Nascere secondo natura

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Nascere secondo natura"

Transcript

1 Nascere secondo natura Nel canton Zurigo quasi un bambino su due nasce di parto cesareo, e il ricorso a questa operazione, in Svizzera ma non solo, aumenta ogni anno; tant è che anche l OMS lancia l allarme: ben vengano gli interventi medici quando necessari, ma evitiamo gli interventi inutili e anche potenzialmente dannosi. La primavera scorsa siamo stati in visita alla comunità degli Elfi sugli Appennini Toscani. Circa duecento persone che da trent anni vivono in autarchia in villaggi e casolari abbandonati sui monti che sovrastano Pistoia. Dal bosco spuntano due biondi marmocchi, piedi nudi, un legno in mano, neri di terra fin sopra i capelli: da quando son nati scorrazzano liberi nella natura ricevendo la necessaria istruzione nella scuola organizzata dagli stessi membri della comunità; niente asfalto, niente tecnologia, nemmeno corrente elettrica, niente proprietà privata. A mezz ora di cammino una sterrata che porta al piano. Lui è nato sotto quell albero, ci dice il padre indicando un grosso faggio su un terrazzo d erba, La sorellina sotto la doccia, cioè una torcia piazzata sotto il cielo che dispensa un acqua non crediamo bollente: Mia moglie è uscita per lavarsi ed è rientrata con la bimba in braccio. Madre che ci raggiunge poco dopo, con il pancione della sua terza gravidanza. Un bell incontro ma quell interrogativo di fondo quasi inevitabile per noi avezzi a un altra civiltà: E se qualcosa fosse andato storto?. Un interrogativo che ritorna spesso in una società che ha fatto della sicurezza uno dei punti cardini del vivere, un interrogativo che ha portato alla crescente medicalizzazione del parto. Un interrogativo che ha la sua ragione d essere: oggigiorno nei paesi ricchi una donna su settemilatrecento muore per complicazioni legate al parto, contro una donna su settantacinque nei paesi Uno studio ha dimostrato che in assenza di stress è necessario ricorrere al cesareo unicamente nell 1% dei casi. Foto: Inferis - Flickr.com poveri dove vi è carenza di strutture sanitarie. Di queste il 20% è vittima di malattie contratte prima della gravidanza ma l 80% di complicazioni durante il parto alle quali nei paesi ricchi si fa fronte con facilità. Queste cifre evidenziano gli effetti nefasti di una mancata ridistribuzione delle risorse che implicherebbe non solo l elargizione di cure nei paesi poveri, ma anche il loro contingentamento nei paesi industrializzati, come annota anche l Organizzazione mondiale della Sanità (OMS) evidenziando che Da una parte vi è possibilità di effettuare cesarei in situazioni inutili, dall altra vi è carenza di mezzi laddove sarebbero necessari. In Svizzera, le statistiche del 2007 hanno mostrato un crescente ricorso all operazione cesarea, che nel 1997 riguardava il 22% delle nascite e oggi è lievitata al 32 % con marcate differenze tra gli ambienti urbani, Zurigo 45 %, e quelli periferici come il Giura 19 %. D altronde, veloce e redditizia, programmabile, indolore, l operazione cesarea sembra aderire perfettamente alle esigenze della società di oggi. Anch essa non è però scevra di pericoli e controindicazioni. L OMS ritiene che una percentuale che va dal 12% al 20% di cesarei sul totale delle nascite sia una proporzione accettabile per un paese, annotando come un inutile ricorso ad esso possa essere considerato una pratica medica pericolosa e una violazione dei diritti umani. Tra il 1965 e il 1985 il primario Rockenschaub della Ignaz-Semmelweils-Klinik di Vienna sperimentò gli effetti della riduzione dello stress su partorienti (parto naturale, in condizione di calma e intimità) giungendo a considerare realistico un tasso di ricorso al cesareo dell 1%. Cindy Fogliani 5

2 Nascita Lotus I sostenitori del Lotus Birth lo definiscono il modo più dolce e rispettoso per entrare nella vita. Si tratta di una procedura di nascita in cui il cordone ombelicale non viene reciso e il neonato resta collegato alla sua placenta. Pochi giorni dopo la nascita il cordone si separa in modo naturale dal bambino lasciando un ombelico perfetto. Oggigiorno in Ticino saranno una decina le madri che hanno optato per un parto Lotus, che viene praticato su richiesta nei reparti maternità di Locarno, Lugano e Mendrisio. Secondo l Associazione italiana Lotus Birth, il contatto prolungato con la placenta permette al bambino di ricevere tutto il sangue placentare che la natura ha previsto per la costituzione del sistema immunitario. Esso permette inoltre al bambino di separarsi dal corpo della madre dolcemente e gradualmente e di rispettare il secondamento, ovvero la fase di nascita della placenta, per un parto che il personale sanitario stesso riconosce spesso permeato da una inusuale serenità. Dal lato pratico, secondo l Associazione Lotus Birth, convivere con la placenta attaccata al figlio è molto più semplice di quanto si possa pensare. Ad esempio, non avendo creato tagli al cordone ombelicale il bambino non necessita di medicazioni ed è maggiormente protetto dalle infezioni. Col trascorrere dei giorni la placenta e il cordone ombelicale, previamente ripuliti dai grumi del sangue, seccano gradualmente per poi staccarsi. La loro presenza non impedisce di fare il bagnetto al bambino e di trasportarlo, avendo cura di spostare con lui la placenta che è tenuta solitamente in una federa in tela. Questa nascita dolce allevia lo stress a bambini e genitori con miglioramenti considerevoli in armonia fisica e stabilità metabolica, ed è oltremodo di sostegno in caso di parto cesareo o prematuro. Nati senza camicia Incontro con Willi Maurer, autore di numerose pubblicazioni inerenti i comportamenti all atto della nascita. Di queste sono state tradotte in italiano La prima ferita e Il senso di appartenenza. Willi Maurer. Oggigorno si assiste a una crescente medicalizzazione del parto. Quali sono gli effetti negativi di questa tendenza? Oggi abbiamo dimenticato che la nascita è una cosa intima, e come tale va vissuta. Le interferenze esterne, i monitoraggi, il viavai della sala parto mettono la madre in condizione di stress e nell impossibilità di essere a contatto con le proprie emozioni e il proprio istinto. Questo è gravissimo perché priva madre e nascituro di un processo che può avvenire unicamente nei preziosissimi attimi che seguono la venuta al mondo: l imprinting. L imprinting ha luogo unicamente quando i corpi di madre e bambino appena nato restano in contatto nella calma. Se tutto avviene secondo natura questo è un momento preziosissimo in cui si libera l ossitocina, non a caso chiamato l ormone dell amore. Ciò crea un campo di comprensione reciproca tra madre e bambino. Se questo non avviene, come purtroppo capita frequentemente, il bambino subirà un primo grosso dolore, manifestato con un infinito, disperato pianto, un senso di frustrazione e di impotenza che imprimerà in lui quella che chiamo la prima ferita, perché già dai primissimi momenti di vita viene privato del suo più grande bisogno, che è la vicinanza con il corpo della madre. Alla madre mancherà invece la condizione necessaria per accogliere il figlio in ogni sua esigenza senza mai percepirlo come un peso. Questi sono aspetti che oggigiorno la scienza non considera nel campo umano ma ha già osservato in quello animale. Nel caso delle pecore è ad esempio risaputo che un parto cesareo porta al non riconoscimento del proprio agnello da parte della madre. Si è anche osservato che si innesca un circolo vizioso. La pecora che non ha vissuto l imprinting quando è nata, non ha sviluppato il proprio senso materno e rifiuterà a sua volta il proprio agnellino quando questo verrà al mondo. Purtroppo è quanto è successo anche a noi umani che adottando per generazioni comportamenti innaturali durante e dopo il parto abbiamo perso il contatto con la nostra innata saggezza. Come è possibile recuperarla? Il precoce distacco dalla madre crea una profonda e dolorosa ferita che ci accompagna per tutta la vita. Questa sarà particolarmente toccata nel momento in cui la nascita di nostro figlio ci farà indirettamente rivivere la nostra, con le sue privazioni. L evento è dunque il momento privilegiato per rielaborare il nostro dolore 6

3 «Il padre che non vive l imprinting, e che ne è stato privato a sua volta, spesso sviluppa un senso di competizione verso il bambino». I primi contatti tra madre e bimbo sono basilari per la costruzione di un rapporto intimo di amore e fiducia. Foto Japeye - Flickr.com È possibile partorire in modo naturale anche in ospedale o è meglio farlo in casa? Ambedue gli ambienti vanno bene, è la madre che deve scegliere senvivendo l imprinting con nostro figlio. Un imprinting vissuto in modo intimo, consapevole senza stress e interferenze rappresenta una finestra che si apre sulla nostra ferita e ci consente di riviverla riempiendoci nel contempo di un senso di pienezza e amore che è lo stato naturale in cui dovrebbero trovarsi bebé e genitori, grazie anche alla naturale secrezione ormonale. A questo proposito vorrei raccontare un aneddoto. Una giovane coppia che un anno fa è stata ad una delle mie conferenze, mi avvicina in un parco e mi mostra la testolina del suo bebé che sbuca dalla giacca dicendomi: Era proprio così come hai detto: abbiamo pianto per una settimana, ma è stato bellissimo. Vedendo il mio stupore (avevo semplicemente suggerito di non reprimere le emozioni che potevano emergere in tale circostanza), mi hanno spiegato di essersi presi il tempo e la calma per vivere il momento dell imprinting ciò che ha risvegliato in loro ferite dolorose perché tutti e due erano stati messi in incubatrice. Da soli hanno rielaborato il trauma lasciando posto all amore incondizionato. L imprinting riguarda dunque anche il padre? Senz altro, vegliando e accudendo madre e bambino il padre si rende partecipe di questo processo e ne resta coinvolto. Ciò provoca anche in lui la secrezione dell ossitocina, animandolo del necessario amore paterno che gli permette di accogliere pienamente il figlio in famiglia. Il padre che non vive l imprinting, e che ne è stato privato a sua volta, spesso sviluppa un senso di competizione verso il bambino. Si può far largo in lui un inconsapevole invidia per questo bambino che riceve le attenzioni che lui non ha avuto. Spesso questi padri danno consigli pratici alle madri invitandole a non viziare il bambino, a lasciarlo solo nella sua cameretta, così da ottenere le attenzioni della compagna e magari giungere all atto sessuale, che è il tipico modo in cui l uomo compensa il trauma del precoce distacco dalla madre. za essere influenzata dagli altri. Oggi si possono fare splendidi parti anche in ospedale, basta conoscere le proprie esigenze e farle rispettare. Richiedere al personale di non intervenire come la prassi può causare stress, e ciò si ripercuote in modo negativo anche su madre e bambino. Per questo è importante rassicurare il personale sulla validità delle proprie scelte, sulla propria convinzione e firmare magari un contratto che li sollevi dalle loro responsabilità mediche. Spesso è poi il personale stesso a riconoscere come il parto si sia svolto in modo incredibilmente sereno. Alle volte il ricorso al cesareo, o l allontanamento immediato del bambino dalla madre devono avvenire per questioni di urgenza. È possibile supplire in seguito alla mancanza di imprinting? In parte. Sia dopo un parto naturale, sia dopo un parto medicalizzato è basilare che la madre porti il bambino almeno per i primi nove mesi di vita. Portare il bambino e allattare su richiesta significa soddisfarne le esigenze. Ogni qual volta egli è abbandonato a piangere lontano dal corpo della madre proverà rabbia, impotenza. Se si accorgerà che la sua richiesta di attenzione non viene soddisfatta, imparerà presto a non esprimere i propri bisogni. Tutto questo fa parte della prima ferita. In caso di parto traumatico portare il bambino permetterà di rassicurarlo e non aggravare la prima situazione sovrapponendo un trauma all altro. Assecondare i desideri del bambino per molti significa viziarlo. 7

4 Se vogliamo un nuovo mondo, un grande passo da fare è accogliere nella società le madri con i loro bambini. In contatto con la madre il bambino ha tutto ciò che desidera. Foto: Premasagar - flickr.com Il bambino quando nasce sa già di cosa ha bisogno, e il genitore deve, nel limite del possibile, assecondare le sue richieste evitando di imporre la sua volontà. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare questo permetterà al bambino di divenire presto responsabile e indipendente. In popolazioni che esaudiscono il desiderio del bambino di stare continuamente in contatto con la madre nei primi mesi di vita si è notato che in seguito viene data al bambino anche la libertà e la fiducia che richiede. Ben presto questi si aggirano liberi anche in luoghi con numerosi pericoli dimostrando di sapersi muovere con una responsabilità che a noi può sembrare precoce ma non lo è, si tratta della naturale saggezza di ogni bambino che ha potuto svilupparsi come previsto dalla natura. Mi si dirà che non sempre è possibile esaudire i desideri del bambino, ma l importante è permettergli di esternarli e di esternare la sua frustrazione finché scomparirà lasciando spazio in modo naturale a un nuovo sentimento di serenità e all interesse per qualcos altro. Viceversa, un bambino che smette di comunicare i propri desideri continuerà a farlo anche da adulto, uccidendo sul nascere le aspirazioni più intime e la propria vitalità. Lo stile di vita odierno spesso non permette alla madri di stare sempre con il loro bambino durante il primo anno di vita. Una madre che porta il bambino può svolgere tranquillamente quasi ogni attività. Si è infatti osservato che il bambino, a contatto con la madre, ha tutto ciò che desidera e difficilmente interferisce con le sue occupazioni. Una volta ero ad un seminario intitolato Verso un nuovo mondo, dove erano riunite un centinaio di persone con lunga esperienza di ricerca spirituale. Tra queste vi era una mamma con la bambina che muoveva i primi passi con fatica, ma che era lasciata libera di gironzolare. La terrazza era alta tre metri, e la bambina sarebbe potuta cadere. Ho notato subito che i presenti erano divisi a metà: vi era chi giudicava la madre come irresponsabile e chi, dopo aver parlato con lei, guardava con interesse a questa bambina che amava stare con gli adulti, curiosava nell ambiente, giocava con i bicchieri ma sapeva badare a sé stessa e non rompeva niente. Questa metà ritenne che madre e bambina, tra le numerose conferenze, erano state l aspetto più interessante di questo incontro volto a trovare strategie per un mondo migliore. È mia convinzione che se vogliamo un nuovo mondo, un grande passo da fare è accogliere nella società le madri con i loro bambini. Leggendo il suo primo libro, si ha l impressione che tutti i mali del mondo derivano da quella che lei definisce la prima ferita. È così? In parte. L uomo, contrariamente a quanto si crede comunemente, giunge sulla terra con un senso di pienezza e appartenenza. Si tratta di quella serenità interiore a cui ognuno anela a modo suo. La prima ferita rompe questa integrità, perciò l adulto sperimenta una scissione interiore che cerca di compensare in diversi modi; ad esempio creando un senso di appartenenza a un gruppo e in questo modo sviluppando aggressività contro chi ne è estraneo avviandosi verso comportamenti consumistici, dipendenze, ricerche spirituali, ecc. La mancanza di empatia e amore per sé e il prossimo, di sensibilità per la natura sono tutte conseguenze di questa spaccatura, questo dolore interiore, questa interruzione nel processo di sperimentazione dell amore universale che avviene durante l imprinting. Il non manifestare i propri desideri è un altra conseguenza dolorosa della prima ferita. In Germania ho visto settantenni che dopo una vita di privazioni dovuta anche a un infanzia trascorsa in periodo bellico si sono concessi di esternare i propri desideri, e mi ha impressionato vedere quanta gioia e vitalità ciò ha regalato loro. Queste sono solo alcune delle ripercussioni della prima ferita nella vita dell adulto. 8

5 Certo anche altri avvenimenti la influenzano notevolmente e purtroppo anche in questo caso la prima ferita non aiuta in quanto si tratta di una sorta di dolore originale che amplificherà sofferenza, rabbia, frustrazione allorquando saremo confrontati con successive difficoltà. Madri canguro per bambini sottopeso La prima ferita può essere rimarginata? Non lo so. Ciò che ho fin qui sperimentato è che la si può contattare, percepire, si può divenire consapevoli della sua presenza e questo permette di riconoscerla, evitando che continui a influire sui nostri comportamenti e le nostre emozioni in modo inconsapevole. Personalmente, quando viene per un motivo o per l altro toccata, mi permetto un momento di tristezza; ma ognuno gestisce la cosa a modo suo. Lei aiuta le persone a percepire questa ferita interiore. Che metodo utilizza? È proprio il contrario, io non posso aiutare nessuno e lo metto subito in chiaro anche con chi giunge a chiedermi una mano. Inoltre non spingo nessuno a rivangare questo piuttosto che quell altro trauma. Quando la persona si rende conto che nessuno può fare niente per lei prova delusione, impotenza, un senso di vuoto dal quale - con il tempo - emozioni e risposte affiorano da sé con tempi e modalità proprie. In questo frangente ciò che io posso fare è sostenere la fiducia delle persone nelle loro sensazioni affinché compiano il loro cammino interiore. Cindy Fogliani Informazioni: Willi Maurer Molto meglio dell incubatrice Foto: Vermin Inc - Flickr.com Lo chiamano Metodo madre canguro, e ha l obbiettivo di migliorare la qualità di vita e le probabilità di sopravvivenza per i bebé nati sottopeso. Ogni anno ne nascono circa venti milioni; nati in anticipo o affetti da problemi di crescita prenatale che rappresentano un quinto del totale di casi di mortalità neonatale. Le cure che richiedono questi bebé rappresentano un fardello per i sistemi sanitari e sociali in ogni paese del mondo, annota l OMS sottolineando come il problema sia sentito soprattutto nei paesi poveri, dove vi è sovente malnutrizione e mancano strutture sanitarie adeguate. Il metodo consiste nel portare un bambino prematuro sul ventre della madre in perenne contatto pelle contro pelle. Un metodo che la stessa OMS ritiene molto efficace e di facile applicazione. Oltre al contatto continuo con la madre si prescrive come nutrimento ideale unicamente l allattamento al seno. Il metodo è stato presentato la prima volta da Rey e Martinez in Colombia, dove era stato concepito come alternativa alla carenza di incubatrici. Vent anni di esperienza e ricerca ne hanno comprovato la validità in termini di sicurezza e la superiorità in termini di umanità rispetto all utilizzo dell incubatrice. L OMS, che ha pubblicato una guida pratica di sessanta pagine in francese (La méthode "mère kangourou ), riporta che questo metodo si è dimostrato almeno equivalente all incubatrice dal punto di vista della sicurezza e della protezione termica del bambino e migliore per quanto concerne la possibilità di allattare al seno, l umanizzazione delle cure neonatali e l instaurarsi di legami affettivi più profondi fra madre e bambino. L organizzazione conclude che si tratta di un metodo di cura moderno e affidabile il cui utilizzo è consigliato sia nei paesi poveri sia nei paesi che dispongono di costose infrastrutture sanitarie. 9

Lettere ai genitori. Il primo mese di vita di vostro figlio o di vostra figlia

Lettere ai genitori. Il primo mese di vita di vostro figlio o di vostra figlia Lettere ai genitori Il primo mese di vita di vostro figlio o di vostra figlia 1 Indice Imparare a conoscersi e ad amarsi 4 Coccolare e curare 10 Allattamento al seno e/o con il biberon? 14 Succhiare non

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

Giovedì 15 Marzo 2012

Giovedì 15 Marzo 2012 Giovedì 15 Marzo 2012 L ESPERIENZA DEL MORIRE COME AIUTARE I BAMBINI AD AFFRONTARE LA PERDITA DI UNA PERSONA CARA SILVIA VARANI Psicoterapeuta Fondazione ANT Italia Onlus Fratelli, a un tempo stesso, Amore

Dettagli

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI:

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: 1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: L Asilo nido è un servizio essenziale per noi genitori lavoratori, sarebbe impossibile concepire l assenza di un servizio

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

www.metodobillings.it

www.metodobillings.it Si riporta nel seguito l intervista alla Dott.ssa Piera di Maria, riportata alla pag. 11 del Bollettino. La versione integrale del bollettino e scaricabile dal sito del C.L.O.M.B. Centro Lombardo Metodo

Dettagli

Parole che curano nel percorso nascita Operatori e lutto perinatale. Neonatologia-T.I.N. ASO-Alessandria. Parole che curano

Parole che curano nel percorso nascita Operatori e lutto perinatale. Neonatologia-T.I.N. ASO-Alessandria. Parole che curano Parole che curano nel percorso nascita Operatori e lutto perinatale Dr. Miriam Sabatini Neonatologia-T.I.N. ASO-Alessandria Quando muore un neonato: Eccessivo coinvolgimento e senso di responsabilità dei

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali

Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre ma nell avere nuovi occhi M.Proust Per migliorare la propria autostima

Dettagli

VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE

VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE Anselm Grün VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE Vivere le nostre relazioni al di là della morte Queriniana Introduzione Nel nostro convento tengo regolarmente dei corsi per persone in lutto, in particolare

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

Mente&Cibo Premaman. Chi siamo. Obiettivo

Mente&Cibo Premaman. Chi siamo. Obiettivo Mente&Cibo Premaman Chi siamo Antropica Gruppo Interdisciplinare per lo Sviluppo Umano è un associazione culturale, senza fini di lucro e indirizzi di carattere politico, che si propone di promuovere la

Dettagli

QUARTO VOLUME: GENITORI ADOTTIVI

QUARTO VOLUME: GENITORI ADOTTIVI QUARTO VOLUME: GENITORI ADOTTIVI L esperienza del bambino, gli aspetti giuridici, il padre adottivo: costruire i nuovi legami familiari a cura di Fiamma Buranelli, Patrizia Gatti e Emanuela Quagliata Presentazione

Dettagli

Il mercato dei figli

Il mercato dei figli Il mercato dei figli È una realtà veramente inquietante che finora non riguarda direttamente l Italia almeno dal punto di vista legislativo e ci auguriamo ardentemente non arrivi MAI ad essere permessa.

Dettagli

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto Indice Cominciamo 7 La curiosità di Alice 9 Un po di imbarazzo 25 Innamorarsi 43 Fare l amore 55 Concepimento 71 Gravidanza 83 La nascita 95 Il nostro corpo: le donne 111 Il nostro corpo: gli uomini 127

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Karin Wüthrich, pedagoga sociale, Esercito della salvezza Quando, nell autunno 2008, il signor K. è stato messo in malattia, il responsabile dell Esercito della

Dettagli

Papà Missione Possibile

Papà Missione Possibile Papà Missione Possibile Emiliano De Santis PAPÀ MISSIONE POSSIBILE www.booksprintedizioni.it Copyright 2015 Emiliano De Santis Tutti i diritti riservati Non insegnate ai bambini la vostra morale è così

Dettagli

Tullio De Mauro e Dario Ianes (a cura di) Giorni di scuola. Pagine di diario di chi ci crede ancora. Erickson

Tullio De Mauro e Dario Ianes (a cura di) Giorni di scuola. Pagine di diario di chi ci crede ancora. Erickson Tullio De Mauro e Dario Ianes (a cura di) Giorni di scuola Pagine di diario di chi ci crede ancora Erickson Lo sguardo dei bambini 39 Capitolo quinto Lo sguardo dei bambini di Camillo Bortolato Quando

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

VENGO ANCH IO CONDIVIDERE LA MALATTIA E LE CURE CON I FIGLI. Dott.ssa Lucia Montesi Psicologa Psicoterapeuta U.O. Oncologia Area Vasta 3, Macerata

VENGO ANCH IO CONDIVIDERE LA MALATTIA E LE CURE CON I FIGLI. Dott.ssa Lucia Montesi Psicologa Psicoterapeuta U.O. Oncologia Area Vasta 3, Macerata VENGO ANCH IO CONDIVIDERE LA MALATTIA E LE CURE CON I FIGLI I BENEFICI DELLA COMUNICAZIONE IN FAMIGLIA Dott.ssa Lucia Montesi Psicologa Psicoterapeuta U.O. Oncologia Area Vasta 3, Macerata FORMATO FAMIGLIA

Dettagli

AgriBizzarra Onlus. Associazione di Promozione Sociale. Castelletto Merli (AL)

AgriBizzarra Onlus. Associazione di Promozione Sociale. Castelletto Merli (AL) AgriBizzarra Onlus Associazione di Promozione Sociale Castelletto Merli (AL) mail: agribizzarra@gmail.com - http://agribizzarra.blogspot.it - tel. 345/9749215 p.iva 029419640061 Aps AgriBizzara Onlus è

Dettagli

ALLA RICERCA DELLE PROPRIE ORIGINI

ALLA RICERCA DELLE PROPRIE ORIGINI Relazione Incontro del 15 ottobre 2015 ALLA RICERCA DELLE PROPRIE ORIGINI Relatore: Dott. Marco Chistolini Psicologo, psicoterapeuta e formatore Il tema centrale della ricerca è il rapporto con la storia

Dettagli

I colloqui scuola-famiglia: le basi per una comunicazione efficace Dott.ssa Claudia Trombetta Psicologa e psicoterapeuta claudia.trombetta@email.

I colloqui scuola-famiglia: le basi per una comunicazione efficace Dott.ssa Claudia Trombetta Psicologa e psicoterapeuta claudia.trombetta@email. I colloqui scuola-famiglia: le basi per una comunicazione efficace Dott.ssa Claudia Trombetta Psicologa e psicoterapeuta claudia.trombetta@email.it CTI Monza, 20 Novembre 2015 Prima parte: comprendere

Dettagli

La Famiglia P. Trasmissione intergenerazionale del modello di attaccamento

La Famiglia P. Trasmissione intergenerazionale del modello di attaccamento La Famiglia P Trasmissione intergenerazionale del modello di attaccamento Segnalazione 14/02/2012 Ospedale Pediatrico Meyer La piccola G. (2 mesi e 7 giorni) si trova ricoverata al reparto di Terapia Intensiva

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

ESSERE FELICI E MEGLIO!

ESSERE FELICI E MEGLIO! ESSERE FELICI E MEGLIO! I 5 MOTIVI PER ESSERLO di Carla Favazza Questo manuale contiene materiale protetto dalle leggi sul Copyright nazionale ed internazionale. Qualsiasi riproduzione senza il consenso

Dettagli

Alunni:Mennella Angelica e Yan Xiujing classe 3 sez. A. A. Metodo per l intervista: video intervista con telecamera. video intervista con cellulare

Alunni:Mennella Angelica e Yan Xiujing classe 3 sez. A. A. Metodo per l intervista: video intervista con telecamera. video intervista con cellulare Alunni:Mennella Angelica e Yan Xiujing classe 3 sez. A A. Metodo per l intervista: video intervista con telecamera intervista con solo voce registrata video intervista con cellulare intervista con appunti

Dettagli

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica 1. Tutti cercano l amore. Tutti anelano ad essere amati e a donare amore. Ognuno è creato per un

Dettagli

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI SERVIZIO CIVILE VOLONTARIO Anno 2005/2006 La Biblioteca per i Pazienti Impressioni dei Volontari Gloria Lombardo, Valeria Bonini, Simone Cocchi, Francesca Caffarri, Riccardo

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B (Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B A.s. 2010/2011 1 Con un genitore o di un adulto che ti conosce bene, rivivi il momento bellissimo della tua nascita e poi, con il suo aiuto, raccogli foto,

Dettagli

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World LOCUZIONI AL MONDO Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World 2 Sommario 1. La decisione della SS. Trinità al tuo

Dettagli

QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA?

QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA? QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA? Base: 65 caregiver RESIDENZA PAZIENTE 80% 10% 9% 2% Abita con care givers Abita da solo Abita con altri familiari Altro 20 QUAL E IL GRADO DI VICINANZA TRA CG E MALATO? L

Dettagli

Vediamone una alla volta.

Vediamone una alla volta. SESSUALITÀ: SI APRE UN MONDO! Non lasciarti ingannare anche tu. SESSUALITÀ È TUTTA LA PERSONA UMANA. Secondo il modello proposto da Fabio Veglia 1, l esperienza della sessualità umana si organizza intorno

Dettagli

l intervento, la ricerca che si sta progettando)

l intervento, la ricerca che si sta progettando) Definizione delle motivazioni che richiedono l attuazione del progetto (contesto e target) Il motivo è quello di lasciare a tutti un pensiero sull essere felici. Definizione chiara e coerente degli obiettivi

Dettagli

Dopo le vacanze natalizie l attenzione dei bambini si è rivolta. prevalentemente nella ricostruzione della propria storia.

Dopo le vacanze natalizie l attenzione dei bambini si è rivolta. prevalentemente nella ricostruzione della propria storia. Dal diario di bordo, relazione lavoro di storia, terzo bimestre. La mia storia, alla ricerca delle fonti. Dopo le vacanze natalizie l attenzione dei bambini si è rivolta prevalentemente nella ricostruzione

Dettagli

Ci sono gesti che sono semplici, che non

Ci sono gesti che sono semplici, che non famiglia oggi Donare, per salvare una vita di Giorgia Cozza Storia di Laura e della sua grave malattia. E di come la speranza possa di nuovo tornare, attraverso un donatore di midollo osseo che risiede

Dettagli

L Età della vecchiaia: i fattori dell invecchiamento

L Età della vecchiaia: i fattori dell invecchiamento L Età della vecchiaia: i fattori dell invecchiamento Agenzia Formativa del Comune di Gorgonzola CORSO A.S.A. 2009 Prof.ssa Chiara Bertonati 1 Il ciclo di vita: la vecchiaia Fasi evolutive (periodi): L

Dettagli

LABORATORIO 1 1 INCONTRO - IL CICLO VITALE DELLA FAMIGLIA

LABORATORIO 1 1 INCONTRO - IL CICLO VITALE DELLA FAMIGLIA iuseppeolivotti giuseppeolivo LABORATORIO 1 1 INCONTRO - IL CICLO VITALE DELLA FAMIGLIA Venire al mondo è come essere gettati in un libro in cui ci sono già altri personaggi ed altre storie, e entrare

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

pagina precedente 41

pagina precedente 41 pagina precedente 41 Marta Campiotti Il cerchio delle donne Marta Campiotti (Varese, 1956). Laureata in Filosofia alla Statale di Milano e diplomata in Ostetricia a Firenze. Nel 1984 si trasferisce a Livigno,

Dettagli

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Sono nell aula, vuota, silenziosa, e li aspetto. Ogni volta con una grande emozione, perché con i bambini ogni volta è diverso. Li sento arrivare, da lontano, poi sempre

Dettagli

Io e gli altri: il mondo a tre anni Come nascono i bambini Dalla percezione della pancia e del busto

Io e gli altri: il mondo a tre anni Come nascono i bambini Dalla percezione della pancia e del busto Servizio 2-6 anni Turri Sezione rossa a. s. 2009-2010 dal progetto didattico annuale Io e gli altri: il mondo a tre anni raccontiamo Come nascono i bambini Il nostro viaggio è cominciato con l intento

Dettagli

Prima applicazione della metodologia relazionale

Prima applicazione della metodologia relazionale Prima applicazione della metodologia relazionale Ricerca Associazione per la Ricerca e l Intervento Sociale Nel 1984 è stata realizzata la prima ricerca che utilizzava la metodologia relazionale. L obiettivo

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

Perché un libro di domande?

Perché un libro di domande? Perché un libro di domande? Il potere delle domande è la base per tutto il progresso umano. Indira Gandhi Fin dai primi anni di vita gli esseri umani raccolgono informazioni e scoprono il mondo facendo

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli

COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA

COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA COMUNICAZIONE E ASCOLTO NELLA COPPIA Comunicare vuol dire scambiare informazioni legate a fatti o ad emozioni personali con un'altra persona. La vera comunicazione avviene quando uno riceve il messaggio

Dettagli

La relazione di aiuto con il paziente e la famiglia nella sedazione palliativa

La relazione di aiuto con il paziente e la famiglia nella sedazione palliativa La relazione di aiuto con il paziente e la famiglia nella sedazione palliativa Dott.ssa Amanda Panebianco Psicologa psicoterapeuta Servizio di psicologia ospedaliera ASL TO4 L inizio della relazione d

Dettagli

Ragazzi siamo facoltativi!?

Ragazzi siamo facoltativi!? Siena Ragazzi siamo facoltativi!? Corso di sopravvivenza nel mare della procreazione assistita e dintorni A cura di Carlo Bellieni Clicca qui per iniziare!!! Il DNA di una persona esiste prima della sua

Dettagli

Spazio Be.Bi. 5 Libera Tutti Via Laurentina, 748 Roma-XII Municipio. Il nostro cesto

Spazio Be.Bi. 5 Libera Tutti Via Laurentina, 748 Roma-XII Municipio. Il nostro cesto Spazio Be.Bi. 5 Libera Tutti Via Laurentina, 748 Roma-XII Municipio Il nostro cesto Lo Spazio Be.Bi. 5 Libera Tutti, nato nel 2004, si trova a Roma-Municipio XII, in Via Laurentina, 748 ed è un servizio

Dettagli

La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi

La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi Articolo 1: Il bambino (o bambina) è ogni essere umano fino a 18 anni. Articolo 2: Gli Stati devono rispettare, nel

Dettagli

di Maria Laura Giovagnini, foto di Gughi Fassino per Io donna

di Maria Laura Giovagnini, foto di Gughi Fassino per Io donna noi, famiglie patchwork Bambini con due padri o con due madri: oggi sono una realtà anche in Italia. Io donna è andata a incontrarli. Per conoscerli meglio. E sfatare i luoghi comuni di Maria Laura Giovagnini,

Dettagli

Educare alle emozioni: il Ruolo dei genitori. 21 Novembre 2014 Comune di Villa Guardia Dott.ssa Valerie Moretti

Educare alle emozioni: il Ruolo dei genitori. 21 Novembre 2014 Comune di Villa Guardia Dott.ssa Valerie Moretti Educare alle emozioni: il Ruolo dei genitori 21 Novembre 2014 Comune di Villa Guardia Dott.ssa Valerie Moretti In passato non era necessario che i padri e le madri favorissero lo sviluppo emotivo dei bimbi.

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano:

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano: Imparare a "guardare" le immagini, andando al di là delle impressioni estetiche, consente non solo di conoscere chi eravamo, ma anche di operare riflessioni e confronti con la vita attuale. Abitua inoltre

Dettagli

Fare scienze: dalla lettura di una storia affascinante sino ad un incontro speciale

Fare scienze: dalla lettura di una storia affascinante sino ad un incontro speciale Fare scienze: dalla lettura di una storia affascinante sino ad un incontro speciale Sempre più in questi ultimi anni ci siamo rese conto che è possibile promuovere, ovvero trasmettere in modo efficace,

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

La storia di Quim....ovvero, per sapere qualcosa di più sulla bassa statura... Mònica Peitx Triay

La storia di Quim....ovvero, per sapere qualcosa di più sulla bassa statura... Mònica Peitx Triay La storia di Quim...ovvero, per sapere qualcosa di più sulla bassa statura... Mònica Peitx Triay Editorial Glosa, S.L. Avinguda de Francesc Cambò, 21 V Piano 08003 Barcellona Telefono: 932 684946 / 932

Dettagli

Servizio Sanitario della Toscana GUIDA PER IL PERSONALE DEDICATO AI RAPPORTI CON IL PUBBLICO URP. Ufficio Relazioni col Pubblico Tutela del Cittadino

Servizio Sanitario della Toscana GUIDA PER IL PERSONALE DEDICATO AI RAPPORTI CON IL PUBBLICO URP. Ufficio Relazioni col Pubblico Tutela del Cittadino Servizio Sanitario della Toscana GUIDA PER IL PERSONALE DEDICATO AI RAPPORTI CON IL PUBBLICO URP Ufficio Relazioni col Pubblico Tutela del Cittadino PER IL PERSONALE DEDICATO AI RAPPORTI CON IL PUBBLICO

Dettagli

Proposta di intervento rieducativo con donne operate al seno attraverso il sistema BIODANZA

Proposta di intervento rieducativo con donne operate al seno attraverso il sistema BIODANZA Proposta di intervento rieducativo con donne operate al seno attraverso il sistema BIODANZA Tornare a «danzare la vita» dopo un intervento al seno Micaela Bianco I passaggi Coinvolgimento medici e fisioterapiste

Dettagli

Mio figlio ha ricevuto in

Mio figlio ha ricevuto in Appunti di una Lego terapia Mio figlio ha ricevuto in regalo per i suoi 5 anni la casetta Lego. Consiglio di acquistarlo per le sue potenzialità psicopedagogiche. Il piccolo G. ha subito proiettato se

Dettagli

LA FELICITÀ Istruzioni d uso per comuni mortali. Iniziai a svegliarmi tutte le mattine col pensiero fisso di dover cambiare qualcosa nella mia vita

LA FELICITÀ Istruzioni d uso per comuni mortali. Iniziai a svegliarmi tutte le mattine col pensiero fisso di dover cambiare qualcosa nella mia vita INTRODUZIONE Iniziai a svegliarmi tutte le mattine col pensiero fisso di dover cambiare qualcosa nella mia vita Quando hai 27 anni un bimbo di 8 mesi, un buon lavoro, una casa un buon marito, cosa ti manca?

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS Maria Luisa Cosso Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007 Via G. Verdi, 8 - Torino Magnifico Rettore, Signor Preside, Professor Conti, Signore e Signori,

Dettagli

Enzo l incontro con Gesù

Enzo l incontro con Gesù Enzo l incontro con Gesù Enzo Casagni ENZO L INCONTRO CON GESÙ Autobiografia www.booksprintedizioni.it Copyright 2015 Enzo Casagni Tutti i diritti riservati A Gesù che mi ha sempre seguito fin dal seno

Dettagli

peraversi continua... Promuovere le Competenze Genitoriali: il Contributo del Counseling nel Post Adozione www.peraversi.it Dott.ssa Alessia Simoncini

peraversi continua... Promuovere le Competenze Genitoriali: il Contributo del Counseling nel Post Adozione www.peraversi.it Dott.ssa Alessia Simoncini Promuovere le Competenze Genitoriali: il Contributo del Counseling nel Post Adozione Sai mamma, mi domando spesso perché la mia vera mamma non mi ha potuto tenere, forse aveva troppi figli, forse era povera

Dettagli

LA COPPIA TRA GENERATIVITÀ E GENITORIALITÀ

LA COPPIA TRA GENERATIVITÀ E GENITORIALITÀ LA COPPIA TRA GENERATIVITÀ E GENITORIALITÀ www.lezione-online.it 1 PREFAZIONE Da sempre la letteratura psicologica, pedagogica e scientifica propone modelli che sovente, negli anni, perdono di valore e

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ALTINO

SCUOLA PRIMARIA ALTINO SCUOLA PRIMARIA ALTINO PROGETTO CONTINUITA : MANGIA SANO E VAI LONTANO Incontro con i bambini di 5 anni delle scuole dell infanzia di Altino Durante gli incontri di continuità con la Scuola dell Infanzia

Dettagli

La proposta di Gilly - iniziativa "animali e bambini"

La proposta di Gilly - iniziativa animali e bambini scarica l'articolo in pdf La proposta di Gilly - iniziativa "animali e bambini" Avete letto la storia di Bobby? Gilly ci propone di fare qualcosa per educare le madri che hanno il loro primo figlio e allontanano

Dettagli

Progetto dell UNICEF Svizzera. «Il mio quarto bimbo è sopravvissuto: è venuto al mondo senza HIV» Marafelie Khechane, Lesotho

Progetto dell UNICEF Svizzera. «Il mio quarto bimbo è sopravvissuto: è venuto al mondo senza HIV» Marafelie Khechane, Lesotho Progetto dell UNICEF Svizzera «Il mio quarto bimbo è sopravvissuto: è venuto al mondo senza HIV» Marafelie Khechane, Lesotho Quasi ogni minuto nasce un bebè sieropositivo. Senza un oppo la metà di loro

Dettagli

Gestire le Risorse Umane - Costruire Fiducia Sospiro (Cremona) 19 giugno 2009

Gestire le Risorse Umane - Costruire Fiducia Sospiro (Cremona) 19 giugno 2009 Bologna - Tel. & fax 051 543101 e-mail: e.communication@fastwebnet.it www.excellencecommunication.it Gestire le Risorse Umane - Costruire Fiducia Sospiro (Cremona) 19 giugno 2009 Docente: Antonella Ferrari

Dettagli

Amare il rischio Amare gli altri. Amare l amato. Amare la vita Amare il mondo

Amare il rischio Amare gli altri. Amare l amato. Amare la vita Amare il mondo Amare il rischio Amare gli altri Amare l amato Amare la vita Amare il mondo Amare l amato In ognuno di noi è forte il desiderio di amore: la fame e la sete di amicizia, di intimità, di unione e di comunione

Dettagli

Intrecci familiari e modelli relazionali: la prospettiva della gestalt Therapy

Intrecci familiari e modelli relazionali: la prospettiva della gestalt Therapy www.gestaltherapy.it Istituto di Gestalt Therapy Hcc Kairòs Scuola Post Universitaria di Specializzazione in Psicoterapia della Gestalt Riconosciuta dal MIUR DDMM 9.5.1994, 7.12.2001, 24.10.2008 RAGUSA

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO Premessa La Scuola Cattolica si differenzia da ogni altra scuola che si limita a formare l uomo, mentre essa si propone

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

Traduzione di. Claudia Manzolelli

Traduzione di. Claudia Manzolelli Traduzione di Claudia Manzolelli Ai miei genitori, George e Elizabeth Introduzione...1 1. L inizio della fine...9 2. Ritorno all ovile...21 3. Il consulente geriatrico...37 4. Galapagos...43 5. La caduta...51

Dettagli

LA DEPRESSIONE POST PARTUM: CAPIRE E CURARE I DISTURBI DELL UMORE CHE POSSONO INSORGERE DOPO LA NASCITA DI UN FIGLIO

LA DEPRESSIONE POST PARTUM: CAPIRE E CURARE I DISTURBI DELL UMORE CHE POSSONO INSORGERE DOPO LA NASCITA DI UN FIGLIO LA DEPRESSIONE POST PARTUM: CAPIRE E CURARE I DISTURBI DELL UMORE CHE POSSONO INSORGERE DOPO LA NASCITA DI UN FIGLIO Se qualcuno è disposto ad ascoltare le lacrime di una madre, quello sarà il momento

Dettagli

Comune di Assago Area Istruzione e Cultura

Comune di Assago Area Istruzione e Cultura Comune di Assago Area Istruzione e Cultura I diritti dei bambini in parole semplici Il Consigliere delegato alla cultura Emilio Benzoni Il Sindaco Graziano Musella L Assessore alla Pubblica Istruzione

Dettagli

Un pinguino in seconda A o forse più di uno?

Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Immaginiamo, per un momento, che una cicogna un po distratta voli con un fagotto tra le zampe. Nel fagotto c è un pinguino. Un delizioso, buffo e tenero pinguino.

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

A cura di: Dott.ssa Rita Faso e Dott.ssa Valentina Fiorica Psicologhe-Psicoterapeute

A cura di: Dott.ssa Rita Faso e Dott.ssa Valentina Fiorica Psicologhe-Psicoterapeute A cura di: Dott.ssa Rita Faso e Dott.ssa Valentina Fiorica Psicologhe-Psicoterapeute Questo opuscolo è il frutto del dialogo che il Centro Regionale Trapianti della Sicilia ha avuto negli anni con molti

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

Adozione e diritto del bambino di mantenere i pregressi rapporti significativi

Adozione e diritto del bambino di mantenere i pregressi rapporti significativi Adozione e diritto del bambino di mantenere i pregressi rapporti significativi Elisa Ceccarelli, già Presidente del Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Destano particolare allarme e doloroso

Dettagli

Programmazione 2014/2015. Elaborato da: Aiello Valentina. Scuola dell Infanzia. San Matteo. Nichelino

Programmazione 2014/2015. Elaborato da: Aiello Valentina. Scuola dell Infanzia. San Matteo. Nichelino Programmazione 2014/2015 Elaborato da: Aiello Valentina Scuola dell Infanzia San Matteo Nichelino Nella scuola dove siamo Quando in cerchio ci troviamo Si fa bella l esperienza Non possiamo farne senza!

Dettagli

Insegna al tuo bambino la Regola del Quinonsitocca.

Insegna al tuo bambino la Regola del Quinonsitocca. 1. Insegna al tuo bambino la Regola del Quinonsitocca. Circa un bambino su cinque è vittima di varie forme di abuso o di violenza sessuale. Non permettere che accada al tuo bambino. Insegna al tuo bambino

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI 1 ISTITUTO COMPRENSIVO ALDO MORO / CAROSINO Anno scolastico 2013-2014 QUESTIONARIO CONOSCITIVO Nota: Il presente questionario è predisposto per gli alunni del

Dettagli

Atmosfera in sala travaglio. Presenza del marito o persona di fiducia durante il travaglio Clistere e tricotomia

Atmosfera in sala travaglio. Presenza del marito o persona di fiducia durante il travaglio Clistere e tricotomia Atmosfera in sala travaglio Presenza del marito o persona di fiducia durante il travaglio Clistere e tricotomia Libertà di movimento in travaglio Assunzione cibi e liquidi Monitoraggio continuo o intermittente?

Dettagli

ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA COSTRUZIONE DELL IDENTITÀ E RICERCA DELLE ORIGINI

ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA COSTRUZIONE DELL IDENTITÀ E RICERCA DELLE ORIGINI ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA COSTRUZIONE DELL IDENTITÀ E RICERCA DELLE ORIGINI DOTT. CARLOS A. PEREYRA CARDINI - PROF.SSA ALESSANDRA FERMANI PROF.SSA MORENA MUZI PROF. ELIO RODOLFO PARISI UNIVERSITÀ DEGLI

Dettagli