NOVITÀ NEL MODELLO 770/2009 SEMPLIFICATO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NOVITÀ NEL MODELLO 770/2009 SEMPLIFICATO"

Transcript

1 NOVITÀ NEL MODELLO 770/2009 SEMPLIFICATO SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI PARTE B - DATI FISCALI SOMME EROGATI PER STRAORDINA- RI E PREMI PRODUTTIVITÀ PARTE D - ASSISTENZA 2008 ALTRI PROSPETTI Provv. Ag. Entrate L agenzia delle Entrate ha approvato e pubblicato sul proprio sito Internet il nuovo modello 770/2009 Semplificato, relativo all anno 2008, con le istruzioni per la compilazione. Il modello é composto dal frontespizio, dalle comunicazioni dati certificazioni lavoro dipendente, assimilati ed assistenza fiscale, dalle comunicazioni dati certificazioni lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi nonché dai prospetti SS, ST, SV e SX. I prospetti ST, SX relativi ai versamenti, ai crediti ed alle compensazioni effettuati, compreso il nuovo prospetto SV relativo alle addizionali comunali, possono essere trasmessi unitamente al modello 770/ 2009 Semplificato, anche qualora il sostituto d imposta sia tenuto alla presentazione del modello 770/2009 Ordinario, sempreché non abbia effettuato compensazioni tra i versamenti attinenti al modello Semplificato e quelli relativi al modello Ordinario. La dichiarazione modello 770/2009 Semplificato può essere trasmessa separatamente, inviando il frontespizio di tale modello, le comunicazioni dati lavoro dipendente ed assimilati ed i relativi prospetti SS, ST, SV e SX distintamente dalle comunicazioni dati lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi e dai relativi prospetti SS, ST e SX, qualora non siano state effettuate compensazioni tra i versamenti attinenti ai redditi di lavoro dipendente e quelli di lavoro autonomo, nonché tra tali versamenti e quelli relativi al modello Ordinario. Il modello 770/2009 Semplificato non può essere compreso nella dichiarazione unificata e deve essere presentato entro il (emendamento al D.L. 207/2008). FRONTESPIZIO Tipo di dichiarazione Firma della dichiarazione SCHEMA DI SINTESI È stata aggiunta una casella per barrare l opzione dichiarazione correttiva/integrativa parziale. È richiesta in forma separata l ndicazione del codice fiscale dell incaricato della relazione di revisione, da quello del presidente del collegio sindacale. Altri dati Credito per famiglie numerose e detrazione per canoni di locazione, anche nel prospetto SX di riepilogo di altri crediti e nel prospetto SS dei dati riassuntivi. DATI FISCALI relativi ai conguagli Somme per prestazioni di lavoro straordinario e premi produttività Somme per prestazioni di lavoro straordinario, supplementare e per premi di produttività erogate da altro soggetto con applicazione dell imposta sostitutiva e conguagliate dal sostituto di imposta assoggettando l intero ammontare a tassazione ordinaria. Nella nuova sezione devono essere indicate:.. le somme erogate per prestazioni di lavoro straordinario e per premi di produttività e altre agevolazioni sulle quali si applica l imposta sostitutiva del 10%;.. le somme erogate a titolo di straordinario dai prestatori di lavoro addetti alla guida, dipendenti da imprese autorizzate al trasporto merci, indicando la quota che non concorre alla formazione del reddito imponibile (28%). PROSPETTO ST Sezione I Sezione II relativi alle ritenute alla fonte operate, trattenute per assistenza fiscale e imposte sostitutive prelevate destinate all Erario. relativi alle trattenute di addizionale regionale all Irpef comprese quelle effettuate in sede di assistenza fiscale, nonché tutti i relativi versamenti. PROSPETTO SV Il prospetto SV deve essere utilizzato per indicare i dati relativi alle trattenute di addizionali comunali all Irpef effettuate anche in sede di assistenza fiscale, nonché per esporre tutti i relativi versamenti. I dati relativi al versamento devono essere esposti in forma aggregata in base alla data di versamento, salvo il caso in cui vi sia difformità relativamente al periodo di riferimento e ai codici tributo, la presenza di versamenti per ravvedimento, versamenti codificati con diverse note, o la presenza di versamenti effettuati in tesoreria. PROSPETTO SX Nelle singole righe non compaiono più né i nomi delle Regioni né l indicazione generica dell addizionale comunale, ma i punti devono essere compilati inserendo il codice catastale (in caso di addizionale comunale) o il codice regione (in caso di addizionale regionale). RATIOLavoro N. 3 /

2 PARTE B - DATI FISCALI REDDITI Riscatto da forma pensionistica Punto 1 Nelle istruzioni è stato precisato che nell ipotesi di riscatto della posizione individuale maturata presso la forma pensionistica complementare, esercitato ai sensi dell art. 14 del D. Lgs. 252/2005, si deve indicare nel rigo dei redditi per i quali è possibile fruire della detrazione il solo ammontare imponibile della prestazione maturata dal al , relativamente alla quale il riscatto è stato esercitato per motivi che non dipendono dal pensionamento dell iscritto o dalla cessazione del rapporto di lavoro per mobilità o altre cause non riconducibili alla volontà delle parti. Licenziamento derivante dal dissesto finanziario del datore di Esempio lavoro, da fallimento o da altra procedura concorsuale. DETRAZIONI PER FAMIGLIE NUMEROSE Punti bis Sono state aggiunte le caselle relative a:.. credito riconosciuto dal sostituto di imposta relativo all anno 2008 pari alla quota di detrazione per famiglie numerose che non ha trovato capienza dall imposta lorda (diminuita delle detrazioni di cui agli artt. 12, c. 1, 13, 15 e 16 Tuir); Annotazioni Se il credito relativo all anno 2007 è riconosciuto nel 2008, se ne dovrà dare indicazione nelle annotazioni (cod. BL)... credito non riconosciuto; Annotazioni Il sostituto d imposta deve precisare nelle annotazioni (cod. BH) che qualora il contribuente non abbia altri redditi oltre quelli certificati dal sostituto d imposta può chiedere nella dichiarazione dei redditi il rimborso del credito non riconosciuto. Qualora il credito relativo all anno 2007 non venga riconosciuto nell anno 2008 dal sostituto d imposta, se ne dovrà dare indicazione nelle annotazioni (cod. BL)... credito restituito. Credito riconosciuto che il sostituto di imposta ha recuperato in sede di conguaglio. DETRAZIONI PER CANONI DI LOCAZIONE Punti bis TOTALE DETRAZIONI Punto 39 Sono state aggiunte le nuove caselle per indicare:.. l importo delle detrazioni per canoni di locazione di cui all art. 16, cc ter Tuir che ha trovato capienza nell imposta lorda (diminuita, nell ordine delle detrazioni di cui agli artt. 12 e 13 Tuir); Punto 36 Annotazioni Nel caso in cui nel corso dell anno si sono stipulati più contratti di locazione, nelle annotazioni (cod. BG) devono essere indicati:.. con i codici 1, 2, 3 e 4 le diverse tipologie di canoni di locazione rispettivamente indicate nell art. 16, cc. da 01 a 1-ter Tuir;.. il numero dei giorni per i quali l unità immobiliare locata è adibita ad abitazione principale;.. la percentuale di spettanza della detrazione... l importo delle detrazioni riconosciute dal sostituto d imposta (di cui all art. 16, c. 1-sexies Tuir) che non ha trovato capienza dall imposta lorda diminuita, nell ordine delle detrazioni di cui agli artt. 12 e 13 Tuir;.. l importo delle detrazioni (di cui all art. 16, c. 1-sexies Tuir) non riconosciuto dal sostituto; Punto 38 Punto 37 Annotazioni Il sostituto d imposta deve precisare nelle annotazioni (cod. BI) che qualora il contribuente non abbia altri redditi oltre quelli certificati dal sostituto d imposta può chiedere nella dichiarazione dei redditi il rimborso della detrazione non fruita... l importo del credito per canoni di locazione riconosciuto, che il sostituto, in sede di conguaglio, ha successivamente provveduto a Punto 38-bis recuperare. Nel nuovo punto si indica il totale complessivo delle detrazioni già indicate nei punti precedenti. Nel caso in cui per incapienza dell imposta lorda le detrazioni non siano state attribuite totalmente, dopo aver indicato l importo teoricamente spettante negli specifici punti (punti 30, 34, 35 e 36), nel presente punto 39 andrà indicato l importo totale delle detrazioni effettivamente attribuite in relazione all imposta lorda del percipiente. 40 RATIOLavoro N. 3 /

3 TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO Riscatto da forma pensionistica Punti Nell ipotesi di riscatto della posizione individuale maturata presso la forma pensionistica complementare, esercitato ai sensi dell art. 14 del D. Lgs. 252/2005, il sostituto è tenuto ad evidenziare l ammontare della prestazione maturata fino al (integralmente o parzialmente nell anno di riferimento), relativamente alla quale il riscatto è stato esercitato per motivi che non dipendono da:.. pensionamento dell iscritto;.. cessazione del rapporto di lavoro per mobilità;.. altre cause non riconducibili alla volontà delle parti. Detrazione sul TFR e indennità equipollenti Punti 109 e 208-bis Per il Tfr e le altre indennità e somme connesse alla cessazione del rapporto di lavoro, nel punto 109 si deve indicare la detrazione spettante in base a quanto stabilito dal D.M , nella misura massima di 70,00, rapportata al reddito di riferimento. Nei dati riepilogativi si indica l ammontare della detrazione spettante. Qualora vi sia l integrale destinazione del Tfr al fondo di previdenza il sostituto d imposta potrà riconoscere tale detrazione esclusivamente nel caso in cui eroghi altre indennità e somme. SOSTEGNO A FAVORE DI CONTRIBUENTI A BASSO REDDITO Somma recuperata Punto 280 Nel punto si indica l ammontare del beneficio tributario riconosciuto ai sensi dall art. 44 D.L. 159/2007 a favore dei contribuenti a basso reddito, che il sostituto ha recuperato a seguito di comunicazione da parte dei sostituiti di non spettanza di tale beneficio. Il recupero di dette somme deve essere avvenuto entro i termini di effettuazione delle operazioni di conguaglio. SOMME EROGATE PER STRAORDINARI E PREMI PRODUTTIVITÀ OGGETTO Importi relativi alle somme erogate per prestazioni di lavoro straordinario, supplementare e per premi di produttività ai sensi del D.L. 93/2008. Tale disciplina stabilisce una misura agevolativa consistente nell applicazione alle suddette somme, nel limite complessivo di 3.000,00 lordi, di un imposta sostitutiva dell Irpef e delle addizionali regionali e comunali pari al 10%. Tale misura agevolativa è riservata ai lavoratori dipendenti del settore privato, titolari di contratto di lavoro subordinato a tempo determinato o indeterminato, i quali abbiano percepito nel 2007 redditi di lavoro dipendente, di cui all art. 49 Tuir, di ammontare non superiore a ,00 lordi. DATI RELATIVI AI CONGUAGLI Somme erogate da terzi soggette a tassazione ordinaria Punti 68-bis, 70-bis e 70-ter Nei nuovi punti indicati nella sezione relativa ai conguagli devono essere indicati:.. l importo delle somme per prestazioni di lavoro straordinario, supplementare e per premi di produttività erogate da altro soggetto e conguagliato dal sostituto di imposta (punto 68-bis);.. le eventuali imposte sostitutive operate da altro soggetto comprensive anche di quelle sospese, indicate nel punto 70-ter (punto 70- bis). Questa modalità di compilazione è prevista nel caso in cui le somme siano state assoggettate, dal precedente sostituto, ad imposta sostitutiva e in sede di conguaglio siano, per l intero ammontare, assoggettate a tassazione ordinaria. Le medesime modalità di compilazione devono essere seguite anche nelle ipotesi di operazioni straordinarie comportanti il passaggio di dipendenti. RATIOLavoro N. 3 /

4 SEZIONE SPECIFICA Importi assoggettati a imposta sostitutiva Punti I punti, che devono essere compilati anche nel caso di corresponsione agli eredi delle suddette somme, devono essere compilati per indicare:.. la quota della somma erogata per prestazioni di lavoro straordinario, supplementare e per premi di produttività fino a 3.000,00, al netto delle trattenute previdenziali obbligatorie (punto 77);.. l importo dell imposta sostitutiva del 10% applicata sulla somma erogata (punto 78);.. l importo delle imposte sostitutive non operate per effetto delle disposizioni emanate a seguito di eventi eccezionali, già compreso nell importo dell imposta sostitutiva (indicato al punto 78). Importi assoggettati a tassazione ordinaria Punti 77 e 80 Qualora il sostituto abbia assoggettato a tassazione ordinaria l importo di dette somme non eccedenti i 3.000,00, tale importo oltre ad essere ricompreso evidentemente nel punto 1 relativo ai redditi per i quali è possibile fruire delle detrazioni, dovrà essere indicato anche nel punto 77, avendo cura di barrare il punto 80. In tale ipotesi nessun importo dovrà essere evidenziato per imposta sostitutiva (punto 78). Annotazioni Si deve indicare la motivazione per la quale il sostituto ha proceduto ad applicare la tassazione ordinaria su dette somme (cod. AF). Addetti alla guida Punto 81 Somme erogate da altri soggetti Punti 81-bis - 81-septies In caso di prestazioni di lavoro straordinario effettuate dai prestatori di lavoro addetti alla guida, dipendenti dalle imprese autorizzate al trasporto di merci, nel punto 81 deve essere indicato l importo del suddetto lavoro straordinario che non concorre alla formazione del reddito imponibile ai fini fiscali e contributivi ai sensi dell art. 83-bis, c. 25 D.L. 112/2008. Nei nuovi punti devono essere specificati i dati relativi alle somme erogate per prestazioni di lavoro straordinario, supplementare e per premi di produttività erogate da altri soggetti, indicando anche il codice fiscale del precedente sostituto che ha corrisposto il reddito (punto 81- bis). Nel caso in cui le somme in oggetto siano state assoggettate, dal precedente sostituto, a tassazione ordinaria e, in sede di conguaglio vengano, per l intero ammontare, assoggettate ad imposta sostitutiva si dovranno compilare i punti 81-bis (codice fiscale del precedente sostituto), 81-ter (somme erogate dal precedente sostituto), 81-sexies (indicazione della precedente tassazione ordinaria). Le medesime modalità di compilazione dovranno essere seguite anche nelle ipotesi di operazioni straordinarie comportanti il passaggio di dipendenti. PARTE D - ASSISTENZA 2008 SUDDIVISIONE IMPORTI DICHIARANTE E CONIUGE Suddivisione Sono stati raddoppiati alcuni punti per indicare in modo separato tra dichiarante e coniuge gli importi relativi al saldo Irpef 2007, alla 1 rata di acconto Irpef 2008, alla 2 rata di acconto Irpef 2008; all acconto della tassazione separata, alle rettifiche e ai conguagli non effettuati o non completati. Importo effettivamente trattenuto Assistenza fiscale Punto 121 È stata introdotta una colonna specifica per indicare gli importi effettivamente trattenuti in capo al dichiarante e al coniuge per ciascuna tipologia di tributo. Si deve barrare la casella nel caso in cui l assistenza fiscale sia prestata dal sostituto d imposta. 42 RATIOLavoro N. 3 /

5 ALTRI PROSPETTI PROSPETTO SS Nuovi totali In corrispondenza delle nuove caselle introdotte nei prospetti, sono stati aggiunti i relativi punti di riepilogo nel prospetto SS, relativi a:.. credito per famiglie numerose restituito;.. credito per canoni di locazione restituito; Punto 3.. bonus a favore di contribuenti a basso reddito; Punto 4.. somme erogate per prestazioni di lavoro straordinario e per premi di produttività e altre agevolazioni. Punti 14 e 15 PROSPETTO SX Credito da conguaglio Rigo SX1, Col. 5 Addizionali comunale e regionale Righi da SX6 a SX30 Recupero del Bonus Rigo SX38, Col. 4 e 5 Crediti per famiglie numerose Rigo SX39 Si indica l importo del credito di imposta sostitutiva generatosi a seguito di effettuazione di operazioni di conguaglio su somme di cui al D.L. 93/ 2008 assoggettate dal precedente sostituto ad imposta sostitutiva e successivamente a tassazione ordinaria. Nel rigo SX6 deve essere esposto il credito di addizionale comunale 2007 sorto prima dell entrata in vigore del D.M. Economia per il quale non era prevista la distinta imputazione del versamento per singolo Comune. Da quest anno, nei righi da SX7 a SX30, non compaiono più né i nomi delle Regioni né l indicazione generica dell addizionale comunale. I punti sono stati lasciati in bianco perché nella nuova colonna 1 Codice, per ogni singolo rigo, si dovrà indicare il codice catastale, nel caso di addizionale comunale, e il codice regione, nel caso di addizionale regionale. Nelle due nuove colonne si deve indicare:.. l ammontare del bonus recuperato (col. 4);.. l ammontare del bonus recuperato con il modello F24 utilizzando il codice tributo 1650, ricompreso nella colonna precedente (col. 5). Il nuovo rigo è riservato ai sostituti d imposta che hanno riconosciuto il credito per famiglie numerose di cui all art. 12, c. 3 Tuir relativo agli anni d imposta 2007 e/o In particolare si deve indicare:.. l ammontare del credito riconosciuto relativo all anno d imposta 2007; Colonna 1.. l ammontare del credito riconosciuto relativo all anno d imposta Colonna ;.. l ammontare del credito riconosciuto per famiglie numerose, successivamente recuperato dal sostituto che effettua le operazioni di conguaglio a seguito di una pluralità di rapporti. Colonna 3 Credito per canoni di locazione Rigo SX40 Il rigo è riservato ai sostituti d imposta che hanno riconosciuto il credito per canoni di locazione di cui all art. 16, c. 1-sexies Tuir relativo all anno d imposta In particolare si deve indicare:.. l ammontare del credito riconosciuto per canoni di Colonna 1 locazione nell anno d imposta 2008;.. l ammontare del credito riconosciuto per canoni di locazione successivamente recuperato dal sostituto che effettua le operazioni di conguaglio a seguito di una pluralità di rapporti. Colonna 2 RATIOLavoro N. 3 /

6 PROSPETTO ST Sezioni Da quest anno il prospetto ST si compone di 2 sezioni:.. la 1ª sezione deve essere utilizzata per indicare i dati relativi alle ritenute alla fonte operate, e per assistenza fiscale effettuate, alle imposte sostitutive prelevate, nonché per esporre tutti i versamenti relativi alle ritenute e imposte sostitutive destinate all Erario;.. la 2ª sezione deve essere utilizzata per indicare i dati relativi alle trattenute di addizionale regionale all Irpef comprese quelle effettuate in sede di assistenza fiscale, nonché per esporre tutti i relativi versamenti. Ritenute operate Punto 2 Nel punto 2 della 1ª sezione deve essere indicata anche l imposta sostitutiva operata sulle somme erogate per prestazioni di lavoro straordinario e per premi di produttività e altre agevolazioni. Crediti recuperati Punto 3 Versamenti in eccesso Punto 5 Nel punto 3 della 1ª sezione deve essere indicato l importo totale dei crediti per famiglie numerose e per canoni di locazione riconosciuti che il sostituto in sede di conguaglio ha successivamente provveduto a recuperare. Deve essere indicato inoltre l ammontare del bonus di cui all art. 44 D.L. 159/2007 che il sostituto ha recuperato a seguito di comunicazione da parte del sostituito (Circ. 68/E/2007). Nel punto 5 deve essere indicato esclusivamente l importo dei versamenti in eccesso che si è generato a seguito di versamenti relativi al 2008 effettuati, anche per errore, in misura eccessiva rispetto al dovuto che il sostituto ha utilizzato in compensazione interna a scomputo. La somma di tali importi dovrà essere riportata nel rigo SX1, colonna 4 del prospetto SX. NUOVO PROSPETTO SV - TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF Utilizzo del prospetto totali Esposizione dei dati Il prospetto SV deve essere utilizzato per indicare i dati relativi alle trattenute di addizionali comunali all Irpef effettuate anche in sede di assistenza fiscale, nonché per esporre tutti i relativi versamenti. Per effettuare i versamenti, nella delega di pagamento Mod. F24 devono essere compilati tanti righi quanti sono i Comuni interessati al versamento dell addizionale comunale. Art. 3 D.M. Economia L esposizione dei dati di versamento nel prospetto SV deve essere, invece, effettuata in forma aggregata.il criterio da utilizzare per effettuare tale aggregazione è quello di prendere come riferimento la data di versamento. Unico rigo Tutte le addizionali comunali versate nella stessa data devono essere riepilogate in un unico rigo ancorché riferibile a diversi Comuni. Righi differenziati Devono essere compilati più righi per l indicazione dei versamenti relativi alle addizionali comunali anche se effettuati nella stessa data nelle ipotesi in cui ci sia:.. difformità relativamente al periodo di riferimento e ai codici tributo;.. presenza di versamenti per ravvedimento;.. versamenti codificati con diverse note (punto 10);.. presenza di versamenti effettuati in Tesoreria. Trasmissione separata del modello Nel caso in cui la trasmissione del Mod. 770/2009 Semplificato sia eseguita separatamente, i sostituti d imposta tenuti all invio delle sole comunicazioni relative a certificazioni lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi non dovranno procedere alla compilazione del prospetto SV, rimanendo per loro l obbligo dell invio dei prospetti SS, ST e SX. 44 RATIOLavoro N. 3 /

7 SOMMARIO ESEMPI DI COMPILAZIONE ESEMPI DI COMPILAZIONE DEI PROSPETTI ST, SV E SX DEL MOD. 770/2009 SEMPLIFICATO Provv. Dir. Gen. Entrate , Il Direttore dell Agenzia delle Entrate, con provvedimento del , ha approvato il modello 770/2009 Semplificato con le relative istruzioni per la compilazione; successivamente con provvedimento del ha apportato ulteriori modifiche ed integrazioni alle istruzioni. Il Modello 770/2009 dovrà essere trasmesso telematicamente all Agenzia delle Entrate entro il Tra le novità si segnalano le modifiche al che da quest anno si compone di due sezioni. Nella prima sezione vanno riportati i dati relativi alle ritenute alla fonte operate, alle trattenute per assistenza fiscale, alle imposte sostitutive prelevate, nonché tutti i versamenti. Nella seconda sezione vengono indicati i dati relativi alle trattenute di addizionale regionale all Irpef, comprese quelle effettuate in sede di assistenza fiscale, nonché tutti i relativi versamenti. Inoltre, nel, non trovano più esposizione i dati riferiti alle addizionali comunali. Infatti da quest anno nel modello 770/2009 Semplificato è stato introdotto il Prospetto SV da utilizzare per indicare i dati relativi alle trattenute di addizionali comunali all Irpef effettuate anche in sede di assistenza fiscale, nonché per esporre tutti i relativi versamenti. Nel prospetto SX devono essere riportati i dati riepilogativi dei crediti e delle compensazioni effettuate dal sostituto d imposta. Il prospetto è altresì finalizzato ad evidenziare le compensazioni tra enti impositori diversi (ad es. Stato e Regioni) nonché i crediti verso enti diversi dall Erario per consentire il necessario riscontro e la ripartizione tra i vari enti impositori. Tali dati sono evidenziati analiticamente nei righi da SX5 a SX30. Da segnalare l introduzione nel prospetto SX del rigo SX39 finalizzato ad evidenziare la gestione del credito riconosciuto per famiglie numerose (art. 12, c. 3 Tuir) e del rigo SX40 nel quale si evidenzia la gestione della quota di detrazione per canoni di locazione (art. 16 Tuir) che, non avendo trovato capienza nell IRPEF del contribuente, ha acquisito natura di credito. Di seguito sono illustrati alcuni esempi di compilazione dei prospetti ST, SV e SX. ESEMPI DI COMPILAZIONE Si è ipotizzato che la retribuzione sia erogata ai dipendenti nei primi giorni del mese successivo a quello di competenza (es. mese di competenza gennaio erogato a febbraio). Esempio n. 1 Bonus incapienti Nel mese è effettuata la restituzione ad alcuni dipendenti del bonus incapienti spettante, pari a 300,00 complessivi, scomputando le ritenute Irpef codice 1001 riferite al mese. La società ha effettuato la cosiddetta compensazione verticale ai sensi del D.P.R. 445/1998 che, per tale motivo, deve essere evidenziata nel quadro ST, riportando nel punto 10 (note) il codice T, oltre che nel quadro SX (SX38 punto 1 e 2). Qualora la società avesse effettuato il recupero tramite la cosiddetta compensazione orizzontale mediante il modello F24, utilizzando l apposito codice tributo 1650, non deve essere effettuata alcuna esposizione nel quadro ST, mentre il quadro SX deve essere compilato (SX38 punto 1 e 3) T Prospetto SX RATIOLavoro N. 7 /

8 Esempio n. 2 Addizionale regionale e comunale Nel mese è effettuato il versamento delle rate addizionali regionali all Irpef riferite all anno 2007 ( 800,00 - regione Lombardia) evidenziate nella Sezione II Addizionale regionale del prospetto ST ed il versamento delle rate addizionali comunali all Irpef riferite all anno 2007 ( 70,00 - per più comuni) evidenziate nel nuovo prospetto SV. Mentre nella delega di pagamento Mod. F24 i dati relativi al versamento delle addizionali comunali devono essere indicati separatamente, compilando tanti righi quanti sono i comuni interessati al versamento dell addizionale comunale, nel nuovo prospetto SV del Modello 770/2009 devono essere esposti in forma aggregata in base alla data di versamento. Pertanto, tutte le addizionali comunali versate nella stessa data devono essere riepilogate in un unico rigo ancorché riferibile a diversi comuni. Nelle ipotesi in cui ci sia difformità relativamente al periodo di riferimento e ai codici tributo, presenza di versamenti per ravvedimento, versamenti codificati con diverse note (punto 10) e presenza di versamenti effettuati in tesoreria, nel prospetto SV vanno compilati più righi per l indicazione dei versamenti relativi alle addizionali comunali anche se effettuati nella stessa data Prospetto SV Esempio n. 3 Versamento addizionali comunali saldo anno precedente ed acconto anno corrente Nel mese è effettuato il versamento delle rate addizionali comunali all Irpef riferite all anno 2007 ( 200,00 - per più comuni) e le rate addizionali riferite all acconto 2008 ( 65,00 per più comu-ni). I versamenti sono esposti in forma aggregata in base alla data di versamento nel nuovo prospetto SV del Modello 770/2009. Prospetto SV RATIOLavoro N. 7 /

9 Esempio n. 4 Credito Bonus famiglie numerose Un dipendente ha diritto alla detrazione per famiglie numerose ai sensi dell art. 12, c.1-bis del Tuir. Dal calcolo dell imposta residua, la stessa risulta non sufficiente per il riconoscimento dell intero importo della detrazione; la quota che non ha trovato capienza nell imposta dovuta costituisce un credito ai sensi dell art. 12, c. 3 del Tuir. Il sostituto d imposta determina, in via previsionale, l eventuale ammontare di ulteriore detrazione che non trova capienza nell Irpef netta e riconosce tale ammontare sugli emolumenti corrisposti in ciascun periodo di paga rapportandolo ai periodi di paga stessi, riservandosi di rideterminare l ammontare del credito in sede di conguaglio:. credito previsto 1.200,00. credito rapportato a mese 100,00. credito confermato in sede di conguaglio 1.200, T Prospetto SX Esempio n. 5 Errore formale In un mese è stato erroneamente indicato nel modello F24 il codice tributo 1038 anziché quello corretto 1040 per un importo pari a 800,00. È stata effettuata la regolarizzazione con comunicazione all Ufficio locale dell Agenzia delle Entrate. La compilazione deve essere effettuata con le ordinarie modalità riportando il codice tributo corretto RATIOLavoro N. 7 /

10 Esempio n. 6 Versamento addizionali anno corrente ed anno precedente Nel mese, a seguito della cessazione del rapporto di lavoro di un dipendente, sono state trattenute allo stesso, in un unica soluzione, le rate di addizionale regionale all Irpef residue riferite all anno 2007 (regione - Lombardia), pari a 150,00, nonché l addizionale regionale riferita all anno 2008 (regione - Lombardia), pari a 20,00. Non è prevista addizionale comunale a carico del dipendente cessato. Le rate di addizionale regionale del mese riferite all anno 2007 (regione - Lombardia), relative agli altri dipendenti in forza, ammontano a 750,00. In tale ipotesi devono essere compilati due righi anche se il periodo di riferimento è lo stesso. Inoltre, nel rigo relativo all indicazione delle addizionali dell anno in corso (A.C.) deve essere riportato nel punto 10 (note) il codice S S Esempio n. 7 Rimborso assistenza fiscale Rimborso ai percipienti di crediti Irpef pari a 500,00 derivanti da assistenza fiscale Modello 730. Importi rimborsati scomputando le ritenute codice tributo1001 pari a 9.500, Prospetto SX RATIOLavoro N. 7 /

11 ADEMPIMENTI Esempio n. 8 Ritenute compensate con credito d imposta Nel mese, a seguito della cessazione del rapporto di lavoro di un dipendente è stato erogato il trattamento di fine rapporto; l imposta - codice tributo ammonta a 1.200,00. La società ha ancora un credito d imposta, derivante dall anticipo sul Tfr versato nel 1997 e nel 1998, che ammonta al a 380,00. La quota di credito recuperabile nel mese è di 300, Prospetto SX Esempio n Recupero versamento di ritenute in eccesso In un mese sono state versate erroneamente in eccesso 200,00 di ritenute codice tributo Il mese successivo si è provveduto al recupero dell eccedenza sul totale ritenute dovute codice tributo 1040 pari a 1.800, Prospetto SX R AT I O L a v o r o 200 N. 7 /

12 Esempio n. 10 Credito risultante dal Modello 770/2008 semplificato Credito risultante dalla dichiarazione relativa al 2007 pari a 1.000,00 (già evidenziato nel punto SX4, colonna 5 del Modello 770/2008) scaturito da ritenute da lavoro dipendente e scomputato dal codice tributo 1001 nel Prospetto SX Esempio n. 11 Ravvedimento operoso Esposizione nel modello F24 Omesso versamento di 1.000,00 riferite alle ritenute codice tributo 1001 periodo di riferimento dicembre 2008:.. interessi moratori (tasso legale 3%) 4,85.. sanzione (3% (1/10 del minimo) - entro il termine di presentazione dichiarazione Modello 770- semplificato) 30,00. Versamento effettuato il Nel prospetto ST non devono essere fornite indicazioni in ordine al versamento della sanzione X RATIOLavoro N. 7 /

13 Esempio n. 12 Acconto e saldo imposta sostitutiva sulla rivalutazione del Tfr L imposta sostitutiva sulla rivalutazione del Tfr relativa all acconto (codice tributo 1712), pari a 100,00, è stata versata in data , mentre il saldo (codice tributo 1713), pari a 20,00, è stato versato in data Per il versamento del saldo dell imposta sostitutiva relativa al 2008 al punto 1 del prospetto ST è necessario indicare sempre il periodo convenzionale 12/2008. La società utilizza il credito d imposta, derivante dall anticipo sul Tfr versato nel 1997 e 1998, che ammonta al a 320,00, effettuando la cosiddetta compensazione orizzontale mediante il modello F24, con l apposito codice tributo 1250; di tale compensazione non viene data evidenza sul quadro ST, mentre il quadro SX deve essere compilato (SX37, punto 4) Prospetto SX RATIOLavoro N. 7 /

14 Esempio n. 13 Retribuzioni erogate entro il (criterio di cassa allargato) - Credito per canoni di locazione Conguaglio fiscale di fine anno effettuato con le retribuzioni del mese di dicembre 2008 corrisposte entro il giorno 12 del mese di gennaio Nelle operazioni di conguaglio di fine anno, il sostituto ha restituito ritenute a credito pari a 500,00 utilizzando il monte ritenute a debito del mese pari a ,00. Versamento effettuato il Per il versamento al punto 1 del prospetto ST è necessario indicare sempre il periodo convenzionale 12/2008 e riportare nel punto 10 (note) il codice B. Nelle operazioni di conguaglio è stata riconosciuta la detrazione per canoni di locazione pari a 300,00 ad un dipendente che ne ha fatto richiesta. La detrazione non ha trovato capienza nell imposta lorda del dipendente generando un credito di 200,00. Tale importo viene recuperato con compensazione interna, a scomputo delle ritenute del mese nel punto 4, mentre nel punto 10 (note) si riporta il codice T B T Prospetto SX 200 PILLOLE D AGGIORNAMENTO SETTIMANALI Pillole d aggiornamento semanali è il nuovo servizio gratuito oerto dal Sistema Rao. Ogni lunedì un nuovo breve contributo audio-video dedicato all aualità fiscale amministrava, del lavoro e in tema di gesone d impresa. Estra dai nostri servizi di formazione e-learning i filma sono accessibili direamente dalla home page del sito Sistema Centro Studi Castelli 28 RATIOLavoro N. 7 /

15 SOMMARIO CAUSALI ESEMPI DI COMPILAZIONE REDDITI DI LAVORO AUTONOMO, REDDITI DIVERSI E PROVVIGIONI NEL MODELLO 770/2009 Provv. Dir. Gen. Ag. Entrate e La comunicazione dati certificazioni lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi è utilizzata per indicare:.. le corresponsioni di somme erogate nel corso del 2008 riferite a redditi di lavoro autonomo di cui all art. 53 del Tuir o redditi diversi di cui all art. 67, c. 1 Tuir;.. le provvigioni comunque denominate per prestazioni, anche occasionali, inerenti a rapporti di commissione, di agenzia, di mediazione, di rappresentanza di commercio e di procacciamento d affari, corrisposte nel 2008, nonchè provvigioni derivanti da vendita a domicilio, assoggettate a ritenuta a titolo d imposta;.. i corrispettivi erogati nel 2008 per prestazioni relative a contratti d appalto. DATI RELATIVI ALLE SOMME EROGATE CODICI PUNTO 18 A B C D E F G H I L M N O P Q R S T U V W X Y Z CAUSALI Prestazioni di lavoro autonomo rientranti nell esercizio di arte o professione abituale. Utilizzazione economica, da parte dell autore o dell inventore, di opere dell ingegno, di brevetti industriali e di processi, formule o informazioni relativi ad esperienze acquisite in campo industriale, commerciale o scientifico. Utili derivanti da contratti di associazione in partecipazione e da contratti di cointeressenza, quando l apporto è costituito esclusivamente dalla prestazione di lavoro. Utili spettanti ai soci promotori ed ai soci fondatori delle società di capitali. Levata di protesti cambiari da parte dei segretari comunali. Prestazioni rese dagli sportivi con contratto di lavoro autonomo. Indennità corrisposte per la cessazione di attività sportiva professionale. Indennità corrisposte per la cessazione dei rapporti di agenzia delle persone fisiche e delle società di persone con esclusione delle somme maturate entro il , già imputate per competenza e tassate come reddito d impresa. Indennità corrisposte per la cessazione da funzioni notarili. Utilizzazione economica, da parte di soggetto diverso dall autore o dall inventore, di opere dell ingegno, di brevetti industriali e di processi, formule e informazioni relativi ad esperienze acquisite in campo industriale, commerciale o scientifico. Prestazioni di lavoro autonomo non esercitate abitualmente, obbligati di fare, di non fare o permettere. Indennità di trasferta, rimborso forfetario di spese, premi e compensi erogati:.. nell esercizio diretto di attività sportive dilettantistiche;.. in relazione a rapporti di collaborazione coordinata e continuativa di carattere amministrativo-gestionale, di natura non professionale, resi a favore di società e associazioni sportive dilettantistiche e di cori, bande e filodrammatiche da parte del direttore e dei collaboratori tecnici. Prestazioni di lavoro autonomo non esercitate abitualmente, obblighi di fare, di non fare o permettere, per le quali non sussiste l obbligo di iscrizione alla gestione separata. Compensi corrisposti a soggetti non residenti privi di stabile organizzazione per l uso o la concessione in uso di attrezzature industriali, commerciali o scientifiche che si trovano nel territorio dello Stato, ecc. Provvigioni corrisposte ad agente o rappresentante di commercio monomandatario. Provvigioni corrisposte ad agente o rappresentante di commercio plurimandatario. Provvigioni corrisposte a commissionario. Provvigioni corrisposte a mediatore. Provvigioni corrisposte a procacciatore di affari. Provvigioni corrisposte a incaricato per le vendite a domicilio e provvigioni corrisposte a incaricato per la vendita porta a porta e per la vendita ambulante di giornali quotidiani e periodici (L , n. 67). Corrispettivi erogati nel 2008 per prestazioni relative a contratti d appalto cui si sono resi applicabili le disposizioni contenute nell art. 25-ter D.P.R. 600/1973. Canoni corrisposti nel 2004 da società o enti residenti, ovvero da stabili organizzazioni di società estere di cui all art. 26-quater, c. 1, lett. a) e b) D.P.R. 600/1973, a società o stabili organizzazioni di società, situate in altro Stato membro dell Unione Europea in presenza dei relativi requisiti richiesti, per i quali è stato effettuato il rimborso della ritenuta ai sensi dell art. 4 D. Lgs. 143/2005 nell anno Canoni corrisposti dall al da soggetti di cui al punto precedente. Titolo diverso dai precedenti. RATIOLavoro N. 7 / L 29

16 ESEMPI DI COMPILAZIONE Esempio n. 1 Compenso corrisposto a dottore commercialista da una società di capitali DATI 1.000,00 Competenze soggette a ritenuta del 20%. 40,00 Contributo 4% cassa professionale. 300,00 Rimborsi spese documentate. 200,00 Ritenuta d acconto del 20%. A Esempio n. 2 DATI 7.100,00 100,00 164,80 329,60 Compenso corrisposto a lavoratore autonomo occasionale con superamento del limite di esenzione contributiva di 5.000,00 Compenso totale soggetto a ritenuta del 20%, di cui 2.000,00 soggetto a contributo previdenziale. Rimborso spese anticipate dal percipiente per conto del committente e risultanti dalla fattura. Contributo previdenziale a carico del lavoratore occasionale [1/3 del 24,72% (al netto dell esenzione di 5.000,00 e del rimborso spese)]. Contributo previdenziale a carico del sostituto di imposta [2/3 del 24,72% (al netto dell esenzione di 5.000,00 e del rimborso spese)] ,00 Ritenuta d acconto del 20% (sul compenso lordo di 7.100,00). M RATIOLavoro N. 7 / L

LE NOVITÀ DEL MODELLO 770/2015 SEMPLIFICATO 2 A PARTE

LE NOVITÀ DEL MODELLO 770/2015 SEMPLIFICATO 2 A PARTE INFORMATIVA N. 198 22 MAGGIO 2015 Fiscale LE NOVITÀ DEL MODELLO 770/2015 SEMPLIFICATO 2 A PARTE Agenzia delle Entrate, Provvedimento n. 4793 del 15 gennaio 2015 Agenzia delle Entrate, Provvedimento prot.

Dettagli

Modello 770 SEMPLIFICATO 2012

Modello 770 SEMPLIFICATO 2012 genzia ntrate 770 Modello 770 SEMPLIFICATO 2012 Redditi 2011 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA PER L ANNO 2011 DATI RELATIVI A CERTIFICAZIONI COMPENSI ASSISTENZA FISCALE

Dettagli

del credito 2006 derivante dalla precedente dichiarazione e del suo utilizzo; in compensazione orizzontale tramite modello F24

del credito 2006 derivante dalla precedente dichiarazione e del suo utilizzo; in compensazione orizzontale tramite modello F24 PROSPETTO SX Devono essere riportati i dati riepilogativi: del credito 2006 derivante dalla precedente dichiarazione e del suo utilizzo; in compensazione orizzontale tramite modello F24 O in compensazione

Dettagli

COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE

COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE la comunicazione richiede tutti i dati già presenti nelle certificazioni rilasciate ai dipendenti. In particolare i

Dettagli

NOVITÀ MODELLI 770/2010 SEMPLIFICATO e ORDINARIO

NOVITÀ MODELLI 770/2010 SEMPLIFICATO e ORDINARIO Circolare informativa per la clientela n. 14/2010 del 10 giugno 2010 NOVITÀ MODELLI 770/2010 SEMPLIFICATO e ORDINARIO In questa Circolare 1. Modelli 770/2010 Semplificato e Ordinario 2. Principali novità

Dettagli

MODELLI 770/2014 SEMPLIFICATO e ORDINARIO NOVITÀ

MODELLI 770/2014 SEMPLIFICATO e ORDINARIO NOVITÀ Circolare informativa per la clientela Luglio Nr. 1 MODELLI 770/2014 SEMPLIFICATO e ORDINARIO NOVITÀ In questa Circolare 1. Modelli 770/2014 Semplificato e Ordinario 2. Quadri che compongono il 770 3.

Dettagli

STUDIO NEGRI E ASSOCIATI

STUDIO NEGRI E ASSOCIATI LA (Comunicazione CU) Il Decreto Legislativo Semplificazioni fiscali (art. 2, comma 1 del D.Lgs. n. 175/2014), introduce una novità assoluta in ambito fiscale: il Modello 730 pre-compilato a valere già

Dettagli

Di seguito, riepiloghiamo i campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel modello di dichiarazione:

Di seguito, riepiloghiamo i campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel modello di dichiarazione: Indicazioni sulla Compilazione dei Quadri del Modello 730/2012 in presenza di CUD 2012 Di seguito, riepiloghiamo i campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel modello di dichiarazione: Reddito lavoro

Dettagli

SEMPLIFICATO. BOZZA INTERNET del 9/12/2013. Anno 2013. Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dellʼart. 13 del D.Lgs. n.

SEMPLIFICATO. BOZZA INTERNET del 9/12/2013. Anno 2013. Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dellʼart. 13 del D.Lgs. n. BOZZA INTERNET del 9//0 SEMPLIFICATO 0 Anno 0 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dellʼart. del D.Lgs. n. 9 del 00 Il D.Lgs. 0 giugno 00, n. 9, Codice in materia di protezione dei dati

Dettagli

Le novità in tema di addizionali IRPEF, recupero versamenti in eccesso e dei rimborsi ai dipendenti, Bonus Renzi, ticket restaurant, TFR in busta paga

Le novità in tema di addizionali IRPEF, recupero versamenti in eccesso e dei rimborsi ai dipendenti, Bonus Renzi, ticket restaurant, TFR in busta paga Le novità in tema di addizionali IRPEF, recupero versamenti in eccesso e dei rimborsi ai dipendenti, Bonus Renzi, ticket restaurant, TFR in busta paga Piergiorgio Mondini 17-18-19 febbraio 2015 Addizionali

Dettagli

SEMPLIFICATO. Anno 2014. Informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 d.lgs. n. 196/2003)

SEMPLIFICATO. Anno 2014. Informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 d.lgs. n. 196/2003) SEMPLIFICATO 0 Anno 0 Informativa sul trattamento dei dati personali (art. d.lgs. n. 9/00) Con questa informativa l Agenzia delle Entrate spiega come utilizza i dati raccolti e quali sono i diritti riconosciuti

Dettagli

SEMPLIFICATO. Anno 2012. Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dellʼart. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003

SEMPLIFICATO. Anno 2012. Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dellʼart. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 SEMPLIFICATO 0 Anno 0 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dellʼart. del D.Lgs. n. 9 del 00 Il D.Lgs. 0 giugno 00, n. 9, Codice in materia di protezione dei dati personali, prevede un

Dettagli

Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli. Dentro la Notizia 54/2012 LUGLIO/8/2012 (*)

Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli. Dentro la Notizia 54/2012 LUGLIO/8/2012 (*) Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli A CURA DELLA COMMISSIONE COMUNICAZIONE DEL CPO DI NAPOLI Dentro la Notizia 54/2012 LUGLIO/8/2012 (*) 18 Luglio 2012 SCADE IL 31 LUGLIO 2012 IL

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 94: ammontare corrisposto nel 2007: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 95; - ridotto

Dettagli

SEMPLIFICATO. Anno 2010. Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dellʼart. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003

SEMPLIFICATO. Anno 2010. Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dellʼart. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 SEMPLIFICATO 0 Anno 00 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dellʼart. del D.Lgs. n. 9 del 00 Il D.Lgs. 0 giugno 00, n. 9, Codice in materia di protezione dei dati personali, prevede

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel 730: Reddito lavoro dipendente Punto

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA 2015

CERTIFICAZIONE UNICA 2015 CERTIFICAZIONE UNICA 201 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART., COMMI -ter e -quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 199, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 201 DATI ANAGRAFICI AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO

Dettagli

Il modello 770 semplificato e ordinario

Il modello 770 semplificato e ordinario Il modello 770 semplificato e ordinario Relatrice: Dott.ssa Laura Demaria Modello 770 è il modello principe per il sostituto d imposta Tramite esso il sostituto d imposta trasmette all agenzia delle entrate

Dettagli

Denominazione 80078750587 ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE. Indirizzo di posta elettronica. Cognome 2 PRNCGS59A54E379V PERINI CADIGIA ESTER

Denominazione 80078750587 ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE. Indirizzo di posta elettronica. Cognome 2 PRNCGS59A54E379V PERINI CADIGIA ESTER CUD 2014 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL ART. 4, COMMI -ter e -quater, DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, n. 322, RELATIVA ALL ANNO 2013 AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D IMPOSTA Codice fiscale

Dettagli

REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE CORRISPOSTI NEL 2008...pag. 19. REDDITI ASSIMILATI A QUELLI DI LAVORO DIPENDENTE...pag. 24

REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE CORRISPOSTI NEL 2008...pag. 19. REDDITI ASSIMILATI A QUELLI DI LAVORO DIPENDENTE...pag. 24 INDICE Sezione Prima - INTRODUZIONE INTRODUZIONE...pag. 14 Lo schema del CUD 2009 - Certificazione Unica Dipendenti...» 14 Termini di consegna al dipendente...» 15 Il trattamento dei dati personali...»

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista

Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista ADEMPIMENTO " NOVITA " FISCO I contribuenti che possiedono redditi di lavoro dipendente,

Dettagli

CERTIFICAZIONE LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE

CERTIFICAZIONE LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE CERTIFICAZIONE LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE ADEMPIMENTO NOVITÀ 2016 SOGGETTI INTERESSATI OGGETTO COME SI COMPILA CASI PRATICI CASI PARTICOLARI La certificazione lavoro dipendente,

Dettagli

Certificazione Unica

Certificazione Unica Nota Salvatempo Contabilità 13.0 15 GENNAIO 2014 Certificazione Unica Premessa normativa Il decreto legislativo n. 175/2014 pubblicato in G.U. il 29 novembre 2014, recante disposizioni in materia di semplificazioni

Dettagli

REDDITI DI LAVORO AUTONOMO INDICAZIONI GENERALI

REDDITI DI LAVORO AUTONOMO INDICAZIONI GENERALI REDDITI DI LAVORO AUTONOMO INDICAZIONI GENERALI Indicazioni generali sui redditi di lavoro autonomo Le caratteristiche che secondo il Codice civile contraddistinguono il lavoratore autonomo, sono lo svolgimento

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE UNICA 2016

LA CERTIFICAZIONE UNICA 2016 LA CERTIFICAZIONE UNICA 2016 L Agenzia delle entrate, con provvedimento del 15 gennaio 2016, ha reso disponibile la versione definitiva della Certificazione Unica 2016, meglio nota come CU, da utilizzare

Dettagli

CIRCOLARE N. 8/E. OGGETTO: Art. 1 del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66 - Riduzione del cuneo fiscale per lavoratori dipendenti e assimilati

CIRCOLARE N. 8/E. OGGETTO: Art. 1 del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66 - Riduzione del cuneo fiscale per lavoratori dipendenti e assimilati CIRCOLARE N. 8/E Direzione Centrale Normativa Direzione Centrale Servizi ai contribuenti Roma, 28 aprile 2014 OGGETTO: Art. 1 del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66 - Riduzione del cuneo fiscale per lavoratori

Dettagli

Via De Amicis n.10 27029 Vigevano. CIRCOLARE n. 16 / 2014. Mod. 770/2014

Via De Amicis n.10 27029 Vigevano. CIRCOLARE n. 16 / 2014. Mod. 770/2014 Terrazzini & partners consulenti del lavoro p.i./c.f. 05505810969 www.terrazzini.it Via Campanini n.6 20144 Milano Via Marsala n.29 26900 Lodi Via De Amicis n.10 27029 Vigevano t. +39 02 6773361 f. +39

Dettagli

La certificazione unica CUD

La certificazione unica CUD La certificazione unica CUD Il datore di lavoro sostituto d'imposta dei propri dipendenti: il CUD Entro il 28 febbraio di ogni anno (fino al 2007 il termine era il 15 marzo) il sostituto deve rilasciare

Dettagli

SEMPLIFICATO. Anno 2014. Informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 d.lgs. n. 196/2003)

SEMPLIFICATO. Anno 2014. Informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 d.lgs. n. 196/2003) SEMPLIFICATO 205 Anno 204 Informativa sul trattamento dei dati personali (art. 3 d.lgs. n. 9/2003) Con questa informativa l Agenzia delle Entrate spiega come utilizza i dati raccolti e quali sono i diritti

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DEL PROSPETTO DI LIQUIDAZIONE DATI IDENTIFICATIVI Sono riportati il codice fiscale, il cognome e il nome o la denominazione del sostituto d'imposta o del CAF o del professionista abilitato

Dettagli

MODULO DI RICHIESTA FATTURAZIONE ELETTRONICA PA

MODULO DI RICHIESTA FATTURAZIONE ELETTRONICA PA MODULO DI RICHIESTA FATTURAZIONE ELETTRONICA PA DATI DELLO STUDIO CHE CI DELEGA IL SERVIZIO (A CUI FATTUREREMO) RAGIONE SOCIALE SEDE: CITTA' PROV CAP INDIRIZZO N CODICE FISCALE PARTITA IVA TELEFONO FAX

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA CU 2015

CERTIFICAZIONE UNICA CU 2015 CERTIFICAZIONE UNICA CU 2015 Da quest anno, vi sono due importanti innovazioni in merito alle certificazioni che i sostituti d imposta devono rilasciare ai percipienti, per attestare i redditi loro corrisposti

Dettagli

CUD 2010 ISTRUZIONI PER IL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D IMPOSTA. ntrate COMPILAZIONE DATI FISCALI. genzia.

CUD 2010 ISTRUZIONI PER IL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D IMPOSTA. ntrate COMPILAZIONE DATI FISCALI. genzia. genzia ntrate CUD 2010 ISTRUZIONI PER IL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D IMPOSTA ALLEGATO 2 COMPILAZIONE DATI FISCALI Generalità La certificazione unica dei redditi di lavoro dipendente,

Dettagli

ART. 23 - RITENUTA SUI REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE 13 PREMESSA 16 1. SOSTITUTI DI IMPOSTA E INCAPIENZA DELLA RITENUTA (CO. 1) 22

ART. 23 - RITENUTA SUI REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE 13 PREMESSA 16 1. SOSTITUTI DI IMPOSTA E INCAPIENZA DELLA RITENUTA (CO. 1) 22 TITOLO III - RITENUTE ALLA FONTE ART. 23 - RITENUTA SUI REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE 13 PREMESSA 16 1. SOSTITUTI DI IMPOSTA E INCAPIENZA DELLA RITENUTA (CO. 1) 22 2. REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE PRESTATO

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA2016

CERTIFICAZIONE UNICA2016 CERTIFICAZIONE UNICA2016 TIPO I COMUNICAZIONE ATI RELATIVI AL SOSTITUTO Annullamento Sostituzione Cognome o enominazione Nome Telefono o fax prefisso numero Indirizzo di posta elettronica ATI RELATIVI

Dettagli

Circolare N. 29 del 25 Febbraio 2015

Circolare N. 29 del 25 Febbraio 2015 Circolare N. 29 del 25 Febbraio 2015 Il nuovo modello CU (Provvedimento n. 4790/E del 15.01.2015, circolare ASSONIME n. 4 del 19.02.2015) Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ASSONIME,

Dettagli

Certificazione dei redditi di lavoro dipendente, equiparati ed assimilati Novità Modello CUD 2014

Certificazione dei redditi di lavoro dipendente, equiparati ed assimilati Novità Modello CUD 2014 n 07 del 14 febbraio 2014 circolare n 143 del 13 febbraio 2014 referente BERENZI/mr Certificazione dei redditi di lavoro dipendente, equiparati ed assimilati Novità Modello CUD 2014 Con il Provvedimento

Dettagli

La comunicazione dati certificazioni di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi

La comunicazione dati certificazioni di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 25/2002 La comunicazione dati certificazioni di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi

Dettagli

SERVIZIO CAF 730 PUNTO 1 - REDDITI PER I QUALI È POSSIBILE FRUIRE DELL INTERA NO TAX AREA

SERVIZIO CAF 730 PUNTO 1 - REDDITI PER I QUALI È POSSIBILE FRUIRE DELL INTERA NO TAX AREA Servizio Caf 730 Centro Assistenza Fiscale SERVIZIO CAF 730 INFORMATIVA N. 18 Prot. 2292 DATA 14.03.2006 Settore: Oggetto: Riferimenti: IMPOSTE SUI REDDITI Modello CUD e quadro C Modello CUD, Modello 730/2006

Dettagli

STRUMENTI DI LAVORO CHECK LIST PER

STRUMENTI DI LAVORO CHECK LIST PER STRUMENTI DI LAVORO CHECK LIST PER COMPILAZIONE DELLA CERTIFICAZIONE UNICA 2016 CHECK LIST PER COMPILAZIONE DELLA CERTIFICAZIONE UNICA 2016 Contribuente Codice fiscale Partita IVA Presentazione della CU

Dettagli

Oggetto: 730 senza sostituto casi particolari e Colf & badanti

Oggetto: 730 senza sostituto casi particolari e Colf & badanti Roma lì 04/05/2014 Prot. 202/2014 A tutti i Centri e Sportelli Circolare n. 52 Oggetto: 730 senza sostituto casi particolari e Colf & badanti L art. 51 bis del DL 69/2013 (Decreto del fare) ha previsto

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2016 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2016

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2016 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2016 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2016 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2016 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

MODELLO 770 / 2015. Modello 770 2015 Redditi 2014 Dati previdenziali ed assistenziali

MODELLO 770 / 2015. Modello 770 2015 Redditi 2014 Dati previdenziali ed assistenziali MODELLO 770 / 2015 Modello 770 2015 Redditi 2014 Dati previdenziali ed assistenziali Con provvedimento del 12/05/2015 è stato approvato, dal Direttore dell Agenzia delle Entrate ai sensi dell'art. 1, comma

Dettagli

genzia ntrate UNICO Società di persone

genzia ntrate UNICO Società di persone genzia ntrate 2013 PERIODO D IMPOSTA 2012 UNICO Società di persone INDICATORI DI NORMALITÀ ECONOMICA UNICO SOCIETÀ DI PERSONE L articolo 1, comma 19, primo periodo, della legge n. 296 del 2006 (Legge Finanziaria

Dettagli

Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015. Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti

Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015. Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015 Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti Soggetti interessati Sono obbligati alla presentazione della dichiarazione dei redditi (Mod. Unico PF 2015) i contribuenti

Dettagli

Modello 730/2015 novità

Modello 730/2015 novità Modello 730/2015 novità Saverio Cinieri Dottore Commercialista Revisore Contabile Giornalista pubblicista Agg. 24/03/2015 1 Principali riferimenti normativi Provvedimento del Direttore dell Agenzia delle

Dettagli

Modello 730 integrativo. di pagine 1 1 COGNOME NOME CODICE FISCALE

Modello 730 integrativo. di pagine 1 1 COGNOME NOME CODICE FISCALE AGENZIA DELLE ENTRATE MOD. 730-2 PER IL C.A.F. O PER IL PROFESSIONISTA ABILITATO REDDITI 2014 Modello 730 integrativo RICEVUTA DELL AVVENUTA CONSEGNA DELLA DICHIARAZIONE MOD. 730 E DELLA BUSTA CONTENENTE

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. N. 7786/2016 Approvazione della Certificazione Unica CU 2016, relativa all anno 2015, unitamente alle istruzioni di compilazione, nonché del frontespizio per la trasmissione telematica e del quadro

Dettagli

Modello 730 Istruzioni per la compilazione 2014

Modello 730 Istruzioni per la compilazione 2014 CASI DI ESONERO È esonerato dalla presentazione della dichiarazione il contribuente che possiede esclusivamente i redditi indicati nella prima colonna, se si sono verificate le condizioni descritte nella

Dettagli

Quadro RN CALCOLO DELL IRPEF

Quadro RN CALCOLO DELL IRPEF Quadro RN CALCOLO DELL IRPEF ADEMPIMENTO NOVITÀ 2015 CATEGORIE DI REDDITO DETERMINAZIONE DEL REDDITO SCADENZA COME SI COMPILA CASI PRATICI CASI PARTICOLARI Il Quadro RN è utilizzato ai fini del calcolo

Dettagli

Mod. 730: tutte le novita` e le scadenze del 2012

Mod. 730: tutte le novita` e le scadenze del 2012 Mod. 730: tutte le novita` e le scadenze del di Saverio Cinieri (*) L ADEMPIMENTO L Agenzia delle Entrate ha approvato il Mod. 730/ che permette ad alcune categorie di contribuenti (per lo piu` lavoratori

Dettagli

Scadenziario Febbraio 2015

Scadenziario Febbraio 2015 Studio Creanza & Partners Creanza rag. Flavio D Onofrio rag. Loredana Stramazzo dott.ssa Caterina Scadenziario Febbraio 2015 1 Domenica Soggetti con partita Termine iniziale per la presentazione telematica

Dettagli

genzia ntrate UNICO Persone fisiche

genzia ntrate UNICO Persone fisiche genzia ntrate 2013 PERIODO D IMPOSTA 2012 UNICO Persone fisiche INDICATORI DI NORMALITÀ ECONOMICA UNICO PERSONE FISICHE L articolo 1, comma 19, primo periodo, della legge n. 296 del 2006 (Legge Finanziaria

Dettagli

ACCONTI, RITENUTE, ECCEDENZE e ALTRI DATI

ACCONTI, RITENUTE, ECCEDENZE e ALTRI DATI ACCONTI, RITENUTE, ECCEDENZE e ALTRI DATI GLI ACCONTI PAGATI La compilazione del quadro F del 730 Il quadro F del modello 730 si compone di 8 sezioni nelle quali sono riportati i seguenti dati: Sezione

Dettagli

LAVORI USURANTI RICHIESTA BENEFICIO PREPENSIONAMENTO

LAVORI USURANTI RICHIESTA BENEFICIO PREPENSIONAMENTO SCADENZE MARZO 2016 MARTEDì 1 MARZO REGISTRO Scade il termine per registrare i nuovi contratti di locazione di immobili stipulati il 1 febbraio 2016 e per pagare l imposta di registro (2% o 1% per alcune

Dettagli

SCADENZE FEBBRAIO 2015

SCADENZE FEBBRAIO 2015 SCADENZE FEBBRAIO 2015 MARTEDì 10 FEBBRAIO IMU TERRENI Scade il termine per il versamento dell IMU sui terreni; l imposta è calcolata in base alle aliquote standard (7,6 per mille) tranne quando i Comuni

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DEL PROSPETTO DI LIQUIDAZIONE DATI IDENTIFICATIVI Sono riportati il codice fiscale, il cognome e il nome o la denominazione del sostituto d'imposta o del CAF o del professionista abilitato

Dettagli

DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO

DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO IL MODELLO 730-3: La STRUTTURA e i DATI IDENTIFICATIVI. Le sezioni del prospetto di liquidazione 730-3 Il risultato dell elaborazione dei dati esposti nel modello

Dettagli

COMPENSI AI COLLABORATORI DI SOCIETÀ E ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE

COMPENSI AI COLLABORATORI DI SOCIETÀ E ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE COMPENSI AI COLLABORATORI DI SOCIETÀ E ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI ASPETTI GENERALI TRATTAMENTO FISCALE ASPETTI PREVIDENZIALI E INAIL Art. 81, c. 1, lett. m) D.P.R.

Dettagli

GENNAIO INFORMATIVA N. 329 29 DICEMBRE 2014

GENNAIO INFORMATIVA N. 329 29 DICEMBRE 2014 INFORMAT N. 329 29 DICEMBRE 2014 Si riportano di seguito le principali scadenze del PRIMO TRIMESTRE 2015. A seguito dell entrata in vigore delle semplificazioni contenute nel D.Lgs. n. 175/2014 alcuni

Dettagli

Anno 2013 N. RF148. La Nuova Redazione Fiscale ASSICURAZIONI VITA - PRESTAZIONI COME CAPITALE O RENDITA IN UNICO

Anno 2013 N. RF148. La Nuova Redazione Fiscale ASSICURAZIONI VITA - PRESTAZIONI COME CAPITALE O RENDITA IN UNICO Anno 2013 N. RF148 ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 7 OGGETTO ASSICURAZIONI VITA - PRESTAZIONI COME CAPITALE O RENDITA IN UNICO RIFERIMENTI D.LGS. 47/2000; D.LGS.

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA

CERTIFICAZIONE UNICA S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO CERTIFICAZIONE UNICA VITTORIA LETIZIA LEONE 06 Febbraio 2015 - ODCEC Milano S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Esempio 1 La Società Pollicino

Dettagli

Detrazione a favore delle famiglie numerose: modalità di attribuzione del credito d imposta Potito Di Nunzio Consulente del lavoro in Milano

Detrazione a favore delle famiglie numerose: modalità di attribuzione del credito d imposta Potito Di Nunzio Consulente del lavoro in Milano Detrazione a favore delle famiglie numerose: modalità di attribuzione del credito d imposta Potito Di Nunzio Consulente del lavoro in Milano Con decreto del Ministero dell economia e delle finanze 31 gennaio

Dettagli

FAQ CUD 2006 1 \ 6. la gestione PDF. Gecom Paghe

FAQ CUD 2006 1 \ 6. la gestione PDF. Gecom Paghe 1 \ 6 Cos è TeamSystem la gestione PDF Gecom Paghe FAQ CUD 2006 2 \ 6 Per un dipendente licenziato e riassunto viene stampato un solo CUD con i dati dell ultima matricola Non sono stati inseriti i dati

Dettagli

SCHEDA REGISTRAZIONE CEDENTI PRESTATORI. (sigla Prov.) nr.

SCHEDA REGISTRAZIONE CEDENTI PRESTATORI. (sigla Prov.) nr. SCHEDA REGISTRAZIONE CEDENTI PRESTATORI Ragione Sociale* Nome Cognome Indirizzo PEC invio fatture Indirizzo PEC CCIAA* P.IVA* Codice Fiscale* Regime Fiscale* (Vedi codifica tabella A) Esigibilità IVA (Vedi

Dettagli

Travaso da CU a Mod. 770

Travaso da CU a Mod. 770 HELP DESK Nota Salvatempo L0013 MODULO Travaso da CU a Mod. 770 Quando serve Per effettuare il travaso delle Certificazioni Uniche e dei quadri ST-SV-SX - SY al Modello 770. Novità Il travaso dei quadri

Dettagli

INFORMATIVE NOVITÀ DEL MOD. 730: QUADRI D, F E G

INFORMATIVE NOVITÀ DEL MOD. 730: QUADRI D, F E G Servizio SEAC S.p.A. - 8 Trento - Via Solteri, Internet: www.seac.it - E-mail: info@seac.it Tel. 0 80 - Fax 0/80 0 febbraio 0 Informativa n. NOVITÀ DEL MOD. 0: QUADRI D, F E G Le novità apportate al Mod.

Dettagli

CIRCOLARE n. 09/2015 Nuova Certificazione Unica - Consegna al contribuente e invio all Agenzia delle Entrate

CIRCOLARE n. 09/2015 Nuova Certificazione Unica - Consegna al contribuente e invio all Agenzia delle Entrate CIRCOLARE n. 09/2015 Nuova Certificazione Unica - Consegna al contribuente e invio all Agenzia delle Entrate 1 PREMESSA Il DLgs. 21.11.2014 n. 175 ha previsto la precompilazione dei modelli 730 da parte

Dettagli

La Gestione Separata. Giornata nazionale della previdenza Milano 18 maggio 2013

La Gestione Separata. Giornata nazionale della previdenza Milano 18 maggio 2013 La Gestione Separata Giornata nazionale della previdenza Milano 18 maggio 2013 1 2 L iscrizione E a carico del lavoratore o del professionista Deve essere presentata entro 30 giorni dall inizio dell attività.

Dettagli

CIRCOLARE N. 11 /E INDICE. Premessa...2. 1. Redditi dell anno 2012...3. 2. Determinazione dell imposta sostitutiva...4

CIRCOLARE N. 11 /E INDICE. Premessa...2. 1. Redditi dell anno 2012...3. 2. Determinazione dell imposta sostitutiva...4 CIRCOLARE N. 11 /E Direzione Centrale Normativa Roma, 30 aprile 2013 OGGETTO: Imposta sostitutiva sulla retribuzione di produttività - Art. 1, comma 481, della legge n. 228/2012 (legge di stabilità 2013)

Dettagli

SCADENZE SETTEMBRE 2014

SCADENZE SETTEMBRE 2014 SCADENZE SETTEMBRE 2014 LUNEDì 1 SETTEMBRE REGISTRO - Scade il termine per la registrazione dei nuovi contratti di locazione di immobili con decorrenza 1 a- gosto 2014 e per il versamento dell imposta

Dettagli

Studio Rosina e Associati

Studio Rosina e Associati FULVIO ROSINA DANIELA ROSINA ANT ANTONIO ROSINA GIOVANNI TRAVERSO MAURIZIO CIVARDI FRANCESCO PITTIGLIO SIMONETTA MANFREDINI STEFANO LUPINI MASSIMO SCOTTON MARCO SANGUINETI SIMONE PAZZAGLIA PAOLA BROVERO

Dettagli

SCADENZE NOVEMBRE 2014

SCADENZE NOVEMBRE 2014 SCADENZE NOVEMBRE 2014 LUNEDì 17 NOVEMBRE RAVVEDIMENTO OPEROSO BREVE Scade il termine per regolarizzare gli adempimenti (omessi, tardivi o insufficienti versamenti di imposte o ritenute) non effettuati

Dettagli

DICHIARAZIONI FISCALI

DICHIARAZIONI FISCALI QUADRO SG SOMME DERIVANTI DA RISCATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA E CAPITALI CORRISPOSTI IN DIPENDENZA DI CONTRATTI DI ASSICURAZIONE SULLA VITA, O DI CAPITALIZZAZIONE NONCHÉ RENDIMENTI DELLE PRESTAZIONI

Dettagli

Mod. 730/2011: novita` del modello e scadenze

Mod. 730/2011: novita` del modello e scadenze Mod. 730/2011: novita` del modello e scadenze di Roberta Aiolfi e Valerio Artina (*) L ADEMPIMENTO Sono stati approvati i modelli di dichiarazione dei redditi Mod. 730/2011 inerenti l assistenza fiscale

Dettagli

genzia ntrate BOZZA Internet 22/01/2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 UNICO Persone fisiche

genzia ntrate BOZZA Internet 22/01/2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 UNICO Persone fisiche genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014 UNICO Persone fisiche 2015 INDICATORI DI NORMALITÀ ECONOMICA UNICO PERSONE FISICHE L articolo 1, comma 19, primo periodo, della legge n. 296 del 2006 (Legge Finanziaria

Dettagli

730, Unico 2015 e Studi di settore

730, Unico 2015 e Studi di settore 730, Unico 2015 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 22 22.04.2015 Redditi di lavoro dipendente e assimilati La novità del Bonus Irpef Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: 730 Nel quadro

Dettagli

INDICE. Sezione Prima - INTRODUZIONE. Sezione Seconda - NOVITÀ DEL MODELLO CUD 2014

INDICE. Sezione Prima - INTRODUZIONE. Sezione Seconda - NOVITÀ DEL MODELLO CUD 2014 INDICE Sezione Prima - INTRODUZIONE Introduzione... pag. 14 Lo schema del CUD 2014 - Certificazione Unica Dipendenti...» 14 Termini di consegna al dipendente...» 15 Il trattamento dei dati personali...»

Dettagli

SCADENZE MAGGIO 2013 DOMENICA 12 MAGGIO

SCADENZE MAGGIO 2013 DOMENICA 12 MAGGIO SCADENZE MAGGIO 2013 DOMENICA 12 MAGGIO AGENTI DI COMMERCIO, MEDIATORI E SPEDIZIONIERI Gli adempimenti previsti entro tale data ed indicati all interno della nostra circolare 10.2013 (http://www.contrino.it/?p=1555)

Dettagli

Circolare 7. del 13 febbraio 2015. Nuova Certificazione Unica Consegna al contribuente e invio all Agenzia delle Entrate INDICE

Circolare 7. del 13 febbraio 2015. Nuova Certificazione Unica Consegna al contribuente e invio all Agenzia delle Entrate INDICE Circolare 7 del 13 febbraio 2015 Nuova Certificazione Unica Consegna al contribuente e invio all Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 3 2 Ambito applicativo della certificazione unica... 3 2.1 Redditi

Dettagli

La Certificazione CUD/2014 : le principali novità in sintesi

La Certificazione CUD/2014 : le principali novità in sintesi La Certificazione CUD/2014 : le principali novità in sintesi a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale È stato approvato con provvedimento dell Agenzia delle Entrate del 15 gennaio 2014 Prot.5131-2014

Dettagli

Al fine di dare attuazione alle disposizioni del D.L.vo 175/2014 in tema di semplificazioni fiscali, è stato predisposto un nuovo schema di

Al fine di dare attuazione alle disposizioni del D.L.vo 175/2014 in tema di semplificazioni fiscali, è stato predisposto un nuovo schema di Il modello di Certificazione Unica dei redditi 2015 AUDITORIUM GAM - Torino, 16 dicembre 2014 LUISELLA FASSINO CONSIGLIERE ORDINE CDL DI TORINO Al fine di dare attuazione alle disposizioni del D.L.vo 175/2014

Dettagli

Fiscal Flash N. 41. Entro fine mese la consegna della certificazione unica (CUD) La notizia in breve 20.02.2014. Premessa

Fiscal Flash N. 41. Entro fine mese la consegna della certificazione unica (CUD) La notizia in breve 20.02.2014. Premessa Fiscal Flash La notizia in breve N. 41 20.02.2014 Entro fine mese la consegna della certificazione unica (CUD) Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: CUD La certificazione unica dei redditi di lavoro

Dettagli

Compensazione bonus 80,00 euro erogati in busta paga

Compensazione bonus 80,00 euro erogati in busta paga Circolare n. 12 del 17 luglio 2014 Compensazione bonus 80,00 euro erogati in busta paga INDICE 1 Premessa... 2 2 Disciplina prevista dal testo originario del DL 66/2014... 2 2.1 Utilizzo delle ritenute

Dettagli

R21 - QUADRO RZ - DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA RELATIVA A INTERESSI, ALTRI REDDITI DI CAPITALE E REDDITI DIVERSI

R21 - QUADRO RZ - DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA RELATIVA A INTERESSI, ALTRI REDDITI DI CAPITALE E REDDITI DIVERSI R21 - QUADRO RZ - DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA RELATIVA A INTERESSI, ALTRI REDDITI DI CAPITALE E REDDITI DIVERSI 21.1 Generalità Il quadro RZ deve essere compilato dai soggetti che hanno corrisposto

Dettagli

UNICO 2011 Quadro RC: premi di rendimento e produttivita`

UNICO 2011 Quadro RC: premi di rendimento e produttivita` UNICO 2011 Quadro RC: premi di rendimento e produttivita` di Cristina Piseroni e Valerio Artina (*) L ADEMPIMENTO I lavoratori dipendenti privati che presentano il Mod. UNICO 2011 e hanno percepito nel

Dettagli

Modelli di dichiarazione 2012: in sintesi le novità

Modelli di dichiarazione 2012: in sintesi le novità Modelli di dichiarazione 2012: in sintesi le novità a cura di Fabio Bonicalzi (*) Sul sito Internet dell Agenzia delle Entrate sono stati pubblicati i Provvedimenti di approvazione dei seguenti modelli

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE UNICA

LA CERTIFICAZIONE UNICA S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CERTIFICAZIONE UNICA MAURIZIO AGATE 6 febbraio 2015 S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Fonti normative art. 4, D.P.R. n. 322/1998 D.Lgs. n.

Dettagli

Le novità del modello 730/2012 e del modello Unico Persone fisiche 2012 (fascicolo 1) Roma, 9 marzo 2012

Le novità del modello 730/2012 e del modello Unico Persone fisiche 2012 (fascicolo 1) Roma, 9 marzo 2012 Le novità del modello 730/2012 e del modello Unico Persone fisiche 2012 (fascicolo 1) Roma, 9 marzo 2012 Le principali novità di quest anno Cedolare secca sulle locazioni Immobili di interesse storico-artistico

Dettagli

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 2012

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 2012 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. LUGLIO 998, N. 3 RELATIVA ALL'ANNO 0 Pagina AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D'IMPOSTA Codice fiscale Cognome

Dettagli

Il Bonus Renzi diventa operativo e scade il 31 dicembre 2014 Leggere attentamente le avvertenze prima dell uso!

Il Bonus Renzi diventa operativo e scade il 31 dicembre 2014 Leggere attentamente le avvertenze prima dell uso! @bollettinoadapt, 5 maggio 2014 Il Bonus Renzi diventa operativo e scade il 31 dicembre 2014 Leggere attentamente le avvertenze prima dell uso! di Nicola Porelli Tag: #bonus #credito #Renzi #80euroalmese

Dettagli

Anno 2015 N.RF039. La Nuova Redazione Fiscale

Anno 2015 N.RF039. La Nuova Redazione Fiscale Anno 2015 N.RF039 www.redazionefiscale.it ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale Pag. 1 / 5 OGGETTO ECCEDENZE DI RITENUTE E CREDITO DA ASSISTENZA FISCALE SOLO IN F24 RIFERIMENTI ART. 15 D.LGS. 175/2014;

Dettagli

Nuova Certificazione Unica CU 2015: redditidilavorodipendente Cristina Piseroni e Marco Mangili - Dottori commercialisti in Bergamo

Nuova Certificazione Unica CU 2015: redditidilavorodipendente Cristina Piseroni e Marco Mangili - Dottori commercialisti in Bergamo Nuova Certificazione Unica CU 2015: redditidilavorodipendente Cristina Piseroni e Marco Mangili - Dottori commercialisti in Bergamo ADEMPIMENTO " NOVITÀ " LAVORO I sostituti d imposta, a seguito delle

Dettagli

SCADENZE DEL MESE DI SETTEMBRE 2015

SCADENZE DEL MESE DI SETTEMBRE 2015 SCADENZE DEL MESE DI SETTEMBRE 2015 Compilazione registro IVA minori Entro martedì 15 Entro mercoledì 16 Le associazioni che fruiscono dell opzione di cui alla L. 398/1991 devono effettuare l annotazione

Dettagli

BONUS 80 EURO, BONUS BEBÈ E TFR IN BUSTA PAGA

BONUS 80 EURO, BONUS BEBÈ E TFR IN BUSTA PAGA S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO NUOVI ADEMPIMENTI FISCALI DOPO LA LEGGE DI STABILITÀ BONUS 80 EURO, BONUS BEBÈ E TFR IN BUSTA PAGA Francesca Gerosa Commissione Diritto Tributario Nazionale

Dettagli

MODELLO 770/2007 SEMPLIFICATO. Assimpredil ANCE 18 settembre 2007

MODELLO 770/2007 SEMPLIFICATO. Assimpredil ANCE 18 settembre 2007 MODELLO 770/2007 SEMPLIFICATO Assimpredil ANCE 18 settembre 2007 U.O. Contrattualistica e Fiscalità - Dr.ssa Raffaella Scurati DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA modello 770 semplificato modello 770

Dettagli

GIORNATA DI FORMAZIONE PER L ODCEC DI TORINO CERTIFICAZIONE UNICA 2015 12/02/2015. Relatore:

GIORNATA DI FORMAZIONE PER L ODCEC DI TORINO CERTIFICAZIONE UNICA 2015 12/02/2015. Relatore: GIORNATA DI FORMAZIONE PER L ODCEC DI TORINO CERTIFICAZIONE UNICA 2015 12/02/2015 Relatore: Alessandro Dott. TODESCHELLI Dott. Comm.sta materia «Lavoro» OPEN Dot Com Servizio: Nome servizio Pag. 1 Torino,

Dettagli

MODELLO 770/2001 PREMI ASSICURATIVI RELATIVI AL 2000) Novità 2001. Novità 2001: Modello Base Quadro SC Quadro SS Quadro ST Quadro SU

MODELLO 770/2001 PREMI ASSICURATIVI RELATIVI AL 2000) Novità 2001. Novità 2001: Modello Base Quadro SC Quadro SS Quadro ST Quadro SU MODELLO 770/2001 (DICHIARAZIONE PER LE RITENUTE, I CONTRIBUTI E I PREMI ASSICURATIVI RELATIVI AL 2000) Novità 2001 Novità 2001: Modello Base Quadro SC Quadro SS Quadro ST Quadro SU DEVONO PRESENTARE IL

Dettagli

Gecom 770 Gestione 770/2015

Gecom 770 Gestione 770/2015 Gecom 770 Gestione 770/2015 Istruzioni operative 770/2015 2/100 INDICE Premessa... 4 Novità del modello 770/2015 Semplificato... 5 Comunicazione dati lavoro dipendente, assimilati ed assistenza fiscale...

Dettagli