LE PAROLE DEL CINEMA. Animazione È la tecnica che impiega disegni al posto dei fotogrammi.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LE PAROLE DEL CINEMA. Animazione È la tecnica che impiega disegni al posto dei fotogrammi."

Transcript

1 LE PAROLE DEL CINEMA Accelerazione È la tecnica grazie alla quale le immagini sullo schermo si presentano accelerate; è usata in particolare nei film muti o comici. Si realizza riprendendo una scena a velocità ridotta e proiettando poi la pellicola a velocità normale. Angolazione Indica la collocazione nello spazio della macchina da presa rispetto a ciò che viene filmato. Può essere orizzontale, obliqua dal basso o dall alto, verticale verso l alto o verso il basso. Animazione È la tecnica che impiega disegni al posto dei fotogrammi. Campo/Controcampo E uno specifico tipo di montaggio, fondato su un inquadratura che segue un altra, invertendone il punto di vista. Si usa spesso per riprodurre un dialogo tra due personaggi, alternando l inquadratura dell uno o dell altro. Campo di ripresa È la porzione di spazio che l obiettivo è in grado di riprendere. Si distingue nel modo seguente: Campo Medio (CM): le figure sono riprodotte per intero, mentre l ambiente è relegato sullo sfondo Campo Lungo (CL): la visione racchiude uno spazio ampio, con figure che comunque si possono distinguere Campo Lunghissimo (CLL): la visione racchiude il maggior spazio possibile Campo Totale (CT): l intero ambiente o tutti i personaggi sono colti in un unica inquadratura. Carrellata Indica lo spostamento della macchina da presa che permetto di riprendere un azione in movimento; la cinepresa di solito viene montata su un carrello o su un veicolo. Si possono distinguere varie possibilità: Carrellata in avanti: si avvicina al soggetto, mettendolo in evidenza Carrellata indietro: si allontana dal soggetto, reinserendolo all interno dell ambiente Carrellata laterale: la macchina da presa si muove parallelamente al soggetto, seguendone il movimento Carrellata verticale: la cinepresa si muove parallelamente al soggetto, ma in senso verticale Carrellata circolare: la macchina si muove attorno al soggetto, con un movimento circolare Cast È l insieme degli attori che partecipano alla realizzazione di un film.

2 Ciak È una lavagnetta provvista di due assicelle su cui sono annotati il titolo del film e il numero della ripresa; è usata all inizio di ogni ripresa, facendo battere le assicelle (da qui il nome) per avere un segnale sonoro che, assieme alle indicazioni scritte, permette di sincronizzare immagini e suoni nel momento del montaggio del film. Ciacchista: è la persona che batte il ciak, carica la videocamera con la cassetta e controlla le batterie. Colonna sonora È la registrazione degli elementi sonori del film: parlato, rumori e musica; è fissata su una banda magnetica su un margine della pellicola. Comparsa È un interprete senza rilievo, utilizzato di solito nelle scene di massa. Controfigura (termine inglese: Stuntman) È una persona utilizzata per sostituire un attore principale, in particolare nelle scene pericolose. Controcampo. Mostra la reazione di qualcuno a ciò che è stato detto, o fatto, da un interlocutore nell inquadratura precedente. Controluce Indica l inquadratura di un soggetto posto tra una sorgente luminosa e la macchina da presa, con un effetto che ne accentua i contorni. Copione È la stesura definitiva della sceneggiatura di un film per quanto riguarda le indicazioni (battute e gesti) che devono seguire gli attori nelle varie scene. Cortometraggio È un film breve, solitamente di durata inferiore a 70 minuti. Diaframma È la parte meccanica dell obiettivo che consente di regolare la quantità di luce che va a colpire la pellicola. Didascalia È una scritta che appare tra un immagine e un altra o sopra la stessa immagine; usata di solito nei film muti per descrivere i dialoghi tra i personaggi; nei film sonori serve a denotare cambiamenti di spazio o di tempo Direttore della fotografia Insieme agli operatori esegue le riprese ed è responsabile dell illuminazione, delle inquadrature, degli effetti visivi. Dissolvenza È un elemento del montaggio e della punteggiatura di un film, consentendo un passaggio sfumato da un inquadratura all altra. Si possono distinguere diversi tipi: Dissolvenza in apertura: consiste nel progressivo emergere dell immagine sullo schermo

3 Dissolvenza in chiusura: consiste nel progressivo scomparire dell immagine sullo schermo, che diventa così totalmente nero (o talvolta totalmente bianco) Dissolvenza incrociata: si realizza sovrapponendo due immagini, l ultima di una sequenza con la prima della sequenza successiva, in modo che per un breve momento si possono vedere entrambe Dolly È un carrello, dotato di una gru mobile, su cui viene montata la macchina da presa per realizzare una ripresa. Doppiaggio È il procedimento che consiste nel sovrapporre alla voce originale degli attori nuovi dialoghi tradotti, generalmente in un altra lingua, grazie alla voce di altri attori (doppiatori). Effetti speciali Il termine indica gli artifici usati nel cinema per simulare un evento o una situazione difficile, pericolosa, spettacolare o del tutto irrealizzabile nella realtà. Si possono distinguere: Effetti fisici o meccanici: trucchi preparati prima della ripresa, mediante controfigure, manichini, modellini Effetti cinematografici: manipolano le riprese o la stampa della pellicola (accelerazione, ralenti, viraggio ) Effetti sonori: registrazione di rumori artificiali che vengono sovrapposti alle immagini in sede di montaggio Effetti elettronici: manipolazione di riprese normali o realizzazione nuova di immagini grazie al computer. Fermofotogramma È la tecnica di montaggio grazie alla quale un fotogramma viene ristampato più volte, ottenendo sullo schermo un immagine immobile, come se si trattasse di una fotografia. Flash-back È il procedimento narrativo che consiste nell alterazione dell ordine cronologico di una vicenda, attraverso la rievocazione di un evento del passato nel presente della narrazione. In genere è annunciato da una voce fuori campo o da procedimenti ottici come dissolvenze o sfumature. Si possono distinguere quattro tipi: Flash-back intrecciato: una serie di flash-back coinvolge diversi personaggi che rievocano lo stesso evento Flash-back narrativo: imposta l intera narrazione: la storia inizia dal suo epilogo e rimanda poi ad eventi passati Flash-back artistico: rievocazione di un passato non propriamente reale (ricordo deformato, sogno ) Flash-back traumatico: mostra il riaffiorare dal subconscio di un ricordo che era stato cancellato. Flash-forward È il procedimento narrativo che consiste nell anticipazione di un evento futuro nel presente narrativo. Fonico È il tecnico incaricato della registrazione dei dialoghi e dei suoni e in generale degli elementi sonori del film.

4 Fotogramma È l immagine fotografica fissa che viene proiettata alla frequenza di 24 fotogrammi al secondo, dando così la sensazione ottica del movimento. Formato È la dimensione della pellicola cinematografica misurata in millimetri. I formati più comuni sono oggi il 35 mm e il 70 mm; il formato 16 mm, frequente nella diffusione delle pellicole nei decenni passati, è oggi in disuso. Fuoco (messa a) Indica la regolazione dell obiettivo della macchina da presa fino ad ottenere un immagine nitida; la scelta del fuori fuoco in alcune immagini può essere motivata da scelte di regia. Fuori campo (termine inglese: Off) Indica ogni componente (immagine o suono) che è fuori dal campo visivo dell inquadratura, pur essendo una parte essenziale della scena. Giraffa È il carrello con un braccio allungabile usato per sollevare il microfono, perché non sia visibile nell inquadratura. Inquadratura È composta da un azione compresa tra l inizio e la fine di una stessa ripresa, senza alcuna interruzione. In rapporto ai movimenti di macchina oppure al punto di vista si possono distinguere diversi tipi: Inquadratura fissa: la macchina da presa è ferma Inquadratura mobile: la macchina da presa è in movimento Inquadratura frontale: la macchina da presa è perpendicolare rispetto al soggetto Inquadratura oggettiva: il soggetto è rappresentato in modo diretto, senza alcuna mediazione di sguardo Inquadratura soggettiva: la macchina da presa riprende un azione attraverso gli occhi di un personaggio Inserto Il termine indica una breve ripresa di un determinato oggetto (orologio, lettera, giornale ) che serve a spiegare una sequenza, collocandola nel tempo o in relazione alla vicenda narrata. Lungometraggio Indica un film di lunghezza normale, la cui pellicola supera i 1500 metri e la cui durata è superiore ai 70 minuti. Macchina da presa (forma abbreviata: mdp) È la macchina con cui si effettuano le riprese cinematografiche; le sue componenti essenziali sono: obiettivo, otturatore, motore per l avanzamento della pellicola e camera oscura. Macchinista. È la persona responsabile dei movimenti della macchina da presa e dell attrezzatura ad essa collegata.

5 Microfonista. Tiene il microfono accanto agli attori, il microfono è attaccato all estremità di un lungo palo (giraffa). Missaggio È l operazione con la quale si fondono le tre piste sonore preregistrate: musiche, dialoghi e rumori. Montaggio In senso tecnico, consiste nel congiungimento delle varie inquadrature, secondo una successione narrativa prevista. Accostando immagini e suoni permette di organizzare il tempo e lo spazio e di dare senso alla narrazione, con scelte particolari, tra le quali si possono segnalare: Montaggio alternato: accostamento di due situazioni di per sé indipendenti Montaggio parallelo: sottolineatura della contemporaneità di due azioni. Motore! Viene detto dall operatore per avvertire che la macchina è partita. Movimenti di macchina Sono gli spostamenti della macchina da presa durante le riprese, in modo da determinare effetti significativi per la narrazione. I principali movimenti di macchina sono la carrellata e la panoramica. Moviola È l apparecchio, usato nel montaggio del film, che permette lo scorrimento della pellicola fotogramma per fotogramma. Obiettivo È il sistema ottico della macchina da presa, costituito da lenti. Si classificano per lunghezza focale e tipo: Obiettivo grandangolare: ha lunghezza focale inferiore ai 35 mm; permette un campo visivo molto ampio Obiettivo normale: la lunghezza focale è di circa 50 mm, pari a quella dell occhio umano Obiettivo lungofocale o teleobiettivo: ha lunghezza focale oltre i 70 mm; permette la ripresa di soggetti lontani Operatore È il tecnico responsabile delle riprese visive. Panoramica È il movimento della macchina da presa che resta fissa su un perno ma che compie una rotazione attorno al proprio asse, in senso orizzontale, verticale o obliquo. Pellicola (termine inglese: Film) È il supporto di celluloide, ricoperto di una gelatina sensibile alla luce, sul quale vengono impresse le immagini. Piano di ripresa È la porzione di spazio che l obiettivo riprende in relazione alla figura umana; varia a seconda della distanza dal soggetto. Si distinguono vari piani: Dettaglio: particolare di un oggetto o del corpo umano che occupa interamente un inquadratura Primissimo piano (PPP): è inquadrato solo il volto

6 Primo piano (PP): la figura umana è inquadrata dalle spalle in su Piano medio (PM): la figura umana è inquadrata dalla vita in su Piano americano (PA): la figura umana è inquadrata dal ginocchio in su Figura intera (FI): il soggetto è interamente inquadrato. Piano sequenza È la ripresa di un inquadratura senza alcuna interruzione, cioè senza stacchi di montaggio, dissolvenze o altri elementi di discontinuità. Pre-produzione. La fase di scrittura, pianificazione ed organizzazione delle riprese del film. Presa diretta È la tecnica di registrazione della colonna sonora del film grazie alla quale dialoghi e suoni sono registrati nel momento stesso in cui vengono riprese le scene. Produzione Indica l insieme delle attività economiche e amministrative riguardanti la creazione di un film. Profondità di campo È l accorgimento ottico che permette di mettere a fuoco più soggetti in profondità all interno di una stessa inquadratura. Post-produzione: È la fase che segue le riprese del film: motaggio, distribuzione, lancio pubblicitario.. Raccordo È l elemento di continuità tra due inquadrature che rende meno evidente l operazione del montaggio (esempi: le angolazioni di ripresa, la velocità del movimento ) Ralenti Il termine indica l effetto per cui le immagini appaiono rallentate. Si ottiene riprendendo una scena a velocità accelerata e proiettando poi la pellicola a velocità normale. Regia È il lavoro di coordinamento artistico e tecnico che si compie per la realizzazione di un film. Di fatto il regista è la figura più importante nella lavorazione di un film, del quale viene considerato il vero e proprio autore. Ripresa È la registrazione ottica di una scena; di solito viene eseguita più volte per scegliere la migliore in fase di montaggio. Scena All interno di una sequenza, è l insieme delle inquadrature nella stessa unità di spazio e di tempo. Sceneggiatura È la descrizione dettagliata di tutte le scene che compongono un film, riportando i dialoghi, gli effetti sonori, le ambientazioni, le espressioni e i gesti degli attori, i movimenti di macchina e tutto ciò che serve alla realizzazione del film.

7 Scenografia È tutto ciò che viene costruito o adattato per la realizzazione dl film: fondali, edifici, paesaggi Sequenza È la serie delle inquadrature che sono tenute insieme da un omogeneità narrativa per quanto riguarda lo spazio, il tempo e l azione. Set È il luogo in cui si gira il film, sia negli interni che negli esterni. Sincronismo È l esatta coincidenza tra suono e immagine; l asincronismo è la mancanza di tale coincidenza. Soggetto È la storia narrata nel film: può essere originale, cioè concepita direttamente per il cinema, o può derivare dalla trasposizione e l adattamento di un opera letteraria o teatrale o altro. Sottotitolo È la serie di parole che appaiono in sovrimpressione nella parte inferiore del fotogramma; in genere serve per tradurre in un altra lingua la voce originale, quando il film non è doppiato. Stacco È il passaggio che segna un mutamento netto da un inquadratura all altra; nel montaggio rappresenta il più semplice segno di interpunzione filmica. Steadycam È una speciale macchina da presa dotata di ammortizzatori e sistemata sul corpo dell operatore; permette di effettuare riprese complesse e molto fluide. Story board. Si compone dei disegni, simili a vignette, delle singole inquadrature del film. Titoli Sono le scritte che di solito compaiono all inizio (titoli di testa) e alla fine (titoli di coda) del film. Indicano il titolo del film stesso e forniscono informazioni sul cast, sugli autori, sui tecnici e su altri elementi dell opera. Troupe Indica l insieme di tutti i collaboratori (attori, tecnici ) che con il regista realizzano un film. Viraggio È il procedimento tecnico di stampa che permette di trasformare le tonalità dei colori nelle immagini del film. Zoom È l obiettivo che permette di variare la focale, consentendo di allontanare o avvicinare il soggetto inquadrato, senza lo spostamento della macchina da presa.

Esempio di sceneggiatura: spot di 30 Trova l errore. Bobbio 2.0

Esempio di sceneggiatura: spot di 30 Trova l errore. Bobbio 2.0 Esempio di sceneggiatura: spot di 30 Trova l errore Le inquadrature Come accade per il cinema scrivere uno spot significa scrivere per immagini. In ogni paragrafo di sceneggiatura va indicata l inquadratura

Dettagli

Codici e sottocodici cinematografici

Codici e sottocodici cinematografici Codici e sottocodici cinematografici Cenni di un analisi semiotica del testo audiovisivo Premesse generali Concetto di COMUNICAZIONE SIGNIFICANTE E SIGNIFICATO Il concetto di CODICE Aspetto denotativo

Dettagli

Capitolo 1. La realizzazione di un film: la troupe

Capitolo 1. La realizzazione di un film: la troupe Capitolo 1 La realizzazione di un film: la troupe LA REALIZZAZIONE DI UN FILM Giuseppe Bertolucci racconta Le tre scritture del cinema LA REALIZZAZIONE DI UN FILM - Le tre scritture del cinema - PRE-PRODUZIONE

Dettagli

LA MATERIA DEI SOGNI

LA MATERIA DEI SOGNI Cineforum della formica Stagione 2012-2013 www.cineformica.org LA MATERIA DEI SOGNI Lezioni video-guidate + proiezioni per imparare a leggere un film Aula Magna SACMI Istituto delle Scienze Oncologiche,

Dettagli

Lunghezza ocale. Donato Di Bello

Lunghezza ocale. Donato Di Bello F Lunghezza ocale Donato Di Bello Cinepresa, telecamera, macchina fotografica: tre strumenti tecnologici che utilizziamo per registrare la realtà intorno a noi o per trasformare in immagini la nostra fantasia.

Dettagli

Come si realizza uno spot pubblicitario

Come si realizza uno spot pubblicitario Come si realizza uno spot pubblicitario La realizzazione di uno spot si compone principalmente di quattro fasi: 1. Pre-produzione: la fase di scrittura 2. Lavorazione: le riprese 3. Post-produzione: il

Dettagli

Capitolo 4. L inquadratura: lo spazio della visione

Capitolo 4. L inquadratura: lo spazio della visione Capitolo 4 L inquadratura: lo spazio della visione OGGETTIVA (neutrale) LO SPAZIO FILMICO INQUADRATURA La porzione di realtà (quadro) che è ripresa nell immagine SOGGETTIVA (il punto di vista del personaggio)

Dettagli

INTRODUZIONE AL VIDEOMAKING PARTE II: LA POSTPRODUZIONE

INTRODUZIONE AL VIDEOMAKING PARTE II: LA POSTPRODUZIONE INTRODUZIONE AL VIDEOMAKING PARTE II: LA POSTPRODUZIONE PROGRAMMA 10.15 11.30 Teoria del montaggio 11.30 13.00 Cinetecnica: uso di AVS editor 13.00 14.00 Pausa pranzo 14.00 17.30 Laboratorio: montaggio

Dettagli

BREVISSIMO CORSO DI CINEMA 2012 - Schrade Engineering

BREVISSIMO CORSO DI CINEMA 2012 - Schrade Engineering BREVISSIMO CORSO DI CINEMA 2012 - Schrade Engineering 1. Dall idea allo spettatore 1.1 L evoluzione del prodotto 1.1.1 Ideazione e scritture Un idea, opportunamente sviluppata e ampliata, può essere trasformata

Dettagli

DESCRIZIONE SINTETICA

DESCRIZIONE SINTETICA ALL A REGISTA DESCRIZIONE SINTETICA Il Regista è in grado di curare l'ideazione e la realizzazione di uno spettacolo dal vivo o di un opera coordinando il lavoro tecnico ed artistico di un gruppo di professionisti

Dettagli

oppure raccontare una storia su una sola pagina creando una tavola --> e ancora raccontare tutto su una sola striscia -->

oppure raccontare una storia su una sola pagina creando una tavola --> e ancora raccontare tutto su una sola striscia --> LA GRAMMATICA Il fumetto è una forma d'arte che unisce le regole della scrittura a quelle del disegno e le impiega per numerosi scopi: narrare, divertire, spaventare, inventare, commuovere...dando vita

Dettagli

PROGRAMMA MARTINA DALLA MURA

PROGRAMMA MARTINA DALLA MURA PROGRAMMA MARTINA DALLA MURA Elementi di grammatica audiovisiva Inquadrature e montaggio Visione e analisi di varie tipologie di video e di montaggi. Generi e stili dell audiovisivo: analisi delle caratteristiche.

Dettagli

RELAZIONE FINALE PROGETTO MICHELANGELO ISTITUTO STATALE D'ARTE "LUIGI RUSSO" MONOPOLI. Cinematografia (Laboratorio di Video e Televisione)

RELAZIONE FINALE PROGETTO MICHELANGELO ISTITUTO STATALE D'ARTE LUIGI RUSSO MONOPOLI. Cinematografia (Laboratorio di Video e Televisione) ISTITUTO STATALE D'ARTE "LUIGI RUSSO" MONOPOLI PROGETTO MICHELANGELO RELAZIONE FINALE anno scolastico 2008/2009 MATERIA DI INSEGNAMENTO INSEGNANTE CLASSE Arte della Fotografia e Cinematografia (Laboratorio

Dettagli

UNITÀ DIDATTICA IDEATA DA CLAUDIA GASPERONI E REALIZZATA NELL AMBITO DELLE ATTIVITÀ PER L INTEGRAZIONE

UNITÀ DIDATTICA IDEATA DA CLAUDIA GASPERONI E REALIZZATA NELL AMBITO DELLE ATTIVITÀ PER L INTEGRAZIONE UNITÀ DIDATTICA IDEATA DA CLAUDIA GASPERONI E REALIZZATA NELL AMBITO DELLE ATTIVITÀ PER L INTEGRAZIONE SCUOLA MEDIA DI SERRAVALLE ANNO SCOLASTICO 2004-2005 1 IL FUMETTO HA CARATTERISTICHE PARTICOLARI CHE

Dettagli

www.pieropolidoro.it grammatica dell audiovisivo

www.pieropolidoro.it grammatica dell audiovisivo www.pieropolidoro.it grammatica dell audiovisivo Sommario 1.La segmentazione del testo e i tipi di sequenza 2.Inquadrature 3.Movimenti 4.Sonoro 5.Esempio ( Caccia a Ottobre Rosso ) Nota: queste slides

Dettagli

CLASSE 63/A - TECNICA DELLA RIPRESA CINEMATOGRAFICA E TELEVISIVA. Programma d'esame. Temi d'esame proposti in precedenti concorsi

CLASSE 63/A - TECNICA DELLA RIPRESA CINEMATOGRAFICA E TELEVISIVA. Programma d'esame. Temi d'esame proposti in precedenti concorsi CLASSE 63/A - TECNICA DELLA RIPRESA CINEMATOGRAFICA E TELEVISIVA Programma d'esame CLASSE 63/A - TECNICA DELLA RIPRESA CINEMATOGRAFICA E TELEVISIVA Temi d'esame proposti in precedenti concorsi CLASSE 63/A

Dettagli

Orietta Bay - Sestri Levante 2011

Orietta Bay - Sestri Levante 2011 Per -corso Orietta Bay - Sestri Levante 2011 Per -corso Fotografare è saper cogliere l essenza delle cose e degli avvenimenti e Scriverli con la luce La macchina fotografica Il cuore originario della

Dettagli

www.andreatorinesi.it

www.andreatorinesi.it La lunghezza focale Lunghezza focale Si definisce lunghezza focale la distanza tra il centro ottico dell'obiettivo (a infinito ) e il piano su cui si forma l'immagine (nel caso del digitale, il sensore).

Dettagli

Capitolo 6. Il montaggio: la grammatica del cinema

Capitolo 6. Il montaggio: la grammatica del cinema Capitolo 6 Il montaggio: la grammatica del cinema Frammentazione dello spazio DÉCOUPAGE LA GRAMMATICA DEL CINEMA IL MONTAGGIO Operazione che consiste nell unire la fine di una inquadratura con l inizio

Dettagli

La lente singola rimane ancora in uso nelle macchine più economiche e, entro certi limiti, dà dei risultati accettabili.

La lente singola rimane ancora in uso nelle macchine più economiche e, entro certi limiti, dà dei risultati accettabili. O.Welles usa in "Quarto potere" in modo magistrale la Profondità di Campo, in questo modo evita gli stacchi e un oggetto inquadrato riesce a mettere a ''fuoco'' anche ciò che c'è dietro - stesso uso magistrale

Dettagli

Dall analisi alla realizzazione Sceneggiatura, storyboard, studio dei personaggi, tavole.

Dall analisi alla realizzazione Sceneggiatura, storyboard, studio dei personaggi, tavole. Progettazione Fumetto e illustrazione Dall analisi alla realizzazione Sceneggiatura, storyboard, studio dei personaggi, tavole. La sceneggiatura La sceneggiatura è la scomposizione in scene del soggetto

Dettagli

Corso di Fotografia seconda lezione. Docente: Gianluca Bocci

Corso di Fotografia seconda lezione. Docente: Gianluca Bocci Corso di Fotografia seconda lezione Docente: Gianluca Bocci Elementi costitutivi di una fotografia: Soggetto Inquadratura Momento Esposizione Messa a fuoco 2 Soggetto: determina il genere ed in un certo

Dettagli

Cortomania. un viaggio alla scoperta della magia del cinema

Cortomania. un viaggio alla scoperta della magia del cinema Cortomania un viaggio alla scoperta della magia del cinema CORTOMANIA: ALLA SCOPERTA DELLA MAGIA DEL CINEMA ATTRAVERSO LABORATORI FINALIZZATI ALLA PRODUZIONE DI UN AUDIOVISIVO CON GRUPPI CLASSE La Cooperativa

Dettagli

Manuale del giovane Filmmaker

Manuale del giovane Filmmaker Manuale del giovane Filmmaker Doma il bullo 2011/2012 Corecom Lombardia - Manuale del giovane filmmaker Istruzioni per l uso In queste pagine potrai scoprire i principi fondamentali per realizzare un video

Dettagli

Corso integrato di Disegno e Rilievo dell'architettura B (12 cfu)

Corso integrato di Disegno e Rilievo dell'architettura B (12 cfu) Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria Dipartimento DArTe A.A. 2015-2016 - Corso di Laurea Magistrale in Architettura Corso integrato di Disegno e Rilievo dell'architettura B (12 cfu) condotto

Dettagli

ALLEGATO C Tipologie di spese ammissibili

ALLEGATO C Tipologie di spese ammissibili Concessione di aiuti alle PMI operanti nel settore della produzione cinematografica per la realizzazione di lungometraggi e cortometraggi di interesse regionale Programma Operativo FESR 2007/2013 Asse

Dettagli

OFFICINE. Corso di Produzione Cinematografica 7 incontro. La post-produzione

OFFICINE. Corso di Produzione Cinematografica 7 incontro. La post-produzione OFFICINE Corso di Produzione Cinematografica 7 incontro La post-produzione FILM FONTI DI FINANZIAMENTO PRODUZIONE Fondi pubblici Pre - produzione Fondi privati Produzione Coproduzioni Post - produzione

Dettagli

La foto di scena - G. Prisco

La foto di scena - G. Prisco Obiettivi e problematiche della foto di scena In pratica: quando si fotografa, e con quali attrezzature Documentare l evento: equilibrio tra fattori Un caso di studio: Dove andate, Softmachine? Una variante:

Dettagli

Il fumetto Creazione di storie per immagini

Il fumetto Creazione di storie per immagini Il fumetto Creazione di storie per immagini Introduzione Il fumetto è un linguaggio che a sua volta utilizza un linguaggio molto semplice. L efficacia di questo mezzo espressivo è resa dall equilibrio

Dettagli

LE MOSTRE DI "SCIENZA DELL'ARTE"

LE MOSTRE DI SCIENZA DELL'ARTE LE MOSTRE "SCIENZA DELL'ARTE" "SDA SPETTACOLO" SCUOLA RECITAZIONE E REGIA Direttore: Marco Rossati Anno Scolastico 2009-2010 STIAMO PER INIZIARE I COLLOQUI E I PROVINI PER FORMARE IL CAST DE LE NOZZE FIGARO

Dettagli

Corso di fotografia digitale e cultura dell'immagine artistica

Corso di fotografia digitale e cultura dell'immagine artistica Corso di fotografia digitale e cultura dell'immagine artistica Un iniziativa: Fotosmart e Formazionefotografica Docenti: Angelo Moretti (prima parte e cultura dell'immagine artistica) Andrea Michelsanti

Dettagli

La regia del talk show

La regia del talk show La regia del talk show Letteralmente significa spettacolo della parola. Viene ereditato dagli USA. Il più celebre e il primo Talk Show (TS) italiano è il Maurizio Costanzo Show (1982). Il TS è l incontro

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SERVIZI CULTURALI E DI SPETTACOLO Processo Produzione visiva e dello spettacolo dal vivo Sequenza

Dettagli

REFLEX IN MODALITA' MANUALE

REFLEX IN MODALITA' MANUALE REFLEX IN MODALITA' MANUALE Perchè una macchina fotografica si chiama Reflex? Una macchina fotografica reflex sfrutta un meccanismo a specchio riflettente che permette al fotografo di vedere direttamente

Dettagli

Produzione di un Film

Produzione di un Film Produzione di un Film Si divide in due fasi fondamentali -Pre Produzione -Produzione o lavorazione Pre-Produzione - il Soggetto - il Trattamento / Sceneggiatura - il Breakdown -lo Storyboard Il soggetto

Dettagli

PON C1 L invisibile intorno a noi

PON C1 L invisibile intorno a noi Scuola Secondaria di I Grado MICHELANGELO - Bari PON C1 L invisibile intorno a noi Prof.ssa Anna Maria D Orazio Il MICROSCOPIO e uno strumento che consente di osservare oggetti di dimensioni tali da non

Dettagli

Trimestre. Cercare, scegliere e raccogliere informazioni da fonti diverse in funzione delle modalità comunicative e dei temi proposti

Trimestre. Cercare, scegliere e raccogliere informazioni da fonti diverse in funzione delle modalità comunicative e dei temi proposti Discipline audiovisivo Audiovisivo e multimediale Terzo anno Trimestre Mod 1: BREVE STORIA DELLA FOTOGRAFIA, dalla camera oscura alla macchina fotografica COMPETENZE NAZIONALI PECUP Avere approfondito

Dettagli

DRAMMATURGIA DELLA TELEVISIONE I Seminario

DRAMMATURGIA DELLA TELEVISIONE I Seminario DRAMMATURGIA DELLA TELEVISIONE I Seminario DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE, MEDIAZIONE NAZIONALE E FILIERA TELEVISIVA Lezione 2 Luca Barra luca.barra@unicatt.it @luca_barra Dove eravamo rimasti? Tra produzione

Dettagli

Lezione 15: Animazione

Lezione 15: Animazione Lezione 15: Animazione Informatica Multimediale Docente: Umberto Castellani Sommario Introduzione Origini Produrre animazioni Animazione tradizionale (2D) Animazione digitale 2D Animazione digitale 3D

Dettagli

L elemento fondamentale è l obiettivo, ovvero la lente o lo specchio che forniscono l immagine dell oggetto.

L elemento fondamentale è l obiettivo, ovvero la lente o lo specchio che forniscono l immagine dell oggetto. Il telescopio, è lo strumento ottico impiegato in astronomia, per osservare e studiare gli oggetti celesti. È generalmente separato in due componenti principali: una parte ottica (costituita dal tubo delle

Dettagli

Corso Biennale di Filmmaker

Corso Biennale di Filmmaker Corso Biennale di Filmmaker Cominciamo col descrivere il Corso di Istituzioni di Regia Cinematografica I e II Il corso di Istituzioni di Regia Cinematografica I e II si divide in due parti : 1) Grammatica

Dettagli

LA VIDEOCAMERA DIGITALE DI QUALITA BROADCAST

LA VIDEOCAMERA DIGITALE DI QUALITA BROADCAST LA VIDEOCAMERA DIGITALE DI QUALITA BROADCAST Canon XL1s: nata per soddisfare gli utenti più esigenti Canon è alla continua ricerca di sistemi in grado di offrire una qualità d immagine superiore. Da questa

Dettagli

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO Uno spot pubblicitario è formato da tre elementi principali: IMMAGINI MUSICA PAROLE L INFLUENZA DELLO SPOT SULLO SPETTATORE LE IMMAGINI Possono, anche tramite l'utilizzo

Dettagli

VADEMECUM PER RIPRESE VIDEO

VADEMECUM PER RIPRESE VIDEO VADEMECUM PER RIPRESE VIDEO Per promuovere una campagna di ascolto lo strumento migliore è sicuramente il video racconto. Il presente VADEMECUM fornisce alcune indicazioni tecniche e di regia, con l obiettivo

Dettagli

MOVIMENTI DI MACCHINA - QUARTO NUMERO Lo abbiamo ripetuto spesso, ed è un dato di fatto chiaro ed eloquente, che il Cinema, a differenza

MOVIMENTI DI MACCHINA - QUARTO NUMERO Lo abbiamo ripetuto spesso, ed è un dato di fatto chiaro ed eloquente, che il Cinema, a differenza MOVIMENTI DI MACCHINA - QUARTO NUMERO Lo abbiamo ripetuto spesso, ed è un dato di fatto chiaro ed eloquente, che il Cinema, a differenza della Fotografia o della Pittura è un Arte basata su immagini in

Dettagli

Traduzioni & Corsi di Lingue Udine. Via Cussignacco 27/4. P. IVA: 02159420302 tel/fax: 0432-229621 scuola@jmi.it

Traduzioni & Corsi di Lingue Udine. Via Cussignacco 27/4. P. IVA: 02159420302 tel/fax: 0432-229621 scuola@jmi.it APPUNTI PRIMO INCONTRO Sono passati quasi duecento anni dall invenzione dei primi strumenti in grado di registrare immagini ma si può dire che la fotocamera è costituita dagli stessi elementi basilari

Dettagli

Ciak a scuola a Castellammare di Stabia

Ciak a scuola a Castellammare di Stabia Il corso teorico/pratico CIAK A SCUOLA è orientato alla realizzazione di un cortometraggio di pochi minuti (da 2 a 8) in digitale, in modo da capire l intero processo della realizzazione di un filmato,

Dettagli

SE LA PIANTIAMO DI FAR A INIZIARE LA LEZIONE

SE LA PIANTIAMO DI FAR A INIZIARE LA LEZIONE HP 1a PARTE SE LA PIANTIAMO DI FAR CASINO FORSE attenzione! RIUSCIAMO A INIZIARE LA LEZIONE SE LA PIANTIAMO DI FAR CASINO FORSE attenzione! RIUSCIAMO A INIZIARE LA LEZIONE GRAZIE! PREMESSA Il fumetto è

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ORGANIZZAZIONE CURRICOLARE

SCUOLA PRIMARIA ORGANIZZAZIONE CURRICOLARE SCUOLA PRIMARIA ORGANIZZAZIONE CURRICOLARE ITALIANO termine della classe L alunno partecipa a scambi comunicativi con compagni e adulti. Legge e comprende brevi testi con correttezza e rapidità; dimostra

Dettagli

SCUOLA DI REGIA Brevi appunti per l apprendimento del Fare Cinema

SCUOLA DI REGIA Brevi appunti per l apprendimento del Fare Cinema SCUOLA DI REGIA Brevi appunti per l apprendimento del Fare Cinema Premessa LA PRE PRODUZIONE Il Soggetto - Trattamento La Sceneggiatura Lo Storyboard - Pianificazione La Struttura LA PRODUZIONE Le Riprese

Dettagli

CAP. A.1 A.2 A.3 A.4 A.5 A.6 A.7 A.8 A.9 A.10 A.11 A.12 A.13 A.14 A.15 A.16 A.17 A.18 A.19 A.20 A.21 A.22 A.23 A.24 A.25

CAP. A.1 A.2 A.3 A.4 A.5 A.6 A.7 A.8 A.9 A.10 A.11 A.12 A.13 A.14 A.15 A.16 A.17 A.18 A.19 A.20 A.21 A.22 A.23 A.24 A.25 Allegato 6 PREVENTIVO COSTI TITOLO Produzione: Regia: Organizzazione: Luogo: CAP. A.1 A.2 A.3 A.4 A.5 A.6 A.7 A.8 A.9 A.10 A.11 A.12 A.13 A.14 A.15 A.16 A.17 A.18 A.19 A.20 A.21 A.22 A.23 A.24 A.25 TOTALE

Dettagli

Moviementoon. www.moviementoon.it. Laboratorio sul cinema d animazione a cura di. Loris Gualdi & Marina La Torre

Moviementoon. www.moviementoon.it. Laboratorio sul cinema d animazione a cura di. Loris Gualdi & Marina La Torre Moviementoon Laboratorio sul cinema d animazione a cura di www.moviementoon.it Loris Gualdi & Marina La Torre Note introduttive Tempistiche di realizzazione, modelli proposti, tematiche e sviluppi possono

Dettagli

La sceneggiatura! cinematografica! Shelley Duvall, Jack Nicholson e Stanley Kubrick, tratto da Shining. Stadi del! processo creativo!

La sceneggiatura! cinematografica! Shelley Duvall, Jack Nicholson e Stanley Kubrick, tratto da Shining. Stadi del! processo creativo! La sceneggiatura! cinematografica! Shelley Duvall, Jack Nicholson e Stanley Kubrick, tratto da Shining Stadi del! processo creativo! Stadi del processo creativo : idea Che cos è la sceneggiatura?!

Dettagli

Introduzione all'animazione

Introduzione all'animazione Informatica Grafica I Introduzione all'animazione L'animazione Per animazione si indica generalmente quella forma di espressione che utilizza sequenze di immagini studiate per ricreare la sensazione di

Dettagli

STILL LIFE LIGHT PAINTING DIPINGERE CON LA LUCE

STILL LIFE LIGHT PAINTING DIPINGERE CON LA LUCE STILL LIFE LIGHT PAINTING DIPINGERE CON LA LUCE 1 LIGHT PAINTING dipingere con la luce Il LIGHT PAINTING è una tecnica fotografica che permette di realizzare scatti ricercati e suggestivi attraverso l

Dettagli

Corso Fotografia digitale 2008 Seconda lezione: tecnica e caratteri della ripresa analogica e digitale

Corso Fotografia digitale 2008 Seconda lezione: tecnica e caratteri della ripresa analogica e digitale Seconda lezione: tecnica e caratteri della ripresa analogica e digitale Luigi Bernardi Pavia, 17 maggio 2008 1 Schema lezione 2 1. La luce e il soggetto 2. Automatico, scene, controllo manuale di diaframma

Dettagli

Come è fatta una reflex

Come è fatta una reflex Come è fatta una reflex Per essere un fotografo consapevole iniziamo a conoscere e a familiarizzare con la propria attrezzatura: per migliorare le proprie capacità fotografiche bisogna sapere perché e

Dettagli

! ISO/ASA 25 50 100 200 400 800 1600 3200

! ISO/ASA 25 50 100 200 400 800 1600 3200 Rolleiflex T (Type 1)" Capire l esposizione Una breve guida di Massimiliano Marradi mmarradi.it Prima di tutto occorre scegliere il modo in cui valutare l esposizione. Se valutativa, quindi a vista, useremo

Dettagli

Il linguaggio dei fumetti

Il linguaggio dei fumetti Il linguaggio dei fumetti I fumetti sono messaggi visivi composti prevalentemente di immagini accompagnate da parole, che servono a rendere più comprensibile ed efficace la comunicazione. Un fumetto racconta

Dettagli

Un film è il prodotto finale di una serie di azioni intellettuali, che corrispondono a diverse fasi di lavoro:

Un film è il prodotto finale di una serie di azioni intellettuali, che corrispondono a diverse fasi di lavoro: Liceo Scientifico Statale G. Peano Monterotondo Prof.A. De Luigi, B. Tonetto Andiamo ad analizzare un film Un film è il mezzo con cui raccontare una storia, secondo una successione di porzioni di tempo

Dettagli

Guida Tecnica. Obiettivi. Application Note n 008. Tel. +39 0421/241241 Fax +39 0421/241053

Guida Tecnica. Obiettivi. Application Note n 008. Tel. +39 0421/241241 Fax +39 0421/241053 Guida Tecnica Obiettivi - 1 - Cos è un Obiettivo Un obiettivo è un insieme di una o più lenti che rifrangono la luce sull elemento sensibile, permettendo di focalizzare l immagine da riprendere sul sensore

Dettagli

Proiettori effetti luce Solar 100C

Proiettori effetti luce Solar 100C 290 LUCI Dimensioni 340 (senza lente) x 125 x 81 mm (alto 225mm con la staffa d aggancio) 3,5 Kg Lente standard 85mm a 3 elementi f2,8 lunghezza 42,5mm fuoco a vite elicoidale Consumo 115W massimo Uscita

Dettagli

In questa casa tutta la famiglia provvede a mantenere il proprio ambiente di vita pulito e scintillante il babbo

In questa casa tutta la famiglia provvede a mantenere il proprio ambiente di vita pulito e scintillante il babbo 6. SINDROME NIMBY Not in my black yard. Ciò che non accade nel cortile di casa nostra non ci riguarda, non ci interessa. È la mentalità che fa da sfondo alla crisi profonda della nostra società, nella

Dettagli

Animazioni 3D. Informatica Grafica I. Le basi dell'animazione 3D. Le basi dell'animazione 3D. Le basi dell'animazione 3D. Le basi dell'animazione 3D

Animazioni 3D. Informatica Grafica I. Le basi dell'animazione 3D. Le basi dell'animazione 3D. Le basi dell'animazione 3D. Le basi dell'animazione 3D Informatica Grafica I Marco Gribaudo marcog@di.unito.it Animazioni 3D L'animazione 3D si basa sugli stessi principi dell'animazione tradizionale. Il filmato viene realizzato attraverso una sequenza di

Dettagli

IL LINGUAGGIO DEL CINEMA

IL LINGUAGGIO DEL CINEMA SCUOLA MEDIA DI PREGASSONA Direttore Mario Colombo ANNI 2008-09 e 2009-10 CLASSI 3. e 4. CINEMA E CONFLITTI MATERIALI DIDATTICI IL LINGUAGGIO DEL CINEMA a cura di Gregory Catella docente di materie cinematografiche

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE AMMEGA.IT

CORSI DI FORMAZIONE AMMEGA.IT Formazione in area grafica e Motion Graphics Fotografia digitale / Fotoritocco con Adobe Photoshop/ Tecniche per il Video digitale / Video-editing con Adobe Premiere / Creare DVD in casa con Adobe Encore

Dettagli

2011-2012 CORSO DI FOTOGRAFIA

2011-2012 CORSO DI FOTOGRAFIA 2011-2012 CORSO DI FOTOGRAFIA www.rifredimmagine.it ESPOSIZIONE : TEMPI E DIAFRAMMI Marco Fantechi Tempi e diaframmi L esposizione è la quantità di luce necessaria a registrare un immagine sulla pellicola

Dettagli

Il progetto prevede la realizzazione di uno spot pubblicitario che ha come tematica principale STARE BENE INSIEME

Il progetto prevede la realizzazione di uno spot pubblicitario che ha come tematica principale STARE BENE INSIEME Il progetto prevede la realizzazione di uno spot pubblicitario che ha come tematica principale STARE BENE INSIEME I partecipanti al progetto dovranno esprimere in modo creativo attraverso la realizzazione

Dettagli

VOGLIO IMPARARE A FOTOGRAFARE!

VOGLIO IMPARARE A FOTOGRAFARE! Enrico Maddalena VOGLIO IMPARARE A FOTOGRAFARE! Testo semiserio di tecnica fotografica Capitolo 1: La ripresa. 2 Se volete ottenere buone foto, la prima cosa da fare è mettere bene a fuoco il soggetto.

Dettagli

INDICE. INTRODUZIONE...2 1 Scelta dell ottica...4. 2 Altezza della telecamera...5. 3 Distanza laterale della telecamera dal centro targa...

INDICE. INTRODUZIONE...2 1 Scelta dell ottica...4. 2 Altezza della telecamera...5. 3 Distanza laterale della telecamera dal centro targa... INDICE INTRODUZIONE...2 1 Scelta dell ottica...4 2 Altezza della telecamera...5 3 Distanza laterale della telecamera dal centro targa...6 4 Puntamento dell illuminatore IR...7 5 Installazione...8 6 Parametri

Dettagli

DIDSON DH (Dual Frequency Identification Sonar)

DIDSON DH (Dual Frequency Identification Sonar) DIDSON DH (Dual Frequency Identification Sonar) Il Servizio Sommozzatori del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco si è ultimamente dotato di una apparecchiatura destinata alla ricerca subacquea in acque

Dettagli

Il giornale quotidiano

Il giornale quotidiano Lezione 1 La struttura Il giornale quotidiano 2 Il giornale quotidiano Per leggere e comprendere bene un giornale quotidiano bisogna conoscerne le regole, i trucchi, i segreti. Cercheremo di illustrarli

Dettagli

CLASSE 64/A - TECNICA E ORGANIZZAZIONE DELLA PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA E TELEVISIVA. Programma d'esame. Temi d'esame proposti in precedenti concorsi

CLASSE 64/A - TECNICA E ORGANIZZAZIONE DELLA PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA E TELEVISIVA. Programma d'esame. Temi d'esame proposti in precedenti concorsi CLASSE 64/A - TECNICA E ORGANIZZAZIONE DELLA PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA E TELEVISIVA Programma d'esame CLASSE 64/A - TECNICA E ORGANIZZAZIONE DELLA PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA E TELEVISIVA Temi d'esame

Dettagli

LA FOTOGRAFIA. Le nozioni fondamentali: Cenni storici, l esposizione, le macchine fotografiche, gli obiettivi. Guido Borghi

LA FOTOGRAFIA. Le nozioni fondamentali: Cenni storici, l esposizione, le macchine fotografiche, gli obiettivi. Guido Borghi LA FOTOGRAFIA 1 Le nozioni fondamentali: Cenni storici, l esposizione, le macchine fotografiche, gli obiettivi. UN PO DI STORIA... La camera oscura viene inventata nell antichità, viene anche utilizzata

Dettagli

di Luca Paci, icartoon@jesicentro.it Apple Distinguished Educator, coordinatore TIC ISC Jesi Centro e Project Manager di icartoon

di Luca Paci, icartoon@jesicentro.it Apple Distinguished Educator, coordinatore TIC ISC Jesi Centro e Project Manager di icartoon PASSO PASSO 2 Come realizzare la tua seconda animazione in icartoon: una piccola guida per realizzare il secondo progetto creando tu sfondi e personaggi. di Luca Paci, icartoon@jesicentro.it Apple Distinguished

Dettagli

CINEMA STORIA TECNICA LINGUAGGIO. Link: www.slideshare.net/robertnozick/linguaggiocinematografico-presentation

CINEMA STORIA TECNICA LINGUAGGIO. Link: www.slideshare.net/robertnozick/linguaggiocinematografico-presentation CINEMA STORIA TECNICA LINGUAGGIO Link: www.slideshare.net/robertnozick/linguaggiocinematografico-presentation PRECINEMA In oriente: ombre cinesi, in Europa la lanterna magica, (proiezione su una parete

Dettagli

2. Fabula e intreccio

2. Fabula e intreccio 2. Fabula e intreccio Abbiamo detto che un testo narrativo racconta una storia. Ora dobbiamo però precisare, all interno della storia, ciò che viene narrato e il modo in cui viene narrato. Bisogna infatti

Dettagli

ALICE NELLE FAVOLE (Ma come è bello leggere!!!)

ALICE NELLE FAVOLE (Ma come è bello leggere!!!) ALICE NELLE FAVOLE (Ma come è bello leggere!!!) Il valore della lettura Scriveva Gianni Rodari, "il verbo leggere non sopporta l'imperativo". Ed è in effetti impossibile obbligare qualcuno a leggere con

Dettagli

Produzione cinematografica

Produzione cinematografica Produzione cinematografica Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. La produzione cinematografica (in inglese filmmaking o film production) è una materia estremamente complessa e costosa. L'eterogeneo mondo

Dettagli

Lenti, Cannocchiali e Telescopi

Lenti, Cannocchiali e Telescopi tradizione e rivoluzione nell insegnamento delle scienze Istruzioni dettagliate per gli esperimenti mostrati nel video Lenti, Cannocchiali e Telescopi prodotto da Reinventore con il contributo del MIUR

Dettagli

VIDEO primi passi con la macchina fotografica G.F. LA MOLE - BFI

VIDEO primi passi con la macchina fotografica G.F. LA MOLE - BFI VIDEO primi passi con la macchina fotografica G.F. LA MOLE - BFI Uno strumento, una doppia funzione La reflex è diventata un potente strumento multimediale PRO Minor costo a parità di qualità rispetto

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO ABILITA

UNITÀ DI APPRENDIMENTO ABILITA NUMERO UNITÀ D APPRENDIMENTO 1 ASCOLTARE Comprendere l argomento e le informazioni principali di discorsi affrontati in classe. Seguire la narrazione di testi ascoltati o letti mostrando di saperne cogliere

Dettagli

MUSICA TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

MUSICA TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA MUSICA TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L'alunno esplora, discrimina ed elabora eventi sonori dal punto di vista qualitativo spaziale e in riferimento alla loro fonte.

Dettagli

12. Le date possono essere scritte in forma numerica usando le otto cifre. Per esempio, il 19 gennaio 2005 può essere scritto come 19-01-2005.

12. Le date possono essere scritte in forma numerica usando le otto cifre. Per esempio, il 19 gennaio 2005 può essere scritto come 19-01-2005. Logica matematica 12. Le date possono essere scritte in forma numerica usando le otto cifre. Per esempio, il 19 gennaio 2005 può essere scritto come 19-01-2005. In quale anno cadrà la prossima data nella

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 7 -

Informatica per la comunicazione - lezione 7 - Informatica per la comunicazione - lezione 7 - Campionamento La codifica dei suoni si basa sulla codifica delle onde che li producono, a sua volta basata su una procedura chiamata campionamento.! Il campionamento

Dettagli

CORSO DI UN ANNO IN REGIA CINEMATOGRAFICA Ogni studente scrive, dirige e monta 8 cortometraggi propri e lavora su altri 28 cortometraggi.

CORSO DI UN ANNO IN REGIA CINEMATOGRAFICA Ogni studente scrive, dirige e monta 8 cortometraggi propri e lavora su altri 28 cortometraggi. CORSO DI UN ANNO IN REGIA CINEMATOGRAFICA Ogni studente scrive, dirige e monta 8 cortometraggi propri e lavora su altri 28 cortometraggi. Il corso di un anno della New York Film Academy offre ai suoi studenti

Dettagli

OTTICA TORNA ALL'INDICE

OTTICA TORNA ALL'INDICE OTTICA TORNA ALL'INDICE La luce è energia che si propaga in linea retta da un corpo, sorgente, in tutto lo spazio ad esso circostante. Le direzioni di propagazione sono dei raggi che partono dal corpo

Dettagli

Procedendo con ordine si distinguono:

Procedendo con ordine si distinguono: L'OBIETTIVO L'obiettivo è, sicuramente, la parte più importante della macchina fotografica in quanto solo con una buona ottica si ottengono buoni risultati, per questo motivo l'argomento verra trattato

Dettagli

COMUNICARE CON LE IMMAGINI: AL VIA IL CONCORSO PER LA CINEMATOGRAFIA SCOLASTICA.

COMUNICARE CON LE IMMAGINI: AL VIA IL CONCORSO PER LA CINEMATOGRAFIA SCOLASTICA. 2014 www.scuolafilmfest.it COMUNICARE CON LE IMMAGINI: AL VIA IL CONCORSO PER LA CINEMATOGRAFIA SCOLASTICA. PREMESSA Il concorso, giunto alla IV edizione, è promosso dall Associazione Lab CINECITTA Sicilia

Dettagli

REALIZZIAMO UN FILMATO A PARTIRE DALLE NOSTRE

REALIZZIAMO UN FILMATO A PARTIRE DALLE NOSTRE REALIZZIAMO UN FILMATO A PARTIRE DALLE NOSTRE FOTOGRAFIE CON EFFETTI SPECIALI E COLONNA SONORA Uno dei migliori programmi per raggiungere l obiettivo è gratuito ed è presente in WINDOWS XP: si tratta di

Dettagli

Nuovi Obiettivi Asferici TVCC 2004

Nuovi Obiettivi Asferici TVCC 2004 Nuovi Obiettivi Asferici TVCC 2004 Tecnologia delle Lenti Asferiche Quando la luce bianca, composta da una miscela di colori, entra in una lente, l indice di rifrazione visto dalle singole componenti cromatiche

Dettagli

MODULO 1. Tecniche e strategie della comunicazione audiovisiva. Obiettivi. Unità 2 La televisione. Unità 1 Il cinema

MODULO 1. Tecniche e strategie della comunicazione audiovisiva. Obiettivi. Unità 2 La televisione. Unità 1 Il cinema MODULO 1 Tecniche e strategie della comunicazione audiovisiva Contenuti Unità 1 Unità 2 La televisione Obiettivi Saper definire le peculiarità del linguaggio audiovisivo. Conoscere i principali termini

Dettagli

Ritratti: dalla Fototessera al Ritratto Artistico. Di Marco Donatiello

Ritratti: dalla Fototessera al Ritratto Artistico. Di Marco Donatiello Ritratti: dalla Fototessera al Ritratto Artistico Di Marco Donatiello Principi base dei ritratto Ritratto: Il termine si riferisce propriamente ad un'opera pittorica o ad un disegno, anche se per estensione

Dettagli

icartoon manuale d uso

icartoon manuale d uso icartoon manuale d uso icartoon ti consente di creare animazioni anche complesse e di esportarle. Quello che esporti da icartoon è basato su QuickTime che è uno standard per il multimedia: può quindi essere

Dettagli

LA MACCHINA FOTOGRAFICA

LA MACCHINA FOTOGRAFICA D LA MACCHINA FOTOGRAFICA Parti essenziali Per poter usare la macchina fotografica, è bene vedere quali sono le sue parti essenziali e capire le loro principali funzioni. a) OBIETTIVO: è quella lente,

Dettagli

CORSO BASE DI FOTOGRAFIA

CORSO BASE DI FOTOGRAFIA CORSO BASE DI FOTOGRAFIA Corso base di fotografia Programma: -1 lezione: macchina fotografica www.rifredimmagine.it La macchina fotografica REFLEX Perchè scegliere la Reflex Possibilità Possibilitàdidiaccedere

Dettagli

Animazione. Sommario:

Animazione. Sommario: ANIMAZIONE ANIMAZIONE 335 Animazione Sommario: Composizione visuale Angoli di ripresa Comporre le riprese Mettere in movimento gli oggetti Tracce di Animazione Sequenze Fotogrammi chiave Tecniche tradizionali

Dettagli

Il lavoro di gruppo: le «pillole» di educazione finanziaria. Corso di Economia delle Aziende di Credito Prof. Umberto Filotto a.a.

Il lavoro di gruppo: le «pillole» di educazione finanziaria. Corso di Economia delle Aziende di Credito Prof. Umberto Filotto a.a. Il lavoro di gruppo: le «pillole» di educazione finanziaria Corso di Economia delle Aziende di Credito Prof. Umberto Filotto a.a. 2013/2014 È sempre più difficile capire la finanza Ma è sempre più necessario

Dettagli

QUANDO NASCE IL CINEMA

QUANDO NASCE IL CINEMA QUANDO NASCE IL CINEMA Gli studi sul fenomeno delle immagini in movimento risalgono al XIX secolo. Attraverso la proiezione di una serie di immagini a brevissimi intervalli regolari si venne a sfruttare

Dettagli

CORSO DI FUMETTO TECNICA DEL FUMETTO DISPENSA 2 INQUADRATURE: PIANI & CAMPI

CORSO DI FUMETTO TECNICA DEL FUMETTO DISPENSA 2 INQUADRATURE: PIANI & CAMPI CORSO DI FUMETTO TECNICA DEL FUMETTO DISPENSA 2 INQUADRATURE: PIANI & CAMPI LE INQUADRATURE Nel Fumetto valgono le stesse regole di Ripresa e di Regia del Cinema. La Vignetta è il Campo di ripresa, cioè

Dettagli