ELEZIONI EUROPEE E REGIONALI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ELEZIONI EUROPEE E REGIONALI"

Transcript

1 Per cosa si vota e quando si vota pag. 2 Quante sono le schede pag. 2 Colore delle schede pag. 2 Come si vota pag. 2 Chi può votare pag. 6 L elettore ricordi: pag. 11 Documenti necessari per esercitare il voto pag. 11 Consegna della tessera elettorale presso l abitazione dell elettore pag. 12 Tessera elettorale con spazi per la certificazione del voto completi pag. 12 Tessera elettorale smarrita pag. 12 Tagliando di variazione della tessera elettorale pag. 12 Carta d identità scaduta pag. 14 Rilascio duplicati di tessere elettorali pag. 15 Voto domiciliare pag. 16 Voto assistito pag. 18 Voto elettore non deambulante pag. 21 Altre autorizzazioni di voto: pag. 27 Degenti in ospedali e case di cura - Ricoverati in case di riposo Tossicodipendenti degenti nelle comunità - Reclusi nei luoghi di detenzione Composizione e compensi per i componenti dei seggi pag. 28 Calendario operazioni dei seggi elettorali pag. 29 Statistiche e curiosità pag. 30 Sistema elettorale pag. 34 1

2 PER COSA SI VOTA E QUANDO SI VOTA Domenica 25 maggio 2014 si svolgeranno a Torino le elezioni dei membri del Parlamento europeo spettanti all'italia e le elezioni del Presidente della Giunta regionale e del Consiglio regionale. Si voterà solo nella giornata di domenica 25 maggio 2014: dalle ore 7.00 alle ore QUANTE SONO LE SCHEDE Le schede di votazione saranno due: una per l elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all'italia e una per l'elezione del Presidente della Giunta regionale e del Consiglio regionale. COLORE DELLE SCHEDE COME SI VOTA elezioni europee: colore grigio (tonalità pantone 422 u) elezioni regionali: colore verde (tonalità pantone green - u) ELEZIONI EUROPEE L elettore può: a) manifestare un voto di lista tracciando con la matita copiativa un segno sul contrassegno corrispondente alla lista prescelta o sul rettangolo che lo contiene; 2

3 b) inoltre, può manifestare in ogni circoscrizione elettorale non più di tre preferenze. Il voto di preferenza deve essere manifestato esclusivamente per candidati compresi nella lista votata. ELEZIONI REGIONALI L elettore può: a) votare, con un unico voto, per una lista provinciale e per una lista regionale collegata, tracciando, con la matita copiativa, un segno nel rettangolo che contiene il contrassegno della lista provinciale. In tal caso l elettore esprime un voto valido sia per la lista provinciale sia per la lista regionale collegata; 3

4 b) esprimere un voto disgiunto, cioè tracciare, con la matita copiativa, un segno nel rettangolo recante una delle liste provinciali e un altro segno sul simbolo di una lista regionale, non collegata alla lista provinciale prescelta, o sul nome del suo capolista. In tale ipotesi il voto è validamente espresso sia per la lista provinciale che per la lista regionale rispettivamente prescelta, anche se non collegate fra loro; c) esprimere un unico voto per una delle liste regionali e per il suo capolista, tracciando, con la matita copiativa, un segno su un simbolo di una lista regionale, senza segnare, nel contempo, alcun contrassegno di lista provinciale. In tal caso, si intende validamente votata la lista regionale ed il suo capolista, mentre è esclusa ogni attribuzione di voto alla lista o alle liste provinciali collegate. 4

5 Inoltre, l elettore può manifestare un solo voto di preferenza per un candidato alla carica di consigliere compreso nella lista provinciale, scrivendone il cognome ovvero il nome e il cognome nella apposita riga tracciata alla destra del contrassegno prescelto. Il voto di preferenza deve essere manifestato esclusivamente per un candidato compreso nella lista provinciale votata. Le schede non devono essere sovrapposte al momento della votazione per evitare che il segno tracciato su una scheda sia visibile sull altra sottostante. 5

6 CHI PUO VOTARE 1) Gli elettori iscritti nelle liste elettorali ELEZIONI EUROPEE Possono votare per l elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all Italia: a) i cittadini italiani iscritti nelle liste elettorali del Comune che hanno compiuto il 18 anno di età entro il giorno fissato per la votazione (25 maggio); Eccezione: i cittadini italiani residenti in un Paese dell Unione Europea votano all estero nelle sezioni istituite presso i Consolati italiani, salvo che abbiano optato di votare in Italia entro sabato 24 maggio b) i cittadini stranieri appartenenti a Stati membri dell Unione Europea residenti che sono iscritti nelle liste elettorali aggiunte del Comune. ELEZIONI REGIONALI Possono votare per l elezione del Presidente della Giunta regionale e del Consiglio regionale: i cittadini italiani iscritti nelle liste elettorali del Comune che hanno compiuto il 18 anno di età entro il giorno fissato per la votazione (25 maggio). Non possono votare per le elezioni regionali i cittadini dell Unione Europea. I cittadini italiani residenti all estero votano per le elezioni regionali in Italia presso la sezione di iscrizione elettorale. 6

7 2) Oltre agli elettori iscritti nelle liste elettorali votano nella sezione ELEZIONI EUROPEE MEMBRI UFFICIO ELETTORALE DI SEZIONE CHI Il presidente Gli scrutatori Dove votano per le elezioni europee nella sezione dove esercitano l ufficio anche se siano iscritti come elettori in altra sezione del Comune APPARTENENTI ALLA FORZA PUBBLICA E RAPPRESENTANTI DI LISTA CANDIDATI Il segretario I rappresentanti di lista Gli ufficiali e agenti della forza pubblica in servizio presso il seggio elettorale Candidati proposti nella Circoscrizione elettorale Italia Nord-Occidentale nella sezione dove esercitano la funzione, anche se siano iscritti come elettori in altra sezione del Comune o di un qualsiasi altro Comune della Circoscrizione elettorale Italia Nord- Occidentale nella sezione dove esercitano l ufficio, anche se siano iscritti in altra sezione del Comune o di un qualsiasi altro Comune del territorio nazionale in una qualsiasi sezione della Circoscrizione elettorale Italia Nord- Occidentale dove sono proposti come candidati DEGENTI IN CASA DI CURA O RECLUSI IN LUOGHI DI DETENZIONE Gli elettori ricoverati in ospedali e case di cura Gli elettori tossicodipendenti ospitati presso comunità Gli elettori reclusi presso luoghi di detenzione e di custodia preventiva nel luogo di degenza, anche se siano elettori in altra sezione del Comune o di un qualsiasi altro Comune del territorio nazionale nella comunità terapeutica o altre strutture gestite da enti, associazioni o istituzioni pubbliche o private (per le quali viene istituito il seggio speciale) anche se siano iscritti come elettori in altra sezione del Comune o di un qualsiasi altro Comune del territorio nazionale nel luogo di detenzione, anche se siano elettori in altra sezione del Comune o di qualsiasi altro Comune del territorio nazionale 7

8 APPARTENENTI FORZE ARMATE, FORZE DI POLIZIA E AL CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO CHI I militari delle Forze armate e gli appartenenti a Corpi militarmente organizzati per il Servizio dello Stato Forze di Polizia Dove votano per le elezioni europee presso una delle sezioni del Comune in cui si trovano per causa di servizio anche se siano elettori di un qualsiasi altro Comune del territorio nazionale Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco ALTRE CATEGORIE ELETTORI CON HANDICAP FISICI Elettori muniti di una attestazione del Sindaco di ammissione al voto Elettore non deambulante Elettore impossibilitato ad allontanarsi dal domicilio presso la sezione del Comune indicata nell attestazione di ammissione al voto in una qualsiasi sezione del Comune dove risiedono nella sezione del Comune dove si trova il domicilio anche se siano elettori in altra sezione del Comune o di qualsiasi altro Comune del territorio nazionale 8

9 ELEZIONI REGIONALI MEMBRI UFFICIO ELETTORALE DI SEZIONE CHI Il presidente Gli scrutatori Dove votano per le elezioni regionali nella sezione dove esercitano l ufficio anche se siano iscritti come elettori in altra sezione del Comune APPARTENENTI ALLA FORZA PUBBLICA E RAPPRESENTANTI DI LISTA DEGENTI IN CASA DI CURA O RECLUSI IN LUOGHI DI DETENZIONE Il segretario I rappresentanti di lista Gli ufficiali e agenti della forza pubblica in servizio presso il seggio elettorale Gli elettori ricoverati in ospedali e case di cura Gli elettori tossicodipendenti ospitati presso comunità Gli elettori ristretti presso luoghi di detenzione e di custodia preventiva nella sezione dove esercitano la rappresentanza o l ufficio, anche se siano iscritti come elettori in altra sezione del Comune o di un qualsiasi altro Comune della Regione Piemonte nel luogo di degenza, anche se siano iscritti come elettori in altra sezione del Comune o di un qualsiasi altro Comune della Regione Piemonte nella comunità terapeutica o altre strutture gestite da enti, associazioni o istituzioni pubbliche o private (per le quali viene istituito il seggio speciale) anche se siano elettori in altra sezione del Comune o di un qualsiasi altro Comune della Regione Piemonte nel luogo di detenzione, anche se siano elettori in altra sezione del Comune o di un qualsiasi altro Comune della Regione Piemonte 9

10 APPARTENENTI FORZE ARMATE, FORZE DI POLIZIA E AL CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO CHI militari delle Forze armate e gli appartenenti a Corpi militarmente organizzati per il Servizio dello Stato Forze di Polizia Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco Dove votano per le elezioni regionali presso una delle sezioni del Comune in cui si trovano per causa di servizio anche se siano elettori di un qualsiasi altro Comune della Regione Piemonte ALTRE CATEGORIE ELETTORI CON HANDICAP FISICI Elettori muniti di una attestazione del Sindaco di ammissione al voto Elettore non deambulante Elettore impossibilitato ad allontanarsi dal domicilio presso la sezione del Comune indicata nell attestazione di ammissione al voto in una qualsiasi sezione del Comune dove risiedono nella sezione elettorale del Comune in cui si trova il domicilio anche se siano elettori di un altro Comune della Regione Piemonte 10

11 L ELETTORE RICORDI DOCUMENTI NECESSARI PER ESERCITARE IL VOTO Per votare occorre esibire al seggio elettorale: - un documento di riconoscimento valido (1); - la tessera elettorale personale. Si invita l'elettore a verificare di essere in possesso della tessera elettorale. In mancanza, l elettore ne richieda prima possibile il duplicato agli uffici comunali. (1) Oltre alla carta di identità è valido: a) altro documento di identificazione munito di fotografia, rilasciato dalla Pubblica Amministrazione, anche se scaduto, sempre che la data di scadenza non risalga ad oltre tre anni prima del giorno della elezione; b) tessera di riconoscimento rilasciata dall Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d Italia, purché munita di fotografia convalidata da un Comando militare; c) tessera di riconoscimento rilasciata da un ordine professionale, purché munita di fotografia. 11

12 CONSEGNA TESSERA ELETTORALE PRESSO L ABITAZIONE In vista delle elezioni del 25 maggio 2014, riceveranno la tessera elettorale presso l abitazione gli elettori che hanno trasferito la residenza nel Comune dal mese di gennaio 2013 al mese di marzo La tessera sarà consegnata dalla Polizia Municipale dal 30 aprile al 14 maggio. In caso di assenza dell elettore, l addetto lascerà un avviso nella cassettina delle lettere contenente le indicazioni per il ritiro del documento presso gli uffici comunali. TESSERA ELETTORALE CON SPAZI PER LA CERTIFICAZIONE DEL VOTO COMPLETI In caso di tessera con spazi per la certificazione del voto completi, l elettore deve richiedere una nuova tessera elettorale, presentando un documento di riconoscimento e la vecchia tessera elettorale (solo in visione). La richiesta può essere rivolta all'ufficio elettorale (orari di apertura al pubblico) o all'anagrafe della Circoscrizione di residenza (orari di apertura al pubblico),. TESSERA ELETTORALE SMARRITA In caso di smarrimento della tessera elettorale l elettore deve richiederne un duplicato all'ufficio elettorale del Comune sito in Corso Valdocco 20 (orari di apertura al pubblico) o all'anagrafe della Circoscrizione di residenza (orari di apertura al pubblico). Per ottenere il duplicato occorre compilare un modulo (scarica modulo) ed esibire il documento di riconoscimento. TAGLIANDO DI VARIAZIONE DELLA TESSERA ELETTORALE In riferimento alle elezioni europee e regionali del 25 maggio 2014, il Comune invierà, per posta ordinaria, il tagliando di variazione della tessera elettorale agli elettori che hanno trasferito l indirizzo di residenza nel territorio comunale dal mese di gennaio 2013 al 7 aprile 2014: la busta che contiene il tagliando riporta la dicitura CONTIENE TAGLIANDO DI VARIAZIONE DELLA TESSERA ELETTORALE. 12

13 tagliando di Il tagliando di variazione adesivo deve essere applicato sulla tessera elettorale, negli appositi spazi secondo le indicazioni riportate. Tagliando adesivo di variazione da staccare ed applicare (sulla tessera) nelle aree indicate dalle frecce 13

14 CARTA D IDENTITA SCADUTA E possibile ottenere la nuova carta d identità presso le delegazioni Anagrafiche Decentrate e all Anagrafe Centrale di Via della Consolata 23. L ingresso dell anagrafe Centrale e del Servizio Elettorale per i cittadini diversamente abili è : Via Carlo Ignazio Giulio n

15 RILASCIO DUPLICATI DI TESSERA ELETTORALE UFFICI E ORARI In caso di smarrimento della la tessera elettorale, gli elettori possono richiederne un duplicato rivolgendosi ai seguenti uffici: A) Ufficio elettorale - Corso Valdocco 20 piano rialzato orario continuato dal lunedì al giovedì dalle 8.15 alle e il venerdì dalle 8.15 alle L ufficio da venerdì 23 maggio a domenica 25 maggio 2014 osserverà il seguente orario: venerdì 23 maggio e sabato 24 maggio dalle 8.15 alle domenica 25 maggio dalle 7.00 alle B) Uffici di anagrafe decentrata di: circoscrizione Indirizzo circoscrizione Indirizzo Circ. 2 Via Guido Reni, 102 Circ. 6 Via Leoncavallo, 17 Circ. 3 C.so Racconigi, 94 Circ. 7 C.so Vercelli, 15 Circ. 3 Via De Sanctis, 12 Circ. 8 Via Campana, 30 Circ. 4 Via Carrera, 81 Circ. 8 C.so Moncalieri, 18 Circ. 5 Piazza Montale, 10 Circ. 9 C.so Corsica, 55 Circ. 5 Via Stradella, 192 Circ. 9 Via Nizza, 168 Circ. 6 Piazza Astengo, 7 Circ. 10 Strada Comunale di Mirafiori, 7 In occasione delle prossime consultazioni europee e regionali gli uffici di anagrafe decentrata nei giorni venerdì 23 maggio e sabato 24 maggio 2014 osserveranno il seguente orario: venerdì 23 maggio dalle 8.30 alle e dalle alle sabato 24 maggio dalle 8.30 alle Durante l apertura pomeridiana di venerdì 23 maggio (dalle ore alle ore 18.00) e l intera giornata di sabato 24 maggio, gli uffici di anagrafe decentrata provvederanno esclusivamente al rilascio dei duplicati di tessera elettorale e delle carte d identità. Domenica 25 maggio 2014 i duplicati di tessera elettorale verranno rilasciati dall anagrafe centrale di Via C.I.Giulio 22 e dall ufficio elettorale di Corso Valdocco

16 VOTO DOMICILIARE Chi può votare al domicilio gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedire l allontanamento dall abitazione in cui dimorano. gli elettori affetti da gravissime infermità tali che l allontanamento dall abitazione in cui dimorano risulti impossibile anche con l ausilio dei servizi di trasporto di cui all articolo 29 della legge 5 febbraio 1992, n Modalità per esercitare il voto al domicilio Occorre far pervenire al Sindaco, entro il 5 maggio 2014, la domanda di ammissione al voto domiciliare (scarica modulo) corredata: da un certificato medico rilasciato da un funzionario medico designato dall Azienda Sanitaria Locale, attestante le condizioni di legge per l esercizio del voto domiciliare; dalla copia della tessera elettorale. La domanda può essere presentata: all Ufficio elettorale (orari di apertura al pubblico) via o via fax al numero Per la presentazione della domanda occorre allegare la fotocopia di un documento di riconoscimento. Riferimenti telefonici dell ufficio elettorale Riferimenti normativi Decreto Legge 3 gennaio 2006, n. 1, convertito con la Legge 27 gennaio 2006, n. 22; Legge 7 maggio 2009, n

17 INDIRIZZI ED ORARI DELLE ASL PER IL RILASCIO DELLA CERTIFICAZIONE MEDICA VOTO DOMICILIARE Uffici di medicina Legale A.S.L. TO 1 EST/OVEST Direzione: Via San Secondo,29 INDIRIZZO ORARIO N telefono n fax Circ. 1-8 ASL TO1 EST Via San Secondo, 29 LUN/VEN 09.00/ Circ ASL TO1 OVEST Via Farinelli, 25 LUN/MER/GIO/VEN 09.00/ / A.S.L. TO 2 - NORD Direzione: Via Pacchiotti, 4 INDIRIZZO ORARIO n telefono n fax Circ. 4-5 ASL TO2 NORD Via Foligno, 14 LUN/VEN 8,30/ monte.it Circ. 6-7 Circ ASL TO2 Via Montanaro, 60 LUN/VEN 09.00/ DOMENICA 25 MAGGIO 2014 INDIRIZZO ORARIO n telefono n fax Ospedale OFTALMICO Via Juvarra, /

18 VOTO ASSISTITO Chi può votare con l assistenza di un altro elettore l elettore che ha la tessera elettorale che riporta il timbro AVD, apposto dal Comune di iscrizione Elettorale l elettore che presenta al seggio elettorale un certificato medico rilasciato dalla Azienda Sanitaria Locale attestante l impedimento fisico all esercizio autonomo del voto l elettore che presenta all ufficio elettorale il libretto nominativo rilasciato dall INPS riportante la dicitura cieco civile. 18

19 Chi può svolgere la funzione di accompagnatore o un elettore della propria famiglia o un altro elettore liberamente scelto di un qualsiasi Comune della Repubblica. In riferimento allo stesso evento elettorale nessuno può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido. Modalità per l ammissione all esercizio del voto assistito L accompagnatore deve esibire al presidente del seggio, oltre ad un documento di riconoscimento, la propria tessera elettorale. Il presidente prima di consegnare le schede di votazione, deve: verificare che l accompagnatore non abbia già svolto la funzione di accompagnatore per le elezioni in corso di svolgimento accertare che l elettore fisicamente impedito abbia scelto liberamente l accompagnatore. Sulla tessera elettorale dell accompagnatore, all interno di uno degli spazi per la certificazione del voto, il presidente deve apporre l annotazione: «Accompagnatore...(data)... (sigla del presidente)», senza apporre il bollo della sezione. Riferimenti telefonici ufficio elettorale / Riferimenti normativi Art. 55, secondo comma, del T. U. 361/1957 e art. 41, secondo comma, del T.U. 570/1960 Legge 5 febbraio 2003 n

20 INDIRIZZI ED ORARI DELLE ASL PER IL RILASCIO DELLA CERTIFICAZIONE MEDICA ASL TO 1 CIRC. SERVIZI DI MEDICINA LEGALE Lunedì 19 maggio Martedì 20 maggio Mercoledì 21 maggio ORARIO Giovedì 22 maggio Venerdì 23 maggio Sabato 24 maggio Domenica 25 maggio 1-8 Via San Secondo == == Via Farinelli == == == Ospedale Oftalmico Via F. Juvarra 19 == == == == == == ASL TO 2 CIRC SERVIZI DI MEDICINA LEGALE Lunedì 19 maggio Martedì 20 maggio Mercoledì 21 maggio ORARIO Giovedì 22 maggio Venerdì 23 maggio Sabato 24 maggio Domenica 25 maggio 4-5 Via Foligno == Via Montanaro == == 6-7 Ospedale Giovanni Bosco Piazza del Donatore di Sangue 3 == == == == == ==

21 VOTO ELETTORE NON DEAMBULANTE Facoltà riconosciuta dalla legge L elettore sprovvisto della capacità di deambulazione autonoma, qualora il luogo della votazione assegnato non sia accessibile mediante sedia a ruote, può esprimere il voto in qualunque altro seggio del Comune allestito in sede priva di barriere architettoniche. Documentazione che deve essere esibita al seggio elettorale Per l esercizio di tale facoltà l elettore deve presentare, al Presidente del seggio elettorale un certificato medico rilasciato dall Asl attestante l impossibilità o la grave riduzione della capacità di deambulazione. In alternativa, può produrre la fotocopia della patente di guida speciale o altra documentazione medica rilasciata in precedenza per altri scopi dall Azienda Sanitaria Locale. Trasporto assistito Il Comune organizza un servizio di trasporto assistito per accompagnare ai seggi gli elettori impossibilitati o con grave riduzione alla capacità di deambulazione autonoma. Il servizio può essere richiesto, con prenotazione, telefonando al numero nei seguenti giorni ed orari: da lunedì 12 maggio a sabato 24 maggio dalle ore 9 alle ore 17, esclusi i giorni di sabato 17 maggio e domenica 18 maggio; il giorno di domenica 25 maggio dalle ore 9 alle ore 20. Riferimenti telefonici ufficio elettorale: Riferimenti normativi Art. 1 della legge 15 gennaio 1991, numero 15 21

22 INDIRIZZI ED ORARI DELLE ASL PER IL RILASCIO DELLA CERTIFICAZIONE MEDICA ASL TO 1 CIRC. SERVIZI DI MEDICINA LEGALE Lunedì 19 maggio Martedì 20 maggio Mercoledì 21 maggio ORARIO Giovedì 22 maggio Venerdì 23 maggio Sabato 24 maggio Domenica 25 maggio 1-8 Via San Secondo == == Via Farinelli == == == Ospedale Oftalmico Via F. Juvarra 19 == == == == == == ASL TO 2 CIRC SERVIZI DI MEDICINA LEGALE Lunedì 19 maggio Martedì 20 maggio Mercoledì 21 maggio ORARIO Giovedì 22 maggio Venerdì 23 maggio Sabato 24 maggio Domenica 25 maggio 4-5 Via Foligno == Via Montanaro == == 6-7 Ospedale Giovanni Bosco Piazza del Donatore di Sangue 3 == == == == == ==

23 SEDI DI SEGGIO PRIVE DI BARRIERE ARCHITETTONICHE CIRCOSCRIZIONE 1 CIRCOSCRIZIONE 2 DENOMINAZIONE - INDIRIZZO (INGRESSO H) SEZIONI DENOMINAZIONE - INDIRIZZO (INGRESSO H) SEZIONI COPPINO Via C. Colombo 36-36/A GALILLEO FERRARIS C.so Montevecchio 61/E FALLETTI DI BAROLO Succ. Via G.D. Cassini 98 FOSCOLO Via G. Piazzi 59 FOSCOLO Succ. Via Cassini 94 (ingresso laterale) SCUOLA ELEM. ex RIGNON Succ. Via A. Massena 39 (Via V. Gioberti 46/A) TOMMASEO Piazza C. Cavour ALVARO MODIGLIANI Via G. Balla ANTONELLI Via L. Lanfranco CADUTI DI CEFALONIA Via Baltimora CASALEGNO Via F. Acciarini COTTINI Succ Via Don Grioli 43/A MAJORANA Via Frattini MAZZINI C.so Orbassano 155/A NEGRI Succ. Via A.Negri 21 SALGARI Via Lussimpiccolo 30 SCLARANDI Succ. Via Baltimora VIDARI Succ Via Sanremo 46-46/A

24 DENOMINAZIONE - INDIRIZZO (INGRESSO H) ALBERTI Via Tolmino 40 CIRCOSCRIZIONE 3 CIRCOSCRIZIONE 4 SEZIONI DENOMINAZIONE - INDIRIZZO (INGRESSO H) SEZIONI ALIGHIERI Via G. Pacchiotti 80 BARICCO ARMSTRONG Succ C.so Peschiera 368/A C.so Monte Grappa 81 BERTA Via A. Berta 15 GAMBARO Via P. Piffetti 30/A BONCOMPAGNI V. Le Chiuse 70 - V. Vidua 1 (V. Vidua 3) CALVINO Succ Via Zumaglia (Via Zumaglia 43) 379 I. C. ALBERTI-PRIMARIA SANTAROSA DE FILIPPO Via P. Braccini 70 - Via Malta 2/E Via Fossano 16 KING - MILA Via Chambery 33 NIGRA Via Montano 10 PALAZZESCHI Via V. Lancia 140 PEROTTI Succ. (ex MARITANO) Via Marsigli 25 SALGARI Via Lussimpiccolo 36/A STEINER Succ. Via Monginevro GAMBARO Via Piffetti 30/a Via G. Talucchi 19 (Via G. Talucchi 19/A) NIGRA Via Montano SC. MEDIA (ex DE SANCTIS) Succ C.so Svizzera 51 (Via N. Fabrizi 48/A) TOSCANINI Via Tofane

25 DENOMINAZIONE - INDIRIZZO (INGRESSO H) CIRCOSCRIZIONE 5 CIRCOSCRIZIONE 6 SEZIONI DENOMINAZIONE - INDIRIZZO (INGRESSO H) SEZIONI ALLIEVO AMBROSINI Succ Via Vibò 62 (V.Roccavione passo carraio) Via dei Pioppi 45 BECCARI Via Parenzo 46 BOSELLI Succ. Via B. Luini 123 CAPPONI Via Venaria 79/15 COSTA Via L. Ambrosini 1 FRANCHETTI Succ. Via G. Randaccio 60 FRASSATI C.so Toscana 36 GIANELLI Succ. Viale dei Mughetti 29 int. 1 LEOPARDI Succ. Via delle Verbene 6 LOMBARDO RADICE Succ. C.so Grosseto 112 TUROLDO Via delle Magnolie 9 VIAN Succ. Via G. Destefanis BOBBIO Via Santhià CHIARA BERNARDO Succ Via C. Porta GABELLI Via Santhià 25 (Via Santhià 23/F) GIACHINO Succ. Via Campobasso (Via Campobasso 7) LEONARDO DA VINCI Via degli Abeti LEONARDO DA VINCI succ Via Cavagnolo LEVI C. Succ Via Monte Rosa MARTIRI DEL MARTINETTO Str. San Mauro PEROTTI Via S. Mercadante 68 int PESTALOZZI Succ Via A. Banfo 32 (Via Mottarone 3/A)

26 DENOMINAZIONE - INDIRIZZO (INGRESSO H) CIRCOSCRIZIONE 7 CIRCOSCRIZIONE 8 SEZIONI DENOMINAZIONE - INDIRIZZO (INGRESSO H) SEZIONI ANTONELLI Succ ALFIERI Via Vezzolano 20 C.so Dante 80 - C.so M. d'azeglio D'AZEGLIO GOZZI - OLIVETTI Succ Via S. Santarosa 11 (Via Martiri Libertà Via Catalani 4 9) I. C. VIA RICASOLI - FONTANA MANZONI Via M. Buniva C.so Marconi 28 I. C. VIA RICASOLI - ROSSELLI MANZONI Via Ricasoli Via Giacosa 23 I. C. REGIO PARCO - FIOCHETTO Via Fiochetto 29 PRIMO LICEO ARTISTICO Via Carcano 31 REAGLIE Succ. Corso Chieri 136 SANTA MARGHERITA Succ. Strada Pecetto 12 SCUOLA INTERNAZ. EUROPEA Via S. Sebastiano Po 6 SCUOLA MEDIA STATALE (ex Croce) Via Padre Denza 23 SC. MEDIA STATALE (sede Morelli) Via A. Cecchi 18 VILLATA Succ. Strada del Meisino 73 DENOMINAZIONE - INDIRIZZO (INGRESSO H) NIEVO - MATTEOTTI 743 Via Mentana PARATO Succ Corso Sicilia 29/H 722 SANTA MARGHERITA Succ Strada Pecetto CIRCOSCRIZIONE 9 CIRCOSCRIZIONE 10 SEZIONI DENOMINAZIONE - INDIRIZZO (INGRESSO H) SEZIONI CALAMANDREI BIRAGO Succ Via Piacenza 14-14/A Via C. Pisacane 72 DUCA DEGLI ABRUZZI CAIROLI Succ Via Montevideo Via F. Rismondo 68 FERMI Succ. Piazza C. Giacomini 24 IST. COMPR. VIA SIDOLI Via G. Sidoli 10 RE UMBERTO I Succ Via Ventimiglia MORANTE Piazzetta L. Jona SALVEMINI Via Negarville 30/6 26

27 DEGENTI IN OSPEDALI E CASE DI CURA RICOVERATI IN CASE DI RIPOSO TOSSICODIPENDENTI DEGENTI NELLE COMUNITA RECLUSI NEI LUOGHI DI DETENZIONE Per le elezioni europee i degenti e i reclusi possono votare nei luoghi di cura o di detenzione se siano elettori di un qualsiasi Comune del territorio nazionale. Per le elezioni regionali i degenti e i reclusi possono votare nei luoghi di cura o di detenzione se siano elettori di un qualsiasi Comune della regione Piemonte. Condizioni per l esercizio del diritto di voto nel luogo di cura o di detenzione Occorre esibire all ufficio elettorale di sezione o al seggio speciale, oltre al documento di riconoscimento e alla tessera elettorale, l autorizzazione al voto nel luogo di cura o di detenzione rilasciata dal Comune di iscrizione elettorale. Modalità per il rilascio dell autorizzazione Gli elettori del comune di Torino, devono presentare tramite la struttura ospitante la domanda, compilata sull apposito modulo, all ufficio elettorale (orari di apertura al pubblico) o via fax al numero , allegando la copia del documento di riconoscimento. Riferimenti normativi Art. 51 e ss. D.P.R. n. 361/1957 Art. 42 e ss. D.P.R. 570/1960 Art. 9 Legge n. 136/1976 Art. 1 lett. e) Decreto Legge n.161/ / / / Riferimenti telefonici Ufficio elettorale 27

28 DI SEZIONE COMPOSIZIONE E COMPENSI DEI COMPONENTI DEI SEGGI 1 PRESIDENTE 4 SCRUTATORI 1 SEGRETARIO SEGGI ORDINARI SEGGI SPECIALI PRESIDENTE 157 Euro PRESIDENTE 72 Euro SCRUTATORE 121 Euro SCRUTATORE 49 Euro SEGRETARIO 121 Euro Le indennità non sono assoggettabili a ritenute o imposte e non concorrono alla formazione della base imponibile ai fini fiscali. Le indennità sono pagate in contanti presso le agenzie Unicredit di Torino, esibendo l avviso di pagamento trasmesso dalla Banca, un documento di riconoscimento personale e il codice fiscale. Non è ammesso il ritiro dell indennità da parte di un delegato. RIPOSO COMPENSATIVO Tipo di contratto Lavoratore dipendente con orario di lavoro settimanale su 5 giorni lavorativi (da lunedì a venerdì) Giornate di presenza al seggio Sabato, domenica e lunedì due giornate Riposi compensativi Lavoratore dipendente con orario di lavoro settimanale su 6 giorni lavorativi (da lunedì a sabato) Sabato e domenica una giornata 28

VERBALE DELLE OPERAZIONI

VERBALE DELLE OPERAZIONI MODELLO N. 15 (PARL. EUR.) Verbale delle operazioni dell ufficio elettorale di sezione per l elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all Italia ELEZIONE DEI MEMBRI DEL PARLAMENTO EUROPEO SPETTANTI

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROGETTO PER LO SVILUPPO DELLA RIFORMA ISTITUZIONALE ELEZIONE DEGLI ORGANI DEL COMUN GENERAL DE FASCIA COMUNI DI CAMPITELLO DI FASSA/CIAMPEDEL-CANAZEI/CIANACEI- MAZZIN/MAZIN-MOENA/MOENA-

Dettagli

D. Lgs. 20 dicembre 1993, n. 533 e successive modificazioni Testo unico delle leggi recanti norme per l'elezione del Senato della Repubblica

D. Lgs. 20 dicembre 1993, n. 533 e successive modificazioni Testo unico delle leggi recanti norme per l'elezione del Senato della Repubblica D. Lgs. 20 dicembre 1993, n. 533 e successive modificazioni Testo unico delle leggi recanti norme per l'elezione del Senato della Repubblica Titolo I Disposizioni generali Articolo 1 1. Il Senato della

Dettagli

VERBALE DELLE OPERAZIONI

VERBALE DELLE OPERAZIONI MODELLO N. 15 (PARL. EUR.) Verbale delle operazioni dell ufficio elettorale di sezione per l elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all Italia ELEZIONE DEI MEMBRI DEL PARLAMENTO EUROPEO SPETTANTI

Dettagli

Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione

Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione MINISTERO DELL INTERNO Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale dei Servizi Elettorali Elezioni comunali, provinciali e regionali Pubblicazione n. 14 Elezione diretta del presidente

Dettagli

MODIFICHE AL NUMERO DEI CONSIGLIERI E DEGLI ASSESSORI E DELLE

MODIFICHE AL NUMERO DEI CONSIGLIERI E DEGLI ASSESSORI E DELLE NOTA INFORMATIVA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL 25 MAGGIO 2014 Aprile 2014 PREMESSA Le prossime elezioni amministrative, fissate per il 25 maggio, segneranno il rinnovo di 4106 amministrazioni comunali.

Dettagli

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA procede alla raccolta di domande al fine di effettuare selezioni per eventuali assunzioni con contratto subordinato, a tempo determinato, relativamente al Festival Areniano

Dettagli

Istruzioni per le operazioni dei seggi

Istruzioni per le operazioni dei seggi Parlamento europeo Pubblicazione n. 4 Elezione del Parlamento europeo Istruzioni per le operazioni dei seggi Le pagine che seguono sono una proposta di riformulazione delle Istruzioni per le operazioni

Dettagli

ECC-Net: Travel App2.0

ECC-Net: Travel App2.0 ECC-Net: Travel App2.0 In occasione del 10 anniversario dell ECC- Net, la rete dei centri europei per i consumatori lancia la nuova versione dell ECC- Net Travel App. Quando utilizzare questa applicazione?

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Informazioni su CheBanca! Denominazione Legale: CheBanca! S.p.A. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Via Aldo Manuzio, 7-20124 MILANO

Dettagli

Le schede di Sapere anche poco è già cambiare

Le schede di Sapere anche poco è già cambiare Le schede di Sapere anche poco è già cambiare LE LISTE CIVETTA Premessa lo spirito della riforma elettorale del 1993 Con le leggi 276/1993 e 277/1993 si sono modificate in modo significativo le normative

Dettagli

Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893)

Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893) N. 26 - Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893) 1. IL NUMERO DEI PARLAMENTARI NELLE DIVERSE COSTITUZIONI La scelta del numero dei parlamentari è un

Dettagli

D.R. n. 15 del 26.01.2015

D.R. n. 15 del 26.01.2015 IL RETTORE Vista la legge 30 dicembre 2010, n. 240 Norme in materia di organizzazione delle Università, di personale accademico e reclutamento, nonché delega al Governo per incentivare la qualità e l efficienza

Dettagli

ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE.

ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE. ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE. Parte prima Premessa Il presente accordo assume la disciplina generale

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione

Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione MINISTERO DELL INTERNO Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale dei Servizi Elettorali Elezioni Politiche Pubblicazione n. 6 Elezione della Camera dei deputati Elezione del

Dettagli

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità COMMISSIONE AMMINISTRATIVA PER LA SICUREZZA SOCIALE DEI LAVORATORI MIGRANTI E 104 CH (1) CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA Malattia maternità

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti PRINCIPALI EVIDENZE DELL INCIDENTALITÀ STRADALE IN ITALIA I numeri dell incidentalità stradale italiana Nel 2011, in Italia si sono registrati 205.638 incidenti stradali, che hanno causato 3.860 morti

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO 1 PUBBLICATO ALL ALBO DELL ASL 2 SAVONESE IL 08.01.2010 SCADE IL 28.01.2010 AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO In attuazione della deliberazione del Direttore Generale

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento

Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento Prot. 26329/2015 Selezione pubblica per l assunzione a tempo indeterminato di 892 unità per la terza area funzionale, fascia retributiva

Dettagli

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda!

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda! Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA Informati, ti riguarda! 3 La SEPA (Single Euro Payments Area, l Area unica dei pagamenti in euro) include 33 Paesi: 18 Paesi della

Dettagli

Istruzioni per le operazioni dell ufficio centrale

Istruzioni per le operazioni dell ufficio centrale DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DEI SERVIZI ELETTORALI Elezioni comunali, provinciali e regionali Pubblicazione n. 20 Elezione diretta del sindaco e del consiglio

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

VERBALE DELLE OPERAZIONI

VERBALE DELLE OPERAZIONI 1 ELEZIONE DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA del 12 ottobre 2014 PROVINCIA DI POTENZA VERBALE DELLE OPERAZIONI DELL UFFICIO ELETTORALE 2 VERBALE DELLE OPERAZIONI DELL UFFICIO ELETTORALE 1. INSEDIAMENTO DELL

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE

DOMANDA DI AMMISSIONE ALLEGATO A PARTE RISERVATA ALL UFFICIO AL DIRIGENTE DATA Direzione Risorse Umane e Organizzazione UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRENTO PROT. N Via Verdi, 6-38100 TRENTO SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E PROVE

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014 INFORMAZIONI SU CREDIVENETO Denominazione e forma giuridica CREDITO COOPERATIVO INTERPROVINCIALE VENETO Società Cooperativa Società Cooperativa per Azioni a Resp. Limitata Sede Legale e amministrativa:

Dettagli

ESAMI DEL SANGUE GIORNI DEI PRELIEVI DISTRETTO SEDE MODALITÀ

ESAMI DEL SANGUE GIORNI DEI PRELIEVI DISTRETTO SEDE MODALITÀ ESAMI DEL SANGUE Per sottoporsi agli esami del sangue non è in genere necessaria la prenotazione (salvo dove diversamente indicato). Per eseguire gli esami è possibile recarsi, con la ricetta del medico

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1

REGOLAMENTO. Articolo 1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima

Dettagli

Statuto del Partito Democratico

Statuto del Partito Democratico Statuto del Partito Democratico Approvato dalla Assemblea Costituente Nazionale il 16 febbraio 2008 CAPO I Principi e soggetti della democrazia interna Articolo 1. (Principi della democrazia interna) 1.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 38/006 Relativo a: Operazioni di pagamento non rientranti in un contratto quadro ai sensi del D.LGS. N.

FOGLIO INFORMATIVO N. 38/006 Relativo a: Operazioni di pagamento non rientranti in un contratto quadro ai sensi del D.LGS. N. INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di BUCCINO Società Cooperativa fondata nel 1982 Sede legale in Buccino, Piazza Mercato Loc. Borgo, cap. 84021 Tel.: 0828-752200 Fax: 0828-952377 [e-mail

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA SCUOLA DELL INFANZIA STATALE SANTAROSA AL DIRIGENTE SCOLASTICO

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA SCUOLA DELL INFANZIA STATALE SANTAROSA AL DIRIGENTE SCOLASTICO DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA SCUOLA DELL INFANZIA STATALE SANTAROSA AL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO COMPRENSIVO LEON BATTISTA ALBERTI - VIA Tolmino 40 10141 Torino tel. 011-19710282 fax 011-3852874 e-mail:

Dettagli

REGO OLAMENTO FUI Regolamento disciplinante

REGO OLAMENTO FUI Regolamento disciplinante REGOLAMENTO FUI anni termici 2014-2016 Regolamento disciplinante le procedur re concorsuali per l individuazione dei fornitori i di ultima istanza di gass naturale per il periodo 1 ottobre 2014-30 settembre

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO LUOGOTENENZIALE 23 novembre 1944, n. 382

DECRETO LEGISLATIVO LUOGOTENENZIALE 23 novembre 1944, n. 382 DECRETO LEGISLATIVO LUOGOTENENZIALE 23 novembre 1944, n. 382 Norme sui Consigli degli Ordini e Collegi e sulle Commissioni centrali professionali Pubblicato nella Gazzetta ufficiale n. 98 del 23 Dicembre

Dettagli

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione BANDO DI CONCORSO per l erogazione di borse di studio in favore dei figli e degli orfani dei dipendenti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (art.1,c.245 della legge 662/96)

Dettagli

ELEZIONI RSU PUBBLICO IMPIEGO 5 7 MARZO 2012. Le domande e le risposte.

ELEZIONI RSU PUBBLICO IMPIEGO 5 7 MARZO 2012. Le domande e le risposte. ELEZIONI RSU PUBBLICO IMPIEGO 5 7 MARZO 2012 Le domande e le risposte. La Commissione elettorale 1. Componenti della Commissione Elettorale e scrutatori. Comunicazione all'amministrazione I componenti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089 ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 04345204 0434520089 PROT. n. 199/B19 Pordenone, 15 gennaio 2014 Ai Sigg. Genitori Oggetto:

Dettagli

GLI ATTI E DOCUMENTI STRANIERI Procedure per la legalizzazione di documenti e di firme.

GLI ATTI E DOCUMENTI STRANIERI Procedure per la legalizzazione di documenti e di firme. GLI ATTI E DOCUMENTI STRANIERI Procedure per la legalizzazione di documenti e di firme. 1. Normativa di riferimento Legge 20 dicembre 1966, n. 1253 Ratifica ed esecuzione della Convenzione firmata a l

Dettagli

LA LEGISLAZIONE ELETTORALE ITALIANA. Diritto costituzionale a.a. 2010/11 Parte speciale

LA LEGISLAZIONE ELETTORALE ITALIANA. Diritto costituzionale a.a. 2010/11 Parte speciale LA LEGISLAZIONE ELETTORALE ITALIANA Diritto costituzionale a.a. 2010/11 Parte speciale CARLO FUSARO I limiti della legislazione elettorale vigente LEGISLAZIONE ELETTORALE: complesso delle norme concernenti

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS.

Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Gettiamo dei ponti Istituzione comune LAMal Gibelinstrasse 25 casella

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Immatricolazione dei veicoli provenienti dall estero

Immatricolazione dei veicoli provenienti dall estero Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento Per I Trasporti Terrestri E Per I Sistemi Informativi E Statistici Ufficio di Coordinamento per la Lombardia Circolare interna n. 1 Milano 18/04/2004

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI)

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) 4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Tutte le persone che abitano o esercitano un attività lucrativa in Svizzera sono per principio

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI.

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. BancoPosta www.bancoposta.it numero gratuito: 800 00 33 22 COME CAMBIANO INCASSI E PAGAMENTI CON LA SEPA PER I TITOLARI DI CONTI CORRENTI BANCOPOSTA DEDICATI

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE ITALIA Problematiche chiave Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE La performance degli italiani varia secondo le caratteristiche socio-demografiche

Dettagli

a cura dell Ufficio Confederale RSU/RSA dell Unione Generale del Lavoro

a cura dell Ufficio Confederale RSU/RSA dell Unione Generale del Lavoro a cura dell Ufficio Confederale RSU/RSA dell Unione Generale del Lavoro 1 Indice Tempistica delle procedure elettorali...3 Tempistica dettagliata e adempimenti....4 ACCORDO COLLETTIVO QUADRO PER LA COSTITUZIONE

Dettagli

DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA COSTITUZIONE DELLE GRADUATORIE PER L A.S. 2015/16

DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA COSTITUZIONE DELLE GRADUATORIE PER L A.S. 2015/16 Modello B2 GRADUATORIE PERMANENTI DEL PERSONALE AMMINISTRATIVO, TECNICO E AUSILIARIO AI SENSI DELL ART. 554 DEL D.L.VO 297/94 (indizione concorsi nell a.s. 2014/15) DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

Mercoledì 28 settembre 2005 4 Commissione I

Mercoledì 28 settembre 2005 4 Commissione I Mercoledì 28 settembre 2005 4 Commissione I Donato BRUNO, presidente, sostituendo il relatore, fa presente che gli emendamenti contenuti nel fascicolo n. 3 non presentano profili problematici in ordine

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

scolastici europei dellõ istruzione in Europa2012 Sistemi scolastici europei 2012 Sistemi di valutazione ALCUNI PAESI A CONFRONTO

scolastici europei dellõ istruzione in Europa2012 Sistemi scolastici europei 2012 Sistemi di valutazione ALCUNI PAESI A CONFRONTO n n u u m e r r o m o n o g r a nf i u c m o e r o m Sistemi scolastici europei Sistemi 2012 Sistemi di valutazione scolastici europei Sistemi sc dellõ istruzione in Europa2012 ALCUNI PAESI A CONFRONTO

Dettagli

TITOLOPROGETTO SEDE DI ATTUAZIONE N. VOL... ED IO AVRÒ CURA DI TE A CASTELLAMMARE - Viale Europa -

TITOLOPROGETTO SEDE DI ATTUAZIONE N. VOL... ED IO AVRÒ CURA DI TE A CASTELLAMMARE - Viale Europa - BANDO PER LA SELEZIONE DI 2.005 VOLONTARI DA IMPIEGARE IN PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA EUROPEO GARANZIA GIOVANI NELLA REGIONE CAMPANIA Art. 1 Progetti e sedi di

Dettagli

FLC Cgil Nazionale Febbraio 2008

FLC Cgil Nazionale Febbraio 2008 FLC Cgil Nazionale Febbraio 2008 INSERIMENTO/AGGIORNAMENTO GRADUATORIE ATA DI 1^ FASCIA GUIDA ANALITICA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA (modelli di domanda - allegati B1, B2, F, G, H) 0) La modulistica

Dettagli

GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ISCRIZIONI

GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ISCRIZIONI 1 All. 2) GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 La Scuola Comunale dell Infanzia assume e valorizza le differenze individuali dei bambini nell ambito del processo

Dettagli

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Avviso Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per la copertura a tempo determinato di n. 12 posti di Dirigente medico - Area medica e delle specialità

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri DIPARTIMENTO DELLA GIOVENTÙ E DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE Ufficio per il servizio civile nazionale Bando per la selezione di n.18.793 volontari da impiegare in progetti

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI)

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) La pensione di reversibilità (introdotta in Italia nel 1939 con il Rdl. n. 636) spetta ai: Superstiti del pensionato per invalidità, vecchiaia o anzianità,

Dettagli

Prot. 604 SCADENZA 10 giugno 2011

Prot. 604 SCADENZA 10 giugno 2011 Prot. 604 SCADENZA 10 giugno 2011 Unione dei Comuni dell Anglona e della Bassa Valle del Coghinas Bulzi - Chiaramonti Erula Laerru Martis Nulvi - Perfugas S.M. Coghinas Sedini - Tergu - Valledoria - Viddalba

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA

COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA Periodico quindicinale FE n. 02 7 marzo 2012 COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA ABSTRACT Il crescente utilizzo del web ha contribuito alla diffusione dell e-commerce quale mezzo alternativo

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER LA PARTECIPAZIONE AI PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE DELL EMILIA - ROMAGNA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER LA PARTECIPAZIONE AI PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE DELL EMILIA - ROMAGNA AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER LA PARTECIPAZIONE AI PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE DELL EMILIA - ROMAGNA Premesso che sulla base di quanto previsto dalla Legge Regionale n. 0/003 e successive

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto pubblico Settore di competenza Progetti e metodologia legislativi 1 gennaio 2015 Aiuto alle

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali 121 TITOLO III - DELL ATTIVITÀ SINDACALE ART. Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali Rappresentanze sindacali aziendali possono essere costituite ad iniziativa dei lavoratori in ogni unità

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Articolo 3, comma 3- Viene così riformulato Il Contrassegno è predisposto per una validità di cinque anni. Approvato unanime.

Articolo 3, comma 3- Viene così riformulato Il Contrassegno è predisposto per una validità di cinque anni. Approvato unanime. 1 2 3 Preso atto, inoltre, che la I Commissione consiliare permanente - Affari Generali e Istituzionali con verbale del 29 settembre 2011, qui allegato, ha espresso parere favorevole, sulla proposta in

Dettagli

DOMANDA PER MINISTERO DEI TRASPORTI DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI CERTIFICATO DI ABILITAZIONE PROFESSIONALE

DOMANDA PER MINISTERO DEI TRASPORTI DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI CERTIFICATO DI ABILITAZIONE PROFESSIONALE Mod.TT 746 C MINISTERO DEI TRASPORTI DOMANDA PER CERTIFICATO DI ABILITAZIONE PROFESSIONALE TIPO CERTIFICATO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE ADR TIPO CARTA DI QUALIFICAZIONE DEL CONDUCENTE TRASPORTO PERSONE

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

Legge 20-11-1982, n. 890 Notificazioni di atti a mezzo posta e di comunicazioni a mezzo posta connesse con la notificazione di atti giudiziari.

Legge 20-11-1982, n. 890 Notificazioni di atti a mezzo posta e di comunicazioni a mezzo posta connesse con la notificazione di atti giudiziari. Legge 20-11-1982, n. 890 Notificazioni di atti a mezzo posta e di comunicazioni a mezzo posta connesse con la notificazione di atti giudiziari. Preambolo La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 DOMANDA DI ISCRIZIONE Al Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 _l_ sottoscritt in qualità di padre

Dettagli

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI OPUSCOLO Opportunità di ricerca transnazionale Vi interessa la ricerca europea? Research*eu è il mensile della direzione generale della Ricerca per essere

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli