AGENZIA DELLE ENTRATE DIREZIONE CENTRALE AMMINISTRAZIONE SETTORE APPROVVIGIONAMENTI E LOGISTICA UFFICIO GESTIONE CONTRATTI BENI E SERVIZI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AGENZIA DELLE ENTRATE DIREZIONE CENTRALE AMMINISTRAZIONE SETTORE APPROVVIGIONAMENTI E LOGISTICA UFFICIO GESTIONE CONTRATTI BENI E SERVIZI"

Transcript

1 AGENZIA DELLE ENTRATE DIREZIONE CENTRALE AMMINISTRAZIONE SETTORE APPROVVIGIONAMENTI E LOGISTICA UFFICIO GESTIONE CONTRATTI BENI E SERVIZI PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLE SEDI DI ALCUNE DIREZIONI REGIONALI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE CAPITOLATO TECNICO Prot. n. 2006/ Roma, 9 novembre 2006 Pagina 1 di 12

2 1 Premessa L (d ora innanzi, per brevità, anche semplicemente Agenzia ) bandisce una gara comunitaria, nella forma della procedura aperta, ai sensi dell art. 55, codice unico dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, al fine di selezionare l aggiudicatario del servizio di pulizia da espletare presso le sedi degli Uffici dipendenti dalle Direzioni Regionali di Calabria, Lazio e Molise. Le caratteristiche del servizio oggetto dell appalto sono descritte dettagliatamente nel presente Capitolato Tecnico e nell allegato 1A Scheda delle Prestazioni. Il presente Capitolato Tecnico farà parte integrante del contratto di appalto che verrà stipulato con la Società aggiudicataria dell appalto. 2 OGGETTO DELL APPALTO Il presente Capitolato Tecnico di Appalto ha per oggetto l affidamento del Servizio di Pulizia delle Sedi di alcune Direzioni Regionali dell (di seguito denominata anche semplicemente Agenzia ) elencate nell allegato 1B. 3 FABBRICATI E SUPERFICI Le superfici relative alle sedi sono riassunte nell allegato 1B. 4 ENTITA, ESTENSIONI O RIDUZIONI DELL APPALTO L appalto in oggetto verrà aggiudicato all offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell art. 83, codice unico dei contratti pubblici, di cui al D.lgs. 163/2006. Nello schema di offerta economica, ciascuna società partecipante dovrà quotare il corrispettivo annuale richiesto al metro quadrato per la pulizia di tutti i locali di ciascun ufficio secondo le modalità indicate nell allegato 1A. Il canone verrà determinato per ciascun ufficio in base al numero di metri quadrati calpestabili indicati nell allegato 1B moltiplicato per il corrispettivo richiesto. L aggiudicatario potrà concordare con ciascun centro di spesa (Direzione Regionale) la modalità di fatturazione, potendosi concordare l emissione di singole fatture per ciascun centro di costo (Uffici Locali) o di un unica fattura bimestrale per centro di spesa. L Agenzia potrà disporre l aumento delle superfici interessate dal servizio senza che la società aggiudicataria (di seguito denominata anche semplicemente Aggiudicataria ), possa avanzare alcuna eccezione, fino alla concorrenza del quinto d obbligo. Per determinare il corrispettivo del servizio, si procederà aumentando o diminuendo l importo contrattuale del valore determinato dalla quantità delle superfici calpestabili variate moltiplicato per il corrispettivo unitario per l esecuzione dell intero servizio quotato in sede di offerta economica. Allo stesso modo si procederà qualora - temporaneamente o definitivamente - debba essere sospesa la pulizia di alcune porzioni di fabbricato. Si precisa fin d ora che l Agenzia, in caso di avvio di nuove sedi o di ampliamento di quelle esistenti, non ha alcun obbligo di estendere l appalto all aggiudicataria, pur riservandosene la facoltà. 5 - PESO IN PERCENTUALE DEI SERVIZI Ai fini dell aggiudicazione della gara, le società dovranno offrire un corrispettivo unitario al metro quadrato all anno per l esecuzione dell intero servizio ed un corrispettivo unitario all ora a persona per l esecuzione degli interventi straordinari. L importo al metro quadrato offerto per l esecuzione dell intero servizio verrà poi moltiplicato per il numero complessivo di metri quadrati di ogni singolo ufficio. Al fine di consentire una migliore valutazione del servizio da prestare, viene di seguito fornita una tabella con l indicazione del peso che ogni tipologia d intervento, descritta analiticamente nell allegato 1A, potrebbe avere nell esecuzione del servizio. Per consentire una adeguata valutazione dell impatto che eserciterà la manutenzione degli apparecchi igienico-sanitari e la fornitura dei relativi materiali di consumo, si fornisce il numero dei dipendenti di ogni Ufficio dell Agenzia indicato nell allegato 1B. Tale parametro si presume costante nei prossimi 4 anni Pagina 2 di 12

3 A B 1 DESCRIZIONE Uffici, sale riunioni, aule informatizzate, archivi, biblioteche, ufficio cassa, sala medica,ufficio informazioni e passi, box vigilanza, spogliatoi PESO PERCENTUALE 50 2 Atri, corridoi e scale 19 3 Servizi igienici 4 4 Sala mensa, bar, sale ristoro 2 5 Magazzini e depositi 7 6 Locali tecnologici (cabine elettriche, centrali telefoniche, ecc.) 3 7 Front office, ingressi 15 8 Rifiuti speciali 9 Manutenzione apparecchi igienico-sanitari e fornitura dei relativi materiali di consumo 6 DESCRIZIONE DELLE PRESTAZIONI L aggiudicataria dovrà eseguire tutte le prestazioni elencate e descritte nell allegato 1A del presente Capitolato. Nel prezzo al metro quadrato offerto per l intero servizio è compreso il corrispettivo relativo all asportazione dei rifiuti provenienti da qualsiasi locale o area compresa nell allegato 1B con particolare riferimento agli uffici ed alle aree esterne. I rifiuti sono classificati come segue: RIFIUTI GENERICI: - rifiuti contenuti nei cestini e negli appositi contenitori; - rifiuti indicati come tali dai dipendenti anche se non inseriti in alcun contenitore; - materiali da imballaggio; - libri, riviste etc. su richiesta dei dipendenti o degli Uffici Risorse Materiali di ciascuna Direzione Regionale; - tutti i materiali provenienti dalle attività proprie del servizio. CARTA DA RICICLARE Qualora venga richiesto, la società aggiudicataria è tenuta, senza pretendere corrispettivi aggiuntivi, a raccogliere la carta da riciclare e a depositarla in appositi contenitori predisposti dall Amministrazione. RIFIUTI SPECIALI: Sarà cura dell aggiudicataria provvedere allo smaltimento di : - rifiuti igienici femminili, e/o assimilabili agli ospedalieri; - lampade al neon; - nastri, cartucce stampanti, toner, raccolti in appositi contenitori che dovranno essere predisposti in numero adeguato nei vari ambienti a seconda dell effettiva necessità a cura dell aggiudicataria previo sopralluogo. Pagina 3 di 12

4 Il relativo smaltimento verrà effettuato secondo le indicazioni degli Uffici Risorse Materiali o, in ogni caso, nel rispetto delle vigenti normative. L aggiudicataria dovrà fornire tutta la documentazione relativa allo smaltimento e prestare assistenza nella compilazione del modello MUD. La società aggiudicataria o la società subcontraente, in relazione all attività di smaltimento dei rifiuti speciali e non, dovrà presentare, entro 10 giorni dall inizio del servizio, i documenti attestanti le necessarie autorizzazioni. La documentazione richiesta è la seguente: 1. certificato di iscrizione all Albo Nazionale delle Imprese esercenti il servizio di smaltimento, di cui all art. 30, comma 4, D.Lgs. 22/97; o relativa autocertificazione; 2. certificazione attestante l autorizzazione al trasporto delle tipologie dei rifiuti previsti o relativa autocertificazione. I rifiuti (diversi da quelli speciali), dovranno essere posti a cura e spesa dell aggiudicataria, fatte salve eventuali procedure diverse stabilite da specifiche normative, in appositi sacchi e successivamente depositati nei contenitori delle società delegate alla raccolta dei rifiuti urbani prevedendo un sistema di raccolta differenziata secondo quanto prescritto dalla vigente legislazione. Qualora singole realtà locali non prevedano la presenza di cassonetti ma diverse procedure di prelievo dei rifiuti da parte delle società demandate alla raccolta, l aggiudicataria è obbligata ad immagazzinare i sacchi in appositi locali messi a disposizione dall Amministrazione, e successivamente ad esporli nei luoghi e nei tempi indicati dalle Amministrazioni comunali. Nei casi in cui tali contenitori siano insufficienti o inutilizzabili, sarà obbligo dell aggiudicataria avviare presso le predette società le procedure necessarie al ripristino dei contenitori. Nei casi in cui lo smaltimento dei rifiuti venga effettuato con l utilizzo di mezzi propri di trasporto, questi dovranno essere preventivamente autorizzati ed identificati. Con la sottoscrizione del contratto di appalto l aggiudicataria solleverà l Agenzia da ogni responsabilità relativa al mancato rispetto delle prescrizioni in materia di raccolta pubblica della nettezza urbana, restandone pertanto unica responsabile. 7- PRESTAZIONI STRAORDINARIE Nel caso di convegni, traslochi, trasformazioni degli ambienti di lavoro, chiusura e apertura di nuove sedi o comunque, qualsiasi evento non periodico e/o non prevedibile, gli Uffici Risorse Materiali potranno richiedere interventi di pulizia straordinaria delle aree interessate. L aggiudicataria, in tal caso, applicherà il corrispettivo orario quotato in sede di offerta economica; tale importo è da intendersi vincolante e fisso per l intera durata dell appalto. L Agenzia si riserva, comunque, la facoltà di far eseguire il servizio ad altra società opportunamente selezionata. In caso di neve o gelo l aggiudicataria dovrà rendere praticabili, con tempestività, tutti gli accessi di pertinenza dell Agenzia con prodotti e mezzi idonei. VETRATE ESTERNE Stante l eterogeneità degli uffici da assoggettare al servizio di pulizia, non rientrano nel canone le operazioni di pulizia della parte esterna delle vetrate. Gli Uffici Risorse Materiali potranno richiedere il servizio in oggetto in un'unica soluzione o con un ampliamento temporaneo dell appalto, previa richiesta di idoneo preventivo di spesa all aggiudicataria. Qualora il preventivo presentato dalla società aggiudicataria non venga ritenuto congruo, l Agenzia si riserva il diritto di fare eseguire la prestazione da altra società opportunamente selezionata. E invece compresa nel canone la pulizia della parte rivolta verso l interno dell edificio di ogni finestra o vetrata. 8 INTERVENTI DI DISINFESTAZIONE DISINFESTAZIONE contro insetti alati e contro parassiti dell uomo e degli animali: dovranno essere effettuati due interventi l anno, il primo intervento entro trenta giorni dalla stipula del contratto, il secondo a distanza di sei mesi dal precedente. Pagina 4 di 12

5 Gli interventi interesseranno i locali magazzino, locali di archivio, depositi e locali tecnici, uffici, sale riunioni, vani ascensori, scale, atri, corridoi, bagni, aree di accesso esterne e tutti i locali di pertinenza dell Agenzia. Gli interventi verranno eseguiti mediante microemulsione di insetticidi per blatte e larve utilizzando bombolette autoeroganti e polveri da inserire nei luoghi di nidificazione, con materiali omologati dal Ministero della Salute che non danneggino le apparecchiature elettriche presenti; durante tali operazioni i sistemi di ricircolo dell aria dovranno essere disattivati. L intervento dovrà essere eseguito da personale adeguatamente attrezzato nei giorni non lavorativi; le suppellettili di uso comune, nonché le attrezzature, dovranno essere lavate con cura almeno otto ore dopo l inizio del trattamento e prima che i dipendenti accedano ai luoghi di lavoro. 9 INTERVENTI DI URGENZA In casi eccezionali nei quali si rendano necessari interventi di urgenza, l aggiudicataria dovrà essere in grado di inviare una persona entro un ora dalla richiesta degli Uffici Risorse Materiali e fino a cinque unità lavorative entro la giornata. In tali situazioni di urgenza, il mancato intervento e/o ritardo dello stesso comporterà l applicazione delle penali appositamente previste FORNITURA E POSA IN OPERA DI MATERIALI IGIENICO-SANITARI Oltre al servizio di pulizia, l aggiudicataria dovrà, a proprie spese, eseguire la manutenzione preventiva degli apparecchi igienico-sanitari ubicati nei servizi igienici, (porta asciugamani, porta rotoli di carta igienica, dispenser di sapone, apparati igienizzanti, contenitori di sacchetti igienici per signora, contenitori per copriwater) nonché a provvedere alla fornitura ed al reintegro dei relativi materiali di consumo (asciugamani, carta igienica, sapone per dispenser, cartucce igienizzanti, copriwater, sacchetti igienici per signora), per tutta la durata del contratto. Le società partecipanti considereranno la quotazione di tale servizio all interno del corrispettivo richiesto a metro quadro all anno, potendo disporre come dato aggiuntivo del numero di dipendenti per ogni ufficio. Per i relativi materiali di consumo si precisano le seguenti prescrizioni: Asciugamani Carta igienica Sapone Cartucce igienizzanti tovaglioli in carta piegati a C - Rotoli di carta asciugamani a taglio automatico - Rotoli in tessuto - ovatta di cellulosa, 2 veli colore bianco Ph neutro, assenza di abrasivi e di sostanze caustiche, biodegradabilità minima 90% a rilascio controllato del liquido igienizzante, applicate alle cassette di scarico del water Per tutti i materiali di consumo, dovranno essere eseguite almeno due verifiche giornaliere delle quantità residue con sostituzione o integrazione in caso di residuo inferiore al 20% del pieno. Il controllo delle cartucce igienizzanti comprende anche la manutenzione degli apparati esistenti riguardante la taratura del flusso del liquido contenuto nella cartuccia e la sostituzione delle parti mal funzionanti. In caso di richiesta di intervento per guasti ad accessori per bagni, avanzata dall Agenzia a mezzo fax, l aggiudicataria dovrà predisporre tempestivamente l intervento. Per l eventuale sostituzione degli apparecchi, l aggiudicataria presenterà all Agenzia, idoneo preventivo di spesa. L Agenzia si riserva la facoltà di acquistare i suddetti dispositivi anche da altra società opportunamente selezionata. Pagina 5 di 12

6 11 MATERIALI Il servizio di pulizia oggetto del presente Capitolato comprende, altresì, ad esclusiva cura e spesa dell aggiudicataria, per tutto il periodo di durata del contratto, la fornitura dei materiali e delle apparecchiature inerenti al servizio di pulizia o all esecuzione di qualsiasi prestazione prevista nel presente Capitolato. Al riguardo, l aggiudicataria dovrà assicurare l impiego di materiale di consumo (detersivi, abrasivi, cere, scope, stracci, etc.) della migliore qualità e di attrezzature idonee a garantire la perfetta esecuzione del servizio. Al fine di assicurare il puntuale succedersi dei cicli di lavoro, l aggiudicataria dovrà garantire le opportune scorte di materiali ed apparecchiature. Si precisa che tutti i prodotti dovranno essere conformi a quanto previsto dalla Legge n.136 ed alle prescrizioni CEE 89/542 e dovranno comunque essere adeguati alle disposizioni normative che dovessero entrare in vigore successivamente. Dovranno essere garantiti i seguenti requisiti minimi: Detersivi Contenuto in fosforo (P) = 0,5% Biodegradabilità = 90% Coadiuvanti Tensioattivi anionici e non ionici > 5% In ogni caso il quantitativo di tutti i prodotti chimici impiegati per il servizio di pulizia dovrà essere proporzionato alle necessità e le caratteristiche dei prodotti impiegati, idonee alle superfici. Tutti i prodotti dovranno essere contenuti nei loro contenitori originali che dovranno recare le etichette con il dosaggio d uso e tutte le avvertenze di pericolosità del prodotto e per ognuno di essi dovranno essere fornite le schede di sicurezza prevista dalla CE (allegato 1D ). Gli Uffici Risorse Materiali potranno proibire l utilizzo di materiali, detersivi, disinfettanti e quant altro possa essere ritenuto non idoneo ORARI DI SERVIZIO ORDINARIO Gli orari di sevizio saranno concordati con il Responsabile dell Ufficio Risorse Materiali, prima della predisposizione del progetto di servizio. E facoltà dell Agenzia variare l orario di servizio delle singole sedi dandone comunicazione scritta all aggiudicataria che dovrà accettare senza presentare eccezioni o richieste di ulteriori corrispettivi. 13 PROGETTO DI SERVIZIO E PERSONALE L aggiudicataria dovrà comunicare a ciascun Ufficio Risorse Materiali, entro 10 giorni dalla stipula del contratto, il Progetto di Servizio con i nominativi e le funzioni del personale che sarà utilizzato. Il personale dovrà risultare regolarmente assunto a carico dell aggiudicataria secondo le vigenti normative. La stessa è garante dell idoneità del personale. Inoltre dovrà provvedere alla retribuzione ed a tutti gli oneri previdenziali, assicurativi ed assistenziali e ad ogni altro adempimento per il personale che sarà impiegato per l esecuzione del servizio, compresa qualsiasi prestazione ed obbligazione inerente al rapporto di lavoro secondo le leggi ed i contratti vigenti, restando esclusa ogni e qualsiasi responsabilità da parte dell Agenzia. L aggiudicataria è obbligata ad attuare nei confronti dei propri dipendenti condizioni normative e retributive non inferiori a quelle contemplate dai Contratti Collettivi di Lavoro in vigore ed applicati alla categoria e nelle località nelle quali si svolge il servizio, nonché condizioni risultanti da successive modifiche ed integrazioni e, in genere, da ogni altro contratto collettivo successivamente stipulato per la categoria e applicabile nella località. Ai sensi del Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 5 luglio 2004, il costo medio orario del lavoro per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati/multiservizi è determinato nelle tabelle allegate al detto decreto, sia a livello nazionale che a livello territoriale; il suddetto costo del lavoro è suscettibile di oscillazioni in relazione a: Pagina 6 di 12

7 a) benefici (contributivi, fiscali od altro) previsti da norme di legge di cui l impresa può usufruire; b) specifici benefici e/o minori oneri derivanti dall applicazione della contrattazione collettiva; c) oneri derivanti da interventi relativi a infrastrutture, attrezzature, macchinari, mezzi connessi all applicazione del D.Lgs. 19 settembre 1994, n. 626 e successive modificazioni ed integrazioni; d) documentabile minore incidenza del tasso di dispersione lavorativa. La stessa dovrà, altresì, continuare ad applicare i su indicati Contratti Collettivi anche dopo la scadenza e fino alla loro sostituzione. Si precisa che il personale utilizzato è alle dipendenze dell aggiudicataria e pertanto, nessun vincolo o rapporto potrà sorgere nei confronti di questa Agenzia. L aggiudicataria dovrà, inoltre, rispettare tutte le prescrizioni previste dal C.C.N.L. e/o derivanti da accordi sindacali di categoria, definiti anche in ambito regionale, relativamente alla tutela dei livelli occupazionali. Per l esecuzione del servizio di pulizia l aggiudicataria impiegherà il numero di persone che riterrà opportuno e che risulterà dal Progetto di Servizio presentato. Entro i termini di presentazione del progetto di servizio, l aggiudicataria comunicherà all Agenzia i nominativi delle persone che intenderà impiegare e che dovranno essere autorizzate ad entrare nei locali dell Agenzia. Tempestiva comunicazione dovrà essere fatta qualora il predetto elenco subisca delle variazioni durante il corso di esecuzione dell appalto. Il personale impiegato nel servizio dovrà firmare all inizio ed al termine del lavoro giornaliero, apposito registro predisposto dall Agenzia sin dall inizio dell appalto ai fini del controllo degli accessi ai locali. Il personale medesimo dovrà essere dotato, durante il servizio, di apposito cartellino indicante le generalità del dipendente e la denominazione dell aggiudicataria, nonché dotato di camici e/o tute da lavoro uniformi Scheda analitica per il servizio di pulizia Stanza tipo Dopo l approvazione del progetto di servizio la società aggiudicataria avrà cura di redigere, in collaborazione con gli Uffici Risorse Materiali di ciascuna delle tre Direzioni Regionali interessate, apposite schede delle prestazioni da affiggere in ogni singolo locale oggetto dell appalto. La Società si impegna a definire apposite schede da apporre in ogni singolo locale oggetto del servizio. Tali schede devono riportare l orario delle prestazioni quotidiane e la data e l orario di tutte le prestazioni di frequenza diversa. A titolo esemplificativo viene allegato un modello di scheda relativa ad una stanza tipo (all. 1E) 14 - SUBENTRO ALLA DITTA CESSANTE Il presente appalto è sottoposto alla osservanza delle norme in materia di cessazione e cambio di appalto previste dalla Contrattazione Collettiva vigente tra le Associazioni Imprenditoriali di categoria e le OO. SS. dei Lavoratori più rappresentative, così come previsto dall art. 4, C.C.N.L. di categoria del 25 maggio Al fine di consentire una opportuna calibratura dell offerta, viene fornita in allegato (all. 1B). l indicazione del numero di ore e del numero di addetti al servizio di pulizia in ogni singolo ufficio. Si precisa che tali dati sono meramente indicativi essendo in esecuzione appalti che prevedono il rispetto di precisi livelli di servizio indipendentemente dal numero di ore prestate e di operai utilizzati. Si specifica ulteriormente che il numero di ore mensili riportato negli allegati 1B si riferisce indicativamente al numero complessivo di ore attualmente impiegate per l espletamento del servizio presso ciascun ufficio OBBLIGHI NEI CONFRONTI DEI DIPENDENTI L aggiudicataria dovrà, assumendo a proprio carico tutti gli oneri relativi, compresi quelli assicurativi e previdenziali, ottemperare nei confronti del personale proprio a tutti gli obblighi, nessuno escluso, derivanti da disposizioni legislative e regolamentari in materia di lavoro e di assicurazioni sociali, ivi inclusi i contratti collettivi di lavoro e gli atti amministrativi. Pagina 7 di 12

8 L aggiudicataria dovrà, altresì, applicare nei confronti dei suddetti soggetti condizioni normative e retributive non inferiori a quelle risultanti dai contratti collettivi di lavoro applicabili alla categoria e nella località in cui si svolgono le prestazioni stesse ed in genere da ogni altro contratto collettivo, successivamente stipulato per la categoria, applicabile nella località, anche nel caso in cui l aggiudicataria non sia aderente alle associazioni stipulanti o receda da queste. L aggiudicataria dovrà, infine, continuare ad applicare i su indicati contratti collettivi anche dopo la loro scadenza e fino al loro rinnovo. L Agenzia, in caso di violazione degli obblighi di cui sopra, si riserva di operare una ritenuta infruttifera pari, nel massimo, al 20% (venti percento) dell importo delle fatture concernenti il periodo in cui l inadempienza è stata accertata. La ritenuta sarà svincolata soltanto dopo che le inadempienze rilevate siano state sanate; in tale ipotesi l aggiudicataria non potrà avanzare alcuna pretesa per il ritardato pagamento. L aggiudicataria dovrà tenere indenne, e dunque risarcire, l Agenzia per ogni eventuale pregiudizio e/o danno che la stessa Agenzia dovesse subire a seguito di qualsiasi azione e/o pretesa proposta o avanzata nei propri confronti da parte di dipendenti dell aggiudicataria SICUREZZA SUL LAVORO E PREVENZIONE INFORTUNI L aggiudicataria dovrà osservare integralmente le disposizioni di cui alla normativa vigente in materia di sicurezza e salute dei lavoratori sul luogo di lavoro, di prevenzione infortuni ed igiene sul lavoro ed in particolare del D.Lgs. 19 settembre 1994 n. 626 così come modificato dal D.Lgs. 19 marzo 1996 n. 242 e s.m.i. e di quelle che dovessero essere emanate nel corso di validità del contratto in quanto applicabili. L aggiudicataria dovrà, inoltre, effettuare congiuntamente al Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione dell Agenzia, apposito sopralluogo nei locali della sede, al fine di prendere atto di eventuali rischi specifici ivi esistenti, in modo tale da adottare le opportune precauzioni e rendere edotti i propri dipendenti. L aggiudicataria dovrà esibire agli Uffici Risorse Materiali e al Responsabile del Servizio di Prevenzione dell Agenzia i seguenti documenti: - il Documento di Valutazione del Rischio redatto ai sensi del D.Lgs. 626/94 e successive modifiche; - il piano di sicurezza specifico per le attività da svolgere nell Agenzia; - il documento di nomina del Responsabile della Sicurezza. L aggiudicataria dovrà, infine, uniformarsi alle procedure di emergenza e di pronto soccorso sanitario in vigore presso la sede ove si svolgeranno le attività contrattuali. L Agenzia ha facoltà di procedere alla risoluzione del contratto di appalto qualora accerti che l aggiudicataria non osservi le norme di cui sopra e i danni derivanti da tale risoluzione saranno interamente a suo carico. Si segnala, ai sensi dell art. 19, comma 1, D.Lgs. 157/95 che le autorità presso le quali i concorrenti possono ottenere informazioni circa gli obblighi in materia di protezione dell impiego sono le ASL di competenza COPERTURA ASSICURATIVA Ferma restando la responsabilità dell aggiudicataria per danni cagionati a cose o persone in relazione all espletamento del servizio in esame, la stessa dovrà provvedere alla copertura assicurativa a garanzia dei rischi di responsabilità civile per sinistri che possano derivare dall esecuzione del servizio presso le sedi dell Agenzia per un importo non inferiore ad ,00 per sinistro, attraverso polizza da consegnare prima della stipula del contratto, pena la revoca dell aggiudicazione DIVISE DA LAVORO Il personale della Società aggiudicataria dovrà indossare tute o grembiuli di lavoro di foggia decorosa recanti un distintivo o un contrassegno che indichi l appartenenza alla stessa e dovrà esibire un tesserino di riconoscimento con la foto e il nominativo del dipendente. Pagina 8 di 12

9 19 - CONDIZIONI E MODALITÀ DI ESECUZIONE DEL SERVIZIO Le attività oggetto dell appalto saranno svolte nei giorni e negli orari di apertura delle sedi dell Agenzia, così come definiti all art. 7 dello schema di contratto e precisati nel progetto di servizio che sarà presentato dalla Società aggiudicataria entro dieci giorni dalla stipula del contratto ed approvato dall Agenzia. Sono a totale carico dell aggiudicataria i materiali e le attrezzature occorrenti per l esecuzione del servizio. E a carico dell Agenzia la fornitura di acqua ed energia elettrica. Tale fornitura avviene nell interesse dell aggiudicataria ed a suo esclusivo rischio, anche nei confronti di terzi. L Agenzia, compatibilmente con le proprie disponibilità potrà mettere a disposizione dell aggiudicataria un locale per il deposito dei materiali e delle attrezzature occorrenti per l esecuzione del presente servizio. L aggiudicataria, nell esecuzione delle opere di pulizia che le vengono affidate dovrà adottare ogni precauzione ed ogni mezzo necessario per evitare danni alle persone ed alle cose, restando a suo carico ogni lavoro necessario a riparare i danni arrecati. L aggiudicataria dovrà provvedere, a propria cura e spese, oltre all assicurazione del personale che eseguirà i lavori, al risarcimento dei danni cagionati dal personale stesso all Agenzia e/o a terzi, ed è tenuta a far rispettare ai suoi dipendenti le disposizioni di ordine interno che dovessero essere emanate dall Agenzia CONTINUITA DEL SERVIZIO Il servizio dovrà essere svolto senza alcuna interruzione per qualsivoglia circostanza, salvo quanto stabilito diversamente dagli Uffici Risorse Materiali. Pertanto, il servizio dovrà essere assicurato anche in caso di eventi eccezionali. In caso di interruzione, l Agenzia provvederà a decurtare immediatamente l importo equivalente al mancato servizio oltre ad applicare le penali secondo quanto di seguito specificato, e fatto salvo qualsiasi maggior danno subito COORDINAMENTO DEL SERVIZIO Il coordinamento ed il controllo dell esecuzione dell appalto sarà effettuato dagli Uffici Risorse Materiali dell Agenzia. Tali attività consistono in: - organizzare il sistema dei controlli sull effettuazione del servizio; - firmare gli attestati di regolare esecuzione del servizio da allegare alle fatture presentate dall aggiudicataria; - presentare, alla data di scadenza del contratto, la relazione sull andamento del servizio; - predisporre i verbali di consegna di cui al punto 21 dello schema di contratto, per l avvio del servizio; - l applicazione delle penali; - il rilascio del certificato di regolare esecuzione; - l istituzione del registro presenze e dei lavori giornalieri; - le ispezioni effettuate direttamente al fine di verificare la qualità del servizio RESPONSABILE DELL AGGIUDICATARIA La Società aggiudicataria dovrà procedere alla individuazione di un Responsabile con il quale gli Uffici Risorse Materiali dovranno anche concordare le modalità, per i relativi controlli, di tutte le prestazioni previste dal Capitolato Tecnico, effettuare le annotazioni delle prestazioni sul registro ogni giorno e che dovrà essere sempre reperibile in sede durante l orario di servizio. Il Responsabile dovrà inoltre essere costantemente reperibile per via telefonica anche oltre l orario di servizio. L aggiudicataria dovrà, altresì, indicare un vice Responsabile che sostituisca il Responsabile in caso di impedimento PROGETTO DI SERVIZIO E REGISTRO DELLE PRESENZE E DELLE PRESTAZIONI Entro dieci giorni dalla stipula del contratto, la Società aggiudicataria dovrà presentare a ciascun Ufficio Risorse Materiali il Progetto di Servizio con l indicazione del numero di addetti Pagina 9 di 12

10 che si intende impiegare per l esecuzione del servizio, specificando le giornate e gli orari in cui saranno effettuate le operazioni di pulizia di ogni singolo locale oggetto dell appalto. Il progetto di servizio dovrà comprendere un numero di ore di lavoro non inferiore nel suo complesso a quanto dichiarato in sede di presentazione dell offerta tecnica. Quando i progetti di servizio relativi ad ogni singola direzione regionale saranno stati approvati, sarà cura del Responsabile dell Ufficio Risorse Materiali verificare che il numero di ore totali non sia inferiore a quanto dichiarato. Il progetto di servizio dovrà indicare dettagliatamente la tempistica di esecuzione delle attività indicate nell allegato 1A. Per ogni singola attività, nel rispetto della periodicità prevista, dovranno essere indicati giorno ed ora di esecuzione della prestazione. Il progetto di servizio dovrà essere approvato dal Responsabile dell Ufficio Risorse Materiali. A titolo esemplificativo, si allega una bozza - non vincolante (all. 1C), del piano che si richiede alla Società aggiudicataria. L Agenzia si riserva la facoltà di richiedere variazioni a suo insindacabile giudizio del piano proposto. Il piano sarà operativo soltanto dopo l accettazione da parte dell Agenzia. Qualora non venisse raggiunto l accordo sul progetto di servizio entro il mese successivo alla stipula del contratto, l Agenzia potrà esercitare il diritto di recesso ai sensi dell art. 25 dello schema di contratto. Entro 10 giorni dall inizio del servizio dovranno essere annotati sul registro, depositato nei locali di portineria, i nominativi delle persone impiegate, le rispettive qualifiche e la presenza oraria per l espletamento del servizio ordinario presso la sede come previsto nel Progetto di Servizio. Ogni variazione deve essere comunicata immediatamente agli uffici Risorse Materiali e riportata immediatamente sul registro. Le persone addette al servizio di pulizia dovranno firmare ad ogni inizio e fine dei turni di lavoro il registro delle presenze che dovrà coincidere con quello dell aggiudicataria che a tale scopo dovrà metterlo a disposizione dell Agenzia a semplice richiesta degli Uffici Risorse Materiali o dei loro incaricati. L Agenzia si riserva la facoltà di fornire al personale della Società aggiudicataria dei passi o, qualora siano installate le apposite apparecchiature, dei badge elettronici, onde consentire l accesso ai locali VIGILANZA E CONTROLLI L esecuzione delle prestazioni oggetto dell appalto si svolgerà sotto il controllo e la vigilanza dei soggetti incaricati dall Agenzia. Per l esecuzione del servizio l aggiudicataria dovrà rispettare la programmazione indicata nel presente Capitolato Tecnico e nel progetto di servizio. Qualora l Agenzia rilevi che i servizi non vengano eseguiti in modo soddisfacente, potrà richiedere la sostituzione o l integrazione del personale impiegato dalla Società aggiudicataria. Ove l aggiudicataria non adempia entro cinque giorni dalla ricezione delle comunicazioni, si applicheranno le disposizioni previste dagli artt. 24 Penali e 25 Recesso dello schema di contratto. Nell esecuzione dei servizi del contratto, la Società aggiudicataria non potrà ricevere ordini se non dalle persone designate dall Agenzia ai sensi del presente articolo. L Agenzia, valutata, nei primi quattro mesi, la qualità del servizio, ha facoltà di risolvere il contratto, a suo insindacabile giudizio, qualora giudichi che lo stesso non sia stato svolto in maniera soddisfacente VERBALI Dopo la stipula del contratto è fatto obbligo ad entrambe le parti di effettuare un sopralluogo congiunto presso le sedi per presa visione dei locali, degli arredi e di tutte le circostanze interessanti per il servizio. Sarà, inoltre, possibile verificare in contraddittorio le superfici indicate in sede di gara. In tali occasioni dovrà essere redatto apposito verbale di consegna. Tale procedura andrà effettuata anche per i locali assegnati successivamente al servizio. Dovrà, inoltre, essere redatto, al termine del servizio, un verbale di riconsegna, nel quale dovranno essere indicati eventuali danni patiti dall Agenzia rilevati nel corso del sopralluogo o Pagina 10 di 12

11 accertati nel corso del servizio e non ancora risarciti PENALI Qualora si verifichino gli inadempimenti di cui al seguente schema, gli Uffici Risorse Materiali promuoveranno la contestazione degli addebiti in contraddittorio con la Società aggiudicataria, sentite le controdeduzioni che dovranno essere fornite dal responsabile della stessa in forma scritta entro e non oltre 5 giorni dalla contestazione. In mancanza di tali controdeduzioni entro il termine stabilito, l Agenzia potrà procedere direttamente all applicazione delle penali di seguito specificate ed all addebito dei danni derivanti dalle inadempienze riscontrate. L Agenzia, atteso il risultato della contestazione, potrà applicare, a decorrere dal giorno in cui si è verificato l inadempimento fino al cessare dello stesso, una penale secondo quanto indicato nel seguente schema. L ammontare delle penali sarà detratto dalle fatture bimestrali. INADEMPIENZA RILEVATA OPERAZIONE DA PARTE DELL AGENZIA PENALI DANNI (SPESE DI RIPRISITINO) A B C D Mancata formulazione entro i 10 giorni previsti del Progetto di Servizio (art.23 del presente capitolato). Mancata o cattiva pulizia di alcuni ambienti Mancata annotazione sul registro delle firme, dell orario di entrata e di uscita dei dipendenti nonché del servizio eseguito. Mancato utilizzo da parte del personale della ditta della tuta di lavoro e del cartellino di identificazione violazione sul registro; invito anche telefonico alla ditta per l immediata formulazione del piano. violazione sul registro; invito anche telefonico alla ditta per l immediata effettuazione del servizio; indicazione sul registro dei tempi di intervento della ditta. Intervento diretto con altra ditta in caso di mancato intervento. Sanzione pecuniaria pari a 250 per ogni giorno di ritardo. 100,00 a servizio igienico in caso di mancata o cattiva pulizia. 50,00 a stanza, in caso di mancata o cattiva pulizia. 300,00 al giorno, in caso di mancata o cattiva pulizia delle altre aree. N.B. Nel caso di immediato intervento, l Agenzia si riserva la facoltà di non applicare la penale come sopra indicata. Nel caso in cui l inadempienza fosse recidiva nello stesso edificio per più di 5 volte in un anno o di 2 volte in un mese l Agenzia potrà chiedere la rescissione del contratto per colpa grave della ditta. violazione sul registro. Sanzione pecuniaria di 75,00 per ogni violazione accertata a discrezione dell Agenzia. violazione sul registro, allontanamento del dipendente dai locali dell Ufficio, invito anche telefonico alla ditta per il reintegro del dipendente. Reintegro di un addetto entro 2 ore dalla segnalazione al Responsabile del Servizio Sanzione pecuniaria di 150,00 Mancato reintegro nella giornata Sanzione pecuniaria 500,00 Qualora il ritardo si protragga oltre 15 gg. si procederà alla risoluzione del contratto. In ogni caso saranno imputati alla ditta eventuali danni conseguenti al mancato utilizzo dei locali per motivi legati alla inadempienza. Saranno, altresì, addebitati alla stessa i costi sostenuti direttamente dall Agenzia per il ricorso ad altra ditta. Saranno altresì addebitati alla ditta eventuali danni conseguenti al mancato utilizzo dei locali, nonché i costi sostenuti direttamente dall Agenzia per la risoluzione del problema. Pagina 11 di 12

12 E F G H I L Condotta non decorosa da parte degli addetti della ditta Mancato rifornimento di materiale di consumo per i servizi igienici (carta igienica, saponi, dispenser, etc.) Mancato o ritardato intervento su esplicita richiesta da parte dell Agenzia nei casi previsti dagli artt. 8 (disinfestazione) del presente capitolato. Mancata o ritardata esecuzione dei lavori descritti nella scheda delle pulizie periodiche. Mancato ritiro e smaltimento dei rifiuti di ogni tipo dagli ambienti. Utilizzo dei prodotti diversi da quelli stabiliti a contratto, non a norma o sprovvisti di apposita scheda informativa. violazione sul registro, allontanamento del dipendente dai locali dell Ufficio, invito anche telefonico alla ditta per il reintegro del dipendente. violazione sul registro; invito anche telefonico alla ditta per l immediata effettuazione del servizio; contatto diretto con altra ditta in caso di mancato intervento violazione sul registro; invito anche telefonico alla ditta per l immediata effettuazione del servizio; contatto diretto con altra ditta in caso di mancato intervento. violazione sul registro; invito anche telefonico alla ditta per l immediata effettuazione del servizio; contatto diretto con altra ditta in caso di mancato intervento. violazione sul registro; invito anche telefonico alla ditta per l immediata effettuazione del servizio; contatto diretto con altra ditta in caso di mancato intervento. violazione sul registro. Reintegro di un addetto entro 2 ore dalla segnalazione al Responsabile del Servizio Sanzione pecuniaria di 150,00 Mancato reintegro nella giornata Sanzione pecuniaria 500,00 Intervento della società entro 2 ore dalla segnalazione al Responsabile del Servizio: importo pari ad 30,00 per ogni contenitore non rifornito Mancato intervento nella giornata: importo pari ad 50,00 per ogni contenitore non rifornito N.B. nel caso in cui l inadempienza si ripeta per più di 5 volte in un anno o di 2 volte in un mese L Agenzia potrà chiedere la risoluzione del Contratto per colpa grave della ditta. Per ritardato intervento penale pari al costo di 15,00 per ogni ora, per ogni addetto. Per mancato intervento penale pari ad 500,00 + costi sostenuti dall Agenzia per ricorrere ad altra ditta. Per ritardato intervento penale pari ad 50,00 al giorno Per mancato intervento penale pari ad 200,00 + costi sostenuti dall Agenzia per ricorrere ad altra ditta. Penale di 100,00 a stanza per ogni giorno di giacenza di rifiuti indifferenziati. sanzione pecuniaria di 1.000,00 Il ripetersi della violazione potrà essere motivo di risoluzione parziale o totale del contratto. Saranno altresì addebitati alla ditta eventuali danni conseguenti al mancato utilizzo dei locali, nonché i costi sostenuti direttamente dall Agenzia per la risoluzione del problema. In ogni caso saranno imputati alla ditta eventuali danni conseguiti al mancato utilizzo dei locali per motivi legati all inadempienza. Saranno altresì addebitati alla ditta i costi eventualmente sostenuti direttamente dall Agenzia per il ricorso ad altra ditta In ogni caso saranno imputati alla ditta eventuali danni per il mancato intervento. In ogni caso saranno imputati alla ditta eventuali danni per il mancato intervento. In ogni caso saranno imputati alla ditta eventuali danni per il mancato intervento, nonché i costi sostenuti direttamente dall Agenzia per il ricorso ad altra ditta. In ogni caso saranno imputati alla ditta eventuali danni provocati a persone e cose, conseguenti derivanti. Gli Uffici Risorse Materiali possono rinunciare all applicazione delle penali e delle sanzioni qualora le controdeduzioni presentate dall aggiudicataria evidenzino l assenza di colpe e responsabilità da parte della stessa. Tuttavia in nessun caso potrà esimersi dall annotare le inadempienze riscontrate sul registro. Qualora la Società si renda responsabile di inadempimenti di cui al precedente schema, con riferimento a più edifici e dopo che siano stati superati i termini per l eliminazione delle inadempienze per le quali la Società abbia ricevuto comunicazione di costituzione in mora con apposito ordine di servizio, l Agenzia avrà facoltà di risolvere il contratto ai sensi dell art c.c. IL DIRETTORE CENTRALE AGGIUNTO Salvatore Di Giugno Pagina 12 di 12

Contratto normativo per l affidamento del servizio di pulizia a ridotto. impatto ambientale delle sedi degli Uffici dell Agenzia delle Entrate

Contratto normativo per l affidamento del servizio di pulizia a ridotto. impatto ambientale delle sedi degli Uffici dell Agenzia delle Entrate Rep. n. Contratto normativo per l affidamento del servizio di pulizia a ridotto impatto ambientale delle sedi degli Uffici dell Agenzia delle Entrate Lotto/Lotti: - Direzioni Regionali di REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Centro di costo Gabinetto CAPITOLATO TECNICO

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Centro di costo Gabinetto CAPITOLATO TECNICO CAPITOLATO TECNICO GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI IN USO AL MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI PRESSO LA SEDE DI VIA VITTORIO VENETO N.

Dettagli

PROVINCIA DI COSENZA

PROVINCIA DI COSENZA PROVINCIA DI COSENZA Settore Politiche Culturali - Pubblica Istruzione Regolamento per la concessione di spazi per l installazione di punti ristoro (bouvette) e/o distributori automatici di bevande ed

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici CAPITOLATO SPECIALE Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ammonta ad. 10250 oltre IVA al

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo. Settore Logistica e fornitori Ufficio Analisi e liquidazioni

Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo. Settore Logistica e fornitori Ufficio Analisi e liquidazioni Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo Settore Logistica e fornitori Ufficio Analisi e liquidazioni SERVIZIO DI FACCHINAGGIO, TRASPORTO E TRASLOCO PER LE SEDI DEGLI UFFICI DI ALCUNE

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLE REGIONI LAZIO E TOSCANA

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLE REGIONI LAZIO E TOSCANA ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLE REGIONI LAZIO E TOSCANA CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 4 DEL SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO E SMALTIMENTO, SECONDO LA NORMATIVA VIGENTE, DEI

Dettagli

COMUNE DI COSTABISSARA PROVINCIA DI VICENZA CAPITOLATO D ONERI

COMUNE DI COSTABISSARA PROVINCIA DI VICENZA CAPITOLATO D ONERI COMUNE DI COSTABISSARA PROVINCIA DI VICENZA CAPITOLATO D ONERI PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO IN AFFITTO D AZIENDA DELLA GESTIONE DEL BAR DI PROPRIETA COMUNALE SITUATO PRESSO IL CENTRO CULTURALE ELISA

Dettagli

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione.

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione. QUADERNO D ONERI PER I SERVIZI DI SORVEGLIANZA ARMATA E DI TELESORVEGLIANZA MEDIANTE COLLEGAMENTO AL SISTEMA D ALLARME DEL MUSEO G. FATTORI PRESSO VILLA MIMBELLI E DELLA STRUTTURA ESPOSITIVA ATTIGUA EX

Dettagli

COMUNE DI CASIER CAPITOLATO D ONERI. per il servizio di noleggio full service di macchine fotocopiatrici digitali per gli Uffici comunali

COMUNE DI CASIER CAPITOLATO D ONERI. per il servizio di noleggio full service di macchine fotocopiatrici digitali per gli Uffici comunali COMUNE DI CAER CAPITOLATO D ONERI per il servizio di noleggio full service di macchine fotocopiatrici digitali per gli Uffici comunali Art. 1 Oggetto dell appalto L appalto ha per oggetto il noleggio full-service

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE CIG 543712162F

CAPITOLATO SPECIALE CIG 543712162F CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA MEDIANTE BUONI PASTO ELETTRONICI IN FAVORE DEI DIPENDENTI DELLE SOCIETÀ DEL GRUPPO SALERNO ENERGIA CIG 543712162F Art. 1 Oggetto

Dettagli

COMUNE DI BELLIZZI AREA AA.GG. UFFICIO SEGRETERIA GENERALE COMUNE DI BELLIZZI PROV. SALERNO

COMUNE DI BELLIZZI AREA AA.GG. UFFICIO SEGRETERIA GENERALE COMUNE DI BELLIZZI PROV. SALERNO COMUNE DI BELLIZZI PROV. SALERNO Allegato B OGGETTO: servizio sostitutivo di mensa mediante buoni pasto. CAPITOLATO SPECIALE. INDICE: Art. 1: OGGETTO Art. 2: IMPORTO DEL SERVIZIO Art. 3 : DURATA DELL APPALTO

Dettagli

COMUNE DI MARCELLINA (Prov. di Roma) CAPITOLATO SPECIALE D APPLATO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI COMUNALI

COMUNE DI MARCELLINA (Prov. di Roma) CAPITOLATO SPECIALE D APPLATO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI COMUNALI COMUNE DI MARCELLINA (Prov. di Roma) CAPITOLATO SPECIALE D APPLATO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI COMUNALI ARTICOLO 1. - OGGETTO DEL SERVIZIO Oggetto del servizio è la pulizia, alle condizioni

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE per l esecuzione del servizio di pulizia degli uffici comunali

CAPITOLATO SPECIALE per l esecuzione del servizio di pulizia degli uffici comunali CAPITOLATO SPECIALE per l esecuzione del servizio di pulizia degli uffici comunali UFFICIO ACQUISTI Via Roma n. 20-20094 CORSICO (MI) tel. 02 4480382 Fax 02 4480381 e-mail: acquisti@comune.corsico.mi.it

Dettagli

FOGLIO CONDIZIONI. C.F. 82005660061 - P.I. 01628780064 - Cap.Soc. 7.000.000,00 i.v.

FOGLIO CONDIZIONI. C.F. 82005660061 - P.I. 01628780064 - Cap.Soc. 7.000.000,00 i.v. FOGLIO CONDIZIONI ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO La scrivente Società intende affidare l incarico per il servizio di carico - trasporto avvio a recupero, presso impianto/i di compostaggio, della frazione

Dettagli

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione.

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione. QUADERNO D ONERI PER I SERVIZI DI SORVEGLIANZA ARMATA E DI TELESORVEGLIANZA MEDIANTE COLLEGAMENTO AL SISTEMA D ALLARME DEL MUSEO G. FATTORI PRESSO VILLA MIMBELLI E DELLA STRUTTURA ESPOSITIVA ATTIGUA EX

Dettagli

SUPERFICIE CONVENZIONALE IN METRI QUADRI DA PULIRE

SUPERFICIE CONVENZIONALE IN METRI QUADRI DA PULIRE CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA STRAORDINARIO DELL EDIFICIO ADIBITO A NUOVA SEDE DEL CONSERVATORIO DI MUSICA DI TRENTO, UBICATO IN VIA S.G. BOSCO SCUOLE EX CRISPI Art. 1 Oggetto

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO Servizio Sanitario Nazionale Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO Il presente Capitolato Speciale ha per

Dettagli

SETTORE POLIZIA MUNICIPALE E AMBIENTE Ufficio Polizia Amministrativa Piazza V. Veneto, 23 Tel. 080/4628300 Fax 080/4681139

SETTORE POLIZIA MUNICIPALE E AMBIENTE Ufficio Polizia Amministrativa Piazza V. Veneto, 23 Tel. 080/4628300 Fax 080/4681139 Comune di Triggiano SETTORE POLIZIA MUNICIPALE E AMBIENTE Ufficio Polizia Amministrativa Piazza V. Veneto, 23 Tel. 080/4628300 Fax 080/4681139 CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANTENIMENTO,

Dettagli

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa COMUNE DI PISA Direzione Finanze e Politiche Tributarie Ufficio Economato-Provveditorato U.O. Provveditorato Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di

Dettagli

CAPITOLATO CONTRATTUALE

CAPITOLATO CONTRATTUALE COMUNE DI PRATO CAPITOLATO CONTRATTUALE SERVIZIO DI NOLEGGIO CON MANUTENZIONE DI MACCHINE FOTOCOPIATRICI PER GLI UFFICI COMUNALI Area Risorse Finanziarie Servizio Patrimonio Amministrativo Via Del Ceppo

Dettagli

CONCESSIONE A TERZI DEL SERVIZIO MATTATOIO D I S C I P L I N A R E S P E C I A L E

CONCESSIONE A TERZI DEL SERVIZIO MATTATOIO D I S C I P L I N A R E S P E C I A L E CONCESSIONE A TERZI DEL SERVIZIO MATTATOIO D I S C I P L I N A R E S P E C I A L E ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L oggetto dell appalto è la concessione dell intero di pubblica macellazione animale alle

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la fornitura del servizio di assistenza domiciliare a favore degli

Dettagli

COMUNE DI LECCO Servizio economato e provveditorato Capitolato speciale d appalto per l affidamento con le modalità previste dal Regolamento comunale per la disciplina delle acquisizioni in economia di

Dettagli

ENTE PARCO DELL'ETNA Via del Convento 45 Nicolosi (CT)

ENTE PARCO DELL'ETNA Via del Convento 45 Nicolosi (CT) ENTE PARCO DELL'ETNA Via del Convento 45 Nicolosi (CT) Capitolato speciale di appalto per l'affidamento del servizio di pulizia dei locali adibiti a sede ed uffici dell'ente Parco. Art. 1 L'appalto ha

Dettagli

SOMMA DISPONIBILE 24.590,16 OLTRE I.V.A. ART. 1) DESCRIZIONE DEL SERVIZIO

SOMMA DISPONIBILE 24.590,16 OLTRE I.V.A. ART. 1) DESCRIZIONE DEL SERVIZIO COMUNE DI PALERMO Area AMMIN ISTRATIVA DELLA R IQUALIF ICAZIONE URBANA E DELLE INFRASTRUTTURE Ufficio Contratti ed Approvvigionamenti Via Roma, 209 90133 Palermo T e l. 0 9 1 7 4 0 3 5 9 2 - m a i l :

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO AFFIDAMENTO SERVIZIO DI PULIZIA PER I LOCALI DELLA SEDE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO AFFIDAMENTO SERVIZIO DI PULIZIA PER I LOCALI DELLA SEDE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMPRENSORIO DI CIVITAVECCHIA CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO AFFIDAMENTO SERVIZIO DI PULIZIA PER I LOCALI DELLA SEDE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

COMUNE DI SESTO ED UNITI

COMUNE DI SESTO ED UNITI COMUNE DI SESTO ED UNITI Provincia di Cremona Gestione RSA Casa Soggiorno Nolli-Pigoli Allegato alla delibera G.C. n. 184 del 27.10.2009 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI

Dettagli

COMUNE DI SAN FELICE A CANCELLO. Provincia di Caserta

COMUNE DI SAN FELICE A CANCELLO. Provincia di Caserta COMUNE DI SAN FELICE A CANCELLO www.comune.sanfeliceacancello.ce.it Provincia di Caserta Settore 1 Affari Generali CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI COMUNALI Pagina 1 di 10 I N D

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE Art. 1 Oggetto della fornitura Art. 2 Importo dell appalto Art. 3 Caratteristiche della fornitura Art. 4 Criteri di aggiudicazione Art. 5 Termini e luoghi

Dettagli

COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo)

COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo) COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo) SCHEMA Concessione in esclusiva, dell uso di spazi pubblicitari su elementi di arredo urbano e segnaletica direzionale privata e pubblica nel territorio

Dettagli

DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITÀ UFFICIO PREVENZIONE E CONTROLLO AMBIENTALE

DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITÀ UFFICIO PREVENZIONE E CONTROLLO AMBIENTALE DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITÀ UFFICIO PREVENZIONE E CONTROLLO AMBIENTALE via Vincenzo Verrastro, 5-85100 POTENZA dirigente: ing. Maria Carmela BRUNO tel. 0971668875,

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI E SCHEMA DI CONTRATTO

CAPITOLATO D ONERI E SCHEMA DI CONTRATTO CAPITOLATO D ONERI E SCHEMA DI CONTRATTO INDIVIDUAZIONE DI UN OPERATORE ECONOMICO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE E DELLA RELATIVA MANUTENZIONE DI UNA FLOTTA DI BICICLETTE A PEDALATA ASSISTITA

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO INCARICO DI ESPLETAMENTO DEGLI ADEMPIMENTI OBBLIGATORI CONNESSI ALLA GESTIONE DEL PERSONALE E DEI COLLABORATORI PER IL PERIODO 1/1/2012-31/12/2013 CIG Z990278489 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ART. 1 -

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI BANDO DI GARA. PER LA REALIZZAZIONE E GESTIONE DEL SERVIZIO BAR-RISTORO NEI LOCALI DELL IPSSCT Sassetti-Peruzzi di Firenze

CAPITOLATO D ONERI BANDO DI GARA. PER LA REALIZZAZIONE E GESTIONE DEL SERVIZIO BAR-RISTORO NEI LOCALI DELL IPSSCT Sassetti-Peruzzi di Firenze CAPITOLATO D ONERI BANDO DI GARA PER LA REALIZZAZIONE E GESTIONE DEL SERVIZIO BAR-RISTORO NEI LOCALI DELL IPSSCT Sassetti-Peruzzi di Firenze Il presente capitolato d oneri disciplina la concessione d uso

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI RESOCONTAZIONE MEDIANTE STENOTIPIA DELLE RIUNIONI DEGLI ORGANI ISTITUZIONALI DEL CONSIGLIO REGIONALE

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI RESOCONTAZIONE MEDIANTE STENOTIPIA DELLE RIUNIONI DEGLI ORGANI ISTITUZIONALI DEL CONSIGLIO REGIONALE CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO VIII LEGISLATURA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI RESOCONTAZIONE MEDIANTE STENOTIPIA DELLE RIUNIONI DEGLI ORGANI ISTITUZIONALI DEL CONSIGLIO REGIONALE Art.

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO TRA

SCHEMA DI CONTRATTO TRA SCHEMA DI CONTRATTO Repertorio n. del REGIONE PUGLIA Contratto relativo ai Servizi di assistenza tecnica e supporto alle attività, connesse all'applicazione dei Regolamenti (CE) 1083/2006 e 1828/06, dell'autorità

Dettagli

Fluorite di Silius S.p.A. In liquidazione SISTEMA DI GESTIONE SICUREZZA. Disciplinare tecnico Allegato 3

Fluorite di Silius S.p.A. In liquidazione SISTEMA DI GESTIONE SICUREZZA. Disciplinare tecnico Allegato 3 Servizio di fornitura, controllo, di verifica, manutenzione, degli autorespiratori di emergenza e ricarica bombole della Fluorite di Silius SpA, per un anno con opzione di rinnovo per un ulteriore anno.

Dettagli

Prot. n. 7317/A35h Dalmine, 4 novembre 2015

Prot. n. 7317/A35h Dalmine, 4 novembre 2015 Prot. n. 7317/A35h Dalmine, 4 novembre 2015 Al Sito Web della scuola All Albo dell Istituto A tutti gli interessati Pubblicato sul sito il 04/11/2015 OGGETTO: Avviso pubblico per il reclutamento del Medico

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO PULIZIA UFFICI COMUNITARI

CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO PULIZIA UFFICI COMUNITARI CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO PULIZIA UFFICI COMUNITARI ART. 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO Il servizio riguarda la pulizia: A)-degli uffici comunitari ubicati a Tirano in Via Maurizio Quadrio, tutti dotati

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO DI RECUPERO E/O SMALTIMENTO RIFIUTI INGOMBRANTI, RUP ED ALTRI RIFIUTI SPECIALI, DERIVANTI DA RACCOLTA DIFFERENZIATA NEL COMUNE DI CARDITO PER LA DURATA DI ANNI 1. CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI Capitolato speciale d Appalto per il servizio di manutenzione da effettuarsi mediante somministrazione - di tutti gli estintori

Dettagli

CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL LIDO - PISCINA COMUNALE DI SUNA

CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL LIDO - PISCINA COMUNALE DI SUNA CITTÀ DI VERBANIA Provincia del Verbano Cusio Ossola CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL LIDO - PISCINA COMUNALE DI SUNA CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL LIDO PISCINA COMUNALE

Dettagli

Servizio di stenotipia Servizio di resocontazione mediante stenotipia delle riunioni degli organi istituzionali dell Assemblea legislativa regionale

Servizio di stenotipia Servizio di resocontazione mediante stenotipia delle riunioni degli organi istituzionali dell Assemblea legislativa regionale Servizio di resocontazione mediante stenotipia delle riunioni degli organi istituzionali dell Assemblea legislativa regionale Capitolato speciale d appalto Versione: Definitiva Data: 28 luglio 2011 Numero

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN SALVATORE PESARO CAPITOLATO SPECIALE PER L ACQUISIZIONE DI ATTREZZATURE SANITARIE VARIE

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN SALVATORE PESARO CAPITOLATO SPECIALE PER L ACQUISIZIONE DI ATTREZZATURE SANITARIE VARIE AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN SALVATORE PESARO CAPITOLATO SPECIALE PER L ACQUISIZIONE DI ATTREZZATURE SANITARIE VARIE Art.1 OGGETTO DELLA FORNITURA Il presente Capitolato Speciale ha come oggetto la

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-7-2005 al 31-12-2006

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-7-2005 al 31-12-2006 COMUNE DI CREMONA Settore Economato CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA Dal 1-7-2005 al 31-12-2006 INDICE 1 ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI COMUNALI ED EVENTUALE SERVIZIO DI FACCHINAGGIO PER MESI 12

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI COMUNALI ED EVENTUALE SERVIZIO DI FACCHINAGGIO PER MESI 12 CITTA DI MELEGNANO Provincia di Milano SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI COMUNALI ED EVENTUALE SERVIZIO DI FACCHINAGGIO PER MESI 12 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Melegnano lì, gennaio 2012 TITOLO I OGGETTO

Dettagli

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI ART.1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto del presente documento sono le clausole amministrative relative al contratto di appalto per la fornitura di prodotti alimentari surgelati per le esigenze delle mense

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE DEL COMMISSARIATO E DEI SERVIZI GENERALI SECONDO REPARTO- SESTA DIVISIONE

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE DEL COMMISSARIATO E DEI SERVIZI GENERALI SECONDO REPARTO- SESTA DIVISIONE MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE DEL COMMISSARIATO E DEI SERVIZI GENERALI SECONDO REPARTO- SESTA DIVISIONE CONDIZIONI TECNICHE PER IL SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI

Dettagli

La Società con sede e domicilio fiscale in rappresentata da in qualità di, di seguito identificata come Fornitore da una parte

La Società con sede e domicilio fiscale in rappresentata da in qualità di, di seguito identificata come Fornitore da una parte CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PRELIEVO, CARICO, TRASPORTO IN REGIME ADR (SE PREVISTO DALLE NORME), CONFERIMENTO AD IMPIANTO AUTORIZZATO PER RECUPERO E/O SMALTIMENTO DEI RIFIUTI PRODOTTI PRESSO

Dettagli

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 INDICE Art. 1 - Ambito di applicazione e principi generali Art. 2 - Decorrenza e durata del

Dettagli

Sede legale: Località Torrevecchia 87100 Cosenza - tel. 0984/308011 fax 0984/482332 aziendatrasporticosenza@tin.it web: www.amaco.

Sede legale: Località Torrevecchia 87100 Cosenza - tel. 0984/308011 fax 0984/482332 aziendatrasporticosenza@tin.it web: www.amaco. GARA PER LA FORNITURA DI GASOLIO PER AUTOTRAZIONE C.I.G. 6489807627 CAPITOLATO SPECIALE IL Responsabile Unico del Procedimento Ing. Gianfranco Marcelli pag. 1 di 8 Cap. soc. 2.600.000,00 i.v. socio unico:

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA LOCALI EMEROTECA DI VIA DEL TORO

CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA LOCALI EMEROTECA DI VIA DEL TORO (capitolato emeroteca via del toro) CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA LOCALI EMEROTECA DI VIA DEL TORO Art. 1 - Oggetto dell appalto Il presente appalto ha per oggetto lo svolgimento

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI)

SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI) SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI) Tra il Comune di RHO (di seguito, Comune ), in persona

Dettagli

PROVINCIA DI BENEVENTO

PROVINCIA DI BENEVENTO PROVINCIA DI BENEVENTO CAPITOLATO SPECIALE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA PISTA CICLABILE DI C.DA ACQUAFREDDA ART. 1 - OGGETTO DELLA CONCESSIONE La concessione ha per oggetto la gestione della

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO. Art.1 OGGETTO DELL APPALTO. Art.2 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DELL APPALTO

CAPITOLATO TECNICO. Art.1 OGGETTO DELL APPALTO. Art.2 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DELL APPALTO U.O.C. Acquisti Attrezzature e Beni Sanitari CAPITOLATO TECNICO Servizio di produzione, gestione, distribuzione dei documenti e degli stampati in uso presso l Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SEVIZIO DI GESTIONE, CONTROLLO E REVISIONE DEGLI ESTINTORI NEGLI IMMOBILI COMUNALI. Via Libertà n 74 C.F. 00337180905 Tel. 0789612911-13 pasquale.caboni@tiscali.it 1 ARTICOLO

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO

AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO Imposta di bollo assolta in maniera virtuale. Aut. n. 123039 del 13/10/2011 Agenzia Entrate Direzione Provinciale di Verona AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO

Dettagli

COMUNE DI VALPELLINE

COMUNE DI VALPELLINE COMUNE DI VALPELLINE c/o Municipio: Loc. Les Prailles, 7 11010 Valpelline (AO) - Tel. 0165/73227 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFITTO LOCALI DEL BAR RISTORANTE DI PROPRIETÀ COMUNALE, SITO IN FRAZ. LES PRAILLES

Dettagli

COMUNE DI CREMONA. Settore Economato

COMUNE DI CREMONA. Settore Economato Allegato A) COMUNE DI CREMONA Settore Economato Capitolato speciale d oneri relativo a: FORNITURA CON CONSEGNE RIPARTITE DI CARTA NATURALE E RICICLATA PER LE FOTOCOPIATRICI DEGLI UFFICI COMUNALI ANNO 2014

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI LEASING OPERATIVO ED ASSISTENZA TECNICA MACCHINE FOTOCOPIATRICI E STAMPANTI MONOCROMATICHE/COLORI E MULTIFUNZIONI PORTATILI

CAPITOLATO SPECIALE DI LEASING OPERATIVO ED ASSISTENZA TECNICA MACCHINE FOTOCOPIATRICI E STAMPANTI MONOCROMATICHE/COLORI E MULTIFUNZIONI PORTATILI CAPITOLATO SPECIALE DI LEASING OPERATIVO ED ASSISTENZA TECNICA MACCHINE FOTOCOPIATRICI E STAMPANTI MONOCROMATICHE/COLORI E MULTIFUNZIONI PORTATILI Art. 1 Oggetto dell appalto...1 Art. 2 Caratteristiche

Dettagli

COMUNE DI PONTE SAN PIETRO Piazza Libertà n. 1 24036 Ponte San Pietro (Bg) tel. n. 035 6228411 Rep. atti n. 2497

COMUNE DI PONTE SAN PIETRO Piazza Libertà n. 1 24036 Ponte San Pietro (Bg) tel. n. 035 6228411 Rep. atti n. 2497 COMUNE DI PONTE SAN PIETRO Piazza Libertà n. 1 24036 Ponte San Pietro (Bg) tel. n. 035 6228411 Rep. atti n. 2497 CONTRATTO D APPALTO IN MODALITA ELETTRONICA: SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI E DEI LOCALI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-5-2007 al 31-12-2008

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-5-2007 al 31-12-2008 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA Dal 1-5-2007 al 31-12-2008 INDICE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO ART. 2 CONDIZIONI DI ESECUZIONE ART.

Dettagli

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N. 181 NONCHÉ PER IL SERVIZIO DI STOCCAGGIO E CUSTODIA DEGLI

Dettagli

REGIONE PIEMONTE AZIENDA OSPEDALIERA. SS. ANTONIO E BIAGIO - C. ARRIGO di ALESSANDRIA CONVENZIONE PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ANIMAZIONE

REGIONE PIEMONTE AZIENDA OSPEDALIERA. SS. ANTONIO E BIAGIO - C. ARRIGO di ALESSANDRIA CONVENZIONE PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ANIMAZIONE REGIONE PIEMONTE AZIENDA OSPEDALIERA SS. ANTONIO E BIAGIO - C. ARRIGO di ALESSANDRIA CONVENZIONE PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ANIMAZIONE NELL AREA BIMBI PRESSO IL PRESIDIO OSPEDALIERO SS. ANTO- NIO

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTAL ALLEGATO 4 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 3 DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO

Dettagli

ALLEGATO A/4 (DESCRIZIONE OPERAZIONI DI FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO)

ALLEGATO A/4 (DESCRIZIONE OPERAZIONI DI FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO) PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PULIZIA, DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE, PORTIERATO, FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO, PER UFFICI E SERVIZI PROVINCIALI CIG: 4178959A0D ALLEGATO A/4

Dettagli

SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZAASSICURATIVA (BROKERAGGIOASSICURATIVO) CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO

SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZAASSICURATIVA (BROKERAGGIOASSICURATIVO) CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO Provincia Regionale di Catania Ufficio Provveditorato-Economato (codice fiscale 00397470873) SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZAASSICURATIVA (BROKERAGGIOASSICURATIVO) CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO ART.

Dettagli

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA DI GAS NATURALE E DEI SERVIZI CONNESSI

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA DI GAS NATURALE E DEI SERVIZI CONNESSI ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA DI GAS NATURALE E DEI SERVIZI CONNESSI INDICE: 1. DEFINIZIONI... 3 2. OGGETTO DELL APPALTO... 4 3. CONSUMI STIMATI DI GAS NATURALE... 4 4. ATTIVAZIONE DELLA

Dettagli

Capitolato speciale d oneri relativo a FORNITURA CON CONSEGNE RIPARTITE DI DETERSIVI E PRODOTTI PER LA PULIZIA. Anno 2015

Capitolato speciale d oneri relativo a FORNITURA CON CONSEGNE RIPARTITE DI DETERSIVI E PRODOTTI PER LA PULIZIA. Anno 2015 Capitolato speciale d oneri relativo a FORNITURA CON CONSEGNE RIPARTITE DI DETERSIVI E PRODOTTI PER LA PULIZIA Anno 2015 1 INDICE ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART. 6 ART. 7 ART. 8 ART. 9 ART. 10

Dettagli

ALLEGATO 1. Affidamento del servizio di smaltimento rifiuti CIG [ZF811840FE] Capitolato tecnico

ALLEGATO 1. Affidamento del servizio di smaltimento rifiuti CIG [ZF811840FE] Capitolato tecnico ALLEGATO 1 Affidamento del servizio di smaltimento rifiuti CIG [ZF811840FE] Capitolato tecnico Art. 1 (Ambito applicativo) Il presente documento ha valore di disciplina generale ed è a corredo dell offerta

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Via V. Bachelet, 12 tel. 06 49249201 fax 06 49249300

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Via V. Bachelet, 12 tel. 06 49249201 fax 06 49249300 Allegato al decreto del Segretario Generale n. del AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Via V. Bachelet, 12 tel. 06 49249201 fax 06 49249300 COTTIMO FIDUCIARIO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE DEI CENTRI DI AGGREGAZIONE PER BAMBINI, BAMBINE E ADDOLESCENTI AQUILONE. Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO

CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE DEI CENTRI DI AGGREGAZIONE PER BAMBINI, BAMBINE E ADDOLESCENTI AQUILONE. Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE DEI CENTRI DI AGGREGAZIONE PER BAMBINI, BAMBINE E ADDOLESCENTI AQUILONE Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO Il presente capitolato ha per oggetto l affidamento alla Società

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO UFFICIOFINANZIARIO Via A. Gramsci,17 Fax. 0881.814583 Tel. 0881.814531 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SERVIZIO DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI BAGNI PUBBLICI DI PER- TINENZA COMUNALE SITO NEL SANTUARIO INCORONATA

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA Rep. n. CONTRATTO DI APPALTO del servizio quinquennale di assicurazione globale fabbricati relativamente agli immobili gestiti

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA CASA DI RIPOSO EX ONPI. ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA CASA DI RIPOSO EX ONPI. ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO III Settore Servizi alla Persona Dirigente: dott. Maurizio Durante CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA CASA DI RIPOSO EX ONPI. ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Il

Dettagli

CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010

CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010 Allegato 1 CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010 ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento da parte

Dettagli

C:\temp\Regolamento.doc. Residenze Universitarie Alberti ANNO ACCADEMICO 2009/2010 REGOLAMENTO

C:\temp\Regolamento.doc. Residenze Universitarie Alberti ANNO ACCADEMICO 2009/2010 REGOLAMENTO Residenze Universitarie Alberti ANNO ACCADEMICO 2009/2010 REGOLAMENTO 1 Indice NORME GENERALI ASSEGNAZIONE E REVOCA DEL POSTO ALLOGGIO 3 Art. 1. Regole di comportamento in collettività 3 Art. 2. Presa

Dettagli

SUTURATRICI MECCANICHE PER CHIRURGIA APERTA E SERVIZI CONNESSI PER LE AZIENDE DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE DI CUI ALL ART.

SUTURATRICI MECCANICHE PER CHIRURGIA APERTA E SERVIZI CONNESSI PER LE AZIENDE DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE DI CUI ALL ART. GARA EUROPEA PER LA FORNITURA DI SUTURATRICI MECCANICHE PER CHIRURGIA APERTA E SERVIZI CONNESSI PER LE AZIENDE DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE DI CUI ALL ART. 3 COMMA 1 lettera a) L.R. 19/2007 CAPITOLATO

Dettagli

CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO DI MAGAZZINAGGIO, STOCCAGGIO, CONFEZIONAMENTO E CONSEGNA METERIALE INFORMATIVO DI TORINO E PROVINCIA

CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO DI MAGAZZINAGGIO, STOCCAGGIO, CONFEZIONAMENTO E CONSEGNA METERIALE INFORMATIVO DI TORINO E PROVINCIA CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO DI MAGAZZINAGGIO, STOCCAGGIO, CONFEZIONAMENTO E CONSEGNA METERIALE INFORMATIVO DI TORINO E PROVINCIA Premesso che - in data 23/05/2011 è stato approvato il Regolamento

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi Art. 2 Ammontare complessivo del contratto, durata dei servizi e vincoli per il Comune

CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi Art. 2 Ammontare complessivo del contratto, durata dei servizi e vincoli per il Comune CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi Il presente Capitolato tecnico disciplina l esecuzione dei servizi postali per la corrispondenza del Comune di Città di Castello comprendente il ritiro e la

Dettagli

S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A

S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A Allegato 5 DISCIPLINARE DI INCARICO PROFESSIONALE DI COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE DEI LAVORI EX D.LGS. 81/2008 E S.M.I. PER LE OPERE DI RIORDINO

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA CAPITOLATO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA LOCALI ADIBITI A SEDE DEGLI UFFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. Art. 1 ( OGGETTO DELL APPALTO E ARTICOLAZIONI DEL SERVIZIO)

Dettagli

Art. 1 Oggetto e durata dell affidamento

Art. 1 Oggetto e durata dell affidamento COMUNE DI VILLAFRANCA IN LUNIGIANA Provincia di Massa Carrara All. 1) CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASILO NIDO COMUNALE Art. 1 Oggetto e durata dell affidamento

Dettagli

C O M U N E D I P I A N O R O

C O M U N E D I P I A N O R O CAPITOLATO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA PER ALUNNI DISABILI Art. 1 - Oggetto e modalità di svolgimento del servizio Oggetto del presente capitolato è la gestione delle attività di

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR. ALLEGATO 1 PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR. Pag. 1/7 PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO

Dettagli

OPERA PIA PUBBLICA ASSISTENZA 05100 TERNI P.zza S. Pietro, 4 Tel. E Fax 0744 428150 421403 e-mail oppaterni@libero.it

OPERA PIA PUBBLICA ASSISTENZA 05100 TERNI P.zza S. Pietro, 4 Tel. E Fax 0744 428150 421403 e-mail oppaterni@libero.it OPERA PIA PUBBLICA ASSISTENZA 05100 TERNI P.zza S. Pietro, 4 Tel. E Fax 0744 428150 421403 e-mail oppaterni@libero.it www.oppaterni.com P.IVA 00526840558 cod. fisc. 80000070559 CAPITOLATO TECNICO Art.

Dettagli

A.S.L. 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER OPERE DI FALEGNAME - VETRAIO - FABBRO ANNO 2007

A.S.L. 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER OPERE DI FALEGNAME - VETRAIO - FABBRO ANNO 2007 A.S.L. 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER OPERE DI FALEGNAME - VETRAIO - FABBRO ANNO 2007 1 Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento della manutenzione ordinaria, programmata

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI FORNITURE, DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI FORNITURE, DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA Art.1 Oggetto Il presente regolamento, adottato ai sensi dell art. 6 del Regolamento per l amministrazione e la contabilità disciplina l acquisizione di forniture e servizi in economia del Consorzio Interuniversitario

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA

SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA Allegato D SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA CIG 0456191CB5 Agenzia Italiana del Farmaco 1 Agenzia

Dettagli

OGGETTO: Appalto per il servizio di pulizia della sede municipale, degli uffici del Giudice di pace e della biblioteca comunale.

OGGETTO: Appalto per il servizio di pulizia della sede municipale, degli uffici del Giudice di pace e della biblioteca comunale. COMUNE DI CIVITACAMPOMARANO (Provincia di Campobasso) c.a.p. 86030 - Piazza Municipio, 13 - tel. 0874/ 748103-748133 - fax 0874/ 748335 P. IVA e codice fiscale 00067590703 - INTERNET www.comune.civitacampomarano.cb.it

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA MANUTENZIONE PROGRAMMATA E STRAORDINARIA DEGLI AUTOMEZZI SOCIETARI ART.1 OGGETTO ART.2 - MANUTENZIONE PROGRAMMATA

CAPITOLATO SPECIALE PER LA MANUTENZIONE PROGRAMMATA E STRAORDINARIA DEGLI AUTOMEZZI SOCIETARI ART.1 OGGETTO ART.2 - MANUTENZIONE PROGRAMMATA CAPITOLATO SPECIALE PER LA MANUTENZIONE PROGRAMMATA E STRAORDINARIA DEGLI AUTOMEZZI SOCIETARI ART.1 OGGETTO L appalto ha per oggetto l affidamento del servizio di manutenzione programmata e straordinaria

Dettagli

COMUNE DI SEGARIU Provincia del Medio Campidano Via Municipio 11- Telefono 070/9303923 Telefax 070/9302306 Servizi Finanziari

COMUNE DI SEGARIU Provincia del Medio Campidano Via Municipio 11- Telefono 070/9303923 Telefax 070/9302306 Servizi Finanziari 1 COMUNE DI SEGARIU Provincia del Medio Campidano Via Municipio 11- Telefono 070/9303923 Telefax 070/9302306 Servizi Finanziari DISCIPLINALE PER L AFFIDAMENTO IN LOCAZIONE DI UN CAPANNONE PER ESSERE ADIBITO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Affidamento del servizio di noleggio di macchine fotocopiatrici per la Fondazione Teatro di San Carlo. CIG: 641196266D PREMESSA La Fondazione Teatro di San Carlo intende affidare

Dettagli

TEL - FAX 081-814.39.55 - E-Mail: ambitoc7@gmail.com CENTRO ANTIVIOLENZA DIALOGANDO CUP G84H1500072000 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

TEL - FAX 081-814.39.55 - E-Mail: ambitoc7@gmail.com CENTRO ANTIVIOLENZA DIALOGANDO CUP G84H1500072000 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO CENTRO ANTIVIOLENZA DIALOGANDO L.R. N. 2 DEL 11/02/2011 MISURE DI PREVENZIONE E DI CONTRASTO ALLA VIOLENZA DI GENERE CUP G84H1500072000 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Articolo

Dettagli

DISCIPLINARE DI FORNITURA DEL SERVIZIO DI STAMPA DI LOCANDINE E MANIFESTI PER PROMOZIONE EVENTI FINALI NELL AMBITO DEL PROGETTO ALP CAMPUS GIOVANI

DISCIPLINARE DI FORNITURA DEL SERVIZIO DI STAMPA DI LOCANDINE E MANIFESTI PER PROMOZIONE EVENTI FINALI NELL AMBITO DEL PROGETTO ALP CAMPUS GIOVANI DISCIPLINARE DI FORNITURA DEL SERVIZIO DI STAMPA DI LOCANDINE E MANIFESTI PER PROMOZIONE EVENTI FINALI NELL AMBITO DEL PROGETTO ALP CAMPUS GIOVANI FINANZIATO DALL U.P.I. ALL INTERNO DEL PROGRAMMA AZIONE

Dettagli

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI (Provincia di Napoli)

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI (Provincia di Napoli) CIG: ZEA1783F9C COMUNE DI MELITO DI NAPOLI (Provincia di Napoli) ENTE CAPOFILA AMBITO TERRITORIALE N 16 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SUPPORTO AI SERVIZI SOCIALI PROFESSIONALI

Dettagli

CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO PULIZIA/CUSTODIA DELLA PALESTRA TREPALLE

CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO PULIZIA/CUSTODIA DELLA PALESTRA TREPALLE CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO PULIZIA/CUSTODIA DELLA PALESTRA TREPALLE TRA lo Sporting Club Livigno, A.S.D. (C.F/P.IVA. N. 92007190140) con sede in Livigno, in Plazal Dali Schola n. 25, nella

Dettagli