AGENZIA DELLE ENTRATE DIREZIONE CENTRALE AMMINISTRAZIONE SETTORE APPROVVIGIONAMENTI E LOGISTICA UFFICIO GESTIONE CONTRATTI BENI E SERVIZI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AGENZIA DELLE ENTRATE DIREZIONE CENTRALE AMMINISTRAZIONE SETTORE APPROVVIGIONAMENTI E LOGISTICA UFFICIO GESTIONE CONTRATTI BENI E SERVIZI"

Transcript

1 AGENZIA DELLE ENTRATE DIREZIONE CENTRALE AMMINISTRAZIONE SETTORE APPROVVIGIONAMENTI E LOGISTICA UFFICIO GESTIONE CONTRATTI BENI E SERVIZI PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLE SEDI DI ALCUNE DIREZIONI REGIONALI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE CAPITOLATO TECNICO Prot. n. 2006/ Roma, 9 novembre 2006 Pagina 1 di 12

2 1 Premessa L (d ora innanzi, per brevità, anche semplicemente Agenzia ) bandisce una gara comunitaria, nella forma della procedura aperta, ai sensi dell art. 55, codice unico dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, al fine di selezionare l aggiudicatario del servizio di pulizia da espletare presso le sedi degli Uffici dipendenti dalle Direzioni Regionali di Calabria, Lazio e Molise. Le caratteristiche del servizio oggetto dell appalto sono descritte dettagliatamente nel presente Capitolato Tecnico e nell allegato 1A Scheda delle Prestazioni. Il presente Capitolato Tecnico farà parte integrante del contratto di appalto che verrà stipulato con la Società aggiudicataria dell appalto. 2 OGGETTO DELL APPALTO Il presente Capitolato Tecnico di Appalto ha per oggetto l affidamento del Servizio di Pulizia delle Sedi di alcune Direzioni Regionali dell (di seguito denominata anche semplicemente Agenzia ) elencate nell allegato 1B. 3 FABBRICATI E SUPERFICI Le superfici relative alle sedi sono riassunte nell allegato 1B. 4 ENTITA, ESTENSIONI O RIDUZIONI DELL APPALTO L appalto in oggetto verrà aggiudicato all offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell art. 83, codice unico dei contratti pubblici, di cui al D.lgs. 163/2006. Nello schema di offerta economica, ciascuna società partecipante dovrà quotare il corrispettivo annuale richiesto al metro quadrato per la pulizia di tutti i locali di ciascun ufficio secondo le modalità indicate nell allegato 1A. Il canone verrà determinato per ciascun ufficio in base al numero di metri quadrati calpestabili indicati nell allegato 1B moltiplicato per il corrispettivo richiesto. L aggiudicatario potrà concordare con ciascun centro di spesa (Direzione Regionale) la modalità di fatturazione, potendosi concordare l emissione di singole fatture per ciascun centro di costo (Uffici Locali) o di un unica fattura bimestrale per centro di spesa. L Agenzia potrà disporre l aumento delle superfici interessate dal servizio senza che la società aggiudicataria (di seguito denominata anche semplicemente Aggiudicataria ), possa avanzare alcuna eccezione, fino alla concorrenza del quinto d obbligo. Per determinare il corrispettivo del servizio, si procederà aumentando o diminuendo l importo contrattuale del valore determinato dalla quantità delle superfici calpestabili variate moltiplicato per il corrispettivo unitario per l esecuzione dell intero servizio quotato in sede di offerta economica. Allo stesso modo si procederà qualora - temporaneamente o definitivamente - debba essere sospesa la pulizia di alcune porzioni di fabbricato. Si precisa fin d ora che l Agenzia, in caso di avvio di nuove sedi o di ampliamento di quelle esistenti, non ha alcun obbligo di estendere l appalto all aggiudicataria, pur riservandosene la facoltà. 5 - PESO IN PERCENTUALE DEI SERVIZI Ai fini dell aggiudicazione della gara, le società dovranno offrire un corrispettivo unitario al metro quadrato all anno per l esecuzione dell intero servizio ed un corrispettivo unitario all ora a persona per l esecuzione degli interventi straordinari. L importo al metro quadrato offerto per l esecuzione dell intero servizio verrà poi moltiplicato per il numero complessivo di metri quadrati di ogni singolo ufficio. Al fine di consentire una migliore valutazione del servizio da prestare, viene di seguito fornita una tabella con l indicazione del peso che ogni tipologia d intervento, descritta analiticamente nell allegato 1A, potrebbe avere nell esecuzione del servizio. Per consentire una adeguata valutazione dell impatto che eserciterà la manutenzione degli apparecchi igienico-sanitari e la fornitura dei relativi materiali di consumo, si fornisce il numero dei dipendenti di ogni Ufficio dell Agenzia indicato nell allegato 1B. Tale parametro si presume costante nei prossimi 4 anni Pagina 2 di 12

3 A B 1 DESCRIZIONE Uffici, sale riunioni, aule informatizzate, archivi, biblioteche, ufficio cassa, sala medica,ufficio informazioni e passi, box vigilanza, spogliatoi PESO PERCENTUALE 50 2 Atri, corridoi e scale 19 3 Servizi igienici 4 4 Sala mensa, bar, sale ristoro 2 5 Magazzini e depositi 7 6 Locali tecnologici (cabine elettriche, centrali telefoniche, ecc.) 3 7 Front office, ingressi 15 8 Rifiuti speciali 9 Manutenzione apparecchi igienico-sanitari e fornitura dei relativi materiali di consumo 6 DESCRIZIONE DELLE PRESTAZIONI L aggiudicataria dovrà eseguire tutte le prestazioni elencate e descritte nell allegato 1A del presente Capitolato. Nel prezzo al metro quadrato offerto per l intero servizio è compreso il corrispettivo relativo all asportazione dei rifiuti provenienti da qualsiasi locale o area compresa nell allegato 1B con particolare riferimento agli uffici ed alle aree esterne. I rifiuti sono classificati come segue: RIFIUTI GENERICI: - rifiuti contenuti nei cestini e negli appositi contenitori; - rifiuti indicati come tali dai dipendenti anche se non inseriti in alcun contenitore; - materiali da imballaggio; - libri, riviste etc. su richiesta dei dipendenti o degli Uffici Risorse Materiali di ciascuna Direzione Regionale; - tutti i materiali provenienti dalle attività proprie del servizio. CARTA DA RICICLARE Qualora venga richiesto, la società aggiudicataria è tenuta, senza pretendere corrispettivi aggiuntivi, a raccogliere la carta da riciclare e a depositarla in appositi contenitori predisposti dall Amministrazione. RIFIUTI SPECIALI: Sarà cura dell aggiudicataria provvedere allo smaltimento di : - rifiuti igienici femminili, e/o assimilabili agli ospedalieri; - lampade al neon; - nastri, cartucce stampanti, toner, raccolti in appositi contenitori che dovranno essere predisposti in numero adeguato nei vari ambienti a seconda dell effettiva necessità a cura dell aggiudicataria previo sopralluogo. Pagina 3 di 12

4 Il relativo smaltimento verrà effettuato secondo le indicazioni degli Uffici Risorse Materiali o, in ogni caso, nel rispetto delle vigenti normative. L aggiudicataria dovrà fornire tutta la documentazione relativa allo smaltimento e prestare assistenza nella compilazione del modello MUD. La società aggiudicataria o la società subcontraente, in relazione all attività di smaltimento dei rifiuti speciali e non, dovrà presentare, entro 10 giorni dall inizio del servizio, i documenti attestanti le necessarie autorizzazioni. La documentazione richiesta è la seguente: 1. certificato di iscrizione all Albo Nazionale delle Imprese esercenti il servizio di smaltimento, di cui all art. 30, comma 4, D.Lgs. 22/97; o relativa autocertificazione; 2. certificazione attestante l autorizzazione al trasporto delle tipologie dei rifiuti previsti o relativa autocertificazione. I rifiuti (diversi da quelli speciali), dovranno essere posti a cura e spesa dell aggiudicataria, fatte salve eventuali procedure diverse stabilite da specifiche normative, in appositi sacchi e successivamente depositati nei contenitori delle società delegate alla raccolta dei rifiuti urbani prevedendo un sistema di raccolta differenziata secondo quanto prescritto dalla vigente legislazione. Qualora singole realtà locali non prevedano la presenza di cassonetti ma diverse procedure di prelievo dei rifiuti da parte delle società demandate alla raccolta, l aggiudicataria è obbligata ad immagazzinare i sacchi in appositi locali messi a disposizione dall Amministrazione, e successivamente ad esporli nei luoghi e nei tempi indicati dalle Amministrazioni comunali. Nei casi in cui tali contenitori siano insufficienti o inutilizzabili, sarà obbligo dell aggiudicataria avviare presso le predette società le procedure necessarie al ripristino dei contenitori. Nei casi in cui lo smaltimento dei rifiuti venga effettuato con l utilizzo di mezzi propri di trasporto, questi dovranno essere preventivamente autorizzati ed identificati. Con la sottoscrizione del contratto di appalto l aggiudicataria solleverà l Agenzia da ogni responsabilità relativa al mancato rispetto delle prescrizioni in materia di raccolta pubblica della nettezza urbana, restandone pertanto unica responsabile. 7- PRESTAZIONI STRAORDINARIE Nel caso di convegni, traslochi, trasformazioni degli ambienti di lavoro, chiusura e apertura di nuove sedi o comunque, qualsiasi evento non periodico e/o non prevedibile, gli Uffici Risorse Materiali potranno richiedere interventi di pulizia straordinaria delle aree interessate. L aggiudicataria, in tal caso, applicherà il corrispettivo orario quotato in sede di offerta economica; tale importo è da intendersi vincolante e fisso per l intera durata dell appalto. L Agenzia si riserva, comunque, la facoltà di far eseguire il servizio ad altra società opportunamente selezionata. In caso di neve o gelo l aggiudicataria dovrà rendere praticabili, con tempestività, tutti gli accessi di pertinenza dell Agenzia con prodotti e mezzi idonei. VETRATE ESTERNE Stante l eterogeneità degli uffici da assoggettare al servizio di pulizia, non rientrano nel canone le operazioni di pulizia della parte esterna delle vetrate. Gli Uffici Risorse Materiali potranno richiedere il servizio in oggetto in un'unica soluzione o con un ampliamento temporaneo dell appalto, previa richiesta di idoneo preventivo di spesa all aggiudicataria. Qualora il preventivo presentato dalla società aggiudicataria non venga ritenuto congruo, l Agenzia si riserva il diritto di fare eseguire la prestazione da altra società opportunamente selezionata. E invece compresa nel canone la pulizia della parte rivolta verso l interno dell edificio di ogni finestra o vetrata. 8 INTERVENTI DI DISINFESTAZIONE DISINFESTAZIONE contro insetti alati e contro parassiti dell uomo e degli animali: dovranno essere effettuati due interventi l anno, il primo intervento entro trenta giorni dalla stipula del contratto, il secondo a distanza di sei mesi dal precedente. Pagina 4 di 12

5 Gli interventi interesseranno i locali magazzino, locali di archivio, depositi e locali tecnici, uffici, sale riunioni, vani ascensori, scale, atri, corridoi, bagni, aree di accesso esterne e tutti i locali di pertinenza dell Agenzia. Gli interventi verranno eseguiti mediante microemulsione di insetticidi per blatte e larve utilizzando bombolette autoeroganti e polveri da inserire nei luoghi di nidificazione, con materiali omologati dal Ministero della Salute che non danneggino le apparecchiature elettriche presenti; durante tali operazioni i sistemi di ricircolo dell aria dovranno essere disattivati. L intervento dovrà essere eseguito da personale adeguatamente attrezzato nei giorni non lavorativi; le suppellettili di uso comune, nonché le attrezzature, dovranno essere lavate con cura almeno otto ore dopo l inizio del trattamento e prima che i dipendenti accedano ai luoghi di lavoro. 9 INTERVENTI DI URGENZA In casi eccezionali nei quali si rendano necessari interventi di urgenza, l aggiudicataria dovrà essere in grado di inviare una persona entro un ora dalla richiesta degli Uffici Risorse Materiali e fino a cinque unità lavorative entro la giornata. In tali situazioni di urgenza, il mancato intervento e/o ritardo dello stesso comporterà l applicazione delle penali appositamente previste FORNITURA E POSA IN OPERA DI MATERIALI IGIENICO-SANITARI Oltre al servizio di pulizia, l aggiudicataria dovrà, a proprie spese, eseguire la manutenzione preventiva degli apparecchi igienico-sanitari ubicati nei servizi igienici, (porta asciugamani, porta rotoli di carta igienica, dispenser di sapone, apparati igienizzanti, contenitori di sacchetti igienici per signora, contenitori per copriwater) nonché a provvedere alla fornitura ed al reintegro dei relativi materiali di consumo (asciugamani, carta igienica, sapone per dispenser, cartucce igienizzanti, copriwater, sacchetti igienici per signora), per tutta la durata del contratto. Le società partecipanti considereranno la quotazione di tale servizio all interno del corrispettivo richiesto a metro quadro all anno, potendo disporre come dato aggiuntivo del numero di dipendenti per ogni ufficio. Per i relativi materiali di consumo si precisano le seguenti prescrizioni: Asciugamani Carta igienica Sapone Cartucce igienizzanti tovaglioli in carta piegati a C - Rotoli di carta asciugamani a taglio automatico - Rotoli in tessuto - ovatta di cellulosa, 2 veli colore bianco Ph neutro, assenza di abrasivi e di sostanze caustiche, biodegradabilità minima 90% a rilascio controllato del liquido igienizzante, applicate alle cassette di scarico del water Per tutti i materiali di consumo, dovranno essere eseguite almeno due verifiche giornaliere delle quantità residue con sostituzione o integrazione in caso di residuo inferiore al 20% del pieno. Il controllo delle cartucce igienizzanti comprende anche la manutenzione degli apparati esistenti riguardante la taratura del flusso del liquido contenuto nella cartuccia e la sostituzione delle parti mal funzionanti. In caso di richiesta di intervento per guasti ad accessori per bagni, avanzata dall Agenzia a mezzo fax, l aggiudicataria dovrà predisporre tempestivamente l intervento. Per l eventuale sostituzione degli apparecchi, l aggiudicataria presenterà all Agenzia, idoneo preventivo di spesa. L Agenzia si riserva la facoltà di acquistare i suddetti dispositivi anche da altra società opportunamente selezionata. Pagina 5 di 12

6 11 MATERIALI Il servizio di pulizia oggetto del presente Capitolato comprende, altresì, ad esclusiva cura e spesa dell aggiudicataria, per tutto il periodo di durata del contratto, la fornitura dei materiali e delle apparecchiature inerenti al servizio di pulizia o all esecuzione di qualsiasi prestazione prevista nel presente Capitolato. Al riguardo, l aggiudicataria dovrà assicurare l impiego di materiale di consumo (detersivi, abrasivi, cere, scope, stracci, etc.) della migliore qualità e di attrezzature idonee a garantire la perfetta esecuzione del servizio. Al fine di assicurare il puntuale succedersi dei cicli di lavoro, l aggiudicataria dovrà garantire le opportune scorte di materiali ed apparecchiature. Si precisa che tutti i prodotti dovranno essere conformi a quanto previsto dalla Legge n.136 ed alle prescrizioni CEE 89/542 e dovranno comunque essere adeguati alle disposizioni normative che dovessero entrare in vigore successivamente. Dovranno essere garantiti i seguenti requisiti minimi: Detersivi Contenuto in fosforo (P) = 0,5% Biodegradabilità = 90% Coadiuvanti Tensioattivi anionici e non ionici > 5% In ogni caso il quantitativo di tutti i prodotti chimici impiegati per il servizio di pulizia dovrà essere proporzionato alle necessità e le caratteristiche dei prodotti impiegati, idonee alle superfici. Tutti i prodotti dovranno essere contenuti nei loro contenitori originali che dovranno recare le etichette con il dosaggio d uso e tutte le avvertenze di pericolosità del prodotto e per ognuno di essi dovranno essere fornite le schede di sicurezza prevista dalla CE (allegato 1D ). Gli Uffici Risorse Materiali potranno proibire l utilizzo di materiali, detersivi, disinfettanti e quant altro possa essere ritenuto non idoneo ORARI DI SERVIZIO ORDINARIO Gli orari di sevizio saranno concordati con il Responsabile dell Ufficio Risorse Materiali, prima della predisposizione del progetto di servizio. E facoltà dell Agenzia variare l orario di servizio delle singole sedi dandone comunicazione scritta all aggiudicataria che dovrà accettare senza presentare eccezioni o richieste di ulteriori corrispettivi. 13 PROGETTO DI SERVIZIO E PERSONALE L aggiudicataria dovrà comunicare a ciascun Ufficio Risorse Materiali, entro 10 giorni dalla stipula del contratto, il Progetto di Servizio con i nominativi e le funzioni del personale che sarà utilizzato. Il personale dovrà risultare regolarmente assunto a carico dell aggiudicataria secondo le vigenti normative. La stessa è garante dell idoneità del personale. Inoltre dovrà provvedere alla retribuzione ed a tutti gli oneri previdenziali, assicurativi ed assistenziali e ad ogni altro adempimento per il personale che sarà impiegato per l esecuzione del servizio, compresa qualsiasi prestazione ed obbligazione inerente al rapporto di lavoro secondo le leggi ed i contratti vigenti, restando esclusa ogni e qualsiasi responsabilità da parte dell Agenzia. L aggiudicataria è obbligata ad attuare nei confronti dei propri dipendenti condizioni normative e retributive non inferiori a quelle contemplate dai Contratti Collettivi di Lavoro in vigore ed applicati alla categoria e nelle località nelle quali si svolge il servizio, nonché condizioni risultanti da successive modifiche ed integrazioni e, in genere, da ogni altro contratto collettivo successivamente stipulato per la categoria e applicabile nella località. Ai sensi del Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 5 luglio 2004, il costo medio orario del lavoro per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati/multiservizi è determinato nelle tabelle allegate al detto decreto, sia a livello nazionale che a livello territoriale; il suddetto costo del lavoro è suscettibile di oscillazioni in relazione a: Pagina 6 di 12

7 a) benefici (contributivi, fiscali od altro) previsti da norme di legge di cui l impresa può usufruire; b) specifici benefici e/o minori oneri derivanti dall applicazione della contrattazione collettiva; c) oneri derivanti da interventi relativi a infrastrutture, attrezzature, macchinari, mezzi connessi all applicazione del D.Lgs. 19 settembre 1994, n. 626 e successive modificazioni ed integrazioni; d) documentabile minore incidenza del tasso di dispersione lavorativa. La stessa dovrà, altresì, continuare ad applicare i su indicati Contratti Collettivi anche dopo la scadenza e fino alla loro sostituzione. Si precisa che il personale utilizzato è alle dipendenze dell aggiudicataria e pertanto, nessun vincolo o rapporto potrà sorgere nei confronti di questa Agenzia. L aggiudicataria dovrà, inoltre, rispettare tutte le prescrizioni previste dal C.C.N.L. e/o derivanti da accordi sindacali di categoria, definiti anche in ambito regionale, relativamente alla tutela dei livelli occupazionali. Per l esecuzione del servizio di pulizia l aggiudicataria impiegherà il numero di persone che riterrà opportuno e che risulterà dal Progetto di Servizio presentato. Entro i termini di presentazione del progetto di servizio, l aggiudicataria comunicherà all Agenzia i nominativi delle persone che intenderà impiegare e che dovranno essere autorizzate ad entrare nei locali dell Agenzia. Tempestiva comunicazione dovrà essere fatta qualora il predetto elenco subisca delle variazioni durante il corso di esecuzione dell appalto. Il personale impiegato nel servizio dovrà firmare all inizio ed al termine del lavoro giornaliero, apposito registro predisposto dall Agenzia sin dall inizio dell appalto ai fini del controllo degli accessi ai locali. Il personale medesimo dovrà essere dotato, durante il servizio, di apposito cartellino indicante le generalità del dipendente e la denominazione dell aggiudicataria, nonché dotato di camici e/o tute da lavoro uniformi Scheda analitica per il servizio di pulizia Stanza tipo Dopo l approvazione del progetto di servizio la società aggiudicataria avrà cura di redigere, in collaborazione con gli Uffici Risorse Materiali di ciascuna delle tre Direzioni Regionali interessate, apposite schede delle prestazioni da affiggere in ogni singolo locale oggetto dell appalto. La Società si impegna a definire apposite schede da apporre in ogni singolo locale oggetto del servizio. Tali schede devono riportare l orario delle prestazioni quotidiane e la data e l orario di tutte le prestazioni di frequenza diversa. A titolo esemplificativo viene allegato un modello di scheda relativa ad una stanza tipo (all. 1E) 14 - SUBENTRO ALLA DITTA CESSANTE Il presente appalto è sottoposto alla osservanza delle norme in materia di cessazione e cambio di appalto previste dalla Contrattazione Collettiva vigente tra le Associazioni Imprenditoriali di categoria e le OO. SS. dei Lavoratori più rappresentative, così come previsto dall art. 4, C.C.N.L. di categoria del 25 maggio Al fine di consentire una opportuna calibratura dell offerta, viene fornita in allegato (all. 1B). l indicazione del numero di ore e del numero di addetti al servizio di pulizia in ogni singolo ufficio. Si precisa che tali dati sono meramente indicativi essendo in esecuzione appalti che prevedono il rispetto di precisi livelli di servizio indipendentemente dal numero di ore prestate e di operai utilizzati. Si specifica ulteriormente che il numero di ore mensili riportato negli allegati 1B si riferisce indicativamente al numero complessivo di ore attualmente impiegate per l espletamento del servizio presso ciascun ufficio OBBLIGHI NEI CONFRONTI DEI DIPENDENTI L aggiudicataria dovrà, assumendo a proprio carico tutti gli oneri relativi, compresi quelli assicurativi e previdenziali, ottemperare nei confronti del personale proprio a tutti gli obblighi, nessuno escluso, derivanti da disposizioni legislative e regolamentari in materia di lavoro e di assicurazioni sociali, ivi inclusi i contratti collettivi di lavoro e gli atti amministrativi. Pagina 7 di 12

8 L aggiudicataria dovrà, altresì, applicare nei confronti dei suddetti soggetti condizioni normative e retributive non inferiori a quelle risultanti dai contratti collettivi di lavoro applicabili alla categoria e nella località in cui si svolgono le prestazioni stesse ed in genere da ogni altro contratto collettivo, successivamente stipulato per la categoria, applicabile nella località, anche nel caso in cui l aggiudicataria non sia aderente alle associazioni stipulanti o receda da queste. L aggiudicataria dovrà, infine, continuare ad applicare i su indicati contratti collettivi anche dopo la loro scadenza e fino al loro rinnovo. L Agenzia, in caso di violazione degli obblighi di cui sopra, si riserva di operare una ritenuta infruttifera pari, nel massimo, al 20% (venti percento) dell importo delle fatture concernenti il periodo in cui l inadempienza è stata accertata. La ritenuta sarà svincolata soltanto dopo che le inadempienze rilevate siano state sanate; in tale ipotesi l aggiudicataria non potrà avanzare alcuna pretesa per il ritardato pagamento. L aggiudicataria dovrà tenere indenne, e dunque risarcire, l Agenzia per ogni eventuale pregiudizio e/o danno che la stessa Agenzia dovesse subire a seguito di qualsiasi azione e/o pretesa proposta o avanzata nei propri confronti da parte di dipendenti dell aggiudicataria SICUREZZA SUL LAVORO E PREVENZIONE INFORTUNI L aggiudicataria dovrà osservare integralmente le disposizioni di cui alla normativa vigente in materia di sicurezza e salute dei lavoratori sul luogo di lavoro, di prevenzione infortuni ed igiene sul lavoro ed in particolare del D.Lgs. 19 settembre 1994 n. 626 così come modificato dal D.Lgs. 19 marzo 1996 n. 242 e s.m.i. e di quelle che dovessero essere emanate nel corso di validità del contratto in quanto applicabili. L aggiudicataria dovrà, inoltre, effettuare congiuntamente al Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione dell Agenzia, apposito sopralluogo nei locali della sede, al fine di prendere atto di eventuali rischi specifici ivi esistenti, in modo tale da adottare le opportune precauzioni e rendere edotti i propri dipendenti. L aggiudicataria dovrà esibire agli Uffici Risorse Materiali e al Responsabile del Servizio di Prevenzione dell Agenzia i seguenti documenti: - il Documento di Valutazione del Rischio redatto ai sensi del D.Lgs. 626/94 e successive modifiche; - il piano di sicurezza specifico per le attività da svolgere nell Agenzia; - il documento di nomina del Responsabile della Sicurezza. L aggiudicataria dovrà, infine, uniformarsi alle procedure di emergenza e di pronto soccorso sanitario in vigore presso la sede ove si svolgeranno le attività contrattuali. L Agenzia ha facoltà di procedere alla risoluzione del contratto di appalto qualora accerti che l aggiudicataria non osservi le norme di cui sopra e i danni derivanti da tale risoluzione saranno interamente a suo carico. Si segnala, ai sensi dell art. 19, comma 1, D.Lgs. 157/95 che le autorità presso le quali i concorrenti possono ottenere informazioni circa gli obblighi in materia di protezione dell impiego sono le ASL di competenza COPERTURA ASSICURATIVA Ferma restando la responsabilità dell aggiudicataria per danni cagionati a cose o persone in relazione all espletamento del servizio in esame, la stessa dovrà provvedere alla copertura assicurativa a garanzia dei rischi di responsabilità civile per sinistri che possano derivare dall esecuzione del servizio presso le sedi dell Agenzia per un importo non inferiore ad ,00 per sinistro, attraverso polizza da consegnare prima della stipula del contratto, pena la revoca dell aggiudicazione DIVISE DA LAVORO Il personale della Società aggiudicataria dovrà indossare tute o grembiuli di lavoro di foggia decorosa recanti un distintivo o un contrassegno che indichi l appartenenza alla stessa e dovrà esibire un tesserino di riconoscimento con la foto e il nominativo del dipendente. Pagina 8 di 12

9 19 - CONDIZIONI E MODALITÀ DI ESECUZIONE DEL SERVIZIO Le attività oggetto dell appalto saranno svolte nei giorni e negli orari di apertura delle sedi dell Agenzia, così come definiti all art. 7 dello schema di contratto e precisati nel progetto di servizio che sarà presentato dalla Società aggiudicataria entro dieci giorni dalla stipula del contratto ed approvato dall Agenzia. Sono a totale carico dell aggiudicataria i materiali e le attrezzature occorrenti per l esecuzione del servizio. E a carico dell Agenzia la fornitura di acqua ed energia elettrica. Tale fornitura avviene nell interesse dell aggiudicataria ed a suo esclusivo rischio, anche nei confronti di terzi. L Agenzia, compatibilmente con le proprie disponibilità potrà mettere a disposizione dell aggiudicataria un locale per il deposito dei materiali e delle attrezzature occorrenti per l esecuzione del presente servizio. L aggiudicataria, nell esecuzione delle opere di pulizia che le vengono affidate dovrà adottare ogni precauzione ed ogni mezzo necessario per evitare danni alle persone ed alle cose, restando a suo carico ogni lavoro necessario a riparare i danni arrecati. L aggiudicataria dovrà provvedere, a propria cura e spese, oltre all assicurazione del personale che eseguirà i lavori, al risarcimento dei danni cagionati dal personale stesso all Agenzia e/o a terzi, ed è tenuta a far rispettare ai suoi dipendenti le disposizioni di ordine interno che dovessero essere emanate dall Agenzia CONTINUITA DEL SERVIZIO Il servizio dovrà essere svolto senza alcuna interruzione per qualsivoglia circostanza, salvo quanto stabilito diversamente dagli Uffici Risorse Materiali. Pertanto, il servizio dovrà essere assicurato anche in caso di eventi eccezionali. In caso di interruzione, l Agenzia provvederà a decurtare immediatamente l importo equivalente al mancato servizio oltre ad applicare le penali secondo quanto di seguito specificato, e fatto salvo qualsiasi maggior danno subito COORDINAMENTO DEL SERVIZIO Il coordinamento ed il controllo dell esecuzione dell appalto sarà effettuato dagli Uffici Risorse Materiali dell Agenzia. Tali attività consistono in: - organizzare il sistema dei controlli sull effettuazione del servizio; - firmare gli attestati di regolare esecuzione del servizio da allegare alle fatture presentate dall aggiudicataria; - presentare, alla data di scadenza del contratto, la relazione sull andamento del servizio; - predisporre i verbali di consegna di cui al punto 21 dello schema di contratto, per l avvio del servizio; - l applicazione delle penali; - il rilascio del certificato di regolare esecuzione; - l istituzione del registro presenze e dei lavori giornalieri; - le ispezioni effettuate direttamente al fine di verificare la qualità del servizio RESPONSABILE DELL AGGIUDICATARIA La Società aggiudicataria dovrà procedere alla individuazione di un Responsabile con il quale gli Uffici Risorse Materiali dovranno anche concordare le modalità, per i relativi controlli, di tutte le prestazioni previste dal Capitolato Tecnico, effettuare le annotazioni delle prestazioni sul registro ogni giorno e che dovrà essere sempre reperibile in sede durante l orario di servizio. Il Responsabile dovrà inoltre essere costantemente reperibile per via telefonica anche oltre l orario di servizio. L aggiudicataria dovrà, altresì, indicare un vice Responsabile che sostituisca il Responsabile in caso di impedimento PROGETTO DI SERVIZIO E REGISTRO DELLE PRESENZE E DELLE PRESTAZIONI Entro dieci giorni dalla stipula del contratto, la Società aggiudicataria dovrà presentare a ciascun Ufficio Risorse Materiali il Progetto di Servizio con l indicazione del numero di addetti Pagina 9 di 12

10 che si intende impiegare per l esecuzione del servizio, specificando le giornate e gli orari in cui saranno effettuate le operazioni di pulizia di ogni singolo locale oggetto dell appalto. Il progetto di servizio dovrà comprendere un numero di ore di lavoro non inferiore nel suo complesso a quanto dichiarato in sede di presentazione dell offerta tecnica. Quando i progetti di servizio relativi ad ogni singola direzione regionale saranno stati approvati, sarà cura del Responsabile dell Ufficio Risorse Materiali verificare che il numero di ore totali non sia inferiore a quanto dichiarato. Il progetto di servizio dovrà indicare dettagliatamente la tempistica di esecuzione delle attività indicate nell allegato 1A. Per ogni singola attività, nel rispetto della periodicità prevista, dovranno essere indicati giorno ed ora di esecuzione della prestazione. Il progetto di servizio dovrà essere approvato dal Responsabile dell Ufficio Risorse Materiali. A titolo esemplificativo, si allega una bozza - non vincolante (all. 1C), del piano che si richiede alla Società aggiudicataria. L Agenzia si riserva la facoltà di richiedere variazioni a suo insindacabile giudizio del piano proposto. Il piano sarà operativo soltanto dopo l accettazione da parte dell Agenzia. Qualora non venisse raggiunto l accordo sul progetto di servizio entro il mese successivo alla stipula del contratto, l Agenzia potrà esercitare il diritto di recesso ai sensi dell art. 25 dello schema di contratto. Entro 10 giorni dall inizio del servizio dovranno essere annotati sul registro, depositato nei locali di portineria, i nominativi delle persone impiegate, le rispettive qualifiche e la presenza oraria per l espletamento del servizio ordinario presso la sede come previsto nel Progetto di Servizio. Ogni variazione deve essere comunicata immediatamente agli uffici Risorse Materiali e riportata immediatamente sul registro. Le persone addette al servizio di pulizia dovranno firmare ad ogni inizio e fine dei turni di lavoro il registro delle presenze che dovrà coincidere con quello dell aggiudicataria che a tale scopo dovrà metterlo a disposizione dell Agenzia a semplice richiesta degli Uffici Risorse Materiali o dei loro incaricati. L Agenzia si riserva la facoltà di fornire al personale della Società aggiudicataria dei passi o, qualora siano installate le apposite apparecchiature, dei badge elettronici, onde consentire l accesso ai locali VIGILANZA E CONTROLLI L esecuzione delle prestazioni oggetto dell appalto si svolgerà sotto il controllo e la vigilanza dei soggetti incaricati dall Agenzia. Per l esecuzione del servizio l aggiudicataria dovrà rispettare la programmazione indicata nel presente Capitolato Tecnico e nel progetto di servizio. Qualora l Agenzia rilevi che i servizi non vengano eseguiti in modo soddisfacente, potrà richiedere la sostituzione o l integrazione del personale impiegato dalla Società aggiudicataria. Ove l aggiudicataria non adempia entro cinque giorni dalla ricezione delle comunicazioni, si applicheranno le disposizioni previste dagli artt. 24 Penali e 25 Recesso dello schema di contratto. Nell esecuzione dei servizi del contratto, la Società aggiudicataria non potrà ricevere ordini se non dalle persone designate dall Agenzia ai sensi del presente articolo. L Agenzia, valutata, nei primi quattro mesi, la qualità del servizio, ha facoltà di risolvere il contratto, a suo insindacabile giudizio, qualora giudichi che lo stesso non sia stato svolto in maniera soddisfacente VERBALI Dopo la stipula del contratto è fatto obbligo ad entrambe le parti di effettuare un sopralluogo congiunto presso le sedi per presa visione dei locali, degli arredi e di tutte le circostanze interessanti per il servizio. Sarà, inoltre, possibile verificare in contraddittorio le superfici indicate in sede di gara. In tali occasioni dovrà essere redatto apposito verbale di consegna. Tale procedura andrà effettuata anche per i locali assegnati successivamente al servizio. Dovrà, inoltre, essere redatto, al termine del servizio, un verbale di riconsegna, nel quale dovranno essere indicati eventuali danni patiti dall Agenzia rilevati nel corso del sopralluogo o Pagina 10 di 12

11 accertati nel corso del servizio e non ancora risarciti PENALI Qualora si verifichino gli inadempimenti di cui al seguente schema, gli Uffici Risorse Materiali promuoveranno la contestazione degli addebiti in contraddittorio con la Società aggiudicataria, sentite le controdeduzioni che dovranno essere fornite dal responsabile della stessa in forma scritta entro e non oltre 5 giorni dalla contestazione. In mancanza di tali controdeduzioni entro il termine stabilito, l Agenzia potrà procedere direttamente all applicazione delle penali di seguito specificate ed all addebito dei danni derivanti dalle inadempienze riscontrate. L Agenzia, atteso il risultato della contestazione, potrà applicare, a decorrere dal giorno in cui si è verificato l inadempimento fino al cessare dello stesso, una penale secondo quanto indicato nel seguente schema. L ammontare delle penali sarà detratto dalle fatture bimestrali. INADEMPIENZA RILEVATA OPERAZIONE DA PARTE DELL AGENZIA PENALI DANNI (SPESE DI RIPRISITINO) A B C D Mancata formulazione entro i 10 giorni previsti del Progetto di Servizio (art.23 del presente capitolato). Mancata o cattiva pulizia di alcuni ambienti Mancata annotazione sul registro delle firme, dell orario di entrata e di uscita dei dipendenti nonché del servizio eseguito. Mancato utilizzo da parte del personale della ditta della tuta di lavoro e del cartellino di identificazione violazione sul registro; invito anche telefonico alla ditta per l immediata formulazione del piano. violazione sul registro; invito anche telefonico alla ditta per l immediata effettuazione del servizio; indicazione sul registro dei tempi di intervento della ditta. Intervento diretto con altra ditta in caso di mancato intervento. Sanzione pecuniaria pari a 250 per ogni giorno di ritardo. 100,00 a servizio igienico in caso di mancata o cattiva pulizia. 50,00 a stanza, in caso di mancata o cattiva pulizia. 300,00 al giorno, in caso di mancata o cattiva pulizia delle altre aree. N.B. Nel caso di immediato intervento, l Agenzia si riserva la facoltà di non applicare la penale come sopra indicata. Nel caso in cui l inadempienza fosse recidiva nello stesso edificio per più di 5 volte in un anno o di 2 volte in un mese l Agenzia potrà chiedere la rescissione del contratto per colpa grave della ditta. violazione sul registro. Sanzione pecuniaria di 75,00 per ogni violazione accertata a discrezione dell Agenzia. violazione sul registro, allontanamento del dipendente dai locali dell Ufficio, invito anche telefonico alla ditta per il reintegro del dipendente. Reintegro di un addetto entro 2 ore dalla segnalazione al Responsabile del Servizio Sanzione pecuniaria di 150,00 Mancato reintegro nella giornata Sanzione pecuniaria 500,00 Qualora il ritardo si protragga oltre 15 gg. si procederà alla risoluzione del contratto. In ogni caso saranno imputati alla ditta eventuali danni conseguenti al mancato utilizzo dei locali per motivi legati alla inadempienza. Saranno, altresì, addebitati alla stessa i costi sostenuti direttamente dall Agenzia per il ricorso ad altra ditta. Saranno altresì addebitati alla ditta eventuali danni conseguenti al mancato utilizzo dei locali, nonché i costi sostenuti direttamente dall Agenzia per la risoluzione del problema. Pagina 11 di 12

12 E F G H I L Condotta non decorosa da parte degli addetti della ditta Mancato rifornimento di materiale di consumo per i servizi igienici (carta igienica, saponi, dispenser, etc.) Mancato o ritardato intervento su esplicita richiesta da parte dell Agenzia nei casi previsti dagli artt. 8 (disinfestazione) del presente capitolato. Mancata o ritardata esecuzione dei lavori descritti nella scheda delle pulizie periodiche. Mancato ritiro e smaltimento dei rifiuti di ogni tipo dagli ambienti. Utilizzo dei prodotti diversi da quelli stabiliti a contratto, non a norma o sprovvisti di apposita scheda informativa. violazione sul registro, allontanamento del dipendente dai locali dell Ufficio, invito anche telefonico alla ditta per il reintegro del dipendente. violazione sul registro; invito anche telefonico alla ditta per l immediata effettuazione del servizio; contatto diretto con altra ditta in caso di mancato intervento violazione sul registro; invito anche telefonico alla ditta per l immediata effettuazione del servizio; contatto diretto con altra ditta in caso di mancato intervento. violazione sul registro; invito anche telefonico alla ditta per l immediata effettuazione del servizio; contatto diretto con altra ditta in caso di mancato intervento. violazione sul registro; invito anche telefonico alla ditta per l immediata effettuazione del servizio; contatto diretto con altra ditta in caso di mancato intervento. violazione sul registro. Reintegro di un addetto entro 2 ore dalla segnalazione al Responsabile del Servizio Sanzione pecuniaria di 150,00 Mancato reintegro nella giornata Sanzione pecuniaria 500,00 Intervento della società entro 2 ore dalla segnalazione al Responsabile del Servizio: importo pari ad 30,00 per ogni contenitore non rifornito Mancato intervento nella giornata: importo pari ad 50,00 per ogni contenitore non rifornito N.B. nel caso in cui l inadempienza si ripeta per più di 5 volte in un anno o di 2 volte in un mese L Agenzia potrà chiedere la risoluzione del Contratto per colpa grave della ditta. Per ritardato intervento penale pari al costo di 15,00 per ogni ora, per ogni addetto. Per mancato intervento penale pari ad 500,00 + costi sostenuti dall Agenzia per ricorrere ad altra ditta. Per ritardato intervento penale pari ad 50,00 al giorno Per mancato intervento penale pari ad 200,00 + costi sostenuti dall Agenzia per ricorrere ad altra ditta. Penale di 100,00 a stanza per ogni giorno di giacenza di rifiuti indifferenziati. sanzione pecuniaria di 1.000,00 Il ripetersi della violazione potrà essere motivo di risoluzione parziale o totale del contratto. Saranno altresì addebitati alla ditta eventuali danni conseguenti al mancato utilizzo dei locali, nonché i costi sostenuti direttamente dall Agenzia per la risoluzione del problema. In ogni caso saranno imputati alla ditta eventuali danni conseguiti al mancato utilizzo dei locali per motivi legati all inadempienza. Saranno altresì addebitati alla ditta i costi eventualmente sostenuti direttamente dall Agenzia per il ricorso ad altra ditta In ogni caso saranno imputati alla ditta eventuali danni per il mancato intervento. In ogni caso saranno imputati alla ditta eventuali danni per il mancato intervento. In ogni caso saranno imputati alla ditta eventuali danni per il mancato intervento, nonché i costi sostenuti direttamente dall Agenzia per il ricorso ad altra ditta. In ogni caso saranno imputati alla ditta eventuali danni provocati a persone e cose, conseguenti derivanti. Gli Uffici Risorse Materiali possono rinunciare all applicazione delle penali e delle sanzioni qualora le controdeduzioni presentate dall aggiudicataria evidenzino l assenza di colpe e responsabilità da parte della stessa. Tuttavia in nessun caso potrà esimersi dall annotare le inadempienze riscontrate sul registro. Qualora la Società si renda responsabile di inadempimenti di cui al precedente schema, con riferimento a più edifici e dopo che siano stati superati i termini per l eliminazione delle inadempienze per le quali la Società abbia ricevuto comunicazione di costituzione in mora con apposito ordine di servizio, l Agenzia avrà facoltà di risolvere il contratto ai sensi dell art c.c. IL DIRETTORE CENTRALE AGGIUNTO Salvatore Di Giugno Pagina 12 di 12

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI CAPITOLATO TECNICO Servizio di pulizia, di facchinaggio interno

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Direzione Generale Direzione Centrale per l Attività Amministrativa e la Gestione del Patrimonio CAPITOLATO TECNICO

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Direzione Generale Direzione Centrale per l Attività Amministrativa e la Gestione del Patrimonio CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI FACCHINAGGIO CON GESTIONE DEL CICLO LOGISTICO COMPRENSIVA DEL MONITORAGGIO INFORMATIZZATO E TRASPORTO COSE ALL INTERNO E TRA LE VARIE SEDI ISTAT DI ROMA CAPITOLATO TECNICO 1 INDICE 1. OGGETTO

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 1/2011 AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Ufficio di Segreteria Giuridico-Amministrativa U.O. Affari Generali, Giuridici e di Raccordo Istituzionale Via V.

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122 MINISTERO DELLA SALUTE UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE DELL ORGANIZZAZIONE E DEL BILANCIO UFFICIO VIII EX DGPOB LOTTO 2. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DEL COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO In base all art. 256 del D. Lgs. 81/2008, così come modificato dal D. Lgs. 106/2009, i

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA

CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA ALLEGATO E) CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA Regione Toscana DG Diritti di Cittadinanza e Coesione Sociale Settore Politiche di Welfare regionale, per la famiglia e cultura della legalità, C.F.

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma SCHEMA DI CONTRATTO L'anno duemila..., il giorno del mese di.....in Roma TRA Lottomatica Group S.p.A. con sede in Roma, Viale del Campo Boario n. 56/d - 00154 Codice Fiscale e Partita IVA n. 08028081001,

Dettagli

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA C.A.P. 00045

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA C.A.P. 00045 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA, SORVEGLIANZA E PULIZIA, NELLE SCUOLE DELL INFANZIA PARITARIE COMUNALI TRUZZI E G. RODARI DI GENZANO DI ROMA ANNI SCOLASTICI 2012/2013-2013/2014-2014/2015,

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI Provincia di Salerno Area Tecnica Assetto ed Utilizzazione del Territorio CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI ART.1

Dettagli

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it Allegato 4) Regolamento... li... ALLA SRT - SOCIETA PUBBLICA PER IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI S.p.A. Strada Vecchia per Boscomarengo s.n. 15067 NOVI LIGURE AL Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA Studio Tecnico Geometri SAPINO Giuseppe e PEDERZANI Fabio Via Pollano, 26 12033 MORETTA (CN) - tel. 0172.94169 fax 172.917563 mail: gsapino@geosaped.com fpederzani@geosaped.com P.E.C.: giuseppe.sapino@geopec.it

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE DELLE RESIDENZE UNIVERSITARIE ART. 1 OGGETTO - RAPPORTO DI OSPITALITÀ ART. 2 ACCESSO AL SERVIZIO ABITATIVO ART.

REGOLAMENTO GENERALE DELLE RESIDENZE UNIVERSITARIE ART. 1 OGGETTO - RAPPORTO DI OSPITALITÀ ART. 2 ACCESSO AL SERVIZIO ABITATIVO ART. ART. 1 OGGETTO - RAPPORTO DI OSPITALITÀ ART. 2 ACCESSO AL SERVIZIO ABITATIVO ART. 3 SICUREZZA ART. 4 DEPOSITO CAUZIONALE ART. 5 CHECK-IN / CHECK-OUT E CONSEGNA/RESTITUZIONE CHIAVI/BADGE ART. 6 PERMANENZA

Dettagli

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA 1.1. ) ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA Largo Arrigo VII, 5-00153 Roma (Italia) ; centralino 06/5717621;

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. 81/2008) Allegato

Dettagli

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Corso di laurea in Ingegneria Edile CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Anno Accademico 2011/2012 Definire: Obbiettivi della lezione Rischi Interferenziali - DUVRI e PSC Rischi Propri - POS Conoscere gli aspetti

Dettagli

COMUNE DI CAMPORGIANO

COMUNE DI CAMPORGIANO COMUNE DI CAMPORGIANO PROVINCIA DI LUCCA Piazza Roma n. 1 Tel. 0583/618888 Fax. 0583/618433 C.F. 00398710467 E-mail : demografico@comune.camporgiano.lu.it CAPITOLATO D APPALTO AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente - indirizzo postale:

Dettagli

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi.

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi. Allegato alla determinazione n. 42/APPR del 27/11/2014 composto da n. 29 fogli (fronte/retro) Spett.le ditta OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio

Dettagli

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI CITTÀ DI MARTINA FRANCA Provincia di Taranto SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE DI MARTINA FRANCA - Piazza Roma, 32-74015 Martina Franca (Ta) Tel. 0804836111

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

COMUNE DI ROVELLASCA

COMUNE DI ROVELLASCA COMUNE DI ROVELLASCA Provincia di COMO REGOLAMENTO SERVIZIO DI VOLONTARIATO CIVICO COMUNALE Approvato con deliberazione C.C. n. 5 del 13.04.2015 Ripubblicato all Albo pretorio dal 13.05.2015 al 28.05.2015

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI LE SOSPENSIONI DEI LAVORI 10.1- Profili generali della sospensione dei lavori. 10.2- Le sospensioni legittime dipendenti da forza maggiore. Casi in cui si tramutano in illegittime. 10.3- Le sospensioni

Dettagli

COMUNE DI NISCEMI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente

COMUNE DI NISCEMI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente COMUNE DI NISCEMI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente OGGETTO: SERVIZIO DI DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE IN TUTTO IL TERRITORIO COMUNALE, NELLE SCUOLE E EDIFICI PUBBLICI

Dettagli

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multi servizi. Ai

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163; Regolamento unico in materia di esercizio del potere sanzionatorio da parte dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui all art 8, comma 4, del D.Lgs. 12

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

è stata acquisita la documentazione antimafia di cui all art.84 del D.Lgs. n.159/2011 ed il DURC attestante la regolarità e correntezza contributiva

è stata acquisita la documentazione antimafia di cui all art.84 del D.Lgs. n.159/2011 ed il DURC attestante la regolarità e correntezza contributiva CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI FACCHINAGGIO, TRASPORTO E SUPPORTO OPERATIVO PER GLI UFFICI, CENTRALI E DISTACCATI, DELL ACI IN ROMA E PER L UFFICIO PROVINCIALE ACI DI ROMA CIG n.5393972e7e tra L AUTOMOBILE

Dettagli

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi COSTRUZIONI Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi di Mauro Cappello Mauro Cappello GEOCENTRO/magazine pubblica, di Mauro Cappello, Ingegnere e Ispettore Verificatore

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport Servizio Spettacolo, Sport, Editoria e Inform azione GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DI ATTIV ITA E SERV IZ I PER LA SARDEGNA FILM COMMISSION CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Regione Autonoma della

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

REGISTRO DELLE MANUTENZIONI per la prevenzione delle diffusione delle malattie infettive Art. 10, Legge Regionale n.45 del 23 dicembre 2008

REGISTRO DELLE MANUTENZIONI per la prevenzione delle diffusione delle malattie infettive Art. 10, Legge Regionale n.45 del 23 dicembre 2008 REGISTRO DELLE MANUTENZIONI per la prevenzione delle diffusione delle malattie infettive Art. 10, Legge Regionale n.45 del 23 dicembre 2008 REGISTRO DELLE MANUTENZIONI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO DELL

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24 ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONTRATTO PER I SERVIZI DI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE DA EFFETTUARSI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA. Lotto Allegato 5 Schema

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI

CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI GetYourHero S.L., con sede legale in Calle Aragón 264, 5-1, 08007 Barcellona, Spagna, numero di identificazione fiscale ES-B66356767, rappresentata

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

FONDAZIONE E.N.P.A.I.A. ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA PER GLI ADDETTI E PER GLI IMPIEGATI IN AGRICOLTURA

FONDAZIONE E.N.P.A.I.A. ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA PER GLI ADDETTI E PER GLI IMPIEGATI IN AGRICOLTURA CAPITOLATO SPECIALE Procedura aperta per l'affidamento del servizio di pulizia ordinaria della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven, 48 Roma. CIG 6220354E7E ARTICOLO 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

COMUNE DI CERIANO LAGHETTO Provincia di Monza e della Brianza Via Roma 18 20816 Ceriano Laghetto www.ceriano-laghetto.org

COMUNE DI CERIANO LAGHETTO Provincia di Monza e della Brianza Via Roma 18 20816 Ceriano Laghetto www.ceriano-laghetto.org CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI DEL COMUNE DI CERIANO LAGHETTO E SERVIZI AUSILIARI - PERIODO 01/01/2011 31/12/2013 (CIG 058147692A) ART. 1 - OGGETTO

Dettagli

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56 Cosa devo fare per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro se assumo il primo dipendente/collaboratore? Come datore di lavoro devo: 1. valutare i rischi a cui andrà incontro questa persona compiendo il

Dettagli

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI di Luigi Cenicola 1. Premessa. A decorrere dall anno 2014, per il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e per i servizi indivisibili comunali, si pagheranno

Dettagli

Verbale consegna lavori in via d urgenza

Verbale consegna lavori in via d urgenza Mod. ATE.03.03 Pag.1 di pag 5 AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA Finanziamento: Lavori: per la realizzazione di....in Comune di Importo lavori di appalto: Affidamento

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef

Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef Direzione Generale per il terzo settore e le formazioni sociali Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef PREMESSA Fonti normative dell

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente regolamento s intendono per: a) "Autorità",

Dettagli

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura adottate dall'associazione olandese Grossisti di Prodotti di Floricoltura ( Vereniging van Groothandelaren in Bloemkwekerijproducten

Dettagli

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il SCHEMA DI MANIFESTAZIONE D INTERESSE Spett.le COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE Ufficio Lavori Pubblici Piazza 28 ottobre 1918, n. 1 31025 Santa Lucia di Piave (TV) comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it.

Dettagli