(tr'd/ -Hoir r«xfr-" --"'/7C/Xb. DIREZIONE DEGLI ARMAMENTI NAVALI 2 REPARTO - 5a DIVISIONE RELAZIONE PRELIMINARE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "(tr'd/ -Hoir r«xfr-" --"'/7C/Xb. DIREZIONE DEGLI ARMAMENTI NAVALI 2 REPARTO - 5a DIVISIONE RELAZIONE PRELIMINARE"

Transcript

1 ',f: // ',( / / PP v /_.L (tr'd/ Hoir r«xfr" "'/7C/Xb 1 il LUG DIREZIONE DEGLI ARMAMENTI NAVALI 2 REPARTO 5a DIVISIONE RELAZIONE PRELIMINARE PER IL SIG. DIRETTORE E DETERMINAZIONE A CONTRARRE Argomento: Programma SO.FU.TRA. Ammodernamenti Minori Linee Operative Rilascio della certificazione delle UU.NN. della MMI a fronte degli Annessi I (prevenzione dell'inquinamento da oli minerali), IV (prevenzione dell'inquinamento da liquami) e V (prevenzione dell'inquinamento da rifiuti solidi) della convenzione MARPOL 73/78. Fascicolo: CdG: CPV: Capitolo: E.F.: Importo programmato: 13/05/ ,00 Riferimento: a) fg /D/8 in data di MARISTAT SPMM (finca 1); b) fg /1/1 in data 31 maggio 2013 di MARISTAT (finca 2). 1. ESIGENZA DA SODDISFARE E PROFILO TECNICO La Marina Militare ha preso l'impegno di adeguare le UU.NN. alla Convenzione MARPOL 73/78 Annessi I, IV e V, in vigore per le Unità di tipo mercantile. Maristat S.P.M.M. ha dato mandato a questa Direzione di procedere alla certificazione di rispondenza alla normativa MARPOL Annessi I, IV e V delle Unità ammodernate, in corso di ammodernamento, nonché rinnovare la certificazione di Unità Navali già certificate. Ne consegue la necessità, da parte dell' Amministrazione M.M., di stipulare entro il corrente anno un contratto di fornitura a richiesta di interventi/prestazioni, a quantità indeterminata e fino all'importo massimo contrattuale, al fine di pervenire alle certificazionj i.n questione. Gli interventi/prestazioni consistono in: "Visita iniziale di Certificazione" di ciascuna tipologia di impianto per il rilascio della pertinente certificazione; Rinnovo kc ertificazione per le UU.NN. già certificate con precedenti contratti stipulati dall'a.d. con la Società RINA S.p.A. Gli interventi/prestazioni saranno richiesti, di volta in volta, mediante ordini emessi dalla M.M. I. L'attività in questione permetterebbe di dare prosecuzione ai contratti già stipulati da questa Direzione con la Società RINA Services S.p.A. Il Contratto trova copertura sul Cap del c.e.f., giusta lettere in riferimento a) e b). l

2 , 2. CRITERI DI SELEZIONE DEGLI OPERATORI ECONOMICI La presente impresa rientra nell'ambito di applicazione del D.Lgs , poiché trattasi di servizi necessari alle esigenze operative di Unità Navali militari. Si intende adottare la Procedura Negoziata, senza pubblicazione di un bando, ai sensi dell'art. 18, comma 2, lettera d) del citato D.Lgs 208/2011, in quanto per ragioni di natura tecnica il contratto può essere affidato unicamente ad un operatore economico determinato. La Procedura Negoziata con la Società RINA Services S.p.A. di G nova è giustificata dal fatto che detta Società ha sviluppato con la M.M.I. il regolamento Rules for the Classification of Naval Ships RINAMIL e, in esecuzione di precedenti contratti, ha già effettuato la certificazione di diverse UU.NN. Inoltre, per il conseguimento della certificazione MARPOL ha effettuato: con MARINARSEN LA SPEZIA e con questa Direzione sopralluoghi preliminari per la valutazione delle attività di modifica e ammodernamento da eseguirsi sugli impianti di bordo; con questa Direzione attività di approvazione dei disegni degli impianti di bordo su diverse UU.NN. La suddetta Società dispone di personale altamente qualificato ed è l'unica a possedere l'approfondita conoscenza delle Unità Navali della M.M. indispensabile a garantire i requisiti di qualità ed affidabilità richiesti per l'esecuzione delle prestazioni, nonché la loro perfetta riuscita. Essa è, quindi, l'unica in grado di eseguire l'impresa in argomento co'n i requisiti tecnici ed il grado di perfezione richiesti dall'amministrazione MM. 3. PUBBLICIT À a. Nazionale: Pubblicazione sul profilo del committente della stazione appaltante (sito di NAVARM) b. UE: // c. EDA (Agenzia Europea della Difesa): // 4. AGGIUDICAZIONE PER LOTTI SEPARATI 5. COMPENSAZIONI INDUSTRIALI N. A. h 6. PRINCIPALI ELEMENTI CONTRATTUALI: a. Suddivisione in Lotti e Condizioni di pagamento: a.l. Suddivisione in Lotti. 2

3 a.2. Condizioni di pagamento 100% dell'importo delle prestazioni espletate in ciascun trimestre, entro 30 giorni dall'avvenuta esecuzione ed accettazione delle prestazioni stesse che avverrà tramite verbalizzazione trimestrale. b. Clausola di salvaguardia (garanzia di miglior prezzo) Come da clausola standard del contratto tipo. c. Revisione prezzo: Non ammessa. d. Deposito cauzionale e Garanzia: Deposito cauzionale: il deposito cauzionale sarà pari al 5% dell'importo contrattuale e sarà svincolato proporzionalmente all'esecuzione contrattuale (la Società è in possesso della certificazione della serie ISO 900 1:2008). Garanzia: N.A. e. Durata contrattuale I termini di adempimento complessivi saranno compresi entro 540 giorni solari. f. Codificazione: g. Assicurazione di qualità: Sarà richiesta alla Ditta la certificazione del "Sistema di Qualità Aziendale" rispondente alla norma UNI EN ISO 9001:2000 "Gestione della Qualità" e successivi aggiornamenti. h. Subappalto: Non previsto. i. Penalità: Come previsto dall'art. 145 del D.P.R. 207 del j. Valutazione dei rischi da interferenza e costi della sicurezza: Non vi sono rischi da interferenza. 7. RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO Il "Responsabile del procedimento" è il Direttore protempore della 5"\ Divisione di NAVARM. Ai sensi dell'art. 13 del DPR 13 marzo 2013, no 49, i fruitori del contratto saranno le UU.NN. della MMI e la Direzione dell'esecuzione sarà affidata agli UTNA V territorialmente competenti. f ELEMENTI FINANZIARI a. Impegno pluriennale: 3

4 b. IVA: L'impresa in argomento non è soggetta all'imposta sul valore aggiunto ai sensi dell'art. 8 bis del D.P.R n. 633 e successive modificazioni in quanto trattasi di prestazioni destinati a bordo di Unità Navali dello Stato. c. Variazione del Patrimonio dello Stato: Il contratto non comporterà variazione nel Patrimonio dello Stato.. d. Richiesta CIG e Contributo a favore dell' Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici: Sarà richiesto lo Smart CIG. Non è previsto obbligo contributivo a favore della AVCP in quanto l'impresa rientra nell'ambito di applicazione del D.Lgs. 208/201 l. e. Individuazione del prezzo: I prezzi delle singole prestazioni saranno determinati da apposita Commissione. 9. DOCUMENTO PROGRAMMATICO DEL MINISTRO E COPERTURA FINANZIARIA La copertura finanziaria per il programma di cui sopra è pari a euro ,00 (IV A esclusa) e sarà assicurata con i fondi messi a disposizione da UPPF per l'e.f. 2013, cap 71200l. Detta copertura finanziaria è stata approvata dal Sig Ministro in data Voce di spesa: C 120PB lo lo. PARERI a. SEGREDIFESA II Reparto: L'impresa non sarà sottoposta al parere di SEGREDIFESA II Reparto sui progetti di contratto, in quanto di importo inferiore ad euro ,00. b. Altri: L'impresa non sarà sottoposta al parere di altri organi, in quanto non ne ricorrono le condizioni. 11. ALTRE a. Scheda informativa preliminare per Segredifesa: b. Tempo limite per l'operatività del contratto: In relazipne ai tempi contrattuali indicati al para 6.e., in caso di regolare esecuzione delle attrvità contrattuali non vi è il rischio che i fondi assegnati divengano perenti. c. Clausola di consegna d. Royalties 4

5 e. Conguaglio per oscillazione cambio f. Approvazione del programma ai sensi dell' Art. 536 del D.Lgs. n. 66/2010: Roma, c.v6 s, IL DIRETTORE DELLA 5a DIVISIONE VISTO: IL CAPO DEL 2 REPARTO C.A. Fabio RICCIARDELLI (g,;.z, IL DIRETTORE Visto: quanto descritto nei punti da 1 a Il; il documento programmati co del Sig. Ministro; Considerata: la necessità di procedere all'acquisizione di che trattasi; DECRETA 1. Che gli Uffici e le Divisioni interessati dal suddetto procedimento, ognuno per la parte di propria competenza, assicurino il soddisfacimento dell'esigenza prospettata e svolgano tutte le attività necessarie per addivenire alla stipulazione del contratto e alla successiva esecuzione. 2. Che il Direttore protempore della 5'" Divisione di NAVARM (C.V. Paolo SCATIZZI) è il "Responsabile del Procedimento", ai sensi dell'art. lo del D.lgs Roma, lì f,.. 5

6 \Y ca //tn SEGRETARIATO GENERALE DELLA DIFESA E DIREZIONE NAZIONALE DEGLI ARMAMENTI DIREZIONE DEGLI ARMAMENTI NAVALI 2 REPARTO / sa DIVISIONE Relazione Preliminare e Determinazione a Contrarre n. in data 3 UJG 2013 Argomento: Fascicolo: 13/05/0097 Programma SO.FU.TRA. Ammodernamenti Minori Linee Operative Rilascio della ce11ificazione delle UU.NN. della MMI a fronte degli Annessi I (prevenzione dell'inquinamento da oli minerali), IV (prevenzione dell'inquinamento da liquami)' e V (prevenzione dell 'inquinamento da rifiuti solidi) della convenzione MARPOL 73/78. Importo programmato ,00 E.F Il A Divisione Il Capo del 2 Reparto (Contrammiraglio Fabio RICCIARDELLI) U :ll2., 1 «j (Annotazioni) Data 4 ej O 2.0 \2=> Data 1, t. t) Firma r 'lico )' le Vice Direttore Amministrativo (Annotazioni) Data Firma VICE DIRETTORE AMMINISTRATIVO Dirigente Dot lichele della VENTURA