Il nuovo sistema di retribuzione CCNL dal 2012

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il nuovo sistema di retribuzione CCNL dal 2012"

Transcript

1 Il nuovo sistema di retribuzione CCNL dal 2012 Stato al settembre 2011

2 Indice Introduzione 1 I Applicabilità / entrata in vigore 2 II Salari minimi In generale 3 Tavola sinottica dei salari minimi dal Conversione salario mensile in paga oraria 4 III Deroghe ai salari minimi 5 Collaboratori non assoggettati 5 Riduzione del salario durante il periodo d introduzione 5 IV Tredicesima mensilità dal Diritto 6 Criteri per il calcolo 6 Deroghe al diritto 6 V Transizione al nuovo sistema salariale 7 VI Costi e potenziale di risparmio 8 Costi 8 Potenziale di risparmio 9 Indirizzi e link 10 Allegata 11 Tavola sinottica salari minimi / paghe orarie

3 Introduzione Con il CCNL 2010 sono state introdotte diverse novità quali per esempio la regolamentazione degli straordinari e l estensione del privilegio stagionale alle aziende annuali che, allo stesso tempo, hanno pure la possibilità di approfittare dell orario di lavoro settimanale più lungo di 43½ ore. Nella pratica queste regolamentazioni vengono ormai applicate già da oltre un anno. Dopo che, nel contesto dei negoziati per il nuovo CCN, fino alla fine di quest anno i salari sono stati congelati al livello del 2009, il 1 gennaio 2012 entrerà in vigore la seconda parte delle novità, ossia il nuovo sistema di retribuzione. Scopo del presente opuscolo è informare il datore di lavoro sulle più importanti novità del nuovo sistema di retribuzione del CCNL Inoltre vengono presentate le possibilità che consentiranno all albergatore di sfruttare appieno il potenziale di risparmio offerto dal nuovo CCNL e di adeguare la sua politica del personale risp. salariale affinché gli aumenti salariali siano, de facto, inferiori rispetto a quando vengono semplicemente espressi sulla carta in percentuale. Le categorie di salario si baseranno ora esclusivamente sulla formazione e il perfezionamento professionale dei collaboratori e non più sugli anni di servizio e le funzioni di quadro. Pertanto, per il collaboratore il cambio alla categoria di salario immediatamente superiore sarà possibile esclusivamente mediante la formazione e il perfezionamento professionale. Un ulteriore novità riguarda la tredicesima mensilità: a partire dal 2012 tutti i collaboratori avranno diritto alla tredicesima mensilità integrale sin dal primo giorno. 1

4 I Applicabilità/entrata in vigore Il CCNL e, di conseguenza, le nuove regolamentazioni sui salari minimi si applicano a tutti i datori di lavoro e collaboratori che svolgono un attività in un azienda dell industria alberghiera e della ristorazione. Come finora, il sistema di retribuzione applicabile è stabilito mediante un contratto di lavoro individuale scritto. In linea di principio è ammesso qualsiasi sistema di retribuzione: salario fisso, salario basato sulla cifra d affari o la combinazione di entrambi. (Contratti tipo sono disponibili al sito Il nuovo sistema di retribuzione entrerà in vigore il 1 gennaio rispettivamente nella stagione estiva Le aziende non classificabili come aziende stagionali devono introdurre i nuovi salari minimi a partire dal 1 gennaio In tutte le aziende stagionali i salari minimi entreranno in vigore solo dalla stagione estiva Per i contratti a tempo determinato valgono le vecchie retribuzioni fino alla fine della stagione invernale 2011 / Per i contratti annuali o i contratti a tempo indeterminato nelle aziende stagionali aperte tutto l anno, le nuove retribuzioni devono essere applicate a partire dal 1 maggio Il sistema salariale deve essere lo stesso, ovvero tutti i collaboratori di ciascuna azienda stagionale devono rientrare o nel vecchio sistema salariale o nel nuovo sistema salariale Le aziende che non beneficiano del privilegio della stagionalità possono verificare se soddisfano i requisiti per essere considerate aziende stagionali. Alla rubrica Rechtsberatung / Gesamtarbeitsvertrag (Consulenza giuridica / Contratto collettivo di lavoro) del sito internet di hotelleriesuisse è stato inserito un calcolatore con cui è possibile verificare (in modo non vincolante) il requisito della stagionalità. Le richieste devono essere inoltrate all organo di controllo di Basilea. Ulteriori norme sono disposte nell allegato I all art. 15 cifra 1 del CCNL. 2

5 II Salari minimi 2012 In generale Fino a fine 2011 saranno applicabili i salari minimi dell anno Le novità entreranno in vigore soltanto il 1 gennaio rispettivamente nella stagione estiva Indipendentemente dal sistema di salario convenuto, il collaboratore ha ogni mese diritto al salario minimo stabilito dal CCNL. Per il calcolo del salario minimo non è ammesso addizionare i salari di più mesi. Se per esempio in un determinato mese il salario basato sulla cifra d affari non raggiunge il salario minimo previsto dal CCNL, al collaboratore dovrà essere pagata la differenza. Ciò vale proporzionalmente anche per i collaboratori a tempo parziale o i collaboratori a paga oraria. In rapporto al numero di ore prestate essi hanno gli stessi diritti e obblighi dei collaboratori a tempo pieno. Con il nuovo sistema di retribuzione i partner sociali del settore alberghiero e della ristorazione lanciano un segnale forte in favore della promozione della formazione nel ramo. Per tale motivo i contributi per le spese d esecuzione vengono pure utilizzati per il finanziamento dei costi del perfezionamento professionale, i datori di lavoro vengono risarciti per le assenze dovute alla formazione e le relative tasse assunte. (Per maggiori informazioni rimandiamo all opuscolo pubblicato su questo tema dai partner sociali che è reperibile al sito dell associazione risp. alla piattaforma informativa Nel nuovo sistema le categorie di salario vengono ridotte da nove a sei e si basano esclusivamente sulla formazione e il perfezionamento professionale dei collaboratori. Quindi, a tale riguardo l esperienza professionale e la funzione di quadro di un collaboratore non giocheranno più alcun ruolo. I salari minimi vengono attribuiti alle seguenti quattro categorie di salario: Categoria di Salari senza formazione salario I professionale Categoria di Salari con certificato federale salario II di formazione pratica Categoria di Salari con attestato federale di salario III capacità e con attestato federale di capacità nonché ulteriore perfezionamento professionale Categoria di Salari con esame federale di prosalario IV fessione (sec. l art. 27 lett.a LFPr) Come finora, in caso di controversia la Commissione paritetica di sorveglianza decide circa l attribuzione di un collaboratore a una categoria o l equipollenza di una formazione. (Per l equipollenza delle formazioni straniere vedi il Commentario relativo all art.10 CCNL.) 3

6 Tavola sinottica dei salari minimi dal 2012 Salari lordi minimi mensili per i collaboratori a tempo pieno che hanno compiuto il 18 anno di età. Categoria di salario I 1. Collaboratori senza apprendistato 2. Collaboratori senza apprendistato che hanno concluso la formazione Progresso Categoria di salario II Collaboratori con una formazione professionale di base di 2 anni conclusa con certificato federale di formazione pratica o formazione equivalente Categoria di salario III 1. Collaboratori con una formazione professionale di base con attestato federale di capacità o formazione equivalente 2. Collaboratori con una formazione professionale di base con attestato federale di capacità o formazione equivalente e 6 giorni di perfezionamento professionale specifica del ramo secondo l art. 19 CCNL Categoria di salario IV Collaboratori con un esame di professione secondo l art. 27 lett.a Legge federale sulla formazione professionale LFPr Praticanti di scuole professionali del settore alberghiero e della ristorazione domiciliate in Svizzera CHF CHF CHF CHF CHF CHF CHF Indipendentemente dall età, per le persone in formazione che frequentano una formazione professionale secondo la Legge federale sulla formazione professionale, sono applicabili i salari minimi dell accordo per apprendisti (convenzione sulle condizioni di lavoro e sul salario delle persone in formazione nell industria alberghiera e della ristorazione). Conversione salario mensile in paga oraria La formula per la conversione del salario mensile in paga oraria è la seguente: 1. numero di ore lavorative concordate 4,33 settimane = numero di ore mensili 2. salario lordo mensile : numero di ore mensili = paga oraria I praticanti hanno diritto al salario minimo giusta l art. 11 CCNL. Tale salario minimo spetta esclusivamente a coloro che frequentano le scuole professionali del settore alberghiero e della ristorazione domiciliate in Svizzera. Esempio 42 ore 4,33 settimane = 182 ore, salario lordo CHF : 182 ore = CHF = paga oraria minima Per le persone in formazione e i praticanti, la riduzione del salario durante il periodo d introduzione non è ammessa, la stessa vale soltanto per i collaboratori della categoria I. Va osservato che questa paga oraria minima non include l indennità per le vacanze (10,65%) e i giorni festivi (2,27%). 4

7 III Deroghe ai salari minimi Nell ambito dell assoggettamento al sistema dei salari minimi sono state introdotte diverse deroghe, applicabili a tutte le aziende in Svizzera, nonché delle possibilità di riduzione dei salari dei collaboratori che entrano in servizio nella categoria di salario I. Invece, dal 2012 nelle regioni LIM decadrà la possibilità di deroga ai salari dei collaboratori che non eseguono un lavoro qualificato (finora categoria di salario Ia). I collaboratori con più di 18 anni d età con una capacità lavorativa ridotta che partecipano a programmi di reintegrazione o d incentivazione statali o autorizzati dallo stato. Ai praticanti si applicano i salari di cui all art. 11 CCNL, alle persone in formazione quelli dell accordo separato per apprendisti. Riduzione del salario durante il periodo d introduzione Collaboratori non assoggettati A partire dal 2012 i seguenti collaboratori non sottostaranno al sistema dei salari minimi: I collaboratori che non hanno ancora compiuto il 18 anno di età. Per tale motivo decadrà l attuale possibilità di deroga del 20%, che fino a fine 2011 potrà essere applicata ai collaboratori fino al 17 anno di età compiuto. I collaboratori con più di 18 anni di età immatricolati presso un istituto di formazione svizzero che svolgono una formazione a tempo pieno, ad esempio studenti che lavorano durante le vacanze semestrali o nei giorni liberi. Per questa possibilità di deroga non esiste alcun limite d età, la stessa vale però esclusivamente per istituti di formazione svizzeri e la formazione deve essere svolta a tempo pieno. Ad ogni entrata in servizio e per un periodo d introduzione della durata massima di 6 mesi, si può convenire per tutti i collaboratori, mediante un contratto di lavoro scritto, una riduzione del salario minimo secondo la categoria I. La riduzione ammonta al massimo al 10% per l anno 2012 risp. al massimo all 8% a partire dall anno La riduzione vale per tutti i collaboratori della categoria di salario I, indipendentemente dalla conclusione della formazione Progresso oppure no. Tale riduzione non è ammessa se il collaboratore è riassunto dallo stesso datore di lavoro o presso la stessa azienda dopo un interruzione inferiore a 2 anni. Ciò significa che la riduzione non sarà più ammessa a partire dalla seconda stagione per i collaboratori che, tradizionalmente, hanno dei contratti di lavoro stagionali a tempo determinato. 5

8 IV Tredicesima mensilità dal 2012 Diritto La nuova regolamentazione della tredicesima mensilità entrerà in vigore il 1 gennaio 2012 e non soltanto a partire dalla stagione estiva Dall inizio del rapporto d impiego ogni collaboratore avrà diritto alla tredicesima mensilità integrale; la stessa non verrà più scaglionata secondo la durata d impiego. Stando ad un sondaggio effettuato da hotelleriesuisse, nel 2007 già il 77% dei collaboratori aveva diritto alla tredicesima mensilità. Per un anno lavorativo incompleto sussiste un diritto pro rata. Se la tredicesima mensilità viene di volta in volta corrisposta a fine mese oppure con la paga oraria, l indennità è pari all 8,33% del salario lordo mensile. La tredicesima mensilità dovrà essere corrisposta al più tardi in dicembre; la corresponsione pro rata a cadenza mensile o più volte l anno è ammessa. Il pagamento della tredicesima mensilità è da indicare in modo chiaro nel conteggio del salario. Questo è indispensabile in particolare in caso di versamento mensile della tredicesima mensilità. Criteri per il calcolo Se vengono pagate regolarmente ore supplementari, possibilità prevista dal CCNL 2010, il salario per le ore supplementari deve essere incluso nel calcolo della tredicesima mensilità. L eventuale partecipazione al risultato d esercizio fa parte del salario lordo e va, per principio, considerata nel calcolo della tredicesima mensilità salvo diversi accordi. In caso di partecipazione percentuale al risultato d esercizio è di conseguenza consigliabile fissare e indicare in modo chiaro la partecipazione tenendo conto della tredicesima mensilità. Se alla fine del rapporto di lavoro si pagano vacanze, giorni festivi oppure di riposo, la tredicesima mensilità è dovuta su tale quota e va calcolata in proporzione alla fine del rapporto di lavoro. Deroghe al diritto Il diritto alla tredicesima mensilità integrale decade se il contratto di lavoro viene sciolto durante il periodo di prova. Se il rapporto di lavoro continua dopo il periodo di prova, il diritto alla tredicesima mensilità sussiste retroattivamente dall inizio del contratto di lavoro. Il calcolo della tredicesima mensilità si basa sul salario minimo medio del periodo di computo. Il diritto alla tredicesima mensilità sussiste anche in caso di malattia, infortunio, maternità e servizio militare ed è coperto dalle assicurazioni d indennità. Spetta al datore di lavoro far valere il diritto presso l assicurazione di indennità giornaliera. Per questo motivo si consiglia di non corrispondere la tredicesima mensilità pro rata durante il periodo di prova. Per contro, può essere sensato convenire il periodo di prova il più lungo possibile ammesso dalla legge, ossia di tre mesi, oppure, in caso di dubbio, di estenderlo a tale durata. Attenzione però poiché in tal caso il collaboratore avrà pure diritto ai termini di disdetta più brevi concessi durante il periodo di prova. 6

9 V Transizione al nuovo sistema salariale Sono applicabili tutte le disposizioni del CCNL che rimangono invariate per i collaboratori o sono vantaggiose per gli stessi, indipendentemente se il contratto di lavoro individuale venga adeguato oppure no (principio della clausola favorevole). Lo stesso vale anche per i salari minimi più alti e il diritto alla tredicesima mensilità integrale che entreranno in vigore il 1 gennaio Come in tutti i precedenti aumenti dei salari minimi dovranno essere adeguati verso l alto soltanto salari inferiori ai salari minimi. Se un albergatore desidera ridurre un salario finora superiore al salario minimo applicabile, lo potrà fare unicamente mediante una disdetta sotto riserva di modifica e rispettando il termine di disdetta contrattuale. Il collaboratore avrà comunque la facoltà di rifiutare gli adeguamenti proposti e di non firmare il nuovo contratto. In tal caso il rapporto di lavoro cesserà scaduto il termine di disdetta ordinario. Se il collaboratore sottoscriverà il nuovo contratto di lavoro la disdetta sarà nulla e il rapporto di lavoro continuerà alle nuove condizioni. Esempi Mediante il contratto di lavoro in essere l albergatore aveva concordato con il collaboratore un salario di CHF A partire dal 1 gennaio 2012 il collaboratore dovrà ricevere automaticamente il salario minimo superiore di CHF anche se non si procederà all adeguamento del contratto di lavoro. Nei contratti a tempo determinato che non possono essere disdetti, sussiste solo la possibilità del comune accordo. Mediante il contratto di lavoro in essere l albergatore aveva concordato con il collaboratore un salario di CHF lavorando il collaboratore in azienda già da molti anni. Il collaboratore è titolare di un attestato federale di capacità e, secondo il nuovo sistema di retribuzione, ha diritto a un salario minimo di CHF L albergatore non è tenuto ad adeguare il contratto, lo stesso continua con il salario attuale. 7

10 VI Costi e potenziale di risparmio Costi Categorie Categorie Denominazione Salari Salari Diff. vecchie nuove 2011/CHF 2012/CHF CHF I Categoria I Categoria I a CO senza apprendistato Categoria I b II Categoria II a Categoria II Categoria II b CO senza apprendistato con Progresso CO con certificato federale di formazione pratica (CFP) CO con CFP e 7 anni d esperienza professionale incl. apprendistato III Categoria II b Categoria III a CO con apprendistato (AFC) Categoria III a Categoria III b CO con AFC e 7 anni d esperienza professionale incl. apprendistato CO con AFC e 10 anni d esperienza professionale incl. apprendistato Categoria III b CO con AFC e 6 giorni di perfezionamento professionale 4200 Categoria III c Quadri che dirigono CO IV Categoria III d Categoria IV CO con esame di professione Categoria IV a Direzione regolare di CO Categoria IV b Esame professionale superiore e direzione di CO Per le aziende con collaboratori ivi impiegati già da molti anni, i cambiamenti del sistema di retribuzione che subentreranno nell anno 2012 non dovrebbero comportare un aumento sostanziale della somma dei salari. Ciò vale in particolare per la categoria di salario III che, in percentuale, beneficerà di un maggiore aumento dei salari nell anno Spesso, questi collaboratori, infatti, percepiscono già oggi salari superiori ai salari minimi. Di conseguenza, l aumento dei costi sarà inferiore di quanto possa sembrare di primo acchito. Al livello dei quadri il datore di lavoro beneficerà sicuramente della maggiore flessibilità poiché a questa categoria non saranno più applicabili dei salari minimi bensì soltanto i salari di mercato che terranno conto delle realtà dell azienda e della regione. 8

11 Categorie di salario 2011 Distribuzione dei collaboratori in percentuale secondo categoria di salario Collaboratori della rispettiva categoria di salario che percepiscono un salario più alto di quello minimo I 39,1% 74,1% II 22,9% 74,1% III a 16,1% 77,7% III b 9,3% 76,2% III c 6,3% 78,4% III d 1,2% 62,9% IV 5,1% 72% Fonte: sondaggio rappresentativo di hotelleriesuisse 2007 Potenziale di risparmio Come si evince dalla tabella dei costi, non sempre la differenza dei salari è a vantaggio del datore di lavoro. Attuando un oculata politica del personale nell anno 2011 l albergatore dovrà pertanto impegnarsi per ottenere un ottimale «mix dei collaboratori» parando in questo modo gli adeguamenti previsti dal nuovo sistema di retribuzione. Mix dei collaboratori come potenziale di risparmio: sfruttamento dello sconto d introduzione del 10% (CHF 340. risp risparmi per sei mesi). L albergatore potrà puntare maggiormente su collaboratori dalla vasta esperienza professionale poiché la stessa non sarà più rilevante ai fini del salario, mentre è dimostrato che la produttività di questi collaboratori è maggiore. Per i periodi di punta durante l alta stagione o per mansioni specifiche potranno essere impiegati ad es. studenti quali ausiliari che non sottostanno al sistema dei salari minimi. Anche le vantaggiose nuove regolamentazioni incluse nel CCNL 2010 offrono un potenziale di risparmio: Grazie all adeguamento nell ambito del privilegio stagionale, che il CCNL 2010 concede anche alle aziende annuali, l orario di lavoro settimanale dei collaboratori può essere aumentato a 43½ ore. Il nuovo sistema degli straordinari prevede che un determinato numero di ore straordinarie possa essere corrisposto in modo forfettario con il salario mensile a condizione che ciò non comprometta il salario minimo. In caso di registrazione corretta delle ore di lavoro decade il supplemento del 25%. (Per maggiori informazioni rimandiamo all opuscolo di hotelleriesuisse sul nuovo CCNL 2010 al sito dell associazione.) Per i salari a partire da CHF (più bassi rispetto al CCNL 1998) la corresponsione degli straordinari potrà essere esclusa per contratto. Le misure di perfezionamento professionale vengono sostenute mediante i contributi per le spese d esecuzione, il datore di lavoro viene risarcito per le assenze dovute alla formazione e le relative tasse assunte. I collaboratori dalla qualifica superiore promuovono l immagine e la qualità del settore e rafforzano la produttività del nostro ramo. 9

12 Indirizzi e link hotelleriesuisse Monbijoustrasse 130 Casella postale 3001 Berna Telefono Telefax Consulenza giuridica: (orario: , ) Ufficio di controllo del CCNL dell industria alberghiera e della ristorazione Dufourstrasse 23 Casella postale Basilea Telefono Telefax

13 Allegata Tavola sinottica salari minimi / paghe orarie

14 12

CCNL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DELL INDUSTRIA ALBERGHIERA E DELLA RISTORAZIONE

CCNL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DELL INDUSTRIA ALBERGHIERA E DELLA RISTORAZIONE CCNL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DELL INDUSTRIA ALBERGHIERA E DELLA RISTORAZIONE NUOVO sistema di retribuzione CCNL in vigore dal 2012 (art. 10 e 12) (Il CCNL con il relativo commento e diversi

Dettagli

CCNL & Diritto del lavoro. Regolamentazioni e possibilità di ottimizzazione

CCNL & Diritto del lavoro. Regolamentazioni e possibilità di ottimizzazione CCNL & Diritto del lavoro Regolamentazioni e possibilità di ottimizzazione Indice Sfruttare il potenziale di risparmio del CCNL! 3 Contratto di lavoro con periodo di prova 5 Durata del lavoro 6 Durata

Dettagli

CCNL 2010. della ristorazione

CCNL 2010. della ristorazione CCNL 2010 Contratto collettivo nazionale di lavoro dell industria alberghiera e della ristorazione Stato, 1 gennaio 2010 Indice Introduzione 1 I Applicabilità/entrata in vigore 2 II Rapporto di lavoro

Dettagli

Noi sosteniamo il valore delle nostre professioni. Convenzione per gli apprendisti del settore alberghiero e della ristorazione

Noi sosteniamo il valore delle nostre professioni. Convenzione per gli apprendisti del settore alberghiero e della ristorazione Noi sosteniamo il valore delle nostre professioni. Convenzione per gli apprendisti del settore alberghiero e della ristorazione Convenzione del 15 ottobre 1992 Stato al 1 maggio 2013 2 I Contraenti e campo

Dettagli

Convenzione per gli apprendisti del settore alberghiero e della ristorazione

Convenzione per gli apprendisti del settore alberghiero e della ristorazione Convenzione per gli apprendisti del settore alberghiero e della ristorazione Convenzione del 15 ottobre 1992 Stato al 1 maggio 2013 I Contraenti e campo di applicazione Art. 1 Contraenti e campo di applicazione

Dettagli

Settore alberghiero e della ristorazione 2016

Settore alberghiero e della ristorazione 2016 Settore alberghiero e della ristorazione 2016 n Rafforzare il CCNL n Formazione Progresso n Calendario per il rapporto delle ore 2016: annota tutte le tue ore di lavoro, perché ogni singola ora conta!

Dettagli

CCNL I N D U S T R I A A L B E R G H I E R A & R I S T O R A Z I O N E

CCNL I N D U S T R I A A L B E R G H I E R A & R I S T O R A Z I O N E CCNL I N D U S T R I A A L B E R G H I E R A & R I S T O R A Z I O N E PARERE CONCERNENTE L APPLICAZIONE DEL CCNL DELL INDUSTRIA ALBERGHIERA E DELLA RISTORAZIONE NEGLI ISTITUTI AFFILIATI A CURAVIVA SVIZZERA

Dettagli

Industria alberghiera e della ristorazione 2015

Industria alberghiera e della ristorazione 2015 Industria alberghiera e della ristorazione 0 n Rafforzare il CCNL n Salari 0: la formazione e il perfezionamento pagano n Calendario per il rapporto delle ore 0: annota tutte le tue ore di lavoro, perché

Dettagli

tra la Fondazione SSO-Services e Helsana Assicurazioni SA

tra la Fondazione SSO-Services e Helsana Assicurazioni SA Edizione 2014 Promemoria Contratto quadro Assicurazione d indennità giornaliera Helsana Business Salary tra la Fondazione SSO-Services e Helsana Assicurazioni SA HEL-00810-it-0913-0004-23529 Fondazioni

Dettagli

Ordinanza sugli aiuti finanziari per la custodia di bambini complementare alla famiglia

Ordinanza sugli aiuti finanziari per la custodia di bambini complementare alla famiglia Ordinanza sugli aiuti finanziari per la custodia di bambini complementare alla famiglia 861.1 del 9 dicembre 2002 (Stato 1 febbraio 2015) Il Consiglio federale svizzero, visto l articolo 9 della legge

Dettagli

tra la Fondazione SSO-Services e Helsana Assicurazioni SA

tra la Fondazione SSO-Services e Helsana Assicurazioni SA Edizione giugno 2013 Promemoria Contratto quadro Assicurazione d indennità giornaliera Helsana Business Salary tra la Fondazione SSO-Services e Helsana Assicurazioni SA HEL-00810-it-0613-0003-21972 Fondazioni

Dettagli

N.B. Il pagamento delle indennità di disoccupazione cessa quando il lavoratore:

N.B. Il pagamento delle indennità di disoccupazione cessa quando il lavoratore: Disoccupazione Una quota dei contributi versati serve per assicurarsi contro la disoccupazione, causata dall estinzione di un rapporto di lavoro per cause non attribuibili alla volontà del lavoratore stesso.

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Impiegata d albergo/impiegato d albergo del 7 dicembre 2004 78403 Impiegata d albergo/impiegato d albergo Hotelfachfrau/Hotelfachmann Specialiste en hôtellerie

Dettagli

Promemoria piano di lavoro, orario di lavoro, controllo dell orario di lavoro

Promemoria piano di lavoro, orario di lavoro, controllo dell orario di lavoro I. Piano di lavoro (art. 21 CCNL) II. Promemoria piano di lavoro, orario di lavoro, controllo dell orario di lavoro Il datore di lavoro è obbligato, ai sensi dell art. 21 cifra 1 CCNL a tenere un piano

Dettagli

CONTRATTO TIPO DI LAVORO PER MEDICO ASSISTENTE

CONTRATTO TIPO DI LAVORO PER MEDICO ASSISTENTE CONTRATTO TIPO DI LAVORO PER MEDICO ASSISTENTE Il presente contratto si applica a tutti i medici assistenti dell Ente ospedaliero cantonale Tra l Ente ospedaliero cantonale rappresentato dalla Direzione

Dettagli

Informazioni utili per il soggiorno in Svizzera

Informazioni utili per il soggiorno in Svizzera Informazioni utili per il soggiorno in Svizzera CH-4501 Soletta Dornacherstrasse 28A Casella postale 246 Telefono 032 346 18 18 Telefax 032 346 18 02 info@ch-go.ch www.ch-go.ch Indice Introduzione... 3

Dettagli

Il contratto collettivo di lavoro. della ristorazione svizzera: Bene per tutti.

Il contratto collettivo di lavoro. della ristorazione svizzera: Bene per tutti. Il contratto collettivo di lavoro dell industria alberghiera e della ristorazione svizzera: Bene per tutti. Stato 1 gennaio 2014 CCNL Contratto collettivo nazionale di lavoro dell industria alberghiera

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RETRIBUZIONE DI AUTORITÀ, COMMISSIONI E

REGOLAMENTO PER LA RETRIBUZIONE DI AUTORITÀ, COMMISSIONI E CANTON DEI GRIGIONI COMUNE DI MESOCCO REGOLAMENTO PER LA RETRIBUZIONE DI AUTORITÀ, COMMISSIONI E DIPENDENTI COMUNALI Pag. 1 SOMMARIO I. PREMESSA... 3 Art. 1 Premessa... 3 II. AUTORITA... 3 Art. 2 Consiglio

Dettagli

Assemblea dei delegati 2013 Punto 8.4 Approvazione articoli CCL proposti per la modifica

Assemblea dei delegati 2013 Punto 8.4 Approvazione articoli CCL proposti per la modifica Assemblea dei delegati 2013 Punto 8.4 Approvazione articoli CCL proposti per la modifica Art. 28 Durata e attribuzione delle vacanze 28.1 Per ogni anno di attività il lavoratore ha diritto ai seguenti

Dettagli

Aspetti specifici. Il contratto di apprendistato

Aspetti specifici. Il contratto di apprendistato Stato: agosto 2008 Aspetti specifici del contratto di apprendistato SCHEDA INFORMATIVA www.sse-sbv-ssic.ch Il contratto di apprendistato è un contratto di lavoro a tempo determinato la cui particolarità

Dettagli

Chiarezza sulle prestazioni di previdenza professionale. Il certificato di previdenza

Chiarezza sulle prestazioni di previdenza professionale. Il certificato di previdenza Chiarezza sulle prestazioni di previdenza professionale Il certificato di previdenza Chiarezza sulle prestazioni di previdenza professionale Il certificato di previdenza contiene molte informazioni preziose

Dettagli

Convenzione quadro. (approvata il 21.12.2012 dalla Seco) (nome, indirizzo) e: Pietro Piccipocci

Convenzione quadro. (approvata il 21.12.2012 dalla Seco) (nome, indirizzo) e: Pietro Piccipocci (approvata il 21.12.2012 dalla Seco) tra la: Esempio SA (nome, indirizzo) e: Pietro Piccipocci (nome, indirizzo) 1. Campo d applicazione La presente è una convenzione quadro volta a regolare un numero

Dettagli

Ingresso e soggiorno in Europa

Ingresso e soggiorno in Europa Ingresso e soggiorno in Europa CH-4501 Soletta Dornacherstrasse 28A Casella postale 246 Telefono 032 346 18 18 Telefax 032 346 18 02 info@ch-go.ch www.ch-go.ch Indice Introduzione... 3 1. Entrata in Europa...

Dettagli

Condizioni aggiuntive per l assicurazione indennità gior naliera (B, BI, C, CI) ai sensi della legge sull assicurazione malattie (CAA/LAMal)

Condizioni aggiuntive per l assicurazione indennità gior naliera (B, BI, C, CI) ai sensi della legge sull assicurazione malattie (CAA/LAMal) Condizioni aggiuntive per l assicurazione indennità gior naliera (B, BI, C, CI) ai sensi della legge sull assicurazione malattie (CAA/LAMal) Edizione 1.7.2005 www.egk.ch Condizioni aggiuntive per l assicurazione

Dettagli

Modifica del 30 giugno 2008. Il Consiglio federale svizzero decreta:

Modifica del 30 giugno 2008. Il Consiglio federale svizzero decreta: Decreto del Consiglio federale che conferisce obbligatorietà generale al contratto collettivo di lavoro per il settore privato dei servizi di sicurezza Modifica del 30 giugno 2008 Il Consiglio federale

Dettagli

Ordinanza sul personale dell Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA)

Ordinanza sul personale dell Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) Ordinanza sul personale dell Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) (Ordinanza sul personale FINMA) del 11 agosto 2008 Approvata dal Consiglio federale il 27 agosto 2008. L autorità

Dettagli

2.09 Stato al 1 gennaio 2013

2.09 Stato al 1 gennaio 2013 2.09 Stato al 1 gennaio 2013 Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere In generale 1 Il presente promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

INCENTIVI ALLE ASSUNZIONI In Pillole

INCENTIVI ALLE ASSUNZIONI In Pillole INCENTIVI ALLE ASSUNZIONI In Pillole Clicca sull incentivo di tuo interesse: Giovani 18-29 anni; Apprendistato; Fruitori di ASPI; Lavoratori disoccupati o sospesi da almeno 24 mesi; Donne e over 50; Ricercatori

Dettagli

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) del 25 ottobre 2006 43906 Meccanica di macchine edili AFC/Meccanico di macchine edili AFC Baumaschinenmechanikerin

Dettagli

Portrait. Contributi e prestazioni. Piani assicurativi e le loro possibilità di combinazione Disposizioni comuni

Portrait. Contributi e prestazioni. Piani assicurativi e le loro possibilità di combinazione Disposizioni comuni Portrait Contributi e prestazioni Piani assicurativi e le loro possibilità di combinazione Disposizioni comuni Sono determinanti le disposizioni del Regolamento Berna, febbraio 2008 I nostri Piani delle

Dettagli

Accreditamento delle società di revisione LRD esterne

Accreditamento delle società di revisione LRD esterne Dipartimento federale delle finanze DFF Amministrazione federale delle finanze AFF Autorità di controllo per la lotta contro il riciclaggio di denaro Circolare 2004/1 del 6 dicembre 2004 (Versione del

Dettagli

Protezione dei giovani lavoratori Informazioni per i giovani fino a 18 anni

Protezione dei giovani lavoratori Informazioni per i giovani fino a 18 anni Protezione dei giovani lavoratori Informazioni per i giovani fino a 18 anni SECO Condizioni di lavoro La nostra organizzazione Editore: SECO Condizioni di lavoro 3003 Berna www.seco.admin.ch Direzione

Dettagli

Contratto collettivo di lavoro per il mestiere di parrucchiere in Svizzera

Contratto collettivo di lavoro per il mestiere di parrucchiere in Svizzera Contratto collettivo di lavoro per il mestiere di parrucchiere in Svizzera Domande: Risposte: Art. 9 Art. 28 Par. 5 Art. 34 Par. 1 lett. a Art. 34 Par. 1 lett. a Art. 37.3 Art. 40.3 Art. 40.3 sospendere

Dettagli

2. Quali persone sono assoggettate all imposta alla fonte? 3. Quali prestazioni sono assoggettate all imposta alla fonte?

2. Quali persone sono assoggettate all imposta alla fonte? 3. Quali prestazioni sono assoggettate all imposta alla fonte? Kanton Zürich Finanzdirektion Scheda informativa per i dipendenti assoggettati all imposta alla fonte nel Cantone di Zurigo Valida dal 1 gennaio 2015 Kantonales Steueramt Dienstabteilung Quellensteuer

Dettagli

Ipotesi di accordo per il nuovo CCNL A.S.SO.FARM. del 22 luglio 2013. Roma, 31 luglio 2013

Ipotesi di accordo per il nuovo CCNL A.S.SO.FARM. del 22 luglio 2013. Roma, 31 luglio 2013 Ipotesi di accordo per il nuovo CCNL A.S.SO.FARM. del 22 luglio 2013 Roma, 31 luglio 2013 1. Un nuovo contratto L accordo in oggetto (pur garantendo una continuità economica con il precedente CCNL a mezzo

Dettagli

ÖKK ASSICURAZIONE CONTRO LA PER- DITA DI GUADAGNO (LCA)

ÖKK ASSICURAZIONE CONTRO LA PER- DITA DI GUADAGNO (LCA) ÖKK ASSICURAZIONE CONTRO LA PER- DITA DI GUADAGNO (LCA) Direttiva concernente il salario soggetto a premi In vigore dal 1.1.2008 1. Obbligo di pagare premi e contributi I contributi ed i premi di principio

Dettagli

Guida all assicurazione sociale per i dipendenti. Edizione 2015

Guida all assicurazione sociale per i dipendenti. Edizione 2015 Guida all assicurazione sociale per i dipendenti Edizione 2015 Indice Introduzione...3 Cambiamento di impiego...4 Disoccupazione...6 Congedo non pagato, perfezionamento professionale, soggiorni linguistici,

Dettagli

Assicurazione facoltativa d indennità giornaliera Secondo la Legge federale sull assicurazione malattie (LAMal)

Assicurazione facoltativa d indennità giornaliera Secondo la Legge federale sull assicurazione malattie (LAMal) Assicurazione facoltativa d indennità giornaliera Secondo la Legge federale sull assicurazione malattie (LAMal) Condizioni generali d assicurazione (CGA) Edizione gennaio 2009 (versione 2013) Ente assicurativo:

Dettagli

Il certificato di previdenza. Chiarezza sulle prestazioni di previdenza professionale.

Il certificato di previdenza. Chiarezza sulle prestazioni di previdenza professionale. Il certificato di previdenza. Chiarezza sulle prestazioni di previdenza professionale. Il certificato di previdenza, allestito e spedito dal vostro istituto di previdenza del personale (fondazione) ogni

Dettagli

Temi specifici della Cassa pensione Coop. 1 Gennaio 2015

Temi specifici della Cassa pensione Coop. 1 Gennaio 2015 Temi specifici della Cassa pensione Coop 1 Gennaio 2015 Informazioni sull affiliazione alla CPV/CAP 2 Tema Informazioni essenziali Informazioni sull affiliazione alla CPV/CAP Che cos è la CPV/CAP? La CPV/CAP

Dettagli

Il contratto collettivo di lavoro dell industria alberghiera e della ristorazione svizzera: Bene per tutti. Stato 1 gennaio 2012 Prima edizione

Il contratto collettivo di lavoro dell industria alberghiera e della ristorazione svizzera: Bene per tutti. Stato 1 gennaio 2012 Prima edizione Il contratto collettivo di lavoro dell industria alberghiera e della ristorazione svizzera: Bene per tutti. Stato 1 gennaio 2012 Prima edizione 6 CCNL Contratto collettivo nazionale di lavoro dell industria

Dettagli

DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2

DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2 5.2.4 DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI Bellinzona, gennaio 2009 CIRCOLARE N. 4/2008 Abroga la circolare n. 4/2007 del gennaio 2008 DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2 2. Scuole

Dettagli

Sezione 1: Oggetto e durata. del 4 febbraio 2014 (Stato 1 gennaio 2015)

Sezione 1: Oggetto e durata. del 4 febbraio 2014 (Stato 1 gennaio 2015) Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Autista di veicoli leggeri con certificato federale di formazione pratica (CFP) del 4 febbraio 2014 (Stato 1 gennaio 2015) 73305 Autista di

Dettagli

Ordinanza della SEFRI 1 sulla formazione professionale di base Coltellinaia/Coltellinaio con attestato federale di capacità (AFC)

Ordinanza della SEFRI 1 sulla formazione professionale di base Coltellinaia/Coltellinaio con attestato federale di capacità (AFC) Ordinanza della SEFRI 1 sulla formazione professionale di base Coltellinaia/Coltellinaio con attestato federale di capacità (AFC) 412.101.221.83 del 18 luglio 2012 (Stato 1 gennaio 2013) 43813 Coltellinaia

Dettagli

Riduzione individuale di premio (sussidio) nell'assicurazione sociale malattie per l anno 2012

Riduzione individuale di premio (sussidio) nell'assicurazione sociale malattie per l anno 2012 Riduzione individuale di premio (sussidio) nell'assicurazione sociale malattie per l anno 2012 1. Informazioni di carattere generale A partire dall anno 2012 nel nostro Cantone entrerà in vigore un nuovo

Dettagli

ESTRATTO DEL REGOLAMENTO DELLE PRESTAZIONI ASSISTENZIALI

ESTRATTO DEL REGOLAMENTO DELLE PRESTAZIONI ASSISTENZIALI ESTRATTO DEL REGOLAMENTO DELLE PRESTAZIONI ASSISTENZIALI Integrazione malattia Durante l assenza del lavoratore l impresa, entro i limiti della conservazione del posto di cui all art. 27 del C.C.N.L in

Dettagli

Cassa Disoccupazione CRISTIANO SOCIALE. Informazioni generali

Cassa Disoccupazione CRISTIANO SOCIALE. Informazioni generali Cassa Disoccupazione CRISTIANO SOCIALE Informazioni generali sull assicurazione contro la disoccupazione 1. Disdetta del rapporto di lavoro 2. Annuncio 3. Diritto alle indennità 4. Informazioni varie 1.

Dettagli

IL RINNOVO DEL 9 LUGLIO TUTTE LE NOVITÀ

IL RINNOVO DEL 9 LUGLIO TUTTE LE NOVITÀ IL RINNOVO DEL 9 LUGLIO TUTTE LE NOVITÀ Il rinnovo del ccnl 28 maggio 2012 sottoscritto in data 9 luglio 2015, contiene novità di rilievo, come si illustra di seguito. DECORRENZA E DURATA (Art. 203) Il

Dettagli

Il contratto collettivo di lavoro dell industria alberghiera e della ristorazione svizzera: Bene per tutti.

Il contratto collettivo di lavoro dell industria alberghiera e della ristorazione svizzera: Bene per tutti. Il contratto collettivo di lavoro dell industria alberghiera e della ristorazione svizzera: Bene per tutti. Stato 1 gennaio 2012 Prima edizione Commentario CCNL Contratto collettivo nazionale di lavoro

Dettagli

Foglio informativo: l assicurazione contro la disoccupazione

Foglio informativo: l assicurazione contro la disoccupazione Dipartimento federale dell economia, della formazione e della ricerca DEFR Segreteria di Stato dell economia SECO Mercato del lavoro / Assicurazione contro la disoccupazione Foglio informativo: l assicurazione

Dettagli

Misure volte a gettare le fondamenta per un avvenire sicuro della CPE

Misure volte a gettare le fondamenta per un avvenire sicuro della CPE Risposte alle domande più frequenti (FAQ) Misure volte a gettare le fondamenta per un avvenire sicuro della CPE 1. Dal 2014, l aliquota di conversione legale LPP all età di 65 anni è del 6,8%. È ammissibile

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) del 6 dicembre 2006 Tecnologa tessile AFC/Tecnologo tessile AFC Textiltechnologin EFZ/Textiltechnologe

Dettagli

di Massimo Brisciani Risorse Umane >> Amministrazione del personale

di Massimo Brisciani Risorse Umane >> Amministrazione del personale IL METODO DEL COSTO STANDARD di Massimo Brisciani Risorse Umane >> Amministrazione del personale Il datore di lavoro ha necessità di conoscere in via preventiva quale sarà il costo del personale che occupa

Dettagli

Contratto tipo di lavoro

Contratto tipo di lavoro Contratto tipo di lavoro tra la Dr.ssa/il Dr. med. e la Sig.ra si stipula il seguente contratto di lavoro. Durata del contratto, periodo di prova 1. L assistente di studio medico (in seguito: assistente)

Dettagli

1. Disposizioni generali 3. 2. Organizzazione 4. 3. Pubblicazione, iscrizione, ammissione, costi 5. 4. Svolgimento dell esame 6

1. Disposizioni generali 3. 2. Organizzazione 4. 3. Pubblicazione, iscrizione, ammissione, costi 5. 4. Svolgimento dell esame 6 Regolamento d esame per l ottenimento del Certificato di Assistente del personale Edizione 2010 Organizzatori dell esame HR Swiss KV Schweiz Unione padronale svizzera Swissstaffing Associazione professionale

Dettagli

Qual è la mia copertura assicurativa? Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti

Qual è la mia copertura assicurativa? Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti 2 Questo opuscolo La informa sulla Sua situazione assicurativa spiegandole se e in che misura Lei è coperto

Dettagli

Regolamento d investimento della Fondazione collettiva Trigona per la previdenza professionale. (Edizione gennaio 2014)

Regolamento d investimento della Fondazione collettiva Trigona per la previdenza professionale. (Edizione gennaio 2014) Regolamento d investimento della Fondazione collettiva Trigona per la previdenza professionale (Edizione gennaio 2014) 2 Regolamento d investimento Indice 1. Basi 3 2. Gestione del patrimonio 3 3. Obiettivi

Dettagli

Regolamento sulla liquidazione parziale e totale delle casse di previdenza

Regolamento sulla liquidazione parziale e totale delle casse di previdenza Regolamento sulla liquidazione parziale e totale delle casse di previdenza Bâloise-Fondazione collettiva per la previdenza professionale obbligatoria Edizione dicembre 2009 2 Regolamento Indice I. Oggetto

Dettagli

Le novità nel CCNL 2006/2009 per il personale precario della scuola statale

Le novità nel CCNL 2006/2009 per il personale precario della scuola statale Le novità nel CCNL 2006/2009 per il personale precario della scuola statale Articolo 1: validità delle norme contrattuali per tutto il personale compreso il personale a tempo determinato La prima importante

Dettagli

Regolamento d esame. Patrocinio: veb.ch, Società svizzera degli impiegati del commercio. Valido dall esame di ottobre 2016

Regolamento d esame. Patrocinio: veb.ch, Società svizzera degli impiegati del commercio. Valido dall esame di ottobre 2016 Collaboratore/collaboratrice qualificato/a della contabilità Collaboratore/collaboratrice qualificato/a fiduciario Collaboratore/collaboratrice qualificato/a fiscale edupool.ch Patrocinio: veb.ch, Società

Dettagli

Regolamento d investimento della Fondazione collettiva Perspectiva per la previdenza professionale. Edizione gennaio 2015

Regolamento d investimento della Fondazione collettiva Perspectiva per la previdenza professionale. Edizione gennaio 2015 Regolamento d investimento della Fondazione collettiva Perspectiva per la previdenza professionale Edizione gennaio 2015 2 Regolamento d investimento della Fondazione collettiva Perspectiva per la previdenza

Dettagli

2.06 Stato al 1 o gennaio 2014

2.06 Stato al 1 o gennaio 2014 2.06 Stato al 1 o gennaio 2014 Lavoro domestico Quali attività sono considerate lavori domestici? 1 Si intendono, ad esempio, le attività delle seguenti persone: addetta/addetto alle pulizie, bambinaia

Dettagli

TFR E PREVIDENZA COMPLEMENTARE

TFR E PREVIDENZA COMPLEMENTARE TFR E PREVIDENZA COMPLEMENTARE E il momento di scegliere A cura della Struttura di Comparto Scuola non statale DESTINARE IL TFR COS E IL TFR? Il trattamento di fine rapporto (anche conosciuto come liquidazione

Dettagli

Condizioni Generali (CGA)

Condizioni Generali (CGA) Condizioni Generali (CGA) Assicurazione contro gli infortuni secondo la legge federale del 20.3.1981 (LAINF) Edizione 08.2006 8000612 10.09 WGR 067 I Sommario L assicurazione contro gli infortuni secondo

Dettagli

2.06 Contributi. Lavoro domestico. Stato al 1 gennaio 2015

2.06 Contributi. Lavoro domestico. Stato al 1 gennaio 2015 2.06 Contributi Lavoro domestico Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Chi occupa lavoratori domestici è tenuto a versare contributi alle assicurazioni sociali, anche se il salario in denaro o in natura è

Dettagli

Informazioni per i clienti e Condizioni generali d assicurazione (CGA) Assicurazione cauzione d affitto per abitazioni private

Informazioni per i clienti e Condizioni generali d assicurazione (CGA) Assicurazione cauzione d affitto per abitazioni private Informazioni per i clienti e (CGA) Assicurazione cauzione d affitto per abitazioni private Edizione 01.2011 Informazioni per i clienti Informazioni per i clienti Ciò che dovrebbe sapere sulla sua assicurazione

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Falegname CFP Del 1 dicembre 2005 (stato: ) Proposte di modifica del 24.02.2012 30506 Falegname CFP Schreinerpraktikerin/Schreinerpraktiker Aide-menuisière/Aide-menuisier

Dettagli

Benvenuti. Il vostro impiego presso AS Ascensori SA

Benvenuti. Il vostro impiego presso AS Ascensori SA Benvenuti Il vostro impiego presso AS Ascensori SA Il vostro impiego presso AS in sintesi* Convenzione dell industria metalmeccanica Per i collaboratori di AS si applica la convenzione dell industria metalmeccanica,

Dettagli

Sommario PREMESSA AL CCNL... 23. TITOLO I - VALIDITÀ E SFERA DI APPLICAZIONE... 24 Articolo 1... 24 Articolo 2... 26 Articolo 3...

Sommario PREMESSA AL CCNL... 23. TITOLO I - VALIDITÀ E SFERA DI APPLICAZIONE... 24 Articolo 1... 24 Articolo 2... 26 Articolo 3... FEDERTURISMO Assotravel Astoi Ucina Unai Unionparchi CONFINDUSTRIA CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I DIPENDENTI DA AZIENDE DELL INDUSTRIA TURISTICA Testo Ufficiale 2 febbraio 2004 Proprietà

Dettagli

951.91 Legge federale

951.91 Legge federale Legge federale sulle misure temporanee di stabilizzazione congiunturale nei settori del mercato del lavoro, delle tecnologie dell informazione e della comunicazione nonché del potere d acquisto del 25

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Cuoca in dietetica / Cuoco in dietetica con attestato federale di capacità (AFC) del 9 ottobre 2006 79004 Cuoca in dietetica AFC / Cuoco in dietetica AFC

Dettagli

Firenze 19 aprile 2012 FEDERLEGNOARREDO FENAL UIL FILCA CISL FILLEA CGIL

Firenze 19 aprile 2012 FEDERLEGNOARREDO FENAL UIL FILCA CISL FILLEA CGIL Visto il D.Lgs.14 settembre 2011, n. 167 Testo unico ell'apprendistato, a norma dell'articolo 1, comma 30, della legge 24 dicembre 2007, n. 247 le parti concordano che la normativa presente nel ccnl firmato

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DELL'AREA DELLA DIRIGENZA MEDICO VETERINARIA DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DELL'AREA DELLA DIRIGENZA MEDICO VETERINARIA DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DELL'AREA DELLA DIRIGENZA MEDICO VETERINARIA DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE SECONDO BIENNIO ECONOMICO 2008-2009 TITOLO I CAPO I Disposizioni generali Art. 1 Campo

Dettagli

Il contratto collettivo di lavoro dell industria alberghiera e della ristorazione svizzera: Bene per tutti.

Il contratto collettivo di lavoro dell industria alberghiera e della ristorazione svizzera: Bene per tutti. Il contratto collettivo di lavoro dell industria alberghiera e della ristorazione svizzera: Bene per tutti. Stato 1 gennaio 2010 Seconda edizione Commentario CCNL Contratto collettivo nazionale di lavoro

Dettagli

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa Le parti, nel ritenere che il rapporto di lavoro a tempo parziale possa essere mezzo idoneo ad agevolare l incontro fra domanda e offerta di lavoro, ne confermano

Dettagli

Cambiamento nella vita professionale. La previdenza dopo lo scioglimento del rapporto di lavoro.

Cambiamento nella vita professionale. La previdenza dopo lo scioglimento del rapporto di lavoro. Cambiamento nella vita professionale. La previdenza dopo lo scioglimento del rapporto di lavoro. Cambiamento nella vita professionale. La previdenza dopo lo scioglimento del rapporto di lavoro. Inizio

Dettagli

Legge federale sull assicurazione per la maternità

Legge federale sull assicurazione per la maternità Termine di referendum: 9 aprile 1999 Legge federale sull assicurazione per la maternità (LAMat) del 18 dicembre 1998 L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto l articolo 34 quinquies capoverso

Dettagli

Assicurazioni sociali e lavoro a tempo parziale. assegni famiglia.

Assicurazioni sociali e lavoro a tempo parziale. assegni famiglia. Assicurazioni sociali e lavoro a tempo parziale importanti per tutti coloro che lavorano a tempo parziale e allevano figli o assistono familiari. sull AVS, l AI, la previdenza professionale, nonché sull

Dettagli

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Aiuto muratrice/aiuto muratore con certificato federale di formazione pratica (CFP) del 14 settembre 2010 (Stato: 1 settembre 2014) 51007 Aiuto

Dettagli

Contratto collettivo di lavoro per il settore dei contact center e call center

Contratto collettivo di lavoro per il settore dei contact center e call center Contratto collettivo di lavoro per il settore dei contact center e call center stipulato tra contactswiss Kolumbanstrasse 2 Casella postale 148 CH-9008 San Gallo e Sindacato dei media e della comunicazione

Dettagli

Regolamento del personale

Regolamento del personale Regolamento del personale Valido dal 1 luglio 2008 Basato sull articolo 24 lettera h della legge federale concernente l Assicurazione svizzera contro i rischi delle esportazioni (LA- RE) e l articolo 20

Dettagli

NEWSLETTER LAVORO 05 2015

NEWSLETTER LAVORO 05 2015 Normativa lavoro TRIBERTI COLOMBO & ASSOCIATI AVVOCATI COMMERCIALISTI CONSULENTI del LAVORO NEWSLETTER LAVORO 05 2015 1. DISABILI IN SOMMINISTRAZIONE: COMPUTO NELLA QUOTA DI RISERVA 2. AMMORTIZZATORI SOCIALI:

Dettagli

Progresso. Perfezionamento professionale gratuito Corsi dei partner sociali del ramo alberghiero e ristorazione

Progresso. Perfezionamento professionale gratuito Corsi dei partner sociali del ramo alberghiero e ristorazione Perfezionamento professionale gratuito Corsi dei partner sociali del ramo alberghiero e ristorazione PROGRESSO Basi Non ha seguito una formazione di base nel ramo alberghiero e ristorazione? Il perfezionamento

Dettagli

ACCORDO PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO 5 DICEMBRE 2007 PER I DIRIGENTI DELLE PICCOLE E MEDIE AZIENDE INDUSTRIALI

ACCORDO PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO 5 DICEMBRE 2007 PER I DIRIGENTI DELLE PICCOLE E MEDIE AZIENDE INDUSTRIALI ACCORDO PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO 5 DICEMBRE 2007 PER I DIRIGENTI DELLE PICCOLE E MEDIE AZIENDE INDUSTRIALI Addì, 22 dicembre 2010, in Roma CONFAPI FEDERMANAGER e Premesso

Dettagli

del 25 ottobre 2006 (Stato 1 gennaio 2013)

del 25 ottobre 2006 (Stato 1 gennaio 2013) Ordinanza della SEFRI 1 sulla formazione professionale di base Meccanica di macchine agricole/meccanico di macchine agricole con attestato federale di capacità (AFC) del 25 ottobre 2006 (Stato 1 gennaio

Dettagli

2.08 Stato al 1 gennaio 2011

2.08 Stato al 1 gennaio 2011 2.08 Stato al 1 gennaio 2011 Contributi all assicurazione contro la disoccupazione L assicurazione contro la disoccupazione è obbligatoria 1 Come l assicurazione per la vecchiaia e i superstiti (AVS),

Dettagli

2.06 Stato al 1 o gennaio 2011

2.06 Stato al 1 o gennaio 2011 2.06 Stato al 1 o gennaio 2011 Lavoro domestico Quali attività sono considerate lavori domestici? 1 Si intendono, ad esempio, le attività delle seguenti persone: addetta/addetto alle pulizie, bambinaia

Dettagli

REGOLAMENTO DIRITTO ALLO STUDIO AREA DEL COMPARTO SANITA

REGOLAMENTO DIRITTO ALLO STUDIO AREA DEL COMPARTO SANITA REGOLAMENTO DIRITTO ALLO STUDIO AREA DEL COMPARTO SANITA Redazione a cura di G. De Foresta Verifica a cura di G. D Angeli, F. Luvarà Riferimenti legislativi: - Legge 20.05.1970, n. 300, art. 10 lavoratori

Dettagli

Dati per l esame del rischio Assicurazione di responsabilità civile professionale per consulenti, fiduciari, revisori e altri fornitori di servizi

Dati per l esame del rischio Assicurazione di responsabilità civile professionale per consulenti, fiduciari, revisori e altri fornitori di servizi Dati per l esame del rischio Assicurazione di responsabilità civile professionale per consulenti, fiduciari, revisori e altri fornitori di servizi Persona referente Telefono E-mail DR 00 DE 000 BP1

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) del 22 agosto 2007 21806 Macellaia-salumiera AFC/Macellaio-salumiere AFC Fleischfachfrau EFZ/Fleischfachmann EFZ

Dettagli

1.1 Generalità 1. 1.2 Basi dell assicurazione 1. 2.1 Cerchia di persone 1. 2.2 Anno assicurativo 1

1.1 Generalità 1. 1.2 Basi dell assicurazione 1. 2.1 Cerchia di persone 1. 2.2 Anno assicurativo 1 Condizioni generali d assicurazione applicabili all assicurazione complementare di rischio per i destinatari della Cassa pensioni Swatch Group (previdenza individuale libera 3b) Edizione 01/2015 Sommario

Dettagli

Ordinanza della SEFRI 1 sulla formazione professionale di base Specialista in fotografia con attestato federale di capacità (AFC)

Ordinanza della SEFRI 1 sulla formazione professionale di base Specialista in fotografia con attestato federale di capacità (AFC) Ordinanza della SEFRI 1 sulla formazione professionale di base Specialista in fotografia con attestato federale di capacità (AFC) 412.101.220.01 dell 8 dicembre 2004 (Stato 1 gennaio 2013) 35210 Specialista

Dettagli

Un opuscolo per i disoccupati Indennità per insolvenza

Un opuscolo per i disoccupati Indennità per insolvenza Dipartimento federale dell'economia DFE Edizione 2011 Un opuscolo per i disoccupati Indennità per insolvenza 2 OSSERVAZIONI Il presente opuscolo si basa sulle disposizioni della legge sull'assicurazione

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

Mendrisio in Bici Incentivi sull acquisto di biciclette elettriche e batterie per residenti e aziende con sede in Città. Fino al 31 dicembre 2014.

Mendrisio in Bici Incentivi sull acquisto di biciclette elettriche e batterie per residenti e aziende con sede in Città. Fino al 31 dicembre 2014. Cancelleria comunale Via Municipio 13 6850 Mendrisio 058 688 31 10 cancelleria@mendrisio.ch mendrisio.ch Comunicato stampa 20 giugno 2013 Mendrisio in Bici Incentivi sull acquisto di biciclette elettriche

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Telematica/Telematico con attestato federale di capacità (AFC) del 20 dicembre 2006 47415 Telematica AFC/Telematico AFC Telematikerin EFZ/Telematiker EFZ

Dettagli

COMMENTO. sull Accordo intercantonale sui contributi per i cicli di formazione delle scuole specializzate superiori (ASSS) del 22 marzo 2012

COMMENTO. sull Accordo intercantonale sui contributi per i cicli di formazione delle scuole specializzate superiori (ASSS) del 22 marzo 2012 COMMENTO sull Accordo intercantonale sui contributi per i cicli di formazione delle scuole specializzate superiori (ASSS) del 22 marzo 2012 Versione modificata del 7 maggio 2012 Introduzione L Accordo

Dettagli

Riforma Mercato del Lavoro. Legge 92/2012

Riforma Mercato del Lavoro. Legge 92/2012 Riforma Mercato del Lavoro Legge 92/2012 Caerano di San Marco 6 dicembre 2012 Premessa. La riforma del mercato del lavoro è stata definitivamente convertita nella legge 92 del 28 giugno 2012. Pubblicata

Dettagli

A CHI SPETTA I REQUISITI. Riposi giornalieri

A CHI SPETTA I REQUISITI. Riposi giornalieri Riposi giornalieri Legge n. 584 del 13 luglio 1967, art. 1 - DM del 8 aprile 1968 Legge n. 107 del 4 maggio 1990, art. 13 Al lavoratore dipendente che cede il proprio sangue gratuitamente viene concessa

Dettagli

Zurigo, 26 maggio 2008. Gentili Signore, Egregi Signori,

Zurigo, 26 maggio 2008. Gentili Signore, Egregi Signori, Vostra ref.: Nostra ref.: Resp.: Zurigo, 26 maggio 2008 Informazione agli affiliati numero 162/2008 Informazioni dettagliate relative all affiliazione alla Cassa assegni familiari «Assicurazione», alla

Dettagli