EURISKO CINQUEMINUTI G K QUALE FUTURO PER LA RESPONSABILITÀ SOCIALE DELLE IMPRESE LE DIREZIONI EVOLUTIVE DELLA CSR CON SOCIAL TRENDS

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "EURISKO CINQUEMINUTI G K QUALE FUTURO PER LA RESPONSABILITÀ SOCIALE DELLE IMPRESE LE DIREZIONI EVOLUTIVE DELLA CSR CON SOCIAL TRENDS"

Transcript

1 [ news ] G K ews EURISKO CINQUEMINUTI CON SOCIAL TRENDS FLASH SU RICERCHE > APPUNTAMENTI > LIBRI UNA PROPOSTA IN PILLOLE DA LEGGERE D'UN FIATO numero 13 gennaio 2009 QUALE FUTURO PER LA RESPONSABILITÀ SOCIALE DELLE IMPRESE Le aziende investiranno ancora nella CSR durante la recessione? Gli investimenti richiesti da una politica di responsabilità sociale saranno confermati anche in una fase di contrazione del mercato che potrebbe richiedere una drastica riduzione dei costi? La sostenibilità è considerata una leva competitiva da valorizzare anche in una fase di crisi economica dell azienda? A una riflessione su questi temi è stato dedicato l ultimo incontro del CSR Manager Network che riunisce i manager e i professionisti che nelle aziende - di ogni settore e dimensione - si dedicano ai temi della CSR. Un tavolo in cui gli operatori hanno modo di confrontare le proprie esperienze, identificare le possibili vie di miglioramento e di innovazione e conoscere le esperienze di CSR più evolute realizzate in Italia e all estero. Una prima considerazione su cui è emerso unanime consenso riguarda una delle cause principali della crisi in atto, all origine della quale vi è il mancato rispetto - da parte di un buon numero di attori del mercato finanziario - di una pratica che è considerata elemento costitutivo di una politica di responsabilità sociale: la trasparenza delle informazioni, essenziale soprattutto rispetto ad asset dal valore incerto quali sono i titoli finanziari. E ai fini della ricostruzione della fiducia - sui mercati finanziari, ma non solo - è giudicato essenziale il pieno rispetto del principio della trasparenza delle informazioni, sia di quelle che gli attori economici si scambiano tra loro sia di quelle che offrono a risparmiatori e consumatori. LE DIREZIONI EVOLUTIVE DELLA CSR Quali di questi cambiamenti intende realizzare la vostra Azienda > nei prossimi 2-3 anni per quanto riguarda l approccio alla CSR? Integrarla nella cultura aziendale Realizzare un maggiore livello di attività Investire in un numero maggiore di ambiti Ricavare un maggior ritorno di immagine e/o clima interno Le iniziative diventeranno più concrete e operative Superare la pura filantropia con il non profit Nessuna di queste 5 Valori in percentuale Fonte: Indagine GfK Eurisko Sodalitas, istockphoto Per quanto riguarda l evoluzione futura della CSR è emerso ampio consenso su due aree prioritarie di impegno: le persone e l ambiente. In tempi di crisi responsabilità verso le persone significa innanzitutto difesa dei posti di lavoro e - nei casi di necessità di una improrogabile riduzione degli organici - adozione di pratiche di ristrutturazione responsabile in cui l impresa si fa per quanto possibile carico della ricollocazione e della formazione dei collaboratori in esubero. Attenzione alle persone significa inoltre agire a tre livelli: 1. curando la comunicazione interna e dunque realizzando pratiche di attenzione e di ascolto (es. indagini di clima) e garantendo massima chiarezza e trasparenza ai messaggi rivolti ai collaboratori; 2. investendo sulla qualità della vita lavorativa del personale attraverso iniziative mirate a migliorare il benessere delle persone (welfare aziendale); 3. investendo nella formazione sia tecnica - ovvero mirante alla crescita professionale dei collaboratori - sia culturale ovvero in grado di trasmettere i valori e la visione di lungo periodo dell impresa. Numerose indagini dimostrano che - in particolare nelle fasi di incertezza economica e sociale - valori e visione sono fondamento di un identità, elemento di forza e compattezza aziendale e fattore di miglioramento del clima interno. La seconda importante area sarà rappresentata dall impegno alla riduzione dell impatto ambientale di prodotti e processi. Un impegno che in molti casi può accompagnarsi ad una significativa riduzione di costi. Questo comprende l invito - rivolto a tutto il personale - a comportamenti sostenibili e di risparmio energetico: dai piccoli gesti quotidiani - quali lo spegnere le luci nelle sale riunioni o spegnere i PC a fine giornata - ad un uso attento segue a pagina 2

2 [ ] news EURISKO 2 G E N N A I O QUALE FUTURO PER LA RESPONSABILITÀ SOCIALE DELLE IMPRESE segue da pagina 1 dell aria condizionata, dalla pratica del car pooling all utilizzo - quando è possibile - del treno invece dell aereo e dei mezzi pubblici invece dei taxi. A questo maggiore investimento nei confronti dei dipendenti e dell ambiente da parte delle aziende responsabili potrà fare riscontro una riduzione degli investimenti in attività filantropiche. La crisi in atto sembra, infatti, agire nel senso di un superamento del modello filantropico della responsabilità sociale e dunque di una riduzione delle attività di pura immagine quale è spesso il sostegno offerto a buone cause del tutto separate dal core business delle imprese. Faranno eccezione gli investimenti nelle comunità e nel territorio dove l impresa opera. La crisi sembra dunque rafforzare l orientamento alla CSR e alla sostenibilità come prospettiva strategica delle imprese. In particolare per quanto riguarda le pratiche più direttamente connesse alla governance e alla gestione del business. In questa prospettiva la CSR potrà configurarsi come uno strumento efficace di valore aggiunto e di differenziazione verso i competitors, una modalità per recuperare la fiducia dei mercati scossi dalla crisi e un elemento fondante dell identità dell impresa prima che della sua immagine. Paolo Anselmi Think Tank Christian Salmon STORYTELLING LA FABBRICA DELLE STORIE editore Fazi prezzo 18 euro Le storie piacciono a tutti, anche a chi dice di non credere più alle favole di Cappuccetto Rosso. Piacciono le storie con un inizio e una fine, ma anche quelle con snodi imprevedibili e, perché no, con finali dark. Piacciono il rosa, il rosso ed il nero e il giallo che trova schiere di appassionati. Le storie sono narrazioni, e le narrazioni sono costruzioni comunicative in grado di fondare miti pubblici e popolari, sui quali molto spesso si basa il successo dei brand della politica e della finanza, delle arti e della scienza. Brand quali nomi di primi ministri e re, di multinazionali, di attori e di artisti. Le storie si apprezzano perché favoriscono identificazioni, permettendo di vivere come e di vivere per, cioè sostituzioni determinanti per i meccanismi motivazionali di scambio tra le persone. Il personaggio politico, se si pone l obiettivo di spiccare quale grande figura pubblica, non potrà fare a meno di ricorrere alle storie e a qualcuno che crei storie per lui e su di lui. La stessa cosa vale per i grandi brand, che sempre più per attirare attenzione mitica ricorrono a brand story. Chi non è in grado di raccontare è incapace di creare miti di successo. Per questo occorrono vere e proprie strategie di racconto, definite da tecnici dello storytelling. Il caso Obama è emblematico dei risultati ottenuti da un abilissima regia di spin doctor della narrazione. A partire dagli anni 90 del secolo scorso, negli USA come in Europa, questa capacità narrativa è stata trasformata dai meccanismi dell industria dei media nel concetto di storytelling: una potente arma nelle mani del marketing, del management, della comunicazione politica per incidere sulle opinioni dei consumatori e dei cittadini. Dietro le più importanti campagne pubblicitarie - ancor più dietro quelle elettorali vincenti (da Sarkozy a Obama) - si celano le tecniche dello storytelling management e del digital storytelling. Christian Salmon nel libro che presentiamo dimostra come le storie dei brand contino sempre di più e come gli spin doctor siano sempre più registi della vita dei loro clienti, come in un racconto.

3 [ ] news EURISKO 3 G E N N A I O DIALOGATORE EURISKO SULLA LINEA DI PARTENZA Nel corso delle prossime settimane partiranno molte iniziative di ricerca multiclient basate sul nuovo Panel Dialogatore. Ecco quelle più imminenti. Con l'invito a contattare GfK Eurisko per approfondimenti e adesioni. 1. I CONSUMI DI SALUTE NELLE FAMIGLIE ITALIANE La ricerca offre alle aziende uno strumento preciso di monitoraggio e analisi dei comportamenti d acquisto e consumo degli italiani in area salute, con riferimento ai mercati OTC, RX e Parafarmaco. Responsabile del progetto: Isa Cecchini 2. IL MONITORAGGIO DEI CONSUMI DI CARBURANTI La ricerca, costruita su un campione rappresentativo di automobilisti, intende monitorare settimanalmente i rifornimenti di carburante, rilevando insegna, tipo di carburante, spesa, partecipazioni a promozioni, al fine di determinare quote e flussi di mercato, situazione competitiva delle insegne. Responsabile del progetto: Gianluca Nardone e Paolo Zani 3. TELCO CONSUMER MARKET SHARE Con la ricerca vengono monitorati con cadenza mensile share, flussi di mercato e spesa nell ambito della telefonia mobile e fissa e di Internet mobile e fisso. Responsabile del progetto: Antonella Mannetti e Gianluca Nardone 4. HANDSET & VAS In risposta al forte sviluppo del mercato dei VAS (Servizi a Valore Aggiunto per telefonia cellulare) la ricerca fotograferà con cadenza mensile il parco Handset e il consumo di servizi - fruiti tramite telefono cellulare/palmare - quali mobile TV, sms, mms, video, suonerie, immagini, giochi, mobile music, servizi di community, concorsi, mobile advertising Responsabile del progetto: Claudio Peretti 5. I CONSUMI FUORI PASTO L obiettivo dell indagine è di rispondere alle esigenze informative relative ai consumi di cibi e bevande nella prima colazione e fuori dai pasti principali, da parte di tutti i membri della famiglia, in casa e fuori casa. Le macro-categorie rilevate saranno: cibi dolci e cibi salati; bevande alcoliche e bevande analcoliche calde e fredde. Con la ricerca saranno osservati i comportamenti relativi a giornate all anno. Responsabile del progetto: Rosanna Savoldelli 6. FAR LEVA SUI PERSONAGGI NOTI Con questa ricerca si forniscono strumenti operativi per poter utilizzare al meglio la leva dei personaggi noti nelle operazioni di comunicazione e di marketing. Vengono fornite indicazioni di notorietà e immagine sul ruolo delle figure pubbliche e dei personaggi popolari. Responsabile del progetto: Giuseppe Minoia 7. IL MERCATO DEI RICAMBI E DELL ASSISTENZA AUTO Attraverso il monitoraggio continuativo del mercato dell assistenza e delle parti di ricambio lo studio intende far luce su quote di mercato e potenzialità, soddisfazione del cliente, comportamenti di spesa per interventi di manutenzione e acquisto di parti di ricambio. Responsabile del progetto: Laura Guastalla Il lancio del Dialogatore Eurisko, che entra a regime in questo gennaio 2009 prevede la realizzazione di un Panel di 4000 famiglie (circa individui) perfettamente rappresentativo della popolazione italiana, dotate di uno strumento elettronico, Dialogatore, che è sostanzialmente un laptop touchscreen di 6 con scanner, microfono, altoparlanti, fotocamera con obiettivo macro, fotocamera con obiettivo ambientale e sistema di trasmissione GPRS. Attraverso questo strumento è possibile sottoporre stimoli multimediali ai panelisti, inviare loro questionari ai quali possono rispondere semplicemente toccando lo schermo. I dati pervengono in tempo reale in GfK Eurisko tramite GPRS, quindi senza alcuna intermediazione di connessioni a Internet o di telefonia fissa. I panelisti possono anche scandire i codici a barre dei prodotti acquistati, dei quotidiani e periodici letti, e fotografare le bollette delle utenze. Il Dialogatore Eurisko è anche un meter residenziale. Esso incorpora la tecnologia sound matching dell Eurisko Media Monitor per la rilevazione passiva dell audience domestico di radio e TV. Inoltre, può essere equipaggiato da una scheda GPS che lo trasforma in un localizzatore satellitare. Con il Dialogatore Eurisko si possono bypassare gran parte dei problemi legati alle metodologie tradizionali. > Il GPRS copre il 99% della popolazione e consente quindi un ottima rappresentatività rispetto al CATI (la telefonia fissa ormai raggiunge solo il 75% della popolazione) o al CAWI (la penetrazione non arriva al 30% della popolazione); > la collaborazione diretta degli intervistati rende più competitivi sui costi; > la connessione sempre attiva dei dialogatori produce output in tempi brevissimi > il potente scanner rileva oggettivamente tutti i prodotti dotati di codice a barre (lineare o matriciale) > i led avvisano dell arrivo di un nuovo questionario e il display ausiliario consente di indicare il nome del componente della famiglia invitato a rispondere > l estrema facilità d uso del Dialogatore Eurisko - ideato, progettato e realizzato dai ricercatori di GfK Eurisko in partnership con una prestigiosa società di ingegneria elettronica di Milano - non crea digital divide > la possibilità di sottoporre anche stimoli multimediali con un ottima definizione audio-video permette di realizzare praticamente tutte le tipologie di ricerca su panel. Con il Dialogatore Eurisko, si può dire, entriamo nella nuova era informatica delle ricerche.

4 [ ] news EURISKO 4 G E N N A I O S E M I N A R I O G f K E U R I S K O I GIOVANI NON RINUNCIANO TEEN, POST TEEN E KIDS ALLA RICERCA DEI CONSUMI DI IDENTITÀ E PROGETTO Un incontro che intende sottolineare la discontinuità dei consumi dei e per i giovani MILANO MARTEDÌ 10 FEBBRAIO dalle ore alle ore 17 presso il Centro Svizzero, via Palestro 2 (MM Palestro) Il Seminario è dedicato al mondo dei consumi non rinunciabili, anche nei momenti critici, da parte dei segmenti giovani. Sempre più interessati e coinvolti dai significati, valori e funzioni dei prodotti e dei servizi di nuova generazione. Sono previsti interventi di Luca Antonietti, Giuseppe Minoia, Rosanna Savoldelli, Alessandra Rizzo e Francesco Togni Gli interessati sono pregati di confermare la partecipazione alla segreteria organizzativa Tel. 02 / EURISKO Milano Via Monte Rosa, Milano Tel Fax Roma Piazza della Repubblica, Roma Tel Fax Ufficio Stampa Via Monte Rosa Milano Tel istockphoto Agenda SEMINARI 10 febbraio, Milano: I giovani non rinunciano 5 marzo, Milano: I pre-test sulla comunicazione 19 marzo, Milano: Osservatorio sui Risparmi delle Famiglie (a pagamento) 8 aprile, Milano - 9 aprile, Roma: Seminario sui Climi Sociali e di Consumo (a pagamento) Le ricerche online La salute degli italiani Lo scenario europeo: profili e tendenze L automotive Seminario annuale Osservatorio sulle carte di Credito Le innovazioni nel Mystery Shopping Loyalty e CS La comunicazione finanziaria La multimedialità degli italiani > INDAGINI MULTICLIENT IN AVVIO Gennaio 2009 STP Multifintrack Febbraio 2009 Il Dialogatore EMM INDAGINI MULTICLIENT IN PRESENTAZIONE Gennaio 2009 Night Life Febbraio 2009 Multifinanziaria Retail Market Multifintrack New Media Audistar > Per saperne di più - Per saperne di più - Se non desidera ricevere CINQUEMINUTI mandi un a indicando nell'oggetto REMOVE Direttore responsabile Giuseppe Minoia

5 [ news ] G K ews EURISKO CINQUEMINUTI CON SOCIAL TRENDS FLASH SU RICERCHE > APPUNTAMENTI > LIBRI UNA PROPOSTA IN PILLOLE DA LEGGERE D'UN FIATO numero 14 febbraio 2009 L AUTO È UN BENE IRRINUNCIABILE FONDAMENTALI GLI AIUTI L attuale congiuntura pone interrogativi sul futuro dell industria automobilistica. Nei momenti di forte contrazione della domanda e, forse, di un suo cambiamento strutturale, l intercettazione delle motivazioni del pubblico degli utenti può essere fattore critico di successo per i player del mercato. Abbiamo pertanto avviato un monitoraggio delle intenzioni d acquisto nel settore automobilistico, per un servizio informativo utile ai nostri lettori. La ricerca, di proprietà di GfK Eurisko, si è posta due finalità: 1in che modo la crisi influisce sull acquisto di una vettura nuova: - periodo entro il quale si pensa di cambiare auto - evoluzione delle preferenze per segmento, fascia di prezzo e alimentazione 2interventi auspicati a sostegno dell industria dell auto e del mercato. È stato utilizzato un questionario compilato da un campione di 1000 individui appartenenti al panel online di GfK Eurisko, rappresentativi degli automobilisti italiani per caratteristiche sociodemografiche e parco circolante. LA CRISI E LA DECISIONE DI ACQUISTARE L AUTO > La crisi economico-finanziaria in qualche modo sta influenzando la decisione di acquistare una nuova auto e il cambiamento della sua auto attuale? Il 65% degli intervistati dichiara che la crisi ha modificato la sua decisione sul rinnovo dell auto: le donne, le persone più mature e al Sud appaiono più prudenti nel decidere l acquisto di una vettura nuova. Si ripropone pertanto, anche per il settore auto, ciò che è riscontrabile in altri comparti: la crisi genera un diffuso senso di attesa facendo rimandare gli acquisti importanti a tempi migliori. Il 15% degli intervistati dichiara di avere intenzione di acquistare una vettura nuova in un arco temporale di 12 mesi, risultato, questo, che ci conduce alla stima di un mercato totale per il 2009 attorno a unità, sì no Valori in percentuale Fonte: Indagine GfK Eurisko circa un 15% in meno rispetto ai pezzi del 2008 e ben al di sotto dei del 2007, ma in linea con le previsioni degli studi di settore. Importanti risultati si colgono in due parametri: il prezzo ipotizzato per la prossima vettura ed il tipo di alimentazione. a. Il prezzo Benché il 46% del campione dichiari che la crisi avrà un impatto anche sul prezzo previsto per la prossima auto, alla domanda specifica lei pensa che si orienterà verso un modello di fascia segue a pagina 2 IL PROSSIMO ACQUISTO > Entro quando pensa di cambiare la sua vettura? entro i prossimi 6 mesi 5 tra i prossimi 6 e 12 mesi 10 tra i prossimi 12 e 18 mesi 11 tra i prossimi 18 e 24 mesi 11 tra oltre 24 mesi 58 non cambierò mai più auto 5 Valori in percentuale Fonte: Indagine GfK Eurisko 2008

6 [ ] news EURISKO 2 F E B B R A I O L AUTO È UN BENE IRRINUNCIABILE FONDAMENTALI GLI AIUTI segue da pagina 1 di prezzo inferiore, più o meno uguale o superiore rispetto all auto che ha attualmente? solo l 11% del campione mostra un orientamento verso il down grade, il restante 89% rimane all interno della fascia di prezzo della vettura posseduta o perfino superiore (14%). Analizzando il segmento degli intenzionati ad acquistare l auto nell arco dei prossimi 12 mesi appare incoraggiante che il 26% spenderà di più, per un modello di prezzo superiore. b. Il carburante Il secondo dato che emerge con forza riguarda il tipo di carburante. Più della metà degli attuali possessori di una vettura con motore benzina sembra disposto ad abbandonare questa alimentazione a favore della mista, soprattutto benzina e GPL e, in misura minore, benzina e metano: le preferenze verso l alimentazione a benzina decresce dal 55% al 21%. IL PROSSIMO ACQUISTO > Lei pensa che si orienterà verso un modello... Base = acquirenti entro l anno di fascia di prezzo inferiore rispetto a quello che ha attualmente più o meno della stessa fascia di prezzo di quello che ha attualmente di fascia di prezzo superiore rispetto a quello che ha attualmente Base = totale intervistati di fascia di prezzo inferiore rispetto a quello che ha attualmente più o meno della stessa fascia di prezzo di quello che ha attualmente di fascia di prezzo superiore rispetto a quello che ha attualmente Valori in percentuale Fonte: Indagine GfK Eurisko 2008 MOTORIZZAZIONE ATTUALE E ORIENTAMENTO FUTURO > Che tipo di alimentazione ha la sua attuale vettura? E verso quale tipo di alimentazione si orienterà? Base = acquirenti entro l anno benzina diesel benzina + GPL benzina + metano segue a pagina 3 metano 3 motore ibrido 2 altro Base = totale intervistati benzina diesel benzina + GPL 5 19 benzina + metano 2 14 metano 4 motore ibrido 9 altro 1 attuale prossima Valori in percentuale - Fonte: Indagine GfK Eurisko 2008

7 [ ] news EURISKO 3 F E B B R A I O L AUTO È UN BENE IRRINUNCIABILE FONDAMENTALI GLI AIUTI segue da pagina 2 INTERVENTI POSSIBILI A SOSTEGNO DELL INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA > Secondo Lei quali tra i seguenti interventi potrebbero indurla maggiormente a cambiare auto? Base = acquirenti entro l anno incentivi governativi 89 eliminazione del bollo auto 65 riduzione dei premi assicurativi 63 riduzione dell Iva dal 20% al 15% 54 incentivi per le auto meno inquinanti 54 finanziamenti a tasso 0 35 patto di riacquisto dell usato a prezzo grantito 27 altro 6 Base = totale intervistati incentivi governativi 70 Questo decremento è solo parzialmente attenuato tra coloro che acquisteranno entro l anno passando da un 55% ad un 26%. Il diesel sembra perdere relativamente poco nel breve (dal 42% al 39% tra gli acquirenti entro il 2009) mentre a tendere subirà anch esso un calo deciso di oltre 10 punti percentuali. Il motore ibrido ottiene quasi un 10% di preferenze, soprattutto tra gli automobilisti il cui acquisto è rimandato oltre l anno, confermandosi una soluzione che, almeno nell immediato, necessita di ulteriori rassicurazioni. Anche le risposte relative alla motorizzazione segnalano dunque una richiesta di vetture che, oltre a criteri di rispetto ambientale, rispondano a una più elevata efficienza per i costi di manutenzione in senso generale. Certamente lo shock subito dai consumatori ad opera dell aumento vertiginoso del prezzo dei carburanti tradizionali (benzina e diesel) nell estate del 2008 ha giocato un ruolo importante nelle risposte. eliminazione del bollo auto riduzione dei premi assicurativi riduzione dell Iva dal 20% al 15% incentivi per le auto meno inquinanti finanziamenti a tasso 0 patto di riacquisto dell usato a prezzo grantito altro Valori in percentuale Fonte: Indagine GfK Eurisko 2008 c. Che fare? La ricerca indica grande investimento nei confronti dell automobile in sé, che si conferma un bene molto carico di valore. Gli interventi statali, sotto forma di incentivi, riduzione dell I.V.A. o eliminazione del bollo sono gli stimoli che il mercato chiede a gran voce: quasi il 90% di chi cambierà l auto nell arco dell anno ed il 70% del totale degli intervistati ritiene gli aiuti governativi un supporto fondamentale. Laura Guastalla

8 [ ] news EURISKO 4 F E B B R A I O Think Tank La domanda alla quale risponde M.L. Bacci riguarda il futuro dei giovani in Italia, le coorti di popolazione che attende un posto al sole, sempre più difficile da raggiungere. In una agevolissima sintesi il libro di M.L Bacci ricorda che: A. i giovani sono materialmente (fisicamente) migliori rispetto al passato più o meno recente. I dati sulle condizioni fisiche e psichiche (in particolare dalle antropometrie delle visite di leva) del secolo scorso denunciavano endemiche situazioni di malnutrizione, malattia, rachitismo, ect, oggi del tutto scomparse. I giovani oggi hanno raggiunto, grazie alle diete proteiche, stature in media europea, sono più sani ed esteticamente migliori (secondo i canoni di moda) B. i giovani sono anche più soddisfatti della vita che conducono in famiglia. Pochi i conflitti con i genitori, che vengono ritenuti persone benemerite, in quanto permettono loro uno stile di vita soddisfacente. Le depressioni giovanili non sono così diffuse come i media amano raccontare e i casi di suicidio sono più che dimezzati rispetto a 40/50 anni fa C. ciò che manca ai giovani, ed è il punto drammatico di crisi, riguarda le prospettive sul futuro, le convinzioni che aiutino a prefigurarsi l avvenire, le aspirazioni, i desideri, le affinità emotive e culturali. Quale futuro, con quale possibilità di autonomia economica, con quale ragionevole speranza di un reddito adeguato al mettere su casa e possibilmente fondare una nuova famiglia? Le suggestioni di Livi Bacci, a questo proposito, sono numerose, anche tenendo conto di ciò che altri Paesi perseguono, per un welfare mirato all inserimento non precario dei giovani nella società che produce. Ma la conditio sine qua non per l inserimento, dice Livi Bacci, riguarda il sistema degli apprendimenti e dei saperi. Occorre un new deal da parte della classe politica e in particolare da chi M. Livi Bacci si occupa dell istruzione e della formazione dei giovani. Oggi i nostri ragazzi sono agli ultimi posti per AVANTI GIOVANI, ALLA RISCOSSA le competenze acquisite dalla scuola (risultati del test Come uscire dalla crisi giovanile in Italia PISA), e domani probabilmente saranno battuti, quando dovranno competere per entrare nel mercato del lavoro, editore Il Mulino Contemporanea dai coetanei di altri Paesi e di altre etnie nel mercato pagine 128 prezzo 10 euro globale. Quindi, prima di tutto, diventa necessario rifondare il nostro sistema scolastico che, soprattutto al Sud, sta creando una classe di giovani emarginati Think Tank e non in grado di rispondere alle richieste di sapere che il mondo del lavoro, soprattutto quello senza barriere geografiche, esige. La riscossa dei giovani passa dunque, prima di tutto, dalla scuola e dall Università: dalle conoscenze approfondite si svilupperanno nuove ambizioni, nuovi ideali, nuove energie vitali.

9 [ ] news EURISKO 5 F E B B R A I O S E M I N A R I O G f K E U R I S K O I PRE TEST COMUNICAZIONALI NELL ERA DELLA MULTIMEDIALITÀ Il seminario si terrà a MILANO GIOVEDÌ 5 MARZO dalle ore alle ore 12,30 presso il Centro Svizzero, via Palestro 2 (MM Palestro) La comunicazione tende a diventare sempre più Multimediale. Diventa dunque fondamentale capire in che misura i diversi mezzi utilizzati in una campagna sono sinergici tra loro. Per rispondere a questa richiesta il gruppo GfK ha innovato AdVantage, sfruttando la duttilità dell approccio On Line. Nel corso del seminario verrà illustrato lo sviluppo della tecnica e la sua applicazione in ambito nazionale ed internazionale. Sono previsti interventi di Giuseppe Minoia, Luca Antonietti, Vincenzo Zucchi, Simona Gonalba e Jurgen Merz Gli interessati sono pregati di confermare la partecipazione alla segreteria organizzativa: Chi intendesse estendere l invito ad altre persone, è pregato di comunicare il nominativo e l indirizzo . EURISKO Milano Via Monte Rosa, Milano Tel Fax Roma Piazza della Repubblica, Roma Tel Fax Ufficio Stampa Via Monte Rosa Milano Tel Agenda SEMINARI 5 marzo, Milano: I pre-test sulla comunicazione 19 marzo, Milano: Osservatorio sui Risparmi delle Famiglie (a pagamento) 8 aprile, Milano - 9 aprile, Roma: Seminario sui Climi Sociali e di Consumo (a pagamento) Le ricerche online La salute degli italiani Lo scenario europeo: profili e tendenze L automotive Seminario annuale Osservatorio sulle carte di Credito Le innovazioni nel Mystery Shopping Loyalty e CS La comunicazione finanziaria La multimedialità degli italiani > INDAGINI MULTICLIENT IN AVVIO Febbraio 2009 Il Dialogatore EMM Marzo 2009 Bambini TeenAgers Elite INDAGINI MULTICLIENT IN PRESENTAZIONE Febbraio 2009 Multifinanziaria Retail Market Multifintrack Audistar Marzo 2009 New Media Osservatorio sui risparmi delle famiglie > Per saperne di più - Per saperne di più - Se non desidera ricevere CINQUEMINUTI mandi un a indicando nell'oggetto REMOVE Direttore responsabile Giuseppe Minoia

10 [ news ] G K ews EURISKO CINQUEMINUTI CON SOCIAL TRENDS FLASH SU RICERCHE > APPUNTAMENTI > LIBRI UNA PROPOSTA IN PILLOLE DA LEGGERE D'UN FIATO numero 15 marzo 2009 INVERNO 2009 GLI SCHERMI RITORNANO GLI ITALIANI RISCOPRONO LA TV. NELL AUTUNNO-INVERNO DI CRISI (DATI NOVEMBRE E DICEMBRE 2008) GLI SCHERMI SONO RIMASTI PIÙ ACCESI RISPETTO ALL ANNO PRECEDENTE. E GLI ITALIANI SI SONO ESPOSTI DI PIÙ AI PROGRAMMI TELEVISIVI. GLI ASCOLTATORI TV ANNO 2007 ANNO % 81,4% % TEMPI DI ASCOLTO DELLA TV 2008 VS ,6% La crescita riguarda tutta l offerta televisiva, sia quella generalista, sia quella delle pay Tv, con particolare riferimento all intrattenimento, ai cartoon e alle news. Sono dati rilevanti che segnalano discontinuità e che commentiamo in questo modo. La crisi incide pesantemente non solo sugli atteggiamenti e comportamenti di scelta dei prodotti materiali, ma anche di quelli immateriali. Il pubblico, per una serie di concause, ha più schermi accesi e segue di più determinati generi. L ipotesi del declino della centralità del mezzo televisivo viene disconfermata. Anche la Tv cosiddetta generalista torna a crescere, in una prospettiva che possiamo chiamare di ritorno dello schermo, non importa se Rai, Mediaset, Sky o Digitale Terrestre. Lo schermo sembra destinato ad assumere nuovo protagonismo anche considerando i dati di frequentazione del cinema nelle sale, che in questi ultimi mesi si segnala per incrementi sensibili rispetto all inverno precedente. Una nuova voglia di immagini caratterizza l attuale clima, capaci di raccontare e caratterizzare questo inverno del nostro scontento. Probabilmente siamo più desiderosi di vivere storie e racconti che creino compensazioni rispetto alle paure incombenti. Gli schermi raccontano, fanno storytelling, anche nelle news, anche nei terribili aggiornamenti quotidiani sul credit crunch. Ovviamente il racconto schermico può arrivare in più prospettive mediali, dalla Tv al cinema, dall iphone al palmare, dalle pareti degli happy hours ai poster della infomobilità. Dopo le grandi crisi, è dimostrato dalla storia del 900, sorgono richieste di nuova creatività, e di emozioni facili comprensibili da tutti. Si vedano le analisi delle forme letterarie e cinematografiche dopo il 29 negli Stati Uniti e il fondamentale ruolo EVOLUZIONE DEI GENERI TV che vi ha svolto la pubblicità. Sarà così anche oggi? La Tv, da nazionalpopolare sarà in grado di inventare nuovi linguaggi e nuovi format global-tematici, capaci di intercettare i desideri lunghi del pubblico mondo? G.M. [ fonte Audistar GfK Eurisko ] intrattenimento cartoon news sport cinema

11 [ ] news EURISKO 2 M A R Z O GLI ITALIANI E LA CRISI A fine 2008 l Italia vede una caduta della fiducia in consumatori e aziende ai minimi storici (cfr. fig. 1 e 2); l andamento del sentiment in Italia ricalca le percezioni di pessimismo emerse nelle principali economie sviluppate. Avanziamo di seguito alcune considerazioni (derivate dai risultati del Monitor GfK Eurisko sui Climi Sociali e di Consumo*) che possono aiutare a comprendere le specificità del caso italiano. Il pessimismo dei consumatori italiani non può essere ridotto a mero esito dell implosione del mercato finanziario statunitense: il dato relativo al sentiment di fine anno non è, infatti, in discontinuità rispetto al periodo precedente, ma prosegue una tendenza critica iniziata dalla metà del A ciò si aggiunga che, nel caso dei consumatori in Italia, soltanto una minoranza (circa il 20%) riconosce esplicitamente un qualche impatto della recente crisi finanziaria sulla propria situazione. Le principali cause della crisi di fiducia dei consumatori italiani sono riconducibili, invece, alle percezioni di (in)sicurezza sociale. La sicurezza del proprio posto di lavoro è avvertita in forte e costante deterioramento (cfr. Fig. 3, pagina successiva ); il crollo, va detto, risulta trasversale a tutte le posizioni lavorative e non è limitato alle sole posizioni di lavoro con contratto flessibile. Diffuse e in ulteriore peggioramento sono anche le preoccupazioni relative alla sicurezza del Paese e della propria famiglia (il saldo tra risposte positive e negative scende dal giugno 2007 rispettivamente del 9% e del 27%): queste percezioni rimandano in egual misura a problematiche di natura squisitamente sociale (criminalità, in primo luogo) e a problematiche di natura economica (ancora una volta il lavoro, i salari, le tasse e il sistema produttivo in generale). (*) Climi Sociali e di Consumo: monitoraggio trimestrale; metodologia CATI (Computer Assisted Telephonic Interview); campione 1000 FIG. 1. I CONSUMATORI: INDICE GLOBALE DELLE SENSAZIONI DEL CONSUMATORE (ICS) - ANDAMENTO media = 55,5% casi/rilevazione, rappresentativo popolazione italiana maggiorenne. Climi Aziendali: monitoraggio trimestrale; metodoologia CAWI (Computer Assisted Web Interview); campioni di ritorno oscillanti nel numero da 565 a 1080 nelle rilevazioni del novembre 2001 maggio 2002 luglio 2002 ottobre 2002 dicembre 2002 marzo 2003 maggio 2003 settembre 2003 novembre 2003 marzo 2004 giugno 2004 settembre 2004 novembre 2004 marzo 2005 giugno 2005 settembre 2005 novembre 2005 marzo 2006 giugno 2006 settembre 2006 novembre 2006 marzo 2007 giugno 2007 settembre 2007 dicembre 2007 marzo 2008 giugno 2008 settembre 2008 dicembre Valori in percentuale Fonte: Climi Sociali e di Consumo - GfK Eurisko FIG. 2. LE IMPRESE: INDICE GLOBALE DELLE SENSAZIONI DELLE IMPRESE (ISI) - ANDAMENTO media = 82,4% marzo 2004 giugno settembre novembre marzo giugno settembre novembre marzo giugno settembre novembre marzo giugno settembre dicembre marzo 2008 giugno settembre dicembre segue a pagina 3 Valori in percentuale Fonte: Climi Sociali e di Consumo - GfK Eurisko

12 [ ] news EURISKO 3 M A R Z O FIG. 3. SICUREZZA PERCEPITA PER IL POSTO DI LAVORO SICUREZZA LAVORO RISPETTO A 1 ANNO FA... % tra più garantita e meno garantita Rispetto ad un anno fa Lei ritiene che la sicurezza del posto di lavoro Suo/dei Suoi famigliari sia più o meno garantita? maggio 2002 luglio 2002 ottobre 2002 dicembre 2002 febbraio 2003 maggio 2003 settembre 2003 dicembre 2003 marzo 2004 giugno 2004 settembre 2004 novembre 2004 marzo 2005 giugno 2005 settembre 2005 novembre 2005 marzo 2006 giugno 2006 settembre 2006 novembre 2006 marzo 2007 giugno 2007 settembre 2007 dicembre 2007 marzo 2008 giugno 2008 settembre Valori in percentuale Fonte: Climi Sociali e di Consumo - GfK Eurisko FIG. 4. AUMENTO DI PREZZI AL CONSUMO: PERCEZIONI A Suo parere, negli ultimi tre mesi, in generale i prezzi sono aumentati oppure no? marzo giugno settembre novembre marzo giugno 2006 settembre novembre marzo molto/abbastanza aumentati poco/per nulla aumentati Valori in percentuale - Fonte: Climi Sociali e di Consumo - GfK Eurisko giugno settembre dicembre marzo giugno settembre dicembre dicembre GLI ITALIANI E LA CRISI segue da pagina 2 Un ulteriore elemento che compone il quadro delle criticità è rappresentato dalla diffusione, proprio a partire dalla seconda metà del 2007, di un vero e proprio allarme inflazione percepita; a partire dall ultimo trimestre, però, la spirale dell aumento dei prezzi pare essersi sostanzialmente esaurita (cfr. fig. 4). Nel breve periodo registriamo nondimeno alcuni segnali di segno positivo. Tra i consumatori (in concomitanza con le ultime festività natalizie) si osserva un recupero della propensione verso acquisti impegnativi destinati alla casa (il saldo tra quanti ritengono il momento attuale favorevole agli acquisti impegnativi e quanti ritengono non sia adatto segna tra dicembre e settembre 2008 una crescita del 7%). Le imprese, d altro canto, mostrano una buona reattività e recuperano parecchie posizioni sull indicatore di propensione a effettuare investimenti (+21% tra dicembre e settembre 2008). A fronte delle manifeste difficoltà di quadro, dunque, il sistema produttivo sembra più orientato a reagire che a subire. In definitiva, l attuale fase congiunturale caratterizzata da livelli molto bassi di fiducia dei consumatori e aziende, vede in Italia convivere percezioni di diffusa e crescente insicurezza (personale e collettiva) con atteggiamenti di disponibilità al consumo e all investimento. Ai responsabili delle politiche economiche il compito di sostenere la domanda aggregata di cittadini e imprese. Daniele Novello e Claudio Bosio GfK EURISKO ENTRA IN MSPA GfK Eurisko è diventato membro di MSPA Mystery Shopping Provider Association Europa, l associazione che raggruppa le principali aziende del settore. Scopi dell Associazione sono la promozione dell eccellenza nel settore e di dettare il Codice etico e professionale al quale devono attenersi gli istituti che ne fanno parte. E un ulteriore passo avanti della nostra attenzione alla qualità nel settore delle indagini di mystery client. Leader in Italia nelle indagini survey based, GfK Eurisko oggi si posiziona anche quale importante player in questo tipo di indagini con una rete di oltre 3000 clienti misteriosi qualificati e costantemente formati, più di verifiche annue e una piattaforma all avanguardia, sviluppata per rispondere alle diverse esigenze dei clienti: - rapidità nell esecuzione di tutte le fasi d indagine dalla selezione degli shopper alla reportistica - controlli di qualità del 100% delle visite effettuate - rilascio in tempi rapidi dei risultati dell indagine anche su piattaforma web - messa a punto di reportistica ad hoc on-line e off-line per rispondere alle diverse esigenze dei clienti. Per info

13 [ ] news EURISKO 4 M A R Z O Think Tank Adico (l Associazione dei manager italiani) ha recentemente condotto con GfK Eurisko un importante indagine sul ruolo e il modello di sviluppo professionale dei dirigenti italiani. Sono state condotte 500 interviste a manager operanti nel marketing, ricerca e sviluppo, comunicazione. Un dato che spicca, fra i molti raccolti, riguarda l importanza delle funzioni di marketing rispetto a quelle dell area delle vendite o del cosiddetto commerciale. Quale delle due funzioni è ritenuta più importante, oggi, nella creazione del valore? Decisamente l area vendite/commerciale media vendite/commerciale marketing ricerca & sviluppo produzione organizzazione e gestione HR finanza/pianificazione e controllo acquisti Dunque vendere prima di tutto. Ma che cosa significa oggi vendere, quale know how è richiesto, quali sono i percorsi e i procedimenti indispensabili? A questo proposito segnaliamo un manuale di autore italiano (Renato Riva) di facile lettura, che con chiarezza ed esperienza racconta come organizzare, innovare e vendere al meglio oggi. Cosa fare in pratica per vendere prima, meglio e di più. Il libro parte dall analisi della dura legge del marciapiede per sviluppare la teoria e la pratica che passa dal semplice venditore al sales manager sino al direttore vendite. Definendo le tecnicalità indispensabili, dalla vendita subliminale all inside sales. Non trascurando la formazione e il coaching: il ruolo del brand personale, la capacità di vision e di execution, e le resistenze inevitabili (whynotters e yesbutters). Affrontando le problematiche che vanno dalla creazione del team alle stime e al forecast. Sino alla relazione non sempre facile tra funzione di marketing e di vendita. Renato Riva ORGANIZZARE, INNOVARE VENDERE Cosa fare in pratica per vendere prima, meglio e di più. editore Etas pagine 224 prezzo 19 euro

14 [ ] news EURISKO 5 M A R Z O MARTEDÌ 17 MARZO presso la sede di GfK Eurisko di Milano presentiamo i risultati dell ultima rilevazione dell indagine NEW MEDIA INTERNET 2008/B RISERVATA AI SOTTOSCRITTORI Per info Tiziana Pascali tel , GfK Eurisko e Prometeia presentano la tredicesima edizione dell OSSERVATORIO SUI RISPARMI DELLE FAMIGLIE GIOVEDÌ 19 MARZO Centro Svizzero Spazio Eventi, Via Palestro 2, Milano In questi 13 anni l Osservatorio è stato testimone dei profondi cambiamenti che hanno interessato il mercato del risparmio in Italia e ha seguito l evoluzione dei comportamenti dei risparmiatori e degli intermediari finanziari con l obiettivo di individuare le dinamiche nel settore e di suggerire chiavi della sua evoluzione. Per condividere contenuti e ipotesi relative allo scenario, ecco dunque il tradizionale Convegno di presentazione del lavoro e la discussione dello scenario. RISERVATA AI SOTTOSCRITTORI Per info Antonella Busi, Segreteria Organizzativa Convegno EURISKO Milano Via Monte Rosa, Milano Tel Fax Roma Piazza della Repubblica, Roma Tel Fax Ufficio Stampa Via Monte Rosa Milano Tel Agenda SEMINARI 19 marzo, Milano Osservatorio sui Risparmi delle Famiglie (riservato ai sottoscrittori) 8 aprile, Milano - 9 aprile, Roma Seminario sui Climi Sociali e di Consumo (riservato ai sottoscrittori) 20 maggio, Milano La salute degli italiani Le ricerche online Lo scenario europeo: profili e tendenze L automotive Seminario annuale Osservatorio sulle Carte di Credito Le innovazioni nel Mystery Shopping Loyalty e CS La comunicazione finanziaria La multimedialità degli italiani > INDAGINI MULTICLIENT IN AVVIO Marzo 2009 Bambini TeenAgers Elite Energy Consumer Energy Business INDAGINI MULTICLIENT IN PRESENTAZIONE Marzo 2009 Audistar New Media Osservatorio sui risparmi delle famiglie > Per saperne di più - Per saperne di più - Se non desidera ricevere CINQUEMINUTI mandi un a indicando nell'oggetto REMOVE Direttore responsabile Giuseppe Minoia

15 [ news ] G K ews EURISKO CINQUEMINUTI CON SOCIAL TRENDS FLASH SU RICERCHE > APPUNTAMENTI > LIBRI UNA PROPOSTA IN PILLOLE DA LEGGERE D'UN FIATO numero 16 aprile 2009 Rimbalzo positivo della Brand Equity delle banche italiane L immagine e la reputazione delle banche italiane, nonostante la crisi, registrano un rimbalzo positivo nei mesi di Novembre e Dicembre 2008, cioè nel periodo di massima drammatizzazione finanziaria da credit crunch. TABELLA 1 LA BRAND EQUITY DELLE BANCHE ITALIANE Crisi Banca d Italia 50 Crisi Parmalat/Cirio Valori in percentuale Crisi finanziaria globale Dalla tabella 1, che illustra il trend della brand equity delle banche italiane, il valore è ai massimi storici nei due mesi di crisi, ben diversamente da quanto successe durante gli episodi Parmalat / Cirio e la turbolenza (2005) riguardante la gestione della Banca d Italia. Questo e molto altro si coglie dagli Osservatori continuativi GfK Eurisko sul mercato retail rilasciati in questi giorni alle Aziende aderenti (Multifinanziaria e MultifinTrack). Come mai, come si spiega un tale consenso in un periodo in cui non si è fatto altro che sbattere il mostro in prima pagina in uno storytelling da brivido sui rischi fatali che gli istituti bancari e i loro allegri dirigenti ci hanno fatto correre? Sostanzialmente, come si vede dalla tabella 2, perché le nostre banche risultano più sicure di quelle degli altri Paesi, dagli Stati Uniti ai big five della Comunità Europea I 2005 II 2005 livello minimo della Brand Equity In un frangente in cui si poteva ipotizzare la caduta di immagine degli istituti bancari, si verifica il contrario. Alle nostre banche viene riconosciuto un valore più elevato rispetto al passato. Valore di notorietà e di reputazione. Le nostre banche sono un asset che si distingue positivamente nel panorama internazionale. D altra parte le famiglie italiane continuano ad investire negli strumenti finanziari e, per una buona I 2006 II 2006 I 2007 II 2007 metà, non hanno intenzione di modificare il proprio portafoglio. Tant è che la percentuale di chi investe in prodotti e servizi finanziari (comprese le polizze vita) è rimasta quasi intatta: un 44% ad inizio 2009 in una media inalterata rispetto al Si assiste, piuttosto, a una maggiore richiesta di informazioni sull andamento dei propri investimenti, ed è molto apprezzata dai clienti TABELLA 2 IL SISTEMA BANCARIO ITALIANO... È più sicuro di quello estero Ha contribuito a salvare aziende importanti Nell ultimo anno è stato attivato/ha aiutato i clienti con soluzioni concrete I 2008 II 2008 sett ott nov dic mesi di massima crisi finanziaria una relazione più stretta e personalizzata con gli intermediari (indagine realizzata da GfK Eurisko per Assoreti). Segnali positivi dunque, che sarà opportuno vengano colti e messi a tema dalla comunicazione e relazione delle banche e degli altri attori finanziari. Con l invito al coraggio comunicativo: si torni a comunicare, il silenzio degli attori cui si dà credito è durato troppi mesi. Stefania Conti Valori in percentuale molto abbastanza

16 [ ] news EURISKO 2 A P R I L E Internet: esplosione della nuova socialità L ultima rilevazione New Media Internet mette in luce una importante crescita degli utenti. Circa 1,5 milioni in più (confrontando il periodo Nov./Dic con il corrispondente 2007), sia da lavoro, sia da casa. Ancor più spiccata è la crescita della frequenza e della durata delle sessioni d uso. Risulta eclatante l incremento di attività quali il video on line e il social networking. Per il video in 12 mesi gli utenti sono passati dal 37 al 47%, mentre chi fa social networking (tipo Facebook) è raddoppiato, passando dal 16 al 32%. La crescita non si verifica solo presso i giovani, ma anche nelle fasce di età adulta e centrale. In sostanza la prospettiva social sta assumendo dimensioni importanti per peso e per ruolo. L ipotesi è che questa prospettiva stia trainando il mondo di internet: per l arricchimento delle relazioni che si intrattengono on-line (ho relazioni con più persone; dedico più tempo a comunicare on-line con gli altri); per l amplificazione (e l accresciuta risonanza ) delle attività di fruizione informativa (ciò che leggo e scopro durante la mia navigazione individuale, diventa più importante e interessante perché lo faccio conoscere ad altri, che a loro volta lo commenteranno e lo approfondiranno con me, ecc.); fino ad arrivare ad una maggiore integrazione fra le attività, i percorsi e i progetti on-line e off-line (la mia vita concreta, le mie relazioni, i miei amici sono più presenti durante la navigazione; e viceversa ciò che accade durante la navigazione entra in modo ancora più diretto ed esplicito nella mia vita quotidiana). L indicazione, per il futuro della Rete, è molto positiva perché significa amplificazione dei tre vettori che sostengono la sua evoluzione: l expertise cognitiva, la confidenza emozionale, la condivisione sociale. Si tratta di una socialità nuova, tutta da scoprire e segmentare nelle sue potenzialità. Territorio da monitorare anche per la sua pregnanza reputazionale e motivazionale per quanto riguarda la costruzione del valore e delle immagini dei prodotti e delle marche. Edmondo Lucchi PERCHÉ IL SOCIAL NETWORK Per trovare nuovi amici Per esprimere le proprie idee e opinioni su uno specifico argomento Per condividere con altri le proprie esperienze Per condividere con altri interessi/hobbies comuni Perché è un passatempo piacevole Per ritrovare amici persi di vista/ compagni di scuola Per essere in contatto con le persone, amici e conoscenti, e comunicare con loro in tempi rapidi Per essere sempre in contatto con gli amici che non vedo spesso nella vita di tutti i giorni Per dare spazio alla propria creatività (scrivere testi, pubblicare fotografie) Per sentirsi parte di una community 17 Per avere il proprio spazio in Internet 16 Per cercare un nuovo partner/fare dating 14 Per avere informazioni su prodotti da comprare 10 Per stabilire contatti professionali 10 EVOLUZIONE DELLE ORE DI COLLEGAMENTO A INTERNET Valori in percentuale Per fare affari/vendere i propri prodotti Nov n.r. n.r n.r. Monte ore di collegamento 8 8 Crescita del 526% da Novembre % di tempo dedicato negli ultimi 12 mesi Target primario Crescita del 212% da Novembre % di teste negli ultimi 12 mesi

17 [ ] news EURISKO 3 A P R I L E Think Tank Marc Augé IL METRÒ RIVISITATO editore Raffaello Cortina pagine 82 prezzo 8 euro Esistono i non luoghi? Per Marc Augé sì: sono i siti nuovi senza storia e senza aura, privi di tracce evocative e di estetica del vissuto. Per Augé non luoghi sono le nuove cattedrali della globalità, dagli aeroporti ai centri commerciali, identici nella loro diversità, pronti per essere usati in logiche pavloviane da tutti, dagli europei come dagli asiatici, dai teenagers come dai nuovi e vecchi anziani. Prototipo del luogo che è invece vero luogo è il metrò parigino, cui Augé è particolarmente affezionato. Vent anni fa ne ha scritto ( Un etnologo nel metrò ), oggi torna a raccontarlo, in un breve saggio in cui l autore mette a nudo il suo sguardo sulle cose e sulle persone, per comprendere in ogni dettaglio il microcosmo sotterraneo. Risultato: il lettore impara a - scusate la parola - decodificare ciò che quotidianamente vede, sente e respira nelle viscere della città, a contatto con un umanità che, se si osserva come un etnologo, ha molto da comunicare, favorendo importanti insight anche per il nostro lavoro. Letto il piccolo contributo viene un dubbio. Ma siamo sicuri che esistano i non luoghi? Non succedono le stesse cose negli aeroporti, nei centri commerciali, negli autogrill autostradali? Non dipende tutto dall attenzione e dagli obiettivi di chi guarda? Se si osserva come un etnologo, il non luogo diventa necessariamente luogo carico di significati. Marc Augé ha forse scherzato: i non luoghi non esistono. Francesca Zajczyk e Elisabetta Ruspini NUOVI PADRI Mutamenti della paternità in Italia e in Europa editore Baldini Castoldi Dalai pagine 224 prezzo 17 euro Si discute sui mutamenti delle relazioni genitoriali e sulle nuove paternità. Se, da un lato, la crescente presenza delle donne nel mondo del lavoro porta gli uomini a riscoprire l importanza del rapporto con i figli, permane dall altro un differente approccio, maschile e femminile, nell adempimento del compito di genitore. Laddove la maternità assorbe la donna totalmente, la paternità sembra non implicare un ridisegnarsi delle priorità nel contesto familiare. Ma come interpretare allora gli elementi di novità che si profilano in maniera sempre più evidente nei nuovi padri? Come vivono il proprio ruolo? Come gestiscono il tempo e le nuove responsabilità? Questo volume tratteggia i nuovi genitori, evidenziando significative disparità, ma anche interessanti similitudini, tra differenti contesti europei. Pur riconoscendo le innegabili peculiarità di genere che ancora persistono, il volume testimonia la volontà di dare voce alle nuove paternità, spesso in tensione fra tradizione e modernità, testimoniando le caratteristiche sociali, economiche e culturali dei partner. I padri del futuro? I cambiamenti che investono l identità maschile sono un punto di partenza nel ridurre le asimmetrie di genere - in questo senso, si riflette anche sull importanza delle politiche dei congedi parentali - per raggiungere un maggior equilibrio nella difficile sfida di essere padri (e madri) nella società postmoderna.

18 [ ] news EURISKO 4 A P R I L E S E M I N A R I O G f K E U R I S K O I PRE TEST COMUNICAZIONALI NELL ERA DELLA MULTIMEDIALITÀ Il seminario si terrà a ROMA MARTEDÌ 21 APRILE dalle ore alle ore 12,30 presso la sede di GfK Eurisko, piazza della Repubblica 59 La comunicazione tende a diventare sempre più Multimediale. Diventa dunque fondamentale capire in che misura i diversi mezzi utilizzati in una campagna sono sinergici tra loro. Per rispondere a questa richiesta il gruppo GfK ha innovato AdVantage, sfruttando la duttilità dell approccio On Line. Nel corso del seminario verrà illustrato lo sviluppo della tecnica e la sua applicazione in ambito nazionale ed internazionale. Gli interessati sono pregati di confermare la partecipazione alla segreteria organizzativa: Chi intendesse estendere l invito ad altre persone, è pregato di comunicare il nominativo e l indirizzo . EURISKO Milano Via Monte Rosa, Milano Tel Fax Roma Piazza della Repubblica, Roma Tel Fax Ufficio Stampa Via Monte Rosa Milano Tel Agenda SEMINARI 7 aprile, Roma SEMINARIO SUI CLIMI SOCIALI E DI CONSUMO (riservato ai sottoscrittori) 8 aprile, Milano SEMINARIO SUI CLIMI SOCIALI E DI CONSUMO (riservato ai sottoscrittori) 21 aprile, Roma I PRE-TEST SULLA COMUNICAZIONE 7 maggio, Milano MITI, SEGRETI E TESORI DI INTERNET ( MA LA PUBBLICITA ON-LINE FUNZIONA?) 21 maggio, Milano LA SALUTE DEGLI ITALIANI Lo scenario europeo: profili e tendenze L automotive Seminario annuale Osservatorio sulle Carte di Credito Le innovazioni nel Mystery Shopping Loyalty e CS La comunicazione finanziaria La multimedialità degli italiani > INDAGINI MULTICLIENT IN AVVIO Aprile 2009 Bambini Elite > Per saperne di più - Per saperne di più - Se non desidera ricevere CINQUEMINUTI mandi un a indicando nell'oggetto REMOVE Direttore responsabile Giuseppe Minoia

19 [ news ] G K ews EURISKO CINQUEMINUTI CON SOCIAL TRENDS FLASH SU RICERCHE > APPUNTAMENTI > LIBRI UNA PROPOSTA IN PILLOLE DA LEGGERE D'UN FIATO numero 17 maggio 2009 MIGLIORA IL SENTIMENT DI CONSUMATORI E AZIENDE Da alcuni mesi i media ci raccontano di una crisi tanto incombente quanto difficile da stimare nell ampiezza e nella durata dei suoi effetti: i dati si accavallano e risulta sempre più arduo fare sintesi. È certo che il crollo americano dei mutui subprime (metà settembre 2008) ha prodotto una crisi sui mercati finanziari generatrice a sua volta di difficoltà per l economia reale. Ma quanto tutto ciò ha intaccato la fiducia dei consumatori e delle imprese? E, in ogni caso, quanto della crisi di cui oggi ci parlano consumatori e manager è attribuibile agli eventi finanziari dello scorso settembre? Cerchiamo di dipanare la matassa e di fare chiarezza sulla base dei più recenti risultati (marzo 2009) prodotti dal Monitor sui Climi Sociali e di Consumo che analizza la dinamica del sentiment di consumatori e manager aziendali (vedi box). I dati ci comunicano queste evidenze. 1La fiducia dei consumatori e delle imprese resta a livelli bassi, ma la crisi non sembra generata dall effetto subprime. L andamento del sentiment in ambedue i casi si conferma - come nel recente passato - critico, ma: > la crisi sembra solo parzialmente provocata dagli eventi dello scorso settembre (questo è vero in particolare per i consumatori); > nell ultimo trimestre (dicembre marzo 2009) si osserva una evidente ripresa del sentiment (cfr. fig. 1 e 2). Insomma, l origine del disagio di FIGURA 1 INDICE GLOBALE DELLE SENSAZIONI DEL CONSUMATORE (ICS) novembre maggio 2002 luglio 2002 ottobre consumatori e imprese sembra da ricercarsi principalmente altrove e, comunque, non si nota con il passare dei mesi un aggravamento della situazione, ma anzi un tendenziale miglioramento. Resta una domanda al fondo: la crisi dei mercati finanziari non ha fatto sentire i suoi effetti su consumatori e manager, o non li ha fatti sentire ancora? Le prossime rilevazioni ci daranno la risposta. Intanto proviamo a capire da dove nasce il disagio in atto. 2Il sentiment dei consumatori e delle imprese risulta in caduta costante dalla metà del 2007: ben prima che la crisi dei mercati finanziari fosse nota. La caduta può essere fatta risalire segue a pagina 2 dicembre 2002 marzo 2003 maggio 2003 settembre 2003 novembre 2003 marzo 2004 giugno 2004 settembre 2004 novembre 2004 media = 56, FIGURA 2 INDICE GLOBALE DELLE SENSAZIONI DELLE IMPRESE (ISI) marzo 2004 giugno 2004 settembre 2004 novembre 2004 marzo 2005 giugno 2005 settembre 2005 novembre 2005 marzo 2006 giugno 2006 settembre 2006 novembre 2006 marzo 2007 giugno 2007 settembre 2007 dicembre 2007 marzo 2008 giugno 2008 settembre 2008 dicembre 2008 marzo marzo 2005 media = 81, giugno 2005 settembre 2005 novembre 2005 marzo 2006 giugno 2006 settembre 2006 novembre 2006 marzo 2007 giugno 2007 settembre 2007 dicembre 2007 marzo giugno 2008 settembre 2008 dicembre 2008 marzo MONITOR SUI CLIMI SOCIALI E DI CONSUMO Ricerca continuativa finalizzata alla comprensione del sentiment di consumatori e aziende > Il monitor parte nel 2001 e analizza ogni tre mesi (marzo, giugno, settembre, dicembre) la fiducia dei consumatori e delle imprese. > Il monitor-consumatori si sviluppa su un indagine CATI e si basa su un campione/rilevazione di 1000 casi rappresentativo della popolazione italiana adulta (> 18 anni) per i parametri: area geografica, ampiezza del centro di residenza, sesso, età, istruzione e professione. > Il monitor- imprese si sviluppa come indagine CAWI su un campione/rilevazione di circa 1000 manager (dirigenti, quadri) di grandi imprese orientate al marketing (B2C e B2B).

20 [ ] news EURISKO 2 M A G G I O FIGURA 3 ATTEGGIAMENTI VERSO GLI ACQUISTI IMPEGNATIVI PER LA CASA Se consideriamo i beni più costosi che la gente compra per la casa (mobili, arredamento, il frigorifero ) pensa che questo sia un momento favorevole o sfavorevole per comperare? PER ACQUISTARE OGGI È UN MOMENTO Δ % tra favorevole e sfavorevole novembre 2001 maggio 2002 luglio 2002 ottobre 2002 dicembre 2002 marzo 2003 maggio 2003 settembre 2003 novembre 2003 marzo 2004 giugno 2004 settembre 2004 novembre 2004 marzo 2005 giugno 2005 settembre 2005 novembre 2005 marzo 2006 giugno 2006 settembre 2006 novembre 2006 marzo 2007 giugno 2007 settembre 2007 dicembre 2007 marzo 2008 giugno 2008 settembre 2008 più favorevole meno favorevole dicembre 2008 marzo MIGLIORA IL SENTIMENT DI CONSUMATORI E AZIENDE segue da pagina 1 a tre eventi concomitanti: > il rapido innalzamento dei prezzi (che, però, subisce una flessione proprio a partire dal settembre 2008 fino a rientrare come problema a marzo 2009); > il costante deterioramento della percezione di sicurezza per il posto di lavoro (tutt ora in caduta libera) > la bassa sicurezza percepita in riferimento al Paese. Fra i tre fattori oggi sembra restare particolarmente critico - e bisognoso di attenzioni prioritarie - l insicurezza per il posto di lavoro (mentre la questione prezzi sembra sostanzialmente deproblematizzata). Sull andamento di questo indicatore, in pratica, si decideranno gli sviluppi della crisi nell immediato futuro. 3La situazione mostra nel breve periodo ripercussioni positive sul sentiment di consumatori e Aziende Come già detto, nell ultimo trimestre (dicembre 2008 > marzo 2009), in concomitanza con il raffreddamento della dinamica dei prezzi, si osservano miglioramenti nel sentiment di consumatori e Aziende, a cui si accompagnano significativi segnali di ripresa della proattività: > i consumatori migliorano la loro disponibilità verso i consumi impegnativi (beni durevoli per la casa e anche l auto) (figura 3). > le Aziende si mostrano più propense a una ripresa degli investimenti (figura 4). FIGURA 4 PROPENSIONE DELLE IMPRESE VERSO GLI INVESTIMENTI Piccoli segnali, da monitorare nel tempo, ma che ci raccontano di consumatori e manager per nulla rassegnati di fronte alle criticità di contesto e disponibili a ripartire. Un segnale da leggere e da raccogliere. A. Claudio Bosio Se consideriamo gli investimenti per lo sviluppo delle Aziende, Lei pensa che questo sia un momento favorevole o sfavorevole per fare investimenti per un Azienda? Δ % tra favorevole e sfavorevole più favorevole meno favorevole marzo 2004 giugno 2004 settembre 2004 novembre marzo 2005 giugno 2005 settembre 2005 novembre marzo 2006 giugno 2006 settembre 2006 novembre marzo 2007 giugno 2007 settembre 2007 dicembre 2007 marzo 2008 giugno 2008 settembre 2008 dicembre marzo

Le prospettive della responsabilità sociale in Italia Una ricerca sui CEO delle imprese aderenti a Fondazione Sodalitas

Le prospettive della responsabilità sociale in Italia Una ricerca sui CEO delle imprese aderenti a Fondazione Sodalitas Fondazione Sodalitas GfK Eurisko Le prospettive della Responsabilità Sociale in Italia Aprile 2010 Le prospettive della responsabilità sociale in Italia Una ricerca sui CEO delle imprese aderenti a Fondazione

Dettagli

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE INDAGINE: COME I MANAGER VIVONO LA CRISI REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE Il sondaggio effettuato a fine anno da Astra Ricerche per Manageritalia parla chiaro: i manager sentono la crisi sulla propria

Dettagli

XXV Osservatorio sul Capitale Sociale degli Italiani. Noi, gli altri e la crisi

XXV Osservatorio sul Capitale Sociale degli Italiani. Noi, gli altri e la crisi XXV Osservatorio sul Capitale Sociale degli Italiani Noi, gli altri e la crisi Rapporto Giugno 2010 NOTA METODOLOGICA L Osservatorio sul capitale sociale è realizzato da Demos & Pi in collaborazione con

Dettagli

Automotive. Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine marzo 2013. con approfondimenti e confronti ISTAT

Automotive. Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine marzo 2013. con approfondimenti e confronti ISTAT Automotive con approfondimenti e confronti ISTAT Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani Indagine marzo 2013 Dati rilevati nel mese di febbraio 2013 Pubblicazione mensile A cura della

Dettagli

Dallo Stakeholder Engagement alla Multi-stakeholder Strategy

Dallo Stakeholder Engagement alla Multi-stakeholder Strategy Dallo Stakeholder Engagement alla Multi-stakeholder Strategy I principali risultati della ricerca realizzata nell ambito del In collaborazione con Paolo Anselmi - Vice Presidente GfK-Eurisko Luglio 2015

Dettagli

LE SFIDE PER IL 2015

LE SFIDE PER IL 2015 MERCATO & COMPAGNIE LE SFIDE PER IL 2015 di LAURA SERVIDIO L ATTESA CRESCITA, PER IL PROSSIMO ANNO, SARÀ LENTA. MA PER IL SETTORE ASSICURATIVO NON MANCANO LE OPPORTUNITÀ. TRA QUESTE, L EVOLUZIONE DEL MODELLO

Dettagli

CAPITOLO III. Utenti che hanno scaricato contenuti digitali da internet nell'ultimo anno a pagamento. (downloader pay)

CAPITOLO III. Utenti che hanno scaricato contenuti digitali da internet nell'ultimo anno a pagamento. (downloader pay) CAPITOLO III Utenti che hanno scaricato contenuti digitali da internet nell'ultimo anno a pagamento (downloader pay) I COMPORTAMENTI DI CONSUMO DI CONTENUTI DIGITALI IN ITALIA IL CASO DEL FILE SHARING

Dettagli

Come cambia il consumatore : riflessioni sulle relazione fra stakeholders ed il mercato. GfK Eurisko Milano, Febbraio 2014

Come cambia il consumatore : riflessioni sulle relazione fra stakeholders ed il mercato. GfK Eurisko Milano, Febbraio 2014 Fornezza Come cambia il consumatore : riflessioni sulle relazione fra stakeholders ed il mercato GfK Eurisko Milano, Febbraio 2014 1 01 Lo scenario 2 Il Paese, tra luci e ombre, elabora linguaggi, toni

Dettagli

PRESENTATA OGGI A TORINO DA INTESA SANPAOLO E DAL CENTRO EINAUDI L INDAGINE SUL RISPARMIO E SULLE SCELTE FINANZIARIE DEGLI ITALIANI

PRESENTATA OGGI A TORINO DA INTESA SANPAOLO E DAL CENTRO EINAUDI L INDAGINE SUL RISPARMIO E SULLE SCELTE FINANZIARIE DEGLI ITALIANI COMUNICATO STAMPA PRESENTATA OGGI A TORINO DA INTESA SANPAOLO E DAL CENTRO EINAUDI L INDAGINE SUL RISPARMIO E SULLE SCELTE FINANZIARIE DEGLI ITALIANI 2014 Cresce la propensione al risparmio. Le famiglie

Dettagli

Nielsen Economic and Media Outlook

Nielsen Economic and Media Outlook GIUGNO 2012 Nielsen Economic and Media Outlook NIELSEN ECONOMIC AND MEDIA OUTLOOK BROCHURE Maggio 2012 GIUGNO 2012 Scenario macro economico Tendenze nel mondo media Andamento dell advertising in Italia

Dettagli

AXA COMUNICATO STAMPA

AXA COMUNICATO STAMPA AXA COMUNICATO STAMPA ROMA, 21 OTTOBRE 2014 I Millennials nel rapporto con le assicurazioni: rischi percepiti, bisogni emergenti e nuovi linguaggi Nel corso dell Italian AXA Forum 2014, AXA Italia analizza

Dettagli

Indagine sulle micro, piccole e medie imprese: sintesi dei principali risultati

Indagine sulle micro, piccole e medie imprese: sintesi dei principali risultati Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per la Politica Industriale, la Competitività e le Piccole e Medie Imprese ex Div. VIII PMI e artigianato Indagine sulle micro, piccole e medie imprese:

Dettagli

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere MultiPiani si occupa dal 1994 di Comunicazione e Marketing strategico, rivolgendosi

Dettagli

Rimettere le scarpe ai sogni

Rimettere le scarpe ai sogni www.pwc.com Rimettere le scarpe ai sogni 25 ottobre 2013 Erika Andreetta Retail & Consumer Goods Consulting Leader PwC Agenda Il contesto economico Gli scenari evolutivi del mondo Consumer & Retail: Global

Dettagli

ABSTRACT. V Rapporto nazionale SWG per l'osservatorio Socialis di Errepi Comunicazione "L impegno sociale delle aziende in Italia"- 2012

ABSTRACT. V Rapporto nazionale SWG per l'osservatorio Socialis di Errepi Comunicazione L impegno sociale delle aziende in Italia- 2012 ABSTRACT V Rapporto nazionale SWG per l'osservatorio Socialis di Errepi Comunicazione "L impegno sociale delle aziende in Italia"- 2012 INDICE Con il contributo di Dompé Farmaceutici, Novartis e Pfizer

Dettagli

FAMIGLIE E RISPARMIO

FAMIGLIE E RISPARMIO COMUNICATO STAMPA Sondaggio realizzato per ACRI da TNS Abacus in occasione della 79ª Giornata Mondiale del Risparmio FAMIGLIE E RISPARMIO Roma, 30 ottobre 2003. La quasi totalità degli italiani riconosce

Dettagli

GLI ITALIANI E IL RISPARMIO

GLI ITALIANI E IL RISPARMIO COMUNICATO STAMPA Sondaggio realizzato per Acri da Abacus in occasione della 78ª Giornata Mondiale del Risparmio GLI ITALIANI E IL RISPARMIO Roma, 30 ottobre 2002. Gli Italiani sono sempre meno soddisfatti

Dettagli

Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI

Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI Perché un Osservatorio sul turismo scolastico? L Osservatorio Touring sul turismo scolastico

Dettagli

La Stampa in Italia 2008 2010

La Stampa in Italia 2008 2010 FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI La Stampa in Italia 2008 2010 Roma 13 aprile 2011 Le ricadute della crisi economica sul settore dell editoria giornalistica nel biennio 2008-2009 sono state pesanti.

Dettagli

25.05 INTERNET E NOI

25.05 INTERNET E NOI 25.05 INTERNET E NOI 1 1 INTERNET E GLI ITALIANI INTERNET E L ADVERTISING INTERNET E GLI ITALIANI Le fonti AW Trends è il report trimestrale sui dati sintetici della Ricerca di Base sulla diffusione dell'online

Dettagli

CAPITOLO I. Informazioni complessive sul campione

CAPITOLO I. Informazioni complessive sul campione CAPITOLO I Informazioni complessive sul campione I COMPORTAMENTI DI CONSUMO DI CONTENUTI DIGITALI IN ITALIA IL CASO DEL FILE SHARING Informazioni complessive sul campione 1. Descrizione In questa sezione

Dettagli

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio C E N S I S Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio III Quadrimestre 2008 Monitor Lazio è promosso dall Unione Regionale delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura

Dettagli

Conferenza stampa Marketing forum. 8 aprile 2008

Conferenza stampa Marketing forum. 8 aprile 2008 Conferenza stampa Marketing forum 8 aprile 2008 Le origini della discontinuità 2 Per una serie di cause, gli individui trainanti l evoluzione della società negli ultimi anni hanno modificato la propria

Dettagli

PRIVACY & PERMISSION MARKETING REPORT 2011 - ITALIA

PRIVACY & PERMISSION MARKETING REPORT 2011 - ITALIA PRIVACY & PERMISSION MARKETING REPORT 2011 - ITALIA Ricerca realizzata in collaborazione con Human HigWay Settembre 2011 LA METODOLOGIA DELLA RICERCA Diennea MagNews ha commissionato a Human Highway nel

Dettagli

Il cliente multicanale, le sfide e le opportunità per la distribuzione assicurativa

Il cliente multicanale, le sfide e le opportunità per la distribuzione assicurativa Il cliente multicanale, le sfide e le opportunità per la distribuzione assicurativa I comportamenti in evoluzione dei clienti assicurativi Milano, 11 ottobre 2012 Uno scenario complesso La grande depressione

Dettagli

SUMMARY REPORT MOPAmbiente. I principali risultati della ricerca

SUMMARY REPORT MOPAmbiente. I principali risultati della ricerca SUMMARY REPORT MOPAmbiente I principali risultati della ricerca VI Rapporto Periodo di rilevazione: 3 9 Novembre 2010 Metodologia: CATI; campione n=1000 casi, rappresentativo degli italiani dai 18 anni

Dettagli

CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO

CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO 2 NOTA ECONOMICA Tenuta del consumo di prodotti per la cura del corpo e per il benessere personale. Anche nel periodo a cavallo tra il 2009 e i primi

Dettagli

CRISTINA LIVERANI Research Manager di Doxa

CRISTINA LIVERANI Research Manager di Doxa CRISTINA LIVERANI Research Manager di Doxa Buongiorno a tutti. Analizzeremo oggi alcuni dei risultati tratti dall indagine Doxa Junior&Teens, realizzata da oltre vent anni e che, in diverse occasioni,

Dettagli

Le indagini dell IID. ASSIF 17 giugno 2015

Le indagini dell IID. ASSIF 17 giugno 2015 Le indagini dell IID ASSIF 17 giugno 2015 PERCHE IID INIZIA A FARE INDAGINI? Per rispondere ad una serie di domande da parte di attori diversi Da parte del non profit (associati e non) Da parte dei donatori

Dettagli

La CSR in Italia: il punto di vista delle imprese

La CSR in Italia: il punto di vista delle imprese La CSR in Italia: il punto di vista delle imprese Paolo Anselmi Senior Vice President GfK Eurisko Milano, Assolombarda Premessa 1 Nel corso del 2008 Sodalitas ha affidato ad Eurisko il compito di realizzare

Dettagli

Modulo 1. La Mia Storia/ Le Mie Domande

Modulo 1. La Mia Storia/ Le Mie Domande Modulo 1 La Mia Storia/ Le Mie Domande FINALITÀ Il ciclo di attività si propone di stimolare gli studenti a ricostruire la propria storia formativa, individuandone gli aspetti più salienti e a riflettere

Dettagli

i percorsi del design

i percorsi del design i percorsi del design di Class Editori dal 17 al 22 Aprile 2012 vi invita ai percorsi della comunicazione multimediale del design Salone Internazionele del Mobile Eurocucina Salone Internazionale del Bagno

Dettagli

LA CRISI RAFFREDDA L ENTUSIASMO DEI MANAGER ITALIANI PER LA CORPORATE RESPONSIBILITY

LA CRISI RAFFREDDA L ENTUSIASMO DEI MANAGER ITALIANI PER LA CORPORATE RESPONSIBILITY LA CRISI RAFFREDDA L ENTUSIASMO DEI MANAGER ITALIANI PER LA CORPORATE RESPONSIBILITY 1 Quasi dimezzate rispetto al 2009 le imprese che considerano la Corporate Responsibility come parte integrante della

Dettagli

Alla domanda Quali sono secondo te le Nuove Tecnologie?, le risposte degli intervistati si distribuiscono come evidenziato dal Grafico 1.

Alla domanda Quali sono secondo te le Nuove Tecnologie?, le risposte degli intervistati si distribuiscono come evidenziato dal Grafico 1. RISULTATI INTERVISTE INTERNET GENERATION Allo scopo di valutare l impatto delle KMT sui pre-adolescenti, rispetto alle dimensioni di naturalizzazione, interattività, empowerment e gap culturale, sono state

Dettagli

3.7 L affidabilità delle fonti

3.7 L affidabilità delle fonti 3.7 L affidabilità delle fonti Un altro aspetto indagato dal questionario riguarda i criteri con cui i giovani adulti valutano l affidabilità di una fonte informativa, in particolar modo quando riferita

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Comunicato Stampa. Presentato al Salone del Risparmio 2016 l Osservatorio Risparmi delle Famiglie - 20 edizione

Comunicato Stampa. Presentato al Salone del Risparmio 2016 l Osservatorio Risparmi delle Famiglie - 20 edizione Comunicato Stampa Milano, 7 aprile 2016 GfK Italia Via Tortona, 33 20144 Milano Chiara Gallina Marketing & Communication T +39 02 8705 3340 chiara.gallina@gfk.com Prometeia Via Marconi, 44 40122 Bologna

Dettagli

Premessa Questionario DOCENTI - n. 90 partecipanti.

Premessa Questionario DOCENTI - n. 90 partecipanti. Premessa Tutti i questionari sono stati somministrati on line; a questa regola hanno fatto parziale eccezione solo quelli dei genitori per l ovvio motivo della difficoltà di averli a scuola, per cui in

Dettagli

Media Monthly Report Gennaio 2010

Media Monthly Report Gennaio 2010 Media Monthly Report Gennaio 2010 Media Monthly Report Gennaio 2010 The Nielsen Company, Media Indicatori macroeconomici Andamento dei consumi Investimenti pubblicitari Audience tv e Internet Clicca qui

Dettagli

Rapporto sulla pubblicità ambientale in Italia

Rapporto sulla pubblicità ambientale in Italia Rapporto sulla pubblicità ambientale in Italia Sintesi Osservatorio Comunicazione e Informazione Ambientale (CIA) in collaborazione con Introduzione L attenzione verso l ambiente non è mai stata così alta

Dettagli

Un fattore decisivo per il vostro business è far arrivare il vostro messaggio al giusto pubblico.

Un fattore decisivo per il vostro business è far arrivare il vostro messaggio al giusto pubblico. Un fattore decisivo per il vostro business è far arrivare il vostro messaggio al giusto pubblico. Per raggiungere i vostri obiettivi affidatevi a dei professionisti. UFFICI STAMPA PR WEB UFFICI STAMPA

Dettagli

Newsletter Novembre 2012

Newsletter Novembre 2012 Newsletter Novembre 2012 Milano, 12 novembre 2012 Gent. IRO, con l avvicinarsi della fine di un anno che ha visto perdurare forti difficoltà nel contesto economico e finanziario, abbiamo ritenuto interessante

Dettagli

RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITÀ ANNO 2012

RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITÀ ANNO 2012 BENESSERE CASA BELLEZZA RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITÀ ANNO 2012 Il potenziale imprenditoriale in Italia in tempo di crisi RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITÀ IN EUROPA E IN ITALIA ANNO 2012 CASA

Dettagli

(All) Digital Monitor

(All) Digital Monitor (All) Digital Monitor 1 Trend TV Digitale Il rilevamento del Digital Monitor effettuato fra Febbraio e Marzo del 2013 fotografa una fase ormai matura della digitalizzazione televisiva, con le ultime tappe

Dettagli

Traccia per Focus Group

Traccia per Focus Group Traccia per Focus Group Introduzione per i docenti Gentili docenti, un ringraziamento anticipato, e non di circostanza, per la vostra collaborazione all'attività di approfondimento della sperimentazione.

Dettagli

Monitor Marca 2009 Si avvertono i segnali della fine della fase critica ABSTRATC INDAGINE

Monitor Marca 2009 Si avvertono i segnali della fine della fase critica ABSTRATC INDAGINE Dicembre 2009 presentazione Monitor Marca 2009 Si avvertono i segnali della fine della fase critica ABSTRATC INDAGINE Il quadro economico provinciale: le prospettive E ritiene che nel futuro la situazione

Dettagli

Bottega del Terzo Settore

Bottega del Terzo Settore Bottega del Terzo Settore 1 Finalità del progetto La Bottega del Terzo Settore (in sintesi BTS) deve essere un luogo ed un progetto di contaminazione tra Terzo Settore e Comunità, e prima ancora tra Terzo

Dettagli

Mi Piace! LE NUOVE FRONTIERE DEL MARKETING

Mi Piace! LE NUOVE FRONTIERE DEL MARKETING Mi Piace! Tutti i segreti del web marketing che le aziende devono conoscere per non perdere terreno nel complesso mondo di internet 2.0 Dario Dossena Che cosa c è dietro un mi piace? Qualsiasi cosa sia,

Dettagli

IL COLLOQUIO DI ORIENTAMENTO

IL COLLOQUIO DI ORIENTAMENTO IL COLLOQUIO DI ORIENTAMENTO Definizione Le finalità del colloquio Il contesto del colloquio Il ruolo dell orientatore La struttura del colloquio La fase di accoglienza Cenni sugli strumenti 1 Che cos

Dettagli

C E N S I S OUTLOOK ITALIA. Clima di fiducia e aspettative delle famiglie italiane nel 2 semestre 2013

C E N S I S OUTLOOK ITALIA. Clima di fiducia e aspettative delle famiglie italiane nel 2 semestre 2013 C E N S I S OUTLOOK ITALIA Clima di fiducia e aspettative delle famiglie italiane nel 2 semestre 2013 Roma, 16 ottobre 2013 - Sono sempre più numerose le famiglie che non riescono a far fronte alle spese

Dettagli

Retail & Consumer Summit 2011

Retail & Consumer Summit 2011 www.pwc.com/it Retail & Consumer Summit 2011 La gestione della discontinuità e del cambiamento: sfide e opportunità 11 ottobre 2011 1 1 Discontinuità nei consumi: come sta cambiando il comportamento d

Dettagli

SMART TV: IL PRODOTTO DEL FUTURO? GfK Group Smart TV 03/05/2013

SMART TV: IL PRODOTTO DEL FUTURO? GfK Group Smart TV 03/05/2013 SMART TV: IL PRODOTTO DEL FUTURO? 1 Metodologia Campione: 800 interviste, rappresentative degli italiani dai 30 ai 54 anni, utenti di internet negli ultimi 3 mesi Interviste su Panel Dialogatore di GfK

Dettagli

INDAGINE APRILE 2016

INDAGINE APRILE 2016 INDAGINE APRILE 2016 COMUNICATO STAMPA MILANO, 1 APRILE 2016 La crisi è passata anzi no, italiani confusi rispetto alla crisi e alla sua durata: il 33% degli intervistati ritiene che sia in atto una debole

Dettagli

Indice di Benessere Finanziario ING Bank: prosegue il trend positivo che dai 42,2 punti dello scorso autunno sale ai 42,5 di questa primavera

Indice di Benessere Finanziario ING Bank: prosegue il trend positivo che dai 42,2 punti dello scorso autunno sale ai 42,5 di questa primavera COMUNICATO STAMPA Indice di Benessere Finanziario ING Bank: prosegue il trend positivo che dai 42,2 punti dello scorso autunno sale ai 42,5 di questa primavera Milano, 06 luglio 2015 - Secondo l ultima

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E GLI ENTI COOPERATIVI Divisione VIII PMI e Artigianato Indagine

Dettagli

Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2010 COMUNICARE DOMANI

Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2010 COMUNICARE DOMANI Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2010 COMUNICARE DOMANI Milano, 30 Giugno 2010 Scaricato da www.largoconsumo.info Il mercato della comunicazione mondiale Le previsioni per

Dettagli

Indagine Settembre 2015

Indagine Settembre 2015 Pubblicazione mensile A cura della Comunicazione Corporate di Findomestic Banca spa in collaborazione con IPSOS Indagine Settembre 2015 Dati rilevati nel mese di Agosto 2015 Milano, 1 settembre Comunicato

Dettagli

Human Highway per Tomato / Contactlab E-MAIL MARKETING 2008 CONSUMER REPORT

Human Highway per Tomato / Contactlab E-MAIL MARKETING 2008 CONSUMER REPORT Human Highway per Tomato / Contactlab 1 ContactLab L evoluzione dell e-mail marketing ContactLab è la Business Unit di Tomato Interactive specializzata in servizi e soluzioni di e-mail e digital marketing.

Dettagli

CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO

CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO 2 NOTA ECONOMICA Ripresa sostenuta dei consumi cosmetici nel 2010 nonostante le tensioni sulle propensioni d acquisto di larghe fasce di consumatori.

Dettagli

PROGETTO CHIOCCIOL@.IT

PROGETTO CHIOCCIOL@.IT PROGETTO CHIOCCIOL@.IT Premessa: Secondo una ricerca condotta da Skuola.net, in Italia un giovane su tre (nella fascia di età che va dagli undici ai venti anni) sarebbe sempre connesso ai social network.

Dettagli

L impegno sociale delle aziende in Italia: Rapporto 2010 (Abstract)

L impegno sociale delle aziende in Italia: Rapporto 2010 (Abstract) INDICE L impegno sociale delle aziende in Italia: Rapporto 2010 (Abstract) Nota metodologica Le aziende attive nel sociale L importo dei finanziamenti Le iniziative finanziate Le modalità di intervento

Dettagli

Toyota: come riconquistare la fiducia dei clienti

Toyota: come riconquistare la fiducia dei clienti Toyota: come riconquistare la fiducia dei clienti La Toyota è nella bufera. Nelle ultime settimane sono arrivati i richiami di 7 modelli di auto potenzialmente difettose, misure di controllo attivate negli

Dettagli

Reputazione online. Andrea Barchiesi, CEO Reputation Manager andrea.barchiesi@reputation-manager.it NEL CORSO DEL WEBINAR SCOPRIRAI:

Reputazione online. Andrea Barchiesi, CEO Reputation Manager andrea.barchiesi@reputation-manager.it NEL CORSO DEL WEBINAR SCOPRIRAI: Reputazione online NEL CORSO DEL WEBINAR SCOPRIRAI: FONDAMENTI DI COMUNICAZIONE DIGITALE: LE REGOLE DEL WEB NUOVI OBIETTIVI DI COMUNICAZIONE: DAL BRAND ALL IDENTITÀ DIGITALE DEFINIZIONE DI WEB REPUTATION

Dettagli

Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups

Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups I Quadrimestre 2014 Roma, luglio 2014 I risultati del questionario per la rilevazione del Sentiment del mercato immobiliare Primo Quadrimestre 2014

Dettagli

Indagine su imprese e assicurazioni. Report dei risultati

Indagine su imprese e assicurazioni. Report dei risultati Indagine su imprese e assicurazioni Report dei risultati ITA045 Maggio 2012 Management summary_1 BACKGROUND E OBIETTIVI Il Giornale delle Assicurazioni, in occasione del convegno Assicurazioni e Sistema

Dettagli

Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani

Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani Il Comune di Bologna promuove l impegno di tutti per la cura e la gestione dei beni

Dettagli

Indagine Gennaio 2016

Indagine Gennaio 2016 Pubblicazione mensile A cura della Comunicazione Corporate di Findomestic Banca spa in collaborazione con IPSOS Indagine Gennaio 2016 Dati rilevati nel mese di Dicembre 2015 Milano, 8 gennaio Comunicato

Dettagli

Roma, 28 Novembre 2013. VI Forum QualEnergia La ricetta per (com)battere la crisi Una scossa per il Paese Di Antonio Valente

Roma, 28 Novembre 2013. VI Forum QualEnergia La ricetta per (com)battere la crisi Una scossa per il Paese Di Antonio Valente Roma, 28 Novembre 2013 VI Forum QualEnergia La ricetta per (com)battere la crisi Una scossa per il Paese Di Antonio Valente La società sta cambiando Diversi fattori stanno contribuendo al suo cambiamento

Dettagli

INNOVARE E TRASFORMARSI PER COMPETERE LA FORMAZIONE DI LIQUID PER IL CHANGE MANAGEMENT

INNOVARE E TRASFORMARSI PER COMPETERE LA FORMAZIONE DI LIQUID PER IL CHANGE MANAGEMENT INNOVARE E TRASFORMARSI PER COMPETERE LA FORMAZIONE DI LIQUID PER IL CHANGE MANAGEMENT Introdurre nuove competenze e applicarle rapidamente al ruolo per ottenere risultati rapidi e tangibili sul business:

Dettagli

Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione

Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione III trimestre 214 Rapporto in sintesi Secondo l ultimo Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione, in diversi Paesi l inflazione attesa dai

Dettagli

Servizio Assistenza tecnica e supporto al funzionamento Osservatorio Regionale per la Formazione Continua Rif.to contratto rep. n. 1236 del 24.09.

Servizio Assistenza tecnica e supporto al funzionamento Osservatorio Regionale per la Formazione Continua Rif.to contratto rep. n. 1236 del 24.09. Servizio Assistenza tecnica e supporto al funzionamento Osservatorio Regionale per la Formazione Continua Rif.to contratto rep. n. 1236 del 24.09.2013 FASE 1.a ) Stabilizzazione delle articolazioni territoriali

Dettagli

Bambini e Nuovi Media: una ricerca di People per Terre des Hommes

Bambini e Nuovi Media: una ricerca di People per Terre des Hommes Bambini e Nuovi Media: una ricerca di People per Terre des Hommes Come vedono i new media i bambini? E quanto i genitori sono in grado di capire e normare il rapporto, spesso caldissimo dei loro figli

Dettagli

Le biomasse al test convenienza

Le biomasse al test convenienza Luglio / Agosto 2012 - Anno 5 - Numero 45 24 Le biomasse al test convenienza Nel settore termico investire in bioenergie è sempre un affare. Nella generazione di elettricità, invece, il vantaggio è legato

Dettagli

Osservatorio Non Food XII Ediz. Anno 2014 (dati anno solare 2013)

Osservatorio Non Food XII Ediz. Anno 2014 (dati anno solare 2013) Osservatorio Non Food XII Ediz. Anno (dati anno solare ) Abstract A cura di Marco Cuppini, Research and Communication Director In collaborazione con TRADELAB Prefazione Il presente Rapporto sulla distribuzione

Dettagli

Consumeeting 2013. Consumatori, Imprese e Istituzioni: idee a confronto

Consumeeting 2013. Consumatori, Imprese e Istituzioni: idee a confronto Consumeeting 2013. Consumatori, Imprese e Istituzioni: idee a confronto Abstract dei risultati 1 Contesto: percezioni sulla situazione economica La crisi economica continua ad essere fonte di costanti

Dettagli

OSSERVATORIO ASSIDIM 2014 GLI ITALIANI E L ATTENZIONE ALLA SALUTE

OSSERVATORIO ASSIDIM 2014 GLI ITALIANI E L ATTENZIONE ALLA SALUTE OSSERVATORIO ASSIDIM 2014 GLI ITALIANI E L ATTENZIONE ALLA SALUTE GfK Eurisko Milano, 16 Ottobre 2014 STUDIO SULLA POPOLAZIONE ITALIANA LAVORATRICE Salute e prevenzione 2 Obiettivi delle studio Esplorare

Dettagli

BORTOLUSSI: DETASSARE LE TREDICESIME AI CASSAINTEGRATI

BORTOLUSSI: DETASSARE LE TREDICESIME AI CASSAINTEGRATI BORTOLUSSI: DETASSARE LE TREDICESIME AI CASSAINTEGRATI Il costo per le casse pubbliche non dovrebbe superare i 150 milioni di euro. Secondo un sondaggio della CGIA, negli ultimi 10 anni la quota di spesa

Dettagli

Come stanno rapidamente cambiando le preferenze sulle

Come stanno rapidamente cambiando le preferenze sulle WHITE PAPER MARZO 2013 Come stanno rapidamente cambiando le preferenze sulle modalità di contatto e interazione tra utente e azienda Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente

Dettagli

1A - Attività dell Associazione Differenza Maternità. Associazione Differenza Maternità. Ampliamento del servizio "Informanascita"- linea telefonica

1A - Attività dell Associazione Differenza Maternità. Associazione Differenza Maternità. Ampliamento del servizio Informanascita- linea telefonica 1A - Attività Differenza Maternità 1 Associazione responsabile e collaborazioni. Rete/Partners coinvolti Associazione Differenza Maternità Descrizione intervento / prodotto 2 Denominazione Informamamma:

Dettagli

LA SITUAZIONE E LE PROSPETTIVE DELL ECONOMIA E DEL MERCATO DELL AUTO

LA SITUAZIONE E LE PROSPETTIVE DELL ECONOMIA E DEL MERCATO DELL AUTO Conferenza stampa LA SITUAZIONE E LE PROSPETTIVE DELL ECONOMIA E DEL MERCATO DELL AUTO Bologna, 5 dicembre 2014 Relazione di Gian Primo Quagliano, Presidente Econometrica e Centro Studi Promotor Questa

Dettagli

Professor Claudio Cacciamani Dottoressa Sonia Peron - Università di Parma -

Professor Claudio Cacciamani Dottoressa Sonia Peron - Università di Parma - Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups II Quadrimestre 2014 Milano, novembre 2014 I risultati del questionario per la rilevazione del Sentiment del mercato immobiliare Secondo Quadrimestre

Dettagli

2 OTTOBRE LA CRISI DELL ETICA PROFESSIONALE E IL MERITO

2 OTTOBRE LA CRISI DELL ETICA PROFESSIONALE E IL MERITO AIMC PIEMONTE S. DAMIANO ( convegno UCIIM) 2 OTTOBRE LA CRISI DELL ETICA PROFESSIONALE E IL MERITO Sentiamo ormai da qualche anno parlare di emergenza educativa ma io amo di più l espressione Sfida educativa

Dettagli

VI RAPPORTO SULL IMPEGNO SOCIALE DELLE AZIENDE ITALIANE

VI RAPPORTO SULL IMPEGNO SOCIALE DELLE AZIENDE ITALIANE VI RAPPORTO SULL IMPEGNO SOCIALE DELLE AZIENDE ITALIANE Abstract del rapporto statistico QUANTE SONO LE AZIENDE CHE SI IMPEGNANO PER IL SOCIALE E LA SOSTENIBILITA IN ITALIA? E PERCHE INVESTONO? Nel 2011,

Dettagli

MEDIAKIT. Suoni GPS GPS. Comunicazione. Multimediale. Comunicazione. Facebook. Facebook. YouTube. YouTube. Show. Slide. Twitter. Slide Show.

MEDIAKIT. Suoni GPS GPS. Comunicazione. Multimediale. Comunicazione. Facebook. Facebook. YouTube. YouTube. Show. Slide. Twitter. Slide Show. Comunicazione Video Testi Slide Show Twitter Brochure Linkedin Slide Portale Immagini Editoria Newsletter Show Web Portale Editoria Editoria Flickr Digitale Device Mappe Cataloghi GPS Facebook Magazine

Dettagli

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo B. Munari inside INSIDE è specializzata nella trasformazione organizzativa, nello sviluppo e nella valorizzazione del capitale umano

Dettagli

SURVEY. Credito e private equity: il punto di vista delle imprese e le tendenze in atto. 17 Luglio 2014

SURVEY. Credito e private equity: il punto di vista delle imprese e le tendenze in atto. 17 Luglio 2014 SURVEY Credito e private equity: il punto di vista delle imprese e le tendenze in atto 17 Luglio 2014 Il CLUB FINANCE La mission Il Club rappresenta a livello nazionale un centro di riferimento, di informazione

Dettagli

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko Modelli di consumo e di risparmio del futuro Nicola Ronchetti GfK Eurisko Le fonti di ricerca Multifinanziaria Retail Market: universo di riferimento famiglie italiane con capofamiglia di età compresa

Dettagli

Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione

Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione IV trimestre 213 Rapporto in sintesi I consumatori continuano a pensare che l inflazione salirà oltre i livelli attuali, sia nel breve (un anno) che

Dettagli

Domande in materia di gestione per l Amministrazione federale

Domande in materia di gestione per l Amministrazione federale Domande in materia di gestione per l Amministrazione federale Le Domande in materia di gestione sostituiscono le Direttive sulla gestione nell amministrazione federale (DGA) del 1974. Si fondano sulla

Dettagli

Carta d Identità del CNGEI

Carta d Identità del CNGEI Carta d Identità del CNGEI "Il nostro è un movimento libero, accanitamente, irriducibilmente libero da ingerenza politica, confessionale o di interesse e deve rimanere tale contro chiunque fosse di diverso

Dettagli

LA PARTECIPAZIONE POLITICA IN ITALIA

LA PARTECIPAZIONE POLITICA IN ITALIA 29 ottobre 2014 Anno 2013 LA PARTECIPAZIONE POLITICA IN ITALIA Nel 2013, circa 5 milioni e 700 mila persone (pari al 10,8% della popolazione di 14 anni e più) hanno manifestato il proprio impegno politico

Dettagli

CAPITOLO QUINTO CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE

CAPITOLO QUINTO CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE CAPITOLO QUINTO CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE A conclusione del lavoro di ricerca, si ritiene di riassumere alcune considerazioni nate alla luce sia del lavoro di documentazione, sia di quello di indagine.

Dettagli

CONVEGNO ABI DIMENSIONE CLIENTE 2009 PALAZZO ALTIERI, ROMA 10 11 MARZO FAST MOVING CONSUMERS: L IMPORTANZA DELL ULTIMO MIGLIO.

CONVEGNO ABI DIMENSIONE CLIENTE 2009 PALAZZO ALTIERI, ROMA 10 11 MARZO FAST MOVING CONSUMERS: L IMPORTANZA DELL ULTIMO MIGLIO. CONVEGNO ABI DIMENSIONE CLIENTE 2009 PALAZZO ALTIERI, ROMA 10 11 MARZO FAST MOVING CONSUMERS: L IMPORTANZA DELL ULTIMO MIGLIO (Giuseppe Minoia) 1. Grazie (o nonostante) le crisi, gli atteggiamenti dei

Dettagli

LA FORMAZIONE VINCENTE

LA FORMAZIONE VINCENTE CFMT E MANAGER LA FORMAZIONE VINCENTE Gli ultimi dati del nostro Centro di formazione del terziario confermano che i dirigenti non rinunciano a percorsi formativi. Ma cosa si chiede oggi alla formazione?

Dettagli

METODOLOGIA Scuola dell infanzia La progettazione, l organizzazione e la valorizzazione degli spazi e dei materiali

METODOLOGIA Scuola dell infanzia La progettazione, l organizzazione e la valorizzazione degli spazi e dei materiali METODOLOGIA Scuola dell infanzia La scuola dell infanzia è un luogo ricco di esperienze, scoperte, rapporti, che segnano profondamente la vita di tutti coloro che ogni giorno vi sono coinvolti, infatti

Dettagli

Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine giugno 2010

Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine giugno 2010 Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine giugno 2010 Dati rilevati nel mese di maggio 2010 Milano, 3 giugno 2010 Comunicato stampa La crescita della fiducia è bloccata dalla crisi

Dettagli

Per sviluppare le persone e i comportamenti

Per sviluppare le persone e i comportamenti Per promuovere l innovazione e il cambiamento Te.D si moltiplica Per sviluppare le persone e i comportamenti Teatro d Impresa 1. Profilo individuale: siamo accreditati Success Insights, uno strumento altamente

Dettagli

Labour market intelligence in Europa

Labour market intelligence in Europa Labour market intelligence in Europa di Mara Brugia* e Antonio Ranieri** Dal nostro punto di osservazione che è quello di chi guarda all insieme del sistema europeo della formazione professionale e del

Dettagli