DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA ELETTRICA Università degli Studi di Pavia

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA ELETTRICA Università degli Studi di Pavia"

Transcript

1 DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA ELETTRICA Università degli Studi di Pavia Via A. Ferrata, PAVIA Tel Fax Partita IVA Università Pavia, 29 settembre 2009 Comune di Vellezzo Bellini Via Municipio, VELLEZZO BELLINI (PV) c.a. Sig. Sindaco Dott. Ing. Graziano Boriotti Oggetto: Misura di campi elettromagnetici a frequenza industriale generati dalla linea aerea a 132 kv n. 166 st Lacchiarella cp Pavia Ovest cs FS Pavia in Comune di Vellezzo Bellini (PV).

2 I. Premessa In riferimento alla Vostra gradita richiesta del , personale qualificato del Dipartimento di Ingegneria Elettrica dell Università di Pavia, in data , , e , ha provveduto ad effettuare una campagna di misure, presso l area di futura edificazione del nuovo plesso scolastico nel Comune di Vellezzo Bellini, al fine di valutare il campo elettromagnetico generato da un elettrodotto a 132 kv (meglio identificato come n. 166 st Lacchiarella cp Pavia Ovest cs FS Pavia ). Si tratta di una linea aerea a singola terna con fune di guardia. Si dà atto che l Amministrazione Comunale ha fornito ampia documentazione tecnica di supporto, in particolare: il progetto di edificazione del nuovo plesso scolastico comunale, approvato nell ambito del piano regolatore vigente, la documentazione inerente la linea elettrica in oggetto, originata da TERNA SpA, in quanto gestore di rete, qui riprodotta in Appendice B. Le misure in bassa frequenza (50 Hz) sono state effettuate utilizzando il misuratore portatile di campi elettromagnetici PMM 8053A dotato di sonda PMM EHP-50B in uso presso il Dipartimento di Ingegneria Elettrica dell Università di Pavia; preliminarmente, la calibrazione del misuratore e della sonda era stata accordata con la stessa strumentazione in uso presso ARPA, Dipartimento di Pavia, in data Tale sistema è adatto a misurare sia il campo elettrico che il campo magnetico nell intervallo di frequenze 5 Hz 100 khz con un errore entro il 3 %.

3 II. Limiti di legge a 50 Hz Il DPCM 8 luglio 2003 è il decreto applicativo della legge quadro n. 36 del sui campi elettromagnetici in bassa frequenza. All art. 3 vengono indicati il limite di 10 μt per il campo magnetico e di 5 kv/m per il campo elettrico. All art. 4 comma 1 è fissato l obiettivo di qualità di 3 μt per il valore dell induzione magnetica, da intendersi come mediana dei valori nell arco delle 24 ore nelle normali condizioni di esercizio per quanto riguarda la progettazione di nuovi elettrodotti in corrispondenza di aree gioco per l infanzia, di ambienti abitativi, di ambienti scolastici e di luoghi adibiti a permanenze non inferiori a quattro ore e la progettazione di nuovi insediamenti, e di nuove aree di cui sopra, in prossimità di installazioni elettriche già presenti nel territorio. Nel caso in esame (progettazione di nuovo insediamento scolastico) i limiti di legge sono quindi 5 kv/m per il campo elettrico e 3 μt per il campo magnetico. III. Risultati delle misure a 50 Hz in prossimità dell angolo della palestra del futuro plesso scolastico Le misure sono state effettuate nei pressi della linea elettrica nei punti riportati in Tabella I e Tabella II, con riferimento alla planimetria allegata (Fig. 1 in Appendice A), il giorno in orario compreso tra le e le Si precisa che nella regione considerata non sono presenti altre linee elettriche, aeree o in cavo, che possano dare luogo ad interferenza. Inoltre, tutte le misure riportate nella presente relazione sono state eseguite posizionando la sonda ad una quota di metri 1.5 dal suolo.

4 Tabella I. Misurazione dell induzione magnetica B tot in data Distanza dal piede della verticale del conduttore Est (misure a centro campata) BBtot (μt) Ora Max Min RMS 0 metri, sulla verticale Punto A, angolo palestra (secondo il progetto attuale) Tabella II. Misurazione del campo elettrico E tot in data Distanza dal piede della E tot (V/m) verticale del conduttore Est Ora Max Min RMS (misure a centro campata) 0 metri, sulla verticale Si nota che il valore di campo elettrico risulta ampiamente inferiore al limite di 5 kv/m, mentre i valori di campo magnetico sono superiori al limite di 3 μt. E opportuno ricordare che valori di induzione magnetica dell ordine di μt sono comunemente misurabili in ambienti domestici in prossimità di apparecchi elettrici di normale utilizzo, quali comuni elettrodomestici. Il limite di 3 μt imposto dalla legge nel caso in esame risulta particolarmente cautelativo, in quanto si riferisce ad esposizione di durata indefinita. Al fine di verificare il valore del campo magnetico nel punto A, è stata effettuata una registrazione nell arco di 24 ore, come previsto dalla legge. La misurazione è stata effettuata dalle ore 9.45 del per 24 ore, campionando ogni minuto. L andamento del campo di induzione magnetica così misurato è mostrato in Fig. 2 dell Appendice A allegata. E stata calcolata la mediana, come richiede la normativa, che è risultata essere pari a 3.32 μt. Il valore della mediana nelle 24 ore supera i limiti di legge nel punto A.

5 In data si sono effettuate ulteriori misurazioni di campo elettrico e magnetico a partire dal punto al suolo distante due metri dal piede della verticale del conduttore Est, muovendo verso Est perpendicolarmente al conduttore, a centro campata, come mostrato nella planimetria allegata (punti da P 1 a P 10 ). Tabella III. Misurazione dell induzione magnetica B tot in data Distanza dal piede della verticale Ora del conduttore Est (misure a centro campata) BBtot (μt) Max Min RMS P 1 : 2 metri P 2 : 4 metri P 3 : 6 metri P 4 : 8 metri P 5 : 10 metri P 6 : 12 metri P 7 : 14 metri P 8 : 16 metri P 9 : 18 metri P 10 : 20 metri Tabella IV. Misurazione del campo elettrico E tot in data Distanza dal piede della verticale E tot (V/m) del conduttore Est Ora Max Min RMS (misure a centro campata) P 2 : 4 metri Angolo nuova palestra (punto A) P 5 : 10 metri

6 Tutti i valori di campo elettrico risultano ampiamente inferiori al limite di 5 kv/m, mentre non tutti i valori di campo magnetico sono inferiori al limite di 3 μt. Per maggiore chiarezza, in Fig. 3 di Appendice A viene riportato il grafico dell andamento del campo di induzione magnetica al variare della distanza dal piede della verticale del conduttore Est (punti da P 1 a P 10 ). Si noti che i valori di campo elettrico rimangono inalterati al variare del carico dell elettrodotto, mentre ciò che varia è il valore dell induzione magnetica che dipende linearmente dal carico di corrente. Al fine di verificare, in particolare, il rispetto del valore di 3 μt sono stati richiesti al Gestore di Rete i dati di carico della linea (si allegano in Appendice B le lettere di accompagnamento di TERNA SpA), che sono risultati compresi tra A alle ore e A alle ore La mediana dei valori di carico per la giornata del è stata di 361 A, mentre la massima mediana giornaliera della corrente di linea nel corso dell anno 2008 è stata di 416 A, come comunicato da TERNA SpA. Al fine di confrontare le misure istantanee di induzione magnetica con il carico medio della linea nella stessa giornata del , i valori misurati andrebbero moltiplicati per un coefficiente uguale al rapporto tra la suddetta mediana di corrente e il valore minimo della corrente istantanea nell intervallo di misura, pari a 361/382.5 = Essendo questo rapporto inferiore a 1, si otterrebbero ovviamente valori di induzione magnetica tutti inferiori a quelli misurati. Più significativamente, ricalcolando invece i valori di campo magnetico nella condizione peggiorativa (massima mediana giornaliera della corrente di linea nell anno 2008) i valori di campo magnetico devono essere moltiplicati per un coefficiente uguale al rapporto tra la suddetta mediana di corrente e il valore minore di corrente istantanea nell intervallo di

7 misura pari a 416/382.5 = 1.088; pertanto, il valore massimo di induzione magnetica in ciascun punto è pari a quanto riportato in Tabella V. Tabella V. Misurazione dell induzione magnetica B tot in data , condizione peggiorativa Distanza dal piede della Ora verticale del conduttore Est (misure a centro campata) RMS misurato BBtot (μt) RMS Limite massimo normativo P 1 : 2 metri P 2 : 4 metri P 3 : 6 metri P 4 : 8 metri P 5 : 10 metri P 6 : 12 metri P 7 : 14 metri P 8 : 16 metri P 9 : 18 metri P 10 : 20 metri Considerando quindi la condizione peggiorativa, dal punto P 3 al punto P 10 (quindi, da 6 m a 20 m dal piede della verticale del conduttore Est) vengono rispettati i limiti di legge. Inoltre, poiché i conduttori si trovano più vicini al suolo in corrispondenza di metà campata, spostandosi lungo la direzione dell elettrodotto, a parità di distanza dal piede della verticale del conduttore Est, i valori dei campi non possono che essere inferiori a quelli misurati. In base a quanto sopra riportato, è possibile identificare come zona di rispetto assoluto dell obiettivo di qualità del DPCM 8 luglio 2003 quella a partire da una distanza di metri 6 dal conduttore Est, come meglio riportato in Fig. 4 di Appendice A, ferme restando le attuali condizioni di esercizio della linea.

8 IV. Risultati delle misure a 50 Hz in prossimità delle aule del futuro plesso scolastico Sono stati misurati anche i campi elettrici e magnetici nel punto B indicato nella planimetria allegata, in corrispondenza delle prime aule del futuro plesso scolastico, secondo il progetto attuale. E stata effettuata una registrazione nelle 24 ore a partire dalle ore del , campionando ogni minuto. L andamento del campo di induzione magnetica così misurato è mostrato in Fig. 2 dell Appendice A allegata. E stata calcolata la mediana, come richiede la normativa, che è risultata essere pari a 0.54 μt. Il valore della mediana nelle 24 ore è inferiore ai limiti di legge nel punto B. Il valore della mediana così calcolata ricade nella giornata del , in cui la mediana giornaliera di corrente è di 314 A. Ricalcolando il valore della mediana del campo magnetico nella condizione peggiorativa (massima mediana giornaliera di corrente di linea nell anno 2008), esso deve essere moltiplicato per il coefficiente 416/314 = 1.325, per cui il valore della mediana di induzione magnetica risulta pari a 0.72 μt. Anche nella condizione peggiorativa, quindi, il valore della mediana sulle 24 ore è inferiore ai limiti di legge nel punto B. ore La misurazione del campo elettrico è stata effettuata in data nel punto B alle Tabella VI. Misurazione del campo elettrico E tot in data Luogo Ora E tot [V/m] Max [V/m] Min [V/m] RMS [V/m] punto B Il valore di campo elettrico risulta ampiamente inferiore al limite di 5 kv/m.

9 V. Risultati delle misure a 50 Hz presso l esistente plesso scolastico Le misure sono state effettuate nei pressi dell esistente plesso scolastico nei punti riportati nella seguente tabella, il giorno 16 giugno 2009 in orario compreso tra le e le Sono stati rilevati i seguenti valori di campo magnetico: Tabella VII. Misurazione dell induzione magnetica B tot il 16 giugno 2009 Luogo Ora Valore istantaneo B tot (μt) I piano - Aula 2A I piano Davanti ascensore II piano Aula 1B II piano Aula 5A II piano Aula 4A II piano Corridoio aula informatica E stata effettuata, inoltre, una registrazione nelle 24 ore al primo piano della scuola in data , a partire dalle ore L andamento del campo di induzione magnetica così misurato è mostrato in Fig. 2 dell Appendice A allegata. E stata calcolata la mediana, come richiede la normativa, che è risultata essere pari a 0.03 μt. Il valore della mediana nelle 24 ore è ampiamente inferiore ai limiti di legge al primo piano dell esistente plesso scolastico.

10 VI. Conclusioni Dai valori di campo rilevati nei giorni 22 e 27 maggio, 3 e 16 giugno del corrente anno 2009, presso l area di futura edificazione del nuovo plesso scolastico nel Comune di Vellezzo Bellini in prossimità dell elettrodotto a 132 kv n. 166 st Lacchiarella cp Pavia Ovest cs FS Pavia, si conclude che i valori di campo elettrico non superano in nessun caso i limiti di legge. I valori di induzione magnetica, calcolati come mediana nelle 24 ore secondo la normativa vigente, superano i limiti di legge nel punto A (angolo palestra secondo il corrente progetto). I valori di induzione magnetica, calcolati come mediana nelle 24 ore secondo la normativa vigente, non superano i limiti di legge nel punto B (limite estremo delle prime aule secondo il corrente progetto), neanche considerando la condizione più severa di carico della linea elettrica rispetto all anno Si è inoltre identificata una possibile zona in cui, anche considerando il carico della linea per tutto l anno 2008 e ricalcolando i valori di induzione magnetica nelle condizioni peggiorative, sussiste il rispetto assoluto dei limiti di legge. Infine, i valori di campo rilevati in data presso l attuale plesso scolastico rispettano ampiamente i limiti di legge. Prof. Ing. Paolo Di Barba tel Dott. Ing. Maria Evelina Mognaschi tel

11 APPENDICE A

12 Fig. 1 Planimetria dell area monitorata: i punti di misura (A, B, P 1,, P 10 ) sono evidenziati.

13 Fig. 2 Andamento dell induzione magnetica registrata in tre differenti postazioni (misure nelle 24 ore). Fig. 3 Andamento del campo di induzione magnetica misurata al variare della distanza dal piede della verticale del conduttore Est (punti da P 1 a P 10, cfr Fig. 1).

14 Fig. 4 Identificazione zona di rispetto (verde) dell obiettivo di qualità del DPCM 8 luglio 2003

15 APPENDICE B Informazioni ambientali detenute da autorità pubbliche, per le quali limiti e condizioni di divulgazione sono regolati dalla Legge e che non sono disponibili al pubblico

OGGETTO: misure di campo elettromagnetico effettuate presso la palazzina di via Bettolino Secondo,1 Caleppio di Settala (Milano).

OGGETTO: misure di campo elettromagnetico effettuate presso la palazzina di via Bettolino Secondo,1 Caleppio di Settala (Milano). Dipartimento Provinciale di Milano Sede di Milano Via Filippo Juvara, 22 20129 MILANO Tel. 0274872260/61 Fax 0270124857 U.O. Agenti Fisici Milano Prot. N. Da citare nella risposta Class. 3.3.5 Pratica

Dettagli

Relazione tecnica n. 07_190_ELF del 21.11.2007

Relazione tecnica n. 07_190_ELF del 21.11.2007 CENTRO REGIONALE PER LE RADIAZIONI IONIZZANTI E NON IONIZZANTI Struttura Semplice 21.03 Radiazioni Non Ionizzanti Misure di campo elettrico e magnetico a frequenze estremamente basse (ELF) Cabina ENEL

Dettagli

Relazione tecnica n. 07_187_RF del 20/11/2007

Relazione tecnica n. 07_187_RF del 20/11/2007 CENTRO REGIONALE PER LE RADIAZIONI IONIZZANTI E NON IONIZZANTI Struttura Semplice 21.03 Radiazioni Non Ionizzanti Misura di campi elettrici e magnetici ELF Cabina elettrica di trasformazione MT/BT Via

Dettagli

Analisi campo Elettromagnetico ai sensi del DPCM 8/7/03 Verifica strumentale dell esposizione ai campi elettromagnetici nel Comune di Figino Serenza

Analisi campo Elettromagnetico ai sensi del DPCM 8/7/03 Verifica strumentale dell esposizione ai campi elettromagnetici nel Comune di Figino Serenza Analisi campo Elettromagnetico ai sensi del DPCM 8/7/03 Verifica strumentale dell esposizione ai campi elettromagnetici nel Comune di Figino Serenza Committente Comune di Figino Serenza Data e nome documento

Dettagli

RILEVAZIONE DELL INDUZIONE MAGNETICA AI SENSI DEL DPCM 08.07.03 E DEL RES DEL COMUNE DI CASTELFRANCO DI SOTTO n 32 del 14.07.2010

RILEVAZIONE DELL INDUZIONE MAGNETICA AI SENSI DEL DPCM 08.07.03 E DEL RES DEL COMUNE DI CASTELFRANCO DI SOTTO n 32 del 14.07.2010 RILEVAZIONE DELL INDUZIONE MAGNETICA AI SENSI DEL DPCM 08.07.03 E DEL RES DEL COMUNE DI CASTELFRANCO DI SOTTO n 32 del 14.07.2010 DATA: 07 Febbraio 2014 UBICAZIONE: Piano Lottizzazione Isolato n 3 Castelfranco

Dettagli

PROGETTO DI LINEA ELETTRICA MT-BT IN CAVO SOTTERRANEO E N 1 CABINA DI TRASFORMAZIONE MT-BT IN LOCALITA GOLGO IN AGRO DEL COMUNE DI BAUNEI (OG)

PROGETTO DI LINEA ELETTRICA MT-BT IN CAVO SOTTERRANEO E N 1 CABINA DI TRASFORMAZIONE MT-BT IN LOCALITA GOLGO IN AGRO DEL COMUNE DI BAUNEI (OG) PROGETTO DI LINEA ELETTRICA MT-BT IN CAVO SOTTERRANEO E N 1 CABINA DI TRASFORMAZIONE MT-BT IN LOCALITA GOLGO IN AGRO DEL COMUNE DI BAUNEI (OG) RELAZIONE DI VALUTAZIONE PREVISIONALE CAMPO ELETTRICO E MAGNETICO

Dettagli

35272&2//2',0,685$'(,&$03,(/(775,&2(0$*1(7,&2$+]$,),1,

35272&2//2',0,685$'(,&$03,(/(775,&2(0$*1(7,&2$+]$,),1, 35272&2//2',0,685$'(,&$03,(/(775,&2(0$*1(7,&2$+]$,),1, '(// $33/,&$=,21('(//$'*51 3RVL]LRQLGLPLVXUD - Il sensore deve essere posizionato ad un altezza di 1,5 m dal suolo - La misura deve essere eseguita

Dettagli

NUOVO CENTRO SPORTIVO Bologna Football Club 1909 S.p.a Comune di Granarolo Località Quarto Inferiore Via Prati

NUOVO CENTRO SPORTIVO Bologna Football Club 1909 S.p.a Comune di Granarolo Località Quarto Inferiore Via Prati 31 GENNAIO 2013 NUOVO CENTRO SPORTIVO Bologna Football Club 1909 S.p.a Comune di Granarolo Località Quarto Inferiore Via Prati ARPA Sezione Provinciale di Bologna Direttore Sezione - Dott.ssa M.Adelaide

Dettagli

MISURAZIONE DEI CAMPI ELETTROMAGNETICI DA STAZIONI RADIO BASE NEL COMUNE DI MONSUMMANO TERME

MISURAZIONE DEI CAMPI ELETTROMAGNETICI DA STAZIONI RADIO BASE NEL COMUNE DI MONSUMMANO TERME MISURAZIONE DEI CAMPI ELETTROMAGNETICI DA STAZIONI RADIO BASE NEL COMUNE DI MONSUMMANO TERME Oggetto: SRB c/o stadio Richiedente: Comune di Monsummano Terme (PT) Scandicci, 30 novembre 2012 Il Tecnico

Dettagli

EDILIZIA, descrizione del servizio "Verifica obiettivo di qualità di campo magnetico"

EDILIZIA, descrizione del servizio Verifica obiettivo di qualità di campo magnetico EDILIZIA, descrizione del servizio "Verifica obiettivo di qualità di campo magnetico" Il servizio "Verifica obiettivo di qualità di campo magnetico" (detto anche analisi di impatto magnetico o elettromagnetico)

Dettagli

Dipartimento Provinciale di Ancona Servizio Radiazioni/Rumore

Dipartimento Provinciale di Ancona Servizio Radiazioni/Rumore Dipartimento Provinciale di Ancona Servizio Radiazioni/Rumore RETE DI MONITORAGGIO DEI LIVELLI DI INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO DEL COMUNE DI JESI RAPPORTO ANNO 2009 Servizio Radiazioni/Rumore Dipartimento

Dettagli

Regione Emilia Romagna Provincia di Bologna Comune di Bologna

Regione Emilia Romagna Provincia di Bologna Comune di Bologna Regione Emilia Romagna Provincia di Bologna Comune di Bologna Calcolo dei valori previsionali del campo elettrico del campo elettromagnetico e valutazione delle DPA delle cabine elettriche e dei cavidotti

Dettagli

MISURE DI CAMPI MAGNETICI A FREQUENZA INDUSTRIALE (50 Hz) IN SITI SENSIBILI SITUATI VICINO A LINEE ELETTRICHE NEL COMUNE DI RICCIONE RELAZIONE

MISURE DI CAMPI MAGNETICI A FREQUENZA INDUSTRIALE (50 Hz) IN SITI SENSIBILI SITUATI VICINO A LINEE ELETTRICHE NEL COMUNE DI RICCIONE RELAZIONE MISURE DI CAMPI MAGNETICI A FREQUENZA INDUSTRIALE (50 Hz) IN SITI SENSIBILI SITUATI VICINO A LINEE ELETTRICHE NEL COMUNE DI RICCIONE RELAZIONE Sezione di Rimini Rimini, Ottobre 2014 Composizione del team

Dettagli

PROGETTO STIMA DEI LIVELLI DI CAMPO ELETTRICO E DI CAMPO MAGNETICO GENERATO DA LINEE AEREE AD ALTA TENSIONE NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI FOLIGNO

PROGETTO STIMA DEI LIVELLI DI CAMPO ELETTRICO E DI CAMPO MAGNETICO GENERATO DA LINEE AEREE AD ALTA TENSIONE NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI FOLIGNO PROGETTO STIMA DEI LIVELLI DI CAMPO ELETTRICO E DI CAMPO MAGNETICO GENERATO DA LINEE AEREE AD ALTA TENSIONE NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI FOLIGNO Monica Angelucci - Maila Strappini - Manuela Lucarini Misure

Dettagli

Le disposizioni integrative/interpretative dei decreti 29 maggio 2008

Le disposizioni integrative/interpretative dei decreti 29 maggio 2008 Le disposizioni integrative/interpretative dei decreti 29 maggio 2008 Claudio Baratta - ISPRA Roma 19 aprile 2012 1 Decreti 29 maggio 2008 Decreto del Direttore Generale del Ministero dell'ambiente e della

Dettagli

DETERMINAZIONE DELLA FASCIA DI RISPETTO PER I CAMPI ELETTROMAGNETICI GENERATI DALLE CABINE ELETTRICHE A SERVIZIO DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA

DETERMINAZIONE DELLA FASCIA DI RISPETTO PER I CAMPI ELETTROMAGNETICI GENERATI DALLE CABINE ELETTRICHE A SERVIZIO DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA RELAZIONE TECNICA DETERMINAZIONE DELLA FASCIA DI RISPETTO PER I CAMPI ELETTROMAGNETICI GENERATI DALLE CABINE ELETTRICHE A SERVIZIO DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 933.60kW DA REALIZZARSI PRESSO L AEROPORTO

Dettagli

Dipartimento Provinciale di Ancona Servizio Radiazioni/Rumore

Dipartimento Provinciale di Ancona Servizio Radiazioni/Rumore RETE DI MONITORAGGIO DEI LIVELLI DI INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO DELLA PROVINCIA DI ANCONA RAPPORTO ANNO 2004 Servizio Radiazioni/Rumore Dipartimento Provinciale ARPAM di Ancona La rete di monitoraggio

Dettagli

Dipartimento Provinciale di Ancona Servizio Radiazioni/Rumore

Dipartimento Provinciale di Ancona Servizio Radiazioni/Rumore RETE DI MONITORAGGIO DEI LIVELLI DI INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO DEL COMUNE DI JESI RAPPORTO ANNO 2011 Servizio Radiazioni/Rumore Dipartimento Provinciale ARPAM di Ancona La rete di monitoraggio Il Comune

Dettagli

Spett.li: Istituto Istruzione Superiore S. D Arzo Montecchio Emilia Dirigente Scolastico Rossana Rossi reis00400d@pec.istruzione.

Spett.li: Istituto Istruzione Superiore S. D Arzo Montecchio Emilia Dirigente Scolastico Rossana Rossi reis00400d@pec.istruzione. Sezione Provinciale di Reggio Emilia Via Amendola, 2-42122 Reggio Emilia Tel. 0522/336011 Fax 0522/330546 e-mail: urpre@arpa.emr.it pec: aoore@cert.arpa.emr.it http://www.arpa.emr.it/reggioemilia Pratica

Dettagli

INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO

INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO Programma Regionale I.N.F.E.A. Informazione Formazione ed Educazione Ambientale PROGETTO GEO Sensibilizzazione alla sostenibilità ambientale INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO Dott. A.Zari - Dipartimento A.R.P.A.T.

Dettagli

STUDIO d INGEGNERIA Dr. Ing. ANTONIO VELE via Campizze. 37-83017 - Rotondi AV

STUDIO d INGEGNERIA Dr. Ing. ANTONIO VELE via Campizze. 37-83017 - Rotondi AV STUDIO d INGEGNERIA Dr. Ing. ANTONIO VELE via Campizze. 37-83017 - Rotondi AV COMUNE DI SCAMPITELLA E VALLATA (AVELLINO) PROGETTO DI UN CAMPO EOLICO DA 48 MW VALUTAZIONE DEI CAMPI ELETTRICI E MAGNETICI

Dettagli

TRIBUNALE DI AVELLINO

TRIBUNALE DI AVELLINO Via Ponte Don Melillo 84084 Fisciano (Salerno) TRIBUNALE DI AVELLINO RELAZIONE TECNICA SULLE MISURE DI CAMPO ELETTRICO E MAGNETICO PRESSO LA SEDE DEL TRIBUNALE DI AVELLINO SITA IN PIAZZA D ARMI, 1 COMMITTENTE:

Dettagli

Linea Guida per l applicazione del 5.1.3 dell Allegato al DM 29.05.08 Distanza di prima approssimazione (DPA) da linee e cabine elettriche

Linea Guida per l applicazione del 5.1.3 dell Allegato al DM 29.05.08 Distanza di prima approssimazione (DPA) da linee e cabine elettriche Linea Guida per l applicazione del 5.1.3 dell Allegato al DM 29.05.08 Distanza di prima approssimazione (DPA) da linee e cabine elettriche Enel Distribuzione SpA - Società con socio unico - Sede Legale

Dettagli

Radioprotezione in siti critici

Radioprotezione in siti critici Radioprotezione in siti critici 1 Valeria Petrini, Ph.D. Student DEIS/ARCES - Fondazione Ugo Bordoni valeria.petrini@unibo.it Legge quadro, 36/2001 2 Il quadro di riferimento italiano in materia di esposizione

Dettagli

RETE REGIONALE MONITORAGGIO CAMPI ELETTROMAGNETICI - MODENA

RETE REGIONALE MONITORAGGIO CAMPI ELETTROMAGNETICI - MODENA Report Campagna di misura Abitazione Privata Via Mincio 243/1 Savignano sul Panaro 6 Settembre 16 Ottobre 2013 Le principali sorgenti di campo elettromagnetico ad alta frequenza presenti in questo sito

Dettagli

RELAZIONE TECNICA sulle misure di campo elettromagnetico in BANDA STRETTA E LARGA effettuate nella città di POSITANO (SA)

RELAZIONE TECNICA sulle misure di campo elettromagnetico in BANDA STRETTA E LARGA effettuate nella città di POSITANO (SA) RELAZIONE TECNICA sulle misure di campo elettromagnetico in BANDA STRETTA E LARGA effettuate nella città di POSITANO (SA) 1 SOMMARIO INTRODUZIONE 3 NORMATIVA VIGENTE 4 MISURE IN BANDA STRETTA 5 MISURE

Dettagli

Deliberazione della Giunta Regionale n.1526 del 11 aprile 2000

Deliberazione della Giunta Regionale n.1526 del 11 aprile 2000 Deliberazione della Giunta Regionale n.1526 del 11 aprile 2000 L.R. 03.06.1993, n. 27 e successive modificazioni ed integrazioni: Prevenzione dei danni derivanti dai campi elettromagnetici generati da

Dettagli

In tabella 2 si riportano alcuni parametri statistici del campo elettrico (E) misurato, suddivisi per anno. Valore del Campo Elettrico E (V/m)

In tabella 2 si riportano alcuni parametri statistici del campo elettrico (E) misurato, suddivisi per anno. Valore del Campo Elettrico E (V/m) Report campagne di misura CEM per il sito: Hotel Londra Comune: Cervia Località: Milano Marittima - Periodo: 2003 2008 1. PARAMETRI IDENTIFICATIVI DELLA CAMPAGNA DI MISURA - Luogo dei rilievi: Hotel Londra

Dettagli

PORTICI (NA) RELAZIONE TECNICA sulle misure di campo elettromagnetico in BANDA LARGA effettuate IN QUOTA nella città di

PORTICI (NA) RELAZIONE TECNICA sulle misure di campo elettromagnetico in BANDA LARGA effettuate IN QUOTA nella città di RELAZIONE TECNICA sulle misure di campo elettromagnetico in BANDA LARGA effettuate IN QUOTA nella città di PORTICI (NA) 1 SOMMARIO INTRODUZIONE 3 NORMATIVA VIGENTE 4 MISURE IN BANDA LARGA 5 COPIA DEI CERTIFICATI

Dettagli

Relazione Tecnica. INDAGINI INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO (Wi-Fi) presso SEDE ISPRA di via Vitaliano Brancati 48

Relazione Tecnica. INDAGINI INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO (Wi-Fi) presso SEDE ISPRA di via Vitaliano Brancati 48 Relazione Tecnica INDAGINI INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO (Wi-Fi) presso SEDE ISPRA di via Vitaliano Brancati 48 ISPRA - Roma, 18 maggio 2010 SOMMARIO: : 1 PREMESSA 3 2 SITO OGGETTO DI INDAGINI 3 3 NORMATIVA

Dettagli

si intende il valore di campo elettrico, magnetico ed elettromagnetico, considerato come valore di immissione, definito ai fini della tutela della

si intende il valore di campo elettrico, magnetico ed elettromagnetico, considerato come valore di immissione, definito ai fini della tutela della 1 2 si intende il valore di campo elettrico, magnetico ed elettromagnetico, considerato come valore di immissione, definito ai fini della tutela della salute da effetti acuti, che non deve essere superato

Dettagli

Dipartimento Provinciale di Ancona Servizio Radiazioni/Rumore

Dipartimento Provinciale di Ancona Servizio Radiazioni/Rumore Via Cristoforo Colombo, 106 60127 ANCONA Cod. Fisc./P. IVA 01588450427 TEL. 071/28732.720 /29 - FAX 071/28732.721 e-mail: radiazioni.rumorean@ambiente.marche.it RETE DI MONITORAGGIO DEI LIVELLI DI INQUINAMENTO

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA ESPOSIZIONE A CAMPI ELETTROMAGNETICI

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA ESPOSIZIONE A CAMPI ELETTROMAGNETICI Data 18-02-2010 Rev. N. 00 Pagina 1 di 7 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA ESPOSIZIONE A CAMPI ELETTROMAGNETICI Documento unico formato da 7 pagine INDICE ISTITUTO MAGISTRALE STATALE LEONARDO DA

Dettagli

1. OGGETTO E SCOPO DELLA RELAZIONE 2 2. NORMATIVA DI RIFERIMENTO 2 3. DESCRIZIONE DEGLI IMPIANTI 2 3.1 LINEA MT 2

1. OGGETTO E SCOPO DELLA RELAZIONE 2 2. NORMATIVA DI RIFERIMENTO 2 3. DESCRIZIONE DEGLI IMPIANTI 2 3.1 LINEA MT 2 Sommario 1. OGGETTO E SCOPO DELLA RELAZIONE 2 2. NORMATIVA DI RIFERIMENTO 2 3. DESCRIZIONE DEGLI IMPIANTI 2 3.1 LINEA MT 2 4. MISURE ADOTTATE CONTRO L INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO 2 4.1 PREMESSA 2 4.1.1

Dettagli

INDICE 1 SCOPO 2 RIFERIMENTI 3 CALCOLO DELL INDUZIONE MAGNETICA 4 CONCLUSIONI

INDICE 1 SCOPO 2 RIFERIMENTI 3 CALCOLO DELL INDUZIONE MAGNETICA 4 CONCLUSIONI INDICE 1 SCOPO 2 RIFERIMENTI 3 CALCOLO DELL INDUZIONE MAGNETICA 4 CONCLUSIONI 1 SCOPO Nell ambito della progettazione preliminare del nuovo elettrodotto a doppia terna in cavo 132kV per l alimentazione

Dettagli

MISURE DI CAMPI ELETTROMAGNETICI A RADIOFREQUENZA. Comune di: Pianoro (BO)

MISURE DI CAMPI ELETTROMAGNETICI A RADIOFREQUENZA. Comune di: Pianoro (BO) Sezione provinciale di Bologna Servizio Sistemi Ambientali Allegato 1: Verbale di Accertamento MISURE DI CAMPI ELETTROMAGNETICI A RADIOFREQUENZA Comune di: Pianoro (BO) Siti di misura: Via Padre Marella,

Dettagli

Caratteristiche di una banca dati georeferenziata delle sorgenti: l'esempio di CERT (Catasto Elettrodotti Regione Toscana).

Caratteristiche di una banca dati georeferenziata delle sorgenti: l'esempio di CERT (Catasto Elettrodotti Regione Toscana). Caratteristiche di una banca dati georeferenziata delle sorgenti: l'esempio di CERT (Catasto Elettrodotti Regione Toscana). Master Sistemi Informativi Geografici per il monitoraggio e la gestione del territorio

Dettagli

Nuova edificazione in prossimità di un elettrodotto esistente

Nuova edificazione in prossimità di un elettrodotto esistente tel. 055.32061 - fax 055.5305615 PEC: arpat.protocollo@postacert.toscana.it p.iva 04686190481 Nuova edificazione in prossimità di un elettrodotto esistente Guida pratica per le informazioni sulle fasce

Dettagli

RELAZIONE VCEM: VALUTAZIONE COMPATIBILITA' ELETTROMAGNETICA DELLA CABINA ELETTRICA DI TRASFORMAZIONE VA.I.04 - GENNAIO 2014...

RELAZIONE VCEM: VALUTAZIONE COMPATIBILITA' ELETTROMAGNETICA DELLA CABINA ELETTRICA DI TRASFORMAZIONE VA.I.04 - GENNAIO 2014... RELAZIONE VCEM: VALUTAZIONE COMPATIBILITA' ELETTROMAGNETICA DELLA CABINA ELETTRICA DI TRAFORMAZIONE VA.I.04 - GENNAIO 2014... I N D I C E 1. OGGETTO... 2 1.1. DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 1.2. DEFINIZIONI...

Dettagli

Verifica sperimentale della schermatura dei campi magnetici a 50Hz

Verifica sperimentale della schermatura dei campi magnetici a 50Hz Verifica sperimentale della schermatura dei campi magnetici a 50Hz A cura di: Cappellazzo Luca Con la collaborazione di: Dott. Ing. Roberto Piccin EUROCEMIS - Ponzano Veneto (TV) piccin@eurocemis.it Pagina

Dettagli

Disposizioni integrative/interpretative. Vers. 7.4. Versione definitiva inviata da ISPRA al MATTM per richiederne la pubblicazione

Disposizioni integrative/interpretative. Vers. 7.4. Versione definitiva inviata da ISPRA al MATTM per richiederne la pubblicazione Decreti 29 maggio 2008 Approvazione delle procedure di misura e valutazione dell'induzione magnetica e Approvazione della metodologia di calcolo per la determinazione delle fasce di rispetto per gli elettrodotti

Dettagli

Stima dei livelli di campo elettrico e di campo magnetico generato da linee aeree ad alta tensione nel territorio della Provincia di Perugia

Stima dei livelli di campo elettrico e di campo magnetico generato da linee aeree ad alta tensione nel territorio della Provincia di Perugia Stima dei livelli di campo elettrico e di campo magnetico generato da linee aeree ad alta tensione nel territorio della Provincia di Perugia Relazione di Sintesi Marzo 2005 PREMESSA L attività di studio

Dettagli

Campi elettromagnetici Elektromagnetische Felder

Campi elettromagnetici Elektromagnetische Felder Abteilung 29 Landesagentur für Umwelt Amt 29.8 Labor für physikalische Chemie Ripartizione 29 Agenzia provinciale per l ambiente Ufficio 29.8 Laboratorio di chimica fisica Campi elettromagnetici Elektromagnetische

Dettagli

1 PREMESSA... 3 3 RIEPILOGO DEI RISULTATI... 8 4 CONCLUSIONI... 10

1 PREMESSA... 3 3 RIEPILOGO DEI RISULTATI... 8 4 CONCLUSIONI... 10 Firmato digitalmente da Hermann Kohlloffel O = non presente C = IT 1 PREMESSA... 3 2 EFFETTI DEI CAMPI ELETTROMAGNETICI (CEM) SUGLI ESSERI UMANI... 4 2.1 Riferimenti legislativi... 4 2.2 Metodologia di

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI. Circondario dell Empolese Valdelsa. COMUNE DI MONTESPERTOLI Polo Tecnologico di Casa Sartori

UNIONE DEI COMUNI. Circondario dell Empolese Valdelsa. COMUNE DI MONTESPERTOLI Polo Tecnologico di Casa Sartori UNIONE DEI COMUNI Circondario dell Empolese Valdelsa COMUNE DI MONTESPERTOLI Polo Tecnologico di Casa Sartori valutazione previsionale di impatto elettromagnetico Il tecnico Ing. Filippo Ciolli 1 di 25

Dettagli

R.7 Committente: PARCO REGIONALE MOLENTARGIUS -SALINE PROGETTO PRELIMINARE PROGETTISTI. Relazione ARPAS

R.7 Committente: PARCO REGIONALE MOLENTARGIUS -SALINE PROGETTO PRELIMINARE PROGETTISTI. Relazione ARPAS PROGETTO DI TUTELA AMBIENTALE DELL'AREA DEL BELLAROSA MAGGIORE, DELLE VASCHE DEL RETROLITORALE E DELLA PIANA DI IS ARENAS - PROGETTI DI VALORIZZAZIONE E TUTELA DEL COMPENDIO MOLENTARGIUS, SALINE, LITORALI

Dettagli

RISCHI DA CAMPI ELETTROMAGNETICI E SISTEMI WI-FI

RISCHI DA CAMPI ELETTROMAGNETICI E SISTEMI WI-FI RISCHI DA CAMPI ELETTROMAGNETICI E SISTEMI WI-FI PRINCIPALI FONTI DI CAMPI ELETTROMAGNETICI: ELETTRODOTTI ELETTRODOMESTICI TELEFONIA MOBILE RETI DATI WIRELESS ANTENNE RADIO BC 1 IL CAMPO ELETTRICO È una

Dettagli

IL TRASPORTO E LA DISTRIBUZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA. Livelli di tensione, linee elettriche cabine di trasformazione MT/BT cavi elettrici

IL TRASPORTO E LA DISTRIBUZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA. Livelli di tensione, linee elettriche cabine di trasformazione MT/BT cavi elettrici IL TRASPORTO E LA DISTRIBUZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA Livelli di tensione, linee elettriche cabine di trasformazione MT/BT cavi elettrici www.webalice.it/s.pollini 2 www.webalice.it/s.pollini 3 Componenti

Dettagli

Elettrodotti e fasce di rispetto: l applicazione del DM 29 maggio 2008 (progetto dei nuovi insediamenti di cui all art. 4 DPCM 08/07/2003 in

Elettrodotti e fasce di rispetto: l applicazione del DM 29 maggio 2008 (progetto dei nuovi insediamenti di cui all art. 4 DPCM 08/07/2003 in Elettrodotti e fasce di rispetto: l applicazione del DM 29 maggio 2008 (progetto dei nuovi insediamenti di cui all art. 4 DPCM 08/07/2003 in prossimità di elettrodotti) Linea Guida Febbraio 2009 Pag /

Dettagli

Presentazione Regolamento Comunale per l installazione di impianti di telefonia cellulare e radioelettrici

Presentazione Regolamento Comunale per l installazione di impianti di telefonia cellulare e radioelettrici CITTA DI GIAVENO Presentazione Regolamento Comunale per l installazione di impianti di telefonia cellulare e radioelettrici Anno 2006 1 CAPPELLO La Città di Giaveno ha partecipato ad un protocollo d intesa

Dettagli

PREMESSA... 3 1.0 SIMBOLI, ABBREVIAZIONI E UNITÀ DI MISURA UTILIZZATE NEL TESTO... 4 2.0 DESCRIZIONE DELLE APPARECCHIATURE DI MISURA...

PREMESSA... 3 1.0 SIMBOLI, ABBREVIAZIONI E UNITÀ DI MISURA UTILIZZATE NEL TESTO... 4 2.0 DESCRIZIONE DELLE APPARECCHIATURE DI MISURA... ECOPROGET s.r.l. Via Carriona 430/a 54031 Avenza (MS) Italy Tel 0585/857397 Fax 0585/505284 Cell. 348/5151878 Cell. 348/5151879 e-mail: ecoproget@ecoproget.com web: www.ecoproget.com SPECIALISTI IN AMBIENTE

Dettagli

Razionalizzazione della rete elettrica AT nelle aree di Venezia e Padova

Razionalizzazione della rete elettrica AT nelle aree di Venezia e Padova RAZIONALIZZAZIONE RETE ELETTRICA AT Rev. 00 Pag. 1 di 7 del 15/04/09 Razionalizzazione della rete elettrica AT nelle aree di Venezia e Padova ALTERNATIVE DI TRACCIATO PER ELETTRODOTTO A 380 kv S.E. DOLO

Dettagli

PIANO PROVINCIALE DI LOCALIZZAZIONE DELL'EMITTENZA RADIO-TELEVISIVA Scheda di identificazione dei siti esistenti

PIANO PROVINCIALE DI LOCALIZZAZIONE DELL'EMITTENZA RADIO-TELEVISIVA Scheda di identificazione dei siti esistenti PIANO PROVINCIALE DI LOCALIZZAZIONE DELL'EMITTENZA RADIO-TELEVISIVA Scheda di identificazione dei siti esistenti Sito n. 007-03 Nome MONTE CAVALLO 1 Comune di Località Indirizzo CESENA MONTE CAVALLO Tipologia

Dettagli

AERONAUTICA MILITARE ITALIANA

AERONAUTICA MILITARE ITALIANA AERONAUTICA MILITARE ITALIANA TECHNICAL REPORT SISTEMA DI MONITORAGGIO DELLE EMISSIONI E.M. IN BANDA RADAR E RADIO PRESENTAZIONE ED ANALISI DEI DATI Technical Report 2014-10-09 12:45:45 - Pagina 1/47 CONTESTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE. Approvato con delibera C.C. n. 47 dell 11.6.2002

REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE. Approvato con delibera C.C. n. 47 dell 11.6.2002 REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE Approvato con delibera C.C. n. 47 dell 11.6.2002 Art. 1 FINALITA E OBIETTIVI DEL REGOLAMENTO. 1. Con il presente regolamento, con riferimento

Dettagli

I controlli e le verifiche degli apparecchi di sollevamento secondo il Testo Unico

I controlli e le verifiche degli apparecchi di sollevamento secondo il Testo Unico Dipartimenti Territoriali e Centri di Ricerca I controlli e le verifiche degli apparecchi di sollevamento secondo il Testo Unico Dott. Ing. Amalia Nuzzo Bari, 23 Ottobre 2009 CONVEGNO La sicurezza delle

Dettagli

Liceo Scientifico Statale R.L. Satriani di Petilia Policastro (KR)

Liceo Scientifico Statale R.L. Satriani di Petilia Policastro (KR) Liceo Scientifico Statale R.L. Satriani di Petilia Policastro (KR) Progetto Nazionale SeT progetto nazionale per l educazione scientifica e tecnologica - Annualità 2004 Monitoriamo l ambiente del Parco

Dettagli

MISURA DEI LIVELLI DI CAMPI ELETTROMAGNETICI PRODOTTI DA SISTEMI Wi-Fi

MISURA DEI LIVELLI DI CAMPI ELETTROMAGNETICI PRODOTTI DA SISTEMI Wi-Fi MISURA DEI LIVELLI DI CAMPI ELETTROMAGNETICI PRODOTTI DA SISTEMI Wi-Fi PRESSO L ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI MINERBIO CAVOUR Dott.ssa Cristina Volta Dott. Daniele Bontempelli P.i. Simone Colantonio

Dettagli

COMUNE DI ERACLEA DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA CAMPI ELETTROMAGNETICI

COMUNE DI ERACLEA DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA CAMPI ELETTROMAGNETICI SEDE LEGALE: piazza Garibaldi, 54 30020 Eraclea (VE) DOCUMENTO VALUTAZIONE DEI RISCHI DA CAMPI ELETTROMAGNETICI Redatto ai sensi: Titolo VIII, Capitolo IV del D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81 e s.m.i. Prot.

Dettagli

8. QUARTIERE SARAGOZZA

8. QUARTIERE SARAGOZZA ALLEGATO 3 : 8. QUARTIERE SARAGOZZA Nel quartiere SARAGOZZA, sono state effettuate, nel corso dell anno 2006, sei indagini strumentali che hanno interessato 15 abitazioni e/o luoghi di misura, all interno

Dettagli

5. SCENARI PER LA DELOCALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI ESISTENTI

5. SCENARI PER LA DELOCALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI ESISTENTI 1 5. SCENARI PER LA DELOCALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI ESISTENTI 5.1 Premessa In questo capitolo si studierà la possibilità di inserire gli impianti radio FM da delocalizzare in alcuni siti sul territorio

Dettagli

N. del APPROVAZIONE PIANO DI LOCALIZZAZIONE DELLE STAZIONI RADIO BASE PER LA TELEFONIA CELLULARE E DELLE STAZIONI RADIOTELEVISIVE - ANNO 2013.

N. del APPROVAZIONE PIANO DI LOCALIZZAZIONE DELLE STAZIONI RADIO BASE PER LA TELEFONIA CELLULARE E DELLE STAZIONI RADIOTELEVISIVE - ANNO 2013. N. del OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO DI LOCALIZZAZIONE DELLE STAZIONI RADIO BASE PER LA TELEFONIA CELLULARE E DELLE STAZIONI RADIOTELEVISIVE - ANNO 2013. PROPOSTA DI DELIBERA Premesso: - che la Legge 28

Dettagli

2 8 O T T. 2013 Cagliari, 25/10/2013

2 8 O T T. 2013 Cagliari, 25/10/2013 AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL'AMBIENTE DELLA SARDEGNA Dipartimento Provinciale di Cagliari Prot. n. -2 & 8 6+ 2 8 O T T. 2013 Cagliari, 25/10/2013 Sig. Sindaco Comune di Seneghe Via Roma, 10

Dettagli

PROGETTO 10.8.1.A1-FESRPON-SI-2015-348 WEB A PORTATA DI CLICK REALIZZAZIONE DELL'INFRASTRUTTURA E PUNTI DI ACCESSO ALLA RETE LAN/WLAN

PROGETTO 10.8.1.A1-FESRPON-SI-2015-348 WEB A PORTATA DI CLICK REALIZZAZIONE DELL'INFRASTRUTTURA E PUNTI DI ACCESSO ALLA RETE LAN/WLAN 1 MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA SICILIA ISTITUTO COMPRENSWO DI ACQUEDOLCI Via A. Diaz, n. 66-98070 ACQUEDOLCI (ME) Cod. Fisc.: 95008820839-

Dettagli

LE AREE TEMATICHE : L INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO

LE AREE TEMATICHE : L INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO LE AREE TEMATICHE : L INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO Quando si parla di inquinamento elettromagnetico o più comunemente elettrosmog ci si riferisce alle alterazioni del campo magnetico naturale generate

Dettagli

Esposizione ai campi elettromagnetici residui generati da un sistema di ricarica wireless

Esposizione ai campi elettromagnetici residui generati da un sistema di ricarica wireless Esposizione ai campi elettromagnetici residui generati da un sistema di ricarica wireless Rosanna Pinto ENEA CR Casaccia Dipartimento di Sostenibilità dei Sistemi Produttivi e Territoriali Divisione Tecnologie

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI SELARGIUS

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI SELARGIUS REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI SELARGIUS Provincia di Cagliari CONTRATTO COSTITUTIVO DI DIRITTO SUPERFICIE ====== L'anno duemila, addì del mese di, in Selargius, nella casa Comunale, innanzi a me dott.,

Dettagli

3 Gli impianti radiofonici quadro riassuntivo

3 Gli impianti radiofonici quadro riassuntivo 3 Gli impianti radiofonici quadro riassuntivo Di seguito si riporta un quadro riassuntivo riguardante gli obiettivi e lo stato di avanzamento relativo agli impianti delle emittenti radiofoniche: 3.1 Radionorba

Dettagli

SEMINARIO Macchine e attrezzature di lavoro: i controlli del datore di lavoro sugli apparecchi di sollevamento materiali.

SEMINARIO Macchine e attrezzature di lavoro: i controlli del datore di lavoro sugli apparecchi di sollevamento materiali. Settore Ricerca, Certificazione e Verifica Dipartimento Tecnologie di Sicurezza SEMINARIO Macchine e attrezzature di lavoro: i controlli del datore di lavoro sugli apparecchi di sollevamento materiali

Dettagli

IL MINISTRO DELL'AMBIENTE d'intesa con IL MINISTRO DELLA SANITA' e IL MINISTRO DELLE COMUNICAZIONI

IL MINISTRO DELL'AMBIENTE d'intesa con IL MINISTRO DELLA SANITA' e IL MINISTRO DELLE COMUNICAZIONI Decreto Ministeriale n. 381 del 10/09/1998 Regolamento recante norme per la determinazione dei tetti di radiofrequenza compatibili con la salute umana. (Gazzetta Ufficiale n. 257 del 3/11/1998) IL MINISTRO

Dettagli

Note tecniche. Caratteristiche generali delle linee elettriche aeree facenti parte della RTN

Note tecniche. Caratteristiche generali delle linee elettriche aeree facenti parte della RTN Note tecniche Rev. 00 del 01/10/11 Pag. 1 di 17 Caratteristiche generali delle linee elettriche aeree Storia delle revisioni Rev. 00 del 01/10/11 Prima emissione A. Guarneri SRI/SVT-LAE Elaborato Verificato

Dettagli

OGGETTO: valutazione limiti assoluti di immissione presso la scuola elementare tra via Dante e via Papa Giovanni XXIII - CARAGLIO RELAZIONE TECNICA

OGGETTO: valutazione limiti assoluti di immissione presso la scuola elementare tra via Dante e via Papa Giovanni XXIII - CARAGLIO RELAZIONE TECNICA STRUTTURA COMPLESSA - Dipartimento Provinciale di Cuneo - OGGETTO: valutazione limiti assoluti di immissione presso la scuola elementare tra via Dante e via Papa Giovanni XXIII - CARAGLIO RELAZIONE TECNICA

Dettagli

Premessa e fonte dati

Premessa e fonte dati Premessa e fonte dati L'interesse verso i campi elettromagnetici ha assunto negli ultimi anni un'importanza crescente legata al contemporaneo frenetico sviluppo di nuovi sistemi di telecomunicazione, i

Dettagli

Caratterizzazione dell esposizione ai campi elettromagnetici in ambito ospedaliero F.Bonutti Fisica Sanitaria AOUSMM Udine NORMATIVA

Caratterizzazione dell esposizione ai campi elettromagnetici in ambito ospedaliero F.Bonutti Fisica Sanitaria AOUSMM Udine NORMATIVA Caratterizzazione dell esposizione ai campi elettromagnetici in ambito ospedaliero F.Bonutti Fisica Sanitaria AOUSMM Udine NORMATIVA Esposizione occupazionale ai campi elettromagnetici (cem) : direttiva

Dettagli

Introduzione al catasto

Introduzione al catasto Introduzione al catasto Angela Alberici ARPA Lombardia CASTEL Catasto Informatizzato degli Impianti di Telecomunicazione e Radiotelevisione Sala Riunioni 1 - XXVI piano Palazzo Pirelli Via Fabio Filzi,

Dettagli

RILEVAZIONE DI IMPATTO ELETTROMAGNETICO

RILEVAZIONE DI IMPATTO ELETTROMAGNETICO RILEVAZIONE DI IMPATTO ELETTROMAGNETICO Committente: Comune di CASTELLABATE Periodo: 10/12/2009 14/06/2011 Sorgente dell emissione radioelettrica: Sistemi di telecomunicazione a Radio Frequenza per telefonia

Dettagli

D.Lgs. 81/08 Titolo III Capo III

D.Lgs. 81/08 Titolo III Capo III D.Lgs. 81/08 Titolo III Capo III Gli Impianti e le Apparecchiature Elettriche RELATORI: Dr. Nicola CARRIERO Dr. Carmineraffaele ROSELLI Art. 80 comma 1 IL Datore di Lavoro provvede affinchè i materiali

Dettagli

COMUNE DI BREMBATE DI SOPRA (PROVINCIA DI BERGAMO)

COMUNE DI BREMBATE DI SOPRA (PROVINCIA DI BERGAMO) COMUNE DI BREMBATE DI SOPRA (PROVINCIA DI BERGAMO) CAMPAGNA DI RILEVAMENTO DEI CAMPI ELETTROMAGNETICI AD ALTA FREQUENZA SUL TERRITORIO COMUNALE 1 Relazione Tecnica Revisione: Novembre 2009 Via Cavour n.

Dettagli

COMUNE DI SANTA MARIA NUOVA PROVINCIA DI ANCONA

COMUNE DI SANTA MARIA NUOVA PROVINCIA DI ANCONA REGOLAMENTO COMUNALE PER IL CORRETTO INSEDIAMENTO DEGLI IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE E PIANO DI LOCALIZZAZIONE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n.59 del 05/10/2012 Il Segretario Comunale Il

Dettagli

Normativa e compiti di ARPA nella valutazione delle SRB

Normativa e compiti di ARPA nella valutazione delle SRB ArpaInforma iniziative di informazione alla popolazione e di supporto tecnico agli Enti locali Comune di Scandiano Normativa e compiti di ARPA nella valutazione delle SRB Maurizio Poli, Paolo Zanichelli

Dettagli

MISURE DI CAMPO ELETTROMAGNETICO E VALUTAZIONE DEI LIVELLI DI ESPOSIZIONE

MISURE DI CAMPO ELETTROMAGNETICO E VALUTAZIONE DEI LIVELLI DI ESPOSIZIONE MISURE DI CAMPO ELETTROMAGNETICO E VALUTAZIONE DEI LIVELLI DI ESPOSIZIONE RILASCIATA A: Sena Facility Management Soc. Cons. a r.l. via A. Rosi, 58-53100 - Siena IDENTIFICAZIONE DEL SITO: Azienda Regionale

Dettagli

Valutazione preventiva della nuova SRB WIND in via del Cristo a Fellegara in Comune di Scandiano

Valutazione preventiva della nuova SRB WIND in via del Cristo a Fellegara in Comune di Scandiano ArpaInforma iniziative di informazione alla popolazione e di supporto tecnico agli Enti locali Comune di Scandiano Valutazione preventiva della nuova SRB WIND in via del Cristo a Fellegara in Comune di

Dettagli

RASSEGNA SULLE PRINCIPALI MISURE DI RIDUZIONE DELL ESPOSIZIONE A CAMPI ELETROMAGNETICI (0 300 GHz)

RASSEGNA SULLE PRINCIPALI MISURE DI RIDUZIONE DELL ESPOSIZIONE A CAMPI ELETROMAGNETICI (0 300 GHz) RASSEGNA SULLE PRINCIPALI MISURE DI RIDUZIONE DELL ESPOSIZIONE A CAMPI ELETROMAGNETICI (0 300 GHz) Iole Pinto Fisico Responsabile AUSL 7 di Siena Laboratorio Agenti Fisici Area Vasta Toscana Sud E-mail:

Dettagli

Programma annuale delle installazioni fisse di telefonia mobile in Emilia Romagna ai sensi della L.R. 30/2000

Programma annuale delle installazioni fisse di telefonia mobile in Emilia Romagna ai sensi della L.R. 30/2000 Programma annuale delle installazioni fisse di telefonia mobile in Emilia Romagna ai sensi della L.R. 30/2000 Bozzoni, F., Chiovaro, S., Piro, L., Violanti, S. Arpa Emilia Romagna Sezione di Piacenza,

Dettagli

Approvazione della metodologia di calcolo per la determinazione delle fasce di rispetto per gli elettrodotti

Approvazione della metodologia di calcolo per la determinazione delle fasce di rispetto per gli elettrodotti Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare Decreto 29 maggio 2008 (Supplemento ordinario n.160 alla Gazzetta ufficiale 5 luglio 2008 n. 156) Approvazione della metodologia di calcolo

Dettagli

Indice 1. PREMESSA... 3 3.2 INTERVENTO DI PROGETTO... 5 5. DETERMINAZIONE DEL CLIMA ACUSTICO... 7 5.1 RISULTATI... 7

Indice 1. PREMESSA... 3 3.2 INTERVENTO DI PROGETTO... 5 5. DETERMINAZIONE DEL CLIMA ACUSTICO... 7 5.1 RISULTATI... 7 Pag. 2 di 10 Indice 1. PREMESSA... 3 2. NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 3 3. DESCRIZIONE DELL INTERVENTO... 4 3.1 INQUADRAMENTO GENERALE... 4 3.2 INTERVENTO DI PROGETTO... 5 4. LIMITI DI RUMOROSITÀ... 6 5.

Dettagli

C O M U N E DI T I R I O L O Provincia di Catanzaro

C O M U N E DI T I R I O L O Provincia di Catanzaro C O M U N E DI T I R I O L O Provincia di Catanzaro Regolamento per l installazione, la modifica e l adeguamento delle stazioni radio base per la telefonia cellulare e servizi similari. Antenne emittenti

Dettagli

RELAZIONE TECNICA CAMPAGNA DI MISURA DI CAMPO ELETTROMAGNETICO. Comune di Bassano del Grappa (VI)

RELAZIONE TECNICA CAMPAGNA DI MISURA DI CAMPO ELETTROMAGNETICO. Comune di Bassano del Grappa (VI) Ing. Gian Luca Passarini Via Daniele Manin, 20 36061 Bassano del Grappa RELAZIONE TECNICA CAMPAGNA DI MISURA DI CAMPO ELETTROMAGNETICO Comune di Bassano del Grappa Caratteristiche della campagna di misura

Dettagli

REGOLAMENTO SPECIALE PER LA COLTIVAZIONE DEL RISO NELLA PROVINCIA DI VERCELLI

REGOLAMENTO SPECIALE PER LA COLTIVAZIONE DEL RISO NELLA PROVINCIA DI VERCELLI COMUNE DI OLCENENGO Provincia di Vercelli REGOLAMENTO SPECIALE PER LA COLTIVAZIONE DEL RISO NELLA PROVINCIA DI VERCELLI DECRETI DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE Decreto del Presidente della Giunta

Dettagli

Oggetto: Piano di copertura cellulare della rete di comunicazione relativo al Comune di COLOGNE

Oggetto: Piano di copertura cellulare della rete di comunicazione relativo al Comune di COLOGNE w-3dafone Direzione Rete - Area NORD OVEST Ingegneria delle Radio Frequenze Comune di Cologne Ufficio Protocollo N. 0017150 02/12/2015 Cla: 6 9 11 11 1 1 Spettle Comune COLOGNE Piazza Garibaldi 31 25033

Dettagli

SEMINARIO. Le nuove regole

SEMINARIO. Le nuove regole SEMINARIO Le nuove regole I lavori non elettrici alla luce della IV edizione della norma CEI 11-27 Ing. Fausto Di Tosto INAIL Coordinatore del GdL INAIL per i Lavori sotto tensione ROMA, 11 MARZO 2014

Dettagli

DOCUMENTAZIONE D IMPATTO ACUSTICO AI SENSI DELL ART.

DOCUMENTAZIONE D IMPATTO ACUSTICO AI SENSI DELL ART. Ing. Alessandro Placci Corso R. Emaldi, 103 48010 Fusignano (RA) Tel: 0545-52081 Fax: 0545-53461 www.studiumprogetti.it s t u d i u m Comune di Pontremoli (MS) DOCUMENTAZIONE D IMPATTO ACUSTICO AI SENSI

Dettagli

COMUNE DI BRUGNERA PROGRAMMAZIONE DELLA RETE DI TELEFONIA MOBILE

COMUNE DI BRUGNERA PROGRAMMAZIONE DELLA RETE DI TELEFONIA MOBILE COMUNE DI BRUGNERA PROGRAMMAZIONE DELLA RETE DI TELEFONIA MOBILE Analisi radioelettrica relativa alla realizzazione del piano comunale di settore per la localizzazione delle stazioni radio base nel Comune

Dettagli

COMUNE DI MARENO DI PIAVE PROVINCIA DI TREVISO Ufficio Tecnico c.a.p. 31010 Piazza Municipio, 13 tel. 0438/498834 c.f.: 82006050262 fax 0438/492190

COMUNE DI MARENO DI PIAVE PROVINCIA DI TREVISO Ufficio Tecnico c.a.p. 31010 Piazza Municipio, 13 tel. 0438/498834 c.f.: 82006050262 fax 0438/492190 Allegato sub A alla delibera di C.C. n 64 del 23/12/2008 COMUNE DI MARENO DI PIAVE PROVINCIA DI TREVISO Ufficio Tecnico c.a.p. 31010 Piazza Municipio, 13 tel. 0438/498834 c.f.: 82006050262 fax 0438/492190

Dettagli

MISURAZIONE IN OPERA DEI REQUISITI ACUSTICI PASSIVI --- Eseguito ai sensi della Legge n 447/95 in conformità con il DPCM 05/12/1997

MISURAZIONE IN OPERA DEI REQUISITI ACUSTICI PASSIVI --- Eseguito ai sensi della Legge n 447/95 in conformità con il DPCM 05/12/1997 MISURAZIONE IN OPERA DEI REQUISITI ACUSTICI PASSIVI --- Eseguito ai sensi della Legge n 447/95 in conformità con il DPCM 05/12/1997 IL COMMITTENTE: Benessere Acustico Sr.l. IL TECNICO: Andrea Cerniglia

Dettagli

Settore Tecnico (Servizio Pianificazione, Urbanistica ed Edilizia) REGOLAMENTO COMUNALE

Settore Tecnico (Servizio Pianificazione, Urbanistica ed Edilizia) REGOLAMENTO COMUNALE REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI DI TELECOMUNICAZIONE A TECNOLOGIA CELLULARE QUALI STAZIONI RADIO-BASE PER SERVIZI DI TELEFONIA MOBILE, DIGITALI MOBILI E SIMILARI Approvato

Dettagli

Piano Tecnico. Planimetria aerofotogrammetria scala 1:2.000. Estratto di mappa catastale scala 1:2.000. Estratto Regolamento Urbanistico Comune

Piano Tecnico. Planimetria aerofotogrammetria scala 1:2.000. Estratto di mappa catastale scala 1:2.000. Estratto Regolamento Urbanistico Comune Enel Distribuzione SpA SVR-PLA Livorno sede Pisa Piano Tecnico Relazione descrittiva Corografia scala 1:10.000 Planimetria aerofotogrammetria scala 1:2.000 Estratto di mappa catastale scala 1:2.000 Estratto

Dettagli

Comune di CASORIA Analisi dei dati acquisiti nell ambito del progetto

Comune di CASORIA Analisi dei dati acquisiti nell ambito del progetto Comune di CASORIA Analisi dei dati acquisiti nell ambito del progetto Coordinatore Dott. Carlo Di Giovanni Responsabile Scientifico Prof. Rita Massa Collaboratori Sig. Roberto Cuccaro Ing. Loreto Di Donato

Dettagli

ROMA 29 30 Ottobre 2009

ROMA 29 30 Ottobre 2009 ROMA 29 30 Ottobre 2009 ESPOSIZIONE DA CAMPI ELETTROMAGNETICI DERIVANTI DA SISTEMI IN TECNOLOGIA WI -FI VALUTAZIONE TEORICA E MISURE PRESSO L URP L DEL COMUNE BOLOGNA Dott. Daniele Bontempelli - Ing. Giuseppe

Dettagli

Ordinanza del DFGP sugli strumenti di misurazione di energia termica 1

Ordinanza del DFGP sugli strumenti di misurazione di energia termica 1 Ordinanza del DFGP sugli strumenti di misurazione di energia termica 1 941.231 del 19 marzo 2006 (Stato 1 gennaio 2013) Il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP), visti gli articoli 5 capoverso

Dettagli