CDD IL FILÉREMO ASSOCIAZIONE ONLUS IL FILÉREMO CODICE ETICO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CDD IL FILÉREMO ASSOCIAZIONE ONLUS IL FILÉREMO CODICE ETICO"

Transcript

1 CENTRO DIURNO DISABILI Il Filéremo CDD IL FILÉREMO ASSOCIAZIONE ONLUS IL FILÉREMO CODICE ETICO DELIBERATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Vigevano, li 16 marzo 2009 C.D.D. Il Filéremo - ONLUS - Via Rossini, 11/c VIGEVANO - (PV) Tel./Fax 0381/ Codice Fiscale

2 INTRODUZIONE Missione del Filéremo L'Associazione di volontariato Il Filéremo nasce nel 1987,con esclusive finalità di utilità e solidarietà sociale finalizzate all'accoglienza,accompagnamento ed inserimento sociale della persona disabile secondo tempi idonei a ciascuno, nonché all'interrelazione tra il mondo dei disabili e quello dei normodotati, con percorsi volti alla reciprocità, allo scambio di esperienze, alla crescita personale ed al rafforzamento valoriale,con particolare attenzione e supporto alla famiglia della persona disabile. Il Filéremo ha tra i suoi principali obiettivi quello di fornire il supporto necessario alle persone disabili per migliorare la qualità della loro vita, con interventi volti alla valorizzazione dei punti di forza di ciascuno,alla sempre maggiore acquisizione della autonomia personale,nel massimo rispetto della dignità individuale. Strumenti utilizzati dal Filéremo Per il raggiungimento dei suoi obiettivi, l'associazione intende utilizzare al meglio operatori affiancati da volontari capaci di collaborare ed interagire per la realizzazione del Progetto educativo proprio di ciascun disabile. Le risorse finanziarie sono recepite presso le Istituzioni, in particolare Comune, Provincia, Regione,presso le Fondazioni a supporto di specifici progetti o facendo ricorso ad eventuali grants incondizionati(liberalità) di privati. 2

3 DEFINIZIONE DEL CODICE ETICO DEL FILÉREMO Art.1- Che cos'è il Codice Etico Il Codice Etico è un accordo istituzionale volontario,stipulato tra gli operatori e gli associati del Filéremo al fine di regolamentare i rapporti tra di essi e tra l'associazione ed i propri interlocutori, compresi coloro che, tramite eventuali elargizioni, consentono all'associazione di raggiungere i propri obiettivi. Deve costituire uno strumento in grado di modificare stabilmente i comportamenti dei singoli, certificando l'adesione di coloro che operano all'interno o per conto dell'associazione ai valori etici costituenti le finalità del Filéremo. L'appartenenza alla Associazione Il Filéremo implica l'osservanza della normativa giuridica vigente e la piena adesione a Statuto, Regolamento e Codice Etico dell'associazione stessa. Art.2- Motivazione degli Operatori e dei Volontari del Filéremo Gli operatori ed i volontari del Filéremo si caratterizzano per la motivazione che li ispira ad incidere sul miglioramento della qualità della vita attraverso la causa che servono. Tramite il Filéremo servono l'ideale di un'associazione non a scopo di lucro e considerano lo sviluppo del mondo Non Profit il principio dominante della vita associativa, proponendosi di escludere ogni interferenza derivante da interessi individuali. Art.3- Struttura del Codice Etico Il Codice Etico si compone di tre parti : - Principi generali ai quali il Filéremo, in tutte le sue componenti, ispira la propria missione - Norme di condotta per le varie tipologie di destinatari - Struttura di attuazione e di controllo dell'effettiva applicazione del presente documento. 3

4 STRUTTURA DEL CODICE ETICO INTRODUZIONE Mission del CDD Il Filéremo Strumenti utilizzati dal CDD Il Filéremo DEFINIZIONE DEL CODICE ETICO Art.1- Che cos'è il Codice Etico Art.2- Motivazione degli Operatori e dei Volontari associati Art.3- Struttura del Codice Etico PRINCIPI Art.4- Carattere personale e responsabilità degli Operatori e dei Volontari associati Art.5- Correttezza Art.6- Trasparenza all'interno dell'associazione e verso i terzi Art.7- Tutela del nome del Filéremo Art.8- Imparzialità e riservatezza Art.9- Protezione della salute e della sicurezza Art.10- Eguaglianza e rispetto Art.11- Qualità Art.12- Utilizzo dei Fondi RAPPORTI CON TERZI Art.13- Continuità assistenziale Art.14- Doveri degli operatori e dei volontari Art.15- Rapporto con i collaboratori territoriali Art.16- Rapporti con i finanziatori Art.17- Finanziamenti DISPOSIZIONI DI ATTUAZIONE OPERATIVA E DIFFUSIONE Art.18- Sottoscrizione di impegno ed accettazione del Codice Etico Art.19- Comitato di valutazione Art.20- Diffusione del Codice Etico Art.21- Modalità di esercizio del controllo Art.22- Interventi di richiamo 4

5 PRINCIPI Art.4- Carattere personale e responsabilità di Operatori e volontari associati Come persone, gli operatori ed i volontari associati sono eticamente responsabili verso loro stessi e verso l'associazione di impersonare il carattere proprio della migliore tradizione umanitaria e di utilità sociale. Per questa ragione, non sono disposti a compromettere le loro convinzioni personali né quelle dell'associazione e dei suoi appartenenti. Art.5- Correttezza La regolamentazione oggetto del presente Codice intende promuovere, realizzare e tutelare, nel generale interesse, la correttezza dell'operato dell'associazione e la sua conseguente considerazione nei confronti della collettività, dell'opinione pubblica ed in genere di tutti i soggetti, che, direttamente od indirettamente, stabilmente o temporaneamente, instaurino a qualsiasi titolo rapporti di collaborazione ed operino nell'interesse del Filéremo. Art.6- Trasparenza all'interno dell'associazione o verso i terzi Il Codice definisce l'impegno degli Operatori e dei Volontari associati del Filéremo all'osservanza delle leggi vigenti, ma anche la volontà di operare, in ogni profilo concreto delle loro azioni, secondo trasparenti e concrete norme di comportamento. In particolare, riconoscono la propria responsabilità nel garantire che le necessarie risorse umane e finanziarie vengano reperite in maniera etica, professionale e trasparente, secondo l'interesse esclusivo dell Associazione e mai a vantaggio personale, in modo che venga rispettato con onestà il sostegno agli utenti disabili, alle loro famiglie e con fiducia il rapporto di collaborazione con Enti ed Istituzioni. Art.7- Tutela del nome del Filéremo Nello svolgimento delle proprie attività gli operatori ed i volontari associati del Filéremo non devono commettere azioni capaci di danneggiare o compromettere i profili valoriali e di immagine che caratterizzano l'associazione ed il suo buon nome, né le attività ed i progetti che pone in essere per raggiungere i propri scopi. Art.8- Imparzialità e riservatezza In nome del servizio alla persona disabile, che caratterizza il Filéremo, gli operatori, i volontari, i collaboratori che cooperano all'attuazione dei progetti sono chiamati ad ispirarsi strettamente ai principi dell'imparzialità nel trattare con gli utenti e della massima riservatezza, richiesta anche dalle norme sulla privacy, nel trattare i dati sensibili ad essi relativi. Art.9- Protezione della salute e della sicurezza Gli operatori, i volontari e tutti coloro che, a vario titolo, collaborano con l'associazione dovranno operare con la stessa sollecitudine, attenzione e diligenza del buon padre di famiglia, per tutelare e proteggere la salute e la sicurezza delle persone disabili a loro affidate. 5

6 Art.10- Eguaglianza e rispetto Il servizio e le singole attività sono forniti secondo regole uguali per tutti,senza discriminazione alcuna. Ogni cittadino è assistito e trattato con premura, cortesia ed attenzione nel rispetto della persona, della sua dignità e della sua riservatezza. Art.11- Qualità Il servizio CDD è fornito sulla base di una profonda e duratura conoscenza del tessuto sociale,della competenza degli operatori e del continuo lavoro per il miglioramento degli standard di servizio. Art.12- Utilizzo dei fondi L'Associazione si impegna a perseguire un'efficace, efficiente e lungimirante uso delle risorse umane e finanziarie. A tale proposito le risorse finanziarie e di solidarietà saranno utilizzate secondo il criterio della buona gestione per le finalità espresse dall Associazione stessa. La destinazione dei fondi deve essere chiaramente esplicitata e legata alla sopravvivenza dell'associazione ed alla realizzazione delle finalità e degli obiettivi. I risultati dell'attività posta in essere attraverso l'utilizzo delle risorse dell'associazione devono essere resi noti alla collettività. Art.13- Continuità assistenziale Il CDD Il Filéremo assicura alle persone disabili, utenti del CDD stesso la continuità assistenziale per tutta la durata della permanenza all'interno della struttura, impegnandosi per il continuo miglioramento dell'offerta dei servizi. Art.14- Doveri degli Operatori e dei Volontari Gli operatori ed i volontari sono tenuti ad accogliere con educazione, cortesia, disponibilità, attenzione e riservatezza tutti coloro che hanno accesso al Filéremo. Gli operatori hanno altresì il dovere di informare, nell'ambito delle loro mansioni, sulle modalità di erogazione dei servizi e sull'andamento del progetto educativo assistenziale, chiunque abbia titolo a ricevere le informazioni. Art.15- Rapporti con i collaboratori territoriali Il CDD Il Filéremo intende impostare con i collaboratori, individuati nel territorio, rapporti di fiducia, senza venir meno ai principi che ispirano la sua azione e che dovranno essere condivisi da coloro che, a vario titolo, possono contribuire al perseguimento della sua missione. Art.16- Rapporti con i finanziatori Il CDD IL Filéremo, sin dalla fondazione dell'associazione, pur riconoscendo il ruolo dei finanziamenti erogati da terzi, si impegna a non favorire in alcun modo un processo di assimilazione della logica Non Profit a quella propria delle organizzazioni For Profit o pubbliche. 6

7 I contributi alla Associazione non potranno essere occulti o sottoposti a condizioni non etiche, che possano in qualsiasi maniera influire sul buon nome o sul raggiungimento degli obiettivi educativo - assistenziali. Art.17- Finanziamenti L'associazione accetta fondi provenienti da Comune, Provincia,Regione, sulla base di norme, leggi, bandi; da Fondazioni, sulla base di specifici progetti dalla stessa ideati e condotti in maniera del tutto autonoma e trasparente. Nel caso di finanziamenti privati, l'associazione dovrà tener conto ed accertare, nel limite del possibile, la loro conformità ai principi di eticità espressi dal Codice etico a garanzia dell'indipendenza e trasparenza dell Associazione. 7

8 DISPOSIZIONI DI ATTUAZIONE OPERATIVA E DIFFUSIONE Art.18- Sottoscrizione di impegno e di accettazione del Codice Etico Ogni operatore, volontario ed associato del Filéremo prende visione ed accetta il presente Codice. Esprimendo l'impegno a non ostacolare in nessun modo la salvaguardia della sua effettività. Art.19- Comitato di valutazione Organismo della Associazione Il Filéremo, dotato di poteri di iniziativa e controllo è il COMITATO DI VALUTAZIONE. Esso ha il compito di vigilare sul funzionamento, osservanza ed aggiornamento del Codice adottato. Per garantire professionalità nel controllo e credibilità verso l'esterno esso è costituito di tre componenti interni alla Associazione sulla base delle specifiche competenze, attribuite dalla Associazione stessa. Art.20- Diffusione del Codice Etico Il Codice Etico viene affisso alla bacheca, all'interno della struttura del Filéremo in modo che sia visibile da parte di tutti; viene diffuso all'esterno tramite il sito internet del Filéremo. Il sistema etico viene diffuso anche tramite idonee iniziative di formazione e di comunicazione. Art.21- Modalità di esercizio del controllo Il Comitato di valutazione riceve annualmente un resoconto delle attività svolte dall' Associazione, dei finanziamenti accettati, per valutarne la conformità ai principi del Codice Etico. Al Comitato di valutazione ciascun operatore od associato o collaboratore, che ne abbia notizia provvede a segnalare eventuali comportamenti difformi dal presente Codice. Il Comitato di valutazione provvede ad istruire, a seguito di motivate segnalazioni degli operatori, degli associati, delle famiglie degli utenti, dei collaboratori, i casi di presunte infrazioni al Codice; formula al Presidente od al Responsabile dell'associazione le proposte di provvedimento per le quali siano risultate fondate, a suo giudizio, le contestazioni di infrazione del Codice. Art.22- Interventi di richiamo Nel caso di comprovate violazioni del Codice Etico si intende procedere come segue: con avvertimento formale e con richiesta di immediata cessazione del comportamento con colloquio con la psicologa, per discutere insieme, evidenziandoli, dei problemi che emergono, onde trovare possibili soluzioni condivise, che facilitino il loro superamento. con valutazione, da parte del Presidente, insieme all'interessato/a di comportamenti che, in modo reiterato, si manifestino, del servizio prestato globalmente dalla persona in questione e, se del caso, con un eventuale allontanamento dalla struttura. 8

REGOLAMENTO ETICO ASSOCIAZIONE MEDICI DI STRADA. Deliberato dal Consiglio Direttivo in data 24 febbraio 2015

REGOLAMENTO ETICO ASSOCIAZIONE MEDICI DI STRADA. Deliberato dal Consiglio Direttivo in data 24 febbraio 2015 REGOLAMENTO ETICO ASSOCIAZIONE MEDICI DI STRADA Deliberato dal Consiglio Direttivo in data 24 febbraio 2015 Sommario INTRODUZIONE... 3 Art.1- Che cos'è il Codice Etico... 3 Art.2- Motivazione dei Volontari

Dettagli

IL VOLO ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE CODICE ETICO

IL VOLO ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE CODICE ETICO IL VOLO ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE CODICE ETICO Introduzione Finalità del IL VOLO Strumenti utilizzati de IL VOLO STRUTTURA DEL CODICE ETICO Definizione del Codice Etico de IL VOLO Art. 1 Che cos

Dettagli

A.N.D.O.S. onlus ASSOCIAZIONE NAZIONALE DONNE OPERATE AL SENO CODICE ETICO

A.N.D.O.S. onlus ASSOCIAZIONE NAZIONALE DONNE OPERATE AL SENO CODICE ETICO A.N.D.O.S. onlus ASSOCIAZIONE NAZIONALE DONNE OPERATE AL SENO CODICE ETICO Introduzione Finalità dell ANDOS Strumenti utilizzati dall ANDOS STRUTTURA DEL CODICE ETICO Definizione del Codice Etico dell

Dettagli

Center for Near Space an IIF Competence Center. Codice Etico. Principi, valori e norme di comportamento

Center for Near Space an IIF Competence Center. Codice Etico. Principi, valori e norme di comportamento Center for Near Space an IIF Competence Center Codice Etico Principi, valori e norme di comportamento 1 CODICE ETICO Indice 1. Il Codice Etico del Center for Near Space (CNS) Art. 1 Definizione di Codice

Dettagli

Società italiana di scienze applicate alle piante officinali e ai prodotti per la salute

Società italiana di scienze applicate alle piante officinali e ai prodotti per la salute Società italiana di scienze applicate alle piante officinali e ai prodotti per la salute CODICE ETICO Al fine di favorire la qualità e il prestigio dell attività svolta dalla Società Italiana delle scienze

Dettagli

Codice Etico STRUTTURA DEL CODICE ETICO. Introduzione Finalità di Onda

Codice Etico STRUTTURA DEL CODICE ETICO. Introduzione Finalità di Onda Codice Etico STRUTTURA DEL CODICE ETICO Introduzione Finalità di Onda Strumenti utilizzati da Onda Definizione del Codice Etico di Onda Art. 1 Che cos è il Codice Etico Art. 2 Motivazione dei Soci Fondatori

Dettagli

ASSOCIAZIONE ANTICRISI NETWORK PROFESSIONALE CODICE ETICO

ASSOCIAZIONE ANTICRISI NETWORK PROFESSIONALE CODICE ETICO ASSOCIAZIONE ANTICRISI NETWORK PROFESSIONALE CODICE ETICO PREMESSA L Associazione "ANTICRISI NETWORK PROFESSIONALE o più brevemente ANTICRISI.NET, ha scelto di dotarsi di un Codice Etico. Adottare un Codice

Dettagli

CODICE ETICO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE. Agorà delle Donne

CODICE ETICO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE. Agorà delle Donne CODICE ETICO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE Agorà delle Donne Premessa Agorà delle Donne nasce, nei giardini di Villa Genuardi ad Agrigento, il 14 luglio 1995. Agorà delle Donne nasce per tessere una tela

Dettagli

D.Lgs. 231/01 Normativa e Modello di organizzazione Sispi Codice Etico

D.Lgs. 231/01 Normativa e Modello di organizzazione Sispi Codice Etico 1. Principi generali La Sispi S.p.A., persegue la sua missione aziendale attraverso lo svolgimento di attività che hanno impatto sulla vita della collettività oltreché dei singoli. In tale percorso l esigenza

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

Codice Etico del Gruppo Poste Italiane

Codice Etico del Gruppo Poste Italiane Codice Etico del Gruppo Poste Italiane 28 settembre 2009 Approvato nell adunanza del 28 settembre 2009 del Consiglio di Amministrazione Indice 1. PREMESSA E OBIETTIVI............................. 2 2.

Dettagli

CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI DI POSTE ITALIANE. CRALPoste CODICE DI COMPORTAMENTO

CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI DI POSTE ITALIANE. CRALPoste CODICE DI COMPORTAMENTO CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI DI POSTE ITALIANE CRALPoste CODICE DI COMPORTAMENTO Roma, 31 Marzo 2005 INDICE Premessa pag. 3 Destinatari ed Ambito di applicazione pag. 4 Principi generali pag.

Dettagli

INTRODUZIONE... 3. Premessa... 3. La missione di Kids Kicking Cancer Italia Onlus... 3 I PRINCIPI GUIDA... 4. l. Centralità del bambino...

INTRODUZIONE... 3. Premessa... 3. La missione di Kids Kicking Cancer Italia Onlus... 3 I PRINCIPI GUIDA... 4. l. Centralità del bambino... Sommario INTRODUZIONE... 3 Premessa... 3 La missione di Kids Kicking Cancer Italia Onlus... 3 I PRINCIPI GUIDA... 4 l. Centralità del bambino... 4 2. Spirito di servizio e collaborazione... 4 3. Rispetto

Dettagli

Codice Etico. Gennaio 2010

Codice Etico. Gennaio 2010 Codice Etico Gennaio 2010 ( SOMMARIO ) CAPO I IL VALORE DEL CODICE ETICO Pag. 2 CAPO II DESTINATARI E AMBITO DI APPLICAZIONE Pag. 2 CAPO III MISSIONE Pag. 3 CAPO IV STRUMENTI DI ATTUAZIONE DELLA MISSIONE

Dettagli

CODICE ETICO. Onlus SOMMARIO. 1 Premessa 2 Principi generali. 3 Organo di vigilanza 4 Sanzioni disciplinari 5 Disposizioni finali

CODICE ETICO. Onlus SOMMARIO. 1 Premessa 2 Principi generali. 3 Organo di vigilanza 4 Sanzioni disciplinari 5 Disposizioni finali CODICE ETICO SOMMARIO 1 Premessa 2 Principi generali 2.1 Principio di legittimità morale 2.2 Principio di equità e uguaglianza 2.3 Principio di diligenza 2.4 Principio di trasparenza 2.5 Principio di onestà

Dettagli

CONSORZIO TORINO INFANZIA COOPERATIVA SOCIALE O.N.L.U.S.

CONSORZIO TORINO INFANZIA COOPERATIVA SOCIALE O.N.L.U.S. Pagina 1 di 6 CONSORZIO TORINO INFANZIA COOPERATIVA SOCIALE O.N.L.U.S. Sede Legale in Torino (TO), Corso Lombardia n. 115 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO Allegato 1 Codice Etico ai sensi

Dettagli

VICINI S.p.A. CODICE ETICO

VICINI S.p.A. CODICE ETICO VICINI S.p.A. CODICE ETICO INDICE 1. PREMESSA 2. AMBITO DI APPLICAZIONE 3. PRINCIPI DI RIFERIMENTO E NORME DI COMPORTAMENTO 4. EFFICACIA DEL CODICE ETICO E SUE VIOLAZIONI 1. PREMESSA Il presente Codice

Dettagli

BOTTO POALA S.p.A. BOTTO POALA S.P.A. CODICE ETICO AZIENDALE. approvato dal C.D.A. di Botto Poala S.p.A. il 29 Marzo 2012 rev 00 INDICE

BOTTO POALA S.p.A. BOTTO POALA S.P.A. CODICE ETICO AZIENDALE. approvato dal C.D.A. di Botto Poala S.p.A. il 29 Marzo 2012 rev 00 INDICE BOTTO POALA SpA Pagina 1 di 5 Rev 00 del BOTTO POALA SPA CODICE ETICO AZIENDALE approvato dal CDA di Botto Poala SpA il 29 Marzo 2012 rev 00 INDICE 1 Premessa - Definizioni Pag 1 2 Obiettivi e valori Pag

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI MEDEA

CARTA DEI SERVIZI MEDEA CARTA DEI SERVIZI MEDEA Indice 1. Introduzione 2. MEDEA e la Carta dei Servizi: chi siamo, obiettivi e finalità 3. I principi fondamentali 4. Standard qualitativi 5. I servizi erogati 6. Validità della

Dettagli

CODICE ETICO AZIENDALE

CODICE ETICO AZIENDALE Testo approvato dal Consiglio di Amministrazione di Orienta S.p.a del 15/12/2010 INDICE 1. INTRODUZIONE 3 2. VALORI ETICI 3 3. CRITERI DI CONDOTTA 3 4. COMPORTAMENTO SUL LUOGO DI LAVORO 6 5. CONFLITTTO

Dettagli

Codice Deontologico. Centro di Coordinamento Nazionale Pile e Accumulatori

Codice Deontologico. Centro di Coordinamento Nazionale Pile e Accumulatori Codice Deontologico Approvato dall Assemblea Ordinaria dei Consorziati con Delibera del 28/09/2011 INDICE 1. Premessa 2. Destinatari 3. Scopo 4. Principii, doveri, responsabilità e modelli di comportamento

Dettagli

CODICE ETICO. DI ANTHILIA CAPITAL PARTNERS SGR S.p.A.

CODICE ETICO. DI ANTHILIA CAPITAL PARTNERS SGR S.p.A. CODICE ETICO DI ANTHILIA CAPITAL PARTNERS SGR S.p.A. Versione valida dal 1 gennaio 2015 INDICE Parte I PREMESSA ED OBIETTIVI Art. 1 Destinatari Art. 2 Principi Generali Art. 3 Riservatezza Art. 4 Imparzialità

Dettagli

CODICE ETICO 1. PREMESSA

CODICE ETICO 1. PREMESSA CODICE ETICO 1. PREMESSA 1.1.L Istituto Universitario di Studi Europei (di seguito l Istituto ) è un'associazione senza scopo di lucro che ha ottenuto dalla Regione Piemonte l'iscrizione nel registro regionale

Dettagli

CODICE ETICO. LA CASCINA Soc. Coop. p.a. D. Lgs. 231/01

CODICE ETICO. LA CASCINA Soc. Coop. p.a. D. Lgs. 231/01 CODICE ETICO LA CASCINA Soc. Coop. p.a. D. Lgs. 231/01 INDICE INTRODUZIONE 3 1. PRINCIPI GENERALI 3 2. GESTIONE DEGLI AFFARI 4 3. AMMINISTRAZIONE DELLA SOCIETÀ 5 4. RAPPORTI CON I TERZI 6 5. TUTELA DELLA

Dettagli

Codice Etico v 1.0 del 09/12/2014 CODICE ETICO CODICE ETICO

Codice Etico v 1.0 del 09/12/2014 CODICE ETICO CODICE ETICO CODICE ETICO CODICE ETICO Sommario DESTINATARI DEL CODICE... 3 ETICITA DEL LAVORO... 4 ETICITA VERSO IL MERCATO... 5 ETICITA VERSO L AMBIENTE... 7 ATTUAZIONE DEL CODICE ETICO... 8 DESTINATARI DEL CODICE

Dettagli

Educando nella Provincia di Varese 2012

Educando nella Provincia di Varese 2012 Scheda progetto Educando nella Provincia di Varese 2012 ANCI Lombardia coordina e organizza le azioni degli enti associati in materia di servizio civile definendo una precisa strategia metodologica comune

Dettagli

GESTIONE DELLE LIBERALITÀ

GESTIONE DELLE LIBERALITÀ GESTIONE DELLE LIBERALITÀ 1. OBIETTIVO, AMBITO DI APPLICAZIONE E RESPONSABILITÀ Il presente Regolamento ha l'obiettivo di definire ruoli, responsabilità e regole di condotta nella gestione di donazioni,

Dettagli

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO ex D.Lgs. 231/2001 CODICE ETICO. Revisione 11.12.2014 Pag. 1/8 Codice Etico

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO ex D.Lgs. 231/2001 CODICE ETICO. Revisione 11.12.2014 Pag. 1/8 Codice Etico CODICE ETICO Revisione 11.12.2014 Pag. 1/8 Codice Etico Revisionato e approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 11.12.2014 INDICE PREMESSA pag. 04 1. Ambito di applicazione pag. 05 2. Valore contrattuale

Dettagli

REGOLAMENTO concernente la partecipazione a consorzi, fondazioni e società ai sensi dell art. 2 comma 2 dello Statuto dell ISFOL

REGOLAMENTO concernente la partecipazione a consorzi, fondazioni e società ai sensi dell art. 2 comma 2 dello Statuto dell ISFOL REGOLAMENTO concernente la partecipazione a consorzi, fondazioni e società ai sensi dell art. 2 comma 2 dello Statuto dell ISFOL Articolo 1 Principi generali 1. Ai sensi di quanto previsto dall art. 2,

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA AUSL3 PISTOIA E LE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO E TUTELA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA AUSL3 PISTOIA E LE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO E TUTELA Allegato A) alla deliberazione n 185del 10/04/2015 PROTOCOLLO DI INTESA TRA AUSL3 PISTOIA E LE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO E TUTELA protocollointesa_volontariato_31032015 Pagina 1 di 6 INDICE Premesso

Dettagli

Dichiarazione dei diritti in Internet

Dichiarazione dei diritti in Internet Dichiarazione dei diritti in Internet Questo documento costituisce il nuovo testo della Dichiarazione elaborato dalla Commissione per i diritti e i doveri relativi ad Internet a seguito della consultazione

Dettagli

COMUNE DI SAN POLO DEI CAVALIERI

COMUNE DI SAN POLO DEI CAVALIERI COMUNE DI SAN POLO DEI CAVALIERI (Provincia di Roma) REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA GESTIONE DEL SERVIZIO DEL VOLONTARIATO CIVICO COMUNALE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n.35 del

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO

CODICE DI COMPORTAMENTO CODICE DI COMPORTAMENTO Per il personale coinvolto nelle attività di distribuzione dell energia elettrica e del gas naturale Rev. 03 del 21/12/2015 Il presente Codice di Comportamento è stato elaborato

Dettagli

CODICE ETICO Approvato dai membri del CDA a ottobre 2011

CODICE ETICO Approvato dai membri del CDA a ottobre 2011 CODICE ETICO Approvato dai membri del CDA a ottobre 2011 2 Premessa Con il la Belli S.r.l. vuole creare una sorta di carta dei diritti e doveri morali che definiscono la responsabilità etico-sociale di

Dettagli

Regolamento del Fondo Interno di Solidarietà

Regolamento del Fondo Interno di Solidarietà 2012 Regolamento del Fondo Interno di Solidarietà Codess Sociale Cooperativa Sociale - ONLUS Rev. 2 del 14/.11/2012 Regolamento Fondo Interno di Solidarietà rev. 2 del 14/11/2012 Pag. 1 di 5 REGOLAMENTO

Dettagli

Carta dei Valori. agriturismo Corte San Girolamo

Carta dei Valori. agriturismo Corte San Girolamo Carta dei Valori agriturismo Corte San Girolamo LA MISSION PRODUCIAMO VALORE ATTRAVERSO I VALORI L Agriturismo Corte San Girolamo, gestito con familiarità e cortesia, desidera offrirvi un soggiorno di

Dettagli

CODICE ETICO E COMPORTAMENTALE DI PSICOLOGI PER I POPOLI - FEDERAZIONE E DELLE ASSOCIAZIONI TERRITORIALI AD ESSA ADERENTI

CODICE ETICO E COMPORTAMENTALE DI PSICOLOGI PER I POPOLI - FEDERAZIONE E DELLE ASSOCIAZIONI TERRITORIALI AD ESSA ADERENTI CODICE ETICO E COMPORTAMENTALE DI PSICOLOGI PER I POPOLI - FEDERAZIONE E DELLE ASSOCIAZIONI TERRITORIALI AD ESSA ADERENTI 1. PREMESSA Il Codice Etico di Psicologi per i Popoli Federazione è la Carta dei

Dettagli

STATUTO I. NOME, SEDE, FINI, STRUMENTI

STATUTO I. NOME, SEDE, FINI, STRUMENTI STATUTO I. NOME, SEDE, FINI, STRUMENTI Art. 1 - E costituita, ai sensi degli artt. 36 e ss. c.c., l'associazione culturale AEQUA Associazione per l Efficienza e la QUalità nell Amministrazione). Art. 2

Dettagli

LA PICCOLA CASA DEL RIFUGIO Ente Morale R. D. 13 Ottobre 1885 Via Antonini 3, 20141, Milano

LA PICCOLA CASA DEL RIFUGIO Ente Morale R. D. 13 Ottobre 1885 Via Antonini 3, 20141, Milano Residenza Sanitario - assistenziale per Anziani (RSA) Residenza Sanitario - assistenziale per Disabili (RSD) Centro Diurno Integrato per Anziani (CDI) CODICE ETICO Approvato il 1 dicembre 2014 LA PICCOLA

Dettagli

CESTAS Via Ranzani 13/5/F, 40127 Bologna cestas@cestas.org CODICE ETICO CESTAS. Organizzazione di Cooperazione Internazionale Ente di Formazione

CESTAS Via Ranzani 13/5/F, 40127 Bologna cestas@cestas.org CODICE ETICO CESTAS. Organizzazione di Cooperazione Internazionale Ente di Formazione CODICE ETICO CESTAS Organizzazione di Cooperazione Internazionale Ente di Formazione Approvato dal CdA del 09/04/2013 1 INDICE PREMESSA - Vision e valori guida - Evoluzione e concretezza: un percorso di

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE EROGAZIONI LIBERALI DELLA BANCA

REGOLAMENTO PER LE EROGAZIONI LIBERALI DELLA BANCA REGOLAMENTO PER LE EROGAZIONI LIBERALI DELLA BANCA - 1 - INDICE REGOLAMENTO PER LE EROGAZIONI LIBERALI DELLA BANCA 3 ART. 1 3 ART. 2 3 ART. 3 3 ART. 4 4 ART. 5 4 ART. 6 4 ART. 7 4 ART.8 4 ART. 9 4 ART.

Dettagli

CODICE ETICO e di CONDOTTA. Della Monica & Partners Srl. Società tra Professionisti

CODICE ETICO e di CONDOTTA. Della Monica & Partners Srl. Società tra Professionisti CODICE ETICO e di CONDOTTA Della Monica & Partners Srl Società tra Professionisti Giugno 2014 INDICE... 2 ARTICOLO 1 PREMESSA... 3 ARTICOLO 2 OBIETTIVI E VALORI... 3 ARTICOLO 3 SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO...

Dettagli

CODICE ETICO DI AVIS REGIONALE BASILICATA. OGGETTO e FINALITA'

CODICE ETICO DI AVIS REGIONALE BASILICATA. OGGETTO e FINALITA' CODICE ETICO DI AVIS REGIONALE BASILICATA OGGETTO e FINALITA' Avis (Associazione Volontari Italiani Sangue) Regionale Basilicata si è dotata di un Codice Etico. Con questo strumento intende dare un comune

Dettagli

CODICE ETICO. Emissione 01 : G2008-050R01E01-JAC/MAZ/rc Milano, 3 Giugno 2008. Emissione 02 : G2015-032R01E01-JAC/MAZ/sc Milano, 30 Aprile 2015

CODICE ETICO. Emissione 01 : G2008-050R01E01-JAC/MAZ/rc Milano, 3 Giugno 2008. Emissione 02 : G2015-032R01E01-JAC/MAZ/sc Milano, 30 Aprile 2015 CODICE ETICO Emissione 01 : G2008-050R01E01-JAC/MAZ/rc Milano, 3 Giugno 2008 Emissione 02 : G2015-032R01E01-JAC/MAZ/sc Milano, 30 Aprile 2015 (revisione approvata con delibera del Consiglio di Amministrazione

Dettagli

CODICE ETICO DELL'ORGANISMO DI MEDIAZIONE.

CODICE ETICO DELL'ORGANISMO DI MEDIAZIONE. CODICE ETICO DELL'ORGANISMO DI MEDIAZIONE. Il Codice Etico è una carta dei diritti e doveri morali che definisce la responsabilità etico sociale di ogni partecipante alla sua organizzazione. Formalizza

Dettagli

approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 31/07/05

approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 31/07/05 MASTER ITALIA S.p.A. approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 31/07/05 PREMESSA Questo codice etico, redatto volontariamente da Master Italia S.p.A. e approvato dal suo consiglio di amministrazione,

Dettagli

CODICE ETICO. ANFFAS onlus di Varese. ANFFAS Onlus di VARESE CODICE ETICO

CODICE ETICO. ANFFAS onlus di Varese. ANFFAS Onlus di VARESE CODICE ETICO ANFFAS Onlus di VARESE CODICE ETICO Contenuti 1. INTRODUZIONE 3 2. IL CODICE ETICO 3 3. I DESTINATARI 4 4. EMANAZIONE, VERIFICA E SANZIONI 4 5. PRINCIPI DI CONDOTTA 8 5.1 RELAZIONI CON IL PERSONALE DIPENDENTE

Dettagli

L AMMINISTRATORE UNICO

L AMMINISTRATORE UNICO CUALBU S.R.L. Sede in Cagliari Via Galassi n.2 Capitale sociale euro 1.560.000,00 i.v. Codice Fiscale e n di iscrizione al Registro Imprese di Cagliari 00264500927 e R.E.A. 84787 Si dà atto che in data

Dettagli

MTB GRAVITY TEAM BIKE 4 KIDS GUIDES & TOURS

MTB GRAVITY TEAM BIKE 4 KIDS GUIDES & TOURS CODICE ETICO Art. 1 Premessa L'Associazione Sportiva Dilettantistica A.s.d. 360 MTB (di seguito l'associazione) opera nell ambito sportivo del ciclismo. L'Associazione riconosce lo sport quale strumento

Dettagli

CODICE ETICO DI OPEN SERVICE S.r.l.

CODICE ETICO DI OPEN SERVICE S.r.l. CODICE ETICO DI OPEN SERVICE S.r.l. INDICE Soggetti destinatari (art. 1) Oggetto (art. 2) Comportamento della Società (art. 3) Principi base nel comportamento (art. 4) 4.1 Responsabilità 4.2 Utilizzo dei

Dettagli

Codice etico del Consultorio UCIPEM Cremona- Fondazione ONLUS

Codice etico del Consultorio UCIPEM Cremona- Fondazione ONLUS Codice etico del Consultorio UCIPEM Cremona- Fondazione ONLUS Via Milano, 5/c 26100 Cremona Tel. 0372 20751/34402 Fax 0372-1960388 Codice fiscale 80011480193 Partita Iva 01273220192 mail: segreteria@ucipemcremona.it

Dettagli

Telecom Italia S.p.A. Piazza degli Affari, 2 20123 - Milano www.telecomitalia.com

Telecom Italia S.p.A. Piazza degli Affari, 2 20123 - Milano www.telecomitalia.com CODICE ETICO E DI CONDOTTA DEL GRUPPO TELECOM ITALIA 3 Ottobre 2013 Telecom Italia S.p.A. Piazza degli Affari, 2 20123 - Milano www.telecomitalia.com SOMMARIO Principi Generali 6 I nostri Valori 7 I nostri

Dettagli

Modello di ORGANIZZAZIONE GESTIONE e CONTROLLO

Modello di ORGANIZZAZIONE GESTIONE e CONTROLLO Pag. 1 di 8 Consorzio Train Modello di ORGANIZZAZIONE GESTIONE e CONTROLLO conforme ai requisiti del D.lgs. 8 giugno 2001, n. 231, e smi Codice Etico Pag. 2 di 8 CAPITOLO 1 INTRODUZIONE 1.1 FINALITA, CONTENUTI

Dettagli

INDICE 1. PREMESSA 2. DISPOSIZIONI COMUNI 2.1 DESTINATARI 2.2 RESPONSABILITÀ DELL ASSOCIAZIONE

INDICE 1. PREMESSA 2. DISPOSIZIONI COMUNI 2.1 DESTINATARI 2.2 RESPONSABILITÀ DELL ASSOCIAZIONE CODICE ETICO INDICE 1. PREMESSA 2. DISPOSIZIONI COMUNI 2.1 DESTINATARI 2.2 RESPONSABILITÀ DELL ASSOCIAZIONE 3. PRINCIPI ETICI DELL ASSOCIAZIONE 3.1 VALORE STRATEGICO DELLE RISORSE UMANE 3.2 LEGALITA 3.3

Dettagli

Allegato del Modello di Organizzazione e di Gestione (D. Lgs. 8 giugno 2001, n. 231 e art. 30 del D. Lgs. 9 aprile 2008, n.81)

Allegato del Modello di Organizzazione e di Gestione (D. Lgs. 8 giugno 2001, n. 231 e art. 30 del D. Lgs. 9 aprile 2008, n.81) Sommario 2 3 6 8 Principi di comportamento Principi d azione Rispetto della legalità Rispetto della salute e della sicurezza sul lavoro Rispetto dell ambiente e della collettività Rapporti con fornitori

Dettagli

CODICE ETICO (Approvato nella Assemblea Generale del Consiglio Direttivo nella seduta del 15 Ottobre 2014)

CODICE ETICO (Approvato nella Assemblea Generale del Consiglio Direttivo nella seduta del 15 Ottobre 2014) I.N.S.F.O. P.C. Istituto Nazionale Superiore Formazione Operativa di Protezione Civile CODICE ETICO (Approvato nella Assemblea Generale del Consiglio Direttivo nella seduta del 15 Ottobre 2014) PREMESSA

Dettagli

Società LegalMedia - Organismo di mediazione - società a responsabilità limitata. CODICE ETICO DELL ORGANISMO DI MEDIAZIONE

Società LegalMedia - Organismo di mediazione - società a responsabilità limitata. CODICE ETICO DELL ORGANISMO DI MEDIAZIONE Allegato B al Regolamento Società LegalMedia - Organismo di mediazione - società a responsabilità limitata. CODICE ETICO DELL ORGANISMO DI MEDIAZIONE LegalMedia Organismo di mediazione Società a responsabilità

Dettagli

Modello Organizzativo di Gestione Controllo e Compliance

Modello Organizzativo di Gestione Controllo e Compliance Modello Organizzativo di Gestione Controllo e Compliance 1 INTRODUZIONE I. Le finalità e i destinatari Il presente Codice Etico è una dichiarazione pubblica di APT ROVERETO E VALLAGARINA in cui sono individuati

Dettagli

REGOLAMENTO ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO

REGOLAMENTO ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO REGOLAMENTO ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO Approvato con deliberazione del C.C. n. 26 del 29/05/2013 Foglio 2/5 art. 1 Finalità ed oggetto Il Comune di Settimo Milanese riconosce il ruolo

Dettagli

Sommario. Premessa. Parte I Regole di comportamento. Parte II. Modalità di attuazione. Sezione I - Rapporti con l esterno

Sommario. Premessa. Parte I Regole di comportamento. Parte II. Modalità di attuazione. Sezione I - Rapporti con l esterno CODICE ETICO AZIENDALE Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 23 dicembre 2009 1 Sommario Premessa 1. 0.1 Obiettivi 2. 0.2 Adozione 3. 0.3 Diffusione 4. 0.4 Aggiornamento Parte I Regole di comportamento

Dettagli

ACCORDO DI PROGRAMMA PER L ATTIVAZIONE DI UNA RETE DI COMUNI AMICI DELLA FAMIGLIA

ACCORDO DI PROGRAMMA PER L ATTIVAZIONE DI UNA RETE DI COMUNI AMICI DELLA FAMIGLIA Forum Lombardo delle Lombardia FeLCeAF Associazioni familiari ACCORDO DI PROGRAMMA PER L ATTIVAZIONE DI UNA RETE DI COMUNI AMICI DELLA FAMIGLIA La crisi in atto ormai da alcuni anni porta al contenimento

Dettagli

richiesta di iscrizione alla sezione A dell Elenco provinciale degli Amministratori di

richiesta di iscrizione alla sezione A dell Elenco provinciale degli Amministratori di Modulo 1 Spett.le ASL Como Ufficio per la promozione delle tutele giuridiche e dell amministratore di sostegno. Commissione gestione Elenco degli Amministratori di sostegno Como Data 1 MODULO D ISCRIZIONE

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO

CODICE DI COMPORTAMENTO CODICE DI COMPORTAMENTO CBL Distribuzione S.r.l. nel quadro del programma di adempimenti ex art. 12.2, della delibera AEEG del 18 gennaio 2007, n 11/07 e ss. mm. e ii. Adottato dal Gestore Indipendente

Dettagli

Hospice Nido SCUOLA DELL INFANZIA

Hospice Nido SCUOLA DELL INFANZIA Nel nome del Padre, Figlio e dello Spirito Santo, la Parrocchia di San Pancrazio Martire in Gorlago, nell adempimento del proprio apostolato da tempo gestisce una Casa di riposo (Rsa), un Hospice per malati

Dettagli

CODICE DEONTOLOGICO. Associazione Europea Wedding Planners Professionisti - ASSO.EURO.WE.P.P -

CODICE DEONTOLOGICO. Associazione Europea Wedding Planners Professionisti - ASSO.EURO.WE.P.P - CODICE DEONTOLOGICO Associazione Europea Wedding Planners Professionisti - ASSO.EURO.WE.P.P - Premessa Associazione Europea Wedding Planners Professionisti, denominata ASSO.EURO.WE.P.P. è costituita nel

Dettagli

Comunicazione informativa sul Modello 231 e Codice Etico. MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI DEL D.Lgs. 8 GIUGNO 2001 N.

Comunicazione informativa sul Modello 231 e Codice Etico. MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI DEL D.Lgs. 8 GIUGNO 2001 N. Comunicazione informativa sul Modello 231 e Codice Etico MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI DEL D.Lgs. 8 GIUGNO 2001 N. 231 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE Con la disciplina dettata dal

Dettagli

CODICE ETICO Articolo 1 Soluzioni HR

CODICE ETICO Articolo 1 Soluzioni HR CODICE ETICO Articolo 1 Soluzioni HR Aut. Min. Lav. 1118/SG del 26/11/04 INDICE 1.INTRODUZIONE 3 2.VALORI ETICI 3 3.CRITERI DI CONDOTTA 4 4 Relazioni con gli azionisti 4 Relazioni con interlocutori esterni

Dettagli

DAMA DEMOLIZIONI E SMONTAGGI S.R.L.

DAMA DEMOLIZIONI E SMONTAGGI S.R.L. DAMA DEMOLIZIONI E SMONTAGGI S.R.L. D.Lgs 231/2001 Codice Etico 1 INDICE 1. Introduzione Pag. 3 2. Politiche di condotta negli affari Pag. 3 2.1 Dipendenti, collaboratori e consulenti Pag. 5 3. Salute,

Dettagli

COMUNE DI BARASSO (Provincia di Varese)

COMUNE DI BARASSO (Provincia di Varese) COMUNE DI BARASSO (Provincia di Varese) Approvate con delibera della Giunta Comunale n.30 del 18.05.2015 Linee guida per la disciplina di accesso e riutilizzo delle banche dati (open data) Redatte ai sensi

Dettagli

S T A T U T O. Associazione di Volontariato Penitenziario. CRIVOP Onlus Sicilia

S T A T U T O. Associazione di Volontariato Penitenziario. CRIVOP Onlus Sicilia Allegato A S T A T U T O Associazione di Volontariato Penitenziario CRIVOP Onlus Sicilia OGGETTO Articolo 1 "CRIVOP Onlus Sicilia" è un'associazione di volontariato penitenziario che non ha fini di lucro

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO

CODICE DI COMPORTAMENTO CODICE DI COMPORTAMENTO Per il personale coinvolto nelle attività di distribuzione e misura del gas naturale Rev. 01 del 10.06.2015 Il presente Codice di Comportamento è stato elaborato per assicurare

Dettagli

ALBO DELLE ASSOCIAZIONI

ALBO DELLE ASSOCIAZIONI Approvato con deliberazione di CC n.15 del 10/03/2011 COMUNE DI CANTALUPA Provincia di Torino ALBO DELLE ASSOCIAZIONI REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE E LA TENUTA INDICE Art. 1 Materia del Regolamento Art.

Dettagli

CODICE ETICO Codice Etico Associazione Culturale Le Dissonanze La Mission Associazione Culturale Le Dissonanze Associazione Culturale Le Dissonanze

CODICE ETICO Codice Etico Associazione Culturale Le Dissonanze La Mission Associazione Culturale Le Dissonanze Associazione Culturale Le Dissonanze CODICE ETICO Il presente Codice Etico esprime gli impegni e le responsabilità etiche nella conduzione delle attività dell assunte dai suoi Rappresentanti, dagli Insegnanti, Musicisti nonché, in genere,

Dettagli

STATUTO. dell Associazione di associazioni Volontà Solidale

STATUTO. dell Associazione di associazioni Volontà Solidale STATUTO dell Associazione di associazioni Volontà Solidale Art. 1 COSTITUZIONE E' costituita con sede legale a Cosenza l'associazione Volontà Solidale, di seguito denominata Associazione. Volontà Solidale

Dettagli

. Comune di San Rocco al Porto Provincia di Lodi C.A.P. 26865 Piazza della Vittoria C.F. 03946010158

. Comune di San Rocco al Porto Provincia di Lodi C.A.P. 26865 Piazza della Vittoria C.F. 03946010158 . Comune di San Rocco al Porto Provincia di Lodi C.A.P. 26865 Piazza della Vittoria C.F. 03946010158 F:\testi\REGOLAMENTI IN VIGORE\REGOLAMENTI IN VIGORE\FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI.DOC REGOLAMENTO

Dettagli

APAM. esercizio spa CODICE ETICO E DI COMPORTAMENTO. APAM esercizio spa - Codice etico e di comportamento

APAM. esercizio spa CODICE ETICO E DI COMPORTAMENTO. APAM esercizio spa - Codice etico e di comportamento APAM esercizio spa 1 CODICE ETICO E DI COMPORTAMENTO Indice 1. PREMESSA BREVE PROFILO DELLA SOCIETÀ pag. 3 2. PRINCIPI GENERALI 2.1 Contenuto e finalità del codice etico pag. 4 2.2 Destinatari del codice

Dettagli

LA CARTA DEI VALORI E IL CODICE ETICO DELLA CAMERA ITALIANA BUYER MODA THE BEST SHOPS

LA CARTA DEI VALORI E IL CODICE ETICO DELLA CAMERA ITALIANA BUYER MODA THE BEST SHOPS LA CARTA DEI VALORI E IL CODICE ETICO DELLA CAMERA ITALIANA BUYER MODA THE BEST SHOPS PREMESSA La carta dei valori è un codice ispirazionale, una mappa da praticare costantemente per mantenere tutte le

Dettagli

INTRODUZIONE. I cittadini infatti possono recarsi alla Direzione Urbanistica per:

INTRODUZIONE. I cittadini infatti possono recarsi alla Direzione Urbanistica per: CARTA DEI SERVIZI DELLO SPORTELLO AL PUBBLICO DELLA DIREZIONE URBANISTICA a cura di: Servizio supporto giuridico amministrativo P.O. Archivio e protocollo: d.ssa Isabella Anna Leonesi Rev. 1 del 30 dicembre

Dettagli

STATUTO della Fondazione di partecipazione CUMSE onlus

STATUTO della Fondazione di partecipazione CUMSE onlus STATUTO della Fondazione di partecipazione CUMSE onlus La Fondazione di partecipazione CUMSE intende collocarsi nella tradizione della cooperazione internazionale laica di ispirazione cristiana operando

Dettagli

REGOLAMENTO ORGANISMO DI VIGILANZA di AiFOS (Associazione Italiana Formatori della Sicurezza sul Lavoro) Art. 1 Oggetto

REGOLAMENTO ORGANISMO DI VIGILANZA di AiFOS (Associazione Italiana Formatori della Sicurezza sul Lavoro) Art. 1 Oggetto REGOLAMENTO ORGANISMO DI VIGILANZA di AiFOS (Associazione Italiana Formatori della Sicurezza sul Lavoro) Art. 1 Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina composizione, funzionamento e procedure dell

Dettagli

Modello di statuto per i musei di ente locale e di interesse locale

Modello di statuto per i musei di ente locale e di interesse locale REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, BENI CULTURALI, INFORMAZIONE, SPETTACOLO E SPORT Modello di statuto per i musei di ente locale e di interesse locale Articolo 1 Istituzione...

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E IL TRATTAMENTO DEI RECLAMI, DELLE SEGNALAZIONE E DEI SUGGERIMENTI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E IL TRATTAMENTO DEI RECLAMI, DELLE SEGNALAZIONE E DEI SUGGERIMENTI REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E IL TRATTAMENTO DEI RECLAMI, DELLE SEGNALAZIONE E DEI SUGGERIMENTI (approvato con Delibera del Consiglio Direttivo n. 31 del 23 Dicembre 2014) Principi generali L Automobile

Dettagli

Codice Etico di Pietro Signorini e Figli S.p.A. Codice Etico. di Pietro Signorini e Figli S.p.A. Pagina 1

Codice Etico di Pietro Signorini e Figli S.p.A. Codice Etico. di Pietro Signorini e Figli S.p.A. Pagina 1 Codice Etico di Pietro Signorini e Figli S.p.A. Codice Etico di Pietro Signorini e Figli S.p.A. 2012 Pagina 1 INDICE Sommario MISSION... 3 1. FINALITA E AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 2. PRINCIPI DEL CODICE

Dettagli

Bimecar Carrelli Elevatori S.r.l. Codice etico

Bimecar Carrelli Elevatori S.r.l. Codice etico Bimecar Carrelli Elevatori S.r.l. Codice etico Sommario Premessa 0.1 Obiettivi 0.2 Adozione 0.3 Diffusione 0.4 Aggiornamento Parte I Regole di comportamento Sezione I Rapporti con l esterno 1.1 Competizione

Dettagli

Premessa. STIMA S.p.A. si impegna a diffondere il contenuto di questo Codice a quanti entreranno in relazione con l azienda.

Premessa. STIMA S.p.A. si impegna a diffondere il contenuto di questo Codice a quanti entreranno in relazione con l azienda. Codice Etico Premessa Il Codice Etico STIMA S.p.A. individua i valori aziendali, evidenziando l insieme dei diritti, dei doveri e delle responsabilità di tutti coloro che, a qualsiasi titolo, operano nella

Dettagli

Regolamento dell Albo Comunale delle Associazioni

Regolamento dell Albo Comunale delle Associazioni COMUNE DI OLIVETO CITRA Provincia di Salerno Regolamento dell Albo Comunale delle Associazioni Approvato con deliberazione C.C. n. 14 del 26.04.2013 In vigore dal 26.04.2013 1 TITOLO I TITOLO I - ISTITUZIONE

Dettagli

CODICE ETICO. Sommario MAC COSTRUZIONI S.R.L. UNIPERSONALE

CODICE ETICO. Sommario MAC COSTRUZIONI S.R.L. UNIPERSONALE CODICE ETICO MAC COSTRUZIONI S.R.L. UNIPERSONALE Sommario Premessa 2 0.1 Obiettivi 2 0.2 Adozione 2 0.3 Diffusione 2 0.4 Aggiornamento 2 Rapporti con l esterno 3 1.1 Competizione 3 1.2 Relazioni 3 1.3

Dettagli

REGOLAMENTO DEL REGISTRO PROVINCIALE E DELLA CONSULTA DEI SERVIZI SOCIALI E DEL TERZO SETTORE. TITOLO I (Registro Provinciale del Terzo Settore)

REGOLAMENTO DEL REGISTRO PROVINCIALE E DELLA CONSULTA DEI SERVIZI SOCIALI E DEL TERZO SETTORE. TITOLO I (Registro Provinciale del Terzo Settore) REGOLAMENTO DEL REGISTRO PROVINCIALE E DELLA CONSULTA DEI SERVIZI SOCIALI E DEL TERZO SETTORE TITOLO I (Registro Provinciale del Terzo Settore) ART. 1 (Principi fondamentali) La Provincia Regionale di

Dettagli

CODICE ETICO E DI CONDOTTA

CODICE ETICO E DI CONDOTTA CODICE ETICO E DI CONDOTTA Premesse La Cooperativa, retta dai principi della mutualità' prevalente, senza finalità' speculative, ha lo scopo di perseguire l interesse generale della comunità' alla promozione

Dettagli

Codice Etico INDICE INTRODUZIONE I PRINCIPI GENERALI RELAZIONI CON GLI STAKEHOLDER SALVAGUARDIA AMBIENTALE PRESCRIZIONI SPECIFICHE

Codice Etico INDICE INTRODUZIONE I PRINCIPI GENERALI RELAZIONI CON GLI STAKEHOLDER SALVAGUARDIA AMBIENTALE PRESCRIZIONI SPECIFICHE Codice Etico INDICE INTRODUZIONE I PRINCIPI GENERALI RELAZIONI CON GLI STAKEHOLDER SALVAGUARDIA AMBIENTALE PRESCRIZIONI SPECIFICHE COMITATO DI CONTROLLO DEL CODICE ETICO DENUNCIA DELLE VIOLAZIONI 2 3 3

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ADOZIONE DI UN CODICE ETICO

LINEE GUIDA PER L ADOZIONE DI UN CODICE ETICO LINEE GUIDA PER L ADOZIONE DI UN CODICE ETICO Premessa L Associazione degli Enti di Previdenza Privati, di seguito denominata AdEPP, in piena adesione ai principi di lealtà, imparzialità, riservatezza

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

FONDAZIONE TERZO PILASTRO ITALIA E MEDITERRANEO CODICE ETICO FONDAZIONE TERZO PILASTRO - ITALIA E MEDITERRANEO 1/9 VIA M. MINGHETTI 17 00187 ROMA

FONDAZIONE TERZO PILASTRO ITALIA E MEDITERRANEO CODICE ETICO FONDAZIONE TERZO PILASTRO - ITALIA E MEDITERRANEO 1/9 VIA M. MINGHETTI 17 00187 ROMA FONDAZIONE TERZO PILASTRO ITALIA E MEDITERRANEO VIA M. MINGHETTI 17 00187 ROMA Tel. 0039.06.97625591 Fax. 0039.06.98380693 mail: fondazione@fondazioneterzopilastro.it CODICE ETICO 1/9 Sommario 1.Generalità...

Dettagli

TITOLO I ISTITUZIONE ALBO COMUNALE E ISCRIZIONI

TITOLO I ISTITUZIONE ALBO COMUNALE E ISCRIZIONI REGOLAMENTO ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI TITOLO I ISTITUZIONE ALBO COMUNALE E ISCRIZIONI Art. 1 Finalità 1. Il Comune di Badia Polesine riconosce e promuove il pluralismo associativo per la tutela

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO. per lavorare e vivere meglio. A cura dei Comitati Paritetici sul fenomeno del Mobbing Area Comparto e Dirigenza (*)

CODICE DI COMPORTAMENTO. per lavorare e vivere meglio. A cura dei Comitati Paritetici sul fenomeno del Mobbing Area Comparto e Dirigenza (*) CODICE DI COMPORTAMENTO per lavorare e vivere meglio A cura dei Comitati Paritetici sul fenomeno del Mobbing Area Comparto e Dirigenza (*) PREMESSA: Elementi di grande importanza negli ambienti di lavoro

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO. Per il Personale Coinvolto nelle Attività di Trasporto, Stoccaggio e Distribuzione del Gas Naturale

CODICE DI COMPORTAMENTO. Per il Personale Coinvolto nelle Attività di Trasporto, Stoccaggio e Distribuzione del Gas Naturale 1111 CODICE DI COMPORTAMENTO Per il Personale Coinvolto nelle Attività di Trasporto, Stoccaggio e Distribuzione del Gas Naturale INDICE 1 INTRODUZIONE...4 La separazione funzionale nel settore energetico...

Dettagli

COMUNE DI SAMUGHEO PROVINCIA DI ORISTANO REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE, LA DISCIPLINA E LA GESTIONE DELL ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI

COMUNE DI SAMUGHEO PROVINCIA DI ORISTANO REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE, LA DISCIPLINA E LA GESTIONE DELL ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI COMUNE DI SAMUGHEO PROVINCIA DI ORISTANO REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE, LA DISCIPLINA E LA GESTIONE DELL ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ART. 1 PRINCIPI GENERALI Il Comune di Samugheo riconosce e promuove

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI AZIENDA SPECIALE. CAVRIAGOSERVIZI Area Educativa

CARTA DEI SERVIZI AZIENDA SPECIALE. CAVRIAGOSERVIZI Area Educativa CARTA DEI SERVIZI AZIENDA SPECIALE CAVRIAGOSERVIZI Area Educativa Approvata dal Consiglio di Amministrazione dell Azienda Speciale nella seduta del 6 maggio 2010 1 NOTE INTRODUTTIVE Con la redazione della

Dettagli

HT&T Consulting Digital Commerce Agency

HT&T Consulting Digital Commerce Agency Made with in ITALY PREFAZIONE Il presente codice etico (di seguito, il Codice Etico ) enuncia i principi cui HT&T Consulting srl di seguito HT&T oppure la Società si ispira al fine di prevenire la commissione

Dettagli

S T A T U T O. E costituita, con sede legale in Roma, Via del. "I.F.O. - Italian Fundraising Organization ONLUS"

S T A T U T O. E costituita, con sede legale in Roma, Via del. I.F.O. - Italian Fundraising Organization ONLUS S T A T U T O Art. 1 - E costituita, con sede legale in Roma, Via del Gesu n. 62: "I.F.O. - Italian Fundraising Organization ONLUS" associazione autonoma, senza scopo di lucro, per le finalità descritte

Dettagli