Bilancio Sociale duemilatredici. Tutti i numeri della ricerca scientifica sulle malattie del sangue

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Bilancio Sociale duemilatredici. Tutti i numeri della ricerca scientifica sulle malattie del sangue"

Transcript

1 Bilancio Sociale duemilatredici Tutti i numeri della ricerca scientifica sulle malattie del sangue

2 Ultima revisione novembre 04 La Fondazione GIMEMA guarda avanti con fiducia. Oggi possiamo dire che ogni singola somma investita nella ricerca scientifica si traduce in risultati. A cura del Centro Dati GIMEMA informazione Responsabili Marco Vignetti, Paola Fazi Progetto grafico GIMEMA informazione Collaboratori Giulio D Alfonso, Edoardo la Sala, Federica Passarelli

3 Time line Il gruppo cooperativo GIMEMA nasce nel 98, grazie ad un ristretto numero di centri ematologici italiani che compresero come, unendo forze e casistiche, si sarebbero potuti raggiungere risultati d eccellenza altrimenti non realizzabili dal singolo. Oggi dopo oltre 30 anni di attività, la Fondazione GIMEMA è un'organizzazione collaborativa a cui partecipa la quasi totalità dei centri di ematologia italiani. Nasce il Centro Dati GIMEMA Viene costituita la Fondazione GIMEMA onlus Working Parties Aderiscono i primi 9 centri e si avviano i primi studi multicentrici. Bari. Napoli Federico II 3. Perugia 4. Pescara 5. Reggio Calabria 6. Roma La Sapienza, 7. Roma Cattolica 8. San Giovanni Rotondo 9. Torino Aumenta il numero dei centri aderenti Si sviluppano nuovi studi multicentrici a livello nazionale Il GIMEMA diventa Gruppo Italiano Malattie Ematologiche Maligne dell Adulto Partono i primi studi clinici internazionali in collaborazione con il Leukemia Group dell EORTC Si vogliono standardizzare le metodiche diagnostiche, in particolare citogenetiche e molecolari. Inizia, di fatto, la ricerca Traslazionale negli studi GIMEMA I primi 5 Laboratori coinvolti. Roma. Napoli 3. Orbassano 4. Ferrara 5. Perugia Viene deciso che il gruppo si potrà occupare anche di malattie non maligne Il GIMEMA diventa Gruppo Italiano Malattie EMatologiche dell Adulto Si ottiene la certificazione ISO Nel febbraio del 004, l'espansione del Gruppo, l'incremento degli studi clinici e biologici, l'entrata in vigore di normative pee e soprattutto l'esigenza di una maggiore visibilità del GIMEMA a livello internazionale, portano alla realizzazione dei Working Parties (WP), gruppi di lavoro specializzati per le diverse patologie ematologiche, e delle commissioni operative per l approfondimento di temi specifici. Si avviano i primi studi di Fase I Nasce GIMEMA informazione I WP rappresentano la vera "anima scientifica" del GIMEMA. 4 5

4 Lavoriamo per Promuovere la ricerca Assicurare a tutti i pazienti una diagnosi precisa e sicura, finanziando sofisticate analisi di laboratorio Finanziare borse di studio a giovani medici e ricercatori in tutti i centri italiani di ematologia che aderiscono al gruppo GIMEMA Garantire a tutti i pazienti la cura migliore attraverso l impiego di farmaci innovativi, troppo spesso non ancora sul mercato Sostenere il Centro Dati che assicura alla Fondazione lo svolgimento della propria attività di ricerca Permettere ai pazienti di essere curati in modo uniforme in tutta Italia e dar loro la possibilità di essere seguiti in ospedali vicino casa Organizzare riunioni, convegni e corsi di formazione che siano un momento di riflessione e di scambio di idee La ricerca clinica indipendente è una componente importante della ricerca clinica di interesse pubblico, solitamente finalizzata all ottimizzazione di strategie terapeutiche e non al medicinale in quanto tale o al suo sviluppo. È un tipo di ricerca fondamentale per il miglioramento della pratica clinica e la gestione quotidiana della patologia. Oltre a garantire la migliore assistenza al paziente, ottimizza le prestazioni assistenziali, la valutazione di farmaci e genera benefici per la spesa erogata dal servizio sanitario nazionale. La ricerca indipendente si occupa, per esempio, di definire rischi e benefici di farmaci già autorizzati, stabilire i migliori protocolli terapeutici, individuare associazioni o usi sequenziali di farmaci. Nell esperienza GIMEMA le ricerche nascono sul campo, dalle idee ed esperienze degli stessi medici e ricercatori che svolgono quotidianamente il loro lavoro all interno di istituzioni accademiche o pubbliche. Anche la ricerca clinica indipendente però deve essere condotta secondo le rigide regole internazionali. Il GIMEMA, con la sua organizzazione, riesce ad operare in questo complesso contesto regolatorio, garantendo la validità dei risultati e salvaguardando il primario interesse dei pazienti. Fare formazione Nel 00 è stata creata l unità GIMEMA informazione, che si occupa della redazione di dispense, newsletter, brochure e dell organizzazione di corsi professionali rivolti, in particolare, ai giovani. È questo un settore che ha l ambizione di divenire un laboratorio con il quale costruire un percorso formativo per chiunque voglia accedere al complesso mondo della ricerca clinica. Il GIMEMA organizza regolarmente corsi di formazione su argomenti di primario interesse per le figure professionali operanti in questo ambito. Oltre ai corsi, l attività di formazione e sensibilizzazione si avvale dell utilizzo di materiale editoriale informativo e comunicazione al grande pubblico attraverso i canali web, facebook e twitter. Divulgare conoscenze scientifiche Il GIMEMA persegue l obiettivo di garantire la parità di trattamento del paziente, a prescindere dal luogo geografico di provenienza e cura. Pensando al contesto storico in cui nasceva il GIMEMA è evidente come questo obiettivo apparisse ambizioso. Nei primi anni 80 lo scenario era composto da alcuni centri d avanguardia, nei quali venivano garantiti i migliori trattamenti disponibili, e da numerosi Centri dove questi stessi trattamenti, per assenza di mezzi o per casistiche limitate, non erano previsti. Nel corso degli anni il GIMEMA ha impegnato gran parte delle proprie risorse per far sì che le conoscenze fossero quanto più possibile condivise, organizzando confronti scientifici, congressi, riunioni, iniziative di sensibilizzazione dell opinione pubblica e privata. Tutto affinché i trattamenti all avanguardia fossero a disposizione dell intera comunità scientifica nazionale e che le più complesse analisi diagnostiche fossero accessibili a tutti, tramite il metodo della centralizzazione dei campioni biologici. Le attività svolte dalla Fondazione GIMEMA hanno permesso di raggiungere risultati scientifici di altissimo livello. Il nome del GIMEMA è sempre più conosciuto a livello mondiale e l autorevolezza acquisita fa sì che, per alcune specifiche patologie, come ad esempio la Leucemia Acuta Promielocitica, il GIMEMA sia riconosciuto come un punto di riferimento assoluto. Il GIMEMA opera in collaborazione con le più grandi realtà cooperative pee come EORTC (European Organization for Research and Treatment of Cancer), MRC (Medical Research Council, UK), SAL (Study Alliance Leukemia, DE), americane come il CALGB (Cancer and Leukemia Group B, ), nonché con Enti legislativi come AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) ed EMA (European Medical Agency). 6 7

5 Organigramma Consiglio direttivo Comitato scientifico Il presidente della Fondazione è il prof. Franco Mandelli. Board dei Working Parties Consiglio Direttivo Ha tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione. Delibera sulle iniziative necessarie per conseguire le finalità della Fondazione. Comitato Scientifico Identifica le aree di interesse per le attività della Fondazione, valuta il contenuto scientifico dei nuovi progetti, supervisiona e coordina la stesura dei testi per le pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali. I massimi esperti italiani di ogni settore si incontrano regolarmente per condividere aggiornamenti scientifici, suggerire modifiche agli standard di cura e proporre nuove strategie terapeutiche con l impiego di nuovi farmaci. Centro Dati Il Centro Dati coordina le attività di ricerca della Fondazione, assicurando che queste siano svolte in conformità alle norme internazionali di Buona pratica clinica (GCP). Centro Dati Working Parties Sono 8 gruppi di lavoro orientati per tipo di patologia ematologica, la vera anima scientifica del GIMEMA. Ricercatori GIMEMA Con la loro opera, in tutta Italia assicurano al paziente il più moderno ed efficace trattamento disponibile. Ricercatori GIMEMA 8 9

6 Centro dati Assicurazione di Qualità Direzione Gimema informazione La nostra attività richiede una gestione molto complessa. Decine di persone, con diverse specializzazioni, lavorano per diversi anni dalla progettazione e gestione dello studio fino al suo completo svolgimento. Il personale GIMEMA Project Manager Data Manager Data manager 9 Affari regolatori Biostatistica Affari regolatori Project Management Biostatistica Safety Desk Farmacovigilanza Assicurazione Qualità Healt Outcome Research Unit Gestione del farmaco Amministrazione Direzione Rapporti AIFA/OsSC Le principali attività sono: Organizzazione e progettazione degli studi clinici, comprendenti tutte le attività dalla ideazione, alla stesura del protocollo e la gestione degli affari regolatori e delle comunicazioni con i Comitati Etici. Monitor La Fondazione GIMEMA ha un centro operativo centrale, il Centro Dati, che gestisce la progettazione e la conduzione delle ricerche cliniche in accordo con le normative vigenti. Il Centro Dati è certificato UNI EN ISO 900:008 per le attività di Progettazione, realizzazione e gestione di sperimentazioni cliniche e per Organizzazione e conduzione di eventi e corsi di formazione. Oltre a queste attività, il Centro Dati svolge il ruolo di Segreteria della Fondazione GIMEMA, cura i rapporti con i Centri afferenti al Gruppo, organizza meeting con gli Sperimentatori. Conduzione delle sperimentazioni cliniche, coordinamento dei centri partecipanti, gestione della raccolta dati. Farmacovigilanza, analisi statistiche e pubblicazione di report e lavori scientifici. Erogazione di corsi di formazione e attività di divulgazione scientifica. Segreteria 0

7 Ricerca in rete Sin dal 996 il GIMEMA utilizza un sistema di centralizzazione delle analisi biologiche. I campioni dei pazienti arruolati negli studi clinici vengono inviati, a seconda della patologia e delle indagini richieste, ad uno dei laboratori dislocati sul territorio nazionale. Questo metodo organizzativo offre importanti vantaggi per il paziente, garantendo: Le stesse possibilità di ricevere la più accurata diagnosi a prescindere dall effettivo luogo di cura La possibilità di condurre ricerche traslazionali, o ricerche bio-molecolari anche molto complesse, che producano risultati velocemente integrabili nella normale pratica clinica (si pensi, ad esempio, alle terapie personalizzate). Leucemie Acute Le più sofisticate indagini biologiche sempre disponibili per tutti. Laboratori di centralizzazione biologica Orbassano Milano Bologna Perugia Roma Sapienza Roma Tor Vergata Napoli Bari Palermo 3

8 Legnano Novara Varese Milano Bergamo Monza Brescia Verona Vicenza Treviso Udine Leucemia Mieloide Cronica Venezia Padova Torino Orbassano Genova Pavia Reggio Emilia Pisa Bologna Trecenta Pievesestina di Cesena Pesaro Torrette Pescara 47 laboratori partecipano alla rete Labnet dedicata alla diagnostica molecolare della Leucemia Mieloide Cronica I laboratori standardizzati Labnet vengono sottoposti a periodici controlli, a garanzia del mantenimento dei requisiti di qualità richiesti dal progetto Firenze Perugia Viterbo San Giovanni Rotondo Foggia Roma Bari Brindisi Lecce Nuoro Napoli Rionero in Volture Potenza Laboratori di biologia molecolare Rete Labnet Cagliari Palermo Catania Cosenza Reggio Calabria Laboratorio o più laboratori 4 5

9 I centri GIMEMA ABRUZZO La Spezia L'Aquila LOMBARDIA Pescara BASILICATA 3 Matera Tricase (LE) 4 SARDEGNA 4 Bergamo Cagliari Brescia Nuoro Busto Arsizio Sassari Potenza Crema Rionero in Vulture Cremona Caltanissetta CALABRIA 5 Lecco Catania 3 Catanzaro Milano 9 Cefalù Cosenza Monza Messina Reggio Calabria Pavia Palermo 4 Rossano (CS) Rozzano Ragusa CAMPANIA 0 Sondalo Taormina Avellino Treviglio Termini Imerese Aversa Varese TOSCANA 6 Caserta MARCHE 5 Arezzo Napoli 4 Ancona Firenze Pagani (sa) Ascoli Lido di Camaiore Pozzuoli Civitanova Marche Livorno Salerno Pesaro Pisa 9 MOLISE Siena EMILIA ROMAGNA Cona (Ferrara) Meldola Alessandria Modena Asti UMBRIA 3 Parma Biella Perugia Piacenza Cuneo Terni Ravenna Ivrea (TO) Reggio Emilia Novara Aosta Rimini Orbassano VENETO 0 Bolzano Trento VALLE D'AOSTA 4 Torino 3 Belluno Aviano Vercelli Castelfranco Veneto Pordenone PUGLIA Conegliano (TV) Trieste Acquaviva delle Fonti (Ba) Mestre Udine Bari Noale Bari - Carbonara Padova LAZIO 6 Frosinone Barletta Rovigo Latina Brindisi Treviso Roma Foggia Verona Vicenza Ronciglione 6 TRENTINO ALTO ADIGE PIEMONTE 4 Bologna FRIULI VENEZIA GIULIA Campobasso SICILIA Lecce LIGURIA 6 S. G. Rotondo Genova 5 Taranto oltre i pazienti gestiti dalla fondazione GIMEMA nel corso del 03 7

10 5 La ricerca 4 AML30 37 in numeri 659 QoL APL05 09 AML4 QoL ITP04 3 CML0 sono i pazienti di nuova diagnosi seguiti presso 7 centri e distribuiti tra 0 studi clinici 30 LALw9 8 8 LAL308 CML09 LAL04 4 LAL60 AML4a 8 ITP007 LLC0606 AML08 5 AML9 CAD0 CML LLC0709 ITP064 LLC09 MDS043 MDS063 ITP05 8 9

11 Lavori scientifici 47 sono i lavori scientifici pubblicati nel corso del 03, su numerose testate di fama mondiale Impact Factor (IF) cumulativo 377,3 4-Year Outcome Of 5 Patients With Newly Diagnosed Chronic Myeloid Leukemia (CML) Treated Frontline With Nilotinib In Investigator-Sponsored Studies. A Report From The Gimema CML Working Party. Castagnetti, Fausto, et al. 03., s.l. : American Society of Hematology, 03, Blood, Vol., pp Acute promyelocytic leukemia: do we have a new front-line standard of treatment? Sanz, Miguel A, Iacoboni, Gloria and Montesinos, Pau , s.l. : Springer, 03, Current oncology reports, Vol. 5, pp Age-Stratified Analysis Of The Prognostic Role Of Minimal Residual Disease Detection By Flow Cytometry, In Adult Patients With Acute Myeloid Leukemia. Maurillo, Luca, et al. 03., s.l. : American Society of Hematology, 03, Blood, Vol., pp Arterial and venous thrombosis in patients with monoclonal gammopathy of undetermined significance: incidence and risk factors in a cohort of 49 patients. Za, Tommaso, et al , s.l. : Wiley Online Library, 03, British journal of haematology, Vol. 60, pp BCR/ABL-positive acute lymphoblastic leukemia relapsing as BCR/ABL-negative acute lymphoblastic leukemia. Rizzotto, Lara, et al , s.l. : Informa Healthcare London, 03, Leukemia \& lymphoma, Vol. 54, pp Bendamustine in combination with Ofatumumab in relapsed or refractory chronic lymphocytic leukemia: a GIMEMA Multicenter Phase II Trial. Cortelezzi, A, et al , s.l. : Nature Publishing Group, 03, Leukemia, Vol. 8, pp Bortezomib for the treatment of previously untreated multiple myeloma. Romano, Alessandra, Conticello, Concetta and Di Raimondo, Francesco , s.l. : Future Medicine, 03, Immunotherapy, Vol. 5, pp Bortezomib-based versus nonbortezomib-based induction treatment before autologous stem-cell transplantation in patients with previously untreated multiple myeloma: a meta-analysis of phase III randomized, controlled trials. Sonneveld, Pieter, et al. 03. s.l. : American Society of Clinical Oncology, 03, Journal of Clinical Oncology, pp. JCO Chronic fatigue is the most important factor limiting healthrelated quality of life of chronic myeloid leukemia patients treated with imatinib. Efficace, F, et al , s.l. : Nature Publishing Group, 03, Leukemia, Vol. 7, pp Circulating Mir-6 and Mir-5 As New Prognosticators For 0 Multiple Myeloma. Rocci, Alberto, et al. 03., s.l. : American Society of Hematology, 03, Blood, Vol., pp Clinico-biologic features of 50 acute lymphoblastic leukemia patients enrolled in the Italian AIEOP and GIMEMA Protocols and stratified in age-cohorts. Chiaretti, Sabina, et al. 03. s.l. : Ferrata Storti Foundation, 03, haematologica, pp. haematol--0. Cross-cultural development of an EORTC questionnaire to assess health-related quality of life in patients with testicular cancer: the EORTC QLQ-TC6. Holzner, Bernhard, et al. 03., s.l. : Springer, 03, Quality of Life Research, Vol., pp Delayed cytogenetic and major molecular responses associated to increased BMI at baseline in chronic myeloid leukemia patients treated with imatinib. Breccia, Massimo, et al. 03., s.l. : Elsevier, 03, Cancer letters, Vol. 333, pp Development of an EORTC quality of life phase III module measuring cancer-related fatigue (EORTC QLQ-FA3). Weis, Joachim, et al , s.l. : Wiley Online Library, 03, Psycho- Oncology, Vol., pp Effects and outcome of a policy of intermittent imatinib treatment in elderly patients with chronic myeloid leukemia. Russo, Domenico, et al , s.l. : American Society of Hematology, 03, Blood, Vol., pp Enhancing the effectiveness of nucleoside analogs with mtorc blockers to treat acute myeloid leukemia patients. Martelli, Alberto M, et al. 03., s.l. : Landes Bioscience, 03, Cell Cycle, Vol., p Factors Predicting Intentional Non-Adherence In Chronic Myeloid Leukemia: A Multivariate Analysis On 546 Patients By The CML Advocates Network. Efficace, Fabio, et al. 03., s.l. : American Society of Hematology, 03, Blood, Vol., pp FLT3-ITD confers poor prognosis in patients with acute promyelocytic leukemia treated with AIDA protocols: long-term follow-up analysis. Breccia, Massimo, et al. 03., s.l. : Ferrata Storti Foundation, 03, haematologica, Vol. 98, pp. e6--e63. 9 Frontline Treatment With Imatinib Mesylate in Chronic Myeloid Leukemia Patients in Early Chronic Phase: a Very Long-Term Analysis by the GIMEMA CML Working Party. Gugliotta, Gabriele, et al. 03., s.l. : American Society of Hematology, 03, Blood, Vol., pp Health-Related Quality Of Life In Transfusion-Dependent Patients With Myelodysplastic Syndromes Treated With Deferasirox. A Multicenter Prospective Study. Santini, Valeria, et al. 03., s.l. : American Society of Hematology, 03, Blood, Vol., pp Imatinib in very elderly patients with chronic myeloid leukemia in chronic phase: a retrospective study. Latagliata, Roberto, et al , s.l. : Springer, 03, Drugs \& aging, Vol. 30, pp Impact of BCR-ABL mutations on response to dasatinib after imatinib failure in elderly patients with chronic-phase chronic myeloid leukemia. Tiribelli, Mario, et al. 03., s.l. : Springer, 03, Annals of hematology, Vol. 9, pp Infections increase the risk of central venous catheter-related thrombosis in adult acute myeloid leukemia. Del Principe, Maria Ilaria, et al , s.l. : Elsevier, 03, Thrombosis research, Vol. 3, pp Lineage switch from pro-b acute lymphoid leukemia to acute myeloid leukemia in a case with t (; 7)(p3; q)/ TAF5-ZNF384 rearrangement. Grammatico, Sara, et al , s.l. : Informa Healthcare London, 03, Leukemia \& lymphoma, Vol. 54, pp Long-Term Health Related Quality Of Life and Symptom Burden In Patients With Acute Promyelocytic Leukemia Treated With All-Trans Retinoic Acid (ATRA) and Chemotherapy. Efficace, Fabio, et al. 03., s.l. : American Society of Hematology, 03, Blood, Vol., pp Long-term health-related quality of life evaluated more than 0 years after hematopoietic stem cell transplantation for thalassemia. La Nasa, Giorgio, et al , s.l. : American Society of Hematology, 03, Blood, Vol., pp Long-Term Molecular Results Of The Gimema VEL Trial: Molecular Remission Achievement and Loss Are Major Outcome Predictors. Ladetto, Marco, et al. 03., s.l. : American Society of Hematology, 03, Blood, Vol., pp Luatti S, Castagnetti F, Marzocchi G, et al. Additional chromosomal abnormalities in Philadelphia-positive clone: adverse prognostic influence on frontline imatinib therapy: a GIMEMA Working Party on CML analysis. Blood. 0; 0 (4): Xu, L, et al. 03., 03, Blood, Vol., pp Lymphoid enhancer binding factor- (LEF) expression as a prognostic factor in adult acute promyelocytic leukemia. Albano, Francesco, et al. 03., s.l. : American Society of Hematology, 03, Blood, Vol., pp Management of Acute Promyelocytic Leukemia in the Elderly. Lo-Coco, Francesco, Latagliata, Roberto and Brec- 0

12 cia, Massimo. 03., s.l. : Catholic University in Rome, 03, Mediterranean journal of hematology and infectious diseases, Vol. 5. Efficacy and Safety. Santoro, Cristina, et al. 03., s.l. : Karger Publishers, 03, Acta haematologica, Vol. 3, pp Management of adult patients with Philadelphia positive acute lymphoblastic leukemia. Foà, Robin, et al , 03, Rinsho Ketsueki, Vol. 54, pp Neutrophils Of Multiple Myeloma Are Dysfunctional and Immunosuppressive. Parrinello, Nunziatina, et al. 03., s.l. : American Society of Hematology, 03, Blood, Vol., pp Patient versus physician symptom and health status reporting in chronic myeloid leukemia. Efficace, Fabio, et al. 03. s.l. : Ferrata Storti Foundation, 03, Haematologica, pp. haematol--03. Sequential combination of gemtuzumab ozogamicin and standard chemotherapy in older patients with newly diagnosed acute myeloid leukemia: results of a randomized phase III trial by the EORTC and GIMEMA consortium (AML-7). Amadori, Sergio, et al. 03. s.l. : American Society of Clinical Oncology, 03, Journal of Clinical Oncology, pp. JCO Survival Improvement Of Secondary Acute Myeloid Leukemia Over Time: Experience From 96 Patients Included In 3 EORTC-Gimema-HOVON Leukemia Group Trials. Ramadan, Safaa M, et al. 03., s.l. : American Society of Hematology, 03, Blood, Vol., pp Patient-reported outcomes in randomized clinical trials: development of ISOQOL reporting standards. Brundage, Michael, et al , s.l. : Springer, 03, Quality of Life Research, Vol., pp Persistent Improvement In Clinical Outcomes With Bortezomib-Thalidomide-Dexamethasone Vs Thalidomide-Dexamethasone Incorporated Into Double Autologous Transplantation For Multiple Myeloma: An Updated Analysis Of Phase 3 GimemaMMY-3006 Study. Galli, Monica, et al. 03., s.l. : American Society of Hematology, 03, Blood, Vol., pp Prospective phase II single-center study of the safety of a single very high dose of liposomal amphotericin B for antifungal prophylaxis in patients with acute myeloid leukemia. Annino, Luciana, et al , s.l. : Am Soc Microbiol, 03, Antimicrobial agents and chemotherapy, Vol. 57, pp Randomized phase II study of bortezomib, thalidomide, and dexamethasone with or without cyclophosphamide as induction therapy in previously untreated multiple myeloma. Ludwig, Heinz, et al. 03., s.l. : American Society of Clinical Oncology, 03, Journal of Clinical Oncology, Vol. 3, pp Retinoic acid and arsenic trioxide for acute promyelocytic leukemia. Lo-Coco, Francesco, et al. 03., s.l. : Mass Medical Soc, 03, New England Journal of Medicine, Vol. 369, pp Rituximab in Previously Treated Primary Immune Thrombocytopenia Patients: Evaluation of Short-and Long-Term Informazione GIMEMA informazione è l'unità che si occupa dell'organizzazione di corsi di formazione professionali, della redazione di dispense, newletter e brochure e dell organizzazione di eventi, incontri e convegni. The added value of propensity score matching when using health-related quality of life reference data. Cottone, Francesco, et al , s.l. : Wiley Online Library, 03, Statistics in medicine, Vol. 3, pp The CONSORT Patient-Reported Outcome (PRO) extension: implications for clinical trials and practice. Calvert, Melanie, et al. 03., s.l. : BioMed Central Ltd, 03, Health and quality of life outcomes, Vol., p The e3a BCR-ABL Fusion Transcript Is a Candidate Adverse Prognostic Factor In Chronic Myeloid Leukemia Patients Treated Frontline With Imatinib Mesylate. Castagnetti, Fausto, et al. 03., s.l. : American Society of Hematology, 03, Blood, Vol., pp Nel 03 sono stati organizzati 3 corsi 45 TP53 mutations are frequent in adult acute lymphoblastic leukemia cases negative for recurrent fusion genes and correlate with poor response to induction therapy. Chiaretti, Sabina, et al. 03. s.l. : Ferrata Storti Foundation, 03, haematologica, pp. haematol--0. Parlare in Pubblico La statistica negli studi sperimentali Progettazione studi Clinici per un totale di 74 iscritti 46 Tyrosine-kinase inhibitors and patient-reported outcomes in chronic myeloid leukemia: A systematic review. Efficace, Fabio, et al. 03., s.l. : Elsevier, 03, Leukemia research, Vol. 37, pp Using patient-reported health status to improve prognostic assessment in patients with acute myeloid leukemia: current challenges and future applications. Efficace, Fabio and Lo-Coco, Francesco. 03., s.l. : Ferrata Storti Foundation, 03, haematologica, Vol. 98, pp EiP Ematologia in pillole rubrica settimanale con informazioni sul mondo dell'ematologia, malattie e ricerca. 3

13 Eventi di raccolta fondi maggio 03 OPEN HOUSE ROMA 03 Insieme ad Open House Roma, il GIMEMA si impegna nella diffusione e nella sensibilizzazione alla ricerca, per destinare il 5x000 alla ricerca scientifica sulle malattie ematologiche della Fondazione. 5x000 La campagna 03 del 5x000 della fondazione GIMEMA si confronta con i propri sostenitori convolgendoli direttamente e a viso aperto. Basta poco per cambiare il progresso della ricerca può arrivare da ognuno di noi. La vera opportunità per un cambiamento sei tu! giugno 03 ADOTTA UN PROGETTO La Fondazione GIMEMA propone l iniziativa ADOTTA UN PROGETTO per instaurare una collaborazione attiva con i propri sostenitori. Ognuno ha la possibilità di contribuire concretamente alla realizzazione di uno o più progetti tra quelli che attendono di essere sviluppati. settembre 03 LA RICERCA A TUTTA BIRRA Nelle caldi notti romane, dallo stand allestito sulle rive Tevere con BAI (Birra Artigianale Italiana), la Fondazione GIMEMA ha sensibilizzato i giovani sulla ricerca scientifica. dicembre 03 STELLE DI NATALE L'AIL e la Fondazione GIMEMA insieme, nelle principali piazze italiane per informare sui progressi della ricerca scientifica in campo ematologico e raccogliere fondi attraverso la vendita delle stelle. 4 5

14 Il 9% dei nostri fondi è dedicato alla ricerca. Il restante 9% è investito nel funzionamento del Centro Dati. I fondi raccolti permettono alla ricerca di evolversi, di ampliare le conoscenze scientifiche e di innovare le terapie disponibili. Tutto questo ha un impatto concreto sui pazienti e su tutte le figure che ruotano intorno alla malattia. Grazie quindi a tutti coloro che si adoperano e sostengono questo processo di crescita. 55% progetti 36% 9% personale di ricerca 6 7

15 Oneri Proventi costi diretti dei progetti di ricerca utilizzi fondi finalizzati a progetto accantonamenti a progetti di ricerca 7.75 Ail Oneri costo del personale di ricerca 3.8 costo di funzionamento Centro Dati altri costi, imposte e oneri straordinari aziende farmaceutiche / EORTC / SIE donazioni liberali.09 formazione proventi finanziari e straordinari Proventi x000 Progetti Personale di ricerca Funzionamento Centro Dati Altri costi 55% 36% 7% % Fondi finalizzati AIL Aziende 34% 33% 9% 8 9

16 Fondazione Gimema Via Casilina ROMA tel fax

17 3

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute ABRUZZO Case di cura / Ospedali / Day-Surgery CHIETI e provincia L'AQUILA e provincia PESCARA e provincia Centri diagnostici /Poliambulatori/Studi

Dettagli

Numero di Banche in Italia

Numero di Banche in Italia TIDONA COMUNICAZIONE Analisi statistica Anni di riferimento: 2000-2012 Tidona Comunicazione Srl - Via Cesare Battisti, 1-20122 Milano Tel.: 02.7628.0502 - Fax: 02.700.525.125 - Tidonacomunicazione.com

Dettagli

Elenco distretti relativi all'anagrafe delle scuole 2009-2010

Elenco distretti relativi all'anagrafe delle scuole 2009-2010 Abruzzo Chieti DISTRETTO 009 Abruzzo Chieti DISTRETTO 010 Abruzzo Chieti DISTRETTO 011 Abruzzo Chieti DISTRETTO 015 Chieti Conteggio 4 Abruzzo L'Aquila DISTRETTO 001 Abruzzo L'Aquila DISTRETTO 002 Abruzzo

Dettagli

- DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO -

- DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO - - DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO - DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO Previnet è in grado di mettere a disposizione dei propri clienti un network

Dettagli

CASE DI LUSSO AL TOP A FIRENZE E GENOVA

CASE DI LUSSO AL TOP A FIRENZE E GENOVA CASE DI LUSSO AL TOP A FIRENZE E GENOVA Degli oltre 74.400 immobili di lusso presenti in Italia che garantiscono alle casse dei Comuni poco più di 91 milioni di euro all anno di Imu, Firenze e Genova sono

Dettagli

Numero eventi di malattia per classe di durata dell'evento in giorni e settore - Anni 2012 e 2013

Numero eventi di malattia per classe di durata dell'evento in giorni e settore - Anni 2012 e 2013 Numero certificati di malattia per settore - Anni 2012 e 2013 2012 2013 Var. % 2012/2013 Settore privato 11.738.081 11.869.521 +1,1 Settore pubblico 5.476.865 5.983.404 +9,2 Totale 17.214.946 17.807.925

Dettagli

Mailing List FEDERAZIONE NAZIONALE DEI MAESTRI DEL LAVORO D ITALIA. MAILING LIST (Agenda Indirizzi di Posta Elettronica aggiornata al 1 giugno 2013)

Mailing List FEDERAZIONE NAZIONALE DEI MAESTRI DEL LAVORO D ITALIA. MAILING LIST (Agenda Indirizzi di Posta Elettronica aggiornata al 1 giugno 2013) Mailing List FEDERAZIONE NAZIONALE DEI MAESTRI DEL LAVORO D ITALIA MAILING LIST (Agenda Indirizzi di Posta Elettronica aggiornata al 1 giugno 2013) Consolati Regionali Consolati Provinciali Indirizzo Posta

Dettagli

UFFICI DIREZIONE GENERALE

UFFICI DIREZIONE GENERALE OPERAZIONE TRASPARENZA (LEGGE 18 GIUGNO 2009, N. 69) DATI RELATIVI AI TASSI DI ASSENZA E PRESENZA DEL PERSONALE Maggio 2011 Assenze (Ore) 37.475,60 Area Assenze (Ore) ABRUZZO CASA SOGGIORNO PESCARA 252,10

Dettagli

Abruzzo Basilicata Calabria. Reggio Calabria. Vibo Valentia. Grado di istruzione / Classe di concorso

Abruzzo Basilicata Calabria. Reggio Calabria. Vibo Valentia. Grado di istruzione / Classe di concorso Chieti L'Aquila Pescara Teramo Matera Potenza Catanzaro Cosenza Crotone 3 7 3 5 6 4 5 7 6 A03 CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE A06 COSTRUZIONI E TECNICO A07 DISCIPLINE ECONOMICO-AZIENDALI 3 A09 DISCIPLINE

Dettagli

-5,2% di lavoratori domestici stranieri dal 2010 al 2011. L 80% dei lavoratori in questo settore rimane comunque non italiano.

-5,2% di lavoratori domestici stranieri dal 2010 al 2011. L 80% dei lavoratori in questo settore rimane comunque non italiano. -5,2% di lavoratori domestici stranieri dal 2010 al 2011. L 80% dei lavoratori in questo settore rimane comunque non italiano., 43 anni, 27 ore di lavoro a settimana per un totale di 35 dichiarate con

Dettagli

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria.

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria. Risorse Umane ed Organizzazione Relazioni Industriali Alle Segreterie Nazionali delle OO.SS. SLC-CGIL SLP-CISL UIL-POST FAILP-CISAL CONFSAL. COM.NI UGL-COM.NI Roma, 2 dicembre 2009 OGGETTO: Verbale di

Dettagli

FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI

FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI ABRUZZO - MOLISE UFFICIO ISPETTIVO DI PESCARA Pescara, Chieti, L'Aquila, Teramo, Campobasso, Isernia Via Latina n.7 -. 65121 Pescara Telefono 06 5793.3110

Dettagli

Elettori e sezioni elettorali

Elettori e sezioni elettorali Cod. ISTAT INT 00003 AREA: Popolazione e società Settore di interesse: Struttura e dinamica della popolazione Elettori e sezioni elettorali Titolare: Dipartimento per gli Affari Interni e territoriali

Dettagli

PROGETTO A CURA DELLA FIGC - SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO. 2013 Tutti i diritti riservati.

PROGETTO A CURA DELLA FIGC - SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO. 2013 Tutti i diritti riservati. PROGETTO A CURA DELLA FIGC - SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO 2013 Tutti i diritti riservati. i valori scendono in campo È un percorso formativo che unisce e valorizza tante e differenziate attività. Un

Dettagli

Abruzzo Chieti 2 Abruzzo L' Aquila 2 Abruzzo Pescara 0 Abruzzo Teramo Totale Abruzzo. 12 Basilicata Matera 0 Basilicata Potenza Totale Basilicata

Abruzzo Chieti 2 Abruzzo L' Aquila 2 Abruzzo Pescara 0 Abruzzo Teramo Totale Abruzzo. 12 Basilicata Matera 0 Basilicata Potenza Totale Basilicata Mobilità professionale personale ATA profilo professionale DSGA Destinatari dei corsi di di cui all'art. 7 CCNI 3.12.29 - art. 1, comma 2, sequenza contrattuale 25.7.28 - (ex art. 48 CCNL/27) DSGA Personale

Dettagli

DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI ED IL TRASPORTO INTERMODALE

DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI ED IL TRASPORTO INTERMODALE Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI ED IL TRASPORTO INTERMODALE Direzione Generale per la Motorizzazione Centro Elaborazione Dati Ufficio Statistiche ESITI

Dettagli

Persone alloggiate presso strutture ricettive di tipo alberghiero ed extra-alberghiero

Persone alloggiate presso strutture ricettive di tipo alberghiero ed extra-alberghiero Cod. ISTAT INT 00066 Settore di interesse: Industria, costruzioni e servizi: statistiche settoriali Persone alloggiate presso strutture ricettive di tipo alberghiero ed extra-alberghiero Titolare: Dipartimento

Dettagli

PRESENZE/ASSENZE DEL PERSONALE NEL MESE DI SETTEMBRE 2013

PRESENZE/ASSENZE DEL PERSONALE NEL MESE DI SETTEMBRE 2013 D.C. OSSERVATORIO MERCATO IMMOBILIARE E SERVIZI ESTIMATIVI AREA OSSERVATORIO MERCATO IMMOBILIARE UFFICIO GESTIONE BANCA DATI QUOTAZIONI OMI 80,00% 20,00% D.C. OSSERVATORIO MERCATO IMMOBILIARE E SERVIZI

Dettagli

Regione Retribuzioni Curricula Presenze/Assenze Evidenza sull'home page Abruzzo SI SI NO SI

Regione Retribuzioni Curricula Presenze/Assenze Evidenza sull'home page Abruzzo SI SI NO SI REGIONE ABRUZZO Abruzzo SI SI NO SI L'Aquila NO NO NO NO Chieti SI SI DATI MARZO SI Pescara SI SI NO SI Teramo SI SI DATI MARZO SI L'Aquila NO NO NO NO Chieti SI SI DATI MARZO SI Pescara SI PARZIALI NO

Dettagli

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo ABRUZZO ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo Tel.: 338 7339896 mail: fabrizio.andriano@gmail.com BASILICATA DANIELE RAFFAELE & FIGLI sas Provincia: Potenza Tel.: 335 6226928 mail:

Dettagli

Distribuzione per provincia, regione e ordine scuola del contingente di 35.000 nomine per l'a.s. 2005/06. Personale docente ed educativo

Distribuzione per provincia, regione e ordine scuola del contingente di 35.000 nomine per l'a.s. 2005/06. Personale docente ed educativo Distribuzione per provincia, regione e ordine scuola del di 35.000 nomine per l'a.s. 2005/06. Personale doce ed educativo Provincia Scuola infanzia Scuola primaria Scuola secondari a di I grado Scuola

Dettagli

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013)

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I Contratti di Rete Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I contratti di rete Il monitoraggio sui Contratti di rete di Unioncamere, su dati Infocamere, mette in

Dettagli

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento al 31 dicembre 2014)

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento al 31 dicembre 2014) I Contratti di Rete Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento al 31 dicembre 2014) Il monitoraggio di Unioncamere sui Contratti di rete, su dati Infocamere, mette in luce che al 31 dicembre

Dettagli

Personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Cod. ISTAT INT 00024 AREA: Mercato del lavoro Settore di interesse: Mercato del lavoro Personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Titolare: Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico

Dettagli

REGIONE UFFICIO INCARICO LIVELLO

REGIONE UFFICIO INCARICO LIVELLO ABRUZZO DR ABRUZZO AREA DI STAFF AL DIRETTORE REGIONALE ABRUZZO DR ABRUZZO CENTRO DI ASSISTENZA MULTICANALE DI PESCARA ABRUZZO DR ABRUZZO DIRETTORE REGIONALE AGGIUNTO 1 ABRUZZO DR ABRUZZO UFFICIO ACCERTAMENTO

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA IN MATERIA DI SEDI ELETTORALI RSU DELL AUTOMOBILE CLUB d ITALIA

PROTOCOLLO D INTESA IN MATERIA DI SEDI ELETTORALI RSU DELL AUTOMOBILE CLUB d ITALIA PROTOCOLLO D INTESA IN MATERIA DI SEDI ELETTORALI RSU DELL AUTOMOBILE CLUB d ITALIA Le Delegazioni dell Amministrazione e delle sottoscritte Organizzazioni Sindacali, riunitesi il giorno 19 settembre 2007

Dettagli

Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano

Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano A cura dell Area Professionale Statistica L Automobile Club d Italia produce ormai da molti anni la pubblicazione Localizzazione degli Incidenti

Dettagli

Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale

Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale EDIZIONE SETTEMBRE 2010 INDICE 1 CARATTERISTICHE DELLA SPERIMENTAZIONE... 3 2 CONDIZIONI DI ACCESSO ALLA

Dettagli

Tabelledettaglioscuolasecondaria.xls Secondaria di I grado

Tabelledettaglioscuolasecondaria.xls Secondaria di I grado PIEMONTE ALESSANDRIA A028 EDUCAZIONE ARTISTICA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA A032 EDUCAZIONE MUSICALE NELLA SCUOLA MEDIA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA A033 EDUCAZIONE TECNICA NELLA SCUOLA MEDIA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA

Dettagli

UNIVERSITÀ G. d ANNUNZIO FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Dipartimento di Studi Filosofici, Storici e Sociali - Laboratorio di Geografia

UNIVERSITÀ G. d ANNUNZIO FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Dipartimento di Studi Filosofici, Storici e Sociali - Laboratorio di Geografia 1 UNIVERSITÀ G. d ANNUNZIO FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Dipartimento di Studi Filosofici, Storici e Sociali - Laboratorio di Geografia Gerardo Massimi Le attività d interesse per il turismo

Dettagli

Foglio1. Totale Alberghiere 384570 Agrigento

Foglio1. Totale Alberghiere 384570 Agrigento Totale Alberghiere 384570 Agrigento Totale Complementari 51828 Agrigento/Caltanissetta Totale Alberghiere 286547 Agrigento/Caltanissetta/Enna Totale Complementari 13157 Totale Alberghiere 339585 Alessandria

Dettagli

SINTESI DELLO STUDIO

SINTESI DELLO STUDIO SINTESI DELLO STUDIO CARO AFFITTI E COSTO PER LA CASA: DIFFICOLTA DA RISOLVERE Maggio 2009 Nel II semestre 2008 le famiglie italiane per pagare l affitto della casa in cui vivono hanno impiegato il 26,4%

Dettagli

ALLEGATO 1 Ripartizione delle sale «Bingo» per provincia

ALLEGATO 1 Ripartizione delle sale «Bingo» per provincia Decreto Direttoriale 16 novembre 2000 Approvazione del piano di distribuzione territoriale delle sale destinate al gioco del Bingo. (G.U. 29 novembre 2000, n. 279, S.O.) Art. 1-1. È approvato l'allegato

Dettagli

AGRIGENTO Ass. Amministrativo 584 561 23 2 ALESSANDRIA Ass. Amministrativo 332 307 25 2 ANCONA Ass. Amministrativo 451 380 71 5 AREZZO Ass. Amministrativo 337 270 67 5 ASCOLI PICENO Ass. Amministrativo

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle dogane;

IL DIRETTORE. VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle dogane; Prot. n. 29228 IL DIRETTORE VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300; VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165; VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali Direzione Generale per gli Studi, la Statistica

Dettagli

I PARCHI D ITALIA REGIONE PER REGIONE

I PARCHI D ITALIA REGIONE PER REGIONE I PARCHI D ITALIA REGIONE PER REGIONE Piemonte Parchi in totale 87 Provincia di Torino 30 Provincia di Alessandria 5 Provincia di Asti 6 Provincia di Biella 6 Provincia di Cuneo Provincia di Novara Provincia

Dettagli

Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese

Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese 17 giugno 2013 Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese I dati desk sul credito alle imprese Dall avvento della crisi (dal 2008 in poi) l andamento dei prestiti alle imprese italiane

Dettagli

La classifica finale. classifica finale ecosistema Urbano XXi edizione

La classifica finale. classifica finale ecosistema Urbano XXi edizione La classifica finale classifica finale ecosistema Urbano XXi edizione 1 Verbania 85,61% 36 Aosta 54,42% 71 Grosseto 45,88% 2 Belluno 74,49% 37 Bergamo 54,07% 72 Prato 45,51% 3 Bolzano 70,65% 38 Modena

Dettagli

Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015

Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015 Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015 Dopo un ulteriore incremento dell 1% il prezzo medio in Italia si attesta a 8,5 euro al mese Forti oscillazioni nei centri minori, pressoché

Dettagli

MINISTERO DELL INTERNO

MINISTERO DELL INTERNO MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI Direzione Centrale per la Documentazione e la Statistica PRESSO LE SOCIO-RIABILITATIVE ALLE DATE DEL 31 MARZO E 30 GIUGNO 2002

Dettagli

Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza

Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza 2 Rapporto Famiglia-reddito-casa A cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Novembre 2008 1 INDICE Nota introduttiva pag. 3 Dati demografici pag. 4 Tabella

Dettagli

COMPARTO AZIENDE MONOPOLI DI STATO RILEVAZIONE DELEGHE 31 DICEMBRE 2002

COMPARTO AZIENDE MONOPOLI DI STATO RILEVAZIONE DELEGHE 31 DICEMBRE 2002 COMPARTO AZIENDE MONOPOLI DI STATO RILEVAZIONE DELEGHE 31 DICEMBRE 2002 SCHEDA N. 1 - MONOPOLI DI STATO Amministrazione Comune Provincia n. dipendenti al 31.12.2002 n. deleghe al 31.12.2002 schede da compilare

Dettagli

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010 La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la quarta annualità un indagine

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ITALIA POPOLAZIONE Cose da sapere VOLUME 1 CAPITOLO 11 A. Le idee importanti l L Italia è uno Stato con 20 regioni e 103 province l In Italia ci sono molte città. Le

Dettagli

SMART CITY INDEX. La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena

SMART CITY INDEX. La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena SMART CITY INDEX La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena Lo Smart City Index Al fine di misurare il livello di smartness di una città, Between ha creato lo Smart City Index, un ranking delle

Dettagli

AGIMEG Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco

AGIMEG Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco http://www.agimeg.it/?p=2768 AGIMEG Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco Giochi 2012, Milano la provincia dove si è giocato di più. In sole 4 province finisce il 25% delle giocate Sul podio anche

Dettagli

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Cod. ISTAT INT 00012 AREA: Ambiente e Territorio Settore di interesse: Ambiente Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Titolare: Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso

Dettagli

affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014

affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014 affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014 il prezzo medio ora è di 8,4 euro al metro quadro cali generalizzati nei principali centri: bene padova (1,6), tengono meglio roma (0,1%)

Dettagli

07-12-000181 SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI SEZIONE STUDI E STATISTICA

07-12-000181 SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI SEZIONE STUDI E STATISTICA SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI Roma 27 giugno 2012 Prot. n. All.ti n. 07-12-000181 12 Alle Imprese di assicurazione autorizzate all esercizio del ramo R.C. auto con sede legale in Italia LORO

Dettagli

tour febbraio-aprile terza edizione

tour febbraio-aprile terza edizione tour 2014 febbraio-aprile terza edizione 60 città 141 ordini e collegi provinciali patrocinanti edizione 2013 93.280 12% 12% 17% 29% 30% ALCUNI NUMERI contatti autorevole comitato scientifico enti e aziende

Dettagli

Consumo carburanti (litri procapite) % autovetture cilindrata > 2.000 cc 20.511,2 2.725 1.134 519,1 7,33 61,71 5,89 0,41 0,44

Consumo carburanti (litri procapite) % autovetture cilindrata > 2.000 cc 20.511,2 2.725 1.134 519,1 7,33 61,71 5,89 0,41 0,44 LA CLASSIFICA REGIONALE Il confronto tra reddito disponibile e i sette indicatori di consumo nel 2008 Posizione REGIONI Reddito disponibile (euro procapite) Consumi alimentari (euro) Consumo energia elettrica

Dettagli

La produzione di rifiuti urbani in Italia

La produzione di rifiuti urbani in Italia La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER 1 RIFIUTI OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE APRILE 2010 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la terza annualità un indagine

Dettagli

Breve sintesi - 2012

Breve sintesi - 2012 Breve sintesi - 2012 L Italia e l Europa nel 2012 Nel 2010 l Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha proclamato un nuovo decennio di iniziative per la Sicurezza Stradale 2011-2020 al fine di ridurre

Dettagli

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. Prospetto Informativo on line

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. Prospetto Informativo on line MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Prospetto Informativo on line Ricevuta del prospetto Soggetto che effettua la comunicazione 011 - Consorzi e Gruppi di imprese (art. 31, d.lgs. 276/2003)

Dettagli

Indice dei prezzi delle case in affitto

Indice dei prezzi delle case in affitto Indice delle case in affitto Primo trimestre 2016 Sinossi Tornano a salire i prezzi medi delle locazioni in Italia dopo i mesi invernali, con un incremento dell 1,2% che fissa il valore medio al metro

Dettagli

04/06/2014. Consegnato OO.SS. 05 giugno 2014

04/06/2014. Consegnato OO.SS. 05 giugno 2014 Consegnato OO.SS. 05 giugno 2014 Trasferimenti Volontari Individuali - DOMANDE 2013 5.930 Domande presentate 5.810 Domande inserite in graduatoria (120 RISORSE ESCLUSE PER MANCANZA REQUISITI PREVISTI DALL

Dettagli

A cura del Servizio politiche Territoriali della UIL TARIFFA RIFIUTI (TARI): IN 4 ANNI AUMENTI MEDI DEL 32,4% (3,3% TRA IL 2014 E 2015)

A cura del Servizio politiche Territoriali della UIL TARIFFA RIFIUTI (TARI): IN 4 ANNI AUMENTI MEDI DEL 32,4% (3,3% TRA IL 2014 E 2015) A cura del Servizio politiche Territoriali della UIL TARIFFA RIFIUTI (TARI): IN 4 ANNI AUMENTI MEDI DEL 32,4% (3,3% TRA IL 2014 E ) NEL IL COSTO MEDIO DELLA TARI E DI 296 EURO, CON UN AUMENTO DI 10 EURO

Dettagli

Indagine dell Osservatorio periodico sulla fiscalità locale IMU: IL 17 SETTEMBRE LA 2 RATA DELLA PRIMA CASA

Indagine dell Osservatorio periodico sulla fiscalità locale IMU: IL 17 SETTEMBRE LA 2 RATA DELLA PRIMA CASA Indaginedell Osservatorioperiodicosullafiscalitàlocale dellauilserviziopoliticheterritoriali IMU:IL17SETTEMBRELA2 RATADELLAPRIMACASA STANGATINAAUTUNNALEDA44EUROMEDICONPUNTEDI154EURO ADOGGI34CITTA CAPOLUOGOHANNOAUMENTATOL

Dettagli

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Cod. ISTAT INT 00012 AREA: Ambiente e Territorio Settore di interesse: Ambiente Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Titolare: Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso

Dettagli

ELENCO DELLE SEDI INPS DI RINNOVO DELLE RSU

ELENCO DELLE SEDI INPS DI RINNOVO DELLE RSU ELENCO DELLE SEDI INPS DI RINNOVO DELLE RSU DIREZIONE GENERALE DIREZIONE REGIONALE ABRUZZO CHIETI ABRUZZO L AQUILA PESCARA TERAMO AVEZZANO SULMONA DIREZIONE REGIONALE BASILICATA BASILICATA MATERA POTENZA

Dettagli

TRASPARENZA E INFORMAZIONE: IL CASO DI COMUNI E REGIONI

TRASPARENZA E INFORMAZIONE: IL CASO DI COMUNI E REGIONI TRASPARENZA E INFORMAZIONE: IL CASO DI COMUNI E REGIONI Analisi della UIL sui siti internet dei Comuni Capoluogo di Provincia e delle Regioni Roma Agosto 2008 UIL- Servizio Politiche Territoriali TRASPARENZA

Dettagli

SUD, SVIMEZ: QUALITA PA MASSIMA IN TOSCANA, MINIMA IN CALABRIA

SUD, SVIMEZ: QUALITA PA MASSIMA IN TOSCANA, MINIMA IN CALABRIA Roma, 13 gennaio 2016 SUD, SVIMEZ: QUALITA PA MASSIMA IN TOSCANA, MINIMA IN CALABRIA Dal 2004 al 2012 Toscana e provincia di Firenze al top in Italia per qualità delle istituzioni La SVIMEZ: riforma PA

Dettagli

Appendici al Conto generale del patrimonio

Appendici al Conto generale del patrimonio Appendici al Conto generale del patrimonio Appendice 1 Beni mobili ATTIVITA' (Mobili) - Consistenze e variazioni di beni mobili divisi per > e > Tabella MINISTERI CATEGORIA

Dettagli

Gli Uffici delle Dogane. Province di competenza

Gli Uffici delle Dogane. Province di competenza ti trovi in: Home - Agenzia - Uffici - Indirizzi e Organigramma periferico - Uffici Dogane Gli Uffici delle Dogane Gli Uffici delle Dogane Regione Abruzzo Basilicata Campania Dogane Avezzano Pescara Potenza

Dettagli

INFORTUNI SUL LAVORO:

INFORTUNI SUL LAVORO: INFORTUNI SUL LAVORO: PEGGIO DELLA GUERRA UNA MAPPATURA DEL FENOMENO REALIZZATA DALL EURISPES CON IL PATROCINIO DEL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE ATTIVITÀ PRODUTTIVE DELLA CAMERA DEI DEPUTATI 1 TABELLA1

Dettagli

Ciascun Ufficio Provinciale riceverà copia degli esiti della citata indagine, che sarà utile ai fini della scelta del progetto da realizzare.

Ciascun Ufficio Provinciale riceverà copia degli esiti della citata indagine, che sarà utile ai fini della scelta del progetto da realizzare. In data 18 maggio 2009 l Amministrazione e le Organizzazioni Sindacali Nazionali Rappresentative, al termine di una apposita sessione negoziale convengono su quanto segue: Al fine di potenziare e di incrementare

Dettagli

Asili nido comunali Dossier a cura dell Osservatorio prezzi & tariffe di Cittadinanzattiva. Roma, Giugno 2014

Asili nido comunali Dossier a cura dell Osservatorio prezzi & tariffe di Cittadinanzattiva. Roma, Giugno 2014 Asili nido comunali Dossier a cura dell Osservatorio prezzi & tariffe di Cittadinanzattiva Premessa Roma, Giugno 2014 Gli asili nido comunali rappresentano un servizio rivolto alla prima infanzia (0-3

Dettagli

I primi effetti delle misure sul credito: dopo TLTRO e QE una prima inversione di tendenza

I primi effetti delle misure sul credito: dopo TLTRO e QE una prima inversione di tendenza 8 giugno 2015 I primi effetti delle misure sul credito: dopo TLTRO e QE una prima inversione di tendenza Premessa: quadro dei dati desk e andamento del credit crunch Dall avvento della crisi economica

Dettagli

ABRUZZO. Segretariato regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per l'abruzzo, con sede a L Aquila

ABRUZZO. Segretariato regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per l'abruzzo, con sede a L Aquila ABRUZZO Segretariato regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per l'abruzzo, con sede a L Aquila 2 Soprintendenza unica Archeologia, belle arti e paesaggio per la città

Dettagli

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. Prospetto Informativo on line

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. Prospetto Informativo on line MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Prospetto Informativo on line Ricevuta del prospetto Tipo comunicazione Codice comunicazione 01 - Prospetto informativo 1001514C00394126 Data invio 13/02/2014

Dettagli

Le comunità straniere residenti in Italia 2002-2008

Le comunità straniere residenti in Italia 2002-2008 Università degli Studi G. d Annunzio Facoltà di Lingue e Letterature Straniere - Laboratorio di Geografia Gerardo Massimi Le comunità straniere residenti in Italia 2002-2008 Elaborazioni su dati di fonte

Dettagli

Component IRAP Centro di costo e netta (8,50% di I) IRPEF

Component IRAP Centro di costo e netta (8,50% di I) IRPEF IRPEF Component IRAP Centro di costo e netta (8,50% di I) Soprintendenza al Museo Nazionale Preistorico Etnografico "L. Pigorini" 9.875,58 26.700,63 3.422,10 Museo Nazionale d'arte Orientale 10.523,16

Dettagli

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE FEBBRAIO 2012

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE FEBBRAIO 2012 La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE FEBBRAIO 2012 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la quinta annualità un indagine

Dettagli

Fermo Potenza Firenze Prato Fonte: UIL Servizio Politiche Territoriali

Fermo Potenza Firenze Prato Fonte: UIL Servizio Politiche Territoriali LA MAPPA DELLE CITTA DOVE IL 16 OTTOBRE SI PAGHERA L ACCONTO TASI CITTA CITTA CITTA Agrigento Foggia Ragusa Alessandria Gorizia Ravenna Ascoli Piceno Grosseto Reggio Calabria Asti Imperia Rieti Avellino

Dettagli

Confartigianato lancia l allarme sommerso: in Italia 640.000 abusivi

Confartigianato lancia l allarme sommerso: in Italia 640.000 abusivi Confartigianato lancia l allarme sommerso: in Italia 640.000 abusivi Calabria e Crotone maglia nera per il lavoro irregolare Primato positivo per Emilia Romagna e Bolzano L economia sommersa arruola un

Dettagli

6 mesi dall'entrata in vigore del presente regolamento

6 mesi dall'entrata in vigore del presente regolamento Allegato 1 Data limite entro cui la Provincia, in assenza del Comune capoluogo di provincia, convoca i Comuni dell ambito per la scelta della stazione appaltante e da cui decorre il tempo per un eventuale

Dettagli

Distribuzione per provincia, regione e ordine scuola del contingente di 8.000 nomine per l'a.s. 2009/10 Personale docente ed educativo

Distribuzione per provincia, regione e ordine scuola del contingente di 8.000 nomine per l'a.s. 2009/10 Personale docente ed educativo Distribuzione per provincia, regione e ordine scuola del contingente di 8.000 nomine per l'a.s. 2009/10 Personale docente ed educativo Scuola dell'infanzia su posto normale Scuola primaria Scuola secondaria

Dettagli

Grafico 1: Distribuzione % premi del lavoro diretto italiano 2011

Grafico 1: Distribuzione % premi del lavoro diretto italiano 2011 GRAFICI STATISTICI Grafico 1: Distribuzione % premi del lavoro diretto italiano 211 RAMI VITA - Premi lordi contabilizzati per ramo di attività e per tipologia di premio: 73.869 milioni di euro Malattia,

Dettagli

Distribuzione per provincia, regione e ordine scuola del contingente di 50.000 nomine per l'a.s. 2007/08 Personale docente ed educativo

Distribuzione per provincia, regione e ordine scuola del contingente di 50.000 nomine per l'a.s. 2007/08 Personale docente ed educativo Distribuzione per provincia, regione e ordine scuola del contingente di 50.000 nomine per l'a.s. 2007/08 Personale docente ed educativo Contingente su posto normale Contingente su scuole speciali Provincia/regione

Dettagli

DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel 2006

DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel 2006 DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel A cura della Camera di commercio di Milano Imprese attive nel settore

Dettagli

Regione Provincia Classe di concorso Contingente

Regione Provincia Classe di concorso Contingente Regione Provincia Classe di concorso Contingente ABRUZZO CHIETI AB77 1 ABRUZZO CHIETI AC77 0 ABRUZZO CHIETI AG77 1 ABRUZZO CHIETI AJ77 0 ABRUZZO CHIETI AK77 0 ABRUZZO L'AQUILA AB77 1 ABRUZZO L'AQUILA AG77

Dettagli

Tabella di dettaglio assunzioni docenti I grado 2012/2013

Tabella di dettaglio assunzioni docenti I grado 2012/2013 Tabella di dettaglio assunzioni docenti I grado 2012/2013 Regione Provincia Classe di Assunzioni concorso previste Abruzzo Chieti A028 3 Abruzzo Chieti A030 2 Abruzzo Chieti A032 0 Abruzzo Chieti A033

Dettagli

Centro Italiano Opere Femminili Salesiane Formazione Professionale. Report Sociale. dell Associazione Nazionale ciofs-fp

Centro Italiano Opere Femminili Salesiane Formazione Professionale. Report Sociale. dell Associazione Nazionale ciofs-fp Centro Italiano Opere Femminili Salesiane Formazione Professionale Report Sociale dell Associazione Nazionale ciofs-fp EDIZIONE 213 1 CIOFS-FP UNA STORIA CHE HA DEI NUMERI Attualmente il CIOFS-FP è presente

Dettagli

PREVENZIONE E SOCCORSO

PREVENZIONE E SOCCORSO ANNUARIO DELLE STATISTICHE UFFICIALI DEL MINISTERO DELL INTERNO - ed. 215 a cura dell Ufficio Centrale di Statistica Cod. ISTAT INT 12 Settore di interesse: AMBIENTE E TERRITORIO Titolare ATTIVITÀ DI SOCCORSO

Dettagli

costo quota iscrizione: 100 EURO costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale)

costo quota iscrizione: 100 EURO costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale) ABRUZZO Chieti - Pescara http://www.unich.it/unichieti/appmanager/unich/didattica?_nfpb=true&_pagelabel=ssis_didatticafirstpage_v2 costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale)

Dettagli

Competenza territoriale per le province di Ancona, Ascoli Piceno, Pesaro e Urbino, Macerata,

Competenza territoriale per le province di Ancona, Ascoli Piceno, Pesaro e Urbino, Macerata, ALESSANDRIA Competenza territoriale per le province di Alessandria, Asti Via A. Gramsci, 2 15121 Alessandria Tel. 0131/316265 e-mail: alessandria.r.dipartimento@inail.it-posta certificata: alessandriaricerca@postacert.inail.it

Dettagli

Posti disponibili Scuola dell'infanzia Situazione al 4 luglio 2005 Tipologia di Descrizione

Posti disponibili Scuola dell'infanzia Situazione al 4 luglio 2005 Tipologia di Descrizione Totale Abruzzo 257 Basilicata Matera AN comune 16 Basilicata Matera DH per minorati dell'udito 1 Basilicata Matera EH per minorati psicofisici 3 Basilicata Potenza AN comune 55 Basilicata Potenza CH per

Dettagli

Cooperative: 70mila quelle attive, quasi la metà al Sud A guidarle 360mila amministratori: il 20% sono donne

Cooperative: 70mila quelle attive, quasi la metà al Sud A guidarle 360mila amministratori: il 20% sono donne Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura c o m u n i c a t o s t a m p a Cooperative: 70mila quelle, quasi la metà al Sud A guidarle 360mila amministratori: il 20%

Dettagli

idealista, crescono i rendimenti nel settore immobiliare

idealista, crescono i rendimenti nel settore immobiliare idealista, crescono i rendimenti nel settore immobiliare Nello scenario peggiore tutti i prodotti immobiliari fruttano il doppio dei Btp a 10 anni (2%) In Italia l investimento in immobili è sempre più

Dettagli

MINISTERO DELL' ISTRUZIONE, DELL 'UNIVERSITA ' E DELLA RI CERCA COMPARTO MINISTERI- PERSONALE DELLE AREE FUNZIONALI

MINISTERO DELL' ISTRUZIONE, DELL 'UNIVERSITA ' E DELLA RI CERCA COMPARTO MINISTERI- PERSONALE DELLE AREE FUNZIONALI MINISTERO DELL' ISTRUZIONE, DELL 'UNIVERSITA ' E DELLA RI CERCA COMPARTO MINISTERI- PERSONALE DELLE AREE FUNZIONALI PROTOCOLLO D'INTESA RELATIVO ALLA MAPPATURA PER LA COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE

Dettagli

Asili nido comunali Dossier a cura dell Osservatorio prezzi & tariffe di Cittadinanzattiva 1. Roma, Settembre 2011

Asili nido comunali Dossier a cura dell Osservatorio prezzi & tariffe di Cittadinanzattiva 1. Roma, Settembre 2011 Asili nido comunali Dossier a cura dell Osservatorio prezzi & tariffe di Cittadinanzattiva 1 1. Premessa Roma, Settembre 2011 Gli asili nido comunali rivestono ormai grande interesse pubblico in quanto

Dettagli

CRISI Confartigianato: La crisi del credito costa alle imprese 13,8 miliardi l anno

CRISI Confartigianato: La crisi del credito costa alle imprese 13,8 miliardi l anno NOTA PER LA STAMPA Roma, 17 aprile 2009 CRISI Confartigianato: La crisi del credito costa alle imprese 13,8 miliardi l anno Le imprese italiane pagano un prezzo sempre più alto per la crisi del credito:

Dettagli

OGGETTO: Domanda di ammissione al piano straordinario di assunzioni a tempo. Il/la sottoscritto/a. nato/a a, Prov, il / /, residente in, C.F.

OGGETTO: Domanda di ammissione al piano straordinario di assunzioni a tempo. Il/la sottoscritto/a. nato/a a, Prov, il / /, residente in, C.F. RACCOMANDATA A/R Spett. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA in persona del ministro pro tempore Viale Trastevere 76/A 00153 - ROMA Ufficio Scolastico Regionale di OGGETTO: Domanda

Dettagli

c o m u n i c a t o s t a m p a

c o m u n i c a t o s t a m p a c o m u n i c a t o s t a m p a MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LE CAMERE DI COMMERCIO ANNO Imprese, nel la torna ai livelli del 2007 (+0,75%) 45mila le imprese

Dettagli

Elenco dei numeri dei conti correnti "Poste italiane Proventi di Filiale..." da utilizzare per l'acquisto di Stampati con recapito a domicilio

Elenco dei numeri dei conti correnti Poste italiane Proventi di Filiale... da utilizzare per l'acquisto di Stampati con recapito a domicilio AGRIGENTO 306928 POSTE ITALIANE SPA FILIALE AGRIGENTO - PROVENTI DI FILIALE IT75P0760116600000000306928 ALBA 15674286 POSTE ITALIANE SPA FILIALE ALBA PROVENTI FILIALE IT89P0760110200000015674286 ALESSANDRIA

Dettagli

Ricorso agli ammortizzatori sociali settore Vigilanza Privata. Anno 2012

Ricorso agli ammortizzatori sociali settore Vigilanza Privata. Anno 2012 Ricorso agli ammortizzatori sociali settore Vigilanza Privata Anno 2012 Premessa Nel settore della vigilanza privata il 2012 è stato un anno di record per gli ammortizzatori sociali, in particolare per

Dettagli

A CURA DELL OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DI. c è un nido? RILEVAZIONE ANNUALE SUi costi e numero degli ASILI NIDO in italia

A CURA DELL OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DI. c è un nido? RILEVAZIONE ANNUALE SUi costi e numero degli ASILI NIDO in italia A CURA DELL OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DI c è un nido? RILEVAZIONE ANNUALE SUi costi e numero degli ASILI NIDO in italia Settembre 2015 Asili nido comunali Dossier a cura dell Osservatorio prezzi &

Dettagli

Log-on 2.0. 120 Ordini professionali e associazioni di categoria pagano Europaconcorsi per offrire a tutti i loro iscritti i nostri servizi

Log-on 2.0. 120 Ordini professionali e associazioni di categoria pagano Europaconcorsi per offrire a tutti i loro iscritti i nostri servizi Log-on 2.0 Dal 1998 europaconcorsi.com è il sito internet di riferimento per gli architetti italiani. Da oltre 10 anni forniamo servizi d'informazione e comunicazione professionale ai maggiori Ordini professionali

Dettagli

RISTORANTI ETNICI. Quanti sono e dove sono?

RISTORANTI ETNICI. Quanti sono e dove sono? L INFLUSSO DELLA CUCINA ETNICA SULLE ABITUDINI ALIMENTARI DEGLI ITALIANI L integrazione alimentare coinvolge di più i giovani e i residenti al Nord e al Centro A Milano, Prato e Trieste la maggiore presenza

Dettagli