Guida per aiutare alla Compilazione della SCHEDA SISMICA (Livello 0)

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida per aiutare alla Compilazione della SCHEDA SISMICA (Livello 0)"

Transcript

1 Arcidiocesi di Bologna Ufficio Amministrativo Diocesano Guida per aiutare alla Compilazione della SCHEDA SISMICA (Livello 0) Al fine di rendere meno oneroso questo lavoro, si è preparata questa piccola guida a completamento delle note già presenti nella scheda. Infatti, questa prima documentazione non necessita di tecnici e può essere compilata dal parroco, o da un collaboratore, che dovrebbe essere a conoscenza dei dati richiesti. Assieme alla scheda si dovrà consegnare il cronoprogramma degli interventi successivi secondo il fac simile in fondo a queste note. Quest ufficio consiglia ai parroci di accordarsi tra Vicariati o Parrocchie vicine, per affidare l incarico del successivo lavoro che vedrà la compilazione totale della scheda sismica, ad un solo tecnico per più parrocchie al fine di contenere i costi. Gli edifici da censire sono: Chiesa, Campanile, Oratori (intesi come luoghi di culto), Opere Parrocchiali se vi sono presenti sale per il catechismo, Sale della Comunità che hanno una capienza effettiva (non dichiarata) di almeno 100 persone, Cinema, Scuole, e qualsiasi edificio che possa avere interesse strategico in caso di evento sismico. La Casa Canonica se è solo Abitazione del sacerdote o in affitto, non si deve considerare in quanto equiparata a semplice abitazione. Casi particolari, oltre quelli descritti in queste istruzioni, possono essere valutati insieme scrivendo a I codici da inserire si possono trovare nell allegato in fondo a queste note. I dati devono interessare l Edificio di cui si compila la scheda. Riportare l'indirizzo completo dell'opera (utilizzare la codifica Istat: via, viale, piazza, corso, etc.) senza abbreviazioni e comprensivo di codice di avviamento postale e numero civico. Si deve scrivere in stampatello: nel caso delle lettere partendo da sinistra, nel caso dei numeri da destra.

2 2 NON COMPILARE Inserire data di compilazione NON COMPILARE Inserire quanti edifici si schedano e fanno parte dello stesso complesso edilizio. In caso di TRE edifici schedati (Chiesa, Opere Parr., Palestra) scrivere 3. Dare un numero di scheda per o- gni complesso schedato (es. Chiesa + Opere Parrocchiali + palestra). Scrivere partendo da destra. ATTENZIONE: verificare come gli edifici interessati sono posizionati e se compongono un unico edificio da censire. Si deve considerare il complessivo del solido dell Edificio, comprese le altezze. Qui sotto in modo esemplificativo e non esaustivo, si pone un esempio. Inserire i dati catastali dell edificio schedato di cui l Ente deve essere interamente proprietario da cielo a terra. Non importa inserire i sub. In quanto l edificio deve essere interamente di proprietà dell Ente. Il dato Allegato non è sempre detto che vi sia, se esiste si deduce unicamente dall Estratto di mappa. Caso A In questo caso, se chiesa e campanile sono sostanzialmente alti uguali si farà: - una scheda per chiesa campanile (Rosso) - una scheda per opere parrocchiali (Blu) Caso B In questo caso, si faranno tre schede: - una scheda per la Chiesa (Rosso) - una scheda per il campanile (Verde) - una scheda per opere parrocchiali (Blu) Caso C Un solo Edificio Casa Canonica Chiesa Salone Parrocchiale Livello Terra In questo caso, si farà una sola scheda, nella quale si terrà conto anche della Casa canonica (in questo caso sopra la Chiesa) che diversamente non deve interessare la schedatura

3 3 Riguarda l edificio schedato nell'ambito dell'eventuale aggregato edilizio. Se l edificio non è isolato su tutti i lati, va indicata la sua posizione all interno dell aggregato (Interno, d estremità, angolo). Qui sotto in modo esemplificativo e non esaustivo, si pone un esempio. (L edificio in rosso è quello schedato). Isolato Interno Estremità D angolo 3 2 Per l Emilia Romagna il FUSO è il 32 Le Coordinate geografiche richieste del baricentro approssimato dell'edificio, indicate nel sistema European Datum ED50 proiezione Universale Trasversa di Mercatore (UTM), fuso Nei campi "E" e "N" vanno rispettivamente indicate le coordinate chilometriche (espresse in metri) Est e Nord. COME TROVARLE? Installare da internet Google Earth (quello free, libero non a pagamento), è un programma gratuito che si trova con ogni motore di ricerca. Una volta installato: - nella barra degli strumenti in alto seleziona Strumenti; - all'ultimo posto si trova Opzioni, cliccare; - nella finestra che si apre si trova sulla sinistra la possibilità di selezionare UTM, verificare anche, sempre nella stessa finestra, che sia selezionato l'unità di misura metri, lo si trova verso destra. Successivamente cliccare su applica e la ricerca è pronta. In alto a sinistra puoi inserire l'indirizzo che serve ed in basso si leggono le coordinate del cursore. Attraverso l immagine porre il cursore al centro dell edificio che si intende schedare. Riportare l Utilizzatore se differente dal Proprietario, oppure riscrivere il nome del Proprietario Utilizzatore (es. SCUOLA MATERNA PARROCCHIALE, PARROC- CHIA DI S. PROSPERO, AS- SOCIAZIONE SCOLASTICA PINCO PALLINO, ecc). Riportare il Proprietario o del legale rappresentante dell'ente proprietario dell'edificio. Riportare la denominazione estesa, senza abbreviazioni, dell'edificio (es. CHIESA DI S. PROSPERO, SCUOLA MATERNA PARROCCHIALE, OPERE PAR- ROCCHIALI DI S. PROSPERO, ecc).

4 4 Indicare i piani totali con interrati, considerare il numero di piani complessivi dell edificio dallo spiccato di fondazioni incluso quello di sottotetto solo se praticabile. Computare interrati i piani mediamente interrati per più di metà della loro altezza. Scrivere partendo da destra. Nel campo "Altezza media di piano" indicare l altezza (in metri) che meglio approssima la media delle altezze di piano presenti. Per esempio: se la Chiesa è alta 15 metri e sotto alla stessa vi è un salone con capienza di più di 100 persone ed alto 4 metri, si fa una sola scheda e l altezza media dovrà essere indicata come 11 metri. Scrivere partendo da destra. Nel campo "Superficie media di piano" indicare la superficie che meglio approssima la media delle superfici di tutti i piani. Per esempio: se la Chiesa ha la superificie di 600 metri 2 e sotto alla stessa vi è un salone con superificie di 300 metri 2, si fa una sola scheda e la superificie media sarà di 500 metri 2. Scrivere partendo da destra. Indicare l'anno in cui il progetto esecutivo è stato approvato dall'ente appaltante (l'anno del rilascio della concessione/ autorizzazione per gli edifici privati). Negli edifici storico artistici di cui non si hanno notizie certe si indichi l anno approssimativo. Nel campo "Anno di ultimazione della costruzione" indicare l'anno di ultimazione dei lavori. Negli edifici storico artistici di cui non si hanno notizie certe si indichi l anno approssimativo. In questa sezione si devono indicare eventuali lavori che si sono effettuati dopo la costruzione e che abbiano interessato la struttura dell edificio (abbattimento di muri portanti, porte su muri portanti, ecc), inoltre si deve indicare se le eventuali opere compiute dopo la costruzione abbiano migliorato la struttura dell Edificio schedato da un punto di vista sismico. Se non vi è mai stato intervento barrare F. Diversamente compilare G, indicando: Anno di progettazione ultimo intervento eseguito sulla struttura: negli edifici storico artistici di cui non si hanno notizie certe si indichi l anno approssimativo e sicuramente si barri Altro in quanto i lavori difficilmente hanno migliorato o adeguato la struttura in relazione alla sismica. Diversamente se vi sono stati lavori che abbiano migliorato o adeguato l edificio da un punto di vista sismico, si indichi l anno e si barri in Adeguamento sismico o Miglioramento sismico. Con Altro s'intende un intervento non classificabile come adeguamento/miglioramento sismico, ma che ha comunque interessato le parti strutturali dell'edificio.

5 5 Indicare la tipologia di materiale strutturale principale della struttura verticale dell'edificio, secondo la ripartizione riportata nell'allegato 2 dell'ordinanza n. 3274/2003. Gli edifici si considerano con strutture di c.a. (cemento armato) o d acciaio, se l intera struttura portante è in c.a. o in acciaio. In altro specificare con quale materiale è composta la struttura portante dell edificio. Indicare il numero di persone mediamente presenti durante la fruizione ordinaria dell'edificio. Tale numero è il prodotto del numero di persone mediamente presenti per la frazione di giorno in cui sono presenti (ad es. se in un edificio sono presenti mediamente 500 persone per 8 ore al giorno, il valore da riportare è pari a 167, ottenuto come il prodotto di (500 x 8) / 24 = 167. PER LE CHIESE APERTE AL CULTO Nel caso di Chiese molto frequentate la domenica e poco frequentate nei giorni feriali, si consideri la domenica come giorno di calcolo e a lato si indichi la frequenza media matematica della frequenza nei giorni feriali e festivi. Ad esempio Parrocchia con due Messe festive con circa 200 persone che vi partecipano complessivamente e con 10 persone che frequentano la Messa feriale. Si considererà la Messa domenicale per il calcolo di media: (200x2) / 24 = 17 (200 persone che frequentano le Messe festive x 2 ore di 2 Messe). Il numero elaborato (17) si inserisca nella tabella con le caselle. A lato si indichino le persone che normalmente frequentano. Come indicato qui sotto come esempio: 1 7 Feriali = 10 persone circa frequentano x 1 ora Festivi = 200 persone circa frequentano x 2 ore

6 6 Individuare la morfologia del sito e gli eventuali fenomeni franosi del terreno su cui insiste l'opera o che potrebbero coinvolgerla. Vale a dire che occorre valutare dove si trova l edificio che si desidera schedare. Indicare la destinazione d uso dell edificio originaria del progetto (= l edificio è nato come ) e quella attuale ( = l edificio è utilizzato come ). Il codice d uso deve essere scelto tra quelli riportati nella tabella in fondo alle istruzioni date assieme alla scheda sismica. Si faccia attenzione che le Scuole hanno una sezione di codici loro propria; e che le case di riposo sono da considerarsi come case di cura. I servizi religiosi hanno un codice proprio come: - S61 Servizi parrocchiali (Opere di catechismo, Sale Comunità) - S62 Edifici per il culto (Chiese, Oratori, Cappelle, Campanile). Il Codice generico S60 Attività collettive religiose sia utilizzato solo se l edificio censito non trova una collocazione appropriata (es. Monastero, Convento, ecc) In fondo ad ogni scheda occorre la firma del Parroco (Legale Rappresentante) e il timbro dell Ente proprietario.

7 Fac-simile del crono-programma degli interventi successivi da allegare alla Scheda o alle Schede che si consegnano. La lettera deve essere composta per ogni Ente Proprietario. 7 CARTA INTESTATA DELLA PARROCCHIA Allo Sportello Unico per l Edilizia Comune di (mettere il comune di competenza dove sono ubicati gli edifici (o l edificio) interessati alla schedatura Io sottoscritto nato a. il... e residente a. in Via/Piazza/Viale... n. Codice Fiscale..(inserire CF personale); in qualità di.(parroco, Amministratore parrocchiale, Presidente dell Opera, ecc) e Legale Rappresentante dell Ente Ecclesiastico..(Parrocchia, Opera, ecc), Codice Fiscale...(inserire CF dell Ente di cui si è Legale Rappresentante); nel consegnare a codesto ufficio la Scheda Sismica (livello 0), come da accordi tra l Arcidiocesi di Bologna e la Regione Emilia Romagna - Servizio Geologico, Sismico dei Suoli, DICHIARO che le successive fasi della Verifica inerente gli edifici di proprietà dell Ente sopracitato ed interessati all accertamento sismico saranno attuate in concomitanza di Leggi o Circolari più precise o in occasione di futuri lavori ed interventi. In fede. Luogo e Data. Firma del Legale rappresentante e Timbro dell Ente Ad ogni lettera si alleghi Fotocopia della Carta d Identità (o documento valido) del legale rappresentante dell Ente. ATTENZIONE TUTTA LA DOCUMENTAZIONE DEVE ESSERE CONSEGNATA ALL'UFFICIO AMMINISTRATIVO ENTRO E NON OLTRE IL 30 NOVEMBRE Assieme alla scheda, o alle schede se si tratta di più edifici, dovranno essere consegnate anche due foto a colori (una per l esterno e una per l interno), di tutte le chiese, santuari o oratori di proprietà della Parrocchia in formato digitale, prodotte da fotocamera digitale con le seguenti caratteristiche: TIFF con risoluzione analoga al PCD + JPG con risoluzione 1024x1536 (una per formato). Le foto vanno consegnate via a indicando di quali edifici si tratta (nome e indirizzo).

8 Codici Istat per i Comuni del territorio canonico dell Arcidiocesi di Bologna COMUNE Cod. ISTAT Regione Cod. ISTAT Provincia Cod. ISTAT Comune Anzola dell'emilia Argelato Baricella Bazzano Bentivoglio Bologna Budrio Calderara di Reno Camugnano Casalecchio di Reno Casalfiumanese Castel d'aiano Castel di Casio Castel Guelfo di Bologna Castello d'argile Castello di Serravalle Castel Maggiore Castel San Pietro Terme Castenaso Castiglione dei Pepoli Crespellano Crevalcore Gaggio Montano Galliera Granaglione Granarolo dell'emilia Grizzana Morandi Lizzano in Belvedere Loiano Malalbergo Marzabotto Medicina Minerbio Molinella Monghidoro Monterenzio Monte San Pietro Monteveglio Monzuno Ozzano dell'emilia Pianoro Pieve di Cento Porretta Terme Sala Bolognese San Benedetto Val di Sambro San Giorgio di Piano San Giovanni in Persiceto San Lazzaro di Savena San Pietro in Casale Sant'Agata Bolognese Sasso Marconi Savigno Vergato Zola Predosa Castelfranco dell Emilia Cento Mirabello Poggio Renatico Sant Agostino

Comune di Anzola dell'emilia

Comune di Anzola dell'emilia Comune di Anzola dell'emilia 1.224 1.118 61 79-18 Imprese Artigiane 406 405 18 36-18 Cooperative 17 12 1 2-1 Imprese Individuali 623 613 34 53-19 Imprese Femminili 234 216 19 15 +4 Imprese Giovanili 91

Dettagli

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2014

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2014 REGIONE AGRARIA N : 1 REGIONE AGRARIA N : 2 MONTAGNA DEL MEDIO RENO Comuni di: CASTEL D`AIANO, GAGGIO MONTANO, GRIZZANA MORANDI, MONZUNO, VERGATO BOSCHI CEDUI DEGRADATI 1500,00 2-IN QUESTA I BOSCHI CEDUI

Dettagli

hanno FIRMATO SCUOLE pubbliche DIREZIONE DIDATTICA N. 10 BOLOGNA DIREZIONE DIDATTICA N. 13 BOLOGNA DIREZIONE DIDATTICA N.

hanno FIRMATO SCUOLE pubbliche DIREZIONE DIDATTICA N. 10 BOLOGNA DIREZIONE DIDATTICA N. 13 BOLOGNA DIREZIONE DIDATTICA N. (dato aggiornato al 14 ottobre 2009) SCUOLE pubbliche DIREZIONE DIDATTICA N. 1 BOLOGNA DIREZIONE DIDATTICA N. 3 BOLOGNA DIREZIONE DIDATTICA N. 5 BOLOGNA DIREZIONE DIDATTICA N. 8 BOLOGNA DIREZIONE DIDATTICA

Dettagli

Struttura dati per introduzione nel Sistema Informativo Siti Contaminati ARPA Sez. Bologna

Struttura dati per introduzione nel Sistema Informativo Siti Contaminati ARPA Sez. Bologna Struttura dati per introduzione nel Sistema Informativo Siti Contaminati ARPA Sez. Bologna settembre 2006 Pagina 1 di 10 Indice: PREMESSA... 3 MATERIALE DA CONSEGNARE.. 3 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE

Dettagli

INDAGINE STATISTICA SULL IMPRENDITORIA GIOVANILE NELLA PROVINCIA DI BOLOGNA

INDAGINE STATISTICA SULL IMPRENDITORIA GIOVANILE NELLA PROVINCIA DI BOLOGNA INDAGINE STATISTICA SULL IMPRENDITORIA GIOVANILE NELLA PROVINCIA DI BOLOGNA A cura di: Elisa Facchini Ufficio Statistica e Studi Piazza Mercanzia, 4 40125 Bologna Tel. +39 051 6093440 Fax +39 051 6093467

Dettagli

CITTÀ METROPOLITANA DI BOLOGNA

CITTÀ METROPOLITANA DI BOLOGNA PRONTO SOCCORSO CANI E GATTI VITTIME DI INCIDENTI STRADALI SUL TERRITORIO PROVINCIALE La seguente tabella riporta le informazioni fornite dai Comuni relativamente alle convenzioni attivate con strutture

Dettagli

I redditi dichiarati nella città metropolitana di Bologna

I redditi dichiarati nella città metropolitana di Bologna I redditi dichiarati nella città metropolitana di Bologna Appendice statistica Tavola 1. Città metropolitana di Bologna. Popolazione residente al 31/12/2015, contribuenti, reddito complessivo e reddito

Dettagli

Provincia di Bologna. Comuni Pop. resid.1/1/2017 Sup. in km 2 Abitanti per km 2

Provincia di Bologna. Comuni Pop. resid.1/1/2017 Sup. in km 2 Abitanti per km 2 Provincia di Bologna Comuni Pop. resid.1/1/2017 Sup. in km 2 Abitanti per km 2 Anzola dell'emilia 12.299 36,6 336,07 Argelato 9.846 35,1 280,48 Baricella 7.011 45,48 154,14 Bentivoglio 5.516 51,11 107,93

Dettagli

Provincia di Bologna. Sup. in km 2 Abitanti per km 2. resid.1/1/2016

Provincia di Bologna. Sup. in km 2 Abitanti per km 2. resid.1/1/2016 Provincia di Bologna Comuni Pop. resid.1/1/2016 Sup. in km 2 Abitanti per km 2 Alto Reno Terme 6.947 73,64 94,35 Anzola dell'emilia 12.289 36,6 335,80 Argelato 9.850 35,1 280,60 Baricella 6.949 45,48 152,78

Dettagli

Statistiche. del Turismo. anno 2014 CITTÀ METROPOLITANA DI BOLOGNA

Statistiche. del Turismo. anno 2014 CITTÀ METROPOLITANA DI BOLOGNA Statistiche del Turismo anno 2014 CITTÀ METROPOLITANA DI BOLOGNA STATISTICHE DEL TURISMO anno 2014 CITTÀ METROPOLITANA DI BOLOGNA SERVIZIO ATTIVITÀ PRODUTTIVE E TURISMO PREMESSA I dati relativi alle

Dettagli

ACCORDO ATTUATIVO TRA PROVINCIA DI BOLOGNA, COMUNE DI BOLOGNA, COMUNI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA E L ASSOCIAZIONE CASA DELLE DONNE

ACCORDO ATTUATIVO TRA PROVINCIA DI BOLOGNA, COMUNE DI BOLOGNA, COMUNI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA E L ASSOCIAZIONE CASA DELLE DONNE ACCORDO ATTUATIVO TRA PROVINCIA DI BOLOGNA, COMUNE DI BOLOGNA, COMUNI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA E L ASSOCIAZIONE CASA DELLE DONNE PER NON SUBIRE VIOLENZA, RELATIVO ALLA REALIZZAZIONE, IN AMBITO METROPOLITANO,

Dettagli

INFORMASALUTE BOLOGNA. I Servizi Sanitari di. e Provincia. Accesso al Servizio Sanitario Nazionale per i cittadini non comunitari

INFORMASALUTE BOLOGNA. I Servizi Sanitari di. e Provincia. Accesso al Servizio Sanitario Nazionale per i cittadini non comunitari Progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA ISTITUTO NAZIONALE SALUTE, MIGRAZIONI E POVERTÀ MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELL INTERNO Fondo Europeo per l'integrazione dei cittadini di Paesi terzi INFORMASALUTE

Dettagli

1. Obiettivi della presentazione

1. Obiettivi della presentazione Bologna, 15 febbraio 2012 PERCORSO FORMATIVO SUI SERVIZI EDUCATIVI E SCOLASTICI DI COMPETENZA DEGLI ENTI LOCALI Analisi dei costi : ricerca e metodologie di controllo. Strumenti di gestione e loro utilizzo

Dettagli

PUNTI DI INFORMAZIONE E ACCOGLIENZA CITTADINI STRANIERI

PUNTI DI INFORMAZIONE E ACCOGLIENZA CITTADINI STRANIERI PUNTI DI INFORMAZIONE E ACCOGLIENZA CITTADINI STRANIERI Aggiornato LUG 2011 CALENDARIO SETTIMANALE L U N E D I' 8.40-12.40 Comune di San Pietro in Casale (Punto Migranti) c/o Municipio via Matteotti, 154

Dettagli

ACCORDO APPLICABILE NEI COMUNI DI:

ACCORDO APPLICABILE NEI COMUNI DI: ACCORDO APPLICABILE NEI COMUNI DI: ARGELATO, BARICELLA, BAZZANO, BENTIVOGLIO, BUDRIO, CAMUGNANO, CASTEL D AIANO, CASTELLO D ARGILE, CASTEL DI CASIO, CASTELLO DI SERRAVALLE, CASTIGLIONE DEI PEPOLI, CRESPELLANO,

Dettagli

Il sistema informativo anagrafico della provincia di Bologna: realizzazione, elementi di criticità e primi risultati

Il sistema informativo anagrafico della provincia di Bologna: realizzazione, elementi di criticità e primi risultati Il sistema informativo anagrafico della provincia di Bologna: realizzazione, elementi di criticità e primi risultati Il fabbisogno conoscitivo e le necessità informative per la programmazione dei servizi.

Dettagli

Assessorato alla Istruzione. Formazione. Lavoro. Politiche per la sicurezza sul lavoro SERVIZIO SCUOLA E FORMAZIONE

Assessorato alla Istruzione. Formazione. Lavoro. Politiche per la sicurezza sul lavoro SERVIZIO SCUOLA E FORMAZIONE Assessorato alla Istruzione. Formazione. Lavoro. Politiche per la sicurezza sul lavoro SERVIZIO SCUOLA E FORMAZIONE Servizio di Supporto alle relazioni scuola-territorio-mondo del lavoro del Servizio Scuola

Dettagli

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre 2014 Settore residenziale. BOLOGNA a cura dell Ufficio Statistiche e Studi

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre 2014 Settore residenziale. BOLOGNA a cura dell Ufficio Statistiche e Studi NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre 2014 Settore residenziale a cura dell Ufficio Statistiche e Studi data di pubblicazione: 28 novembre 2014 periodo di riferimento: primo

Dettagli

PIANO PROVINCIALE PER LA SICUREZZA STRADALE

PIANO PROVINCIALE PER LA SICUREZZA STRADALE PIANO PROVINCIALE PER LA SICUREZZA STRADALE Per una nuova cultura della Sicurezza stradale e della Mobilità sostenibile Nel 2004 la Provincia di Bologna ha approvato il Piano Provinciale per la Sicurezza

Dettagli

RIEPILOGO DEI RISULTATI ELETTORALI NEI COLLEGI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA

RIEPILOGO DEI RISULTATI ELETTORALI NEI COLLEGI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA ELEZIONI AMMINISTRATIVE 6 E 7 GIUGNO 2009 RIEPILOGO DEI RISULTATI ELETTORALI NEI COLLEGI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA ELEZIONI AMMINISTRATIVE PROVINCIALI RIEPILOGO PROVINCIALE: Denominazione e circoscrizioni

Dettagli

Statistiche. del Turismo. Provincia di Bologna - anno 2013

Statistiche. del Turismo. Provincia di Bologna - anno 2013 Statistiche del Turismo Provincia di Bologna - anno 2013 tipografia metropolitana bologna Statistiche del turismo Anno 2013 Indice Analisi capacità ricettiva e movimento turistico p. 3 TABELLE Capacità

Dettagli

DISTRETTO PIANURA OVEST

DISTRETTO PIANURA OVEST AZIENDA USL DI BOLOGNA - RIDUZIONE ESTIVA DEGLI SPORTELLI FRONT OFFICE DAL 22 DICEMBRE AL 6 GENNAIO COMPRESI HD tecnico 0514206206 HD normativo 848822222 Call Center 800-884888 Prenotazioni e disdette

Dettagli

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre 2015 Provincia di Bologna - Settore residenziale

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre 2015 Provincia di Bologna - Settore residenziale Andamento del mercato immobiliare nel I semestre Settore residenziale a cura dell Ufficio Provinciale di Bologna data di pubblicazione: 27 novembre periodo di riferimento: primo semestre Andamento del

Dettagli

E.11 IL PIANO MOSAICO DEI PRG DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA

E.11 IL PIANO MOSAICO DEI PRG DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA E.11 IL PIANO MOSAICO DEI PRG DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA Introduzione ed inquadramento generale La formazione del primo modello del Mosaico dei PRG dei Comuni della Provincia di Bologna risale

Dettagli

Sedi Patronati e CAF. Patronati CGIL INCA

Sedi Patronati e CAF. Patronati CGIL INCA Sedi Patronati e CAF Indice dei contenuti 1. Patronati 1. CGIL INCA 2. CAF 1. USB Emilia Romagna 2. Caaf 50&Più 3. CAAF CIA SERVIZI srl. 4. CISL 5. CAF CNA 6. CAAF Ce.S.Conf. 1 Confesercenti 7. CAF UIL

Dettagli

GLI SPOSTAMENTI GIORNALIERI PER STUDIO E LAVORO IN PROVINCIA DI BOLOGNA

GLI SPOSTAMENTI GIORNALIERI PER STUDIO E LAVORO IN PROVINCIA DI BOLOGNA Provincia di Bologna Provincia di Bologna Servizio Studi per la Programmazione Ufficio di Statistica Sistema statistico nazionale Ufficio di statistica GLI SPOSTAMENTI GIORNALIERI PER STUDIO E LAVORO IN

Dettagli

Sintesi delle tendenze demografiche in Provincia di Bologna

Sintesi delle tendenze demografiche in Provincia di Bologna Sintesi delle tendenze demografiche in Provincia di Bologna Alla data del 31 Dicembre, la popolazione bolognese ammontava a 991.924 residenti registrando, rispetto all anno precedente, un incremento in

Dettagli

Corso Base Formazione/Informazione. Sicurezza alimentare per OSA delle associazioni sociali, culturali, sportive e le organizzazioni di volontariato

Corso Base Formazione/Informazione. Sicurezza alimentare per OSA delle associazioni sociali, culturali, sportive e le organizzazioni di volontariato Corso Base Formazione/Informazione Sicurezza alimentare per OSA delle associazioni sociali, culturali, sportive e le organizzazioni di volontariato Provincia di Bologna Via Zamboni, 13 Bologna 30 Novembre

Dettagli

Le Aliquote IMU 2012 dei comuni della provincia di Bologna e dei capoluoghi della regione Emilia Romagna

Le Aliquote IMU 2012 dei comuni della provincia di Bologna e dei capoluoghi della regione Emilia Romagna Le Aliquote IMU 2012 dei comuni della provincia di Bologna e dei capoluoghi della regione Emilia Romagna Responsabile Osservatorio Immobiliare Confabitare Eduart Murati Introduzione Con la manovra finanziaria

Dettagli

Gli alberi monumentali in Emilia-Romagna di Michele T. Mazzucato

Gli alberi monumentali in Emilia-Romagna di Michele T. Mazzucato Gli alberi monumentali in Emilia-Romagna di Michele T. Mazzucato La tutela degli esemplari alborei monumentali nella Regione Emilia- Romagna è prevista dalla LR del 24 gennaio 1977 n. 2 (Provvedimenti

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CLBO/2015/2 del 27.02.2015 CONSIGLIO LOCALE DI BOLOGNA Oggetto: SERVIZIO RIFIUTI URBANI - PIANO FINANZIARIO 2015 DEL COMUNE DI BOLOGNA

Dettagli

RETE BOLOGNESE CONTRO LE DISCRIMINAZIONI

RETE BOLOGNESE CONTRO LE DISCRIMINAZIONI RETE BOLOGNESE CONTRO LE DISCRIMINAZIONI (aggiornata al 27 aprile 2011) Distretti: Bologna città pag. 1 Pianura Ovest (S. Giovanni in Persiceto) pag. 4 Pianura Est (S. Pietro in Casale) pag. 5 Casalecchio

Dettagli

RELAZIONE TECNICA INTERVENTI RELATIVI AL DIRITTO ALLO STUDIO PROGETTI DI QUALIFICAZIONE SCOLASTICA E.F.

RELAZIONE TECNICA INTERVENTI RELATIVI AL DIRITTO ALLO STUDIO PROGETTI DI QUALIFICAZIONE SCOLASTICA E.F. Allegato A) alla Determinazione Dirigenziale n. 19/2008 CR 42 Premessa RELAZIONE TECNICA INTERVENTI RELATIVI AL DIRITTO ALLO STUDIO PROGETTI DI QUALIFICAZIONE SCOLASTICA E.F. 2007 (L.R. n. 12/03 capo III,

Dettagli

SERVIZI DI TRASPORTO IKEA.it/servizi

SERVIZI DI TRASPORTO IKEA.it/servizi SERVIZI DI TRASPORTO I pacchi piatti sono facili da trasportare. Se la tua auto non è abbastanza grande, puoi usufruire delle diverse modalità di servizio a domicilio a pagamento. Per ulteriori informazioni

Dettagli

LE IMPRESE A BOLOGNA

LE IMPRESE A BOLOGNA LE IMPRESE A BOLOGNA IMPRESE E IMPRENDITORI STRANIERI Anno 2013 UFFICIO STATISTICA A cura di: Alessandro De Felice Ufficio Statistica e Studi Piazza Mercanzia, 4 40125 - Bologna Tel. 051/6093445 Fax 051/6093467

Dettagli

SEDE ISCRITTI FREQUENTANTI COMUNE RESIDENTI

SEDE ISCRITTI FREQUENTANTI COMUNE RESIDENTI Codice Meccanografico SEDE ISCRITTI FREQUENTANTI COMUNE RESIDENTI BOMM36300D CPIA METROPOLITANO (BOLOGNA) 878 1192 ANZOLA DELL'EMILIA 10 BAZZANO 5 BENTIVOGLIO 4 BOLOGNA 702 BONEA 1 CALDERARA DI RENO 6

Dettagli

Accordi sottoscritti 17

Accordi sottoscritti 17 LOCAZIONE AD USO ABITATIVO GUIDA AL CONTRATTO CONCORDATO sommario Presentazione.. 5 A chi si applica la legge 431/98... 7 I vari tipi di contratto 7 Regole comuni di maggior rilievo.. 9 I contratti ad

Dettagli

Gruppi scuole per SNV 2015/2016

Gruppi scuole per SNV 2015/2016 Gruppi scuole per SNV 2015/2016 ALLEGATO 1 rif. Nota prot. n. 15362 del 4.12.2015 Gruppo Rete di Istituzioni Scuole Statali Scuole Paritarie 1 Ambito 5 Distretto di Imola 1. I.C. N. 2 Imola 2. I.C. N.

Dettagli

Aggiornamento e Sviluppo Professionale Continuativo

Aggiornamento e Sviluppo Professionale Continuativo architettibologna ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori di bologna Aggiornamento e Sviluppo Professionale Continuativo Triennio Sperimentale 2014-2016 Questionario Formazione

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA Settore Istruzione e Politiche delle Differenze. I Numeri della Scuola di Bologna. classi - alunni - provenienze

COMUNE DI BOLOGNA Settore Istruzione e Politiche delle Differenze. I Numeri della Scuola di Bologna. classi - alunni - provenienze COMUNE DI BOLOGNA Settore Istruzione e Politiche delle Differenze I Numeri della Scuola di Bologna classi - alunni - provenienze Pubblicazione a cura di: Settore Istruzione e Politiche delle Differenze

Dettagli

Scuole secondarie II grado Analisi delle iscrizioni e proiezioni a.s

Scuole secondarie II grado Analisi delle iscrizioni e proiezioni a.s Bologna, 14 Dicembre 2016 Scuole secondarie II grado Analisi delle iscrizioni e proiezioni a.s. 2017-18 Servizio studi e statistica per la programmazione strategica http://www.cittametropolitana.bo.it/statistica/

Dettagli

Il censimento della popolazione e delle abitazioni 2011: primi risultati per la provincia di Bologna

Il censimento della popolazione e delle abitazioni 2011: primi risultati per la provincia di Bologna Il censimento della popolazione e delle abitazioni 2011: primi risultati per la provincia di Bologna Novembre 2012 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco

Dettagli

Biblioteche afferenti alla Città Metropolitana ELENCO RESPONSABILI TRATTAMENTO DATI

Biblioteche afferenti alla Città Metropolitana ELENCO RESPONSABILI TRATTAMENTO DATI Biblioteche afferenti alla Città Metropolitana ELENCO RESPONSABILI TRATTAMENTO DATI Cod. Bib. Comune Località Denominazione Indirizzo AE AP Anzola dell'emilia Argelato Biblioteca comunale di Anzola dell'emilia

Dettagli

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre 2013 Settore residenziale

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre 2013 Settore residenziale NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel estre Settore residenziale a cura dell Ufficio Provinciale di Maurizio Tesini (referente OMI) Luca Panzacchi (collaboratore) data di pubblicazione:

Dettagli

Indicazione facoltativa Prodotto di Montagna

Indicazione facoltativa Prodotto di Montagna Indicazione facoltativa Prodotto di Montagna Gli obiettivi della presente iniziativa sono la qualificazione dei prodotti di qualità locali e la valorizzazione del territorio attraverso le peculiarità delle

Dettagli

BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ

BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2014 BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ Chi siamo CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Gianfranco Franchi 15/07/1952 Presidente Laurea in ingegneria La cooperativa Edificatrice Ansaloni esiste da più di sessant anni sul

Dettagli

tutte le farmacie di turno

tutte le farmacie di turno 2 0 1 4 tutte le farmacie di turno federfarma bologna introduzione Care cittadine, cari cittadini, se avete in mano questo libretto che riporta tutte le farmacie di turno della Provincia di Bologna, siete

Dettagli

PROVINCIA DI BOLOGNA DOC. 2 GIUGNO 2007

PROVINCIA DI BOLOGNA DOC. 2 GIUGNO 2007 PROVINCIA DI BOLOGNA PIANO PROVINCIALE PER LA SICUREZZA STRADALE L I N E E G U I D A DOC. 2 GIUGNO 2007 RST RICERCHE E SERVIZI PER IL TERRITORIO - VIA DEGLI SCIPIONI, 181-00192 ROMA. TEL: 06.32.18.101

Dettagli

I REDDITI NEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA

I REDDITI NEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA I REDDITI NEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA Obiettivo Rapportando l imponibile Irpef al numero di e alla popolazione residente si ottengono degli indicatori in grado di definire il livello di ricchezza

Dettagli

Calendario delle assemblee sindacali indette dalla Gilda degli insegnanti di Bologna

Calendario delle assemblee sindacali indette dalla Gilda degli insegnanti di Bologna N F e d e r a z i o n e G i l d a U n a m s G i l d a d e g l i I n s e g n a n t i Via Cesare Battisti 2-40123 Bologna tel. 051 270479 - fax 051 6565278 e-mail: gildabologna@gildabologna.it web: www.gildabo.it

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE - Uffico V Ambito territoriale di BOLOGNA DISPONIBILITA' ORE / POSTI A.S. 2015/2016

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE - Uffico V Ambito territoriale di BOLOGNA DISPONIBILITA' ORE / POSTI A.S. 2015/2016 UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE - Uffico V Ambito territoriale di BOLOGNA DISPONIBILITA' ORE / POSTI A.S. 2015/2016 SCUOLA SECONDARIA I GRADO SITUAZIONE COMPLETA - LIBERI Scuola Disponibilità Cattedre / Posti

Dettagli

Programma Operativo Regionale FESR 2007-2013 PROVINCIA DI BOLOGNA

Programma Operativo Regionale FESR 2007-2013 PROVINCIA DI BOLOGNA Programma Operativo Regionale FESR 2007-2013 PROVINCIA DI BOLOGNA Scheda sintetica del bando relativo alle attività: Attività IV. 2.1: Sostegno alla qualificazione delle attività di servizi a supporto

Dettagli

socio-assistenziali per minori, gestanti e madri con bambino

socio-assistenziali per minori, gestanti e madri con bambino Coordinamento provinciale accoglienza l e s t r u t t u r e socio-assistenziali per minori, gestanti e madri con bambino nella provincia di bologna LE STRUTTURE SOCIO-ASSISTENZIALI PER MINORI, GESTANTI

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CLBO/2013/6 del 02 dicembre 2013 CONSIGLIO LOCALE di BOLOGNA Oggetto: SGR - MODIFICA DEL PROGETTO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA DELL

Dettagli

OSSERVATORIO SULL ECONOMIA E IL LAVORO IN PROVINCIA DI BOLOGNA - numero QUATTRO - Luglio 2009 a cura di Daniela Freddi. IRES Emilia-Romagna

OSSERVATORIO SULL ECONOMIA E IL LAVORO IN PROVINCIA DI BOLOGNA - numero QUATTRO - Luglio 2009 a cura di Daniela Freddi. IRES Emilia-Romagna OSSERVATORIO SULL ECONOMIA E IL LAVORO IN PROVINCIA DI BOLOGNA - numero QUATTRO - Luglio 2009 a cura di Daniela Freddi IRES Emilia-Romagna Coordinamento progetto: Cesare Minghini (Presidente Ires Emilia-Romagna)

Dettagli

TARIFFE ACQUA USO DOMESTICO RESIDENTE

TARIFFE ACQUA USO DOMESTICO RESIDENTE TARIFFE ACQUA USO DOMESTICO RESIDENTE BACINO BOLOGNA e COMUNE MOLINELLA Comuni di: vedi elenco allegato APPLICAZIONE DAL 1 GENNAIO 2017 UTILIZZO USO DOMESTICO FASCE D'APPLICAZIONE QUOTA VARIABILE fascia

Dettagli

SCUOLE PARITARIE. hanno FIRMATO X

SCUOLE PARITARIE. hanno FIRMATO X (dato aggiornato al 13 ottobre 2009) SCUOLE PARITARIE NIDI DELL'INFANZIA "A. Ramponi" - SAN GIORGIO DI PIANO "Abba" - "Al Girotondo" - SAN LAZZARO DI SAVENA "Al Girotondo" - SAN LAZZARO DI SAVENA "Angela

Dettagli

2015 TUTTE LE FARMACIE DI TURNO

2015 TUTTE LE FARMACIE DI TURNO 2015 TUTTE LE FARMACIE DI TURNO INTRODUZIONE 2015 Care cittadine, cari cittadini, Colgo l occasione della stampa di questo libretto, rinnovato nella sua veste grafica al fine di renderlo ancora più facile

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CLBO/2016/1 del 30 marzo 2016 CONSIGLIO LOCALE di BOLOGNA. Oggetto: PARERE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO PREVENTIVO 2016 DELL AGENZIA

Dettagli

Criteri di valutazione degli interventi destinati alla sistemazione, al miglioramento e alla realizzazione di opere stradali

Criteri di valutazione degli interventi destinati alla sistemazione, al miglioramento e alla realizzazione di opere stradali Criteri di valutazione degli interventi destinati alla sistemazione, al miglioramento e alla realizzazione di opere stradali In relazione a quanto previsto dall art. 167bis della L.r. 3/99, dalla Deliberazione

Dettagli

RETE PROPONENTE Denominazione Rete : SCUOLE PROVINCIA di Bologna. Scuole aderenti alla Rete IC 1. Scuole aderenti alla Rete IC 9

RETE PROPONENTE Denominazione Rete : SCUOLE PROVINCIA di Bologna. Scuole aderenti alla Rete IC 1. Scuole aderenti alla Rete IC 9 ISTITUTO COMPRENSIVO N.9 Via Luigi Longo, 4 40139 Bologna C.F. 91201100376 C.M. BOIC85200B Tel. 051 460205 Fax 051 460007 boic85200b@istruzione.it - postmaster@pec.ic9bo.it ISTITUTO COMPRENSIVO N.1 Via

Dettagli

ONERI DI URBANIZZAZIONE SECONDARIA DESTINATI A ENTI RELIGIOSI DAI COMUNI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA

ONERI DI URBANIZZAZIONE SECONDARIA DESTINATI A ENTI RELIGIOSI DAI COMUNI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA ONERI DI URBANIZZAZIONE SECONDARIA DESTINATI A ENTI RELIGIOSI DAI COMUNI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA Ricerca svolta da Marco Antonioli per conto del Circolo UAAR di Bologna (22/11/2012-28/02/2013) 1 Che

Dettagli

QUADRO DEI REFERENTI PER IL CONTRASTO ALLA DISPERSIONE SCOLASTICA E FORMATIVA AGGIORNATO AL 12 APRILE 2010

QUADRO DEI REFERENTI PER IL CONTRASTO ALLA DISPERSIONE SCOLASTICA E FORMATIVA AGGIORNATO AL 12 APRILE 2010 QUADRO DEI REFERENTI PER IL CONTRASTO ALLA DISPERSIONE SCOLASTICA E FORMATIVA AGGIORNATO AL 12 APRILE 2010 Le Linee di indirizzo provinciali per il contrasto alla dispersione scolastica e formativa, elaborate

Dettagli

LA POPOLAZIONE AL

LA POPOLAZIONE AL Provincia di Bologna Provincia di Bologna Servizio Studi per la Programmazione Ufficio di Statistica LA POPOLAZIONE AL 31.12.2005 IN PROVINCIA DI BOLOGNA TENDENZE, CARATTERISTICHE DEMOGRAFICHE E DISTRIBUZIONE

Dettagli

Piano di Zona per la salute e il benessere sociale Programma Attuativo 2015

Piano di Zona per la salute e il benessere sociale Programma Attuativo 2015 Piano di Zona per la salute e il benessere sociale Programma Attuativo 2015 DISTRETTO DI SAN LAZZARO DI SAVENA (Sottoscritto in COMITATO DI DISTRETTO il 3/08/2015 P.G.29374/15) Comuni di: San Lazzaro di

Dettagli

Tab. BO.1: Sintesi dei siti mappati suddivisi nelle categorie 1-2-3 del D.M. 101/2003.

Tab. BO.1: Sintesi dei siti mappati suddivisi nelle categorie 1-2-3 del D.M. 101/2003. 4.5. PROVINCIA DI BOLOGNA Nella Provincia di Bologna sono stati mappati complessivamente 184 siti che, in base alle categorie del D.M. 101/2003, possono essere suddivisi come segue: Tab. BO.1: Sintesi

Dettagli

PIANO DI EDILIZIA SCOLASTICA

PIANO DI EDILIZIA SCOLASTICA Direzione Affari Economici e Centro Studi PIANO DI EDILIZIA SCOLASTICA Le misure del Governo Renzi FOCUS EMILIA ROMAGNA Luglio 2014 INDICE 1. Nota di inquadramento sulle decisioni assunte dal Governo 2.

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SANITARI DELL AZIENDA

CARTA DEI SERVIZI SANITARI DELL AZIENDA POLIAMBULATORIO PRIVATO CAVOUR GALLERIA SANT'APOLLONIA 12 SASSO MARCONI BO CARTA DEI SERVIZI SANITARI DELL AZIENDA SASSO MARCONI, 01 GIUGNO 1999 SOMMARIO PARTE I 1 PRESENTAZIONE DELLA STRUTTURA POLIAMBULATORIALE

Dettagli

Guida ai servizi nella provincia di Bologna. per chiedere consiglio e aiuto sull uso/abuso di sostanze psicoattive

Guida ai servizi nella provincia di Bologna. per chiedere consiglio e aiuto sull uso/abuso di sostanze psicoattive s o s t a n z i a l e. i t Guida ai servizi nella provincia di Bologna per chiedere consiglio e aiuto sull uso/abuso di sostanze psicoattive grafica Servizio comunicazione Provincia di Bologna - Gabriella

Dettagli

grafica Servizio comunicazione Provincia di Bologna - Gabriella Napoli tipografia metropolitana bologna

grafica Servizio comunicazione Provincia di Bologna - Gabriella Napoli tipografia metropolitana bologna grafica Servizio comunicazione Provincia di Bologna - Gabriella Napoli tipografia metropolitana bologna Sostanziale.it è un progetto del Servizio Politiche Sociali e per la Salute della Provincia di Bologna,

Dettagli

REGOLAMENTO CONCORSO A PREMI

REGOLAMENTO CONCORSO A PREMI COOP RENO SOCIETÁ COOPERATIVA SEDE LEGALE E AMMINISTRATIVA 40016 S. Giorgio di Piano (BO) Via Panzacchi, 2 Tel. (051) 8906011 Fax (051) 8906050 E-mail: coop.reno@reno.coop.it www.coopreno.it - www.attivamentereno.it

Dettagli

SERVIZIO SCUOLA E FORMAZIONE

SERVIZIO SCUOLA E FORMAZIONE PROVINCIA DI BOLOGNA Assessorato alla Istruzione, Formazione. Lavoro. Politiche per la sicurezza sul lavoro SERVIZIO SCUOLA E FORMAZIONE Servizio di assistenza tecnica, formazione, monitoraggio e valutazione

Dettagli

OPPORTUNITA DI LAVORO dai Centri Impiego della provincia di BOLOGNA

OPPORTUNITA DI LAVORO dai Centri Impiego della provincia di BOLOGNA 814/2014 5 aiuto cameriere ai piani IMOLA Addetti pubblici esercizi 775/2014 1 670/2014 1 perito elettro ingegnere elettro 786/2014 1 traduttore 723/2014 1 809/2014 1 609/2014 1 682/2014 10 impiegato di

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE - C.S.A. DI BOLOGNA DISPONIBILITA' ORE / POSTI A.S. 2012/2013 SCUOLA SECONDARIA I GRADO SITUAZIONE COMPLETA - LIBERI

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE - C.S.A. DI BOLOGNA DISPONIBILITA' ORE / POSTI A.S. 2012/2013 SCUOLA SECONDARIA I GRADO SITUAZIONE COMPLETA - LIBERI UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE - C.S.A. DI BOLOGNA DISPONIBILITA' ORE / POSTI A.S. 2012/2013 SCUOLA SECONDARIA I GRADO SITUAZIONE COMPLETA - LIBERI Scuola Disponibilità Cattedre / Posti Spezzoni Assegnazione

Dettagli

LOCAZIONI BOX e POSTI AUTO IIsem2013 EMILIA- ROMAGNA BOLOGNA CITTÀ Zona Box Posto auto Centro INDIPENDENZA - MARCONI C 100 70

LOCAZIONI BOX e POSTI AUTO IIsem2013 EMILIA- ROMAGNA BOLOGNA CITTÀ Zona Box Posto auto Centro INDIPENDENZA - MARCONI C 100 70 LOCAZIONI BOX e POSTI AUTO IIsem2013 EMILIA- ROMAGNA BOLOGNA CITTÀ Zona Box Posto auto Centro INDIPENDENZA - MARCONI C 100 70 Mazzini- Savena FOSCHERARA S 70 35 SAN RUFFILLO P 70 35 San Donato- San Vitale

Dettagli

Oggetto: LICENZA ECCLESIASTICA PER LAVORI ARCHITETTONICI E/O ARTISTICI

Oggetto: LICENZA ECCLESIASTICA PER LAVORI ARCHITETTONICI E/O ARTISTICI Parrocchia/Ente (timbro) All'Ordinario Diocesano c/o la Curia Arcivescovile di Lecce Piazza Duomo, 5 73100 Lecce Riservato all'ufficio: Prot... Data... Ufficio Edilizia di Culto Ufficio BB.CC.EE. Oggetto:

Dettagli

Piano Provinciale Gestione Rifiuti

Piano Provinciale Gestione Rifiuti Allegato all I.P. 268/2009 Piano Provinciale Gestione Rifiuti VALSAT/Rapporto Ambientale di VAS Gennaio 2009 1 1. Il Piano Provinciale di gestione rifiuti in relazione agli obiettivi ambientali e di settore...

Dettagli

SETTORE CULTURA, TURISMO, SPORT E TEMPO LIBERO PIANO PROVINCIALE 2003

SETTORE CULTURA, TURISMO, SPORT E TEMPO LIBERO PIANO PROVINCIALE 2003 SETTORE CULTURA, TURISMO, SPORT E TEMPO LIBERO PIANO PROVINCIALE 2003 INTERVENTI PER BIBLIOTECHE, ARCHIVI STORICI, MUSEI E BENI CULTURALI (L. R. 18/2000) ALLEGATO ALLA DELIBERA DI GIUNTA N. 173 DEL 23/04/2003

Dettagli

Un intervento di riequilibrio del territorio per la riduzione del digital divide

Un intervento di riequilibrio del territorio per la riduzione del digital divide Un intervento di riequilibrio del territorio per la riduzione del digital divide Una fascia particolarmente interessata dal digital divide è rappresentata dai cittadini e dalle imprese che risiedono nei

Dettagli

CONVENZIONE TRA L AZIENDA USL BOLOGNA NORD ED I COMUNI AD ESSA AFFERENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI SOCIO-ASSISTENZIALI DELEGATE

CONVENZIONE TRA L AZIENDA USL BOLOGNA NORD ED I COMUNI AD ESSA AFFERENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI SOCIO-ASSISTENZIALI DELEGATE CONVENZIONE TRA L AZIENDA USL BOLOGNA NORD ED I COMUNI AD ESSA AFFERENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI SOCIO-ASSISTENZIALI DELEGATE Ai sensi e per gli effetti: degli artt. 7 e 22 della L.R. 12.05.1995,

Dettagli

VII B A N D O. PER BORSE DI STUDIO PER SOGGIORNI ALL ESTERO NELL AMBITO DEGLI STUDI UNIVERSITARI per residenti nell Area Centese 2013/2014

VII B A N D O. PER BORSE DI STUDIO PER SOGGIORNI ALL ESTERO NELL AMBITO DEGLI STUDI UNIVERSITARI per residenti nell Area Centese 2013/2014 VII B A N D O PER BORSE DI STUDIO PER SOGGIORNI ALL ESTERO NELL AMBITO DEGLI STUDI UNIVERSITARI per residenti nell Area Centese 2013/2014 La Fondazione Cassa di Risparmio di Cento (di seguito Fondazione

Dettagli

sabato 05 agosto 2017 Servizi di Media Monitoring

sabato 05 agosto 2017 Servizi di Media Monitoring sabato 05 agosto 2017 Rassegna Stampa 05-08-2017 AUSL BO RESTO DEL CARLINO BOLOGNA 05/08/2017 39 CORRIERE DI BOLOGNA 05/08/2017 2 corrieredibologna.corriere.it 05/08/2017 1 RESTO DEL CARLINO BOLOGNA 05/08/2017

Dettagli

SECONDARIA PRIMO GRADO - Sostegno - anno scol UST Bologna. Page 1

SECONDARIA PRIMO GRADO - Sostegno - anno scol UST Bologna. Page 1 Tabella 3 - SCUOLA SECONDARIA di PRIMO GRADO - Allegato a dispositivo Bologna prot. n 11503 BOIC80500T 7 I.C. DI SAN PIETRO IN CASALE GALLIERA -BOMM80501V Giovanni XXIII 4 9 6 4 15 BOIC80500T 7 I.C. DI

Dettagli

PIANO PROVINCIALE 2010 INTERVENTI PRIORITARI - RISULTATI ISTRUTTORIA

PIANO PROVINCIALE 2010 INTERVENTI PRIORITARI - RISULTATI ISTRUTTORIA PIANO PROVINCIALE 2010 INTERVENTI PRIORITARI - RISULTATI ISTRUTTORIA Soggetto attuatore REGIONE EMILIA-ROMAGNA SISTEMA BIBLIOTECARIO PROVINCIALE Progetto . Potenziamento delle infrastrutture

Dettagli

PIANO PROVINCIALE 2008 - BIBLIOTECHE, ARCHIVI STORICI, MUSEI E BENI CULTURALI (L.R. 18/2000) RISORSE REGIONE EMILIA-ROMAGNA

PIANO PROVINCIALE 2008 - BIBLIOTECHE, ARCHIVI STORICI, MUSEI E BENI CULTURALI (L.R. 18/2000) RISORSE REGIONE EMILIA-ROMAGNA PIA PROVINCIALE - BIBLIOTECHE, ARCHIVI STORICI, MUSEI E BENI CULTURALI (L.R. 18/2000) RISORSE REGIONE EMILIA-ROMAGNA ARCHIVI-BIBLIOTECHE Soggetto richiedente: COMUNE DI BORGO TOSGNA ARCHIVI Titolo e breve

Dettagli

Per sede di Bologna ANZOLA DELL'EMILIA ARGELATO BARICELLA BAZZANO BENTIVOGLIO BOLOGNA

Per sede di Bologna ANZOLA DELL'EMILIA ARGELATO BARICELLA BAZZANO BENTIVOGLIO BOLOGNA Per sede di Bologna ANZOLA DELL'EMILIA ARGELATO BARICELLA BAZZANO BENTIVOGLIO LOGNA BUDRIO CALDE DI NO CAMPOSANTO CASALECCHIO DI NO CASTEL LOGNESE CASTEL MAGGIO CASTELFNCO EMILIA CASTELLO D'ARGILE CASTENASO

Dettagli

ARCIDIOCESI DI LANCIANO-ORTONA

ARCIDIOCESI DI LANCIANO-ORTONA ARCIDIOCESI DI LANCIANO-ORTONA Ufficio Diocesano per le Comunicazioni Sociali Ai Rev.mi Parroci della Chiesa Frentana Rev.mo Parroco, nell ambito della riorganizzazione della comunicazione diocesana, questo

Dettagli

Statistiche. del Turismo. anno 2014 CITTÀ METROPOLITANA DI BOLOGNA

Statistiche. del Turismo. anno 2014 CITTÀ METROPOLITANA DI BOLOGNA Statistiche del Turismo anno 2014 CITTÀ METROPOLITANA DI BOLOGNA STATISTICHE DEL TURISMO anno 2014 CITTÀ METROPOLITANA DI BOLOGNA SERVIZIO ATTIVITÀ PRODUTTIVE E TURISMO PREMESSA I dati relativi alle statistiche

Dettagli

Conferenza Stampa lunedì 28 novembre, alle ore 11.30 presso la sala stampa Luca Savonuzzi di Palazzo d'accursio

Conferenza Stampa lunedì 28 novembre, alle ore 11.30 presso la sala stampa Luca Savonuzzi di Palazzo d'accursio La S.V. è invitata a partecipare alla Conferenza Stampa lunedì 28 novembre, alle ore 11.30 presso la sala stampa Luca Savonuzzi di Palazzo d'accursio indetta per presentare MediaLibraryOnline: la biblioteca

Dettagli

LA POPOLAZIONE AL

LA POPOLAZIONE AL Provincia di Bologna Provincia di Bologna Servizio Studi per la Programmazione Ufficio di Statistica Sistema statistico nazionale Ufficio di statistica LA POPOLAZIONE AL 31.12.2006 IN PROVINCIA DI BOLOGNA

Dettagli

Rendiconto. Territori per la pace

Rendiconto. Territori per la pace Rendiconto Territori per la pace Progetto di promozione di una cultura di pace e solidarietà nel territorio della provincia di Bologna Finanziato con il contributo della Regione Emilia Romagna, Programma

Dettagli

BALLANDI ROBERTO Ingegnere. C.F. BLL RRT 54BO9 A944B P.IVA 02225750377 Iscritto all'albo degli Ingegneri della Provincia di Bologna al n 3346

BALLANDI ROBERTO Ingegnere. C.F. BLL RRT 54BO9 A944B P.IVA 02225750377 Iscritto all'albo degli Ingegneri della Provincia di Bologna al n 3346 C.F. BLL RRT 54BO9 A944B P.IVA 02225750377 Iscritto all'albo degli Ingegneri della Provincia di Bologna al n 3346 STUDIO BOLOGNA, via O. Regnoli 42 tel.051/ 4294370 - fax. 051/ 6360618 robertoballandi@alice.it

Dettagli

Vaccinovigilanza Casi ed esperienza Pilota

Vaccinovigilanza Casi ed esperienza Pilota Vaccinovigilanza Casi ed esperienza Pilota 4 DICEMBRE 2012 RITA RICCI PEDIATRIA TERRITORIALE DIPARTIMENTO CURE PRIMARIE- AUSL DI BOLOGNA Esperienza Pilota Un unica pw utilizzata da 4 operatori (medici)

Dettagli

OSSERVATORIO REGIONALE

OSSERVATORIO REGIONALE Direzione Generale Programmazione Territoriale e Sistemi di Mobilità. Assessorato Programmazione e sviluppo territoriale, Cooperazione col sistema delle autonomie, Organizzazione. Servizio Politiche Abitative.

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE - Uffico V Ambito territoriale di BOLOGNA DISPONIBILITA' ORE / POSTI A.S. 2016/2017

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE - Uffico V Ambito territoriale di BOLOGNA DISPONIBILITA' ORE / POSTI A.S. 2016/2017 UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE - Uffico V Ambito territoriale di BOLOGNA DISPONIBILITA' ORE / POSTI A.S. 2016/2017 SCUOLA SECONDARIA I GRADO SITUAZIONE COMPLETA - LIBERI Scuola Disponibilità Cattedre / Posti

Dettagli

MIUR.AOOCSABO.REGISTRO UFFICIALE(U)

MIUR.AOOCSABO.REGISTRO UFFICIALE(U) MIUR.AOOCSABO.REGISTRO UFFICIALE(U).0013753.22-09-2017 UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE - Uffico V Ambito territoriale di BOLOGNA DISPONIBILITA' ORE / POSTI A.S. 2017/2018 SITUAZIONE COMPLETA - LIBERI Scuola

Dettagli

Centro di costo: 1. Ufficio di Statistica Associato

Centro di costo: 1. Ufficio di Statistica Associato RESPONSABILE: DOTT. FABRIZIO SIMONCINI Centro di costo: 1. Ufficio di Statistica Associato Anno 2015 Verifica di metà anno SETTORE: SISTEMI INFORMATIVI RESPONSABILE: Dott. Fabrizio Simoncini Centro di

Dettagli

IMPIANTO NON REALIZZATO

IMPIANTO NON REALIZZATO N 1 LOCALITA LA VALLE SASSO MARCONI 357 kw 3.800 m 2 446.250 kwh Non disponibile NON N 2 NO LE VALZOLE MONGHIDORO 993 kw 38.000 m 2 1.241.250 kwh http://www.provincia.bologna.it/urp/engine/raservefile.php/f//albop/determinazioni/100201871.pdf

Dettagli

Struttura tecnica competente in materia sismica UNIONE RENO GALLIERA

Struttura tecnica competente in materia sismica UNIONE RENO GALLIERA San Giorgio di Piano, 31/08/2012 ADEMPIMENTI POST SISMICI VADEMECUM Di seguito vengono riportate le procedure operative da seguire nei comuni dell Unione Reno Galliera (Argelato, Bentivoglio, Castello

Dettagli

CAD 2010 - Indagine conoscitiva sull integrazione scolastica a Bologna e provincia

CAD 2010 - Indagine conoscitiva sull integrazione scolastica a Bologna e provincia LO STATO DELL INTEGRAZIONE SCOLASTICA A BOLOGNA E PROVINCIA Il 20 novembre, in concomitanza con il sit- in davanti all USP, abbiamo chiesto al viceprovveditore i dati sulla suddivisione per classi degli

Dettagli