiche. [ ].

24 Grazie per l attenzione Studio Guardamagna e associati Milano - Piazza S. Pietro in Gessate, 2