1 Un programma di collaborazione e partnership tra: LAB 1. Food-Tech. Macchinari per il packaging. Aggiornato marzo 09

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1 Un programma di collaborazione e partnership tra: LAB 1. Food-Tech. Macchinari per il packaging. Aggiornato marzo 09"

Transcript

1 1 Un programma di collaborazione e partnership tra: Food-Tech LAB 1 Aggiornato marzo 9

2 LA MAPPA DEL SETTORE: 9 filiere verticali e 3 segmenti orizzontali Carni Lavorazione vegetali Dolciaria Mangimi Molitoria Olio e grassi Lattiero caseario Panificazione Pasta Macchinari di processo 1 Macchine per la 9 Macchine per la 18 Macchine per l'industria 7 Macchine preparazione 34 Macchine per pulitura, 43 Macchine per estrazione e 5 Macchine per l'industria 61 Forni per panetteria, 73 Macchine per la lavorazione delle carni preparazione di frutta e ortaggi dolciaria mangimi cernita, vagliatura dei cereali preparazione olii e grassi del latte pasticceria e biscotteria produzione di pasta 19 Componenti di macchine per l'industria alimentare 35 Macchine per mulini e lavorazione dei cereali 6 Forni a tunnel per panetterie, pasticcerie o biscottifici 74 Componenti di macchine per l'industria alimentare 36 Componenti di macchine 63 Altri forni per panetterie, per la lavorazione dei cereali pasticcerie o biscottifici 64 Macchine per la panificazione 65 Componenti di macchine per l'industria alimentare Macchine per 1 Macchine pulizia bottiglie Macchine per 8 Macchine per 37 Macchine per 44 Macchine pulizia bottiglie 53 Macchine pulizia bottiglie 66 Macchine per 75 Macchine per 3 Comp. di macchine per 11 Macchine per 1 Comp. di macchine per 9 Comp. di macchine per 38 Comp. di macchine per 45 Macchine per 54 Macchine per 67 Comp. di macchine per 76 Comp. di macchine per (no (no (no (no (no (no 4 Basculle a pesata 1 Macchine per Basculle a pesata 3 Basculle a pesata 39 Basculle a pesata 46 Macchine per 55 Macchine per 68 Basculle a pesata 77 Basculle a pesata 5 Basculle automatiche con 13 Comp. di macchine per (no 3 Basculle automatiche con 31 Basculle automatiche con 4 Basculle automatiche con 47 Comp. di macchine per (no 56 Comp. di macchine per (no 69 Basculle automatiche con 78 Basculle automatiche con 6 Basculle automatiche con 14 Basculle a pesata 4 Basculle automatiche con 3 Basculle automatiche con 41 Basculle automatiche con 48 Basculle a pesata 57 Basculle a pesata 7 Basculle automatiche con 79 Basculle automatiche con 15 Basculle automatiche con 5 Macchine per 33 Macchine per 4 Macchine per 49 Basculle automatiche con 58 Basculle automatiche con 71 Macchine per 8 Macchine per 16 Basculle automatiche con 5 Basculle automatiche con 59 Basculle automatiche con Componentistica 7 Compressori per impianti 17 Compressori per impianti 6 Compressori per impianti 51 Compressori per impianti 6 Compressori per impianti 7 Compressori per impianti 81 Compressori per impianti frigoriferi fino a,4kw frigoriferi fino a,4kw frigoriferi fino a,4kw frigoriferi fino a,4kw frigoriferi fino a,4kw frigoriferi fino a,4kw frigoriferi fino a,4kw 8 Coltelli e lame per l'industria alimentare

3 CONTESTO COMPETITIVO GLOBALE: l Italia è esportatore mondiale di settore Principali Esportatori CAGR '3-'7 Quota '3 Quota '7 '3-'7 1 Germany ,8% 9,8% 34,9% Italy ,5% 4,4% 3,5% 3 USA ,3% 6,1% 4,4% 4 Switzerland ,6% 4,4% 3,5% 5 Sweden ,1% 4,6% 3,5% 6 France ,8% 4,% 3,4% 7 China ,6% 1,5% 3,% 8 Japan ,5% 3,7%,7% 9 Netherlands ,%,8%,6% 1 Spain ,5%,4%,% Mondo ,5% Spain 6,3% United Kingdom 6,7% Mexico 5,3% Italy 5,% China Russian 7,% Federation 7,4% Principali Importatori Switzerland Canada 4,% 4,1% France 9,% Altri 9,9% Germany 1,% USA 4,7% Germany 44% Principali Esportatori Altri % Japan 3% China 4% Italy 9% France 4% USA 6% Sw itzerland 4% Sw eden 4% Principali Importatori CAGR '3-'7 Quota '3 Quota '7 '3-'7 1 USA ,4% 15,6% 15,3% Germany ,% 6,4% 6,% 3 France ,% 6,% 5,6% 4 Russian Federation ,9% 3,% 4,6% 5 China ,% 5,9% 4,5% 6 United Kingdom ,8% 5,% 4,% 7 Spain ,3% 3,4% 3,9% 8 Mexico ,6% 3,9% 3,3% 9 Italy ,4% 3,% 3,1% 1 Switzerland ,8%,4%,6% 11 Canada ,7% 3,4%,5% Mondo ,9% Nel periodo 3-7 i flussi di commercio internazionale che riguardano i diversi comparti dei alimentare evidenziano una buona progressione, con tassi medi di crescita per l export pari all 8,5% annuo e per l import pari al 6,9%. In tale contesto l Italia, con una quota del 3,5% dell export mondiale di settore, rimane saldamente il Paese esportatore al mondo (con quote in lieve contrazione), preceduta dalla Germania (con quota di mercato in crescita al 35%) e seguita a distanza dagli USA (che perdono terreno). Il settore presenta una netta concentrazione dal lato dell offerta, come si può notare, i primi due player detengono infatti quasi i /3 del mercato. Da seguire attentamente appare anche la crescita dell export della Cina (+8,6% in media all anno), seppur ancora piuttosto limitata in termini di volumi assoluti. Il primo mercato di destinazione dell export mondiale di settore è rappresentato dagli USA, che nel periodo considerato rimangono saldamente il principale mercato di import mondiale, seguiti dalla Germania e dalla Francia. L Italia risulta 9 importatore mondiale di settore, con quote praticamente stabili. Tra i mercati di destinazione, degna di nota è la progressione della Russia, con una crescita media dei propri flussi di import del 17% all anno. 3 Fonte: ns. elaborazione dati UN-COMTRADE

4 I MERCATI PIU RICETTIVI: i migliori trend commerciali nella domanda mondiale Trend di breve termine (A/A 6-'7) 5% 4% 3% % 1% % -1% IN RIPRESA Finland Hungary Portugal IN DECLINO Algeria China DINAMICHE DOMANDA MONDIALE Trend di lungo e di breve termine Spain Switzerland Rep. of Korea Germany France Japan USA Austria Belgium Mexico Malaysia Media United Kingdom Greece Denmark Morocco Poland Canada Netherlands Israel Slovenia Czech Rep. Croatia Singapore Sweden Russian Federation Slovakia Hungary,5% -1% -7% 1,3% ## ## ## Romania Finland,5% 11% -7% 13,7% ## ## ## -% Pakistan,5% -1% 3% 4,8% ## ## ## -1% % 1% % Hong Kong 3%,5% -15% -11% 19,% ## ## ## Israel,4% 36% % 31,4% ## ## ## Trend di lungo termine Morocco,4% 4% 3% 6,% ## ## ## (Cagr 3-'7) Belarus,4% 48% 18% 5,% ## ## ## Slovenia,4% % 3% 31,% ## ## ## Slovakia,4% -15% 11% 14,3% ## ## ## Norway Chile Turkey Belarus South Africa Quota Italia <15% 15%=<Quota Italia=<5% Quota Italia >5% Quota Italia % Media TREND POSITIVO TREND INDEBOLITO Quote di mercato dell Italia Paesi Peso % A/A Cagr Quota mercato dell'italia USA 15,3% 5% 6% 17,7% ## ## ## Germany 6,% 7% 6% 19,7% ## ## ## France 5,6% 6% 4% 3,9% ## ## ## Russian Federation 4,6% 9% 17% 8,7% ## ## ## China 4,5% -8% % 6,5% ## ## ## United Kingdom 4,% % %,3% ## ## ## Spain 3,9% 3% 1% 4,% ## ## ## Mexico 3,3% 5% 3% 7,8% ## ## ## Switzerland,6% 1% 9% 4,8% ## ## ## Canada,5% -1% -1% 11,3% ## ## ## Poland,1% 1% 4% 1,5% ## ## ## Turkey,1% -6% 16% 38,% ## ## ## Belgium,1% 4% 1% 13,3% ## ## ## Brazil,% 57% 9% 8,6% ## ## ## Japan,% 8% 5% 7,8% ## ## ## Sweden 1,9% 11% 1% 5,8% ## ## ## Saudi Arabia 1,9% 65% 34% 13,% ## ## ## Austria 1,8% 5% % 15,6% ## ## ## Netherlands 1,6% -3% % 8,5% ## ## ## South Africa 1,5% 18% 5% 17,6% ## ## ## Australia 1,4% -% 3% 5,1% ## ## ## Rep. of Korea 1,% 8% 5% 1,9% ## ## ## India 1,% 3% 9% 3,4% ## ## ## Denmark,9% 5% 8% 15,6% ## ## ## Thailand,9% -8% 1% 13,8% ## ## ## Romania,8% -19% 14% 7,% ## ## ## Greece,8% 4% 6% 47,3% ## ## ## Czech Rep.,8% 18% 5% 17,4% ## ## ## Norway,8% 6% 16% 1,3% ## ## ## Singapore,7% 19% 8% 4,% ## ## ## India Chile,7% 1% 19% 4,% ## ## ## Argentina Algeria,7% -6% -5% 4,6% ## ## ## Colombia,6% 91% % 1,5% ## ## ## Malaysia,6% 6% 5% 3,% ## ## ## Argentina,5% % 8% 7,8% ## ## ## Venezuela,5% 14% 5,3% ## ## ## Serbia and Monten,5% % 33,5% ## ## ## Kazakhstan,5% 33% 11,3% ## ## ## New Zealand,5% 57% 14% 15,7% ## ## ## Croatia,5% 5% 8% 33,1% ## ## ## Portugal,5% 9% -5% 33,% ## ## ## 4 In questa analisi è possibile individuare quali siano i mercati più ricettivi nel contesto della domanda mondiale di prodotto specifico (quadrante in alto a destra TREND POSITIVO ), sulla base del raffronto tra trend commerciali di lungo termine (5 anni) e quelli di breve (1 anno). La dimensione di ciascuna bolla segnala la dimensione relativa del mercato, in termini di volume economico (in euro) delle importazioni su quel mercato. Individuati i mercati di maggiore interesse, è possibile verificare il grado di penetrazione commerciale dell Italia dal colore delle bolle (tanto più è scuro tanto più l Italia detiene quote di mercato). Tra i mercati ad elevato potenziale, quelli con scarsa penetrazione del prodotto italiano potrebbero segnalare opportunità di sviluppo commerciale, mentre quelli a maggior penetrazione italiana potrebbero risultare quelli più propensi a riconoscere la qualità del prodotto italiano. Fonte: ns. elaborazione dati UN-COMTRADE

5 I MERCATI PIU RICETTIVI: i migliori trend commerciali per l export italiano 18% FLUSSI EXPORT - Trend di lungo e di breve termine 1 16% 14% IN RIPRESA Ungheria TREND POSITIVO 1% Trend di breve termine (A/A 7-'8) 1 1% 8% Algeria Thailandia Colombia 6% Rep. Ceca Pakistan Argentina Hong Kong Polonia Egitto 4% Portogallo Turchia Brasile Venezuela Slovenia Marocco Tunisia Germania Iran India % Paesi Bassi Australia Arabia Saudita Corea del Sud Grecia Ucraina Media Russia Israele % Regno Unito Francia Svezia Danimarca Indonesia Em irati Austria Svizzera Cina Belgio Messico IN Giappone Irlanda Romania Stati Uniti Nige ria Cile -% DECLINO TREND Sudafrica Spagna Canada INDEBOLITO Bulgaria -4% -% % % 4% Trend di lungo termine (Cagr 4-'8) 1 Cat. OCSE 7 Cat. OCSE 5-6 Cat. OCSE 3-4 Cat. OCSE -1- No Cat. OCSE Media 5 In questa analisi è possibile individuare quali siano i mercati più ricettivi nei confronti del prodotto italiano specifico (quadrante in alto a destra TREND POSITIVO ), sulla base del raffronto tra trend commerciali di lungo termine (5 anni) e quelli di breve (1 anno). La dimensione di ciascuna bolla segnala la dimensione relativa del mercato, in termini di volume economico (in euro) delle esportazioni italiane su quel mercato. I mercati a più elevato potenziale sono quelli in cui il prodotto italiano sta riscuotendo successo crescente nel tempo e che quindi potrebbero risultare interessanti opportunità di sviluppo commerciale per le imprese che non li hanno ancora affrontati. È inoltre possibile verificare il grado di rischio Paese dal colore delle bolle (secondo la scala OCSE). 1 dati ISTAT annualizzati gennaio-novembre 4-8 Fonte: ns. elaborazione dati Istat - Coeweb

6 TREND FLUSSI EXPORT: i mercati principali per l export italiano Nel periodo 4-8 l export italiano di Macchinari per il packaging alimentare evidenzia una discreta capacità di crescita (+7% medio annuo). Ma già l andamento dei primi 11 mesi del 8 evidenzia qualche segnale di rallentamento delle esportazioni nazionali (+4,6% sul medesimo periodo del 7), soprattutto verso alcuni Paesi chiave. Tra i principali mercati di sbocco dell export italiano tengono ancora bene nel 8: Francia (CAGR 8/4 =+1% e 8/7 =+9%) Russia (CAGR 8/4 =+15% e 8/7 =+7%) Germania (CAGR 8/4 =+1% e 8/7 =+13%) mentre sono invece già evidenti i segnali di rallentamento dei flussi verso: USA (CAGR 8/4 =+% e 8/7 =-17%) Spagna (CAGR 8/4 =+% e 8/7 =-3%) TREND EXPORT PRIMI 5 PAESI DESTINATARI (mln euro) 1 Francia Russia Stati Uniti Germania Spagna ,% 4,6% CAGR 1 A/A 1 PAESI Cat. OCSE Peso % Stati Uniti Cat. OCSE -1-8,4 44,3 6,9 98, 46,3 % -17% 7,4% Francia Cat. OCSE -1-16,3 8,7 45,7 8,8 6,7 1% 9% 6,8% Russia 3 Cat. OCSE , 11,5 153,,7 14,7 15% 7% 6,4%! Germania Cat. OCSE -1-6,8 186,8,1 187,5 1, 1% 13% 6,3% Spagna Cat. OCSE -1-17,5 19,1 181,4 67,5 186,5 % -3% 5,6% Regno Unito Cat. OCSE , 166,7 164,7 138,9 147,5 -% 6% 4,4% Cina Cat. OCSE -1-73, 16,8 135,5 137,5 137, 17% % 4,1% Messico Cat. OCSE -1-79,9 8,9 87,9 11, 11,7 6% -8% 3,% Turchia 4 Cat. OCSE 3-4 7,7 7, 16, 71,6 11,1 9% 41% 3,%! Polonia Cat. OCSE -1-48,5 55,8 58,5 67, 97,8 19% 46%,9%! Brasile 3 Cat. OCSE 3-4 3,1 45, 43,6 67, 9, 41% 38%,8%! Svizzera Cat. OCSE -1-71,1 7, 8,6 91,7 89,1 6% -3%,7% Austria Cat. OCSE -1-56,8 4, 73,6 71, 65,6 4% -8%,% Svezia Cat. OCSE -1-5,1 4,5 47,4 63,5 64,3 6% 1% 1,9% Egitto 4 Cat. OCSE ,3 33,8 3,6 38,1 54,6 3% 43% 1,6%! Giappone Cat. OCSE -1-38,1 35,6 3, 61,5 54,6 9% -11% 1,6% Paesi Bassi Cat. OCSE -1-6, 4,4 43,6 47,8 54,4-3% 14% 1,6% Ucraina 6 Cat. OCSE 5-6 8,1 46,3 49, 45,4 5,4 17% 15% 1,6%! Grecia Cat. OCSE -1-37,9 36,1 35,3 46,5 49,9 7% 7% 1,5%! Iran 6 Cat. OCSE 5-6 7,4 4, 17,8 39, 47,9 15% % 1,4%! India 3 Cat. OCSE ,5 18,6 3,6 37, 46,4 8% 5% 1,4%! Belgio Cat. OCSE -1-43,3 51, 54,1 45,9 4,6 % -7% 1,3% Australia Cat. OCSE -1-34,3 37, 57,8 36,8 41,7 5% 13% 1,% Portogallo Cat. OCSE -1-3,8,7 9,1 7,8 37,3 5% 34% 1,1% Argentina 7 Cat. OCSE 7 1,8 14,6,1 4,1 36,5 35% 5% 1,1%! Arabia Saudita Cat. OCSE -1-16,7 1,1 33,6 8,1 33,1 19% 18% 1,%! Sudafrica 3 Cat. OCSE ,7 9,3 7,1 4,8 3,9 % -3% 1,% Algeria 3 Cat. OCSE 3-4 3,4 18,9 34,9 18, 31,9 % 77% 1,% Thailandia 3 Cat. OCSE ,3,3 16,6 15,8 3,6 1% 93%,9%! Rep. Ceca Cat. OCSE -1-, 1,8 19,9 19,1 9,5 7% 55%,9%! Venezuela 6 Cat. OCSE 5-6 7,3 14,3 14,9 1,1 8,4 4% 34%,8%! Romania 3 Cat. OCSE 3-4 4,9 9, 37,9 3, 6, 1% -19%,8% Ungheria 4 Cat. OCSE , 15,7 19,9 9,3 5, 18% 17%,8%! Canada Cat. OCSE -1-,9 9,8 6, 31,6 3, % -7%,7% Israele 3 Cat. OCSE 3-4 1,9 1,3 11,4 19,9,9 18% 5%,6%! Indonesia 5 Cat. OCSE 5-6 4, 4,3 16,,,7-16% -6%,6% Marocco 3 Cat. OCSE ,4 1,7 17,7 15, 18,5 13% 4%,6%! Slovenia Cat. OCSE -1-11,9 7,6 11,7 14,6 18,3 11% 6%,5%! Pakistan 6 Cat. OCSE 5-6 8,3 19,5 1,7 11,8 18, % 55%,5%! Tunisia 3 Cat. OCSE 3-4 7,8 15,6 1,4 14, 17,9 3% 8%,5%! Hong Kong 1 Cat. OCSE -1-6, 1, 13,9 11,9 17,5-9% 47%,5% Corea del Sud Cat. OCSE -1-,6 16,6 16, 15,6 17,3-6% 11%,5% Nigeria 6 Cat. OCSE , 13,4 18, 19,9 17, 7% -14%,5% Danimarca Cat. OCSE -1-11,5 4,4 1,9 16,6 17, 1% %,5% Cile Cat. OCSE -1-8,8 18,5 4,8 19,8 16,6 17% -16%,5% Singapore Cat. OCSE -1-4,4 8,1 3,8 4,4 15, 36% 46%,4%! Emirati Cat. OCSE -1-14,4 9, 1,1 14,6 13,8-1% -5%,4% Irlanda Cat. OCSE -1-16,3 1,4 11,6 16,3 13,8-4% -15%,4% Colombia 4 Cat. OCSE 3-4 5,7 9, 8,4 7,9 13,3 4% 69%,4%! Bulgaria 4 Cat. OCSE 3-4 1, 9, 16,1,6 13,3 7% -36%,4% Valori in mln/euro 6 1 dati ISTAT annualizzati gennaio-novembre 4-8 Fonte: ns. elaborazione dati Istat - Coeweb

7 BILANCIA COMMERCIALE E COMPOSIZIONE EXPORT: il saldo delle partite correnti Bilancia commerciale 4-'8 (mln euro) Volumi Export Var. 4-'8 (mln euro) 1.558, , Volumi Import Var. 4-'8 (mln euro) 1 317,1 37, , 4,6 Macchine pulizia bottiglie 738,5 16,8 Macchine per 14, 156,8 Macchine per COMPOSIZIONE EXPORT 4-'8 (mln euro) 1 543,8 753, Parti di macchine per impacchettare e imballare(escl. Lavastoviglie) 5, 16,5 3,7 4,3, 1,5 Basculle a pesata costante e bilance dosatrici 4 8 Basculle automatiche con Basculle automatiche con 7 Nel periodo 4-8 il saldo delle partite correnti italiane per il settore Macchinari di processo alimentare mantiene un trend ampiamente attivo ed in ulteriore rafforzamento grazie alla forza dell export che cresce a ritmi e con volumi ampiamente superiori a quelli dell import. Tra le voci che contribuiscono maggiormente al trend positivo si segnala l export dei Macchinari per e dei Macchinari per. 1 dati ISTAT annualizzati gennaio-novembre 4-8 Fonte: ns. elaborazione dati Istat - Coeweb

8 IL CAMPIONE ANALIZZATO Posizionamento Quantitativo 1 ( 3-7) 7) 8 1 È possibile richiedere la personalizzazione dell elaborato con i posizionamenti competitivi della singola azienda scrivendo a:

9 POSIZIONAMENTO QUANTITATIVO 1 Fatt. medio 1 ebitda mg cagr fatt 3 Ebit/Dip. ROI PFN/ebitda D/E Aziende % Campioni % Media.8 9,4% 1,3% 15 6,5% 1,8,8 13 1% 18 14% Mediana ,% 5,% 1 6,9% 1,9 1,5 Performance Efficienza Sostenibilità finanziaria - Grandi imp. fatt. > 5 mln./ ,8% 1,7% 15,5 6,7% 1,7,7 9 7% % - Medie imp. fatt. 1-5 mln./.13 9,7% 7,9% 14,7 6,7% 1,6,9 39 3% 7 18% - Piccole imp. fatt. < 1 mln./ 4.4 6,9% 5,8% 1,5 5,% 3,1 1, % 9 11% Fatturato complessivo Ricavi netti bilancio 7 (.) Media periodo Tasso di crescita 3-7 Il campione di imprese costruttrici di alimentare si compone di un totale di 13 aziende ed è costituito per il 93% da imprese medie e piccole (fatt. 5mln ), sono infatti soltanto 9 le imprese del campione che superano i 5mln di fatturato. I risultati migliori in termini sia di performance (crescita e marginalità), che di efficienza (produttività e redditività), che di sostenibilità finanziaria, sono complessivamente riportati dalle imprese di dimensioni maggiori (fatt. >5mln ). In sostanza per questa categoria di imprese, la massa critica appare come un fattore discriminante. Si può infatti notare come la concentrazione più elevata di best performer (%) si rintracci nella categoria delle grandi, denotando l opportunità di puntare al raggiungimento delle necessarie economie di scala attraverso l elemento cruciale della crescita dimensionale. 9 1 È possibile richiedere la personalizzazione dell elaborato con i posizionamenti competitivi della singola azienda scrivendo a: Fonte: ns. elaborazione dati

10 DINAMICHE PERFORMANCE ECONOMICA 1 : fatturati in crescita e margini stabili Valori in mln TREND FATTURATO 1.87 (+6,3%).59 (+8,3%).58 (+14,%).95 (+1,6%) ,% 9,8% 9,6% 9,4% 9,% 9,% 8,8% 8,6% 8,4% 8,% 8,% EBITDA MGN 9,9% 9,6% 9,5% 9,% 8,8% % Performance (Media periodo 3-7) 15% Ebitda mgn 1% 5% % -5% -5% % 5% 1% 15% % 5% Cagr fatturato Nel quadriennio 3-7 il campione analizzato evidenzia una costante crescita del fatturato (+1,3% in media all anno). La crescita dei volumi di vendita viene affiancata da livelli di marginalità operativa lorda stabilmente superiori al 9%. 1 1 È possibile richiedere la personalizzazione dell elaborato con i posizionamenti competitivi della singola azienda scrivendo a: Fonte: ns. elaborazione dati

11 TREND EFFICIENZA ECONOMICA 1 : in crescita produttività e redditività del capitale ,9 13,9 EBIT/DIP 1,1 16,3 19,1 8,% 7,% 6,% 5,% 4,% 3,% 5,8% 6,3% ROI 5,6% 6,9% 7,5% Valori in mgl,% 1,%,% Ebit/ Dip Efficienza (Media periodo 3-7) % 5% 1% 15% % 5% 3% 35% ROI L indice di produttività del campione di aziende in esame cresce fino a raggiungere i 19.1 per dipendente nel 7 dagli 11.9 del 3. Nel periodo osservato anche la redditività del capitale investito (ROI), dopo una moderata contrazione nel 5, cresce fino ad un livello del 7,5% nel È possibile richiedere la personalizzazione dell elaborato con i posizionamenti competitivi della singola azienda scrivendo a: Fonte: ns. elaborazione dati

12 DINAMICHE ESPOSIZIONE FINANZIARIA 1 : settore finanziariamente stabile 1,7 1,8 PFN/EBITDA 1,8 1,8 1,9,9,9,8,8,8,8 D/E,8,8, ,7, Sostenibilità finanziaria (Media periodo 3-7) 1 1 PFN / Ebitda D/E Nel periodo 3-7 il panel di aziende analizzato si caratterizza per un ricorso equilibrato alla leva finanziaria, con un rapporto tra Debito ed Equity stabilmente inferiore all unità. Parallelamente la capacità di ripagare lo stock di debito accumulato attraverso i flussi di marginalità lorda generata dall attività aziendale, rimane su livelli nel complesso assai agevoli. 1 1 È possibile richiedere la personalizzazione dell elaborato con i posizionamenti competitivi della singola azienda scrivendo a: Fonte: ns. elaborazione dati

13 GLOSSARIO NOTA METODOLOGICA: CAGR (Compound Annual Growth Rate): tasso medio annuo di crescita relativo al periodo preso in considerazione. A/A: tasso di variazione rispetto all anno precedente. Cat. OCSE: categoria di rischio Paese secondo la classificazione OCSE (rischio minimo rischio massimo 7) BILANCIA COMMERCIALE: Il saldo della bilancia commerciale è la differenza tra le esportazioni e le importazioni nazionali. Il saldo è attivo se un Paese esporta più di quanto importa e viceversa risulta passivo quando è l import a prevalere sull export. EBITDA Mgn. (Earnings before interests, taxes, depreciation and amortization): è un indice (espresso in % sul fatturato) di redditività della gestione caratteristica assimilabile al Margine Operativo Lordo (MOL). In sostanza esprime il risultato dell operazione Ricavi - Costo del Venduto (al lordo di tasse, ammortamenti, interessi e svalutazioni). EBIT/DIP: è un indice di produttività, che evidenzia il Risultato Operativo (EBIT) prodotto da ciascun dipendente. Tanto più è elevato l indice e tanto più sarà elevato il reddito (al lordo delle tasse e della gestione finanziaria) prodotto da ciascun dipendente interno all azienda. ROI (Return On Investment): è un indice di redditività, calcolato rapportando il Risultato Operativo sul Capitale Investito (proprio e di terzi). Per valutarne l ordine di grandezza può essere raffrontato con il rendimento di un investimento di medio termine privo di rischio (es. rendimento dei BTP decennali). D/E (Debt/Equity): indica in che misura un impresa fa ricorso alla leva finanziaria, cioè al capitale di debito (Debt) in rapporto al capitale proprio dell imprenditore (Equity). PFN/EBITDA: è la capacità (espressa in numero di anni) di ripagare la quantità di debito accumulato (Posizione Finanziaria Netta) attraverso i flussi di marginalità lorda prodotti dalla gestione caratteristica dell impresa. Tanto più è contenuto il valore e tanto più sarà tranquilla la situazione finanziaria dell azienda. Best-Performer: dato un campione di imprese, individuiamo come best-performer le imprese che ottengono nel periodo osservato risultati per Performance ed Efficienza superiori alle medie del campione complessivo. Performance Efficienza Sostenibilità finanziaria Ebitda mgn % Ebitda Fatturato totale Cagr fatturato % 1 (n-1) ( Fatt. anno n Fatt. anno 1 ) - 1 ROI % Reddito Operativo Capitale investito Val. agg. per dipendente Valore aggiunto n. dipendenti PFN / Ebitda Pos. Fin. Netta Ebitda D/E Deb. fin. totali Patrimonio netto 13

14 POSIZIONAMENTO QUALITATIVO In corso di elaborazione. Gli esiti di tale analisi saranno resi disponibili nelle fasi successive del progetto di collaborazione Food-Tech LAB

15 POSIZIONAMENTO QUALITATIVO: nota metodologica Prodotto Mercato LEADERSHIP TECNOLOGICA Specialisti di nicchia Leader di mercato FORZADEL MARCHIO Leader nel mercato italiano Leader internazionali Aziende più esposte alla concorrenza Aziende affermate su catalogo prodotti commodity: necessità di focalizzazione del business Aziende più esposte alla concorrenza Aziende che devono focalizzare il business ESTENSIONE GAMMA PRODOTTI MERCATI SERVITI Presidio del cliente Aziende forti nella customer care ma che devono potenziare la presenza commerciale Leader commerciali SERVIZI ACCESSORI Aziende più esposte alla concorrenza Aziende vicine al cliente solo nella vendita PRESIDIO LEVA DISTRIBUTIVA 1 15

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

RE start. La sfida possibile di un Italia più internazionale

RE start. La sfida possibile di un Italia più internazionale RE start. La sfida possibile di un Italia più internazionale Rapporto Export 2015/2018 Trasformare una geografia dei rischi in una geografia delle opportunità Il mondo ha mantenuto, nel suo complesso,

Dettagli

L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita

L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita Facoltàdi Economia, Università degli studi di Trento 19 novembre 2009 Anagni, Istituto Tecnico Commerciale G. Marconi IL MONDO E CAMBIATO

Dettagli

SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015

SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015 SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015 Un ulteriore consolidamento del fatturato estero del settore caratterizza questi primi 8 mesi del 2015: tra gennaio e agosto sono stati esportati prodotti per 4,2

Dettagli

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità.

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. K I W I DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. in sintesi Superficie mondiale di kiwi: 160.000 ettari Produzione mondiale di kiwi: 1,3

Dettagli

7. Gli scambi mondiali di prodotti agroalimentari: paesi competitor e mercati di sbocco

7. Gli scambi mondiali di prodotti agroalimentari: paesi competitor e mercati di sbocco 7. Gli scambi mondiali di prodotti agroalimentari: paesi competitor e mercati di sbocco IN SINTESI Le esportazioni mondiali di prodotti agroalimentari sono piuttosto concentrate con i primi 10 paesi che

Dettagli

DOCUMENTI IAI UN INDICATORE PER IL COINVOLGIMENTO INTERNAZIONALE DELLE IMPRESE ITALIANE IN TERMINE DI COMMERCIO E IDE. di Luca Laureti DRAFT

DOCUMENTI IAI UN INDICATORE PER IL COINVOLGIMENTO INTERNAZIONALE DELLE IMPRESE ITALIANE IN TERMINE DI COMMERCIO E IDE. di Luca Laureti DRAFT IAI927 DOCUMENTI IAI UN INDICATORE PER IL COINVOLGIMENTO INTERNAZIONALE DELLE IMPRESE ITALIANE IN TERMINE DI COMMERCIO E IDE di Luca Laureti DRAFT Documento preparato nell ambito del programma di ricerca

Dettagli

I FLUSSI DI ESPORTAZIONE DEL COMPARTO AGROALIMENTARE ITALIANO. Milano, 6 ottobre 2015

I FLUSSI DI ESPORTAZIONE DEL COMPARTO AGROALIMENTARE ITALIANO. Milano, 6 ottobre 2015 I FLUSSI DI ESPORTAZIONE DEL COMPARTO AGROALIMENTARE ITALIANO Milano, 6 ottobre 2015 INFORMAZIONI GENERALI Export Il settore agroalimentare ha continuato a registrare negli ultimi anni una costante crescita

Dettagli

Il Turismo nell area Euro-Adriatica

Il Turismo nell area Euro-Adriatica Forum delle Camere di Commercio dell Adriatico e dello Ionio Il Turismo nell area Euro-Adriatica In collaborazione con: 1 Il mercato del turismo europeo Fonte: WTO, 2006 2 I numeri dell Euroregione Adriatica

Dettagli

Ulisse per le vendite all estero

Ulisse per le vendite all estero 1Sistema Informativo Ulisse per le vendite all estero Gennaio 2014 PER CONOSCERE I MERCATI ESTERI DI VENDITA E DI APPROVVIGIONAMENTO 2Sistema Informativo, In un contesto di forti cambiamenti dell ambiente

Dettagli

I numeri del commercio internazionale

I numeri del commercio internazionale Università di Teramo Aprile, 2008 Giovanni Di Bartolomeo gdibartolomeo@unite.it I numeri del commercio internazionale Big traders Netherlands 4% United Kingdom 4% France 5% China 6% Italy 4% Japan 7% Korea,

Dettagli

IL LAVORO DELL OCSE SUI SISTEMI SANITARI

IL LAVORO DELL OCSE SUI SISTEMI SANITARI IL LAVORO DELL OCSE SUI SISTEMI SANITARI - analisi, confronto e rafforzamento del sistema sanitario Stefano Scarpetta, Direttore della Direzione del Lavoro, Occupazione e Affari Sociali Il Lavoro dell

Dettagli

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE 8 luglio 2013 Anno 2012 OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE Nel 2012 gli operatori che hanno effettuato vendite di beni all estero sono 207.920, in lieve aumento (+0,3%) rispetto al 2011. Al netto dei

Dettagli

L export di vini Doc-Docg e Igt vale 4,3 miliardi euro: l 84% del totale

L export di vini Doc-Docg e Igt vale 4,3 miliardi euro: l 84% del totale Il commercio con l estero dell Italia: I vini Doc-Docg e PREVISIONI Igt nel 2014 di PRODUZIONE Il commercio con l estero dell Italia 14 aprile 2015 L export di vini Doc-Docg e Igt vale 4,3 miliardi euro:

Dettagli

ANDAMENTO ECONOMICO DEL SETTORE PELLETTERIA: PRE CONSUNTIVO 2012

ANDAMENTO ECONOMICO DEL SETTORE PELLETTERIA: PRE CONSUNTIVO 2012 ANDAMENTO ECONOMICO DEL SETTORE PELLETTERIA: PRE CONSUNTIVO 2012 Prosegue la corsa dell export di settore anche nella parte finale del 2012: + 21,8% nei primi 10 mesi dell anno. La conferma del dato a

Dettagli

Le opportunità di un mondo che cresce

Le opportunità di un mondo che cresce UNIONCAMERE EMILIA-ROMAGNA TEMPORARY EXPORT MANAGER 2014 Le opportunità di un mondo che cresce Camera di Commercio di Ravenna 26 marzo 2014 Dentro il tunnel Partire dai numeri nonostante quanto si dice

Dettagli

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014 FEDERAZIONE NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DEI PRODUTTORI DI BENI STRUMENTALI E LORO ACCESSORI DESTINATI ALLO SVOLGIMENTO DI PROCESSI MANIFATTURIERI DELL INDUSTRIA E DELL ARTIGIANATO IL SETTORE DEI BENI

Dettagli

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2008-2010

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2008-2010 Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2008-2010 il caffè Direzione Dipartimento Promozione NOTA INTRODUTTIVA Le elaborazioni statistiche si propongono di fornire al Lettore uno strumento per

Dettagli

Classifica delle esportazioni italiane di shampoo

Classifica delle esportazioni italiane di shampoo SHAMPOO 1 19.696 14,3% 2 16.443 11,9% 3 13.501 9,8% 4 10.683 7,7% 5 7.127 5,2% 6 6.262 4,5% 7 5.717 4,1% 8 5.370 3,9% 9 Belgio 3.622 2,6% 10 3.533 2,6% 11 Slovenia 3.057 2,2% 12 Svizzera 2.578 1,9% 13

Dettagli

Il Programma per Installatori Qualificati di PROINSO supera le 2.000 aziende integrate in tutto il mondo

Il Programma per Installatori Qualificati di PROINSO supera le 2.000 aziende integrate in tutto il mondo Il Programma per Installatori Qualificati di PROINSO supera le 2.000 aziende integrate in tutto il mondo La società consolida così la sua leadership internazionale Da quando è stato attivato, nel 2010,

Dettagli

ESPORTAZIONE DEFINITIVA (EX): AUTORIZZAZIONI RILASCIATE NEL PERIODO 01/01/2003-31/12/2003 ELENCO PER PAESE DI DESTINAZIONE

ESPORTAZIONE DEFINITIVA (EX): AUTORIZZAZIONI RILASCIATE NEL PERIODO 01/01/2003-31/12/2003 ELENCO PER PAESE DI DESTINAZIONE Ministero degli Affari Esteri Dalla RELAZIONE GOVERNATIVA 2004 ESPORTAZIONE DEFINITIVA (EX): AUTORIZZAZIONI RILASCIATE NEL PERIODO 01/01/2003-31/12/2003 ELENCO PER PAESE DI DESTINAZIONE Paese di destinazione

Dettagli

Apertura internazionale, ricerca e innovazione nell economia italiana

Apertura internazionale, ricerca e innovazione nell economia italiana Apertura internazionale, ricerca e innovazione nell economia italiana Lelio Iapadre (Università dell Aquila e UNU-CRIS, Bruges) Corso per i poli regionali di innovazione ITA, Roma, 3 febbraio 2015 Sommario

Dettagli

I dati Import-Export. 1 semestre 2014

I dati Import-Export. 1 semestre 2014 I dati Import-Export 1 semestre 2014 Import, Export e bilancia commerciale (valori in euro) Provincia di Mantova, Lombardia e Italia, 1 semestre 2014 (dati provvisori) import 2014 provvisorio export saldo

Dettagli

L INDUSTRIA ALIMENTARE ITALIANA IN CINA

L INDUSTRIA ALIMENTARE ITALIANA IN CINA L INDUSTRIA ALIMENTARE ITALIANA IN CINA DANIELE ROSSI Direttore Generale 18 marzo 2013 L Industria Alimentare Italiana Stime 2012 FATTURATO 130 MILIARDI. E il 2 settore manufatturiero in Italia: insieme

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE AZIENDE ITALIANE DELLA MODA E DEL LUSSO E DRIVER PER LA CRESCITA DELL EXPORT

INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE AZIENDE ITALIANE DELLA MODA E DEL LUSSO E DRIVER PER LA CRESCITA DELL EXPORT Ricerca INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE AZIENDE ITALIANE DELLA MODA E DEL LUSSO E DRIVER PER LA CRESCITA DELL EPORT Sintesi dell intervento di David Pambianco 6 novembre 2012 La ricerca è preceduta da due

Dettagli

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2009-2011

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2009-2011 (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2009-2011 l olio di oliva marzo 2012 Dipartimento Promozione dell'internazionalizzazione Area Agro-alimentare

Dettagli

Atlante Statistico dell Energia. RIE per AGI

Atlante Statistico dell Energia. RIE per AGI Atlante Statistico dell Energia RIE per AGI Settembre 215 ENERGIA E AMBIENTE 14 Emissioni totali di CO2 principali nei paesi Europei 12 1 mln tonn. 8 6 4 2 199 1992 1994 1996 1998 2 22 24 26 28 21 212

Dettagli

ANCE Sicilia Smobilizzo crediti con le PP.AA. Ristrutturazione del debito Sistema di Gestione Resp. Amministrativa Il Gruppo Atradius

ANCE Sicilia Smobilizzo crediti con le PP.AA. Ristrutturazione del debito Sistema di Gestione Resp. Amministrativa Il Gruppo Atradius ANCE Sicilia Smobilizzo crediti con le PP.AA. Ristrutturazione del debito Sistema di Gestione Resp. Amministrativa Il Gruppo Atradius Giulio Longobardi Direttore commerciale Atradius Italia Palermo 14

Dettagli

DATI CONSORZIATI RAFFRONTO DATI STORICI GENN- SETT 14 VS GENN- SETT 13

DATI CONSORZIATI RAFFRONTO DATI STORICI GENN- SETT 14 VS GENN- SETT 13 DATI CONSORZIATI RAFFRONTO DATI STORICI GENN- SETT 14 VS GENN- SETT 13 - VENDITE PER PRODOTTO GENN- SETT 14 VS 13 2013 2014 var. var % Asti docg 38.220.269 37.358.438-861.831-2,3% Moscato d'asti docg 14.082.178

Dettagli

micro&macro - mercati emergenti piccoli

micro&macro - mercati emergenti piccoli micro&macro - mercati emergenti Il vino è stato a lungo uno dei prodotti alimentari più scambiati al mondo. Dal 1980 il commercio internazionale del vino è risultato in continua e rapida espansione, nonostante

Dettagli

IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE FUTURE

IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE FUTURE IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E DENIS PANTINI Direttore Area Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa PROSPETTIVE FUTURE I temi di approfondimento I consumi

Dettagli

Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema Educativo di Istruzione e di Formazione. Primi risultati di PISA 2009

Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema Educativo di Istruzione e di Formazione. Primi risultati di PISA 2009 Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema Educativo di Istruzione e di Formazione Primi risultati di PISA 2009 Dicembre 2010 Questo fascicolo contiene una prima presentazione dei risultati di PISA

Dettagli

DINAMICA DEL COMMERCIO AGROALIMENTARE MONDIALE: ATTORI E DETERMINANTI

DINAMICA DEL COMMERCIO AGROALIMENTARE MONDIALE: ATTORI E DETERMINANTI DINAMICA DEL COMMERCIO AGROALIMENTARE MONDIALE: ATTORI E DETERMINANTI Anna Carbone (Università della Tuscia) Antonella Finizia (Ismea) Workshop del Gruppo 2013 L agroalimentare italiano nel commercio mondiale:

Dettagli

IL MINISTRO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI. di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

IL MINISTRO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI. di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE D.M. 28 gennaio 2009 Attuazione disposizioni di cui al comma 9, dell'art. 38, della legge n. 289/2002, concernente la determinazione del livello di reddito equivalente per ciascun Paese straniero, al reddito

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 L INDUSTRIA MONDIALE DELLA MACCHINA UTENSILE 8

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 L INDUSTRIA MONDIALE DELLA MACCHINA UTENSILE 8 L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 I DATI RELATIVI AL 2011 2 LE ESPORTAZIONI 4 LE CARATTERISTICHE STRUTTURALI 6 La macchina utensile 6 La robotica 7 L INDUSTRIA

Dettagli

L economia italiana: problemi strutturali e prospettive di crescita. L economia italiana: problemi strutturali e prospettive di crescita 1/37

L economia italiana: problemi strutturali e prospettive di crescita. L economia italiana: problemi strutturali e prospettive di crescita 1/37 L economia italiana: problemi strutturali e prospettive di crescita Prof. Carluccio Bianchi Università di Pavia L economia italiana: problemi strutturali e prospettive di crescita 1/37 Premessa - Nel corso

Dettagli

«Going Global: M&A per il food Made in Italy» Fare sistema per conquistare i mercati internazionali

«Going Global: M&A per il food Made in Italy» Fare sistema per conquistare i mercati internazionali «Going Global: M&A per il food Made in Italy» Fare sistema per conquistare i mercati internazionali Gregorio De Felice Direzione Studi e Ricerche Milano, 8 settembre 2015 Agenda 1 Importanza e specificità

Dettagli

1 551 020 1 531 598-19 422-1,3 TICINO Totale 17 400 091 17 769 842 369 751 2,1

1 551 020 1 531 598-19 422-1,3 TICINO Totale 17 400 091 17 769 842 369 751 2,1 Industria alberghiera e altre infrastrutture. Pernottamenti Fonte TS 2013 2014 Differenza Assoluta Differenza % ET Lago Maggiore 6 593 021 6 1 7 2 6 4,5 Gambarogno Turismo 1 357 144 1 366 558 9 414 0,7

Dettagli

Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i trend e le proposte per la crescita

Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i trend e le proposte per la crescita Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i trend e le proposte per la crescita Alessandro Nova Università L. Bocconi Roma, 18 febbraio 2014 Filiera della carta 2014 - Alessandro Nova 1 La Filiera della

Dettagli

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema Aspen Institute Italia Studio curato da: Servizio Studi e Ricerche, Intesa Sanpaolo ISTAT IMT Alti Studi, Lucca Fondazione Edison LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE Prima

Dettagli

L Industria Alimentare Italiana e le certificazioni Bio, Kosher e Halal

L Industria Alimentare Italiana e le certificazioni Bio, Kosher e Halal L Industria Alimentare Italiana e le certificazioni Bio, Kosher e Halal Giovanni Delle Donne Area Promozione e Internazionalizzazione Napoli, 2 maggio 2013 L Industria Alimentare Italiana Valori 2012 Fatturato

Dettagli

Struttura e tendenze della spesa degli italiani all estero

Struttura e tendenze della spesa degli italiani all estero Struttura e tendenze della spesa degli italiani all estero Andrea Alivernini L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL 2005 Venezia 11 aprile 2006 http:// ://www.uic.itit Struttura e tendenze della spesa

Dettagli

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015 L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 201 E PRIMO TRIMESTRE 201 1 FOCUS CONSUNTIVO 201 Il 201 si è chiuso con un bilancio complessivamente soddisfacente: il quadro di sintesi riferito agli indicatori

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE I DATI RELATIVI AL 2014 Nel 2014 l economia mondiale ha mantenuto lo stesso ritmo di crescita (+3,1%) dell anno precedente (+3,1%).

Dettagli

Economia Monetaria. CLEF classe 14. Tassi di Cambio e Mercati Valutari

Economia Monetaria. CLEF classe 14. Tassi di Cambio e Mercati Valutari Economia Monetaria CLEF classe 14 2008-09 Tassi di Cambio e Mercati Valutari versione 14 Aprile 2009 DEF/ Tasso di cambio nominale: E - Prezzo della moneta nazionale espresso in unità di valuta estera

Dettagli

IL VINO ITALIANO NEL MERCATO MONDIALE: OPPORTUNITÀ ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI DENIS PANTINI

IL VINO ITALIANO NEL MERCATO MONDIALE: OPPORTUNITÀ ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI DENIS PANTINI IL VINO ITALIANO NEL MERCATO MONDIALE: CRITICITÀ ED OPPORTUNITÀ ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI DENIS PANTINI Direttore Area Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa I temi di approfondimento

Dettagli

La spesa sanitaria e altri indicatori di salute nei dati Ocse 2002

La spesa sanitaria e altri indicatori di salute nei dati Ocse 2002 HW Health World Ocse health data 2002 di Mario Coi e Federico Spandonaro Ceis Sanità, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Roma Tor Vergata La spesa sanitaria e altri indicatori di salute nei

Dettagli

RAPPORTO 2012. sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo

RAPPORTO 2012. sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo RAPPORTO 2012 sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo A CURA DELLA DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI E DELL UFFICIO LAVORI ALL ESTERO E RELAZIONI INTERNAZIONALI Espansione

Dettagli

L Industria Alimentare Italiana e le certificazioni Bio, Kosher e Halal

L Industria Alimentare Italiana e le certificazioni Bio, Kosher e Halal L Industria Alimentare Italiana e le certificazioni Bio, Kosher e Halal Marcella Pedroni Fiere di Parma Spa Confindustria Palermo, 16 aprile 2014 L Industria Alimentare Italiana Consuntivo 2013 Fatturato

Dettagli

L industria alessandrina della gioielleria: il commercio internazionale Osservatorio Internazionale del Distretto di Valenza e del settore orafo Rocco Paradiso Valenza, 31.01.2008 1 Internazionalizzazione.

Dettagli

FEDERLEGNOARREDO desiderio di fare impresa

FEDERLEGNOARREDO desiderio di fare impresa FEDERLEGNOARREDO desiderio di fare impresa FEDERLEGNOARREDO è il cuore della filiera italiana del legno-arredo. Dal 1945 difendiamo il nostro saper fare, sosteniamo lo sviluppo delle nostre imprese, siamo

Dettagli

Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane

Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane A. Alivernini, M. Gallo, E. Mattevi e F. Quintiliani Conferenza Turismo internazionale: dati e risultati Roma, Villa Huffer, 22 giugno 2012 Premessa:

Dettagli

Welfare: sfide e opportunità. Prof. Alberto Brambilla Coordinatore Giornata Nazionale della Previdenza Itinerari Previdenziali

Welfare: sfide e opportunità. Prof. Alberto Brambilla Coordinatore Giornata Nazionale della Previdenza Itinerari Previdenziali Welfare: sfide e opportunità Prof. Alberto Brambilla Coordinatore Giornata Nazionale della Previdenza Itinerari Previdenziali Lo scenario della previdenza complementare in Italia La spesa e i numeri del

Dettagli

La Lombardia e il commercio internazionale IL SETTORE DELLA MECCANICA. A cura di:

La Lombardia e il commercio internazionale IL SETTORE DELLA MECCANICA. A cura di: La Lombardia e il commercio internazionale IL SETTORE DELLA MECCANICA A cura di: per: Unioncamere Lombardia Informazione economica per lo sviluppo locale Ottobre 2009 ii INDICE Introduzione... 5 1. La

Dettagli

3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue

3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue Rapporto annuale 2012 3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue IN SINTESI Nel 2011, la contrazione della domanda interna nonostante la tenuta di quella estera ha determinato un calo dell

Dettagli

IMPRENDITORI SI NASCE O SI DIVENTA? RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITÀ ITALIA E STATI UNITI A CONFRONTO

IMPRENDITORI SI NASCE O SI DIVENTA? RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITÀ ITALIA E STATI UNITI A CONFRONTO IMPRENDITORI SI NASCE O SI DIVENTA? RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITÀ ITALIA E STATI UNITI A CONFRONTO PREMESSE E OBIETTIVI SURVEY DESIGN Periodo di rilevazione: Aprile luglio 2014 Campione: 43.902

Dettagli

Antonella Finizia, Ismea

Antonella Finizia, Ismea Tendenze del commercio agroalimentare mondiale e ruolo del Made in Italy Rapporto presentato al Convegno Il commercio agroalimentare mondiale e ruolo del Made in Italy Expo 2015 - Milano, 26 giugno 2015

Dettagli

Opportunità di crescita internazionale per la Pellicceria Italiana

Opportunità di crescita internazionale per la Pellicceria Italiana Opportunità di crescita internazionale per la Pellicceria Italiana Il mercato della Pellicceria Italiana ha raggiunto un plateau nell ultimo periodo dovuto principalmente ad un consumo interno stabile

Dettagli

Alla ricerca della crescita perduta:

Alla ricerca della crescita perduta: Alla ricerca della crescita perduta: Alla ricerca opportunità della crescita e ritorni perduta: di un Italia opportunità più internazionale. e ritorni di un Italia più internazionale. roma, 19 novembre

Dettagli

Listino informazioni su imprese e persone acquistabili online

Listino informazioni su imprese e persone acquistabili online Listino informazioni su imprese e persone acquistabili online INFO ITALIA Il presente listino è valido dal Marzo 0. Le tariffe indicate si intendono al netto d IVA e inclusivi dei diritti di segreteria

Dettagli

GRADO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE AZIENDE ITALIANE DELLA MODA E DEL LUSSO E DRIVER PER LA CRESCITA DELL EXPORT

GRADO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE AZIENDE ITALIANE DELLA MODA E DEL LUSSO E DRIVER PER LA CRESCITA DELL EXPORT GRADO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE AZIENDE ITALIANE DELLA MODA E DEL LUSSO E DRIVER PER LA CRESCITA DELL EPORT Intervento di David Pambianco Martedì, 6 novembre 2012 Palazzo Mezzanotte Piazza degli

Dettagli

PRODOTTI ALIMENTARI. Return on Investment (ROI) (%) 5,6 3,7 Return on Sales (ROS) (%) 4,6 3,2 Return on Equity (ROE) (%) 6,0 1,4

PRODOTTI ALIMENTARI. Return on Investment (ROI) (%) 5,6 3,7 Return on Sales (ROS) (%) 4,6 3,2 Return on Equity (ROE) (%) 6,0 1,4 L INDUSTRIA ALIMENTARE E IL COMMERCIO CON L ESTERO DEI PRODOTTI ALIMENTARI 1. L Industria alimentare (Indagine sui bilanci delle imprese) Gli ultimi anni sono stati caratterizzati da un aumentato interesse

Dettagli

LA NUOVA TASSAZIONE DELLE RENDITE FINANZIARIE. Dott. Filippo Fornasiero

LA NUOVA TASSAZIONE DELLE RENDITE FINANZIARIE. Dott. Filippo Fornasiero LA NUOVA TASSAZIONE DELLE RENDITE FINANZIARIE Dott. Filippo Fornasiero Con il decreto legge 66/2014 dal 1 luglio l aliquota che colpisce le rendite finanziarie sale dal 20% al 26% L aumento riguarderà

Dettagli

AIVE Business Solutions. www.aive.com

AIVE Business Solutions. www.aive.com AIVE Business Solutions www.aive.com AIVE GROUP: Missione e Valori Missione Realizzare software e progetti che migliorano i processi operativi dei nostri clienti e incrementano la loro capacità competitiva

Dettagli

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 06/05/2015

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 06/05/2015 Elaborazione flash Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 06/05/2015 Le esportazioni di Vicenza e la dinamica del cambio nei mercati del made in Vicenza Tra i primi 20 mercati di destinazione dei prodotti

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

Rapporto sulla presenza delle imprese di costruzioni italiane nel mondo - 2015

Rapporto sulla presenza delle imprese di costruzioni italiane nel mondo - 2015 Rapporto sulla presenza delle imprese di costruzioni italiane nel mondo - 2015 Roma, 5 ottobre 2015 Direzione Affari Economici e Centro Studi Ufficio Lavori all Estero Relazioni Internazionali Le 38 imprese

Dettagli

(in gestione transitoria - ex Legge 214 del 2011) Gli imballaggi nel commercio estero

(in gestione transitoria - ex Legge 214 del 2011) Gli imballaggi nel commercio estero (in gestione transitoria - ex Legge 214 del ) Gli imballaggi nel commercio estero Questo rapporto è stato redatto da un gruppo di lavoro dell Area Studi, Ricerche e Statistiche dell Ex - ICE Coordinamento

Dettagli

IL FUTURO DEL VINO (E IL VINO DEL FUTURO)

IL FUTURO DEL VINO (E IL VINO DEL FUTURO) I Forum di Cronache di Gusto Taormina, 20 ottobre 2014 IL FUTURO DEL VINO (E IL VINO DEL FUTURO) DENIS PANTINI Direttore Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa I temi di approfondimento Lo scenario:

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

M G I U S T I Z I A N O R I L E

M G I U S T I Z I A N O R I L E M G I U S T I Z I A N O R I L E Analisi statistica dei dati relativi ai casi di sottrazione internazionale di minori Anno 2012 Roma, 24 gennaio 2013 Dipartimento Giustizia Minorile Ufficio I del Capo Dipartimento

Dettagli

Obbligo di visto per gli stranieri che entrano in Ucraina. Paese Visto richiesto/non richiesto Nota *

Obbligo di visto per gli stranieri che entrano in Ucraina. Paese Visto richiesto/non richiesto Nota * Obbligo di visto per gli stranieri che entrano in Ucraina Paese /non richiesto Nota * 1. Austria Visto non richiesto per un soggiorno 2. Afghanistan DP titolari di passaporti diplomatici SP titolari di

Dettagli

Quarta Conferenza Nazionale sull efficienza energetica L EFFICIENZA ENERGETICA: POTENZIALE RICCHEZZA PER L ITALIA

Quarta Conferenza Nazionale sull efficienza energetica L EFFICIENZA ENERGETICA: POTENZIALE RICCHEZZA PER L ITALIA Quarta Conferenza Nazionale sull efficienza energetica CARTE COORDINAMENTO ASSOCIAZIONI RINNOVABILI TERMICHE ED EFFICIENZA L EFFICIENZA ENERGETICA: POTENZIALE RICCHEZZA PER L ITALIA Raffaele Scialdoni

Dettagli

Retail banking: posizionamento di mercato ed indirizzi strategici. Sezione 4.2

Retail banking: posizionamento di mercato ed indirizzi strategici. Sezione 4.2 Retail banking: posizionamento di mercato ed indirizzi strategici Sezione 4.2 Profilo di CheBanca! Dati di sintesi Efficace collettore di provvista: 13,3mld di depositi diretti ed 1mld di indiretti Miglior

Dettagli

22 ottobre 2013 UNA GOLF HOTEL Cavaglià. Ing. Alberto Raffaldi Project Manager Soluzioni EDP

22 ottobre 2013 UNA GOLF HOTEL Cavaglià. Ing. Alberto Raffaldi Project Manager Soluzioni EDP 22 ottobre 2013 UNA GOLF HOTEL Cavaglià Ing. Alberto Raffaldi Project Manager Soluzioni EDP Microsoft: l evoluzione dell ERP 22 Ottobre 2013 - UNA Golf Hotel Cavaglià (BI) In qualsiasi tipo di azienda,

Dettagli

PRODOTTI DOP E IGP: PRESENTE, FUTURO, FATTORE DI COMPETITIVITA

PRODOTTI DOP E IGP: PRESENTE, FUTURO, FATTORE DI COMPETITIVITA Accademia dei Georgofili Firenze, 2 dicembre 2014 PRODOTTI DOP E IGP: PRESENTE, FUTURO, FATTORE DI COMPETITIVITA PAOLO DE CASTRO Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo LA CRESCITA

Dettagli

Scuola Secondaria Palmariggi IC Muro Leccese (LE)

Scuola Secondaria Palmariggi IC Muro Leccese (LE) Disponibilità di acqua sulla terra Del 2,5% di acqua disponibile, l 1,5% è imprigionata in ghiacciai, nevi perenni o è sotterranea Possiamo utilizzare solo l 1% dell acqua presente sulla terra L'UTILIZZO

Dettagli

OFFERTA COMMERCIALE SERVIZI VOCE

OFFERTA COMMERCIALE SERVIZI VOCE OFFERTA COMMERCIALE TISCALI BUSINESS SERVIZIO VOCE TISCALI AFFARI 2004 Tiscali Business Tiscali S.p.A. Loc. Sa Illetta S.S. 195 Km 2,300 09122 Cagliari Italy www.tiscalibusiness.it PAGE 1 OF 5 Il servizio

Dettagli

OFFERTA COMMERCIALE SERVIZI VOCE

OFFERTA COMMERCIALE SERVIZI VOCE OFFERTA COMMERCIALE TISCALI BUSINESS SERVIZIO VOCE TISCALI AFFARI TRAFFIC 2004 Tiscali Business Tiscali S.p.A. Loc. Sa Illetta S.S. 195 Km 2,300 09122 Cagliari Italy www.tiscalibusiness.it PAGE 1 OF 5

Dettagli

3. LA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE

3. LA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE 3. LA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE 3.1 GLI STUDENTI Il numero di iscritti in rapporto alla popolazione di riferimento Il tasso di iscrizione ai percorsi di istruzione secondaria, calcolato come rapporto

Dettagli

VANTAGGI IMPRESE ESTERE

VANTAGGI IMPRESE ESTERE IMPRESE ESTERE IMPRESE ESTERE è il servizio Cerved Group che consente di ottenere le più complete informazioni commerciali e finanziarie sulle imprese operanti in paesi europei ed extra-europei, ottimizzando

Dettagli

OFFERTA COMMERCIALE SERVIZI VOCE

OFFERTA COMMERCIALE SERVIZI VOCE OFFERTA COMMERCIALE TISCALI BUSINESS SERVIZIO VOCE TISCALI AFFARI OPEN 2004 Tiscali Business Tiscali S.p.A. Loc. Sa Illetta S.S. 195 Km 2,300 09122 Cagliari Italy www.tiscalibusiness.it PAGE 1 OF 5 Il

Dettagli

Situazione produttiva e commercio estero dei Paesi del Bacino del Mediterraneo

Situazione produttiva e commercio estero dei Paesi del Bacino del Mediterraneo Situazione produttiva e commercio estero dei Paesi del Bacino del Mediterraneo Tomas Bosi Cesena, 22 settembre 2015 Melone, superfici e produzione Francia Superficie: meno di 15.000 ha Produzione: 280.000

Dettagli

La posizione dell Italia sui mercati mondiali alla luce dei cambiamenti in atto

La posizione dell Italia sui mercati mondiali alla luce dei cambiamenti in atto La posizione dell Italia sui mercati mondiali alla luce dei cambiamenti in atto Lucia Tajoli Politecnico di Milano Milano, 8 luglio 2011 Agenda La posizione attuale dell Italia sui mercati mondiali Il

Dettagli

ASSOFOND ASSOFOND. Fonderia e nuovi scenari: competitività e tecnologia, le sfide del futuro. ASSOFOND Federazione Nazionale Fonderie

ASSOFOND ASSOFOND. Fonderia e nuovi scenari: competitività e tecnologia, le sfide del futuro. ASSOFOND Federazione Nazionale Fonderie Federazione Nazionale Fonderie XXXI Congresso di Fonderia Fonderia e nuovi scenari: competitività e tecnologia, le sfide del futuro Roma 4-5 Ottobre 2012 PRESIDENTE : Enrico Frigerio 1 La Fonderia in Italia

Dettagli

UN BAROMETER OTTIMIZZATO

UN BAROMETER OTTIMIZZATO Google Consumer Barometer UN BAROMETER OTTIMIZZATO INTRODUZIONE Nove mesi fa, abbiamo lanciato il Consumer Barometer, strumento interattivo digitale per la raccolta dei dati sui consumatori. Nel frattempo,

Dettagli

KRESTON GV Italy Audit Srl The new brand, the new vision

KRESTON GV Italy Audit Srl The new brand, the new vision KRESTON GV Italy Audit Srl The new brand, the new vision Chi siamo Kreston GV Italy Audit Srl è il membro italiano di Kreston International, network internazionale di servizi di revisione, di corporate

Dettagli

UNIONE EUROPEA Tredicesimo incremento consecutivo del mercato auto a settembre: +6,1%

UNIONE EUROPEA Tredicesimo incremento consecutivo del mercato auto a settembre: +6,1% UNIONE EUROPEA Tredicesimo incremento consecutivo del mercato auto a settembre: +6,1% Il mercato delle autovetture registra a settembre 2014 un incremento del 6,1%, grazie alla chiusura positiva per tutti

Dettagli

Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane

Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane Roberto Cassanelli - Responsabile Commerciale Corporate Nord Est Verona, 8 aprile 2013 INDICE IL QUADRO

Dettagli

La spesa turistica internazionale nell attuale fase congiunturale

La spesa turistica internazionale nell attuale fase congiunturale La spesa turistica internazionale nell attuale fase congiunturale Emanuele Breda XIII CONFERENZA CISET-BANCA D ITALIA L'ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE Risultati e tendenze per incoming e outgoing nel

Dettagli

Scenari internazionali: opportunità per le imprese. Alessandra Lanza, Prometeia spa

Scenari internazionali: opportunità per le imprese. Alessandra Lanza, Prometeia spa Scenari internazionali: opportunità per le imprese Alessandra Lanza, Prometeia spa premessa export strategia necessaria fatturato interno ed estero dell industria italiana indice mercato estero dal 2009

Dettagli

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA CRESME RICERCHE SPA OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA Cantiermacchine-ASCOMAC Comamoter-FEDERUNACOMA Ucomesa-ANIMA NELL AMBITO DI FEDERCOSTRUZIONI

Dettagli

Scenario Macroeconomico e Mercati 27.04.10

Scenario Macroeconomico e Mercati 27.04.10 Scenario Macroeconomico e Mercati 27.04.10 Sommario Quadro Macroeconomico Occupazione Inflazione Fiducia del business Fiducia del consumatore Mercati dei tassi monetari e obbligazionari Tassi a breve e

Dettagli

ENIT- AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO PRESENTA:

ENIT- AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO PRESENTA: Direzione Centrale Programmazione e Comunicazione ENIT- AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO PRESENTA: Marketing intelligence/strumenti di pianificazione strategica: le migliori pratiche per la vendita del Prodotto

Dettagli

INDAGINE TELEMARKETING

INDAGINE TELEMARKETING INDAGINE TELEMARKETING INTRODUZIONE L indagine è stata effettuata, mediante intervista telefonica, dalla società Telemarketing per conto dell Area Internazionalizzazione di Assolombarda nel periodo -settembre

Dettagli

RAPPORTO 2015. sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo

RAPPORTO 2015. sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo RAPPORTO 2015 sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo A CURA DELLA DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI E DELL UFFICIO LAVORI ALL ESTERO E RELAZIONI INTERNAZIONALI Dieci anni

Dettagli

5.000 metri quadrati di superficie. 45 dipendenti

5.000 metri quadrati di superficie. 45 dipendenti 2 3 5.000 metri quadrati di superficie 45 dipendenti 25 anni da protagonista Gimatic nasce nel 1985 dalla passione di tre soci che hanno dato vita a una realtà dinamica, sempre attenta agli sviluppi del

Dettagli

FAST-START Program SAP La proposta Altea

FAST-START Program SAP La proposta Altea FAST-START Program SAP La proposta Altea www.alteanet.it altea@alteanet.it SAP World SAP AG Oltre 95.000 aziende clienti Installazioni in 120 paesi per: Integrare i processi Aumentare la competitività

Dettagli

Sensori induttivi miniaturizzati. Riduci le dimensioni e aumenta le prestazioni!

Sensori induttivi miniaturizzati. Riduci le dimensioni e aumenta le prestazioni! Sensori induttivi miniaturizzati Riduci le dimensioni e aumenta le prestazioni! AZIENDA Grazie alla sua visione per l innovazione e la valorizzazione tecnologica, Contrinex continua a fissare nuovi standard

Dettagli

Nastri per l industria della carne. Il vostro business è il nostro business!

Nastri per l industria della carne. Il vostro business è il nostro business! IT Il vostro business è il nostro business! Nastri per l industria della carne Ammeraal Beltech conosce il vostro metodo di produzione per tutte le vostre esigenze relative ai nastri consegna puntuale

Dettagli