The Printernet Company RELAZIONE DI BILANCIO 2000

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "The Printernet Company RELAZIONE DI BILANCIO 2000"

Transcript

1 The Printernet Company RELAZIONE DI BILANCIO 2000 ESERCIZIO CHIUSO AL

2

3 . SEDE LEGALE E ORGANI STATUTARI SEDE LEGALE Via Valenca, CASTREZZATO (BS) CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE COLLEGIO SINDACALE SOCIETÀ DI REVISIONE Presidente e Consigliere Delegato Alberto Frigoli Consigliere Delegato Giuseppe Frigoli Consigliere Emilio Frigoli Consigliere Francesco Frigoli Consigliere Giovanni Frigoli Consigliere Claudio Dematté Presidente Umberto Bisesti Sindaco Effettivo Francesco Curone Sindaco Effettivo Umberto Bisesti Neutra S.p.a. Via Amedei, MILANO 2

4 1. LA SOCIETA' E IL CORE BUSINESS 1 LA SOCIETA' E IL CORE BUSINESS La società opera in tre aree di business: Stampati promo-pubblicitari Etichette autoadesive New business Nella prima area rientrano sia la modulistica personalizzata (moduli continui) sia gli stampati promozionali (mailing con applicazione di card, cartoline di ritorno, coupon, giochi e concorsi), sia alcune produzioni di nicchia quali fazzoletti di carta imbustati, personalizzati, recanti logo, fotografie e messaggi pubblicitari. L'utilizzo delle tecnologie informatiche in questa prima area di business, ha consentito di ampliare il portafoglio prodotti a servizi ad elevata specializzazione come la gestione documentale in outsourcing e i servizi integrati per il direct marketing. Il settore autoadesivo comprende etichette multipagina composte da un numero di pagine variabile, etichette a tasca ossia etichette autoadesive costituite da una tasca sigillata autoadesiva contenente un pieghevole stampato; etichette speciali realizzabili tramite tecnologie di stampa particolarmente evolute. Le principali destinazioni di tali prodotti sono il settore farmaceutico, alimentare, chimico, e cosmetico, e tutte le applicazioni ove l'esigenza assolta è quella di stampare il maggior numero di informazioni sul minor spazio possibile per fornire un valido supporto all'inclusione di istruzioni d'uso e alla comunicazione promozionale dell'azienda commitente. In questa area di business la flessibilità produttiva ottenuta con l'ausilio delle tecnologie più avanzate, permette di soddisfare le differenti esigenze della clientela con prodotti personalizzati. Il new business è legato all'e-commerce, al web e alle diverse applicazioni on-line. In particolare, la Società offre ai propri clienti la progettazione e la realizzazione su commessa di forme di comunicazione su mezzi di comunicazione integrati. I servizi legati ad Internet quali creazione di siti, registrazione di domini, hosting e pagine Web completano la gamma di prodotti innovativi sviluppati dal Gruppo. Il Management concepisce questa business unit come un ambiente verso cui indirizzare ingenti risorse in R&S al fine di ottenere un posizionamento favorevole nell'e-commerce e nell'epublishing. Per questo motivo focalizza la realizzazione di servizi online cogliendo le opportunità che possono essere offerte ai clienti del settore stampati promo-pubblicitari, includendo soluzioni di e-commerce e consulenza di e-business. Nel 1999 la Società si quota al Nuovo Mercato con l'obiettivo di accelerare il percorso di crescita. Poligrafica S.Faustino, nata nel 1957, è una delle prime aziende grafiche italiane che occupa una posizione di leadership sul mercato domestico. L'alta specializzazione grafica raggiunta è oggi complementare alle nuove tecnologie informatiche ove l'ideazione e la personalizzazione accompagnano la progettazione e la realizzazione degli stampati. L'offerta di soluzioni integrate risponde alle esigenze di clientela sempre più orientata a servizi complementari alla stampa tradizionale: la stampa digitale, i servizi multimediali e il commercio elettronico. 3

5 2. MISSIONE AZIENDALE 2 MISSIONE AZIENDALE POTENZIARE IL PERCORSO DI CRESCITA DELL'EFFICIENZA AZIENDALE COGLIENDO LE DIVERSE OPPORTUNITÀ OFFERTE DAL MONDO LEGATO AD INTERNET E ALLE TECNOLOGIE DIGITALI PROSEGUIRE NELL'ORIENTAMENTO ALLA CUSTOMER SATISFACTION OFFRENDO UN SERVIZIO SEMPRE PIÙ COMPLETO E QUALITATIVAMENTE ELEVATO A CONDIZIONI COMPETITIVE CARATTERIZZARE LA CRESCITA AZIENDALE INVESTENDO IN PERSONALE ALTAMENTE SPECIALIZZATO E IN RICERCA HIGH-TECH PER CREARE VALORE PER GLI AZIONISTI 4

6 3. LETTERA AGLI AZIONISTI 3 LETTERA AGLI AZIONISTI Signori azionisti, l'esercizio 2000 ha rappresentato per noi un decisivo passo verso una svolta importante per la quale stiamo investendo da circa due anni. Il fatturato del Gruppo è stato pari a Lire milioni con una crescita del 9% rispetto al Dopo ammortamenti e svalutazioni pari a Lire milioni, aumentati del 37,4% rispetto al 1999, il risultato operativo è pari a Lire 475 milioni rispetto a lire milioni del A seguito del significativo carico di imposte, il risultato netto è negativo di lire 770 milioni mentre era pari a Lire milioni nel Lo sviluppo delle attività legate al new business ossia psfonline, il commercio elettronico, la consulenza su web, ha impegnato il gruppo in investimenti non ancora accompagnati da significativi ricavi. E' una fase estremamente delicata in cui è difficile esprimere certezze. Di fatto, certi sono gli oneri cui abbiamo sottoposto la nostra attività, certo è l'impegno del management e di tutti i nostri collaboratori investiti di responsabilità in questo passaggio, elevate sono le nostre aspettative! Tra pochi mesi avrà inizio la fase che vedrà progressivamente passare tramite internet lo sviluppo commerciale di Poligrafica. La piattaforma tecnologica integrata con Inevision (software di pubblicazione multicanale prodotto da Inevision srl controllata da Poligrafica) è in avanzata fase di sperimentazione. BB srl, capitalizzando l'esperienza acquisita con Casarossi, inizierà la diffusione della propria piattaforma di e-commerce dedicato ai prodotti personalizzati presso le aziende grafiche, le agenzie, gli studi grafici. Si tratta di iniziative assolutamente nuove nel nostro settore, percorribili solo da una realtà che come Poligrafica ha sviluppato conoscenze in diversi ambiti quali la grafica, l'informatica, le tecnologie legate ad internet e il patrimonio di creatività che ha contraddistinto da sempre la nostra offerta. Senza dar corso a facili ottimismi possiamo affermare d'aver raccolto la sfida della new economy con l'aggressività e la determinazione che hanno contraddistinto il nostro impegno. In gioco abbiamo la nostra credibilità, la professionalità e tanti anni di storia. Consideriamo internet lo strumento ideale per sviluppare affari ma inseparabilmente coniugato alle nostre conoscenze, al nostro mercato, alla nostra tecnologia. Fortissima è la convinzione che questo sia il giusto indirizzo anche se non ci nascondiamo le difficoltà che ancora incontreremo lungo il tragitto. Il percorso però è già stato avviato, molte incognite sono già state superate e l'esperienza fin qui vissuta ci incoraggia a proseguire senza esitazioni. I risultati eclatanti non sono mai gratuiti ma frutto di sforzi, investimenti e dedizione. Sappiamo anche di dover correre da soli, perché nel nostro settore non ci sono realtà più avanzate della nostra ma questo non fa che aumentare la posta della scommessa. L'obiettivo dichiarato è trasformare un'attività tradizionale in una delle espressioni più autenticamente rappresentative della new economy per la capacità di cogliere e incanalare le opportunità formidabili offerte dallo strumento più rivoluzionario della nostra epoca: internet. Il Presidente Alberto Frigoli 5

7 4. DATI DI BORSA 4 DATI DI BORSA Prezzo emissione 37 Euro Prezzo al 31/12/00 74,94 Euro Media prezzo esercizio ,9 Euro Numero azioni Flottante % 58,3% Azionisti di rilevanza: Alberto Frigoli 11,7% Giuseppe Frigoli 11,7% Francesco Frigoli 11,7% Emilio Frigoli 11,7% Giovanni Frigoli 11,7% Capitalizzazione totale al 31/12/00 67,4 Euro ml Poligrafica S.Faustino S.p.A. in Borsa: andamento prezzi e volumi Volumi Prezzo /10/ /11/ /12/ /12/ /01/ /01/ /02/ /02/ /03/ /04/ /04/ /05/ /05/ /06/ /06/ /07/ /08/ /08/ /09/ /09/ /10/ /10/ /11/ /11/ /12/2000 Fonte: Bloomberg Poligrafica S.Faustino S.p.A. in Borsa: andamento titolo e Numtel PSF Numtel /10/ /11/ /12/ /01/ /02/ /03/ /04/ /05/ /06/ /07/ /08/ /09/ /10/ /11/ /12/2000 Fonte: Bloomberg 6

8 5. RELAZIONE SULLA GESTIONE 5 RELAZIONE SULLA GESTIONE 5.1 EVOLUZIONE DEL MERCATO E NUOVI ORIENTAMENTI STRATEGICI L'industria delle aziende grafiche ha dovuto affrontare negli ultimi anni innovazioni e cambiamenti tecnologici radicali legati ad uno sviluppo esponenziale di nuove soluzioni richieste dal mercato. Per essere competitive, le aziende del settore devono avere quali obiettivi prioritari la digitalizzazione, l'integrazione, la flessibilità e, soprattutto la personalizzazione. L'industria della stampa utilizza sempre più frequentemente la tecnologia digitale: stampa e media elettronici interagiscono tra loro offrendo un'integrazione della stampa tradizionale. Il print on demand offre nuove aree di attività che permettono di riprodurre le informazioni in modo sempre più rapido ed efficiente orientan dosi a piccole produzioni flessibili. Il mondo della grafica si evolve sulla formulazione di pacchetti completi, all'interno dei quali la stampa è soltanto un elemento: le soluzioni proposte aperte al mondo di internet rendono possibile collegare software, servizi di rete e comunicazione offrendo l'opportunità alle aziende del settore di entrare nel mondo dell'ebusiness con prodotti, già per loro natura digitali: il legame tra la comunicazione via web, le tecnologie di stampa e lo sviluppo di database è sempre più stretto. Le aziende competitive devono offrire soluzioni complete e non singoli prodotti. La stampa è sempre più attività specializzata e la capacità di offrire il valore aggiunto del servizio, di ascoltare le necessità dei clienti (customer satisfaction) e di agire con flessibilità e in tempi veloci (time to market) sono le variabili importanti. Il mercato italiano dell'industria grafica ha mostrato segnali di ripresa nel corso degli ultimi 2 anni. Tra il 1994 e il 1997 il CAGR si è attestato al 4%. L'industria grafica e cartotecnica in Italia è composta da oltre imprese con più di addetti e un fatturato 1999 pari a circa Lire miliardi. Il mercato dell'industria grafica in Italia (fatturato in mld. di lire) ES Industria Grafica Fonte: Assografici L'industria della cartotecnica e della trasformazione (segmento dell'industria grafica) è lievemente cresciuto nell'anno 1999, con un CAGR, negli anni 94/99, del 5%. Il mercato dell'industria cartotecnica e trasformazione (fatturato in mld. di lire) Esercizio Industria cartotecnica e trasformazione Fonte: Assografici Il fatturato consolidato di Poligrafica S.Faustino S.p.A., realizzato nel 2000 pari a Lire milioni, in crescita del 9% rispetto al 1999, posiziona l'azienda in una fascia alta all'interno di un mercato altamente frammentato. 7

9 5. RELAZIONE SULLA GESTIONE Il mercato dell'e-commerce rappresenta, nella sua modalità attuale di "Business to Consumer", l'attività caratteristica del mall virtuale e nella modalità "Business to Business" un'area strategicamente rilevante per lo sviluppo prossimo di Poligrafica che hanno sviluppato una serie di competenze e know-how nell'area B2C. Entrambi i segmenti sono attesi in forte sviluppo nell'immediato futuro. Mercato dell'e-commerce in Europa (ml di Euro) B2B B2C Business to Business Business to Consumer Fonte: Databank L'esercizio 2000 è stato caratterizzato dalla transizione dell'attività tradizionale dell'azienda verso le nuove tecnologie. Le linee strategiche di sviluppo possono essere così sintetizzate: Implementazione del progetto PSFONLINE Crescita dell'attività di web consulting tramite una business unit dedicata Evoluzione di BB S.r.l. nel commercio elettronico. Il progetto psfonline rappresenta l'innovazione più importante legata al core business: il settore della grafica infatti sta vivendo una fase evolutiva che vede una integrazione sempre più stretta delle tecnologie legate ad internet. Nel mese di dicembre è stata acquisito, per un controvalore di circa lire milioni, il 51% della società Sefin S.r.l (ora Inevision S.r.l.), softwarehouse operativa nel settore dell'information & Comunication Tecnologies, che ha sviluppato una suite applicativa, "inevision", che permette di informatizzare il processo tradizionale di publishing integrando i diversi sistemi informativi: il progetto "inevision", garantisce, infatti, la possibilità di produrre "on demand" documentazione commerciale, tecnica e finanziaria, sempre aggiornata, differenziata per lingua, valuta, prezzo, cliente, mercato di destinazione e canale media utilizzato (carta, Web, Wap e CdRom), in modo semplice, veloce e strutturato. L'acquisizione è avvenuta con l'obiettivo di accelerare lo sviluppo del progetto "psfonline". Il progetto, primo in Europa, riguarda l'elaborazione e lo sviluppo della comunicazione aziendale con l'utilizzo esclusivamente della rete. Si tratta di un'applicazione estremamente avanzata del B2B e costituisce la linea strategica più innovativa verso la quale Poligrafica S. Faustino S.p.A. sta indirizzando le migliori risorse. La realizzazione di questo progetto è consentita dall'integrazione di oltre quarant'anni di esperienza nel settore grafico e dalle competenze acquisite nell'ambito internet. L'attività di web consulting sarà focalizzata all'interno di una business unit dedicata (Mediattiva), che vedrà una partecipazione diretta del management, con l'obiettivo di offrire alle imprese la possibilità di sfruttare al meglio i benefici organizzativi e produttivi che le tecnologie internet sono in grado di apportare alle strutture interne aziendali. Per rispondere a tali esigenze all'inizio del 2001 nasce Mediattiva, struttura tecnologica indipendente, che accorpa ed identifica ciò che da diversi anni ha sviluppato con successo il reparto internet e multimedia del Gruppo Poligrafica S.Faustino. In questa area le attività svolte vanno dall'analisi del settore e conseguente definizione della strategia, dal concept design o architectural design per siti di B2B o B2C, alla realizzazione del sistema completo e per ultimo ad attività di reporting. 8

10 5. RELAZIONE SULLA GESTIONE BB Srl ha rifocalizzato, da B2C a B2B, il modello di business maturato con l'esperienza nel progetto CASAROSSI, attraverso una nuova proposta rivolta al mondo delle tipografie, degli studi grafici e delle agenzie pubblicitarie. 5.2 ANDAMENTO DELLE AREE DI BUSINESS Il fatturato consolidato relativo all'esercizio 2000 è pari a Lire milioni, rispetto a lire del passato esercizio. La composizione dello stesso per area di business è rappresentata dalla seguente tabella: FATTURATO 2000 % 1999 % (Dati in milioni di Lire) - Stampati promo-pubblicitari % % (Di cui all estero) (1.437) (900) - Etichette autoadesive % % (Di cui all estero) (2.547) (2.356) - New business % % (Di cui all estero) (145) Fatturato % % di cui all estero (4.129) 8% (3.256) 7% L'evoluzione del fatturato evidenzia l'orientamento della Società verso lavorazioni più innovative. I prodotti offerti (promozionali, stampati commerciali, brochures aziendali, posters, buoni acquisto, depliant-card, giochi a premio) godono di un importante market premium in quanto Poligrafica S.Faustino S.p.A. può soddisfare una clientela che richiede personalizzazione, flessibilità di esecuzione ed alta qualità. In quest'area è sempre più importante l'attività di direct marketing.le vendite all'estero del settore autoadesivo rappresentano il 15% del fatturato: la domanda è stata alimentata specialmente da società multinazionali per attività di direct marketing. L'importante progresso sul versante estero, cresciuto del 27% (era pari a milioni) rispetto al 1999, è dovuto al potenziamento della rete commerciale ed all'offerta di servizi molto specializzati che pochi sono in grado di realizzare.in crescita molto elevata è Il settore new business, che al 31 dicembre 2000 rappresenta l'11% del fatturato complessivo; le risorse derivanti dalla quotazione sono state in buona parte impiegate al sostegno della crescita di questa area di business. La business unit di Poligrafica S. Faustino specializzata nello sviluppo di progetti Internet e multimediali per la clientela business ha realizzato un fatturato pari a circa Lire 6 miliardi. Nell'arco dell'anno 2000 la richiesta di servizi da parte della clientela si é continuamente evoluta in termini quantitativi e qualitativi. L'offerta di servizi va dalla "registrazione dominio", alla "creazione pagine web", alla "pubblicazione dinamica di cataloghi", alla "modifica in linea dei dati pubblicati" alla "gestione di un ordine", sino alla modifica on line di biglietti da visita già personalizzati e pronti per la stampa. Relativamente all'attività di commercio elettronico, realizzata tramite il virtual shop si evidenzia una importante visibilità del sito. Nel corso della nostra esperienza, abbiamo, tuttavia, rilevato alcuni punti critici sull'evoluzione del mercato di riferimento. Il B2C presenta anche in Italia alcune problematiche che ne ostacolano lo sviluppo, così sintetizzabili: Diffidenza degli utenti nell'utilizzo delle carte di credito on line, nonostante gli sforzi tecnologici a tutela della sicurezza e della privacy; Tentativi di frode non adeguatamente presidiati da parte dei gestori delle carte di credito; Rete distributiva esterna non sempre affidabile. I risultati più che apprezzabili sin qui ottenuti da Casarossi hanno permesso a BB di consolidare un'esperienza importante sul mondo Web, sfruttabile per nuove iniziative ed ulteriori applicazioni. La stessa piattaforma tecnologica, il Know-how acquisito ed il personale specializzato nel B2C potranno, quindi, essere rifocalizzati nello sviluppo di un modello di business B2B, rivolto al mondo delle tipografie, degli studi grafici e delle agenzie pubblicitarie. Il bilancio consolidato ed il bilancio d'esercizio di Poligrafica S.Faustino, nel loro complesso, hanno risentito dei significativi investimenti per l'acquisizione e lo sviluppo dei progetti e delle piattaforme tecnologiche innovative, dell'aumentata incidenza dei costi dei servizi (in particolare, per 9

11 5. RELAZIONE SULLA GESTIONE lavorazioni esterne) dei costi del personale e del significativo aumento degli ammortamenti, non ancora correlati a significativi ricavi Di seguito riportiamo i risultati sintetici del bilancio consolidato di Gruppo e del bilancio della Capogruppo Poligrafica S.Faustino S.p.a. al 31 dicembre CONTO ECONOMICO CONSOLIDATO 31/12/00 31/12/99 31/12/00 31/12/99 Lire milioni Lire milioni Euro milioni Euro milioni Ricavi delle vendite e delle prestazioni ,99 25,74 Altri ricavi e proventi ,51 0,09 Valore della produzione ,50 25,83 Consumi ,57 6,66 Servizi ,99 8,44 Godimento beni di terzi ,72 0,83 Oneri diversi di gestione ,13 0,98 Costi della produzione ,41 16,91 Valore aggiunto ,10 8,92 Personale ,29 6,26 Margine operativo lordo ,81 2,66 Ammortamenti e svalutazioni ,56 1,13 Risultato operativo ,25 1,53 Proventi e oneri finanziari (332) (331) (0,17) (0,17) Risultato ante straord. e imposte ,07 1,36 Rettifiche e Prov. (oneri) straordinari (96) 72 (0,05) 0,03 Risultato prima delle imposte ,02 1,39 Imposte sul reddito d'esercizio (817) (1.364) (0,42) (0,70) Risultato netto (770) (0,40) 0,69 Cash flow ,11 1,78 CONTO ECONOMICO CAPOGRUPPO 31/12/00 31/12/99 31/12/00 31/12/99 Lire milioni Lire milioni Euro milioni Euro milioni Ricavi delle vendite e delle prestazioni ,75 25,67 Altri ricavi e proventi ,48 0,12 Valore della produzione ,24 25,79 Consumi ,23 6,52 Servizi ,06 10,27 Godimento beni di terzi ,61 0,79 Oneri diversi di gestione ,90 0,79 Costi della produzione ,80 18,37 Valore aggiunto ,44 7,42 Personale ,74 5,00 Margine operativo lordo ,69 2,41 Ammortamenti e svalutazioni ,33 0,96 Risultato operativo ,36 1,45 Proventi e oneri finanziari (332) (328) (0,17) (0,17) Risultato ante straord. e imposte ,19 1,28 Rett. e Proventi (oneri) straordinari (96) 233 (0,05) 0,12 Risultato prima delle imposte ,14 1,40 Imposte sul reddito d'esercizio (650) (1.137) (0,33) (0,58) Risultato netto (376) (0,19) 0,83 Cash flow ,08 1,78 10

12 5. RELAZIONE SULLA GESTIONE 5.3 INVESTIMENTI Durante l'esercizio sono stati effettuati importanti investimenti in immobilizzazioni materiali ed immateriali, finalizzati allo sviluppo e al potenziamento della struttura produttiva per un ammontare complessivo di Lire milioni che si aggiungono a lire milioni di investimenti effettuati nel passato esercizio. Tra le immobilizzazioni immateriali sono stati effettuati significativi investimenti (per un valore complessivo di lire 980 milioni) soprattutto in procedure e programmi destinati all'area multimediale e tra questi ricordiamo l'attività ancora in corso capitalizzata sul progetto psf on line per lire 230 milioni. Tra le immobilizzazioni materiali da segnalare il sostanziale completamento del nuovo opificio, che ha comportato un onere complessivo di circa lire 4,7 miliardi dei quali lire milioni nel corso dell'anno 2000; ad esso si sono aggiunti investimenti in nuovi macchinari stampa (tra i quali segnaliamo un macchinario innovativo per la produzione di etichette del valore di lire milioni ed una stampante digitale del valore di lire 300 milioni), moduli per serigrafia e sistemi di lavaggio cilindri (circa 250 milioni) oltre a investimenti minori in impianti di preparazione, confezione, composizione e postazioni grafiche (per lire 230 milioni). Devono essere, inoltre, segnalati 2 importanti investimenti, finanziati attraverso locazioni finanziarie. Il più importante è riferito all'avvenuta consegna della linea di produzione mu ltiprodotto (valore di oltre lire 5 miliardi) da parte di un fornitore tedesco. L'anno 2000, tuttavia, non ha potuto beneficiare di tale apporto in quanto il collaudo è stato perfezionato verso la metà di dicembre. L'altro investimento riguarda un apparato computer to plate, locato dalla controllata Laser 5 S.r.l.(valore di lire 530 milioni). Nel mese di dicembre è stata acquisito, per un controvalore di circa lire milioni, il 51% della società Sefin S.r.l (ora Inevision S.r.l.), softwarehouse specializzata nel multichannel publishing. 5.4 ATTIVITA DI RICERCA E SVILUPPO Durante l'esercizio è stata intensificata l'attività di ricerca e sviluppo effettuata utilizzando prevalentemente risorse interne alla struttura aziendale. Data la significatività e l'importanza del progetto legato allo sviluppo di PSF on Line, che vedrà le sue prime concrete applicazioni entro la metà del 2001, sono stati capitalizzati ed inclusi tra le immobilizzazioni in corso costi del personale per circa 230 milioni di lire. In particolare si segnala l'implementazione del team dedicato allo sviluppo dell'area di business multimedia internet. 5.5 PERSONALE La tabella sottostante riporta la suddivisione del personale del Gruppo alla data di chiusura dell'esercizio. 31/12/ /12/99 Dirigenti 1 2 Impiegati Operai Totale I dipendenti della Capogruppo Poligrafica S.Faustino S.p.A. sono pari a 196 unità al 31 dicembre Il personale di Gruppo si è decrementato con riferimento alla situazione puntuale al 31 dicembre 2000, ma, come meglio evidenziato nella tabella riportata in nota integrativa, si è incrementato nella media dell'esercizio di n. 13 unità, destinate essenzialmente allo sviluppo del settore multimediale-internet, in linea con i programmi di investimento. 5.6 ADOZIONE DELL EURO Il Gruppo ha da tempo adeguato il sistema di fatturazione con una specifica evidenza degli importi in Euro oltrechè in lire italiane. Sono già stati effettuati investimenti in nuovi sistemi informativi, contabili e gestionali, che prevedono l'euro come moneta di conto, così come a livello commerciale si stanno adeguando tutte le procedure per rendere pienamente operativa la completa conversione. Le nuove procedure saranno utilizzabili già nel corso dell'anno 2001 e consentiranno al Gruppo di trovarsi preparato per la completa transizione alla nuova moneta di conto, obbligatoria dal prossimo esercizio. 11

13 5. RELAZIONE SULLA GESTIONE 5.7 POSIZIONE FINANZIARIA E STRUTTURA PATRIMONIALE POSIZIONE FINANZIARIA NETTA CONSOLIDATA (lire milioni) EURO/000 EURO/000 Cassa e banche attive , ,96 Titoli 5 2,58 5 2,58 Debiti verso Banche (3.174) (1.639,23) (1.979) (1.022,07) Totale A) (1.477) (762,81) ,48 Indebit. Finanziario a medio lungo termine (5.680) (2.933,47) (3.456) (1.784,87) Totale B) (5.680) (2.933,47) (3.456) (1.784,87) Indebitamento finanziario netto (A+B) (7.157) (3.696,28) ,61 Nella tabella che segue riportiamo l'analisi della struttura patrimoniale e finanziaria: 31-dic dic dic-99 Euro/000 lit/mln lit/mln A) Capitale netto d esercizio Crediti commerciali netti Rimanenze di magazzino Altre attività a breve ( 4.764) Debiti commerciali (9.224) (10.343) ( 2.046) Altre passività a breve (3.966) (3.360) B) Attività fisse nette Immobilizzazioni immateriali Immobilizzazioni materiali Immobilizzazioni finanziarie Crediti oltre 12 mesi C) F.do trattamento fine rapporto e altre passività a m/l termine non finanziarie D) Capitale investito (A+B-C) Coperto da: E) Indebitamento finanziario netto Debiti finanziari a breve termine ( 876) Disponibilità e crediti finanziari a breve (1.697) ( 5.715) Debiti finanziari a medio lungo termine ( 280) F) Capitale proprio Capitale sociale Riserve (397) Risultato (770) Minoranze G) Totale coperture (E+F)

14 5. RELAZIONE SULLA GESTIONE 5.8 AZIONI PROPRIE La società non detiene azioni proprie direttamente o indirettamente, o attraverso società fiduciarie o per interposta persona. 5.9 RAPPORTI CON PARTI CORRELATE 5.10 ANDAMENTO DELLE SOCIETA CONTROLLATE La società ha effettuato transazioni con Chiaristampa S.r.l., società posseduta da persone fisiche facenti capo alla attuale compagine societaria; in particolare sono stati sostenuti costi per lavorazioni per un importo complessivo di Lire milioni, a prezzi e condizioni di mercato. Verso la stessa società al 31 dicembre 2000 risultano crediti complessivi per circa Lire 114 milioni. Di seguito sintetizziamo l'attività svolta nell'esercizio dalle società controllate Laser 5 S.r.l. (100%), BB S.r.l.(100%) e Antea S.r.l. (50%): Laser 5 S.r.l., società di produzione di impianti litografici: il fatturato complessivo di Lire milioni è relativo a lavorazioni altamente specializzate, effettuate esclusivamente per conto della capogruppo, con il supporto di n. 51 dipendenti al 31 dicembre 2000 (ma mediamente 60 unità nel corso dell'esercizio) professionalmente qualificati, il cui costo complessivo è di Lire milioni. Nel corso dell'anno è stata potenziata la struttura produttiva con l'acquisto di numerose postazioni grafiche, stampanti ecc. per il settore impianti di composizione, in aggiunta ad un computer grafico, del valore di 530 milioni, finanziato in leasing. BB S.r.l.: è proprietaria di Casarossi.it il primo mall (supermercato virtuale) italiano che ha realizzato un fatturato complessivo pari a Lire 820 milioni (lire 231 milioni nel 1999).Il mercato retail in Italia non è ancora pronto a condividere esperienze di acquisto on-line. Come sopra evidenziato, la piattaforma tecnologica, il Know-how e il personale specializzato, oggi finalizzati alla crescita di Casarossi, sono rifocalizzati allo sviluppo del business model B2B legato al network grafico. Antea S.r.l. (partecipata al 50%) ha iniziato ad operare nel corso dell'anno 2000 nel campo della comunicazione societaria. Poiché, sono in corso avanzate trattative, con una società da anni operante nel settore della comunicazione societaria, che comporteranno una diluizione della quota di partecipazione di Poligrafica S.Faustino S.p.a., Antea S.r.l. è stata esclusa dall'area di consolidamento con il metodo dell'integrazione globale (diversamente da quanto effettuato nella relazione semestrale e nelle relazioni trimestrali per il III e per il IV trimestre 2000). L'accordo in via di definizione ha l'obiettivo di sfruttare al meglio tutte le possibili sinergie di carattere commerciale, professionale ed organizzativo tra società appartenenti al medesimo settore della comunicazione societaria. Al fine di rendere comunque valutabili i risultati conseguiti dalla Società nel primo anno di attività, tenuto conto del fatto che la stessa Antea S.r.l. era stata inclusa nell'area di consolidamento nelle relazioni infrannuali, riportiamo sinteticamente i principali dati patrimoniali ed economici risultanti dal bilancio di Antea S.r.l. al 31 dicembre 2000; è, altresì, opportuno precisare che la valutazione della partecipazione è stata comunque effettuata all'equity method, generando gli stessi effetti del consolidamento integrale sul risultato economico e sul patrimonio netto consolidato al 31 dicembre ANTEA S.r.l. Dati patrimoniali sintetici: ATTIVO (lire milioni) 31/12/2000 PASSIVO 31/12/2000 Immobilizzazioni immateriali 159 Patrimonio netto 41 Immobilizzazioni materiali 231 Immobilizzazioni finanziarie 5 TFR 12 Crediti Debiti Disponibilità liquide 1 Ratei e risconti attivi 16 Ratei e risconti 22 TOTALE ATTIVO TOTALE PASSIVO

15 5. RELAZIONE SULLA GESTIONE Dati economici sintetici: CONTO ECONOMICO (lire milioni) 2000 Ricavi Ricavi vendite e prestazioni Ricavi e proventi diversi 32 Totale Ricavi Costi Per servizi Per godimento beni di terzi 115 Per il personale 272 Ammortamento e svalutazioni 62 Oneri diversi di gestione 253 Totale (2.519) Proventi e oneri finanziari (26) Imposte di competenza 27 Utile (perdita) dell'esercizio (109) I servizi e le consulenze effettuate da Antea nell'intero esercizio sono state pari a lire milioni. La perdita subita, pari a lire 109 milioni, è da ritenersi il costo e soprattutto l'investimento necessario per sostenere la fase di start-up. Il risultato, infatti, è stato fortemente condizionato dall'entità dei costi fissi e dei costi di struttura che hanno gravato sui primi mesi di attività non ancora correlati da ricavi. Gli investimenti effettuati, in immobilizzazioni materiali ed immateriali, sono stati pari a circa lire 450 milioni e hanno comportato ammortamenti per circa lire 60 milioni ADESIONE AL CODICE DI AUTODISCIPLINA Il Consiglio di Amministrazione di Poligrafica S. Faustino ha effettuato una specifica ricognizione del proprio modello organizzativo, così come formalizzato nello statuto, al fine di riassumerne i contenuti e recepire ulteriori modelli organizzativi conformi e compatibili con le indicazioni definite dal codice di autodisciplina delle Società quotate. E' stata, quindi, formalizzata una apposita relazione a disposizione dei soci insieme alla documentazione prevista per l'assemblea di bilancio, nonché trasmessa alla Borsa Italiana ai sensi delle istruzioni al Regolamento del Nuovo Mercato Sezione IA PARTECIPAZIONI DETENUTE DAGLI AMMINISTRATORI, DAI SINDACI, DAI DIRETTORI GENERALI E DAI LORO CONIUGI NON LEGALMENTE SEPARATI E FIGLI MINORI Cognome e nome N. AZIONI POSSEDUTE AL 31/12/99 N. AZIONI ACQUISTATE N. AZIONI VENDUTE N. AZIONI POSSEDUTE AL 31/12/2000 Nessuna altra partecipazione risulta posseduta, acquistata o venduta durante l'anno dai sindaci e dai loro coniugi. %CAPITALE SOCIALE Alberto Frigoli ,7 Giuseppe Frigoli ,7 Emilio Frigoli ,7 Francesco Frigoli ,7 Giovanni Frigoli ,7 Massimiliano Frigoli Silvana Trevisi Monica Viola Maristella Pedrinelli Daniela Belotti

16 5. RELAZIONE SULLA GESTIONE 5.12 FATTI DI RILIEVO AVVENUTI DOPO LA CHIUSURA DELL ESERCIZIO 5.13 EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE 5.14 PROPOSTA IN ORDINE ALLA DESTINAZIONE DEL RISULTATO D ESERCIZIO Dopo la chiusura dell'esercizio si rilevano i seguenti fatti: - In data 15 gennaio 2001 Poligrafica S.Faustino investe lire per il 91% al nominale di Mediattiva S.r.l., in compartecipazione con alcuni managers al fine di integrare i sistemi informativi aziendali in piattaforme accessibili dal Web e costruire insieme alle aziende un'interfaccia funzionale e personalizzata. - Al momento della stesura della presente relazione, sono in corso di definizione avanzate trattative che dovrebbero comportare una diluizione (sotto la percentuale di controllo) della quota di partecipazione di Poligrafica S.Faustino S.p.a. in Antea S.r.l., attuabile tramite aumento di capitale sociale sottoscritto da nuovi partners già presenti nel mondo della comunicazione. L'accordo ha l'obiettivo di sfruttare le possibili sinergie di carattere commerciale, professionale ed organizzativo tra società appartenenti al medesimo settore della comunicazione societaria. Riteniamo che anche il 2001 sarà un anno di crescita del giro d'affari con una maggiore focalizzazione su aree di business e su nuovi servizi a maggiore redditività. Il Consiglio propone la copertura integrale della perdita conseguita nel bilancio d'esercizio di Poligrafica S. Faustino al 31 dicembre 2000, pari a lire , mediante utilizzo di riserve straordinarie. 15

17 6. BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE SCHEMI DI BILANCIO 6 BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2000 STATO PATRIMONIALE AL 31 DICEMBRE 2000 Lire Milioni Lire Milioni Euro (.000) Euro (.000) ATTIVO 31/12/00 31/12/99 31/12/00 31/12/99 A) CREDITI V/SOCI B) IMMOBILIZZAZIONI I Immobilizzazioni immateriali 1) Costi di impianto e di ampliamento ,64 580,50 2) costi di ricerca, sviluppo e pubblicità ,49 116,72 4) Concessioni, licenze, marchi e diritti simili ,82 137,38 5) Avviamento ,83 276,30 6) Immob. in corso e acconti ,37 7) Altre ,52 Totale immobilizzazioni materiali , ,90 II Immobilizzazioni materiali 1) Terreni e fabbricati , ,93 2) Impianti e macchinari , ,87 3) Attrezzature industriali e commerciali ,85 259,78 4) Altri beni ,44 882,11 5) Immobilizzazioni in corso e acconti , ,78 Totale immobilizzazioni materiali , ,47 III Immobilizzazioni finanziarie 1) Partecipazioni in: a) Imprese controllate ,95 38,73 b) Altre imprese 2 2 1,03 1,03 2) Crediti d) Verso altri ,85 10,33 Totale immobilizzazioni finanziarie ,83 50,10 TOTALE IMMOBILIZZAZIONI , ,47 C) ATTIVO CIRCOLANTE I Rimanenze 1) Materuie prime, sussidiarie e di consumo , ,81 2) Prodotti in corso di lavorazione ,70 508,71 4) Prodotti finiti e merci ,62 630,59 Totale rimanenze , ,11 II Crediti 1) Verso clienti - Esigibili entro l'esercizio , ,73 2) Verso imprese controllate - Esigibili entro l'esercizio 77 39,77-5) Verso altri - Esigibili entro l'esercizio ,45 896,05 Totale crediti , ,79 III Attività finanziarie non immobilizzate 6) Altri titoli 5 5 2,58 2,58 Totale att. Finanziarie non immobilizzate 5 5 2,58 2,58 IV Disponibilità liquide 1) Depositi bancari e postali , ,25 3) Denaro e valori in cassa ,26 6,71 Totale disponibilità liquide , ,97 TOTALE ATTIVO CIRCOLANTE , ,45 D) RATEI E RISCONTI ATTIVI - Vari ,92 359,45 TOTALE RATEI E RISCONTI ATTIVI ,92 359,45 TOTALE ATTIVO (A+B+C+D) , ,37 16

18 6. BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2000 Lire Milioni Lire Milioni Euro (.000) Euro (.000) PASSIVO 31/12/00 31/12/99 31/12/00 31/12/99 A) Patrimonio Netto I Capitale Sociale , ,11 II Riserva sovrapprezzo azioni , ,88 III riserva da rivalutazione ,19 241,19 IV Riserva legale ,77 108,46 VII Altre riserve 0,00 0,00 - Riserve straordinarie , ,15 - Riserve di consolidamento (281) 0 (145,12) 0,00 VIII Utile (perdite) portati a nuovo ,11 0,00 IX Utile (perdite) di periodo (770) (397,67) 690,50 Totale Patrimonio Netto di Gruppo , ,29 Riserve delle minoranze Utile (perdita) delle minoranze Totale Patrimonio Netto minoranze Totale patrimonio Netto , ,29 B) Fondi rischi e oneri 2) Fondi per imposte (Differite) ,00 44,93 3) Altri ,32 308,84 Totale Fondi rischi e oneri ,32 353,77 C) Trattenimento di fine rapporto , ,36 D) Debiti 3) Debiti verso Banche - Esigibili entro l'es. successivo , ,07 - Esigibili oltre L'es: successivo , ,88 5) Acconti 0,00 0,00 - Esigibili entro l'es. successivo ,82 211,75 6) Debiti verso fornitori 0,00 0,00 - Esigibili entro l'es. successivo , ,34 8) Debiti verso imprese controllate 0,00 0,00 - Esigibili entro l'es. successivo ,00 27,37 11) Debiti tributari 0,00 0,00 - Esigibili entro l'es. successivo ,47 339,83 12) Debiti v/istituti prev. Sociale 0,00 0,00 - Esigibili entro l'es. successivo ,69 377,01 13) Atri debiti 0,00 0,00 - Esigibili entro l'es. successivo ,07 578,95 Totale debiti , ,19 E) Ratei e risconti - vari ,52 227,76 Totale ratei e risconti ,52 227,76 TOTALE PASSIVO (A+B+C+D+E) , ,37 CONTI D'ORDINE Altri conti d'ordine - leasing verso terzi ,03 591,34 Totale conti d'ordine ,03 591,34 17

19 6. BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2000 CONTO ECONOMICO Lire Milioni Lire Milioni Euro (.000) Euro (.000) 31/12/00 31/12/00 31/12/00 31/12/00 A) VALORE DELLA PRODUZIONE 1) Ricavi delle vendite e delle prestazioni , ,11 2) Variaz. Rim. di materiali, semilavorati, prodotti in c/lav. e prodotti (62) 756 (32,02) 390,44 4) Incrementi di Immob. per lavori interni ,11 0,00 5) Altri ricavi e proventi ,22 95,03 Totale A) , ,58 B) COSTI DELLA PRODUZIONE 6) Per mat. prime, suss., di consumo e merci , ,27 7) Per servizi , ,97 8) Per godimento beni di terzi ,97 828,91 9) Per il personale - a) salalri e stipendi , ,92 - b) oneri sociali , ,42 - c) trattamento di fine rapporto ,09 331,57 10) Ammortamenti e svalutazioni: - a) Ammortamento imm. Immateriali ,35 369,27 - b) Ammortamento imm. Materiali ,22 716,84 - d) svalutazione crediti ,16 50,10 11) Variazione rim. materie prime, suss. (1.176) 410 (607,35) 211,75 14) Oneri diversi di gestione ,87 983,85 Totale B) , ,87 DIFFERENZA TRA VALORE E COSTI DELLA PRODUZIONE (A-B) , ,71 C) PROVENTI E ONERI FINANZIARI 16) altri PROVENTI FINANZIARI - c) da titoli iscritti nel circolante 1 0,52 0,00 - d) proventi diversi altri ,60 45,96 17) interessi e altri oneri finanziari - verso altri (400) (420) (206,58) (216,91) Totale C) (332) (331) (171,46) (170,95) D) RETTIFICHE DI VALORE 19) Svalutazioni a) di partecipazioni (54) 0 (27,88) 0,00 Totale D) (54) 0 (27,88) 0,00 E) PROV. E ONERI STRAORDINARI 20) Proventi straordinari - Vari ,08 140,48 21) Oneri straordinari - Vari (77) (200) (39,77) (103,29) Totale E) (42) 72 (21,69) 37,18 RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE , ,95 22) Imposte sul reddito di esercizio (817) (1.364) (421,95) (704,45) Utile (Perdita) d'esercizio totale (770) (397,67) 690,50 18

20 6. BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE NOTA INTEGRATIVA PRINCIPI CONTABILI E CRITERI DI VALUTAZIONE Il bilancio consolidato dell'esercizio 2000 è stato redatto secondo le disposizioni del D.Lgs. 9 aprile 1991, n. 127, capo III, di attuazione della VII Direttiva CEE in Italia. La menzionata normativa è stata integrata e interpretata, ove necessario, dai principi contabili statuiti dal Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e dei Ragionieri. La data di riferimento della situazione consolidata coincide con la data di chiusura del periodo della società controllante. Vengono indicate tutte le informazioni complementari ritenute necessarie a fornire una rappresentazione veritiera e corretta della gestione aziendale, anche se non richieste da specifiche disposizioni di legge. Deroghe Si precisa che non sono intervenuti casi eccezionali che rendessero necessario il ricorso a deroghe di cui all'art. 29, commi 4 e 5, del D.Lgs. 127/ AREA E CRITERI DI CONSOLIDAMENTO Premessa Poligrafica S.Faustino S.p.A., società capogruppo, è un'azienda grafica e di servizi avanzati di comunicazione attiva in tre aree di business: - stampati promo-pubblicitari - etichette autoadesive - prodotti multimediali-internet I dati patrimoniali ed economici consolidati sono riferiti anche per le società controllate all'esercizio chiuso in data 31 dicembre 2000 come risultante dai progetti di bilancio approvati dai rispettivi Consigli di Amministrazione. Laser 5 S.r.l. opera, esclusivamente a favore della capogruppo, nel settore degli impianti di fotocomposizione grafica. BB S.r.l., depositaria del marchio Casarossi.it, opera nel settore dell'e-commerce. Le differenze tra il costo delle partecipazioni e i corrispondenti patrimoni netti contabili delle società controllate al momento dell'acquisizione sono giustificate da effettivi maggiori valori delle attività. La situazione consolidata, per le società consolidate con il metodo dell'integrazione globale, recepisce tali attribuzioni alle immobilizzazioni materiali ed immateriali, al netto dei relativi ammortamenti ELENCO DELLE IMPRESE INCLUSE NEL CONSOLIDAMENTO Denominazione sociale Le imprese incluse nell area di consolidamento sono le seguenti: Sede legale Capitale sociale Quota del gruppo Capogruppo Poligrafica S. Faustino S.p.A. Castrezzato (Bs) Controllate consolidate con il metodo integrale Laser 5 S.r.l. Castrezzato (Bs) % BB S.r.l. Castrezzato (Bs) % Controllate non consolidate con il metodo dell'integrazione globale Antea S.r.l. (**) Castrezzato (Bs) % Sefin S.r.l. (*) Lazzate (Va) % (*) Sefin S.r.l. è una softwarehouse acquisita al 51% alla fine dell'anno 2000, ma l'iscrizione a libro soci è avvenuta nei primi giorni di gennaio Con l'assemblea straordinaria del 24 gennaio 2001 è stata modificata la ragione sociale in Inevision S.r.l., aumentato il capitale sociale a euro, trasferita la sede a Castrezzato ed è stato nominato un nuovo Consiglio di 19

BILANCIO AL 31/12/2012

BILANCIO AL 31/12/2012 BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P A T R I M O N I A L E - A T T I V O - B IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 COSTI DI IMPIANTO E DI AMPLIAMENTO 12201 Spese pluriennali da amm.re 480,00

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

Fondazione Luca Pacioli

Fondazione Luca Pacioli Fondazione Luca Pacioli LE NOVITÀ DELLA RIFORMA DEL DIRITTO SOCIETARIO SUL BILANCIO D ESERCIZIO BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA Documento n. 15 del 28 aprile 2005 CIRCOLARE Via G. Paisiello, 24 00198 Roma

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012 ROMA SOLIDALE ONLUS Codice fiscale 08060901009 Partita iva 09559981007 BORGO PIO 10-00193 ROMA RM Numero R.E.A. 1176430 Fondo di dotazione Euro 350.000 Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C.

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO:

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: STATO PATRIMONIALE ATTIVO: + ATTIVO IMMOBILIZZATO: Investimenti che si trasformeranno in denaro in un periodo superiore ad un anno + ATTIVO CIRCOLANTE: Investimenti che

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE Le immobilizzazioni immateriali sono caratterizzate dalla mancanza di tangibilità

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

COSEV SERVIZI S.P.A. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013

COSEV SERVIZI S.P.A. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Reg. Imp. 12815 Rea 104630 COSEV SERVIZI S.P.A. Sede in VIA PETRARCA, 6-64015 NERETO (TE) Capitale sociale Euro 471.621,00 I.V. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Premessa Signori Soci/Azionisti,

Dettagli

BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2012 NOTA INTEGRATIVA

BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2012 NOTA INTEGRATIVA MEP S.p.A. Sede in Milano (MI), Piazza del Liberty, n. 2 Capitale sociale Euro 10.372.791 interamente versato Codice Fiscale 13051480153 Iscritta al Registro dell Imprese di Milano al n. 1611128 BILANCIO

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano A.GE.S. S.p.A. Sede in Paderno Dugnano (Mi) Via Oslavia 21 Capitale sociale euro 850.000,00 interamente versato Codice fiscale e Partita Iva : 02286490962 Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Società

Dettagli

Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica L origine della norma e l evoluzione della disciplina

Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica L origine della norma e l evoluzione della disciplina APPROCCIO PER COMPONENTI E SEPARAZIONE TERRENO- FABBRICATI NEI BILANCI REDATTI CON LE NORME CODICISTICHE ALLA LUCE DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI NAZIONALI di Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI per la redazione del BILANCIO D ESERCIZIO delle AZIENDE SANITARIE

PRINCIPI CONTABILI per la redazione del BILANCIO D ESERCIZIO delle AZIENDE SANITARIE REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA PRINCIPI CONTABILI per la redazione del BILANCIO D ESERCIZIO delle AZIENDE SANITARIE Documento

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

S T A T O P A T R I M O N I A L E 31/12/2012 31/12/2011

S T A T O P A T R I M O N I A L E 31/12/2012 31/12/2011 Ditta 005034 Data: 05/04/2013 Ora: 15.13 Pag.001 A.I.R. - ASSOCIAZIONE ITALIANA RETT - ONLUS VIALE BRACCI 1 53100 SIENA SI ESERCIZIO DAL 01/01/2012 AL 31/12/2012 BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA AI SENSI DELL'ART.2435

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LO STATO PATRIMONIALE A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LE MODIFICHE ALLO SCHEMA STATO PATRIMONIALE ATTIVO C.II.4.BIS CREDITI TRIBUTARI C.II.4.TER IMPOSTE ANTICIPATE STATO PATRIMONIALE

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

Capitolo 7 Le scritture di assestamento

Capitolo 7 Le scritture di assestamento Edizioni Simone - vol. 39 Compendio di economia aziendale Capitolo 7 Le scritture di assestamento Sommario 1. Il completamento. - 2. Le scritture di assestamento dei valori di conto secondo il principio

Dettagli

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO ATTIVO A) CREDITI VS STATO E ALTRI AA.PP. PARTECIPAZIONE FONDO DI DOTAZIONE B) IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 Costi di impianto ed ampliamento 2 Costi

Dettagli

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio.

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio. IL BILANCIO DELLE IMPRESE Le imprese sono aziende che hanno come fine il profitto. Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell

Dettagli

Gli articoli del codice civile sulla redazione del bilancio d esercizio

Gli articoli del codice civile sulla redazione del bilancio d esercizio Gli articoli del codice civile sulla redazione del bilancio d esercizio Sezione IX Del bilancio Art. 2423. Redazione del bilancio. Gli amministratori devono redigere il bilancio di esercizio, costituito

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM Il conto economico che abbiamo esaminato fino ad ora si presenta a sezioni contrapposte: nella sezione del DARE vengono rilevati i costi, e nella

Dettagli

FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON RICHIESTA DI PRENOTAZIONE DELLA GARANZIA DA PARTE DEL SOGGETTO BENEFICIARIO FINALE

FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON RICHIESTA DI PRENOTAZIONE DELLA GARANZIA DA PARTE DEL SOGGETTO BENEFICIARIO FINALE Allegato 18 Modulo prenotazione garanzia PON - Pagina 1 di 25 FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON RICHIESTA DI PRENOTAZIONE DELLA GARANZIA DA PARTE DEL SOGGETTO BENEFICIARIO FINALE PROCEDURA DI

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

LE IMPOSTE SUL REDDITO

LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO Il risultato che scaturisce dal bilancio redatto in base alla normativa del codice civile rappresenta il valore di partenza a cui fa riferimento la disciplina

Dettagli

Il bilancio civilistico

Il bilancio civilistico Il bilancio civilistico Dispense a cura del Prof. Coronella 1 Il bilancio civilistico Dispense a cura del Prof. Stefano Coronella Il bilancio civilistico Dispense a cura del Prof. Coronella 2 1. Considerazioni

Dettagli

Composizione e schemi del bilancio d esercizio

Composizione e schemi del bilancio d esercizio OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Composizione e schemi del bilancio d esercizio Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Valutazione di intangibili e impairment

Valutazione di intangibili e impairment IMPAIRMENT EVIDENZE DAI MEDIA ITALIANI Valutazione di intangibili e impairment -Valutazione di attività immateriali in aziende editoriali -Valutazioni per impairment test 1 La valutazione di asset si ha

Dettagli

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione Luca Bilancini (Commercialista, Pubblicista, coordinatore scientifico MAP) OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione 1 OIC 23 - Principali novità Non ci sono più i paragrafi relativi alle commesse in valuta

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI. Documento interpretativo n. 1del Principio contabile 12 Classificazione nel conto economico dei costi e ricavi

PRINCIPI CONTABILI. Documento interpretativo n. 1del Principio contabile 12 Classificazione nel conto economico dei costi e ricavi OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e del Consiglio Nazionale dei Ragionieri modificati dall OIC in relazione alla riforma del diritto

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 8 marzo 2013, pubblicato nella Gazzetta

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Rimanenze. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Rimanenze. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rimanenze Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE Nome e cognome.. Classe Data I beni strumentali Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE di Marcella Givone 1. Costituzione di azienda con apporto di beni strumentali, sia in natura disgiunti

Dettagli

OIC 24 Immobilizzazioni immateriali Sintesi dei principali interventi

OIC 24 Immobilizzazioni immateriali Sintesi dei principali interventi OIC 24 Immobilizzazioni immateriali Sintesi dei principali interventi Svalutazioni per perdite durevoli di valore: attualmente la disciplina relativa alle svalutazioni per perdite durevoli di valore è

Dettagli

OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi

OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi Si è ritenuto di precisare che nel caso di un prestito obbligazionario che prevede un unico rimborso alla scadenza o di obbligazioni senza cedola (zero

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

INDICE. Relazione sulla Gestione RELAZIONE SULLA GESTIONE ORGANI SOCIALI STRUTTURA DEL GRUPPO ANDAMENTO DELLA SOCIETÀ ALTRE INFORMAZIONI

INDICE. Relazione sulla Gestione RELAZIONE SULLA GESTIONE ORGANI SOCIALI STRUTTURA DEL GRUPPO ANDAMENTO DELLA SOCIETÀ ALTRE INFORMAZIONI INDICE RELAZIONE SULLA GESTIONE PAG. ORGANI SOCIALI PAG. STRUTTURA DEL GRUPPO ANDAMENTO DELLA SOCIETÀ ALTRE INFORMAZIONI PROSPETTI CONTABILI AL 31 DICEMBRE 2013 PAG. SITUAZIONE PATRIMONIALE-FINANAZIARIA

Dettagli

Lavori in corso su ordinazione

Lavori in corso su ordinazione OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Lavori in corso su ordinazione Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

1. Archivio Diciture per Indici di Bilancio

1. Archivio Diciture per Indici di Bilancio INDICI DI BILANCIO 1. Archivio Diciture per Indici di Bilancio Perché sia possibile un calcolo automatico degli indici di bilancio (ratios) è necessario che le informazioni siano memorizzate seguendo i

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

ATTO DI INDIRIZZO LINEE GUIDA E SCHEMI PER LA REDAZIONE DEI BILANCI DI ESERCIZIO AGENZIA PER LE ONLUS DEGLI ENTI NON PROFIT

ATTO DI INDIRIZZO LINEE GUIDA E SCHEMI PER LA REDAZIONE DEI BILANCI DI ESERCIZIO AGENZIA PER LE ONLUS DEGLI ENTI NON PROFIT AGENZIA PER LE ONLUS ATTO DI INDIRIZZO ai sensi dell art. 3, comma 1, lett. a) del D.P.C.M. 21 marzo 2001 n. 329 LINEE GUIDA E SCHEMI PER LA REDAZIONE DEI BILANCI DI ESERCIZIO DEGLI ENTI NON PROFIT Approvato

Dettagli

IL RENDICONTO DELLA GESTIONE NEGLI ENTI LOCALI

IL RENDICONTO DELLA GESTIONE NEGLI ENTI LOCALI SOMMARIO IL RENDICONTO DELLA GESTIONE NEGLI ENTI LOCALI 1. Premessa 2. Funzioni del rendiconto della gestione 3. Quadro normativo di riferimento 4. Attività operative per la predisposizione del rendiconto

Dettagli

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D.

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. Convegno del 7 dicembre 2010 Dott. ssa Mariangela Brunero Il rendiconto: criteri e modalità di redazione ed approvazione Introduzione Attività

Dettagli

Una posta di bilancio che necessita particolare

Una posta di bilancio che necessita particolare Costi di ricerca e sviluppo: aspetti contabili e fiscali I principi contabili possono aiutare a interpretare correttamente le scarne istruzioni del legislatore in tema di deducibilità dei costi sostenuti

Dettagli

Immobilizzazioni immateriali

Immobilizzazioni immateriali OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Immobilizzazioni immateriali Gennaio 2015 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes)

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) INDICE INTRODUZIONE L EVOLUZIONE DELLO STANDARD OGGETTO, FINALITÀ ED AMBITO DI APPLICAZIONE DELLO STANDARD LA RILEVAZIONE DI IMPOSTE RILEVAZIONE DEGLI EFFETTI

Dettagli

SVALUTAZIONI E PERDITE SU CREDITI. Dott. Gianluca Odetto

SVALUTAZIONI E PERDITE SU CREDITI. Dott. Gianluca Odetto Dott. Gianluca Odetto ART. 33 DL 83/2012 Novità Inserimento del piano di ristrutturazione del debito tra le procedure concorsuali. Inserimento tra le ipotesi di non sopravvenienza attiva della riduzione

Dettagli

Richiedente: UFFICIO INFORMAZIONI TEST

Richiedente: UFFICIO INFORMAZIONI TEST Richiedente: UFFICIO INFORMAZIONI TEST Pratica: 1266018 Evasione: 2 giorni Fonti Banche dati Camere di Commercio Italiane Banche dati Atti Pregiudizievoli di Conservatoria Controllo operatori Reports Aggiornamento

Dettagli

DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO

DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO Art 2484 Cause indipendenti dalla volontà dei soci Cause dipendenti dalla volontà dei soci Dichiarazione amministratori da eseguire senza indugio Delibera assembleare Iscrizione

Dettagli

LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI AMMINISTRATIVI E CONTABILI: IL PASSAGGIO DALLA CONTABILITÀ FINANZIARIA AI NUOVI SISTEMI CONTABILI (CO.GE.

LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI AMMINISTRATIVI E CONTABILI: IL PASSAGGIO DALLA CONTABILITÀ FINANZIARIA AI NUOVI SISTEMI CONTABILI (CO.GE. LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI AMMINISTRATIVI E CONTABILI: IL PASSAGGIO DALLA CONTABILITÀ FINANZIARIA AI NUOVI SISTEMI CONTABILI (CO.GE. E COAN) Prof.ssa Claudia SALVATORE Università degli Studi del Molise

Dettagli

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE Le rettifiche su acquisti (vendite) determinano componenti positivi (negativi) di reddito corrispondenti ad una riduzione dei costi di acquisto (ricavi di vendita) rilevati

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Partecipazioni e azioni proprie

Partecipazioni e azioni proprie OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Partecipazioni e azioni proprie Giugno 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste

Dettagli

Uscita dal regime dei minimi

Uscita dal regime dei minimi Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 08 03.03.2014 Uscita dal regime dei minimi A cura di Devis Nucibella Categoria: Regimi speciali Sottocategoria: Contribuenti minimi Dopo

Dettagli

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015 CIRCOLARE N. 22/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 giugno 2015 OGGETTO: Modifiche alla disciplina dell IRAP Legge di Stabilità 2015 2 INDICE Premessa... 3 1) Imprese operanti in concessione e a tariffa...

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

FASI DI VITA DELL AZIENDA

FASI DI VITA DELL AZIENDA AZIENDA ORGANIZZAZIONE DI PERSONE E BENI CHE SVOLGE ATTIVITA ECONOMICA IN VISTA DEL SODDISFACIMENTO DEI BISOGNI UMANI. Dalla definizione si estraggono le 3 componenti principali dell azienda. Abbiamo ciò

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Titoli di debito. Giugno 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Titoli di debito. Giugno 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Titoli di debito Giugno 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE.

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE. Trattamento delle somme corrisposte da una società di persone al socio nel caso di recesso, esclusione, riduzione del capitale, e liquidazione, ed aspetti fiscali per la società. Questo convegno ci offre

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI. Operazioni e partite in moneta estera

PRINCIPI CONTABILI. Operazioni e partite in moneta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e del Consiglio Nazionale dei Ragionieri modificati dall OIC in relazione alla riforma del diritto

Dettagli

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto Svolgimento della prova di verifica n. 17 Classe 4 a IGEA, Mercurio, Brocca, Programmatori, Liceo economico, IPSC Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione. Celestina Rovetto Obiettivi della

Dettagli

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI La stampa dei registri contabili tenuti con sistemi meccanografici deve essere effettuata entro 3 mesi dalla scadenza prevista per la presentazione della

Dettagli

AMIR S.P.A. 711 - BILANCIO ORDINARIO D'ESERCIZIO DATI ANAGRAFICI

AMIR S.P.A. 711 - BILANCIO ORDINARIO D'ESERCIZIO DATI ANAGRAFICI 711 - BILANCIO ORDINARIO D'ESERCIZIO Data chiusura esercizio 31/12/2013 DATI ANAGRAFICI Indirizzo Sede legale: RIMINI RN VIA DARIO CAMPANA 63 Numero REA: RN - 259282 Forma giuridica: SOCIETA' PER AZIONI

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Crediti. Giugno 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Crediti. Giugno 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Crediti Giugno 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

I NUOVI OIC: LA DISCIPLINA DELLE IMMOBILIZZAZIONI

I NUOVI OIC: LA DISCIPLINA DELLE IMMOBILIZZAZIONI S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI OIC: LA DISCIPLINA DELLE IMMOBILIZZAZIONI OIC 16: Immobilizzazioni materiali OIC 24: Immobilizzazioni immateriali OIC 9: Svalutazioni per perdite

Dettagli