Presupposti per una sana gestione di progetti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Presupposti per una sana gestione di progetti"

Transcript

1 Presupposti per una sana gestione di progetti Conferenza Hermes Manno, 16 novembre 2006 Sonia Boutari, PMP

2 Indice 1 2 I progetti: più successi o più fallimenti? Management di progetto: il COSA (WHAT) 3 Benefici di una metodologia rivolta ai progetti 4 La metodologia Hermes: il COME (HOW) ed il PMBOK 5 Conclusione Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 2

3 Principali cause di fallimento dei progetti... Analisi dei rischi Risorse Umane ed altre Team di progetto Investimenti Pianificazione Modifiche Fallimento del progetto Management della informazione Bonus / Penalità La direzione aziendale Costi Tempi Capo Progetto Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 3

4 nel mondo informatico Secondo lo Standish Group Chaos Study, 2001 Soltanto 28% dei progetti informatici riescono nel rispetto dei tempi e budget previsti (erano16% nel 1994) I motivi di successo: Utilizzo di processi di management Utilizzo di strumenti per il monitoraggio e controllo dell avanzamento lavori Maggiori competenze dei capi progetto In particolare: 97% hanno un capo progetto assegnato ufficialmente 58% utilizzano uno specifico sistema di misura 46% utilizzano una metodologia di management di progetto Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 4

5 altre testimonianze Gartner Inc. (proiezione valida per gli USA) 75 Miliardi $ spesi annualmente in progetti informatici che falliscono Principale motivo di fallimento : mancata metodologia di management di progetto (fonte: PM Solutions The Value of Project Management 2002) Helion S.A. (Polonia) - editore L applicazione dei principi di management di progetto ha permesso 30% riduzione dei costi operativi 60% crescita di mercato 30% riduzione del time-to-market (fonte: PM Network Septembre 2006) Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 5

6 Indice 1 2 I progetti: più successi o più fallimenti? Management di progetto: il COSA (WHAT) 3 Benefici di una metodologia rivolta ai progetti 4 La metodologia Hermes: il COME (HOW) ed il PMBOK 5 Conclusione Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 6

7 Il Management di progetto Quali correnti? Varie scuole di pensiero, associazioni, approcci... IPMA, APM, AFNOR, PMI,... TOC (Theory of Constraints), extreme project management, Agile project management,... Tra le maggiori associazioni: Project Management Institute (PMI ) fondato nel 1969 Oltre membri in circa 120 Stati (sui cinque continenti) Oltre capi progetto con certificazioni (PMP (1) o CAPM (2) ) Innumerevoli pubblicazioni professionali La pubblicazione del PMBOK tradotto in circa 12 lingue (poco meno di 2 millioni di copie vendute ad oggi) Il sito: (1) PMP: Project Management Professional (2) CAPM: Certified Associate in Project Management Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 7

8 Il Management di progetto Lo standard del PMI Il Project Management Body of Knowledge o PMBOK Una guida strutturata che contempli le migliori pratiche per il management di progetti (progetti singoli) Applicabile a tutti i tipi di progetti, in qualunque tipo di azienda ed in qualsiasi industria / settore Un punto di riferimento autorevole per la disciplina di management di progetto Uno standard ANSI alla sua terza versione (2004) Il PMBOK non pretende essere ne esauriente ne esaustivo Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 8

9 Management di progetto Il PMBOK alias il COSA Il management di progetto: È l applicazione di conoscenze, competenze, strumenti e tecniche alle attività di gestione di progetto per realizzarne gli obiettivi Si compie con l utilizzo e l integrazione di processi di avvio, pianificazione, esecuzione, monitoraggio e controllo, e chiusura Comprende: Identificazione dei requisiti Definizione di obiettivi chiari e raggiungibili Bilanciamento tra requisiti di qualità, ampiezza dello scopo, tempi e costi impartiti Adeguamento delle specifiche, dei piani e dell approccio alle aspettative e preoccupazioni delle parti coinvolte nel e dal progetto Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 9

10 Management di progetto L approccio del PMBOK Il management di progetto è definito attraverso: 9 Aree di Conoscenza 5 Gruppi di Processi 44 singoli processi sparsi nei 5 Gruppi Il PMBOK ha un approccio per processi (processbased) I Gruppi di Processi sono applicabili Sia ad una fase di progetto Sia all insieme del progetto I Gruppi di Processi s interfacciano tra loro ma possono anche sovrapporsi L insieme dei processi utilizzati nello svolgimento di un progetto costituisce il ciclo di vita del management di progetto Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 10

11 Lo standard del PMBOK Le Aree di Conoscenza Scopo Tempi Integrazione 9 Aree di Conoscenza Costi Approvvigionamenti Qualità Rischi Comunicazioni Risorse Umane Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 11

12 Lo standard del PMBOK I Gruppi di Processi Definizione ed autorizzazione del progetto o di una sua fase Avvio Pianificazione Definizione e precisazione degli obiettivi nonchè pianificazione delle azioni del progetto Rilevamento e controllo delle azioni di progetto nonchè definizione di azioni correttive Monitoraggio e Controllo Esecuzione Coordinamento delle persone ed altre risorse durante lo svolgimento del progetto Chiusura Formalizzazione dell accettazione di quanto prodotto e chiusura del progetto Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 12

13 PMBOK - Aree di Conoscenza, Gruppi di Processi e Processi (esempio) Avvio Pianificazione Esecuzione Monitoraggio e Controllo Chiusura 7. COSTI del PROGETTO 7.1 Stima dei costi 7.2 Calcolo del budget 7.3 Controllo dei costi 8. QUALITÀ del PROGETTO 8.1 Piani ficazione della qualità 8.2 Applicazione della Quality Assurance 8.3 Applicazione del controllo della qualità 9. RISORSE UMANE del PROGETTO 9.1 Pianificazione delle risorse umane 9.2 Costituzione della squadra di progetto 9.3 Guida dello sviluppo della squadra di progetto 9.4 Direzione della squadra di progetto 10. COMUNICAZIONI del PROGETTO 10.1 Pianificazione delle comunicazioni 10.2 Diffusione dell informazione 10.3 Raccolta dei dati e distribuzione dei rapporti sullo stato del progetto 10.4 Gestione delle parti coinvolte nel progetto Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 13

14 PMBOK Il singolo processo Avvio Pianificazione Esecuzione Monitoraggio e Controllo Chiusura 7. COSTI del PROGETTO 7.1 Stima dei costi 7.2 Calcolo del budget 7.3 Controllo dei costi Dati in Entrata (es.) Costi iniziali Informazioni sull avanzamento lavori Richieste di modifica accettate. Strumenti e Tecniche (es.) Analisi delle performance rilevate (i.e. Cost Performance Index) Revisione delle performance del progetto (i.e. EV, Trend Analysis)... Dati in Uscita (es.) Revisione delle stime Azioni correttive da intraprendere. Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 14

15 Lo standard del PMBOK Deming ed i Gruppi di processi Rappresentazione dei Gruppi di Processi secondo il modello di Deming per sottolineare l interazione che esiste tra questi gruppi Controllo e Monitoraggio Plan Do Pianificazione Avvio Chiusura Act Check Esecuzione (Fonte PMBOK Guide - Third edition) Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 15

16 Lo standard del PMBOK I limiti del progetto Limiti del progetto Controllo e Monitoraggio Pianificazione Consegne del progetto Utilizzatori Iniziatore / Mandante del progetto Dati in entrata al progetto Avvio Chiusura Clôture Esecuzione Registrazioni del progetto Attivo organizzativo (Fonte PMBOK Guide - Third edition) Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 16

17 Lo standard del PMBOK Applicazione dei gruppi di processi Gruppi di processi del progetto Ciclo di vita Fase Fase Fase (Fonte PMBOK Guide - Third edition) Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 17

18 Il management di progetto Che cosa offre il PMBOK? Ciascuno dei 44 singoli processi è descritto con i suoi: Dati in entrata Strumenti e tecniche più idonei Dati in uscita Non tutti i processi ne tutti i rispettivi dati, tecniche e strumenti sono utilizzabili da tutti i progetti, e proprio in questo consiste la flessibilità dello standard Gli strumenti e le tecniche non sono descritte esaurientemente; sono fornite indicazioni generali, al fine di dare la possibilità di selezionare quelli più adatti al caso Le attività di management di progetto sono di supporto ad un management di portafoglio di progetti e ad un programma, e ciò consente la sua integrazione con altri processi Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 18

19 Indice 1 2 I progetti: più successi o più fallimenti? Management di progetto: il COSA (WHAT) 3 Benefici di una metodologia orientata ai progetti 4 La metodologia Hermes: il COME (HOW) ed il PMBOK 5 Conclusione Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 19

20 Metodo e metodologia, in generale Metodo e metodologia sono spesso usati indistintamente Per la precisione: Metodo = insieme ordinato di principi, di regole, di passi che permettono di ottenere un determinato risultato Metodologia = insieme di metodi e di tecniche consoni ad una determinata disciplina Al management di progetto, una metodologia offre: Uno specifico quadro di lavoro (processi repetibili, linee guida, tecniche di lavoro) Non trascurabili prospettive di successo Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 20

21 Una metodologia è utile al capo progetto, all azienda... Per il capo progetto Maggiore visibilità e quindi possibilità di controllo Maggiore garanzia di rispetto dei tempi, del budget e di un buon livello di qualità Attitudini e azioni attive piuttosto che reattive Costituzione di una squadra e non di un gruppo di persone Disponibilità di dati su esperienze precedenti Per l azienda Possibilità di consolidare i dati di vari progetti possibilità di paragone tra progetti simili Corretta interpretazione delle informazioni Capacità di stabilire propri benchmarks Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 21

22 ed al gruppo di management di progetto La metodologia consente alle squadre di progetto e alle loro interfacce di: Utilizzare un lessico comune Uniformare l approccio alla gestione delle singole attività Assicurare un massimo di qualità Migliorare le performance personali Facilitare la comunicazione Contribuire a mantenere la memoria delle esperienze fatte Accrescere le probabilità di riuscita del progetto Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 22

23 Le posizioni rispetto all uso di una metodologia sono varie I sostenitori dichiarano Essere più atti a rispettare tempi / costi / qualità Riuscire spesso ad ottimizzare l uso delle risorse Inquadrare meglio le esigenze ed attese dei clienti Gestire con maggiore consapevolezza gli aspetti problematici Gli insoddisfatti lamentano Un eccesso di lavoro Una eccessiva lentezza a reaggire alle richieste di cambiamento Una causa di disattenzione rispetto agli obiettivi del progetto Chi ha ragione e chi ha torto? Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 23

24 Una metodologia deve essere adattabile Una metodologia di management di progetto: Non si deve applicare indiscriminatamente Non deve trasformarsi in un iter amministrativo Non deve prevalere sullo spirito di iniziativa Il capo progetto deve poterla ritagliare secondo le esigenze dettate: Dal tipo di progetto Dal ciclo di vita del progetto Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 24

25 Metodologia Quali principali caratteristiche Una metodologia deve essere un mezzo capace di adattarsi al livello di rigore richiesto dal management di un progetto Le tecniche di management di progetto ed il livello di rigore devono essere consoni agli specifici rischi ed opportunità di ciascun progetto Una metodologia flessibile fornisce quindi la possibilità di rispondere ai soli requisiti di complessità del progetto, ritagliandola su misura Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 25

26 I suggerimenti di J. Charvat (Project Management Methodologies, 2003) Complexity Use light methodology Use heavy methodology Very High Program High Large A Large B Large C Medium Medium A Medium B Medium C Low Small A Small B Small C Time 1-2 mo 2-6 mo 6-12 mo mo > 2 years Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 26

27 La scelta della metodologia Le aziende implementano una metodologia: Sia acquistandola da un altra azienda Sia sviluppandola Sia personalizzando una metodologia presente sul mercato L uso di una metodologia non idonea può avere conseguenze disastrose: Slittamenti Problemi di comunicazione Totale affidamento alle sole capacità della metodologia per il successo del progetto Spreco di tempo e di risorse per attività amministrative non utili Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 27

28 Indice 1 2 I progetti: più successi o più fallimenti? Management di progetto: il COSA (WHAT) 3 Benefici di una metodologia rivolta ai progetti 4 La metodologia Hermes: il COME (HOW) ed il PMBOK 5 Conclusione Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 28

29 Tipi di metodologie Numerose metodologie a volte costose, complesse o rigide Due tipi: La metodologia SDM (Systems Development Methodology): suggerisce le tappe da seguire per creare un prodotto informatico spesso comprende alcune funzionalità di management di progetto La metodologia PMM (Project Management Methodology): stabilisce come pianificare, organizzare e controllare tutte le attività svolte nelle varie fasi del SDM È idonea a qualunque tipo di progetto (non solo informatico) Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 29

30 Il PMBOK e Hermes: Il COSA ed il COME Il PMBOK tratta del COSA - un procedimento basato sulle migliori pratiche conosciute I processi di management e le verifiche necessarie I tipi di dati che servono ai vari processi e quelli che si otterrebbero al termine della loro esecuzione I tipi di strumenti e di tecniche di appoggio ai processi Hermes stabilisce il COME : la messa in pratica Un procedimento per processi con traguardi per le prese di decisioni Degli strumenti e tecniche già implementate, da utilizzare Dei ruoli e responsabilità definiti per le parti in gioco La natura dei dati e dei risultati da ottenere Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 30

31 La metodologia Hermes alias il COME Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 31

32 Hermes ed il PMBOK ciclo di vita del management di progetto Avvio Pianificazione * Iterazione Esecuzione Chiusura Controllo Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 32

33 Hermes ed il PMBOK...fasi / ciclo di vita del progetto Ciclo di vita Fase Fase Fase Fase Fase Fase Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 33

34 Hermes ed il PMBOK. stessi criteri di successo H E R M E S Tempistica Costi Specifiche + Qualità PMBOK Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 34

35 Le similitudini Lo standard ANSI (il PMBOK ) e la metodologia assodata (Hermes) mostrano come: I tradizionali processi di management di progetto definiti dal PMBOK sono applicati anche da Hermes Gli stessi criteri di successo di un progetto sono riconosciuti da entrambi Tuute le caratteristiche aggiuntive di Hermes non possono che accrescere le probabilità di successo di un progetto (informatico o meno) Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 35

36 Hermes come metodologia per altri progetti? Se il PMBOK conviene a qualsiasi tipo di progetto, perchè non sarebbe lo stesso anche per la metodologia Hermes? La metodologia Hermes comprende: Un iter metodico (passi, risultati/consegne, ruoli e controlli) Innumerevoli strumenti e tecniche utilizzabili con poca o nessuna modifica Un corredo di documentazione, abbondante, tradotta e gratuita Una certificazione che garantisce la qualità del suo utilizzo Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 36

37 Indice 1 2 I progetti: più successi o più fallimenti? Management di progetto: il COSA (WHAT) 3 Benefici di una metodologia rivolta ai progetti 4 La metodologia Hermes: il COME (HOW) ed il PMBOK 5 Conclusione Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 37

38 A cos altro può servire una metodologia? Una metodologia di management di progetto: Aggevola il cammino verso una certificazione di tipo aziendale (i.e. CMMI) Fornisce supporto alla realizzazione di un management di portafoglio di progetti e di programmi Rappresenta un fattore importante di crescita della maturità dell azienda Garantisce l allineamento dei progetti sulle strategie aziendali Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 38

39 Quali vantaggi per il capo progetto? L impiego di una metodologia per il capo progetto significa, tra l altro: Percorrere nell ordine le tappe del management di progetto Non dover convincere superiori e colleghi quanto al valore delle tecniche di management di progetto Poter scambiare esperienze con altri capi progetto (della stessa azienda o meno) Favorire la propria crescita professionale Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 39

40 Metodologia Le cautele Una metodologia non è un toccasana per tutti i problemi di progetto Una metodologia deve essere accompagnata da: Un effecttivo contributo/supporto della direzione aziendale Delle competenze Una sua accettazione da parte di tutti Una metodologia è un componente chiave che consente l identificazione di tutto quanto sia necessario al progetto Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 40

41 Allora, quali presupposti per una sana gestione di progetti? CERTIFICAZIONI Processi aziendali REGOLAMENTI LEGISLAZIONE CONTESTO TEMPI RISORSE Specifiche e Qualità PERSONALE CONOSCENZE COMPETENZE Processi del progetto METODOLOGIE Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 41

42 E per concludere Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 42

43 Sonia Boutari, PMP Conferenza Hermes Manno, 16/11/06 43

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP www.formazione.ilsole24ore.com PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP ROMA, DAL 19 NOVEMBRE 2012-1 a edizione MASTER DI SPECIALIZZAZIONE In collaborazione con: PER PROFESSIONISTI

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali

ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali Cos è un progetto? Un iniziativa temporanea intrapresa per creare un prodotto o un servizio univoco (PMI - Project Management

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO 2015 FORMAZIONE HSE - HEALTH SAFETY ENVIRONMENT Salute e Sicurezza RLS - Formazione Base S.S.1 32 RLSA S.S.2 64 RLS - Aggiornamento S.S.3

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT EXECUTIVE PERCORSO DI CERTIFICAZIONE PMP PROFESSIONAL. Project Management 26 MARZO - 24 LUGLIO 2015

PROJECT MANAGEMENT EXECUTIVE PERCORSO DI CERTIFICAZIONE PMP PROFESSIONAL. Project Management 26 MARZO - 24 LUGLIO 2015 PROJECT MANAGEMENT EXECUTIVE PERCORSO DI CERTIFICAZIONE PMP PROJECT MANAGEMENT PROFESSIONAL CON LA SUPERVISIONE SCIENTIFICA DI XVIII Edizione / Formula weekend 26 MARZO - 24 LUGLIO 2015 Z1099 2015 Project

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

Gli Standard hanno lo scopo di:

Gli Standard hanno lo scopo di: STANDARD INTERNAZIONALI PER LA PRATICA PROFESSIONALE DELL INTERNAL AUDITING (STANDARD) Introduzione agli Standard L attività di Internal audit è svolta in contesti giuridici e culturali diversi, all interno

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Dall Idea al Progetto

Dall Idea al Progetto CORSO DI EUROPROGETTAZIONE MODULO 2 Dall Idea al Progetto DOTT. GIANLUCA COPPOLA Direttore generale - Responsabile Progetti Europei 1 CAPITOLO 1 STRUTTURARE UN PROGETTO Modulo 2 Dall Idea al Progetto 2

Dettagli

Earned Value e monitoring del progetto

Earned Value e monitoring del progetto IT Project Management Lezione 8 Earned Value Federica Spiga A.A. 2009-2010 1 Aspetti economico-finanziari (1) Costi C Fine progetto T Tempo La curva a S è chiamata baseline dei costi risultato dell aggregazione

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

DELL IPS G. RAVIZZA SECONDO LA NORMA ISO 9001:2008

DELL IPS G. RAVIZZA SECONDO LA NORMA ISO 9001:2008 IL SISTEMA GESTIONE QUALITA DELL IPS G. RAVIZZA SECONDO LA NORMA ISO 9001:2008 Col termine know-how ( so come ) si definisce il patrimonio brevettuale e brevettabile di un azienda, per la quale rappresenta

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

dei processi di customer service

dei processi di customer service WHITE PAPER APRILE 2013 Il Business Process Orchestrator dei processi di customer service Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente documento sono di proprietà esclusiva

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate

Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate 6.1 Metodi per lo sviluppo di nuovi prodotti (MSNP) Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate Questo capitolo presenta alcune metodologie per gestire al meglio

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management GESTIRE CON SUCCESSO UNA TRATTATIVA COMMERCIALE di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management OTTENERE FIDUCIA: I SEI LIVELLI DI RESISTENZA Che cosa comprano i clienti? Un prodotto? Un servizio?

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com http://www.sinedi.com ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1 L estrema competitività dei mercati e i rapidi e continui cambiamenti degli scenari in cui operano le imprese impongono ai

Dettagli

Gestire l innovazione nelle PMI. Il Project Management come competenza manageriale

Gestire l innovazione nelle PMI. Il Project Management come competenza manageriale Gestire l innovazione nelle PMI Il Project Management come competenza manageriale Indice Presentazione Pag. Gli autori» Introduzione» 1. Il contesto di riferimento del Project Management nei progetti di

Dettagli

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS

DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS AGENDA Il contesto la strategia europea Significati e definizioni Disseminazione:quando e come, a beneficio di chi? Youthpass Link e materiali di disseminazione

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT Lo standard internazionale di PM per gestire l innovazione nei prodotti e nei servizi, le commesse, i progetti di miglioramento

PROJECT MANAGEMENT Lo standard internazionale di PM per gestire l innovazione nei prodotti e nei servizi, le commesse, i progetti di miglioramento LA GUIDA DEL SOLE 24 ORE AL PROJECT MANAGEMENT Lo standard internazionale di PM per gestire l innovazione nei prodotti e nei servizi, le commesse, i progetti di miglioramento Stefano Tonchia e Fabio Nonino

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Master s Certificate in Project Management

Master s Certificate in Project Management Leader mondiale nella formazione del Project Management MCPM Master s Certificate in Project Management Accelera la tua carriera grazie a una certificazione internazionale Master s Certificate in Project

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

ADVANCED MES SOLUTIONS

ADVANCED MES SOLUTIONS ADVANCED MES SOLUTIONS PRODUZIONE MATERIALI QUALITA MANUTENZIONE HR IIIIIIIIIaaa Open Data S.r.l. all rights reserved About OPERA OPERA MES è il software proprietario di Open Data. È un prodotto completo,

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Enterprise Content Management. Terminologia. KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa. Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult

Enterprise Content Management. Terminologia. KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa. Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult Terminologia Ci sono alcuni termini che, a vario titolo, hanno a che fare col tema dell intervento KM ECM BPM E20 Enterprise

Dettagli

L organizzazione di un Project Management Office (PMO) innovativo per la gestione del valore dell azienda. a cura di. Ing. Michele Maritato, PMP

L organizzazione di un Project Management Office (PMO) innovativo per la gestione del valore dell azienda. a cura di. Ing. Michele Maritato, PMP L organizzazione di un Project Management Office (PMO) innovativo per la gestione del valore dell azienda a cura di Ing. Michele Maritato, PMP Il presente documento è stato redatto dall ing. Michele Maritato

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

Business Process Redesign

Business Process Redesign Business Process Redesign I servizi offerti da Nòema 1 Riorganizzare le strutture organizzative significa cercare di conciliare l efficienza delle attività con le aspettative delle persone che costituiscono

Dettagli

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO?

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO? Percorso B. Modulo 4 Ambienti di Apprendimento e TIC Guida sintetica agli Elementi Essenziali e Approfondimenti (di Antonio Ecca), e slide per i formatori. A cura di Alberto Pian (alberto.pian@fastwebnet.it)

Dettagli

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme.

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme. Sme.UP ERP Retail BI & CPM Dynamic IT Mgt Web & Mobile Business Performance & Transformation 5% SCEGLIERE PER COMPETERE BI e CPM, una necessità per le aziende i modelli funzionali sviluppati da Sme.UP

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

CATALOGO FORMAZIONE 2015

CATALOGO FORMAZIONE 2015 CATALOGO FORMAZIONE 2015 www.cogitek.it Sommario Introduzione... 4 Area Tematica: Information & Communication Technology... 5 ITIL (ITIL is a registered trade mark of AXELOS Limited)... 6 Percorso Formativo

Dettagli

Progetto BPR: Business Process Reengineering

Progetto BPR: Business Process Reengineering Progetto BPR: Business Process Reengineering Riflessioni frutto di esperienze concrete PER LA CORRETTA INTERPRETAZIONE DELLE PAGINE SEGUENTI SI DEVE TENERE CONTO DI QUANTO ILLUSTRATO ORALMENTE Obiettivo

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Il software per la gestione smart del Call Center

Il software per la gestione smart del Call Center Connecting Business with Technology Solutions. Il software per la gestione smart del Call Center Center Group srl 1 Comunica : per la gestione intelligente del tuo call center Comunica è una web application

Dettagli

Master in Archeologia preventiva & Management del rischio. archeologico. Luiss Business School Roma, ottobre 2011

Master in Archeologia preventiva & Management del rischio. archeologico. Luiss Business School Roma, ottobre 2011 Master in Archeologia preventiva & Management del rischio archeologico Luiss Business School Roma, ottobre 2011 Mercato e scenario di riferimento (1/2) La figura dell archeologo ha subito negli ultimi

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI CORSO DI LAUREA IN INFORMATICA Prova Finale GESTIONE DELLA TRANSIZIONE SECONDO LO STANDARD ITIL ITIL SERVICE TRANSITION

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Ricognizione di alcune Best Practice

Ricognizione di alcune Best Practice Linee guida sulla qualità dei beni e dei servizi ICT per la definizione ed il governo dei contratti della Pubblica Amministrazione Manuale di riferimento Ricognizione di alcune Best Practice applicabili

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI COMMISSIONE PARITETICA PER I PRINCIPI DI REVISIONE LA COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI

Dettagli

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione Reliability Management La gestione del processo di Sviluppo Prodotto Ing. Andrea Calisti www.indcons.eu Chi sono... Andrea CALISTI Ingegnere meccanico dal 1995 al 2009 nel Gruppo Fiat Assistenza Clienti

Dettagli

LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE

LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE Prof. MARCO GIULIANI Docente di Economia Aziendale Università Politecnica delle Marche Socio LIVE m.giuliani@univpm.it Jesi, 11 ottobre 2013 1 Prime

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

UNIVERSITA DI PALERMO

UNIVERSITA DI PALERMO PILLAR OBIETTIVO SPECIFICO MASTER CALL CALL INDUSTRIAL LEADERSHIP LEADERSHIP IN ENABLING AND INDUSTRIAL TECHNOLOGIES (LEIT) H2020-SPIRE-2014-2015 - CALL FOR SPIRE - SUSTAINABLE PROCESS INDUSTRIES H2020-SPIRE-2014

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli