Con il Wireless verso l integrazione dei mondi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Con il Wireless verso l integrazione dei mondi"

Transcript

1 Con il Wireless verso l integrazione dei mondi RFID Lab - CATTID Centro per le Applicazioni della Televisione e delle Tecniche di Istruzione a Distanza Università di Roma Sapienza Prof. Carlo Maria Medaglia

2 CATTID

3 RFID Lab Direttore Scientifico: Prof. Gianni Orlandi Coordinatore Scientifico: Prof. Carlo Maria Medaglia Centro per le Applicazioni della Televisione e delle Tecniche d Istruzione a Distanza (CATTID), Direttore Prof. Ugo Biader Ceipidor Dipartimento di Scienza e Tecnica dell Informazione e della Comunicazione (InfoCom), Dir. Prof. G. Orlandi. Dipartimento di Logistica e Gestione Merci, Fac. Economia, Dir. Prof. E. Chiacchierini Centro Trasporti e Logistica (CTL), Fac. Ingegneria, Dir. Prof. F. Filippi Dipartimento di Ingegneria Elettronica, Fac. Ingegneria, Dir. Prof. M. Marietti Pictorial Computing Laboratory (PCL), Fac. Scienze MM FF NN, Dir. Prof. S. Levialdi Dipartimento di Ingegneria dell impresa, Fac. Ingegneria, Università Tor Vergata, gruppo di ricerca su operations management, Prof. M. Schiraldi Centri di ricerca RFID: JRC di Ispra, Lab ID Castellanza, RFId Lab Parma, DIBE Genova, ecc...

4 Sponsor & Partner Gold Sponsor Silver Sponsor Partners

5 Topic del Lab RFID: Proximity/Vicinity LF, HF, UHF (->μw), UWB NFC (Near Field Communication) Tecnologie Wireless per realizzazione di Wireless Sensor Network e la geolocalizzazione PAN: Bluetooth, ZigBee WLAN: WiFi

6 Aree di ricerca del Lab Wireless per la disabilità Tecnologie per i beni culturali e Turismo Tecnologie per la Sanità Tecnologia per l Agricoltura di Precisione Tracciabilità Agroalimentare Pubblica Amministrazione / Utilità Logistica e Processi.

7

8 Real Time Locating System (RTLS) Con il termine RTLS si indicano i sistemi automatici, che sono in grado di controllare la posizione di beni e persone. Un sistema RTLS è composto da tags attivi e passivi a radiofrequenza, per identificare e localizzare un bene

9 Location Based Service Immagine tratta da Location based service (Kupper, Wiley & sons, 2005)

10 Location Based Service 1 km 100 m Telecomunicazioni accuratez za 10 m 1 m GPS / A-GPS Localizzazione Wi-Fi RFID Attivo 10 cm UWB RFID passivo 1cm Spazi Aperti Semi urbani Urbani Edifici Stanze Oggetti

11 Location Based Service Sanità Localizzazione di strumenti mobili per tracciare il loro utilizzo (elettroencefalografo, rianimazione, TAC, etc.) Localizzazione dei pazienti Localizzazione Stock farmaci, materiali pericolosi, protesi Turismo / Mercato Consumer Guide turistiche location - aware Marketing Virale Geo-Dating

12 Location Based Service Porti/Aeroporti/Interporti Localizzazione e Tracciamento di Container Localizzazione e Tracciamento dei Bagagli Localizzazione e Tracciamento del personale e monitoraggio aree riservate Sicurezza dei beni di valore e/o pericolosi Beni: Materiali radioattivi, tossici, oro/preziosi. Persone: bambini, detenuti, lavoratori in zone a rischio, APSA

13 Programma Elisa Wi-MOVE

14

15 Cos è l NFC NFC (Near Field Communication) è una tecnologia di comunicazione wireless a corto raggio che permette a due dispositivi in stretto contatto di scambiarsi dati. Il protocollo NFC è stato sviluppato congiuntamente da Sony e Philips nel Al momento l NFC Forum conta più di 120 membri tra cui Nokia, Motorola, Visa, Mastercard, etc. NFC è il risultato della combinazione di due tecnologie: Mobile (GSM) e Contactless (ISO 14443).

16 Cos è la tecnologia contactless

17 Perché i servizi contactless su mobile? Telefoni cellulari: Alta penetrazione Dispositivi personali Carte contactless: Semplicità d uso Infrastruttura in crescita Domanda di nuovi servizi Il connubio perfetto! Benefici: Interfaccia utente personale verso il mondo contactless Connettività alla rete GSM/3G e ad Internet L utente è in grado di interagire con l applicazione Possibili nuovi scenari d uso (acquisto biglietti via OTA) Fase I Micropagamenti (acquisto biglietti -autobus, cinema, etc.-) Fase II Macropagamenti (acquisti al punto vendita anche per importi consistenti)

18 Come funziona l NFC Un cellulare NFC è composto da: una CPU un antenna un chip NFC un Secure Element Il Secure Element può essere: integrato nel telefono (S2C) integrato nella SIM card (SWP) integrato in una card SD Chip NFC CPU SWP S2C Antenna NFC ISO 7816 SE

19 Applicazioni NFC NFC per Turisti: La serie SIMpli (Select SIMagine 2008 e 2009) SIMpliCity un sistema NFC per la mobilità dei cittadini in grado di guidare le persone (sia locali che turisti) all interno della città, fornendo informazioni su ristoranti, negozi, uffici e servizi pubblici. SIMpliTravel un set di applicazioni Java per comprare e validare biglietti dei trasporti pubblici, composto da tre MIDlets (NFCTicketing, Validate, Verifier) e una Cardlet (TicketingCardlet). SIMpliPay un applicazione di mobile payment NFC based, che gestisce il borsellino elettronico del turista. SIMpliAccess un applicazione di controllo accessi per il download OTA e la gestione di Chiavi (ad esempio Alberghi, rent a car).

20 StoLPaN Dolomiti Trial Applicazioni di infotainment basate su tag NFC Dove: Falcade, Belluno (Dolomiti) Quando: Dicembre 2008 / Maggio 2009 Target: turisti e abitanti del luogo Scenari d uso Smart Poster: informazioni sul meteo, sui ristoranti della zona, sulla città di Falcade e sugli impianti sciistici Loyalty Prenotazione ristoranti

21

22 Caratteristiche delle WSN Facile dislocazione Le WSN possono contenere un grande numero di nodi; I nodi possono lavorare simultaneamente in maniera cooperativa. Ridondanza In caso di guasti di uno o più nodi, la comunicazione della rete non subisce danni grazie alla ridondanza spaziale. Accuratezza Maggiori sensori implicano maggiori dati,ossia maggiori capacità di riprodurre fedelmente un ambiente reale.

23 Le WSN aprono nuovi, sorprendenti scenari: Monitoraggio pervasivo di ambienti e strutture; Intelligenza massiva distribuita; Orizzonti urbani intelligenti. Nuovi oggetti entrano a far parte del mondo reale: Connessi: Internet delle cose Autonomi: CPU locale, memoria locale, applicazione locale Sensibili all ambiente: sensori Chipcon development Kit Sun Spot

24 Perche Questo Intervento???? RFID: Towards the Internet of Things, June 2007, Berlin On RFID: The Next Step to the Internet of Things, November 2007, Lisboa On RFID: The Next Step to the Internet of Things, October 2008, Nice

25 The Internet of Things

26 The Internet of Things The Internet of Things è un concetto introdotto dal Auto-ID center del MIT ed è strettamente correlato sia con il concetto di RFID che con quello di Electronic Product Code (EPC) all about physical items talking to each other.. Come sul concetto di RFID, anche attorno a quello di Internet of things c e sempre stato molta confusione circa il suo reale significato e le sue applicazione in vari contesti sociali.

27 The Internet of Things Adesso il concetto di Internet of Things è fortemente influenzato dagli sviluppi sia nei campi dell ubiquitous network and computing sia nel campo dell Internet del Futuro. We are heading into a new era of ubiquity, where the users of the Internet will be counted in billions, and where humans may become the minority as generators and receivers of traffic. Changes brought about by the Internet will be dwarfed by those prompted by the networking of everyday objects UN report

28 The Internet of Things Questo Concetto è anche centrale nel pensiero della commisione sul RFID e di conseguenza anche sui fondi di ricerca del 7 Programma Quadro. a new phase of the Information Society the Internet of Things in which the web will not only link computers but potentially every object created by mankind. Viviane Reading On RFID: The next step to The Internet of Things Lisbon Conference 2007

29 The Internet and The Internet of Things The BLED Declaration 1 and other supporting statements, assert that the Internet of Things is expected to be an integral part of the next or future generation Internet Service-oriented architecture (SOE), exploiting integration with Internet and interfacing with wide ranging edge technologies and associated networks is a key objective.

30 CASAGRAS FP7 SUPPORT ACTION CASAGRAS (Coordination And Support Action for Global RFID-related Activities and Standardisation ) aim: To provide an incisive framework of foundation studies that can assist in influencing and accommodating international issues and developments concerning radio frequency identification (RFID) and the emerging Internet of Things, particularly with respect to standards and regulations

31 CASAGRAS FP7 SUPPORT ACTION CASAGRAS General Objectives: To provide: A platform for international collaboration on all aspects of standards and regulations relating to RFID and The Internet of Things A framework and supporting documentation for incisive and analytical review of international RFID standards Recommendations with respect to international standardisation and regulatory developments for RFID Recommendations with respect to applications methodologies and positioning Recommendations for future research and development and international collaboration Recommendations to encourage participation of SMEs An on-going collaborative research platform for RFID

32 INTERNET OF THINGS - ARCHITECTURE Smart Cards NFC Sensors 2D Codes RTLS Interrogator / Gate way device Bar Code GPS

33 INTERNET OF THINGS - ARCHITECTURE Internet of Things Name Server Resolver Recursive Name Server Resolver Recursive Name Server Resolver Recursive Recursive Name Server Root Resolver Recursive Recursive Name Server Resolver Name Server Interface Name Server Local Cache Data Repository Access Process Component of Internet of Things Internet accessible data and processes supporting local request & response modes with subscriber authentication Data Repository Query Interface Local Data Repository Data Repository Capture Interface Data Management Process Internal Operational Database Data Commands & Responses Data Management Interface Sensor Commands & Responses Data Encoding Data Decoding Common Platform Sensor Processing Network Management Functions Device Interface Device Management Security Radio Regulations Conformance Performance RFID Interrogator Air Interface RFID Tag Health & Safety Smart Card Near Field Communication Other mobile phone Enterprise System Sensor

34 INTERNET OF THINGS - VISION Services Disaster/crisis management Structural health Logistics, SCM monitoring Agricultural control Disaster Surveillance Military Field Applications/Services U-Health care Directory service Access Network Management Access Network Ubiquitous web services Access Network Context modeling and management Access Network Middleware Contents management Spatial info management Access Network NGN, Internet, etc. Access Gateway Mobile RFID Reader RFID Reader SN Gateway Sensor node SN Gateway RFID/Sensor Networks RFID/Sensor Networks SN Gateway Source: ETRI

35 INTERNET OF THINGS - VISION P D A P C T V Hum a n-to-obje c t C om m unic a tion Ve h ic l e Ho m e Ap p lia n c e s RF I D t a g S e n so r s Ca m e r a Hum a n-to -Hum a n C om m unic a tion Da t a b a se, We b, a p p lica t io n se r v e r Obje c t-to-obje N G N c t C o m m unic a tion We a r a b le P C Mo b il e P h o n e Hum a n-to-obje c t C om m unic a tion S m a r t Ca r d T e le m a t ic s, N a v ig a t i o n De v ice Me d ic a l De v ice Ho m e se r v e r, g a te w a y Source: Chaesub Lee, ITU-T Hum a ns w ith Atta c he d De vic e s Ubiquitous N e tw orking Obje c ts (Re m ote Monitoring a nd Inform a tion De vic e s )

36 INTERNET OF THINGS - VISION Ubiquito us N e tw orking U- P la tfor m U- N e tw o r k C onne c tivi ty N G N U- C onte nts U- De vic e s S e a m le s s Inte rc o nne c tio n be tw e e n Hum a ns a nd Obje c ts Re a lity Inte llig e nc e C o nve rg e nc e C o nte nts C o m puting C o m m unic a tio n C o nne c tivity 5 C +5 An y Any T im e Any Whe re Any S e rvic e Any N e tw o rk Any De vic e IT (I n f o r m a t io n T e c h n o lo g y ) F us io n Re vo lutio n F us io n He a lth E xte ns io n of S upply S e rvic e s C ha in to Othe r Indus trie s B e yond the IT Indus try B uilding C T B T N T L ife E duc a tio n (Co n t e n t T e c h n o lo g y ) (Bio T e c h n o lo g y ) (N a n o T e c h n o lo g y ) Dis a s te r S a fe ty T ra ns porta ti o n Source: Chaesub Lee, ITU-T

37 INTERNET DELLA COSE LE SFIDE The need to analyse the concept for connected objects to determine a more appropriate framework for applications and a strategy for migration to future structures. The need to exploit the existing and evolving Internet / next generation Internet structure The need for a harmonised system of globalised identification coding that accommodates Internet (extended IPv4 and IPv6 coding) new domain allocation potential Universal Resource Naming (URN) and object identifiers (OIDs) The need to further consider the layered structure and associated application programming interfaces (APIs) The need to consider new classes of event-driven middleware to accommodate event filtering and management requirements precipitated by expanding edge-technology based applications.

38 INTERNET DELLA COSE LE SFIDE Alignment and exploitation of developments in ubiquitous computing and networks Specific issues concerning edge technologies and the physical world The need for a universal data appliance protocol standard (UDAPS) The role of RFID and networked structures within the Internet of Things The categorisation and specification of functionality and performance requirements for an Internet of Things, including caching and caching support requirements. Network security and resilience with respect to access and network attack. The governance issues concerning the Internet of Things. The extent to which EPCglobal developments are fulfilling these needs in respect of the Internet of Things. Areas of on-going research to underpin and progress the networking concepts for the Internet of Things and associated technologies. The need for item- or object-attendant ICT principles and methodology

39 ICT WorkProgramme Il VII PQ avrà a disposizione un budget di milioni di Euro (50,521 Miliardi), cosi ripartiti sui programmi specifici (che sono descritti in dettaglio piu avanti):

40 ICT WorkProgramme INTERNET OF THINGS AND APPLICATIONS Challenge 1: Pervasive and Trustworthy Network and Service Infrastructure (557M ) 1.1 The Network of The Future (190 M ) 1.3 Internet of Things and enterprise Environments (37M ) Challenge 6: ICT for Mobility, Enviromental Sustenability and Energy Efficiency (154 M )

41 Grazie per l attenzione Prof. Carlo Maria Medaglia -

42 The Internet of Things (Commission View) Stark contrast between the broad rhetoric of those who speak of the Internet of Things and the narrow agenda that exists to put Europe on track for the Internet [1] Despite the amount of attention and expenditure on research no clear specification has yet appeared for the Internet of Things Significant attention to component parts: Significant attention to EPC-based developments Significant attention to Internet developments Growing attention to edge technologies Significant attention to services and service-oriented architecture Responding to trends in ICT [1] Santucci, G (2008) Policy and Technological Drivers in the Internet of Things, Internet of Things 2008 Conference, Zurich, 27 March 2008 (http:www.iot2008.org/)

43 The Internet of Things (Commission view) The Internet of Things viewed as a network for communicating devices and based upon four degrees of sophistication, involving: Purely passive devices (RFID) that yield fixed data output when queried Devices with moderate processing power to format carrier messages, with the capability to vary content with respect to time and place Sensing devices that are capable of generating and communicating information about environment or item status when queried Devices with enhanced processing capability that facilitate decisions to communicate between devices without human intervention introducing a degree of intelligence into networked systems * European Commission (2007) From RFID to the Internet of Things Pervasive networked systems

RFID: Il Primo Passo Verso L Internet delle Cose (RTLS, WSN, NFC)

RFID: Il Primo Passo Verso L Internet delle Cose (RTLS, WSN, NFC) RFID: Il Primo Passo Verso L Internet delle Cose (RTLS, WSN, NFC) RFID Lab - CATTID Centro per le Applicazioni della Televisione e delle Tecniche di Istruzione a Distanza Università di Roma Sapienza Prof.

Dettagli

Direttore : Professor Ugo Biader Ceipidor

Direttore : Professor Ugo Biader Ceipidor Direttore : Professor Ugo Biader Ceipidor Direttore Scientifico RfidLab: Professor Gianni Orlandi Coordinatore scientifico: Professor Carlo Maria Medaglia Fondatori dell RFID Lab Direttore Scientifico:

Dettagli

Un nuovo spazio per l RFID

Un nuovo spazio per l RFID Un nuovo spazio per l RFID 2 C.A.T.T.I.D. Labs Il C.A.T.T.I.D., (Centro delle Applicazioni Televisive e delle Tecniche di Istruzione a Distanza), diretto dal Prof. Ugo Biader Ceipidor, ospita quattro laboratori,

Dettagli

NFC: Il Nuovo Traguardo del Mobile

NFC: Il Nuovo Traguardo del Mobile NFC: Il Nuovo Traguardo del Mobile Tecnologia e scenari applicativi in ambito trasporti e pagamenti Alice Moroni CATTID Sapienza Università di Roma I Laboratori del CATTID All'interno del CATTID, diretto

Dettagli

Padova Smart City. Internet of Things. Alberto Corò

Padova Smart City. Internet of Things. Alberto Corò Padova Smart City Internet of Things Alberto Corò Padova 16 ottobre 2013 Smart City Le smart cities ("città intelligenti") possono essere classificate lungo 6 aree di interesse: Economia Mobilità Ambiente

Dettagli

Tipologie di sensori e di estrazione automatica di dati

Tipologie di sensori e di estrazione automatica di dati Tipologie di sensori e di estrazione automatica di dati Prof. Gianluigi Ferrari Wireless Ad-hoc and Sensor Networks Laboratory http://wasnlab.tlc.unipr.it gianluigi.ferrari@unipr.it Dig.it 2014 - Giornalismo

Dettagli

Internet delle Cose: Un primo paradigma per le città intelligenti. GCE Med Bari 12_11_2012

Internet delle Cose: Un primo paradigma per le città intelligenti. GCE Med Bari 12_11_2012 Internet delle Cose: Un primo paradigma per le città intelligenti GCE Med Bari 12_11_2012 Cubit CUBIT - Consortium Ubiquitous Technologies nasce nel 2007 per volontà di: Dipartimento di Ingegneria dell

Dettagli

Genova, Port & Shipping Tech 2011 Smart city & city logistics: soluzioni tecnologiche per una smart governance della città. I casi di Pisa e Parma.

Genova, Port & Shipping Tech 2011 Smart city & city logistics: soluzioni tecnologiche per una smart governance della città. I casi di Pisa e Parma. Genova, Port & Shipping Tech 2011 Smart city & city logistics: soluzioni tecnologiche per una smart governance della città. I casi di Pisa e Parma. Paolo Lanari / CEO paolo.lanari@infomobilitysuite.com

Dettagli

Mobile Payment. Aspetti tecnici ed interoperabilità dei sistemi. Alice Moroni CATTID Sapienza Università di Roma

Mobile Payment. Aspetti tecnici ed interoperabilità dei sistemi. Alice Moroni CATTID Sapienza Università di Roma Mobile Payment Aspetti tecnici ed interoperabilità dei sistemi Alice Moroni CATTID Sapienza Università di Roma I Laboratori del CATTID All'interno del CATTID, diretto dal Prof. Ugo Biader Ceipidor, operano

Dettagli

Near Field Communication

Near Field Communication Near Field Communication Carlo Maria Medaglia Forum PA 2007 Roma 25 Maggio 2007 Cos è l NFC? Near Field Communication (NFC) è una tecnologia senza contatto a corto raggio Considerata la 2^ generazione

Dettagli

Lo scenario industriale

Lo scenario industriale Internet of things e nuove tecnologie per l'automazione industriale Fabbrica Futuro Verona 27/6/2013 Lo scenario industriale Fonte: Banca d Italia. Dicembre 2009 Lo scenario industriale A livello aziendale

Dettagli

Bandi FP7 e MIUR Smart Cities: corrispondenze. Carola Aiello Ufficio Valorizzazione Ricerca Scientifica e Innovazione

Bandi FP7 e MIUR Smart Cities: corrispondenze. Carola Aiello Ufficio Valorizzazione Ricerca Scientifica e Innovazione Bandi FP7 e MIUR Smart Cities: corrispondenze Carola Aiello Ufficio Valorizzazione Ricerca Scientifica e Innovazione Una palestra per allenarsi in vista dei bandi europei Bandi Smart Cities usciti a marzo

Dettagli

Internet of things : il 3.0 della P.A.

Internet of things : il 3.0 della P.A. a cura di Carlo Maria Medaglia, Barbara Chicca e Lorenzo Orlando Laboratorio Logos - Cattid Internet of things : il 3.0 della P.A. Come la rete dei sensori può rivoluzionare il modo di concepire Internet

Dettagli

Le tecnologie RFID. Pubblica Amministrazione vs Aziende

Le tecnologie RFID. Pubblica Amministrazione vs Aziende Le tecnologie RFID Pubblica Amministrazione vs Aziende Giornata RFId Ministero Comunicazioni, Federcomin, Fondazione Ugo Bordoni Sala Giunta Confindustria 5 dicembre 2006 RFID Lab del CATTID (Centro Applicazioni

Dettagli

Iris and SJU Project P15.2.6 Iris Public Event 04/02/2013 University of Salzburg Unipark P. Tavernise P15.2.6 PM. Ref.:

Iris and SJU Project P15.2.6 Iris Public Event 04/02/2013 University of Salzburg Unipark P. Tavernise P15.2.6 PM. Ref.: Iris and SJU Project P15.2.6 Iris Public Event 04 University of Salzburg Unipark P. Tavernise P15.2.6 PM R Content Project 15.2.6: Main objective Project 15.2.6: Project in brief Project 15.2.6: Specific

Dettagli

SC D2 Information Technology and Telecommunication. General session e SC meeting 2012

SC D2 Information Technology and Telecommunication. General session e SC meeting 2012 Information Technology and CIGRE Comitato Nazionale Italiano Riunione del 29 Ottobre 2012 General session e SC meeting 2012 Chairman Carlos Samitier(ES) Segretario Maurizio Monti(FR) Membership 24 membri

Dettagli

Interoperabilità dei sistemi di identificazione RFID e Contactless. P&STech Genova 22/11/2010

Interoperabilità dei sistemi di identificazione RFID e Contactless. P&STech Genova 22/11/2010 Internet of Things: Interoperabilità dei sistemi di identificazione RFID e Contactless P&STech Genova 22/11/2010 Marco Magnarosa CUBIT CUBIT Consortium Ubiquitous it Technologies nasce nel 2007 per volontà

Dettagli

Smart Cities e Internet of Things

Smart Cities e Internet of Things Smart Cities e Internet of Things Alessandra De Paola Dipartimento di Ingegneria Chimica, Gestionale, Informatica, Meccanica Laboratorio di Intelligenza Artificiale e Sistemi Distribuiti http://www.dicgim.unipa.it/networks

Dettagli

Mobile & App Economy: i molteplici mercati abilitati. 19 Novembre 2014

Mobile & App Economy: i molteplici mercati abilitati. 19 Novembre 2014 & App Economy: i molteplici mercati abilitati 19 Novembre 2014 L ecosistema italiano Verso 45 milioni di Smartphone e 12 milioni di Tablet (fine 2014) Il 35% delle grandi imprese e il 25% delle PMI italiane

Dettagli

Ing. Marco Magnarosa CEO CUBIT Il Nuovo Mondo, Bologna 29/11/2011

Ing. Marco Magnarosa CEO CUBIT Il Nuovo Mondo, Bologna 29/11/2011 Internet delle cose: la questione dell interoperabilità e dell integrazione dei sistemi contactless Ing. Marco Magnarosa CEO CUBIT Il Nuovo Mondo, Bologna 29/11/2011 CUBIT Consortium Ubiquitous Technologies

Dettagli

IBM SmartCloud Le regole per la Sicurezza nel Cloud Computing: la visione di IBM

IBM SmartCloud Le regole per la Sicurezza nel Cloud Computing: la visione di IBM Raffaella D Alessandro IBM GTS Security and Compliance Consultant CISA, CRISC, LA ISO 27001, LA BS 25999, ISMS Senior Manager, ITIL v3 Roma, 16 maggio 2012 IBM SmartCloud Le regole per la Sicurezza nel

Dettagli

Security. Security. Security. Data Center & Cloud Services. Security. Internet of Things. Internet of Things Internet of Things Security

Security. Security. Security. Data Center & Cloud Services. Security. Internet of Things. Internet of Things Internet of Things Security managing complexity Azienda Akhela è un azienda innovativa in rapida crescita che è diventata un attore importante e riconosciuto nel mercato IT italiano e che si sta affacciando con successo nel mercato

Dettagli

8 ICT BUSINESS SUMMIT

8 ICT BUSINESS SUMMIT 8 ICT BUSINESS SUMMIT Innovazione, tecnologia, creazione del valore: prospettive e opportunità per l impresa Sergio Fabris - Skillnet ICT per le aziende: lo scenario attuale e le prospettive future Milano

Dettagli

Il monitoraggioremotodel Radon ArchitetturaHardware

Il monitoraggioremotodel Radon ArchitetturaHardware Il monitoraggioremotodel Radon ArchitetturaHardware Presentazione Ing. Stefano Guatieri Capo progetto Prof. Ivan Defilippis Progetto Wireless Sensor Network for a Radon Concentration Measurement System

Dettagli

Copyright 2012 Binary System srl 29122 Piacenza ITALIA Via Coppalati, 6 P.IVA 01614510335 - info@binarysystem.eu http://www.binarysystem.

Copyright 2012 Binary System srl 29122 Piacenza ITALIA Via Coppalati, 6 P.IVA 01614510335 - info@binarysystem.eu http://www.binarysystem. CRWM CRWM (Web Content Relationship Management) has the main features for managing customer relationships from the first contact to after sales. The main functions of the application include: managing

Dettagli

Innovazione nelle strategie d azienda e nelle tecnologie

Innovazione nelle strategie d azienda e nelle tecnologie Innovazione nelle strategie d azienda e nelle tecnologie Graziella Spinelli Telecom Italia Lab, tema.mobility Consortium Andrea Bragagnini Telecom Italia Lab, Enabling Technologies for Innovation Nuovi

Dettagli

www.cbritaly.it IL CLUB DEGLI ESPERTI INIZIATO poco familiari per il grande pubblico, come UWB, WSN, ZigBee e NFC.

www.cbritaly.it IL CLUB DEGLI ESPERTI INIZIATO poco familiari per il grande pubblico, come UWB, WSN, ZigBee e NFC. 64 www.cbritaly.it IL FUTURO È GIÀ INIZIATO Una panoramica a tutto campo sulle nuove tecnologie wireless che stanno rivoluzionando il nostro modo di comunicare e di vivere DI GIANCARLO MAGNAGHI Feedback:

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA PROGETTAZIONE EUROPEA: INDICAZIONI PRATICHE E ASPETTI ORGANIZZATIVI

INTRODUZIONE ALLA PROGETTAZIONE EUROPEA: INDICAZIONI PRATICHE E ASPETTI ORGANIZZATIVI INTRODUZIONE ALLA PROGETTAZIONE EUROPEA: INDICAZIONI PRATICHE E ASPETTI ORGANIZZATIVI Chiara Zanolla L importanza di una buona progettazione Aumento fondi FP7 Allargamento Europa Tecniche di progettazione

Dettagli

Ingegneria del Software. Business Object Technology

Ingegneria del Software. Business Object Technology Ingegneria del Software Business Object Technology Premesse I sistemi informativi di qualsiasi organizzazione devono essere capaci di: gestire quantità di dati sempre crescenti fornire supporto a nuovi

Dettagli

NFC I sistemi avanzati di pagamento

NFC I sistemi avanzati di pagamento NFC I sistemi avanzati di pagamento Giacomo Buonanno Mauro Mezzenzana Lab#ID - LIUC Università Cattaneo Economia C.so Matteotti, 22 Castellanza (VA) www.liuc.it Ingegneria Industriale Giurisprudenza Laboratorio

Dettagli

Verona, 9 Maggio 2014. Palazzo della Gran Guardia

Verona, 9 Maggio 2014. Palazzo della Gran Guardia L EVOLUZIONE TECNOLOGICA DELLA SICUREZZA FISICA IN UNA VISIONE GLOBALE E INTEGRATA Verona, 9 Maggio 2014 Palazzo della Gran Guardia In collaborazione con: Maura Turolla Mobile Devices & SIM Applications

Dettagli

Un sistema di identificazione basato sulla tecnologia RFID

Un sistema di identificazione basato sulla tecnologia RFID tesi di laurea Un sistema di identificazione basato sulla tecnologia RFID Anno Accademico 2005-2006 relatore Ch.mo prof. Stefano Russo correlatore Ch.mo prof. Massimo Ficco candidato Giacomo Scibelli Matr.

Dettagli

Dalle Smart Grid alle Smart Cities Un opportunit. opportunità di innovazione Andrea Costa

Dalle Smart Grid alle Smart Cities Un opportunit. opportunità di innovazione Andrea Costa Dalle Smart Grid alle Smart Cities Un opportunit opportunità di innovazione Andrea Costa Le sfide di Europa 2020 3 direttrici Smart Growth Sviluppo di un economia basata su innovazione e conoscenza. Sviluppo

Dettagli

Smart Grids come fattore abilitante nello sviluppo delle Smart Cities. Jon Stromsather Pisa, 26 Maggio 2011

Smart Grids come fattore abilitante nello sviluppo delle Smart Cities. Jon Stromsather Pisa, 26 Maggio 2011 Smart Grids come fattore abilitante nello sviluppo delle Smart Cities Jon Stromsather Pisa, 26 Maggio 2011 Uso: Riservato Outline Introduzione Le Smart Grids e Smart Cities Progetti Smart Grids di Enel

Dettagli

Introduzione ai sistemi RTLS e ai servizi Location Based

Introduzione ai sistemi RTLS e ai servizi Location Based Introduzione ai sistemi RTLS e ai servizi Location Based Samuele Astuti Ricercatore Senior Lab#ID Università Carlo Cattaneo - LIUC http://labid.liuc.it labid@liuc.it Il Lab#ID come sistema in rete... Aziende

Dettagli

TeleMobility Forum Centro Lingotto Torino, 27/28 settembre 2012 Certificazione di qualità ed interoperabilità nei sistemi di e-ticketing

TeleMobility Forum Centro Lingotto Torino, 27/28 settembre 2012 Certificazione di qualità ed interoperabilità nei sistemi di e-ticketing TeleMobility Forum Centro Lingotto Torino, 27/28 settembre 2012 Certificazione di qualità ed interoperabilità nei sistemi di e-ticketing Marco Magnarosa C.E.O. CUBIT Certificazione di qualità ed interoperabilità

Dettagli

PROFILO DI GRUPPO 2015

PROFILO DI GRUPPO 2015 PROFILO DI GRUPPO 2015 IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. 8% del mercato italiano circa 7.400 DIPENDENTI oltre 1.000 large accounts su tutti i mercati System Integration & Application Maintenance

Dettagli

Esame 70-271 : Supporting Users Running the Microsoft Windows XP Operating Systems (corso Moc 2261)

Esame 70-271 : Supporting Users Running the Microsoft Windows XP Operating Systems (corso Moc 2261) Esame 70-271 : Supporting Users Running the Microsoft Windows XP Operating Systems (corso Moc 2261) Questo corso ha lo scopo di fornire ai professionisti senza esperienza specifica di lavoro con Microsoft

Dettagli

Scenari applicativi per i sistemi RFId: le esperienze progettuali di un laboratorio universitario

Scenari applicativi per i sistemi RFId: le esperienze progettuali di un laboratorio universitario Scenari applicativi per i sistemi RFId: le esperienze progettuali di un laboratorio universitario Dott. Samuele Astuti Ricercatore Senior Lab#ID, Università Carlo Cattaneo - LIUC Milano, 22 Ottobre 2009

Dettagli

SOA e Web Service SISTEMI INFORMATIVI MODULO II. Corso di Sistemi Informativi Modulo II A. A. 2013-2014

SOA e Web Service SISTEMI INFORMATIVI MODULO II. Corso di Sistemi Informativi Modulo II A. A. 2013-2014 Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale Corso di Sistemi Informativi Modulo II A. A. 2013-2014 SISTEMI INFORMATIVI MODULO II SOA e Web Service Figure tratte dal testo di riferimento, Copyright

Dettagli

Introduzione all ambiente di sviluppo

Introduzione all ambiente di sviluppo Laboratorio II Raffaella Brighi, a.a. 2005/06 Corso di Laboratorio II. A.A. 2006-07 CdL Operatore Informatico Giuridico. Introduzione all ambiente di sviluppo Raffaella Brighi, a.a. 2005/06 Corso di Laboratorio

Dettagli

User Centricity in AGCOM

User Centricity in AGCOM User Centricity in AGCOM Marana Avvisati Market Analysis, Competition and Studies Department NeutralAccess13 La centralità dell utente nelle reti mobili del futuro Urbino, 2 ottobre 2013 Outline 1. Introduction:

Dettagli

Nuovi modelli di business e creazione di valore : la Scienza dei Servizi

Nuovi modelli di business e creazione di valore : la Scienza dei Servizi Nuovi modelli di business e creazione di valore : la Scienza dei Servizi PREFAZIONE INTRODUZIONE PARTE PRIMA: I FONDAMENTI DELLA SERVICE SCIENCE 1. Service Science, Management, Engineering, and Design

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO. Un università internazionale per il territorio

POLITECNICO DI TORINO. Un università internazionale per il territorio POLITECNICO DI TORINO Un università internazionale per il territorio I valori Leader nella cultura politecnica Nazionale ed Internazionale Reputazione Eccellenza nell istruzione superiore e la formazione

Dettagli

NORME E GUIDE TECNICHE PROGRAMMA DI LAVORO PER INCHIESTE PRELIMINARI TECHNICAL STANDARDS AND GUIDES PROGRAMME OF WORKS FOR PRELIMINAR ENQUIRY

NORME E GUIDE TECNICHE PROGRAMMA DI LAVORO PER INCHIESTE PRELIMINARI TECHNICAL STANDARDS AND GUIDES PROGRAMME OF WORKS FOR PRELIMINAR ENQUIRY NORME E GUIDE TECNICHE PROGRAMMA DI LAVORO PER INCHIESTE PRELIMINARI TECHNICAL STANDARDS AND GUIDES PROGRAMME OF WORKS FOR PRELIMINAR ENQUIRY Il presente documento viene diffuso attraverso il sito del

Dettagli

Commercio elettronico mobile e pervasive computing

Commercio elettronico mobile e pervasive computing Commercio elettronico mobile e pervasive computing Dr. Stefano Burigat Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine www.dimi.uniud.it/burigat stefano.burigat@uniud.it Mobile commerce mobile

Dettagli

L RFID nella produzione e nella logistica

L RFID nella produzione e nella logistica L RFID nella produzione e nella logistica ANIELLO MICCO Practice Manager RFID SIEMENS IT SOLUTIONS AND SERVICES PRIMA GIORNATA SULLE TECNOLOGIE RFID IN SARDEGNA 27 Novembre 2008 Sardegna Ricerche, Pula

Dettagli

Il piano di implementazione delle STI Applicazioni Telematiche Trasporto Passeggeri e Merci ----

Il piano di implementazione delle STI Applicazioni Telematiche Trasporto Passeggeri e Merci ---- Roma, 5 novembre 2015 Il piano di implementazione delle STI Applicazioni Telematiche Trasporto Passeggeri e Merci ---- Informativa del Punto di Contatto Nazionale Il sottosistema funzionale Applicazioni

Dettagli

N 1 alla versione bilingue (italiano-inglese) NORMA UNI EN ISO 9001 (novembre 2008) Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti.

N 1 alla versione bilingue (italiano-inglese) NORMA UNI EN ISO 9001 (novembre 2008) Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti. ERRATA CORRIGE N 1 alla versione bilingue (italiano-inglese) DEL 31 luglio 2009 NORMA UNI EN ISO 9001 (novembre 2008) TITOLO Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti Punto della norma Pagina Oggetto

Dettagli

Tracciabilità. Definizioni. Vantaggi di AIDC. Problematiche. Tracciabilità in laboratorio. Sommario. Davide Quaglia

Tracciabilità. Definizioni. Vantaggi di AIDC. Problematiche. Tracciabilità in laboratorio. Sommario. Davide Quaglia Sommario Tracciabilità Davide Quaglia Introduzione Definizioni Problematiche I codici a barre Principio di funzionamento Standard esistenti Tag passivi o RFID Principio di funzionamento Tipologie Limiti

Dettagli

OneGeology-Europe: architettura, geoportale e servizi web per rendere accessibile la Carta Geologica d Europa

OneGeology-Europe: architettura, geoportale e servizi web per rendere accessibile la Carta Geologica d Europa OneGeology-Europe: architettura, geoportale e servizi web per rendere accessibile la Carta Geologica d Europa Carlo Cipolloni (*), Agnes Tellez-Arenas (**), Jean-Jeacques Serrano (**), Robert Tomas (***)

Dettagli

ATM. Compatibile con diversi Canali di Comunicazione. Call Center / Interactive Voice Response

ATM. Compatibile con diversi Canali di Comunicazione. Call Center / Interactive Voice Response Compatibile con diversi Canali di Comunicazione Call Center / Interactive Voice Response ATM PLUS + Certificato digitale Dispositivi Portatili Mutua Autenticazione per E-mail/documenti 46 ,classico richiamo

Dettagli

F ondazione Diritti Genetici. Biotecnologie tra scienza e società

F ondazione Diritti Genetici. Biotecnologie tra scienza e società F ondazione Diritti Genetici Biotecnologie tra scienza e società Fondazione Diritti Genetici La Fondazione Diritti Genetici è un organismo di ricerca e comunicazione sulle biotecnologie. Nata nel 2007

Dettagli

Ubiquitous GI services: un inquadramento

Ubiquitous GI services: un inquadramento Franco Vico DITer Politecnico di Torino e-mail franco.vico@polito.it Location Based Services Ubiquitous GI services: Ubiquitous computing un inquadramento Conferenza Tematica AMFM 2006 21-22 Settembre

Dettagli

Big Data: il futuro della Business Analytics

Big Data: il futuro della Business Analytics Big Data: il futuro della Business Analytics ANALYTICS 2012-8 Novembre 2012 Ezio Viola Co-Founding Partner & Direttore Generale The Innovation Group Information Management Tradizionale Executive KPI Dashboard

Dettagli

The Internet of Everything Summit Introduzione. Roberto Masiero The Innovation Group Roma, 3 luglio 2014

The Internet of Everything Summit Introduzione. Roberto Masiero The Innovation Group Roma, 3 luglio 2014 The Internet of Everything Summit Introduzione Roberto Masiero The Innovation Group Roma, 3 luglio 2014 L evoluzione verso l Internet of Everything INTERNET OF EVERYTHING NETWORKED MEDIA DEVICES INDUSTRIAL

Dettagli

Soluzioni innovative nella manutenzione e nella logistica in contesti Smart City

Soluzioni innovative nella manutenzione e nella logistica in contesti Smart City Soluzioni innovative nella manutenzione e nella logistica in contesti Smart City SMART CITY- VISIONE DI UN SISTEMA DI SISTEMI Ing. Massimo Povia L importanza della Logistica e della Manutenzione nel contesto

Dettagli

NFC: Abilitatore di servizi innova4vi per le Aziende. Alberto Luge9 - BT Italia Giancarlo Celentano - Giesecke & Devrient

NFC: Abilitatore di servizi innova4vi per le Aziende. Alberto Luge9 - BT Italia Giancarlo Celentano - Giesecke & Devrient NFC: Abilitatore di servizi innova4vi per le Aziende Alberto Luge9 - BT Italia Giancarlo Celentano - Giesecke & Devrient Siamo tutti parte della MOBILE CONNECTED SOCIETY Verso la Connected Society Securing

Dettagli

Crescita e evoluzione del Machine-to-Machine

Crescita e evoluzione del Machine-to-Machine Crescita e evoluzione del Machine-to-Machine Sabrina Baggioni M2M Forum 14 Maggio 2013 1 M2M sta trasformando il business in tutti i settori Automotive Security Finance Energy & Utilities Consumer Electronics

Dettagli

GESTIONE IMMOBILIARE REAL ESTATE

GESTIONE IMMOBILIARE REAL ESTATE CONOSCENZA Il Gruppo SCAI ha maturato una lunga esperienza nell ambito della gestione immobiliare. Il know-how acquisito nei differenti segmenti di mercato, ci ha permesso di diventare un riferimento importante

Dettagli

Le tecnologie innovative per la sicurezza sul lavoro

Le tecnologie innovative per la sicurezza sul lavoro Le tecnologie innovative per la sicurezza sul lavoro Guido Biffi Gentili (guido.biffigentili@unifi.it) Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università di Firenze Laboratorio Antenne e Microonde

Dettagli

CREATING A NEW WAY OF WORKING

CREATING A NEW WAY OF WORKING 2014 IBM Corporation CREATING A NEW WAY OF WORKING L intelligenza collaborativa nella social organization Alessandro Chinnici Digital Enterprise Social Business Consultant IBM alessandro_chinnici@it.ibm.com

Dettagli

LA TUA SOFTWARE HOUSE IN CANTON TICINO

LA TUA SOFTWARE HOUSE IN CANTON TICINO LA TUA SOFTWARE HOUSE IN CANTON TICINO CHI SIAMO Workablecom è una Software House nata a Lugano con sede in Chiasso ed operante in tutto il Canton Ticino. E un System Integrator che crea e gestisce soluzioni

Dettagli

Quali e-service per l'azienda e le reti di impresa Progetto Essence. Piattaforma ICT & Design

Quali e-service per l'azienda e le reti di impresa Progetto Essence. Piattaforma ICT & Design Quali e-service per l'azienda e le reti di impresa Progetto Essence Piattaforma ICT & Design IL SISTEMA REGIONALE DELLA RICERCA Università di Bologna Università di Ferrara Università ità di Modena e Reggio

Dettagli

Comunicazione Pervasiva

Comunicazione Pervasiva Comunicazione Pervasiva Stefano Sanna Laboratorio del corso Atelier di Disegno Industriale 2 - Prof. Lorenzo Imbesi Prima Facoltà di Architettura - Università La Sapienza - Roma Lunedì 21 Aprile 2008 Outline

Dettagli

CLASSROOM 3.0 : Mondi reali e virtuali si incontrano mediante ambient sensing per il settore smart education

CLASSROOM 3.0 : Mondi reali e virtuali si incontrano mediante ambient sensing per il settore smart education CLASSROOM 3.0 : Mondi reali e virtuali si incontrano mediante ambient sensing per il settore smart education Alessandro Fiore, Luca Mainetti, Roberto Vergallo Università del Salento roberto.vergallo@unisalento.it

Dettagli

Innovazione e Open Source nell era dei nuovi paradigmi ICT

Innovazione e Open Source nell era dei nuovi paradigmi ICT Innovazione e Open Source nell era dei nuovi paradigmi ICT Red Hat Symposium OPEN SOURCE DAY Roma, 14 giugno 2011 Fabio Rizzotto Research Director, IT, IDC Italia Copyright IDC. Reproduction is forbidden

Dettagli

PRIMA GIORNATA DELL INNOVAZIONE

PRIMA GIORNATA DELL INNOVAZIONE PRIMA GIORNATA DELL INNOVAZIONE LIVORNO - 5 Dicembre 2008 Dott. Luca Cattermol General Manager DAXO DAXO è una società operante nel settore delle Information and Communication Technologies (ICT), specializzata

Dettagli

SC C1: System Development and Economics CIGRE 2012 Session 44 Palais des Congres Paris, France 26-31 / August / 2012.

SC C1: System Development and Economics CIGRE 2012 Session 44 Palais des Congres Paris, France 26-31 / August / 2012. SC C1: System Development and CIGRE 2012 Session 44 Palais des Congres Paris, France 26-31 / August / 2012 Report di sintesi Membro nazionale italiano: E.M. Carlini/B. Cova (Cesi) enricomaria.carlini@terna.it

Dettagli

Wireless Grids e Pervasive Grids. Pervasive Grids

Wireless Grids e Pervasive Grids. Pervasive Grids Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui Wireless Grids e Pervasive Grids Griglie e Sistemi Ubiqui - D. Talia - UNICAL 1 Wireless Grids e Pervasive Grids Wireless Grids Caratteristiche Sistemi Applicazioni

Dettagli

Informazioni aziendali: il punto di vista del Chief Information Security Officer ed il supporto di COBIT 5 for Information Security

Informazioni aziendali: il punto di vista del Chief Information Security Officer ed il supporto di COBIT 5 for Information Security Informazioni aziendali: il punto di vista del Chief Information Security Officer ed il supporto di COBIT 5 for Information Security Jonathan Brera Venezia Mestre, 26 Ottobre 2012 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Your home comfort has a new shape. Find out how it works

Your home comfort has a new shape. Find out how it works Your home comfort has a new shape Find out how it works CUBODOMO allows you to manage and monitor your entire home s temperature, from WHEREVER YOU ARE CUBODOMO ti consente di gestire e monitorare la temperatura

Dettagli

Descrizione generale della tecnologia Le funzionalità tecniche Sintesi dello scenario generale delle carte La CNS

Descrizione generale della tecnologia Le funzionalità tecniche Sintesi dello scenario generale delle carte La CNS SMART CARD: tecnologie ed applicazioni nella PA Giovanni Manca (manca@cnipa.it) Centro Nazionale per l informatica nella pubblica amministrazione AGENDA Descrizione generale della tecnologia Le funzionalità

Dettagli

L innovazione digitale delle Utility per lo sviluppo delle Smart Cities

L innovazione digitale delle Utility per lo sviluppo delle Smart Cities L innovazione digitale delle Utility per lo sviluppo delle Smart Cities 27 Maggio 2015 Business Unit IoT - Business Units - Forum PA Telecom Italia Digital Solutions Ti Digital Solutions is a Mini Industrial

Dettagli

Protezione delle reti wireless. Aldo Rimondo Vice President Marketing EMEA Trend Micro

Protezione delle reti wireless. Aldo Rimondo Vice President Marketing EMEA Trend Micro Protezione delle reti wireless Aldo Rimondo Vice President Marketing EMEA Trend Micro Virus e cellulari: dalla finzione Cio che accadde nel pomeriggio del 1 Ottobre si rivelò come un impulso, un segnale

Dettagli

e-payment: normative di sicurezza e best practice

e-payment: normative di sicurezza e best practice e-payment: normative di sicurezza e best practice Trento, 08 Marzo 2013 Vanni Galesso Security Architect@IKS www.iks.it informazioni@iks.it 049.870.10.10 Il gruppo IKS 1999 Capogruppo e azienda leader

Dettagli

Corso di Applicazioni Telematiche

Corso di Applicazioni Telematiche Corso di Applicazioni Telematiche Lezione n.1 Prof. Roberto Canonico Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Obiettivi del corso Supporti didattici Modalità d esame Panoramica

Dettagli

Progetto Michelangelo. Click4Care - ThinkHealth System. Paolo Rota Sperti Roma, 08 Novembre 2008. 2008 Pfizer Italy. Tutti i diritti riservati.

Progetto Michelangelo. Click4Care - ThinkHealth System. Paolo Rota Sperti Roma, 08 Novembre 2008. 2008 Pfizer Italy. Tutti i diritti riservati. Progetto Michelangelo Click4Care - ThinkHealth System Paolo Rota Sperti Roma, 08 Novembre 2008 2008 Pfizer Italy. Tutti i diritti riservati. 1 Storia Pfizer ha sviluppato negli ultimi anni know-how nel

Dettagli

Software Defined Data Center and Security Workshop

Software Defined Data Center and Security Workshop Software Defined Data Center and Security Workshop Software-Defined Data Center and Security Workshop Sessione di lavoro ore 18:45 ore 19:00 ore 19:20 ore 19:50 Benvenuto Mauro Tala, MAX ITALIA Software-Defined

Dettagli

Introduzione al Corso

Introduzione al Corso Introduzione al Corso Internet of Things (IoT) Lauree Magistrali in Ing. delle Telecomunicazioni, dell Automazione e Informatica Docente: Luigi Alfredo Grieco, PhD Indice Programma Modalità Esame Riferimenti

Dettagli

SMART CARD tecnologie ed applicazioni nella PA

SMART CARD tecnologie ed applicazioni nella PA SMART CARD tecnologie ed applicazioni nella PA Ing. Giovanni Manca Dirigente CNIPA Centro Nazionale per l informatica nella pubblica amministrazione AGENDA Descrizione generale della tecnologia Le funzionalità

Dettagli

Introduzione al corso

Introduzione al corso Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria delle Telecomunicazioni Corso di Reti di Applicazioni Telematiche a.a. 2010-2011 Introduzione al corso

Dettagli

Digital Wallet Entertainment and payments We are linking people, ideas, emotions, places and things

Digital Wallet Entertainment and payments We are linking people, ideas, emotions, places and things Digital Wallet Entertainment and payments We are linking people, ideas, emotions, places and things Ing. Mauro Mezzenzana Sr. Researcher, Project Mgr. Lab#ID LIUC Università Cattaneo 28 marzo Economia

Dettagli

EUDATA GREENY. Gestione Intelligente dell Energia

EUDATA GREENY. Gestione Intelligente dell Energia EUDATA GREENY Gestione Intelligente dell Energia NETWORK About 100 PROFFESSIONALS HQ in MILAN, ROME, BARI GESTIONE INTELLIGENTE DELLE INFORMAZIONI ENERGETICHE DI UN EDIFICIO 3 COSTO DELL ENERGIA In Italia

Dettagli

Collaborazione e Service Management

Collaborazione e Service Management Collaborazione e Service Management L opportunità del web 2.0 per Clienti e Fornitori dei servizi IT Equivale a livello regionale al Parlamento nazionale E composto da 65 consiglieri Svolge il compito

Dettagli

inebula CONNECT Milano, 22/04/2015 Stefano Della Valle VP inebula inebula Connect 22 aprile 2015

inebula CONNECT Milano, 22/04/2015 Stefano Della Valle VP inebula inebula Connect 22 aprile 2015 inebula CONNECT Milano, 22/04/2015 Stefano Della Valle VP inebula Internet of Everythings Entro il 2020 il numero gli oggetti collegati alla rete raggiungerà il livello di 25 MLD di unità con una crescita

Dettagli

Titolo: È gradita una competenza base in Matlab. Conoscenze linguistiche: padronanza della lingua inglese

Titolo: È gradita una competenza base in Matlab. Conoscenze linguistiche: padronanza della lingua inglese Titolo: Studio e sviluppo di applicazioni innovative basate su tecnologia di sensori indossabili Descrizione: Le body sensor networks (BSN) sono costituite da piccoli dispositivi che posti sul corpo umano

Dettagli

innovazione di casa nelle imprese

innovazione di casa nelle imprese innovazione di casa nelle imprese REPORT ON SMAU MILANO 2012 GENERAL RESULTS REGISTRATIONS COMMUNICATION AND PR RESULTS FOR EXPOCOMM: LEAD GENERATION PICTURES 2 3 5 7 8 GENERAL RESULTS Visitors to Smau

Dettagli

Gestire i processi di business trasforma una organizzazione normale in una intelligente? Roberta Raimondi Professor, Sda Bocconi

Gestire i processi di business trasforma una organizzazione normale in una intelligente? Roberta Raimondi Professor, Sda Bocconi Gestire i processi di business trasforma una organizzazione normale in una intelligente? Roberta Raimondi Professor, Sda Bocconi 1) information goes to work 2) model the way Quale migliore prospettiva

Dettagli

"CRM - CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT NELLE AMMINISTRAZIONI"

CRM - CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT NELLE AMMINISTRAZIONI "CRM - CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT NELLE AMMINISTRAZIONI" Marco Beltrami COMPA, Novembre 2004 COMPA Bologna 2004 IBM oggi non solo Information Technology! L ottava società mondiale per dimensione 45%

Dettagli

Nuove frontiere del mobile payment

Nuove frontiere del mobile payment Nuove frontiere del mobile payment Michele Scarlatella Central Marketing Director Secure Microcontroller Division STMicroelectronics michele.scarlatella@st.com Il Mobile Payment 2 Proximity Payments Remote

Dettagli

Tecnologie su base semantica e Ubiquitous computing per il supporto alle decisioni in ambito ospedaliero

Tecnologie su base semantica e Ubiquitous computing per il supporto alle decisioni in ambito ospedaliero Tecnologie su base semantica e Ubiquitous computing per il supporto alle decisioni in ambito ospedaliero Michele Ruta Politecnico di Bari Crescenzio Scioscia Policlinico di Bari SMAU Business 2010 10-11

Dettagli

Esperienze ICT nel settore idrico

Esperienze ICT nel settore idrico 27 Marzo 2014 Esperienze ICT nel settore idrico Carlo Maria Drago Business Development Executive IBM Italia Document number Referenze Smart-Water Hudson River Water quality monitoring ARIN Watergrid Management

Dettagli

Wireless Grids e Pervasive Grids

Wireless Grids e Pervasive Grids Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui e Pervasive Grids Griglie e Sistemi Ubiqui - D. Talia - UNICAL 1 e Pervasive Grids Caratteristiche Sistemi Applicazioni Pervasive Grids Caratteristiche Problemi

Dettagli

L'evoluzione dei Sistemi Informativi e i nuovi modelli di offerta 23 ottobre 2009. www.osservatori.net

L'evoluzione dei Sistemi Informativi e i nuovi modelli di offerta 23 ottobre 2009. www.osservatori.net L'evoluzione dei Sistemi Informativi e i nuovi modelli di offerta: opportunità e sfide in un momento di crisi Mariano Corso School of Management Politecnico di Milano Milano, 23 ottobre 2009 Ricerca ALCUNI

Dettagli

CloudEvolution is a plant monitoring and supervision system (via Web).

CloudEvolution is a plant monitoring and supervision system (via Web). CloudEvolution Plant monitoring and supervision system (via Web) Sistema di monitoraggio e di supervisione di impianti (via Web) CloudEvolution is a plant monitoring and supervision system (via Web). With

Dettagli

Workspace mobility: nuova opportunità per le aziende e gli individui

Workspace mobility: nuova opportunità per le aziende e gli individui Workspace mobility: nuova opportunità per le aziende e gli individui Mariano Corso Docente di Organizzazione e Risorse Umane School of Management, Politecnico di Milano www.osservatori.net Agenda L organizzazione

Dettagli

Enterprise Transformation

Enterprise Transformation Enterprise Transformation C.Chiarenza - General Manager & Chief Strategy Officer Planning, Marketing & Business Development Chief Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service Solutions) are registered

Dettagli

Testi del Syllabus. Docente PICCHI GIORGIO Matricola: 004199

Testi del Syllabus. Docente PICCHI GIORGIO Matricola: 004199 Testi del Syllabus Docente PICCHI GIORGIO Matricola: 004199 Anno offerta: 2013/2014 Insegnamento: 1004699 - TELEMATICA Corso di studio: 3050 - INGEGNERIA INFORMATICA, ELETTRONICA E DELLE TELECOMUNICAZIONI

Dettagli

Esigenze organizzative e innovazione tecnologica. Enrico Albertin Solutitions Architect HP Services

Esigenze organizzative e innovazione tecnologica. Enrico Albertin Solutitions Architect HP Services Esigenze organizzative e innovazione tecnologica Enrico Albertin Solutitions Architect HP Services 0 L approccio al progetto Le soluzioni, sopratutto se con contenuti tecnologici innovativi, devono essere

Dettagli