M.V.I. - Maestro delle Cerimonie Insediante, avete predisposto il Tempio per lo svol

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "M.V.I. - Maestro delle Cerimonie Insediante, avete predisposto il Tempio per lo svol"

Transcript

1 Rrìto di insediamento del Maestro Venerabile eletto per la prima volta e delle altre cariche di Loggia Dopo l'apertura dei Lavori in Grado di Apprendista diretta dai Dignitari Insedianti: M.V.I. - Fratelli, procediamo ora all'insediamento dei Neo Eletti e Neo Designati nelle cariche di Loggia. 1 S.I.-* 2 S.I. - M.V.I. - Maestro delle Cerimonie Insediante, avete predisposto il Tempio per lo svol Su un tavolo appositamente preparato a fianco dell'ara sono già stati collocati: 1) La Bolla di Fondazione della Loggia. 2) Il Libro della Costituzione dell'ordine e del Regolamento della stessa. 3) Il Regolamento della Loggia. 4) Il Libro dei Verbali. 5) Il Libro Matricola. 6) Un grembiule da Maestro Venerabile. 7) Un collare da ex Maestro Venerabile). M.V.I. - Fratello Segretario Insediante, confermate che è giunto dal GOI il nulla osta per l'insediamento del Maestro Venerabile, degli altri Dignitari, dei Giudici e degli Ufficiali di Loggia eletti o nominati? M.S.I. - Si, M:.V:.I:., lo confermo. M.V.I. - Fratelli, da tempo immemorabile i Liberi Muratori rinnovano ogni anno, nel periodo stabilito, i Dignitari, i Giudici e gli Ufficiali di Loggia. E' mio compito procedere ora all'insediamento del primo Dignitario, il Maestro Venerabile eletto a reggere per l'anno massonico corrente questa R:.L:. Nova n 1051 all'or:, di Torino. Il Rito esige che la Proclamazione, l'investitura e l'insediamento del Maestro Venerabile eletto per la prima volta siano eseguiti da chi lo abbia preceduto nei Poteri Iniziatici e che formerà il Triangolo Sacro sotto il quale il Maestro Venerabile sarà insediato nella sua carica. Musica in sottofondo M.V.I. - Fratelli in piedi e all'ordine. Fratello M:.C:.I:. recatevi dal Fratello Maestro Venerabile eletto e conducetelo con la dovuta forma all'ara. Il M.C.L - Si reca dal M. V. eletto e, battendo la Riga per terra, lo invita a seguirlo: M.V.I., ho l'onore di presentare il Risp.mo Fratello Maestro Venerabile Eletto di questa R:.L:. Il M. VE. Dà il segno appena giunto all'ara.

2 M.V.I. - Fratelli tutti, sedete. Fratello, Voi siete stato eletto per la prima volta alla carica di Maestro Venerabile in questa R:.L:. Prima di proclamarvi tale, di investirvi delle Insegne e di insediarvi nel posto che vi compete, debbo rammentarvi i doveri di ogni Maestro Venerabile. Vi compete l'alta funzione di iniziare i profani debitamente accettati da questa R:.L:., nonché iniziare i Fratelli nei gradi di Compagno d'arte e Maestro Libero Muratore. Durante il vostro Magistero dovrete tenere condotta esemplare, essere affabile nei modi, giusto in ogni circostanza, assistere i Fratelli in ogni necessità legittima, mantenere l'unione e l'armonia della Loggia. Dovrete promuovere lo studio e la pratica della tradizionale Arte libero-muratoria; fermo nei principi che regolano la Libero-Muratoria, dovrete assumervi le responsabilità previste dagli Antichi Doveri, dalla Costituzione e dal Regolamento dell'ordine, nonché dal Regolamento intemo di questa R:.L:., ai quali dovrete ispirarvi nel corso del vostro Magistero. Vi compete inoltre il compito di rappresentare questa R:.L:. in seno agli Organi del Grande O r i e n t e d ' I t a l i a. Ritenete Voi, Rispettabilissimo Fratello, edotto delle responsabilità che la carica comporta, di assumerla? M.V.E. - Sì, Risp.mo Maestro Venerabile. M.V.I. - Vi prego, allora, di porre la mano sinistra sulle Tre Grandi Luci poste sull'ara e la destra sul cuore per prestare la Promessa Solenne. IIM.VE. Esegue, restando in piedi. M.V.I. - Fratello Maestro Venerabile Eletto dite il vostro Nome e Cognome e ripetete con me: "io sottoscritto Maestro Venerabile eletto della rispettabile Loggia Stella d'italia Vita Nova n 1051 all'oriente di Torino, all'obbedienza deua Massoneria Universale - Grande Oriente d'italia - liberamente e spontaneamente, sul mio onore e in piena coscienza prometto solennemente di tutelare e difendere gli interessi morali e materiali e la dignità della Loggia, di adempiere a tutti gli obblighi impostimi dalla carica, nell'intento di cooperare con perseveranza alla diffusione dei principi massonici ed al decoro dell'istituzione, dì osservare in ogni evenienza le costituzioni e le deliberazioni degli organi del Grande Oriente d'italia". H M. VE. Esegue. M.V.I. - Dite: "Lo prometto solennemente". M.y.E. - Lo prometto solennemente. (Dà il Segno e si pone all'ordine). M.V.I. - (Ricambia il Segno). - Fratelli 1 Sorvegliante e 2 Sorvegliante Insedianti, avvicinatevi all'ara muniti di Spada per comporre con me il Triangolo Sacro. (Scende dal Trono con la spada fiammeggiante che incrocia sul capo del M:.V:.E:. con quelle dei due Sorveglianti Insedianti, poi): M.V.L - A:.G:.D:.G:.A:.D:.U.., in nome della Libera Moratoria Universale, sotto gli auspici del Grande Oriente d'italia - Palazzo Giustiniani - per i poteri a me conferiti:

3 V I C O S T I T U I S C O M A E S T R O V E N E R A B I L E E VI TRASMETTO OGNI POTERE CHE QUESTA SUPREMA CARICA COMPORTA (Batte tre colpi di Magliette sulla Spada Fiammeggiante) VI PROCLAMO MAESTRO VENERABILE DI QUESTA R:.L:. STELLA DITALIA VITA NOVA N 1051 ALL'OR:. DI TORINO P E R I L C O R R E N T E A N N O M A S S O N I C O n M. VI. torna al Trono M.V.I. - Fratello Maestro delle Cerimonie Insediante, accompagnate il Maestro Venerabile proclamato alla sinistra del Trono. VI INVESTO DEL COLLARE E DEL GREMBIULE, INSEGNE DELLA VOSTRA CARICA (Sì toglie il Collare da M:. V:. e tenendolo alto volto verso il Maestro Venerabile investito): Ecco il Gioiello che orna U vostro Collare. (Gli cala lentamente il Collare sulle spalle): Ecco U Grembiule da Maestro Venerabile. (Glielo cinge dopo che gli è stato porto dal M.C.L): Vi affido il Maglietto per la conduzione di questa R.L. (Esegue): Vi affido la Spada Fiammeggiante, simbolo e strumento del Vostro Potere Iniziatici di Libero Mutatore. V I I N S E D I O N E L L A V O S T R A C A R I C A P E R I L C O R R E N T E A N N O M A S S O N I C O Dopo il triplice abbraccio lo invita a prendere posto sul Trono e si mette alla sua destra e: Vi affido ora la Bolla di Fondazione di questa R.L., Bolla che dovrete trasmettere al vostro successore, come ora Voi la ricevete. Vi affido il Libro della Costituzione e del Regolamento dell'ordine, il Libro dei Verbali e U Regolamento di Loggia. Vi affido il Libro Matricola dei componenti di questa R.L. Fratelli tutti, unitevi a me per la Triplice Batteria di Giubilo. Tutti i Fratelli eseguono. M.V. - Copro la Triplice Batteria Cessa la musica - Pausa di 10" Fratelli sedete.

4 Insediamento dell'ex M.V. M.V. - Fratelli in piedi e all'ordine. Risp.nio ex M.V.,in virtù dei poteri a me conferiti Vi decoro del Collare di ex M.V. di questa R.L. Ringraziandovi, vi richiedo di tutta la Vostra collaborazione e di tutta la Vostra assistenza nella conduzione di questa R.L. Fratelli sedete. Cessa la musica. Pausa di 10" Insediamento degli altri Dignitari (1 e 2 Sorv., Oratore, Tesoriere, Segretario) M.V. - Fratelli 1 Sorvegliante e 2 Sorvegliante Insedianti, assistetemi nell'insediamento dei Fratelli Dignitari di Loggia. Fratello M.C.I., accompagnate i Fratelli nuovi Dignitari all'ara. M.C.I. - Si pone alla destra dell'ara, batte la Riga per terra. Fratelli Digmtan Eletti e Nominato, per ordine del M.V. vi prego di prendere posto dinnanzi all'ara. Eseguono M.C.I. - Risp.mo M.V. ho l'onore do presentarvi i Dignitari di questa R.L. M.V. - Fratelli in piedi e all'ordine. (Eseguono, i Dignitari danno il Segno). M.V. - (Ricambia il Segno una volta per tutti). Fratelli Dignitari, siete stati regolarmente eletti da questa R.L. e voi, Fr. Segretario, siete stato da me nominato come tale: edotti delle responsabilità che la vostra Carica comporta, ritenete di assumerla? I Fratelli rispondono al M.V M.V. - Protendete la mano sinistra verso l'ara, Sopra le Tre Grandi Luci e, con la destra sul cuore, prestate la Promessa Solenne. Dite nome e cognome, la Carica che ricoprirete e il Fratello 1 Sorv. ripeta per tutti voi: "io sottoscritto nella qualità* di della R:.L:. Stella d'italia Vita Nova n 1051 all'oriente di Torino, all'obbedienza della Massoneria Universale - Grande Oriente d' Italia - liberamente e spontaneamente, sul mio onore ed in piena coscienza, prometto solennemente di tutelare e difendere gli interessi morali e materiali e la dignità'

5 della loggia, di adempiere a tutti gli obblighi impostimi dalla carica, nell'intento di cooperare con perseveranza alla diffusione dei principi massonici ed al decoro dell'istituzione, di osseravare in ogni evenienza le costituzioni e le deliberazioni degli organi del Grande Oriente d'italia". Dite: "Lo prometto solennemente". Dign:. - Mettendosi all'ordine. Lo Prometto solennemente. M.V. - A.G.D.G.A.D.U.- In nome della Libera Muratoria Universale - sotto gli auspici del Grande Oriente d'italia - Palazzo Giustiniani - per i poteri a me conferiti, VI PROCLAMO,VI INVESTO, VI INSEDIO Nelle vostre rispettive cariche per il corrente anno massonico. M.V. - Fratello M.C.I. accompagnate i Dignitari al posto che loro compete. n M.C.I. esegue battendo la Riga per terra. Insedianti ed Insediati si scambiano il posto col Triplice Abbraccio. Gli Insedianti restano accanto agli Insediati ai quali cedono solo i Collari che non vengono indossati, e non ancora il Maglietta. M,V. - Restando sul Trono. Fratelli Dignitari, indossate il Collare, ma prima guardate bene il Gioiello che lo adoma, simbolo della vostra funzione. Siatene degni in ogni occasione. Si esegue. M.V. - Fratello 1 Sorvegliante, vi affido il Maglietto, simbolo dell'autorità che vi permetterà di assistermi e di sostituirmi, in mia assenza, nei Lavori di Loggia; vi affido la Spada che vi consentirà di comporre con la mia Spada Fiammeggiante e con quella del 2 Sorvegliante il Triangolo Sacro all'atto dell'iniziazione. n I Sorv. Insediante consegna Maglietto e Spada al I Sorv. Eletto. M.V. - Vi affido la Colonnina che terrete eretta durante i Lavori: simboleggia il Grado di Conoscenza col quale i Fratelli devono operare in armonia e reciprocità. Qualche istante di pausa, poi... M.V. - Fratello 2 Sorvegliante, vi affido il Maglietto, simbolo dell'autorità che vi permetterà di collaborare con me e col 1 Sorvegliante e la Spada per comporre il Triangolo Sacro. n 2 Sorv: Insediante consegna Maglietto e Spada al 2 Sorv. eletto. M.V. - Vi affido la Colonnina, che terrete abbassata durante i Lavori. Essa simboleggia che l'arbitrio individuale, attivo nel mondo profano, tace nel Tempio.

6 Qualche istante di pausa, poi... M.V. - Fratello Oratore, vi affido il Libro delle Costituzioni e del Regolamento di Loggia, nella vostra qualità di Custode della Legge e della Coscienza della Loggia. L'Oratore Insediante esegue. M.V. - Fratello Segretario, vi affido il Libro dei verbali: voi siete la memoria storica di questa R.L. Il Segretario Insediante esegue. M.V. - Fratello Tesoriere, vostro dovere è conservare ed accrescere il Tesoro di Loggia, che simboleggia il Tesoro di saggezza accumulato da questa Officina. Siate ligio a questo dovere. Fratelli Dignitari, ora siete compiutamente investiti delle vostre Cariche. Fratello M.C.I., accompagnate il 1 Sorv. e il 2 Sorv. Insedianti all'oriente, mentre i Fratelli Oratore, Segretario e Tesoriere Insedianti prendono posto al lato dei Fratelli appena insediati. n M.C.I accompagna il 1 e 2 Sorv. Insedianti all'oriente. M.V. - Li accoglie con il Triplice Abbraccio Rituale. Fratelli, vi ringrazio a nome mio e della Loggia. Fratelli tutti sedete. Cessa la musica - Qualche istante di pausa, poi... Insediamento degli Ufficiali e dei giudici di Loggia. M.V. - Fratelli vi comunico che nomino i Fratelli: Maestro delle Cerimonie Copritore Interno Maestro di Casa 1 Diacono 2 Diacono Portastendardo Elemosiniere Ospitaliere. Vi comumco che investo i Fratelli Giudici Effettivi e Supplenti di questa R.L. Ad ogni chiamata il Fratello interessato si alza dando il Segno. M.V. - Fratelli in piedi e all'ordine. Fratelli Ufficiali e Giudici, stendete la mano sinistra verso le Tre Grandi Luci poste sull'ara, mentre il Maestro delle Cerimonie vela pone in vostra vece e, con la mano destra sul cuore, prestate la Promessa Solenne. Dopo aver detto il vostro nome e cognome e la Carica alla quale siete stati destinati, dite :"Lo prometto solennemente".

7 I Fratelli Nominati eseguono. M.V. - Fratello Maestro delle Cerimonie, consegnate agli Ufficiali i Collari delle rispettive Cariche. II M.C. cura che i Collari, precedentemente preparati accanto agli Ufficiali, siano presi in mano senza che vengano indossati; al Copritore Interno viene consegnata una Spada, precedentemente preparata. M.C. - Maestro Venerabile, tutti gli Ufficiali sono in possesso dei rispettivi Collari ed il Copritore Interno ha ricevuto la Spada. M.V. - Fratelli Ufficiali, osservate il Gioiello che adoma il vostro Collare: esso simboleggia la vostra funzione. Ora indossate il Collare. Si esegue. M.y. - Fratelli Ufficiali e Giudici, A.G.D.G.A.D.U. - in nome della Libera Muratoria Universale, sotto gli auspici del Grande Oriente d'italia - Palazzo Giustiniani - per i poteri a me conferiti, VI PROCLAMO,VI INVESTO,VI INSEDIO Nelle vostre Cariche per il corrente anno massonico. Fratelli tutti sedete. Cessa la musica. Qualche istante di pausa, poi... M.V. - Fratelli in piedi e all'ordine M.V. - Fratelli vi invito ad unirvi a me in Catena d'unione per solennizzare l'avvenuto insediamento nelle Cariche di questa R.L. per il corrente anno massonico. Tutti eseguono senza guanti. Cessa la musica - Riprendono i Lavori di Loggia 79

1 Sorv. - Il primo dovere è quello di assicurarsi che il Tempio sia debitamente coperto

1 Sorv. - Il primo dovere è quello di assicurarsi che il Tempio sia debitamente coperto CERIMONIA DEI LAVORI FUNEBRI n Tempio è parato a lutto. Nel centro della Tempio è collocato il tumulo. Il Labaro è abbrunato. A fianco del tumulo sono preparati dei rametti di fiori di acacia ed un braciere

Dettagli

n M. Ven. scende dal Trono ed avanza verso l'ara triangolare sul quale vi sono alcuni pani,

n M. Ven. scende dal Trono ed avanza verso l'ara triangolare sul quale vi sono alcuni pani, R I T U A L E D I A D O Z I O N E D E G L I U L I V E L L I I Lavori si aprono in grado di Apprendista nella maniera consueta. Dopo l'approvazione della tavola tracciata nella Tornata precedente, il M.

Dettagli

LITURGIA DEL MATRIMONIO

LITURGIA DEL MATRIMONIO LITURGIA DEL MATRIMONIO 65. Se sono celebrati insieme due o più Matrimoni, le interrogazioni prima del consenso, la manifestazione e l'accoglienza del consenso devono sempre aver luogo singolarmente per

Dettagli

VIA BELLE ARTI, 54 40126 BOLOGNA ITALIA TEL. 051 4226411 FAX 253032 C.F. 80080230370

VIA BELLE ARTI, 54 40126 BOLOGNA ITALIA TEL. 051 4226411 FAX 253032 C.F. 80080230370 Prot. n. 14279/A18 Bologna, 01/12/2015 IL DIRETTORE Vista la legge 21/12/1999 n. 508; Visto il D.P.R. 28/02/2003 n. 132 Regolamento recante criteri per l autonomia statutaria, regolamentare ed organizzativa

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO

CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO NORME PER L'ELEZIONE DEL CONSIGLIO NAZIONALE E DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI DEL CONSIGLIO NAZIONALE DEI CONSULENTI DEL LAVORO APPROVATE CON DELIBERA DELL'8

Dettagli

CELEBRAZIONE DI QUARESIMA COME IL CIRENEO

CELEBRAZIONE DI QUARESIMA COME IL CIRENEO CELEBRAZIONE DI QUARESIMA Indirazzato a: bambini dai 7 ai 10 anni COME IL CIRENEO Anch io posso aiutare Luogo: sala utilizzata per il consueto incontro di catechismo. Deve essere allestita prima dell arrivo

Dettagli

FONDAPI - FONDO NAZIONALE PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DELLE PICCOLE E MEDIE AZIENDE REGOLAMENTO ELETTORALE

FONDAPI - FONDO NAZIONALE PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DELLE PICCOLE E MEDIE AZIENDE REGOLAMENTO ELETTORALE FONDAPI - FONDO NAZIONALE PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DELLE PICCOLE E MEDIE AZIENDE REGOLAMENTO ELETTORALE PARTE I Elezione dei delegati in rappresentanza dei lavoratori per la costituzione

Dettagli

GRANDE ORIENTE SCOZZESE D ITALIA Comunione di Piazza del Gesù RITUALE DEL PRIMO GRADO SIMBOLICO

GRANDE ORIENTE SCOZZESE D ITALIA Comunione di Piazza del Gesù RITUALE DEL PRIMO GRADO SIMBOLICO A\G\D\G\A\D\U\ GRANDE ORIENTE SCOZZESE D ITALIA Comunione di Piazza del Gesù R\L\ Quattuor Coronati All Or\di Roma, Valle del Tevere RITUALE DEL PRIMO GRADO SIMBOLICO 1 2 3 BREVI CENNI STORICI SULLA LIBERA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA ELEZIONE R.S.U./R.L.S. Gruppo A2A

REGOLAMENTO PER LA ELEZIONE R.S.U./R.L.S. Gruppo A2A REGOLAMENTO PER LA ELEZIONE R.S.U./R.L.S. Gruppo A2A Premessa Il presente regolamento è riferito alle elezioni RSU/RLS del Gruppo A2A (perimetro ex-aem) sulla base delle previsioni dell accordo sottoscritto

Dettagli

ELEZIONE DEI DELEGATI DEI LAVORATORI ASSOCIATI IN SENO AGLI ORGANI DI PREVEDI

ELEZIONE DEI DELEGATI DEI LAVORATORI ASSOCIATI IN SENO AGLI ORGANI DI PREVEDI ELEZIONE DEI DELEGATI DEI LAVORATORI ASSOCIATI IN SENO AGLI ORGANI DI PREVEDI 1) Indizione delle elezioni Almeno 5 mesi prima della scadenza del mandato dei componenti l Assemblea dei delegati, il Consiglio

Dettagli

Massoneria Italiana Grande Oriente d Italia. Principi, Finalità, Metodi

Massoneria Italiana Grande Oriente d Italia. Principi, Finalità, Metodi La Costituzione Massoneria Italiana Grande Oriente d Italia Principi, Finalità, Metodi Art. 1 La Massoneria universale. La Massoneria è un Ordine universale iniziatico di carattere tradizionale e simbolico.

Dettagli

Regione Piemonte VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 33 DEL 17/07/2015

Regione Piemonte VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 33 DEL 17/07/2015 COPIA COMUNE DI STRAMBINELLO Provincia di Torino Regione Piemonte VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 33 DEL 17/07/2015 Oggetto: APPROVAZIONE CONVENZIONE CON LICEO "A. GRAMSCI" PER LO SVOLGIMENTO

Dettagli

LETTERA DI ACCOMPAGNAMENTO

LETTERA DI ACCOMPAGNAMENTO LETTERA DI ACCOMPAGNAMENTO COS La lettera di accompagnamento non costituisce solo un elemento formale. Piuttosto, è parte integrante del curriculum vitae e come tale va redatta con molta attenzione, essendo,

Dettagli

REGOLAMENTO DEI GIOVANI IMPRENDITORI EDILI DELL ANCE

REGOLAMENTO DEI GIOVANI IMPRENDITORI EDILI DELL ANCE REGOLAMENTO DEI GIOVANI IMPRENDITORI EDILI DELL ANCE - Approvato dal Consiglio Direttivo dell ANCE il 28 aprile 1992 - Modificato dal Consiglio Direttivo dell ANCE il 29 aprile 1993 - Modificato dal Comitato

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

OSSERVAZIONI SISTEMATICHE DI RILEVAZIONE PRECOCE AREA DELL INTELLIGENZA NUMERICA

OSSERVAZIONI SISTEMATICHE DI RILEVAZIONE PRECOCE AREA DELL INTELLIGENZA NUMERICA OSSERVAZIONI SISTEMATICHE DI RILEVAZIONE PRECOCE AREA DELL INTELLIGENZA NUMERICA Potenziamento dell area dell intelligenza numerica Processi lessicali Denomina su richiesta i numeri fino a 10 (come si

Dettagli

Diego e Ilaria 26 Luglio 2013

Diego e Ilaria 26 Luglio 2013 Diego e Ilaria 26 Luglio 2013 Musica J.Pachelbel, Canone R. Wagner, Marcia Nuziale da Lohengrin Poesia di: Alan Douar Quando ti chiedo cos è l amore, immagina due mani ardenti che si incontrano, due sguardi

Dettagli

GRAN LOGGIA REGOLARE D ITALIA! OTTOBRE - NOVEMBRE - DICEMBRE 2012. Gran Loggia News Trimestrale d informazione de#e Lo$e de#a G.L.R.I.

GRAN LOGGIA REGOLARE D ITALIA! OTTOBRE - NOVEMBRE - DICEMBRE 2012. Gran Loggia News Trimestrale d informazione de#e Lo$e de#a G.L.R.I. Gran Loggia News Trimestrale d informazione de#e Lo$e de#a G.L.R.I. 1 dicembre 2012 Hotel Parco Dei Principi Gran Loggia Il 1 dicembre 2012 nella bellissima sala Fernandes dell Hotel Parco dei Principi

Dettagli

COMUNICAZIONE ORGANIZZATIVA n. 46.1/AD del 14 nov 2007 Procedura Tutela Legale del personale aziendale vittima di aggressioni

COMUNICAZIONE ORGANIZZATIVA n. 46.1/AD del 14 nov 2007 Procedura Tutela Legale del personale aziendale vittima di aggressioni COMUNICAZIONE ORGANIZZATIVA n. 46.1/AD del 14 nov 2007 Procedura Tutela Legale del personale aziendale vittima di aggressioni Con la presente Comunicazione Organizzativa vengono definite le modalità operative

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA TENUTA DEL REGISTRO DEI TESTAMENTI BIOLOGICI

REGOLAMENTO PER LA TENUTA DEL REGISTRO DEI TESTAMENTI BIOLOGICI COMUNE DI LATERINA Provincia di Arezzo REGOLAMENTO PER LA TENUTA DEL REGISTRO DEI TESTAMENTI BIOLOGICI Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 80 del 26/11/2014 INDICE ART. 1 Premesse ART.

Dettagli

Parte I. Votazione delle delibere dell Assemblea Paritetica (Art. 15 dello Statuto)

Parte I. Votazione delle delibere dell Assemblea Paritetica (Art. 15 dello Statuto) REGOLAMENTO ELETTORALE PER LE VOTAZIONI DELLE DELIBERE DELL ASSEMBLEA PARITETICA, PER LE ELEZIONI, LA NOMINA E LA REVOCA DEI COMPONENTI L ASSEMBLEA DEI DELEGATI, IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ED IL COLLEGIO

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

Regolamento delle Assemblee del Credito Valtellinese

Regolamento delle Assemblee del Credito Valtellinese Regolamento delle Assemblee del Credito Valtellinese Con le modifiche approvate dall Assemblea dei Soci del Credito Valtellinese del 27 aprile 2013 CAPO I - DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 Il presente

Dettagli

Funzione dei rituali nella Massoneria

Funzione dei rituali nella Massoneria Funzione dei rituali nella Massoneria Genericamente si designano "rituali" quelle azioni umane, realizzate consapevolmente in aderenza a moduli tradizionali, alle quali viene attribuito valore simbolico.

Dettagli

6 gennaio 1936 6 gennaio 2006: 70 anniversario della Prima idea. E il testamento spirituale che Germana ha preparato alle missionarie e per l Istitu-

6 gennaio 1936 6 gennaio 2006: 70 anniversario della Prima idea. E il testamento spirituale che Germana ha preparato alle missionarie e per l Istitu- Vincent Van Gogh, Il Seminatore al tramonto, 1888 6 gennaio 1936 6 gennaio 2006: 70 anniversario della Prima idea E il testamento spirituale che Germana ha preparato alle missionarie e per l Istitu- to.

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

ORDINAMENTO GENERALE DEL MESSALE ROMANO

ORDINAMENTO GENERALE DEL MESSALE ROMANO ORDINAMENTO GENERALE DEL MESSALE ROMANO Conferenza Episcopale Italiana - 2007 Messa con il diacono 171. Il diacono, quando è presente alla celebrazione eucaristica, rivestito delle sacre vesti, eserciti

Dettagli

STATUTO DELL'UNIONE NAZIONALE GIORNALISTI PENSIONATI (UNGP) ARTICOLO 1

STATUTO DELL'UNIONE NAZIONALE GIORNALISTI PENSIONATI (UNGP) ARTICOLO 1 STATUTO DELL'UNIONE NAZIONALE GIORNALISTI PENSIONATI (UNGP) ============================= ARTICOLO 1 L'Unione Nazionale dei Giornalisti Pensionati è l'organizzazione sindacale di base dei giornalisti pensionati

Dettagli

Promettere (da pro + mitto, mando, pongo avanti) significa impegnarsi a fare o a dare qualcosa.

Promettere (da pro + mitto, mando, pongo avanti) significa impegnarsi a fare o a dare qualcosa. PROMESSA SCOUT Nella nostra vita quante volte abbiamo fatto delle promesse e quante volte non l abbiamo mantenute; quante volte abbiamo ricevuto delle promesse e quante volte non sono state mantenute.

Dettagli

REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991)

REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991) REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991) CAPO I DELLA COSTITUZIONE E DEL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO NAZIONALE ART. 1 Insediamento del Consiglio - Entrata in carica

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI MADIGNANO

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI MADIGNANO REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI MADIGNANO (APPROVATO CON DELIBERA N. 73 DEL 24/6/88 E MODIFICATO CON LE DELIBERE N. 45 E N. 4 DEL 30/10/95 E DEL 2/2/96) Premessa La promozione della cultura e

Dettagli

Atto Costitutivo Articolo Primo

Atto Costitutivo Articolo Primo A.: G.: D.: G.: A.: D.: U.: MASSONERIA UNIVERSALE di RITO SCOZZESE ANTICO ED ACCETTATO GRANDE ORIENTE DI NAPOLI E DELLE DUE SICILIE Ricostituito il 18-03-1986 dalla RISPETTABILE LOGGIA MADRE, AUTONOMA,

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

AMG ENERGIA S.p.A. Libro delle adunanze e delle deliberazioni del Consiglio di Amministrazione XIII VERBALE DI SEDUTA

AMG ENERGIA S.p.A. Libro delle adunanze e delle deliberazioni del Consiglio di Amministrazione XIII VERBALE DI SEDUTA AMG ENERGIA S.p.A. Libro delle adunanze e delle deliberazioni del Consiglio di Amministrazione XIII VERBALE DI SEDUTA L anno Duemiladieci, il giorno 06 del mese di agosto, alle ore 10,10 presso i locali

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

SCHEMA DI REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE

SCHEMA DI REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE SCHEMA DI REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE ART. 1 - COMPITI E SERVIZI DELLA BIBLIOTECA 1. La Biblioteca comunale di Gignod è un istituzione culturale aperta al pubblico e costituisce unità di servizio

Dettagli

Modulo didattico sulla misura di grandezze fisiche: la lunghezza

Modulo didattico sulla misura di grandezze fisiche: la lunghezza Modulo didattico sulla misura di grandezze fisiche: la lunghezza Lezione 1: Cosa significa confrontare due lunghezze? Attività n 1 DOMANDA N 1 : Nel vostro gruppo qual è la matita più lunga? DOMANDA N

Dettagli

La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce

La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce 4. Esercizi raccomandati La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce una indicazione ed un invito ad adottare un vero e proprio stile di vita sano, per tutelare l integrità e conservare

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

PER LA CELEBRAZIONE DEI VESPRI. 3. L Ufficio che si celebra sia quello del giorno. 4. La celebrazione abbia luogo nelle ore vespertine.

PER LA CELEBRAZIONE DEI VESPRI. 3. L Ufficio che si celebra sia quello del giorno. 4. La celebrazione abbia luogo nelle ore vespertine. SUSSIDIO LITURGICO PER LA CELEBRAZIONE DEI VESPRI Principî generali. 1. La celebrazione comunitaria dei Vespri può avere forma solenne o meno. Nella forma solenne il Celebrante sia parato di amitto, camice,

Dettagli

ART. 1 COSTITUZIONE ART. 2 FINALITA

ART. 1 COSTITUZIONE ART. 2 FINALITA REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNITA, LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI ART. 1 COSTITUZIONE 1.1 Con deliberazione

Dettagli

Tre minuti per Dio SHALOM

Tre minuti per Dio SHALOM Tre minuti per Dio SHALOM Tre minuti per Dio SHALOM Editrice Shalom - 22.05.2005 Santissima Trinità Libreria Editrice Vaticana (testi Sommi Pontefici), per gentile concessione Fondazione di Religione Santi

Dettagli

Biografia linguistica

Biografia linguistica EAQUALS-ALTE Biografia linguistica (Parte del Portfolio Europeo delle Lingue di EAQUALS-ALTE) I 1 BIOGRAFIA LINGUISTICA La Biografia linguistica è un documento da aggiornare nel tempo che attesta perché,

Dettagli

Buongiorno vi ringrazio nuovamente per avermi invitato sono molto lieto di assistervi nella vendita della vostra casa

Buongiorno vi ringrazio nuovamente per avermi invitato sono molto lieto di assistervi nella vendita della vostra casa A ACQUISIZIONE INCARICO PRESENTAZIONE DA 1 MINUTO Buongiorno vi ringrazio nuovamente per avermi invitato sono molto lieto di assistervi nella vendita della vostra casa Posso dare un occhiata veloce alla

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA ADESIONE ALL ACCORDO QUADRO. per la realizzazione di lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, ai sensi

REPUBBLICA ITALIANA ADESIONE ALL ACCORDO QUADRO. per la realizzazione di lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, ai sensi Repertorio n. 2668 Prot. 2014/13387/CAL REPUBBLICA ITALIANA ADESIONE ALL ACCORDO QUADRO per la realizzazione di lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, ai sensi dell art. 12, comma 5, D.L. 98/2011,

Dettagli

Quarto incontro: Gli oggetti e gli abiti liturgici

Quarto incontro: Gli oggetti e gli abiti liturgici Corso Chierichetti Quarto incontro: Gli oggetti e gli abiti liturgici Abiti liturgici Per le liturgie, i sacerdoti e coloro che prestano servizio all altare indossano abiti speciali perché si sta svolgendo

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE CONSULENTI LAVORO

CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE CONSULENTI LAVORO CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE CONSULENTI LAVORO NORME PER L'ELEZIONE DEI CONSIGLI PROVINCIALI E DEI COLLEGI DEI REVISORI DEI CONTI DEGLI ALBI DEI CONSULENTI DEL LAVORO DI CUI ALLA LEGGE 11/01/1979 N. 12.

Dettagli

Statuto dell' Associazione S. Lorenzo ONLUS

Statuto dell' Associazione S. Lorenzo ONLUS 1 Statuto dell' Associazione S. Lorenzo ONLUS Art. 1 E' costituita l'associazione "S. Lorenzo ONLUS" con sede a Suzzara in via Giovanni XXIII n 2. Nella denominazione ed in qualsivoglia segno distintivo

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTITO SOCIALE della Cooperativa Solidarietà Soc. Coop. di Volontariato Sociale a r.l..

CONTRATTO DI PRESTITO SOCIALE della Cooperativa Solidarietà Soc. Coop. di Volontariato Sociale a r.l.. COPIA PER IL RICHIEDENTE CONTRATTO DI PRESTITO SOCIALE della Cooperativa Solidarietà Soc. Coop. di Volontariato Sociale a r.l.. Il sottoscritto.............., codice fiscale., nato a......, il / /, domiciliato

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL COMITATO ESECUTIVO. Art. 1 Finalità

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL COMITATO ESECUTIVO. Art. 1 Finalità REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL COMITATO ESECUTIVO Art. 1 Finalità Il presente Regolamento ha per oggetto le norme di funzionamento del Comitato Esecutivo di Slow Food Italia. Art. 2 Il Comitato Esecutivo.

Dettagli

ASSEMBLEA DEI SOCI 9/10 OTTOBRE 2015 PARTE ORDINARIA PROPOSTA DI MODIFICA DEL REGOLAMENTO ASSEMBLEARE: DELIBERE INERENTI E CONSEGUENTI

ASSEMBLEA DEI SOCI 9/10 OTTOBRE 2015 PARTE ORDINARIA PROPOSTA DI MODIFICA DEL REGOLAMENTO ASSEMBLEARE: DELIBERE INERENTI E CONSEGUENTI ASSEMBLEA DEI SOCI 9/10 OTTOBRE 2015 PARTE ORDINARIA PROPOSTA DI MODIFICA DEL REGOLAMENTO ASSEMBLEARE: DELIBERE INERENTI E CONSEGUENTI RELAZIONE ILLUSTRATIVA ALL ASSEMBLEA ADOZIONE DI UN NUOVO REGOLAMENTO

Dettagli

GINNASTICA PER IL MAL DI SCHIENA

GINNASTICA PER IL MAL DI SCHIENA GINNASTICA PER IL MAL DI SCHIENA Introduzione: Per limitare i danni provocati alla colonna vertebrale durante l'attività sportiva e garantire una postura corretta nello sviluppo della stessa, è necessario

Dettagli

Entusiasmo? «Helvetia un posto dove lavorare, che lascia spazio per vivere.»

Entusiasmo? «Helvetia un posto dove lavorare, che lascia spazio per vivere.» Entusiasmo? «Helvetia un posto dove lavorare, che lascia spazio per vivere.» Apprendistato commerciale. Un ingresso efficace nel mondo del lavoro. Qualsiasi sia il suo progetto, noi siamo al suo fianco.

Dettagli

Ginnastica preparatoria

Ginnastica preparatoria Ginnastica preparatoria Le attività di una ginnastica per attività sportiva sono essenzialmente 4: Riscaldamento muscolare allungamento dei muscoli tonificazione (potenziamento ) muscolare minimo allenamento

Dettagli

ARTICOLO 1 ARTICOLO 2 ARTICOLO 3

ARTICOLO 1 ARTICOLO 2 ARTICOLO 3 FORUM PER I DIRITTI DEI BAMBINI DI CHERNOBYL PIEMONTE 1 - ONLUS VIA PIETRO COSSA, 293/19C - 10151 TORINO TEL/FAX 011/4553066 CELLULARE 347/8735080 e-mail: fdbc_p1@inrete.it sito: www.chernobylpiemonte1.it

Dettagli

Intesa per l insegnamento della religione cattolica nelle scuole pubbliche

Intesa per l insegnamento della religione cattolica nelle scuole pubbliche NOTIZIARIO DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA a cura della Segreteria Generale ANNO 46 - NUMERO 3 30 GIUGNO 2012 Intesa per l insegnamento della religione cattolica nelle scuole pubbliche Il 28 Giugno

Dettagli

REGOLAMENTO ELETTORALE DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE, RICREATIVA E SPORTIVA DEI DIPENDENTI DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO

REGOLAMENTO ELETTORALE DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE, RICREATIVA E SPORTIVA DEI DIPENDENTI DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO REGOLAMENTO ELETTORALE DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE, RICREATIVA E SPORTIVA DEI DIPENDENTI DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO Articolo 1 CORPO ELETTORALE 1. Le votazioni per l elezione dei componenti elettivi dell

Dettagli

Indice. 1. Manuale per essere aggiornato prima di usare 1.1. Installazione della SIM 1.2. Ricarica

Indice. 1. Manuale per essere aggiornato prima di usare 1.1. Installazione della SIM 1.2. Ricarica 17 Indice 1. Manuale per essere aggiornato prima di usare 1.1. Installazione della SIM 1.2. Ricarica 2. Come usare dei vari tasti del dispositivo 3. Introduzione 3.1. Interfaccia di riserva 3.2. Digitazione

Dettagli

STATUTO GENOA CLUB DIPENDENTI GRUPPO BANCA CARIGE. (Modificato dall Assemblea Straordinaria in seduta del 13.6.2007)

STATUTO GENOA CLUB DIPENDENTI GRUPPO BANCA CARIGE. (Modificato dall Assemblea Straordinaria in seduta del 13.6.2007) STATUTO GENOA CLUB DIPENDENTI GRUPPO BANCA CARIGE (Modificato dall Assemblea Straordinaria in seduta del 13.6.2007) Art. 1 Su iniziativa di alcuni dipendenti della Cassa Di Risparmio di Genova e Imperia

Dettagli

VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI. S.M.I. - Società Metallurgica Italiana - S.p.A. del 16.12.2005 REPUBBLICA ITALIANA (16/12/2005)

VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI. S.M.I. - Società Metallurgica Italiana - S.p.A. del 16.12.2005 REPUBBLICA ITALIANA (16/12/2005) Repertorio N. 24.790 Raccolta N. 11.289 VERBALE DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI S.M.I. - Società Metallurgica Italiana - S.p.A. del 16.12.2005 REPUBBLICA ITALIANA Il giorno sedici dicembre duemilacinque

Dettagli

Regolamento generale dell associazione di volontariato Sant'Andrea Apostolo della Carità

Regolamento generale dell associazione di volontariato Sant'Andrea Apostolo della Carità Regolamento generale dell associazione di volontariato Sant'Andrea Apostolo della Carità I SOCI Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 I SOCI che intendono iscriversi all Associazione, condividendone gli scopi, compilano

Dettagli

COMUNE DI CASARANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL. CONSIGLIO COMUNALE dei RAGAZZI e delle RAGAZZE

COMUNE DI CASARANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL. CONSIGLIO COMUNALE dei RAGAZZI e delle RAGAZZE COMUNE DI CASARANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE dei RAGAZZI e delle RAGAZZE Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 23.01.2015 Art. 1 ISTITUZIONE

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO E STATUTO. Oggi, 7 dicembre 2009, a seguito delle vigenti disposizioni di legge viene rinnovato l atto costitutivo del GRUPPO

ATTO COSTITUTIVO E STATUTO. Oggi, 7 dicembre 2009, a seguito delle vigenti disposizioni di legge viene rinnovato l atto costitutivo del GRUPPO ATTO COSTITUTIVO E STATUTO Oggi, 7 dicembre 2009, a seguito delle vigenti disposizioni di legge viene rinnovato l atto costitutivo del GRUPPO FOTOGRAFICO IDEAVISIVA con sede a Campi Bisenzio. Il Gruppo

Dettagli

STATUTO PERSONA GIURIDICA PRIVATA. (ex Ipab) FONDAZIONE SCUOLA PARITARIA PER L INFANZIA P. CAPRETTINI GOTTOLENGO BS ORIGINI ART.1

STATUTO PERSONA GIURIDICA PRIVATA. (ex Ipab) FONDAZIONE SCUOLA PARITARIA PER L INFANZIA P. CAPRETTINI GOTTOLENGO BS ORIGINI ART.1 STATUTO PERSONA GIURIDICA PRIVATA (ex Ipab) FONDAZIONE SCUOLA PARITARIA PER L INFANZIA P. CAPRETTINI GOTTOLENGO BS ORIGINI ART.1 La Scuola d Infanzia Fondazione Pietro Caprettini ebbe origine su donazione

Dettagli

RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE COMMERCIALISTI QUESTIONARIO

RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE COMMERCIALISTI QUESTIONARIO RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE COMMERCIALISTI QUESTIONARIO Si prega di rispondere pienamente a tutte le domande. Alle domande che non riguardano la vostra attività, si prega di rispondere come non

Dettagli

COMUNE DI MEZZOLOMBARDO (Provincia di Trento)

COMUNE DI MEZZOLOMBARDO (Provincia di Trento) COMUNE DI MEZZOLOMBARDO (Provincia di Trento) DISCIPLINARE PER LA TENUTA DEL REGISTRO DEI TESTAMENTI BIOLOGICI Articolo 1 Registro dei Testamenti Biologici 1. Il Comune di Mezzolombardo istituisce il Registro

Dettagli

Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore

Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore Articolo 1 Nell'ambito del programma amministrativo rivolto alla formazione civica delle bambine e dei bambini, delle ragazze e dei ragazzi e al

Dettagli

Codice di Comportamento

Codice di Comportamento Approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 15 del 3 maggio 2005 e successivamente modificato con deliberazione n. 12 del 2 marzo 2009 Indice Premessa 1 Codice Etico 2 Regolamento gare

Dettagli

Candidatura elettronica

Candidatura elettronica Come preparare un dossier di candidatura? Candidatura elettronica 1. Varie possibilità E-Mail: > Candidatura elettronica per e-mail, ad. es. invio di candidature in risposta ad un annuncio oppure candidatura

Dettagli

I colori della musica prendono corpo Insieme con le diverse abilità

I colori della musica prendono corpo Insieme con le diverse abilità Progetto di musicoterapia I.P.S. Falcone Palazzolo S/O a.s. 2008/09 1 Scaletta 1 incontro 24 novembre 2008 - Finalità generale: Migliorare la socializzazione. Interazione positiva con tutti i compagni.

Dettagli

SCHEDA M MOSAICI CLASSIFICARE CON LA SIMMETRIA

SCHEDA M MOSAICI CLASSIFICARE CON LA SIMMETRIA SCHEDA M MOSAICI CLASSIFICARE CON LA SIMMETRIA Qui sotto avete una griglia, che rappresenta una normale quadrettatura, come quella dei quaderni a quadretti; nelle attività che seguono dovrete immaginare

Dettagli

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Il Signore ci fa suoi messaggeri Abbiamo incontrato Gesù, ascoltato la sua Parola, ci siamo nutriti del suo Pane, ora portiamo Gesù con noi e viviamo nel suo amore. La gioia del Signore sia la vostra forza!

Dettagli

ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI TREVISO

ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI TREVISO ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI TREVISO REGOLAMENTO DELLE COMMISSIONI DI STUDIO SULLE MATERIE OGGETTO DELLA PROFESSIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI

Dettagli

Culla a doppia croce con la tasca dentro

Culla a doppia croce con la tasca dentro Culla a doppia croce con la tasca dentro 1. 2. Troviamo la metà della fascia (di solito segnata). Prendiamo una banda della fascia nella mano destra e la portiamo dietro sulla schiena e dalla schiena,

Dettagli

In data 20 ottobre 2014 alle ore 22.00, in forma telematica ai sensi dell'articolo 9 dello statuto, si è riunito il Consiglio Direttivo.

In data 20 ottobre 2014 alle ore 22.00, in forma telematica ai sensi dell'articolo 9 dello statuto, si è riunito il Consiglio Direttivo. Verbale n.1 del 2014 In data 20 ottobre 2014 alle ore 22.00, in forma telematica ai sensi dell'articolo 9 dello statuto, si è riunito il Consiglio Direttivo. ORDINE DEL GIORNO 1) Nomine e conferimento

Dettagli

- COMUNE DI AULETTA - Provincia di Salerno REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI

- COMUNE DI AULETTA - Provincia di Salerno REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI - COMUNE DI AULETTA - Provincia di Salerno REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI Approvato con delibera di C.C. n. 16 del 13/05/2003 - Art. 1 - Allo scopo

Dettagli

REGOLAMENTO ELETTORALE

REGOLAMENTO ELETTORALE FONDO PENSIONE AGRIFONDO Fondo Pensione Complementare a capitalizzazione per gli Operai agricoli e florovivaisti e per i Quadri e gli Impiegati agricoli Iscritto al n. 157 dell Albo Fondi Pensione I Sezione

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA INTERNAZIONALE

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA INTERNAZIONALE COMUNE DI BORDIGHERA Provincia di Imperia REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA INTERNAZIONALE approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 85 del 22/04/1980 e modificato con Deliberazione del Consiglio

Dettagli

A voi la scelta! Complimenti, siete sulla linea di partenza.

A voi la scelta! Complimenti, siete sulla linea di partenza. Complimenti, siete sulla linea di partenza. Qui inizia il vostro Zurich percorsovita «...» che avrete a vostra disposizione ogniqualvolta lo vorrete. Resistenza A voi la scelta! Troverete 15 stazioni con

Dettagli

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA ANSALDO STS S.P.A. SEDE LEGALE IN GENOVA, VIA PAOLO MANTOVANI 3 5 CAPITALE SOCIALE EURO 100.000.000,00 INTERAMENTE SOTTOSCRITTO E VERSATO NUMERO DI ISCRIZIONE NEL REGISTRO DELLE IMPRESE DI GENOVA E CF

Dettagli

INPOSTE.IT S.R.L. Sede in VIALE DELL AERONAUTICA, 11-00144 ROMA Capitale sociale Euro 10.000.000,00

INPOSTE.IT S.R.L. Sede in VIALE DELL AERONAUTICA, 11-00144 ROMA Capitale sociale Euro 10.000.000,00 INPOSTE.IT S.R.L. Sede in VIALE DELL AERONAUTICA, 11-00144 ROMA Capitale sociale Euro 10.000.000,00 VERBALE DELL ASSEMBLEA DEI SOCI n 03/2014 del 03/11/2014 L'anno 2014 il giorno 3 del mese di novembre

Dettagli

COMUNE DI SICIGNANO DEGLI ALBURNI

COMUNE DI SICIGNANO DEGLI ALBURNI COMUNE DI SICIGNANO DEGLI ALBURNI Provincia di Salerno REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI Approvato con delibera di C.C. n. 05 del 17/03/2005 - Art.

Dettagli

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.)

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.) DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.) (Approvato con deliberazione consiliare n. 30 del 24.06.2010 e successiva modifica con deliberazione consiliare n. 50 del 25.09.2012) PREMESSA

Dettagli

ASSOCIAZIONE NAZIONALE ARMA DI CAVALLERIA

ASSOCIAZIONE NAZIONALE ARMA DI CAVALLERIA ASSOCIAZIONE NAZIONALE ARMA DI CAVALLERIA SEZIONE DI VERCELLI E PROVINCIA Lodi s immola Ten.Mo.O.V.M. Paolo Solaroli di Briona Cap.M.O.V.M. Amedeo De Rege Thesauro Annesso al Regolamento Interno DISPOSIZIONI

Dettagli

Auguri mamma! Festa della mamma 2014

Auguri mamma! Festa della mamma 2014 Festa della mamma 2014 Quest anno dedichiamo alla mamma un intero libro. Si tratta de L abbraccio di David Grossman, splendido nell edizione Mondadori illustrata da Michal Rovner. Il nostro libro si presenterà

Dettagli

STATUTO DELLA BIBLIOTECA PUBBLICA COMUNALE (istituita nell ambito del Sistema Bibliotecario Provinciale)

STATUTO DELLA BIBLIOTECA PUBBLICA COMUNALE (istituita nell ambito del Sistema Bibliotecario Provinciale) STATUTO DELLA BIBLIOTECA PUBBLICA COMUNALE (istituita nell ambito del Sistema Bibliotecario Provinciale) ART. 1 Il Comune di Bricherasio istituisce una Biblioteca pubblica Centro Culturale Comunale che

Dettagli

ASSOCIAZIONE CulturaCattolica.it STATUTO TITOLO I: COSTITUZIONE, DURATA, FINALITA. E costituita la ASSOCIAZIONE CulturaCattolica.

ASSOCIAZIONE CulturaCattolica.it STATUTO TITOLO I: COSTITUZIONE, DURATA, FINALITA. E costituita la ASSOCIAZIONE CulturaCattolica. ASSOCIAZIONE CulturaCattolica.it STATUTO TITOLO I: COSTITUZIONE, DURATA, FINALITA Art. 1: COSTITUZIONE. E costituita la ASSOCIAZIONE CulturaCattolica.it Art. 2: DURATA DELL ASSOCIAZIONE. L Associazione

Dettagli

Alla ricerca dei diritti perduti

Alla ricerca dei diritti perduti AI SIGG. DOCENTI ALLEGATO 1 Concorso Alla ricerca dei diritti perduti REGOLAMENTO Art. 1. Finalità In occasione della celebrazione della Giornata dei Diritti dell Infanzia e dell Adolescenza, 20 Novembre

Dettagli

Modulo di iscrizione agli esami Cambridge English Language Assessment AVELLINO maggio-giugno 2015 - Candidati Scuole Statali e Paritarie I.S.P.

Modulo di iscrizione agli esami Cambridge English Language Assessment AVELLINO maggio-giugno 2015 - Candidati Scuole Statali e Paritarie I.S.P. Modulo di iscrizione agli esami Cambridge English Language Assessment AVELLINO maggio-giugno 2015 - Candidati Scuole Statali e Paritarie I.S.P. Da inviare a: THE CAMBRIDGE SCHOOL - Centro Esami Cambridge

Dettagli

C I T T À D I S U R B O Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~

C I T T À D I S U R B O Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~ C I T T À D I S U R B O Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~ Settore Servizi Amministrativi REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE Approvato con deliberazione del

Dettagli

RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE QUESTIONARIO

RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE QUESTIONARIO RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE QUESTIONARIO Si prega di rispondere pienamente a tutte le domande. Alle domande che non riguardano la vostra attività, si prega di rispondere come non applicabile. Se

Dettagli

R I T U A L E P E R I L R I C O N O S C I M E N T O C O N I U G A L E

R I T U A L E P E R I L R I C O N O S C I M E N T O C O N I U G A L E R I T U A L E P E R I L R I C O N O S C I M E N T O C O N I U G A L E La Loggia è tappezzata con ghirlande di mirto e di fiori. L'Altare e i tavoli sono anch'essi adomi di fiori. Ogni Fratello porta all'occhiello

Dettagli

Independent design festival

Independent design festival 06 08 11/2015 Palazzo Cavour Torino Bando per l individuazione di 2 designer italiani under 28 Independent design festival operae.biz In occasione della sesta edizione di Operæ. Independent Design Festival,

Dettagli

Informazioni sulla richiesta di assistenza finanziaria

Informazioni sulla richiesta di assistenza finanziaria Informazioni sulla richiesta di assistenza finanziaria L' Investimento Monetario per la Certificazione dei Consulenti in Allattamento Materno (MILCC, dall'inglese ), è un'organizzazione internazionale

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA REDATTA AI SENSI DEL D.P.R. 28/12/2000, N. 445

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA REDATTA AI SENSI DEL D.P.R. 28/12/2000, N. 445 Timbro della ditta OGGETTO: indagine di mercato col sistema del cottimo fiduciario per la fornitura TARGHETTE IDENTIFICATIVE di CIG: ZE609F9760 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA REDATTA AI SENSI DEL D.P.R. 28/12/2000,

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: ACCETTAZIONE DONAZIONE CERAMICHE PROF. VENERIO MARTINI

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: ACCETTAZIONE DONAZIONE CERAMICHE PROF. VENERIO MARTINI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Copia N. 280 del 04/12/2012 OGGETTO: ACCETTAZIONE DONAZIONE CERAMICHE PROF. VENERIO MARTINI L'anno duemiladodici il giorno quattro del mese di dicembre alle ore 10,00

Dettagli

COMUNE DI BURAGO DI MOLGORA Piazza Matteotti, 12-20040 - PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA Tel. 039-699031 - Fax: 039-6080329

COMUNE DI BURAGO DI MOLGORA Piazza Matteotti, 12-20040 - PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA Tel. 039-699031 - Fax: 039-6080329 COMUNE DI BURAGO DI MOLGORA Piazza Matteotti, 12-20040 - PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA Tel. 039-699031 - Fax: 039-6080329 *** ORIGINALE *** N. 44 del 29/04/2010 Codice Comune 10925 VERBALE DI DELIBERAZIONE

Dettagli

lo Statuto speciale per la Sardegna e le relative norme di attuazione;

lo Statuto speciale per la Sardegna e le relative norme di attuazione; Direzione generale Servizio Trasparenza e Comunicazione DETERMINAZIONE N. 5/382 del 17 Ottobre 2006 Oggetto: Appalto del servizio di progettazione e realizzazione di una campagna promozionale sulla Sardegna

Dettagli

Termini 30 giorni dalla data dell'atto o dalla notizia della nomina.

Termini 30 giorni dalla data dell'atto o dalla notizia della nomina. Nomine, modifiche, cessazioni cariche sociali Normativa Artt. 2383, 2385, 2386, 2396, 2400, 2401, 2454, 2475 e 2542 codice civile (sistema tradizionale); Artt. 2409 novies e 2409 undecies codice civile

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE INSIEME PER MAURO CONOTTER

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE INSIEME PER MAURO CONOTTER STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE INSIEME PER MAURO CONOTTER COSTITUZIONE, FINALITÀ E DURATA 1. COSTITUZIONE: È costituita l Associazione Culturale denominata INSIEME PER MAURO CONOTTER, con sede in

Dettagli