Puntare sulla qualità di collaboratori

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Puntare sulla qualità di collaboratori"

Transcript

1 lavoro il ruolo degli hr Gestire il personale ai Il difficile momento delle imprese costringe gli human resources a studiare nuovi modelli più elastici e funzionali. E che premino i dipendenti di qualità Chiara Osnago Gadda Puntare sulla qualità di collaboratori e dipendenti, tenendo conto del difficile periodo economico. Premiare con benefit flessibili chi crea valore aggiunto, quando le dinamiche di remunerazione sono difensive. Dimostrare vicinanza al personale, pur dovendo studiare e mettere in pratica talvolta dolorose ristrutturazioni aziendali. Dura la vita per gli human resources, costretti a dover affrontare la crisi del mercato del lavoro non solo riducendo i costi, ma anche studiando nuovi modelli gestionali che diano alle proprie imprese uno sguardo di mediolungo termine con cui affrontare le sfide globali. E purtroppo per loro non ci sono soluzioni univoche o facili. Ogni settore dovrà trovare la propria via maestra, restando in equilibrio tra l omologazione internazionale delle regole di etica e coerenza, gli immancabili obiettivi di business e la concorrenza sempre più spietata per ingaggiare e mantenere in house il personale più qualificato. Questi sono alcuni degli aspetti emersi nel corso di una tavola rotonda dal titolo «HR: tra crisi e innovazione», organizzata dalla rivista Espansione. 72 espansione settembre 2013

2 tempi della crisi Al dibattito, moderato da Angela Maria Scullica, direttore di Espansione, del Giornale delle Assicurazioni e di BancaFinanza, e coordinato dalla giornalista Chiara Osnago Gadda, hanno partecipato Luigi Di Marco, presidente di Federmanagement, Filippo Abramo, presidente nazionale di Aidp (Associazione italiana per la direzione del personale) William Griffini, Ceo di Carter & Benson, Marco Masella, National Director di Profiles International Italy, Andrea Romanelli, HR Director di Arval Service Lease Italia, Alberto Fumagalli, VP human resources & security MTV Italia, Alessandro Sormani, Direttore risorse umane area software e professionale, nel Gruppo 24 Ore. L evoluzione degli hr Di Marco. Quando entrai in azienda, a 24 anni, la funzione HR come la conosciamo non esisteva. Prima era un ruolo prevalentemente amministrativo. La svolta a partire dal 1966, con la legge sul licenziamento collettivo. Il Responsabile del servizio HR divenne così il capo del personale. Negli anni 70 si strutturò il rapporto tra sindacato e impresa, sempre più per il tramite della funzione e fummo protagonisti negoziali nel rinnovo dei contratti sia aziendali che Nazionali. Conoscemmo l azienda meglio di altri dirigenti e fu così che, negli anni 90, quando venni eletto presidente Nazionale di Aidp, lanciammo i sette saperi della direzione del personale. Era un primo elenco delle competenze che un buon human resources doveva possedere: saper selezionare, saper retribuire, tenere relazioni sindacali, gestire relazioni industriali, conoscere l organizzazione, scegliere la formazione, saper comunicare. In sintesi, essere attrezzati per rispondere alle sollecitazioni di vario genere che convergevano sull HR. Ci accorgemmo in quel momento che eravamo diventati dirigenti d impresa e non manager di funzione. Iniziava però anche il periodo storico caratterizzato dallo spopolamento aziendale per l avvento della tecnologia. Ma tutto avvenne in modo più morbido, c era un mercato che andava a prendere i bravi della grande impresa e li assorbiva nella piccola impresa. Oggi, questo mercato non c è più. Nacque allora l idea della filiera e questi fenomeni portarono noi HR a essere uomini di relazioni aziendali, esperti conoscitori dell impresa, dell organizzazione e delle discendenti esigenze formative, dell azienda capofila e di quelle di filiera. Dopo questo percorso conoscitivo, che ha arricchito di competenze il ruolo, l HR vincente di oggi è quello che sa essere anche un grande comunicatore, che riesce a divulgare bene e in modo chiaro dopo aver ascoltato e approfondito gli argo- Lanciare i giovani e valorizzare i profili con più esperienza. Con poche risorse a disposizione Settembre 2013 espansione 73

3 lavoro il ruolo degli hr menti da trattare. Fumagalli. Sono arrivato in MTV quattro anni fa e la funzione HR ha sempre rivestito un segmento di grande rilievo nei processi aziendali. È un ruolo che ha necessariamente dovuto evolversi per ragioni di mercato ma che, in MTV, ha comunque potuto confrontarsi continuamente con il pubblico del network e quindi adeguare le proprie scelte alle esigenze dell audience, da sempre attenta ai contenuti e alle novità: il nostro è un pubblico giovane, quindi sensibile alla qualità delle properties che di conseguenza dobbiamo produrre facendo molta attenzione nella scelta delle persone impiegate per realizzarle. Ciò rappresenta un grande stimolo per noi e un enorme palestra che impone un continuo aggiornamento professionale per Direttore Risorse Umane, due comparti laterali rispetto all area del quotidiano: il software e l area Tax & Legal, che serve il grande mercato di professionisti, tecnici e Pmi con vari prodotti di editoria tradizionale ed elettronica, attraverso una rete commerciale di circa 200 agenti. Ho visto pertanto un mestiere mutare nel corso degli anni, ma anche assumere connotazioni differenti all interno di vari settori. E per le evoluzioni future, oltre a quanto è già stato detto, credo sia fondamentale prendere in considerazione il particolare momento economico, che condiziona non poco il conto economico delle aziende. Di recente, durante una visita a colleghi della nostra sede di Trento, ho cercato di rendere la complessità della situazione e l apparente contraddizione degli obiettivi, a partire dai vincoli posti dal conto economico dell azienda. Ho citato quattro aree di intervento per la funzione Risorse Umane. Un primo obiettivo è quello collegato alla riduzione dei costi. Di recente abbiamo sottoscritto un accordo sindacale per l applicazione della solidarietà difensiva, che genera importanti risparmi sul fronte dei costi del personale, con una modalità sostenibile anche se rigida sotto il profilo applicativo. Occorre però, e questa è la seconda area di intervento, anche progettare nuovi assetti organizzativi secondo criteri di maggiore efficienza operativa, con corsi formativi per i dipendenti, per esempio, nell uso delle nuove tecnologie. Il terzo punto riguarda l affiancamento ai capi per le esigenze di gestione e motivazione delle persone, che diventa tema particolarmente critico in una situazione di forte tensione sui risultati. Infine, occorre un programma di attenzione alle risorse critiche, cioè a tutte quelle persone che detengono competenze distintive o un valore patrimoniale particolare, o ancora un costo di sostituzione (dall esterno) particolarmente significativo. Sono aree di risultato imprescindibili, e il committment della funzione deve essere chiaro e costante, anche sul piano della comunicazione. Griffini. Sono fuori coro in quanto sono un head hunter. Tuttavia ritengo che l HR debba gestire le risorse umane come farebbe un direttore d orchestra. E non tutti lo fanno, infatti mi accorgo che spesso l HR sfrutta le sue crescenti funzioni come uno strumento di potere, insomma per rafforzare il proprio LUIGI DI MARCO Lo HR vincente deve essere un grande comunicatore, con dipendenti, vertici aziendali e sindacati Alberto Fumagalli Il primo compito è quello di riuscire a dare alle imprese uno sguardo di lungo termine Alessandro Sormani Lo HR deve capire le evoluzioni del suo ruolo, che variano a seconda del settore William Griffini La sfida? Pianificare e dare continuità in un contesto flessibile tutti i dipendenti: e allo stesso modo è anche uno strumento che ci ha aiutato a ottenere risultati molto significativi, in particolare negli ultimi mesi. Gli scenari futuri Sormani. Io ho 51 anni e ho sempre lavorato nell HR. Ho iniziato nell editoria in Rizzoli, dove sono stato per circa 10 anni con vari incarichi, all interno delle strutture Corporate e in società operative, per poi percorrere una strada di diversificazione settoriale, dal farmaceutico al settore del commercio, all interno di multinazionali europee e americane, per poi tornare, in tempi più recenti, nell editoria come dirigente del Sole 24Ore. In realtà all interno del Sole 24 Ore seguo, come ruolo. Quindi, per prima cosa, credo sia necessario un cambio di passo da parte del management: se io HR chiedo di risparmiare, devo dare il buon esempio, risparmiando in primis a mia volta. Non è giusto, infatti, che il costo dei quadri dirigenziali, in relazione al costo del dipendente, sia così spropositato. Abramo. Senza voler entrare nel campo etico, i capi azienda, oggi, durano tre anni, prendono decisioni di breve termine che, per quanto buone o efficaci, non danno prospettive negli anni. Raggiungono cioè l obiettivo da un punto di vista pragmatico, ma non sociale. Ebbene, se i capi d azienda lavorano così è un problema! Quando eravamo giovani, stravedevamo per la nostra azienda, al contrario oggi la motivazione e l engage- 74 espansione settembre 2013

4 Filippo Abramo Un bravo HR motiva il personale per migliorare l engagement me che lo regolano. Ricordandosi sempre, tra le altre cose, che il risultato di un azienda è frutto di un lavoro di squadra di cui l HR è parte integrante. Per quanto possa sembrare banale è un concetto fondamentale. Vedo il nostro come un ruolo in cui chi lo ricopre dev essere in grado non solo di gestire ma anche di avere uno sguardo d insieme in modo da poter prendere decisioni sia nel breve periodo che a lungo termine, essendo ben consapevole anche della storia dell azienda. Andrea Romanelli Bisogna tenere conto sia delle competenze che dei valori umani del collaboratore Visione lungimirante Abramo. Un azienda seria deve lavorare nei decenni, non per sei mesi per prendere il bonus! La Germania sta ottenendo grossi risultati perché sta raccogliendo ora quanto seminato, con politiche del lavoro e investimenti mirati, 12/13 anni fa. Dunque favorire il capitale umano, lo sviluppo dei talenti, l introduzione di una cultura del merito e del rispetto. Questo deve fare il direttore delle risorse umane, ma non solo nella propria azienda, ma anche sul territorio. A Melbourne, nel corso di un convegno che abbiamo fatto lo scorso anno, era emerso che l HR dev essere un po strabico, deve cioè guardare sia dentro che fuori, perché quello che succede fuori l azienda è quello che maggiormente impatta dentro. E questo va spiegato agli altri dirigenti aziendali! Marco Masella In Italia compito dell HR sarà quello di far convivere giovani preparati con dirigenti esperti Cosa cambia con la crisi Fumagalli. In realtà la funzione di HR va oltre la crisi. Esisteva prima dello scoppio della crisi e ora ci convive. Cambia la congiuntura economica ma l obiettivo resta lo stesso: cercare soluzioni per ottimizzare le risorse. Le scelte devono essere funzionali alla produttività dell azienda e andare oltre la contingenza delle necessità. Proprio per questo motivo, occorre investire sulle persone e non fermarsi solo ai curriculum: le attitudini personali sono ugualmente importanti rispetto alla completezza della formazione e in alcune occasioni addirittura preponderanti. Ecco perché la capacità di gestire gli imprevisti, l equilibrio in situazioni difficili e la velocità nel trovare soluzioni agli ostacoli sono qualità apprezzabili se non indispensabili per un azienda sempre in fermento come la nostra. Romanelli. Il punto è che stiamo subendo la globalizzazione e la stiamo giudicando in maniera provinciale. Il mondo corre e noi arranchiamo. Prendiamo per esempio la lingua inglese: oggi in Italia è parlata meglio rispetto a 15 anni fa, ma nel frattempo il livello linguistico richiesto a livello business dalla globalizzazione si è alzato sensibilmente. Questo fa sì che ancora dobbiamo fare molti investimenti di corsi di lingua nelle nostre aziende. Quali sono gli ingredienti che possono dare la svolta ai nostri collaboratori? Da decenni si parla della centralità delle competenze ma oggi il tema secondo me è superato. Le competenze sono solo il punto di partenza. Oggi è il quadro valoriale dei collaboratori a fare la differenza, la riscoperta della maturità professionale ancor più, o meglio ancor prima, del potenziale delle risorse. Parliamo di gestione emotiva, capacità decisionale, saper vivere un presente scomodo, credendo e operando per un domani migliore. Così riusciremo a migliorare quel misero 30% di engagement dei dipendenti di cui parlavamo prima. Perché con questa percentuale e in questa situazione economica, davvero non ci sarebbe futuro. Una lobby degli hr? Masella. Ho scritto un libro, Sputnik Moment, nel quale evidenzio come la crisi può diventare un opportunità per crescere. Il titolo prende spunto dal lancio dello Sputnik in orbita, un momento che gli USA hanno vissuto come una spinta positiva. Uno slancio che vorrei ci fosse ora anche in Italia dove, purtroppo, c è una situazione non particolarmente brillante, caratterizzata da una generazione di giovani molto preparati sulla carta e da una classe di dirigenti molto preparati sull esperienza. Come National Director di Profiles International, società americana leader mondiale nel campo degli assessment online, mi riunisco almeno due volte l anno con gli altri membri del network per parlare e confrontarci sulle nostre esperienze. Quando sento gli altri raccontare il tipo di relazioni che hanno con le risorse ment sono sotto i tacchi! Molte ricerche dicono che su 100 persone, solo 30 lavorano seriamente, le altre fanno il minimo sindacale: l HR si trova a operare in una simile situazione. Oltre a quanto già detto, aggiungerei un punto sul quale è importante soffermarsi: l importanza del rispetto di sé come cittadino. Se occorre tirare la giacca al proprio capo, bisogna farlo. Abbiamo esempi in cui il direttore delle risorse umane impone la sua linea: Luxottica, con Pela, fa il welfare aziendale perché ha un capo che lo segue! Fumagalli. In un periodo storico come questo, un azienda di successo non può permettersi di trascurare alcun particolare e tutte le componenti che ne fanno parte, non solo HR, devono evolversi ed essere al passo con continui mutamenti del mercato e delle norsettembre 2013 espansione 75

5 lavoro il ruolo degli HR DIBATTITO Il direttore Angela Maria Scullica e la giornalista Chiara Osnago Gadda coordinano gli interventi dei relatori, incontratisi nella sede di Espansione. umane, resto basito. Ci sono aziende che sono parte integrante di un territorio. Noi, invece, abbiamo un problema Paese: l HR non fa lobby. In Italia la funzione HR è vittima della normativa sulla sicurezza e degli adempimenti collegati, che non sempre si traducono in spinta a fare attività concrete per garantire la salute del lavoratore ma piuttosto in eccessiva burocratizzazione. Una lobby risorse umane, invece, dovrebbe avere il coraggio di dire che in questo momento abbiamo problemi diversi da gestire. Mi sembra paradossale che in una micro azienda con due dipendenti la norma ci costringa ad avere cinque differenti ruoli specifici a garanzia del funzionamento del sistema sicurezza ; è qualcosa che fa capire che stiamo disperdendo le nostre energie in maniera sbagliata. Di Marco. Ci sono masse d urto, rappresentate da Manager liberati dal rapporto dipendente, sia nelle aziende che fuori, che stanno radicandosi nel territorio. Federmanagement e Aidp con le associate hanno fondato la Fondazione Verrocchio proprio per mettere a disposizione della comunità queste qualificate competenze con forme innovative e professionali. In pratica, per i giovani e per i 50enni Federmanagement sta facilitando un passaggio di cultura a favore del territorio e delle organizzazioni pubbliche e private che vi operano. Dobbiamo, infatti, uscire dall azienda, mantenendo i piedi dentro ma guardando fuori. Di Marco. Riusciremo a diventare una lobby per far valere le nostre ragioni? Nelle cose soft sì, in quelle hard no. L intervento si muove, o almeno dovrebbe, sull intelligenza della persona. Masella. Lobby significa limitare la norma. Abramo. Quando non c era ancora la Fornero, Aidp è andata a Roma dal Ministero del Lavoro per mettere la sua esperienza a disposizione. In questo caso, Aidp ha fatto lobby nobile ma, poi, è il Governo a decidere Dunque, se il processo è sbagliato, il risultato sarà strampalato. Romanelli. La follia è che oggi con la Fornero abbiamo messo sulla strada un sacco di giovani e forse le recenti disposizioni del governo Letta porranno un freno a questa emorragia. Questa è una parte del problema, quella occupazionale. Esiste un problema sociale sulla previdenza che stiamo tutti ignorando. Ma chi tutela le nuove generazioni (anche quelle che lavorano) in materia di pensioni? Le pensioni integrative chi le fa? Che macigni vogliamo spostare se non riusciamo a muovere nemmeno dei sassolini? Abramo. Come Aidp, ci siamo posti il problema della Pubblica Amministrazione. Siamo nati negli anni 50 per volontà dei capi del personale di grandi aziende italiane. La competitività del Paese, oggi, è molto toccata dalla Pubblica Amministrazione, ci sono cose che non può fare lo HR o il manager, ma che attengono ad altri. Abbiamo così creato il settore HR della PA. In una prima fase eravamo perplessi, siamo partiti all inizio di quest anno che eravamo in 150, ma oggi abbiamo già un gruppo di enti pubblici significativi: la Corte dei Conti, la Regione Lombardia, il Comune di Verona, la Provincia di Pisa, il Ministero degli Esteri. Strategie retributive Sormani. La fase è difensiva, non ci sono risorse per un utilizzo estensivo della leva retributiva. Occorre lavorare, anche con soluzioni un po creative, soprattutto su alcune politiche di sistema. Come quella sulla parte variabile della retribuzione. Non si può scivolare verso una prospettiva di rassegnazione, occorre rivedere gli schemi per renderli coerenti con la fase attuale. Non si deve perdere il collegamento con la dimensione del risultato a tutti i livelli dell organizzazione, però occorre anche pensare alla remunerazione dei top performers, che hanno una funzione di guida e di contagio positivo all interno dell organizzazione. D altra parte, la situazione attuale consente anche di mettere un po d ordine all interno di valori professionali e manageriali acquisiti durante altre stagioni di vita aziendale. Ad esempio emerge con chiarezza la capacità di ottenere risultati attraverso le persone in un contesto di forte turbolenza e di elevata pressione operativa. Questi manager vanno tutelati e valorizzati, con programmi dedicati, non solo da un punto di vista retributivo. Nel mio passato in multinazionali mi sono reso conto come la vita di lavoro, certamente in pe- 76 espansione settembre 2013

6 perché ci sono imprenditori che non sanno neppure cosa facciano i commerciali! Fumagalli. Ogni azienda si muove in base alle proprie risorse, cercando di trovare e utilizzare strumenti utili anche per i dipendenti. A questo proposito, per esempio, per noi i flexible benefits sono stati una misura che abbiamo cercato di applicare anche se con una certa difficoltà nel capirne difficoltà e limiti. Per dare un futuro all azienda bisogna guardare oltre le contingenze economiche riodi meno complicati rispetto all attuale, comportasse un set di competenze più tradizionali: all interno di modelli organizzativi globali, caratterizzati da processi standard e da linee di politica universali, chi lavora nelle strutture locali è chiamato ad un lavoro di adattamento operativo e di gestione del clima organizzativo tutto sommato abbastanza consueto. Griffini. Lo stipendio e la retribuzione non sono dei titoli nobiliari: per percepire uno stipendio ed avere la garanzia che tale riconoscimento si riconfermi anche l anno dopo bisogna creare valore. Comunque, non c è dubbio: in questo momento di crisi il lavoro è proprio in difficoltà. Dunque ti devi inventare qualcosa di diverso, mantenendo al contempo tanta coerenza, semplicità e, soprattutto, esempio. Io sono partito da dentro, nella mia struttura, con il mio staff. Avevo un ufficio al piano superiore e l ho lasciato, per scendere sul campo, scegliendo una postazione al fianco degli altri, cercando di far comprendere a tutti che volevo con loro condividere la quotidianità. Perplessità, curiosità, forse anche un pizzico di diffidenza, questo l inevitabile primo impatto. Trasformatosi però velocemente in una collaborazione aperta e senza troppe barriere. Da questo punto abbiamo creato un percorso di formazione di squadra che ci ha permesso di riprendere contatto con tante attività d impresa, condividendo lavoro e responsabilità e arrivando, così, a compensare la perdita del fatturato in questo particolarmente difficile contesto economico. Allo stesso tempo sono stato da sempre attivo nel sociale e nel volontariato. Il passo nuovo è stato condividere tali esperienze con i miei collaboratori arrivando, con loro e con chi ci ha supportato e ha creduto in noi, al riconoscimento di Imprenditore Sociale del Masella. Come Profiles, abbiamo messo a punto una matrice con la quale viene misurata l aderenza al ruolo di una persona. E questo è importante e soprattutto utile farlo, La globalizzazione della funzione Griffini. Certamente! L integrazione di culture e gli spostamenti interni infragruppo renderanno necessaria una revisione dei processi e dei metodi gestionali. Pensare di operare senza queste integrazioni impoverirà qualsiasi logica multinazionale. E altrettanto dannoso sarebbe pensare che queste tendenze possano rispettare le forme gestionali attuali. Si potranno dunque creare, caso per caso, culture focalizzate sulla nazione, sulle organizzazioni, sui prodotti o sull economia, ma sicuramente si dovranno trovare nuove strade di integrazione per essere competitivi e appetibili come datori di lavoro, oltre che sul versante dei prodotti e dei servizi. Poche regole, semplici e flessibili Di Marco. Il modello vincente degli HR sarà quello che inquadra la logica della flessibilità all interno dell etica e del rispetto sociale. Grazie a questi due pilastri, necessari per costruire un economia credibile e non basata sulla speculazione, le società si avvantaggeranno davvero attraverso l adozione di modelli nuovi, costituiti da popolazioni professionali diverse tra loro ma aperte e adattive e che non disdegneranno i lavori manuali. Griffini. Gli HR avranno il compito di mantenere l ordine all interno di un contesto flessibile, con regole aperte, semplici e di facile modifica in rapporto ai veloci cambiamenti. Le società caratterizzate da rigidità di orario, modelli di controllo o altre gestioni appartenenti all era dello sviluppo industriale faranno invece fatica a integrare e mantenere un management coinvolto. settembre 2013 espansione 77

Rassegna stampa a cura di

Rassegna stampa a cura di Rassegna stampa a cura di Programma Presenze stampa Press_comunicati stampa Recall_carta stampata Recall_web /portali di settore Social Network Spazio I Press i-pressnews.it Fotogallery Indice programma

Dettagli

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 La relazione di Sergio Veneziani contiene tutta la struttura dell idea che noi abbiamo di Auser attraverso gli strumenti per qualificare e migliorare,

Dettagli

Convegno. Strategie di compensation delle risorse umane: lo scenario nazionale e internazionale

Convegno. Strategie di compensation delle risorse umane: lo scenario nazionale e internazionale Convegno E-JOB 2002 FLESSIBILITÀ, INNOVAZIONE E VALORE DELLE RISORSE UMANE Strategie di compensation delle risorse umane: lo scenario nazionale e internazionale Prof. Luigi Prosperetti Ordinario di Economia

Dettagli

FEDERPOL Federazione Italiana degli Istituti Privati per le Investigazioni, le Informazioni e la Sicurezza Ufficio Stampa

FEDERPOL Federazione Italiana degli Istituti Privati per le Investigazioni, le Informazioni e la Sicurezza Ufficio Stampa INTERVISTA ANTONINO RESTINO titolare AZ Holding S.p.A. Nell ambito di un tessuto economico-aziendale come quello italiano, caratterizzato dalla netta prevalenza di piccole (se non piccolissime) e medie

Dettagli

Come avviare una consulenza al ruolo?

Come avviare una consulenza al ruolo? Come avviare una consulenza al ruolo? Alcune riflessioni a cura di Daniela Patruno 1. La settimana scorsa ho visto un film appena uscito: Le coach, del regista di O. Doran, con Richard Berry nel ruolo

Dettagli

Per quanto riguarda l attenzione alla qualità del prodotto è stato necessario far capire alle persone quale fosse l enorme costo della non qualità.

Per quanto riguarda l attenzione alla qualità del prodotto è stato necessario far capire alle persone quale fosse l enorme costo della non qualità. Anzitutto volevo ringraziare per l opportunità che mi è stata data di presentare qui oggi la mia azienda. Noi imprenditori di solito siamo orgogliosi delle nostre creature, e quindi siamo contenti quando

Dettagli

POST MANAGER di Lorenzo Castelli, Bernardo Pandimiglio, Savino Paolella, Laura Tramezzani

POST MANAGER di Lorenzo Castelli, Bernardo Pandimiglio, Savino Paolella, Laura Tramezzani Indice Prefazione, di Michelangelo Patron e Gian Piero Scilio Premessa A chi è rivolto questo libro Chi ha scritto questo libro e perché 1. Appena uscito dall azienda: cosa fare 1.1. Elabora il lutto 1.2.

Dettagli

Talent Management 2020. Scenari e prospettive futuri

Talent Management 2020. Scenari e prospettive futuri Talent Management 2020 Scenari e prospettive futuri INTRODUZIONE Le funzioni delle Risorse Umane (Human Resources-HR) non solo forniscono molti servizi interni, come la selezione del personale, il sostegno

Dettagli

INDAGINE SICURSERVIZI SUI FABBISOGNI FORMATIVI DEL SETTORE SICUREZZA

INDAGINE SICURSERVIZI SUI FABBISOGNI FORMATIVI DEL SETTORE SICUREZZA INDAGINE SICURSERVIZI SUI FABBISOGNI FORMATIVI DEL SETTORE SICUREZZA Per Il settore in cifre presentiamo il rapporto sulle esigenze formative del settore sicurezza, realizzato da Sicurservizi per conto

Dettagli

Talent Management Survey. Risultati

Talent Management Survey. Risultati Risultati Luglio 2012 Nell attuale scenario, per HR si pone la sfida di garantire un collegamento costante tra le strategie di business e le iniziative di gestione del Talento. I cambiamenti legati a globalizzazione

Dettagli

LA DIREZIONE DELLE RISORSE UMANE

LA DIREZIONE DELLE RISORSE UMANE E-book HRP 1_2013 LA DIREZIONE DELLE RISORSE UMANE Questo e-book è stato realizzato per esaudire la richiesta di molti partecipanti all evento V.I.P. Very Important Person. Ridiamo valore alle Persone

Dettagli

Eppure le tecnologie aprono spazi inediti

Eppure le tecnologie aprono spazi inediti Eppure le tecnologie aprono spazi inediti di Luciano Pero* La questione della rappresentanza e dell'intermediazione vista dall'interno della fabbrica. Il rinnovamento dei cicli produttivi ha trasformato

Dettagli

GESTIONE DEI MANAGER PER LE SEDI ESTERE PIANIFICAZIONE DELLE POLITICHE GESTIONALI E DELLA MOBILITA DEI MANAGER

GESTIONE DEI MANAGER PER LE SEDI ESTERE PIANIFICAZIONE DELLE POLITICHE GESTIONALI E DELLA MOBILITA DEI MANAGER GESTIONE DEI MANAGER PER LE SEDI ESTERE PIANIFICAZIONE DELLE POLITICHE GESTIONALI E DELLA MOBILITA DEI MANAGER I contenuti del mio intervento vogliono porre l attenzione su aspetti che per molti di noi

Dettagli

Focus group di settore Fase di ascolto-confronto Formazione / Saperi

Focus group di settore Fase di ascolto-confronto Formazione / Saperi Focus group di settore Fase di ascolto-confronto Formazione / Saperi Incontro 29 luglio 2010 - Fiorano Valutazione contesto esistente 1. Quali sono in generale i 3 punti di debolezza attuali del distretto

Dettagli

Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione?

Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione? Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione? Prima di provare a rispondere a questa domanda mi pare indispensabile una premessa che contestualizzi l attuale situazione. Perché a

Dettagli

Paola Peila presenta Rossella Forni.

Paola Peila presenta Rossella Forni. ROSSELLA FORNI ALLA SERATA ORGANIZZATA DALLA PRESIDENTE PAOLA PEILA Il femminile in azienda Soroptimist Club Milano alla Scala ospita una top manager di Siemens Italia Paola Peila presenta Rossella Forni.

Dettagli

HR E LE SFIDE DEL FUTURO

HR E LE SFIDE DEL FUTURO HR E LE SFIDE DEL FUTURO 03/11/2014 HR e le sfide del futuro g.facco nov.2014 1 HR cambia velocemente: i principali fattori della mutazione il ruolo della Direzione HR sta mutando : è tra le funzioni aziendali

Dettagli

Relazione del Presidente Ing. Bruno Tani. Incontro sindacale per il. Roma, 18 gennaio 2010

Relazione del Presidente Ing. Bruno Tani. Incontro sindacale per il. Roma, 18 gennaio 2010 Relazione del Presidente Ing. Bruno Tani Incontro sindacale per il rinnovo del CCNL Gas Acqua Roma, 18 gennaio 2010 Pagina 1 di 11 Buongiorno a tutti, siamo qui per dare l avvio alla trattativa per il

Dettagli

Perché un Master in Direzione del Personale

Perché un Master in Direzione del Personale Perché un Master in Direzione del Personale di Luigi M. Sanlorenzo (*) Saper gestire le risorse umane significa essere in grado di comprendere come raggiungere livelli di efficacia e quali sono le competenze

Dettagli

SERVIZI ORGANIZZATIVI PER LE IMPRESE

SERVIZI ORGANIZZATIVI PER LE IMPRESE CONFINDUSTRIA MACERATA SEZIONE TERZIARIO INNOVATIVO SERVIZI ORGANIZZATIVI PER LE IMPRESE Percorsi e tecniche per ridefinire i modelli manageriali delle nostre imprese. Ridurre i costi preservando agilità

Dettagli

«L importanza di essere indipendenti» PROMOTORI & PROMOTORI&CONSULENTI. Peter Mayr, vicepresidente di Südtirol Bank

«L importanza di essere indipendenti» PROMOTORI & PROMOTORI&CONSULENTI. Peter Mayr, vicepresidente di Südtirol Bank PROMOTORI & PROMOTORI&CONSULENTI FONDI&SICAV Novembre 2014 Indagine sul risparmiatore Innanzitutto monitorare il rischio Indagine sul risparmiatore/2 Stabilire chiari obiettivi I 10 anni dell Aipb Protagonisti

Dettagli

LA FORMAZIONE VINCENTE

LA FORMAZIONE VINCENTE CFMT E MANAGER LA FORMAZIONE VINCENTE Gli ultimi dati del nostro Centro di formazione del terziario confermano che i dirigenti non rinunciano a percorsi formativi. Ma cosa si chiede oggi alla formazione?

Dettagli

Gestione del capitale umano: dalla contrattualistica ai talenti

Gestione del capitale umano: dalla contrattualistica ai talenti AZIENDE IN RETE NELLA FORMAZIONE CONTINUA Strumenti per la competitività delle imprese venete Gestione del capitale umano: dalla contrattualistica ai talenti DGR n. 37 del 19/01/2016 - Fondo Sociale Europeo

Dettagli

Koinè Consulting. Profilo aziendale

Koinè Consulting. Profilo aziendale Koinè Consulting Profilo aziendale Koinè Consulting è una società cooperativa a responsabilità limitata che svolge attività di consulenza e servizi alle imprese, avvalendosi di competenze interne in materia

Dettagli

Ciò che Pensi determina ciò che Ottieni. Napoleon Hill

Ciò che Pensi determina ciò che Ottieni. Napoleon Hill Ciò che Pensi determina ciò che Ottieni. Napoleon Hill ThinkGet S.r.l. nasce con una mission molto chiara: Sostenere gli individui e le organizzazioni nella realizzazione del successo desiderato. Costituita

Dettagli

Domande in materia di gestione per l Amministrazione federale

Domande in materia di gestione per l Amministrazione federale Domande in materia di gestione per l Amministrazione federale Le Domande in materia di gestione sostituiscono le Direttive sulla gestione nell amministrazione federale (DGA) del 1974. Si fondano sulla

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

#innoviamo. Management. Nuovi modelli di business per virare verso la ripresa e la crescita. Alessandro Frè

#innoviamo. Management. Nuovi modelli di business per virare verso la ripresa e la crescita. Alessandro Frè #innoviamo Nuovi modelli di business per virare verso la ripresa e la crescita Alessandro Frè Non si fa altro che parlare di cambiamento, crescita, innovazione, crisi dei mercati, competizione sempre più

Dettagli

LAVORO & MATERNITÀ: DA PROBLEMA A OPPORTUNITÀ PER RIDARE COMPETITIVITÀ ALL ITALIA

LAVORO & MATERNITÀ: DA PROBLEMA A OPPORTUNITÀ PER RIDARE COMPETITIVITÀ ALL ITALIA LAVORO & MATERNITÀ: DA PROBLEMA A OPPORTUNITÀ PER RIDARE COMPETITIVITÀ ALL ITALIA indagine AstraRicerche per Manageritalia e Edwi HR - 19 maggio 2014-1 LAVORO & MATERNITÀ: DA PROBLEMA A OPPORTUNITÀ PER

Dettagli

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 Sintesi per le partecipanti Laboratorio LAVORO 1 e 2 Progetto Leadership femminile aprile-giugno 2013 Elena Martini Francesca Maria Casini Vanessa Moi 1 LE ATTESE E LE MOTIVAZIONI

Dettagli

professionisti e non, e familiari con un totale di 67 beneficiari, tra cui la maggioranza erano pazienti psichiatrici, anziani e disabili.

professionisti e non, e familiari con un totale di 67 beneficiari, tra cui la maggioranza erano pazienti psichiatrici, anziani e disabili. Testimonianza presentata al Convegno Amministrazione di sostegno e Volontariato svoltosi a Bologna il 14 ottobre 2011 Avvocato Carla Baiesi, Amministratore di Sostegno Mi è stato chiesto di dare al mio

Dettagli

Il Bilancio Sociale: funzioni e valenza per le piccole e medie imprese

Il Bilancio Sociale: funzioni e valenza per le piccole e medie imprese Ordine Dottori Commercialisti di Milano Scuola di Alta Formazione Il bilancio sociale nelle piccole e medie imprese Milano, 25 ottobre 2007 Il Bilancio Sociale: funzioni e valenza per le piccole e medie

Dettagli

DOCUMENTI DI CODESS SOCIALE. D: Che cos è e che cosa significa responsabilità sociale d impresa per Codess Sociale?

DOCUMENTI DI CODESS SOCIALE. D: Che cos è e che cosa significa responsabilità sociale d impresa per Codess Sociale? DOCUMENTI DI CODESS SOCIALE Intervista a Luca Omodei Direttore Generale di Codess Sociale Intervista e testi a cura di Michela Foschini Giugno 2005 D: Che cos è e che cosa significa responsabilità sociale

Dettagli

Le prospettive della responsabilità sociale in Italia Una ricerca sui CEO delle imprese aderenti a Fondazione Sodalitas

Le prospettive della responsabilità sociale in Italia Una ricerca sui CEO delle imprese aderenti a Fondazione Sodalitas Fondazione Sodalitas GfK Eurisko Le prospettive della Responsabilità Sociale in Italia Aprile 2010 Le prospettive della responsabilità sociale in Italia Una ricerca sui CEO delle imprese aderenti a Fondazione

Dettagli

FRANCESCO GIAVAZZI ECONOMISTA

FRANCESCO GIAVAZZI ECONOMISTA FRANCESCO GIAVAZZI ECONOMISTA Grazie. Dirò anche due cose su Venezia, impiegherò dieci minuti. Fatemi ricominciare riprendendo da dove ci siamo fermati questa mattina. E difficile per una persona che per

Dettagli

La valutazione del personale. Come la tecnologia può supportare i processi HR

La valutazione del personale. Come la tecnologia può supportare i processi HR La valutazione del personale Come la tecnologia può supportare i processi HR Introduzione Il tema della valutazione del personale diventa semprè più la priorità nella gestione del proprio business. Con

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN: MANAGER ASSISTANT A.A. 2011/2012 INTERVENTO DEL PRESIDENTE NAZIONALE DI FEDERMANAGERQUADRI

PRESENTAZIONE DEL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN: MANAGER ASSISTANT A.A. 2011/2012 INTERVENTO DEL PRESIDENTE NAZIONALE DI FEDERMANAGERQUADRI PRESENTAZIONE DEL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN: MANAGER ASSISTANT A.A. 2011/2012 INTERVENTO DEL PRESIDENTE NAZIONALE DI FEDERMANAGERQUADRI VINCENZO ACQUAVIVA FEDERMANAGERQUADRI A SOSTEGNO DELLA

Dettagli

Derivati e rischi finanziari: implicazioni per la professione del dottore commercialista

Derivati e rischi finanziari: implicazioni per la professione del dottore commercialista Derivati e rischi finanziari: implicazioni per la professione del dottore commercialista Convegno ODC Milano Milano 26 gennaio 2006 Intervento di Emanuele Facile e.facile@fin-innovations.com 1 Gli auspici

Dettagli

Imprese edili: innovare per crescere

Imprese edili: innovare per crescere Imprese edili: innovare per crescere Peculiarità operative del settore e trend evolutivi Il settore dell edilizia sta attraversando una fase di profonda trasformazione, sia dal punto di vista dell organizzazione

Dettagli

HumanWare. Sistemi Avanzati di Valutazione e Sviluppo

HumanWare. Sistemi Avanzati di Valutazione e Sviluppo HumanWare Sistemi Avanzati di Valutazione e Sviluppo Sistemi Avanzati di Valutazione e Sviluppo Aree di Intervento Sistemi di Analisi e Valutazione delle Posizioni Sistemi di Valutazione delle Prestazioni

Dettagli

INQUADRIAMO I QUADRI

INQUADRIAMO I QUADRI INQUADRIAMO I QUADRI QUADRI DI VALORE, la più grande indagine sui quadri aziendali italiani lanciata a luglio da Manageritalia in collaborazione con LinkedIn, OD&M, Praxi, AstraRicerche, ci mostra uno

Dettagli

persone impresa Servizi di Consulenza Direzionale Gestione delle Risorse Umane e Organizzazione di Impresa

persone impresa Servizi di Consulenza Direzionale Gestione delle Risorse Umane e Organizzazione di Impresa Servizi di Consulenza Direzionale Gestione delle Risorse Umane e Organizzazione di Impresa perché PersoneImpresa Persone e Impresa è il consulente direzionale cui imprenditori e direttori si rivolgono

Dettagli

Sotto la cenere di Stefano Montobbio Responsabile Sri di BSI

Sotto la cenere di Stefano Montobbio Responsabile Sri di BSI Sotto la cenere di Stefano Montobbio Responsabile Sri di BSI L a storia si avvicina alla fine. Il viaggio che potevamo fare è quasi arrivato al capolinea. O forse, per meglio dire, si avvicina ad una tappa

Dettagli

Il manager delle vendite 16.3.2006

Il manager delle vendite 16.3.2006 PROFILI PROFESSIONALI IN EVOLUZIONE Il manager delle vendite 16.3.2006 ATTI DEL CONVEGNO Dopo aver studiato l evoluzione del Profilo Professionale del Financial Controller nel 2004 e l anno successivo

Dettagli

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 Indice Introduzione pag. 9 Ringraziamenti» 13 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 1. I contenuti curati, interessanti e utili aiutano il business» 15 2. Le aziende

Dettagli

realizzato in collaborazione con

realizzato in collaborazione con Un progetto di: realizzato in collaborazione con Modelli sostenibili per l Age Management e il Welfare Aziendale Indagine di AstraRicerche in collaborazione con Manageritalia Competitività, politiche intergenerazionali

Dettagli

Indagine sull HR Transformation nelle Banche Italiane

Indagine sull HR Transformation nelle Banche Italiane Indagine sull HR Transformation nelle Banche Italiane integrazione con il business e le strategie eccellenza dei servizi hr HR Transformation efficienza e le tecnologie sourcing Premessa La profonda complessità

Dettagli

Mappatura Competenze. Analisi del Clima Aziendale

Mappatura Competenze. Analisi del Clima Aziendale 1/7 Servizi Integrati del Clima Aziendale Oggi, in molte aziende, la comunicazione verso i dipendenti rappresenta una leva gestionale attivata dal vertice aziendale, organizzata, coerente con gli obiettivi

Dettagli

I N D I C E 1 [ INTRODUZIONE ] 2 [ IL PROCESSO DI INNOVAZIONE ] 3 [ L INNOVAZIONE DI MERCATO]

I N D I C E 1 [ INTRODUZIONE ] 2 [ IL PROCESSO DI INNOVAZIONE ] 3 [ L INNOVAZIONE DI MERCATO] INNOVAZIONE DI MERCATO E LEVA PER LA CRESCITA I N D I C E 1 [ INTRODUZIONE ] 2 [ IL PROCESSO DI INNOVAZIONE ] 3 [ L INNOVAZIONE DI MERCATO] 1. [ INTRODUZIONE ] Capacità d innovazione e adattamento ai numerosi

Dettagli

L indagine di Michael Page. Global Human Resource Barometer 2013, le strategie degli Human Resource leaders nell attuale complesso mercato del lavoro

L indagine di Michael Page. Global Human Resource Barometer 2013, le strategie degli Human Resource leaders nell attuale complesso mercato del lavoro L indagine di Michael Page Global Human Resource Barometer 2013, le strategie degli Human Resource leaders nell attuale complesso mercato del lavoro Come sta cambiando il ruolo del Direttore Risorse Umane

Dettagli

Chi siamo Soluzioni I nostri servizi. Progetti. Percorsi. Contatti

Chi siamo Soluzioni I nostri servizi. Progetti. Percorsi. Contatti company profile Chi siamo Soluzioni I nostri servizi Fondi interprofessionali Ricerca e gestione Finanziamenti Formazione manageriale Personal and business coaching Temporary management Formazione esperienziale

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

SCG 01 Appunti slides

SCG 01 Appunti slides SCG 01 Appunti slides il successo o l insuccesso del CdG è conseguenza dell adeguatezza o meno al grado di complessità dei problemi di governo d impresa 4 Le carenze nel controllo di gestione. 2 domande:

Dettagli

LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO. Programma di sviluppo continuo dell innovazione

LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO. Programma di sviluppo continuo dell innovazione LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO Programma di sviluppo continuo dell innovazione LA REALTÀ CORRENTE INNOVATION & CHANGE OGGI IL CLIMA GENERALE È CARATTERIZZATO DA CONTINUI

Dettagli

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE INDAGINE: COME I MANAGER VIVONO LA CRISI REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE Il sondaggio effettuato a fine anno da Astra Ricerche per Manageritalia parla chiaro: i manager sentono la crisi sulla propria

Dettagli

L AGGIORNAMENTO E L AUTOFORMAZIONE DEI FORMATORI GENERALI: L ESPERIENZA DI ASSOCIAZIONE MOSAICO

L AGGIORNAMENTO E L AUTOFORMAZIONE DEI FORMATORI GENERALI: L ESPERIENZA DI ASSOCIAZIONE MOSAICO L AGGIORNAMENTO E L AUTOFORMAZIONE DEI FORMATORI GENERALI: L ESPERIENZA DI ASSOCIAZIONE MOSAICO Tamara Mazzoleni Convegno C.e.s.c. Lombardia Formatori in rete Costruzione di un percorso. Formazione generale

Dettagli

LA CAR POLICY UNO STRUMENTO IN CONTINUA EVOLUZIONE

LA CAR POLICY UNO STRUMENTO IN CONTINUA EVOLUZIONE LA CAR POLICY UNO STRUMENTO IN CONTINUA EVOLUZIONE LA CAR POLICY UNO STRUMENTO IN CONTINUA EVOLUZIONE La presente pubblicazione è stata realizzata in collaborazione con Centro Studi Fleet & Mobility e

Dettagli

La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013

La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013 Relazione dei Presidente CIDA, Silvestre Bertolini La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013 Prima di iniziare, vorrei ringraziare le autorità presenti in sala, che è sempre

Dettagli

PIATTAFORMA PER IL RINNOVO CONTRATTUALE PER GLI ADDETTI DELLE AZIENDE CHE PRODUCONO OCCHIALI E ARTICOLI INERENTI L OCCHIALERIA

PIATTAFORMA PER IL RINNOVO CONTRATTUALE PER GLI ADDETTI DELLE AZIENDE CHE PRODUCONO OCCHIALI E ARTICOLI INERENTI L OCCHIALERIA PIATTAFORMA PER IL RINNOVO CONTRATTUALE PER GLI ADDETTI DELLE AZIENDE CHE PRODUCONO OCCHIALI E ARTICOLI INERENTI L OCCHIALERIA 2015 Premessa Il rinnovo del Contratto Nazionale dell occhialeria avviene

Dettagli

Verso l autosviluppo continuo: l esigenza di nuovi approcci e di nuova strumentazione

Verso l autosviluppo continuo: l esigenza di nuovi approcci e di nuova strumentazione Verso l autosviluppo continuo: l esigenza di nuovi approcci e di nuova strumentazione Riflessioni di Luciano Perego (prima parte) CARATTERISTICHE DELLA MODALITÀ TRADIZIONALE PER LA GESTIONE DELLO SVILUPPO

Dettagli

Da questo articolo, consultabile per intero ( clicca qui ), ho tradotto alcuni punti che ritengo illuminanti per ognuno di noi.

Da questo articolo, consultabile per intero ( clicca qui ), ho tradotto alcuni punti che ritengo illuminanti per ognuno di noi. "Successo senza paura nel lavoro e nella vita" di Geshe Michael Roach Da questo articolo, consultabile per intero ( clicca qui ), ho tradotto alcuni punti che ritengo illuminanti per ognuno di noi. Note

Dettagli

RINNOVO DEL CCNL PER L INDUSTRIA METALMECCANICA APERTURA DELLA TRATTATIVA DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE MASSIMO CALEARO Roma, 20 giugno 2007

RINNOVO DEL CCNL PER L INDUSTRIA METALMECCANICA APERTURA DELLA TRATTATIVA DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE MASSIMO CALEARO Roma, 20 giugno 2007 RINNOVO DEL CCNL PER L INDUSTRIA METALMECCANICA APERTURA DELLA TRATTATIVA DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE MASSIMO CALEARO Roma, 20 giugno 2007 Il 1 giugno abbiamo ricevuto la Vostra piattaforma per il rinnovo

Dettagli

CHE COS E IL MENTORING

CHE COS E IL MENTORING CHE COS E IL MENTORING E un dato di fatto che il numero delle donne che lavorano è in sensibile aumento in ogni paese, ma nonostante questo, e malgrado molte donne rivestano posizioni anche altamente professionali,

Dettagli

LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità

LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità Convegno rivolto a dirigenti e personale docente della scuola Fondazione CUOA Altavilla Vicentina, 21 maggio 2008 15.00 18.00 1 Il 21 maggio scorso, la Fondazione

Dettagli

gli eventi della Scuola di Counselling Drammaturgico CONVEGNO, 13 GIUGNO 2015 LE TECNICHE PER IL COUNSELLING

gli eventi della Scuola di Counselling Drammaturgico CONVEGNO, 13 GIUGNO 2015 LE TECNICHE PER IL COUNSELLING gli eventi della Scuola di Counselling Drammaturgico CONVEGNO, 13 GIUGNO 2015 LE TECNICHE PER IL COUNSELLING Relatore: Cristina Bronzini Titolo dell intervento: L utilizzo del metodo drammaturgico nell

Dettagli

INTRODUZIONE. Per approfondire gli aspetti relativi allo yoga si

INTRODUZIONE. Per approfondire gli aspetti relativi allo yoga si INTRODUZIONE Questo testo si rivolge a persone che desiderano avere qualche suggerimento utile ad affrontare quelle situazioni critiche che fanno parte della normale vita quotidiana, mentre in presenza

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE Corso di Laurea Magistrale in Scienze della Politica e del Governo TESI DI LAUREA in Management Pubblico FORMAZIONE E RECLUTAMENTO DEI

Dettagli

Lavorare dove inizia il futuro.

Lavorare dove inizia il futuro. Lavorare dove inizia il futuro. Volete una carriera con un futuro? Allora unitevi al team di Swiss Life. 2 Lavorare dove inizia il futuro. Swiss Life investe nel futuro dei suoi collaboratori. E voi? Chi

Dettagli

Tavolo La qualità del prodotto e dell esperienza turistica

Tavolo La qualità del prodotto e dell esperienza turistica Provincia Autonoma di Trento Dipartimento turismo, commercio, promozione e internazionalizzazione tsm Trentino School of Management SMT Scuola di Management del Turismo CONFERENZA PROVINCIALE DEL TURISMO

Dettagli

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione.

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. La Compagnia Della Rinascita PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si

Dettagli

La funzione dell imprenditore è proprio quella di controllare e di guidare questa costante evoluzione, queste continue influenze sulla vita

La funzione dell imprenditore è proprio quella di controllare e di guidare questa costante evoluzione, queste continue influenze sulla vita PREMESSA L evoluzione dell Industria italiana nel secondo dopoguerra può essere suddivisa in tre fasi distinte: la prima si colloca nel periodo compreso tra gli anni cinquanta e gli anni sessanta, la seconda

Dettagli

La difesa della proprietà intellettuale è una problematica molto importante per una serie di differenti elementi.

La difesa della proprietà intellettuale è una problematica molto importante per una serie di differenti elementi. La difesa della proprietà intellettuale è una problematica molto importante per una serie di differenti elementi. I fattori per i quali il tessile abbigliamento soffre di consistenti fenomeni di contraffazione,

Dettagli

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it 1. Del sogno dell essere sognatore Il primo dovere di un buon Capo è non accontentarsi, essere il più esigente possibile nella

Dettagli

CALENDARIO EVENTI 2015

CALENDARIO EVENTI 2015 CALENDARIO EVENTI 2015 Cloud Computing Summit Milano 25 Febbraio 2015 Roma 18 Marzo 2015 Mobile Summit Milano 12 Marzo 2015 Cybersecurity Summit Milano 16 Aprile 2015 Roma 20 Maggio 2015 Software Innovation

Dettagli

I SERVIZI ASSOCIATIVI: CARATTERISTICHE,

I SERVIZI ASSOCIATIVI: CARATTERISTICHE, I SERVIZI ASSOCIATIVI: CARATTERISTICHE, ORGANIZZAZIONE E SVILUPPO DI GIULIANO NICOLINI PRIMA PARTE: CENNI GENERALI SUI SERVIZI ASSOCIATIVI 1 Le associazioni di rappresentanza delle imprese hanno come funzione

Dettagli

dopo la crisi rinnoviamo la professione di Patrizia Bonaca ODCEC di Roma

dopo la crisi rinnoviamo la professione di Patrizia Bonaca ODCEC di Roma Il mondo delle professioni sta affrontando un periodo di profondi cambiamenti dovuti all evoluzione culturale che l attuale crisi economica richiede. E in atto un vero e proprio cambio di paradigma, che

Dettagli

IL MANAGER COACH: MODA O REQUISITO DI EFFICACIA. Nelle organizzazioni la gestione e lo sviluppo dei collaboratori hanno una importanza fondamentale.

IL MANAGER COACH: MODA O REQUISITO DI EFFICACIA. Nelle organizzazioni la gestione e lo sviluppo dei collaboratori hanno una importanza fondamentale. IL MANAGER COACH: MODA O REQUISITO DI EFFICACIA Nelle organizzazioni la gestione e lo sviluppo dei collaboratori hanno una importanza fondamentale. Gestione e sviluppo richiedono oggi comportamenti diversi

Dettagli

GRUPPO SCOUT MELEGNANO 1

GRUPPO SCOUT MELEGNANO 1 GRUPPO SCOUT MELNANO 1 PROGETTO EDUCATIVO 2011 2014 Cos è il Progetto Educativo Il progetto educativo è uno strumento per la comunità capi utile a produrre dei cambiamenti nel gruppo scout. E stato pensato

Dettagli

RASSEGNA STAMPA: RIMETTERE LE SCARPE AI SOGNI Codognotto Italia Spa

RASSEGNA STAMPA: RIMETTERE LE SCARPE AI SOGNI Codognotto Italia Spa 3^ EDIZIONE EVENTO A CODOGNOTTO ITALIA Spa SALGAREDA (TREVISO) RASSEGNA STAMPA (aggiornata al 5 novembre 2014) 3^ EDIZIONE CODOGNOTTO ITALIA Spa RASSEGNA STAMPA QUOTIDIANI E SETTIMANALI: IL GAZZETTINO

Dettagli

Imparare a disimparare

Imparare a disimparare Imparare a disimparare Quello che abbiamo imparato finora non è più adatto a un contesto economico e un mercato profondamente cambiati. È ora di far emergere nuove modalità di pensiero, azione e condivisione

Dettagli

LA BILATERALITA NEL TERZIARIO: UN MODELLO DI RESPONSABILITA CONDIVISE PER UNA NUOVA STAGIONE DI CRESCITA

LA BILATERALITA NEL TERZIARIO: UN MODELLO DI RESPONSABILITA CONDIVISE PER UNA NUOVA STAGIONE DI CRESCITA LA BILATERALITA NEL TERZIARIO: UN MODELLO DI RESPONSABILITA CONDIVISE PER UNA NUOVA STAGIONE DI CRESCITA Intervento del Direttore Generale Francesco Rivolta Roma, 20 ottobre 2011 Condividere per crescere.

Dettagli

SULLA LEADERSHIP (3 parte) (liberamente tratto dalla letteratura manageriale anglosassone)

SULLA LEADERSHIP (3 parte) (liberamente tratto dalla letteratura manageriale anglosassone) SULLA LEADERSHIP (3 parte) (liberamente tratto dalla letteratura manageriale anglosassone) Dopo una prima descrizione dei sei stili di leadership, si espongono di seguito ulteriori evidenze emerse dalla

Dettagli

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Intervento di Stefano Tabò Condivido molto, quasi tutto di quello che è

Dettagli

Sharing economy italiana: chi, cosa, quanto quando e dove?

Sharing economy italiana: chi, cosa, quanto quando e dove? Sharing economy italiana: chi, cosa, quanto quando e dove? Federico Capeci Chief Digital Office & CEO Italia TNS Federico Capeci CEO and Chief Digital Officer, TNS Italia La terza edizione di Sharitaly,

Dettagli

CREA LA SFIDA DEL TUO FUTURO PROFESSIONALE

CREA LA SFIDA DEL TUO FUTURO PROFESSIONALE www.certificatocasa.it GUIDA PRONTA ALL USO PER NEO LAUREATI Tutti i diritti riservati 1 La professione del Progettista è cambiata, l'approccio tecnico va combinato con un modo di presentare le soluzioni

Dettagli

Energie rinnovabili: domanda e offerta si. incontrano?

Energie rinnovabili: domanda e offerta si. incontrano? Energie rinnovabili: domanda e offerta si incontrano? Energie rinnovabili: domanda e offerta si incontrano? Pubblicato nel mese di luglio 2009 Rapporto realizzato da INSINTESI a cura di Massimo Pizzo e

Dettagli

Comunicazione e Marketing per ottimizzare la propria presenza in fiera. Milano, 3 ottobre 2008

Comunicazione e Marketing per ottimizzare la propria presenza in fiera. Milano, 3 ottobre 2008 Comunicazione e Marketing per ottimizzare la propria presenza in fiera. Milano, 3 ottobre 2008 LE FIERE: SÌ O NO? Le fiere sono ancora protagoniste per migliorare le performance aziendali? E importante

Dettagli

Pianificazione Strategica dello Studio

Pianificazione Strategica dello Studio Modulo 1 Pianificazione Strategica dello Studio Alessandra Damiani Managing Partner di Barbieri & Associati Dottori Commercialisti alessandra.damiani@barbierieassociati.it 1 Guida alla gestione dei PMstudi

Dettagli

Da ricerca dell occupazione in ricerca di opportunità professionale

Da ricerca dell occupazione in ricerca di opportunità professionale Da ricerca dell occupazione in ricerca di opportunità professionale Le referenze ed i contatti Spesso un Azienda, prima di procedere all assunzione di una persona destinata ad una posizione, può voler

Dettagli

Documento di progetto. Realizza il tuo futuro. di Annamaria Iaria

Documento di progetto. Realizza il tuo futuro. di Annamaria Iaria Documento di progetto Realizza il tuo futuro di Annamaria Iaria Sommario1. PRESENTAZIONE... 4 1. IL CUORE DELL IDEA... 4 1.1. L IDEA PROGETTUALE... 4 1.1.1. Cosa... 4 1.1.2. Dove... 4 1.1.3. Perché...

Dettagli

Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011

Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011 Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011 Indirizzo di saluto del Comandante Generale Porgo il mio saluto cordiale a tutti i delegati della Rappresentanza qui convenuti. Gli incontri

Dettagli

Fabio Fortuna L INFORMATIVA SUI RISCHI NELLE BANCHE. FrancoAngeli. Facoltà di Economia dell Università Telematica delle Scienze Umane Niccolò Cusano

Fabio Fortuna L INFORMATIVA SUI RISCHI NELLE BANCHE. FrancoAngeli. Facoltà di Economia dell Università Telematica delle Scienze Umane Niccolò Cusano Fabio Fortuna L INFORMATIVA SUI RISCHI NELLE BANCHE FrancoAngeli Facoltà di Economia dell Università Telematica delle Scienze Umane Niccolò Cusano COLLANA DELLA FACOLTÀ DI ECONOMIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA

Dettagli

IL COLLOCAMENTO MIRATO TRA OBBLIGO E OPPORTUNITÀ

IL COLLOCAMENTO MIRATO TRA OBBLIGO E OPPORTUNITÀ IL COLLOCAMENTO MIRATO TRA OBBLIGO E OPPORTUNITÀ Convegno sull inserimento lavorativo delle persone con disabilità: iniziative, servizi, esperienze e riflessioni Esperienze aziendali tratte dal video prodotto

Dettagli

Corporate Social Responsability

Corporate Social Responsability Corporate Social Responsability elemento strategico per il successo dell impresa Il significato La Corporate Social Responsability, in italiano Responsabilità Sociale delle Imprese, può essere definita

Dettagli

Il futuro del volontariato

Il futuro del volontariato Il futuro del volontariato Giulia Barbero Vignola, Elisabetta Mandrioli La ricerca e i suoi risultati Le motivazioni che hanno portato la Fondazione «E. Zancan», da sempre attenta ai temi della solidarietà

Dettagli

RELAZIONE INTRODUTTIVA ALLA INIZIATIVA CGIL FP INCA DEL 26 NOVEMBRE RENDIMENTI PENSIONI TFR TFS E FONDI COMPLEMENTARI PERSEO - SIRIO

RELAZIONE INTRODUTTIVA ALLA INIZIATIVA CGIL FP INCA DEL 26 NOVEMBRE RENDIMENTI PENSIONI TFR TFS E FONDI COMPLEMENTARI PERSEO - SIRIO RELAZIONE INTRODUTTIVA ALLA INIZIATIVA CGIL FP INCA DEL 26 NOVEMBRE RENDIMENTI PENSIONI TFR TFS E FONDI COMPLEMENTARI PERSEO - SIRIO Care compagne e cari compagni, sono molte le ragioni che ci hanno convinto

Dettagli

Management Consulting Boutiques e mercati globali

Management Consulting Boutiques e mercati globali Management Consulting Boutiques e mercati globali Antonella Negri Clementi * 1. Un modello distintivo Affiancare l azienda nel momento in cui si trova ad affrontare cambiamenti sostanziali di una o più

Dettagli

UNIVERSITÀ TELEMATICA GUGLIELMO MARCONI FACOLTA DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE. Corso di Laurea in Scienze dell Educazione e della Formazione

UNIVERSITÀ TELEMATICA GUGLIELMO MARCONI FACOLTA DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE. Corso di Laurea in Scienze dell Educazione e della Formazione UNIVERSITÀ TELEMATICA GUGLIELMO MARCONI FACOLTA DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE Corso di Laurea in Scienze dell Educazione e della Formazione L Outsourcing Relatore Prof.ssa Concetta Mercurio Candidato Mario

Dettagli