Salute ICD-10-GM Indice alfabetico Versione italiana Tomo 1 (A L) Neuchâtel, 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Salute 1216-1403 ICD-10-GM 2014. Indice alfabetico Versione italiana Tomo 1 (A L) Neuchâtel, 2014"

Transcript

1 14 Salute ICD-10-GM 2014 Indice alfabetico Versione italiana Tomo 1 (A L) Neuchâtel, 2014

2 La serie «Statistica della Svizzera» pubblicata dall Ufficio federale di statistica (UST) comprende i settori seguenti: 0 Basi statistiche e presentazioni generali 1 Popolazione 2 Territorio e ambiente 3 Lavoro e reddito 4 Economia 5 Prezzi 6 Industria e servizi 7 Agricoltura e selvicoltura 8 Energia 9 Costruzioni e abitazioni 10 Turismo 11 Mobilità e trasporti 12 Denaro, banche e assicurazioni 13 Sicurezza sociale 14 Salute 15 Formazione e scienza 16 Cultura, media, società dell informazione, sport 17 Politica 18 Amministrazione e finanze pubbliche 19 Criminalità e diritto penale 20 Situazione economica e sociale della popolazione 21 Sviluppo sostenibile e disparità regionali e internazionali

3 Statistica della Svizzera ICD-10-GM 2014 Indice alfabetico Versione italiana Tomo 1 (A L) Realizzazione Editore Team Nomenclature mediche Ufficio federale di statistica (UST) Office fédéral de la statistique (OFS) Neuchâtel, 2014

4 IMPRESSUM Editore: Informazioni: Autore: Realizzazione: Diffusione: N. di ordinazione: Prezzo: Serie: Settore: Testo originale: Traduzione: Grafica del titolo: Grafica/layout: Copyright: Ufficio federale di statistica (UST) Segreteria di codifica Ufficio federale di Statistica Per le fonti: Istituto tedesco di documentazione e informazione medica (DIMDI) Ufficio federale di statistica, CH-2010 Neuchâtel Ufficio federale di statistica, CH-2010 Neuchâtel Telefono / Fax / 33 franchi (IVA escl.) Statistica della Svizzera 14 Salute Tedesco Servizi linguistici dell UST UST; concezione: Netthoevel & Gaberthüel, Bienne; foto: Uwe Bumann Fotolia.com Sezione DIAM, Prepress / Print UST, Neuchâtel, 2014 Riproduzione autorizzata, eccetto per scopi commerciali, con citazione della fonte. ISBN:

5 Indice Indice Introduzione V Elenco sistematico A 3 B 55 C 65 D 129 E 155 F 183 G 207 H 223 I 225 J 259 K 261 L 263 ICD-10-GM 2014 INDICE ALFABETICO UST 2014 III

6

7 Introduzione Introduzione Fonte Validità Formati e disponibilità Note tecniche Informazioni per l uso La presente edizione dell indice alfabetico della ICD-10-GM 2014 è basata sulla traduzione italiana (a cura del BFS) del corrispondente indice sistematico pubblicato da DIMDI/Deutschland (stato: 20 settembre 2013). L indice alfabetico della ICD-10-GM 2014 è valida dal 1 gennaio ed è vincolante per la codifica delle diagnosi nell ambito della statistica medica. La codifica con l ICD-10-GM è obbligatoria per tutti gli ospedali somatici acuti e le case per partorienti. L indice alfabetico della ICD-10-GM 2014 è disponibile in tedesco presso l istituto DIMDI e in lingua francese e italiana presso l UST. La versione italiana è disponibile nei formati PDF, Excel e in versione stampata. I formati PDF, Excel sono scaricabili direttamente dal sito dell UST. Per maggiori dettagli sull ordinazione di una versione cartacea si rimanda alle informazioni riportate alla fine del presente documento (ultima pagina). La redazione dell indice alfabetico si fonda su un processo, in larga misura automatizzato, basato sulla permutazione testuale di tutti i codici dell indice sistematico dell ICD-10-GM 2014 nonché di particolari informazioni supplementari relative ai codici, senza ricorrere ad altre raccolte terminologiche o enciclopedie mediche. Con la creazione di un elenco di parole vuote (senza significato lessicale) è stato possibile selezionare i termini significativi e ordinarli alfabeticamente. Con questo metodo viene garantito che, ad eccezione delle parole vuote, tutti i termini dell indice sistematico siano riprodotti e possano essere trovati sotto forma di termini principali nella prima colonna dell indice alfabetico. L indice alfabetico va usato solo come primo stadio nella ricerca di un codice. È indispensabile verificare il codice trovato nell indice alfabetico consultando l indice sistematico. Grazie alla permutazione dei testi dell indice sistematico ICD-10-GM 2014 è possibile trovare tutti i termini significativi. Siccome tutti i termini selezionati figurano come termini principali (in grassetto), è possibile effettuare una ricerca secondo la localizzazione (p. es. braccio), la diagnosi e secondo aggettivi specifici (p. es. allogenico). Sotto i termini principali, ordinati gerarchicamente in vari livelli di rientro, sono elencati gli altri termini. Va segnalato che la cancellazione delle parole vuote e la permutazione potrebbero complicare la leggibilità dei testi. Per facilitare la leggibilità, è stato introdotto il simbolo, che indica quando il testo di un codice inizia o finisce. Per leggere i testi interi nella forma iniziale, si comincia dopo questo simbolo a leggere la parola «principale» e i paragrafi finché non appare il contenuto desiderato col codice. Desideriamo informarvi che la tabella dei tumori maligni è situata alla fine del volume 2. ICD-10-GM 2014 INDICE ALFABETICO UST 2014 V

8 Introduzione Il presente indice alfabetico contiene i termini medici del corrispondente indice sistema- tico. Per questo motivo, a causa dei limiti della terminologia settoriale, per la codifica sono indispensabili buone conoscenze mediche. In caso di dubbi è opportuno chiedere consiglio al medico curante. In futuro sarà valutata l opportunità di integrare nell indice alfabetico altre raccolte di termini medici. Accogliamo con piacere ogni suggerimento o proposta di miglioramenti e correzioni. Influsso sulla codifica e prospettive future Ringraziamenti Ringraziamo tutti i colleghi che ci hanno sostenuto dal punto di vista contenutistico, tecnico e linguistico durante la redazione del testo o che ci hanno sostenuto con i loro consigli di esperti. Infine, desideriamo sottolineare in modo particolare l ottima collaborazione con i colleghi del Canton Ticino, ai quali va il nostro più caloroso ringraziamento. 6 ICD-10-GM 2014 INDICE ALFABETICO UST 2014

9 INDICE ALFABETICO 1

10

11 Aarskog Sindrome di : A Acalasia Aarskog Sindrome di : Q87.1 AB0 - - Isoimmunizzazione O Reazione incompatibilità T feto neonato Isoimmunizzazione P55.1 abbandono Trascuratezza o T prematuro cure medico Y69! Abbondante espettorato R09.3 abbondanti Feci R19.5 abbreviato tra perdita mestruale Intervalli irregolare, N92.1 abducente - Paralisi sesto nervo cranico [ H Traumatismo nervo S04.4 abduttori pollice a livello avambraccio Traumatismo di muscolo o di tendine estensori o S56.3 aberrante Arteria - polmonare Q succlavia Q27.8 Abetalipoproteinemia E78.6 abilità - aritmetica Disturbo specifico delle F scolastico - - altro Disturbo evolutivo delle F Disturbo evolutivo circoscritto delle F81 - sociale inadeguato non classificate altrove Z73 abitare istituzione residenziale Problema legato all ' Z59 abitazione - condizione economiche Problema legato all ' Z59 - senza tetto Mancanza di Z59 abituale - - Abrasione dente : K Assistenza gravidanza aborto O infanzia adolescenza - - altro Disturbo comportamentali e della sfera emozionale con esordio F Disturbo comportamentali ed emozionale specifico con esordio F Disturbo comportamentali e della sfera emozionale con esordio F90-F comportamentali ed emozionale non specificati con esordio F98.9 abitudine - anormale Stereotipia / F lassativi F55 Abitudini - abnormi Disturbo controllo degli Impulso F63 - alimentare inadeguato Z degli Impulso - altro Disturbo delle F non specificato Disturbo delle F intestinale Cambiamento delle R riguardanti lingua labbra dito della mano Malocclusione da : K07.5 ABL - negativo Leucemia mieloide cronico atipico BCR / C92.2 ABL Continuazione - positivo Leucemia mieloide cronico [ LMC ], BCR / C92.1 Ablefaria Q10.3 abnormi Disturbo controllo degli Impulso Abitudini F63 abortivo - - Gravidanza con esito O00-O Peste A blighted ovum mola non idatiforme Ovulo O02.0 aborto - - Altro tipo di O Controllo gravidanza con anamnesi di Z Emorragia specificato come dovuto a minaccia d ' O Minaccia di O Tentativo fallito di O07 - a gravidanza ectopico molare Complicanza successivo ad O08 - Embolia successivo ad O Shock successivo ad O Insufficiente renale successivo ad O Disturbo metabolico successivo ad O Danno a organi e a tessuto della pelvi successivo ad O altro Complicanza venoso successivo ad O altro Complicanza successivo ad O Complicanza non specificate successivo ad O abituale Assistenza gravidanza per O complicato - - embolia Altro e non specificato tentativo fallito di O emorragia tardivo eccessivo Altro e non specificato tentativo fallito di O infezione apparato genitale e di organi pelvico Altro e non specificato tentativo fallito di O con altro non specificate Complicanza Altro e non specificato tentativo fallito di O fallito SAI Tentativo di O gravidanza ectopico molare Infezione dell ' apparato genitale e di organi pelvico dopo O indotto SAI O06 - interno feto morto trattenuto ) O naturale O03 - non gravida Esame assistenza a donna con tendenza all ' N96 - non specificato O06 - od a gravidanza ectopico o molare Emorragia, tardivo o eccessivo, successivo ad O più feto Continuazione della gravidanza dopo O provocato tentativo fallito di O07 - ricorrente N96 - senza complicanza Altro e non specificato tentativo fallito di O spontaneo - O riferito feto P01.8 aborto Continuazione - terapeutico - O complicato embolia Tentativo fallito di O emorragia tardivo o eccessivo Tentativo fallito di O infezione apparato genitale e di organi pelvico Tentativo fallito di O con altro non specificate Complicanza Tentativo fallito di O indotto O SAI Tentativo fallito di O senza complicanza Tentativo fallito di O tubarico O00.1 abortus Brucellosi Brucella A23.1 abrasione Ulcera decubito pressione ] che si presenta come : L corneale senza menzione corpo estraneo Traumatismo della congiuntiva e S dentale K dente - - abituale K dentifricio K professionale K rituale K tradizionale K SAI multiplo i ) : T00.9 abruptio - placentae Distacco prematuro di placenta [ O45 - placentare P02.1 abuso - alcolico consiglio sorveglianza per : Z71 - antiacidi F55 - bambino SAI effetto di : T psicologico T rimedi popolari a base di erbe F55 - SAI Z sessuale - T bambino Problema connessi ad asserito Z61 - sostanza - - non provocano dipendenza - - F agente terapeutico vegetale o naturale F altro sostanza F analgesico F Antiacidi F Antidepressivi F Lassativi F Sostanza non specificata F Steroidi e ormone F vitamina F psicoattive anamnesi personale Z SAI F19 - steroidi ormone F55 - tabacco consiglio : per Z71 - vitamina F55 Acalasia - cardiale K22.0 ICD-10-GM A, UST

12 Acalasia A accomodazione Acalasia Continuazione - SAI K22.0 Acalculia R evolutivo F81.2 Acantamebiasi B Cheratite cheratocongiuntivite interstiziale ) in corso di : B60.1, H19.2* Acanthamoeba - Cheratocongiuntivite da B60.1, H19.2* - Congiuntivite ( da ) : B60.1, H13.1* - - da B60.1, H13.1* Acantocefaliasi B83.8 acantolitico altro dermatosi L11 - non specificate Dermatosi L specificato altro dermatosi L transitorio Grover Dermatosi L11.1 Acantosi nigra L83 acari - - Dermatite da B Tifo boscaglie ( da A SAI Infestazione da B88.9 acariasi altro B altro Infestazione - - Contatto con ed esposizione a pediculosi o Z Pediculosi, B85-B89 Acatalasia Takahara E80.3 Acatisia indotto trattamento indotto farmaco ) G25.88 accelerato - - Conduzione atrio ventricolare : I Ritmo cardiaco R Travaglio O Dumping syndrome Sindrome : da svuotamento K91.1 Accentuazione Tratto personalità Z73 Accertamento predisposizione - a Cardiomiopatia Z Aritmia cardiaco maligno Z01.80 accertato - 4 settimana 28 giorno ) o meno dall ' esordio infarto miocardico specificato come acuto o con una durata I21 - macrosomia feto età gestazionale Assistenza prestata alla madre per ( sospetto ) ( O presunto Assistenza prestata alla madre per presentazione anomalo del feto O alla madre per sproporzione O alla madre per anomalia di organi pelvico O34 - sospettato Assistenza prestata alla madre per anomalia o lesione fetale O alla madre per altro Problema fetale O alla madre per ( sospetto ) ritardo di crescita fetale in : basso peso per l ' epoca di gestazione O36.5 accertato Continuazione - sospettato Assistenza prestata alla madre per anomalia o lesione fetale Continuazione - - alla madre per ( sospetto ) ritardo di crescita fetale in : Insufficiente placentare O alla madre per ( sospetto ) ritardo di crescita fetale in : piccolo per l ' epoca di gestazione O36.5 accesso - sudorazione Disreflessia autonomica sotto forma di G vascolare Adattamento manutenzione di Z di altro e non specificato Z45.29 accessori ghiandola dotto salivari Q38.4 accessorio - - Alluce Q Capezzolo Q Conduzione atrio ventricolare : I Costa Q Dito a ) della mano Q ) del piede Q Dotto epatico Q Infezione gonococcico tratto genitourinario inferiore senza ascesso periuretrale o delle ghiandola A genitourinario inferiore con ascesso periuretrale e delle ghiandola A Lobo polmonare Q Mammella Q Muscolo Q Naso Q osso carpale Q ovaio Q Padiglione auricolare Q Pancreas Q Rene Q Sarcoma a cellule dendritica ( cellule C Torsione tuba N Trago Q Traumatismo nervo S Uretere : Q a - - Muscolo oculare Q Palpebra Q congenito Fegato Q i Pollice i ) Q Uretra Q Vescica Q64.7 accettazione - intervento fisico chimico nutrizionale, noti come potenzialmente nocivo e pericolosi Ricerca e Z Misura comportamentali psicologico noti come potenzialmente nocivo e pericolosi Ricerca e Z64.8 acciaio Sindrome Menkes capelli ritorti ) ( dei capelli d ' E83.0 accidentale - - Avvelenamento X49.9! - - Emorragia P Ipotermia T68 - esposizione a - - alcol Avvelenamento ( X49.9! accidentale Continuazione - esposizione a Continuazione - - idrocarburi alogenati Avvelenamento ( X49.9! - - liquido corrosivo Avvelenamento ( X49.9! - - medicamento droga e altro sostanza biologicamente attivo Avvelenamento ( X49.9! - - pesticidi Avvelenamento ( X49.9! - - Solvente organico Avvelenamento ( X49.9! - - sostanza chimico e nocivo Avvelenamento X49! - medicamento errato Somministrazione o ingestione X49.9! - nervo - - catetere durante procedura Perforazione T endoscopio durante procedura Perforazione T sonda durante procedura Perforazione T strumento durante procedura Perforazione T organo - - catetere durante procedura Perforazione T endoscopio durante procedura Perforazione T sonda durante procedura Perforazione T strumento durante procedura Perforazione T vaso sanguigno - - catetere durante procedura Perforazione T endoscopio durante procedura Perforazione T sonda durante procedura Perforazione T strumento durante procedura Perforazione T81.2 accidentali durante procedura diagnostica terapeutico, non classificate altrove Puntura e lacerazione T81.2 accidentalmente - ferita operatoria cavità corporeo Aderenza da corpo estraneo lasciato T Ostruzione da corpo estraneo lasciato T Perforazione da corpo estraneo lasciato T lasciato - - cavità corporeo ferita operatoria a seguito di procedura diagnostica o terapeutico Corpo estraneo T durante procedura diagnostica o terapeutico Reazione acuto a sostanza estraneo T81.6 Accidente - cardiovascolare SAI I cerebrovascolare SAI I64 - contatto con pianta animale velenoso non specificati X29.9! - esposizione altro non specificate forza meccanico inanimato W49.9! - estrazione Periodontopatia locale Perdita di dente da K08.1 accomodazione - - Disturbo di H Paresi dell ' H ICD-10-GM A, UST 2014

13 accomodazione A acquisito accomodazione Continuazione Continuazione - - Spasmo di H Vizio rifrazione Disturbo di H52 - Vizio rifrazione Disturbo dei muscolo oculare, dei movimento binoculare, di H49-H52 accompagna ammalato Persona sana che Z76.3 accrescimento Insufficiente : R fetale Disturbo correlato alla durata della gestazione ed all ' P05-P Screening prenatale mediante ultrasuoni o altro metodi fisico, per ritardo d ' Z SAI Ritardo dell ' P osseo altro Disturbo dello sviluppo e dell ' M precoce eccessivo Sindrome malformative congenito caratterizzato da un Q puberale Visita medica di adolescente durante l ' Z00.3 accreta Placenta O43.20 Accretio cordis I31.0 accrezioni dentale deposito [ K arancioni deposito [ K betel deposito [ K materia alba deposito [ K nero deposito [ K tabacco deposito [ K verdi deposito [ K03.6 accumulo - cistina Malattia da E glicogeno glicogenosi Malattia da E lipidi Miopatia malattia da E75.-, G73.6* - lipidico altro Malattia da E Disturbo metabolismo degli sfingolipidi ed altro Malattia da E lipidico non specificata Malattia da E75.6 ACE Inibitori Avvelenamento Inibitori dell ' enzima di conversione dell ' angiotensina [ T46.4 Acefalia Q00.0 acero - Malattia urina a sciroppo d ' E Polmone degli scortecciatori d ' J67.6 acetabolo - Displasia congenito dell ' Q Frattura dell ' S Osteocondrosi giovanile : dell ' M Protrusione dell ' M24.7 Acetazolamide T50.2 Acetonuria R82.4 Achille - - Tendinite di M Traumatismo tendine di S corto acquisito Tendine di M67.0 achillea Borsite M76.6 Acidemia - isovalerica E metilmalonica E propionica E71.1 Acidi - corrosivo sostanza similari Effetto tossico : T esteri nitrici Effetto tossico : Nitroglicerina e altro T grasso - Disturbo metabolismo degli aminoacidi a catena ramificata e degli E degli E essenziale EFA Deficit di E63.0 acidificante agente T50.9 acido - - Deficienza fosfatasi E Tasso sierico anormale di : fosfatasi R ascorbico Deficit di E54 - base - altro Disturbo dei liquido, degli elettroliti e dell ' equilibrio E feto Alterata ( o ) equilibrio O non classificati altrove altro Disturbo dei liquido, degli elettroliti e dell ' equilibrio E basico Disturbo misto dell ' equilibrio E cianidrico Effetto tossico : T cloridrico T folico - Deficit di : E SAI Anemia da deficit di D gammaglutammico Disturbo ciclo dell ' E indolacetico elevato Tasso urinario di : R nicotinico Derivati dell ' ) T pantotenico Deficit di : E solforico T urico Avvelenamento farmaco agente sul metabolismo dell ' T valproico T42.6 Acidosi E fetale intrauterino : P20 - feto O lattica - E Episodio tipo ictus ] Sindrome MELAS [ Myopathy, Encephalopathy, Lactic Acidosis, Stroke - like episodes ] [ miopatia, encefalopatia, G metabolico - E tardivo neonatale P respiratorio E SAI E tubulare renale - - SAI N tipo 1 ( Sindrome di Lightwood - Albright ) N25.8 Acidosis Stroke like episodes miopatia, encefalopatia, acidosi lattica, Episodio tipo ictus ] Sindrome MELAS [ Myopathy, Encephalopathy, Lactic G31.81 Aciduria Aciduria Continuazione - arginosuccinica E glutarica E72.3 aciltransferasi - Deficit lecitina colesterolo E Disturbo glomerulare deficit di lecitin - colesterolo E78.6, N08.4* Acinetobacter B96.5! Aclasia diafisaria Esostosi multiplo congenito ( Q78.6 Acloridria K31.8 Acne L altro forma di L conglobata L escoriata adolescente femminile L follicolite sclerotizzante nuca Cheloide da L infantile L necrotizzante miliare L non specificata L tropica L varioliformis L vulgaris L70.0 acneiforme Eritema L66.4 acolurico familiare Ittero D58.0 Acondrogenesi Q77.0 Acondroplasia Q77.4 acontrattilità detrusore vescicale senza substrato neurologico Ipo - e N31.81 acqua - - altro effetto pressione dell ' aria e dell ' T effetto pressione aria e dell ' T Incidente durante caduta ( in X59.9! - - Privazione di T a causa trascuratezza proprio persona Insufficiente assunzione di cibo e R Colonia Fotodermatite contatto [ dermatite da L non specificato Effetto pressione dell ' aria e dell ' T orecchio effetto variazione di pressione atmosferico ambientale o di pressione dell ' T potabile Insufficiente erogazione di Z58 acquedotto Silvio Malformazione dell ' Q Anomalia Q Ostruzione congenito Q Stenosi Q03.0 acquisito - - Afibrinogenemia D D Alluce valgo ( M Altro ( e ) dito ( a ) del piede a martello ( M Anemia emolitico D deformità alluce ( M dito ( a ) del piede ( M Anemia emolitico D Aneurisma arterovenoso I cerebrale ( I67.10 ICD-10-GM A, UST

14 acquisito A acuto acquisito Continuazione Continuazione - - Atrofia uterino N Cheratosi follicolare L Ciste porencefalica G renale N multiplo ) ( solitario ) N Demenza ipotiroidismo, E03.-, F02.8* - - Deviazione setto nasale ( J Difetto settale cardiaco I Diverticolo esofago, K Emorragia fibrinolitica D Epidermolisi bolloso L ernia : K40-K Fistola arterovenoso I cerebrale ( I coronarico I idrocefalo G Ipertricosi lanuginosa L Ittiosi L Lordosi : M Lunghezza ineguale arti ( M Malattia cistico polmone ( J Mano piede artiglio o torto M Piede piatto pes planus ] ( M polso cadente ( M Policitemia : D Poliosi circoscritto, L Problema rapporto con i genitori o i Parente Z Sacca esofageo K Stenosi collo vescicale ( N tracheale J Tendine Achille corto ( M adulto associato a timoma ) aplasia della serie rosso ( D60 - AIDS - Sindrome immuno - deficienza B20- B SAI Sindrome da immunodeficienza B24 - apparato muscolo scheletrico non specificata Deformità M arto non specificata Deformità M capo altro deformità M catena ossicolare altro anormalità H cheratoderma palmoplantare Cheratosi L collo Deformità M con - - epilessia Sindrome Landau - Kleffner ] Afasia F solfoemoglobinemia Metaemoglobinemia D condotto uditivo esterno Stenosi H congenito Assistenza prestata alla madre per : stenosi della vagina ( O cronico serie rosso Aplasia puro D degli arti - altro deformità M specificato altro deformità M dito - - a piede non specificata Deformità M20.6 acquisito Continuazione - dito Continuazione - - mano piede deformità M20 - dovuto iperplasia surrenale deficit congenito di enzimi necessari alla sintesi ormonale Sindrome adrenogenitale, virilizzanti o femminilizzanti, sia E25 - durante vita intrauterino nascita Infezione P35-P39 - fattore coagulazione Deficit D iodio SAI Ipotiroidismo da carenza E lattasi Deficit E naso Deformità M neonatale Ciste periventricolari P non specificata Anemia emolitico D orecchio esterno Deformazione H ovaio tuba Fallopio Atrofia N padiglione auricolare Deformazione H pelvi Deformità M permanente coagulazione sanguigno Disturbo U69.11! - pregresso - - atriale Difetto settale I auricolare Difetto settale I ventricolare Difetto settale I SAI - - Sifilide ( A Stenosi tracheale J serie rosso - altro aplasia puro D eritroblastopenia Aplasia puro D non specificata Aplasia puro D sistema osteomuscolare tessuto connettivo altro deformità M95 - specificato sistema osteomuscolare altro deformità M tiroide Atrofia ( E torace costola Deformità M transitorio serie rosso Aplasia puro D utero durante nascita polmonite infettivo P23 - visione colore Deficit H53.5 acquisizione conoscenza SAI Disabilità nell ' F81.9 acquoso Fessura H acuto Diarrea : A09.0 Acrania Q00.0 Acrocefalia Q75.0 Acrocefalo - poli sindattilia Q sindattilia Apert Q87.0 acrocianosi I73.8 Acrodermatite - continuo suppurativo L cronico atrofizzante - L Herxheimer L enteropatico E papulosa infanzia Giannotti Crosti ] L44.4 Acrofobia F40.2 Acromatopsia H53.5 acromegalia acromegalia Continuazione Artropatia associato ad E22.0, M14.5* - gigantismo ipofisario E Artropatia in : E22.0, M14.5* acromiche - ipercromiche pinta carate lesione A pinta carate lesione cutaneo : A67.2 acromio claveare - Distorsione distrazione dell ' articolazione S Legamento S Lussazione articolazione S43.1 Acromion Frattura scapola : S omerale spalla Sindrome da impingement [ o da conflitto anteriore o da attrito M75.4 Acroparestesia - semplice tipo Schultze I vasomotoria tipo Nothnagel II ] I73.8 ACTH - - Deficit isolato di : E Iperproduzione ipofisario di E Sindrome secrezione ectopico di E non associata a malattia Cushing Iperproduzione di E secernente Sindrome Cushing da tumore ectopico E24.3 Actinobacillus Cardiobacterium hominis Eikenella Kingella ] Gruppo HACEK [ Haemophilus, B96.3! actinomiceti - altro origine Alveolite e Polmonite allergico da inalazione di polvere organico e particelle di miceti, J67 - termofili altro microorganismo crescono nei sistema di ventilazione d ' aria [ aria condizionata ]. Alveolite allergico da fungoide, J67.7 Actinomicetoma B47.1 Actinomicosi A altro forme di A Polmonite ( in ) ( da ) : A42.0, J17.0* - addominale A cervicofacciale A non specificata A polmonare A42.0 actinomicotica Sepsi A42.7 acustico - - Adattamento manutenzione apparecchio Z Disturbo nervo H Fornitura adattamento apparecchio Z Portatore impianto otologico e Z sifilitico tardivo Nevrite A52.1, H94.0* - - Trauma H esterno Apparecchio Z Malattia infettivo parassitario classificato altrove Nevrite H94.0* - nervo statoacustico Nervo S sifilide Nevrite A52.1, H94.0* acuto 6 ICD-10-GM A, UST 2014

15 acuto A acuto acuto Continuazione - - Addome R altro Cardiopatia ischemico I Complicanza atto susseguente ad infarto miocardico I congiuntivite H demielinizzazione disseminata G Epatite virale B forma miocardite I pancreatite K forme cardiopatia reumatico I ischemico I pericardite I gastrite K osteomielite M sinusite J tipo Insufficiente renale N ustione solare L Amebiasi A Appendicite K Blastomicosi polmonare B Bronchiolite J ( J Bronchite J chimico ( J Calcolosi colecisti con colecistite K Catarro nasale J Cistite N Coccidioidomicosi polmonare B Coinvolgimento apparato digerente su Graft-versushost - disease K93.2* fegato Graft-versus-host - disease K77.1* pelle Graft-versus-host - disease T86.02, L99.1* - - Colecistite K Colpite N Complicanza atto susseguente ad infarto miocardico I Congiuntivite atopico H Coriza ( J Demenza vascolare esordio F Diarrea acquoso A ematico A emorragica A Difetto settale interatriale come complicanza in atto susseguente ad infarto miocardico I interventricolare come complicanza in atto susseguente ad infarto miocardico I Dissenteria amebico A Dolore R Edema polmonare J chimico ( J Embolia polmonare con menzione di cuore polmonare I senza menzione di cuore polmonare I Emicrania con aura ad esordio G Emopericardio come complicanza in atto susseguente ad infarto miocardico I23.0 acuto Continuazione Continuazione - - Emorragia subdurale non traumatica ) : I Endocardite reumatico I Epatite virale B Epatopatia tossico con epatite K Epiglottite J Eritema marginato febbre reumatico I00, L54.0* - - Erosione gastrico K Faringite J Fissura anale K Gastrite emorragica K Gengivite K Glaucoma angolo chiuso ( primario ) ( stato residuale ) : H Infarto miocardico I Insufficiente epatico alcolico : K renale N acuto con necrosi corticale N surrenalico E Laringite J tracheite J Laringofaringite J Laringotracheite J Leucemia basofila C bifenotipica C bilineare C eritroide C megacariocitica C Linfadenite L linfangite L mal gola J Mastoidite H Meningococcemia A mielite ascendente G Mielofibrosi C Miocardite I influenzale ( J11.8, I41.1* Malattia Chagas, B57.0, I41.2* reumatico I Miringite H Necrosi corticale : N midollare papillare ] : N tubulare : N Nefrite tubulo interstiziale N Otite media sieroso H Pancardite reumatico I Pancreatite K Pansinusite J Parametrite infiammazione pelvico N Pelviperitonite femminile N Pericardite I reumatico ( I I Pericoronite K Periodontite K Peritonite K Polinevrite post infettivo G Poliomielite A Prostatite N Pulpite : K Radiodermite L reumatico acuto Continuazione Continuazione - - reumatico Continuazione Cardiopatia Attivo o I Cardite, I Reumatismo articolare I00-I Rinite : J Rottura corda tendineo come complicanza in atto susseguente ad infarto miocardico I muscolo papillare come complicanza in atto susseguente ad infarto miocardico I parete cardiaco senza emopericardio come complicanza in atto susseguente ad infarto miocardico I Salpingite ooforite N Sindrome nefritica N Sinusite J etmoidale J frontale J mascellare J Antrite ) J sfenoidale J Timpanite H Tiroidite E Tracheite J acuto con laringite ( J tracheobronchite, J Trauma parto colonna vertebrale e del midollo spinale : Con paraplegia P vertebrale e del midollo spinale senza paraplegia P Trombosi atrio orecchietta dell ' atrio e del ventricolo come complicanza in atto susseguente ad infarto miocardico I Ustione solare L Valvulite reumatico I Variante : C versamento pericardico I Via aereo superiore malattia J Vulvite N Vulvovaginite : N a Ascesso legamento largo specificato ( a ) come N parametrio specificato ( a ) come N Cellulite pelvico femminile specificato ( a ) come N Epatite virale B Colite ischemico fulminante K Infarto intestinale K Ischemia intestino tenue, K linea cellulare misto Leucemia C sostanza estraneo accidentalmente lasciato durante una procedura diagnostica o terapeutico Reazione T adenovirus Congiuntivite ( da ) : follicolare ( B30.1, H13.1* - - follicolare B adulto ARDS ] Sindrome da difficoltà [ distress ] respiratorio ( o ) J80 - altro ICD-10-GM A, UST

Convenzione sulle diagnosi e i codici di diagnosi

Convenzione sulle diagnosi e i codici di diagnosi Versione 27.03.02 Allegato 4 Convenzione sulle diagnosi e i codici di diagnosi Sulla base dell'art. 9, cpv. 7, lett. g del contratto base TARMED del 27.03.02, dell'art. 42 LAMal e dell'art. 59 OAMal, le

Dettagli

(0,1.37] (1.37,2.84] (2.84,4.7] (4.7,5.43] (5.43,9.75]

(0,1.37] (1.37,2.84] (2.84,4.7] (4.7,5.43] (5.43,9.75] Donne, Malattie infettivo e parassitarie, eta' : Tutte le età (0,1.37] (1.37,2.84] (2.84,4.7] (4.7,5.43] (5.43,9.75] Donne, Tubercolosi, eta' : Tutte le età ( 0 ) ( 0.15 ) Donne, Tubercolosi polmonare,

Dettagli

(0,1.8] (1.8,2.41] (2.41,5.94] (5.94,10.2] (10.2,10.9]

(0,1.8] (1.8,2.41] (2.41,5.94] (5.94,10.2] (10.2,10.9] Uomini, Malattie infettivo e parassitarie, eta' : Tutte le età (0,1.8] (1.8,2.41] (2.41,5.94] (5.94,10.2] (10.2,10.9] Uomini, Tubercolosi, eta' : Tutte le età ( 0 ) ( 1.37 ) Uomini, Tubercolosi polmonare,

Dettagli

VARIAZIONI CODICI ICD9-CM

VARIAZIONI CODICI ICD9-CM 1997 2002 Var.% DIAGNOSI 11.493 11.745 +2.19 INTERVENTI 3.543 3.582 +1.10 TOTALE 15.036 15.327 +1.94 Diagnosi Interventi Nuovi codici Nuove descrizioni Diagnosi Capitoli Nuovi Nuove Codici codici descrizioni

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

Allegato 1: Malformazioni minori escluse

Allegato 1: Malformazioni minori escluse Allegato 1: Malformazioni minori escluse ICD9 7428 Altre anomalie non specificate del sistema nervoso 7436 Anomalie congenite delle palpebre, del sistema lacrimale e dell'orbita 74361 Ptosi congenita 74362

Dettagli

ALLEGATO 1 - II parte

ALLEGATO 1 - II parte CLASSIFICAZIONE INTERNAZIONALE DELLE MALATTIE - ICD-9-CM MALATTIE E CONDIZIONI CHE DANNO DIRITTO ALL'ESENZIONE DALLA PARTECIPAZIONE AL Codice Definizione di malattia Codice esenzione 394 MALATTIE DELLA

Dettagli

CAPITOLO 5 LA MORTALITA EVITABILE

CAPITOLO 5 LA MORTALITA EVITABILE CAPITOLO 5 LA MORTALITA EVITABILE CAP 5 LA MORTALITA EVITABILE 5.1 LA MORTALITA EVITABILE PER TIPOLOGIA D INTERVENTO In accordo con quanto indicato dalla letteratura internazionale più recente e accreditata,

Dettagli

Allegato 1 Drg ad Ato rischio di non appropriatezza in regime di degenza ordinaria/dh e tariffe Day Service. 1 C 006 Decompressione del tunnel carpale

Allegato 1 Drg ad Ato rischio di non appropriatezza in regime di degenza ordinaria/dh e tariffe Day Service. 1 C 006 Decompressione del tunnel carpale Allegato 1 Drg ad Ato rischio di non appropriatezza in regime di degenza ordinaria/dh e tariffe Day Service mdc tipo 1 C 006 Decompressione del tunnel carpale 588,63 5% 1 C Interventi su nervi periferici

Dettagli

PROGRAMMA ANATOMIA PATOLOGICA 2013/2014

PROGRAMMA ANATOMIA PATOLOGICA 2013/2014 PROGRAMMA ANATOMIA PATOLOGICA 2013/2014 ARGOMENTI V ANNO ANATOMIA PATOLOGICA APPARATO CARDIO-VASCOLARE Aterosclerosi: meccanismi patogenetici, lesioni elementari e complicanze. Arteriolosclerosi IMA (cause

Dettagli

GESTIONE TELESOCCORSO Linea Vita

GESTIONE TELESOCCORSO Linea Vita GESTIONE TELESOCCORSO Linea Vita SCHEDA SANITARIA La presente scheda deve essere compilata a discrezione del medico curante che dovrà indicare le patologie che ritiene opportuno segnalare nel caso di attivazione

Dettagli

La sincope: Modalità di codifica

La sincope: Modalità di codifica GIAC Volume 6 Numero 3 Settembre 2003 NOTE DI ECONOMIA SANITARIA La sincope: Modalità di codifica a cura di AIAC e Medtronic G Ital Aritmol Cardiostim 2003;3:152-157 S econdo il recente accordo Stato-Regioni,

Dettagli

MALATTIE E CONDIZIONI CHE DANNO DIRITTO ALL'ESENZIONE

MALATTIE E CONDIZIONI CHE DANNO DIRITTO ALL'ESENZIONE ALLEGATO A DEFINIZIONE DI MALATTIA 253.0 ACROMEGALIA E GIGANTISMO 001.253.0 ACROMEGALIA E GIGANTISMO 414 ALTRE FORME DI CARDIOPATIA ISCHEMICA 002.414 CRONICA 416 MALATTIA CARDIOPOLMONARE CRONICA 002.416

Dettagli

COMPLICANZE A 30 GIORNI DA COLECISTECTOMIA LAPAROSCOPICA IN DAY SURGERY PROTOCOLLO OPERATIVO

COMPLICANZE A 30 GIORNI DA COLECISTECTOMIA LAPAROSCOPICA IN DAY SURGERY PROTOCOLLO OPERATIVO COMPLICANZE A 30 GIORNI DA COLECISTECTOMIA LAPAROSCOPICA IN DAY SURGERY PROTOCOLLO OPERATIVO - Definizione Per struttura di ricovero o area di residenza: proporzione di ricoveri per colecistectomia laparoscopica

Dettagli

MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE (001-139)

MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE (001-139) MALATTIE INFETTIVE E PARASSITARIE (001-139) 008 Nelle esclusioni intossicazioni alimentari dagli stessi organismi (005.9-005.9). Corretto: (005.0-005.9). Errato anche nel vecchio testo. 008.0_ Nei termini

Dettagli

MagnaGræcia di Catanzaro. Corso di Anatomia Umana a.a. 2007/2008 Prof.ssa G.Vescio

MagnaGræcia di Catanzaro. Corso di Anatomia Umana a.a. 2007/2008 Prof.ssa G.Vescio Università degli Studi MagnaGr MagnaGræcia di Catanzaro Corso di Anatomia Umana a.a. 2007/2008 Prof.ssa G.Vescio Organizzazione e struttura generale del corpo Livelli di organizzazione, terminologia e

Dettagli

N cartella N ricovero Cognome Nome Data di nascita

N cartella N ricovero Cognome Nome Data di nascita Io sottoscritto/a, DICHIARO di essere stato/a esaurientemente informato/a, dal Dr. riguardo all intervento di: In particolare, mi è stato spiegato che: La gastrostomia percutanea (PEG) è un dispositivo

Dettagli

AFFEZIONI DEL SISTEMA CIRCOLATORIO CRONICA. (Escluso:.453.0 Sindrome di Budd-Chiari)

AFFEZIONI DEL SISTEMA CIRCOLATORIO CRONICA. (Escluso:.453.0 Sindrome di Budd-Chiari) Codice esenzione Definizione di malattia Malattia o Condizione DURATA MINIMA DELLA TESSERA DI ESENZIONE 001.253.0 ACROMEGALIA E GIGANTISMO ACROMEGALIA E GIGANTISMO 002.414 ALTRE FORME DI CARDIOPATIA ISCHEMICA

Dettagli

ALLEGATO G Dgr n. del pag. 1/5

ALLEGATO G Dgr n. del pag. 1/5 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATO G Dgr n. del pag. 1/5 PATOLOGIE TRATTABILI IN AMBITO TERMALE E RELATIVO CICLO DI CURA CONSIGLIATO CATEGORIA DIAGNOSTICA EX D.M. 15.12.94 Rinopatia vasomotoria Faringolaringite

Dettagli

Salute 1216-1203 ICD-10-GM 2010. Neuchâtel, 2012

Salute 1216-1203 ICD-10-GM 2010. Neuchâtel, 2012 14 Salute 1216-1203 ICD-10-GM 2010 Indice alfabetico Versione italiana Tomo 1 (A L) Agosto 2012 Neuchâtel, 2012 La serie «Statistica della Svizzera» pubblicata dall Ufficio federale di statistica (UST)

Dettagli

Cure Termali. Le patologie convenzionate con il S.S.N. trattate presso le Terme di Telese sono le seguenti : (ex D.M. Salute 17.12.

Cure Termali. Le patologie convenzionate con il S.S.N. trattate presso le Terme di Telese sono le seguenti : (ex D.M. Salute 17.12. Cure Termali Le patologie convenzionate con il S.S.N. trattate presso le Terme di Telese sono le seguenti : (ex D.M. Salute 17.12.07) Accesso alle cure termali Ogni cittadino ha diritto ad usufruire di

Dettagli

Indice generale. Introduzione 2. Apparato cardio-circolatorio (H. Fritsch) 5. Organi interni: visione d'insieme 2 Organizzazione funzionale 2

Indice generale. Introduzione 2. Apparato cardio-circolatorio (H. Fritsch) 5. Organi interni: visione d'insieme 2 Organizzazione funzionale 2 Introduzione 2 Organi interni: visione d'insieme 2 Organizzazione funzionale 2 Organizzazione regionale 2 Apparato cardio-circolatorio (H. Fritsch) 5 Visione d'insieme 6 Circolazione sanguigna e vasi linfatici

Dettagli

MALATTIE DELL APPARATO URINARIO

MALATTIE DELL APPARATO URINARIO MALATTIE DELL APPARATO URINARIO Diuresi = quantità di urina emessa nelle 24ore (1500 ml) Sintomi e segni legati all apparato urinario: - Ematuria = sangue nelle urine - piuria = pus nelle urine - oliguria

Dettagli

TARIFFARIO AZIENDALE PRESTAZIONI DI RICOVERO

TARIFFARIO AZIENDALE PRESTAZIONI DI RICOVERO Allegato A TARIFFARIO AZIENDALE PRESTAZIONI DI RICOVERO DRG 1 Craniotomia età > 17 anni, con CC 1 Craniotomia età > 17 anni, con CC 1 Craniotomia età > 17 anni, con CC 2 Craniotomia età > 17 anni, senza

Dettagli

Cause di malattia Genetiche:

Cause di malattia Genetiche: omeostasi Cause di malattia Genetiche: relativamente poche e derivano da alterazioni a carico di uno o più geni. Esempio: sindrome di Down (dovuta a trisomia del cromosoma 21); sindrome di Turner (dovuta

Dettagli

Stimola la riparazione dei tessuti. Magnetoterapia BF 167

Stimola la riparazione dei tessuti. Magnetoterapia BF 167 Stimola la riparazione dei tessuti Magnetoterapia BF 167 Illustrazioni esplicative per famiglie che intendono utilizzare trattamenti con Magnetoterapia BF 167: Illustrazione Descrizione Diffusori Frequenza

Dettagli

( ) %'!"#$%!&'(!)*%%+!,-.$%!$/ $%!&.$%!*# 0 # $, $%!-'(!)"$& +1 (( (!)*%%!"(!!($%!&(

( ) %'!#$%!&'(!)*%%+!,-.$%!$/ $%!&.$%!*# 0 # $, $%!-'(!)$& +1 (( (!)*%%!(!!($%!&( !"##"$!"#!" %&#' ) %'!"#$%!&'!)*%%+!,-.$%!$/ $%!&.$%!*# 0 # $, $%!-'!)"$& +1!)*%%!"!!$%!&!,-.$%!$/ $%!&.$%!*# 2 & * ## $! #!"! "!""!+"&#,-!&! 1/3 4#56!7#5 # 8 1#/ 3 ' *,,!9%"$%!- 8 / #8,*)$!*:$9%"$%!-'

Dettagli

Decessi per causa. Causa1 Causa2 Maschi Femmine Totale

Decessi per causa. Causa1 Causa2 Maschi Femmine Totale Decessi per causa Causa1 Causa2 Maschi Femmine Totale Condizioni morbose di origine perinatale Disturbi relativi a gestazione breve e a basso peso alla nascita non specificato 4 0 4 4 0 4 Disturbi psichici

Dettagli

A.O.U. POLICLINICO G. MARTINO

A.O.U. POLICLINICO G. MARTINO A.O.U. POLICLINICO G. ARTINO VERIFICA AL 3 TRIESTRE 2010 DEGLI OBIETTIVI DI BU DGET NEGOZIATI CON IL D.A.I. DI EDICINE SPECIALISTICHE Incontro del 11 Novembre 2010 STAFF DIREZIONE GENERALE Controllo di

Dettagli

LA GESTIONE IN DEA DEL PAZIENTE CON DOLORE ADDOMINALE DA CAUSE NON TRAUMATICHE PISA 10 DICEMBRE 2015

LA GESTIONE IN DEA DEL PAZIENTE CON DOLORE ADDOMINALE DA CAUSE NON TRAUMATICHE PISA 10 DICEMBRE 2015 LA GESTIONE IN DEA DEL PAZIENTE CON DOLORE ADDOMINALE DA CAUSE NON TRAUMATICHE PISA 10 DICEMBRE 2015 LE PATOLOGIE DELLE VIE URINARIE E DELLO SCAVO PELVICO FEMMINILE Dr. ALESSANDRA TOZZINI Radiologia Pronto

Dettagli

LA CODIFICA DEI TUMORI

LA CODIFICA DEI TUMORI LA CODIFICA DEI TUMORI San Severino Marche, 22 novembre 2007 Stefano Brocco Obiettivo Evidenziare le peculiarità ed i principi nella codifica dei tumori nella schede di morte con ICD10 - Classificazione

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI Cognome. Nome. Data di Nascita 21-01-1958 Qualifica. Medico di Medicina Generale E-mail istituzionale

INFORMAZIONI PERSONALI Cognome. Nome. Data di Nascita 21-01-1958 Qualifica. Medico di Medicina Generale E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome COLOMBO Nome GIOVANNI Data di Nascita 21-01-1958 Qualifica Medico di Medicina Generale E-mail istituzionale Giovanni.colombo2@crs.lombardia.it telefono 029682495 TITOLI DI

Dettagli

INTERNAZIONALE DELLE MALATTIE - ICD-9-CM MALATTIE E CONDIZIONI CHE DANNO DIRITTO ALL'ESENZIONE DALLA PARTECIPAZIONE AL COSTO

INTERNAZIONALE DELLE MALATTIE - ICD-9-CM MALATTIE E CONDIZIONI CHE DANNO DIRITTO ALL'ESENZIONE DALLA PARTECIPAZIONE AL COSTO 253.0 ACROMEGALIA E GIGANTISMO 001.253.0 ACROMEGALIA E GIGANTISMO 394 MALATTIE DELLA VALVOLA MITRALE 002.394 AFFEZIONI DEL SISTEMA CIRCOLATORIO 395 MALATTIE DELLA VALVOLA AORTICA 002.395 AFFEZIONI DEL

Dettagli

CICLO DI CURA DELLA SORDITA RINOGENA CICLO INTEGRATO DI VENTILAZIONE POLMONARE CONTROLLATA CICLO DI CURA DEI POSTUMI DI FLEBOPATIE DI TIPO CRONICO

CICLO DI CURA DELLA SORDITA RINOGENA CICLO INTEGRATO DI VENTILAZIONE POLMONARE CONTROLLATA CICLO DI CURA DEI POSTUMI DI FLEBOPATIE DI TIPO CRONICO CURE TERMALI SEDUTE INALATORIE CICLO DI CURA DELLA SORDITA RINOGENA FANGHI E BAGNI TERAPEUTICI CURE IN GROTTA CICLO INTEGRATO DI VENTILAZIONE POLMONARE CONTROLLATA IRRIGAZIONI VAGINALI E BAGNI CICLO DI

Dettagli

ALLEGATO. Elenco Delle Imperfezioni Ed Infermità Che Sono Causa Di Non Idoneità Al Servizio Militare.

ALLEGATO. Elenco Delle Imperfezioni Ed Infermità Che Sono Causa Di Non Idoneità Al Servizio Militare. ALLEGATO Elenco Delle Imperfezioni Ed Infermità Che Sono Causa Di Non Idoneità Al Servizio Militare. 1. MORFOLOGIA GENERALE 2. Le disarmonie somatiche e le distrofie costituzionali di grado rilevante.

Dettagli

Principali differenze ICD9-ICD10

Principali differenze ICD9-ICD10 Principali differenze - La decima versione della classificazione internazionale delle malattie e dei problemi sanitari correlati si pone in continuità con le precedenti versioni per quanto riguarda i principi

Dettagli

MALATTIE DELL APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO

MALATTIE DELL APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO MALATTIE DELL APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO Sintomi e segni legati all apparato cardiocircolatorio: - dispnea, tachipnea - dolore precordiale (=in regione del cuore) - dolore toracico, dolore alla spalla

Dettagli

Gli obiettivi del terzo modulo possono essere così riassunti: Illustrare i segni associati alla rinite acuta, differenziandone le principali forme

Gli obiettivi del terzo modulo possono essere così riassunti: Illustrare i segni associati alla rinite acuta, differenziandone le principali forme 1 Gli obiettivi del terzo modulo possono essere così riassunti: Illustrare i segni associati alla rinite acuta, differenziandone le principali forme cliniche Descrivere le possibili complicanze che possono

Dettagli

EPIDEMIOLOGIA CARDIOPATIA ISCHEMICA 1 CAUSA DI MORTE IN ITALIA 44% DI TUTTI I DECESSI ANNUI TOLGONO OGNI ANNO OLTRE 300.000 NEGLI UOMINI E 68

EPIDEMIOLOGIA CARDIOPATIA ISCHEMICA 1 CAUSA DI MORTE IN ITALIA 44% DI TUTTI I DECESSI ANNUI TOLGONO OGNI ANNO OLTRE 300.000 NEGLI UOMINI E 68 1 OBIETTIVI RICONOSCERE LE PRINCIPALI PATOLOGIE CARDIOCEREBRO VASCOLARI, CHE RICHIEDONO L ATTIVAZIONE DEL SISTEMA D EMERGENZA CON UN FOCUS PARTICOLARE SU ICTUS ED IMA IDENTIFICARE IL RUOLO DEL SOCCORRITORE

Dettagli

Malattia di Behçet. Cosa il paziente deve conoscere. Sintomi,, Cause e Trattamento

Malattia di Behçet. Cosa il paziente deve conoscere. Sintomi,, Cause e Trattamento Malattia di Behçet Cosa il paziente deve conoscere Sintomi,, Cause e Trattamento Che cosa è la Malattia di Behçet I sintomi di questa malattia sono stati descritti per la prima volta nel 500 prima di Cristo

Dettagli

Disturbi ossessivi compulsivi? Sono disturbi invalidanti? Trattamento farmacologico?

Disturbi ossessivi compulsivi? Sono disturbi invalidanti? Trattamento farmacologico? ALCUNE DOMANDE DEL COMPITO SCRITTO DI NEUROLOGIA DEL 31 GENNAIO Mielite trasversa, caratteristiche cliniche. SLA Lobo più colpito nel morbo d Alzheimer Sede più frequente di emorragia intraparenchimale

Dettagli

PRINCIPI DI NEUROLOGIA

PRINCIPI DI NEUROLOGIA Indice 1 2 INTRODUZIONE........................... 1 1.1 Sviluppo della tecnica del massaggio connettivale................ 1 1.2 Diagnostica dell area del riflesso............ 4 Cambiamenti di tipo nervoso

Dettagli

Corso di Laurea in INFERMIERISTICA

Corso di Laurea in INFERMIERISTICA Disciplina: MALATTIE INFETTIVE Docente: Prof. Paolo GROSSI Varese Prof. Luigi PUSTERLA Como Prof.ssa Claudia Giuseppina ZEROLI Busto Arsizio Modalità di diffusione delle malattie infettive: trasmissione

Dettagli

Linee guida per l assegnazione del codice Presente all Accettazione - PAA

Linee guida per l assegnazione del codice Presente all Accettazione - PAA Allegato 3 Linee guida per l assegnazione del codice Presente all Accettazione - PAA Edizione aggiornata Tradotto e adattato da: Centers for Medicare and Medicaid Services (CMS) and National Center for

Dettagli

Corso di Laurea in FISIOTERAPIA

Corso di Laurea in FISIOTERAPIA Disciplina: MEDICINA INTERNA Docente: Prof. Alessandro SQUIZZATO Scopo del corso è la trattazione sistematica delle più comuni patologie della Medicina Interna e delle sue principali Specializzazioni.

Dettagli

Indice generale. Struttura e sviluppo embrionale degli organi organizzati in sistemi e apparati. Indice generale

Indice generale. Struttura e sviluppo embrionale degli organi organizzati in sistemi e apparati. Indice generale Indice generale Struttura e sviluppo embrionale degli organi organizzati in sistemi e apparati 1 Sistemi e apparati e sviluppo delle cavità corporee 1.1 Definizione, quadro riassuntivo ed evoluzione delle

Dettagli

05/02/2015. Anatomia patologica del rene e vie urinarie. Anatomia. Roberto Caronna. roberto.caronna@uniroma1.it

05/02/2015. Anatomia patologica del rene e vie urinarie. Anatomia. Roberto Caronna. roberto.caronna@uniroma1.it Dipartimento di Scienze Chirurgiche Sezione di Chirurgia Interdisciplinare «F. Durante» UOC di Chirurgia Generale N Corso di Laurea Infermieristica J Anatomia patologica del rene e vie urinarie Anatomia

Dettagli

SCHEDA ANAGRAFICA UTENTE TELESOCCORSO (da compilarsi a cura dell utente) in via n telefono / C.a.p. Composizione nucleo famigliare

SCHEDA ANAGRAFICA UTENTE TELESOCCORSO (da compilarsi a cura dell utente) in via n telefono / C.a.p. Composizione nucleo famigliare SCHEDA ANAGRAFICA UTENTE TELESOCCORSO (da comparsi a cura dell utente) residente a Prov. in via n telefono / C.a.p. Composizione nucleo famigliare e nome Data di nascita Grado di parentela Cod. ( vedi

Dettagli

LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE

LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE CARIE DENTALE MIOPIA SCOLIOSI OBESITA CARIE DENTALE La carie dentale nasce come processo erosivo e si evolve come processo destruente del dente che perde così

Dettagli

Quali sono le malattie reumatiche più importanti?

Quali sono le malattie reumatiche più importanti? Quali sono le malattie reumatiche più importanti? L ARTROSI, una patologia legata alla degenerazione delle cartilagini e del tessuto osseo nelle articolazioni, è la malattia reumatica più frequente. Il

Dettagli

QUESTIONARIO SANITARIO DI II LIVELLO

QUESTIONARIO SANITARIO DI II LIVELLO QUESTIONARIO SANITARIO DI II LIVELLO Il presente questionario deve essere redatto personalmente dall Assicurato o, se minore, dalla persona esercente la potestà, anche con il supporto del medico curante.

Dettagli

EFFETTI DEL TABAGISMO SULLA SALUTE Malattie e danni provocati

EFFETTI DEL TABAGISMO SULLA SALUTE Malattie e danni provocati EFFETTI DEL TABAGISMO SULLA SALUTE Malattie e danni provocati Cancro Ictus Bronchite Malattie provocate Danni provocati All apparato respiratorio All apparato cardiovascolare All apparato digerente All

Dettagli

Le malattie fumo correlate. Dott. Paolo Monte

Le malattie fumo correlate. Dott. Paolo Monte Le malattie fumo correlate Dott. Paolo Monte Fumo come fattore di rischio di malattia Il fumo costituisce il principale fattore di rischio evitabile per le principali malattie causa di mortalità ed invalidità

Dettagli

DRG s: risposta compatibile con la medicina della complessità? Anna Micaela Ciarrapico Università di Roma Tor Vergata

DRG s: risposta compatibile con la medicina della complessità? Anna Micaela Ciarrapico Università di Roma Tor Vergata DRG s: risposta compatibile con la medicina della complessità? Anna Micaela Ciarrapico Università di Roma Tor Vergata DRG s Metodo adeguato di valutazione, valorizzazione e gestione della complessità??

Dettagli

ELENCO DEI COMPLESSI SYNERGIPLUS PER APPARATO

ELENCO DEI COMPLESSI SYNERGIPLUS PER APPARATO ELENCO DEI COMPLESSI SYNERGIPLUS PER APPARATO APPARATI VARI 3 ASTERIAPLUS gocce Adenopatie e mastiti 7 BORILYR collirio Congiuntivite 1 goccia 3-6 1 CISTUSPLUS gocce Linfatismo 10-15 gtt 2/3 4 EUPHRASIALYR

Dettagli

A relazione del Presidente Cota:

A relazione del Presidente Cota: REGIONE PIEMONTE BU35 01/09/2011 Deliberazione della Giunta Regionale 3 agosto 2011, n. 4-2495 Attuazione del Piano di Rientro e armonizzazione con gli indirizzi del Patto per la Salute 2010-2012 del 3/12/2009

Dettagli

Parte I Cenni di immunologia 1

Parte I Cenni di immunologia 1 P00Cap00-Patologia 13-01-2009 11:30 Pagina V Autori Nota dell editore Presentazione Introduzione XI XIII XV XVII Parte I Cenni di immunologia 1 1 Immunologia e immunopatologia 3 La difesa contro le aggressioni:

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

ANEURISMA ALL AORTA: COSA DOBBIAMO SAPERE

ANEURISMA ALL AORTA: COSA DOBBIAMO SAPERE COSA è L AORTA ADDOMINALE ANEURISMA ALL AORTA: COSA DOBBIAMO SAPERE L aorta è l arteria principale del corpo e porta il sangue dal cuore a tutto l organismo. L aorta addominale è situata sotto il diaframma:

Dettagli

Indice analitico. A Ampolla di Vater, 147-153 linfonodi regionali, 148, 149. linfonodi regionali (N)

Indice analitico. A Ampolla di Vater, 147-153 linfonodi regionali, 148, 149. linfonodi regionali (N) Indice analitico A Ampolla di Vater, 147-153 linfonodi regionali, 148, 149 classificazione, 149, 151, 152 metastasi a distanza (M), 149-153 raggruppamento in stadi, 153 sedi di metastasi, 149 sede primitiva,

Dettagli

Questionario anamnestico di approfondimento

Questionario anamnestico di approfondimento Questionario anamnestico di approfondimento Il presente questionario deve essere redatto personalmente dall Assicurato o, se minore, dalla persona esercente la potestà, anche con il supporto del medico

Dettagli

Regione Lombardia. (Intestazione dell Ente)

Regione Lombardia. (Intestazione dell Ente) All ASL di BRESCIA Regione Lombardia. (Intestazione dell Ente) CERTIFICAZIONE ai sensi dell art. 4, comma 1 del Decreto Ministero Sanità 28 maggio 1999, n. 329 Regolamento recante norme di individuazione

Dettagli

REGISTRO REGIONALE DI GRAVI EVENTI AVVERSI DERMATOLOGICI ATTRIBUIBILI A FARMACI. R E A C T - Lombardia. Case Record Form - Questionario

REGISTRO REGIONALE DI GRAVI EVENTI AVVERSI DERMATOLOGICI ATTRIBUIBILI A FARMACI. R E A C T - Lombardia. Case Record Form - Questionario REGISTRO REGIONALE DI GRAVI EVENTI AVVERSI DERMATOLOGICI ATTRIBUIBILI A FARMACI R E A C T - Lombardia Case Record Form - Questionario ospedale numero screening numero SJS/TEN AGEP HSS/DRESS ALTRO Questo

Dettagli

LA SALUTE COMINCIA DAI PIEDI

LA SALUTE COMINCIA DAI PIEDI MASSAGGIAPIEDI LA SALUTE COMINCIA DAI PIEDI Fin dai tempi più antichi, l uomo ha imparato ad adoperare i suoi piedi per reggersi col corpo, ma poche persone hanno cercato di capire la struttura e l importanza

Dettagli

LA MENINGITE Sintomi e diagnosi

LA MENINGITE Sintomi e diagnosi LA MENINGITE La meningite è una infiammazione delle membrane che avvolgono il cervello e il midollo spinale (le meningi). La malattia generalmente è di origine infettiva e può essere virale o batterica.

Dettagli

Ti sei mai soffermato a pensare: che cosa succede sotto il collare?

Ti sei mai soffermato a pensare: che cosa succede sotto il collare? Ti sei mai soffermato a pensare: che cosa succede sotto il collare? Per le persone, sappiamo che solo 1 incidente con colpo di frusta può provocare sofferenza e dolore a lungo termine. L anatomia del cane

Dettagli

Le REGOLE di MODIFICAZIONE della CAUSA INIZIALE di MORTE

Le REGOLE di MODIFICAZIONE della CAUSA INIZIALE di MORTE Le REGOLE di MODIFICAZIONE della CAUSA INIZIALE di MORTE Rimini, 23-25 ottobre 2007 Giuliano Rigoni e Maria Teresa Cassinadri Dipartimento di Sanità Pubblica Ausl Piacenza e Reggio Emilia 1 Codici ICD-10

Dettagli

PROTOCOLLO AUTOPTICO PER LE MORTI IMPROVVISE INFANTILI - S.I.D.S.

PROTOCOLLO AUTOPTICO PER LE MORTI IMPROVVISE INFANTILI - S.I.D.S. Protocollo Autoptico ALLEGATO 7 PROTOCOLLO AUTOPTICO PER LE MORTI IMPROVVISE INFANTILI - S.I.D.S. AUTOPSIA n data ora SETTORE DR.... DEL SERVIZIO... ASL ANAGRAFICA PAZIENTE: Cognome... Nome... Età ( in

Dettagli

Campagna di vaccinazione antinfluenzale 2013-2014

Campagna di vaccinazione antinfluenzale 2013-2014 Campagna di vaccinazione antinfluenzale 2013-2014 E p.c. Egr. Direttore Dipartimento Cure Primarie ASL Lecco Dott. Valter Valsecchi Valmadrera 10.10.2013 Egr. Sig. Sindaco Comune di Valmadrera via Roma

Dettagli

RAPPORTO DEL MEDICO Mod. NL/0020/3 D Ed. 06.2015

RAPPORTO DEL MEDICO Mod. NL/0020/3 D Ed. 06.2015 RAPPORTO DEL MEDICO Mod. NL/0020/3 D Ed. 06.2015 Nome e Cognome dell Assicurato/a Data di nascita / / Professione Documento di riconoscimento N. del documento PARTE I: DICHIARAZIONI DELL ASCURANDO RACCOLTE

Dettagli

Corso di Primo Soccorso. Dolore. Gonfiore. Turgore. Calore. Funzione lesa. Corso di Primo Soccorso. contrazione in eccentrica

Corso di Primo Soccorso. Dolore. Gonfiore. Turgore. Calore. Funzione lesa. Corso di Primo Soccorso. contrazione in eccentrica Patologie dell apparato locomotore Traumatologia Traumatologia Ossa Fratture Definizioni Per trauma si intende una lesione fisica di natura violenta che si manifesta in maniera più o meno improvvisa. Articolazioni

Dettagli

LE MALATTIE PEDIATRICHE

LE MALATTIE PEDIATRICHE LE MALATTIE PEDIATRICHE Malattie infettive Tumori Malattie congenite e ereditarie Paralisi cerebrale infantile Idrocefalo Autismo Disturbi dell età evolutiva 1 LE MALATTIE INFETTIVE Le malattie infettive

Dettagli

dott. Andrea Pelosi Cartella Clinica Paziente: GPS - Global Postural System - Rel.4.6.68 Pag. 1 di 11

dott. Andrea Pelosi Cartella Clinica Paziente: GPS - Global Postural System - Rel.4.6.68 Pag. 1 di 11 Cartella Clinica Paziente: GPS - Global Postural System - Rel.4.6.68 Pag. 1 di 11 Anamnesi Paziente: Legenda No Occasionale Farmaci Mai Più di una volta al mese Più di una volta alla settimana Tutti i

Dettagli

Patologia infettiva oculare coesistente

Patologia infettiva oculare coesistente Azienda Ospedaliera Pediatrica SANTOBONO PAUSILIPON ANNUNZIATA S.S.D. Centro di Riferimento Regionale per la Diagnosi ed il Trattamento della Retinopatia della Prematurità Direttore dott. Salvatore Capobianco

Dettagli

Situazione clinica nella quale un rapido cambiamento delle. condizioni di un organo addominale, generalmente correlato ad

Situazione clinica nella quale un rapido cambiamento delle. condizioni di un organo addominale, generalmente correlato ad ADDOME ACUTO Situazione clinica nella quale un rapido cambiamento delle condizioni di un organo addominale, generalmente correlato ad una infiammazione o ad una infezione, richiede una immediata e, soprattutto,

Dettagli

05/06/2014. Tracheobronchite infettiva del cane Kennel cough

05/06/2014. Tracheobronchite infettiva del cane Kennel cough LA TOSSE DEI CANILI Tracheobronchite infettiva del cane Kennel cough DEFINIZIONE Malattia infettiva contagiosa ad andamento acuto del cane, caratterizzata da tosse e scolo oculo-nasale Malattia ad eziologia

Dettagli

Ipotalamo ed ipofisi anteriore o adenoipofisi

Ipotalamo ed ipofisi anteriore o adenoipofisi Ipotalamo ed ipofisi anteriore o adenoipofisi i Ormoni dell ipofisi anteriore, organi bersaglio ed effetti fisiologici Vie di segnale intracellulare coinvolte negli effetti mediati dagli ormoni ipotalamo-ipofisari

Dettagli

PATOLOGIA MEDICA VETERINARIA

PATOLOGIA MEDICA VETERINARIA PATOLOGIA MEDICA VETERINARIA Presentazione del corso Prof. Carlo Guglielmini Patologia Medica e Legislazione Veterinaria Calendario delle lezioni 6 CFU 60 ore per l intero Corso integrato Patologia Medica

Dettagli

Registro tumori TARANTO

Registro tumori TARANTO Registro tumori TARANTO Asl Taranto S.C. Statistica Epidemiologia RTP Puglia REGISTRI TUMORI ACCREDITATI IN ITALIA 1 13 1 MARZO AIRTUM associazione italiana registri tumori Maschi triennio Registro Tumori

Dettagli

Malattie cronico degenerative: un tema centrale nella prevenzione

Malattie cronico degenerative: un tema centrale nella prevenzione Malattie cronico degenerative: un tema centrale nella prevenzione Paolo Conci Direzione Area Territorio Comprensorio sanitario di Bolzano Azienda sanitaria dell Alto Adige Epidemiologia delle malattie

Dettagli

L OMEOPATIA NELLA CURA DELLE PATOLOGIE ACUTE

L OMEOPATIA NELLA CURA DELLE PATOLOGIE ACUTE SCUOLA ITALIANA per lo STUDIO e la DIVULGAZIONE dell' OMEOPATIA HAHNEMANNIANA I serata 14/5/2013 L OMEOPATIA NELLA CURA DELLE PATOLOGIE ACUTE Il video della serata è disponibile su YouTube sul canale:

Dettagli

DIABETE MELLITO. Organi danneggiati in corso di diabete mellito INSULINA

DIABETE MELLITO. Organi danneggiati in corso di diabete mellito INSULINA DIABETE MELLITO Il diabete mellito è la più comune malattia endocrina: 1-2% della popolazione E caratterizzato da : -alterazione del metabolismo del glucosio -danni a diversi organi Complicanze acute:

Dettagli

COSA SIGNIFICA: MALATTIA AUTOIMMUNE SISTEMICA? MALATTIA REUMATICA INFIAMMATORIA CRONICA?

COSA SIGNIFICA: MALATTIA AUTOIMMUNE SISTEMICA? MALATTIA REUMATICA INFIAMMATORIA CRONICA? COSA SIGNIFICA: MALATTIA AUTOIMMUNE SISTEMICA? MALATTIA REUMATICA INFIAMMATORIA CRONICA? 1 COSA SIGNIFICA MALATTIA AUTOIMMUNE SISTEMICA? Le patologie autoimmuni sistemiche rappresentano condizioni poco

Dettagli

Allegato III. Modifiche attinenti i paragrafi del riassunto delle caratteristiche del prodotto e del foglio illustrativo

Allegato III. Modifiche attinenti i paragrafi del riassunto delle caratteristiche del prodotto e del foglio illustrativo Allegato III Modifiche attinenti i paragrafi del riassunto delle caratteristiche del prodotto e del foglio illustrativo 39 RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 40 Paragrafo 4.1. Indicazioni terapeutiche

Dettagli

I.1 L apparato digerente

I.1 L apparato digerente Capitolo I Introduzione 8 I.1 L apparato digerente L apparato digerente è costituito da un gruppo di organi addetti alla scissione degli alimenti in componenti chimici che l organismo può assorbire ed

Dettagli

QUESTIONARIO SANITARIO DA COMPILARSI A CURA DELL ASSICURANDO

QUESTIONARIO SANITARIO DA COMPILARSI A CURA DELL ASSICURANDO QUESTIONARIO SANITARIO DA COMPILARSI A CURA DELL ASSICURANDO La compilazione del presente questionario è obbligatorio per ogni Assicurato L assicurando, nel suo interesse, dica la verità sui precedenti

Dettagli

sanità Avvertenze Azienda Sanitaria Locale (A.S.L.) interruzioni volontarie di gravidanza malattie infettive

sanità Avvertenze Azienda Sanitaria Locale (A.S.L.) interruzioni volontarie di gravidanza malattie infettive capitolo 3 sanità Avvertenze Le informazioni statistiche contenute nel presente capitolo provengono dall Agenzia di Sanità Pubblica della Regione Lazio e riguardano dati rilevati presso le strutture sanitarie

Dettagli

CORSO RIFLESSOLOGIE INTEGRATE LEZIONE 1

CORSO RIFLESSOLOGIE INTEGRATE LEZIONE 1 CORSO RIFLESSOLOGIE INTEGRATE LEZIONE 1 Concetto Origine Storia Principi Sviluppi Influenze della Riflessologia Disciplina riequilibrante e contro lo stress Cos è la Riflessologia e come funziona: Basi

Dettagli

Le ossa e i muscoli. Per saperne di più. Nella terra e nello spazio. Immagini del corpo umano

Le ossa e i muscoli. Per saperne di più. Nella terra e nello spazio. Immagini del corpo umano Le ossa e i muscoli Le ossa Le ossa sono formate da tessuto osseo compatto e spugnoso. All interno delle ossa c è il midollo irrorato dai vasi sanguigni. I muscoli I muscoli dello scheletro sono collegati

Dettagli

Quesito n. 1. Durata della degenza 1 giorno

Quesito n. 1. Durata della degenza 1 giorno Quesito n. 1 Gel piastrinico (Prp) in ortopedia Si richiede quale codice di procedura deve essere utilizzato nelle applicazioni di gel piastrinico autologo, nel trattamento delle pseudoartrosi-difetti

Dettagli

Prefazione Presentazione dell edizione italiana

Prefazione Presentazione dell edizione italiana INDICE V Capitolo 28 Indice Autori Prefazione Presentazione dell edizione italiana XI XIII 1 LA CELLULA 1 La cellula 1 Nucleo 7 Citoplasma 17 Complesso di Golgi 21 Mitocondri 24 Lisosomi 28 Perossisomi

Dettagli

PATOLOGIA POLMONARE Le infezioni polmonari. www.fisiokinesiterapia.biz

PATOLOGIA POLMONARE Le infezioni polmonari. www.fisiokinesiterapia.biz PATOLOGIA POLMONARE Le infezioni polmonari www.fisiokinesiterapia.biz Infezioni polmonari Vie di ingresso dei microorganismi: Inalazione (attraverso le alte vie respiratorie): batteri e virus Aspirazione

Dettagli

Malformazioni fetali

Malformazioni fetali Malformazioni fetali Indagine morfologica precoce Via transaddominale Sonde a elevata risoluzione Via transvaginale Epoca gestazionale 11-14 settimane Translucenza nucale Indagine morfologica precoce Strutture

Dettagli

CURE TERMALI Guida alla prescrizione

CURE TERMALI Guida alla prescrizione CURE TERMALI Guida alla prescrizione SEDUTE INALATORIE CICLO DI CURA DELLA SORDITA RINOGENA FANGHI E BAGNI TERAPEUTICI CURE IN GROTTA CICLO INTEGRATO DI VENTILAZIONE POLMONARE CONTROLLATA IRRIGAZIONI VAGINALI

Dettagli

Dr. Reckeweg R1 - Gocce

Dr. Reckeweg R1 - Gocce Dr. Reckeweg R1 - Gocce Tonsilliti, infiammazioni acute e croniche, scarlattina, otiti dell orecchio medio, adeniti. Controindicazioni: ipersensibilità al cromo, disfunzioni renali, gravidanza e allattamento.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM PIANO DIDDATICO DEL MASTER IN CHIRURGIA TROPICALE E DELLE EMERGENZE UMANITARIE. A.A. 00-0 Denominazione Moduli Denominazione insegnamenti ORE di didattica frontale per insegnamento CFU tot. Per modulo

Dettagli

Diagnosi Acidosi 276.2 Acromegalia 253.0 Adenoma ipofisario 227.3 Adenoma surrenalico 227.0 Alcalosi 276.3 Aldosteronismo glucocorticoide dipendente

Diagnosi Acidosi 276.2 Acromegalia 253.0 Adenoma ipofisario 227.3 Adenoma surrenalico 227.0 Alcalosi 276.3 Aldosteronismo glucocorticoide dipendente Malattia Codice Diagnosi Acidosi 276.2 Acromegalia 253.0 Adenoma ipofisario 227.3 Adenoma surrenalico 227.0 Alcalosi 276.3 Aldosteronismo glucocorticoide dipendente 255.11 Alterazioni della secrezione

Dettagli