Parte Seconda VII. LE SUCCESSIONI MORTIS CAUSA. SCHEMI del Corso di DIRITTO PRIVATO. IL SECONDO LIBRO del CODICE CIVILE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Parte Seconda VII. LE SUCCESSIONI MORTIS CAUSA. SCHEMI del Corso di DIRITTO PRIVATO. IL SECONDO LIBRO del CODICE CIVILE"

Transcript

1 Corso di Istituzioni di diritto privato VINCENZO FRANCESCHELLI SCHEMI del Corso di DIRITTO PRIVATO - ad uso degli studenti vietata la riproduzione- (Avvertenza- Gli schemi costituiscono una traccia delle lezioni svolte. Possono servire per un ripasso della materia. Non sono sufficienti per la preparazione dell esame). Parte Seconda VII. LE SUCCESSIONI MORTIS CAUSA Settima Lezione VI - SUCCESSIONI MORTIS CAUSA -Sommario: - IL LIBRO SECONDO DEL CODICE CIVILE LE SUCCESSIONI MORTIS CAUSA - LA SUCCESSIONE TESTAMENTARIA - LA SUCCESSIONE LEGITTIMA - LA SUCCESSIONE NECESSARIA O DEI LEGITTIMARI - LA DIVISIONE - LE DONAZIONI 1. IL SECONDO LIBRO del CODICE CIVILE Il secondo libro del codice civile è intitolato Delle successioni e tratta delle successioni e delle donazioni, secondo un accostamento tradizionale. Ha struttura lineare, suddivisa in cinque Titoli Struttura del Libro II del codice civile Titolo Denominazione Articoli Titolo I Disposizioni generali sulle successioni Titolo II Delle successioni legittime Titolo III Delle successioni testamentarie Titolo IV Della divisione Titolo V Delle donazioni

2 Corso di Istituzioni di diritto privato si ha successione quando, data l esistenza di un diritto, lo stesso in conseguenza di un fatto o di un atto o di un negozio giuridico- anziché estinguersi, continua a sussistere, ma ne muta il titolare si distingue tra successione: inter vivos ---- quando la successione ha luogo tra due soggetti indipendentemente dalla morte del soggetto da cui il rapporto è derivato mortis causa ---- quando morendo un soggetto, un altro gli subentra nel fascio di rapporti del quale egli era titolare, ed ha dunque come presupposto essenziale e caratterizzante, la morte del soggetto a cui succede 2. LE SUCCESSIONI MORTIS CAUSA Le successioni regolano le modalità di attribuzione dei beni dopo la morte LE SUCCESSIONI mortis causa REGOLANO LE MODALITÀ DI ATTRIBUZIONE DEI BENI DOPO LA MORTE. IL DIRITTO ITALIANO DISTINGUE TRA SUCCESSIONE LEGITTIMA E SUCCESSIONE TESTAMENTARIA, RISERVANDO UNA QUOTA DI EREDITÀ AI LEGITTIMARI (SUCCESSIONE NECESSARIA) SUCCESSIONE LEGITTIMA SUCCESSIONE TESTAMENTARIA SUCCESSIONE TESTAMENTARIA SUCCESSIONE LEGITTIMA SUCCESSIONE NECESSARIA O DEI LEGITTIMARI LA LEGGE RISERVA UNA QUOTA DELL EREDITA AI LEGITTIMARI. LA SUCCESSIONE NECESSARIA COSTITUISCE UN LIMITE ALLA SUCCESSIONE TESTAMENTARIA E ALLA SUCCESSIONE LEGITTIMA 2

3 Corso di Istituzioni di diritto privato successione legittima La successione legittima è la successione che ha titolo nella legge. Quando manca del tutto o in parte un testamento, si apre la successione legittima. successione testamentaria La successione testamentaria è la successione che ha titolo nel testamento. (successione necessaria) La legge riserva una quota di eredità al coniuge, ai figli legittimi e naturali e agli ascendenti legittimi. La quota riservata ai legittimari rappresenta un limite alla capacità di disporre del testatore, o all applicazione delle norme sulla successione legittima 3. APERTURA della SUCCESSIONE accettazione rappresentazione la successione si apre al momento della morte, nel luogo dell'ultimo domicilio del defunto SUCCESSIONI E DONAZIONI A NORMA DELL ART. 456 LA SUCCESSIONE SI APRE AL MOMENTO DELLA MORTE, NEL LUOGO DELL ULTIMO DOMICILIO DEL DEFUNTO. L EREDITÀ SI ACQUISTA CON L ACCETTAZIONE (ART. 459). L EFFETTO DELL ACCETTAZIONE RISALE AL MOMENTO NEL QUALE SI È APERTA LA SUCCESSIONE. Apertura della successione: momento della morte del de cuius successione: successione testamentaria successione legittima + norme sulla successione necessaria o dei legittimari Apertura della successione e accettazione dell'eredità L'eredità si acquista con l'accettazione (459). L'effetto dell'accettazione risale al momento nel quale si è aperta la successione. L'eredità può essere accettata puramente e semplicemente o con beneficio d'inventario (470). L'accettazione col beneficio di inventario può farsi nonostante qualunque divieto del testatore. ACCETTAZIONE SEMPLICE CON BENEFICIO DI INVENTARIO 3

4 Corso di Istituzioni di diritto privato ESPRESSA ESPRESSA (art. 475) L accettazione è espressa quando in un atto pubblico o in una scrittura privata, il chiamato all eredità ha dichiarato di accettarla, oppure ha assunto il titolo di erede ACCETTAZIONE accettazione TACITA TACITA (art.476) L accettazione è tacita quando il chiamato all eredità compie un atto che presuppone necessariamente la sua volontà di accettare e che non avrebbe il diritto di fare se non nella qualità di erede. la RAPPRESENTAZIONE La rappresentazione fa subentrare i discendenti legittimi o naturali nel luogo e nel grado del loro ascendente, in tutti i casi in cui questi non può o non vuole accettare l'eredità o il legato (art. 467) 4. La SUCCESSIONE TESTAMENTARIA La successione testamentaria è la successione che ha titolo nel testamento 1.- SUCCESSIONE TESTAMENTARIA SUCCESSIONE LEGITTIMA SUCCESSIONE NECESSARIA O DEI LEGITTIMARI La successione testamentaria è la successione che ha titolo nel testamento. Il testamento è un atto revocabile con il quale taluno dispone, per il tempo in cui avrà cessato di vivere, di tutte le proprie sostanze o di parte di esse (art. 587) 4

5 Corso di Istituzioni di diritto privato IL TESTAMENTO IL TESTAMENTO È UN ATTO REVOCABILE con il quale taluno dispone, per il tempo in cui avrà cessato di vivere, di tutte le proprie sostanze o di parte di esse (art. 587) Le disposizioni testamentarie possono essere a titolo universale (eredità) a titolo particolare (legato) SUCCESSIONI E DONAZIONI EREDE (eredità) LEGATARIO (legato) A titolo universale: (erede) l erede riceve l universalità o una frazione dei beni del de cuius e risponde dei debiti anche col proprio patrimonio A titolo particolare: (legato) il legatario riceve un bene determinato: non risponde degli eventuali debiti TESTAMENTO È erede chi è stato istituito per l universalità dei beni o per una quota di essi È legatario chi ha ricevuto un bene specifico Il testamento è un atto revocabile con il quale taluno dispone, per il tempo in cui avrà cessato di vivere, di tutte le proprie sostanze o di parte di esse (art. 587) TESTAMENTO di ISABEL LA CATOLICA - Eduardo Rosales. Museo del Prado 5

6 Corso di Istituzioni di diritto privato CAPACITÀ DI DISPORRE PER TESTAMENTO (art. 591) Per fare testamento occorre la piena capacità di intendere e di volere. Possono quindi disporre per testamento tutti coloro che non sono dichiarati incapaci dalla legge. Sono incapaci di testare i minorenni e gli interdetti per infermità di mente. 5. DELLA FORMA DEI TESTAMENTI testamento olografo e testamento per atto di notaio DELLA FORMA DEI TESTAMENTI (601) Le forme ordinarie di testamento sono il testamento olografo e il testamento per atto di notaio (601). Il testamento per atto di notaio è pubblico o segreto LE FORME DI TESTAMENTO SONO IL TESTAMENTO OLOGRAFO E IL TESTAMENTO PER ATTO DI NOTAIO (ART. 601). IL TESTAMENTO PER ATTO DI NOTAIO È PUBBLICO O SEGRETO. SUCCESSIONE TESTAMENTARIA TESTAMENTO OLOGRAFO PER ATTO DI NOTAIO TESTAMENTO PUBBLICO TESTAMENTO SEGRETO TESTAMENTO OLOGRAFO TESTAMENTO PUBBLICO TESTAMENTO SEGRETO 6

7 Corso di Istituzioni di diritto privato TESTAMENTO OLOGRAFO TESTAMENTO PER ATTO DI NOTAIO: TESTAMENTO PUBBLICO O SEGRETO Il testamento olografo (602) deve essere scritto per intero, datato e sottoscritto di mano del testatore. La sottoscrizione deve essere posta alla fine delle disposizioni. Se anche non è fatta indicando nome e cognome, è tuttavia valida quando designa con certezza la persona del testatore. testamento per atto di notaio (art. 601). Il testamento per atto di notaio è pubblico o segreto TESTAMENTO PER ATTO DI NOTAIO: TESTAMENTO PUBBLICO TESTAMENTO PER ATTO DI NOTAIO TESTAMENTO PUBBLICO TESTAMENTO SEGRETO Il testamento pubblico (art.603) è ricevuto dal notaio in presenza di due testimoni. Il testatore dichiara al notaio la sua volontà, la quale è ridotta in iscritto a cura del notaio stesso. Questi dà lettura del testamento al testatore in presenza dei testimoni. Di ciascuna di tali formalità è fatta menzione nel testamento. TESTAMENTO PER ATTO DI NOTAIO: TESTAMENTO SEGRETO Il testamento segreto (art. 604) può essere scritto dal testatore o da un terzo. Se è scritto dal testatore, deve essere sottoscritto da lui alla fine delle disposizioni. Se è scritto in tutto o in parte da altri, o se è scritto con mezzi meccanici, deve portare la sottoscrizione del testatore anche in ciascun mezzo foglio, unito o separato. Una volta completato, il testamento segreto viene sigillato e consegnato al notaio che redige l atto di ricevimento in cui, in particolare, viene indicato il fatto della consegna e menzionata la dichiarazione resa da parte del testatore che nel plico sigillato è contenuto il suo testamento. SUCCESSIONE TESTAMENTARIA Il de cuius ha lasciato un testamento testamento: negozio giuridico unilaterale revocabile olografo: scritto, datato e sottoscritto di mano dal testatore pubblico: scritto dal notaio dopo che il testatore gli ha esposto le sue ultime volontà davanti a due testimoni. Lo sottoscrivono testatore, testimoni e notaio segreto: scritto in un qualunque foglio anche da persona diversa dal testatore; questi in persona, davanti a due testimoni, consegna il foglio chiuso ad un notaio, annotando all esterno tutte le formalità compiute davanti al notaio olografo e segreto: pubblicati davanti ad un notaio dopo l apertura della successione annullamento: richiedibile entro 5 anni dall esecuzione delle disposizioni testamentarie 7

8 Corso di Istituzioni di diritto privato TESTAMENTI SPECIALI Sono legati a particolari situazioni quali: CALAMITA PUBBLICHE: il testamento può essere ricevuto dal Giudice di Pace, dal Sindaco o dall Assessore che ne fa le veci; NAVIGAZIONE MARITTIMA O AEREA: il testamento può essere ricevuto dal Comandante della nave o dell aereo; MILITARI IN TEMPO DI GUERRA: il testamento può essere ricevuto da un Ufficiale, dal Cappellano Militare o da un Ufficiale della Croce Rossa 6. LIBERTA DI TESTARE favor testamenti L'ordinamento protegge la libertà di testare fino al momento della morte La libertà di testare e i patti successori La libertà di testare e i patti successori L'ordinamento protegge la libertà di testare fino al momento della morte. Questo principio è saldamente espresso nella revocabilità del testamento contenuta nella stessa nozione di testamento di cui all'art. 587 ( Il testamento è un atto revocabile ). Il testatore è libero di cambiare idea in ogni momento Sono vietati i patti successori. Dispone l'art. 458 che è nulla ogni convenzione con cui taluno dispone della propria successione. È del pari nullo ogni atto col quale taluno dispone dei diritti che gli possono spettare su una successione non ancora aperta, o rinunzia ai medesimi. Allo stesso modo l'ordinamento vieta il testamento congiunto o reciproco (ti nomino mio erede, se tu, a tua volta, mi nomini erede). Il favor testamenti il testamento come negozio giuridico è caratterizzato da un particolare favore (favor testamenti). l'art. 634 dispone che, nelle disposizioni testamentarie, si considerino non apposte le condizioni impossibili e quelle contrarie a norme imperative, all'ordine pubblico o al buon costume 8

9 Corso di Istituzioni di diritto privato Dopo aver firmato il testamento Troy Phelan, uno degli uomini più ricchi del mondo, si toglie la vita. Le mogli e i numerosi figli attendono l'eredità per saldare i debiti esorbitanti contratti in attesa di diventare ricchi. Ma l'eccentrico vecchio ha preparato loro una sorpresa, le sue ultime volontà infatti riassumono tutte le controversie legali e affettive della sua vita. TESTAMENTO OLOGRAFO E VALIDA QUESTA DISPOSIZIONE TESTAMENTARIA???? Non lascio nulla a quello sciagurato di mio figlio. TESTAMENTO OLOGRAFO E VALIDA QUESTA DISPOSIZIONE TESTAMENTARIA???? 7. La SUCCESSIONE LEGITTIMA La successione legittima si apre quando manca in tutto o in parte il testamento SUCCESSIONE TESTAMENTARIA 2. SUCCESSIONE LEGITTIMA SUCCESSIONE NECESSARIA O DEI LEGITTIMARI La successione legittima è la successione che ha titolo nella legge. Quando manca del tutto o in parte un testamento, si apre la successione legittima. Sono eredi legittimi il coniuge, i discendenti, gli ascendenti legittimi, i collaterali, gli altri parenti entro il sesto grado e, in mancanza di altri successibili, lo Stato 9

10 Corso di Istituzioni di diritto privato SUCCESSIONE LEGITTIMA SUCCESSIONE LEGITTIMA Quando manca in tutto o in parte la volontà del de cuius: testamento mancante o nullo, se non dispone completamente del patrimonio l. 151/1975: riforma del diritto di famiglia famiglia: parenti fino al 6 grado esprime le quote spettanti ai suscettibili riconosciuti La successione legittima si apre quando manca in tutto o in parte il testamento. Manca una disposizione di volontà mortis causa che indichi come attribuire e a chi attribuire il patrimonio lasciato dal de cuius Mancando una disposizione di volontà del de cuius provvede la legge, che indica i successibili SUCCESSIONE LEGITTIMA SUCCESSIONE LEGITTIMA Secondo l impostazione classica alla base della successione legittima v è un testamento presunto. la successione legittima sarebbe espressione della volontà tacita del de cuius Oggi la teoria prevalente vede le norme sulla successione legittima come norme suppletive la successione legittima può essere definita come l insieme delle norme suppletive derogabili dalla volontà privata attraverso il testamento CATEGORIE DEI SUCCESSIBILI CONIUGE DISCENDENTI ASCENDENTI COLLATERALI ALTRI PARENTI LO STATO 10

11 Corso di Istituzioni di diritto privato LE QUOTE DI EREDITA NELLA SUCCESSIONE LEGITTIMA Coniuge da solo : tutta l eredità Coniuge + 1 figlio : ½ per ognuno Coniuge + 2 figli (o più): 1/3 al coniuge ed i 2/3 ai figli in parti uguali: Coniuge + ascendenti, fratelli e sorelle del defunto: 2/3 dell eredità al coniuge ed 1/3 da divedersi fra gli altri 1 Figlio da solo: tutta l eredità 1 Figlio + Coniuge: ½ ciascuno; 2 Figli (o più) da soli: tutta l eredità da dividersi in parti uguali; 2 Figli (o più) + Coniuge: 2/3 dell eredità da dividersi in parti uguali Ascendenti padre e madre (succedono solo se non ci sono di figli): tutta l eredità se concorrono da soli; 1/3 se concorrono con il coniuge; 1/2 dell eredità se concorrono con fratelli e sorelle Nonni (succedono solo se mancano figli o genitori del defunto): tutta l eredità se sono da soli; 1/3 dell eredità se concorrono con il coniuge; ¼ dell eredità se concorrono con fratelli e sorelle; Fratelli e sorelle: tutta l eredità da dividersi in parti uguali se sono soli; ½ dell eredità da dividersi in parti uguali se concorrono con i genitori del defunto; 1/3 dell eredità se concorrono con il coniuge; ¾ dell eredità da dividersi fra loro se concorrono con gli ascendenti (nonni) del defunto. Altri parenti (zii, cugini): tutta l eredità da dividersi in parti uguali fra loro Successione dello Stato In mancanza di altri successibili, l eredità è devoluta allo Stato (586). L acquisto si opera di diritto senza bisogno di accettazione e non può farsi luogo e rinunzia. Lo Stato non risponde dei debiti ereditari e dei legati oltre il valore dei beni acquistati. La successione dello Stato come ultimo dei successibili si giustifica secondo il principio che non vi può essere un bene senza proprietario, ne cives ad arma ruant. 8. La SUCCESSIONE NECESSARIA o dei legittimari La successione necessaria è la successione che si ha contro la volontà del testatore SUCCESSIONE TESTAMENTARIA SUCCESSIONE LEGITTIMA 3. SUCCESSIONE NECESSARIA O DEI LEGITTIMARI Natura della successione necessaria La legge riserva una quota di eredità al coniuge, ai figli e agli ascendenti. La quota riservata ai legittimari rappresenta un limite alla capacità di disporre del testatore, o all applicazione delle norme sulla successione legittima. La successione dei legittimari non costituisce un terzo tipo di successione, si invece un limite alla successione testamentaria o alla successione legittima La successione necessaria è la successione che si ha contro la volontà del testatore. La quota riservata ai legittimari rappresenta un limite della successione legittima, ovvero delle disposizioni testamentarie 11

12 Corso di Istituzioni di diritto privato SUCCESSIONE NECESSARIA Il de cuius ha fatto testamento ma ha pretermesso parenti ai quali la legge riconosce una quota dell eredità Senza testamento, ma con donazioni tali da ledere il diritto di successione dei parenti Legittimari: hanno diritto ad una quota di riserva o legittima, mai maggiore a ¾ del patrimonio La successione necessaria è quella successione che si ha contro la volontà del testatore. La quota riservata ai legittimari rappresenta un limite della successione legittima, ovvero delle disposizioni testamentarie (Cass. civ., sez. II, 24 giugno 1996, n. 5832) I legittimari (art. 536). Le persone a favore delle quali la legge riserva una quota di eredità o altri diritti nella successione sono: il coniuge, i figli, gli ascendenti legittimi. Occorre tenere presente che tutti i legittimari sono anche eredi legittimi, mentre non è vero il contrario: non tutti gli eredi legittimi sono legittimari. LEGITTIMARI I LEGITTIMARI CONIUGE DISCENDENTI ASCENDENTI IL CONIUGE I FIGLI GLI ASCENDENTI 12

13 Corso di Istituzioni di diritto privato Riserva a favore dei figli legittimi (537). Riserva a favore degli ascendenti legittimi (538). Se chi muore non lascia figli, ma ascendenti, a favore di questi è riservato un terzo del patrimonio, salvo quanto disposto dall articolo 544. In caso di pluralità di ascendenti, la riserva è ripartita tra i medesimi secondo i criteri previsti dall articolo 569 Concorso di coniuge e figli (542). Se chi muore lascia, oltre al coniuge, un solo figlio,, a quest ultimo è riservato un terzo del patrimonio ed un altro terzo spetta al coniuge. Concorso di ascendenti legittimi e coniuge (544). Quando chi muore non lascia figli, ma ascendenti e il coniuge, a quest ultimo è riservata la metà del patrimonio ed agli ascendenti un quarto. In caso di pluralità di ascendenti, la quota di riserva ad essi attribuita ai sensi del precedente comma è ripartita tra i medesimi secondo i criteri previsti dall articolo 569. SUCCESSIONE LEGITTIMA Categoria dei successibili (eredi legittimi) Proprietà - Figli 12/12 - Un figlio 6/12 e il coniuge 6/12 - Più figli 8/12 e il coniuge 4/12 - Fratelli e sorelle 4/12 e il coniuge 8/12 - Coniuge 8/12 e altri parenti 4/12 - De cuius senza parenti, ne vi sono Tutta l eredità va parenti entro il 6 grado allo stato SUCCESSIONE NECESSARIA Legittimari Quota di riserva Quota disponibile - Un figlio solo 6/12 6/12 - Più figli 8/12 4/12 - Coniuge solo 6/12 6/12 - Un figlio 4/12 4/12 e coniuge 4/12 - Più figli 6/12 3/12 e coniuge 3/12 - Solo ascendenti legittimi 4/12 8/12 - Ascendenti legittimi 3/12 3/12 e coniuge 6/12 - Nessun legittimario - 100% 13

14 Corso di Istituzioni di diritto privato 9. La successione dei legittimari Quota disponibile e azione di riduzione La successione necessaria è la successione che si ha contro la volontà del testatore Alla base della successione necessaria v è la distinzione tra quota disponibile e quota indisponibile Quota disponibile è la quota di beni di cui il testatore può disporre Quota indisponibile è la quota riservata a un successibile. Di essa il testatore non può disporre per testamento Per determinare in concreto la misura della QUOTA DI legittima, sono prescritte tre operazioni: 1. si stimano i beni ereditari; 2. si deducono i debiti del defunto; 3. si aggiungono fittiziamente le eventuali donazioni compiute in vita dal defunto a beneficio di altre persone. Se i beni lasciati in eredità al legittimario hanno un valore inferiore alla legittima, a questo compete la cosiddetta azione di riduzione, attraverso la quale egli può far sì che i lasciti testamentari vengano ridotti proporzionalmente nella misura necessaria per reintegrare la legittima. Il legato in sostituzione di legittima (551) il legittimario può rinunciare al legato in sostituzione di legittima e chiedere la legittima Il legato in sostituzione di legittima è una attribuzione testamentaria a titolo particolare che tacita il diritto alla quota riservata del legittimario. Il legittimario che consegue il legato perde il diritto di chiedere la legittima, agendo in riduzione. Egli non acquista la qualità di erede. Legato in conto di legittima (552) E sorta di acconto sulla legittima. È una attribuzione testamentaria a titolo particolare (legato) disposta senza la dispensa dall'imputazione 10. IL PATTO DI FAMIGLIA Il patto di famiglia è un contratto con cui l'imprenditore trasferisce, in tutto o in parte, l'azienda ad uno o più discendenti 14

15 Corso di Istituzioni di diritto privato Il patto di famiglia è un contratto con cui, compatibilmente con le disposizioni in materia di impresa familiare e nel rispetto delle differenti tipologie societarie, l'imprenditore trasferisce, in tutto o in parte, l'azienda, e il titolare di partecipazioni societarie trasferisce, in tutto o in parte, le proprie quote, ad uno o più discendenti La funzione del patto di famiglia è di favorire la successione nell impresa Alla stipulazione del patto devono partecipare anche il coniuge e tutti coloro che sarebbero legittimari ove in quel momento si aprisse la successione nel patrimonio dell'imprenditore (768-quater) il contratto contenente il patto di famiglia, a pena di nullità deve essere stipulato per atto pubblico PATTO DI FAMIGLIA Il patto di famiglia è una novità introdotta dalla legge 14 febbraio 2006, n. 55. È un contratto, e, quindi, non è un testamento: tuttavia la sua funzione è quella di andare ad incidere sulla successione dell imprenditore, operando in deroga alla disciplina generale della successione necessaria. La sua funzione è di favorire la successione nell impresa. il PATTO DI FAMIGLIA 11. Il patto di famiglia è un contratto con cui l imprenditore trasferisce in tutto o in parte la sua azienda (o le sue quote di partecipazioni societarie) ad uno o più discendenti (solo discendenti e non coniuge). Questi patti debbono essere stipulati a mezzo atto pubblico cui debbono partecipare anche il coniuge e tutti coloro che sarebbero legittimari se si aprisse la successione; costoro debbono venire liquidati (salvo espressa rinunzia) in denaro o in natura dagli assegnatari dell azienda in base al valore delle quote. La DIVISIONE La comunione ereditaria cessa con la divisione 15

16 Corso di Istituzioni di diritto privato LA DIVISIONE È L ISTITUTO MEDIANTE IL QUALE SI PROVVEDE ALLO SCIOGLIMENTO DI UNA COMUNIONE. LA DIVISIONE EREDITARIA È LO STRUMENTO PER SCIOGLIERE, IN TUTTO O IN PARTE, LA COMUNIONE EREDITARIA. LA COMUNIONE EREDITARIA CESSA CON LA DIVISIONE. La divisione ereditaria è lo scioglimento della comunione ereditaria. Lo scioglimento può essere totale o parziale. Tutti i coeredi possono sempre domandare la divisione COMMUNIO EST MATER RIXARUM Il codice civile regola le norme della comunione ereditaria nel Titolo IV del Libro III, (art.li ). La particolare attenzione che il legislatore dedica alla divisione ereditaria si spiega, oltre che per ovvie ragioni di importanza pratica ogni successione comporta una divisione - anche perché esse hanno natura paradigmatica. Ai sensi dell art. 1116, alla divisione delle cose comuni si applicano le norme sulla divisione dell eredità. In altre parole, le norme che il legislatore detta in relazione alla divisione ereditaria si applicano non solo in tema di successione, ma tutte le volte che vi è una comunione da sciogliere. 12. la divisione è un diritto (art. 713, I coeredi possono sempre domandare la divisione ). Si distingue tra divisione contrattuale, divisione giudiziale e divisione testamentaria TIPI DI DIVISIONE La comunione ereditaria cessa con la divisione 16

17 Corso di Istituzioni di diritto privato Tipi di divisione divisione contrattuale divisione giudiziale divisione testamentaria DIVISIONE CONTRATTUALE Il contratto di divisione è una contratto con il quale i coeredi dividono i beni della comunione ereditaria. Essa è anche detta divisione amichevole o stragiudiziale DIVISIONE GIUDIZIALE DIVISIONE TESTAMENTARIA La divisione giudiziale è pronunciata dal giudice con sentenza a richiesta di alcuno dei coeredi. Il testatore può nel testamento stabilire particolari norme per formare le porzione (art. 733). Tale disposizioni sono vincolanti per gli eredi Natura ed effetti della divisione 13. La divisione ha natura dichiarativa e non traslativa. I suoi effetti retroagiscono al momento dell'apertura della successione. LA COLLAZIONE 17

18 Corso di Istituzioni di diritto privato COLLAZIONE La collazione è l'atto con il quale i discendenti e il coniuge che accettano l'eredità conferiscono nell'asse ereditario in natura o per imputazione quanto ricevuto dal defunto in donazione COLLAZIONE Funzione della collazione è assicurare la parità di trattamento tra i coeredi, che sarebbe pregiudicata se non si computassero i beni ricevuti in vita. 14. Le DONAZIONI la donazione è un contratto con il quale, per spirito di liberalità, una parte arricchisce l'altra La donazione è un contratto con il quale, per spirito di liberalità, una parte arricchisce l'altra, disponendo a favore di questa di un suo diritto o assumendo verso la stessa una obbligazione. Il contratto di donazione è un contratto consensuale, gratuito, a prestazioni a carico del solo donante, formale e, di solito, ad esecuzione istantanea LA DONAZIONE Le donazioni sono disciplinate com è tradizione - in chiusura del Libro II, e non nel Libro IV, con gli altri contratti tipici. Di esse si occupa il Titolo V, suddiviso in quattro Capi. Il Capo I contiene le disposizioni generali, il Capo II attiene alla capacità di disporre per donazione e alla capacità di ricevere. Il Capo III disciplina la forma e gli effetti della donazione. Il Capo IV attiene alla revocazione delle donazioni La donazione è un contratto con il quale, per spirito di liberalità, una parte arricchisce l altra, disponendo a favore di questa di un suo diritto o assumendo verso la stessa una obbligazione (art. 769). 18

19 Corso di Istituzioni di diritto privato Il contratto di donazione è un contratto consensuale, gratuito, a prestazioni a carico del solo donante, formale e, di solito, ad esecuzione istantanea. Donazione di Costantino I, imperatore ( ), a papa Silvestro I ( ) - affresco - La donazione è caratterizzata dallo spirito di liberalità, che la distingue dai negozi a titolo gratuito, in un rapporto di genere a specie. La gratuità è elemento necessario ma non sufficiente GIOTTO Il dono del mantello Assisi Chiesa di San Francesco Affinché un atto dispositivo possa qualificarsi come donazione non è sufficiente che il medesimo sia compiuto a titolo gratuito, ma occorre anche che la disposizione patrimoniale sia animata da "spirito di liberalità", ossia effettuata a titolo di mera e spontanea elargizione, fine a sé stessa La donazione deve essere fatta per atto pubblico sotto pena di nullità (782) 19

20 Corso di Istituzioni di diritto privato La donazione di modico valore che ha per oggetto beni mobili è valida anche se manca l atto pubblico, purché vi sia stata la traditio (e cioè la consegna della cosa donata) Garanzie e responsabilità nella donazione Chi dona arricchisce il donatario senza corrispettivo, per puro spirito di liberalità. Questo spiega come il donante, quando dona, di regola non garantisce nulla ne è responsabile per i vizi della cosa. Dispone infatti l art. 798 che, salvo patto speciale, la garanzia del donante non si estende ai vizi della cosa, a meno che il donante sia stato in dolo. [ a caval donato.] REVOCAZIONE DELLE DONAZIONI PER INGRATITUDINE Donazione rimuneratoria è l'attribuzione gratuita compiuta spontaneamente e nella consapevolezza di non dover adempiere alcun obbligo giuridico, morale, sociale per compensare i servizi resi o promessi dal donatario PER SOPRAVVENIENZA DI FIGLI 20

ITG A. POZZO LEZIONI DI ESTIMO. Stima delle successioni ereditarie. Classi 5^ LB-LC-SA Anno scolastico 2009/10. Prof. Romano Oss

ITG A. POZZO LEZIONI DI ESTIMO. Stima delle successioni ereditarie. Classi 5^ LB-LC-SA Anno scolastico 2009/10. Prof. Romano Oss ITG A. POZZO LEZIONI DI ESTIMO Stima delle successioni ereditarie Classi 5^ LB-LC-SA Anno scolastico 2009/10 Prof. Romano Oss Si ha successione quando uno o più soggetti (successori o aventi causa) subentrano

Dettagli

Quesiti frequenti sulle successioni

Quesiti frequenti sulle successioni Quesiti frequenti sulle successioni Le successioni ereditarie comportano questioni delicate e talvolta difficili da risolvere. Rivolgetevi ad un nostro sportello per ricevere informazioni dettagliate relative

Dettagli

LA PIANIFICAZIONE PATRIMONIALE IV: La successione.

LA PIANIFICAZIONE PATRIMONIALE IV: La successione. LA PIANIFICAZIONE PATRIMONIALE IV: La successione. La società fiduciaria, attraverso l ampio novero di soluzioni applicabili, risulta essere uno strumento molto valido al fine di soddisfare le esigenze

Dettagli

Collegio dei geometri Della Provincia di Barletta - Andria - Trani. CORSO DI FORMAZIONE PER CONSULENTI TECNICI DI UFFICIO Maggio 2014

Collegio dei geometri Della Provincia di Barletta - Andria - Trani. CORSO DI FORMAZIONE PER CONSULENTI TECNICI DI UFFICIO Maggio 2014 Successioni ereditarie: generalità La morte di una persona non comporta lo scioglimento di tutti i vincoli economici e giuridici che esistevano fra il defunto e le altre persone che con lui avevano rapporti.

Dettagli

Se non esistono successori testamentari o legittimi entro il sesto grado, l eredità si dice vagante e il patrimonio va allo Stato.

Se non esistono successori testamentari o legittimi entro il sesto grado, l eredità si dice vagante e il patrimonio va allo Stato. SUCCESSIONI EREDITARIE 1) Che cos è la successione? La successione è il trasferimento dei beni dal defunto ( de cuius) agli aventi diritto, che possono essere eredi quando c è un legame di parentela o

Dettagli

ESAME ABILITAZIONE GEOMETRI - ANNO 2014 Corso praticanti DIRITTO E CONDOMINIO - MAGGIO 2014

ESAME ABILITAZIONE GEOMETRI - ANNO 2014 Corso praticanti DIRITTO E CONDOMINIO - MAGGIO 2014 LA SUCCESSIONE La successione per causa di morte è il passaggio di beni e di diritti da una persona defunta agli aventi diritto. Normalmente, come previsto dal codice civile, l'apertura della successione

Dettagli

I Venerdì dell Avvocatura

I Venerdì dell Avvocatura Arcidiocesi di Milano Curia Arcivescovile Avvocatura I Venerdì dell Avvocatura Le successioni e le donazioni Introduzione 3 incontro 13 dicembre 2013 SUCCESSIONI La successione mortis causa rappresenta

Dettagli

PATTO DI FAMIGLIA L'IMPRENDITORE SCEGLIE IL SUCCESSORE NELL AZIENDA a cura del Dott. G. Fiore - RE.FI.

PATTO DI FAMIGLIA L'IMPRENDITORE SCEGLIE IL SUCCESSORE NELL AZIENDA a cura del Dott. G. Fiore - RE.FI. PATTO DI FAMIGLIA L'IMPRENDITORE SCEGLIE IL SUCCESSORE NELL AZIENDA a cura del Dott. G. Fiore - RE.FI. La legge 14 febbraio 2006, n. 55 ha introdotto l istituto del patto di famiglia. Il nuovo istituto

Dettagli

15. Posizione del successibile prima dell apertura della successione... 29

15. Posizione del successibile prima dell apertura della successione... 29 INDICE-SOMMARIO Capitolo I. NOZIONI INTRODUTTIVE 1. La successione a causa di morte............... 1 2. Fondamento della successione a causa di morte. Successione testamentaria e successione legittima.....................

Dettagli

ALESSANDRO NAZARI ENRICO ZECCHINATO GALLO NOTAI ASSOCIATI

ALESSANDRO NAZARI ENRICO ZECCHINATO GALLO NOTAI ASSOCIATI 1 NOZIONE DI SUCCESSIONE Si ha successione quando uno o più soggetti (successori o aventi causa) subentrano a un altro soggetto (autore o dante causa) nella titolarità di diritti o obblighi di carattere

Dettagli

DIRITTO SUCCESSORIO. III^ Lezione. Diritto Civile. CORSO PER L ESAME DI AVVOCATO 2016 Scuola Forense dell Ordine di Milano

DIRITTO SUCCESSORIO. III^ Lezione. Diritto Civile. CORSO PER L ESAME DI AVVOCATO 2016 Scuola Forense dell Ordine di Milano CORSO PER L ESAME DI AVVOCATO 2016 Diritto Civile III^ Lezione DIRITTO SUCCESSORIO Prof. Avv. Riccardo Campione Dott. Enrico Mazzoletti SINTESI DEL FENOMENO SUCCESSORIO APERTURA Si ha al momento della

Dettagli

Principi di diritto successorio

Principi di diritto successorio Principi di diritto successorio Introduzione Quando una persona muore, alcune situazioni giuridiche ad essa ricollegabili si trasferiscono ad altri soggetti e si parla di c.d. successione mortis causa.

Dettagli

Aspetti civilistici; cenni generali e inquadramento delle fattispecie

Aspetti civilistici; cenni generali e inquadramento delle fattispecie S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Tutela del patrimonio: le successioni e le donazioni Aspetti civilistici; cenni generali e inquadramento delle fattispecie Avv. Mario Cozza 23 ottobre 2014

Dettagli

Tipi di testamento Testamento Olografo

Tipi di testamento Testamento Olografo L eredità viene trasmessa secondo quanto disposto nel testamento, oppure in assenza di questo, secondo quanto stabilito per legge (successione legittima). Chi intende regolare la propria successione secondo

Dettagli

PER L IMPRENDITORE E ORA POSSIBILE ANCHE CEDERE L AZIENDA CON IL NUOVO PATTO DI FAMIGLIA

PER L IMPRENDITORE E ORA POSSIBILE ANCHE CEDERE L AZIENDA CON IL NUOVO PATTO DI FAMIGLIA PER L IMPRENDITORE E ORA POSSIBILE ANCHE CEDERE L AZIENDA CON IL NUOVO PATTO DI FAMIGLIA di Vincenzo D Andò PREMESSA La Legge 14.2.2006, n. 55 (pubblicata sulla G.U. n. 50 del 1.3.2006) ha introdotto nel

Dettagli

http://alca.intra.infocamere.it/esam/esamiquestservlet

http://alca.intra.infocamere.it/esam/esamiquestservlet Page 1 of 10 DIRITTO DI FAMIGLIA - SUCCESSIONI - DONAZIONI 1) Quale dei seguenti beni non rientra nella comunione legale dei beni? A [ ] beni immobili acquistati dopo il matrimonio B [*] beni immobili

Dettagli

La successione legittima: devoluzione, esclusione del coniuge dall'eredità, minori, gradi di parentela

La successione legittima: devoluzione, esclusione del coniuge dall'eredità, minori, gradi di parentela Pubblicata su FiscoOggi.it (http://www.fiscooggi.it) Analisi e commenti LA SUCCESSIONE (4) La successione legittima: devoluzione, esclusione del coniuge dall'eredità, minori, gradi di parentela 4. La succesione

Dettagli

LA RIFORMA DEI PATTI SUCCESSORI RINUNCIATIVI

LA RIFORMA DEI PATTI SUCCESSORI RINUNCIATIVI Nota per la stampa LA RIFORMA DEI PATTI SUCCESSORI RINUNCIATIVI 1. Scopo della riforma In base all attuale testo del codice civile (art. 458) è nulla ogni convenzione con cui taluno dispone o rinuncia

Dettagli

INDICE SOMMARIO LIBRO SECONDO DELLE SUCCESSIONI

INDICE SOMMARIO LIBRO SECONDO DELLE SUCCESSIONI INDICE SOMMARIO LIBRO SECONDO DELLE SUCCESSIONI TITOLO III Delle successioni testamentarie CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 587. Testamento..................................... 1» 588. Disposizioni a

Dettagli

www.gaglione.it La successione a causa di morte Normativa di diritto civile

www.gaglione.it La successione a causa di morte Normativa di diritto civile La successione a causa di morte Normativa di diritto civile Le regole della successione a causa di morte disciplinano il passaggio del patrimonio e la continuazione di tutti i rapporti giuridici attivi

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa della deputata COVELLO. Modifiche al codice civile in materia di successione

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa della deputata COVELLO. Modifiche al codice civile in materia di successione Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati XVII LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI CAMERA DEI DEPUTATI N. 3466 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa della deputata COVELLO Modifiche al codice civile

Dettagli

La successione ereditaria

La successione ereditaria La successione ereditaria La successione ereditaria è legata ad un evento triste e spesso rimosso dai propri pensieri: la morte; essa è, però, ineludibile, per questo a tutti sarebbe utile conoscere i

Dettagli

FORMULE INTRODUTTIVE APERTURA, DELAZIONE, ACQUISTO DI EREDITÀ

FORMULE INTRODUTTIVE APERTURA, DELAZIONE, ACQUISTO DI EREDITÀ INDICE SOMMARIO Premessa...................................................................................... 5 FORMULE INTRODUTTIVE 1. Dichiarazione di successione..........................................................

Dettagli

VENEZIA 2012. Matteo A. Pollaroli Diritto Privato. 9 luglio 2011

VENEZIA 2012. Matteo A. Pollaroli Diritto Privato. 9 luglio 2011 9 luglio 2011 Le donazioni Contratti e atti onerosi gratuiti atti liberali atti non liberali donazioni comodato Atto di liberalità: atto diretto a realizzare in capo ad un terzo un arricchimento spontaneo

Dettagli

LA SUCCESSIONE PER CAUSA DI MORTE...

LA SUCCESSIONE PER CAUSA DI MORTE... INDICE LA SUCCESSIONE PER CAUSA DI MORTE... 5 NOZIONE E FONDAMENTO... 5 RAPPORTI, DIRITTI ECC. CHE SONO OGGETTO DI SUCCESSIONE... 5 TERMINI... 5 EREDITA E LEGATO... 5 NOZIONE DI EREDITÀ E LEGATO... 5 RILEVANZA

Dettagli

CONVEGNO Convivenze tutelate e funzione notarile

CONVEGNO Convivenze tutelate e funzione notarile CONVEGNO Convivenze tutelate e funzione notarile Milano, 7 marzo 2014 TECNICHE REDAZIONALI E CONVIVENZE (ovvero come ovviare sul piano negoziale all assenza di una normativa sulla convivenza) Giovanni

Dettagli

GLOSSARIO del diritto di famiglia e delle successioni

GLOSSARIO del diritto di famiglia e delle successioni GLOSSARIO del diritto di famiglia e delle successioni www.leggiitaliane.it Accettazione dell eredità atto negoziale unilaterale mediante il quale il chiamato fa propria l eredità che gli è conferita per

Dettagli

LA SUCCESSIONE PER CAUSA DI MORTE... 6 NOZIONE E FONDAMENTO... 6 RAPPORTI, DIRITTI ECC. CHE SONO OGGETTO DI SUCCESSIONE... 6 TERMINI...

LA SUCCESSIONE PER CAUSA DI MORTE... 6 NOZIONE E FONDAMENTO... 6 RAPPORTI, DIRITTI ECC. CHE SONO OGGETTO DI SUCCESSIONE... 6 TERMINI... INDICE LA SUCCESSIONE PER CAUSA DI MORTE... 6 NOZIONE E FONDAMENTO... 6 RAPPORTI, DIRITTI ECC. CHE SONO OGGETTO DI SUCCESSIONE... 6 TERMINI... 6 EREDITÀ E LEGATO... 7 NOZIONE DI EREDITÀ E LEGATO... 7 RILEVANZA

Dettagli

INDICE TITOLO II: DELLE SUCCESSIONI LEGITTIME

INDICE TITOLO II: DELLE SUCCESSIONI LEGITTIME INDICE TITOLO II: DELLE SUCCESSIONI LEGITTIME Art. 565 (Categorie dei successibili) 1. Successione legittima e famiglia: dalla Riforma del 75 al progetto di Riforma della filiazione.............................

Dettagli

Ordine dei Dottori Agronomi. delle province di Pisa, Lucca e Massa Carrara

Ordine dei Dottori Agronomi. delle province di Pisa, Lucca e Massa Carrara Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali delle province di Pisa, Lucca e Massa Carrara LA SUCCESSIONE EREDITARIA Norme previste dal Codice Civile Consistenza dell asse ereditario Valutazione dell

Dettagli

TRASFERIMENTI GRATUITI: DISCIPLINA CIVILISTICA E NUOVI PROFILI FISCALI

TRASFERIMENTI GRATUITI: DISCIPLINA CIVILISTICA E NUOVI PROFILI FISCALI TRASFERIMENTI GRATUITI: DISCIPLINA CIVILISTICA E NUOVI PROFILI FISCALI Il patrimonio personale accumulato nel corso della propria vita può essere trasferito ai propri figli e famigliari scegliendo fra

Dettagli

IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO?

IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO? IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO? La maggior parte di noi non si pone neppure la domanda. In Italia, quella di fare testamento è una pratica poco utilizzata. Spesso ci rifiutiamo per paura, per incertezza

Dettagli

SUCCESSIONI N O T A I O E M A N U E L E D E M I C H E L I

SUCCESSIONI N O T A I O E M A N U E L E D E M I C H E L I SUCCESSIONI A SPETTI TEORICI E PRATICI D ELLE SUCCESSIONI MORTIS C A U SA N O T A I O E M A N U E L E D E M I C H E L I Fonti normative Codice Civile II LIBRO - artt. 456 ss. Definizione La successione

Dettagli

SCUOLA DI NOTARIATO DELLA LOMBARDIA CORSO SUCCESSIONI Anno accademico 2013/2014

SCUOLA DI NOTARIATO DELLA LOMBARDIA CORSO SUCCESSIONI Anno accademico 2013/2014 SCUOLA DI NOTARIATO DELLA LOMBARDIA CORSO SUCCESSIONI Anno accademico 2013/2014 Le lezioni si svolgono al mercoledì (dalle 11 alle 12,30) ed il venerdì (dalle 11 alle 12,30). In questo anno accademico,

Dettagli

Il trasferimento generazionale della farmacia privata: il passaggio generazionale per atto tra vivi

Il trasferimento generazionale della farmacia privata: il passaggio generazionale per atto tra vivi della farmacia privata: il passaggio generazionale per atto tra vivi Dott. Marino Mascheroni Professore a contratto di Diritto Tributario Università di Milano La forma indiretta: il conferimento con i

Dettagli

INDICE SOMMARIO PARTE PRIMA CATEGORIE SUCCESSORIE E INTERESSI FONDAMENTALI CAPITOLO PRIMO CARATTERI DEL SISTEMA TRA RINNOVAMENTO E STASI

INDICE SOMMARIO PARTE PRIMA CATEGORIE SUCCESSORIE E INTERESSI FONDAMENTALI CAPITOLO PRIMO CARATTERI DEL SISTEMA TRA RINNOVAMENTO E STASI INDICE SOMMARIO PARTE PRIMA CATEGORIE SUCCESSORIE E INTERESSI FONDAMENTALI CARATTERI DEL SISTEMA TRA RINNOVAMENTO E STASI 1. Interessi successori e strumenti di attuazione....................... p. 4 2.

Dettagli

APPUNTI IN MATERIA DI SUCCESSIONI UTILI PER IL MEDIATORE CIVILE

APPUNTI IN MATERIA DI SUCCESSIONI UTILI PER IL MEDIATORE CIVILE APPUNTI IN MATERIA DI SUCCESSIONI UTILI PER IL MEDIATORE CIVILE Art. 5 D.lgs. 4 marzo 2010 n. 28 Chi intende esercitare in giudizio un azione relativa ad una controversia in material di succession ereditarie

Dettagli

APPUNTI IN MATERIA DI SUCCESSIONI UTILI PER IL MEDIATORE CIVILE

APPUNTI IN MATERIA DI SUCCESSIONI UTILI PER IL MEDIATORE CIVILE APPUNTI IN MATERIA DI SUCCESSIONI UTILI PER IL MEDIATORE CIVILE Art. 5 D.lgs. 4 marzo 2010 n. 28 Chi intende esercitare in giudizio un azione relativa ad una controversia in material di succession ereditarie

Dettagli

STIMA PER SUCCESSIONI EREDITARIE (CAP. 19)

STIMA PER SUCCESSIONI EREDITARIE (CAP. 19) STIMA PER SUCCESSIONI EREDITARIE (CAP. 19) Appunti di estimo PAROLE CHIAVE De cuius Successione Discendenti Ascendenti Quota disponibile Quota di legittima o di riserva Riunione fittizia e asse ereditario

Dettagli

Codice civile Gazzetta Ufficiale del 4 aprile 1942, n. 79. Approvato con regio decreto 16 marzo 1942, n. 262

Codice civile Gazzetta Ufficiale del 4 aprile 1942, n. 79. Approvato con regio decreto 16 marzo 1942, n. 262 Codice civile Gazzetta Ufficiale del 4 aprile 1942, n. 79 Approvato con regio decreto 16 marzo 1942, n. 262 LIBRO SECONDO. Delle successioni - TITOLO PRIMO. Disposizioni generali sulle successioni - CAPO

Dettagli

QUINTA LEZIONE. SCHEMI del Corso di DIRITTO PRIVATO. IL SECONDO LIBRO del CODICE CIVILE IL LIBRO II DEL CODICE CIVILE

QUINTA LEZIONE. SCHEMI del Corso di DIRITTO PRIVATO. IL SECONDO LIBRO del CODICE CIVILE IL LIBRO II DEL CODICE CIVILE Corso di Istituzioni di diritto privato. VINCENZO FRANCESCHELLI SCHEMI del Corso di DIRITTO PRIVATO - ad uso degli studenti vietata la riproduzione- (Avvertenza- Gli schemi costituiscono una traccia delle

Dettagli

CAPITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI

CAPITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI SOMMARIO IX PREFAZIONE... PROFILO AUTORI... III VII CAPITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Elisa de Belvis 1. La divisione e lo scioglimento della comunione... 1 2. La collocazione sistematica e l applicabilità

Dettagli

I PATTI SUCCESSORI E LA TUTELA DEI LEGITTIMARI

I PATTI SUCCESSORI E LA TUTELA DEI LEGITTIMARI I PATTI SUCCESSORI E LA TUTELA DEI LEGITTIMARI 1) LA FORZA DELLA VOLONTÀ TESTAMENTARIA E I LIMITI DEL SISTEMA Autonomia privata e pianificazione successoria Volontà del disponente - Revocabile usque ad

Dettagli

Il trasferimento generazionale della farmacia privata: il patto di famiglia e il trasferimento mortis causa

Il trasferimento generazionale della farmacia privata: il patto di famiglia e il trasferimento mortis causa Il trasferimento generazionale della farmacia privata: il patto di famiglia e il trasferimento mortis causa Dott. Marino Mascheroni Professore a contratto di Diritto Tributario Università di Milano Il

Dettagli

Indice dei quesiti di diritto Civile per la preselezione informatica del concorso a 350 posti di uditore giudiziario.

Indice dei quesiti di diritto Civile per la preselezione informatica del concorso a 350 posti di uditore giudiziario. 1000 A norma del codice civile, é soggetta a prescrizione l'azione di annullamento del testamento pubblico per 1001 A norma del codice civile, é soggetta a prescrizione l'azione di annullamento del testamento

Dettagli

VENEZIA 2012. Matteo A. Pollaroli Diritto Privato. 10 luglio 2011

VENEZIA 2012. Matteo A. Pollaroli Diritto Privato. 10 luglio 2011 10 luglio 2011 Titolo della successione sono quindi la legge e il testamento, che possono convivere secondo il seguente principio: ove il testamento non dispone si applica la legge (concorso di titoli

Dettagli

INDICE. Schemi. Prefazione... XIII

INDICE. Schemi. Prefazione... XIII INDICE Prefazione... XIII Schemi 1 Divieto di patti successori (art. 458 c.c.)... 3 2 Tutela possessoria dei beni ereditari prima dell accettazione dell eredità (artt. 460, c. 1, c.c.; 703 e 704 c.p.c.)...

Dettagli

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG 20.12.2002) (Pubblicato nel supplemento straordinario alla G.U. - 4^ s.s. del 28.03.2003)

Dettagli

Patti di famiglia e morte del socio. Avv. Pietro Maria di Giovanni

Patti di famiglia e morte del socio. Avv. Pietro Maria di Giovanni Pescara 3 dicembre 2013 Avv. Pietro Maria di Giovanni www.studiolegaledigiovanni.com divieto di patti successori l'art. 458 c.c. vieta ogni convenzione con cui taluno dispone della propria successione

Dettagli

Indice dei quesiti di diritto Civile per la preselezione informatica del concorso a 350 posti di uditore giudiziario. Da 900 a 999

Indice dei quesiti di diritto Civile per la preselezione informatica del concorso a 350 posti di uditore giudiziario. Da 900 a 999 900 A norma del codice civile le spese dell'inventario e di ogni altro atto dipendente dall'accettazione con beneficio d'inventario sono a carico: 901 La separazione dei beni del defunto da quelli dell'erede

Dettagli

IL DIRITTO SUCCESSORIO IN AUSTRIA: LINEAMENTI GENERALI E LA SUCCESSIONE NEI BENI PRODUTTIVI

IL DIRITTO SUCCESSORIO IN AUSTRIA: LINEAMENTI GENERALI E LA SUCCESSIONE NEI BENI PRODUTTIVI IL DIRITTO SUCCESSORIO IN AUSTRIA: LINEAMENTI GENERALI E LA SUCCESSIONE NEI BENI PRODUTTIVI Bolzano, 28 novembre 2014 Univ.-Prof. Dr. Bernhard Eccher Universität Innsbruck 1 SOMMARIO A.Lineamenti generali

Dettagli

Della collazione Del pagamento dei debiti

Della collazione Del pagamento dei debiti Antonio Albanese Della collazione Del pagamento dei debiti GIUFFRE EDITORE Art. 737 ( (Soggetti tenuti alla collazione) 1. Cenni storici 4 2. Collazione e famiglia: fra tradizione e riforme 7 3. Collazione

Dettagli

La Collazione Ereditaria.

La Collazione Ereditaria. Avv. Monica La Rocca monica.larocca@ssalex.com La collazione è l atto con il quale determinati soggetti, che hanno accettato l eredità conferiscono alla massa ereditaria le liberalità ricevute in vita

Dettagli

La Successione nell' Impresa: Le clausole societarie nell'impresa

La Successione nell' Impresa: Le clausole societarie nell'impresa La Successione nell' Impresa: Le clausole societarie nell'impresa Avv. Silvia Salvati Fondazione Forense 15 dicembre 2012 Via Belmeloro n. 14 IL PATTO DI FAMIGLIA Legge 14 Febbraio 2006 n.55/2006 L' Italia

Dettagli

La successione per causa di morte

La successione per causa di morte L impresa di famiglia alla prova del passaggio generazionale: l importanza della pianificazione La successione dell imprenditore: destino o pianificazione? La successione per causa di morte Relatori notai

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Capitolo I

INDICE-SOMMARIO. Capitolo I INDICE-SOMMARIO Capitolo I LA SUCCESSIONE NECESSARIA ED IL SUO ÀMBITO DI RILEVANZA 1. Il limite al potere di disporre del testatore: il diritto alla legittima. Nozione e sua ratio. pag. 1 2. Volontà testamentaria

Dettagli

La tua volontà, il nostro impegno

La tua volontà, il nostro impegno Con il patrocinio e la collaborazione del Voglio lasciare al mondo il futuro che ho sempre sognato La tua volontà, il nostro impegno Chi siamo 3 Il testamento solidale 4 Il nostro impegno 7 La tua volontà

Dettagli

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG 20.12.2002) (Pubblicato nel supplemento straordinario alla G.U. - 4^ s.s. del 28.03.2003)

Dettagli

AD ACCOGLIERE ASCOLTARE E DONARSI

AD ACCOGLIERE ASCOLTARE E DONARSI TUTTI POSSIAMO SPERIMENTARE LA CARITà IMPARANDO AD ACCOGLIERE ASCOLTARE E DONARSI Papa Francesco 28 aprile 2015 Scegli di fare un lascito. i tuoi beni continueranno a vivere nei gesti e nei sorrisi delle

Dettagli

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI SULLE SUCCESSIONI CAPO I DELL APERTURA DELLA SUCCESSIONE, DELLA

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI SULLE SUCCESSIONI CAPO I DELL APERTURA DELLA SUCCESSIONE, DELLA LIBRO II - DELLE SUCCESSIONI TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI SULLE SUCCESSIONI CAPO I DELL APERTURA DELLA SUCCESSIONE, DELLA DELAZIONE E DELL ACQUISTO DELL EREDITÀ 456. Apertura della successione. La successione

Dettagli

STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE AVV. ALFONSO MARRA GIURISTA LINGUISTA

STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE AVV. ALFONSO MARRA GIURISTA LINGUISTA STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE AVV. ALFONSO MARRA GIURISTA LINGUISTA ABILITATO AL BILINGUISMO TEDESCO - ITALIANO DALLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO IDONEO ALL ESAME DI STATO DI COMPETENZA LINGUISTICA CINESE

Dettagli

1 La successione. in pratica

1 La successione. in pratica in pratica Esempi di successione nei diritti si rinvengono nella vita quotidiana: pensa a chi acquista un bene da un altro soggetto o all erede che riceve per testamento i beni di una persona deceduta.

Dettagli

la Divisione di Francesco Tavano Manuale pratico per dividere l eredità secondo la legge e senza litigare

la Divisione di Francesco Tavano Manuale pratico per dividere l eredità secondo la legge e senza litigare la Divisione dell Eredità di Francesco Tavano Manuale pratico per dividere l eredità secondo la legge e senza litigare L autore è convinto di aver scritto un opera preziosa per tutti coloro che, dopo l

Dettagli

Avv. Gian Carlo Sessa

Avv. Gian Carlo Sessa S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LE LITI SUCCESSORIE: LE CONTROVERSIE TIPICHE E QUELLE ATIPICHE, IN PARTICOLARE SOCIETARIE. (Le principali tipologie di liti tipiche e le liti atipiche ) Avv.

Dettagli

Sostienici. Altre modalità per sostenerci 5 1000 LASCITI TESTAMENTARI AZIENDE AMICHE DIVENTA VOLONTARIO

Sostienici. Altre modalità per sostenerci 5 1000 LASCITI TESTAMENTARI AZIENDE AMICHE DIVENTA VOLONTARIO Sostienici La Cooperativa Call O.n.l.u.s. grazie all aiuto di privati e imprese può garantire la continuità di molte attività e di molti servizi diversamente non realizzabili. Inoltre, grazie alle donazioni

Dettagli

Immobile di Puegnago del Garda (BS): primo lascito testamentario. del Rinnovamento nello Spirito Santo ONLUS

Immobile di Puegnago del Garda (BS): primo lascito testamentario. del Rinnovamento nello Spirito Santo ONLUS Immobile di Puegnago del Garda (BS): primo lascito testamentario. Per sostenere FONDAZIONE ALLEANZA del Rinnovamento nello Spirito Santo ONLUS DONAZIONI c/c postale intestato a Fondazione Alleanza del

Dettagli

INDICE. Presentazione... XVII. Quid Iuris. Mortis Causa. Quesito n. 1 È possibile diseredare un legittimario?...3

INDICE. Presentazione... XVII. Quid Iuris. Mortis Causa. Quesito n. 1 È possibile diseredare un legittimario?...3 INDICE Presentazione... XVII Quid Iuris. Mortis Causa Quesito n. 1 È possibile diseredare un legittimario?...3 Quesito n. 2 Ammissibile la cancellazione d ipoteca direttamente col testamento?...5 Quesito

Dettagli

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG 20.12.2002) (Pubblicato nel supplemento straordinario alla G.U. - 4^ s.s. del 28.03.2003)

Dettagli

INDICE. Art. 768-bis (Nozione) SEZIONE I: CARATTERI GENERALI DEL PATTO DI FAMIGLIA: INTERESSI TUTELATI E

INDICE. Art. 768-bis (Nozione) SEZIONE I: CARATTERI GENERALI DEL PATTO DI FAMIGLIA: INTERESSI TUTELATI E INDICE Art. 768-bis (Nozione) SEZIONE I: CARATTERI GENERALI DEL PATTO DI FAMIGLIA: INTERESSI TUTELATI E PRESUPPOSTI SOGGETTIVI DI APPLICAZIONE DELLA NUOVA DISCIPLINA 1. Ratio della riforma: garantire la

Dettagli

SUCCESSIONI A CAUSA DI MORTE E DONAZIONI

SUCCESSIONI A CAUSA DI MORTE E DONAZIONI SCUOLA DI NOTARIATO "CINO DA PISTOIA" FIRENZE STRUMENTI ED ESPERIENZE NOTARILI BARBARA TOTI SUCCESSIONI A CAUSA DI MORTE E DONAZIONI MANUALE PRATICO SECONDA EDIZIONE CEDAM CASA EDITRICE DOTT. ANTONIO MiLANI

Dettagli

TIPOLOGIE DI SUCCESSIONE SCHEDA 2

TIPOLOGIE DI SUCCESSIONE SCHEDA 2 TIPOLOGIE DI SUCCESSIONE SCHEDA 2 TIPOLOGIE DI SUCCESSIONI La successione legittima. È la successione disposta dalla legge, qualora il soggetto deceduto, non abbia disposto, in tutto o in parte, dei suoi

Dettagli

INDICE SEZIONE I. DEI DIRITTI RISERVATI AI LEGITTIMARI. Art. 536 (Legittimari)

INDICE SEZIONE I. DEI DIRITTI RISERVATI AI LEGITTIMARI. Art. 536 (Legittimari) INDICE SEZIONE I. DEI DIRITTI RISERVATI AI LEGITTIMARI Art. 536 (Legittimari) CAPITOLO I: DIRITTI RISERVATI AI LEGITTIMARI E LINEE EVOLUTIVE DELLA SUCCESSIONE NECESSARIA 1. Successione necessaria fra tradizione

Dettagli

Guida ai Lasciti Testamentari. In questa guida trovi informazioni utili per redigere il testamento in piena libertà

Guida ai Lasciti Testamentari. In questa guida trovi informazioni utili per redigere il testamento in piena libertà Guida ai Lasciti Testamentari In questa guida trovi informazioni utili per redigere il testamento in piena libertà Glossario n Testamento Il testamento è un atto revocabile con il quale taluno dispone,

Dettagli

Indice dei quesiti di diritto Civile per la preselezione informatica del concorso a 350 posti di uditore giudiziario.

Indice dei quesiti di diritto Civile per la preselezione informatica del concorso a 350 posti di uditore giudiziario. 1400 In materia di divisione ereditaria, le norme sulla divisione dell'intero asse si osservano anche nelle suddivisioni tra i componenti di ciascuna stirpe? 1401 Tizio muore attribuendo a titolo di legato

Dettagli

INDICE I LA SUCCESSIONE. 1 L apertura delle successioni... 3. Prefazione...

INDICE I LA SUCCESSIONE. 1 L apertura delle successioni... 3. Prefazione... INDICE Prefazione... XIX I LA SUCCESSIONE 1 L apertura delle successioni... 3 1.1 Introduzione... 4 1.2 L apertura della successione... 5 1.3 La dichiarazione di morte presunta... 6 1.4 L acquisto dell

Dettagli

IL PASSAGGIO GENERAZIONALE Aspetti Fiscali degli Atti Dispositivi

IL PASSAGGIO GENERAZIONALE Aspetti Fiscali degli Atti Dispositivi Carismi Convegni CARISMICONVEGNI IL PASSAGGIO GENERAZIONALE Centro Studi I Cappuccini 22 Febbraio 2013 Avv. Francesco Napolitano DONAZIONE DI AZIENDA IMPOSTE DIRETTE La donazione di azienda da parte di

Dettagli

R E P U B B L I C A I T A L I A N A

R E P U B B L I C A I T A L I A N A N. 941/96 R.A.C.C. R E P U B B L I C A I T A L I A N A TRIBUNALE DI UDINE IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale di Udine, sezione civile, composto dai Signori Magistrati: Dott. ALESSANDRA BOTTAN PRESIDENTE

Dettagli

Successione e Pratiche Testamentarie

Successione e Pratiche Testamentarie Successione e Pratiche Testamentarie La scelta dell Amministratore di Sostegno Incontro di Sensibilizzazione Progetto AdS- Brescia Nel nostro sistema giuridico possiamo sostanzialmente individuare due

Dettagli

Note di aggiornamento Luglio 2008

Note di aggiornamento Luglio 2008 G. Zagrebelsky - G. Oberto - G. Stalla - C. Trucco COMPENDIO DI DIRITTO Note di aggiornamento Luglio 2008 1. Modifiche al codice civile in materia di patto di famiglia 2. Indennità di espropriazione delle

Dettagli

I patti di famiglia per il passaggio generazionale dell impresa

I patti di famiglia per il passaggio generazionale dell impresa I patti di famiglia per il passaggio generazionale dell impresa 1 PREMESSA La regolamentazione della successione nell impresa rappresenta da tempo una problematica ricca di interesse ed ha, per questo,

Dettagli

CONVIVENTI E COPPIE GAY: I NUOVI DIRITTI AGGIORNAMENTI

CONVIVENTI E COPPIE GAY: I NUOVI DIRITTI AGGIORNAMENTI CONVIVENTI E COPPIE GAY: I NUOVI DIRITTI AGGIORNAMENTI Il Parlamento ha approvato la legge che istituisce l unione civile tra persone dello stesso sesso e disciplina le convivenze di fatto. Per quanto

Dettagli

I. CONSIDERAZIONI GENERALI

I. CONSIDERAZIONI GENERALI Elenco delle principali abbreviazioni................................ XI I. CONSIDERAZIONI GENERALI 1. Premessa.......................................... 1 2. Le principali questioni in tema di trust interno.........................

Dettagli

Un lascito per crescere.

Un lascito per crescere. Un lascito per crescere. La tua eredità per il futuro dei nostri bambini. Guida ai lasciti testamentari O N L U S una casa per crescere 1 oikos_brochure_1.12.14.indd 1 05/12/14 14.00 Un piccolo gesto può

Dettagli

DECESSO DEL LAVORATORE DIPENDENTE

DECESSO DEL LAVORATORE DIPENDENTE DECESSO DEL LAVORATORE DIPENDENTE In caso di decesso del lavoratore dipendente sono previste diverse modalità di tassazione a seconda che si tratti delle somme già corrisposte al lavoratore o di somme

Dettagli

REGOLAMENTO APPLICATIVO PER IL RISCATTO DELLA POSIZIONE INDIVIDUALE E DELLA RELATIVA MAGGIORAZIONE IN CASO DI PREMORIENZA DEL PARTECIPANTE ATTIVO

REGOLAMENTO APPLICATIVO PER IL RISCATTO DELLA POSIZIONE INDIVIDUALE E DELLA RELATIVA MAGGIORAZIONE IN CASO DI PREMORIENZA DEL PARTECIPANTE ATTIVO FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DELL EX GRUPPO BANCA POPOLARE DI NOVARA GRUPPO BANCO POPOLARE Sede in Novara - Via Negroni, 12-28100 NOVARA Codice Fiscale: 80003420033 Iscrizione all'albo

Dettagli

Le donazioni e gli istituti giuridici a tutela dell eredità

Le donazioni e gli istituti giuridici a tutela dell eredità Le donazioni e gli istituti giuridici a tutela dell eredità Guida alla pianificazione successoria VISION OBIETTIVO Guida alla pianificazione successoria: di cosa parliamo Questo documento ti consentirà

Dettagli

COLLANA I CODICI DEL PROFESSIONISTA. Diretta da R. GAROFOLI

COLLANA I CODICI DEL PROFESSIONISTA. Diretta da R. GAROFOLI COLLANA I CODICI DEL PROFESSIONISTA Diretta da R. GAROFOLI Francesco MACARIO - Giuseppe INFANTINI CODICE DELLE SUCCESSIONI E DONAZIONI ANNOTATO CON DOTTRINA, GIURISPRUDENZA E FORMULE 2015-2016 SOMMARIO

Dettagli

Le clausole successorie: tra libertà testamentaria e il divieto di patti successori. A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista

Le clausole successorie: tra libertà testamentaria e il divieto di patti successori. A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista Le clausole successorie: tra libertà testamentaria e il divieto di patti successori A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista Regime legale della successione mortis causa della partecipazione liquidare

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 4463 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI MARINELLO, GIOACCHINO ALFANO, BITONCI, CERONI, DE AN- GELIS, GARAGNANI, GAROFALO, GERMANÀ,

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEL NOTARIATO

CONSIGLIO NAZIONALE DEL NOTARIATO CONSIGLIO NAZIONALE DEL NOTARIATO Studio n. 4673/b Terzo condono - Atto mortis causa Approvato dalla Commissione Studi Civilistici il 21 ottobre 2003 L'art. 32, comma 49 del decreto legge n. 269 del 2003,

Dettagli

COLLEGIO DEI PERITI AGRARI E DEI PERITI AGRARI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI SALERNO

COLLEGIO DEI PERITI AGRARI E DEI PERITI AGRARI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI SALERNO Prot. 795 Salerno, lì 9 Luglio 2014 A tutti gli iscritti all Albo e nell Elenco Speciale LORO SEDI OGGETTO: Circolare n 122/2014. Libera professione. Diritto Civile La Comunione legale dei beni Comunione

Dettagli

DISCIPLINA DELLE SUCCESSIONI LA SUCCESSIONE LEGITTIMA

DISCIPLINA DELLE SUCCESSIONI LA SUCCESSIONE LEGITTIMA DISCIPLINA DELLE SUCCESSIONI Quando una persona viene a mancare è sempre necessario predisporre la cosiddetta denuncia di successione, da parte degli eredi stessi. Attualmente la legge prevede che la successione

Dettagli

FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO. PARERE N. 02 DEL 12 gennaio 2011 IL QUESITO. Unica Partecipazione in SRL appartenente a più soggetti

FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO. PARERE N. 02 DEL 12 gennaio 2011 IL QUESITO. Unica Partecipazione in SRL appartenente a più soggetti FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO I PARERI IN MATERIA TRIBUTARIA PARERE N. 02 DEL 12 gennaio 2011 IL QUESITO Unica Partecipazione in SRL appartenente a più soggetti Quando più eredi acquisiscono la

Dettagli

Identifica una serie di strumenti che concentrano la loro attenzione sulle esigenze della pianificazione del processo di successione generazionale.

Identifica una serie di strumenti che concentrano la loro attenzione sulle esigenze della pianificazione del processo di successione generazionale. Il Patto di famiglia è lo strumento che: - disegna la cornice dei rapporti fra la famiglia e l impresa - identifica le strategie a livello di corporate che la famiglia intende seguire - pone le basi per

Dettagli

Successioni tutelate:

Successioni tutelate: FLP-DIFESA - Coordinamento Nazionale 00185 Roma Piazza Dante n. 12 - Tel. 06/77201726 Fax 06/23328792 e-mail: nazionale@flpdifesa.it - Sito internet www.flpdifesa.it QUADERNO FLP-DIFESA n 6 /2011 Le Guide

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO L ACCETTAZIONE DELL EREDITÀ IN GENERALE

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO L ACCETTAZIONE DELL EREDITÀ IN GENERALE INDICE SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni... XV CAPITOLO PRIMO L ACCETTAZIONE DELL EREDITÀ IN GENERALE Guida bibliografica... 3 1. Le diverse forme di accettazione dell eredità... 7 2. L apertura

Dettagli

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG 20.12.2002) (Pubblicato nel supplemento straordinario alla G.U. - 4^ s.s. del 28.03.2003)

Dettagli

LA RIFORMA DEI DIRITTI RISERVATI AI LEGITTIMARI

LA RIFORMA DEI DIRITTI RISERVATI AI LEGITTIMARI Nota per la stampa LA RIFORMA DEI DIRITTI RISERVATI AI LEGITTIMARI 1. Scopo della riforma Il fondamento della successione necessaria e il conseguente riconoscimento ai legittimari di un intangibile diritto

Dettagli

Giuseppe ZUCCARO PARERI

Giuseppe ZUCCARO PARERI Giuseppe ZUCCARO PARERI DI SOMMARIO SOGGETTI DI DIRITTO PARERE 1 I diritti civili dello straniero: il residuo ambito applicativo dell art. 16 delle preleggi 3 FAMIGLIA PARERE 2 La tutela del familiare

Dettagli