UTILIZZAZIONE DI AUTOCARRI PRESI IN COMODATO D USO GRATUITO SENZA CONDUCENTE di Maurizio PIRAINO *

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UTILIZZAZIONE DI AUTOCARRI PRESI IN COMODATO D USO GRATUITO SENZA CONDUCENTE di Maurizio PIRAINO *"

Transcript

1 UTILIZZAZIONE DI AUTOCARRI PRESI IN COMODATO D USO GRATUITO SENZA CONDUCENTE di Maurizio PIRAINO * Ai sensi dell art del codice civile, approvato con R.D. 16 marzo 1942, n. 262, «il comodato è il contratto col quale una parte consegna all altra una cosa mobile o immobile, affinché se ne serva per un tempo o per un uso determinato, con l obbligo di restituire la stessa cosa ricevuta. Il comodato è essenzialmente gratuito» e si distingue dalla «locazione» che ai sensi dell art del medesimo codice civile «è il contratto col quale una parte si obbliga a far godere all altra una cosa mobile o immobile per un dato tempo, verso un determinato corrispettivo». Trasporti per conto di terzi Prima dell entrata in vigore del D.D. prot. n. 291 del 25/11/2011 (che è entrato in vigore dal 4 dicembre 2011, data dalla quale si applica il Regolamento (CE) n. 1071/2009), tra le varie forme di disponibilità di un veicolo da adibire al trasporto nazionale di cose per conto di terzi (così come al trasporto nazionale in conto proprio ed al trasporto internazionale) non era mai stato ricompreso anche il «comodato senza conducente», bensì unicamente la «locazione senza conducente». Ai sensi dell art. 12, paragrafo 6, commi 2 e 3, del D.P.R. 16 settembre 1977, n. 783: - «2. Ai fini delle autorizzazioni per trasporti da effettuarsi mediante veicoli in proprietà, in usufrutto o acquistati con patto di riservato dominio si applicano le disposizioni previste dal precedente articolo 4 (E, cioè, le disposizioni relative ai veicoli da adibire al trasporto di cose in conto proprio, secondo le quali: «1. Ai fini delle licenze, la proprietà o l usufrutto ovvero l acquisto con patto di riservato dominio di veicoli da adibire al trasporto in conto proprio devono risultare dall intestazione della relativa carta di circolazione ovvero, secondo i casi, da apposita annotazione sulla carta stessa effettuata dall ufficio provinciale M.C.T.C., che ne prende nota altresì nel registro di immatricolazione. 2. Nelle annotazioni relative all usufrutto deve risultare anche la scadenza di questo, ove costituito a tempo determinato. 3. Il Ministero dei trasporti determina i documenti necessari per ottenere le annotazioni di cui al presente articolo, nonché quella di cui all ultimo comma del paragrafo sesto del successivo articolo 12) Ai fini delle autorizzazioni per trasporti da effettuarsi mediante un veicolo preso in locazione con facoltà di compera da parte del locatario, ai sensi dell art. 9, n. 1), delle norme di esecuzione approvate con decreto del Presidente della Repubblica 3 gennaio 1976, n. 32, dovrà essere apposta sulla relativa carta di circolazione, ad uso privato per trasporto di cose ovvero ad uso pubblico per trasporto di cose in servizio da piazza, l annotazione prevista dal secondo comma dell articolo 228 del regolamento approvato col decreto del Presidente della Repubblica 30 giugno 1959, n. 420» (E, cioè, del regolamento per l esecuzione del previgente testo unico delle norme sulla disciplina della circolazione stradale, in base al quale nel caso di locazione con facoltà di compera da parte del locatario «dovrà essere annotato nella carta di circolazione ad uso privato per trasporto di persone il nome del locatario risultante dal contratto di locazione»). In applicazione di quanto disposto dal citato art. 12, paragrafo 6, il Ministero dei Trasporti con la circolare n. 106/84 del 20 giugno 1984 (prot. n D.C. III n. 10), ai fini del rilascio delle (previgenti) autorizzazioni al trasporto di cose per conto di terzi, aveva determinato la documentazione necessaria per accertare la proprietà, l usufrutto, l acquisto con patto di riservato dominio e la locazione con facoltà di compera (leasing) ed ottenere così la relativa annotazione sulla carta di circolazione dei veicoli adibiti al trasporto di cose per conto di terzi. Successivamente è stata poi introdotta la disciplina comunitaria relativa all «utilizzazione di veicoli noleggiati senza conducente per il trasporto di merci su strada», che è stata oggetto di tre direttive:

2 1. direttiva n. 84/647/CEE del Consiglio del 19 dicembre 1984, attuata con decreto del Ministro per il Coordinamento delle Politiche Comunitarie 14 dicembre 1987, n. 601; 2. direttiva n. 90/398/CEE del Consiglio del 24 luglio 1990, che ha modificato la direttiva n. 84/647/CEE ed è stata attuata con decreto del Ministro per il Coordinamento delle Politiche Comunitarie 16 febbraio 1994, n. 213; 3. direttiva n. 2006/1/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 18 gennaio 2006, che, ai fini di razionalità e chiarezza, ha abrogato e codificato la direttiva n. 84/647/CEE. Attualmente, invece, a seguito dell entrata in vigore del D.D. prot. n. 291/2011 con decorrenza dal 04/12/2011 (data dalla quale si applica il Regolamento (CE) n. 1071/2009), alcune specifiche disposizioni di tale decreto dirigenziale riguardano l esercizio dell attività di autotrasporto di cose per conto di terzi mediante uno o più veicoli a motore (autoveicoli) acquisiti in disponibilità da parte dell impresa utilizzatrice con contratto di locazione senza conducente o di comodato senza conducente (cfr. l art. 9/9 comma - 3, 4, 5 e 6 periodo). Si ritiene che in caso di loro inosservanza possano trovare applicazione nei confronti dell impresa utilizzatrice le sanzioni amministrative dell art. 46/1 e 2 comma della legge n. 298/1974 cui fa espresso e diretto rinvio l art. 88/3 comma del Codice della Strada nell ipotesi in cui vengano adibiti al trasporto di cose per conto di terzi autoveicoli di massa complessiva a pieno carico superiore alle 6 tonnellate in violazione delle prescrizioni e dei limiti indicati nell autorizzazione o nella carta di circolazione; ovvero dell art. 82/8 e 10 comma del Codice della Strada nell ipotesi in cui gli autoveicoli adibiti abusivamente al trasporto di cose per conto di terzi abbiano una massa complessiva a pieno carico non superiore alle 6 tonnellate. Trasporti in conto proprio L art. 31, comma 1, della legge 6 giugno 1974, n. 298, che fornisce la definizione di trasporto di cose in conto proprio, tra le varie condizioni che devono concorrere affinché un trasporto di merci possa considerarsi effettuato in conto proprio, alla lettera a) (così come sostituita dapprima dall art. 2, comma 1, del decreto-legge 6 febbraio 1987, n. 16, convertito, con modificazioni, nella legge 30 marzo 1987, n. 132, ed infine dall art. 67 della legge 19 febbraio 1992, n. 142), richiede che: «il trasporto avvenga con mezzi di proprietà o in usufrutto delle persone fisiche o giuridiche, enti privati o pubblici che lo esercitano o da loro acquistati con patto di riservato dominio o presi in locazione con facoltà di compera oppure noleggiati senza conducenti nel caso di veicoli di peso totale a pieno carico autorizzato sino a chilogrammi, ed i preposti alla guida ed alla scorta dei veicoli, se non esercitate personalmente dal titolare della licenza, risultino lavoratori dipendenti». Nel settore del trasporto di cose in conto proprio non si rinviene alcun riferimento alla possibilità di utilizzare veicoli presi in comodato che abbiano una massa complessiva a pieno carico superiore alle 6 tonnellate e siano, pertanto, soggetti all applicazione delle norme della legge n. 298/1974. Fino a tale soglia ponderale (c.d. veicoli piccoli o leggeri) il comodato d uso è ammesso (al pari di quanto accade per le autovetture, i motoveicoli ed i ciclomotori), considerato che per tali veicoli aventi una massa complessiva a pieno carico fino a 6 tonnellate il trasporto nazionale di cose in conto proprio è liberalizzato, non essendo prescritto il rilascio di alcun provvedimento di licenza. Sulla relativa carta di circolazione, infatti, è espressamente indicato che gli stessi non rientrano nel campo di applicazione della legge n. 298/1974. Ovviamente, qualora con tali veicoli vengano commesse delle violazioni alle norme del Codice della Strada, non sarà chiamato a risponderne in solido con l autore delle stesse l utilizzatore del veicolo (e, cioè, il

3 comodatario), ma sempre e comunque il proprietario (ovvero, in sua vece, l usufruttuario, l acquirente con patto di riservato dominio, l utilizzatore a titolo di locazione finanziaria e, nelle ipotesi previste dall art. 84 del Nuovo Codice della Strada, il locatario in caso di locazione senza conducente). Ai sensi dell art. 196/1 comma del Codice della Strada (principio di solidarietà), infatti, che non annovera tra le varie casistiche contemplate l istituto del comodato: «Per le violazioni punibili con la sanzione amministrativa pecuniaria il proprietario del veicolo ovvero del rimorchio, nel caso di complesso di veicoli, o, in sua vece, l'usufruttuario, l'acquirente con patto di riservato dominio o l'utilizzatore a titolo di locazione finanziaria, è obbligato in solido con l'autore della violazione al pagamento della somma da questi dovuta, se non prova che la circolazione del veicolo è avvenuta contro la sua volontà. Nelle ipotesi di cui all'art. 84 risponde solidalmente il locatario e, per i ciclomotori, l'intestatario del contrassegno di identificazione». Di conseguenza, nell ipotesi in cui un impresa ricorra all uso di un veicolo preso in comodato (avente massa complessiva a pieno carico superiore alle 6 tonnellate ed immatricolato ad «uso proprio» a nome di altra impresa) per adibirlo al trasporto di cose in conto proprio, si ritiene che trovino applicazione le sanzioni amministrative dell art. 46 della legge n. 298/1974 (trasporto abusivo), in quanto nella circostanza risultano palesemente violate le condizioni ed i limiti di esercizio stabiliti nella licenza all autotrasporto di cose in conto proprio che: è titolo «personale» collegato indissolubilmente allo specifico veicolo con cui devono essere svolte le operazioni di trasporto (non potendo, infatti, essere ceduto a terzi neanche a titolo di noleggio senza conducente, ammesso solamente per i veicoli aventi peso totale a carico autorizzato sino a chilogrammi, limite ponderale entro il quale non trovano applicazione le norme della legge n. 298/1974 per effetto di quanto disposto dall art. 83/2 comma del Codice della Strada); non ammette l acquisizione di un veicolo mediante forme contrattuali diverse da quelle espressamente previste dall art. 31, lettera a), della legge n. 298/1974 (nonché dalla relativa norma di esecuzione di cui all art. 4 del D.P.R. n. 783/1977 e dalle successive circolari del Ministero dei Trasporti n. 42/85 del 21 marzo 1985 e n. 199/86 del 6 novembre 1986). Locazione (noleggio) di veicoli senza conducente CONTRATTO DI COMODATO Ai sensi dell art. 9, comma 9, terzo periodo, del D.D. prot. n. 291/2011: «Quando il veicolo o i veicoli a motore immessi in circolazione siano in disponibilità solamente con contratto di locazione senza conducente o di comodato senza conducente, la durata del contratto, almeno per il primo veicolo, non può mai essere inferiore a due anni». Di conseguenza, per l accertamento della presente fattispecie sanzionatoria, sarà assolutamente indispensabile specificare il periodo di durata del contratto risultato inferiore ai prescritti 2 anni, sempre che ricorrano le due seguenti condizioni: il veicolo o i veicoli a motore immessi in circolazione siano in disponibilità dell impresa utilizzatrice solamente con contratto di locazione senza conducente o di comodato senza conducente; si tratti del primo veicolo. Ovviamente se i contratti in parola risultino stipulati tutti contestualmente (nella medesima data) almeno uno di questi dovrà avere una durata non inferiore a 2 anni. Qualora non sia possibile determinare direttamente su strada tali condizioni - ed, in particolare, se l autoveicolo oggetto di controllo sia il primo acquisito con tali forme di disponibilità (per cui la durata del contratto esibito non può essere inferiore ai prescritti 2 anni), ovvero

4 ne abbia in disponibilità altri solamente a titolo di locazione senza conducente o di comodato senza conducente con cui svolga la professione (ed in tal caso, almeno per il primo di essi, la durata del contratto non può avere una durata inferiore ai 2 anni) - per l applicazione delle presenti sanzioni saranno necessari mirati accertamenti d ufficio con le competenti Autorità finalizzati ad appurare la posizione dell impresa utilizzatrice e del primo autoveicolo. NUMERO AUTOVEICOLI DURATA CONTRATTO POSIZIONE DELL IMPRESA Solo uno Più di uno Inferiore a 2 anni Uguale o superiore a 2 anni NOTA OPERATIVA Qualora il veicolo o i veicoli a motore immessi in circolazione non siano in disponibilità solamente con contratto di locazione senza conducente o di comodato senza conducente (avendo l impresa immesso in circolazione almeno un altro autoveicolo a proprio nome a titolo di proprietà, patto di riservato dominio, usufrutto o leasing) la durata del relativo contratto (o dei relativi contratti) sarà irrilevante e le presenti sanzioni non troveranno mai applicazione. Ai sensi dell art. 9, comma 9, quarto periodo, del D.D. prot. n. 291/2011: «Ove l impresa, successivamente all inizio dell attività, si trovasse ad esercitare solo con uno o più autoveicoli acquisiti in disponibilità con contratto di locazione senza conducente o con comodato senza conducente, per almeno un veicolo tale contratto non potrà avere durata inferiore a due anni». Di conseguenza, per l accertamento della presente fattispecie sanzionatoria, sarà assolutamente indispensabile specificare il periodo di durata del contratto risultato inferiore ai prescritti 2 anni (in questa ipotesi - a differenza della precedente - non necessariamente riferito al primo autoveicolo, bensì ad almeno un veicolo), sempre che ricorrano le due seguenti condizioni: l impresa utilizzatrice, successivamente all inizio dell attività, si trovi ad esercitare solo con uno o più autoveicoli acquisiti con tali forme di disponibilità; si tratti di almeno un autoveicolo (e non, pertanto, necessariamente del primo, come, viceversa, richiesto nella precedente fattispecie sanzionatoria). Ovviamente se i contratti in parola risultino stipulati tutti contestualmente (nella medesima data) almeno uno di questi dovrà avere una durata non inferiore a 2 anni. Qualora non sia possibile determinare direttamente su strada tali condizioni - ed, in particolare, se l autoveicolo oggetto di controllo sia l unico con cui l impresa eserciti l attività (per cui la durata del contratto esibito non può essere inferiore ai prescritti 2 anni), ovvero ne abbia in

5 disponibilità altri solo a titolo di locazione senza conducente o di comodato senza conducente con cui svolga la professione (ed in tal caso, per almeno uno di essi, la durata del contratto non può avere una durata inferiore ai 2 anni) - per l applicazione delle presenti sanzioni saranno necessari mirati accertamenti d ufficio con le competenti Autorità finalizzati ad appurare la posizione dell impresa utilizzatrice e dei relativi contratti di locazione senza conducente o di comodato senza conducente. NUMERO AUTOVEICOLI DURATA CONTRATTO POSIZIONE DELL IMPRESA Solo uno Inferiore a 2 anni Uguale o superiore a 2 anni Più di uno NOTA OPERATIVA Qualora l impresa, successivamente all inizio dell attività, non si trovasse ad esercitare solo con uno o più autoveicoli acquisiti in disponibilità con contratto di locazione senza conducente o con comodato senza conducente (svolgendo la professione con almeno un altro autoveicolo immatricolato a proprio nome a titolo di proprietà, patto di riservato dominio, usufrutto o leasing) la durata del relativo contratto (o dei relativi contratti) sarà irrilevante e le presenti sanzioni non troveranno mai applicazione. Per ulteriori approfondimenti in materia (comprensivi di schede tecniche relative a tutti gli accordi in vigore tra l Italia ed i vari Paesi extracomunitari con numerose tabelle riepilogative) vedasi la 2 a Edizione (gennaio 2012) del prontuario «Autotrasporto nazionale ed internazionale di cose e persone» (Sapignoli Editore). Sconto per i soci Asaps (prezzo di copertina 20). * Ispettore Capo della Polizia Stradale

Stati membri della CEMT: Manuale d uso delle autorizzazioni CEMT (2009) capitolo 4, 5.

Stati membri della CEMT: Manuale d uso delle autorizzazioni CEMT (2009) capitolo 4, 5. - TRASPORTO INTERNAZIONALE - RELAZIONI DI TRAFFICO INTERNAZIONALI CHE CONSENTONO LA LOCAZIONE DEI VEICOLI SENZA CONDUCENTE di Franco MEDRI* e Maurizio PIRAINO** In ambito internazionale la locazione di

Dettagli

LOCAZIONE SENZA CONDUCENTE DI AUTOCARRI LEGGERI - CHIARIMENTI - di Maurizio PIRAINO *

LOCAZIONE SENZA CONDUCENTE DI AUTOCARRI LEGGERI - CHIARIMENTI - di Maurizio PIRAINO * LOCAZIONE SENZA CONDUCENTE DI AUTOCARRI LEGGERI - CHIARIMENTI - di Maurizio PIRAINO * La questione che si pone è se sia applicabile a carattere residuale la violazione dell art. 82/8 e 10 comma del Nuovo

Dettagli

!!"#$#%&'()!*'++'!,$-(.%&(/&&/('!!!!!!!!!!!!!!'!*'#!0(.%1)(&#!

!!#$#%&'()!*'++'!,$-(.%&(/&&/('!!!!!!!!!!!!!!'!*'#!0(.%1)(&#! !!"#$#%&'()!*'++'!,$-(.%&(/&&/('!!!!!!!!!!!!!!'!*'#!0(.%1)(&#! DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, LA NAVIGAZIONE, GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE DIREZIONE GENERALE PER IL TRASPORTO STRADALE E PER L INTERMODALITA

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, LA NAVIGAZIONE, GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE DIREZIONE GENERALE PER IL TRASPORTO STRADALE E PER L INTERMODALITA DIVISIONE

Dettagli

Circolare 21. del 3 novembre 2014. Veicoli concessi in comodato Adempimenti nei confronti della Motorizzazione Civile INDICE

Circolare 21. del 3 novembre 2014. Veicoli concessi in comodato Adempimenti nei confronti della Motorizzazione Civile INDICE Circolare 21 del 3 novembre 2014 Veicoli concessi in comodato Adempimenti nei confronti della Motorizzazione Civile INDICE 1 Premessa... 2 2 Decorrenza... 2 3 Ambito soggettivo... 3 3.1 Soggetti legittimati

Dettagli

OGGETTO: Comodato e locazione dei veicoli adibiti al trasporto di merci

OGGETTO: Comodato e locazione dei veicoli adibiti al trasporto di merci News di approfondimento N. 16 9 Aprile Ai gentili 15 Clienti Loro sedi Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Comodato e locazione dei veicoli adibiti al trasporto di merci Gentile Cliente, con la stesura

Dettagli

OGGETTO: Comodato e locazione dei veicoli adibiti al trasporto di merci

OGGETTO: Comodato e locazione dei veicoli adibiti al trasporto di merci Informativa per la clientela di studio N. 54 del 08.04.2015 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Comodato e locazione dei veicoli adibiti al trasporto di merci Gentile Cliente, con la stesura del presente

Dettagli

Prot. n. 5681 R.U. Roma, 16 marzo 2015

Prot. n. 5681 R.U. Roma, 16 marzo 2015 MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, LA NAVIGAZIONE, GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE Direzione generale per il trasporto stradale e per l'intermodalità Divisione

Dettagli

OGGETTO: Auto in comodato. In vigore l obbligo di comunicazione

OGGETTO: Auto in comodato. In vigore l obbligo di comunicazione Informativa per la clientela di studio N. 09C del 21.11.2014 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Auto in comodato. In vigore l obbligo di comunicazione Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

OGGETTO: Comodato e locazione dei veicoli adibiti al trasporto di merci

OGGETTO: Comodato e locazione dei veicoli adibiti al trasporto di merci 08 Aprile 2015 Ai gentili Clienti Loro se OGGETTO: e locazione dei veicoli abiti al trasporto merci Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intenamo metterla a conoscenza che

Dettagli

Circolare Informativa. Ciclomotori

Circolare Informativa. Ciclomotori CENTRO STUDI AGENZIA ITALIA Circolare Informativa Ciclomotori Premettiamo che i ciclomotori sono veicoli a motore, aventi velocità non superiore a 45 km/h, distinti in ciclomotori a due, tre ruote o quattro

Dettagli

TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - TIPOLOGIE DI AUTORIZZAZIONI RICHIESTE - Con i fac-simile delle varie autorizzazioni

TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - TIPOLOGIE DI AUTORIZZAZIONI RICHIESTE - Con i fac-simile delle varie autorizzazioni TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - TIPOLOGIE DI AUTORIZZAZIONI RICHIESTE - Con i fac-simile delle varie autorizzazioni di Franco MEDRI* e Maurizio PIRAINO Premesso che per effettuare qualsiasi autotrasporto

Dettagli

Roma, 8 novembre 2011

Roma, 8 novembre 2011 CIRCOLARE N. 49/E Direzione Centrale Normativa Direzione Centrale Normativa Settore Imposte Indirette Ufficio Registro e altri tributi indiretti Roma, 8 novembre 2011 OGGETTO: Tasse automobilistiche Addizionale

Dettagli

Roma, 15 marzo 2007. Prot. n. 3498-2007/DPF/UFF. All Ufficio XY. Oggetto:

Roma, 15 marzo 2007. Prot. n. 3498-2007/DPF/UFF. All Ufficio XY. Oggetto: Roma, 15 marzo 2007 MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Dipartimento per le Politiche Fiscali Ufficio Federalismo Fiscale Reparto IV Prot. n. 3498-2007/DPF/UFF All Ufficio XY Oggetto: Legge 27 dicembre

Dettagli

La presente normativa si applica sia alla patente di guida che al certificato di idoneità alla guida di ciclomotori.

La presente normativa si applica sia alla patente di guida che al certificato di idoneità alla guida di ciclomotori. La presente normativa si applica sia alla patente di guida che al certificato di idoneità alla guida di ciclomotori. Procedura Accertamento della violazione da cui consegue decurtazione di punteggio (1)

Dettagli

0574/534439 417 (Ing. F.Agostini Dott. C.Renzi) Fax. 0574/534281 e-mail: motorizzazione@provincia.prato.it; fagostini@provincia.prato.

0574/534439 417 (Ing. F.Agostini Dott. C.Renzi) Fax. 0574/534281 e-mail: motorizzazione@provincia.prato.it; fagostini@provincia.prato. Amministrazione Trasparente Servizi erogati - Carta dei servizi e Standard di qualità art.32 c.1 D.Lgs.33/2013 > Iscrizione Albo Autotrasportatori di cose per conto di terzi > Licenze per l autotrasporto

Dettagli

REGOLAMENTO n. X del XX / XXXX / 2015 L IVASS

REGOLAMENTO n. X del XX / XXXX / 2015 L IVASS REGOLAMENTO n. X del XX / XXXX / 2015 REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA DELLA BANCA DATI ATTESTATI DI RISCHIO E DELL ATTESTAZIONE SULLO STATO DEL RISCHIO DI CUI ALL ART. 134 DEL DECRETO LEGISLATIVO 7 SETTEMBRE

Dettagli

Novità sulla guida dei ciclomotori e sul trasporto del secondo passeggero

Novità sulla guida dei ciclomotori e sul trasporto del secondo passeggero Novità sulla guida dei ciclomotori e sul trasporto del secondo passeggero A far data dal 14 Luglio 2006 si concretizzano le nuove norme sulla circolazione dei ciclomotori, ed entrano in vigore le modifiche

Dettagli

CIRCOLARE N. 52/E. Roma,30 luglio 2008

CIRCOLARE N. 52/E. Roma,30 luglio 2008 CIRCOLARE N. 52/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma,30 luglio 2008 Oggetto: Adempimenti necessari per l immatricolazione di veicoli di provenienza comunitaria articolo 1, comma 9, del decreto

Dettagli

Fiscal Flash N. 172. Auto in comodato: nuova circolare della motorizzazione. La notizia in breve 29.10.2014. Codice della strada

Fiscal Flash N. 172. Auto in comodato: nuova circolare della motorizzazione. La notizia in breve 29.10.2014. Codice della strada Fiscal Flash La notizia in breve N. 172 29.10.2014 Auto in comodato: nuova circolare della motorizzazione Categoria: Auto Sottocategoria: Imposte dirette Il Ministero delle Infrastrutture dei Trasporti

Dettagli

OGGETTO: Comunicazione auto in comodato. L'obbligo di aggiornamento della carta di circolazione. Gentile Cliente,

OGGETTO: Comunicazione auto in comodato. L'obbligo di aggiornamento della carta di circolazione. Gentile Cliente, OGGETTO: Comunicazione auto in comodato Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza del fatto che a partire dal prossimo 3 novembre 2014, ci saranno

Dettagli

- TRASPORTO MERCI CONTO TERZI - LA RESPONSABILITA CONCORSUALE INTRODOTTA DAL DECRETO LEGISLATIVO 21/11/2005 N.

- TRASPORTO MERCI CONTO TERZI - LA RESPONSABILITA CONCORSUALE INTRODOTTA DAL DECRETO LEGISLATIVO 21/11/2005 N. - TRASPORTO MERCI CONTO TERZI - LA RESPONSABILITA CONCORSUALE INTRODOTTA DAL DECRETO LEGISLATIVO 21/11/2005 N. 286 di Franco MEDRI* e Maurizio PIRAINO** Con l entrata in vigore del Decreto Legislativo

Dettagli

Annotazione sulla carta di circolazione dei dati dell utilizzatore dell auto solo per gli atti posti in essere dal 03.11.2014

Annotazione sulla carta di circolazione dei dati dell utilizzatore dell auto solo per gli atti posti in essere dal 03.11.2014 Ai gentili clienti Loro sedi Annotazione sulla carta di circolazione dei dati dell utilizzatore dell auto solo per gli atti posti in essere dal 03.11.2014 Con riferimento all'obbligo previsto dall'art.

Dettagli

www.vigilaresullastrada.it

www.vigilaresullastrada.it Com è noto, la lettera d) del 1 comma dell articolo 54 c.d.s. definisce gli autocarri come veicoli destinati al trasporto di cose e delle persone addette all'uso o al trasporto delle cose stesse. Per questo

Dettagli

Speciale Asaps TUTTO SU IL SOVRACCARICO Il calcolo, le sanzioni e i punti da decurtare * di Franco MEDRI

Speciale Asaps TUTTO SU IL SOVRACCARICO Il calcolo, le sanzioni e i punti da decurtare * di Franco MEDRI Speciale Asaps TUTTO SU IL SOVRACCARICO Il calcolo, le sanzioni e i punti da decurtare * di Franco MEDRI Due profili identificano l applicazione dell articolo 167 (Trasporto di cose su veicoli a motore

Dettagli

Come è cambiata la norma

Come è cambiata la norma Come è cambiata la norma Articolo 116 Patente, certificato di abilitazione professionale per la guida di motoveicoli e autoveicoli e certificato di idoneità alla guida di ciclomotori. 1. Non si possono

Dettagli

Merci per conto terzi: la nuova «scheda di trasporto»

Merci per conto terzi: la nuova «scheda di trasporto» Trasporti internazionali Merci per conto terzi: la nuova «scheda di trasporto» di Maria Giulia Furlanetto (*) Dal 19 luglio 2009, è divenuta a tutti gli effetti obbligatoria la scheda di trasporto documento

Dettagli

Art. 116. Patente, certificato di abilitazione professionale per la guida di motoveicoli e autoveicoli e certificato di idoneità alla guida di ciclomotori 1. Non si possono guidare autoveicoli e motoveicoli

Dettagli

Ministero del Trasporti, circolare 10 agosto 2007, n. prot. 77898/8.3

Ministero del Trasporti, circolare 10 agosto 2007, n. prot. 77898/8.3 Ministero del Trasporti, circolare 10 agosto 2007, n. prot. 77898/8.3 Oggetto: Obbligo del possesso e rilascio della carta di qualificazione del conducente. Con circolare prot. 29092/23.18.03 del 27 marzo

Dettagli

Circolare N.175 del 12 Dicembre 2012. L annotazione sulla carta di circolazione degli utilizzatori abituali

Circolare N.175 del 12 Dicembre 2012. L annotazione sulla carta di circolazione degli utilizzatori abituali Circolare N.175 del 12 Dicembre 2012 L annotazione sulla carta di circolazione degli utilizzatori abituali L annotazione sulla carta di circolazione degli utilizzatori abituali Gentile cliente con la presente

Dettagli

Roma, 20 febbraio 2008

Roma, 20 febbraio 2008 RISOLUZIONE N. 6/DPF MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO PER LE POLITICHE FISCALI Roma, 20 febbraio 2008 UFFICIO STUDI E POLITICHE GIURIDICO TRIBUTARIE Prot. 1619/2008 OGGETTO: Imposta

Dettagli

C i r c o l a r i. Siri Consulenza e Organizzazione Srl Piazza IV Novembre, 5 20025 Legnano MI Tel. 0331-776177 Fax 0331-773216 www.siri.

C i r c o l a r i. Siri Consulenza e Organizzazione Srl Piazza IV Novembre, 5 20025 Legnano MI Tel. 0331-776177 Fax 0331-773216 www.siri. C i r c o l a r i E d i z i o n e I I I d i O t t o b r e 2 0 1 4 Siri Consulenza e Organizzazione Srl Piazza IV Novembre, 5 20025 Legnano MI Tel. 0331-776177 Fax 0331-773216 www.siri.it 2 AUTO IN COMODATO

Dettagli

TRASPORTI DI CABOTAGGIO REGIME SANZIONATORIO di Franco Medri* e Maurizio Piraino

TRASPORTI DI CABOTAGGIO REGIME SANZIONATORIO di Franco Medri* e Maurizio Piraino TRASPORTI DI CABOTAGGIO REGIME SANZIONATORIO di Franco Medri* e Maurizio Piraino La licenza comunitaria (al pari della analoga licenza SEE) consente anche l effettuazione dei trasporti di cabotaggio. L

Dettagli

Via Monzambano, 10 00185 ROMA

Via Monzambano, 10 00185 ROMA Prot. n. 3756 All'ANAS SpA Via Monzambano, 10 00185 ROMA All'AISCAT SpA Via Donizetti, 10 00198 ROMA Alle Amministrazioni Regionali e Province Autonome LORO SEDI Alle Amministrazioni Provinciali LORO SEDI

Dettagli

Riguardo alle descritte alternative previste per l accesso al mercato, si chiarisce quanto segue:

Riguardo alle descritte alternative previste per l accesso al mercato, si chiarisce quanto segue: La nuova disciplina prevede che, a partire dalla data del 1 gennaio 2008, dette imprese, per esercitare l attività di autotrasporto di cose per conto di terzi, debbano, in alternativa: a) aver acquisito

Dettagli

MANCATE ANNOTAZIONI SULLA CARTA DI CIRCOLAZIONE DAL 3 NOVEMBRE SCATTANO LE SANZIONI

MANCATE ANNOTAZIONI SULLA CARTA DI CIRCOLAZIONE DAL 3 NOVEMBRE SCATTANO LE SANZIONI Dott. Giovanni Maria CONTI Dott. Emanuela Maria CONTI Dott. Marcello PRIORI Dott. Domenico MAISANO Avv. Emanuela REGAZZI Dott. Simone DALLEDONNE Dott. Lorenzo PICCININI Dott. Florjan SHTYLLA Dott. Domenico

Dettagli

NUOVO OBBLIGO DI ANNOTAZIONE SULLA CARTA DI CIRCOLAZIONE E NELL ARCHIVIO NAZIONALE DEI VEICOLI, A DECORRERE DAL 3 NOVEMBRE 2014

NUOVO OBBLIGO DI ANNOTAZIONE SULLA CARTA DI CIRCOLAZIONE E NELL ARCHIVIO NAZIONALE DEI VEICOLI, A DECORRERE DAL 3 NOVEMBRE 2014 NUOVO OBBLIGO DI ANNOTAZIONE SULLA CARTA DI CIRCOLAZIONE E NELL ARCHIVIO NAZIONALE DEI VEICOLI, A DECORRERE DAL 3 NOVEMBRE 2014 L art. 94, co. 4-bis del Codice della strada (D.Lgs. 285/1992), introdotto

Dettagli

Le recenti modifiche al Codice della Strada: patente a punti e altre implicazioni operative per le imprese

Le recenti modifiche al Codice della Strada: patente a punti e altre implicazioni operative per le imprese Assolombarda - CdS slides 1 1 Le recenti modifiche al Codice della Strada: patente a punti e altre implicazioni operative per le imprese CHIARA SOMARE Avvocato STUDIO LEGALE I - 20122 MILANO - VIA CURTATONE,

Dettagli

SULPM PIACENZA. Roma, 25/01/2008. prot. n. 7327/23.40.01. Ai Direttori dei Settori Trasporti dei SIIT LORO SEDI

SULPM PIACENZA. Roma, 25/01/2008. prot. n. 7327/23.40.01. Ai Direttori dei Settori Trasporti dei SIIT LORO SEDI Ministero dei Trasporti DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI Direzione Generale per la Motorizzazione Via G. Caraci, 36 00157 Roma Divisione 6 Segreteria: tel. 06.41586293 fax 06.41586275 Roma, 25/01/2008

Dettagli

Roma, 21 dicembre 2009. prot. n. 109636. Ai Direttori dei Settori Trasporti dei SIIT LORO SEDI. A tutti gli Uffici Motorizzazione Civile LORO SEDI

Roma, 21 dicembre 2009. prot. n. 109636. Ai Direttori dei Settori Trasporti dei SIIT LORO SEDI. A tutti gli Uffici Motorizzazione Civile LORO SEDI Ministero delle Infrastrutture dei Trasporti DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI LA NAVIGAZIONE ED I SISTEMI INFORMATIVI E STATISTICI Direzione Generale per la Motorizzazione Divisione 5 Via G. Caraci, 36 00157

Dettagli

QUESITI TRASPORTO MERCI

QUESITI TRASPORTO MERCI 1 L ART. 15 DELLA LEGGE 298/74 DISCIPLINA IN MATERIA DI FUSIONI E TRASFORMAZIONI DI IMPRESE. QUALE CASO NON E PREVISTO? 1 - TRASFORMAZIONE DI IMPRESE INDIVIDUALI IN SOCIETA DI CAPITALI. 2 - CONFERIMENTO

Dettagli

L AGGANCIAMENTO MISTO NEL TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI SU STRADA

L AGGANCIAMENTO MISTO NEL TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI SU STRADA L AGGANCIAMENTO MISTO NEL TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI SU STRADA di Maurizio PIRAINO * Quando si effettua un trasporto internazionale di merci su strada per conto di terzi in ambito comunitario, nel

Dettagli

PATENTI DI GUIDA (Nota riassuntiva della normativa vigente) 1 - Patente di guida secondo il modello comunitario

PATENTI DI GUIDA (Nota riassuntiva della normativa vigente) 1 - Patente di guida secondo il modello comunitario PATENTI DI GUIDA (Nota riassuntiva della normativa vigente) 1 - Patente di guida secondo il modello comunitario Il 1 luglio 1996 è entrata in vigore la Direttiva n. 91/439/CEE del 29 luglio 1991, recepita

Dettagli

TRASPORTO MERCI IN CONTO PROPRIO E DICHIARAZIONE DELLE COSE TRASPORTATE

TRASPORTO MERCI IN CONTO PROPRIO E DICHIARAZIONE DELLE COSE TRASPORTATE Attenzione: la Guida che state stampando è aggiornata al 30/06/2008. I file allegati con estensione.doc,.xls,.pdf,.rtf, etc. non verranno stampati automaticamente; per averne copia cartacea è necessario

Dettagli

La riforma dell autotrasporto per conto terzi

La riforma dell autotrasporto per conto terzi La riforma dell autotrasporto per conto terzi Milano, 11 luglio 2007, Hotel dei Cavalieri dott. Paolo Stella I decreti attuativi che completano la riforma prevista dal D.Lgs. 286/2005 Con il decreto dirigenziale

Dettagli

P r o d u t tive. Circolare n.

P r o d u t tive. Circolare n. Circolare n. Legge 23 agosto 2004, n. 239 - articoli 53 e 54, recanti modifiche e integrazioni ai requisiti per l accesso ai contributi in favore degli autoveicoli alimentati a GPL e metano di cui al decreto

Dettagli

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO N. 4 DEL 9 AGOSTO 2006 REGOLAMENTO CONCERNENTE GLI OBBLIGHI INFORMATIVI A CARICO DELLE IMPRESE IN OCCASIONE DI CIASCUNA SCADENZA ANNUALE DEI CONTRATTI R.C.AUTO DI CUI AL TITOLO XIV (VIGILANZA

Dettagli

REGOLAMENTO N. 9 DEL 19 MAGGIO 2015

REGOLAMENTO N. 9 DEL 19 MAGGIO 2015 REGOLAMENTO N. 9 DEL 19 MAGGIO 2015 REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA DELLA BANCA DATI ATTESTATI DI RISCHIO E DELL ATTESTAZIONE SULLO STATO DEL RISCHIO DI CUI ALL ART. 134 DEL DECRETO LEGISLATIVO 7 SETTEMBRE

Dettagli

Certificazione energetica, legge di stabilità,destinazione Italia, mille proroghe

Certificazione energetica, legge di stabilità,destinazione Italia, mille proroghe DECRETO DESTINAZIONE ITALIA, LEGGE DI STABILITÀ, DECRETO MILLEPROROGHE E CERTIFICAZIONE ENERGETICA Il comma 139 dell art. unico della legge 27 dicembre 2013, n. 147 - Disposizioni per la formazione del

Dettagli

SOMMARIO. Premessa...3

SOMMARIO. Premessa...3 CIRCOLARE N. 47/E Roma, 20 dicembre 2012 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Questioni interpretative in merito all applicazione dell articolo 3 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23, (c.d. cedolare

Dettagli

Documento di sintesi della nota ministeriale sull accesso alla professione ed accesso al mercato

Documento di sintesi della nota ministeriale sull accesso alla professione ed accesso al mercato Documento di sintesi della nota ministeriale sull accesso alla professione ed accesso al mercato I ) Accesso alla professione con applicazione delle disposizioni del DL 5/2012, convertito dalla Legge 35/2012

Dettagli

Autotrasportatori: importi e modalità di rimborso del caro gasolio

Autotrasportatori: importi e modalità di rimborso del caro gasolio CIRCOLARE A.F. N. 13 del 31 gennaio 2012 Ai gentili clienti Loro sedi Autotrasportatori: importi e modalità di rimborso del caro gasolio Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che con un

Dettagli

STRALCIO N. 259-01. <>

STRALCIO N. 259-01. <<Disposizioni concernenti le revisioni periodiche dei veicoli a motore >> Consiglio regionale Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia IX LEGISLATURA - ATTI CONSILIARI - PROGETTI DI LEGGE E RELAZIONI STRALCIO N. 259-01

Dettagli

Roma, 16 maggio 2012. prot. n. 13546. Ai Dirigenti Generali Territoriali LORO SEDI. Agli UMC LORO SEDI

Roma, 16 maggio 2012. prot. n. 13546. Ai Dirigenti Generali Territoriali LORO SEDI. Agli UMC LORO SEDI Ministero delle Infrastrutture dei Trasporti DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI LA NAVIGAZIONE ED I SISTEMI INFORMATIVI E STATISTICI Direzione Generale per la Motorizzazione Divisione 5 Via G. Caraci, 36 00157

Dettagli

TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - IL TRASPORTO COMBINATO - di Franco MEDRI* e Maurizio PIRAINO**

TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - IL TRASPORTO COMBINATO - di Franco MEDRI* e Maurizio PIRAINO** TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - IL TRASPORTO COMBINATO - di Franco MEDRI* e Maurizio PIRAINO** Con il Decreto Ministeriale 15 febbraio 2001, n. 28T, il Ministero dei Trasporti ha recepito la Direttiva

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 26 27.01.2015 1 Le novità in tema di autotrasporto Le novità introdotte dallo Sblocca Italia e della Legge di Stabilità 2015 Categoria: Autotrasportatori

Dettagli

Il Provvedimento del Direttore dell Agenzia entrate del 6 dicembre 2006: il problema dei cd. falsi autocarri

Il Provvedimento del Direttore dell Agenzia entrate del 6 dicembre 2006: il problema dei cd. falsi autocarri ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 23 17 DICEMBRE 2007 Il Provvedimento del Direttore dell Agenzia entrate del 6 dicembre 2006:

Dettagli

TRASPORTO MERCI IN CONTO TERZI - LE ISTRUZIONI SCRITTE DEL COMMITTENTE - * di Franco MEDRI

TRASPORTO MERCI IN CONTO TERZI - LE ISTRUZIONI SCRITTE DEL COMMITTENTE - * di Franco MEDRI TRASPORTO MERCI IN CONTO TERZI - LE ISTRUZIONI SCRITTE DEL COMMITTENTE - * di Franco MEDRI L art. 7, comma 4, del D. Lgs n. 286/05 prescrive che, qualora il contratto di trasporto non sia stipulato in

Dettagli

Periodico informativo n. 130/2012. Carta di circolazione: identificazione del conducente

Periodico informativo n. 130/2012. Carta di circolazione: identificazione del conducente Periodico informativo n. 130/2012 Carta di circolazione: identificazione del conducente Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che a partire

Dettagli

Corpo di Polizia Locale di Viterbo Di MAZZI Giorgio

Corpo di Polizia Locale di Viterbo Di MAZZI Giorgio 1 Corpo di Polizia Locale di Viterbo Di MAZZI Giorgio Studio sul Trasporto Merci Il trasporto merci su strada è una materia molto complessa, che fa riferimento alla Legge numero 298 del 06.06.1974 ancora

Dettagli

AUTO: NOVITA APPLICABILI DAL 2013 IN MATERIA DI DEDUZIONE COSTI E DETRAZIONE IVA

AUTO: NOVITA APPLICABILI DAL 2013 IN MATERIA DI DEDUZIONE COSTI E DETRAZIONE IVA AUTO: NOVITA APPLICABILI DAL 2013 IN MATERIA DI DEDUZIONE COSTI E DETRAZIONE IVA a cura del Dott. Vito e in Bitonto (BA) 1. Premessa Nel corso del 2012, il Legislatore è intervenuto sulla deducibilità

Dettagli

Nautica da diporto: territorialità IVA dei servizi di noleggio

Nautica da diporto: territorialità IVA dei servizi di noleggio Nautica da diporto: territorialità IVA dei servizi di noleggio Premessa Il presente lavoro è finalizzato a fornire una descrizione della normativa italiana in materia di IVA nel settore della nautica da

Dettagli

REGOLAMENTO RELATIVO AI CRITERI PER L APPLICAZIONE DELE SANZIONI DISCIPLINARI ALLE IMPRESE DI AUTOTRASPORTO (ART. 21 LEGGE 298/74)

REGOLAMENTO RELATIVO AI CRITERI PER L APPLICAZIONE DELE SANZIONI DISCIPLINARI ALLE IMPRESE DI AUTOTRASPORTO (ART. 21 LEGGE 298/74) Servizio Protezione Civile, Trasporti e Mobilità REGOLAMENTO RELATIVO AI CRITERI PER L APPLICAZIONE DELE SANZIONI DISCIPLINARI ALLE IMPRESE DI AUTOTRASPORTO (ART. 21 LEGGE 298/74) Con il decreto legislativo

Dettagli

ASSESSORATO DELLE INFRASTRUTTURE E DELLA MOBILITÀ Decreto 3 agosto 2010. Disposizioni relative alla limitazione della circolazione degli autoveicoli

ASSESSORATO DELLE INFRASTRUTTURE E DELLA MOBILITÀ Decreto 3 agosto 2010. Disposizioni relative alla limitazione della circolazione degli autoveicoli ASSESSORATO DELLE INFRASTRUTTURE E DELLA MOBILITÀ Decreto 3 agosto 2010. Disposizioni relative alla limitazione della circolazione degli autoveicoli nei centri abitati al fine della prevenzione degli inquinamenti

Dettagli

SULPL ALESSANDRIA NEWS Periodico di informazione tecnica, giuridica, sindacale e di attualità per gli operatori della polizia locale

SULPL ALESSANDRIA NEWS Periodico di informazione tecnica, giuridica, sindacale e di attualità per gli operatori della polizia locale REGIONE PIEMONTE SEGRETERIA PROVINCIALE ALESSANDRIA e_mail: alessandria@sulpm.net SULPL ALESSANDRIA NEWS Periodico di informazione tecnica, giuridica, sindacale e di attualità per gli operatori della polizia

Dettagli

Mietfahrzeuge ohne Fahrer. Locazione dei veicoli senza conducente

Mietfahrzeuge ohne Fahrer. Locazione dei veicoli senza conducente Abteilung 38 - Mobilität Amt 38.1 Amt für Planung und Gütertransport Ripartizione 38 - Mobilità Ufficio 38.1 Ufficio pianificazione e trasporto merci Mietfahrzeuge ohne Fahrer 24. Mai 2008 Dr. Giampiero

Dettagli

Circolare N. 157 del 28 Novembre 2014

Circolare N. 157 del 28 Novembre 2014 Circolare N. 157 del 28 Novembre 2014 Dal 12 novembre 2014 tracciabilita assoluta per i pagamenti delle prestazioni di trasporto di merci su strada Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

Motorizzazione civile: obbligo di comunicazione e registrazione

Motorizzazione civile: obbligo di comunicazione e registrazione Il nuovo Codice della Strada e la gestione dei rapporti di lavoro mercoledì, 26 novembre 2014 Esaminiamo alla luce delle diverse circolari recentemente emanate dal Ministero dei Trasporti, il rapporto

Dettagli

Roma, 9 maggio 2007. prot. n. 43325. Ai Direttori dei Settori Trasporti dei SIIT LORO SEDI. A tutti gli Uffici Motorizzazione Civile LORO SEDI

Roma, 9 maggio 2007. prot. n. 43325. Ai Direttori dei Settori Trasporti dei SIIT LORO SEDI. A tutti gli Uffici Motorizzazione Civile LORO SEDI DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI Via G. Caraci, 36 00157 Roma prot. n. 43325 Roma, 9 maggio 2007 Ai Direttori dei Settori Trasporti dei SIIT LORO SEDI A tutti gli Uffici Motorizzazione Civile LORO

Dettagli

RISOLUZIONE N. 113/E. Roma, 27 ottobre 2010. Direzione Centrale Normativa

RISOLUZIONE N. 113/E. Roma, 27 ottobre 2010. Direzione Centrale Normativa RISOLUZIONE N. 113/E Roma, 27 ottobre 2010 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Incentivi per il rinnovo del parco circolante e per l acquisto di veicoli ecologici mediante riconoscimento di crediti di

Dettagli

NOLEGGIO CON CONDUCENTE (NCC) Tutte le regole per autovetture, autobus e taxi a cura di Franco Medri*

NOLEGGIO CON CONDUCENTE (NCC) Tutte le regole per autovetture, autobus e taxi a cura di Franco Medri* NOLEGGIO CON CONDUCENTE (NCC) Tutte le regole per autovetture, autobus e taxi a cura di Franco Medri* Premessa: le parti evidenziate in rosso non sono ancora entrate in vigore se non dopo la pubblicazione

Dettagli

Scheda di trasporto. La scheda dovrà essere compilata dal committente e conservata a bordo del veicolo, a cura del vettore.

Scheda di trasporto. La scheda dovrà essere compilata dal committente e conservata a bordo del veicolo, a cura del vettore. Scheda di trasporto CNA Fita Trasporto Dal 19 Luglio le imprese di autotrasporto sono tenute alla compilazione della scheda di trasporto. L istituzione del nuovo documento si inserisce all interno del

Dettagli

IL DIRITTO CHE CAMBIA: FORME CONTRATTUALI E RESPONSABILITA DELLA FILIERA. (vettore, committente, caricatore e proprietario della merce)

IL DIRITTO CHE CAMBIA: FORME CONTRATTUALI E RESPONSABILITA DELLA FILIERA. (vettore, committente, caricatore e proprietario della merce) IL DIRITTO CHE CAMBIA: FORME CONTRATTUALI E RESPONSABILITA DELLA FILIERA (vettore, committente, caricatore e proprietario della merce) - Soggetti, elementi e modelli ministeriali del contratto scritto

Dettagli

- Termini e scadenze del d.l. n. 2/03 -

- Termini e scadenze del d.l. n. 2/03 - DECRETO LEGGE N. 2 del 13/01/2003 (Approvato dal Consiglio dei Ministri il 10/01/2003 e pubblicato nella G.U. del 13/01/03 che reintroduce le misure agevolative in materia di tasse automobilistiche di

Dettagli

e p.c. OGGETTO: Cambio di destinazione dei veicoli in circolazione. Variazione del numero dei posti.

e p.c. OGGETTO: Cambio di destinazione dei veicoli in circolazione. Variazione del numero dei posti. DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI E PER I SISTEMI INFORMATIVI E STATISTICI Direzione Generale della Motorizzazione e della Sicurezza del Trasporto Terrestre PROT. N. 4210M368 Roma, 19.12.2002 Agli

Dettagli

Legge 12 dicembre 2002, n. 273 (S.O. n. 230/L alla G.U. 14 dicembre 2002, n. 293)

Legge 12 dicembre 2002, n. 273 (S.O. n. 230/L alla G.U. 14 dicembre 2002, n. 293) Legge 12 dicembre 2002, n. 273 (S.O. n. 230/L alla G.U. 14 dicembre 2002, n. 293) Misure per favorire l iniziativa privata e lo sviluppo della concorrenza Capo III DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RC AUTO 1

Dettagli

* * * del 13 dicembre 2013 del 13 dicembre 2013 - ALLE QUESTURE DELLA REPUBBLICA LORO SEDI - AI COMPARTIMENTI DELLA POLIZIA STRADALE LORO SEDI

* * * del 13 dicembre 2013 del 13 dicembre 2013 - ALLE QUESTURE DELLA REPUBBLICA LORO SEDI - AI COMPARTIMENTI DELLA POLIZIA STRADALE LORO SEDI Ministero dell Interno Dipartimento della Pubblica Sicurezza DIREZIONE CENTRALE PER LA POLIZIA STRADALE, FERROVIARIA, DELLE COMUNICAZIONI E PER I REPARTI SPECIALI DELLA POLIZIA DI STATO Ministero delle

Dettagli

dei cittadini di un paese terzo dipendenti di un impresa stabilità in uno Stato membro o impiegati presso la stessa.

dei cittadini di un paese terzo dipendenti di un impresa stabilità in uno Stato membro o impiegati presso la stessa. LA CARTA DI QUALIFICAZIONE DEL CONDUCENTE Campi di applicazione, esenzioni, obblighi, corsi di formazione, decorrenze e tutto quello che c è da sapere sulla CQC *Di Franco Medri Con la pubblicazione della

Dettagli

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 26 febbraio 2008

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 26 febbraio 2008 CIRCOLARE N. 14/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 26 febbraio 2008 OGGETTO: Modalità di controllo su operatori che effettuano acquisti di autoveicoli usati da operatori comunitari in regime IVA del

Dettagli

AUTORIZZAZIONI E CLASSIFICAZIONE DEI MEZZI D OPERA

AUTORIZZAZIONI E CLASSIFICAZIONE DEI MEZZI D OPERA AUTORIZZAZIONI E CLASSIFICAZIONE DEI MEZZI D OPERA di Franco MEDRI * L articolo 54, comma 1, lettera n), del Codice della Strada classifica i mezzi d opera come Veicoli o complessi di veicoli dotati di

Dettagli

Revisione delle macchine agricole e delle macchine operatrici, ora è operativa Di Girolamo Simonato

Revisione delle macchine agricole e delle macchine operatrici, ora è operativa Di Girolamo Simonato Revisione delle macchine agricole e delle macchine operatrici, ora è operativa Di Girolamo Simonato Con il d.lgs. 285/92 (Nuovo Codice della Strada) all art. 111 era stata disciplinata la revisione della

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 luglio 2006, n. 254 1

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 luglio 2006, n. 254 1 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 luglio 2006, n. 254 1 Regolamento recante disciplina del risarcimento diretto dei danni derivanti dalla circolazione stradale, a norma dell'articolo 150 del decreto

Dettagli

Le nuove sanzioni per la durata della guida e dei riposi degli autoveicoli adibiti al trasporto di persone o cose (aggiornate biennio 2013 2014)

Le nuove sanzioni per la durata della guida e dei riposi degli autoveicoli adibiti al trasporto di persone o cose (aggiornate biennio 2013 2014) Le nuove sanzioni per la durata della guida e dei riposi degli autoveicoli adibiti al trasporto di persone o cose (aggiornate biennio 2013 2014) Tabelle di sintesi con i calcoli delle percentuali e delle

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 luglio 2006, n. 254 1

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 luglio 2006, n. 254 1 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 luglio 2006, n. 254 1 Regolamento recante disciplina del risarcimento diretto dei danni derivanti dalla circolazione stradale, a norma dell'articolo 150 del decreto

Dettagli

CITTA DI SAN DANIELE DEL FRIULI. Regolamento Comunale per l esercizio del servizio di noleggio con conducente con autobus da rimessa

CITTA DI SAN DANIELE DEL FRIULI. Regolamento Comunale per l esercizio del servizio di noleggio con conducente con autobus da rimessa CITTA DI SAN DANIELE DEL FRIULI Regolamento Comunale per l esercizio del servizio di noleggio con conducente con autobus da rimessa Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 99 del 26.10.2001 ART.

Dettagli

Periodico informativo n. 152/2014. Auto in comodato obblighi per le aziende

Periodico informativo n. 152/2014. Auto in comodato obblighi per le aziende Periodico informativo n. 152/2014 Auto in comodato obblighi per le aziende Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza del fatto che circa l obbligo

Dettagli

Olivia Postorino: Regione Lombardia-D.G. Infrastrutture e Mobilità

Olivia Postorino: Regione Lombardia-D.G. Infrastrutture e Mobilità Olivia Postorino: Regione Lombardia-D.G. Infrastrutture e Mobilità Intervento Convegno ANAV del 17 /2/2004. (Noleggio autobus ai sensi della l. 218/2003) Con la legge quadro n. 218/2003, entrata in vigore

Dettagli

CIRCOLARE N.17/E. OGGETTO: Deducibilità dei canoni di leasing - Decreto legge 2 marzo 2012, n. 16

CIRCOLARE N.17/E. OGGETTO: Deducibilità dei canoni di leasing - Decreto legge 2 marzo 2012, n. 16 CIRCOLARE N.17/E Direzione Centrale Normativa Roma, 29 maggio 2013 OGGETTO: Deducibilità dei canoni di leasing - Decreto legge 2 marzo 2012, n. 16 INDICE Premessa... 3 1 La nuova disciplina fiscale dei

Dettagli

SVD: regolamento Ivass 9/2015. Dematerializzazione attestato di rischio

SVD: regolamento Ivass 9/2015. Dematerializzazione attestato di rischio Circolare ai collaboratori di Südtirol Vita & Danni CIRCOLARE N. 046/2015 Alla c.a. di Tutti i collaboratori di Südtirol Vita & Danni Milano, 1 luglio 2015 SVD: regolamento Ivass 9/2015. Dematerializzazione

Dettagli

http://www.normattiva.it//dispatcher?task=attocompleto&service=212&datagu=2003...

http://www.normattiva.it//dispatcher?task=attocompleto&service=212&datagu=2003... Page 1 of 7 LEGGE 11 agosto 2003, n. 218 Disciplina dell'attivita' di trasporto di viaggiatori effettuato mediante noleggio di autobus con conducente. La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica

Dettagli

RISOLUZIONE N. 8 /DPF

RISOLUZIONE N. 8 /DPF RISOLUZIONE N. 8 /DPF Roma, 21 marzo 2008 MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO PER LE POLITICHE FISCALI UFFICIO FEDERALISMO FISCALE Prot. n. 4991-2008/DPF/UFF OGGETTO: Art. 29 del d. l.

Dettagli

MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners

MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners ragionieri commercialisti economisti d impresa valdagno (vi) via l. festari,15 tel. 0445/406758/408999 - fax 0445/408485 dueville (vi) - via g. rossi, 26 tel. 0444/591846

Dettagli

ART. 1. (Disposizioni in materia di assicurazione r.c. auto)

ART. 1. (Disposizioni in materia di assicurazione r.c. auto) SCHEMA DI DISEGNO DI LEGGE RECANTE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ASSICURAZIONE R.C. AUTO ART. 1 (Disposizioni in materia di assicurazione r.c. auto) 1. Al decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, e successive

Dettagli

DICHIARAZIONE DI COSTITUZIONE DI NUOVA FAMIGLIA CON O SENZA CAMBIAMENTO DI INDIRIZZO ALL INTERNO DI LA LOGGIA CASO B sotto specificato

DICHIARAZIONE DI COSTITUZIONE DI NUOVA FAMIGLIA CON O SENZA CAMBIAMENTO DI INDIRIZZO ALL INTERNO DI LA LOGGIA CASO B sotto specificato DICHIARAZIONE DI COSTITUZIONE DI NUOVA FAMIGLIA CON O SENZA CAMBIAMENTO DI INDIRIZZO ALL INTERNO DI LA LOGGIA CASO B sotto specificato PRINCIPIO GENERALE Quando l'interessato/famiglia va ad abitare in

Dettagli

COMUNE DI SPILIMBERGO

COMUNE DI SPILIMBERGO COMUNE DI SPILIMBERGO PROVINCIA DI PORDENONE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI NOLEGGIO CON CONDUDCENTE CON AUTOBUS DA RIMESSA E PER LE MODALITA DI RILASCIO E DI RINNOVO DELLE RELATIVE

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI Direzione generale per la motorizzazione

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI Direzione generale per la motorizzazione MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI Direzione generale per la motorizzazione Prot. n. 4114/M368 Roma, 4 agosto 2005 OGGETTO: Procedure per l inquadramento

Dettagli

Circolare N. 117 del 2 Settembre 2015

Circolare N. 117 del 2 Settembre 2015 Circolare N. 117 del 2 Settembre 2015 La revisione delle macchine agricole Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, con il DM 20.5.2015 è stata recentemente disposta la revisione generale,

Dettagli

MODULO DICHIARAZIONE PER VALUTAZIONE CAPACITA FINANZIARIA EX ART. 6 COMMA2, D.LGS 395/2000.

MODULO DICHIARAZIONE PER VALUTAZIONE CAPACITA FINANZIARIA EX ART. 6 COMMA2, D.LGS 395/2000. MODULO DICHIARAZIONE PER VALUTAZIONE CAPACITA FINANZIARIA EX ART. 6 COMMA2, D.LGS 395/2000. Domanda per l esercizio del servizio passeggeri effettuato mediante NCC-bus nella provincia di Bologna. Alla

Dettagli

L urto nella navigazione da diporto Inquadramento della disciplina ed aspetti applicativi

L urto nella navigazione da diporto Inquadramento della disciplina ed aspetti applicativi L urto nella navigazione da diporto Inquadramento della disciplina ed aspetti applicativi Avv. Enrico Mordiglia Studio Legale Mordiglia Genova - Milano Inquadramento normativo > Codice della nautica da

Dettagli

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO N. 4 DEL 9 AGOSTO 2006 REGOLAMENTO CONCERNENTE GLI OBBLIGHI INFORMATIVI A CARICO DELLE IMPRESE IN OCCASIONE DI CIASCUNA SCADENZA ANNUALE DEI CONTRATTI R.C.AUTO DI CUI AL TITOLO XIV (VIGILANZA

Dettagli