MagiCum S.r.l. Progetto Inno-School. Area Infrastruttura

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MagiCum S.r.l. Progetto Inno-School. Area Infrastruttura"

Transcript

1 MagiCum S.r.l. Progetto Inno-School Area Infrastruttura

2 Autore: Matteo Scarpone Revisione: 2 Data: 13/06/2013 Titolo: Infrastruttura File: documentazione.pdf Sito: 2

3 INDICE 1 Hardware 2 Connettività 3 Virtualizzazione 3.1 KVM 4 Sistema Operativo 4.1 Scelta 4.2 Installazione 4.3 Configurazione 4.4 Gestione delle risorse 5 Installazione Applicazioni 5.1 Wiki 5.2 Moodle 6 Sicurezza 6.1 Analisi rischi 6.2 Crittografia Memorie di massa 6.3 Crittografia Connessione 6.4 Firewalling 6.5 Configurazione SSH 6.6 Regole utenti 6.7 Log 6.8 Snort 3

4 Wiki Infrastruttura Piattaforma e-learning Database Spazio web Upload file PHP Wiki Database Spazio web Upload file PHP Applicazion i Spazio web Upload file Registro Elettronic o Database Spazio web Upload file PHP Cron Database Spazio web Upload file PHP Moduli PHP aggiuntivi Moodle 4

5 Sviluppo del prototipo Hardware Al fine di progettare la piattaforma in figura 1 è necessario pianificare l'hardware in modo tale che abbia un livello di espandibilità pari almeno al 35% delle risorse necessarie in fase di collaudo. La scelta delle risorse hardware può ricadere su opportunità: usare un server fisico oppure un server virtuale. La prima opzione risulta più affidabile, meno rigida nella modellizzazione della piattaforma, ma è al contempo più onerosa economicamente. Qualora si fosse realmente in situazioni reali tale scelta sarebbe consigliabile in quanto i costi di acquisto e gestione sarebbero ammortizzati dallo sviluppo di più prototipi. In virtù di quanto appena dichiarato la scelta della Magicum è ricaduta sulla gestione in rent di un server virtuale. Da una breve ma approfondita indagine di mercato valutando costi, benefici di varie offerte si è individuato il fornitore di servizio di hosting, commercialmente denominato Alvotech, con sede principale a Düsseldorf (Germania). Dalle seguenti offerte proposte, come di seguito illustrato, è stata privilegiata la soluzione KVM, in quanto soddisfa le caratteristiche tecniche ed economiche finora dichiarate. 5

6 6

7 Nella tabella precedente, sono riportate le caratteristiche hardware relative al server scelto per il prototipo della piattaforma. Connettività Nell'ambito di questi sistemi parlare di connettività implica focalizzare l'attenzione a due livelli che potremmo definire interno ed esterno. Come riportato dalla seguente figura si parla di connettività interna poichè il server fisico e quello virtuale, pur essendo fisicamente un tutt'uno, sono due entità distinte che devono essere in grado di colloquiare tra di loro. UPLOAD DOWLOAD SERVER FISICO SERVER VIRTUALE Entrambi i server presentano un indirizzo IP differente tra loro, proprio a rimarcare la presenza di due entità. L'interconnessione tra le due entità avviene prevalentemente con processi DHCP. In questo caso avviene quanto segue: nel server fisico deve essere presente un sistema operativo server con servizio DHCP installato, configurato ed attivo. Il server virtuale deve essere configurato in modo che abbia una scheda di rete con MAC address riconoscibile per il server fisico. La corretta installazione delle tabelle di instradamento Qualora quanto appena dichiarato sia stato realizzato in maniera corretta e ottimale può essere implementato il seguente processo di connessione: Il server fisico riceve un MAC address da parte della scheda del server virtuale Una volta instaurata la connessione tra server fisico e virtuale, si affrontano le dinamiche della connettività esterna, cioè quella tra client e server virtuale. La connettività esterna è caratterizzata da banda upload e banda download. Nello specifico caso della configurazione in esame, i suddetti parametri sono dichiarati nello screen shot del control panel del fornitore 7

8 Virtualizzazione La virtualizzazione è la pratica di astrarre I processi informatici dalle risorse effettivamente disponibili. Il grande effetto della virtualizzazione di hardware fisici consente di installare e configurare software calibrando teoricamente le risorse necessarie. La virtualizzazione materializza le risorse come una macchina virtuale, del tutto trasparente all'utente finale. La necessità di piattaforme flessibili e notevolmente mutevoli ha fatto sì che nel tempo le virtualizzazioni si sono elevate al rango del processo tecnico pur affrondando le proprie radici in ambito dilettantistico e sperimentale. L'ambito in cui si traggono maggiori vantaggi dalla virtualizzazione è quello dell'area server. Quanto detto è giustificabile dall'elevato costo dell'hardware fisico e della necessità di modificare le impostazioni consequenzialmente all'evoluzione dei software e dei protocolli. KVM (Kernel-based Virtual Machine) KVM è un metodo di virtualizzazione in grado di manipolare direttamente il kernel del sistema operativo in esame. In particolare questa pratica risulta ottimale in presenta del sistema operativo Linux. Le strategie di intervento del kernel sono due: KVM: implementato come modulo caricabile System Call: interfaccia a chiamata di sistema con il modulo KVM integrato nel kernel È opportuno evidenziare che tutte le virtualizzazioni (e non di meno questa) possono essere eseguite in presenza di uno dei modelli di microprocessori adeguati. Attualmente I modelli di processori compatibili con la virtualizzazione KVM sono: Intel VT AMD V Un altro tipo di virtualizzazione Per eseguire la virtualizzazione si sceglie quindi tra I software messi a disposizione dall'isp e si procede all'installazione mediante l'interfaccia web. 8

9 Configurazione Virtual Machine Nell'attuale circostanza è necessario collegarsi all'indirizzo accedere al pannello di controllo con le proprie credenziali, scegliere la ISO contenente il sistema operativo desiderato, montare l'immagine scelta e avviare la macchina. Dopo ci si potrà connettere tramite VNC ed iniziare l'installazione del sistema operativo. 9

10 Sistema operativo Scelta Il fornitore di servizi informatici Alvotech mette a disposizione innumerevoli tipologie e versioni di sistemi operativi installabili sui server. Al fine di garantire maggiore stabilità nei processi di rete, 10

11 maggiore sicurezza e una buona affidabilità in fase di manutenzione è stata scelto scelto il sistema operativo Linux con distribuzione Debian (ramo stabile). Il perchè di Debian è motivato da: Si tratta di una distribuzione basata su software libero (dal kernel Linux agli applicativi GNU) Possiede un potente gestore di pacchetti (APT) Supporta una grande quantità di architetture Supporta una grande quantità di periferiche Supporta una grande quantità di applicativi Ha dietro di sè una comunità mondiale che si occupa del mantenimento Il ramo stabile è mantenuto per offrire maggior affidabilità e sicurezza (soprattutto per I server) Ha la qualità di essere estremamente personalizzabile Ha un ottimo livello di sicurezza Supporta molti tipi di filesystem Supporta specifiche configurazione delle memorie di massa (pool/raid) Ha un supporto sul lungo periodo È semplice e veloce nell'aggiornamento Installazione Le operazioni di installazione di un sistema operativo su server virtuale online consistono nelle seguenti fasi: 1. Collegarsi con le credenziali assegnate al portale fornito 2. Scegliere l'immagine del sistema operativo desiderato 3. Avviare una sessione VNC attraverso l'applet interno al browser 4. Far eseguire il boot 5. Attendere di tempi di installazione Configurazione Sistema operativo Di seguito viene fornita una descrizione generica della configurazione del sistema operativo e delle relative risorse per un maggiore approfondimento si rimanda al video dedicato dell istallazione di questa infrastruttura. In particolare si fa riferimento alla configurazione delle risorse di rete e a quelle di memoria (considerando che nel nostro caso la risorsa appare come un unico disco) /dev/md0 composto da /dev/sda1 e /dev/sdb1, raid1, 500MB /dev/md1 composto da /dev/sda2 e /dev/sdb2, raid1, resto dei dischi /dev/md0 verrà utilizzato come /boot /dev/md1 verrà utilizzato come LVM dentro l LVM verrà creato il VG vg0 per l intera capienza per partire verranno definiti tre LV per swap, root e home. la situazione iniziale del server è questa: i volumi fisici sono: # vgdisplay --- Volume group --- VG Name vg0 11

12 Format lvm2 VG Size 2.73 TiB PE Size 4.00 MiB Total PE Alloc PE / Size / GiB Free PE / Size / 2.68 TiB i volumi logici sono: # lvdisplay --- Logical volume --- LV Name VG Name LV Size /dev/vg0/root vg GiB --- Logical volume --- LV Name VG Name LV Size --- Logical volume --- LV Name VG Name LV Size /dev/vg0/swap vg GiB /dev/vg0/home vg GiB appena installato il server probabilmente il sistema MD starà riallineando i dischi: # cat /proc/mdstat Personalities : [raid0] [raid1] [raid6] [raid5] [raid4] [raid10] md1 : active raid1 sda2[0] sdb2[1] blocks super 1.2 [2/2] [UU] [=>...] resync = 9.2% ( / ) finish=288.3min speed=153726k/sec md0 : active raid1 sda1[0] sdb1[1] blocks super 1.2 [2/2] [UU] Installazione di alcune utility: # apt-get install jed mc iptraf tcpdump mtr per prima cosa installiamo le utility per gli ethernet bridge: # apt-get install bridge-utils la definizione delle interfacce originale: # cat interfaces.orig ### Hetzner Online AG - installimage # Loopback device: auto lo iface lo inet loopback # device: eth0 auto eth0 iface eth0 inet static address broadcast netmask gateway

13 # default route to access subnet up route add -net netmask gw eth0 modifica per utilizzare il bridge: # cat interfaces ### Hetzner Online AG - installimage # Loopback device: auto lo iface lo inet loopback # device: eth0 auto br0 iface br0 inet static address broadcast netmask gateway bridge_ports eth0 bridge_stp on bridge_maxwait 0 bridge_fd 0 # default route to access subnet up route add -net netmask gw eth0 per ottenere un secondo bridge dove connettere le schede di rete delle VM possiamo: # brctl addbr br1 # brctl stp br1 on # brctl show bridge name bridge id STP enabled interfaces br c bfea yes eth0 br no # ifconfig br1 up # ifconfig br netmask o, alternativamente, appendere questa sezione al file /etc/network/interfaces: auto br1 iface br1 inet static address broadcast netmask bridge_ports dummy0 bridge_stp on bridge_maxwait 0 bridge_fd 0 creiamo un LV per i dati degli ISO: # mkdir /ISO # lvcreate -L 30G -n ISO vg0 # mkfs.ext4 -m 0 -L ISO /dev/vg0/iso # mount /dev/mapper/vg0-iso /ISO/ e inziamo scaricando una iso di ipfire e una di Debian: # cd /ISO/ 13

14 # wget amd64-netinst.iso # wget i586-full-core59.iso Iniziamo con la virtualizzazione. Per prima cosa installiamo i tool necessari: apt-get install qemu-kvm libvirt-bin virtinst Creiamo il disco per il firewall: # lvcreate --size 4G --name vm-ipfire vg0 Logical volume "vm-ipfire" created e procediamo con l installazione del firewall: # virt-install -d --name=firewall --ram vnc :0 --disk path=/dev/vg0/vmipfire --network=bridge:br0 --network=bridge:br1 --os-type=linux --cdrom /ISO/ipfire-2.11.i586-full-core59.iso A questo punto l installazione della VM è iniziata, possiamo connetterci al VNC attraverso un tunnel SSH: ssh -L 5900: :5900 vnc localhost:0 Ad installazione completata (poche decine di secondi) la VM si riavvierà. Potrete trovarvi nella situazione in cui la VM non viene riavviata. Non è un problema. Per prima cosa controlliamo quali VM stanno girando: # virsh list Id Name State La lista è vuota. Proviamo a listare TUTTE le VM: # virsh list --all Id Name State firewall shut off Appunto. La VM firewall è spenta. Accendiamola: # virsh start firewall Domain firewall started Ci possiamo quindi riconnettere con VNC e terminare la configurazione WIKI MediaWiki necessita di un database MySql e di PHP5, quindi appena scaricato il pacchetto da estrarre i file e caricali via FTP in una cartella apposita (ad esempio 14

15 /wiki/. Controllare i permessi alla cartella config, che devono essere a 777.Aprire il browser e digitare il link al file di installazione del wiki (es. Si aprirà la pagina di installazione dello script PHP premere set up the wiki per avviare la procedura di installazione. Compilarei campi richiesti con i dati per le impostazioni del database MySQL. Premere Install MediaWiki! per continuare l'installazione. Se l'installazione è avvenuta con successo avremo la schermata con Installation succesfull. Devi quindi spostare il file LocalSettings.php dalla cartella /wiki/config/ alla root del wiki (cioè cartella /~davide/). MOODLE Per installare Moodle sul server possono essere eseguite due modalità con installazione diretta sul server oppure con installazione in locale e relativo trasferimento in hosting. La seconda modalità è la più conveniente in quanto i tempi di elaborazione della piattaforma e di MOODLE, in queste circostanze, risultano essere paralleli. Pertanto si consiglia di eseguire la seguente procedura : o o o o installare Apache, MySQL e PHP in locale scaricare Moodle 2.3 e decompresso in una directory impostare Apache per usare quella dir come root creare un database per Moodle e inserire nella config di Moodle le credenziali Fatto questo, l'installazione di Moodle è costituita dalla sua cartella con tutto quello che contiene e dal database creato in MySQL: per installarlo basta copiare la cartella sul server con un client FTP (Filezilla) e caricare il dump del database tramite l'accesso phpmyadmin di AV. Dal momento dell installazione su server è possibile gestire ogni modifica direttamente sul server oppure si può ricaricare integralmente l intera piattaforma MOODLE, qualora le modifiche siano notevoli. Sicurezza Analisi rischio È necessario analizzare che tipo di dati sono conservati nei nostri server per rendersi conto di quali rischi è possibile riscontrare. Considerando che la nostra società conserverà I dati di minori si può considerare il rischio di attacchi esterni allo scopo di reperire informazioni personali (nome, cognome, abitazione, collocazione temporanea, età...) degli alunni. La questione quindi risulta estremamente delicata. Crittografia Memorie di massa 15

16 I dati dei minori sono conservati in un database su una partizione crittata (in modo che qual'ora un attacker rubi fisicamente il disco non possa risalire ai dati contenuti nella partizione crittata). Per questo si è scelto lo strumento LUKS. Crittografia connessione Ogni volta che un alunno si connette al server da casa verrà usata la connessione HTTPS per la navigazione web. In questo modo non saranno possibili attacchi con sniffer di rete e man in the middle. Non sarà possibile accedere al sito senza usare questa tecnologia. Firewalling I server hanno impostate regole per impedire le tecniche più banali di port scanning e semplici attacchi DoS. Configurazione SSH Inoltre è presente un particolare script che evita il brute force sulla porta di SSH: ogni volta che si sbaglia il login per 10 volte di seguito l'ip viene bannato. Per l'autenticazione è stata disabilitata la modalità di login tramite password, ma viene usata la modalità di autenticazione tramite chiave privata protetta da passphrase. In questo modo risulta molto più complicato, lungo e dispendioso risalire alle chiavi. Ogni sysadmin avrà la propria chiave privata in modo da identificare univocamente ogni accesso. Sono stati disabilitati altri protocolli che non usano la crittografia forte (come ad esempio Telnet). Anche il login da utente root (amministratore) è stato disabilitato. Per diminuire la quantità di log di attacchi effettuati si è deciso di cambiare la porta di default da 22 a La porta 3678 comunque non risulta sempre aperta. Per accedere è necessario provare a connettersi tre volte di fila alla porta 555 (che sembrerà non attiva e senza alcun demone in ascolto). Al terzo tentatio verrà abilitata la ricezione di connessione remota sulla porta 3678 per un minuto. Trascorso il minuto, la porta verrà disabilitata. Regole utenti Ogni sysadmin, webmaster, gestore dei database o gestore della tecnologia RFID che effettua un login sul server ha permessi specifici che gli consentono di operare esclusivamente sui file e sulle risorse che hanno a che fare con la propria parte di lavoro. Solo una ristrettissima cerchia di utenza ha I permessi di diventare utente root in quanto tale possibilità è una prerogativa dell'amministratore di sistema e addetto alla sicurezza. LOG I server hanno un interessante sistema di log che invia via I vari errori ed I vari warning dividendoli in accessi d'attacco bloccati, login falliti, problemi di hardware, problemi di rete e problemi di permessi dei software. SNORT Snort è uno strumento (software libero) per identificare attraverso uno sniffer di rete interno al server e alcune regole scritte dall'amministratore di sistema possibili attacchi al sistema. Non è stato implementato sul prototipo, ma, nel caso il progetto diventasse di dimensioni maggiori, l'installazione di questo strumento è vivamente consigliata. 16

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1 UBUNTU SERVER Installazione e configurazione di Ubuntu Server M. Cesa 1 Ubuntu Server Scaricare la versione deisiderata dalla pagina ufficiale http://www.ubuntu.com/getubuntu/download-server Selezioniare

Dettagli

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk by Gassi Vito info@gassielettronica.com Questa breve guida pratica ci consentirà installare Zeroshell su pen drive o schede

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Zeroshell su vmware ESXi 4.1

Zeroshell su vmware ESXi 4.1 Zeroshell su vmware ESXi 4.1 Introduzione Vediamo come installare Zeroshell su Vmware ESXi 4.1 usando come immagine quella per IDE,SATA e USB da 1GB. Cosa ci serve prima di iniziare: Una distro Live io

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Test installazione XEN su black

Test installazione XEN su black Test installazione XEN su black andrea 10 giu 2010 v.1.2 Installare un sistema minimale con le seguenti partizioni /boot 256Mb ext2 (boot macchina host) / 10GB ext3 (/ macchina host) swap 2 GB (macchina

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

Installazione LINUX 10.0

Installazione LINUX 10.0 Installazione LINUX 10.0 1 Principali passi Prima di iniziare con l'installazione è necessario entrare nel menu di configurazione del PC (F2 durante lo start-up) e selezionare nel menu di set-up il boot

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Zeroshell su HP Microserver

Zeroshell su HP Microserver Zeroshell su HP Microserver Introduzione Un Captive Portal su HP Microserver Approfondisco l argomento Zeroshell, mostrando la mia scelta finale per la fornitura di un captive portal in versione boxed,

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO Francesco Marchione e Dario Richichi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Sezione di Palermo Indice Introduzione...

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Indice. Documentazione ISPConfig

Indice. Documentazione ISPConfig Documentazione ISPConfig I Indice Generale 1 1 Cos'è ISPConfig? 1 2 Termini e struttura del manuale 1 3 Installazione/Aggiornamento/Disinstallazione 1 3.1 Installazione 1 3.2 Aggiornamento 1 3.3 Disinstallazione

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11

Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11 Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11 Museo & Web CMS v1.5.0 beta (build 260) Sommario Museo&Web CMS... 1 SOMMARIO... 2 PREMESSE... 3 I PASSI PER INSTALLARE MUSEO&WEB

Dettagli

RAID, LVM, LUKS: Play with disks.

RAID, LVM, LUKS: Play with disks. RAID, LVM, LUKS: Play with disks. Mario Polino Corsi Avanzati Linux - 2014 RAID POuL M. Polino RAID, LVM, LUKS 2 RAID What? POuL M. Polino RAID, LVM, LUKS 3 RAID What? POuL M. Polino RAID, LVM, LUKS 3

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

DEFT Zero Guida Rapida

DEFT Zero Guida Rapida DEFT Zero Guida Rapida Indice Indice... 1 Premessa... 1 Modalità di avvio... 1 1) GUI mode, RAM preload... 2 2) GUI mode... 2 3) Text mode... 2 Modalità di mount dei dispositivi... 3 Mount di dispositivi

Dettagli

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili 2012 NETGEAR, Inc. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta,

Dettagli

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali TeamPortal Servizi integrati con ambienti Gestionali 12/2013 Modulo di Amministrazione Il modulo include tutte le principali funzioni di amministrazione e consente di gestire aspetti di configurazione

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 (marzo 2009) ultimo aggiornamento aprile 2009 Easy Peasy è una distribuzione

Dettagli

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux DNS (Domain Name System) Gruppo Linux Luca Sozio Matteo Giordano Vincenzo Sgaramella Enrico Palmerini DNS (Domain Name System) Ci sono due modi per identificare un host nella rete: - Attraverso un hostname

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

Progetto VirtualCED Clustered

Progetto VirtualCED Clustered Progetto VirtualCED Clustered Un passo indietro Il progetto VirtualCED, descritto in un precedente articolo 1, è ormai stato implementato con successo. Riassumendo brevemente, si tratta di un progetto

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti Parallels Plesk Automation Primo trimestre, 2013 Domande tecniche più frequenti Questo documento ha come scopo quello di rispondere alle domande tecniche che possono sorgere quando si installa e si utilizza

Dettagli

Manuale installazione KNOS

Manuale installazione KNOS Manuale installazione KNOS 1. PREREQUISITI... 3 1.1 PIATTAFORME CLIENT... 3 1.2 PIATTAFORME SERVER... 3 1.3 PIATTAFORME DATABASE... 3 1.4 ALTRE APPLICAZIONI LATO SERVER... 3 1.5 ALTRE APPLICAZIONI LATO

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

GARR WS9. OpenSource per l erogazione di servizi in alta disponibilità. Roma 17 giugno 2009

GARR WS9. OpenSource per l erogazione di servizi in alta disponibilità. Roma 17 giugno 2009 GARR WS9 OpenSource per l erogazione di servizi in alta disponibilità Roma 17 giugno 2009 Mario Di Ture Università degli Studi di Cassino Centro di Ateneo per i Servizi Informatici Programma Cluster Linux

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

1.1.1 ATLAS Postazione Studente : CONFIGURAZIONE DI ATLAS CON CLIENT LINUX

1.1.1 ATLAS Postazione Studente : CONFIGURAZIONE DI ATLAS CON CLIENT LINUX 1.1.1 ATLAS Postazione Studente : CONFIGURAZIONE DI ATLAS CON CLIENT LINUX Configurazione di Atlas con client Linux DESCRIZIONE Di seguito sono descritte le operazioni da effettuare per configurare correttamente

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Sicurezza delle reti wireless Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Concetti di base IEEE 802.11: famiglia di standard tra cui: 802.11a, b, g: physical e max data rate spec. 802.11e: QoS (traffic

Dettagli

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT)

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT) Wi-Fi Amantea Il Comune di Amantea offre a cittadini e turisti la connessione gratuita tramite tecnologia wi-fi. Il progetto inserisce Amantea nella rete wi-fi Guglielmo ( www.guglielmo.biz), già attivo

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Sommario Per iniziare............................................ 3 Il WiFi Booster......................................... 4 Pannello

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Alex Gotev 1 Contenuti Che cos'è Puppy Linux? Come posso averlo? Come si avvia? Che programmi include? Installazione su Chiavetta USB Domande

Dettagli

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Procedure per la scansione di sicurezza Versione 1.1 Release: settembre 2006 Indice generale Finalità... 1 Introduzione... 1 Ambito di applicazione dei

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE > MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE WorkNC V21 multicore 64 bits : Benefici di WorkNC Aumento generale della produttività, grazie alle nuove tecnologie multi-core, 64 bit e Windows 7 Calcolo di

Dettagli

Corso Base su Linux. Basato su Fedora 7 Lezione 4

Corso Base su Linux. Basato su Fedora 7 Lezione 4 Corso Base su Linux Basato su Fedora 7 Lezione 4 Configurare la rete Esistono diversi metodi per configurare il servizio di rete: editare i singoli file di configurazione del networking (per applicare

Dettagli

Setup e installazione

Setup e installazione Setup e installazione 2 Prima di muovere i primi passi con Blender e avventurarci nel vasto mondo della computer grafica, dobbiamo assicurarci di disporre di due cose: un computer e Blender. 6 Capitolo

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it)

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) In una rete TCP/IP, se un computer (A) deve inoltrare una richiesta ad un altro computer (B) attraverso la rete locale, lo dovrà

Dettagli

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione.

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Indice Trovare le informazioni necessarie... 3 Ripristino e backup... 4 Cos'è il ripristino

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Data: Ottobre 2012 Firewall pfsense Mail Server Zimbra Centralino Telefonico Asterisk e FreePBX Fax Server centralizzato Hylafax ed Avantfax

Dettagli

File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2

File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2 File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2 INDICE Indice File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2...4 Requisiti di sistema: QLA Server...5 Requisiti di sistema:

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte)

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 10 CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) WEB SERVER PROXY FIREWALL Strumenti di controllo della rete I contenuti di questo documento, salvo diversa indicazione, sono rilasciati

Dettagli

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete FS-1118MFP Guida all'installazione dello scanner di rete Introduzione Informazioni sulla guida Informazioni sul marchio Restrizioni legali sulla scansione Questa guida contiene le istruzioni sull'impostazione

Dettagli

APRS su Linux con Xastir, installazione dai sorgenti

APRS su Linux con Xastir, installazione dai sorgenti APRS su Linux con Xastir Installazione dai sorgenti L installazione di Xastir Per installare Xastir non è richiesto essere un guru di Linux, anche se una conoscenza minima della piattaforma è necessaria.

Dettagli

HTTPD - Server web Apache2

HTTPD - Server web Apache2 Documentazione ufficiale Documentazione di Ubuntu > Ubuntu 9.04 > Guida a Ubuntu server > Server web > HTTPD - Server web Apache2 HTTPD - Server web Apache2 Apache è il server web più utilizzato nei sistemi

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 7

Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Il protocollo Programma della lezione file transfer protocol descrizione architetturale descrizione

Dettagli

NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP

NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP Eseguire il collegamento al NAS tramite WebDAV A S U S T O R C O L L E G E OBIETTIVI DEL CORSO Al termine di questo corso si dovrebbe

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers La procedura di installazione è divisa in tre parti : Installazione dell archivio MySql, sul quale vengono salvati

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Per Iniziare con Parallels Desktop 10

Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Copyright 1999-2014 Parallels IP Holdings GmbH e i suoi affiliati. Tutti i diritti riservati. Parallels IP Holdings GmbH Vordergasse 59 8200 Schaffhausen Svizzera

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l.

La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l. La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l. Babel S.r.l. - P.zza S. Benedetto da Norcia 33, 00040 Pomezia (RM) www.babel.it

Dettagli

Manuale dell'amministratore

Manuale dell'amministratore Manuale dell'amministratore di LapLink Host 2 Introduzione a LapLink Host 4 Requisiti per LapLink Host 6 Esecuzione dell'installazione silent di LapLink Host 8 Modifica del file di procedura per l'installazione

Dettagli