Ragione e passione sono timone e vela della nostra anima navigante. LICEO SCIENTIFICO STATALE. Kahlil Gibran

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ragione e passione sono timone e vela della nostra anima navigante. LICEO SCIENTIFICO STATALE. Kahlil Gibran"

Transcript

1 LICEO SCIENTIFICO STATALE LICEO SCIENTIFICO STATALE ARCANGELO SCACCHI BARI Ann uar i o Ragione e passione sono timone e vela della nostra anima navigante. Kahlil Gibran

2

3 LICEO SCIENTIFICO STATALE le foto delle classi e la vita dell Istituto

4 10/ 11 Quello che volge al termine è un anno scolastico particolarmente intenso e faticoso per tutte le componenti della scuola. Innanzitutto è partita la Riforma, con il riordino del secondo ciclo (a cominciare dalle prime classi) e i nuovi programmi (le Indicazioni Nazionali). Questo ha comportato uno sforzo significativo dei docenti per l aggiornamento e la formazione in servizio, per essere meglio preparati alle nuove sfide. Il nostro Liceo ha continuato sulla strada dell innovazione, rafforzando gli strumenti tecnologici della comunicazione e della didattica, cominciando a fornire i servizi sul portale Scuola-Famiglia (che deve essere ulteriormente potenziato), a introdurre le prime lavagne interattive multimediali, a fornire informazione aggiornata sul sito della scuola, particolarmente utile e frequentatissimo da studenti, docenti e famiglie (già contatti). Alcuni laboratori e strutture tecnologiche sono tuttavia ancora relativamente poco all altezza di un prestigioso Liceo, ma vi porremo presto rimedio con un investimento, anche grazie ai fondi strutturali europei, che ci porterà a disporre di tre laboratori d avanguardia (multimediale, linguistico e scientifico), di altre lavagne multimediali e altre postazioni mobili di computer. Intanto, però, è stato portato a compimento l allestimento del laboratorio che ospita il rivelatore dei raggi cosmici, nell ambito di un progetto d eccellenza che vede impegnati nostri docenti e studenti in collaborazione con l Istituto nazionale di fisica nucleare e il Centro fermi, sotto la direzione del prof. Zichichi. Si tratta di un grande esperimento scientifico in rete, a cui partecipiamo attivamente. Quest anno, grazie allo sforzo della Provincia, ente proprietario del nostro edificio scolastico, dopo l installazione del riscaldamento e il rifacimento di un bagno alla sezione staccata del Pitagora, sono stati effettuati lavori d urgenza per ripristinare cornicioni pericolanti, col rifacimento delle facciate interne del cortile, lavori di manutenzione,

5 ripristino dell intonaco e tinteggiatura in diversi ambienti del pianoterra (nei laboratori scientifici e informatico, in parte dei corridoi e delle palestre), lavori per la messa a norma di sicurezza, che continueranno anche l anno prossimo. Venuto a scadenza triennale, è stato eletto il nuovo Consiglio d Istituto e il lavoro sin qui svolto mi rende particolarmente ottimista, perché continuo a trovare nel Consiglio una sede di discussione straordinariamente competente e costruttiva, aliena dalle sterili polemiche e contrapposizioni che spesso si riscontrano altrove. Voglio rinnovare un plauso pubblico ai docenti dello Scacchi, che quest anno si sono sobbarcati generosamente un gravoso lavoro di formazione in servizio, oltre che sulle novità della riforma e dei programmi, anche con la frequenza come corsisti di ben sei progetti PON (due di certificazione linguistica, uno sui disturbi dell apprendimento, uno sulla probabilità e la statistica, uno sulla didattica laboratoriale scientifica e uno di alfabetizzazione informatica). Non è facile trovare un tale livello di attaccamento al lavoro e desiderio di crescita professionale. E mi si consenta di ringraziare in particolare i docenti che hanno collaborato più strettamente con la presidenza (il collaboratore vicario, lo staff di presidenza, i docenti con funzione strumentale), che sono in prima linea sulla trincea di un organizzazione mastodontica, che li costringe a lavorare intensamente ben oltre il già gravoso impegno didattico e senza un adeguato corrispettivo economico. Il mio ringraziamento va anche agli assistenti amministrativi e tecnici e ai collaboratori scolastici, anch essi risorsa preziosa della nostra scuola, che in molti casi sopperiscono alla scarsità delle risorse con senso di attaccamento alla scuola. In questo ambito non posso omettere un particolare riconoscimento alla sig.ra Lia Mondelli, che ha sostituito per un anno e mezzo il Direttore amministrativo titolare, in un frangente particolarmente difficile e senza rete, profondendo senza risparmio il suo impegno. Naturalmente, tutti i nostri sforzi sono diretti principalmente a fornire un servizio scolastico di qualità. Sono gli studenti la nostra principale preoccupazione: il livello dei loro apprendimenti (su cui quest anno avremo un riscontro esterno con le prove INVALSI di

6 italiano e matematica per le seconde classi) e la loro educazione armonica e integrale come persone e come cittadini. A ciò concorre innanzitutto il lavoro dei docenti in classe, la loro professionalità, la qualità della loro relazione educativa, il loro esempio. Ma concorre anche il tono complessivo della vita della scuola, le regole, l organizzazione, la partecipazione democratica, la dialettica tra le componenti. Gli studenti dello Scacchi vivono da protagonisti nella loro scuola, nella redazione del loro giornale, nell attivazione dei loro progetti (progetti di qualità, che fanno ormai parte integrante del POF dello Scacchi), nell organizzazione della Giornata dell Arte, con la novità della gara delle band e della produzione di un videoclip. Per consentire ai multiformi talenti presenti nella nostra grande comunità di trovare spazio adeguato, abbiamo fatto uno sforzo di ampliamento dell offerta formativa, con ben nove progetti PON e vari progetti POF, che hanno spaziato dai problemi della geometria e della statistica alle Olimpiadi di Biologia, dal giornalismo multimediale all ecosistema marino, dalle certificazioni linguistiche all etica nel mercato globale, senza trascurare l esigenza della preparazione ai test universitari, la partecipazione alla giuria di vari premi letterari (Murat, Galileo, Grinzane Cavour) e gli incontri con l autore, come quello con l astrofisico Bignami. Una menzione particolare va fatta alla dedica di un aula alla memoria di una nostra alunna tragicamente scomparsa due anni fa, Francesca Maggi, e all intitolazione della Biblioteca all indimenticabile prof. Giuseppe Solfato, con una serata a lui dedicata, che ha visto una straordinaria performance teatrale dei nostri studenti sui testi dello stesso Solfato (il video è sul sito). Il tradizionale incontro prenatalizio con Monsignor Cacucci ha visto quest anno anche la partecipazione della dott.ssa Lucrezia Stellacci, Direttore dell Ufficio Scolastico Regionale, che ci ha illustrato i soddisfacenti risultati pugliesi nelle recenti rilevazioni Ocse-Pisa. Di tutta questa varietà di impegni e di attività, troverete adeguato resoconto nel presente Annuario, che rappresenta ormai da sei anni lo specchio dello Scacchi, dei bei volti dei nostri ragazzi come dei risultati delle loro belle menti, sotto la guida professionalmente sicura dei loro docenti. Giovanni Magistrale

7 Il nostro sesto 10/ 11 Penso sia lo stesso per tutti: entri a scuola i primi di Settembre cercando la tua Prima, pensando a quanto saranno lunghi e noiosi questi cinque anni, poi ti svegli una mattina di Giugno e non hai voglia di arrivare nella tua Quinta e rimani a letto. Non ti capaciti di come un tempo che ti sembrava dovesse essere così lungo, sia passato così in fretta. Ti guardi indietro e cosa vedi? Lì sta tutto, nelle cose che vedi, girandoti. Cinque anni per un diciannovenne sono più di un quarto della vita, non si può pensare di lasciarli vuoti, la scuola non è solo banchi, prof e lezioni, e noi questo abbiamo tentato di fare quest anno, riempirli, dare alla scuola tutto ciò che di ulteriore ci potesse essere, fare in modo che quando qualcuno si sveglierà una mattina di Giugno, guardandosi indietro, veda tanti di quei momenti, di quelle esperienze da non avere alcun rimpianto. Perché solo chi sa di non aver fatto tutto il possibile, di essersi lasciato scappare qualcosa, sente la mancanza. Uno solo è il consiglio che darei: di non lasciarsi sfuggire nulla, nessun attimo, nessuna opportunità. Ma tutto ciò ci è stato possibile solo perché non eravamo soli, ogni progetto o iniziativa ha avuto alle spalle lavoro di squadra e collaborazione con ogni organo della scuola, e mai avrebbe potuto funzionare senza la partecipazione degli studenti. Non mi stancherò mai di ripeterlo, la scuola non la fanno professori e dirigenti, la facciamo noi. Senza dimenticare di ringraziare tutti coloro che con il loro aiuto si sono spesi per rendere possibile ogni nostra idea, ciao uagnù Andrea Nadal Scuteri

8 1 A 1 Flavio Ciccarone 2 Raffaele Spiconardo 3 Claudia Dioguardi 4 Giuliana Menolascina 5 Ilaria Tursellino 6 Maria Ludovica Modugno 7 Andrea Carbonara 8 Saverio De Bellis 9 Giulio Gelao 10 Ilaria Lonero 11 Prof.ssa Isabella Ottaviani 12 Margherita Scorcia 13 Paola Zanfardino 14 Leonardo Antonelli 15 Antonio Patroni Griffi 16 Nicolò Viggiano 17 Pierpaolo Rolli 18 Davide De Franchis 19 Fabrizio Castaldo 20 Alessia Memeo 21 Carla Pannarale 22 Maria Cristina Griesi 23 Simona Francone 24 Davide Lopelli 25 Pasquale Gambacorta 26 Giovanni Cardinale 6

9 1 Guglielmo Tedeschi 2 Gaetano De Lellis 3 Vito Saponieri 4 Francesco Saverio Casentino 5 Sigismondo Giuseppe Cozzi 6 Giovanni Ferrante 7 Francesco Monterisi 8 Roberta De Nunzio 9 Marilù Boscia 10 Anna Crugliano 11 Manuela Spina 12 Rosa Abbrescia 13 Prof.ssa Isabella Ottaviani 14 Mariagrazia Miccolupo 15 Ilenia Giglione 16 Luca Macinagrossa 17 Giovanni De Paulis 18 Dario Zito 19 Giuseppe Ferrigni 20 Federica Rinaldi 21 Antonio Labia 22 Alice Mastroviti 23 Eleonora Anemone 24 Anna Ladisa 25 Alessia Volpicella 2 A 7

10 3 A 1 Luca Coriglione 2 Alberto La Piccirella 3 Antongiulio Prete 4 Natasha Piludu 5 Prof.ssa Isabella Ottaviani 6 Sabrina Valentini 7 Stefano Palmiotto 8 Cristina Ceci 9 Valentina Albergo 10 Michela Conserva 11 Miriam Semente 12 Ilenia Raspanti 13 Damiano Parrela 14 Gianpaolo Di Pierro 15 Claudio Mondelli 16 Marialuisa Rainò 17 Mario Castoldi 18 Alberto Centorame 19 Giorgia Caradonna 20 Flavia Ferrara 21 Sabrina Antelmi 22 Ilaria D Addario 23 Silvia Sbisà 24 Mattia Lioce 25 Giacomo Vitale 8

11 1 Prof.ssa Valentina Guida 2 Nicola Caputi 3 Alessio Gadaleta 4 Mario Romagnoli 5 Davide Angiuli 6 Marco Castaldo 7 Raffaele Pierno 8 Claudio Basile 9 Federica Labia 10 Francesco Costantino 11 Vito Lioce 12 Donato De Bellis 13 Francesco Conticchio 14 Flavia Del Vecchio 15 Francesca Minunno 16 Anita Moretti 17 Alessia Dentico 18 Annarita Cortese 19 Ilenia Ferrara 20 Giuseppe Aufieri 21 Massimo Franco 22 Fabio Zenone 23 Luciana Tangari 24 Roberta Magnotta 25 Noemi Saltarelli 26 Giorgia Bergamasco 4 A 9

12 5 A 1 Francesco Conticchio (4 A) 2 Thomas Giannelli 3 Raffaella Filograno 4 Alessandro Favia 5 Andrea Di Ceglie 6 Dario De Santis (5 E) 7 Vito Lopez 8 Prof.sa Valentina Guida 9 Andrea Guiducci 10 Alessandro Montecalvo 11 Silvio Kudlicka 12 Vito Maggi 13 Fabrizia Sperandini 14 Gianluca Rollo 15 Michele Mauro 16 Luigi Milella 17 Prof. Silvano Cosmo 18 Valentina Manfredi 19 Stefania Flagiello 20 Francesca Massarelli 21 Claudia Grassi 22 Carolina Buonsante 23 Francesca Carella 24 Rossella Rinaldi 25 Katia Novembrino 26 Ilaria D Alessandro 27 Federica Sforza 28 Silvia Martina Visconti 10

13 Extreme Energy Events INIZIATIVE DI ISTITUTO POF il rivelatore di raggi cosmici Questo anno scolastico si chiude con la messa in opera del rivelatore di raggi cosmici. Per comprendere l importanza dell evento, val la pena ricordare che il progetto E.E.E., detto raggi cosmici, più che un progetto è una vera e propria ricerca di respiro internazionale. Nell attesa dell arrivo delle camere dal CERN di Ginevra si è provveduto a far allestire, con l aiuto del sig. Luigi De Mola, collaboratore scolastico, una stanza nella quale si è posizionata una struttura, detta castelletto, progettata e fatta realizzare dalla prof.ssa Domenica Scarola, nella quale alloggiare le camere. Le tre camere appaiono come parallelepipedi lunghi circa 200 x 120 x 10 cm. e del peso di 100 kg. ciascuna; esse, per motivi tecnici, nei trasferimenti non dovevano subire inclinazioni significative. Il trasporto dall ingresso al loro alloggiamento posto al primo piano, è stato effettuato dai ragazzi delle classi 3^D, 4^D, 5^P e 3^F. Un ringraziamento va alla professoressa M. De Bellis, che ha tenuto i contatti con la dott.ssa A. Regano dell INFN di Bari, nostro angelo custode insieme al prof. M. Abbrescia dell Istituto di Fisica dell Università di Bari, nello sviluppo di E.E.E., per l organizzazione del trasporto delle camere. I giorni 14, 15 e 16 aprile, nell ambito della Settimana della Cultura Scientifica, il rivelatore è stato presentato al grande pubblico. Studenti della 4^D, guidati dal prof. N. Fusco, hanno illustrato alcuni elementi di fisica nucleare e il loro sviluppo storico. Mentre studenti della 5^P, sotto la guida della prof.ssa M. Muscarella, hanno illustrato al pubblico il funzionamento del software che controlla il rivelatore. Altri studenti di 5^P, guidati dalle prof.sse B. M. Fanti e L. Sbrizzai, hanno ripercorso le tappe fondamentali che hanno scritto la storia della partecipazione del nostro liceo a questo progetto illustrando, tra l altro, il funzionamento delle camere. Un grazie particolare al Prof. A. Ronga, che ci ha dedicato un intero pomeriggio, illustrandoci la storia della fisica e consentendoci di approfondire alcuni aspetti storico-filosofici. In particolare si ringrazia il dirigente scolastico, prof. G. Magistrale, che ci consente, reperendo i fondi che sono necessari, di procedere nella partecipazione alla ricerca e soprattutto il Centro Fermi che, credendo nel nostro entusiasmo e nella nostra volontà di partecipazione, con un notevole impegno di spesa ci consente di andare avanti fornendoci tutto il materiale tecnologico opportuno per proseguire. Crediamo, infine, sia importante e indispensabile sottolineare la partecipazione, nel corso degli anni, di studenti che si sono impegnati nella preparazione delle varie attività correlate con il progetto, senza mai tralasciare lo studio delle materie curriculari. Senza il loro entusiasmo e la loro volontà di partecipazione questo progetto non avrebbe vita. prof.sse Lucia Sbrizzai e Bianca Maria Fanti 11

14 1 B 1 Angela Lattarulo 2 Tatiana Grano Giraldo 3 Barbara Tedone 4 Alessia Corradino 5 Prof.ssa Rosa Bux 6 Margherita Figliola 7 Fabrizia Folino 8 Elena Maria Tarì 9 Andrea Martiradonna 10 Andrea Gaetano Neviera 11 Alessandro Ugo Ciafardini 12 Dario Mattia 13 Alessandro Accettura 14 Andrea Marzi 15 Guido Milella 16 Ylenia De Simon 17 Elisabetta Schiavoni 18 Alessandra Grandolfo 19 Dario Tamma 20 Davide Cuppone 21 Antonio Bottalico 22 Giorgio Visceglie 23 Matteo Di Mauro 24 Matteo Foggetti 25 Nicolò Cataldo De Pasquale 26 Giuseppe Antonacci 12

15 1 Francesco Manganella 2 Enrico Jacopo Coluccia 3 Alessio Gioia 4 Erica Natilla 5 Anna Martina 6 Kristina Musteqja 7 Prof.ssa Alessandra Bolognese 8 Lorena Ladisa 9 Maria Teresa Ranieri 10 Silvia Grimaldi 11 Massimiliano Dellino 12 Claudio Poli 13 Nicola Bellomo 14 Adriana Chiapperini 15 Adriana Di Rienzo 16 Bianca Milella 17 Cesare Maria Curci 18 Francesca Gelato 19 Carlotta Grandolfo 20 Giovanni Cassano 21 Leonardo Serviddio 22 Mariah Belviso 23 Martina Sciacovelli 24 Micaela Catanese 25 Francesca Casciaro 26 Roberto Cippone 27 Giuseppe Pica 2 B 13

16 3 B 1 Martino Marzocca 2 Pasquale Ladisa 3 Gloria Lonigro 4 Angelica Maiorano 5 Nicola Gonnella 6 Eleonora Lo Buono 7 Ilaria Zacchè 8 Ilaria Scaramuzzi 9 Camilla Benedetto 10 Giorgia Delle Foglie 11 Micaela Giannetti 12 Lucrezia Guidone 13 Cristina Ranieri 14 Paola Romito 15 Regina Grimaldi 16 Domenico Triggiani 17 Prof. Roberta Monaco 18 Francesca Picci 19 Alessandro Valentini 20 Carlo Testini 21 Luigi Cione 22 Vincenzo Tavano 23 Giuseppe Angelico 24 Carlotta De Nicolò 25 Silvia Pansini 26 Simona Petrillo 27 Barbara Trani 14

17 1 Saverio De Santis 2 Valerio Spagnesi 3 Prof.ssa Rosa Bux 4 Jimmy Scioti 5 Adriano Martinelli 6 Johannes Asfaha 7 Alessio Intini 8 Viviana Fiorentino 9 Gaia Favia 10 Davide Cuomo 11 Giulia Ritossa 12 Claudia Romeo 13 Angela Casavola 14 Antonella Liuzzi 15 Rita Miceli 16 Sveva Damiani 17 Flavia Dammicco 18 Francesca Lauta 19 Carla Dello Russo 20 Emanuela Annicchini 4 B 15

18 5 B 1 Prof.ssa Isabella Ottaviani 2 Daria Dicecca 3 Eliana Muschitiello 4 Alice Bergamin 5 Michele Di Cosmo 6 Francesca Pascazio 7 Prof. Michele Benedetto 8 Jimmy Scioti (4b) 9 Prof.ssa Enza Bottalico 10 Prof.ssa Rosa Bux 11 V. Preside Nicola Carofiglio 12 Sig. Luigi De Mola 13 Fabrizio Fortunato 14 Stefano Pennacchia 15 Roberta Ferrandino 16 Stefania Mauro 17 Mariana Viola 18 Mariangela Filograno 19 Giuseppe Acquaviva 20 Tiziana Schilardi 21 Chiara Sciacovelli 22 Claudia Gelato 23 Giannina Fanelli 24 Valeria Rossini 25 Martina Di Mauro 26 Silvana Pignataro 27 Marialuisa Mauro 28 Simona Dinielli 29 Viviana Zambetta 30 Sig.ra Maria Girone 31 Preside Giovanni Magistrale 32 Prof. Andrea Bellomo 33 Maurizio Bello 34 Andrea Scuteri 16

19 Forum della Filosofia 2010/11 INIZIATIVE DI ISTITUTO POF Il Liceo scientifico A. Scacchi scuola polo per il Il Forum della Filosofia La selezione preliminare del concorso nazionale di filosofia Giovani e Filosofia non sono compatibili per Aristotele, in quanto la giovinezza è un tempo della vita poco incline alla riflessione matura e sistematica che la filosofia esige. E dunque come spiegare il successo che da quasi dieci anni riscuote il Forum della Filosofia? Forse perché, come scrive lo stesso Aristotele a proposito dell origine della filosofia, anche per i giovani l amore per la ricerca filosofica nasce dalla meraviglia, dallo stupore, dall incertezza, dal dubbio, tutte cose di cui sono ben dotati! E così, dissonanti come Socrate, e al tempo stesso determinati nel presentare e sostenere le proprie tesi, sono apparsi questi studenti, venuti da tanti luoghi limitrofi e più lontani, nell Aula Magna del Liceo Scacchi, nel corso della mattinata del 12 aprile. Non meno motivati e incisivi, civilmente inclini al dibattito, sono apparsi più tardi, negli spazi dell aula Aldo Moro della Università di Bari, in cui si è conclusa la selezione preliminare del concorso Il Forum della Filosofia 2010/11, promosso dal MIUR in collaborazione con la Società Filosofica Italiana. Tanti i partecipanti e a tal punto ben forniti di argomenti e coinvolti in una sorta di full immersion dialettica intorno al tema del nichilismo, da rendere davvero impegnativa la vita della Commissione di esperti, presieduta dal prof. Ferruccio De Natale, docente ordinario di Ermeneutica filosofica, presso l Università degli Studi di Bari, coadiuvato dal prof. Mario De Pasquale, Preside del Liceo Scientifico G. Salvemini di Bari, e dal dott. Jacopo Angelini, dottorando di ricerca in Filosofia del Diritto presso l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, anch egli in preda ad un onesta meraviglia per la valenza culturale di questa iniziativa che smentisce ogni funesta previsione per le sorti della filosofia nella scuola italiana. Impressione condivisa dal prof. Giovanni Magistrale, oggi Preside del Liceo Scacchi, ma tra i primi professori di filosofia a sperimentare il forum, che ha coordinato il dibattito tra i 17 gruppi di studenti che rappresentavano le scuole partecipanti. Probabilmente il successo di questa iniziativa è dovuto al fatto che essa riflette una diversa modalità di affrontare i problemi filosofici nella scuola. Un insegnamento che si fa apprendimento non può, infatti, che nascere dal desiderio, dal bisogno di innovazione, e, dunque, in questo ambito, dal fare esperienza di filosofia, in cui la Filosofia si mostra per quello che è: problematizzazione del sapere, radicalizzazione delle domande esistenziali in chiave teoreticamente sostenibile, esercizio della critica delle forme della tradizione culturale europea, delle sue forme artistiche, letterarie, simboliche, socio-culturali, in cui i testi sono strumenti per la riflessione problematica. L attualità delle tematiche scelte fa poi la sua parte! Il tema di questa edizione, il nichilismo, ha segnato tutto il XX secolo e mantiene attualmente una ricaduta pervasiva su tutta l esistenza umana. Attraverso le analisi delle diverse posizioni filosofiche messe a confronto, gli studenti si sono misurati con la complessità del tema e delle sue implicazioni nella realtà. Si tratta di questioni altamente sensibili riguardanti il loro modo di vivere e di rapportarsi alla tecnologia, alla politica, alla religione, alla scienza. Prof.ssa Enrica Tulli Il Forum della Filosofia nasce dalla collaborazione del Liceo Scientifico Scacchi di Bari, con il Liceo Classico Torricelli di Faenza e il Liceo Classico Gioia di Piacenza, le tre scuole-polo che organizzano il forum nella complessa articolazione delle diverse fasi. Il concorso si conclude, infatti, a Faenza, con lo svolgimento di un dibattito pubblico sul tema assegnato, al quale sono ammesse le scuole selezionate nella fase preliminare. Al concorso ha partecipato anche il gruppo del Liceo A. Scacchi, formato da: Maurizio Bello, V B, Simona Dinielli, V B, Chiara Sticchi, IV I, Vittorio Grimaldi, IV I, Leandro Gualario, IV F, Simona Di Nanna, V F, Angelo De Mola, V L, Gianmarco Ferrante, V L, Mara Piccolo, V L, Francesca Tarantino, V N, cinque dei quali hanno presentato il progetto di ricerca, coordinato dalla prof. Francesca Sfrecola. Il progetto del gruppo Scacchi è stato segnalato dalla Commissione esaminatrice per la rilevanza della ricerca condotta. 17

20 1 C 1 Alessandro Maselli 2 Massimo Patimo 3 Antonio Migliardi 4 Marco Quaranta 5 Niccolò Mininni 6 Giorgio Galeota 7 Daniele De Pasquale 8 Francesca Ferri 9 Prof. Alba Angiola 10 Stefano Moscatelli 11 Marco Cutrignelli 12 Davide D Alessandro 13 Massimo Delle Donne 14 Antonio Cavalcanti 15 Maria Iacobellis 16 Chiara Tartaglia 17 Cristina Danisi 18 Nicolò Zeffiri 19 Chiara Malerba 20 Paola Magazzino 21 Giulio Scianatico 22 Marco Schingaro 23 Antonio Lattanzio 24 Domenico Colaianni 25 Andrea Paiano 26 Martina Fumai 27 Caterina Lavermicocca 28 Cristina Rana 29 Elena Sarnataro 30 Doriana Di Rella 18

21 1 Federica Gazzilli 2 Ilenia Luiso 3 Eleonora Strano 4 Alessio Maffei 5 Vincenzo Ancona 6 Prof. Matteo Lorusso 7 Shain Azadi 8 Michele D Innella 9 Simone Servedio 10 Marco Paparella 11 Francesco Caputo 12 Gianpaolo Giordano 13 Claudio Sedicino 14 Giulia Lembo 15 Gianluca Amoruso 16 Prof.ssa Anna Dammicco 17 Prof. Silvano Cosmo 18 Gaetano Volpe 19 Piero Massari 20 Paolo Donadeo 21 Sara Mannarini 22 Marco Vincenzo Maselli 23 Rossella Diciolla 24 Sonia Pierro 25 Dalila Diliso 26 Luca Maiellaro 27 Davide Bello 2 C 19

22 3 C 1 Riccardo Cicinelli 2 Roberto Ravallese 3 Nicola Moretti 4 Luca Morga 5 Edmondo Lopiano 6 Prof.ssa Gabriella Cardinali 7 Fabrizio Moscatelli 8 Angelo Baldassarre 9 Alessio De Cosmo 10 Marika Petruzzellis 11 Davide Rossi 12 Vincenzo Marroccoli 13 Giovanni Barnabà 14 Valentina Polifrone 15 Noemi Castro 16 Raffaele Scardigno 17 Pierluigi Leserri 18 Martina Carelli 19 Lucia Spinelli 20 Federico Giardino 21 Marco Attanasio 20

23 1 Luca Delle Foglie 2 Gaetano Capriati 3 Stefano Mattia 4 Davide Giannella 5 Danilo Carnimeo 6 Paola Dabbicco 7 Daniela Sivo 8 Prof.ssa Cecilia Viterbo 9 Luca Lecce 10 Marco Miani 11 Annafranca Vitulli 12 Cassandra Caradonna 13 Mirella Abbinante 14 Mario Carli 15 Monica Acquafredda 16 Elisabetta Savino 17 Claudia Biscotti 18 Giuseppe Maggiulli 19 Francesca Ferrulli 20 Angela Carenza 21 Marina Lucatuorto 22 Claudio Carrubba 23 Ubaldo Grimaldi 24 Alessio d Ambrosio Lettieri 25 Giuseppe D Amato 4 C 21

24 5 C 1 Roberta Ruggeri 2 Carlotta Giglio 3 Maria Adriana Cocozza 4 Melissa Caricola 5 Caterina Conserva 6 Chiara Centrone 7 Cristina Mondello 8 Gianmarco Ugenti 9 Michele Barnabà 10 Rosa Petruzzelli 11 Pasqua Abbrescia 12 Giulia Muciaccia 13 Antonio Sforza 14 Luigi Antonelli 15 Vito Capriati 16 Gianlorenzo Massaro 17 Antonio Tricarico 18 Antongiulio Ottomano 19 Marco Valente 20 Francesco Paolo Manzari 21 Nicola Lotito 22 Costantino Gagliardi 23 Vito Borrelli 24 Marco Lamacchia 22

25 Piano lauree scientifiche INIZIATIVE DI ISTITUTO POF Alla scoperta della luce! Dal 31 gennaio all 11 aprile 2011 ho frequentato con altri cinque ragazzi della scuola, Monica De Musso (IV F), Eliseo Pavone (IV G), Santo Santonocito (V P), Davide Santostasi (V P), Pierfrancesco Novielli(V O) ed Eleonora Palmieri (IV I), il corso sui Fenomeni Luminosi tenutosi nella Facoltà di Fisica del Campus, accompagnati dai proff. Angela Longo, Marisa De Bellis, Agata Pizzichetti. Le prime lezioni sono state dedicate allo studio del comportamento della luce prodotta da una o più sorgenti puntiformi; tutte le riflessioni hanno preso l avvio dall osservazione diretta dei fenomeni. Questa è stata la caratteristica che più ho apprezzato del corso: ogni spiegazione ha fatto preciso riferimento a delle osservazioni sperimentali, che solo in un secondo momento sono state giustificate per mezzo di formule. Il primo fenomeno che abbiamo studiato è stato quello della riflessione, con l esposizione delle sue leggi; poi ci siamo concentrati sulla rifrazione fino ad imparare la legge di Snell. Abbiamo poi osservato il comportamento della luce che passa attraverso le lenti sottili e abbiamo formulato la relazione di Gauss. Fino a questo punto la luce era stata intesa come fascio di particelle, ma, cominciando ad osservare il fenomeno della diffrazione (il comportamento della luce che passa attraverso una fenditura sottile) e dell interferenza (il comportamento della luce che passa attraverso più fenditure sottili), abbiamo scoperto che era necessario cambiare modello di riferimento: così abbiamo inteso la luce come insieme di onde. In questa fase abbiamo usato uno strumento insolito, l ondoscopio, che non avevo mai avuto occasione di vedere. Siamo così arrivati a formulare le leggi della diffrazione e dell interferenza. Abbiamo parlato anche di luce polarizzata e non polarizzata, pervenendo poi alla legge di Malus. Durante lo studio dei vari fenomeni, abbiamo fatto largo utilizzo anche di particolari programmi per la trattazione di dati. Abbiamo imparato come usare Excel per ricavare i grafici di un fenomeno e osservato l utilizzo di programmi prima sconosciuti. Spesso siamo stati noi stessi ad utilizzare le apparecchiature e i programmi per registrare i dati che poi venivano confrontati col resto della classe per dedurre le leggi appropriate e in questo modo abbiamo potuto verificare quanto effettivamente la fisica sia alla portata di tutti. È stato anche molto utile che dopo ogni lezione venisse caricata su internet una scheda che riassumesse il lavoro svolto durante la lezione, così da poter controllare gli appunti presi. A tutto questo si aggiungono la disponibilità e la chiarezza del professor Ciminale e della sua collega prof. ssa Milena D Angelo, che spesso hanno spiegato più volte concetti complessi o recuperato per cenni parti del programma scolastico che non tutti avevano acquisito, assicurandosi l attenzione di tutti. Eleonora Palmieri IV I 23

26 1 D 1 Alessandro Maselli 2 Giulio Cembalaio 3 Ennio Preite 4 Alessandro Naviglio 5 Fabio Palladino 6 Alessio Zecca 7 Lorenzo Lorusso 8 Vito Di Tullio 9 Marco Piscitelli 10 Francesco Carnimeo 11 Riccardo Rizza 12 Leonardo De Benedictis 13 Pierfrancesco Piscopo 14 Chiara Marzullo 15 Silvia Nitti 16 Aurelia Marra Campanale 17 Angela Lupelli 18 Prof.ssa Regina Sassanelli 19 Prof.ssa Anna Fino 20 Fabrizio Conti 21 Dalila Di Puppo 22 Erica Ferreri 23 Annalisa Garofalo 24 Sabrina Colonna 25 Dalia Levita 26 Marialessia Colucci 27 Paola Di Lecce 28 Luca Milillo 24

27 1 Amedeo Natale 2 Francesco Mallardi 3 Gaetano Laserra 4 Angelo Bratta 5 Davide Ricci 6 Fabrizio Lacarra 7 Marco Lacitignola 8 Davide De Benedittis 9 Marco Spagnolo 10 Francesco Chiechi 11 Francesco Terlizzese 12 Francesco Bruno 13 Arjola Cekaj 14 Carmen Potente 15 Adriana Colucci 16 Michele Spalierno 17 Giuseppe Santamato 18 Francesco Pirlo 19 Roberta Pagano 20 Brunella Montanari 21 Mariaelena Marzulli 2 D 25

28 3 D 1 Marica Triggiano 2 Ilaria Loconsole 3 Claudia Magaletti 4 Silvano Buonsante 5 Maurizio Baldasarre 6 Giorgia Pansini 7 Davide Morisco 8 Mariapia Brandonisio 9 Giulio Sarno 10 Dario Gambacorta 11 Mario Milella 12 Giulio Torazzi 13 Chiara Degaetano 14 Stefania Mariani 15 Caterina Carriero 16 Prof.ssa Regina Sassanelli 17 Ezio Conte 18 Ronny Pirlo 19 Raffaele Ruta 20 Marco Greco 21 Aron Pacucci 22 Fabio Morgese 26

29 1 Lorenzo Colella 2 Alexander Varady 3 Claudio Fasciano 4 Michele Lastilla 5 Prof.ssa Rosa Colangelo 6 Giuseppe Parisi 7 Giuliana Petruzzellis 8 SabrinaGelao 9 Marianna Leone 10 Roberto Perilli 11 Fabio Battisti 12 Fabio Zotti 13 Marika Carra 14 Alessandra Manchisi 15 Monica Giorgi 16 Gigia Vitagliano 17 Valeria Scarpa 18 Rossana Maffei 19 Arianna Misceo 20 Claudia Battisti 4 D 27

30 5 D 1 Marco Ruggiero 2 Domenico Noviello 3 Francesca Amenduni 4 Mariangela De Leo 5 Michela Fabii 6 Giandomenico Vurro 7 Davide Costanza 8 Alessio Pastore 9 Pierfrancesco Scaringi 10 Martina Muci 11 Angelo Antonelli 12 Antonio Antonetti 13 Pierluca Mazzetti 14 Mario Natale 15 Alessandro Pierri 16 Carla Mongelli 17 Federica Lisi 18 Daniela Blandolino 19 Alessandra Altieri 20 Gianmaria de Candia 28

31 Il teatro INIZIATIVE DI ISTITUTO POF IL TEATRO: ANTICA E NUOVA PASSIONE Giovani e teatro: un rapporto forte e appassionato, partecipato e assiduo. La mia esperienza me lo ha testimoniato anche quest anno, nel corso della stagione , attraverso le diverse performances artistiche presenti sulla scena barese. Prosa e lirica, queste le due direttrici lungo le quali si è sviluppato il nostro percorso non privo di innovazioni e sorprese sia pur all interno di una tradizione letteraria e musicale di grande respiro. Da Shakespeare, Molière, Goldoni sino ad autori a noi più vicini, quali Testori e Fo, il progetto di formazione del Teatro Pubblico Pugliese ha consentito ai nostri giovani la fruizione di capolavori che essi hanno apprezzato anche grazie alla bravura e alla professionalità delle compagnie che di volta in volta si sono avvicendate sul palcoscenico del Teatro Piccinni. E ancora prosa con L uomo per la parola, stagione teatrale della Compagnia Vallisa Giuseppe Solfato, con la pièce Per donna sola di Giuseppe Solfato, grande autore e regista, nonché docente del nostro Liceo. Qui il dialetto barese si fa poesia e musica ma, soprattutto, è la Storia, la nostra Storia, attraverso la vicenda di una donna, Talì. Medea, diretto e interpretato da Annika Strohm e Saba Salvemini, interessante interpretazione della tragedia di Euripide, in cui due attori, soli sulla scena, rivivono la storia memorabile della straniera Medea nel suo freddo e terribile progetto di vendetta, con la passione estrema che spinge al delitto e alla morte. Una messa in scena efficacissima, a un tempo moderna eppure così antica nella sua essenzialità di tragedia greca, in cui l accento della svedese Annika ben si confà alla condizione di Medea. Teatro di parola, più che di azione o gesto, teatro di espressione, forte e comunicativa, in cui i sentimenti sgorgano prorompenti dall animo e giungono allo spettatore, coinvolto ed emozionato. E infine (ma è veramente in fine? Poiché l arte è un unicum) la MUSICA, la grande tradizione dell opera lirica al Teatro Petruzzelli, grazie alla nostra collaborazione con la Fondazione Petruzzelli, che da diversi anni invita i nostri giovani a teatro preparandoli a godere di un genere musicale ingiustamente considerato lontano da loro. Così non è. I nostri studenti amano la lirica e ne è prova la loro richiesta. Capolavori assoluti come La Traviata di Giuseppe Verdi o la Salomè di Richard Strauss attirano i giovani con la forza delle passione, con la bellezza e l armonia della musica, con la sorprendente varietà delle scene. Non è mancata la sperimentazione, con l opera Lo stesso mare, di Fabio Vacchi, tratta dal romanzo dello scrittore israeliano Amos Oz. Spettacolo di altissimo interesse culturale, di non facile fruizione, opera complessa, una vera sfida per i giovani. Letteratura del Novecento, flusso di coscienza sulla scena, suoni discordanti, musica che dialoga con la vita, ricettiva delle diverse istanze che giungono dalla realtà odierna, come ha affermato l Autore. Il teatro e la musica sono VITA e, quando il sipario è calato, sono gli occhi rapiti e sognanti dei ragazzi a dimostrarlo. Annika Strohm (MEDEA) prof.ssa Cinzia Fazio 29

32 1 E 1 Giancarlo Troccoli 2 Alessio Leserri 3 Nicola Gelao 4 Claudio Lushaj 5 Michele Altini 6 Giuseppe Grimaldi 7 Francesco De Bello 8 Giuseppe Cristini 9 Ilenia Ragno 10 Sarah Gjergo 11 Antonella Barbone 12 Mariacristina Stecchi 13 Ginevra De Toma 14 Giulia Lisco 15 Marcello Guarducci 16 Fabrizio Franzi 17 Francesco Saverio Catacchio 18 Prof. Bernardino Palmieri 19 Enrico Terrone 20 Daniele Rotondo 21 Francesco Noviello 22 Kowal Indeevar 23 Alfredo Cunsolo 24 Mauro Sylos Labini 25 Elena Mancini 26 Morena Giove 27 Sara Barsanti 28 Simona Rebecca Diciolla 30

33 1 Jennifer Grazia Martiradonna 2 Alessia Tarantino 3 Piersante Piscopo 4 Fabio Ciafardini 5 Riccardo Dal Prà 6 Alex Leo 7 Prof. Bernardino Palmieri 8 Cristina Gabriella Vino 9 Cecilia Gabriella Tedesco 10 Luca Loiodice 11 Alessandro Santamato 12 Armando Bolognese 13 Igor Luigi De Virgilio 14 Raffaella Leccese 15 Nicola Losacco 16 Deborah Diliso 17 Rita Fittipaldi 18 Angela Calabrese 19 Stella Eleandra Sassanelli 20 Raffaella Stella 21 Vito Lacasella 22 Miranda Achille 23 Enrico Mastrandrea 24 Valerio Falzarano 2 E 31

34 3 E 1 Prof. Nicola Fusco 2 Federico Fiore 3 Walter Vincenti 4 Manuela Costantini 5 Valentina Colella 6 Simona Monno 7 Roberto Sassanelli 8 Alessandra Frappampina 9 Giorgia De Gabrieli 10 Laura Laricchiuta 11 Graziana Martino 12 Antonella Stanzione 13 Enrica Chiaia Noya 14 Alessandra De Bari 15 Serena Salerni 16 Elio Preite 17 Roberta Maselli 18 Fabrizio Lopez 19 Christian Rana 20 Gianluca Fanelli 21 Saverio Didonato 22 Gigi Ricchioni 23 Francesco Florio 24 Nino Bellomo 25 Ivan Poliseno 26 Francesco Corradino 32

35 1 Alessandro Cappiello 2 Tiziana Tisti 3 Michele Contesi 4 Mario Mannatrizio 5 Karol Maturlak 6 Francesco Parisi 7 Gianmarco Passaro 8 prof.ssa Gelsomina Tamburiello 9 Sonia Ragno 10 Marcella Nicastro 11 Sara Lonigro 12 Flavia Bianchini 13 Claudia Cavone 14 Susanna Pulito 15 Angelica Toscano 16 Silvia Castegnaro 17 Francesco Marzano 18 Prof. Nicola Fusco 19 Michele Lucarelli 20 Antonella Diana 21 Sabrina Gismondi 22 Simona Grasso 23 Sante Suaria 24 Vittorio Rinaldi 25 Jacopo Di Capua 26 Giuseppe Giardina 27 Francesco Rotondo 4 E 33

36 5 E 1 Valentina Favia 2 Sara Federico 3 Luigi Padula 4 Gabriella Tedone 5 Roberta Daniele 6 Prof. Nicola Fusco 7 Dario Birardi 8 Noemi Tuseo 9 Paola Curci 10 Giulia Grandolfo 11 Prof.ssa Gelsi Tamburiello 12 Valeria Lorusso 13 Stefania Paparella 14 Antonella Liberio 15 Rosanna Prisco 16 Vito Carrassi 17 Gabriele Lettieri 18 Fabrizio Ciani 19 Andrea Ardito 20 Dario De Santis 21 Pietro di Bari 22 Michele Fanelli 23 Fabio Danisi 24 Alessandro Verna 25 Andrea Altamura 26 Andrea Cristini 34

37 Mostra scientifica INIZIATIVE DI ISTITUTO POF LA STORIA ED IL FUTURO NEI LABORATORI DELLO SCACCHI In occasione della celebrazione dei 150 anni dell Unità d Italia, il nostro liceo ha aderito all iniziativa della Sovrintendenza per i Beni, Storici, Artistici ed Etnoantropologici organizzando una mostra guidata di alcune strumentazioni storiche appartenenti ai laboratori dell istituto e presentando al pubblico il recentissimo Rivelatore di Raggi Cosmici, apparato innovativo col quale il liceo Scacchi partecipa ad un importante progetto di ricerca nazionale. L iniziativa, a cura degli insegnanti proff. Luciana Carrieri, Marisa De Bellis, Bianca Maria Fanti, Nicola Fusco, Angela Longo, Cinzia Manodoro, Marina Muscarella, Rosa Rosso e Lucia Sbrizzai, ha fatto parte della serie di eventi organizzati per la Settimana della Cultura ed ha rappresentato un importante momento di riscoperta e valorizzazione della strumentazione di laboratorio risalente ai primi anni del secolo scorso. Gli studenti hanno potuto gustare il fascino di oggetti antichi, utilizzati nel passato da studenti come loro, ed hanno praticato, con la guida degli esperti della Soprintendenza e dei loro insegnanti, la ricerca storica e la relativa catalogazione scientifica. Gli studenti appartenenti al gruppo EEE, progetto nazionale curato dal prof. Antonino Zichichi, hanno spiegato al pubblico il funzionamento del Rivelatore di Raggi Cosmici che verrà a breve messo in funzione nel nuovo laboratorio di fisica moderna allestito nel nostro istituto. Infine, nel Planetario del liceo, gli studenti di Astronomia hanno spiegato ai visitatori le meraviglie del cielo stellato. prof.ssa Bianca Fanti 35

38 1 F 1 Fabio Fiore 2 Stefano Grossi 3 Serena Schiavone 4 Nicola Altamura 5 Fabiola Bergamin 6 Valerio Laricchiuta 7 Nicola Albanese 8 Daniele Amoruso 9 Michele Andrea Calafiore 10 Mario Polimeno 11 Giuseppe Lorusso 12 Francesco Mattiace 13 Giuliana Sciacqua 14 Francesca Ramunni 15 Giorgia Legrottaglie 16 Rossana Delle Lucche 17 Domenico Luisi 18 Giovanni Conte 19 Valentina Viti 20 Alessia Colella 21 Alessia Acquaviva 22 Federica Petruzzelli 23 Paola Borraccia 24 Marika Marino 25 Vincenzo Diliso 26 Marco Iacobacci 27 Alessandro Favia 36

39 1 Lucrezia Solofrano 2 Tancredi Di Paola 3 Davide Tricasi 4 Prof.ssa Cinzia Fazio 5 Enrico Sciacovelli 6 Pietro Morfini 7 Bruno Brunetti 8 Umberto Bianchi 9 Andrea Buonsante 10 Marco Stella 11 Pierluigi Lazazzera 12 Marco Difonzo 13 Luciano Giudetti 14 Vito Del Conte 15 Gabriele De Giglio 16 Andrea Vailati 17 Bianca Girardi 18 Veronica Cangiano 19 Ashley Bruno 20 Jessica Resta 21 Francesca Dello Russo 22 Miriana Montemurro 23 Alessandra Frasso 24 Daniela De Lello 25 Giorgia De Benedictis 26 Virginia Zavoianni 2 F 37

40 3 F 1 Melania Laterza 2 Simona Maselli 3 Maria Buonsante 4 Giorgia Girone 5 Ottavia Iacobone 6 Fabiana De Benedictis 7 Giulia Angarano 8 Maria Giovanna Nicoletti 9 Renzo Racanelli 10 Pierluigi Mariani 11 Andrea Battista 12 Prof.ssa Emanuella Falcone 13 Laura Valdez 14 Carlotta Sabbà 15 Francesco Morfini 16 Paolo Carbone 17 Federica Lamacchia 18 Arianna Ferreri 19 Enrica Lopez 20 Daniela Mele 21 Sara Lionetti 22 Pierfrancesco Acciani 23 Alessandro Giandonato 24 Federica De Tullio 25 Alberto Marraudino 26 Kevin Vitale 38

41 1 Prof.ssa Serafina Sabato 2 Gianluca Cangiano 3 Stefania Caputo 4 Maria Teresa Carriero 5 Nicola Catalano 6 Leandro Gualario 7 Anna Sifanno 8 Lucrezia Zonno 9 Anna Immacolata Iacovino 10 Alessio Romano 11 Antonio Esposito 12 Saverio Fanelli 13 Filippo Parisi 14 Andrea Lucchese 15 Chiara Iacuitti 16 Micaela Farchi 17 Cristina Sciacovelli 18 Giuliana De Siato 19 Victoria Bruno 20 Monica De Musso 21 Annagiorgia Calafiore 22 Vittoria Lobascio 4 F 23 Monica Farinola 39

42 5 F 1 Flavia Paliotta 2 Simona Locuratolo 3 Prof.ssa Enza Bottalico 4 Prof.ssa Emanuella Falcone 5 Prof.ssa Marilena Germano 6 Roberta Caiati 7 Fiammetta Gallone 8 Simona Di Nanna 9 Prof.ssa Enrica Tulli 10 Gabriele Angarano 11 Silvia Nitti 12 Eleonora Arganese 13 Elisabetta Floro 14 Paolo Di San Diego 15 Paola Cipolla 16 Stefano Lanubile 17 Prof.ssa Serafina Sabato 18 Francesca Aiuolo 19 Margherita Colella 20 Valeria Stragapede 21 Nicola Lamanna 22 Andrea Strippoli 23 Fabio Torazzi 24 Marco Lonero Baldassarra 25 Deborah Dellino 26 David Sogari 40

43 Gli atleti dello Scacchi Mens sana in corpore sano I giovani rappresentano la reale riserva delle società, i veri destinatari di ogni nostro investimento e perciò l unica ragione di qualsiasi impegno che abbia la pretesa di realizzare un risultato nel tempo. Fatta questa premessa, con grande felicità ho accettato l incarico di stilare un articolo per i nostri grandi allievi-atleti, con la convinzione consolidata che la tutela della salute si basi su programmi di prevenzione tesi a limitare i comportamenti a rischio e ad incentivare stili di vita che favoriscano un armonica e ottimale evoluzione psico-fisica del giovane. Parto dall atleta più piccolo ROBERTO CATALANO (classe I sez O) medaglia d oro e d argento ai Nazionali di Canottaggio, esile, delicato, ma con una personalità spiccata: a soli 14 anni, gareggia per il Circolo Canottieri Barion. MARIO CASTOLDI e CLAUDIO MONDELLI (classe III sez. A) sono i campioni italiani di canottaggio (Cus Bari) in una regata di 1000 metri; palata dopo palata hanno raggiunto il traguardo, dando il massimo di sé: padronanza e percezione sensoriale fanno di questa coppia due veri campioni. Non da meno sono ENRICO MASTRANDEA, campione italiano di canoa canadese, e la campionessa regionale di nuoto, dallo sguardo vispo, JENNIFER MAR- TIRADONNA. È la volta di MARTINO MARZOCCA (classe III sez. B) per il nuoto: quest anno ha stabilito un nuovo primato nei 50 stile libero con il tempo di 24 01, medaglia d oro nei 100 stile libero. E ancora, NICOLA CUCCOVILLO (classe III sez. H), che ha conseguito una splendida vittoria ai Campionati Europei di Pallanuoto Under 17 (Stoccarda 8-15 Agosto 2010). Ma il risultato veramente sorprendente è stato quello di CLAUDIO CARRUBBA (classe IV sez. C), nella specialità KARATE KUMITE, campione del mondo categoria cadetti + 70, conseguito in Marocco il 15 novembre Una marea di sacrifici, ed una grande passione per questo quindicenne che si allena per la società Kyohan Simmi-Bari. E poi DAVIDE CUPPONE (classe I sez. B) velista cinestesico, silenzioso, introverso, classificatosi terzo under 16 alla regata Europa cup a Torbole, RIVA DEL GARDA: il coraggio per affrontare il mare gli riserva sempre un appagante felicità interiore ed attraverso gesti sportivi egli esprime sentimenti ed emozioni unici. Infine la nostra mascotte, NATASCIA PILUDU (classe III sez. A), sempre sorridente, allegra, briosa, pluricampionessa provinciale e regionale di tennis; studia e si impegna nello studio sempre al top, conosce e pratica in modo corretto ed essenziale lo sport, dando il proprio contributo, interpretando al meglio la cultura sportiva ed il mondo di quei giovani che credono in se stessi ed in un futuro migliore, scevro da devianze e mercificazione. Con questo spirito un grazie a tutti quei ragazzi che, attraverso uno stile di vita corretto, il sacrificio e le rinunce oltre ad una percezione della qualità della vita, frutto di valori e tradizioni, hanno sempre rappresentato i punti saldi di riferimento per orientare l agire individuale e collettivo. prof.ssa Francesca Logrieco 41

44 1 G 1 Ernesto Fiume 2 Adelmo Corsi 3 Pierfranceso Ladisa 4 Marco Ingrosso 5 Alessandro Catalano 6 Marco Triggiani 7 Ettore Dammicco 8 Vincenzo Brescia 9 Prof. Antonio Chinellato 10 Riccardo Dironzo 11 Luca Bello 12 Alessio Capriati 13 Luigi Cippone 14 Luca Di Chiaro 15 Valentina Russo 16 Alessia D Oronzo 17 Francesca Capriati 18 Rita Aprile 19 Martina Milella 20 Christian Caputo 21 Gaetano Tamma 22 Dario Laforgia 23 Maria Chiara Piccinni 24 Viviana Parisi 25 Adriana Costantino 26 Pamela Paolillo 27 Emanuela Bottalico 28 Donatella Lobraico 42

45 1 Gianvito Nacci 2 Vittorio Lepore 3 Carlo Colasuonno 4 Rocco Marchitelli 5 Alessandro Pirrelli 6 Teodosio Barresi 7 Roberto Panebianco 8 Prof. Antonio Chinellato 9 Fabio Traversa 10 Giorgio Chiechi 11 Giuseppe Carone 12 Domenico Novielli 13 Gianmarco Papagna 14 Massimo Costantini 15 Simone Scozia 16 Silvia Liguori 17 Alessandra Caradonio 18 Giorgia Treglia 19 Valeria Sardaro 20 Virginia Amoruso 21 Gianluca Reali 2 G 43

46 3 G 1 Prof.ssa Rossella Tomasimo 2 Walter Loconte 3 Niccolò Treglia 4 Enrico Longo De Bellis 5 Antonio Zibisco 6 Luca Longo 7 Prof.ssa Marisa De Bellis 8 Simone Spadino 9 Claudio Chiarantoni 10 Annarita Pellegrino 11 Alessia Strippoli 12 Marialuisa Marozzi 13 Claudio Spadavecchia 14 Dario Chimenti 15 Enrico Valerio 16 Claudia Triggiani 17 Verdiana Mascoli 18 Antonella Quaranta 19 Martina Loiodice 20 Angelica De Giosa 21 Domenico Campanaro 22 Carlo Antonica 23 Domenico Pacucci 44

47 1 Antonio Giannini 2 Francesco Loconsole 3 Antonio Grosso 4 Marco Bellomo 5 Luca Angiuli 6 Alessandro Morea 7 Alessandro Dehò 8 Prof.ssa Vita Maria Lindo 9 Serena Giannini 10 Miriana Di Bari 11 Martina Margari 12 Davide Mallardi 13 Gabriele Ceci 14 Michele Attolico 15 Luigi Campanaro 16 Andrea Decandia 17 Eliseo Pavone 18 Prof.ssa Rossella Tomasino 19 Silvia Gambacorta 20 Dominique De Filippis 21 Elisabetta Fiore 22 Simona Caradonio 23 Fabiana Piscopo 24 Floriana Petruzzelli 25 Alessandra Amendolare 26 Ludovica Vitale 27 Armida Angiuli 28 Giovanni Luigi Sossi 4 G 45

48 5 G 1 Micaela Mangialardi 2 David Valenzano 3 Miriana Vurro 4 Federica Sorrentino 5 Prof.ssa Sandra Piepoli 6 Prof.ssa Cinzia Penco 7 Antonio Di Nunzio 8 Manfredi Marozzi 9 Davide Vocale 10 Danilo Sisto 11 Fabrizio Costantini 12 Alberto Donadeo 13 Gaetano Loconsole 14 Mary De Palma 15 Miriana Di Bari (IV G) 16 Giulia Attolico 17 Daniela Di Pascale 18 Adriana Cassano 19 Maria Loconte 46

49 Incontro con l autore INIZIATIVE DI ISTITUTO IL FUCILE DI GARIBALDI Il 9/12/2011 nell aula magna dell Istituto si è tenuta la presentazione del libro di Rosa Colonna e Vito De Bellis Il fucile di Garibaldi (Progedit, pp. 212, 19), presentazione tenuta dal D. S. Giovanni Magistrale e dai proff. Annamaria Dubla e Angelo Ronga. Vito De Bellis è stato per molti anni docente di Disegno e Storia dell Arte presso il nostro Liceo, mentre Rosa Colonna insegna Storia e Filosofia al Liceo Classico Orazio Flacco di Bari. Il libro, un romanzo storico realizzato sulla base di un lavoro certosino e rigoroso di consultazione delle fonti storiche disponibili, è stato ispirato da una leggenda tramandata all interno della famiglia della coautrice, il cui trisavolo, Paolo Diana, è stato appunto nella metà del XIX secolo socio di Felice, fratello dell Eroe dei Due Mondi, in un impresa attiva nell esportazione dell olio di oliva. Il progetto degli autori è partito alcuni anni fa e solo fortuitamente la pubblicazione del lavoro è coincisa con le tante iniziative che celebrano i 150 anni della nascita dello Stato italiano. Le numerose componenti presenti nell opera consentono molteplici possibilità della sua fruizione. Proviamo a redigerne un catalogo che, naturalmente, non potrà che risultarne incompleto. In primo luogo abbiamo una ricostruzione accurata ed avvincente della sconosciutissima storia risorgimentale di Bari: il libro è costituito dal diario, immaginario ma verosimile, del negoziante Paolo Diana che ricostruisce eventi storici e fatti personali in un arco di tempo che va dalla nascita del quartiere murattiano di Bari alla fine del XIX secolo, periodo che appunto coincide con la vita del protagonista dalla sua infanzia alla sua morte. Anche lo studioso di storia o l appassionato cultore delle tradizioni locali vi troverà numerose notizie su fatti e personaggi dei quali possedeva una conoscenza nulla o al più parziale ed approssimativa. Vergare un memoriale retrospettivo di così ampio respiro non può che costituire un tentativo, per così dire, di mettere ordine nella propria personale esistenza, di trarne un bilancio che possa definirne il senso. Ed è molto suggestiva la ricostruzione della psicologia del protagonista, ormai vecchio, combattuta fra la volontà di conservare la fiducia nei valori del progresso e il rimpianto per l abbandono delle antiche tradizioni. Nel testo abbiamo infatti una vivida descrizione degli usi e dei costumi nel borgo antico di Bari nell Ottocento; gli stessi titoli dei vari capitoli sono tradizionali proverbi baresi, dei quali viene anche fornita la traduzione in italiano corrente. L opera possiede inoltre un indiscutibile qualità letteraria, con descrizioni e riflessioni decisamente ispirate e suggestive, tanto che la narrazione risulta più volte fortemente coinvolgente. Arrestiamo qui la nostra analisi, nella convinzione che riferimenti più precisi al contenuto dell opera potrebbero ridurre per il fortunato fruitore il piacere della lettura e della scoperta, limitandoci a ricordare la definizione data da Italo Calvino, secondo il quale un opera letteraria consiste nel nascondere qualcosa in modo che possa essere scoperta. prof. Angelo Ronga 47

50 1 H 1 Raffaele Loconte 2 Giorgio La Gioia 3 Pasquale Rutigliani 4 Francesco Binetti 5 Domenico Siracusa 6 Valeria Schingaro 7 Francesco Brettone 8 Federica De Magis 9 Prof.ssa Lia D Arpa 10 Vittoria Mariggiò 11 Francesca Rutigliano 12 Annachiara Congedo 13 Roberto Saverio Vorpicella 14 Annacarla Amoruso 15 Micaela Fiore 16 Nicola Barnabà 17 Andrea Spada 18 Luigi Basile 19 Piergiacomo Losurdo 20 Roberto Somma 21 Francesco Abbrescia 22 Graziana Marrone 23 Arianna Calpista 24 Martina Rafaschieri 25 Francesca La Tegola 26 Liliana Boccia 27 Germana Mitrani 28 Andrea Parisi 29 Andrea Sannicandro 30 Marco Martinelli 48

51 1 Valerio Romita 2 Prof.ssa Paola Lucente 3 Gabriella Antelmi 4 Lorena Iacobazzi 5 Giuseppe Carella 6 Davide Mongelli 7 Claudio Ranieri 8 Giuliano Masdea 9 Leonardo Mazzone 10 Paolo De Tullio 11 Claudia Depalo 12 Valeria Chiariello 13 Leonardo Settanni 14 Liliana Colaianni 15 Annamaria Amoruso 16 Domenico Sifanno 17 Luca Mongelli 18 Davide Minunno 19 Claudia Manzari 20 Lunabella Curoopen 21 Carlotta Calpista 22 Daniela Finetti 23 Domenica Mancini 24 Claudia Carella 25 Alessandra Milella 26 Anna Colasuonno 27 Alessandro Mastrorosa 28 Luigi Russo 2 H 49

52 3 H 1 Francesco Mancini 2 Bruno Laforgia 3 Nicola Cuccovillo 4 Simone Bux 5 Daniela Tangorra 6 Sabrina Abbinante 7 Giulia Liso 8 Claudio Colella 9 Fabrizio Mineccia 10 Angelantonio Calabrese 11 Cristina Bagliato 12 Sarah Vannucci 13 Luigi Di Chiaro 14 Rita De Marco 15 Mirko Di Terlizzi 16 Alessandro Albanese 17 Lucia Brescia 18 Mario Montemurro 19 Dario Schettini 20 Luca Cosola 21 Flavia Caldarola 22 Davide Piscitelli 23 Alice Apicella 24 Antonella Fumarolo 25 Simona Altamura 26 Silvia Buquicchio 50

53 1 Nicolò Marasciulo 2 Christian D Aniello 3 Stefania Milella 4 Aurelia Ragone 5 Margherita Cogliandro 6 Nicola Costanzo 7 Diego Calabrese 8 Francesco De Napoli 9 Alberto Lorusso 10 Prof.ssa Lia D Arpa 11 Sig. Francesco Fioretti 12 Aida Di Pietro 13 Rita Ranieri 14 Elizabeth Zonno 15 Rossella Leggieri 16 Edoardo Frasso 17 Giovanni Caradonna 18 Chiara Piccolo 19 Giulia Spadafina 20 Costantino Antonacci 21 Martina Del Vecchio 22 Alessandra Forleo 4 H 51

54 5 H 1 Giuseppe Di Ciaula 2 Giuseppe Anaclerio 3 Antongiulio Cusmai 4 Paola di Giulio 5 Vincenzo Montrone 6 Carlo De Serio 7 Diletta Patruno 8 Alessandra Monno 9 Gianluca Giudice 10 Fabrizio Capolupo 11 Gianluca Galeota 12 Paolo Giampetruzzi 13 Alessandro Capuano 14 Annamaria Dalfino Spinelli 15 Miranda Calabrese 16 Prof.ssa Gloria De Giosa 17 Teresa Fato 18 Maria Mimosa Torres 19 Giorgia Roca 20 Adriana Loiacono 21 Mariantonietta Colella 22 Simona Fiore 23 Annalisa Sasanelli 24 Angela Daddiego 52

55 Incontro con l autore INIZIATIVE DI ISTITUTO OLTRE LE DISTANZE Nata a Bari nel 1961, Roberta Monaco è docente di ruolo di lingua francese nei licei e di francese giuridico all Università. Nel 1988 si apre per lei una breve parentesi come borsista a Parigi dove frequenta uno stage per formatori di Francais Langue Etrangère e collabora a recensioni, progetti, interviste e articoli pubblicati su riviste nazionali e internazionali. Dal 2001 è coordinatrice di progetti CLIL, lavora per la Facoltà di Lingue dell Università di Bari ed entra a far parte del Groupe de Recherche sur l Êxtreme Contemporain dove partecipa alla traduzione del libro vincitore del Prix Murat Nel 2009, in seguito alla morte del padre, pubblica la sua prima raccolta di poesie Oltre le Distanze poesie p-rose rifugi della mente. Proprio su quest opera si è soffermata la nostra attenzione e, dunque, abbiamo voluto incontrare di persona l autrice per meglio comprendere l essenza della sua poetica e soprattutto quale sia stata la molla che l ha spinta ad addentrarsi nel mondo della poesia. La poesia è una forma d espressione che sgorga dal cuore e che non potrebbe manifestarsi senza il linguaggio dice l Autrice. Tanto più sappiamo padroneggiare le parole, tanto meglio riusciamo a esprimere le nostre emozioni. Per l autrice leggere deve essere un piacere, deve suscitare nel lettore, attraverso il potere e la policromia delle parole, le stesse sensazioni dello scrittore, rievocandole e rendendole universali. Tuttavia, per riprendere le sue parole, la poesia è anche un cantuccio, un rifugio del cuore : il foglio è l amico a cui lei confida il dolore per la scomparsa del padre ma anche una sorta di terapia che l aiuta ad andare avanti nella quotidianità, a cui lei dedica non poche liriche. Quando le chiediamo di raccontarci il rapporto che aveva con la lettura da giovanissima, l autrice sorride e dice di non aver mai avuto una relazione viscerale con la poesia, preferendo al contrario romanzi gialli e fumetti di Diabolik. Dunque la vena poetica nasce in lei come prodotto finale, istintivo ma forse più maturo, che sublima in questa raccolta. Prima di congedarci, le chiediamo un consiglio per i giovani autori che vorrebbero farsi strada in campo letterario. Ci risponde che osare è la chiave per emergere: se si ha un talento ed una forte passione, bisogna portarli avanti senza paura di fallire e soprattutto senza rimanere nell anonimato della quotidianità. Il fattore predominante in queste poesie sono le travolgenti sensazioni che colpiscono il lettore in modo profondo, senza la necessità di una complicata spiegazione o di un dotto intermediario per essere carpite, assaggiate e degustate. L Autrice si diverte a giocare con le parole spezzettandole, mischiandole e ricomponendole a suo piacimento, dando vita ad un vibrante scenario di emozioni. Stilisticamente l opera si presenta diretta e tagliente; muovendosi per asindeto tra un verso e l altro, annulla il tempo dando al lettore la possibilità di percorrere velocemente le parole e le lettere, preso dalla spasmodica ricerca di risposte o di nuove domande, oppure di assaporarne il significato goccia a goccia. Numerose sono le anafore (Dell uomo che crede/ Dell uomo che ha coraggio/ Dell uomo che ha famiglia/ Dell uomo che ha una figlia), volte a rimarcare un idea, sfaccettandola e ripetendola per delineare la cangiante natura e per farne risaltare l importanza e il significato. Ma l Autrice non si limita a questo: giocando con le esperienze sensoriali, dà vita a numerose sinestesie ed ossimori a cui dedica anche le omonime poesie. Tra queste è impossibile non ricordare la sinestesia Stringere l allegria, una sensazione così comune, così bella ma anche così difficile da restituire che, in questa forma fresca e giovanile, viene resa magnificamente e perciò degna di nota. Molto ancora si più trovare, esplorando le pagine di Oltre le distanze. Le metafore sono parte integrante dello stile poetico dell Autrice che crea immagini uniche ma allo stesso tempo semplici, concetto che rimanda quasi automaticamente alla poesia Chiasmo in cui, in modo quasi ermetico, viene espressa l ideologia Immenso e semplice / semplice e immenso molto rappresentativa dell intera opera. Consonanze e assonanze, infine, rendono le composizioni melodiche e ritmate, in alcuni casi mitigano con la loro leggerezza la gravosità di alcune sensazioni che le poesie più sofferenti trasmettono. La scrittrice cerca inoltre nella sua raccolta di spaziare nei generi, passando dalla poesia alla prosa, dal calligramma all haiku, esplorando le molteplici facce della poesia, le infinite tracce che l arte dello scrivere ci può regalare. Michele D Innella e Shain Azadi (classe 2^C) Si ringraziano, per la collaborazione, i proff. Vincenzo Rizzi e Rosa Damasco. 53

56 1 I 1 Cristian Filograno 2 Gabriele Caterina 3 Luca Iacobellis 4 Antonio Alessandro Altieri 5 Francesco Diomede 6 Matteo Maggi 7 Vito Campobasso 8 Prof.ssa Cinzia Manodoro 9 Francesco Lorusso 10 Daniele Campobasso 11 Marco De Santis 12 Nicola Dibenedetto 13 PierPaolo Buonsante 14 Alessandra Coratelli 15 Silvia Violante 16 Umberto Napoletano 17 Erica Mendolicchio 18 Ilaria Iannone 19 Carlotta Calabretti 20 Rossana Mancini 21 Carlotta Cuscito 22 Simona Vendemia 23 Sonia Laricchia 24 Barbara Russo 54

57 1 Giorgia Mincuzzi 2 Silvia Macculi 3 Alessia De Luca 4 Giulia Triggiani 5 Prof.ssa Antonella Moretti 6 Alessandra Spada 7 Raffaella Cassano Cassano 8 Asia Iurlo 9 Maria Eliana Recchia 10 Francesco Vivarelli 11 Fabrizio Fumarola 12 Antonio Milano 13 Sergio Capasso 14 Sebastiano Chieppa 15 Federico Scavo 16 Davide D Amato 17 Nicola Lassandro 18 Nicola De Mola 19 Giorgio Troccoli 20 Antonio Manganelli 21 Vittorio Notaristefano 22 Fabrizio Fusco 23 Valerio Lella 24 Roberto Capone Morfini 25 Nicola Scrutinio 26 Stefano Coropulis 27 Andrea Giotta 2 I 55

58 3 I 1 Angela Taliercio 2 Marella Cozzi 3 Andreina De Leo 4 Marialessia Cramarossa 5 Stefania Girardi 6 Silvana Hajdari 7 Aldo Sbrizzai 8 Stefano Bargelloni 9 Patrizio Spada 10 Luca Pinto 11 Francesco Vomero 12 Giuseppe Lapenna 13 Prof.ssa Rosa Rosso 14 Aldo Borraccia 15 Giuseppe Antonacci 16 Marco Carofiglio 17 Andrea Amoruso 18 Jean Masiello 19 Leonardo Giannelli 20 Luca Dispoto 21 Andrea Notaristefano 22 Luca Orciuolo 56

59 1 Prof. Giovanni Pipoli 2 Stefania Fiore 3 Eleonora Palmieri 4 Chiara Sticchi 5 Ilaria Armenise 6 Fabiana Fanelli 7 Antonella Recchia 8 Dario D Alba 9 Gianluca Trombetta 10 Michele Tenerelli 11 Valentino de Ruvo 12 Nicolò Masotti 13 Marco D Alba 14 Andrea Giove 15 Gianluca Presicci 16 Maurizio Minafra 17 Ilaria Arbore 18 Alessandra Di Fiore 19 Rosita Mariella 20 Annarita Piro 21 Marida De Paulis 22 Samantha Antonicelli 4 I 57

60 5 I 1 Davide Santacroce 2 Danilo Scarini 3 Antonio Cassano 4 Pierfrancesco Pansini 5 Prof.ssa Serafina Sabato 6 Prof.ssa Anna Pellicoro 7 Marco Vendemia 8 Daniele Milella 9 Graziana Cavone 10 Mariarosaria Borraccia 11 Cinzia Cascella 12 Francesco Piro 13 Alessandra Camassa 14 Federica Biancolillo 15 Luigi Ambrosi 16 Gabriele Gattini 17 Ilaria Notaristefano 18 Eugenia Rizzitelli 19 Claudia Caradonna 58

61 Premio Galileo INIZIATIVE DI ISTITUTO POF LO SCACCHI AL PREMIO GALILEO: DIVULGAZIONE SCIENTIFICA E GIOVANI Sono gli studenti di tutt Italia a decidere chi vince Il giorno 5 maggio a Padova, presso il Centro Culturale Altinate, si è svolta la cerimonia finale della Quinta edizione del Premio letterario per la divulgazione scientifica Galileo, alla quale hanno partecipato gli studenti della 4^ H del nostro Istituto in veste di giuria popolare. La cinquina dei libri finalisti, selezionata su oltre 60 testi da una giuria scientifica presieduta dal geologo Mario Tozzi e composta da ricercatori e giornalisti, ha confermato come la divulgazione scientifica sia sempre più nelle mani di ricercatori che si rivolgono non più solo a specialisti ma anche al pubblico composto dai giovani. Quest anno erano in gara un grande astrofisico italiano titolare di ricerche internazionali, Paolo De Bernardis con Osservare L universo, ed. Il mulino; un noto matematico, Piergiorgio Odifreddi con C è spazio per tutti, ed. Mondadori; uno dei maggiori esperti mondiali di idrologia, Andrea Rinaldo con Il governo dell acqua, ed. Marsilio; due matematici prestati alla storia, Pietro Nastasi e Angelo Guerreggio con L Italia degli scienziati, ed. Mondadori; due dei maggiori ricercatori mondiali di Neuroscienze, Larry Squire ed Eric Kandel con Come funziona la memoria, ed. Zanichelli. Il voto della giuria popolare, composta da oltre 700 ragazzi provenienti da 110 quarte superiori, una per ogni provincia d Italia, si è espresso a favore del testo di Odifreddi che ha come protagonista la geometria, proposta con leggerezza, aneddoti, battute e tante immagini, tutto per dimostrare come essa sia costantemente presente nella vita di tutti. Lo spoglio delle schede è stato condotto in diretta dall attore Patrizio Roversi con la partecipazione degli Il geologo Mario Tozzi, presidente di giuria, con i nostri ragazzi. autori che hanno brevemente presentato la loro opera e risposto alle domande del pubblico. Collaterale al premio Galileo si è tenuto il concorso Recensire la scienza : una pagina facebook che ha invitato i ragazzi a scrivere una recensione sulla cinquina finalista e a votare con mi piace la pagina preferita. La classe quarta, che ha letto i testi pervenuti nel mese di febbraio, si è espressa con il suo voto: essa è stata rappresentata a Padova dagli alunni Diego Calabrese, premiato sul palco per la sua recensione sul testo L Italia degli scienziati, Giovanni Caradonna, Margherita Cogliandro e Aida Di Pietro. L amministrazione comunale ha calorosamente accolto e ospitato tutte le delegazioni, proponendo visite guidate presso il Palazzo della Ragione, l Università degli Studi con la mitica Cattedra di Galileo e il Teatro anatomico, il Caffè Pedrocchi con il Museo del Risorgimento, la Cappella degli Scrovegni con gli affreschi di Giotto. Grande soddisfazione da parte di tutti i partecipanti che hanno percepito nell agorà che li accoglieva una vera Unità d Italia, celebrandone così nel migliore dei modi e nel segno della cultura i 150 anni di vita. prof.ssa Cinzia Manodoro 59

62 1 L 1 Carlo Siciliani 2 Dario Marotta 3 Eugenio Scaltrito 4 Michele De Stasio 5 Vincenzo Maiorano 6 Simone Ragusa 7 Vito Colella 8 Prof.ssa Anna Pellicoro 9 Davide Campo 10 Giancarlo Gentile 11 Claudio Fiore 12 Claudio Palmisano 13 Federico Fasanella 14 Domenico Carnimeo 15 Roberto Pecoraro 16 Alessio Carrassi 17 Giuseppe Clemente 18 Alessandro Imbò 19 Martino Marzocca 20 Federica Rolli 21 Giulia Corniola 22 Valentina Pansini 23 Aurora Bonante 24 Giorgia Delle Foglie 25 Giulia Esposito Viggiano 26 Alessia Fanelli 27 Roberta Lorusso 60

63 1 Prof.ssa Roberta Monaco 2 Silvia Longo 3 Giorgio Mondello 4 Silvana Beatrice Guidone 5 Paola Palmisano 6 Camilla Fasano 7 Luigi Addante 8 Enrico Giuliani 9 Michele Didonna 10 Giuseppe Cardinale 11 Saverio Martinelli 12 Alessio Bonante 13 Luca Colella 14 Marco Rossignoli 15 Sanvy Kanniah 16 Christopher Clark 17 Fausto Russo 18 Andrea Tortelli 19 Simona Langellotti 20 Roberta Morfeo 21 Elisabetta Valenzano 22 Monica Vadacca 23 Luciana Prudente 24 Giovanna Rosamilia 25 Federica Romito 2 L 61

64 3 L 1 Luigi Spano 2 Mario Arenella 3 Alessio Bottalico 4 Giorgio Gagliardi 5 Fabrizio Cinone 6 Silvestro Iandolo 7 Giuseppe Del Vecchio 8 Prof.ssa Marina Salerni 9 Sabino Peschetola 10 Nicola Cassano 11 Vincenzo Matera 12 Mario Baldini 13 Gianluca Ceglie 14 Mattia Ronco 15 Prof.ssa Eliana Garofalo 16 Mattia Lacriola 17 Crescenza Lattanzio 18 Paola D Apolito 19 Cristina Pappagallo 20 Simona Tiofilo 21 Edda Carla Rinaldi 22 Ilaria Bruno 23 Claudia Difonzo 24 Giuseppina Costantini 25 Valeria Carofiglio 62

65 1 Davide Catalano 2 Daniele De Feo 3 Prof.ssa Eliana Garofalo 4 Prof.ssa Mariella Santoro 5 Claudia Capparelli 6 Rossella Antelmi 7 Giulio Catalano 8 Vittorio Loiodice 9 Federica Milillo 10 Monica Massarelli 11 Francesca Addante 12 Clara Rubino 13 Cosimo Fumarulo 14 Annarita Zonno 15 Marianna Lozito 16 Federica Colaianna 17 Eugenio Mariani 18 Valeria Ladisa 19 Chiara Marchese 20 Deborah De Tullio 21 Sofia Santonocito 22 Alberto Chimenti 4 L 63

66 5 L 1 Domenico Saponara 2 Paola Petruzzelli 3 Martina Mastroviti 4 Carlotta Fasano 5 Maurizio Modugno 6 Agostino Inglese 7 Prof.ssa Francesca Sfrecola 8 Massimo Deserio 9 Vito Clarizio 10 Alex De Licio 11 Antonio Caringella 12 Alessia Giuliani 13 Morena Delle Foglie 14 Giuseppina Michielli 15 Angela Volpe 16 Rita Venosa 17 Angelo De Mola 18 Giammarco Ferrante 19 Teresa Amoruso 20 Margherita Dipinto 21 Chiara Deserio 22 Silvia Mazzotta 23 Fabiana Ferrante 24 Francesca Tarantino (5 N) 25 Giulia Jemmett 26 Mara Piccolo 27 Maurizio Bello (5 B) 28 Simona Dinielli (5 B) 64

67 Premio Murat INIZIATIVE DI ISTITUTO POF LEGGERE, LIRE, PREMIARE! PRIX MURAT 2011 Il tradizionale appuntamento con il Progetto di Lettura PRIX MURAT, alla sua sesta edizione, prosegue quest anno, con le classi del triennio, in particolar modo dei corsi B ed L (ex sperimentali) di bilinguismo. Coordinato dalla Prof.ssa Roberta Monaco, in collaborazione con l Università di Bari, rappresenta un occasione, per studenti e docenti dei Licei e Istituti di Bari e provincia selezionati, di avvicinarsi alla lettura di romanzi di narrativa contemporanea francese, migliorare la loro capacità di lettura di una narrativa di buon livello e la loro apertura verso un altra cultura. Il comitato di lettura del Groupe de Recherche sur l Extrême Contemporain, presieduto dal Prof. Matteo Majorano, ha selezionato tre romanzi finalisti per l edizione 2011: Cécile Coulon Méfiez-vous des enfants sages (Paris, Viviane Hamy, 2010), Pauline Klein, Alice Kahn (Paris, Allia, 2010) e Douna Loup, L embrasure (Paris, Mercure de France, 2010) Il progetto mira ad avvicinare i giovani alla letteratura francese contemporanea, valorizzando quella non ancora tradotta in Italia, e si avvale dei docenti esperti del GREC che su base volontaria vengono nelle nostre scuole ed offrono le loro competenze in un ambito, a volte difficile da esplorare, forniscono strumenti di lettura ed impostano, con l aiuto della docente di francese, un vero e proprio atelier in cui l attività di lettura diventa un piacere e non un dovere, una forma di ascolto ; memorabile la lezione aperta della Prof.ssa Marie Thérèse Jacquet che quest anno ha saputo intrattenere ed appassionare gli studenti. Gli alunni sono stati così immersi nella lingua straniera, orientati alla lettura, ma sempre in una prospettiva di totale libertà interpretativa, ed hanno poi provato a scrivere recensioni sulla base delle loro personali impressioni: hanno avuto insomma il ruolo attivo di lettori-attori, in quanto protagonisti e giurati. Sono loro infatti che, nelle prime due settimane di maggio, votano uno dei tre romanzi che sarà poi premiato e tradotto in Italia per la prima volta. In occasione dello spoglio delle schede (il 23 maggio 2011), studenti, dirigenti e docenti hanno assistito ad una conferenza di Mauro Giancaspro dal titolo Biblioteche, lettura e nuovi media, presso la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere di Bari. La riflessione continua In un momento nel quale l interesse per la lettura sembra essere minato dai social network e dalla resistenza di certe fasce di adolescenti più attratti dalle tecnologie che dalla pagina bianca, un esperienza significativa può essere appunto far riscoprire ai ragazzi la vicinanza con certi testi di autori esordienti, così vicini al loro tempo, comprendere la valenza formativa della letteratura d Oltralpe anche la più recente, poiché nelle antologie curricolari sono riportati perlopiù i classici, e legittimare le scelte dei discenti grazie alla la possibilità di essere in primis autori di un progetto. Gli alunni potranno inoltre nel mese di ottobre 2011 conoscere direttamente ed intervistare l autrice/vincitore del premio che sarà consegnato dal Rettore dell Università di Bari nel corso di una cerimonia ufficiale alla presenza di tutti i partecipanti. Ri-appassionare alla lettura sembra una fra le tante emergenze educative dei nostri giorni, ed è per questo che ci auguriamo che, nonostante i cambiamenti che la nostra scuola sta vivendo, l amore per la nostra lingua e per le lingue straniere, anche grazie a progetti come questo, possano resistere prof.ssa Roberta Monaco 65

68 1 M 1 Francesco Ladisa 2 Francesco Schiavone 3 Lucia Tetro 4 Ilaria Celano 5 Federica Maselli 6 Francesca Didonna 7 Angela Fina 8 Alessia Ferretti 9 Leonardo Rizzi 10 Vincenzo Ruggeri 11 Francesco Pasculli 12 Davide Pepe 13 Giuseppe Damiani 14 Davide Monetti 15 Davide Altini 16 Lorenzo Basile 17 Roberto Sasso 18 Prof. Bernardo Palmieri 19 Marco Altieri 20 Giuseppe Capriati 21 Massimiliano Perrelli 22 Rossana Mazzeo 23 Alessia Centoducati 24 Laura Magaletti 25 Simeon Trufanov 26 Francesco Grimaldi 66

69 1 Claudia Dhame 2 Stefania Barsanti 3 Domiziana Ernesto 4 Annarita Ridente 5 Roberta Mancini 6 Sabrina Matteucci 7 Monica Locuratolo 8 Prof.ssa Giusy Baù 9 Francesco Mattia Pellecchia 10 Cristina Calabrese 11 Angela Pacilli 12 Giorgia Stragapede 13 Luca Leonetti 14 Alessio Loiacono 15 Daniele Carone 16 Gaetano De Fonte 17 Enrica Ruggiero 18 Manuela Albanese 19 Maria Colella 20 Elena Biscardi 21 Alessandro Amati 22 Vittorio Terlizzi 23 Cristian Desimone 24 Davide Schiralli 25 Flavio Fusco 26 Pierpaolo Nasca 27 Martin Pasko 28 Giuseppe Maselli 29 Marco Sassanelli 2 M 67

70 4 M 1 Mirko Capogrosso Sansone 2 Saverio Losacco 3 Giuseppe Gagliardi 4 Andi Lapi 5 Fabio Baldassarre 6 Michele Rosamilia 7 Vincenzo Diliso 8 Vittorio Giangregorio 9 Roberto Curci 10 Luca Pertichino 11 Francesco Glorioso 12 Alex Milella 13 Luca Capogrosso Sansone 14 Prof.ssa Francesca Brancaleone 15 Gabriella Lerario 16 Lucia Ladisa 17 Maria Vergari 18 Silvia Catacchio 19 Ilaria Tiofilo 20 Marco Catacchio 21 Domenico De Cosmo 68

71 1 Flavia De Ceglie 2 Stefania Carlucci 3 Paride Balena 4 Vito Loconsole 5 Enrico Cangiano 6 Paola Calabrese 7 Francesca Filograno 8 Simona Cucumazzo 9 Prof.ssa Ester Franco 10 Stefano Di Pasqua 11 Marita Massaro 12 Federica Mancini 13 Federica Regina 14 Sharon Scalera 15 Ilaria Capriati 16 Alessandro Angiuli 17 Michele Coletta 18 Romualdo Mastromatteo 19 Prof.ssa Luisa Altamura 20 Michele Quarto 21 Francesco Garbetta 22 Valeria Piscopo 23 Claudia Bux 24 Roberta Romito 25 Bianca Patarino 26 Alberto Acciani 27 Valeria Riccardi 28 Domenico De Fano 5 M 69

72 PON INIZIATIVE DI ISTITUTO I problemi di Geometria SOLUZIONE DEI PROBLEMI DI GEOMETRIA Chi insegna matematica, lo sa. Far innamorare gli alunni della geometria è l impresa più ardua: affronterebbero sempre e solo argomenti nei quali applicare algoritmi risolutivi ripetitivi che non richiedano altro che una applicazione meccanica delle conoscenze. Ma la geometria la geometria è diversa! Risolvere un problema di geometria significa ricercare strategie, applicare conoscenze, immaginare, costruire, insomma, mettere in moto tutto il cervello, compresa la parte creativa. Non è gratificante studiare geometria nelle prime fasi dell apprendimento, ma non bisogna arrendersi. Bisogna provare e riprovare e, quando si riesce a risolvere da soli i primi problemi, si diventa più audaci e si riprova con maggiore entusiasmo. Un bellissimo aforisma sintetizza alla perfezione cosa voglio dire. A Tolomeo che gli chiedeva di insegnargli in modo semplice e rapido la matematica, Euclide rispose: Maestà, non esiste una via regia per la matematica. Questo PON è stata una scommessa. Trenta ore dedicate alla risoluzione dei problemi di geometria avrebbero fatto innamorare gli alunni? Io e la professoressa Giuseppina Baù abbiamo affiancato la professoressa Graziana Musceo, nominata in qualità di esperta nel PON: la sua competenza, la sua pazienza e il suo entusiasmo sono stati preziosi per la riuscita del progetto. Gli alunni hanno lavorato utilizzando anche un software di geometria per eseguire costruzioni con riga e compasso (vengono chiamati così i problemi di geometria classica che risalgono a Euclide e Pitagora) per scoprire proprietà varianti ed invarianti nelle varie trasformazioni geometriche ed è stato interessante verificare che questo strumento li aiutava sia nella scoperta delle proprietà che nella costruzione delle dimostrazioni. Le verifiche hanno dato buoni risultati da un punto di vista della capacità di risolvere problemi. Ma sull innamoramento bisogna chiedere a loro prof.ssa Rosa Maria Fede UN AMORE IMPOSSIBILE? A conclusione del PON riguardante le soluzione di problemi geometrici, rispondere alla domanda se ci sentiamo innamorati della geometria, non è affatto semplice. Noi che abbiamo frequentato il corso, di una cosa siamo assolutamente certi: in questa relazione complicata (per usare il linguaggio di face-book) abbiamo creduto fin dall inizio. Tutto è cominciato a febbraio, nei freddi e a volte piovosi venerdì invernali. Come tutte le attività extrascolastiche, questo progetto ha richiesto da parte nostra impegno e organizzazione. L armonia che si è creata nel gruppo ha contribuito a rendere più entusiasmante questa esperienza e senza rendercene conto siamo giunti all ultimo incontro del 20 maggio. La nostra storia d amore con la geometria è stata breve (trenta ore suddivise in 10 lezioni) ma intensa. Particolarmente coinvolgente è stato riuscire a costruire figure e risolvere problemi utilizzando il PC. Facendo un bilancio in termini di dare/avere, il corso non si è limitato a fornirci le conoscenze per applicare meccanicamente delle regole ma, approfittando delle competenze dei professori, siamo giunti ad avere più fiducia anche nelle nostre intuizioni. Purtroppo qualcuno si è scoraggiato e ha preferito mollare la geometria perché troppo problematica ed esigente (ha bisogno di continue dimostrazioni!!!). Invece noi, che abbiamo resistito, abbiamo imparato ad amarla nella sua razionalità e logicità, sicuri che ci sarà d aiuto nell affrontare anche altro genere di situazioni in una realtà che sta diventando sempre più problematica. In fondo nella vita è così: se si vuole arrivare al risultato non bisogna arrendersi mai! Adriana Di Rienzo II B 70

73 Probabilità e statistica INIZIATIVE DI ISTITUTO PON Determinismo e Casualità per prof. e alunni Quest anno, nell ambito dei progetti PON, alunni e docenti hanno affrontato lo studio e l approfondimento di due branche della Matematica tanto affascinanti quanto poco conosciute: il Calcolo delle Probabilità e la Statistica. Due ambiti scientifici strettamente collegati, i cui rudimenti sono al giorno d oggi praticamente indispensabili per comprendere, almeno superficialmente, le analisi della realtà che quotidianamente ci vengono propinate dai media. Il corso Probabilità e Statistica (svolto in due versioni rivolte rispettivamente ai docenti di Matematica e agli alunni del triennio) è stato articolato come un percorso continuo attraverso le due discipline, sia dal punto di vista teorico, mediante l introduzione dei concetti formali e l esposizione delle loro proprietà matematiche, sia applicativo, mediante l analisi di problemi pratici e l applicazione dei concetti studiati. Guida di questo percorso è stata la Dott.ssa Lucia Mongelli, ricercatrice presso la sede di Bari dell ISTAT, dotata quindi di una preparazione associata ad un background professionale. Durante il corso sono state presentate le diverse problematiche ed esigenze da cui nasce la formulazione della Statistica (etimologicamente il nome si riferisce all utilità che i dati statistici rivestono nel governo di uno Stato moderno), nonché la scelta dei diversi aspetti dell indagine statistica: il campione rispetto alla popolazione totale, gli indicatori statistici e la rappresentazione grafica dei dati. Al giorno d oggi vediamo quotidianamente dati statistici presentati dai media: dai sondaggi politici alle proiezioni elettorali, dal calcolo del rischio nell uso di una certa tecnologia alla valutazione dei suoi benefici. Metodi statistici sono inoltre alla base di tanti altri aspetti che ci toccano direttamente anche se in modo nascosto: nei protocolli di sperimentazione di farmaci e terapie, nella determinazione dei premi delle assicurazioni e anche nell elaborazione delle diverse tipologie di contratto che le aziende di servizi (utenze domestiche e telefonia mobile in primis) offrono ai clienti. Conoscere come vengono raccolti ed elaborati tali dati permette di capire meglio il significato di ciò che ci viene presentato e soprattutto i limiti di ciò che tali dati (generalmente raccolti in modo limitato rispetto al totale che si vuole analizzare) possono dire. Successivamente si è affrontato il significato di Probabilità e l importanza che la valutazione di tale parametro riveste in tutti quegli ambiti dove non è pensabile un controllo assoluto di tutte le condizioni e quindi diventa necessario poter valutare quanto facilmente si realizzi un determinato evento piuttosto che un altro. Durante il corso si è studiato come calcolare la probabilità di eventi semplici e come valutare sperimentalmente le probabilità degli eventi più complessi. Inoltre si è analizzato come ogni evento influisce o meno sulla probabilità che si verifichi successivamente o contemporaneamente un evento simile o diverso. In tale ambito sono stati anche sfatati tutti quei dannosi miti sulla probabilità che spesso circolano come leggende matematiche (a titolo di esempio, la convinzione che si possa aumentare la probabilità di vittoria al Lotto giocando i cosiddetti numeri ritardatari). In particolare il corso Probabilità e Statistica per gli studenti è stato pensato come un percorso nel quale gli studenti potessero fare propri i metodi della statistica descrittiva attraverso una vera e propria indagine conoscitiva sugli stili e i comportamenti degli alunni dello Scacchi. In un lavoro comune, i ventotto studenti che hanno aderito al progetto hanno predisposto un questionario suddiviso in tre sezioni, che hanno somministrato ai loro compagni di scuola (ciascuno aveva l obbligo di intervistare dieci compagni, per ogni ordine di classe) riguardanti tre tematiche: rapporti con i genitori, stili alimentari, uso del tempo libero. I questionari raccolti sono stati analizzati dagli studenti, che guidati dall esperto dott.ssa Lucia Mongelli hanno provveduto a elaborare e trarre le conclusioni del lavoro svolto, facendo propri i metodi dell indagine statistica. Per poter svolgere tale indagine si sono affrontati i temi della statistica descrittiva e della teoria della probabilità attraverso lezioni frontali ed esercitazioni applicative, in cui si sono utilizzati mezzi informatici, abituando gli studenti all uso di Excel. Proff. Luciana Cicinelli e Nicola Fusco 71

74 1 N 1 Gabriele Deflorio 2 Francescopaolo Lopez 3 Antonio Scacco 4 Rami Kabbara 5 Leonardo Garofalo 6 Ilaria Sassanelli 7 Giulia Casamassima 8 Prof.ssa Gelsy Tamburiello 9 Giuseppe Amoruoso 10 Pietro Iurizza 11 Michele Genchi 12 Akilesh Bhunjun 13 Daniele Giannoccaro 14 Greta De Luca 15 Silvia Biancolillo 16 Federica Matarazzo 17 Gabriella Giuliani 18 Paola Ferrante 19 Sara Sanseverino 20 Prof.ssa Clotilde Ranieri 21 Maurizio Giglione 22 Federico Tamma 23 Mirko Damiani 24 Diego Misceo 25 Antonello Di Paola 26 Antonio Ceglie 27 Giuliana Magno 28 Luana Petrosino 29 Flavia De Lucia 30 Simona Messina 72

75 1 Prof.ssa Ester Franco 2 Prof.ssa Rossella Fede 3 Jacopo Regina 4 Davide Hart 5 Giuseppe De Lucia 6 Roberto Nitti 7 Ivan Tarantino 8 Timothy Hart 9 Michele Dello Russo 10 Prof.ssa Vittoria Frega 11 Serenella Fanelli 12 Dario Losito 13 Dino Rubini 14 Raffaele De Peppo 15 Francesco Marzano 16 Nicola Chiurlia 17 Alberto Terracciano 18 Aldo D Alesio 19 Piergiorgio Ladisa 20 Gennaro Ricco 21 Edoardo Capasso 22 Fabio Caruso 23 Serena Stancarone 24 Jacopo Avantaggiati 25 Evelina Amodio 26 Giulia Carella 27 Noemi Colaianni 28 Simona Massari 2 N 73

76 4 N 1 Carla Di Dedda 2 Paola Ancona 3 Eziana Denora 4 Giuliana Consiglio 5 Alessandra Lasala 6 Maria Quintavalle 7 Giuseppe Margiotta 8 Gianluca Calorì 9 Prof.ssa Serafina Sabato 10 Debora Defranchis 11 Patrizia Boscarino 12 Francesco Sciacovelli 13 Rosita Belviso 14 Lorenzo Fuggiano 15 Giuseppe Ficarella 16 Luca Pierangeli 17 Michelangelo Dicuonzo 18 Giacomo Digennaro 19 Andrea Sblendorio 20 Marco Dicuonzo 21 Claudio Fieni 22 Giovanni Filograno 23 Silvio Stangarone 24 Luigi Sciannameo 74

77 1 Ivan Rafaschieri 2 Marcello Saracino 3 Nicolò Luisi 4 Antonio De Feo 5 Diletta Girone 6 Graziana Catalano 7 Prof. Giovanni De Liso 8 Annalisa Pellecchia 9 Francesca Zacheo 10 Debora Monno 11 Daniela De Benedictis 12 Alessia Ventrella 13 Prof. Concetta Salierno 14 Andrea Stufano 15 Christian Marcon 16 Prof. Clotilde Ranieri 17 Maria Maggio 18 Giuseppina Raimo 19 Tamara Maurogiovanni 20 Giuliano Santulli 21 Michele Zotti 22 Gianluca Grimaldi 23 Wakheel Dodh 24 Silvana Maragliulo 25 Francesca Tarantino 5 N 75

78 PON INIZIATIVE DI ISTITUTO Inglese per docenti e studenti Tre progetti, tre sfide, tre certificazioni Grazie ai Fondi Europei, quest anno il nostro Liceo ha inteso valorizzare l apprendimento della lingua inglese operando una scelta coraggiosa, la certificazione Cambridge a diversi livelli e per una utenza diversificata, studenti e docenti: tre progetti, tre sfide, tre certificazioni. Il primo, il progetto PON indirizzato agli studenti, Azione C1 Verso l Europa, Certificazione europea Inglese livello B2, è nato dalla considerazione che i nostri ragazzi raggiungono un livello linguistico preintermedio B1 già nei primi tre-quattro anni del Liceo e per questo alcuni di loro sono in grado di conseguire il livello medio B2 prima del quinto anno. Questa opportunità consentirebbe loro di raggiungere il livello Advanced C1 alla fine del corso di studi. La risposta degli studenti e delle famiglie è stata entusiastica e, dopo un attenta selezione, un gruppo di 29 studenti ha seguito un corso di 30 ore tenuto da Joe Lang, valente lettore madrelingua all Università di Bari, il quale con professionalità e vivacità ha preparato i nostri ragazzi, 24 dei quali hanno superato l esame Cambridge B2 con successo conseguendo la relativa certificazione. L esperienza è stata per tutti, sia per gli studenti sia per le docenti tutor d aula, prof. Cinzia Fazio e prof. Cinzia Penco, molto positiva e sicuramente una grande occasione di crescita culturale. I due progetti PON per i docenti sono stati una vera e propria sfida ed una esperienza interessante e stimolante per tutti. Essi hanno coinvolto anche adulti provenienti da altri ambiti lavorativi, fornendo un utile e proficuo scambio relazionale. Il PON azione B7 Certificazione europea Inglese livello A2, con il brillante contributo dell esperta Carmela White, lettrice madrelingua presso l Università degli Studi di Bari, ha consentito ad un gruppo di docenti di conseguire, dopo un corso di 30 ore, una competenza linguistica A2. Con diligenza e passione tutti si sono impegnati per superare l esame Cambridge KET. Le due tutor d aula, proff. Vincenza Bottalico e Gloria De Giosa, sono convinte del valore di questa esperienza come primo passo verso il conseguimento di una ulteriore qualificazione nella lingua inglese, anche in vista dell insegnamento di una disciplina non linguistica al quinto anno del Liceo (CLIL). Il progetto PON Azione B7 Certificazione europea inglese livello C1 ha risposto alla esigenza, forte, espressa dai docenti di lingua del Liceo Scientifico A. Scacchi, di migliorare ulteriormente il livello di conoscenza e utilizzo della lingua inglese, conseguendo, dopo un corso di 30 ore e il superamento dell esame Cambridge C1 Advanced la relativa certificazione nella prospettiva di garantire agli studenti del Liceo una offerta formativa qualitativamente sempre più elevata ma, soprattutto, al passo con i tempi. I 18 docenti corsisti hanno apprezzato la elevata qualità professionale del docente madrelingua, prof. Brian Molloy, professionista capace e di grande esperienza, con il quale hanno lavorato in un clima di positiva e proficua collaborazione. Anche il tutor d aula, prof.ssa Anna Pellicoro, ha sottolineato la positività del corso come occasione di conoscenza e crescita professionale. prof.ssa Cinzia Fazio 76

79 Formazione docenti INIZIATIVE DI ISTITUTO PON Conoscere i DSA Un alunno dislessico mette in crisi tutta l equipe di docenti che opera in una classe. Questo alunno, che non sa impostare che qualche stentata frase in inglese e in italiano riempie i suoi compiti di errori ortografici, è, per i suoi docenti, una sfida didattica. Mette in crisi le certezze di chi crede che l educazione di un alunno debba essere standard e che si debbano applicare per tutti gli studenti di una classe i medesimi criteri di valutazione, dimenticando che ogni alunno ha diritto ad un educazione e ad una formazione individuali, ad un personale discorso, ad un docente che lo sappia far crescere rispettando i suoi ritmi e le sue aspirazioni, ad un docente che dimentichi le sue carte e le sue pressanti incombenze per dedicarsi a quello che è il suo mestiere: insegnare. I docenti che in quest anno scolastico hanno partecipato al PON Conoscere i DSA hanno dovuto, in primo luogo, superare le proprie resistenze al cospetto di alunni che non rispondono se non marginalmente ad una didattica che pur è costata loro anni di studio e di lavoro. L assenza poi di qualsivoglia insegnante di sostegno all alunno dislessico (perchè la dislessia non è un handicap e spesso i dislessici possiedono un QI superiore alla media) e l approvazione della legge sulle disturbi specifici dell apprendimento, hanno quindi reso indispensabile un approccio scientifico e tecnico al problema, tenendo conto che già in alcune delle classi del nostro liceo sono presenti alunni dsa. Il corso PON, iniziato nel mese di febbraio, si protrarrà sino a settembre ed è rivolto alla formazione dei docenti; consta di 30 ore di lezione, tenute dalla dott.ssa Susca, psicologa dell Associazione Italiana Dislessia, e si propone anche di aiutare i docenti nella realizzazione di piani di lavoro specifici che rendano più agevole l insegnamento individualizzato. prof.ssa Maria Antonietta Buonamico Computer che passione! Nessuno di loro ci avrebbe mai creduto Nessuno avrebbe mai immaginato di provare non solo interesse, ma persino autentico entusiasmo nell utilizzare il più discusso, amato, odiato, temuto mezzo di comunicazione! Eppure, tra un apri, salva e chiudi, tra un click e un altro, grande è stato lo stupore di un team di docenti della scuola, a digiuno di informatica, nello scoprirsi capace in breve tempo di adoperare il computer e sempre più desideroso di coglierne le potenzialità. Merito di tutti coloro, Dirigente scolastico in primis, che hanno creduto nella reale validità e nella effettiva utilità pratica di un corso di alfabetizzazione informatica rivolto ai docenti, senza limiti di età o condizionamenti di ambiti disciplinari. Il progetto PON D1, Cominciamo ad usare il computer a scuola, ha permesso di acquisire varie competenze nell uso delle nuove tecnologie, concretamente spendibili nel lavoro di progettazione didattica. I partecipanti, sotto la guida vigile e scrupolosa dell esperto, Prof. Francesco Damiani, hanno scoperto le possibilità comunicative ed espressive dei più comuni software, hanno imparato ad operare con un programma di elaborazione testi in ambito didattico, a strutturare una presentazione Power Point, a creare e gestire un account di posta elettronica, a produrre infine e condividere documenti in formato digitale. Ammirevole è stato l impegno profuso dai docenti corsisti, che non hanno risparmiato energie dedicandosi assiduamente allo svolgimento dei lavori. Un esperienza positiva, dunque, un esempio costruttivo di formazione e collaborazione tra colleghi. Prof.sse Mariella Santoro e Marina Servodio 77

80 1 O 1 Christian Hernandez 2 Roberto Catalano 3 Mauro De Lena 4 Alessio Bellomo 5 Riccardo Vitale 6 Riccardo Vocale 7 Simone Cea 8 Davide El Amori 9 Luigi Iorio 10 Michele Palumbo 11 Stefano Melab 12 Sebastiano Dammacco 13 Marco Storelli 14 Fabio El Amori 15 Giovanni Curcio 16 Caterina Pirra Piscazzi 17 Erika Milella 18 Monica Ranieri 19 Mariaserena Scarola 20 Giulia Marchese 21 Mariantonia Falco 22 Sara Angiulli 23 Giulia De Leo 24 Federica De Filippis 25 Francesca Oliveto 26 Amerigo Benedettelli 78

81 1 Adalberto Solito 2 Gianmarco Fanelli 3 Andrea Qazimi 4 Fabrizio Cinquino 5 Piero Vavalle 6 Prof. Andrea Bellomo 7 Carlo Silvestri 8 Prof. Marianna Villella 9 Sara Brunetti 10 Fabio Facente 11 Matteo Barbaro 12 Valeria Cinquepalmi 13 Vitty Gallico 14 Pierfrancesco Novielli 15 Pasquale de Terlizzi 16 Annalaura Barnabà 17 Alessia Luce 18 Alessia Ficarella 19 Alessia Romano 20 Silvia Calvani 21 Gaia Margiotta 22 Barbara Zoe Fidanza 23 Arianna Dello Russo 5 O 79

82 PON INIZIATIVE DI ISTITUTO Filosofia ed Etica Filosofia in lingua inglese Anche quest anno ha avuto luogo il progetto PON Filosofia in lingua inglese. Il corso, articolato in dieci incontri di tre ore ciascuno per un totale complessivo di trenta, si è svolto dal 30 novembre 2010 al 12 gennaio 2011 ed ha visto una ventina di partecipanti. I ragazzi si sono impegnati in un percorso senz altro esigente. Scopo del progetto è stato quello di stimolare le capacità argomentative degli studenti usando, come veicolo, la lingua inglese. Sicuramente i ragazzi hanno tratto giovamento dall approccio a un codice linguistico meno praticato nelle ore curricolari d inglese e quanto meno hanno potuto arricchire il loro lessico. Le lezioni hanno mirato all acquisizione di tecniche argomentative e di decodificazione di fallacie logiche, rendendo i ragazzi più consapevoli dei modi attraverso i quali si articola il loro pensiero. L acquisizione di tali tecniche, inoltre, consente un approccio più critico al mondo dell informazione, oggi disseminato di trappole concettuali. Il corso si è avvalso anche dell uso di strumenti informatici presenti nel nostro laboratorio linguistico. Momenti qualificanti sono state le due prove, intermedia e finale. Il corso è stato affidato alle cure di Angela Lee, lettore di lingua inglese nell Università di Bari, coadiuvata dai Proff. Eleonora Storelli e Andrea Bellomo, docenti in codesto istituto. prof. Andrea Bellomo PER UN ETICA DELL ECONOMIA NEL MERCATO GLOBALE Durante quest anno scolastico sono stati proposti per gli studenti numerosi progetti formativi, tra cui il PON: Per un etica dell economia nel mercato globale. Tale progetto ha affrontato tematiche e problemi legati alla correlazione e al rapporto tra etica ed economia. Un argomento ampiamente trattato è stato il ruolo della persona umana all interno del sistema globalizzato. Gli ultimi vent anni sono stati caratterizzati da una nuova rivoluzione imprenditoriale che, lasciando le ormai sorpassate dinamiche di sviluppo locale, ha aperto la strada alla creazione di una nuova rete di interrelazioni e di processi di esternalizzazione che hanno creato quello che viene spesso ridotto didascalicamente con l utilizzo della parola globalizzazione. Il modello seguito dalle nazioni dell occidente ha annullato il rispetto di qualsiasi regola etica e il mondo risulta diviso fra stati produttori, che risultano sfruttati, e stati consumatori, caratterizzati da un alto livello di benessere. In un mondo governato principalmente dalle leggi economiche, il rispetto dei diritti umani e dell ambiente risultano ostacoli per il raggiungimento dell obiettivo ultimo delle aziende, il profitto. Il fine del progetto era quello di formare e sensibilizzare le giovani generazioni alla ricerca di nuove strategie di mercato tali da permettere ad un azienda, in quanto avente responsabilità sociale dell impresa, di conciliare il rispetto dei diritti umani con il conseguimento del maggiore profitto possibile. La sfida del nostro nuovo millennio è sempre più quella di far dialogare la normativa internazionale sulla tutela dei Diritti Umani con la struttura sociale, e quindi politica e produttiva, del nostro contemporaneo. Oggi più che mai si sente la necessità di formare i giovani all approccio critico ed alla capacità sapienziale di prendere decisioni in un surplus di informazioni, coinvolgendoli in un processo formativo che li veda protagonisti di un apprendimento e che li sappia porre in una posizione di sana criticità nei confronti della tematica affrontata. Giuseppe Acquaviva V B Maurizio Bello V B 80

83 Scienze INIZIATIVE DI ISTITUTO PON Ecosistema marino e alimentazione METTERSI IN GIOCO Il progetto PON, che si è articolato in dieci lezioni tenute dalle esperte N. Soriano e M. Storelli, coadiuvate dalla tutor prof.ssa G. Salerni, ha avuto come principale finalità insegnare a scoprire e a proteggere il mondo sommerso con tutte le sue forme di vita, facendo acquisire ai giovani studenti nozioni generali sul riconoscimento delle specie prevalenti nel Mediterraneo. Di fronte alla diminuzione delle specie autoctone e all introduzione delle specie provenienti da altri Paesi, con il conseguente aumento del rischio per la salute pubblica risultati tangibili di una scarsa educazione alimentare il corso ha avuto come obiettivo quello di trasformarci in particolari sentinelle ambientali, curiose e rumorose, piccoli sensori biologici che, attraverso l esplorazione, la ricerca, il gioco e, soprattutto, il lavoro sul campo, hanno acquisito la consapevolezza che l ambiente è un valore di tutti e che va, perciò, tutelato. Il corso di biologia marina ha favorito la nostra formazione scientifico-ecologica e ci ha permesso, inoltre, di attuare un raccordo interdisciplinare di conoscenze ed attività curriculari integrate, proponendo inizialmente un percorso di educazione ambientale marina, con l ausilio di sussidi multimediali, proiezione di immagini, osservazioni al microscopio, osservazione di animali marini. Inoltre ci ha permesso di individuare e riconoscere le specie prevalenti presenti nel nostro mare e di comprendere l importanza della tutela dell habitat in cui sono inseriti. Grazie all utilizzo delle strumentazioni disponibili per il calcolo dei principali parametri chimico-fisici, caratteristici di determinate specie marine, è stato possibile valutare le condizioni di sofferenza di alcune specie di un determinato habitat. prof.ssa Giuseppina Salerni L anno scolastico 2010/11 ha visto il Liceo Scientifico A. Scacchi particolarmente impegnato in gare di carattere scientifico. Nelle Olimpiadi della Scienza gli alunni Ivan Rafaschieri e Maria Maggio, della classe V N, sono stati premiati perché sono rientrati nella graduatoria tra i primi venti su un esercito di 250 ragazzi selezionati nella regione Puglia. Nelle Olimpiadi dell Astronomia l alunno Francesco Paolo Lopez, della classe I N, è stato premiato perché è rientrato tra i primi dieci a livello nazionale su un esercito di centinaia di alunni selezionati in tutta Italia. Bravi ragazzi! Fondamentali per il raggiungimento di questi ottimi risultati sono stati l impegno e la passione degli alunni, ma anche il supporto che la scuola ha offerto loro con il PON Il Planetario e il PON Olimpiadi della Biologia, corsi pomeridiani entrambi rivolti agli alunni più meritevoli della scuola per migliorare le loro competenze in ambito scientifico. Le gare scientifiche sono un modo per mettersi in gioco, uno strumento per migliorare. L occasione della competizione offre agli studenti possibilità d incontro e di confronto con altri ragazzi in un contesto di regole ben precise ma anche di creatività e di libertà. 81

84 5 P 1 Luca Tinelli 2 Sergio Spalierno 3 Michele Amodio 4 Piero Lerario 5 Giacomo Triggiano 6 Vittorio Garolla 7 Alan Favuzzi 8 Antonella Pagano 9 Pierluca Lacitignola 10 Santo Santonocito 11 Marco Cianciola 12 Valerio Arvizzigno 13 Valerio Iacovone 14 Salvatore De Gaetano 15 Diego Della Crociata 16 Matteo Ritrovato 17 Simone Capriglione 18 Prof.ssa Titti Leporino 19 Prof.ssa Bianca Fanti 20 Prof.ssa Vittoria Frega 21 Davide Santostasi 22 Stefano Bozzi 23 Carmen Buico 24 Eleonora Mastrangelo 25 Viviana Sebastiano 26 Claudia Isaja 27 Silvia Simone 28 Francesca Grosso 29 Giulia Spagnolo 82

85 I Passaggi che restano! OMAGGIO AL PROF. SOLFATO Non una commemorazione, ma l affermazione di una presenza: questo l intento della cerimonia di intitolazione della Biblioteca del Liceo al prof. Giuseppe Solfato, tenutasi il 4 Marzo Primo passaggio, affisso in biblioteca, è un pannello, a lui dedicato, che riassume tratti ed avvenimenti più importanti della sua vita e della sua presenza nella nostra scuola. Sapientemente pensato e realizzato dal prof. Roberto Zecca a cui, peraltro, si deve l egregio lavoro per tutto il materiale grafico della serata (targa, locandine, libretti dei testi del lavoro teatrale) il pannello si offre innanzitutto come un percorso di testi e immagini, di frammenti di vita che la memoria può ricomporre in un unità di senso. E tuttavia quelle immagini e quei testi sanno anche parlare ad intelligenze curiose che vogliano indagare un pezzo di storia viva e appassionata del Liceo Scacchi : quella che resta scritta indelebilmente, quando i saperi riescono a rafforzare e a far esplodere i talenti. Docente, scrittore, regista teatrale, uomo ricco di vasta e poliedrica cultura, conoscitore ed indagatore profondo della parola, dell umanità, della vita, orso scontroso e riservato eppure grande affabulatore, narratore, raccontastorie allegro e vivace, Peppino, Pippo o, semplicemente, Giuseppe. Che tipo il Professore! Chi tra noi l ha conosciuto personalmente, ancora non è capace di parlare di lui ma par- la con lui. Ed eccolo! È nel Laboratorio di Drammatizzazione del Liceo, rimesso su per l occasione con alunni ed ex-alunni, luogo eletto e privilegiato delle sue parole, delle sue lezioni, in quell inconfondibile atmosfera e stile di lavoro collettivo in cui si fa ricerca, si discute, si piange, si ride a crepapelle, si cresce nella continua formazione e conoscenza del sé, di sé e degli altri. È l aspetto catartico e terapeutico del fare teatro, è il gioco del doppio che sottende ogni scritto ed ogni tema cari al Professore che ci guarda e sorride, struggente e sornione, come un clown che gioca col mondo! I Passaggi prendono corpo attraversando la città/bari, le lingue/linguaggi, il dolore/emozione della condizione umana, la passione per la scuola, svelando quel primo ed ultimo doppio che accompagna la vita dell uomo: O Amor qui semper ardet et numquam extingueris. Arcano Enigma. Giuseppe Solfato ha lasciato i suoi tantissimi e importanti libri alla nostra biblioteca ma, a tratti, nel suo passaggio, è ancora la sua voce che legge e declama per noi: So long as man can breath, or eyes can see, so long lives this, and this gives life to thee (Finché respireranno gli uomini, e occhi vedranno, altrettanto vivranno queste rime, e a te daranno vita). (William Shakespeare, Sonetto 18). I colleghi: Anna Milella, Andrea Bellomo, Enza Bottalico, Nicola Carofiglio, Cinzia Penco 83

86 INIZIATIVE DI ISTITUTO Giornalisti liceali Il linguaggio dei giornali Lo scorso anno scolastico sono stati promossi diversi progetti P.O.N, tra cui Il linguaggio dei giornali, un iniziativa che ci ha catapultati nell universo della cronaca, della stampa e del mondo del giornalismo on-line. Grazie alla collaborazione di giornalisti professionisti abbiamo acquisito fondamentali conoscenze per redigere un testo giornalistico. Questa iniziativa si è ampliata nel corso del corrente anno scolastico nel progetto Il linguaggio del giornalismo multimediale e digitale. Ancora affiancati da due professionisti del settore abbiamo appreso le tecniche del giornalismo, della scrittura e del video editing digitale. In un primo momento le lezioni sono state prettamente teoriche, tali da fornirci una conoscenza basilare che va da nozioni di dizione fino al protocollo seguito in diretta video dai giornalisti; dalla conoscenza degli elementi della videocamera all uso di essa per produrre un telegiornale. Dopo i primi approcci introduttivi si è proseguito nell esecuzione pratica del lavoro: ci sono stati proposti incontri con funzionari di enti pubblici (polizia di Stato, Comune) con i quali abbiamo simulato una conferenza stampa. Alla fine del nostro percorso abbiamo lavorato sulla tecnica del montaggio, assemblando le varie riprese effettuate durante gli incontri e accompagnando queste con la registrazione audio dei pezzi giornalistici. Il prodotto finale di questo progetto è stato la realizzazione del nostro telegiornale Scacchi TG WEB visibile sul sito internet del nostro liceo. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza la preziosa collaborazione degli esperti Antonio Lorusso e Camillo Volpe, sempre pronti a supportarci, nonché delle pazienti tutors Lia D Arpa e Gelsomina Tamburiello. Santa Gismondi, Simona Grasso, Marcella Nicastro, Susanna Pulito, Angelica Toscano, IV E Skakkinostri: ancora un anno di giornalismo studentesco Anche quest anno, per Skakkinostri è giunto il momento di chiudere i battenti. Chiusura del portone su Corso Cavour, chiusura del giornalino scolastico. Ma ciò non significa che l anno prossimo la Reda tornerà meno forte e motivata di prima: vero è che durante questo decimo anno di pagine stampate lo spirito che ha animato fin dall inizio questo giornalino è sembrato quasi scemare, con carenza di articoli e poco tempo per definire le bozze di un impaginazione, ma altrettanto vero è che Skakkinostri è il simbolo del nostro liceo, uno strumento per raccontare la quotidianità della vita liceale e di tutto quello che gira intorno alla nostra scuola, con spazi dedicati allo sport, alla musica, all attualità e, perché no, anche all estro creativo, con poesie, fumetti e racconti. Skakkinostri nasce proprio per questo, qualche anno fa, durante un autogestione: un gruppo di ragazzi che decide di raccontarsi attraverso un fascicoletto, di mostrare come anche un semplice ragazzo di liceo può parlare di cronaca o scrivere una recensione. Ragazzi con la voglia di fare, di rendere la propria scuola un punto d incontro anche fuori l orario scolastico; perché far parte della redazione è anche questo, divertirsi, incontrarsi e unire le proprie idee. Un ringraziamento particolare va al dirigente scolastico, senza il quale non avremmo potuto vedere il giornalino stampato e sui banchi delle nostre aule; ma un grazie va anche a tutti coloro che per quest anno ci sono stati, hanno scritto e impaginato, disegnato e sono stati presenti alle riunioni; con la speranza che il prossimo anno l auletta autogestita possa vedere un numero sempre crescente di persone pronte a dare una mano a questo giornalino. La Reda 84

87 La Giornata dell Arte 85

88 INIZIATIVE DI ISTITUTO Progetti studenteschi Una scuola all altezza dei nostri sogni La nostra idea di scuola va al di là delle tradizionali lezioni e dei compiti in classe. I nostri sogni sono racchiusi anche quest anno nel progettuario studentesco, frutto di Agorà e discussioni, che hanno visto partecipe una larga componente degli studenti. Si ripropone l ormai decennale Skakkinostri, giornale simbolo della voce degli Skakkisti, che ha riempito, con i suoi tre numeri, le giornate degli impaginatori e ha espresso la fantasia di tutti gli studenti-giornalisti. Ma, rimanendo in tema di voce, non si può non parlare dello Skakki Soul Voice(s), coro ufficiale dello Scacchi che, diretto da due anni da un esperto di canto, continua a smuovere i cuori degli affezionati coristi e anima le Giornate dell Arte con pezzi non sempre ortodossi. Importantissima new entry di quest anno è stato il Rec n play Contest, progetto coordinato da un vero regista, in cui la band dello Scacchi, vincitrice del concorso musicale, è in questi giorni alle (ri)prese con il video che la vedrà protagonista insieme al suo pezzo inedito. Dalla musica al Cinema: per la prima volta il nostro Cineforum ha avuto luogo in un vero cinematografo, con quattro proiezioni (The Social Network, 20 Sigarette, Basta che funzioni e Gli amici del bar margherita). I lunedì sera l Esedra ha accolto le nostre discussioni che, partendo dal film, hanno toccato svariati temi. I talenti della nostra scuola sono stati premiati grazie al Concorso di Scrittura (coordinato con Skakkinostri) e a quello Fotografico. Durante la giornata dell arte sono stati proclamati i vincitori (tre per la scrittura e due per la Il coro dello Scacchi fotografia) che disporranno di buoni acquisto per sostenere, anche economicamente, la loro passione. Nonostante non sia stata inserita tra i progetti, ed effettivamente non rientrasse nei nostri programmi, l organizzazione dell Autogestione ha rappresentato un vero e proprio momento di crescita che ha dimostrato la maturità e la determinazione degli studenti. La lotta per i propri diritti è stata affiancata da occasioni di apprendimento alternativo e confronto collettivo attraverso i numerosi corsi tenuti da studenti ed esperti esterni, seguiti ed apprezzati da molti ragazzi. E finalmente arriviamo all ormai istituzionale e già citata Giornata dell Arte. Il 20 Maggio più di una dozzina di band si è esibita non stop sul palco montato per l occasione. Nelle palestre erano esposte le foto del Concorso fotografico, nei corridoi si distribuivano copie di Skakkinostri e ci si informava su diverse associazioni no profit lì presenti, writers sbombolettavano sui muri esterni e si riempivano le pareti interne di citazioni sull arte. Basta tornare in cortile per riprovare le stesse emozioni che hanno animato questa giornata di esplosione artistica e creativa e, ricordando almeno un momento di uno dei progetti sopra elencati, possiamo riconoscere che la nostra scuola è davvero all altezza dei nostri sogni. Viviana Sebastiano V P 86

89 Rec n Play Contest INIZIATIVE DI ISTITUTO Liceo Scacchi e Zerottanta alla scoperta della realtà artistica barese Il Rec n Play contest nasce dalla collaborazione di Zerottanta (di Anna Giulia D Onghia e Ermes Di Salvia) ed il liceo Scacchi di Bari con l obiettivo di far conoscere a noi ragazzi un mondo tanto misterioso quanto intrigante come quello del cinema e dell arte in senso più ampio. Durante la serata dell 11 maggio, si sono esibite presso il Nord Wind DiscoPub di Bari, quattro band selezionate all interno dell Istituto, Iniqua, The Fifth Avenue, Sblain e Zerodb, per ottenere l ambito premio: la produzione di un videoclip musicale. I The Fifth Avenue, vincitori della serata, hanno conquistato il pubblico ed il parere della giuria tecnica con il loro sound deciso, con melodie semplici ed incisive, ottenendo la possibilità di emergere da un contesto competitivo come quello esistente tra i giovani musicisti baresi. La competizione è stata frutto di mesi di lavoro e preparazione e non rappresenta l inizio o la fine, ma solo una tappa intermedia del progetto. Il Rec n Play viene concepito nelle aule dello Scacchi da un gruppo di lavoro costituito da studenti coordinati da Ermes e Anna Giulia i quali, attraverso lezioni di regia e organizzazione di eventi hanno introdotto la classe ad una realtà complessa come quella artistica. Questo progetto ha spiegato il dott. Fabio Losito, il cui assessorato ha sostenuto insieme allo Scacchi l evento si inserisce nell illuminata e consolidata politica progettuale del Liceo Scacchi per formare le nuove leve su tematiche attuali come l audiovisivo. L obiettivo più importante raggiunto durante questo progetto è stato quello di colmare o ridurre il divario esistente tra la disciplina scolastica e il mondo dell arte: se a scuola la cosa più importante è la risposta, per l arte è fondamentale la domanda e l abilità di creare nel lettorespettatore-ascoltatore un dubbio non risolvibile se non attraverso una personale interpretazione. Per quanto riguarda il futuro, Zerottanta ed il Liceo Scacchi si propongono di estendere a più istituti questo tipo di esperienza anche con l aiuto delle istituzioni, in modo da abbracciare una realtà artistica, in continuo fermento, come quella barese. Francesco Piro 5 I 87

90 Come eravamo nel 24 Il corpo docente di quell'anno. Il penultimo seduto è il professore Cianciaruso di Lettere. 88

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Nominativo / SCS AZIONINNOVA SPA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BOLOGNA UNIVERSITA' LA

Dettagli

FREQUENZA COMPORTAMENTO CONOSCENZE ABILITÀ-ORIGINALITÀ APPRENDIMENTO max. 3 punti 0-1-2 punti max. 10 punti max. 10 punti media

FREQUENZA COMPORTAMENTO CONOSCENZE ABILITÀ-ORIGINALITÀ APPRENDIMENTO max. 3 punti 0-1-2 punti max. 10 punti max. 10 punti media Commissione 1 - COMMISSIONE AFFARI ESTERI (AFET) CHAIR: Ilaria BLASUCCI, Alessandro IANNAMORELLI TOTALE INCONTRI: CALCIOTTI LUDOVICA VAIANA VALENTINA DI CASTRO MATTEO VERNICA DIANA LE LUCA MARIANNA SBARDELLA

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA Graduatoria Docenti aspiranti all UTILIZZAZIONE nei LICEI MUSICALI Anno Scolastico 0/ Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA sul posto o sulla quota orario assegnata nell anno scolastico 0/ (docenti titolari

Dettagli

Con l Europa investiamo nel vostro futuro

Con l Europa investiamo nel vostro futuro Facilitatore ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE ELENA DI SAVOIA PIERO CALAMANDREI ISTITUTO TECNICO STATALE TECNOLOGICO ECONOMICO CHIMICA MATERIALI E BIOTECNOLOGIE SANITARIE AMBIENTALI AMMINISTRAZIONE

Dettagli

LISTE REGIONALI LISTE PROVINCIALI

LISTE REGIONALI LISTE PROVINCIALI LISTE REGIONALI SEZ. 1 SEZ. 2 SEZ.3 SEZ.4 SEZ. 5 SEZ. 6 SEZ. 7 SEZ. 8 SEZ. 9 SEZ. 10 SEZ. 11 SEZ. 12 SEZ. 13 TOTALE LISTA N. 1 CANCELLERI Giovanni Carlo 72 103 104 106 70 53 90 91 59 86 77 89 96 1096 LISTA

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

F.I.N. Delegazione di Piacenza. 6^ Manifestazione Provinciale Propaganda. Pavia 19 Maggio 2013 P R O G R A M M A

F.I.N. Delegazione di Piacenza. 6^ Manifestazione Provinciale Propaganda. Pavia 19 Maggio 2013 P R O G R A M M A Staffette 4 x 25 Stile Libero 1 F SPORT VILLAGE (Azzoni-Mazzeo-Caravaggi-Costa) 2 F VOGHERESE N (Guida-Prizzon-Guagnini-Dragoti) 3 F CENTRO FIN PAVIA (Rossi-Beretta-.-Balduzzi)) 1 F/M MELEGNANO (Marchesoni-Gigli-Turazza-Benussi)

Dettagli

Elenco per Classe. Pr. Alunno Data Nasc.

Elenco per Classe. Pr. Alunno Data Nasc. Classe: 3A TERZE E QUARTE NUOVO ORDINAMENTO LICEO SCIENTIFICO STATALE "P. RUGGIERI" MARSALA 1 ANGILERI VITO 11/02/1999 2 ARISTODEMO MARCO 17/03/1999 3 BONFRATELLO SAMUELE 26/06/1999 4 CAMAGNA MICHELE 12/05/1999

Dettagli

grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20

grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20 grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20 Sortino Consuelo Pisano Antonino Impellizzeri Giulia Petriglieri Emilio Silvestro Federica Ciadamidaro Rocco graphic design 3 / triennio lunedì

Dettagli

MODENA MODENA 1 MODENA 1 MODENA 1 RAVENNA 1 REGGIO EMILIA REGGIO EMILIA 1 RIMINI 1 PARMA 1 PARMA 1 FORLI CESENA 1

MODENA MODENA 1 MODENA 1 MODENA 1 RAVENNA 1 REGGIO EMILIA REGGIO EMILIA 1 RIMINI 1 PARMA 1 PARMA 1 FORLI CESENA 1 Posti disponibili A 245 CIACCI Angela pos.214 punt.70,20 CHEILAN Claria Marie pos.221 punt.70,00 MELLI CREMONINI Elisabetta pos.210 punt.70,50 MUCCHINO Valentina pos.212 punt.70,30 APPIGNANESI SIMONA pos.224

Dettagli

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI Giovedì 28 agosto 2014: inizio operazioni ore 10,00 PROV. 1 CISCO EMANUELA 02/02/1982 VI 2 RONCAGLIA FRANCESCA 06/03/1983 VI 3 PAGLIAMINUTA

Dettagli

Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Primaria CNIC841005 Data Produzione Graduatoria Provvisoria: 19/08/2014

Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Primaria CNIC841005 Data Produzione Graduatoria Provvisoria: 19/08/2014 Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Primaria CNIC841005 Data Produzione Graduatoria Provvisoria: 19/08/2014 Tipo Posto Cod. Tipo Posto Posto Cognome Nome Punteggio COMUNE AN 1 VICARI

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

In cl. Ri s. Cod. Tip o. Su ppl en za

In cl. Ri s. Cod. Tip o. Su ppl en za Cod. Tip o In cl. Ri s Post o Cognome Nome Data Nascita Punt eggi o AN 1 PROIETTI MANCINI SIMONA 30/09/1975 200 AN 2 CALCATERRA LUCIA 24/09/1969 198 AN 3 COPPOLA MARIA TERESA 25/06/1962 196 AN 4 MARCON

Dettagli

DISPOSITIVO P. 11 VERBALE DEL CONSIGLIO DI DIPARTIMENTO DI MECCANICA, MATEMATICA E MANAGEMENT (DMMM)

DISPOSITIVO P. 11 VERBALE DEL CONSIGLIO DI DIPARTIMENTO DI MECCANICA, MATEMATICA E MANAGEMENT (DMMM) DISPOSITIVO P. 11 VERBALE DEL CONSIGLIO DI DIPARTIMENTO DI MECCANICA, MATEMATICA E MANAGEMENT (DMMM) Seduta n. 8/2015 del giorno 21 maggio 2015 Il giorno 21 maggio 2015 alle ore 16.00, a seguito di convocazione

Dettagli

Sup. Co d. Tip o. Tip olo gia Gr. Inc l. Ris. Po sto. Tipo Posto

Sup. Co d. Tip o. Tip olo gia Gr. Inc l. Ris. Po sto. Tipo Posto Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Primaria BRIC82200P- SECONDO ISTITUTO COMPRENSIVO SAN VITO DEI NORMANNI Data Produzione Graduatoria Definitiva: 08/11/2014 Tipo Posto Co d. Tip

Dettagli

1. CINELLI ANNA MARIA 15/04/57 PN 151,00

1. CINELLI ANNA MARIA 15/04/57 PN 151,00 INDIVIDUARE IL PERSONALE DOCENTE DA UTILIZZARE PAG. 1 NOTA ESPLICATIVA I PUNTEGGI PER I DOCENTI INCLUSI NELLA PRESENTE GRADUATORIA SONO DETERMINATI NEL SEGUENTE MODO: 1) PER I DOCENTI GIA' TITOLARI SULLA

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO AMBITO VII - PROVINCIA DI TERAMO

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO AMBITO VII - PROVINCIA DI TERAMO A016 - COSTR. TECNOL. CECI EUSTACCHIO FAUSTO 15/09/1963 DOTAZIONE ORGANICA PROV. 114,00 UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO AMBITO VII - PROVINCIA DI TERAMO A017 DISCIPLINE ECONOMICO-AZIENDALI ABATUCCI

Dettagli

D E C R E T A 3 D ADDARIO TEODOLINDA AD01 ITC CASALBORDINO 5 DI BIASE LUCIA AD01 IM LANCIANO 6 DI BLASIO TERESA AD01 ITIS VASTO

D E C R E T A 3 D ADDARIO TEODOLINDA AD01 ITC CASALBORDINO 5 DI BIASE LUCIA AD01 IM LANCIANO 6 DI BLASIO TERESA AD01 ITIS VASTO Prot. n. AOOUSPCH2813 IL RESPONSABILE DELL UFFICIO VI VISTO il proprio atto n. 2462 del 22 luglio 2013, con il quale sono stati individuati i posti di sostegno agli alunni in situazione di handicap negli

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CHIETI

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CHIETI GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

Prov. Nas cita. Punte ggio. Data Nascita

Prov. Nas cita. Punte ggio. Data Nascita Graduatoria di Istituto III Fascia Personale Docente Scuola Secondaria di I Grado CEIC8AJ00D Data Produzione Graduatoria Cod. Cod In Class. cl. Po Descr. Classe di Concorso e di Tip Ri sto Conco o s Cognome

Dettagli

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Il giorno 23 del mese di aprile dell anno 2013,

Dettagli

ASSEGNAZIONE DOCENTI AI PLESSI, ALLE CLASSI, ALLE SEZIONI, ALLE DISCIPLINE

ASSEGNAZIONE DOCENTI AI PLESSI, ALLE CLASSI, ALLE SEZIONI, ALLE DISCIPLINE A.S. 2013-14 ASSEGNAZIONE DOCENTI AI PLESSI, ALLE CLASSI, ALLE SEZIONI, ALLE DISCIPLINE SCUOLA INFANZIA COLLE INNAMORATI Doc. curricolari Sostegno IRC Sezione A Cattelan Cristina Ranieri Paola (antimer.)

Dettagli

Tip olo gia Gr. Cod. Tip o. Incl. Ris

Tip olo gia Gr. Cod. Tip o. Incl. Ris Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Infanzia BRIC82200P- SECONDO ISTITUTO COMPRENSIVO-SAN VITO DEI NORMANNI Data Produzione Graduatoria Provvisoria: 30/09/2014 Tipo Posto Cod. Tip

Dettagli

DETERMINAZIONE N 1 DEL 2009

DETERMINAZIONE N 1 DEL 2009 Oggetto: approvazione graduatoria finale della selezione pubblica per titoli per il reperimento di figure professionali necessarie al funzionamento dell ufficio di Piano e per attività e servizi previsti

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

COGNOME NOME DATA NASCITA PRV NASCITA PUNT. UTI PUNT. EXTIT SCUOLA DI RICONF. COD. PREC CAMPORESE MARIA 27/02/1956 SA 0,00 0,00 SISD00201T

COGNOME NOME DATA NASCITA PRV NASCITA PUNT. UTI PUNT. EXTIT SCUOLA DI RICONF. COD. PREC CAMPORESE MARIA 27/02/1956 SA 0,00 0,00 SISD00201T INDIVIDUARE IL PERSONALE DOCENTE DA UTILIZZARE PAG. 1 CLASSE DI CONCORSO:A017 DISCIPLINE ECONOMICO AZIENDALI ANZIVINO MARILENA 07/12/1968 FG 30,00 0,00 CAMPORESE MARIA 27/02/1956 SA 0,00 0,00 SISD00201T

Dettagli

A012 PORRECA Patrizia A058-A060-A074 Pisticci 101 95 95 DOP. A016 COLLETTA Olga Ren. A072- Sostegno Policoro 46 40 Senza sede

A012 PORRECA Patrizia A058-A060-A074 Pisticci 101 95 95 DOP. A016 COLLETTA Olga Ren. A072- Sostegno Policoro 46 40 Senza sede Altra Classe di Sede e A012 PORRECA Patrizia A058-A060-A074 Pisticci 101 95 95 DOP A016 COLLETTA Olga Ren. A072- Sostegno Policoro 46 40 Senza sede A017 GAUDIANO Domenico A039 ITC"Ol."MT 299 Matera 305

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE 25 foto di Sophie Anne Herin GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ALTRE PAROLE PER DIRLO Diamo corpo e parola alla forza delle donne Libere di scegliere Libere di desiderare Libere di

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

CULTURA DELLA LEGALITA' E DELL'ETICA ALL'INTERNO DELL'UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PALERMO: IL RUOLO DEI CODICI DI COMPORTAMENTO" Calendario lezioni

CULTURA DELLA LEGALITA' E DELL'ETICA ALL'INTERNO DELL'UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PALERMO: IL RUOLO DEI CODICI DI COMPORTAMENTO Calendario lezioni CULTURA DELLA LEGALITA' E DELL'ETICA ALL'INTERNO DELL'UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PALERMO: IL RUOLO DEI CODICI DI COMPORTAMENTO" Calendario lezioni 1 Dicembre dalle ore 9,00 alle ore 13,00 Aula Magna Scuola

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Progetti POF 2013-2014

Progetti POF 2013-2014 Infanzia PITEGLIO Apolito Teresa Pellegrineschi Marzia Zini Miriam Rappresentiamo le feste I frutti del bosco Il girotondo della salute Infanzia CUTIGLIANO Ferrari Sandra Infanzia S.MARCELLO Lori Melani

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA PUGLIA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : FOGGIA

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA PUGLIA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : FOGGIA GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

Elenco candidati ammessi al collquio per il conferimento dell'incarico di responsabile Ufficio "Stampa" (Determinazione n. 117 del 25/02/2014)

Elenco candidati ammessi al collquio per il conferimento dell'incarico di responsabile Ufficio Stampa (Determinazione n. 117 del 25/02/2014) Elenco candidati ammessi al collquio per il conferimento dell'incarico di responsabile Ufficio "Stampa" (Determinazione n. 117 del 25/02/2014) Caschera Finanzio AMMESSO De Ritis Gianni AMMESSO Degl'Innocenti

Dettagli

GRADUATORIA DOCENTI DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE (GIA' D.O.P.) - SCUOLA SECONDARIA II GRADO NOTA ESPLICATIVA

GRADUATORIA DOCENTI DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE (GIA' D.O.P.) - SCUOLA SECONDARIA II GRADO NOTA ESPLICATIVA INDIVIDUARE IL PERSONALE DOCENTE DA UTILIZZARE PAG. 1 NOTA ESPLICATIVA I PUNTEGGI PER I DOCENTI INCLUSI NELLA PRESENTE GRADUATORIA SONO DETERMINATI NEL SEGUENTE MODO: 1) PER I DOCENTI GIA' TITOLARI SULLA

Dettagli

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Ufficio XVI - Ambito territoriale per la provincia di Reggio Emilia Ufficio Educazione Fisica e Sportiva ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Prof. PAOLO SECLÌ Docente di Attività motoria per l età evolutiva

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014/2015. CLASSE - 4^A MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA (elettr./elettronico) MATERIA D INSEGNAMENTO

ANNO SCOLASTICO 2014/2015. CLASSE - 4^A MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA (elettr./elettronico) MATERIA D INSEGNAMENTO CLASSE - 4^A MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA (elettr./elettronico) BATTAGLIA FRANCESCO MATEMATICA Giovedì / 08.58 09.56 CECCHINI ANTONELLA INGLESE Riceve su appuntamento CEOTTO PIETRO TECN MECC ed APPLIC

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) 1 LA LUCE NELLA STORIA Nell antica Grecia c era chi (i pitagorici) pensavano che ci fossero dei fili sottili che partono dagli

Dettagli

4 (01:35:20) (2-91) CUS BARI(A) Binetti Saverio Boccuto Alberto Altamura Dionisio Piromallo Alfonso Giampietro Giovann +0:1:60

4 (01:35:20) (2-91) CUS BARI(A) Binetti Saverio Boccuto Alberto Altamura Dionisio Piromallo Alfonso Giampietro Giovann +0:1:60 GARA 3 del 22 Ore 15:00 QUATTRO CON Senior A M Finale 1 CAMPIONATI UNIVERSITARI MONATE (Codice 7 mt.500 N.Eq. 6 N.Isc. 6) 1 (01:33:60) (4-55) Wurzel Marius (1) Casetti Andrea (1) Palma Jacopo (2) Banti

Dettagli

CLASSE DI CONCORSO:A019 DISCIPLINE GIURIDICHE ED ECONOMIC. CLASSE DI CONCORSO:A024 DISEGNO E STORIA DEL COSTUME

CLASSE DI CONCORSO:A019 DISCIPLINE GIURIDICHE ED ECONOMIC. CLASSE DI CONCORSO:A024 DISEGNO E STORIA DEL COSTUME CLASSE DI CONCORSO:A017 DISCIPLINE ECONOMICO-AZIENDALI BARONI SILVANA 06/03/1962 VV 262,00 C D DI VITO GREGORIO 12/09/1957 VV 193,00 C D DRAMISSINO ROSALBA 07/06/1960 CS 176,00 C D ** FIAMINGO ANTONIA

Dettagli

GO FAR! Comenius Regio Project. La matematica ci fa andare lontano

GO FAR! Comenius Regio Project. La matematica ci fa andare lontano GO FAR! Comenius Regio Project La matematica ci fa andare lontano MA QUALE DISTANZA? IL PARTERNARIATO ITALIANO USR-EMILIA ROMAGNA DS Rosanna Rossi Coordinator Prof. Annalisa Martini Collaborator Dr. Monica

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Ufficio XIII - Cremona Prot. MIUR AOO USPCR RU/5402 Cremona, 30 Agosto 2012 IL DIRIGENTE VISTO il

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

MANIF.QUALIFICAZIONE AI CAMPIONATI ITALIANI

MANIF.QUALIFICAZIONE AI CAMPIONATI ITALIANI Grottammare - 05/12/2010 RIEPILOGO 100 Farfalla Assoluti Maschile - Serie 1) GUERRIERI Emanuele 93 RARI NANTES MARCHE 1'0153 2) IACOPONI Jacopo 94 DELPHINIA TEAM PICENO 1'0362 3) CAMPANELLA Matteo 95 VELA

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE PER LA PROVINCIA DI PESCARA

AMBITO TERRITORIALE PER LA PROVINCIA DI PESCARA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale ABRUZZO Ufficio V AMBITO TERRITORIALE PER LA PROVINCIA DI PESCARA Prot.n 4580 Pescara, 25 agosto 2010 I L RESPONSABILE

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO Report Progetto ERGO VALUTO SUM PON Valutazione e miglioramento (Codice 1-3-FSE-2009-3) Anno Scolastico 2012-2013 Relatore

Dettagli

LICEO GINNASIO "I. KANT" IV A V A. Composizione Consigli di Classe A.S. 2011-12. Classe: CINTI MARIA CARLA. Italiano GALLORO FELICIA.

LICEO GINNASIO I. KANT IV A V A. Composizione Consigli di Classe A.S. 2011-12. Classe: CINTI MARIA CARLA. Italiano GALLORO FELICIA. LICEO GINNASIO "I. KANT" Composizione Consigli di Classe A.S. 2011-12 IV A CINTI MARIA CARLA GALLORO FELICIA CINTI MARIA CARLA CINTI MARIA CARLA TEDESCHINI ALESSANDRA CRISTOFORI PAOLA MATTONI ANNAMARIA

Dettagli

INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO

INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO Area Affari Generali Servizio Società Partecipate INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO Di seguito si riportano i dati relativi alle partecipazioni in società

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER GEOMETRI

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER GEOMETRI Classe : 1AG GEOMETRI "PROG. 5" FEDELE ALEX GARIANO FRANCESCO MENICHINI FEDERICO PARDOSSI LORENZO PIRROTTINA GIACOMO TERRENI FEDERICO MATEMATICA E INFORM. MATEMATICA E INFORM. MATEMATICA E INFORM. MATEMATICA

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA BASILICATA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : MATERA

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA BASILICATA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : MATERA GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

L IMMAGINE CHE NON C ERA

L IMMAGINE CHE NON C ERA L IMMAGINE CHE NON C ERA SEZIONE SCIENTIFICA DEL CONCORSO LA PAGINA CHE NON C ERA BANDO DELLA II EDIZIONE Se è vero che un'immagine può essere più esplicativa di tante parole, allora perché non provare

Dettagli

PUNT. TOT. DICHIARATO PREC.

PUNT. TOT. DICHIARATO PREC. 1 A016 NUCIFORA LAURA 24/06/1962 205,00 ITG JUVARA SIRACUSA 1 A018 LASAGNA GIORGIO 11/09/1956 DOP 200,00 LIC.ART. NOTO 2 A018 GULINO MARIA TERESA 06/08/1961 DOP 118,00 LIC.ART. LENTINI 3 A018 INTERLANDI

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Prot. n. 1256 Foggia, 19.03.2013

Prot. n. 1256 Foggia, 19.03.2013 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Ufficio Scolastico Regionale per la PUGLIA Direzione Generale Ufficio Scolastico Provinciale di FOGGIA Unità Amministrativa 5 Istruzione Secondaria

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

XVI COPPA 4 STILI CITTA' DI TRENTO - pomeriggio

XVI COPPA 4 STILI CITTA' DI TRENTO - pomeriggio Trento dal 27/05/2012 al 27/05/2012 RIEPILOGO 100 Dorso Esordienti A Femminile - Serie 1) DONINI Valentina 00 RARI NANTES TRENTO 1'125 2) BAZZANELLA Chiara 00 2001 TEAM ASD - ROVER 1'153 3) CRISTOFALETTI

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

IL GRUPPO DI LAVORO E GLI AUTORI DEGLI APPROFONDIMENTI

IL GRUPPO DI LAVORO E GLI AUTORI DEGLI APPROFONDIMENTI IL GRUPPO DI LAVORO E GLI AUTORI DEGLI APPROFONDIMENTI ALLEGATO II 1 0 R A P P O R T O S U L L A F O R M A Z I O N E N E L L A P A : I L G R U P P O D I L A V O R O E G L I A U T O R I D E G L I A P P

Dettagli

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Relatore: Prof.ssa Chiara Frassineti, genitore e insegnante Il rapporto tra genitori e ragazzo (studente)

Dettagli

Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co. Pr ef er.

Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co. Pr ef er. Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co Tipo d. Incl. Po Posto Tip o Ris sto Cognome Nome Data Nascita Prov.

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL PIEMONTE UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CUNEO

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL PIEMONTE UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CUNEO GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

Ente: ALBANO SANT'ALESSANDRO Sede: 35975 ALBANO SAN ALESSANDRO Posti richiesti: 1. Cognome Nome Esito

Ente: ALBANO SANT'ALESSANDRO Sede: 35975 ALBANO SAN ALESSANDRO Posti richiesti: 1. Cognome Nome Esito ========================================================== Progetto: BERGAMO E IL SUO TERRITORIO: UN ANNO DI SERVIZIO CIVILE NELL'AREA CULTURALE 2012 Codice progetto: R03NZ0050413100748NR03 ==========================================================

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

1 - via Botticelli 11/15(ACCETTATO) 2 - VIA SCOTELLARO 19(CANCELLATO PER ACCETTAZIONE) 1 - via Botticelli 11/15(ACCETTATO) 2 - via Paisiello 42

1 - via Botticelli 11/15(ACCETTATO) 2 - VIA SCOTELLARO 19(CANCELLATO PER ACCETTAZIONE) 1 - via Botticelli 11/15(ACCETTATO) 2 - via Paisiello 42 SCUOLA : via Botticelli /5 P.C. S. Giuseppe lavoratore / 00555 ANNO SCOLASTICO : 05/06 DATA GRADUATORIA : 30/03/05 PUBBLICATA Ver. 0 FASCIA DI ETA' DAL : 0/0/00 AL : 3//0 PRIORITA' ASSOLUTA 30/08/0 690

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA ISTITUTO COMPRENSIVO C. LEVI MANIACE RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1 AUTOANALISI D ISTITUTO Anno scolastico 2012/2013 RELAZIONE In data

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

---------------- Ufficio Stampa

---------------- Ufficio Stampa Ufficio Stampa Presentazione del libro TeatrOpera: Esperimenti Scenici di Maria Grazia Pani Concerto spettacolo con voce recitante, soprani, tenore e pianoforte 11 maggio 2015 Teatro Sociale ----------------

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

ricongiungim. altri Barbini Beatrice 02.03.1959 6 Grosseto ITC Albinia Guerrini Cristina 28.06.1969 6 Castell Azzara IC Albinia Altro ruolo

ricongiungim. altri Barbini Beatrice 02.03.1959 6 Grosseto ITC Albinia Guerrini Cristina 28.06.1969 6 Castell Azzara IC Albinia Altro ruolo Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Ufficio XI Ambito territoriale della provincia di Grosseto ASSEGNAZIONE PROVVISORIA PROVINCIALE 17/A

Dettagli

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale CDS Master Organizzazione: Trionfo Ligure - Genova RISULTATI 100 METRI MASTER F Serie Unica VILLA GENTILE - 18 Maggio 2013 Ora Inizio: 16:26 - Vento: +0.4 1 4

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli