ORC. e IRC sono i due sistemi di rating più frequentemente applicati nelle regate d altura.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ORC. e IRC sono i due sistemi di rating più frequentemente applicati nelle regate d altura."

Transcript

1 ORC / IRC ORC. e IRC sono i due sistemi di rating più frequentemente applicati nelle regate d altura. Lo standard "ORC-International" dell'orc (Organo tecnico dell'isaf per le classi a rating) è lo standard internazionale ufficiale per le competizioni a rating; tiene in considerazione, fra molti altri fattori, la stabilità (tendenza al raddrizzamento, o momento trasversale), l'attrito, il momento longitudinale (o tendenza al beccheggio), il piano velico, la resistenza aerodinamica dell'albero, i materiali di costruzione, il baglio massimo, la profondità, il peso dell'equipaggio, le differenze di prestazioni dell'imbarcazione al variare dell'intensità del vento ecc. L IRC, invece, fa della segretezza della formula, custodita dal R.O.R.C.( Royal Ocean Rating Club), il suo punto di forza. Così impedisce ai progettisti di elaborare disegni tesi a sfruttare eventuali buchi del regolamento e dà vita a una flotta omogenea, dove nessuna barca parte sapendo di essere già battuta. L IRC non prende in considerazione fattori come il peso dell equipaggio, le misure delle appendici - vengono comunque penalizzate le barche degli armatori che dichiarano di averle modificate - e il calcolo del momento raddrizzante che sono alla base dell IMS e che hanno portato, in passato, sui campi di regata scafi estremamente instabili e ingovernabili già con 25 nodi d aria. Il calcolo dei compensi si basa sulla correzione del tempo reale (snobbando la distanza percorsa) e non fa ricorso alle polari (coefficienti di correzione che variano al variare dell intensità del vento) che hanno rappresentato una delle principali fonti di disaccordo tra regatanti e comitati di regata, visto che l intensità del vento in partenza potrebbe essere ben diversa da quella effettivamente incontrata sul resto del campo di regata. J 24 Il J24 è un "monotipo" con una vasta distribuzione in tutto il mondo. In Italia, è la flotta più numerosa fra i monotipi grazie anche ai suoi contenuti costi di acquisto e gestione: 150 sono le imbarcazioni iscritte alla classe, suddivise in 10 flotte territoriali che animano continuamente la stagione con eventi e regate prestigiose superando le 120 competizioni all'anno. Caratteristica saliente dell'imbarcazione è quella di mantenere nel tempo elevate performance sportive. La classe offre tutti i livelli agonistici, da quello di club o zonale ai campionati nazionali ed internazionali, dove è frequente l'utilizzo, da parte di alcuni armatori, di timonieri di levatura internazionale o di belle speranze. Proprio la possibilità di regatare insieme ai campioni è uno dei punti di forza della classe. L'equipaggio è formato da 5 membri, a bordo i ruoli fondamentali sono timoniere, tailer e prodiere. I più bravi usano un tattico specifico. Gli altri ( o l' altro) seguono le drizze. Il J24 è una delle classi con la maggior presenza femminile. TRIDENTE Il Tridente 16 è stato disegnato dallo studio di progettazione interno al C.N.A. Cantiere Nautico. E una barca alla quale non manca certamente lo spazio, particolarmente indicata per le scuole vela o per la famiglia. Prende il neofita della vela e lo accompagna nei primi passi nell affascinante mondo della vela in tutta sicurezza.

2 Per essere una deriva è molto stabile, solida e facile da condurre. In origine lo scafo era a spigolo, ora è tondo. Le sue linee d acqua all avanguardia permettono altresì di raggiungere notevoli prestazioni grazie anche al generoso piano velico. Particolarmente robusta, con il pozzetto autosvuotante e con sedute ergonomiche ospita comodamente un equipaggio di 4-5 persone, comodi l ampio gavone a tenuta stagna e il gavone per l ancora. Il Tridente 14 è stato disegnato dal progettista Paolo Cori. E una imbarcazione molto stabile sia da fermo che in navigazione, con un pozzetto molto ampio ed ergonomico con le sedute interne fino a poppa, un ampio gavone stagno di prua, il boma alto, un piano velico efficiente e versatile grazie alla inedita geometria della randa, appositamente sviluppata per questa nuova barca. Il TRIDENTE 14 è una evoluzione del diffusissimo Tridente 16 e si differenzia da quest ultimo soprattutto per il minor peso, la maggiore stabilità e facilità di conduzione in navigazione, anche da una sola persona e manovrabilità a terra. Grazie alla sua semplicità ed estrema facilità di conduzione associate a ottime prestazioni a vela è il giusto compromesso sia per il neofita sia per il velista più esperto. Realizzata interamente in resina e tessuti di vetro su stampi femmina, garanzia di solidità strutturale duratura nel tempo. La sua solidità e stabilità sia da ferma che in navigazione superiore a qualsiasi altra imbarcazione di questo genere ne fanno una barca particolarmente indicata per le scuole vela e per la famiglia. EUROPA L' 'Europa è una imbarcazione a vela nata nel 1964 per mano del belga Alois Roland. Rientra nella classe internazionale e partecipa ai Giochi olimpici dall' edizione di Barcellona del Si tratta di una barca estremamente maneggevole, reattiva sull onda, di dimensioni adeguate a chi sia ancora piccolo per l età, ma ugualmente utilizzabile da soggetti di un metro e ottantacinque per settantacinque chili. La scelta (e la successiva conoscenza) dell attrezzatura adeguata consentono a soggetti dalle caratteristiche fisiche e tecniche diverse fra loro di correre ad armi pari e di ottenere ugualmente prestazioni di altissimo rilievo. O PEN BIC O'PEN BIC è il legame tra la generazione degli Optimist e quella nuova dei dinghy. Le principali caratteristiche dell'o'pen BIC sono una carena veloce e planante per una indimenticabile esperienza di vela; uno scafo totalmente aperto ed autosvuotante che aumenta ancora di più il divertimento in massima sicurezza; una linea morbida e senza spigoli, unita all'alta qualità delle attrezzature per una maggiore manovrabilità, facilità di montaggio e attenzione ai dettagli per la massima potenza, velocità e controllo. La carena planante e rapida dell'o'pen BIC offre le sensazioni forti di una vera deriva reattiva. L impressione è quella di essere al timone di una barca performante sulla quale ci si può divertire e provare le emozioni di una barca da grandi così che i ragazzi sono fieri di navigare su uno scafo moderno ed innovativo che assomiglia a quello dei loro campioni.

3 L equipaggiamento è semplice ed efficace; il rig è composto da una vela steccata di superficie velica 4.5 m² tipo tavola a vela a guaina tipo windsurf, da un albero in epoxy e da un boma in alluminio. La pala del timone e la deriva in epoxy sono profilati e l'equipaggiamento completo è all'altezza delle derive più moderne: paranco di Cunningham con impugnatura, scotta di randa con puleggia e winch... La preparazione della barca e dell'armo è molto semplice e rapida. Tutto pronto in meno di tre minuti! Il concetto di armo evolutivo è alla base di questo progetto. Il un primo tempo, il bambino puo' prendere confidenza con lo scafo utilizzando il rig e l'equipaggiamento del suo vecchio Optimist. L'insieme è più ludico e più performante dell'optimist pur restando facile da gestire e controllare in quanto il bambino conosce bene le reazioni della vela abituandosi progressivamente al nuovo armo. In seguito, con l'acquisto e l'utilizzo del rig 4.5m², l'o'pen Bic accende i motori per diventare un vera macchina veloce e performante ma facile da controllare. X-35 L X-35 è una barca disegnata e prodotta nel cantiere danese X-yachts. Con piu di 250 barche vendute nel mondo con trend di vendite in crescita, l X 35 si propone come una delle piu interessanti realta degli ultimi anni. La particolare forma dello scafo e della chiglia danno al timoniere un controllo assoluto dell imbarcazione che risponde anche alle più piccole correzioni. Il fatto di essere costruita da un cantiere molto attento alla qualita costruttiva dei propri prodotti ne fa un oggetto di sicura durata nel tempo, creando una ottima competitivita degli scafi piu datati in competizione con quelli piu nuovi. Il costruttore X-Yacht ha sempre puntato verso un fattore di stretta monotipia costruttiva in modo da assicurare una competizione elevata ed equilibrata fra i regatanti. Le regate di X-35 sono state sempre avvincenti, spesso risolte all ultima regata dell ultimo giorno (vedi mondiale 2008) con piu competitors in grado di dire la loro. La liberta di scelta della veleria di fiducia, di imbarcare professionisti (sebbene con limitazioni), la continua attenzione alle esigenze dei partecipanti alle regate, configurando ed aggiornando il regolamento di classe secondo le richieste e le note ricevute dalle singole associazioni nazionali, fanno della classe una realta veramente interessante. La barca e comoda per crociere sportive e veloci e la sua alta velocita rende la navigazione un piacere assoluto. 2.4 mr Il 2.4 nasce a Stoccolma nel 1983 progettato da designers locali che utilizzarono la regola R Metre per creare un imbarcazione singola a bulbo, la 2.4 mr. Si tratta di una vera e propria barca purosangue caratterizzata da una complessità e sofisticatezza da imbarcazione a bulbo, ma ai costi e con la sensibilità di una più semplice deriva. Si tratta di una sorella minore, in termini di dimensioni, ma non di stile di vela, delle più grandi imbarcazioni metriche 6m, 8m e 12m (queste ultime utilizzate per la Coppa America). Poiché il timoniere si trova seduto all interno dello scafo esattamente davanti a tutte le manovre di controllo, la conduzione non è impegnativa dal punto di vista fisico e le regate vengono disputate in formula open cioè aperta a uomini, donne, giovani e non più giovani, abili e disabili, cioè tutti regatano insieme senza nessuna distinzione di categoria. Dato che il peso dell equipaggio si trova sempre vicino al suo centro di gravità, l imbarcazione 2.4mR non è sensibile alle differenze di dimensioni dell atleta. Per contro si tratta di un imbarcazione in cui sono molto sofisticate sia la regolazione delle vele, che la tattica, che la strategia di gara. La classe 2.4 ha ottenuto ben presto una notevole popolarità per le sue qualità uniche e si è diffusa in tutto il mondo. Nel 1992 la classe ha ottenuto lo status di Classe Internazionale e da allora ogni anno viene disputato il campionato del mondo con una partecipazione compresa fra le 60 e le 100 unità. Poiché il 2.4mR è adatto a velisti con disabilità fisiche è stato scelto come classe in singolo per

4 le Paraolimpiadi a Sydney nel Le principali flotte si trovano nei paesi scandinavi, in Italia, in Inghilterra, in Germania, in Australia e negli USA. DREAM L imbarcazione Dream, viene attualmente usata da diverse Associazioni in Italia come strumento per il recupero, l integrazione e la riabilitazione di tutte le forme di disabilità, sia fisica che psichica. Il concetto di base di progettazione del DREAM è stato quello di costruire un imbarcazione che permettesse di imparare la vela in maniera rapida, semplice, completa, divertente, sicura e, soprattutto, che riuscisse a suscitare entusiasmo. Tutto questo è possibile perché il DREAM è un imbarcazione esclusiva, coperta da Brevetto Internazionale e Marchio CE e non ha concorrenza. L Associazione di classe Assodream è già stata costituita da tempo e ne fanno parte Istruttori Federali che da anni si prodigano per lo sviluppo della vela a tutti i livelli, dai ragazzini ai disabili. MARTIN 16 L imbarcazione Martin 16 è un piccolo sloop dalle alte prestazioni adatta per le persone diversamente abili. La chiglia appesantita la rende una barca molto sicura. La grande stabilità di questa barca, insieme alla postazione di manovra regolabile e ai speciali sistemi di controllo fanno del Martin 16 una delle imbarcazioni più accessibili e facili da manovrare. E comunque allo stesso tempo adatta per abili velisti in quanto garantisce prestazioni elevate. Inoltre il Martin 16 offre sistemi automatici di timonaggio e di alatura delle vele. Il Martin 16 ha una lunghezza fuori tutto di 4.9 metri, una larghezza di 1.21 metri, immersione con la chiglia abbassata di 0.40 metri, il dislocamento è di 330 kg e l equipaggio è di 2 persone al massimo. OPTIMIST L Optimist è un monoscafo dotato di una singola vela, solitamente utilizzato per l introduzione alla pratica della vela. Il disegno dell imbarcazione è molto semplice. L Optimist è essenzialmente una scatola in vetroresina con una mastra rinforzata per il sostegno dell albero chiamata "panchetta". Originariamente progettato nel 1947 da Clark Mills, l Optimist per la sua struttura viola una serie di principi della buona progettazione di una barca a vela - il suo aspetto pittoresco le è valso, in particolare, il soprannome di "vasca da bagno". Ciononostante ha delle caratteristiche di maneggevolezza in manovra sorprendenti, e il livello medio dei regatanti in questa classe è notoriamente molto elevato. Per queste ragioni, la maggior parte delle scuole di vela dispone di un certo numero di Optimist, e utilizza queste imbarcazioni per introdurre alla vela i più giovani. La vela dell optimist e formata da 4 principali angoli e da un picco che va dall angolo di penna al bozzello utile per cazzare e/o lascare la vela. L Optimist è particolarmente adatto per principianti o velisti con età compresa tra i 6 e i 13 anni, e peso inferiore ai 55 Kg. METEOR Quarantaquattro anni fa, nel 1968, nasceva il Meteor. Alla Sipla si rivolse un giovane architetto olandese destinato a diventare famoso per i suoi progetti navali: era Van de Stadt. L'architetto olandese illustrò ai responsabili della Sipla i disegni di una delle prime barche a bulbo concepite interamente in vetroresina (escluso il timone che, originariamente, era di legno). Si trattava di una piccola barca, della lunghezza di sei metri, particolarmente adatta alla navigazione nei mari e nei laghi italiani. Era il Meteor... La barca, nata

5 dalla matita dell'architetto olandese sarà esposto per la prima volta al Salone nautico internazionale di Genova nel Elegante e classico nelle linee dell'opera morta, dotato di un'elevata, ma non esasperata, efficienza idrodinamica, semplice e completo nelle manovre in coperta e, soprattutto, sicuro e robusto, in pochianni diviene il cabinato più diffuso in Italia. Mai slogan s'è rivelato più azzeccato, visto che il Meteor si produce ancora oggi e molti velisti giunti tardivamente a questo sport hanno preso in mano la barra per la prima volta proprio con il Meteor, così come affermati campioni sono passati dalle derive a più celebrati monotipi a bulbo "transitando" per questa barca. Producendo il Meteor in "catena di montaggio", come se fosse una piccola utilitaria, la Comar ha invaso il mercato della vela domenicale con quasi un migliaio di esemplari che ancora oggi navigano in tutta Italia; molti di questi non avvertono il peso degli anni, sono molto competitivi e disputano le regate, animando l'assometeor, l'associazione di classe monotipo, ufficialmente riconosciuta dalla Fiv, che si è organizzata per promuovere e coordinare l'attività agonistica del Meteor a livello nazionale. Nel 1973 nasce l ASSOMETEOR l associazione italiana proprietari del Meteor organizzata in 11 flotte che operano su tutto il territorio nazionale. Attualmente l'assometeor conta circa duecento soci proprietari, distribuiti in dodici Flotte, assai attive nell'organizzazione dell'attività agonistica della classe, che si colloca ai vertici della vela italiana quanto al numero degli aderenti. Ad oggi siano alla 39 edizione del campionato italiano che vede ogni anno il confronto ad armi pari di 60 equipaggi di tutta italia composti da blasonati professionisti, bravi dilettanti ed equipaggi dalla familiari. Sul Meteor hanno mosso i primi passi nell'ambito dei monotipi a bulbo oppure hanno fatto una fugace apparizione velisti italiani molto famosi come Flavio Favini, Sandro e Paolo Montefusco, Enrico Negri, Giorgio Zuccoli, Francesco De Angelis, Tiziano Nava, Jerry Ford, Claudio De Martis, Gianni Torboli (...e scusate le imperdonabili omissioni!). Recentemente, l'attività agonistica della classe s'è allargata anche all'organizzazione di regate match race di alto livello tecnico e agonistico, alle quali partecipano i migliori timonieri della classe di fianco a plurititolati professionisti e velisti che appaiono ai primi posti della ranking list nazionale e internazionale di specialità. Nel 1984, la classe Meteor è stata ufficialmente riconosciuta dalla Fiv. Per quanto attiene alla costruzione, dopo la Sipla è intervenuta la Comar sino all'inizio degli anni Ottanta, quando gli stampi sono passati alla Nauticaluino. Nel 1988, della costruzione del monotipo di Van de Stadt si è fatta carico la Nauticalodi che, pur nel rispetto della rigida monotipia della barca, ha apportato alcune modifiche nelle tecniche di costruzione della coperta. Ciò, tuttavia, non impedisce ai vecchi esemplari di tenere il passo delle barche di più recente costruzione: complessivamente in Italia è oggi possibile contare circa un migliaio di Meteor naviganti. Indubbiamente, un grande successo; un successo dovuto alla semplicità della barca, ai limitati costi di acquisto e di gestione e, soprattutto, all'opportunità di regatare ogni domenica, confrontandosi ad armi pari con numerosi altri concorrenti negli specchi d'acqua di tutta la Pensiola. E' con questo ricchissimo bagaglio di storia e di esperienza che il vecchio monotipo di Van de Stadt affronta serenamente il prossimo Millennio. SCHEDA TECNICA

6 Progetto: Van de Stad (1968) Lunghezza scafo: 6.00 m2 Dislocamento: 770 Kg Randa: 9.55 m2 Genoa: m2 Fiocco: 8.35 m2 Tormentina: 4.05 m2 2 Spinnaker: m2 VAURIEN Cantiere:, Francia Progettista: Jean Jeacques Herbulot Storica deriva a spigolo nata in Francia e utilizzata per la scuola di vela anche dai Glénans, il Vaurien fu progettato nel 1951 dall architetto francese Jean Jeacques Herbulot. L idea era quella di una barca semplice, economica, facilmente gestibile, stabile e, dunque, adatta alla scuola di vela. Non a caso fu scelto il nome Vaurien dal francese vaut rien, ossia di nessun valore, per evidenziare l essenzialità del progetto. Lunga 4,08 metri questa deriva si distingue per il caratteristico scafo a spigolo. È dotata di deriva mobile e pensata per due persone d equipaggio. Armato di randa, fiocco e spinnaker, il Vaurien fu riconosciuto quale classe internazionale negli Anni 60. Ne sono stati campioni del mondo Fabio e Fabrizio Gavazzi nel 1966 e per cinque volte, tra il 1989 e il 1992, Marco Faccenda, prima assieme a Marco Cerri, poi assieme a Giovanni Ruberti. ETCHELLS I Monotipi della classe Etchells sono tra i monotipi a bulbo piu' diffusi, in particolare nel mondo anglosassone. Dennis Conner ha definito l'etchells "Semplicemente la piu' bella barca che esista". Non a caso su questa imbarcazione si sono cimentati tutti i piu' grandi nomi della vela mondiale, tra cui Conner, John Bertrand e Russell Coutts, solo per citarne alcuni. Tutti i teams di Coppa America allenano gli equipaggi sugli Etchells. Sono circa 1500 le imbarcazioni Etchells oggi attive nel mondo. E' una delle pochissime classi che tutti gli anni allinea alla partenza del suo Campionato del Mondo almeno un centinaio di scafi! Una rigida politica di classe vigila sulle costruzioni e sulle attrezzature, in modo da poter affermare

7 che i monotipi Etchells siano realmente uguali tra loro. Le regole di tale politica limitano anche la quantita' e la qualita' delle vele (prodotte in serie), rendendo di fatto relativamente economica la gestione dell'etchells in regata. L'Etchells e' una barca stabile, con il 67% del peso nel bulbo, facile da portare, e facilmente comprensibile per quanto riguarda regolazioni ed assetto. L'equipaggio e' di un minimo di tre persone, con un massimo di 285Kg. DINGHY Nel 1913 l inglese George Cockshott partecipò e vinse il concorso indetto dall I.Y.R.U. per la progettazione di una deriva che unificasse i vari modelli di tender con i quali gli armatori dei grandi yachts si sfidavano in appassionanti regate nei porti e nelle rade del nord Europa. Cockshott non poteva certo immaginare quale successo avrebbe avuto la sua creatura. Economico, maneggevole e adatto al diporto nautico, il Dinghy 12 non tardò a diffondersi. Infatti, il Dinghy si rivelò imbarcazione molto tecnica e raffinata e, divenuto nel 1919 la prima International Class, venne scelto nel 1920 e nel 1928 alle Olimpiadi quale classe en solitarie. Proprio l esperienza dei velisti italiani che vennero selezionati per le Olimpiadi di quegli anni la introdusse nel nostro Paese, dove le prime imbarcazioni furono costruite nel Il primo Campionato Italiano si tenne nel Nel 1969 venne fondata l Associazione Italiana Classe Dinghy 12, e da allora l incremento degli armatori e dei regatanti è stato continuo. Nessuna classe ha avuto un numero maggiore di campionati italiani disputati (76, considerato anche quello corso nel 1980 senza assegnazione del titolo per numero di prove insufficienti) e sono pochissime quelle che possono vantare una partecipazione tanto ampia alle regate, con una ranking list nazionale di quasi 200 timonieri attivi. Ogni anno oltre 200 timonieri partecipano alle regate nazionali, zonali e locali da Lugano a Palermo sui loro scafi in legno e vetroresina. Per gli amanti della tradizione, l 'Associazione organizza anche una Sezione Classici che riunisce gli armatori dei legni, ma tutti i dinghisti sono egualmente legati dall amore per la loro barca e vivono come una vera festa tutte le occasioni di incontro e competizione. Il Dinghy non plana, ma riserva grandi soddisfazioni a chi vi si applica con costanza e passione a la sua conduzione in regata richiede capacità tecniche e tattiche di prim ordine. BUG Il Bug standard è dedicato ai più giovani, ai principianti e ai regatanti. Ha un doppio armo semplice e pratico. Grazie alla trozza a due posizioni, sia la vela piccola che quella grande usano lo stesso boma e la stessa parte inferiore dell albero e, dunque, cambiarle richiede solo pochi minuti. In tal modo, il Bug è adatto ai più piccoli (fino a 11 anni), ma può essere trasformato in Bug Race, adatto a bambni che abbiano già superato il 12 compleanno, sostituendo semplicemente la vela e la parte alta dell'albero. VELE STORICHE Fondata l 8 Ottobre 2005 a Viareggio, con sede presso il Club Nautico Versilia, l Associazione Vele Storiche Viareggio si è costituita in questa città, custode di una ricca tradizione marinara e cantieristica, con l obiettivo di valorizzare e promuovere lo spirito e la tradizione dello yachting d epoca e del patrimonio storico e culturale che queste imbarcazioni rappresentano. L associazione riunisce armatori, navigatori e appassionati e persegue essenzialmente le seguenti finalità: l organizzazione e la partecipazione a iniziative e manifestazioni che promuovono la salvaguardia e il recupero delle imbarcazioni da regata, da diporto e da lavoro di valore storico; la conservazione e la divulgazione del patrimonio e delle tradizioni della marineria velica e dello yachting d epoca e classico, anche attraverso la creazione di archivi cartacei e informatici di arte, architettura e cultura marinaresca. Su questa linea l Associazione si dedica anche a tutte quelle attività

8 dirette alla promozione della progettazione, costruzione, conservazione e navigazione delle imbarcazioni d epoca e classiche. L Associazione annovera cinquantatre armatori di imbarcazioni storiche: Agostina, Alzavola, Anni Venti, Berenice, Bufeo Blanco, Capitan Lipari, Cassiopeia, Colibrì, Coppelia, Dedalo, Dolphin, Don Quixote, Dove Sesto, Draumen, Estella, Ganbare, Gelassemhett, Gioanna, Giuel, Hera, Lill-Yrsa, Ilda, Isabella, Ismaele, Kipawa, Lo Spray, Madifra, Magda XIII, Makara, Manta, Marameo, Margaret, Melisande, Mopi, Namar, Nana, Nausikaa, Nina V, Nordlys, Oenone, Ojalà II, Oracabessa, Orianda, Patience, Pietro Micca, Phantom, Rainbow, Red, Temptation (ex Rrose Selavy), Tesse, Twilight, Violetta VI, Zephir. 420 L'idea del 420 nacque nel 1958 quando si incontrarono l'architetto Cristian Maury e il proprietario di un piccolo cantiere M. Lanaverre.Questi discutendo della necessità di sostituire i vecchi e pesanti "Argonaute" in legno con una barca leggera per due, trasportabile ed economica.così nel settembre del 1959 il modello fu pronto e nel gennaio del 1960 il cantiere Lanaverre iniziò la produzione. Il primo campionato del mondo si svolse a Palamos nel 1966 con 11 nazioni partecipanti.così si iniziò ad utilizzare quale barca scuola in sostituzione del glorioso Flyng Junior, riconoscendone le ottime prestazioni nelle varie andature e ideale quale anticamera alle classi olimpiche.i giovani iniziarono a provare grandi emozioni per la velocità e doti "acrobatiche" consentite dall'innovativo trapezio.nel luglio del 1962, arrivarono sul lago d'iseo i primi due 420 portati come dimostrativi dai francesi Francis Mouvet e Jacques Pauly ospitati dall' A.N. Sebina Oggi la classe è presente con circa esemplari.il peso della barca è di soli 100 kg che consentono anche a due ragazze di averne l'assoluta padronanza.questa barca per la sua stretta monotipia è stata un eccezionale trampolino di lancio di numerosi atleti.nel 1963 fu costruita la prima barca italiana e fu fondata la "Uniqua Italia"(Unione quattroeventisti italiani) e nel 1973 la federazione italiana vela la riconobbe come classe.la sua lunghezza è di metri 4,20, la superficie velica è di metri quadri 10,25 oltre lo spinnaker. Il 420 è un doppio indicato per i ragazzi che vogliono avviarsi alla pratica della vela e che non vogliono cimentarsi in barche singole dove l'impegno fisico individuale è maggiore e per questo, se non accompagnato da una buona preparazione atletica, potrebbe avere controindicazioni.la classe nazionale, oltre a collaborare con la Federazione Italiana Vela per la concessione di contributi volti all'acquisto di nuove barche e per la partecipazione dei migliori equipaggi agli eventi internazionali, si prodiga per l'ottenimento di alloggi gratuiti o a basso costo in occasione delle regate nazionali.inoltre annualmente convenziona le Compagnie di navigazione per gli spostamenti degli atleti con barche e mezzi al seguito e, sensibile allo sviluppo della vela fra i giovani, si premura di mantenere le quote d iscrizione alle regate ed alla classe fra le più basse tra le classi giovanili.tutti coloro che desiderano provare la barca, sono invitati a contattare la classe tramite il sito 555 Questa barca federale nasce dalla volontà di realizzare un imbarcazione da proporre ai ragazzi che non si sentono subito timonieri o prodieri, ma sono in ogni modo attratti dalla vela. L'obiettivo tecnico di questa deriva, poi, è anche quello di sviluppare negli equipaggi che, in varie fasce di età si avvicinano al nostro sport, la cultura della navigazione a vela. L'uso di una barca per equipaggi numerosi 3-4 allievi evidenzia un altro obiettivo, quello di creare e sviluppare lo spirito di squadra, il team working, e favorire fin dai primi bordi la nascita di una tipologia di velista aperto e pronto a ricoprire diversi ruoli a bordo. La Classe gestita direttamente dalla Fiv, svolge un attività prevalentemente formativa a livello di club, mentre viene

9 utilizzata in alcune manifestazioni di Team race e di regata di flotta con partecipazione interzonale e nazionale, come i campionati studenteschi delle scuole medie superiori o il campionato nazionale under 16. Con 5,55 metri di lunghezza e una superfice velica di 14,9 mq, la Il 555FIV, dotato di spinnaker di 17,2 mq, si presenta come deriva semplice, moderna, e veloce. La nuova barca di riferimento per le oltre 500 scuole vela federali d'italia, conta circa 200 imbarcazioni di cui 60 fanno attività avanzata, ha deriva e timone ruotanti e pozzetto completamente aperto. Il peso della barca completa è 180 Kg e le linee d'acqua prevedono l'adozione di piccole ali ai lati dello scafo. La barca, che si presenta con la caratteristica d essere priva di ponte o coperta, è inoltre studiata per un uso sicuro in tutte le condizioni, è raddrizzabile in caso di scuffia, è robusta e risulta stabile alle varie andature pur essendo un progetto dell'ultima generazione, divertente e veloce anche per l'uso di equipaggi più esperti. SUNFISH Riconoscibile a prima vista per la sua originale vela latina, il Sunfish è una delle derive più diffuse al mondo, adatta sia a principianti sia a esperti velisti. Disegnata nel 1951 dagli statunitensi Alex Bryan e Cortland Heynigen e venduta in oltre esemplari in tutto il mondo, deve il suo successo alla praticità, alla semplicità d utilizzo e alle buone caratteristiche veliche. Semplice da varare e alare grazie al meccanismo di aggancio del timone che può essere sollevato con rapidità, il Sunfish è leggero, si trasporta facilmente e si arma in pochi minuti. Controlli e manovre della vela latina sono ridotti al minimo, ma ciò non toglie che il Sunfish sia in grado di offrire ottime prestazioni sia con venti deboli che sostenuti. Il Sunfish è un singolo e può essere governato tramite una sola scotta e la barra del timone; è presente anche la drizza della randa che però non viene regolata in navigazione. Nei Sunfish attrezzati da regata si aggiunge un cunningham e un vang per regolare meglio la forma della vela; il minimo bordo libero, la ridotta altezza dell'albero, privo di sartie e il piccolo pozzetto autosvuotante la rendono facile da gestire in caso di scuffia. Lo scafo quasi piatto e la potenza della vela latina rendono molto facile portare il Sunfish in planata. Si tengono ogni anno campionati zonali, nazionali e mondiali. Nel 2010 il 40 Campionato del Mondo della classe si è tenuto in Toscana a Punta Ala. Dettagli tecnici: Lunghezza: 4,22m Larghezza: 1,23m Pescaggio: 0,30-1,50m Peso: 63Kg Velatura: 6,96mq

NORME GENERALI PER L ATTIVITA SPORTIVA NAZIONALE ORGANIZZATA IN ITALIA

NORME GENERALI PER L ATTIVITA SPORTIVA NAZIONALE ORGANIZZATA IN ITALIA FEDERAZIONE ITALIANA VELA Settore Programmazione Attività Sportiva Nazionale NORME GENERALI PER L ATTIVITA SPORTIVA NAZIONALE ORGANIZZATA IN ITALIA Edizione 2009 (versione n. 15 con variazioni del 25.03)

Dettagli

ISAF REGULATION 20 CODICE PER LA PUBBLICITÀ

ISAF REGULATION 20 CODICE PER LA PUBBLICITÀ ISAF REGULATION 20 CODICE PER LA PUBBLICITÀ Questo documento deve essere letto congiuntamente all allegato estratto del Regolamento delle attrezzature per lo sport della vela nel quale sono definiti alcuni

Dettagli

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 GRAND SOLEIL CUP CALA GALERA 2015 Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 Il Circolo Nautico e della Vela Argentario, in collaborazione con il Marina Cala Galera, il Cantiere del Pardo,

Dettagli

Guida per le regolazioni del Dinghy 12 di Paolo Viacava e Vittorio d Albertas

Guida per le regolazioni del Dinghy 12 di Paolo Viacava e Vittorio d Albertas Guida per le regolazioni del Dinghy 12 di Paolo Viacava e Vittorio d Albertas con la collaborazione di Filippo Jannello e Paco Rebaudi 1 Guida per la regolazione del Dinghy 12 PREMESSA 3 1. PREPARAZIONE

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

Guida per i velisti. all allenamento con l Indoor Rower. Di Eddie Fletcher. Con la collaborazione di Dr Pete Cunningham

Guida per i velisti. all allenamento con l Indoor Rower. Di Eddie Fletcher. Con la collaborazione di Dr Pete Cunningham Guida per i velisti all allenamento con l Indoor Rower Di Eddie Fletcher Con la collaborazione di Dr Pete Cunningham RYA Exercise Physiologist, componente della Squadra Olimpica di Vela della Gran Bretagna.

Dettagli

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Communiqué de presse Octobre 2013 HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Minimal e asimmetrici, due tavoli firmati Mjiila in HI-MACS Il design, è l arte di progettare degli oggetti per

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Dehler 46. Vero purosangue tedesco, il fast cruiser stupisce a vela sia per le prestazioni sia per la sicurezza in ogni condizione

Dehler 46. Vero purosangue tedesco, il fast cruiser stupisce a vela sia per le prestazioni sia per la sicurezza in ogni condizione BARCHE&CANTIERI DEHLER 46 Dehler 46 di Mauro Giuffré Vero purosangue tedesco, il fast cruiser stupisce a vela sia per le prestazioni sia per la sicurezza in ogni condizione P rendendo in prestito un espressione

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo Vi preghiamo di tener presente che le sistemazioni offerte sono in linea con lo spirito del luogo, lontane dal comfort e dagli standard delle strutture ricettive. In particolare, alcune abitazioni hanno

Dettagli

Austin Parker 64 Fly PREMIO BARCA DELL ANNO VELA E MOTORE

Austin Parker 64 Fly PREMIO BARCA DELL ANNO VELA E MOTORE PREMIO BARCA DELL ANNO VELA E MOTORE In un mercato sempre più selettivo, la scelta di posizionamento di Austin Parker non si presta a equivoci: la ricerca di uno stile classico capace di reinterpretare

Dettagli

3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI

3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI 3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI L aerostato è un aeromobile che, per ottenere la portanza, ossia la forza necessaria per sollevarsi da terra e volare, utilizza gas più leggeri

Dettagli

IL PROGRESSO TECNOLOGICO E L'INTRODUZIONE DEL VAPORE NELL'ESERCIZIO DELLA NAVIGAZIONE.

IL PROGRESSO TECNOLOGICO E L'INTRODUZIONE DEL VAPORE NELL'ESERCIZIO DELLA NAVIGAZIONE. Storia della Navigazione sui Laghi Maggiore, Garda e Como IL PROGRESSO TECNOLOGICO E L'INTRODUZIONE DEL VAPORE NELL'ESERCIZIO DELLA NAVIGAZIONE. La produzione di energia attraverso l'uso del vapore, fu

Dettagli

Guida agli Oblo e Osteriggi

Guida agli Oblo e Osteriggi Guida agli Oblo e Osteriggi www.lewmar.com Introduzione L installazione o la sostituzione di un boccaporto o oblò può rivelarsi una procedura semplice e gratificante. Seguendo queste chiare istruzioni,

Dettagli

1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N.

1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N. 1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N. A) Disposizioni generali [1] Il vincolo di tesseramento degli atleti in favore delle società è temporaneo e la sua durata e l eventuale

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

FIN - Comitato Regionale Ligure

FIN - Comitato Regionale Ligure FIN - 1. 0 NORMATIVE GENERALI Iscrizioni alle gare 1. Le iscrizioni alle gare vanno effettuate tramite procedura online dal sito http://online.federnuoto.it/iscri/iscrisocieta.php utilizzando il software

Dettagli

Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate

Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate 6.1 Metodi per lo sviluppo di nuovi prodotti (MSNP) Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate Questo capitolo presenta alcune metodologie per gestire al meglio

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE

LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE LA PROGRAMMAZIONE NEL SETTORE GIOVANILE PROGRESSIONI DIDATTICHE, SCHEDE DI ALLENAMENTO E ESERCITAZIONI SPECIFICHE La programmazione nel settore giovanile P R O G R E S S I O N I D I D A T T I C H E, S

Dettagli

CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO

CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO LA PRODUTTIVITÀ HA UN NUOVO LOGO ED UNA NUOVA IMMAGINE resentiamo il nuovo logo e il nuovo pay off aziendali in un momento P storico della realtà Laverda, contraddistinto

Dettagli

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 PERIODO TEMPORALE CONSIDERATO Viene considerata tutta l attività svolta dalla prima settimana di novembre 2012 (5 11 novembre 2012 ), all ultima

Dettagli

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA DAI 5 AI 7 ANNI LO SCOPO FONDAMENTALE DELL ALLENAMENTO E CREARE SOLIDE BASI PER UN GIUSTO ORIENTAMENTO VERSO LE DISCIPLINE SPORTIVE DELLA GINNASTICA. LA PREPARAZIONE

Dettagli

ASSICURARE LA BARCA - TUTTI I SEGRETI PER SCEGLIERE BENE

ASSICURARE LA BARCA - TUTTI I SEGRETI PER SCEGLIERE BENE ASSICURARE LA BARCA - TUTTI I SEGRETI PER SCEGLIERE BENE 6,00 DICEMBRE 2014 GENNAIO 2015 mensile - anno 93 www.velaemotore.it IN VENDITA ANCHE SU dal 1923 PROVE Lürssen Solandge Azimut 50 Bavaria Sport

Dettagli

Schindler 9500AE Tappeti mobili inclinati Tipo 10/15 Tranquillità e sicurezza Anche se avanzano con brio

Schindler 9500AE Tappeti mobili inclinati Tipo 10/15 Tranquillità e sicurezza Anche se avanzano con brio Tappeti mobili inclinati Tipo 10/15 Tranquillità e sicurezza Anche se avanzano con brio 2 3 4 Tipo 10 e Tipo 15 Affidabilità per i centri commerciali Appositamente studiati per i centri commerciali, i

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA Dopo avere visto e valutato le capacità fisiche di base che occorrono alla prestazione sportiva e cioè Capacità Condizionali

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio Lo sport è caratterizzato dalla RICERCA DEL CONTINUO MIGLIORAMENTO dei risultati, e per realizzare questo obiettivo è necessaria una PROGRAMMAZIONE (o piano di lavoro) che comprenda non solo l insieme

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

Gran Fondo PUNT DEL DIAU

Gran Fondo PUNT DEL DIAU LANZO TORINESE - SABATO 04 OTTOBRE 2014 Gran Fondo PUNT DEL DIAU REGOLAMENTO LA GARA GRAN FONDO DI CORSA IN MONTAGNA PUNT DEL DIAU avrà una lunghezza di circa km.25 e un dislivello positivo di circa 1450

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

OPERATORI TECNICI ALTA SCUOLA TECNICI ALTA SCUOLA FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO

OPERATORI TECNICI ALTA SCUOLA TECNICI ALTA SCUOLA FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO OPERATORI TECNICI ALTA SCUOLA TECNICI ALTA SCUOLA FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO 1 GENERALITA L Alta Scuola nasce in Italia nel XV sec. I tra i grandi maestri, i più noti ci sono: Giambattista Pignatelli,

Dettagli

Quaderno d'allenamento G+S Pattinaggio sul ghiaccio Danza sul ghiaccio Pattinaggio artistico Pattinaggio sincronizzato

Quaderno d'allenamento G+S Pattinaggio sul ghiaccio Danza sul ghiaccio Pattinaggio artistico Pattinaggio sincronizzato Una produzione della Scuola universitaria federale dello sport di Macolin SUFSM 30.910.310 i / Edizione 2002 (02.04) Quaderno d'allenamento G+S Pattinaggio sul ghiaccio Danza sul ghiaccio Pattinaggio artistico

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 COMUNICATO UFFICIALE N. 1097 del 10 maggio 2014 Indice

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

HARMADIK MINTAFELADATSOR Emelt szintű szóbeli vizsga. Minta. A vizsgázó példánya (20 perc)

HARMADIK MINTAFELADATSOR Emelt szintű szóbeli vizsga. Minta. A vizsgázó példánya (20 perc) Bemelegítő beszélgetés 1. Vita HARMADIK MINTAFELADATSOR Emelt szintű szóbeli vizsga A vizsgázó példánya (20 perc) E migliore vivere in una casa con giardino in una zona verde che in un appartamento in

Dettagli

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO TRIBUTO AL Fai sfilare la tua passione tra le strade di Torino. Iscrivi la tua vettura al DOMENICA, 14 GIUGNO 2015 la parata celebrativa delle automobili più importanti di sempre PARCO VALENTINO - SALONE

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio - Direzione Generale Ufficio III Coordinamento Regionale del Servizio di Educazione Motoria Fisica e

Dettagli

CALENDARIO REGIONALE 2014/2015

CALENDARIO REGIONALE 2014/2015 CALENDARIO REGIONALE 2014/2015 www.federnuoto.piemonte.it nuoto@federnuoto.piemonte.it INDICE REGOLAMENTO ATTIVITÀ...pag.4 AVVERTENZE DI CARATTERE GENERALE...pag.5 ISCRIZIONI...pag.6 Norme generali...pag.6

Dettagli

L'utensile é diventato bianco

L'utensile é diventato bianco L'utensile é diventato bianco In questi giorni mi sono allenato a fare delle vele sia di carta che di tessuto. Sono soddisfatissimo, mai avuto vele cosi belle, pero, pero' non riesco ad ottenere un bel

Dettagli

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 di Luca Navaglia Campionati Italiani dunque. Saprete già i risultati (Serena Ricciuti, Giuseppe Giannetto e Kodokan Alessandria). Per

Dettagli

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento La funzione dei cuscinetti a strisciamento e a rotolamento è quella di interporsi tra organi di macchina in rotazione reciproca. Questi elementi possono essere

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project: serramenti in alluminio ad alte prestazioni Ricche dotazioni tecnologiche e funzionali Eccezionale isolamento termico Massima espressione

Dettagli

Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENSIMENTO C.A.S.

Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENSIMENTO C.A.S. Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENMENTO C.A.S. Ringraziamo per aver prontamente risposto al nostro questionario relativo ai Centri di Avviamento al Canottaggio

Dettagli

Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te

Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te Lo spettacolo di una vecchia fatiscente imbarcazione da diporto, sia in decomposizione nel suo ormeggio che mezza affondata con gli alberi che spuntano dall acqua

Dettagli

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione tra Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione F.I.N. C.N.S. FIAMMA La Federazione Italiana Nuoto (F.I.N.), con sede legale in Roma, rappresentata

Dettagli

La Ville Radieuse di Le Corbusier

La Ville Radieuse di Le Corbusier Modelli 8: la città funzionale La Ville Radieuse di Le Corbusier Riferimenti bibliografici: - Le Corbusier, Verso una architettura, a cura di P. Cerri e P. Nicolin, trad. it., Longanesi, Milano, 1987 -

Dettagli

di: Francesco Zanardi

di: Francesco Zanardi LE PISTOLE A RAFFICA di: Francesco Zanardi Tra i tanti argomenti di cui si parla nei poligoni di tiro non mancano mai le pistole a raffica. Queste armi un po particolari hanno sempre affascinato gli appassionati

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI

IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI IMPARARE GIOCANDO A 9/10 ANNI appunti dalla lezione del 19 maggio 2002 al Clinic di Riccione relatore Maurizio Cremonini, Istruttore Federale Set. Scol. e Minibasket I BAMINI DEVONO SCOPRIRE CIO DI CUI

Dettagli

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 -AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 Arcore 26/03/2015 REGOLAMENTO Art. 1 - ORGANIZZAZIONE Il GILERA CLUB ARCORE con sede in Arcore via N. Sauro 12 (mail : motoclubarcore@gmail.com) e il MOTO CLUB BIASSONO con

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 Proponente SUSANNA CENNI DIPARTIMENTO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Pubblicita

Dettagli

ALOIS RIEGL (1858-1905)

ALOIS RIEGL (1858-1905) ALOIS RIEGL (1858-1903 DER MODERNE DENKMALKULTUS : IL CULTO MODERNO DEI MONUMENTI ANTICHI... NEGLI ULTIMI ANNI SI E VERIFICATO UN PROFONDO CAMBIAMENTO NELLE NOSTRE CONCEZIONI SULLA NATURA E LE ESIGENZE

Dettagli

LO SPORT PER TUTTI: BUONE PRATICHE DI BENESSERE

LO SPORT PER TUTTI: BUONE PRATICHE DI BENESSERE CAPITOLO V LO SPORT PER TUTTI: BUONE PRATICHE DI BENESSERE PREMESSA Questo capitolo affronta l analisi dello sport come diritto di cittadinanza non solo metaforico, emotivo, ma anche commerciale ed identitario.

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O. Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne

NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O. Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne 3 Sintesi perfetta fra isolamento termico, tecnica e design Le finestre e le porte di oggi non solo devono

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

TIP-ON inside. TIP-ON per AVENTOS HK. Il supporto per l'apertura meccanico per ante a ribalta standard senza maniglia. www.blum.

TIP-ON inside. TIP-ON per AVENTOS HK. Il supporto per l'apertura meccanico per ante a ribalta standard senza maniglia. www.blum. TIP-ON inside TIP-ON per AVENTOS HK Il supporto per l'apertura meccanico per ante a ribalta standard senza maniglia www.blum.com Facilità di apertura con un semplice tocco 2 Comfort di apertura per le

Dettagli

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO Come effettuare il monitoraggio dei nostri allenamenti? Spesso è difficile misurare il livello di sforzo di una particolare gara o sessione di allenamento. Come vi sentite?

Dettagli

LE PETROLIERE DELL ULTIMA GENERAZIONE

LE PETROLIERE DELL ULTIMA GENERAZIONE MEZZI PETROLIERE LE PETROLIERE DELL ULTIMA GENERAZIONE L evoluzione delle navi cisterna in termini di sicurezza contro i rischi di inquinamento ha subito negli ultimi anni una forte accelerazione che ha

Dettagli

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Process Counseling Master Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Il percorso Una delle applicazioni più diffuse del Process Counseling riguarda lo sviluppo delle potenzialità

Dettagli

TECNOLOGIA AD INDUZIONE

TECNOLOGIA AD INDUZIONE TECNOLOGIA AD INDUZIONE NELLA SUA FORMA PIÙ RAFFINATA Standalone Induction Appliance Ergonomia Potenza Design I convincenti vantaggi della tecnologia a induzione di MENU SYSTEM non sono mai stati così

Dettagli

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO M A G A Z I N E PRINCIPI BASE DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO w w w. a l l f o1 o t b a l l. i t IL TUTOR MARIO BERETTA 1959 Milano, è ex calciatore e attuale allenatore professionista. Diplomato Isef e

Dettagli

Edizione Agosto 2006. Il grande cerchio per una protezione naturale

Edizione Agosto 2006. Il grande cerchio per una protezione naturale Edizione Agosto 2006 Il grande cerchio per una protezione naturale FERRONDO -Innovazione astuto dinamico di valore Con un unico profilo FERRONDO GRANDE combina protezione dai rumori e Design. La sua forma

Dettagli

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n.

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n. INDICE pag. FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY PREMESSA 3 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA Under 14/12/10/ 8/ 6 TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5 TABELLA RIASSUNTIVA n. 2 6 REGOLAMENTO U14 8 REGOLAMENTO U12

Dettagli

CAMPIONATO REGIONALE AICS 2013 TOSCANA GINNASTICA RITMICA

CAMPIONATO REGIONALE AICS 2013 TOSCANA GINNASTICA RITMICA CAMPIONATO REGIONALE AICS 2013 TOSCANA GINNASTICA RITMICA 1 CONCORSI Concorso individuale LIVELLO A Categorie: ALLIEVE: un attrezzo a scelta e Corpo libero obbligatorio JUNIOR: 2 attrezzi a scelta SENIOR:

Dettagli

Montaggio su tetto piano

Montaggio su tetto piano Montaggio su tetto piano Avvertenze generali Con la crescente diffusione dei sistemi fotovoltaici, oltre a dimensioni elettriche, durata, tempi di garanzia ecc., anche i dettagli di montaggio assumono

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 ESEDRA ENERGIA S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 La decennale esperienza di Esedra nel mondo delle energie rinnovabili ha dato vita alla linea

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

- GIOVEDÌ 9 APRILE DOMENICA 19 APRILE 2015 -

- GIOVEDÌ 9 APRILE DOMENICA 19 APRILE 2015 - COMUNICATO STAMPA PRESENTAZIONE DI UN ECCEZIONALE INSIEME DI CREAZIONI DI JEAN PROUVÉ E DI UNA SELEZIONE DI GIOIELLI E OROLOGI DA COLLEZIONE CHE SARANNO PROPOSTI NELLE PROSSIME ASTE. - GIOVEDÌ 9 APRILE

Dettagli

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 documento redatto sulla base del questionario CIO Candidature Acceptance Procedure Games of the XXXI Olympiad 2016 PREMESSA ESTRATTO

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

SCHEMA SETTIMANA TIPO CON TRE SEDUTE DI ALLENAMENTO

SCHEMA SETTIMANA TIPO CON TRE SEDUTE DI ALLENAMENTO U.S. ALESSANDRIA CALCIO 1912 SETTORE GIOVANILE ALLENAMENTO PORTIERI SCHEDA TIPO DELLA SETTIMANA ALLENATORE ANDREA CAROZZO GRUPPO PORTIERI STAGIONE 2009/2010 GIOVANISSIMI NAZIONALI 1995 ALLIEVI REGIONALI

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

www.noinoncilasceremomai.it

www.noinoncilasceremomai.it www.noinoncilasceremomai.it Chi siamo: la storia Il progetto trae ispirazione dalla vita di Vigor Bovolenta e sua moglie Federica Lisi che hanno, con il loro amore, sfidato il destino e la vita stessa.

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Attività soggette al controllo dei VV.F. nei condomini

Attività soggette al controllo dei VV.F. nei condomini Attività soggette al controllo dei VV.F. nei condomini Innocenzo Mastronardi, Ingegnere Civile, professionista antincendio, PhD student in S.O.L.I.P.P. XXVI Ciclo Politecnico di Bari INTRODUZIONE Con l

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

30-APRILE/03 MAGGIO-2015.

30-APRILE/03 MAGGIO-2015. INFORMAZIONI GENERALI Il corso ISA 2015 DISCIPLINE OLIMPICHE è un corso formativo ed evolutivo relativamente alle discipline della Fossa Olimpica Skeet Double Trap, e viene organizzato per la 1 volta in

Dettagli

Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario

Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario Il lavoro sedentario può essere all origine di vari disturbi, soprattutto se il posto di lavoro è concepito secondo criteri non

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante trasporto pesante Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante www.brembo.com trasporto pesante L i m p i a n t o f r e n a n t e d i u n v e i c ol o pesante per trasporto d i m e r

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 Art. 1 PRINCIPI GENERALI Il football a 9 contro 9 Master (o 7 contro 7) verrà giocato secondo le regole del regolamento ufficiale NCAA per i campionati a 11 giocatori,

Dettagli