Puntare sulla qualità di collaboratori

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Puntare sulla qualità di collaboratori"

Transcript

1 lavoro il ruolo degli hr Gestire il personale ai Il difficile momento delle imprese costringe gli human resources a studiare nuovi modelli più elastici e funzionali. E che premino i dipendenti di qualità Chiara Osnago Gadda Puntare sulla qualità di collaboratori e dipendenti, tenendo conto del difficile periodo economico. Premiare con benefit flessibili chi crea valore aggiunto, quando le dinamiche di remunerazione sono difensive. Dimostrare vicinanza al personale, pur dovendo studiare e mettere in pratica talvolta dolorose ristrutturazioni aziendali. Dura la vita per gli human resources, costretti a dover affrontare la crisi del mercato del lavoro non solo riducendo i costi, ma anche studiando nuovi modelli gestionali che diano alle proprie imprese uno sguardo di mediolungo termine con cui affrontare le sfide globali. E purtroppo per loro non ci sono soluzioni univoche o facili. Ogni settore dovrà trovare la propria via maestra, restando in equilibrio tra l omologazione internazionale delle regole di etica e coerenza, gli immancabili obiettivi di business e la concorrenza sempre più spietata per ingaggiare e mantenere in house il personale più qualificato. Questi sono alcuni degli aspetti emersi nel corso di una tavola rotonda dal titolo «HR: tra crisi e innovazione», organizzata dalla rivista Espansione. 72 espansione settembre 2013

2 tempi della crisi Al dibattito, moderato da Angela Maria Scullica, direttore di Espansione, del Giornale delle Assicurazioni e di BancaFinanza, e coordinato dalla giornalista Chiara Osnago Gadda, hanno partecipato Luigi Di Marco, presidente di Federmanagement, Filippo Abramo, presidente nazionale di Aidp (Associazione italiana per la direzione del personale) William Griffini, Ceo di Carter & Benson, Marco Masella, National Director di Profiles International Italy, Andrea Romanelli, HR Director di Arval Service Lease Italia, Alberto Fumagalli, VP human resources & security MTV Italia, Alessandro Sormani, Direttore risorse umane area software e professionale, nel Gruppo 24 Ore. L evoluzione degli hr Di Marco. Quando entrai in azienda, a 24 anni, la funzione HR come la conosciamo non esisteva. Prima era un ruolo prevalentemente amministrativo. La svolta a partire dal 1966, con la legge sul licenziamento collettivo. Il Responsabile del servizio HR divenne così il capo del personale. Negli anni 70 si strutturò il rapporto tra sindacato e impresa, sempre più per il tramite della funzione e fummo protagonisti negoziali nel rinnovo dei contratti sia aziendali che Nazionali. Conoscemmo l azienda meglio di altri dirigenti e fu così che, negli anni 90, quando venni eletto presidente Nazionale di Aidp, lanciammo i sette saperi della direzione del personale. Era un primo elenco delle competenze che un buon human resources doveva possedere: saper selezionare, saper retribuire, tenere relazioni sindacali, gestire relazioni industriali, conoscere l organizzazione, scegliere la formazione, saper comunicare. In sintesi, essere attrezzati per rispondere alle sollecitazioni di vario genere che convergevano sull HR. Ci accorgemmo in quel momento che eravamo diventati dirigenti d impresa e non manager di funzione. Iniziava però anche il periodo storico caratterizzato dallo spopolamento aziendale per l avvento della tecnologia. Ma tutto avvenne in modo più morbido, c era un mercato che andava a prendere i bravi della grande impresa e li assorbiva nella piccola impresa. Oggi, questo mercato non c è più. Nacque allora l idea della filiera e questi fenomeni portarono noi HR a essere uomini di relazioni aziendali, esperti conoscitori dell impresa, dell organizzazione e delle discendenti esigenze formative, dell azienda capofila e di quelle di filiera. Dopo questo percorso conoscitivo, che ha arricchito di competenze il ruolo, l HR vincente di oggi è quello che sa essere anche un grande comunicatore, che riesce a divulgare bene e in modo chiaro dopo aver ascoltato e approfondito gli argo- Lanciare i giovani e valorizzare i profili con più esperienza. Con poche risorse a disposizione Settembre 2013 espansione 73

3 lavoro il ruolo degli hr menti da trattare. Fumagalli. Sono arrivato in MTV quattro anni fa e la funzione HR ha sempre rivestito un segmento di grande rilievo nei processi aziendali. È un ruolo che ha necessariamente dovuto evolversi per ragioni di mercato ma che, in MTV, ha comunque potuto confrontarsi continuamente con il pubblico del network e quindi adeguare le proprie scelte alle esigenze dell audience, da sempre attenta ai contenuti e alle novità: il nostro è un pubblico giovane, quindi sensibile alla qualità delle properties che di conseguenza dobbiamo produrre facendo molta attenzione nella scelta delle persone impiegate per realizzarle. Ciò rappresenta un grande stimolo per noi e un enorme palestra che impone un continuo aggiornamento professionale per Direttore Risorse Umane, due comparti laterali rispetto all area del quotidiano: il software e l area Tax & Legal, che serve il grande mercato di professionisti, tecnici e Pmi con vari prodotti di editoria tradizionale ed elettronica, attraverso una rete commerciale di circa 200 agenti. Ho visto pertanto un mestiere mutare nel corso degli anni, ma anche assumere connotazioni differenti all interno di vari settori. E per le evoluzioni future, oltre a quanto è già stato detto, credo sia fondamentale prendere in considerazione il particolare momento economico, che condiziona non poco il conto economico delle aziende. Di recente, durante una visita a colleghi della nostra sede di Trento, ho cercato di rendere la complessità della situazione e l apparente contraddizione degli obiettivi, a partire dai vincoli posti dal conto economico dell azienda. Ho citato quattro aree di intervento per la funzione Risorse Umane. Un primo obiettivo è quello collegato alla riduzione dei costi. Di recente abbiamo sottoscritto un accordo sindacale per l applicazione della solidarietà difensiva, che genera importanti risparmi sul fronte dei costi del personale, con una modalità sostenibile anche se rigida sotto il profilo applicativo. Occorre però, e questa è la seconda area di intervento, anche progettare nuovi assetti organizzativi secondo criteri di maggiore efficienza operativa, con corsi formativi per i dipendenti, per esempio, nell uso delle nuove tecnologie. Il terzo punto riguarda l affiancamento ai capi per le esigenze di gestione e motivazione delle persone, che diventa tema particolarmente critico in una situazione di forte tensione sui risultati. Infine, occorre un programma di attenzione alle risorse critiche, cioè a tutte quelle persone che detengono competenze distintive o un valore patrimoniale particolare, o ancora un costo di sostituzione (dall esterno) particolarmente significativo. Sono aree di risultato imprescindibili, e il committment della funzione deve essere chiaro e costante, anche sul piano della comunicazione. Griffini. Sono fuori coro in quanto sono un head hunter. Tuttavia ritengo che l HR debba gestire le risorse umane come farebbe un direttore d orchestra. E non tutti lo fanno, infatti mi accorgo che spesso l HR sfrutta le sue crescenti funzioni come uno strumento di potere, insomma per rafforzare il proprio LUIGI DI MARCO Lo HR vincente deve essere un grande comunicatore, con dipendenti, vertici aziendali e sindacati Alberto Fumagalli Il primo compito è quello di riuscire a dare alle imprese uno sguardo di lungo termine Alessandro Sormani Lo HR deve capire le evoluzioni del suo ruolo, che variano a seconda del settore William Griffini La sfida? Pianificare e dare continuità in un contesto flessibile tutti i dipendenti: e allo stesso modo è anche uno strumento che ci ha aiutato a ottenere risultati molto significativi, in particolare negli ultimi mesi. Gli scenari futuri Sormani. Io ho 51 anni e ho sempre lavorato nell HR. Ho iniziato nell editoria in Rizzoli, dove sono stato per circa 10 anni con vari incarichi, all interno delle strutture Corporate e in società operative, per poi percorrere una strada di diversificazione settoriale, dal farmaceutico al settore del commercio, all interno di multinazionali europee e americane, per poi tornare, in tempi più recenti, nell editoria come dirigente del Sole 24Ore. In realtà all interno del Sole 24 Ore seguo, come ruolo. Quindi, per prima cosa, credo sia necessario un cambio di passo da parte del management: se io HR chiedo di risparmiare, devo dare il buon esempio, risparmiando in primis a mia volta. Non è giusto, infatti, che il costo dei quadri dirigenziali, in relazione al costo del dipendente, sia così spropositato. Abramo. Senza voler entrare nel campo etico, i capi azienda, oggi, durano tre anni, prendono decisioni di breve termine che, per quanto buone o efficaci, non danno prospettive negli anni. Raggiungono cioè l obiettivo da un punto di vista pragmatico, ma non sociale. Ebbene, se i capi d azienda lavorano così è un problema! Quando eravamo giovani, stravedevamo per la nostra azienda, al contrario oggi la motivazione e l engage- 74 espansione settembre 2013

4 Filippo Abramo Un bravo HR motiva il personale per migliorare l engagement me che lo regolano. Ricordandosi sempre, tra le altre cose, che il risultato di un azienda è frutto di un lavoro di squadra di cui l HR è parte integrante. Per quanto possa sembrare banale è un concetto fondamentale. Vedo il nostro come un ruolo in cui chi lo ricopre dev essere in grado non solo di gestire ma anche di avere uno sguardo d insieme in modo da poter prendere decisioni sia nel breve periodo che a lungo termine, essendo ben consapevole anche della storia dell azienda. Andrea Romanelli Bisogna tenere conto sia delle competenze che dei valori umani del collaboratore Visione lungimirante Abramo. Un azienda seria deve lavorare nei decenni, non per sei mesi per prendere il bonus! La Germania sta ottenendo grossi risultati perché sta raccogliendo ora quanto seminato, con politiche del lavoro e investimenti mirati, 12/13 anni fa. Dunque favorire il capitale umano, lo sviluppo dei talenti, l introduzione di una cultura del merito e del rispetto. Questo deve fare il direttore delle risorse umane, ma non solo nella propria azienda, ma anche sul territorio. A Melbourne, nel corso di un convegno che abbiamo fatto lo scorso anno, era emerso che l HR dev essere un po strabico, deve cioè guardare sia dentro che fuori, perché quello che succede fuori l azienda è quello che maggiormente impatta dentro. E questo va spiegato agli altri dirigenti aziendali! Marco Masella In Italia compito dell HR sarà quello di far convivere giovani preparati con dirigenti esperti Cosa cambia con la crisi Fumagalli. In realtà la funzione di HR va oltre la crisi. Esisteva prima dello scoppio della crisi e ora ci convive. Cambia la congiuntura economica ma l obiettivo resta lo stesso: cercare soluzioni per ottimizzare le risorse. Le scelte devono essere funzionali alla produttività dell azienda e andare oltre la contingenza delle necessità. Proprio per questo motivo, occorre investire sulle persone e non fermarsi solo ai curriculum: le attitudini personali sono ugualmente importanti rispetto alla completezza della formazione e in alcune occasioni addirittura preponderanti. Ecco perché la capacità di gestire gli imprevisti, l equilibrio in situazioni difficili e la velocità nel trovare soluzioni agli ostacoli sono qualità apprezzabili se non indispensabili per un azienda sempre in fermento come la nostra. Romanelli. Il punto è che stiamo subendo la globalizzazione e la stiamo giudicando in maniera provinciale. Il mondo corre e noi arranchiamo. Prendiamo per esempio la lingua inglese: oggi in Italia è parlata meglio rispetto a 15 anni fa, ma nel frattempo il livello linguistico richiesto a livello business dalla globalizzazione si è alzato sensibilmente. Questo fa sì che ancora dobbiamo fare molti investimenti di corsi di lingua nelle nostre aziende. Quali sono gli ingredienti che possono dare la svolta ai nostri collaboratori? Da decenni si parla della centralità delle competenze ma oggi il tema secondo me è superato. Le competenze sono solo il punto di partenza. Oggi è il quadro valoriale dei collaboratori a fare la differenza, la riscoperta della maturità professionale ancor più, o meglio ancor prima, del potenziale delle risorse. Parliamo di gestione emotiva, capacità decisionale, saper vivere un presente scomodo, credendo e operando per un domani migliore. Così riusciremo a migliorare quel misero 30% di engagement dei dipendenti di cui parlavamo prima. Perché con questa percentuale e in questa situazione economica, davvero non ci sarebbe futuro. Una lobby degli hr? Masella. Ho scritto un libro, Sputnik Moment, nel quale evidenzio come la crisi può diventare un opportunità per crescere. Il titolo prende spunto dal lancio dello Sputnik in orbita, un momento che gli USA hanno vissuto come una spinta positiva. Uno slancio che vorrei ci fosse ora anche in Italia dove, purtroppo, c è una situazione non particolarmente brillante, caratterizzata da una generazione di giovani molto preparati sulla carta e da una classe di dirigenti molto preparati sull esperienza. Come National Director di Profiles International, società americana leader mondiale nel campo degli assessment online, mi riunisco almeno due volte l anno con gli altri membri del network per parlare e confrontarci sulle nostre esperienze. Quando sento gli altri raccontare il tipo di relazioni che hanno con le risorse ment sono sotto i tacchi! Molte ricerche dicono che su 100 persone, solo 30 lavorano seriamente, le altre fanno il minimo sindacale: l HR si trova a operare in una simile situazione. Oltre a quanto già detto, aggiungerei un punto sul quale è importante soffermarsi: l importanza del rispetto di sé come cittadino. Se occorre tirare la giacca al proprio capo, bisogna farlo. Abbiamo esempi in cui il direttore delle risorse umane impone la sua linea: Luxottica, con Pela, fa il welfare aziendale perché ha un capo che lo segue! Fumagalli. In un periodo storico come questo, un azienda di successo non può permettersi di trascurare alcun particolare e tutte le componenti che ne fanno parte, non solo HR, devono evolversi ed essere al passo con continui mutamenti del mercato e delle norsettembre 2013 espansione 75

5 lavoro il ruolo degli HR DIBATTITO Il direttore Angela Maria Scullica e la giornalista Chiara Osnago Gadda coordinano gli interventi dei relatori, incontratisi nella sede di Espansione. umane, resto basito. Ci sono aziende che sono parte integrante di un territorio. Noi, invece, abbiamo un problema Paese: l HR non fa lobby. In Italia la funzione HR è vittima della normativa sulla sicurezza e degli adempimenti collegati, che non sempre si traducono in spinta a fare attività concrete per garantire la salute del lavoratore ma piuttosto in eccessiva burocratizzazione. Una lobby risorse umane, invece, dovrebbe avere il coraggio di dire che in questo momento abbiamo problemi diversi da gestire. Mi sembra paradossale che in una micro azienda con due dipendenti la norma ci costringa ad avere cinque differenti ruoli specifici a garanzia del funzionamento del sistema sicurezza ; è qualcosa che fa capire che stiamo disperdendo le nostre energie in maniera sbagliata. Di Marco. Ci sono masse d urto, rappresentate da Manager liberati dal rapporto dipendente, sia nelle aziende che fuori, che stanno radicandosi nel territorio. Federmanagement e Aidp con le associate hanno fondato la Fondazione Verrocchio proprio per mettere a disposizione della comunità queste qualificate competenze con forme innovative e professionali. In pratica, per i giovani e per i 50enni Federmanagement sta facilitando un passaggio di cultura a favore del territorio e delle organizzazioni pubbliche e private che vi operano. Dobbiamo, infatti, uscire dall azienda, mantenendo i piedi dentro ma guardando fuori. Di Marco. Riusciremo a diventare una lobby per far valere le nostre ragioni? Nelle cose soft sì, in quelle hard no. L intervento si muove, o almeno dovrebbe, sull intelligenza della persona. Masella. Lobby significa limitare la norma. Abramo. Quando non c era ancora la Fornero, Aidp è andata a Roma dal Ministero del Lavoro per mettere la sua esperienza a disposizione. In questo caso, Aidp ha fatto lobby nobile ma, poi, è il Governo a decidere Dunque, se il processo è sbagliato, il risultato sarà strampalato. Romanelli. La follia è che oggi con la Fornero abbiamo messo sulla strada un sacco di giovani e forse le recenti disposizioni del governo Letta porranno un freno a questa emorragia. Questa è una parte del problema, quella occupazionale. Esiste un problema sociale sulla previdenza che stiamo tutti ignorando. Ma chi tutela le nuove generazioni (anche quelle che lavorano) in materia di pensioni? Le pensioni integrative chi le fa? Che macigni vogliamo spostare se non riusciamo a muovere nemmeno dei sassolini? Abramo. Come Aidp, ci siamo posti il problema della Pubblica Amministrazione. Siamo nati negli anni 50 per volontà dei capi del personale di grandi aziende italiane. La competitività del Paese, oggi, è molto toccata dalla Pubblica Amministrazione, ci sono cose che non può fare lo HR o il manager, ma che attengono ad altri. Abbiamo così creato il settore HR della PA. In una prima fase eravamo perplessi, siamo partiti all inizio di quest anno che eravamo in 150, ma oggi abbiamo già un gruppo di enti pubblici significativi: la Corte dei Conti, la Regione Lombardia, il Comune di Verona, la Provincia di Pisa, il Ministero degli Esteri. Strategie retributive Sormani. La fase è difensiva, non ci sono risorse per un utilizzo estensivo della leva retributiva. Occorre lavorare, anche con soluzioni un po creative, soprattutto su alcune politiche di sistema. Come quella sulla parte variabile della retribuzione. Non si può scivolare verso una prospettiva di rassegnazione, occorre rivedere gli schemi per renderli coerenti con la fase attuale. Non si deve perdere il collegamento con la dimensione del risultato a tutti i livelli dell organizzazione, però occorre anche pensare alla remunerazione dei top performers, che hanno una funzione di guida e di contagio positivo all interno dell organizzazione. D altra parte, la situazione attuale consente anche di mettere un po d ordine all interno di valori professionali e manageriali acquisiti durante altre stagioni di vita aziendale. Ad esempio emerge con chiarezza la capacità di ottenere risultati attraverso le persone in un contesto di forte turbolenza e di elevata pressione operativa. Questi manager vanno tutelati e valorizzati, con programmi dedicati, non solo da un punto di vista retributivo. Nel mio passato in multinazionali mi sono reso conto come la vita di lavoro, certamente in pe- 76 espansione settembre 2013

6 perché ci sono imprenditori che non sanno neppure cosa facciano i commerciali! Fumagalli. Ogni azienda si muove in base alle proprie risorse, cercando di trovare e utilizzare strumenti utili anche per i dipendenti. A questo proposito, per esempio, per noi i flexible benefits sono stati una misura che abbiamo cercato di applicare anche se con una certa difficoltà nel capirne difficoltà e limiti. Per dare un futuro all azienda bisogna guardare oltre le contingenze economiche riodi meno complicati rispetto all attuale, comportasse un set di competenze più tradizionali: all interno di modelli organizzativi globali, caratterizzati da processi standard e da linee di politica universali, chi lavora nelle strutture locali è chiamato ad un lavoro di adattamento operativo e di gestione del clima organizzativo tutto sommato abbastanza consueto. Griffini. Lo stipendio e la retribuzione non sono dei titoli nobiliari: per percepire uno stipendio ed avere la garanzia che tale riconoscimento si riconfermi anche l anno dopo bisogna creare valore. Comunque, non c è dubbio: in questo momento di crisi il lavoro è proprio in difficoltà. Dunque ti devi inventare qualcosa di diverso, mantenendo al contempo tanta coerenza, semplicità e, soprattutto, esempio. Io sono partito da dentro, nella mia struttura, con il mio staff. Avevo un ufficio al piano superiore e l ho lasciato, per scendere sul campo, scegliendo una postazione al fianco degli altri, cercando di far comprendere a tutti che volevo con loro condividere la quotidianità. Perplessità, curiosità, forse anche un pizzico di diffidenza, questo l inevitabile primo impatto. Trasformatosi però velocemente in una collaborazione aperta e senza troppe barriere. Da questo punto abbiamo creato un percorso di formazione di squadra che ci ha permesso di riprendere contatto con tante attività d impresa, condividendo lavoro e responsabilità e arrivando, così, a compensare la perdita del fatturato in questo particolarmente difficile contesto economico. Allo stesso tempo sono stato da sempre attivo nel sociale e nel volontariato. Il passo nuovo è stato condividere tali esperienze con i miei collaboratori arrivando, con loro e con chi ci ha supportato e ha creduto in noi, al riconoscimento di Imprenditore Sociale del Masella. Come Profiles, abbiamo messo a punto una matrice con la quale viene misurata l aderenza al ruolo di una persona. E questo è importante e soprattutto utile farlo, La globalizzazione della funzione Griffini. Certamente! L integrazione di culture e gli spostamenti interni infragruppo renderanno necessaria una revisione dei processi e dei metodi gestionali. Pensare di operare senza queste integrazioni impoverirà qualsiasi logica multinazionale. E altrettanto dannoso sarebbe pensare che queste tendenze possano rispettare le forme gestionali attuali. Si potranno dunque creare, caso per caso, culture focalizzate sulla nazione, sulle organizzazioni, sui prodotti o sull economia, ma sicuramente si dovranno trovare nuove strade di integrazione per essere competitivi e appetibili come datori di lavoro, oltre che sul versante dei prodotti e dei servizi. Poche regole, semplici e flessibili Di Marco. Il modello vincente degli HR sarà quello che inquadra la logica della flessibilità all interno dell etica e del rispetto sociale. Grazie a questi due pilastri, necessari per costruire un economia credibile e non basata sulla speculazione, le società si avvantaggeranno davvero attraverso l adozione di modelli nuovi, costituiti da popolazioni professionali diverse tra loro ma aperte e adattive e che non disdegneranno i lavori manuali. Griffini. Gli HR avranno il compito di mantenere l ordine all interno di un contesto flessibile, con regole aperte, semplici e di facile modifica in rapporto ai veloci cambiamenti. Le società caratterizzate da rigidità di orario, modelli di controllo o altre gestioni appartenenti all era dello sviluppo industriale faranno invece fatica a integrare e mantenere un management coinvolto. settembre 2013 espansione 77

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 Sintesi per le partecipanti Laboratorio LAVORO 1 e 2 Progetto Leadership femminile aprile-giugno 2013 Elena Martini Francesca Maria Casini Vanessa Moi 1 LE ATTESE E LE MOTIVAZIONI

Dettagli

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it 1. Del sogno dell essere sognatore Il primo dovere di un buon Capo è non accontentarsi, essere il più esigente possibile nella

Dettagli

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 Indice Introduzione pag. 9 Ringraziamenti» 13 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 1. I contenuti curati, interessanti e utili aiutano il business» 15 2. Le aziende

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 Si può essere quotati in Borsa e avere un ottica di lungo periodo? E come recuperare un merito creditizio

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione

INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione Forum P.A. - ROMA, 6 Maggio 2003 Vorrei utilizzare questo tempo a mia disposizione

Dettagli

1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene:

1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene: 1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene: SUL PIANO GENERALE. in una fase storica mondiale di grandi cambiamenti e grandi tragedie. Pensiamo solo alla rapida evoluzione tecnologica,

Dettagli

Quando la destinazione di un viaggio è la crescita

Quando la destinazione di un viaggio è la crescita Quando la destinazione di un viaggio è la crescita destinazione sviluppo Quando la destinazione di un viaggio è la crescita, il cambiamento della propria organizzazione, anche il viaggiatore più avventuroso

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

IL COLLOCAMENTO MIRATO TRA OBBLIGO E OPPORTUNITÀ

IL COLLOCAMENTO MIRATO TRA OBBLIGO E OPPORTUNITÀ IL COLLOCAMENTO MIRATO TRA OBBLIGO E OPPORTUNITÀ Convegno sull inserimento lavorativo delle persone con disabilità: iniziative, servizi, esperienze e riflessioni Esperienze aziendali tratte dal video prodotto

Dettagli

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione.

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. La Compagnia Della Rinascita PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si

Dettagli

Il materiale ripercorre i presupporti teorici legati al tema del welfare aziendale proponendo quanto emerso in occasione di un intervento in aula.

Il materiale ripercorre i presupporti teorici legati al tema del welfare aziendale proponendo quanto emerso in occasione di un intervento in aula. Il materiale ripercorre i presupporti teorici legati al tema del welfare aziendale proponendo quanto emerso in occasione di un intervento in aula. E possibile approfondire il tema consultando il sito La

Dettagli

INCONTRO ANNUALE CONSOB CON IL MERCATO FINANZIARIO MILANO, 9 MAGGIO 2011

INCONTRO ANNUALE CONSOB CON IL MERCATO FINANZIARIO MILANO, 9 MAGGIO 2011 INCONTRO ANNUALE CONSOB CON IL MERCATO FINANZIARIO MILANO, 9 MAGGIO 2011 RINGRAZIO IL PRESIDENTE VEGAS PER AVERMI INVITATO IN OCCASIONE DELLA SUA PRIMA RELAZIONE ANNUALE. IL FATTO CHE SIAMO QUI OGGI TESTIMONIA

Dettagli

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Guardando al domani mi sento di dire con certezza che continueremo a promuovere l'organizzazione perché possa esprimere sempre più le capacità

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

Le caratteristiche must have del software gestionale ideale

Le caratteristiche must have del software gestionale ideale Le caratteristiche must have del software gestionale ideale ww.microsa Quali sono i principali elementi da tenere in considerazione per la scelta del Quali software sono i ottimale? principali elementi

Dettagli

LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO. Programma di sviluppo continuo dell innovazione

LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO. Programma di sviluppo continuo dell innovazione LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO Programma di sviluppo continuo dell innovazione LA REALTÀ CORRENTE INNOVATION & CHANGE OGGI IL CLIMA GENERALE È CARATTERIZZATO DA CONTINUI

Dettagli

Conferenza internazionale Global Connectivity with the Mediterranean Basin

Conferenza internazionale Global Connectivity with the Mediterranean Basin Comunicato stampa Conferenza internazionale Global Connectivity with the Mediterranean Basin La sfida del regime di free zone per i punti franchi di Trieste lanciata dal presidente Marina Monassi. Il messaggio

Dettagli

Lo Standing adeguato per l inserimento in azienda

Lo Standing adeguato per l inserimento in azienda Lo Standing adeguato per l inserimento in azienda LE TEMATICHE Il contesto competitivo Le competenze delle nuove imprese Gli obiettivi di sopravvivenza e di successo Come scegliere il personale Requisiti

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Novembre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Novembre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Novembre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Verona NetConsulting 2012 1

Dettagli

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility.

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility. Giancarlo CREMONESI (Presidente nazionale di Confservizi) Buonasera. Confservizi Industria rappresenta le tre federazioni di Servizi Pubblici Locali industriali, quindi la Federazione dei trasporti Astra,

Dettagli

Mentore. Rende ordinario quello che per gli altri è straordinario

Mentore. Rende ordinario quello che per gli altri è straordinario Mentore Rende ordinario quello che per gli altri è straordinario Vision Creare un futuro migliore per le Nuove Generazioni Come? Mission Rendere quante più persone possibili Libere Finanziariamente Con

Dettagli

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Alberto Majocchi La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Dato che sono del tutto incompetente sul tema oggetto dell incontro odierno, sono

Dettagli

Economic and Social Council ECOSOC. United Nations

Economic and Social Council ECOSOC. United Nations Economic and Social Council ECOSOC United Nations 2010 Coordination segment New York, 6 July Address by Antonio MARZANO, President of AICESIS International Association of Economic and Social Councils and

Dettagli

AGE MANAGEMENT. Conoscere la propria azienda per farla crescere. 8 giugno 2015 sede Gruppo 24 ORE, Milano. Estratti del Convegno

AGE MANAGEMENT. Conoscere la propria azienda per farla crescere. 8 giugno 2015 sede Gruppo 24 ORE, Milano. Estratti del Convegno AGE MANAGEMENT Conoscere la propria azienda per farla crescere 8 giugno 215 sede Gruppo 24 ORE, Milano Estratti del Convegno UN PATTO TRA GENERAZIONI PER EVITARE LA CRISI Gli equilibri all interno delle

Dettagli

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370 Buongiorno a tutti. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Rettore che questa mattina ci ha onorato

Dettagli

Che cos è Agenquadri

Che cos è Agenquadri 1 Che cos è Agenquadri Agenquadri intende rappresentare con autonomia politica, giuridica, amministrativa e di iniziativa, in forma organizzata, quadri, dirigenti e lavoratori di alta professionalità,

Dettagli

MAESTRI del LAVORO www.mdl-parma.it. Stella al Merito Legge n. 143 del 05/02/1992

MAESTRI del LAVORO www.mdl-parma.it. Stella al Merito Legge n. 143 del 05/02/1992 MAESTRI del LAVORO www.mdl-parma.it Stella al Merito Legge n. 143 del 05/02/1992 Gruppo Scuola-Lavoro del Consolato dei MdL della provincia di Parma DALLA SCUOLA AL LAVORO Versione: 05 Aggiornata il: Feb

Dettagli

NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca. Intervento fuori programma

NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca. Intervento fuori programma NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca Intervento fuori programma Buona sera. Grazie a Giovanni Puglisi che mi ha dato la parola. La mia è una voce diversa da tutte quelle che mi hanno

Dettagli

II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI. Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad

II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI. Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI Matteo ARPE: Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad intervenire a questo Convegno, al quale, come

Dettagli

Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Sarebbe bello se fosse così semplice, Se possiedi un albergo, un hotel, un B&B,

Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Sarebbe bello se fosse così semplice, Se possiedi un albergo, un hotel, un B&B, Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Hai lavorato tanto e adesso ti si prospettano diversi mesi in cui potrai rilassarti in vista della prossima estate. Sarebbe bello se fosse così semplice,

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Ottobre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Modena NetConsulting 2012 1

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

GEPRIM Snc. Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio. www.geprim.it

GEPRIM Snc. Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio. www.geprim.it GEPRIM Snc Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio Geprim per il Settore Creditizio Il settore del credito e la figura del mediatore creditizio hanno subito notevoli cambiamenti nel

Dettagli

Èuna situazione complessa e per

Èuna situazione complessa e per LE RISORSE PER IL VOLONTARIATO NELLA CRISI: COME QUADRARE IL CERCHIO? Investire nella qualità della progettazione, ricerca di nuovi potenziali finanziatori, ricorso a campagne di sottoscrizione popolare.

Dettagli

Premessa... 1. Fasi del processo... 3. Zone di rischio... 4

Premessa... 1. Fasi del processo... 3. Zone di rischio... 4 Sommario Premessa... 1 Fasi del processo... 3 Zone di rischio... 4 Premessa Le tecnologie informatiche hanno rivoluzionato da tempo il modo in cui lavorano le aziende e le organizzazioni in genere. Gestire

Dettagli

Studiare I consumi: Imparare dalla crisi

Studiare I consumi: Imparare dalla crisi MATCHING 24 / 11 /2009 Seminario Studiare I consumi: Imparare dalla crisi Quanto più la ripresa sarà lenta, tanto più la selezione delle aziende sul mercato sarà rapida. È fondamentale uscire dalle sabbie

Dettagli

Indagine sull HR Transformation nelle Banche Italiane

Indagine sull HR Transformation nelle Banche Italiane Indagine sull HR Transformation nelle Banche Italiane integrazione con il business e le strategie eccellenza dei servizi hr HR Transformation efficienza e le tecnologie sourcing Premessa La profonda complessità

Dettagli

Gestioni, consulenze e soluzioni innovative per aziende alberghiere.

Gestioni, consulenze e soluzioni innovative per aziende alberghiere. Gestioni, consulenze e soluzioni innovative per aziende alberghiere. Da oltre dieci anni il mercato turistico mondiale ha cambiato aspetto. L'avvento del web come canale di distribuzione, i portali online,

Dettagli

Il management cooperativo e l innovazione

Il management cooperativo e l innovazione AZIENDE IN RETE NELLA FORMAZIONE CONTINUA Strumenti per la competitività delle imprese venete Il management cooperativo e l innovazione DGR n. 784 del 14/05/2015 - Fondo Sociale Europeo in sinergia con

Dettagli

JOB RECRUITMENT. www.puntoservice.org

JOB RECRUITMENT. www.puntoservice.org JOB RECRUITMENT www.puntoservice.org CHI SIAMO CERCHIAMO Punto Service è operatore leader in Italia nel settore dei servizi alla persona, dedicati in particolare alla terza età ed all infanzia, con un

Dettagli

Studio Ramenghi PSICOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE PSICOLOGIA COMUNICAZIONE DELLA

Studio Ramenghi PSICOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE PSICOLOGIA COMUNICAZIONE DELLA Studio Ramenghi PSICOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE PSICOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE Catalogo formativo COM01 COM02 COM03 COM04 COM05 COM06 COMUNICARE Team working L arte di ascoltare - modulo 1 L arte di ascoltare

Dettagli

- Incontro tra il Ministro Corrado Passera e le Associazioni dei Giovani Imprenditori - PROPOSTA Associazione Giovani Imprenditori Agricoli

- Incontro tra il Ministro Corrado Passera e le Associazioni dei Giovani Imprenditori - PROPOSTA Associazione Giovani Imprenditori Agricoli - Incontro tra il Ministro Corrado Passera e le Associazioni dei Giovani Imprenditori - PROPOSTA Associazione Giovani Imprenditori Agricoli Roma 04 Dicembre 2012 1 Signor Ministro Passera, a nome mio e

Dettagli

L ENERGIA PER IL MONDO CHE CAMBIA

L ENERGIA PER IL MONDO CHE CAMBIA L ENERGIA PER IL MONDO CHE CAMBIA PRESENTAZIONE BiSTUDIO Via Arona 11 47838 Riccione (RN) Tel. 0541643881 Fax 0541663476 e-mail: info@bistudio.it internet: www.bistudio.it Partita Iva Codice Fiscale Iscrizione

Dettagli

LA GESTIONE DEL PORTAFOGLIO CREDITI 2002

LA GESTIONE DEL PORTAFOGLIO CREDITI 2002 Convegno LA GESTIONE DEL PORTAFOGLIO CREDITI 2002 Finanziamenti alle Imprese: nuove politiche di prezzo e nuove strategie commerciali delle Banche Perché la disciplina sul capitale di vigilanza delle banche

Dettagli

L INTERVISIONE COME STRUMENTO E SOSTEGNO PER IL FACILITATORE:

L INTERVISIONE COME STRUMENTO E SOSTEGNO PER IL FACILITATORE: L INTERVISIONE COME STRUMENTO E SOSTEGNO PER IL FACILITATORE: CARATTERISTICHE, SIGNIFICATO E POTENZIALITA' Villa d Almè, ottobre-novembre 2015 Maria Coelli 1 La supervisione e l'intervisione -Per supervisione

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

Giovani e lavoro: dall Università al mondo. I giovani nelle aziende senza confini

Giovani e lavoro: dall Università al mondo. I giovani nelle aziende senza confini Giovani e lavoro: dall Università al mondo. I giovani nelle aziende senza confini Giovani e mondo del lavoro: le ricerche ISTUD Dopo la laurea. Rapporto sul lavoro giovanile ad alta qualificazione (2002)

Dettagli

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO PIANIFICAZIONE DEL PERSONALE E STRUTTURE AZIENDALI A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO PIANIFICAZIONE DEL PERSONALE E STRUTTURE AZIENDALI A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO PIANIFICAZIONE DEL PERSONALE E STRUTTURE AZIENDALI A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 COS È UN OBIETTIVO... 3 IL CONTROLLO DI GESTIONE...

Dettagli

SPERIMENTAZIONI. LABORATORIO: un azione di ricerca nel contesto locale. Materiali Didattici «La gestione integrata dei rifiuti»

SPERIMENTAZIONI. LABORATORIO: un azione di ricerca nel contesto locale. Materiali Didattici «La gestione integrata dei rifiuti» Materiali Didattici «La gestione integrata dei rifiuti» SPERIMENTAZIONI LABORATORIO: un azione di ricerca nel contesto locale GREEN JOBS Formazione e Orientamento L idea Si tratta di un esperienza di ricerca

Dettagli

Rivoluzione HR. human resource revolution

Rivoluzione HR. human resource revolution Rivoluzione HR human resource revolution L a tecnologia sta modificando le abitudini e lo stile di vita delle persone ma, nel nuovo mondo che verrà sarà il loro modo di pensare che dovrà cambiare. Ogni

Dettagli

UNIVERSITÀ TELEMATICA GUGLIELMO MARCONI FACOLTA DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE. Corso di Laurea in Scienze dell Educazione e della Formazione

UNIVERSITÀ TELEMATICA GUGLIELMO MARCONI FACOLTA DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE. Corso di Laurea in Scienze dell Educazione e della Formazione UNIVERSITÀ TELEMATICA GUGLIELMO MARCONI FACOLTA DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE Corso di Laurea in Scienze dell Educazione e della Formazione L Outsourcing Relatore Prof.ssa Concetta Mercurio Candidato Mario

Dettagli

HEAD OF THE BOARD 2015. Corso per Consiglieri di Amministrazione

HEAD OF THE BOARD 2015. Corso per Consiglieri di Amministrazione HEAD OF THE BOARD 2015 Corso per Consiglieri di Amministrazione Che cos è Head of the board Il progetto Head of the Board 2015 : - è il corso per consigliere di amministrazione finalizzato a sostenere

Dettagli

Comunicare la RSI in tempi di crisi: criticità e opportunità

Comunicare la RSI in tempi di crisi: criticità e opportunità Comunicare la RSI in tempi di crisi: criticità e opportunità di Rossella Sobrero presidente di Koinètica Come cambia la comunicazione in tempo di crisi Le imprese socialmente responsabili sanno affrontare

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Chi siamo Soluzioni I nostri servizi. Progetti. Percorsi. Contatti

Chi siamo Soluzioni I nostri servizi. Progetti. Percorsi. Contatti company profile Chi siamo Soluzioni I nostri servizi Fondi interprofessionali Ricerca e gestione Finanziamenti Formazione manageriale Personal and business coaching Temporary management Formazione esperienziale

Dettagli

10/02/2009 www.miojob.it Visitatori Unici giornalieri: 1.219.550

10/02/2009 www.miojob.it Visitatori Unici giornalieri: 1.219.550 10/02/2009 www.miojob.it Visitatori Unici giornalieri: 1.219.550 Candidati chiavi in mano gli introvabili dell informatica Nel mondo dell It le imprese sempre meno disposte a investire in lunghi periodi

Dettagli

SERVIZI ORGANIZZATIVI PER LE IMPRESE

SERVIZI ORGANIZZATIVI PER LE IMPRESE CONFINDUSTRIA MACERATA SEZIONE TERZIARIO INNOVATIVO SERVIZI ORGANIZZATIVI PER LE IMPRESE Percorsi e tecniche per ridefinire i modelli manageriali delle nostre imprese. Ridurre i costi preservando agilità

Dettagli

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

Convegno Cesifin Responsabilità dell intermediario assicurativo Firenze, Palazzo Incontri, 4 luglio 2003

Convegno Cesifin Responsabilità dell intermediario assicurativo Firenze, Palazzo Incontri, 4 luglio 2003 Convegno Cesifin Responsabilità dell intermediario assicurativo Firenze, Palazzo Incontri, 4 luglio 2003 NOTE CONCLUSIVE Fausto Marchionni Gli intermediari assicurativi svolgono un ruolo centrale nella

Dettagli

il tuo servizio di web marketing costa troppo

il tuo servizio di web marketing costa troppo il tuo servizio di web marketing costa troppo LE 20 TECNICHE PIù POTENTI per demolire QUESTA obiezione > Nota del Curatore della collana Prima di tutto voglio ringraziarti. So che ha inserito la tua mail

Dettagli

METTI IN MOTO IL TALENTO

METTI IN MOTO IL TALENTO METTI IN MOTO IL TALENTO Laboratorio di sviluppo, al femminile e non solo. Progetto di valorizzazione del personale rivolto ai dipendenti dell Amministrazione Provinciale di Pesaro e Urbino Provincia di

Dettagli

La quotazione in borsa Una sfida che non spaventa

La quotazione in borsa Una sfida che non spaventa La quotazione in borsa Una sfida che non spaventa Intervista alla dottoressa Barbara Lunghi, responsabile Mercato Expandi di Borsa Italiana Il percorso di quotazione in borsa consente oggi, anche alle

Dettagli

LOMBARDIA 2020 Libro Verde sulla Conciliazione Famiglia Lavoro. Materiale propedeutico al seminario territoriale

LOMBARDIA 2020 Libro Verde sulla Conciliazione Famiglia Lavoro. Materiale propedeutico al seminario territoriale LOMBARDIA 2020 Libro Verde sulla Conciliazione Famiglia Lavoro Materiale propedeutico al seminario territoriale Il contesto OBIETTIVO REGIONE LOMBARDIA Costruire un Welfare in grado di porre al centro

Dettagli

Perché è importante voltare pagina nella gestione delle piccole imprese?

Perché è importante voltare pagina nella gestione delle piccole imprese? Perché è importante voltare pagina nella gestione delle piccole imprese? Torino, 14 aprile 2006 Indice Considerazioni iniziali...p.3 La non crescita...p.5 In concreto, cosa si può fare?...p.6 Considerazioni

Dettagli

SPERIMENTAZIONI. SIMULAZIONE: il business plan di una impresa legata ai rifiuti. Materiali Didattici «La gestione integrata dei rifiuti»

SPERIMENTAZIONI. SIMULAZIONE: il business plan di una impresa legata ai rifiuti. Materiali Didattici «La gestione integrata dei rifiuti» Materiali Didattici «La gestione integrata dei rifiuti» SPERIMENTAZIONI SIMULAZIONE: il business plan di una impresa legata ai rifiuti GREEN JOBS Formazione e Orientamento L idea In questo modulo sono

Dettagli

Modesto Di Noia e il Potere della Mente nella Formazione Aziendale

Modesto Di Noia e il Potere della Mente nella Formazione Aziendale Modesto Di Noia e il Potere della Mente nella Formazione Aziendale Modesto Di Noia. Trainer in PNL e Psicologia Analogica. Titolare di Mentaltra, giovane azienda appena insediatosi nella Zona Industriale

Dettagli

L UOMO L ORGANIZZAZIONE

L UOMO L ORGANIZZAZIONE UNITÀ DIDATTICA 1 L UOMO E L ORGANIZZAZIONE A.A 2007 / 2008 1 PREMESSA Per poter applicare con profitto le norme ISO 9000 è necessario disporre di un bagaglio di conoscenze legate all organizzazione aziendale

Dettagli

Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con André Siegrist della società René Faigle AG

Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con André Siegrist della società René Faigle AG Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con della società René Faigle AG La René Faigle AG svolge la sua attività con successo da più di ottant anni. L azienda svizzera a conduzione familiare

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

Semplificati la vita. manuale d uso

Semplificati la vita. manuale d uso Semplificati la vita manuale d uso Introduzione. Nel mondo del lavoro rendere le cose semplici è uno degli obiettivi più complicati da perseguire. La complessità dei problemi è una costante che scoraggia

Dettagli

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe GIANLUIGI BALLARANI I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe Individuarli e correggerli VOLUME 3 1 GIANLUIGI BALLARANI Autore di Esami No Problem Esami No Problem Tecniche per

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Ottobre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Perugia NetConsulting 2012 1

Dettagli

liste di liste di controllo per il manager liste di controllo per il manager liste di controllo per i

liste di liste di controllo per il manager liste di controllo per il manager liste di controllo per i liste di controllo per il manager r il manager liste di controllo per il manager di contr liste di liste di controllo per il manager i controllo trollo per il man liste di il man liste di controllo per

Dettagli

I.2 L analisi economico-finanziaria: redditività conseguita, redditività attesa e creazione di valore economico

I.2 L analisi economico-finanziaria: redditività conseguita, redditività attesa e creazione di valore economico Introduzione I.1 Premessa Analizzare la situazione economico-finanziaria di un impresa significa poter affrontare alcune questioni critiche della gestione dell azienda e cioè essere in grado di poter rispondere

Dettagli

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI comunicato stampa PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI Le due società, attive in Lazio da alcuni anni, presentano il loro Rendiconto Sociale. Il documento rappresenta

Dettagli

azioni di rigenerazione sociale

azioni di rigenerazione sociale azioni di rigenerazione sociale I contenuti di questo libro possono essere condivisi rispettando la licenza Chi siamo Indice 3 Chi siamo 5 Cos è concretamente Change Community Model? 6 Quali sono gli ingredienti

Dettagli

Corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali

Corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Lezione 10 Problematiche di gestione delle risorse umane nelle imprese internazionalizzate La gestione internazionale delle risorse umane L International

Dettagli

IN PIAZZA PER COSTRUIRE IL FUTURO Roma, 3 marzo 2012 Intervento di Domenico Pesenti, segretario generale Filca-Cisl

IN PIAZZA PER COSTRUIRE IL FUTURO Roma, 3 marzo 2012 Intervento di Domenico Pesenti, segretario generale Filca-Cisl IN PIAZZA PER COSTRUIRE IL FUTURO Roma, 3 marzo 2012 Intervento di Domenico Pesenti, segretario generale Filca-Cisl Grazie a tutti Voi per essere qui dalle fabbriche del Legno, del Cemento, dei materiali

Dettagli

1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale

1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale 1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale della RGS, del CNIPA e di ingegneri dell Ordine di

Dettagli

Cercherò di essere breve. Ringrazio per l invito e plaudo all iniziativa, anche perché, credo, sia la prima promossa da un azienda nata in Basilicata

Cercherò di essere breve. Ringrazio per l invito e plaudo all iniziativa, anche perché, credo, sia la prima promossa da un azienda nata in Basilicata Filippo BUBBICO Cercherò di essere breve. Ringrazio per l invito e plaudo all iniziativa, anche perché, credo, sia la prima promossa da un azienda nata in Basilicata che non si limita presentare il suo

Dettagli

COMMENTO DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL AL LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE

COMMENTO DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL AL LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE COMMENTO DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL AL LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE Il Libro Bianco sul Welfare presentato dal Ministro del Lavoro si muove su uno scenario

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Tempo di lettura: 5 minuti Marco Zamboni 1 Chi sono e cos è questo Report Mi presento, mi chiamo Marco Zamboni e sono un imprenditore di Verona, nel mio lavoro principale

Dettagli

Un altro anno di crescita per Media Vending

Un altro anno di crescita per Media Vending edia Vending Un altro anno di crescita per edia Vending e i t e n d i v R l I e r c a t o d d e l V e n d i n g edia Vending è una dinamica rivendita che da alcuni anni opera con successo nella Provincia

Dettagli

10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi. Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti

10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi. Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti 10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti Nel 2013 hanno chiuso in Italia oltre 50.000 aziende, con un aumento di oltre

Dettagli

"L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia"

L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia "L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia" Sintesi per la stampa Ricerca promossa da Microsoft e Confcommercio realizzata da NetConsulting Roma, 18 Marzo 2003 Aziende

Dettagli

SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA

SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA Bologna Aprile 2009 L IMPORTANZA DEL MOMENTO In un mercato denso di criticità e nel medesimo tempo di opportunità, l investimento sulle

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 3 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web MISURAZIONE ED OBIETTIVI INDEX 3 7 13 Strumenti di controllo e analisi Perché faccio un sito web? Definisci

Dettagli

Il welfare sussidiario: un vantaggio per aziende e dipendenti

Il welfare sussidiario: un vantaggio per aziende e dipendenti Il welfare sussidiario: un vantaggio per aziende e dipendenti Francesca Rizzi, Roberta Marracino, Laura Toia - McKinsey & Company In un contesto in cui i vincoli di finanza pubblica rappresentano una limitazione

Dettagli

LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE NEGLI ENTI LOCALI

LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE NEGLI ENTI LOCALI LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE NEGLI ENTI LOCALI Premesse e riferimenti normativi La valutazione del personale, che costituisce un processo centrale nell ambito del management pubblico, ha registrato negli

Dettagli

LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA

LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA vision guide line 6 LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA QUANDO SI PARLA DI UN MERCATO COMPLESSO COME QUELLO DELL EDILIZIA E SI DEVE SCEGLIERE UN PARTNER CON CUI CONDIVIDERE L ATTIVITÀ SUL MERCATO, È MOLTO

Dettagli

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO SO Office Solutions Con la Office Solutions da oggi. La realizzazione di qualsiasi progetto parte da un attenta analisi svolta con il Cliente per studiare insieme le esigenze al fine di individuare le

Dettagli

Formazione, consulenza, ricerca e comunicazione. In testa.

Formazione, consulenza, ricerca e comunicazione. In testa. Formazione, consulenza, ricerca e comunicazione. In testa. Formazione, consulenza, ricerca e comunicazione Operiamo a sostegno delle piccole e medie imprese, degli enti pubblici e delle associazioni nella

Dettagli

Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011

Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011 Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011 Indirizzo di saluto del Comandante Generale Porgo il mio saluto cordiale a tutti i delegati della Rappresentanza qui convenuti. Gli incontri

Dettagli

Nordea risparmia 3,5 milioni di euro grazie a una migliore gestione del proprio portafoglio applicativo

Nordea risparmia 3,5 milioni di euro grazie a una migliore gestione del proprio portafoglio applicativo CUSTOMER SUCCESS STORY Nordea risparmia 3,5 milioni di euro grazie a una migliore gestione del proprio portafoglio applicativo CUSTOMER PROFILE Settore: servizi finanziari Azienda: Nordea Bank Dipendenti:

Dettagli

Verona Innovazione 19/06/2015. Giovani e Imprese Valorizziamo i saperi. Chiara Remundos Responsabile Servizio Orientamento Verona Innovazione CCIAA Vr

Verona Innovazione 19/06/2015. Giovani e Imprese Valorizziamo i saperi. Chiara Remundos Responsabile Servizio Orientamento Verona Innovazione CCIAA Vr Verona Innovazione Chiara Remundos Responsabile Servizio Orientamento Verona Innovazione CCIAA Vr 19/06/2015 Giovani e Imprese Valorizziamo i saperi La parola ai nostri protagonisti Diario descrittivo

Dettagli

HR E LE SFIDE DEL FUTURO

HR E LE SFIDE DEL FUTURO HR E LE SFIDE DEL FUTURO 03/11/2014 HR e le sfide del futuro g.facco nov.2014 1 HR cambia velocemente: i principali fattori della mutazione il ruolo della Direzione HR sta mutando : è tra le funzioni aziendali

Dettagli

Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo.

Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo. Il vuoto Una tazza di tè Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo. Il maestro servì il tè. Colmò la tazza del suo

Dettagli

Vivere il Sogno. Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito

Vivere il Sogno. Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito Vivere il Sogno Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito VIVERE IL SOGNO!!! 4 semplici passi per la TUA indipendenza finanziaria (Vision Personal Marketing)

Dettagli