Oasis Manuale d uso. Leggi il manuale prima di effettuare il tuo primo volo con l Oasis

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Oasis Manuale d uso. Leggi il manuale prima di effettuare il tuo primo volo con l Oasis"

Transcript

1 Oasis Manuale d uso Leggi il manuale prima di effettuare il tuo primo volo con l Oasis

2 Benvenuto Congratulazioni e un grazie da Gin Gliders per aver scelto l Oasis. Su questo parapendio il progettista Gin Seok Song ha riunito tutte le sue conoscenze, partendo dalla vela da competizione, il Boomerang, fino alla sua vela basica iniziale, il Bolero, per produrre un parapendio che offra ai piloti il meglio di entrambe con un incomparabile sicurezza e prestazioni al massimo livello per questa categoria. Ancor più straordinaria è la maneggevolezza della vela, che vi permetterà di assaporare il completo piacere del volo libero. Essendo un pilota competente, tu probabilmente già conoscerai la maggior parte delle tecniche esposte in questo manuale riguardanti il volo in parapendio. Noi avremmo piacere, comunque, che tu legga interamente questo manuale. Il volo in sicurezza, inizia innanzitutto con un buon bagaglio di conoscenze teoriche. A chi è destinato e perchè L Oasis e progettato per qualsiasi tipo di volo, dal veleggiamento di pendio, al volo in termica fino al Cross-Country. E ideale anche per il decollo al traino. Si indirizza maggiormente ad un pilota con uno o due anni di esperienza. Può inoltre essere volato da un pilota esperto che predilige volare con un margine di sicurezza in più, oppure un principiante dotato di particolare abilità. Confidiamo che, sia il rivenditore quanto l acquirente, abbiano una sufficiente conoscenza ed esperienza delle vele ad alte prestazioni, il loro uso ed i pericoli. Non sarà certamente questo il caso, ma ricordate che questo manuale non potrà mai essere la facile scappatoia per acquisire quell esperienza necessaria. Questa vela è stata progettata per un pilota che: - ha all attivo più di 20 voli annui - posside precedenti esperienze di volo in termica - sia in grado di valutare le condizioni in cui sta volando e, se necessario, sospendere il volo - sia un pilota con buone conoscenze generali di base. Le informazioni contenute in questo manuale non possono in qualsiasi caso rimpiazzare un corso specifico presso una scuola regolarmente autorizzata. Se un amico si offre d impartirvi delle lezioni gratuite con un Oasis o qualsiasi altro parapendio, non siate tentati, rifiutate con decisione. Nota di Sicurezza Acquistando il nostro equipaggiamento, sei consapevole di essere un pilota di parapendio con regolare attestato ed accetti tutti i rischi inerenti l attività del volo incluse lesioni e morte. L improprio o scorretto uso dell equipaggiamento GIN aumenta considerevolmente questo rischio. In nessun caso, Gin Gliders Inc. e il rivenditore d equipaggiamento GIN, potranno essere responsabili per lesioni personali recate a te stesso, a terzi o danni di qualsiasi tipo. Se un qualsiasi aspetto sull uso della nostra attrezzatura non fosse sufficientemente chiaro, ti preghiamo di contattare il tuo rivenditore locale GIN o l importatore del tuo paese. 2

3 Indice Benvenuto nel pianeta volo di Gin Gliders A chi è destinato e perché? Tabella indice Certificazione di collaudo... 4 Costruzione.. 5 Regolazione dei freni Acceleratore. 6 Zaino/Sacca.. 7 Apertura della vela 7 Preparazione al decollo 7 Pre-volo 8 Decollo.. 9 Fascio intrecciato... 9 Decollo al traino 9 Volo a motore.. 9 Volare l Oasis... 9 In turbolenza 10 Vite piatta Chiusura asimmetrica Chiusura frontale 10 Cravatta 11 Susseguirsi di configurazioni Tecniche di discesa rapida.. 12 Grandi orecchie in spirale picchiata Stallo B 13 Stallo paracadutale Stallo dinamico/full stall.. 13 Manovrare senza freni Acrobazia Atterraggio con l Oasis Istruzioni per ripiegare la vela.. 14 Cura e manutenzione.. 14 Revisione Sicurezza, responsabilità e volo Dati tecnici Piano funi 17 3

4 Certificazione di collaudo L Oasis Gin Gliders è stato certificato DHV 1-2 (GH) ciò sta a significare che la vela è testata per la maggior parte dei modelli d imbrago presenti sul mercato al momento della certificazione. E stato inoltre sottoposto a test di rottura, che ha superato con un carico corrispondente a più di 8G del massimo peso in volo. 4

5 Progetto L Oasis è all avanguardia nello sviluppo del parapendio, è caratterizzato dalle più moderne tecnologie di taglio. Il pilotaggio è facile; sicurezza e prestazioni non sono seconde a nessuno. Questo è stato realizzato grazie all introduzione di numerosi aspetti tecnologici, come il nuovo software utilizzato per migliorare il profilo del bordo d attacco, ed una nuova pianta per ottimizzare il rateo di discesa e la manovrabilità. Costruzione Estrema cura è stata dedicata nel corso dell intero processo costruttivo su ogni parapendio Gin. Ogni vela è assemblata da un operatore specializzato, per assicurare costanza responsabilità. Il fascio è tagliato sotto carico con un robot espressamente progettato per raggiungere la massima precisione, ed ogni lunghezza dei cordini è misurata elettronicamente al termine del processo costruttivo. Tutte le cuciture sono interne, in modo da realizzare il massimo sotto il profilo dell aerodinamica e della pulizia del profilo. Utilizzando dette tecniche di progettazione e costruzione, Gin ha raggiunto un nuovo standard nella progettazione, costruzione, sicurezza e prestazioni del parapendio. Regolazione dei freni La lunghezza dei cordini principali dei freni dell Oasis corrisponde a quella dei collaudi della DHV. Questa lunghezza dei cordini è stata messa a punto dai test-pilot della Gin, e non dovrebbe essere necessario modificarla. Se dovete cambiare la maniglia dei freni, potrete utilizzare un nodo o un nodo scorsoio come da esempio nel diagramma. 5

6 Acceleratore/Speed system Quando utilizzato, l acceleratore riduce l angolo d attacco con una trazione controllata, sistema operante a pedalina. L Oasis dispone di un ampia gamma di velocità. A dispetto del suo profilo preciso e l alta stabilità interna, la massima velocità dovrebbe essere utilizzata con cautela, specialmente in aria turbolenta. L elevata efficacia dell acceleratore dell Oasis consente di guadagnare approssimativamente.kmh. Tutti i test della vela sono fatti con l acceleratore originale, modificare la corsa per volare più veloci degrada l intero potenziale di sicurezza ed invalida l omologazione. Bretella A B C D lungh. a velocita di trim??cm??cm??cm??cm lungh. a pieno accel.??cm??cm??cm??cm 6

7 Zaino/sacca Tutte le vele Gin vengono consegnate con una sacca espressamente progettata in modo da mantenere il vostro equipaggiamento stabile sulla vostra schiena per un trasporto ergonomico e confortevole inoltre facile da usare. E provvista di fettucce di compressione sia internamente che esternamente. Correttamente serrate tengono la sacca ben aderente alla vostra schiena mentre camminate. Ci sono pure due tasche contenitive per riporre piccole cose... Apertura della vela Estraete la vela dalla sacca contenitiva e staccate la fascia di compressione serrata col velcro. Raccomandiamo di aprire e stendere il vostro parapendio su un dolce pendio, o un uniforme superficie piana, quando lo fate per la prima volta. E importante acquisire confidenza col comportamento della vela nel gonfiaggio e decollo. Non c è niente di peggio che lo stress di un decollo affollato, una nuova attrezzatura e qualcosa che va storto. Alcuni test-pilot passano centinaia di ore a fare gonfiaggio e controllo in dinamica sul terreno. Preparazione al decollo Stendete la vela, districate e separate cordini e bretelle. Agganciate le bretelle ai moschettoni dell imbrago. Raccomandiamo un accurato controllo del fascio in qualsiasi condizione di vento, ma abbiate cura particolare, nei decolli con vento debole, di assicurarvi durante il gonfiaggio che il fascio non sia annodato. 7

8 Lista controlli pre-volo 1. Scegli un area di decollo sufficientemente ampia con terreno uniforme e senza ostacoli. Dispiega la vela a terra come da propria forma in pianta. Controlla tutti i cordini, il tessuto e le bretelle per scorgere eventuali danneggiamenti. Controlla tutti i moschettoni dei cordini, se necessario serrali con utensile adatto. Controlla il tuo imbrago e relativo paracadute di emergenza. 2. Porta dolcemente in tensione bretelle e cordini, a gruppi separati, cosi da sciogliere qualsiasi nodo ed intreccio. Non dimenticare i cordini dei freni. Rimuovi qualsiasi ramo o pietra attorno all estensione dei cordini. Assicurati che le bretelle non siano intrecciate o girino attorno a qualche cordino prima di agganciarle al tuo imbrago. 3. Allaccia il tuo imbrago e non dimenticate i cosciali. 4. Controlla nuovamente la meteo, i cicli termici, la turbolenza, la velocità ed intensità del vento. 5. Controlla visivamente che lo spazio aereo di fronte al decollo sia libero. Decollo La chiave per una perfetta tecnica in decollo e la pratica di campetto a terra ogni volta che ne avete l occasione. Quindi scegliete la giornata appropriata con buone condizioni meteo, area di decollo adatta e fate quindi un meticoloso controllo pre-volo. Se le condizioni in decollo sono ventose, consigliamo di creare una specie di muretto gonfiando parzialmente la vostra vela stesa sul terreno, in modo da poter estrarre interamente il fascio. In queste condizioni un decollo rovescio ( alla francese ) è caldamente consigliato, in modo da tenere sott occhio la vela durante la maggior parte della procedura di decollo. L Oasis è facilissimo da controllare con la tecnica di decollo rovescio. Sale velocemente sopra la testa senza superare il pilota. Devi solamente trazionare le bretelle A, non è necessario trazionarle con forza. Pochi passi lungo il pendio ed una leggera pressione sui freni mentre vi girate consentirà un preciso controllo dell ala. Con vento debole o in condizioni di assenza di vento, consigliamo di stendere la vela dritta, come da propria forma in pianta (non serve disporla a V o a U). Se la vela dovesse salire di lato, correte verso il lato meno sollevato invece di cercare di lottare contro la forza. Non contrastate eccessivamente, l ala potrebbe perdere completamente la velocità di volo. L Oasis gonfia regolarmente in condizioni di assenza di vento e non ha la tendenza a spezzarsi nella sua salita. Semplicemente conducete la vela con le bretelle A fino al decollo; non è necessario trazionarle forte. Non serve uno slancio di spinta (in caso decolliate più vicino alla vela senza avere il fascio in tensione). 8

9 Cordini intrecciati o annodati In caso doveste incorrere in qualche problema in decollo, abortite il decollo immediatamente stallando la vela. Nel decollo ripido stallate un lato della vela e correte parallelamente al pendio (se ovviamente non siete già in volo). Se siete già in aria assicuratevi di essere distanti da altre vele e dal terreno prima di iniziare a correggere qualsiasi errore. Contrastate con il freno e peso dalla parte opposta e pompate il lato annodato con il relativo freno. Fate attenzione a non volare troppo lentamente onde evitare uno stallo o una vite piatta. Se il nodo o l intreccio è troppo serrato per scioglierlo, dirigetevi immediatamente in atterraggio ed atterrate in sicurezza. Decollo al traino L Oasis non ha tendenza verso lo stallo paracadutale. Quindi è consentito il volo con decollo al traino con la tecnica sopra citata. C è un margine sufficiente per mantenere l allineamento in situazione normale di traino. Assicuratevi di essere in possesso dell attrezzatura adatta, personale esperienza, le tecniche consigliate e tutte le relative precauzioni di sicurezza per il traino. Volo a motore L Oasis non è stato omologato per il volo a motore al momento della redazione di questo manuale. Tuttavia il volo a motore è stato effettuato con grande successo, maturato grazie alle sue caratteristiche di eccezionale facilità di decollo, alte prestazioni, stabilità e un ottima pilotabilità. Utilizzate sempre combinazioni certificate di carburante, imbrago, e vela e controllate presso la vostra federazione in caso di dubbio. Volare l Oasis Una volta in aria potrete apprezzare la superba maneggevolezza, l alta stabilità e sicurezza dell Oasis. L Oasis ha una virata piatta con un corto raggio, che permette un eccellente capacità di salita. Il minimo tasso di caduta è molto basso e facilmente raggiugibile, anche con una marcata pressione del freno. Confrontando, abbiamo visto che questa vela supera in tutte le prestazioni la maggior parte delle vele avanzate dell anno scorso. E proprio un passo avanti nel 21 secolo e noi siamo orgogliosi di portarvi a farne parte. 9

10 In turbolenza L Oasis possiede un elevata pressione interna, resistenza al collasso ed un elevato degrado della sicurezza passiva. Tuttavia, è consigliato l utilizzo del pilotaggio attivo. La chiave per un buon pilotaggio attivo è quella di tenere sempre la vela sopra la testa. Se arretra dietro di voi, rilasciate i freni. Se picchia avanti, contrastate fin tanto che la picchiata non è sotto controllo. Transitando in condizioni forti, troverete talvolta necessario aumentare provvisoriamente l angolo d attacco dell ala esterna per evitare una chiusura a causa della corrente d aria discendente presente all esterno della termica. Fate sempre riacquistare velocità all ala in seguito a questa manovra. In condizioni di termica debole o rotta, troverete l Oasis una vela molto facile da volare; sosterrà il pilota con un ottimo comportamento ed efficace indole a centrare tutte queste termiche sfuggenti. Vite piatta In normali condizioni di volo in termica, siete molto distanti all arrivare al limite della vite piatta. Malauguratamente, se ciò dovesse accadere, semplicemente rilasciate completamente i comandi e attendete che la vela riacquisti velocità d avanzamento. Uscendo dalla vite piatta è possibile a volte incorrere in una chiusura. Adottate appropriate manovre correttive secondo quanto decritto qui di seguito. Chiusura asimmetrica Nell eventualità doveste incontrare forte turbolenza e subire una chiusura asimmetrica, l Oasis si riaprirà facilmente e rapidamente senza l intervento del pilota. E importante che il pilota mantenga la traiettoria di volo, applicando una leggera pressione sul freno opposto alla chiusura e spostando il peso verso il lato dell ala aperto. Ciò è generalmente sufficiente a consentire la rapida riapertura, ma in casi estremi potrebbe essere necessario pompare il lato chiuso. Ricordate di far riacquisire alla vela la propria velocità di volo dopo aver riaperto l ala. Chiusura frontale Una chiusura frontale è estremamente spiacevole quando avviene in un volo normale. Può avvenire in aria turbolenta quando la vela è completamente accelerata. In questo caso, se percepite l arrivo di una completa chiusura frontale, mollate la pedalina. Potreste velocemente trazionare leggermente entrambi i freni per evitare la chiusura. Se la chiusura avviene, ne uscirà rapidamente senza l intervento del pilota. La vela riacquisterà la propria velocità all aria con una piccola pendolata. Nel contrastare la pendolata fate attenzione a non sovra correggere. 10

11 Cravatta/vela incastrata nei cordini Contrastare/spostare il peso e pompare il freno del lato incastrato. Mantenete un margine di velocità di sicurezza per evitare stallo o vite. Su tutte le vele Gin c è un cordino principale autonomo separato per lo stabilo, che scende direttamente nella bretella B. Questo cordino solitamente diviene lasco in caso di cravatta. Tiratelo completamente verso il basso finché diviene teso e la cravatta normalmente esce. Susseguirsi di configurazioni Molti lanci dell emergenza sono il risultato di una successione di sovra correzioni del pilota. Tenete bene a mente che le sovra correzioni sono in molti casi più dannose che non intervenire per nulla. Come ha scritto una volta un esperto pilota: la sovra correzione è la madre di tutte le spirali. Se hai quota, rimani calmo. Se non ne hai meglio lanciare la tua emergenza in tempo prima che sia troppo tardi. 11

12 Perdere quota Se incappate in una situazione in cui hai bisogno di scendere rapidamente o la salita diviene troppo forte, la miglior cosa è cercare la discendenza. Tuttavia, ci sono parecchi altri modi per scendere velocemente. Noi vi consigliamo di provarli sotto un attenta e qualificata guida durante un corso SIV sopra una superficie d acqua. La maggior parte di queste tecniche mette sotto forte stress la vostra vela, e ciò dovrebbe essere evitato se desiderate allungarne il suo ciclo vitale. Grandi orecchie Le grandi orecchie è un metodo sicuro per perdere moderatamente quota, mantenendo una certa velocità di avanzamento. Volando la vostra vela eseguendo le orecchie si ridurrà la vostra velocità massima al suolo di circa 6 km/h. Configurate le grandi orecchie trazionando il cordino esterno di entrambe le bretelle A.Allungate la mano verso l alto nei cordini e tirate verso l esterno e verso il basso. Per rilasciare le grandi orecchie, semplicemente rilasciate i cordini. Potreste pompare e riaprire le orecchie se queste stanno uscendo troppo lentamente. Quando vi avvicinate all atterraggio con le grandi orecchie, rilasciatele almeno circa 100 m. prima del suolo. Ciò evita il rischio di uno stallo o altri incidenti come a volte capita quando le orecchie vengono rilasciate attraverso il gradiente di vento vicino al suolo. In caso estremo in cui non potete rilasciare le orecchie prima dell avvicinamento, trattenetele fino a che non avete sgonfiato la vela in atterraggio. Spirale picchiata/vite L Oasis possiede un efficace spirale. Spostate il peso e trazionate il freno da un lato leggermente. Fatela accelerare per due giri e godetevi il fragore del vento e l elevata forza centrifuga. Potete raggiungere elevati tassi di caduta in questo modo. Una volta innescata la spirale potete controllare il tasso di caduta e l angolo d inclinazione con lo spostamento del peso e il freno esterno. ATTENZIONE! Un pilota non abituato a spiralare e/o disidratato, può perdere facilmente conoscenza effettuando una ripida spirale. Fate esperienza con cautela e bassi tassi di caduta in modo da acquisire confidenza con il comportamento dell Oasis. Quando uscite da una ripida spirale, fatela decelerare per uno o due giri con il freno esterno trazionato e/o lo spostamento del peso verso l esterno onde evitare una conseguente grossa pendolata e annessa chiusura. 12

13 Stallo B Per perdere velocemente quota, senza sforzare il tuo fisico con la forza centrifuga, puoi utilizzare lo stallo B. Raggiungi con le mani le bretelle B appena sotto i maillons e rotea le mani mentre fai una dolce trazione. Inizialmente sarà difficoltosa, ma diverrà via via più leggera più deformerai il profilo. Una volta trazionato non rilasciare immediatamente. La vela ha bisogno di configurarsi in uno stabile stallo B prima di essere rilasciata. In uscita dallo stallo B l Oasis effettua una dolce picchiata senza alcuna tendenza allo stallo paracadutale, perfino con un lento rilascio delle bretelle. Vi raccomandiamo di rilasciare lo stallo B simmetricamente con entrambe le mani. Stallo paracadutale L Oasis non ha la tendenza a rimanere in stallo paracadutale. Se ciò tuttavia dovesse accadere, mettete le mani sulle bretelle A e spingete in avanti per acquisire velocità. Su alcuni moderni modelli d imbrago/acceleratore, è possibile agire direttamente con l acceleratore senza dover usare le mani. Se questo è il tuo caso, premi la barra dell acceleratore. Non tentare mai di pilotare con uno stallo paracadutale. Stallo dinamico/fullstall Questa è una manovra estrema e non vi è alcun bisogno di fare uno stallo dinamico in volo normale. L Oasis ha uno stallo semplice senza una grossa pendolata in avanti del pilota. La tendenza ad oltrepassare il pilota nel rilascio è moderata. Le vele vengono testate senza giro di freni nelle mani. Tenete le mani aderenti al corpo durante lo stallo. Prima di rilasciare lo stallo, sollevate le mani leggermente per riempire la vela d aria. Sollevate i freni quando la vela è davanti a voi per evitare un eccessiva picchiata. Contrastate velocemente la picchiata e rilasciate poi i freni per riacquisire velocità all aria. Mai provare uno stallo e poi cambiare idea e rilasciare i freni, in quanto la vela picchierà pericolosamente con la possibilità di cascare nella vela. Questo vale per qualsiasi vela. Pilotaggio senza freni Se un freno per qualche ragione non è utilizzabile, potete pilotare l Oasis con le bretelle D. Aiutandovi nel pilotaggio con lo spostamento del peso nell imbrago. Fate attenzione a non pilotare eccessivamente con le bretelle, in quanto si potrebbe innescare una spirale. Acrobazia A scapito del suo eccezionale pilotaggio, l Oasis non è progettato per l acrobazia. 13

14 Atterrare con l Oasis Il basso minimo tasso di caduta e la minima velocità di volo vi aiuteranno a compiere un morbido atterraggio in qualsiasi condizione. L escursione dei freni è sufficiente per un perfetto stallo in condizioni normali, senza fare giri dei freni attorno alle mani. Ricordatevi che questo è un parapendio moderno ed avanzato. Non fate la vostra ultima virata troppo tardi, o troppo in basso. E facile valutare erroneamente la vostra velocità ed altitudine. Istruzioni per ripiegare la vela Vi raccomandiamo di ripiegare la vela con giudizio. Occupati di stenderla. Questo tipo di procedura potrebbe impiegare un po di tempo, ma conserva la rigidità dei rinforzi del profilo ed il suo valore col trascorrere del tempo. Beneficerai di prestazioni inalterate, massima velocità, facilità di decollo e resistenza alle pieghe per anni a venire. Cura, Manutenzione e Riparazioni Il materiale utilizzato nel Oasis è stato accuratamente selezionato per la massima durata. Ad ogni modo, seguendo le indicazioni sottostanti manterrai la tua vela adatta al volo, assicurandone un lungo periodo di continua e sicura operatività. Eccessivo logorio è causato da: negligenza nel campetto a terra e nel ripiegamento, una non indispensabile esposizione ai raggi UV, agenti chimici, calore e umidità. 14

15 Uso ed esercitazioni a terra Si dovrà evitare quanto segue: Violenti shock all estradosso (es: quando la vela sbatte al suolo con il bordo d attacco mentre fate gonfiaggi a terra). Trascinare la vela sul terreno. Pestare i cordini o il paracadute. Il Kevlar dentro la guaina può subire molta pressione senza stirarsi, ma è sensibile a pieghe di corto raggio. Aprire la tua vela con il vento forte senza aver prima districato il fascio. Deterioramento da UV Evita di lasciare la vela aperta al sole se non è necessario. I raggi del sole UV degradano il tessuto della vela. Trasporto e deposito L umidità è il peggior nemico per la tua vela, sfavorevolmente colpisce l invecchiamento del tessuto, cordini e rinforzi. L Oasis dovrà perciò essere mantenuto asciutto e fresco. Non tenere la vela ripiegata per un lungo periodo se presenta umido, sabbia, sale, o se altri oggetti sono entrati nei cassoni. Permettigli di asciugarsi in modo naturale prima di deporla in una stanza asciutta. Lascia le cerniere dello zaino aperte quando possibile per consentire ai residui d umidità di evaporare, non trasportare o deporre la vela in prossimità di agenti chimici come benzina, tinture o altri solventi. Pulizia Usa solamente acqua tiepida e un panno morbido per pulire la vela. Mai usare qualsiasi materiale abrasivo o detergente. Pulisci la vela solo se assolutamente necessario es: dopo un atterraggio in acqua salata. Revisione GIN Gliders richiede che l Oasis sia revisionato presso un agente autorizzato Gin dopo un periodo di 100 ore di volo o ogni anno, secondo quale sia la scadenza più prossima. Per mantenere la validità della certificazione DHV viene richiesta una prima revisione completa dopo 30 mesi e le seguenti revisioni ogni 24 mesi. Le istruzioni di manutenzione, che sono scaricabili dal sito internet vanno accuratamente osservate. Una completa revisione ti darà serenità mentale e allungherà il ciclo vitale della tua vela. Controlli addizionali potranno essere effettuati da personale qualificato in seguito ad un impatto o un atterraggio violento del bordo d attacco, o se si riscontri un deteriorarsi delle prestazioni o del comportamento del mezzo. Dovrai controllare la possibile presenza di qualsiasi danno sul fascio, vela, e moschettoni prima di ogni volo. 15

16 Riparazione Piccoli buchi nella vela possono essere riparati con il nastro adesivo di scorta fornito con la tua vela. I cordini danneggiati dovrebbero essere preferibilmente sostituiti dal tuo rivenditore GIN. Prima di eseguire la sostituzione del cordino, fai un controllo incrociato sulla lunghezza con il suo pari dell altro lato dell ala. Ogni volta che un cordino è stato sostituito, dispiega sempre la vela su una superficie piana, per controllare che tutto sia in ordine prima di volare. Le riparazioni principali, come la sostituzione dei pannelli, dovranno essere effettuate esclusivamente presso il distributore nazionale o un laboratorio specializzato autorizzato, o presso lo stabilimento Gin. Sicurezza-reponsabilità e volo Qualsiasi attività di volo può causare un serio danno personale o morte stessa. Ricordate che volare è considerato uno sport ad alto rischio e le massime misure precauzionali dovranno essere prese in ogni momento. Mai il costruttore o i rivenditori di questa vela possono essere responsabili per qualsiasi danno tu possa arrecare a te stesso e/o a terzi. Per volare quest equipaggiamento è necessario: - essere a mente lucida, non sotto l effetto di alcohol o droga. - aver letto e compreso questo personale manuale. - aver completato un adeguato addestramento e possedere la necessaria esperienza per questa classe di vela. - indossare casco, utilizzare imbrago ed emergenza omologati. - volare con condizioni di volo adatte alla vostra esperienza di pilotaggio. - fare un accurato controllo pre-volo. - utilizzare adatti decolli e siti di volo. - avere il necessario brevetto e assicurazione. Progettare parapendii è un percorso personale di sfida e scoperta, una continua ricerca della perfezione. -- Gin Seok Song E stato fatto ogni sforzo per assicurare che le informazioni presenti in questo manuale siano corrette, ma ad ogni modo tenete in considerazione che è stato prodotto solamente per essere una guida. Non dovrà essere utilizzato come un manuale didattico per imparare a volare. Questo manuale d uso è soggetto a cambiamenti senza alcun preavviso. Controllate per le più aggiornate informazioni riguardanti l Oasis, le istruzioni di manutenzione e tutti gli altri prodotti GIN. 16

17 DATI TECNICI SIZE XS S M L AREA 23.24m² 24.76m² 26.87m² 29.06m² FLAT SPAN 10.81m 11.15m 11.62m 12.08m A.R AREA 21.19m² 22.58m² 24.50m² 26.50m² PROJECTED SPAN m 10.44m A.R CHORD ROOT 2.65m 2.74m 2.85m 2.96m TIP 0.53m 0.54m 0.57m 0.59 TOTAL HEIGHT 7.05m 7.27m 7.58m 7.88m CELL NUMBER GLIDER WEIGHT 6.35kg 6.7kg 7.3kg 7.9kg WEIGHT IN FLIGHT 60~80kg 73~90kg 85~105kg 100~125kg D.H.V

18 PIANO FUNI OASIS (XS,S,M,L) 18

ASTRAL 6. Manuale d uso

ASTRAL 6. Manuale d uso ASTRAL 6 Manuale d uso Questo manuale è diviso in due parti: la prima è la traduzione del manuale d uso Astral 6 della Swing; la seconda parte è un insieme di consigli specifici e generali per l uso in

Dettagli

Vi raccomandiamo di leggere questo manuale prima di volare con BIX per la prima volta.

Vi raccomandiamo di leggere questo manuale prima di volare con BIX per la prima volta. Vi raccomandiamo di leggere questo manuale prima di volare con BIX per la prima volta. GRAZIE Nel ringraziarvi per aver scelto un nostro prodotto vi invitiamo a leggere questo importante strumento che

Dettagli

Genie II Manuale d istruzioni. Vi preghiamo di leggere questo manuale prima di volare con il Genie II per la prima volta.

Genie II Manuale d istruzioni. Vi preghiamo di leggere questo manuale prima di volare con il Genie II per la prima volta. Genie II Manuale d istruzioni Vi preghiamo di leggere questo manuale prima di volare con il Genie II per la prima volta. Grazie Grazie per aver scelto il Genie II. Confidiamo che quest imbrago sarà in

Dettagli

BeCool Manuale d uso

BeCool Manuale d uso BeCool Manuale d uso Leggi il manuale prima di effettuare il tuo primo volo con il BeCool Grazie per aver scelto il BeCool. Siamo certi che questo parapendio condurrà te ed il tuo passeggero in infinite,

Dettagli

PARAPENDIO. Versione 1.2 Date: 06 02 2014. Discus. Manuale (I)

PARAPENDIO. Versione 1.2 Date: 06 02 2014. Discus. Manuale (I) PARAPENDIO Versione 1.2 Date: 06 02 2014 Discus Manuale (I) IMPORTANTE Swing Flugsportgeräte GmbH si riserva il diritto di alterare o aggiungere contenuti a questo manuale in ogni momento. Potete tenerlo

Dettagli

PARAPENDIO MISTRAL 7. Versione 1.0 Date: 11 06 2013. Manuale (I)

PARAPENDIO MISTRAL 7. Versione 1.0 Date: 11 06 2013. Manuale (I) PARAPENDIO Versione 1.0 Date: 11 06 2013 MISTRAL 7 Manuale (I) IMPORTANTE Swing Flugsportgeräte GmbH si riserva il diritto di alterare o aggiungere contenuti a questo manuale in ogni momento. Potete tenerlo

Dettagli

Vi raccomandiamo di leggere questo manuale prima di volare con TRANSALP per la prima volta.

Vi raccomandiamo di leggere questo manuale prima di volare con TRANSALP per la prima volta. Vi raccomandiamo di leggere questo manuale prima di volare con TRANSALP per la prima volta. GRAZIE Nel ringraziarvi per aver scelto un nostro prodotto vi invitiamo a leggere questo importante strumento

Dettagli

EPSILON 7. Istruzioni per l uso e la manutenzione Edition 1 / 03_2013

EPSILON 7. Istruzioni per l uso e la manutenzione Edition 1 / 03_2013 EPSILON 7 Istruzioni per l uso e la manutenzione Edition 1 / 03_2013 Edition 1 / 03_2013 Indice Grazie per aver scelto di volare ADVANCE... 4 A proposito di ADVANCE... 5 EPSILON 7... 6 Piacere totale...

Dettagli

PArAglider. Axis 5. Versione 1.0 Date: 23.05.2011. Manuale (IT)

PArAglider. Axis 5. Versione 1.0 Date: 23.05.2011. Manuale (IT) PArAglider Versione 1.0 Date: 23.05.2011 Axis 5 Manuale (IT) IMPORTANTE Swing Flugsportgeräte GmbH si riserva il diritto di alterare o aggiungere contenuti a questo manuale in ogni momento. Potete tenerlo

Dettagli

Linea vita temporanea orizzontale SOIT402/HLLW1 Manuale d Utilizzo e Manutenzione rev.00

Linea vita temporanea orizzontale SOIT402/HLLW1 Manuale d Utilizzo e Manutenzione rev.00 (immagine puramente indicativa per identificare il prodotto) Introduzione Linea vita orizzontale temporanea SOIT402/HLLW1 La linea vita orizzontale temporanea SOIT402/HLLW1 è un sistema di protezione provvisorio

Dettagli

Virate basse: ciò che ogni paracadutista dovrebbe sapere

Virate basse: ciò che ogni paracadutista dovrebbe sapere Sono veramente prudente a vela aperta. Non faccio mai virate basse. Avrete probabilmente già sentito piu volte dire questo. Magari lo direte anche a voi stessi. Penserete anche che molte delle persone

Dettagli

PArAglider. Versione 1.0 Date: 04.11.2010. Manuale (IT)

PArAglider. Versione 1.0 Date: 04.11.2010. Manuale (IT) PArAglider Versione 1.0 Date: 04.11.2010 StrAtus 8 Manuale (IT) IMPORTANTE Swing Flugsportgeräte GmbH si riserva il diritto di alterare o aggiungere contenuti a questo manuale in ogni momento. Potete tenrlo

Dettagli

GRAZIE NOTA DI SICUREZZA

GRAZIE NOTA DI SICUREZZA Haska GRAZIE Nel ringraziarvi per aver scelto un nostro prodotto vi invitiamo a leggere questo importante strumento che è il manuale di utilizzo dell imbragatura, e di prestare maggiore attenzione ai due

Dettagli

Il volo in pendio (Tradotto e adattato da Sailplane & Gliding n.6/2005. Testo di Don Puttock, illustrazioni di Steven Longland)

Il volo in pendio (Tradotto e adattato da Sailplane & Gliding n.6/2005. Testo di Don Puttock, illustrazioni di Steven Longland) Il volo in pendio (Tradotto e adattato da Sailplane & Gliding n.6/2005. Testo di Don Puttock, illustrazioni di Steven Longland) Relativamente pochi piloti sono stati addestrati specificamente per il volo

Dettagli

PROVA PRO-DESIGN JALPA GLEITSCHIRM 6 GIUGNO 2007-07-06. Test Pilot :Peter Feichtinger

PROVA PRO-DESIGN JALPA GLEITSCHIRM 6 GIUGNO 2007-07-06. Test Pilot :Peter Feichtinger PROVA PRO-DESIGN JALPA GLEITSCHIRM 6 GIUGNO 2007-07-06 Test Pilot :Peter Feichtinger Con la costruzione del DHV 2 basico THEMA. Pro-Design ha intrapreso una nuova strada. Dopo l omologazione del DHV 1-2

Dettagli

LA CATENA DI ASSICURAZIONE E RESISTENTE QUANTO IL SUO ANELLO PIU DEBOLE.

LA CATENA DI ASSICURAZIONE E RESISTENTE QUANTO IL SUO ANELLO PIU DEBOLE. I componenti la catena di assicurazione li possiamo individuare semplicemente negli elementi che insieme concorrono alla sicurezza della cordata, ovviamente in caso di caduta. Gli elementi quali corda,

Dettagli

Base ISOFIX. Manuale d uso

Base ISOFIX. Manuale d uso Base ISOFIX. Manuale d uso ECE R44/04 ISOFIX Classe E Gruppo 0+ Fino a 13 kg Lingua Italiano Importante Conservare queste istruzioni per ogni futura evenienza 4 Elenco dei contenuti. 01/ Informazioni fondamentali/avvertenze...7

Dettagli

CESAB B300/B400 1.5-2.0 tonnellate

CESAB B300/B400 1.5-2.0 tonnellate CESAB B300/B400 1.5-2.0 tonnellate Carrelli Elevatori Elettrici 3-4 Ruote Agilità e potenza Maneggevolezza di prima classe, migliore produttività Portate da 1.5 a 2.0 tonnellate Modelli compatti a 3 o

Dettagli

Wanìlight. Edition2/03.2015. Italiano

Wanìlight. Edition2/03.2015. Italiano Wanìlight Edition2/03.2015 Italiano GRAZIE Nel ringraziarvi per aver scelto un nostro prodotto vi invitiamo a leggere questo importante strumento che è il manuale di utilizzo dell imbragatura, e di prestare

Dettagli

QUADERNO DIDATTICO N 4 ALLA RICERCA DELLE TERMICHE

QUADERNO DIDATTICO N 4 ALLA RICERCA DELLE TERMICHE QUADERNO DIDATTICO N 4 ALLA RICERCA DELLE TERMICHE (Da un articolo di Richard Johnson pubblicato su Soaring nel marzo 1997, liberamente tradotto ed adattato da Carlo Grinza) 1 Introduzione. Il primo passo

Dettagli

la gestione della sicurezza durante le attività del parapendio

la gestione della sicurezza durante le attività del parapendio la gestione della sicurezza durante le attività del parapendio traduzione in italiano di Tiberio Galletti 2 febbraio 2007 Avvertenza: questo testo può essere diuso liberamente a patto che ciò sia fatto

Dettagli

UTILIZZO DI BRACHE IN FIBRE SINTETICHE PER SOLLEVAMENTO CARICHI

UTILIZZO DI BRACHE IN FIBRE SINTETICHE PER SOLLEVAMENTO CARICHI UTILIZZO DI BRACHE IN FIBRE SINTETICHE PER SOLLEVAMENTO CARICHI Nel settore lapideo vengono utilizzate brache in fibre sintetiche per sollevamento e movimentazione di lastre lucidate e manufatti quando

Dettagli

TOUR ALLA SCOPERTA DELLO ZAINO SCOLASTICO

TOUR ALLA SCOPERTA DELLO ZAINO SCOLASTICO LEZIONE DI EDUCAZIONE ALLA SALUTE Insegnante: Londei Fabiola anno scolastico 2012-2013 Ciao cari ragazzi e ragazze di quarta B e C, sono un vostro quotidiano osservatore, vi guardo tutte le mattine arrivare

Dettagli

GRAZIE! Grazie per aver scelto di volare con un Ozone GEO!

GRAZIE! Grazie per aver scelto di volare con un Ozone GEO! MANUALE DI VOLO INDICE Grazie Raccomandazioni Team Ozone Il vostro Geo sacca freni elevatori acceleratore imbrago peso totale in volo Tecniche base di volo preparazione controlli pre-volo decollo caratteristiche

Dettagli

MANUALE D ISTRUZIONI PER MONTAGGIO, USO E MANUTENZIONE PER DISPOSITIVI DI ANCORAGGIO PER LINEE VITA SICURPAL

MANUALE D ISTRUZIONI PER MONTAGGIO, USO E MANUTENZIONE PER DISPOSITIVI DI ANCORAGGIO PER LINEE VITA SICURPAL MANUALE D ISTRUZIONI PER MONTAGGIO, USO E MANUTENZIONE PER DISPOSITIVI DI ANCORAGGIO PER LINEE VITA SICURPAL Edizione Settembre 2013 Sicurpal S.r.l. Via Caduti in Guerra, 10/C Villavara di Bomporto (MO)

Dettagli

Guida alla batteria ebike

Guida alla batteria ebike Guida alla batteria ebike Tutto quello che c è da sapere sulle PowerPacks Robert Bosch GmbH Bosch ebike Systems Postfach 1342 72703 Reutlingen Germany www.bosch-ebike.com www.facebook.com / boschebikesystems

Dettagli

Assicurazione sulla vita per Piloti Trainatori. (ovvero: come evitare che l incapace all altro capo del cavo possa rovinarvi la giornata.

Assicurazione sulla vita per Piloti Trainatori. (ovvero: come evitare che l incapace all altro capo del cavo possa rovinarvi la giornata. Assicurazione sulla vita per Piloti Trainatori (ovvero: come evitare che l incapace all altro capo del cavo possa rovinarvi la giornata.) CONSIDERAZIONI PRELIMINARI 1. Le prestazioni del vostro aeroplano

Dettagli

Woody Valley X-RATED 6

Woody Valley X-RATED 6 Woody Valley X-RATED 6 GRAZIE Nel ringraziarvi per aver scelto un nostro prodotto vi invitiamo a leggere questo importante strumento che è il manuale di utilizzo dell imbragatura, e di prestare maggiore

Dettagli

FASTBACK Document Binder MANUALE DI MANUTENZIONE PER L OPERATORE QUALIFICATO

FASTBACK Document Binder MANUALE DI MANUTENZIONE PER L OPERATORE QUALIFICATO MODELLO FB15xsE FASTBACK Document Binder MANUALE DI MANUTENZIONE PER L OPERATORE QUALIFICATO Indice 1. Introduzione 2 2. Sintomi e soluzioni 3 3. Aprire la copertura 4 4. Rimuovere le strip inceppate 5

Dettagli

CESAB M300 1.5 3.5 tonnellate

CESAB M300 1.5 3.5 tonnellate CESAB M300 1.5 3.5 tonnellate Carrelli Elevatori Endotermici Mettili alla prova! Avvicinati al nuovo M300, noterai la differenza. Capacità di carico da 1.5 fino a 3.5 tonnellate Robusto telaio per una

Dettagli

MANUALE D USO. NIVIUK Gliders KOYOT

MANUALE D USO. NIVIUK Gliders KOYOT MNULE D USO KOYOT BENVENUTO Desideriamo darti il benvenuto nel nostro team e ringraziarti per aver scelto di volare con un parapendio Niviuk. Siamo lieti di condividere con te la passione e la dedizione

Dettagli

Procedi lentamente ed evita movimenti improvvisi. Presta attenzione allo stretching

Procedi lentamente ed evita movimenti improvvisi. Presta attenzione allo stretching Consigli generali Procedi lentamente ed evita movimenti improvvisi. Presta attenzione allo stretching muscolare. Quando l hai eseguito quanto più comodamente possibile, rimani così per 5-10 secondi e poi

Dettagli

L EASINESS, la nuovissima selletta leggera reversibile assieme al PI completa alla perfezione il pacchetto ADVANCE HIKE & FLY.

L EASINESS, la nuovissima selletta leggera reversibile assieme al PI completa alla perfezione il pacchetto ADVANCE HIKE & FLY. S IEPA R VCI C EGE P KA PI Nomen est omen Il PI è nel parapendio quello che è il LIGHTNESS per gli imbraghi ADVANCE: costruito per uno specifico gruppo di piloti che vogliono volare il più leggeri possibile

Dettagli

RUOTE MARCHISIO MANUALE D'USO E MANUTENZIONE TAGLIANDO DI GARANZIA

RUOTE MARCHISIO MANUALE D'USO E MANUTENZIONE TAGLIANDO DI GARANZIA Agg. Gennaio 2014 RUOTE MARCHISIO MANUALE D'USO E MANUTENZIONE TAGLIANDO DI GARANZIA Marchisio Engineering S.r.l. Località Rilate / Valbella 80 14100 Asti (AT) Italy Tel: +39 0141 410800 Fax: +39 0141

Dettagli

TRUCCHI e CONSIDERAZIONI

TRUCCHI e CONSIDERAZIONI Acceleratore? Meglio l uso dell'abuso TRUCCHI e CONSIDERAZIONI Lo "speed system" permette di aumentare la velocità del parapendio di 10-15 kmh. La diminuzione dell'angolo d'attacco però rende la vela più

Dettagli

Paradelta Parma S.r.L. via Salvatore Quasimodo n.3, 43100 Parma tel: 0521/994630 fax: 0521/291573 http://www.paradelta.it e-mail: paradelt@tin.

Paradelta Parma S.r.L. via Salvatore Quasimodo n.3, 43100 Parma tel: 0521/994630 fax: 0521/291573 http://www.paradelta.it e-mail: paradelt@tin. Manuale di Uso e Manutenzione Piro Piro B ugg y Paradelta Parma S.r.L. via Salvatore Quasimodo n.3, 43100 Parma tel: 0521/994630 fax: 0521/291573 http://www.paradelta.it e-mail: paradelt@tin.it SEARCH:

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO Sez. Finale Ligure LA CATENA DI SICUREZZA

CLUB ALPINO ITALIANO Sez. Finale Ligure LA CATENA DI SICUREZZA CLUB ALPINO ITALIANO Sez. Finale Ligure LA CATENA DI SICUREZZA Considerazioni sui metodi di contenimento delle sollecitazioni durante la caduta nell arrampicata libera Gola di Gorropu LA CATENA DI ASSICURAZIONE

Dettagli

PILOTAGGI. Active Hang Point. Fixed Hang Point. Low Active Hang Point. I nostri sistemi di pilotaggio sono applicabili su tutti i nostri paramotor.

PILOTAGGI. Active Hang Point. Fixed Hang Point. Low Active Hang Point. I nostri sistemi di pilotaggio sono applicabili su tutti i nostri paramotor. VERONE ITALIANA I nostri sistemi di pilotaggio sono applicabili su tutti i nostri paramotor. PILOTAGGI Active Hang Point I paramotor Fly Products possono essere equipaggiati con tre differenti sistemi

Dettagli

INDICE DEGLI ARGOMENTI

INDICE DEGLI ARGOMENTI INDICE DEGLI ARGOMENTI Importanti istruzioni di sicurezza Uso corretto 3 Assemblaggio 4 KRANKcycle: specificazioni, strumenti e assemblaggio Specificazioni modello 4 Strumenti per l assemblaggio 5 Assemblaggio

Dettagli

Traino Aliante Manuale Operativo I-RF-083. Ed. 2 - Rev. 0 01.01.2012. Traino Aliante. Manuale Operativo

Traino Aliante Manuale Operativo I-RF-083. Ed. 2 - Rev. 0 01.01.2012. Traino Aliante. Manuale Operativo I-RF-083 Traino Aliante Page 2 di 16 INTENTIONALLY BLANK Page 3 di 16 Sommario 1 Parte generale... 4 1.1 Tipi di traino... 4 1.2 Aeromobili trainatori... 4 1.3 Piloti trainatori... 4 1.4 Condizioni minime

Dettagli

POSA DEL PAVIMENTO UNICLIC Tavolati piccoli / 3 misure

POSA DEL PAVIMENTO UNICLIC Tavolati piccoli / 3 misure POSA DEL PAVIMENTO UNICLIC Tavolati piccoli / 3 misure 1) Generalità I pannelli del sistema UNICLIC si possono fissare in due diversi modi: A Per incastrare i pannelli, si possono ruotare inserendo la

Dettagli

Teufelberger. Fune Guida Carta. Checklist per risolvere le problematiche di durata della fune. Teufelberger - il vostro Partner di fiducia.

Teufelberger. Fune Guida Carta. Checklist per risolvere le problematiche di durata della fune. Teufelberger - il vostro Partner di fiducia. Checklist per risolvere le problematiche di durata della fune La fune sfrega contro parti della macchina, feltri, tele o altre funi? La corda gira fuori da una puleggia? Le funi si incrociano? Tutte le

Dettagli

REGOLAZIONE SOSPENSIONI suspension tuning

REGOLAZIONE SOSPENSIONI suspension tuning REGOLAZIONE SOSPENSIONI suspension tuning Francesco Meneghini 2007 Introduzione Nessuna parte nella regolazione della moto è più critica della messa a punto delle sospensioni. Un impropria messa a punto

Dettagli

LIBRETTO D ISTRUZIONI MACCHINA PRODUTTRICE DI GHIACCIO

LIBRETTO D ISTRUZIONI MACCHINA PRODUTTRICE DI GHIACCIO LIBRETTO D ISTRUZIONI MACCHINA PRODUTTRICE DI GHIACCIO 1 Gent.li clienti, grazie per aver acquistato la macchina produttrice di ghiaccio portatile. Per un uso corretto e sicuro vi preghiamo di leggere

Dettagli

REP 050 MISURATORE DI ECCENTRICITA PER RUOTE VEICOLI INDUSTRIALI.

REP 050 MISURATORE DI ECCENTRICITA PER RUOTE VEICOLI INDUSTRIALI. Cod. 024.042 REP 050 MISURATORE DI ECCENTRICITA PER RUOTE VEICOLI INDUSTRIALI. REP 050 è un nuovo strumento per la misurazione dell eccentricità radiale e laterale dei pneumatici di ruote per veicoli industriali.

Dettagli

Il punto ed il vento. Ottimizzare la discesa

Il punto ed il vento. Ottimizzare la discesa Capitolo 4 Avere il meglio dalla proprio vela 23 Se guardate una zona di atterraggio impegnata per un momento, diventerà ovvio che alcuni paracadutisti sono padroni della propria vela. Essi atterrano bene

Dettagli

Taglierina elettrica K3952

Taglierina elettrica K3952 Taglierina elettrica K3952 INDICE ISTRUZIONI PER LA SICUREZZA... 3 INSTALLAZIONE... 4 DESCRIZIONE DEL FUNZIONAMENTO... 4 SPECIFICHE TECNICHE DELLE TAGLIERINE ELETTRICHE... 4 TRASPORTO... 5 SISTEMAZIONE

Dettagli

INDICAZIONI PER LA REVISIONE ANNUALE DEI DPI TRACTEL

INDICAZIONI PER LA REVISIONE ANNUALE DEI DPI TRACTEL INDICAZIONI PER LA REVISIONE ANNUALE DEI DPI TRACTEL 1 2 4 5 6 7 3 DURATA DI VITA E REVISIONI ANNUALI D.P.I. ANTICADUTA INDICAZIONI PRIORITARIE Durata di vita dei prodotti: Ogni DPI anticaduta ha una durata

Dettagli

ETICHETTE PRESENTI SU TUTTI I SISTEMI DI ANCORAGGIO

ETICHETTE PRESENTI SU TUTTI I SISTEMI DI ANCORAGGIO L NORMA EN 12 195-2 Mazo 2001 a decisione di rispettare il contenuto della norma EN 12 195-2 è stata presa perché permette di fornire un sistema di ancoraggio avente le informazioni per chi lo utilizza

Dettagli

Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT. ELICOTTERO Ref. 41-827-840

Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT. ELICOTTERO Ref. 41-827-840 Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT. ELICOTTERO Ref. 41-827-840 Parte 1 - AERODINAMICA 1 Come si definisce la velocità? A) la distanza percorsa moltiplicata per il tempo impiegato

Dettagli

Manuale di uso e manutenzione

Manuale di uso e manutenzione Manuale di uso e manutenzione INDICE 1 - INTRODUZIONE...pag. 4 1.1 - Simbologia utilizzata nel manuale... pag. 4 2 - SICUREZZA...pag. 5 2.1 - Informazioni generali di sicurezza... pag. 5 2.2 - Dispositivi

Dettagli

Guida alla batteria ebike. Tutto quello che c è da sapere sui PowerPack

Guida alla batteria ebike. Tutto quello che c è da sapere sui PowerPack Guida alla batteria ebike Tutto quello che c è da sapere sui PowerPack Bosch ebike Systems 2016 2 3 Sommario In sintesi I PowerPack sono le fonti di energia dei sistemi ebike Bosch ebike Active Line e

Dettagli

Corso di Paracadutismo AFF (Accelerated Free Fall)

Corso di Paracadutismo AFF (Accelerated Free Fall) ATTENZIONE: il seguente è un semplice riepilogo di alcuni dei tanti argomenti trattati durante il corso di paracadutismo AFF, ogni punto deve essere discusso, approfondito ed appreso appieno ed in maniera

Dettagli

VADO A SCUOLA CON LO SCUOLABUS. Servizi Scolastici Integrativi Comunali TRASPORTO SCOLASTICO

VADO A SCUOLA CON LO SCUOLABUS. Servizi Scolastici Integrativi Comunali TRASPORTO SCOLASTICO VADO A SCUOLA CON LO SCUOLABUS Servizi Scolastici Integrativi Comunali TRASPORTO SCOLASTICO Vado a scuola con lo Scuolabus Vado con lo Scuolabus alla scuola dell infanzia o alla scuola primaria Se non

Dettagli

COS E? Uno strumento facile e veloce per darti le principali informazioni utili alle tue giornate in pista.

COS E? Uno strumento facile e veloce per darti le principali informazioni utili alle tue giornate in pista. BRIEFING ONLINE COS E? Uno strumento facile e veloce per darti le principali informazioni utili alle tue giornate in pista. PERCHE? La tua sicurezza e quella degli altri deve essere sempre al primo posto.

Dettagli

DJ 431 EFFETTO LUCE. Manuale di istruzioni

DJ 431 EFFETTO LUCE. Manuale di istruzioni DJ 431 EFFETTO LUCE Manuale di istruzioni INTRODUZIONE Ci complimentiamo vivamente per la scelta del suo straordinario effetto luminoso, risultato delle più moderne tecniche costruttive. Questo apparecchio,

Dettagli

MOD. 11 / 02-2006Excel

MOD. 11 / 02-2006Excel IM A N U A L E S E R I E d i I S T R U Z I O N E MOD. 11 / 02-2006Excel 2 Indice I N D I C E Avvertenze di sicurezza 3 Introduzione 4 Descrizione prodotto - Serie Excel 4 Contenuti dei kit 6 Installazione

Dettagli

Traduzione dell articolo ACHIEVING THE BEST ANGLE di Ed Kolano tratto dalla rivista Sport Aviation di dicembre 2000.

Traduzione dell articolo ACHIEVING THE BEST ANGLE di Ed Kolano tratto dalla rivista Sport Aviation di dicembre 2000. Traduzione dell articolo ACHIEVING THE BEST ANGLE di Ed Kolano tratto dalla rivista Sport Aviation di dicembre 2000. Otteniamo il miglior angolo di salita. Riduzione dei dati di prestazione in salita,

Dettagli

speed to y per piloti di parapendio

speed to y per piloti di parapendio speed to y per piloti di parapendio Je Greenbaum traduzione in italiano di Tiberio Galletti 7 febbraio 2007 Avvertenza: questo testo può essere diuso liberamente a patto che ciò sia fatto senza ni di lucro,

Dettagli

TEORIA CORSO S.I.V. 1

TEORIA CORSO S.I.V. 1 TEORIA CORSO S.I.V. 1 L indispensabilità di un corso SIV E' consolidata l'opinione che l'apprendimento della disciplina del parapendio non sia così facile e veloce come spesso si voleva far credere. Un

Dettagli

Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT.

Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT. Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT. Parte 5 - OPERAZIONI ED ATTERRAGGI DI EMERGENZA 1 Se una situazione d emergenza richiede un atterraggio con vento in coda, il pilota deve

Dettagli

MANUALE D USO E MANUTENZIONE STIRATRICE EASY IRON

MANUALE D USO E MANUTENZIONE STIRATRICE EASY IRON MANUALE D USO E MANUTENZIONE STIRATRICE EASY IRON IMESA S.p.A. Via degli Olmi 22 31040 Cessalto (TV), Italia tel. +39.0421.468011 fax +39.0421.468000 www.imesa.it Indice AVVERTENZE 3 1. Descrizione dell'apparecchio

Dettagli

INDICE 1 Premessa 1.1 Generalità 2 1.2 Manutenzione 3 1.3 Garanzia 4

INDICE 1 Premessa 1.1 Generalità 2 1.2 Manutenzione 3 1.3 Garanzia 4 Manuale delle Istruzioni ITALIANO INDICE 1 Premessa 1.1 Generalità 2 1.2 Manutenzione 3 1.3 Garanzia 4 2 Analizzatore di materiali GYSTEEL VISION 2.1 Quadro generale 5 2.2 Preparazione prima del test 6

Dettagli

ANCORAGGI SOSTE INDICE DELLA SERATA TECNICHE DI ASSICURAZIONE DISCESA IN CORDA DOPPIA. Ancoraggi e soste Tecniche di assicurazione La corda doppia

ANCORAGGI SOSTE INDICE DELLA SERATA TECNICHE DI ASSICURAZIONE DISCESA IN CORDA DOPPIA. Ancoraggi e soste Tecniche di assicurazione La corda doppia ANCORAGGI SOSTE TECNICHE DI ASSICURAZIONE DISCESA IN CORDA DOPPIA (CAPP. 4-5-6 MANUALE GHIACCIO VERTICALE) INDICE DELLA SERATA Ancoraggi e soste Tecniche di assicurazione La corda doppia 1 ANCORAGGI Ancoraggi

Dettagli

Indice. 1. Avvertenze Generali Pag.3. 2. Precauzioni Generali Pag.3. 3. Installazione Elettrica Pag.4. 4. Installazione Meccanica Pag.

Indice. 1. Avvertenze Generali Pag.3. 2. Precauzioni Generali Pag.3. 3. Installazione Elettrica Pag.4. 4. Installazione Meccanica Pag. 1 Indice 1. Avvertenze Generali Pag.3 2. Precauzioni Generali Pag.3 3. Installazione Elettrica Pag.4 4. Installazione Meccanica Pag.5 5. Manutenzione Pag.8 6. Smaltimento Pag.8 7. Limitazione Responsabilità

Dettagli

CARRIER C30R-2B. 2365 kg. Call for Yanmar solutions

CARRIER C30R-2B. 2365 kg. Call for Yanmar solutions CARRIER 2365 kg Call for Yanmar solutions COMPATTEZZA Trasportatore Yanmar, prestazioni ottimali su ogni tipo di terreno. Caratteristiche principali > Dimensioni compatte : Larghezza globale ridotta a

Dettagli

Custodire questo manuale con cura per successive consultazioni. Sarà la vostra guida per un utilizzo sicuro ed efficiente.

Custodire questo manuale con cura per successive consultazioni. Sarà la vostra guida per un utilizzo sicuro ed efficiente. OS-3308 upapa Hug Grazie per aver acquistato il massaggiatore upapa Hug della OSIM. Prima di utilizzare questo nuovo apparecchio, siete pregati di leggere attentamente il libretto delle istruzioni, prestando

Dettagli

come girare veloci IN PIEGA L ASSETTO DA PISTA

come girare veloci IN PIEGA L ASSETTO DA PISTA IN PIEGA L ASSETTO DA PISTA come girare veloci La regolazione della forcella comincia con il precarico molla (sinistra) aumentando quello standard. Allo stesso modo si incrementa il freno in compressione

Dettagli

(FAQ) ANTICADUTA. Catalogo on-line www.iapir.it DA OLTRE 40 ANNI LA SICUREZZA IN ITALIA

(FAQ) ANTICADUTA. Catalogo on-line www.iapir.it DA OLTRE 40 ANNI LA SICUREZZA IN ITALIA (FAQ) ANTICADUTA Che cos è un impatto d urto? All'arresto di una caduta l'operatore subisce un impatto d'urto che può provocare delle lesioni. 400 dan : comparsa di postumi cervicali 600 dan : soglia accettabile

Dettagli

MANUALE USO E MANUTENZIONE

MANUALE USO E MANUTENZIONE MANUALE USO E MANUTENZIONE Argano manuale con cavo Art. 0070/C ISTRUZIONI ORIGINALI PREMESSA Leggere il presente manuale prima di qualsiasi operazione ISTRUZIONI ORIGINALI Prima di iniziare qualsiasi azione

Dettagli

CARROZZINE SIGMA SIGMA CONFORT ISTRUZIONI PER L USO SGUK0502 P ORTOGALLO

CARROZZINE SIGMA SIGMA CONFORT ISTRUZIONI PER L USO SGUK0502 P ORTOGALLO SGUK0502 P ORTOGALLO CARROZZINE SIGMA SIGMA CONFORT ISTRUZIONI PER L USO 1. Introduzione La carrozzina da autospinta che avete acquistato è parte della gamma prodotti Invacare ed è stata realizzata con

Dettagli

Il Bora non è una vela iniziale, l'uso da parte di piloti neofiti rappresenta dunque un pericolo per loro stessi.

Il Bora non è una vela iniziale, l'uso da parte di piloti neofiti rappresenta dunque un pericolo per loro stessi. MANUALE DI VOLO Questa vela è la naturale evoluzione della sua sorella precedente ma per caratteristiche progettuali e costruttive ha un carattere diverso e prestazioni in ambito di utilizzo che sono ulteriormente

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SAUNA FINLANDESE

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SAUNA FINLANDESE ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SAUNA FINLANDESE 1 Gentile cliente: Con lo scopo di aiutarla a conoscere meglio e ad usare in modo appropriato la nostra sauna, la preghiamo di leggere attentamente il manuale seguente.

Dettagli

Premessa. Premessa. In auto. Quanti seggiolini nella vita di un bambino? Attenzione! Abbiate cura della vostra bicicletta!

Premessa. Premessa. In auto. Quanti seggiolini nella vita di un bambino? Attenzione! Abbiate cura della vostra bicicletta! Premessa Premessa In auto Quanti seggiolini nella vita di un bambino? Attenzione! Abbiate cura della vostra bicicletta! In bicicletta pag. 2 pag. 3 pag. 5 pag. 15 pag. 21 pag. 23 In Italia, ogni anno,

Dettagli

Istruzioni d uso, manutenzione e cura di finestre e porte in legno

Istruzioni d uso, manutenzione e cura di finestre e porte in legno Gentili Signore e Signori, ci complimentiamo con Voi per le Vostre nuove finestre e/o porte e Vi ringraziamo per la fiducia che ci avete accordato. Per rendere durevole la Vostra soddisfazione nel nuovo

Dettagli

Guida rapida al setup per modelli OFF-Road Molle

Guida rapida al setup per modelli OFF-Road Molle Guida rapida al setup per modelli OFF-Road Molle Più dure Più morbide Auto + reattiva e diretta (ed anche nervosa) Aiutano a saltare + in alto e + in lungo, quindi sono ottime per piste piatte con tanta

Dettagli

ucrown Pro OS-3510 Manuale di Istruzione

ucrown Pro OS-3510 Manuale di Istruzione ucrown Pro OS-3510 Manuale di Istruzione OS-3510 ucrown Pro Grazie per aver acquistato ucrown Pro della OSIM. Prima di utilizzare lo ucrown Pro, siete pregati di leggere attentamente il libretto delle

Dettagli

Manuale Operativo Il piacere di fare il bagno e di godersi la vita. Sollevatore da bagno Modello: BLV 5 ARUBA

Manuale Operativo Il piacere di fare il bagno e di godersi la vita. Sollevatore da bagno Modello: BLV 5 ARUBA Manuale Operativo Il piacere di fare il bagno e di godersi la vita Sollevatore da bagno Modello: BLV 5 ARUBA Manuale Operativo Pagina 2 Modello: BLV 5 A tutti gli stimati clienti che hanno scelto di acquistare

Dettagli

manuale di installazione

manuale di installazione manuale di installazione Ci congratuliamo con Voi per l acquisto del modulo indice INTRODUZIONE SICUREZZA Avvertenze e rischi elettrici MODULI FOTOVOLTAICI GIOCOSOLUTIONS Contenuto della confezione Dati

Dettagli

Descrizione del prodotto

Descrizione del prodotto Imbragatura Liko HygieneVest, mod. 50, 55 Imbragatura per la Toilette Orsetto HygieneVest, mod. 50, 55 Istruzioni per l uso Italiano 7IT160167-03 Mod. 50 Mod. 55 Descrizione del prodotto Le presenti istruzioni

Dettagli

Pannelli Fotovoltaici Serie ASP 60 MONTAGGIO Pannelli Fotovoltaici ASP GUIDA DI MONTAGGIO. Pannelli Fotovoltaici X 60

Pannelli Fotovoltaici Serie ASP 60 MONTAGGIO Pannelli Fotovoltaici ASP GUIDA DI MONTAGGIO. Pannelli Fotovoltaici X 60 Pannelli Fotovoltaici Serie ASP 60 MONTAGGIO Pannelli Fotovoltaici ASP GUIDA DI MONTAGGIO Questa guida contiene una serie di suggerimenti per installare i prodotti Abba Solar della serie ASP60 ed è rivolta

Dettagli

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future.

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. ATTENZIONE: Utilizzare il prodotto solo per l uso al quale

Dettagli

E = Cp/Cr (dal momento che tutti gli altri valori sono comuni alle due formule)

E = Cp/Cr (dal momento che tutti gli altri valori sono comuni alle due formule) LE FORMULE ED I DIAGRAMMI Come abbiamo visto, la possibilità di variare la velocità di un veleggiatore è legata indissolubilmente all'angolo di incidenza: perchè? Perchè è proprio l'angolo di incidenza

Dettagli

INTRODUZIONE EGREGIA CLIENTE, EGREGIO CLIENTE, ATTENZIONE

INTRODUZIONE EGREGIA CLIENTE, EGREGIO CLIENTE, ATTENZIONE MBO MP 1120 I neu 16.10.2001 13:52 Uhr Seite 1 INTRODUZIONE 1 EGREGIA CLIENTE, EGREGIO CLIENTE, Siamo lieti che abbiate scelto il nostro kit per manicure e pedicure MBO MP 1120. Con questo sistema di cura

Dettagli

Parts of my Pop-in... 7 8a

Parts of my Pop-in... 7 8a A C 5 B Parts of my Pop-in... 5 6 0 D 9 7 8a 8b IT IMPORTANTE! CONSERVARE LE ISTRUZIONI PER CONSULTAZIONI FUTURE Come usare i Pop-in Precauzioni d uso Non usare ammorbidenti con i vostri Pop-in. Non usare

Dettagli

Andrea Milanese. I comportamenti corretti per la salute del bambino quando viaggia in auto e non solo. Crescere bambini ecologici

Andrea Milanese. I comportamenti corretti per la salute del bambino quando viaggia in auto e non solo. Crescere bambini ecologici Andrea Milanese I comportamenti corretti per la salute del bambino quando viaggia in auto e non solo IL CONCETTO DI SICUREZZA PASSIVA POLITECNICO DI MILANO DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA AEROSPAZIALE Laboratori

Dettagli

PUNZONATRICE IDRAULICA PER INOX BAUDAT. Art. Sicutool 760GR-3 Art. Baudat 50-618 Mod. LS8 HD

PUNZONATRICE IDRAULICA PER INOX BAUDAT. Art. Sicutool 760GR-3 Art. Baudat 50-618 Mod. LS8 HD ISTRUZIONI D USO 1/6 Istruzioni pubblicate sul sito www.sicutool.it PUNZONATRICE IDRAULICA PER INOX BAUDAT. Art. Sicutool 760GR-3 Art. Baudat 50-618 Mod. LS8 HD Caratteristiche: Punzona (INOX) nei diametri

Dettagli

I...Imbragature ABC Guldmann

I...Imbragature ABC Guldmann I..........Imbragature ABC Guldmann I.........Imbragature ABC Guldmann Codice Articolo xxxxx-xxx ACTIVE Micro Plus Poliestere Dimensione: XS-XXL ACTIVE Trainer Poliestere Dimensione: Kid (bambino) -XXL

Dettagli

Myrtaven ti propone un programma completo di esercizi e automassaggi, per aiutarti a mantenere le tue gambe attive e in forma 7 giorni su 7.

Myrtaven ti propone un programma completo di esercizi e automassaggi, per aiutarti a mantenere le tue gambe attive e in forma 7 giorni su 7. Myrtaven ti propone un programma completo di esercizi e automassaggi, per aiutarti a mantenere le tue gambe attive e in forma 7 giorni su 7. lunedì datti lo sprint martedì RINVIGORISCITI mercoledì tonificati

Dettagli

L AEROMODELLO VELEGGIATORE

L AEROMODELLO VELEGGIATORE Esperti DECS-UIM L AEROMODELLO VELEGGIATORE pagina 1 L AEROMODELLO VELEGGIATORE MOMENTO TEMATICO Osserviamo il volo di un grosso rapace. Con la sua planata con larghi cerchi esso riesce a guadagnare quota

Dettagli

MANUALE DI SOPRAVVIVENZA PER CHI VA IN BICI

MANUALE DI SOPRAVVIVENZA PER CHI VA IN BICI MANUALE DI SOPRAVVIVENZA PER CHI VA IN BICI Undici modi per non farsi investire usando la bicicletta Fiab AdB Gruppo Cicloescursionistico Massa Lombarda Lugo - Ravenna INTRODUZIONE Questa piccola guida

Dettagli

OROLOGIO SEIKO AUTOMATICO PER SUBACQUEI Cal. 7S26, 7S36

OROLOGIO SEIKO AUTOMATICO PER SUBACQUEI Cal. 7S26, 7S36 INDICE Pag. CARATTERISTICHE... 38 AVVIO INIZIALE DELL OROLOGIO... 39 PREDISPOSIZIONE DELL ORA E DEL CALENDARIO... 40 CALOTTA ROTANTE... 41 PRECAUZIONI... 42 NOTE SULL USO DELL OROLOGIO... 43 PER MANTENERE

Dettagli

Corretto uso delle attrezzature TECNICHE DI ATTACCO

Corretto uso delle attrezzature TECNICHE DI ATTACCO LE TECNICHE DI ATTACCO E buona norma, prima di iniziare l intervento, dedicare due minuti alle comunicazioni con il DOS, descrivendo la situazione in atto. Per spegnere un incendio boschivo è indispensabile

Dettagli

LEGGERE ATTENTAMENTE E CONSERVARE QUESTO MANUALE PER LA VOSTRA SICUREZZA E PER UN CORRETTO USO DELL APPARECCHIO

LEGGERE ATTENTAMENTE E CONSERVARE QUESTO MANUALE PER LA VOSTRA SICUREZZA E PER UN CORRETTO USO DELL APPARECCHIO LEGGERE ATTENTAMENTE E CONSERVARE QUESTO MANUALE PER LA VOSTRA SICUREZZA E PER UN CORRETTO USO DELL APPARECCHIO MADE IN CHINA Questo prodotto è conforme alla Direttiva EU 2002/96/EC. Ai sensi dell art.

Dettagli

Barriera Antinafta PN3

Barriera Antinafta PN3 Barriera Antinafta PN3 La barriera antinafta PN3 viene prodotta in tessuto di nylon ad alta tenacità protetto su entrambi i lati con una speciale mescola a base di gomma policloroprenica che assicura elevate

Dettagli

CONTENUTI CONTENT DEUTSCH FRANÇAIS

CONTENUTI CONTENT DEUTSCH FRANÇAIS CONTENUTI The Nitrous should be adjusted exactly to the current rider for reaching maximum safety and fun while riding. All adjustments should be done at the local Scott dealer or following to this manual.

Dettagli

GSCL Gruppo Sportivo Ciechi Lariani. Tecnica di guida sugli sci con i ciechi CONTROLLO DEL MATERIALE IMPIANTI DI RISALITA PREPARAZIONE PRIMA DISCESA

GSCL Gruppo Sportivo Ciechi Lariani. Tecnica di guida sugli sci con i ciechi CONTROLLO DEL MATERIALE IMPIANTI DI RISALITA PREPARAZIONE PRIMA DISCESA Tecnica di guida sugli sci con i ciechi CONTROLLO DEL MATERIALE Prima della partenza controlla tutto l'equipaggiamento, in particolare il buon funzionamento della radio. Mentre sali, descrivi il paesaggio

Dettagli

Istruzioni Birth Pool in a Box

Istruzioni Birth Pool in a Box Istruzioni Birth Pool in a Box Innanzitutto grazie per aver acquistato una piscina di The Good Birth Company nel nostro Negozio Online! Dopa la nostra personale ricerca di una piscina per la nascita di

Dettagli

A SCUOLA IN BICICLETTA

A SCUOLA IN BICICLETTA A SCUOLA IN BICICLETTA Come si fa? di Michele Mutterle Tuttinbici FIAB Vicenza Michele Mutterle A scuola in Prima di tutto: procurati una bici! Che deve essere Comoda Giusta per la tua età perfettamente

Dettagli

Istruzioni per l uso delle lenti a contatto rigide gas-permeabili

Istruzioni per l uso delle lenti a contatto rigide gas-permeabili Istruzioni per l uso delle lenti a contatto rigide gas-permeabili Di materiali BOSTON della Polymer Technology e materiali di altri produttori. Hecht Contactlinsen GmbH D-79280 Au 0483 Vedere bene con

Dettagli