Videocamere IP. per sorvegliare casa e ufficio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Videocamere IP. per sorvegliare casa e ufficio"

Transcript

1 Videocamere IP per sorvegliare casa e ufficio A cura di Simone Zanardi Partite tranquilli per le vacanze, tenendo sotto controllo l ambiente domestico o di lavoro: i nuovi dispositivi di sorveglianza sfruttano Internet e permettono di visualizzare le riprese da remoto, tramite Pc, Pda o telefonino. La tecnologia, i trucchi e la prova di 4 modelli. L a stagione estiva porta spesso in dote, insieme alle sospirate vacanze, una serie di preoccupazioni e incertezze sulla sicurezza della casa o dell ufficio; che siate il responsabile di una piccola azienda o un normale utente consumer, poco cambia: lasciare incustodito l ambiente domestico o di lavoro non piace a nessuno e spesso ci si rende conto di quanto sarebbe comodo poter dare una rapida occhiata al salotto o allo studio dalla hall di un albergo o comodamente sdraiati in spiaggia. Le soluzioni di videosorveglianza basate su rete IP vi permettono di partire tranquilli, con la certezza di poter controllare in ogni momento la casa o l ufficio e di ricevere notifiche tempestive in caso di allarmi o attività so- NEL DVD IL PASSAGGIO DA SORVEGLIANZA ANALOGICA A IP: FASI E VANTAGGI spette. Per installare un sistema di base è sufficiente munirsi di una telecamera come quelle provate in questa rassegna e configurare in modo opportuno la rete locale; le immagini riprese dalla telecamera sono immediatamente disponibili sul network, sia quello locale (per la registrazione, ad esempio, sul disco rigido di un personal computer collegato), sia su Internet, attraverso cui accedere al sistema da un Pc remoto o persino da un dispositivo palmare di ultima generazione. Fino a una decina di anni fa il settore della videosorveglianza era dominato dai tradizionali impianti analogici che sfruttavano essenzialmente telecamere a circuito chiuso e videoregistratori a nastro per la ripresa 110

2 e la registrazione delle immagini; una apposita sala di controllo gestiva i sistemi composti da camere multiple, consentendo all incaricato di tenere sotto controllo le diverse inquadrature attraverso monitor a tubo catodico. Questo tipo di impianto è generalmente costoso, poco scalabile e sfrutta un infrastruttura di connessione dedicata, che può essere integrata con i moderni sistemi informatici solo tramite opportuni gateway di sistema. All inizio degli anni Novanta il mondo della videosorveglianza ha intrapreso la graduale transizione verso il digitale. Il primo passaggio ha interessato le telecamere: i modelli analogici sono stati progressivamente sostituiti da dispositivi basati su sensori Ccd, apparecchi che comunque mantenevano un collegamento coassiale verso l impianto. La seconda fase ha invece coinvolto gli apparati di registrazione, soppiantando i classici recorder a nastro Vhs con moderni sistemi Dvr (Digital Video Recording); la registrazione digitale offre numerosi benefici, tra cui una più facile ricerca all interno del database delle riprese, l eliminazione delle cassette con i relativi problemi di stoccaggio e sostituzione e, più in generale, un accresciuta affidabilità del sistema di videosorveglianza. Anche in questa fase l infrastruttura di rete per la videosorveglianza è rimasta comunque legata ai vecchi standard analogici, situazione quantomeno paradossale vista la digitalizzazione dei terminali che da lì a poco avrebbe coinvolto anche i monitor con l avvento dei pannelli a cristalli liquidi. Con la definitiva maturazione dell informatica e delle reti Ethernet, il passaggio al digitale ha finalmente interessato anche i dispositivi di controllo e l infrastruttura, dapprima introducendo il personal computer come strumento di consultazione e gestione dei moduli Dvr, e quindi con il passaggio al protocollo IP e ai network informatici per la segnalazione e la distribuzione dei contenuti. I vantaggi dell IP I vantaggi di un sistema di telesorveglianza digitale e basato su reti IP sono innumerevoli: in primo luogo, l impiego dell Internet Protocol permette di sfruttare l infrastruttura di rete già presente nelle aziende, negli uffici e anche in ambito residenziale. Il tradizionale cablaggio in rame è quindi in grado di veicolare contemporaneamente i dati delle classiche applicazioni informatiche insieme agli streaming video e ai segnali di controllo, favorendo la convergenza dei servizi su di un unico network fisico. Se il sistema prevede telecamere motorizzate, i segnali di controllo possono inoltre viaggiare sulla stessa rete, a differenza delle installazioni analogiche per le quali è necessario un cablaggio separato. Lo standard PoE (Power Over Ethernet) consente di consolidare ulteriormente l infrastruttura utilizzando un solo cavo per le comunicazioni e l alimentazione delle telecamere. L integrazione del sistema di sorveglianza all interno di una struttura IP permette poi di utilizzare tecnologie espressamente sviluppate per il mondo informatico: dal punto di vista dell infrastruttura, si pensi ad esempio alle reti locali senza fili, mentre per quanto concerne la sicurezza sono disponibili soluzioni basate sulle reti private virtuali e sull accesso protetto alle interfacce di management. Il sistema di telesorveglianza è inoltre estendibile a costo zero dal- Le videocamere IP possono gestire autonomamente un piccolo sistema di sorveglianza l ambito locale a quello remoto, sfruttando Internet come estensione naturale della rete Lan: tutte le apparecchiature e i servizi della piattaforma sono così accessibili da remoto, conservando al contempo i requisiti di sicurezza e riservatezza dei dati. La pervasività dell IP mette a disposizione dell utente un incredibile varietà di terminali per l accesso al sistema di videosorveglianza: non solo personal computer, ma anche palmari e telefoni smartphone di ultima generazione, all insegna della totale mobilità. Altro vantaggio della telesorveglianza IP-based è la già citata scalabilità della piattaforma: i tradizionali sistemi a circuito chiuso operano secondo rigidi criteri di distribuzione e gestione dei segnali e dei flussi, forzando ad esempio l espansione dei canali video a gruppi di 16; un sistema IP gode invece della massima granularità, sia per quanto riguarda gli apparati (videocamere e sistemi di storage) sia in termini di risorse di banda sulla rete. Anche in ragione di questa flessibilità, i costi di un impianto IP sono ormai nella media inferiori a quelli di un tradizionale sistema analogico: se il prezzo di una singola telecamera è ancora superiore ai modelli tradizionali, le spese associate al cablaggio e ai dispositivi di controllo e storage (normali computer nel caso dei sistemi IP) sono nettamente inferiori. Il risparmio sale poi esponenzialmente se si considera un ambiente già dotato di infrastruttura IP. Concettualmente, uno dei principali cambiamenti introdotti dalla videosorveglianza su IP è la decentralizzazione dell intelligenza del sistema: in un impianto analogico tradizionale le telecamere sono terminali stupidi, che si limitano a riprendere la scena inquadrata e inviare il flusso video al centro di controllo; le videocamere IP possono essere invece sfruttate come sistemi completi, in grado di gestire autonoma- 111

3 mente molti dei servizi richiesti dall utente, a partire dalla rilevazione del movimento fino all inoltro delle segnalazioni via mail e all interfacciamento diretto con Internet. Chiaramente gli impianti più complessi sfruttano personal computer e server come apparecchiature di controllo centrale e per la registrazione dei flussi video, ma in ambiti residenziali o nel piccolo ufficio il vantaggio di poter utilizzare una singola videocamera come dispositivo autonomo è spesso decisivo; tutti i modelli provati in questa rassegna integrano un Web Server che ne consente configurazione e management da un qualsiasi browser Internet, senza dover ricorrere all appoggio di un software di gestione esterno e all insegna della massima semplicità d utilizzo. Le componenti del sistema La struttura di un tipico impianto di sorveglianza IP per la casa e il piccolo ufficio è relativamente semplice: le videocamere sono collegate direttamente alla Local Area Network tramite un comune cablaggio in rame o attraverso un access point Wi-Fi. I modelli compatibili con lo standard Power Over Ethernet possono essere alimentati direttamente dalla connessione di rete, a patto di disporre di uno switch predisposto a tale tecnologia o di opportuni iniettori da montare nei pressi del commutatore (questi adattatori agiscono in pratica da ponte per incanalare nel cavo Utp l alimentazione necessaria alle videocamere). L intero sistema può essere gestito senza la necessità di alcuna componente hardware o software aggiuntiva, dal momento che le singole telecamere sono amministrabili tramite il browser Web di un qualsiasi Pc collegato. Un management avanzato e centralizzato di terminali multipli richiede invece un apposito software da installare su personal computer, sebbene alcune videocamere evolute integrino al loro interno la possibilità di gestire altre camere. Come accennato, l accesso alle immagini non è riservato ai personal computer della rete locale, ma può essere facilmente esteso a terminali remoti tramite un comune accesso a Internet; l accesso remoto richiede, come vedremo, un opportuna configurazione delle videocamere, del router e l eventuale sottoscrizione di un servizio Ddns (Dynamic Dns), qualo- Videosorveglianza IP: topologia di rete Server per storage delle immagini Visualizzazione e gestione via software e Web browser Visualizzazione e gestione via software e Web browser INTERNET Videocamera Wi-Fi Access Point Wi-Fi Switch Router di accesso Spazio Ftp per ricezione immagini Videocamere Visualizzazione e gestione via software e Web browser 112

4 ra la connessione alla Rete non preveda l assegnazione di un indirizzo IP statico. Una volta predisposta la rete, è sufficiente inserire nel software o nel browser di sistema l indirizzo o il dominio della videocamera per visualizzare sul terminale remoto le immagini riprese e gestire il sistema. In alternativa a un accesso diretto, gli utenti mobili o remoti possono monitorare l ambiente sorvegliato attraverso opportuni sistemi di allarmi e notifiche; la videocamera è in grado di inviare immagini, filmati o avvisi tramite o su di un server Ftp remoto. Negli impianti opportunamente predisposti, la notifica può avvenire anche tramite Sms o Mms. Le notifiche possono essere programmate su base periodica, attivate in caso di rilevamento di movimento o da altri sensori collegati all impianto. In caso di necessità di una registrazione continua delle immagini riprese, è possibile installare sulla rete locale un server di storage. Videocamere: come scegliere Per la casa o il piccolo ufficio il primo passo nella predisposizione di un impianto di sorveglianza IP è sicuramente rappresentato dall acquisto di una videocamera; molto spesso, anzi, una periferica di questo tipo e il software fornito a corredo sono sufficienti a soddisfare le esigenze dell utente medio. I fattori da considerare al momento della scelta di una videocamera IP sono numerosi e includono valutazioni economiche, tecniche e di opportunità. Una telecamera motorizzata può essere controllata da remoto per variare l angolo di inquadratura. Un buon punto di partenza è l analisi dell ambiente in cui la videocamera verrà installata: dopo aver selezionato il punto in cui collocare la periferica, valutate l opportunità di un cablaggio in rame; se la stesura dei cavi è impossibile o ostica, una telecamera con interfaccia wireless rappresenta la miglior soluzione; discorso analogo vale per l alimentazione: i modelli con supporto Power Over Ethernet sono generalmente più costosi, ma permettono di utilizzare un solo cavo per dati e alimentazione del dispositivo. Se la zona da controllare è circoscritta, è sufficiente una videocamera con inquadratura fissa, mentre in caso di ambienti più estesi potete ricorrere a modelli con Ptz (Pan, Tilt e Zoom) motorizzati; in questi apparecchi la lente è montata su di un supporto basculante che può essere controllato da remoto in modo da variare l inquadratura. Altro fattore determinante è costituito dalle condizioni di luce. L illuminazione di un ambiente è espressa in Lux: la luce del giorno all aperto equivale a circa Lux, mentre quella di una candela è di 10 Lux; considerando che l illuminazione di un tipico salotto è pari a 50 Lux e quella di un ufficio a 400 Lux, è importante verificare al momento del- Le telecamere per sorveglianza notturna possono operare nella soglia di frequenza degli infrarossi. 114 l acquisto la sensibilità della telecamera, ovvero le condizioni di luce minime entro le quali il dispositivo opera correttamente. Le telecamere predisposte per la sorveglianza notturna possono operare nella soglia degli infrarossi, utilizzando cioè lo spettro di luce inferiore con lunghezza d onda inferiore ai 700 nanometri e invisibile all occhio umano. In realtà la maggior parte dei sensori digitali montati sulle telecamere sono sensibili agli infrarossi, ma nei modelli per visione diurna viene installato un apposito filtro IR che blocca tali radiazioni; le telecamere night&day sono in grado di rimuovere automaticamente tale filtro in caso di necessità, sfruttando eventualmente un emettitore IR integrato o esterno che illumina l ambiente. Particolari accorgimenti vanno poi considerati se si desiderano effettuare delle riprese in esterno: in questi casi l illuminazione può variare considerevolmente istante per istante ed è quindi utile un diaframma comandato automaticamente dalla videocamera per la regolazione della luce che perviene al sensore (DC Iris). Per proteggere il dispositivo da condizioni atmosferiche avverse è necessario inoltre munirlo di un apposita enclosure. Ultima in ordine di elenco ma di fondamentale importanza è la qualità delle immagini che dipende essenzialmente dal tipo di lente e dal sensore utilizzato dalla videocamera: in questo senso i parametri principali da tenere in considerazione sono l angolo di campo (in pratica, l ampiezza dell inquadratura), la risoluzione del sensore e l eventuale scansione progressiva (particolarmente utile per la cattura delle immagini in movimento). Dopo aver esaminato le caratteristiche fisiche della videocamera, verificate le funzionalità implementate: rilevamento del movimento, invio di allarmi via o Ftp, software di gestione e registrazione incluso.

5 Anatomia di una videocamera Con il passaggio all IP l intelligenza della rete è sempre più decentrata, sino a trasformare i terminali in veri e propri mini-computer, completi di Cpu, memoria e sistema operativo proprio. A partire dal gruppo ottico e dal sensore digitale, passando per il chip di elaborazione grafica e fino alle interfacce di rete, ecco i segreti di una videocamera IP. Processore centrale e memoria di sistema La Cpu gestisce l accesso alle interfacce di rete e alla memoria, oltre alle immagini provenienti dal processore grafico. La memoria ospita il sistema operativo, il Web server integrato e contiene il buffer video che viene sfruttato in caso di allarmi per poter richiamare i fotogrammi precedenti all evento. Sensore Può essere di tipo Ccd (Charge-Coupled Device) o Cmos (Complementary Metal-Oxide-Semiconductor); i primi sono generalmente più performanti, soprattutto in condizioni di scarsa illuminazione; i secondi, meno costosi e più adatti ai dispositivi compatti, stanno rapidamente chiudendo il gap tecnologico. Filtro IR Il filtro IR protegge il sensore Ccd o Cmos dalle radiazioni infrarosse; nei dispositivi night&day può essere rimosso dinamicamente in caso di necessità per riprese notturne. Regolazione fuoco e zoom Nella maggior parte dei casi, la regolazione dello zoom ottico e della messa a fuoco è eseguita manualmente sul gruppo ottico. Gruppo ottico Gli obiettivi utilizzati in ambito di videosorveglianza sono spesso di tipo grandangolare, per poter inquadrare un ambiente il più vasto possibile. Alcuni modelli dispongono invece di gruppi con lunghezza focale variabile Led infrarossi Nelle videocamere per sorveglianza notturna, gli illuminatori infrarossi irradiano la scena con frequenze invisibili all occhio umano ma percepite dal sensore digitale. Controllo diaframma Per meglio adattarsi alle condizioni di luce variabili, le videocamere evolute integrano un sistema di gestione dinamico dell apertura del diaframma collegato al sensore d immagine. 116

6 Chipset wireless I modelli con collegamento senza fili dispongono di un chip Wi-fi compatibile con gli standard di mercato L antenna, tipicamente esterna, è collegata alla ricetrasmittente Rf. Controller e interfaccia Ethernet La tradizionale interfaccia per connessioni in rame è presente in tutti i dispositivi; nei modelli compatibili con lo standard PoE fornisce anche l alimentazione alla videocamera. Antenna a dipolo Nei modelli Wi-Fi, garantisce le comunicazioni senza fili secondo gli standard IEEE Compressione video Le telecamere di ultima generazione supportano standard di compressione avanzati come l Mpeg4, utili a ridurre la banda occupata sulla rete. Tale codifica richiede un apparato hardware dedicato. Processore video Riceve dal sensore il flusso video opportunamente amplificato e convertito e lo invia al chip di compressione che si occupa dell elaborazione finale e dell inoltro alla Cpu. Ingressi/uscite audio Alcune videocamere dispongono di un ingresso audio per l aggancio di microfoni ad alta sensibilità; in questi casi gli allarmi possono essere attivati in caso di rumore sopra-soglia. Le uscite audio sono invece utili al collegamento di altoparlanti esterne, sia con funzione di allarme, sia per l utilizzo della videocamera come servizio di video-citofono. In alternativa, altoparlanti e microfono possono essere integrati nel corpo della telecamera. Gpio General Pourpose Input Output. Il gruppo Gpio permette di collegare alla telecamera sensori e allarmi esterni che possono rispettivamente attivare e ricevere notifiche dal dispositivo centrale. Controllo Dc Iris Verifica le condizioni di luminosità della scena ripresa attraverso i dati ricevuti dal sensore Ccd o Cmos e regola di conseguenza l apertura del diaframma. 117

7 PASSO PER PASSO Installare e configurare un piccolo sistema di sorveglianza 1 Scegliere una videocamera: illuminazione Il primo fattore da tenere in considerazione è l illuminazione dell ambiente sorvegliato. Il valore di sensibilità (espresso in Lux) indica la soglia minima operativa: un locale ben illuminato dispone di Lux, mentre una candela produce 10 Lux a circa 30 cm. Per la videosorveglianza notturna ricorrete a un dispositivo in grado di rimuovere il filtro IR per riprese in bianco e nero. 2 Scegliere una videocamera: angolo di campo Altro parametro importante è l angolo di campo della videocamera; è legato alla lunghezza focale della lente. Tanto più è elevato, tanto più la videocamera può inquadrare un ambiente ampio. Per variare l inquadratura da remoto potete ricorrere a un dispositivo con brandeggio motorizzato. Scegliere una videocamera: interfacce e funzioni ausiliarie 3 Il supporto PoE e un interfaccia Wi-Fi semplificano il cablaggio. Valutate anche il supporto audio. Un blocco Gpio può essere utile soprattutto in installazioni più complesse. 4 Posizionare il dispositivo Posizionate il dispositivo in modo da centrare la zona di controllo primaria (porte e finestre) ma inquadrando al contempo una buona porzione circostante per registrare con più accuratezza i movimenti. Evitate le posizioni frontali rispetto agli ingressi, nascondendo per quanto possibile l unità. 5 Configurare la videocamera: monitoraggio La scelta della risoluzione e della compressione video deve essere il risultato di un compromesso tra la qualità di ripresa che volete ottenere e la banda a disposizione sulla rete locale e verso Internet. Ricordatevi di impostare account utente separati da quelli di amministrazione. Se possibile, utilizzate connessioni protette (Https, tunnel Vpn) o un sistema di controllo degli accessi. 6 Configurare il router di accesso - Ddns Nella maggior parte dei casi la videocamera è collegata a Internet tramite un router di accesso (ad esempio Adsl). Per poter essere raggiunta dall esterno, un dispositivo deve in primo luogo disporre di un identificativo fisso e pubblico su Internet: se il vostro provider non vi fornisce di un indirizzo IP fisso, potete ricorrere ai servizi Ddns, supportati dalla maggior parte dei router; per collegamenti diretto a un modem, il Ddns deve essere supportato direttamente dalla videocamera. 7 Configuare il router: di accesrso port forwarding Per poter accedere alla videocamera dall esterno è necessario indicare al router come indirizzare le richieste di accesso dall esterno: verificate sulla videocamera le porte Tcp e Udp utilizzate per interfaccia e flussi video, quindi sul router, impostate il port forwarding in modo che inoltri le suddette porte verso l indirizzo IP locale della videocamera. 8 Configurare la videocamera: Ftp e Le videocamere IP inviano immagini e notifiche a un indirizzo o verso un server Ftp; la configurazione e l utilizzo del servizio mail è relativamente semplice: è sufficiente indicare il server Smtp del provider Internet e l indirizzo di destinazione. Meno comune è la disponibilità di uno spazio Ftp con i classici abbonamenti Adsl; una comoda alternativa è rappresentata dai servizi gratuiti (per esempio e 9 Configurare la videocamera Eventi L invio di immagini ai server o Ftp può essere pianificato, ad esempio attraverso un calendario settimanale, o attivato da un particolare evento (motion detection, rilevamento audio o segnale di input su Gpio). Per configurare un evento di motion detection, restringete innanzitutto l area monitorata alla sola zona sensibile (porta, finestra): se la videocamera lo prevede, potete definire delle aree di monitoraggio all interno dell inquadratura; in caso contrario agite sullo zoom o riposizionate il dispositivo. Per evitare di sovraccaricare casella o server Ftp, stabilite se possibile un tempo di idle che intercorra tra due rilevazioni consecutive, e programmate una fascia oraria. di sorveglianza. 10 Il software di registrazione e monitoraggio Molti produttori offrono un software di registrazione e monitoraggio da installare su Pc; in questo modo è possibile effettuare registrazioni continue da una o più videocamere, riversando i dati su disco rigido. Calibrate i parametri di cattura (risoluzione, compressione, Fps) in base alla capacità dei dischi (la maggior parte dei software sovrascrive i dati più vecchi all esaurimento dello spazio su disco). 118

8 Atlantis Land NetCamera NVW La nuova telecamera di Atlantis Land rappresenta una buona soluzione per chi voglia approcciare il mondo della videosorveglianza su IP senza spese eccessive ma dotandosi di un dispositivo versatile, in grado di collegarsi alla rete sia tramite cavo Ethernet sia attraverso l interfaccia Wi-Fi a 54 Mbps e di operare anche in modalità notturna grazie agli 8 illuminatori Led IR integrati. Il sensore montato a bordo è di tipo Cmos e offre risoluzioni Vga a 640x480 pixel; il gruppo ottico con lunghezza focale di 3,6 mm (equivalenti a 32 mm in formato standard) permette di inquadrare scene con angolo di campo di circa 68 gradi. Sul pannello posteriore trovano posto, oltre all interfaccia di rete, un gruppo di connettori Gpio utilizzabili per collegare sino a due sensori e un allarme esterni. Non è disponibile alcun connettore dedicato all audio, ma il microfono interno permette di attivare allarmi in base al livello di rumorosità captato dal dispositivo. L interfaccia di configurazione sfrutta il server Web integrato e può quindi essere visualizzata da browser; l impiego di controlli ActiveX per la riproduzione del flusso video limita però ai sistemi Internet Explorer. La schermata principale offre una visione diretta della scena ripresa, con la possibilità di catturare un fermo-immagine, registrare il flusso video e accedere alla modalità di visualizzazione con quattro inquadrature, utile per la gestione di dispositivi multipli da un unica postazione di controllo. Per quanto concerne le impostazioni di rete, la videocamera Atlantis Land è configurabile con un indirizzo IP statico o può riceverne uno dinamicamente da un server Dhcp presente in rete; è anche disponibile un profilo PPPoE utilizzabile per collegare direttamente la periferica a un modem Adsl. L interfaccia wireless g supporta i protocolli Wep e Wpa Per sfruttare al meglio le caratteristiche della videosorveglianza su IP è indispensabile poter accedere alla videocamera da postazioni remote, ovvero attraverso Internet. Questa operazione richiede che la rete locale sia pubblicata sul network con un identificativo prefissato; la maggior parte dei provider Internet non offre agli utenti consumer un indirizzo IP fisso, ma è possibile aggirare il problema attraverso i servizi Ddns (Dynamic Domain Name System) che associano un dominio fisso a indirizzi IP variabili. Il pannello di configurazione permette poi di regolare i parametri di immagine della camera: oltre a selezionare la risoluzione, si può scegliere il livello di compressione Mpeg4 per il flusso v i d e o : sono previsti 5 livelli di compressione, 3 modalità di controllo del traffico e il livello massimo di frame al secondo. L immagine è ruotabile in senso orizzontale e verticale e l imprinting di data e nome della videocamera. Anche per l audio è possibile impostare il livello di bit rate, variabile dai 16 ai 40 kbps. Le funzioni di allarmistica e notifica prevedono l invio di immagini a un server Ftp o a un indirizzo prefissato, oltre all attivazione dell output eventualmente collegato al gruppo Gpio; gli eventi sono attivati dalle funzioni di motion detection o dagli ingressi Gpio. L interfaccia Web consente di monitorare sino a 4 videocamere contemporaneamente. Sensore e gruppo ottico offrono un buon angolo di campo, ma risoluzioni e luminosità migliorabili. La principale lacuna del dispositivo risiede proprio nelle funzioni di rilevamento del movimento, che non sono configurabili, né dal punto di vista della sensibilità, né da quello delle modalità di cattura e invio delle immagini: la notifica in mail prevede dunque l invio di un singolo screenshot con circa un secondo di ritardo sull istante della cattura, mentre su Ftp vengono salvati file AV da convertire in seguito in Jpeg. LAB Atlantis Land A02-IPCAM4-W54 Euro 244,90 Iva inclusa Pro Riprese in notturna Interfaccia wireless Contro Motion detection limitato Qualità immagine migliorabile Produttore: Atlantis Land, viale De Gasperi 122, Mazzo di Rho (MI); tel Pagina Web: 119

9 Axis 223M Network Camera La nuova videocamera Night&Day di Axis ripropone gran parte delle caratteristiche dei modelli che hanno reso l azienda svedese pioniera e leader nel settore della videosorveglianza su IP. Il sensore Ccd da 2 megapixel offre immagini di estremo dettaglio anche con scansione progressiva per meglio catturare le scene in rapido movimento, mentre il gruppo ottico con lunghezza focale 4-8 mm (equivalente di mm) corrisponde a un angolo di campo fino a 79. Zoom e fuoco possono essere regolati manualmente sul corpo dell unità, che è tra l altro compatibile con i formati standard C o CS per l aggancio di lenti opzionali. Il sistema Axis consente di definire finestre multiple per il motion detection, con sensibilità differenziata. La resa video della 223M si attesta sempre sui massimi livelli. La regolazione del diaframma è invece gestita automaticamente dalla scheda madre, in modo da ottimizzare la resa dell immagine in relazione alla luminosità della scena. In modalità di ripresa standard, la 223M può catturare immagini a colori in ambienti con illuminazione superiore agli 1,5 Lux, mentre in bianco e nero e rimuovendo il filtro IR la sensibilità sale a illuminazioni superiori ai 0,2 Lux (luce minima o illuminatori infrarossi, non forniti). Sul fronte della compressione video, l apparato grafico Axis può gestire flussi Mjpeg con risoluzioni sino a 1.600x1.200 pixel con un frame rate di 9 fps, mentre nel formato Mpeg-4 il massimo raggiunto è 640x480 a 9 fps. La videocamera integra un Web Server utile sia all amministrazione del dispositivo sia alla visualizzazione delle riprese in tempo reale (il browser preferenziale è Microsoft IE, ma la piattaforma Axis è compatibile con le soluzioni Mozilla e Apple Safari). Oltre alla visione live, è previsto un completo sistema di invio delle immagini su server Ftp o casella ; il dispositivo può essere impostato per inviare le immagini a determinati orari secondo un calendario configurabile o in caso di allarmi, definendo nel dettaglio la durata dell evento ripreso e i frame al secondo. Grazie al buffer interno la 223M è in grado di inviare anche immagini antecedenti all istante di allarme. Il software Axis Camera Station, che consente una gestione evoluta di sorveglianza e registrazione, non è purtroppo incluso. Il sistema di motion detection permette di definire sino a 10 finestre all interno dell inquadratura, tutte caratterizzate da una specifica sensibilità, dimensione e durata dell evento; sono previste anche zone di esclusione all interno delle quali non viene rilevato il movimento. Gli allarmi possono essere generati dal motion detection, dal sensore audio integrato (è però necessario fornire alla videocamera un microfono non incluso) o dai due canali di input digitali disponibili sul blocco Gpio; quest ultimo consente inoltre di collegare un output per allarmi o luci. L uscita audio è invece riservata ad altoparlanti esterni per sfruttare la 223M anche come videocitofono. L eccellente qualità dell immagine può essere regolata nel dettaglio sia dal punto di vista cromatico (luminosità, contrasto, bilanciamento del bianco, controllo e area di esposizione, tra l altro) sia da quello della compressione e della risoluzione. Altamente personalizzabile è anche la schermata live view, definendo layout e link della pagina Web, viewer predefinito, oltre che ricompilando totalmente il codice html. Seppur a un prezzo sicuramente elevato, la nuova 223M offre quanto di meglio la videosorveglianza su IP possa proporre oggi agli utenti più esigenti. Axis 223M Euro 1.299,00 Iva inclusa LAB Pro Resa video eccellente Altamente configurabile Power Over Ethernet Il parco connessioni della videocamera Axis 223M. Contro Prezzo Software di registrazione non incluso Produttore: Axis Communications, via Roma 47, Pino Torinese (TO); tel: , fax Pagina Web: 120

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai Articolo Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai INDICE Introduzione 3 Dieci cose che il vostro fornitore

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intel igente per control are i punti vendita: sorveglianza IP

DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intel igente per control are i punti vendita: sorveglianza IP DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intelligente per controllare i punti vendita: sorveglianza IP Guida descrittiva dei vantaggi dei sistemi di gestione e di sorveglianza IP per i responsabili dei punti vendita

Dettagli

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme.

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme. Guida operatore del registratore TruVision Vista Live Sull immagine live dello schermo vengono visualizzati laa data e l ora corrente, il nome della telecamera e viene indicato se è in corso la registrazione.

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Guida tecnica alla tecnologia video di rete.

Guida tecnica alla tecnologia video di rete. Guida tecnica alla tecnologia video di rete. Tecnologie e fattori da valutare per sviluppare con successo applicazioni di sorveglianza E di monitoraggio remoto basate su IP. 2 Guida tecnica di Axis alla

Dettagli

Telecamera IP Wireless/Wired. Manuale d uso

Telecamera IP Wireless/Wired. Manuale d uso Telecamera IP Wireless/Wired VISIONE NOTTURNA & ROTAZIONE PAN/TILT DA REMOTO Manuale d uso Contenuto 1 BENVENUTO...-1-1.1 Caratteristiche...-1-1.2 Lista prodotti...-2-1.3 Presentazione prodotto...-2-1.3.1

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis 2 Intervento immediato con Bosch Intelligent Video Analysis Indipendentemente da quante telecamere il sistema utilizza, la sorveglianza

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese.

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione Promelit ipecs MG. Descrizione del Sistema: L azienda di oggi deve saper anche essere estesa : non confinata in

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

Telecamere di rete AXIS Q1765-LE Telecamere ricche di funzionalità integrate, in formato bullet e pronte per l'utilizzo in ambienti esterni

Telecamere di rete AXIS Q1765-LE Telecamere ricche di funzionalità integrate, in formato bullet e pronte per l'utilizzo in ambienti esterni Scheda tecnica Telecamere di rete AXIS Q1765-LE Telecamere ricche di funzionalità integrate, in formato bullet e pronte per l'utilizzo in ambienti esterni > Zoom 18x e messa a fuoco automatica > OptimizedIR

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Oscilloscopi serie WaveAce

Oscilloscopi serie WaveAce Oscilloscopi serie WaveAce 60 MHz 300 MHz Il collaudo facile, intelligente ed efficiente GLI STRUMENTI E LE FUNZIONI PER TUTTE LE TUE ESIGENZE DI COLLAUDO CARATTERISTICHE PRINCIPALI Banda analogica da

Dettagli

TELECAMERA SUBACQUEA MINI DV RD31 DIVERS

TELECAMERA SUBACQUEA MINI DV RD31 DIVERS www.gmshopping.it TELECAMERA SUBACQUEA MINI DV RD31 DIVERS MANUALE UTENTE Questo documento è di proprietà di Ciro Fusco ( Cfu 2010 ) e protetto dalle leggi italiane sul diritto d autore (L. 633 del 22/04/1941

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

DVR Icatch serie X11 e X11Z iwatchdvr applicazione per iphone /ipad

DVR Icatch serie X11 e X11Z iwatchdvr applicazione per iphone /ipad DVR Icatch serie X11 e X11Z iwatchdvr applicazione per iphone /ipad Attraverso questo applicativo è possibile visualizzare tutti gli ingressi del DVR attraverso il cellulare. Per poter visionare le immagini

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

IP Wireless / Wired Camera

IP Wireless / Wired Camera www.gmshopping.it IP Wireless / Wired Camera Panoramica direzionabile a distanza Questo documento è di proprietà di Ciro Fusco ( Cfu 2010 ) e protetto dalle leggi italiane sul diritto d autore (L. 633

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento Reti Di cosa parleremo? - Definizione di Rete e Concetti di Base - Tipologie di reti - Tecnologie Wireless - Internet e WWW - Connessioni casalinghe a Internet - Posta elettronica, FTP e Internet Browser

Dettagli

Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro

Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro Sistemi digitali per l ufficio sempre più efficienti e facili da usare Ottenere massima efficienza ed elevata professionalità, pur mantenendo

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

www.gmshopping.it IP CAMERA MODELLI DI RIFERIMENTO Manuale d'uso 1

www.gmshopping.it IP CAMERA MODELLI DI RIFERIMENTO Manuale d'uso 1 IP CAMERA MODELLI DI RIFERIMENTO GM10WF GM12WF GM20WF GM25WF GM30ZW GM80 Manuale d'uso 1 1 Questo documento è di proprietà di Ciro Fusco ( Cfu 2010 ) e protetto dalle leggi italiane sul diritto d autore

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Il modo più semplice ed economico per creare Hot Spot Wi-Fi per luoghi aperti al pubblico. Internet nel tuo locale? facile come non mai!

Il modo più semplice ed economico per creare Hot Spot Wi-Fi per luoghi aperti al pubblico. Internet nel tuo locale? facile come non mai! Il modo più semplice ed economico per creare Hot Spot Wi-Fi per luoghi aperti al pubblico Internet nel tuo locale? facile come non mai! Il Prodotto WiSpot è il nuovo prodotto a basso costo per l'allestimento

Dettagli

ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI

ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI GUIDA D INSTALLAZIONE E USO Contenuto della Confezione La confezione Alice Business Gate 2 plus Wi-Fi contiene il seguente

Dettagli

Anche tu utilizzi lastre (X-Ray Film) in Chemiluminescenza?

Anche tu utilizzi lastre (X-Ray Film) in Chemiluminescenza? Anche tu utilizzi lastre (X-Ray Film) in Chemiluminescenza? Con ALLIANCE Uvitec di Eppendorf Italia risparmi tempo e materiale di consumo, ottieni immagini quantificabili e ci guadagni anche in salute.

Dettagli

Caratteristiche. Camcorder Full HD 3D/2D compatto con sensori CMOS Exmor R da 1/4" e software di editing Vegas. www.pro.sony.

Caratteristiche. Camcorder Full HD 3D/2D compatto con sensori CMOS Exmor R da 1/4 e software di editing Vegas. www.pro.sony. Camcorder Full HD 3D/2D compatto con sensori CMOS Exmor R da 1/4" e software di editing Vegas Pro* Operazioni versatili per registrazioni Full HD 3D e 2D professionali HXR-NX3D1E è un camcorder professionale

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO

Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO / Benvenuto Quando si utilizza la videocamera GoPro nell ambito delle normali attività quotidiane, prestare

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi Il portafoglio VidyoConferencing Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi La qualità HD di Vidyo mi permette di vedere e ascoltare

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows Progettare network AirPort con Utility AirPort Mac OS X v10.5 + Windows 1 Indice Capitolo 1 3 Introduzione a AirPort 5 Configurare un dispositivo wireless Apple per l accesso a Internet tramite Utility

Dettagli

Mai più offline. viprinet. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub

Mai più offline. viprinet. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub viprinet Mai più offline. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub Adatti per la connettività Internet e reti VPN Site-to-Site Bounding effettivo delle connessioni WAN (fino a sei) Design modulare

Dettagli

WEB Conference, mini howto

WEB Conference, mini howto Prerequisiti: WEB Conference, mini howto Per potersi collegare o creare una web conference è necessario: 1) Avere un pc con sistema operativo Windows XP o vista (windows 7 non e' ancora certificato ma

Dettagli

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino TITOLO ESPERIENZA: Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino PRODOTTI UTILIZZATI: OBIETTIVO: AUTORE: RINGRAZIAMENTI: Interfacciare e controllare un modello di nastro trasportatore

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Nota di applicazione: impostazione della comunicazione

Nota di applicazione: impostazione della comunicazione Nota di applicazione: impostazione della comunicazione Questa nota di applicazione descrive come installare e impostare la comunicazione tra l'inverter e il server di monitoraggio SolarEdge. Questo documento

Dettagli

Kit Domotici fai-da-te integrabili fra di loro, semplici da installare e da utilizzare.

Kit Domotici fai-da-te integrabili fra di loro, semplici da installare e da utilizzare. Per una casa più comoda, cura e intelligente, con un solo clic. Kit Domotici faidate integrabili fra di loro, semplici da installare e da utilizzare. www.easydo.it videosorveglianza, controllo carichi

Dettagli

Guida alle impostazioni generali

Guida alle impostazioni generali Istruzioni per l uso Guida alle impostazioni generali 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Collegamento della macchina Impostazioni di sistema Impostazioni Copiatrice/Document server Impostazioni fax Impostazioni Stampante

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE

GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE Sommario DECODER CUBOVISION 1 TELECOMANDO 3 COLLEGAMENTO ALLA TV 4 COLLEGAMENTO A INTERNET 6 COLLEGAMENTO ANTENNA 8 COLLEGAMENTO ALLA RETE ELETTRICA 9 COLLEGAMENTO AUDIO

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

V11. Release 1. New Devices. New Features. More Flexibility.

V11. Release 1. New Devices. New Features. More Flexibility. V11 Release 1 New Devices. New Features. Highlights dell innovaphone PBX Versione 11 Release 1 (11r1) Con il software Versione 11 dell innovaphone PBX la soluzione di telefonia IP e Unified Communications

Dettagli

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili 2012 NETGEAR, Inc. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta,

Dettagli

Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Sommario Per iniziare............................................ 3 Il WiFi Booster......................................... 4 Pannello

Dettagli

Garmin Dash Cam 10/20 Manuale Utente

Garmin Dash Cam 10/20 Manuale Utente Garmin Dash Cam 10/20 Manuale Utente Dicembre 2013 190-01711-31_0A Stampato a Taiwan Tutti i diritti riservati. Ai sensi delle norme sul copyright, non è consentito copiare integralmente o parzialmente

Dettagli

Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa

Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa Indice Sistemi di citofonia e videocitofonia - Tecnologia e qualità... - Installazione più facile e rapida... 4 - I sistemi

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

Access point wireless Cisco Small Business serie 500

Access point wireless Cisco Small Business serie 500 Scheda tecnica Access point wireless Cisco Small Business serie 500 Connettività Wireless-N, prestazioni elevate, implementazione semplice e affidabilità di livello aziendale Caratteristiche principali

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web

CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web Attenzione!! Rif. Rev. 2.2 www.cws32.it Questa presentazione non sostituisce il manuale operativo del prodotto, in quanto

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

GUIDA alla configurazione di un DVR o Router su dyndns.it. in modalità compatibile www.dyndns.org

GUIDA alla configurazione di un DVR o Router su dyndns.it. in modalità compatibile www.dyndns.org GUIDA alla configurazione di un DVR o Router su dyndns.it in modalità compatibile www.dyndns.org Questa semplice guida fornisce le informazioni necessarie per eseguire la registrazione del proprio DVR

Dettagli

Caratteristiche principali

Caratteristiche principali Il regolatore semaforico Hydra nasce nel 1998 per iniziativa di CTS Engineering. Ottenute le necessarie certificazioni, già dalla prima installazione Hydra mostra sicurezza ed affidabilità, dando avvio

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

ivms-4200 Client Software Manuale Utente Hangzhou Hikvision Digital Technology Co., Ltd.

ivms-4200 Client Software Manuale Utente Hangzhou Hikvision Digital Technology Co., Ltd. ivms-4200 Client Software Manuale Utente Hangzhou Hikvision Digital Technology Co., Ltd. Manuale utente del Client software ivms-4200 Informazioni Le informazioni contenute in questo documento sono soggette

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Assistenza tecnica Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero

Dettagli

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE Mediatrix 2102 ATA Guida all installazione EUTELIAVOIP Rev1-0 pag.2 INDICE SERVIZIO EUTELIAVOIP...3 COMPONENTI PRESENTI NELLA SCATOLA DEL MEDIATRIX 2102...3 COLLEGAMENTO

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

VISIONE NOTTURNA & CONTROLLO REMOTO DI MOVIMENTO /AUDIO DI DUE VIE

VISIONE NOTTURNA & CONTROLLO REMOTO DI MOVIMENTO /AUDIO DI DUE VIE Modello: FI8918/FI8918W IP Camera Senza fili / Cablata VISIONE NOTTURNA & CONTROLLO REMOTO DI MOVIMENTO /AUDIO DI DUE VIE Manuale Utente Colore: Nera Colore: Bianca SOMMARIO 1 BENVENUTO... 1 1.1 Carateristiche...

Dettagli

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM Barriera optoelettronica di misurazione LGM Misurare con intelligenza - nuove dei materiali in tutti i mercati La nuova Serie LGM di

Dettagli

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno.

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. UPPLEVA Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. 5 anni di GARANZIA INCLUSA NEL PREZZO I televisori, i sistemi audio e gli occhiali 3D UPPLEVA sono garantiti 5 anni. Per saperne

Dettagli

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Sommario Premessa Definizione di VPN Rete Privata Virtuale VPN nel progetto Sa.Sol Desk Configurazione Esempi guidati Scenari futuri Premessa Tante Associazioni

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

VIDEOREGISTRATORE DIGITALE STAND ALONE H264 CON 4 8 16 INGRESSI

VIDEOREGISTRATORE DIGITALE STAND ALONE H264 CON 4 8 16 INGRESSI VIDEOREGISTRATORE DIGITALE STAND ALONE H264 CON 4 8 16 INGRESSI ART. SDVR040A SDVR080A SDVR160A Leggere questo manuale prima dell uso e conservarlo per consultazioni future 0 Indice Capitolo 1 - Descrizione

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof.

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof. Interfacce di Comunicazione Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica I semestre 03/04 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ 2 Trasmissione

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli