FATTURA PA FAQ Aggiornato al 27 giugno 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FATTURA PA FAQ Aggiornato al 27 giugno 2014"

Transcript

1 FATTURA PA FAQ Aggiornato al 27 giugno 2014

2 RISPOSTE A QUESITI SULLA FATTURA ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (FATTURAPA) Il seguente documento riporta i quesiti emersi durante i corsi in videoconferenza del 6 e 9 giugno 2014, rivolto ai Partner e agli Utenti finali dei prodotti Passepartout. Le risposte presenti nel seguente documento, forniscono dettagli sull utilizzo delle funzionalità implementate nell applicazione, alla luce della normativa oggi disponibile e della sua interpretazione prevalente. GENERALI D: LA SCADENZA RELATIVA ALL OBBLIGO FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO I COMUNI E LE SCUOLE È POSTICIPATA AL 31/03/15? R: Il MEF con Circolare n. 1 del 31/03/2014 ha fornito alcuni chiarimenti: DECORRENZA 6/6/2014 Pubbliche amministrazioni. Esempio: Ministeri Agenzia delle Entrate, delle Dogane e del Demanio; Istituzioni scolastiche (emanazioni del Ministero Istruzione); INAIL INPS Casse Nazionali Previdenza (notai, ingegneri, etc.) DECORRENZA 31/3/2015 Altre amministrazioni. Esempio: Regioni Province Comuni ASL CCIAA Consorzi interuniversitari di ricerca, etc. L elenco completo degli enti tenuti all obbligo di FatturaPA si trova in: D: PER LA DECORRENZA DEL 31/03/15 NON HO L OBBLIGO DELL'INVIO DA OGGI? R: Dal 6 giugno 2014 non è più possibile inviare fatture cartacee alla PA principali. Per le PA locali l obbligo scatta dal 31/03/2015. D: UNA FATTURA CON DATA 31 MAGGIO VA EMESSA COL VECCHIO SISTEMA QUINDI IN FORMATO NON ELETTRONICO? R: L Articolo 6, comma6 del DM 55/2013 riporta: A decorrere dalle date di cui ai commi da 1 a 4, le amministrazioni in essi indicate non possono accettare fatture che non siano trasmesse in forma elettronica per il tramite del Sistema di interscambio e, trascorsi tre mesi da tali date, le stesse non possono procedere ad alcun pagamento, nemmeno parziale, sino all'invio delle fatture in formato elettronico. Stando alla data indicata il documento poteva essere emesso in forma cartacea; tuttavia il comma di cui sopra fa supporre che l Amministrazione per procedere al pagamento potrebbero richiedere comunque di inviare nuovamente la medesima fattura in forma elettronica. Si consiglia di richiedere delucidazioni all Amministrazione in questione. 2 RISPOSTE A QUESITI SULLA FATTURA ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (FATTURAPA)

3 D: LA SCADENZA DEL 6 GIUGNO 2014 È RELATIVA ANCHE ALLE SCUOLE? LE SCUOLE PUBBLICHE RIENTRANO NELLA CASISTICA? R: Sì in quanto emanazioni del Ministero dell Istruzione. L Amministrazione è tenuta a dare comunicazione al fornitore sull obbligo di utilizzare la fattura elettronica. D: LA SCADENZA DEL 6 GIUGNO 2014 È RELATIVA ANCHE ALLE ASL? R: L obbligo scatta dal 31/03/2015. L Amministrazione è tenuta a dare comunicazione al fornitore sull obbligo di utilizzare la fattura elettronica. D: BISOGNA ESSERE REGISTRATI AL SITO FATTURA PA? R: Per effettuare verifiche file, consultazione normativa, visualizzazione file basta collegarsi al sito Per inoltri come soggetti abilitati ai servizi Entratel-Fisconline ovviamente occorre avere i relativi requisiti. D: QUANDO PUÒ VERIFICARSI CHE L'EMITTENTE SIA DIVERSO DAL CEDENTE? R: Quando il cedente sceglie un terzo soggetto per l emissione del documento. D: NEL CASO IN CUI SIA IL COMMERCIALISTA A REGISTRARE LE FATTURE PER CONTO DEL CLIENTE E A PROVVEDEDERE ALL'INVIO DEL FILE.XML? R: Significa che, come da accordi tra commercialista e cedente/prestatore, il commercialista è sia emittente che trasmittente. Quindi utilizzerà la sua firma digitale in quanto emittente. D: IL CLIENTE DI UN COMMERCIALISTA CHE VUOLE EMETTERE FATTURE PA, COSA DEVE AVERE COME REQUISITO MINIMO? R: Per l emissione del file xml nelle tre modalità è necessario impostare alcuni campi e tabelle aziendali (si faccia riferimento alla documentazione di rilascio) e operare con qualsiasi tipo di utente (anche idesk azienda di Businesspass, ad esempio) per la creazione del file. Per la gestione ulteriore con Docuvision si veda le limitazioni indicate nella documentazione per i diversi tipi di utenti. D: SE UN CLIENTE EMETTE FATTURA ACCOMPAGNATORIA, PUÒ STAMPARE ANCHE IN FORMATO GRAFICO PER AVERE LA FIRMA DI CONSEGNA? O DEVE PASSARE AL BC? R: La fattura su carta non ha più nessuna valenza a nostro avviso, visto l obbligo entrato in vigore dal 6 u.s. Si rimanda alla consultazione della normativa o ad accordi con la relativa amministrazione. D: C'È UN ELENCO DEGLI UFFICI AI QUALI INVIARE LA FATTURAPA? R: Consultare il sito D: ALL'INTERNO DI MEXAL NON È PREVISTO L'INSERIMENTO DELL'ELENCO DEI CODICI UFFICIO PA? R: No, l elenco completo dei Codici Ufficio PA è disponibile sul sito D: LA GESTIONE DELLA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PA È DISPONIBILE ANCHE SU SOLUTION? R: La creazione del file xml è disponibile anche in terminali di tipo Solution. La gestione dei dati di Docuvision non è invece prevista per il terminale Solution di Mexal (intesa come funzioni successive al salvataggio del file in Docuvision). Considerando che questa tipologia di terminale non stampa i fiscali, si è deciso che non gestisca funzioni che sono molto vicine al fiscale. D: A COSA SERVE LA FATTURA ELETTRONICA PDF? R: Abbiamo esclusivamente ricordato che i nostri prodotti gestiscono tranquillamente la fatturazione elettronica in formato pdf (esempio tra privati). In tal caso per l inoltro con la firma digitale occorre avere Docuvision Workflow Digitale. RISPOSTE A QUESITI SULLA FATTURA ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (FATTURAPA) 3

4 D: LE PREFETTURE E LE SCUOLE, CHE HANNO UN CODICE FISCALE DIVERSO DAL MINISTERO CUI FANNO RIFERIMENTO, RIENTRANO TRA LE PA OBBLIGATORIE DAL 6 GIUGNO 2014? R: Sì, si controlli l ente all interno del sito D: E LA FATTURA ELETTRONICA XML TRA SOGGETTI NON PA SI PUÒ ATTIVARE SEPPURE NON OBBLIGATORIO TALE FORMATO? R: Noi gestiamo il formato xml solo per clienti enti pubblici Pa. D: LE FATTURE PER LA PA DEVONO ESSERE SEMPRE ESCLUSE DI IVA? R: Quando l utente le emetteva su carta l iva era presente? L assoggettamento Iva non è variato. D: I DDT FIRMATI COME LI TRASMETTO? R: La normativa non fa riferimento a DDT od ordini, ma solo alla successiva fattura. D: E SE ABBIAMO UNA DITTA IMPRESA E NON PROFESSIONISTA? R: Si veda lo schema sotto riportato che riassume cosa presente e disponibile nei vari prodotti e tipi di aziende. Mexal Businesspass Impresa Professionista Impresa Professionista Magazzino: Emissione/revisione documenti Emissione differita documenti Parcella: Emissione/revisione documenti Emissione differita documenti Magazzino: Emissione/revisione documenti Emissione differita documenti Contabilità Parcellazione studio: Gestione notule/parcelle Generazione notule/parcelle Magazzino: Emiss./rev. documenti Emissione differita documenti D: QUINDI TUTTA LA PROCEDURA CON DOCUVISION LA POSSONO EFFETTUARE SOLO GLI INTERMEDIARI? IO AZIENDA CHE FACCIO TUTTO IN AUTONOMIA NON POSSO UTILIZZARLO? R: Tutta la procedura con Docuvision la può effettuare anche l azienda se decide di eseguire tutto il ciclo del processo di conservazione. Le funzioni sono disponibili sia in Mexal che Businesspass. D: NOI POSSEDIAMO MEXAL LIVE MA NON CI COMPARE DOCUVISION. COME MAI? R: Docuvision è un modulo di Mexal e va attivato e configurato come descritto nel manuale oppure chiedendo supporto al vostro rivenditore. D: LE FATTURE ELETTRONICHE VANNO STAMPATE NORMALMENTE NEI REGISTRI IVA, O LA COMUNICAZIONE ANNUALE AD ENTRATEL SOSTITUISCE IL REGISTRO IVA? R: Le fatture elettroniche andranno riportate nei registri iva (un sezionale differente rispetto alla fatture gestite in cartaceo). La comunicazione annuale a Entratel è una cosa differente. Trattasi della comunicazione dell impronta, ossia l informazione di quali e quanti sono i documenti (esempio: fatture emesse per un totale di 100 fatture da data 06/06/14 a data 31/12/14) per i quali si effettuata l archiviazione ottica sostitutiva incluso altre informazioni quali il nominativo del responsabile della conservazione, i suoi eventuali delegati, ecc. (si veda prot. N. 2010/ dell Agenzia delle Entrate). D: PER CHI NON GESTISCE IL MAGAZZINO ED HA SOLO L'IDESK CONTABILE COME DEVE PROCEDERE PER L'INVIO DELLE FATTURAPA? R: Nella FatturaPA è obbligatorio indicare il blocco 2.2 <DatiBeniServizi> (blocco sempre obbligatorio contenente natura, qualità e quantità dei beni / servizi formanti oggetto dell'operazione). Quindi occorre disporre di anagrafica articoli o prestazioni, della modulistica documenti e delle funzioni di emissione documenti. Con i nostri prodotti è necessario avere almeno un terminale/idesk che gestisca il magazzino o il modulo parcellazione studio. 4 RISPOSTE A QUESITI SULLA FATTURA ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (FATTURAPA)

5 D: COSA È IL PROGRESSIVO UNIVOCO FILE E CHE VALORE METTERE? R: Da normativa il nome del file deve essere composto con tre informazioni: CODICE PAESE, identificativo univoco del trasmittente, PROGRESSIVO UNIVOCO DEL FILE. Questo rappresenta un codice progressivo assegnato dalla procedura alla creazione dei file xml. D: SIAMO UNA PA CHE UTILIZZA GESTIONALE PASSEPARTOUT QUINDI, OLTRE ALLA EMISSIONE DI FATTUREPA, DOVREMO RICEVERE DA MARZO 2015 FATTURE ELETTRONICHE. IL VOSTRO SOFTWARE CI SUPPORTERÀ? R: La gestione delle fattura pa implementata e gestita nei nostri prodotti è relativa al ciclo attivo e non è stato previsto alcun automatismo o funzione specifica per una pubblica amministrazione che riceve fatture in formato elettronico con il formato previsto da giugno prossimo. Nell'anagrafica del fornitore, oltre al parametro "Ente pubblico" S/N, è possibile indicare i campi "C.Ufficio PA" e "Fatt.PA" ma non è possibile creare e successivamente associare uno specifico sezionale marcato come Fattura PA all'anagrafica; questo determina l'assenza dei controlli attualmente previsti solo per le fatture di vendita ed esclusivamente nel ciclo attivo da magazzino. Si ricorda che proprio perché la gestione prevede la creazione del documento all interno del gestionale i sezionali elettronici non sono utilizzabili in INSERIMENTO di una registrazione di primanota FE ma solo, eventualmente, in variazione. Vero è che, se si crea una causale guidata con un sezionale specifico (FR01, sezionale 2 per le fatture della pubblica amministrazione) o si presta attenzione all'inserimento dello stesso in fase di registrazione di una fattura ricevuta (sostituire il sezionale 1 proposto con il 2), è possibile utilizzare un sezionale differente per tali soggetti. Docuvision consente di conservare documenti con caratteristiche di fatturapa avendo l accortezza, in fase di memorizzazione, di assegnare al documento tale proprietà. Qualunque nostra futura miglioria o implementazione comunque verrà effettuata nell ottica del ciclo attivo. D: ESISTE UN TUTORIAL CHE SIMULA LA CREAZIONE E L'INVIO DELLA FATTURA PA? R: Su potete rivedere sia il minicorso che la videoconferenza con il corso completo. D: DI CARTACEO NON CI SARÀ PIÙ NULLA? COME POTREMMO PROTOCOLLARE LE FATTURE? LA FATTURAPA SEGUIRÀ SEMPRE IL PROGRESSIVO DELLE FATTURE CLASSICHE? R: Il documento elettronico dovrebbe esistere solo in tale modalità. Nei nostri gestionali non abbiamo comunque tolto la possibilità di inviare su qualsiasi tipo di stampante il documento emesso da magazzino-parcellazione studio. Le fatture elettroniche devono avere numerazione distinta rispetto alle cartacee, con i nostri gestionali è necessario quindi utilizzare un differente registro-sezionale. OPERAZIONI PRELIMINARI D: ALL'INTERNO DELLE ANAGRAFICHE DEI CLIENTI, NEL CAMPO , DEVE ESSERE INDICATO L'INDIRIZZO UTILIZZATO PER LA PEC DELLO SDI? R: Noi lo sconsigliamo poiché l indirizzo per il cliente potrebbe essere utilizzato per altri scopi. D: CHI EMETTE LE FATTURE ALLA P.A HA GIÀ UN SEZIONALE DEDICATO; CONSIGLIATE DI FARNE UN ALTRO? R: La normativa specifica che il sezionale contenente fatture elettroniche deve essere distinto dal sezionale cartaceo. D: SE L'AZIENDA E' INDIVIDUALE È SEMPRE NECESSARIO RIPORTARE LA VOCE SOCIO UNICO? R: La nostra scelta è stata la seguente: se nell anagrafica azienda è presente il numero REA noi riportiamo il blocco In tale blocco i campi ufficio, numero e stato liquidazione sono obbligatori e quindi riportiamo sempre i relativi tag. Invece per capitale sociale e socio unico li riportiamo esclusivamente se l utente li ha compilati in anagrafica azienda. Quindi è cura dell utente conoscere e compilare correttamente la casistica che lo riguarda. RISPOSTE A QUESITI SULLA FATTURA ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (FATTURAPA) 5

6 D: PRIMA DI FARE LA PRIMA FATTURA ASSOLUTA ALLA PA BISOGNA AVER SCELTO SE OPERARE COME AZIENDA O AFFIDARSI AD UN INTERMEDIARIO? R: A nostra opinione rispondiamo affermativamente ma crediamo ci sia anche la possibilità di variare modalità, nel tempo. Si rimanda alla consultazione della normativa. D: I CLIENTI GIÀ ESISTENTI DEVONO ESSERE REINSERITI CON LA NUOVA MODALITÀ, OVVERO CON IL CAMBIO DEL PRE-CODICE? R: Nelle anagrafiche dei clienti già presenti dovrete indicare il codice univoco ufficio, abilitarli alla gestione della fattura PA per quelli previsti dalla normativa, e impostare il sezionale iva. D PER QUANTO RIGUARDA LE FATTURE IN PDF È CORRETTO UTILIZZARE IL SEZIONALE CARTACEO? R: Se la fattura pdf la considerate elettronica ( si definisce fattura elettronica una fattura che, una volta provvista di riferimento temporale e della firma digitale dell emittente viene inviata in formato elettronico al destinatario, il quale la conserverà in modalità sostitutiva nel formato originale. In sostanza una fattura elettronica è un documento che nasce, viene trasmesso e verrà conservato sia dall emittente che dal ricevente solo ed esclusivamente in formato digitale. Perché la fattura sia considerata elettronica dal ricevente deve inoltre necessariamente esistere un accordo tra emittente e destinatario.) allora in questo caso occorre utilizzare il sezionale iva elettronico differente quindi da un sezionale per fatture cartacee. D SE HO ENTRAMBI I SEZIONALI ATTIVI, LA MIA FATTURA N. 1 CARTACEA NON DEVE CORRISPONDERE ALLA FATTURA N. 1 DI QUELLA ELETTRONICA? R: No, saranno anche emesse a due soggetti-clienti differenti visto che per uno si continua la gestione cartacea e per l altro si è emesso un documento elettronico in formato xml D SI POSSONO RAGGRUPPARE IN UNA UNICA VIDEATA TUTTE LE INFORMAZIONI INDISPENSABILI PER RENDERE OPERATIVA LA FATTURAZIONE PA? R: L operazione per impostare i dati solitamente viene fatta a inizio gestione e raramente necessita di modifiche. Si è preferito riportare i nuovi campi, dove a nostra opinione, era più coerente visualizzarli (esempio: per ogni intermediario si possono fare invii quindi il relativo progressivo è presente nell anagrafica intermediario, la natura dei codici iva esenti nella relativa tabella codici esenzioni, ecc.). GENERAZIONE DEL FILE FATTURAPA D: IL PROGRAMMA GENERA LE FATTURE PA ANCHE DA FATTURAZIONE DIFFERITA? R: Sì, si veda anche lo specifico parametro di selezione appositamente implementato. D: IL NUMERATORE DEL SEZIONALE APPOSITO FATTURAPA E IL PROGRESSIVO UNIVOCO DEL FILE SONO CORRELATI TRA DI LORO? R: La nomenclatura del file prevede che l ultima parte del nome file sia un progressivo alfanumerico relativo agli inoltri del soggetto trasmittente. Non coincide quindi con il numero del documento emesso. D: SE SI RIGENERA IL FILE IL NUMERO PROGRESSIVO UNIVOCO VA AVANTI? R: Sì è stata fatta tale scelta in quanto ci risulta che lo stesso progressivo alfanumerico possa essere utilizzato solo in caso di mancato inoltro. In tal caso non si rende quindi necessario creare un diverso file xml. D: SE SI EMETTE UNA FATTURAPA E SUCCESSIVAMENTE QUESTA VIENE VARIATA, IL FILE XML VIENE RETTIFICATO? R: Il file xml non si varia in automatico. Solo scegliendo nuovamente una stampante che prevede la creazione del file xml se ne ha uno nuovo a cui, la nostra procedura assegna un nuovo numero progressivo (ultima parte del nome file). È l utente a decidere in quali casistiche scegliere di apportare variazioni al documento ricreando il file. 6 RISPOSTE A QUESITI SULLA FATTURA ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (FATTURAPA)

7 D: POSSO EMETTERE IL FILE XML IN TUTTI E TRE I TIPI DI FORMATO (DOCUVISION, FILE, )? R: Sì ma ogni ristampa andrebbe a creare un nuovo file con una nuova nomenclatura (la sezione relativa alla parte alfanumerica del nome file viene aggiornata ad ogni creazione-stampa fattura). D: SE L'AZIENDA NON TIENE LA CONTABILITÀ, MA PORTA LE FATTURE AL COMMERCIALISTA PER LA REGISTRAZIONE, PER QUESTO TIPO DI FATTURE CHE SONO SOLO IN FORMATO XML, COME PUÒ DARE UNA COPIA CARTACEA AL COMMERCIALISTA? R: La stamperà su carta con altra modulistica, se vuole. Ovviamente non rappresenta la fattura originale. Oppure si inoltra copia del file xml. Le nostre procedure non limitano-controllano l operatività dell utente. D: NON POSSO FARE FATTURE ACCOMPAGNATORIE? DEVO FARE IL DDT E POI LA FATTURA ELETTRONICA? R: La norma non cita affatto i DDT. Parla solo di fatture e note di credito. Se la fattura accompagnatoria va consegnata al trasportatore (vettore, mittente, destinatario) non crediamo possa essere elettronica. Quindi si suppone che sia necessario fare i DDT cartacei a cui segue la fattura elettronica. D: SE PRIMA DI EMETTERE LA FATTURA PER UNA PA, SI CONSEGNA LA MERCE, SI FA UNA BC NORMALMENTE E POI IN FASE DI FATTURAZIONE LA SI EMETTE COME FATTURAPA? R: Sì. D: È NECESSARIO UTILIZZARE DUE MODELLI PER FD E FT? R: Sì, come da sempre nella nostra modulistica grafica. D: IN BASE A COSA LA PROCEDURA HA INDICATO FTE E NON FTA? R: In fase di emissione documento, per un cliente di tipo fattura pa, propone la prima sigla modulistica presente nell azienda di tipologia xml. D: NELLE PROSSIME VERSIONI SARÀ POSSIBILE NEI PARAMETRI DEL MODULO STAMPARE IN AUTOMATICO LA FATTURA PA ANCHE IN UN ALTRO FORMATO (FT)? R: Stiamo valutando, al momento dovete eventualmente fare il contrario. FT che richiama il modulo che gestisce l xml (esempio: FTE). D: NON POSSO MAI STAMPARE UNA FATTURA A VIDEO? VISUALIZZARLA NEL MODO TRADIZIONALE? R: Sì può fare scegliendo una modulistica tradizionale. D: QUANDO C'È UN AGGIORNAMENTO DEL MODULO DA PARTE DI PASSEPARTOUT, QUELLO DEL CLIENTE SI AGGIORNA IN AUTOMATICO O SI RENDE NECESSARIO SOVRASCRIVERE IL PRECEDENTE FORMATO DI MODULISTICA? R: Non aggiorniamo mai in automatico in quanto: - l utente potrebbe averlo copiato con sigla differente; - l utente o il rivenditore potrebbe aver personalizzato il modulo. D: SE IL FORMATO STANDARD VIENE MODIFICATO SI PUÒ RICHIEDERE UNA FUNZIONE DI AGGIORNAMENTO DI QUELLO COPIATO IN PRECEDENZA? O BISOGNA CANCELLARE IL PRECEDENTE E RICREARLO? R: Al momento bisogna scegliere se ricopiare dagli esempi lo standard con le nostre eventuali implementazioni e lì riportare le vostre personalizzazioni o tenere il vostro e riportare in queste le nostre eventuali implementazioni. D: L'EDITAZIONE DELLA MODULISTICA GRAFICA COME AVVIENE? R: Come per gli altri moduli utilizzando il pulsante Edita modulo [F7]. RISPOSTE A QUESITI SULLA FATTURA ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (FATTURAPA) 7

8 D: SE HO L'INTERMEDIARIO DEVO MODIFICARE IL MODULO PER INSERIRE I DATI DELL'INTERMEDIARIO? R: Se per intermediario intende un soggetto diverso dal cedente/prestatore che emette il documento è necessario personalizzare la modulistica riportando le relative informazioni, se per intermediario intende il trasmittente questo viene gestito impostando i dati relativi in anagrafica azienda dati aziendali TRASMITTENTE FATTURA ELETTRONICA PA. D: PERCHÉ L' EVENTUALE MODULO PERSONALIZZATO DA MODIFICARE NEL CASO DI TERZO SOGGETTO NON È PREDISPOSTO DA PASSEPARTOUT? R: La gestione automatica al momento non è prevista, comunque se anche rilasciassimo due distinti moduli di esempio in tale casistica dovreste comunque personalizzarlo indicando i data anagrafici del soggetto in questione. D: ATTUALMENTE I MIEI CLIENTI SU ALCUNE FATTURE INDICANO IL NUMERO ORDINE DEL CLIENTE. IN MEXAL L'UNICO RIFERIMENTO ALL'ORDINE È IL NUMERO DELL'OC, COME RIPORTARE IL NUMERO ORDINE DEL CLIENTE? R: Personalizzare il modulo, inserendo ad esempio al posto de nr. dell OC la variabile del numero del riferimento esterno (ovviamente l utente dovrà ricordarsi di compilarlo sui documenti di tipo OC). D: IN ALCUNI CASI NELLA FATTURA VENIVANO INDICATI DIVERSE RIGHE DESCRITTIVE (DESCRIZIONE DI UNA LAVORAZIONE) E POI SI INDICAVA UN UNICA RIGA CON IL TOTALE. COME POSSONO ESSERE RIPORTATE NEL MODULO FATTURA PA LE RIGHE DESCRITTIVE? R: Non è fattibile riportare, per come è previsto il file xml, le righe gestite nei documenti come descrittive. D: IL NUMERO D'ACQUISTO INAIL È STATO AGGIUNTO NELLA MODULISTICA? R: La nostra modulistica riporta i dati richiesti obbligatori. Campi aggiuntivi domandati da alcune pubbliche amministrazioni rientrano nelle personalizzazioni che potete fare alla modulistica. D: SE DEVO AGGIUNGERE CAMPI PERSONALIZZATI RELATIVI AL CLIENTE, VENGONO RICONOSCIUTI DAL FOGLIO DI STILE? R: Per campi personalizzati intendiamo dei campi comunque previsti (anche se facoltativi) nel tracciato XML, quindi il foglio di stile non ha alcun problema a visualizzarli. Consigliamo di visionare la Rappresentazione tabellare del tracciato FatturaPa al link D: SE GESTISCO I LOTTI DEVO OGNI VOLTA ANDARE A PERSONALIZZARE IL MODULO XML OPPURE È PREVISTO NEL VOSTRO FORMATO L'IMMISSIONE DEI LOTTI? R: Nel tracciato xml non è previsto alcun campo specifico. Al momento si rimanda alla risposta precedente. D: A COSA POTREBBE SERVIRE LA PERSONALIZZAZIONE DI UN MODULO SE IL TRACCIATO È QUELLO PREDISPOSTO DAL MINISTERO ED È IN XML? R: Si vedano le risposte alle precedenti domande. D: IL CIG E CUP NON VENGONO RIPORTATI SE NON PASSANDO DA UN OC, PERCHÉ? R: Per come è strutturato il tracciato XML della fattura PA versione 1.0, il CIG e CUP possono essere inseriti in uno dei seguenti blocchi di dati: <DatiOrdineAcquisto>, <DatiContratto>, <DatiConvenzione>, <DatiRicezione>. CIG e CUP non possono essere inseriti come dati a sé stanti. Noi abbiamo deciso di prevedere nel formato solo il blocco <DatiOrdineAcquisto> (con all'interno anche CIG e CUP), in quanto il contratto, la convenzione e la ricezione non sono informazioni che al momento gestiamo. D: INSERENDO IL LINK AL FOGLIO DI STILE, DIRETTAMENTE IN MODULISTICA GRAFICA LO SDI SCARTEREBBE IL FILE? R: No ed abbiamo implementato la riga in questione nell ultima versione. Ovviamente l utente deve riportare il foglio di stile (recuperandolo dal sito nella cartella dove visualizza-salva i file.xml. 8 RISPOSTE A QUESITI SULLA FATTURA ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (FATTURAPA)

9 D: SE DEVO CANCELLARE E RIEMETTERE UN DOCUMENTO, QUALI SONO I PASSAGGI? IL NOME DEL FILE CAMBIA? BISOGNA VARIARE IL CAMPO PROGRESSIVO FATTURA PA? R: La variazione del campo progressivo (ritornando indietro) può essere fatto solo in caso di stampe di prove mai inoltrate. Consigliamo quindi non effettuare questa prassi per casi differenti da questo. Per emettere nuovamente il documento si procede da Emissione/revisione documento - Emissione differita - Gestione notule/parcelle scegliendo una delle tre stampanti a disposizione. D: IN CASO DI ERRORE NEL FILE È SUFFICIENTE RISTAMPARE LA FATTURA IN DOCUVISION? R: Se è necessario inoltrare nuovamente (o previo invio si è verificato il file sul sito riscontrando dei campi mancanti) si procederà con la correzione o compilazione di tabelle e la ristampa del documento. A seconda delle modalità che usualmente utilizzerete, sceglierete una delle tre uscite stampanti gestite. D: QUANDO DA MAGAZZINO RISTAMPO UNA FATTURAPA SU FILE, MAGARI PERCHÉ HA DEGLI ERRORI, LA PROCEDURA GENERA UN NUOVO FILE CON UN NUOVO NOME (VARIANDO LA PARTE FINALE). E' UNA SCELTA DI PROGRAMMAZIONE O UN OBBLIGO NORMATIVO? CREARE UN ALTRO FILE (CON ALTRO NOME) POTREBBE GENERARE CONFUSIONE PERCHÉ AVRÒ NELLA STESSA CARTELLA (ES. C:\FATTURAPA\) DIVERSI FILE XML RELATIVI ALLA STESSA FATTURA. R: Potenzialmente tutti i file generati potrebbero già essere stati inviati allo SDI. Lo SDI non accetta due file con nome uguale se non nel solo caso di mancato recapito (si veda nel sito fatturapa.gov.it nel manuale contenente le tipologie di errori il caso di Nome file duplicato ). Per questo si è scelto di assegnare sempre un nuovo progressivo. D: E POSSIBILE UNA VOLTA GENERATO IL FILE AVERE UNA VISUALIZZAZIONE GRAFICA TIPO QUELLA CARTACEA? COSA MANDO IN BANCA PER L'EVENTUALE ANTICIPO DELLA FATTURA? R: La fattura può essere anche stampata su carta tramite differente modulistica rispetto a quella che gestisce il solo file xml. D: HO L'ESIGENZA QUANDO INVIO LA FATTURA DI ALLEGARE ANCHE DELLE AUTORIZZAZIONI CONTROFIRMATE DAL CLIENTE. COME LE TRASFORMO NEL FORMATO PER PA? R: Non gestiamo al momento l allegato. Da parte sua o di chi per lei si dovrebbe rendere necessario editare il file xml creato riportando nel blocco <Allegati> campo <Attachment> il file rappresentante l allegato trasformato in forma binaria. La gestione di allegati sarà implementata in una delle prossime versioni. D: E POSSIBILE, DOPO AVER CREATO IL FILE PER LA TRASMISSIONE, CREARNE UNO IN PDF PER LA STAMPA CARTACEA? R: Al momento è possibile fare il contrario, prima una stampa pdf e poi il file.xml. D: E POSSIBILE INSERIRE LA NS. BANCA DI APPOGGIO SULLE FATTURE PA? ED EVENTUALMENTE SI PUÒ CAMBIARE BANCA OGNI MESE SE IL CLIENTE CE LO CHIEDE? R: Attualmente nel file xml non riportiamo alcuna informazione relativa ai pagamenti. In una prossima versione implementeremo l inserimento delle informazioni di base dei pagamenti incluse, per alcune casistiche, quelle della banca presenti nell anagrafica del cliente. D: L'ACQUISIZIONE DI UN DOCUMENTO ESTERNO SARÀ SOLO TRAMITE DOCUVISION O SI POTRÀ CONTINUARE AD ACQUISIRE ANCHE DA EMISSIONE/REVISIONE DOCUMENTI? R: La creazione di un nuovo documento dalla funzione Docuvision Gestione documento equivale a svolgere la stessa operazione dalla funzione Emissione/revisione documenti del Magazzino utilizzando il pulsante Allegati Docuvision. D: POICHÉ LA NOSTRA AZIENDA NON EMETTE LE FATTURE TRAMITE PASSEPARTOUT, NON ESSENDO LEGATE AL MAGAZZINO, PER LA REGISTRAZIONE COME SI PUÒ PROCEDERE? R: Per la registrazione in primanota si procederà nell usuale modo avendo l accortezza di attivare un distinto registro rispetto a quello usato per le fatture cartacee emesse. Nei numeratori non si indichi S nella colonna FattElett perché questo serve per attivare automatismi gestiti dal magazzino e che implicherebbero, come conseguenza, l impossibilità di inserire manualmente in primanota una registrazione FE su tale registro. RISPOSTE A QUESITI SULLA FATTURA ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (FATTURAPA) 9

10 FIRMA DIGITALE D: È POSSIBILE FIRMARE UTILIZZANDO DIKE? R: Sì. La nostra integrazione nel modulo Docuvision prevede esclusivamente Dike, se le operazioni di firma-inoltro vengono effettuate esternamente dal nostro gestionale dovete scegliere un fornitore che gestisca firma digitale in grado di valorizzare il parametro signing time. D: SE EMETTO IL FILE.XML ED È L'INTERMEDIARIO CHE SI OCCUPA DEL RESTO, DEVO APPORRE IO LA FIRMA DIGITALE PRIMA DI DARLO ALL'INTERMEDIARIO OPPURE È L'INTERMEDIARIO CHE DEVE APPORRE LA SUA FIRMA DIGITALE? R: La firma digitale deve essere del soggetto emittente. E cura del cliente operare in tal modo. D: UTILIZZANDO IL SITO E QUINDI INVIANDO IL FILE TRAMITE FISCONLINE È NECESSARIO FIRMARE IL FILE? R: Il file deve essere firmato sempre. D: LA FIRMA ELETTRONICA CERTIFICATA È NECESSARIA CON L'INVIO PER PEC? R: La firma elettronica qualificata è sempre necessaria per la fattura elettronica in quanto è l unico sistema per garantire l autenticità dell origine e l integrità del contenuto. D: ALCUNI COMMERCIALISTI DICONO CHE L'INVIO VIA PEC ESCLUDE LA FIRMA È ESATTO? R: Si veda la risposta alla domanda precedente. D: HO DEI CLIENTI CON PROGRAMMA ARUBASIGN PER FIRMARE IL DOCUMENTO PER LA PA SI PUÒ COLLEGARE A DOCUVISION? R: Al momento l integrazione è solo con Dike Infocert. D: VIENE RICHIESTO L'INSERIMENTO DEL PIN PER OGNI FATTURA? R: Sì, al momento viene effettuata firma (e richiesta pin) singolarmente per ogni file. D: SPESSO MI CAPITA DI TRASFORMARE I DDT DI CONSEGNA IN FATTURE CON DATA CORRETTA MA MATERIALMENTE LE EMETTO NEL MESE SUCCESSIVO: SE LA FIRMA PORTA LA DATA DEL MESE SOLARE SUCCESSIVO SONO IRREGOLARI? R: Si veda quesito analogo posto alla Sogei e relativa risposta ricevuta: E' ammissibile apporre la firma elettronica con riferimento temporale diverso dalla data documento? Esempio: fattura datata ma firma con riferimento temporale In alcuni casi sembra sia quasi inevitabile, ad esempio a seguito di una notifica di scarto e successiva ri-emissione del documento. Risposta: Si conferma che è ammissibile apporre la firma elettronica con riferimento temporale diverso dalla data documento. Il sistema di interscambio non esegue un controllo incrociato tra il riferimento temporale e la data di emissione, ma controlla solo la validità della firma. D: COME SI CONCILIA LA FIRMA QUALIFICATA IN PRESENZA DI INTERMEDIARIO E DOCUVISION? STO PARLANDO DEL COMMERCIALISTA CHE SI PRESTA PER QUESTO ADEMPIMENTO. R: Fermo restando che si hanno due possibili firme: quella del soggetto emittente il documento e quella del Responsabile della Conservazione nel passaggio di conservazione documenti, la procedura non verifica in alcun modo quale soggetto-nominativo è abbinato alla firma che si appone al file (nel primo caso) o alle evidenze informatiche dei documenti conservati (nel secondo caso). D: QUALORA IO MI AVVALGA DI UN INTERMEDIARIO PER IL SERVIZIO DI FATTURAZIONE ELETTRONICA, CHI DEVE FIRMARE DIGITALMENTE IL DOCUMENTO? R: Il quesito trova risposta nel cosiddetto 'Decreto IVA' (DPR 633/72, articolo 21, comma 1): Per ciascuna operazione imponibile il soggetto che effettua la cessione del bene o la prestazione del servizio emette fattura, anche sotto forma di nota, conto, parcella e simili, o, ferma restando la sua responsabilità, assicura che la stessa sia emessa, per suo conto, dal cessionario o dal committente ovvero da un terzo. 10 RISPOSTE A QUESITI SULLA FATTURA ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (FATTURAPA)

11 Pertanto se ci si avvale di un intermediario per l'emissione della fattura (emissione e non semplice trasmissione), sarà costui, in quanto soggetto emittente, a firmare digitalmente il documento, ma la responsabilità fiscale resta in capo al cedente prestatore. TRASMISSIONE DELLA FATTURA D: PER EFFETTUARE LA VERIFICA, IL FILE DEVE ESSERE GIÀ FIRMATO? OPPURE È SUFFICIENTE IL FILE XML NON FIRMATO? R: E sufficiente il file.xml. D: IN RELAZIONE AI 3 MESI FISSATI PER IL PAGAMENTO, SIGNIFICA CHE ANCORA PER 3 MESI POSSONO ESSERE INVIATE FATTURE CARTACEE? R: Dal 6 giugno 2014 non è più possibile inviare fatture cartacee alla PA principali. Per le PA locali l obbligo scatta dal 31/03/2015. D: LA PEC È IL CANALE PIÙ SEMPLICE E CONSIGLIATO PER L'INVIO? R: Forse è il più conosciuto, sicuramente è l unico per cui è prevista ad oggi un integrazione in Docuvision. D: SE L'INVIO DELLA FATTURA ELETTRONICA VIENE FATTA TRAMITE PEC È OBBLIGATORIO USARE IL SISTEMA DI INTERSCAMBIO? R: Il sistema di interscambio è obbligatorio in qualsiasi caso. Con la PEC l indirizzo da utilizzare è D: MA SE IO USO LA PEC DEVO EFFETTUARE LA REGISTRAZIONE SU SDI? R: Accreditarsi su SDI è necessario solo per le modalità diverse da PEC e Portale Web FatturaPA. D: IL SOGGETTO OBBLIGATO AD AVERE UNA CASELLA PEC È SOLO L'EMITTENTE, REQUISITO RICHIESTO DALLA CAMERA DI COMMERCIO PER TUTTE LE AZIENDE, O ANCHE IL CLIENTE? R: La PEC è sicuramente richiesta per il trasmittente, se questo coincide con il soggetto emittente è scelta/opzione del soggetto fornitore della pubblica amministrazione. Ad ogni modo l invio avviene tramite lo SDI che ha predisposto un indirizzo PEC. Si ricorda che può utilizzare anche gli altri canali di trasmissione. D: SE L'UTENTE È ABILITATO A ENTRATEL È OBBLIGATO A TRASMETTERE SOLO IN QUESTA MODALITÀ? R: Non ci risulta ma è compito dell utente verificare questa opzione. D: E' LO SDI CHE PENSA AD INOLTRARE LA FATTURA ELETTRONICA AL CLIENTE? R: Sì è lo SDI che funge da snodo tra gli attori interessati dal processo. La FatturaPA va inviata esclusivamente attraverso il Sistema di Interscambio. D: MA ANCHE SE RISTAMPA LA FATTURA E L ARCHIVIO IN DOCUVISION IL FILE VIENE SOSTITUITO CON UN NUOVO PROGRESSIVO? R: Sì. Chi utilizza Docuvision nel caso di fatture pa faccia attenzione a non ristampare il documento sempre su una stampante di tipo Docuvision ma con uscita PDF. Questo, nel caso di documento generato da Magazzino- Parcellazione comporterebbe la perdita del precedente file xml salvato in Docuvision. D: DEVO PER FORZA USARE OUTLOOK MAPI? R: L inoltro con la posta elettronica tramite Docuvision ad oggi è gestito solo con Outlook tramite Mapi. RISPOSTE A QUESITI SULLA FATTURA ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (FATTURAPA) 11

12 D: SE SELEZIONO PIÙ DOCUMENTI VERRÀ GENERATA UN'UNICA MAIL O UNA MAIL PER OGNI DOCUMENTO? R: Una mail per ogni documento. D: MA SE DEVO SPEDIRE 100 FATTURE DEVO FARLO UNA PER UNA? R: L integrazione con Docuvision prevede che le fatture siano firmate e gestite singolarmente. La normativa prevede anche il caso di inoltro di un un unico file.zip contenente più fatture firmate singolarmente. Tale modalità non si può effettuare con Trasmissione documenti di Docuvision. D: DALLA DATA DI EMISSIONE DELLA FATTURA, QUANTO TEMPO SI HA PER L'INVIO DELLA STESSA? R: Nella normativa non si fa alcun riferimento a tale argomento. D: PER LA TRASMISSIONE DA MEXAL LE PROCEDURE SONO LE STESSE? R: Sì, abbiamo volutamente utilizzato per la prima parte del corso Mexal e poi Businesspass proprio perché le funzioni sono presenti ed analoghe in entrambi i prodotti. D: PER POTER FARE LA TRASMISSIONE TRAMITE ENTRATE O FISCONLINE, È NECESSARIO INSTALLARE IL NUOVO IDESK SPECIFICO PER LA TRASMISSIONE TELEMATICO? R: L inoltro gestito internamente al gestionale è solo tramite il collegamento a posta di Outlook in Docuvision. Nell altro caso l utente si collegherà al sito D: NELLA SLIDE, C'È SCRITTO CHE NON SERVE LA MARCA TEMPORALE PER LA FATTURA PA? R: Confermiamo, per l inoltro del file allo SDI non è necessaria. La marca temporale serve solo in fase di archiviazione ottica sostitutiva. D: SIAMO IN POSSESSO DELLA FIRMA DIGITALE PER L'INVIO DEI MODELLI INTRA. POSSIAMO UTILIZZARE QUESTA FIRMA ANCHE PER L'INVIO DELLE FATTURE PA? R: Deve essere la firma digitale del soggetto emittente. Verificate se trattasi dello stesso nominativo. D: SE CREO UN FILE CON STAMPANTE DOCUVISION, POSSO SPEDIRE IL FILE CON LE CREDENZIALI ENTRATEL E POI POSSO CONTINUARE LA CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA CON DOCUVISION O DEVO NECESSARIAMENTE FARE ANCHE L'INVIO TRAMITE DI PASSEPARTOUT? R: Se effettua la conservazione sostitutiva con Docuvision a nostro avviso è da conservare il file firmato (quello che si inoltra allo SDI). Se lei memorizza il documento tramite la stampante Docuvision non ha ancora il file firmato. Se lo firma esternamente da Docuvision consigliamo di riportarlo in tale modulo solo in un momento successivo effettuando l acquisizione dall esterno (Disco). D: SE DOBBIAMO INVIARE FATTURE A UFFICI DIVERSI DI UNO STESSO MINISTERO? R: Attualmente per ogni anagrafica cliente è possibile associare un solo codice univoco ufficio PA. CONSERVAZIONE OTTICA SOSTITUTIVA D: IL DOCUVISION BASE È GIÀ COMPRESO NEL PROGRAMMA SENZA ACQUISTARE ALTRO? R: Sì, come sempre dovete scegliere la tipologia di database da utilizzare ed installarlo (si rimanda alla documentazione relativa ai database gestiti presente nel manuale del prodotto NOZIONI GENERALI). D: COME MAI CI STAI SPIEGANDO DOCUVISION? SERVE PER L'ARCHIVIAZIONE? R: Come anticipato al meeting di fine marzo e indicato nella documentazione della 2014D e 2014E Docuvision può essere utilizzato per tali necessità. 12 RISPOSTE A QUESITI SULLA FATTURA ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (FATTURAPA)

13 D: L'ARCHIVIAZIONE È DISPONIBILE SOLO CON BUSINESSPASS? R: Se intende l archiviazione ottica sostitutiva no. E disponibile con Docuvision presente sia in Businesspass che Mexal. Se il modulo è Docuvision base e non Workflow sarà limitata ai soli documenti di tipo Fattura PA. D: E' OBBLIGATORIA ANCHE LA STAMPA/CONSERVAZIONE CARTACEA DELLA FT PA? R: A dire il vero la normativa dice il contrario (si rimanda alla relativa consultazione). Occorre conservarle in modalità elettronica. D: NELLO SPECIFICO MEXAL COME E DOVE ESEGUE LA CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA? R: I nostri gestionali lo effettuano tramite Docuvision, l utente previa consultazione della normativa e degli obblighi relativi a capo del Responsabile della Conservazione, deciderà se farla effettuare da terzi o meno. D: UNA FATTURAPA GENERATA IN FILE XML PUÒ ESSERE INSERITA SUCCESSIVAMENTE IN DOCUVISION PER L'ARCHIVIAZIONE? R: Sì. Si presume ciò avvenga quando il file xml viene creato esternamente ai gestionali Passepartout. D: CD/DVD O ANCHE HD PER LA CONSERVAZIONE? R: La normativa parla di supporti ottici. Il nostro programma non fa controlli. Si tenga conto che in caso di installazione live o Businesspass in fase di marcatura del volume tutti i relativi dati vengono spostati in una specifica cartella definita dall utente tramite il pulsante Dir. Masteriz. D: SE INVIO IL FILE XML DA STAMPANTE DI TIPO "FILE" SONO COMUNQUE TENUTO ALL'ARCHIVIAZIONE DEL FILE STESSO IN DOCUVISION? R: Si è tenuti-obbligati ad effettuare l archiviazione ottica sostitutiva. Se vuole, può utilizzare il nostro modulo Docuvision per la conservazione elettronica dei documenti e la conservazione. D: DEVE ESSERE CONSERVATA IN MODALITÀ SOSTITUTIVA SIA LA FATTURA CHE LA RICEVUTA DI CONSEGNA? PER FARE QUESTO DEVO INSERIRE IN DOCUVISION ANCHE LA RICEVUTA DI CONSEGNA? R: Ci risulta che debba essere conservata in modalità ottica sostitutiva anche la ricevuta di consegna. Se l utente utilizza per tale conservazione Docuvision dovrà memorizzare un nuovo documento di Docuvision acquisendo il file ricevuto dall esterno e nel caso di modulo base ricordandosi di associare il nominativo del cliente di tipo ente pubblico nel campo Cliente/Fornitore e rispondendo Sì alla richiesta di conferma che trattasi di un documento di tipologia Fattura PA. In caso contrario non saranno gestite le funzione di Firma e Marcatura di tali documenti dalla voce di menù Gestione archiviazione (nel caso di Docuvision base). Consigliamo di utilizzare una specifica nuova classe documento da creare tra quelle personalizzate. D: GESTIONE ARCHIVIAZIONE. QUINDI QUESTA È UN'ULTERIORE FIRMA RISPETTO A QUELLA FATTA PRIMA PER L'INVIO ALLO SDI? R: Sì è una firma differente che necessita anche della marcatura temporale fatta dal Responsabile della Conservazione. D: MA POSSO USARE DELLE CHIAVETTE INVECE DI DVD? R: Docuvision non fa alcun tipo di controllo. Una volta passato a stato Masterizzato il volume, la gestione dei relativi dati è demandata all utente. D: LA COMUNICAZIONE OGNI QUANTO VA FATTA? R: La comunicazione dell impronta va fatta annualmente. Si rimanda alla relativa normativa. D: MA IO POTRÒ ELIMINARE I VARI FILE DAL SERVER SOLO DOPO AVER FATTO L'INVIO DELLE IMPRONTE? R: I file devono essere conservati per tutto il periodo previsto da normativa (esempio: 10 anni o 5 anni a seconda della tipologia dei documenti di cui si fa l archiviazione ottica); non è detto che siano su server (cd, dvd). RISPOSTE A QUESITI SULLA FATTURA ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (FATTURAPA) 13

14 D: QUINDI L'ARCHIVIAZIONE OTTICA SOSTITUTIVA PER LE FATTURE PA È OBBLIGATORIA? E IN 15 GIORNI? R: Sì, per tutte le fatture di tipo elettronico. D: IN RIFERIMENTO AL PROCESSO DI ARCHIVIAZIONE OTTICA SOST.VA DOPO LA CREAZIONE DEL VOLUME CONTENENTE LE FATTURE, QUESTO DEVE ESSERE NECESSARIAMENTE MASTERIZZATO SU DISCO, OPPURE PUÒ ESSERE CONSERVATO SU PC (FIRMATO E MARCATO TEMPORALMENTE) O ADDIRITTURA SU CLOUD (TIPO GOOGLE DRIVE)? IN QUESTO CASO DOCUVISION COME GESTIREBBE QUESTO FILE? R: Una volta che i dati per Docuvision risultano masterizzati sono da gestire (e soprattutto) conservare in autonomia dell utente. I comandi di visualizzazione dei dati proporranno l indicazione di un lettore-cartella locale. Si faccia comunque attenzione a dove si fanno risiedere i dati (estero o Italia) e per quale tipologia di documenti si effettua l archiviazione ottica sostitutiva. D: SE UN MIO CLIENTE EFFETTUA LA FATTURA PA PER CONTO SUO COME FACCIO AD IMPORTARE IN CONTABILITÀ TALE FATTURA? POSSO EFFETTUARE L'ARCHIVIAZIONE OTTICA SOSTITUTIVA DEL FILE CREATO DAL CLIENTE? R: In merito all importazione di dati in contabilità presumo sia la semplice registrazione in prima nota di fattura emessa. Verrà fatto come avveniva in passato in caso di fattura emessa e trasmessa in cartaceo, ricordiamo nuovamente l accortezza di usare un differente sezionale. Può effettuare l archiviazione ottica sostitutiva del file creato esternamente memorizzandolo in Docuvision e scegliendo come fonte di acquisizione Disco e la relativa cartella dove ha momentaneamente posizionato il file. D: DOPO TUTTA LA PROCEDURA SE VOLESSIMO ARCHIVIARE ANCHE UN CARTACEO PER CONSULTAZIONE, COME DEBBIAMO FARE? ED EVENTUALI ALLEGATI DA INVIARE CON LA FATTURA COME FARE? DAL SITO DI FATTURAPA POSSO STAMPARE LA VISUALIZZAZIONE DELLA FATTURA E TENERLA NEL FALDONE COME "ARCHIVIO CARTACEO" MIO O LA FATTURA LA POSSO STAMPARE COMUNQUE ANCHE NEL MODO CLASSICO TRAMITE MEXAL? R: Le fatture, richiamando una sigla documento associata a modulistica classica e non a modulistica che crea il file xml, possono essere inviate su qualsiasi tipologia di stampante. Ricordiamo comunque che fatture nate in modalità elettronica devono essere conservate in tale modalità. Per eventuali allegati da inviare con la fattura, questo deve essere fatto inserendoli all interno del file xml in questione. Attualmente le nostre procedure non gestiscono l inclusione nel file xml di allegati, nelle prossime versioni verrà rilasciata tale funzionalità. D: SE SI UTILIZZA LA VERSIONE STAMPANTE FILE LE FATTURE VANNO STAMPATE ANCHE SU CARTA PER L'ARCHIVIAZIONE? R: No. Ricordiamo che non bisogna conservare la fattura sul cartaceo. D: QUALI CARATTERISTICHE TECNICHE DEVE AVERE L'HARD DISK PER POTER GARANTIRE"NEL TEMPO" L'ARCHIVIAZIONE? R: Non vengono specificati i singoli requisiti tecnici che deve avere un sistema di conservazione. D: QUALI SONO I COMPITI DEL RESPONSABILE DELLA CONSERVAZIONE? R: Il Responsabile della conservazione, svolge (eventualmente coadiuvato da un massimo di dieci delegati) i seguenti compiti: - fornisce le necessarie indicazioni sulla generazione e sulla gestione delle copie di sicurezza o backup (numero, frequenza, formato, priorità, test di restore, etichettatura, incarichi e responsabilità); - verifica la corretta funzionalità del sistema e dei programmi in gestione; - adotta le misure necessarie per la sicurezza fisica e logica del sistema preposto al processo di conservazione sostitutiva e delle copie di sicurezza dei supporti di memorizzazione (custodia fisica; policy procedurali per coloro che sono autorizzati a prelevare e usare i backup; protezione logica tramite crittografia); - definisce e documenta le procedure di sicurezza da rispettare per l apposizione del riferimento temporale; 14 RISPOSTE A QUESITI SULLA FATTURA ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (FATTURAPA)

15 - verifica periodicamente, con cadenza non superiore a cinque anni, l effettiva leggibilità dei documenti e provvede, se necessario, al riversamento diretto o sostitutivo del contenuto dei supporti. Si rimanda comunque alla consultazione di tutta la normativa relativa (esempio: Delibera Cnipa nr. 11, D.M , ecc.). D: L AZIENDA PUÒ PREDISPORRE LA COMUNICAZIONE DELL IMPRONTA PER ENTRATEL (QUELLA ANNUALE FIRMO E MARCO) E POI FARLA INVIARE TRAMITE INTERMEDIARIO? R: Il protocollo n. 2010/ dispone che Il soggetto interessato, il responsabile della conservazione ovvero il soggetto eventualmente delegato da quest ultimo in base all art 5, comma 2, della deliberazione del Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione (CNIPA)1, del 19 febbraio 2004, n. 11, comunicano per via telematica all Agenzia delle entrate, ai sensi dell art. 5 del Decreto 23 gennaio 2004 concernente le modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici e alla loro riproduzione in diversi tipi di supporto, entro il quarto mese successivo alla scadenza del termine di presentazione della dichiarazione dei redditi, l impronta dell archivio informatico sul quale è stata apposta la firma digitale e la marca temporale dei documenti rilevanti ai fini tributari oggetto della conservazione, nonché la marca temporale. D: QUALI SVANTAGGI POTREBBERO ESSERCI NELL'ARCHIVIAZIONE OTTICA SOSTITUTIVA IN CAPO ALL'AZIENDA? R: Sicuramente ci sono dei nuovi adempimenti-compiti da svolgere ma non ci si può esimere dalla conservazione ottica sostitutiva. Sta al soggetto decidere se eventualmente rivolgersi a terzi per la conservazione dei documenti. L art. 5 del D.M. 55/2013 indica che gli operatori economici possono avvalersi, attraverso accordi tra le parti, di intermediari sia per la trasmissione che per la conservazione e l archiviazione della fattura elettronica mantenendo tuttavia inalterate le responsabilità fiscali dell ente emittente la fattura. RISPOSTE A QUESITI SULLA FATTURA ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (FATTURAPA) 15

16

17 WORLD TRADE CENTER EDIFICIO A VIA CONSIGLIO DEI SESSANTA, DOGANA REP. SAN MARINO TEL FAX

Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA. di Namirial S.p.A.

Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA. di Namirial S.p.A. Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA di Namirial S.p.A. Entrata in vigore degli obblighi di legge 2 Dal 6 giugno 2014 le

Dettagli

Servizio Fatt-PA PASSIVA

Servizio Fatt-PA PASSIVA Sei una Pubblica Amministrazione e sei obbligata a gestire la ricezione delle fatture elettroniche PA? Attivate il servizio di ricezione al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA PASSIVA di Namirial S.p.A.

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Fattura elettronica Vs Pa

Fattura elettronica Vs Pa Fattura elettronica Vs Pa Manuale Utente A cura di : VERS. 528 DEL 30/05/2014 11:10:00 (T. MICELI) Assist. Clienti Ft. El. Vs Pa SOMMARIO pag. I Sommario NORMATIVA... 1 Il formato della FatturaPA... 1

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

FATTURAZIONE ELETTRONICA, LA RIVOLUZIONE NON PUO ATTENDERE

FATTURAZIONE ELETTRONICA, LA RIVOLUZIONE NON PUO ATTENDERE FATTURAZIONE ELETTRONICA, LA RIVOLUZIONE NON PUO ATTENDERE A cura di Gerardo De Caro: La fatturazione elettronica obbligatoria verso la Pubblica Amministrazione Executive Summary Il formato fattura PA

Dettagli

Manuale d uso del Sistema di. e-procurement per le imprese

Manuale d uso del Sistema di. e-procurement per le imprese Manuale d uso del Sistema di e-procurement per le imprese Guida all utilizzo del servizio di Fatturazione Elettronica Data ultimo aggiornamento:16/07/2014 Pagina 1 di 39 Indice 1. INTRODUZIONE E PRINCIPI

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca MIUR.AOODGPFB.REGISTRO UFFICIALE(U).0004509.09-06-2014 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per la programmazione Direzione Generale per la Politica Finanziaria e per

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013. Versione 1.1

SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013. Versione 1.1 SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013 Versione 1.1 INDICE 1. INTRODUZIONE 4 1.1 DEFINIZIONI 4 2. MODALITÀ DI EMISSIONE DELLE FATTURE ELETTRONICHE

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Comune di Castelfranco di Sotto

Comune di Castelfranco di Sotto Comune di Castelfranco di Sotto Ufficio Ragioneria OGGETTO: Introduzione alla fatturazione elettronica presso il Comune di Castelfranco di Sotto L obbligo della fatturazione elettronica nei confronti della

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

ELENCO DEI CONTROLLI EFFETTUATI SUL FILE FATTURAPA. Versione 1.1

ELENCO DEI CONTROLLI EFFETTUATI SUL FILE FATTURAPA. Versione 1.1 ELENCO DEI CONTROLLI EFFETTUATI SUL FILE FATTURAPA Versione 1.1 VERIFICHE EFFETTUATE SUL FILE FATTURAPA NOMENCLATURA ED UNICITÀ DEL FILE TRASMESSO La verifica viene eseguita al fine di intercettare l invio

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 Con questo aggiornamento sono state implementate una serie di funzionalità concernenti il tema della dematerializzazione e della gestione informatica dei documenti,

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

SERVIZIO "FATT-PA NAMIRIAL" LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL PACCHETTO FULL OUTSOURCING

SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL PACCHETTO FULL OUTSOURCING SERVIZIO "FATT-PA NAMIRIAL" LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL PACCHETTO FULL OUTSOURCING Versione 1.0 del 23 giugno 2014 Sommario 1. Introduzione... 2 2. Contenuto della Fattura PA... 2 3. Dati obbligatori

Dettagli

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO.

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO. Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SPCOOP - RICEZIONE

ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SPCOOP - RICEZIONE ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SPCOOP - RICEZIONE Pag. 1 di 14 INDICE 1. Glossario... 3 2. il servizio SPCoop - Ricezione... 5 3. Il web-service RicezioneFatture... 8 3.1 Operazione RiceviFatture... 9 3.1.1

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

GUIDA ALLO SPESOMETRO IN SUITE NOTARO 4.1 SP4A

GUIDA ALLO SPESOMETRO IN SUITE NOTARO 4.1 SP4A GUIDA ALLO SPESOMETRO IN SUITE NOTARO 4.1 SP4A Comunicazione Spesometro 2 Attivazione 2 Configurazioni 3 Classificazione delle Aliquote IVA 3 Dati soggetto obbligato 4 Opzioni 5 Nuovo adempimento 6 Gestione

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012)

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) Condividere la conoscenza è un modo per raggiungere l immortalità (Tensin

Dettagli

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013 UNA SOLUZIONE INNOVATIVA Businesspass è la soluzione Cloud Computing, usufruibile anche tramite Tablet, ipad, iphone o Smartphone, per gestire l intero processo amministrativo e gestionale dello Studio,

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO Abbiamo predisposto il programma di studio Web per la ricezione automatica dei certificati di malattia direttamente

Dettagli

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U COMUNICAZIONE POLIVALENTE (Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA (art. 21 decreto legge n. 78/2010) - Comunicazione delle operazioni legate al turismo effettuate in contanti in deroga all

Dettagli

Legalinvoice PA Manuale Utente

Legalinvoice PA Manuale Utente Legalinvoice PA Manuale Utente Versione 1.16 Data 24/02/2015 1 Sommario Sommario 2 Introduzione alle funzionalità 4 Requisiti 4 Informazioni Introduttive 5 Login 5 Primo accesso 6 La barra degli strumenti

Dettagli

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale Prot. n. 2012/140335 Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

La fattura elettronica e sua conservazione

La fattura elettronica e sua conservazione La fattura elettronica e sua conservazione Che cos è la FatturaPA? La FatturaPA è una fattura elettronica ai sensi dell'articolo 21, comma 1, del DPR 633/72 ed è la sola tipologia di fattura accettata

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE

GUIDA ALLA COMPILAZIONE GUIDA ALLA COMPILAZIONE 1. L istanza di riconoscimento dei CFP, deve essere presentata esclusivamente al CNI mediante una compilazione online di apposito modulo disponibile sulla piattaforma della formazione

Dettagli

Sportello Telematico CERC

Sportello Telematico CERC Sportello Telematico CERC CAMERA DI COMMERCIO di VERONA Linee Guida per l invio telematico delle domande di contributo di cui al Regolamento Incentivi alle PMI per l innovazione tecnologica 2013 1 PREMESSA

Dettagli

Linee guida invio pratica telematica sportello cerc - anno 2013

Linee guida invio pratica telematica sportello cerc - anno 2013 LINEE GUIDA INVIO PRATICA TELEMATICA SPORTELLO CERC - ANNO 2013 1 INDICE 1. FASE PRELIMINARE pag.3 2. PREDISPOSIZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE pag.4 3. INVIO DELLA DOMANDA DI CONTRIBUTO pag.4 4. CREA MODELLO

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

ELENCO MIGLIORIE INCLUSE DALLA 10.0.0 ALLA 14.3.0

ELENCO MIGLIORIE INCLUSE DALLA 10.0.0 ALLA 14.3.0 ELENCO MIGLIORIE INCLUSE DALLA 10.0.0 ALLA 14.3.0 NUOVE PRINCIPALI FUNZIONALITÀ 14.3.0 GENERAZIONE FILE EFFETTI IN FORMATO SEPA Dal programma 'Incassi e Pagamenti Automatici' è ora possibile generare file

Dettagli

Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt PA Lextel

Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt PA Lextel Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt PA Lextel FATTURAZIONE ELETTRONICA Fa# PA è il servizio online di fa/urazione ele/ronica semplice e sicuro

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Email Ras - CARROZZIERI Pag. 1 di 17 Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Notizie Generali Email Ras - CARROZZIERI Pag. 2 di 17 1.1 Protocollo Gruppo RAS Questo opuscolo e riferito al Protocollo

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici ALLEGATO TECNICO ALLA CIRCOLARE N. 23/05 Ai sensi del presente allegato tecnico si intende: a) per "S.S.C.E. il sistema di sicurezza del circuito di emissione dei documenti di identità elettronica; b)

Dettagli

Fattura elettronica: esenzioni

Fattura elettronica: esenzioni Fattura elettronica: esenzioni Con l entrata in vigore del sistema della fatturazione elettronica, istituita dall articolo 1, commi da 209 a 213 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 e regolamentata dal

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet Lavoro Occasionale Accessorio Internet 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo del documento... 3 1.2 Normativa... 3 1.3 Attori del Processo... 4 1.4 Accesso Internet... 5 1.4.1 Accesso Internet da Informazioni...

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI dalla G.U. n. 59 del 12 marzo 2014 (s.o. n. 20) DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013 Regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA COMMUNE DE GRESSAN REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA Approvazione deliberazione del Consiglio comunale n. 10 del 13/01/2012 del Consiglio comunale n. del Art.

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti

Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti Suite Contabile Fiscale 08 novembre 2013 Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti 1) Domanda: Come posso verificare i codici fiscali errati delle anagrafiche

Dettagli

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica IL MINISTRO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - Visto l articolo 17

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità Zucchetti Software Giuridico srl - Viale della Scienza 9/11 36100 Vicenza tel 0444 346211 info@fallco.it

Dettagli

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK LA TUA POSTA IN UN CLICK Clicca&Posta è una soluzione software per la gestione della

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

L apposizione di firme e informazioni su documenti firmati

L apposizione di firme e informazioni su documenti firmati L apposizione di firme e informazioni su documenti firmati Il presente documento si pone l obiettivo di chiarire alcuni aspetti generali dei formati di firma CAdES (file con estensione p7m) e PAdES (file

Dettagli

Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi

Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi Il presente manuale è adottato ai sensi dell art. 3, primo comma, lettera c) del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 31 ottobre

Dettagli

TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia.

TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia. TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia.it Firenze,.18. (?D.-l ~ AI SIGG.RI PRESIDENTIDEGLI ORDINI

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME ABSTRACT ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME Con l inizio del periodo d imposta pare opportuno soffermarsi sulla disciplina degli elenchi INTRASTAT, esaminando le novità in arrivo e ripercorrendo

Dettagli

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti Premessa - Dallo scorso 1 Gennaio è entrato in vigore il particolare meccanismo c.d. split payment, il quale prevede per le cessione di

Dettagli

Sportello Telematico CERC

Sportello Telematico CERC CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - BRESCIA Sportello Telematico CERC PROCEDURA AGGIORNATA 2012 Brescia, 11 dicembre 2012 1 SERVIZIO WEB PER IL DEPOSITO DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTI

Dettagli

Articolo 17- ter. Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO

Articolo 17- ter. Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO Articolo 17- ter Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO 1. Premessa L art. 1, comma 629 della legge 23 dicembre 2014,

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

Client PEC Quadra Guida Utente

Client PEC Quadra Guida Utente Client PEC Quadra Guida Utente Versione 3.2 Guida Utente all uso di Client PEC Quadra Sommario Premessa... 3 Cos è la Posta Elettronica Certificata... 4 1.1 Come funziona la PEC... 4 1.2 Ricevuta di Accettazione...

Dettagli

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA Ottimizzazione dei processi aziendali Con il modulo E-mail Integrata, NTS Informatica ha realizzato uno strumento di posta elettronica

Dettagli

GUIDA ALLA SPEDIZIONE DELLA PRATICA CUR PER IL MANTENIMENTO DELL ISCRIZIONE ALL ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI

GUIDA ALLA SPEDIZIONE DELLA PRATICA CUR PER IL MANTENIMENTO DELL ISCRIZIONE ALL ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI GUIDA ALLA SPEDIZIONE DELLA PRATICA CUR PER IL MANTENIMENTO DELL ISCRIZIONE ALL ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI 1. Dotazioni informatiche minime: Pc con accesso ad internet Contratto Telemaco

Dettagli

Guida alla trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota di contributo

Guida alla trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota di contributo Guida alla trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota di contributo 1. Credenziali di accesso alla piattaforma Ai fini della trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Il presente documento applica il Regolamento sulla gestione delle segnalazioni e dei reclami

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali CIRCOLARE N. 36/2013 Roma, 6 settembre 2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva Prot. 37/0015563 Agli indirizzi in allegato Oggetto: art. 31 del D.L.

Dettagli

Autenticazione con CNS (Carta Nazionale dei Servizi) Configurazione e utilizzo con il portale GisMasterWeb (v1.02 del 09/07/2014)

Autenticazione con CNS (Carta Nazionale dei Servizi) Configurazione e utilizzo con il portale GisMasterWeb (v1.02 del 09/07/2014) Autenticazione con CNS (Carta Nazionale dei Servizi) Configurazione e utilizzo con il portale GisMasterWeb (v1.02 del 09/07/2014) La Carta Nazionale dei Servizi (CNS) è lo strumento attraverso il quale

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Comoda, sicura, conveniente. Legale.

Comoda, sicura, conveniente. Legale. Comoda, sicura, conveniente. Legale. 80.000 caselle attivate. E voi, cosa aspettate? InfoCert è il più importante gestore di Posta Elettronica Certificata. Legalmail è il servizio pensato per professionisti,

Dettagli

AVCP Generatore di XML

AVCP Generatore di XML AVCP Generatore di XML Perché è necessario... 2 Come Funziona... 3 Appalto... 3 Indice... 5 Anagrafiche... 6 Lotto... 7 Partecipanti... 9 Partecipante in Solitario (Partecipante)... 9 Partecipante in Raggruppamento...

Dettagli

Gestione Informatica dell archivio documenti. Computer software. Versione 7

Gestione Informatica dell archivio documenti. Computer software. Versione 7 Computer software Versione 7 Produttore MultiMedia it S.n.c. Distributore TeamSystem S.p.a. Caratteristiche Tecniche Linguaggio di Programmazione Sistema operativo client Sistema operativo server Occupazione

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

ACQUISTI DI BENI E SERVIZI IN MEPA E CONSIP

ACQUISTI DI BENI E SERVIZI IN MEPA E CONSIP ACQUISTI DI BENI E SERVIZI IN MEPA E CONSIP Vista la Legge N 228 del 24/12/2012 (entrata in vigore il 01/01/2013) e la circolare n 18/2013 Prot. N. 11054, nell ottica di procedere in modo uniforme all

Dettagli

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali Manuale d uso Gestione Aziendale Software per l azienda Software per librerie Software per agenti editoriali 1997-2008 Bazzacco Maurizio Tutti i diritti riservati. Prima edizione: settembre 2003. Finito

Dettagli

Guida al programma 1

Guida al programma 1 Guida al programma 1 Vicenza, 08 gennaio 2006 MENU FILE FILE Cambia utente: da questa funzione è possibile effettuare la connessione al programma con un altro utente senza uscire dalla procedura. Uscita:

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Simplex Gestione Hotel

Simplex Gestione Hotel Simplex Gestione Hotel Revisione documento 01-2012 Questo documento contiene le istruzioni per l'utilizzo del software Simplex Gestione Hotel. E' consentita la riproduzione e la distribuzione da parte

Dettagli

Attività relative al primo anno

Attività relative al primo anno PIANO OPERATIVO L obiettivo delle attività oggetto di convenzione è il perfezionamento dei sistemi software, l allineamento dei dati pregressi e il costante aggiornamento dei report delle partecipazioni

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Dispone: Prot. n. 2014/159941 Modalità operative per l inclusione nella banca dati dei soggetti passivi che effettuano operazioni intracomunitarie, di cui all art. 17 del Regolamento (UE) n. 904/2010 del Consiglio

Dettagli

DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITÀ, VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ AI FINI IVA

DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITÀ, VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ AI FINI IVA AA9/11 DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITÀ, VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ AI FINI IVA (IMPRESE INDIVIDUALI E LAVORATORI AUTONOMI) ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE (ove non diversamente specificato,

Dettagli

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti:

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: Benvenuto su RLI WEB L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: richieste di registrazione dei contratti di locazione di beni immobili e affitto fondi rustici;

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE Guida d uso per la registrazione e l accesso Ver 3.0 del 22/11/2013 Pag. 1 di 16 Sommario 1. Registrazione sul portale GSE... 3 2. Accesso al Portale... 8 2.1 Accesso alle

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 17 giugno 2014 Modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici ed alla loro riproduzione su diversi tipi di supporto -

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli