Lucio Sciacca I catanesi com erano. Vito Cavallotto Editore Anno 1975 Pagine 274 Formato cm. 17 x 24,5 Prezzo lire ,74.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lucio Sciacca I catanesi com erano. Vito Cavallotto Editore Anno 1975 Pagine 274 Formato cm. 17 x 24,5 Prezzo lire 15.000-7,74."

Transcript

1 Lucio Sciacca I catanesi com erano Vito Cavallotto Editore Anno 1975 Pagine 274 Formato cm. 17 x 24,5 Prezzo lire ,74 Realizzare un opera pubblica a Catania, realizzarla senza intralci e in tempi brevi, è stata sempre cosa ardua, se non addirittura impossibile. E ciò non tanto per le obiettive difficoltà di carattere tecnico e finanziario che spesso comporta la realizzazione di un opera pubblica, quanto per le pervicaci interferenze dei privati, ciascuno dei quali ha sempre creduto di saperne, in tema di opere pubbliche, molto più degli altri I Cristadoro Il 18 marzo 1891 morì Benedetto Cristadoro. In quell' occasione l unico suo figlio, Antonino, scrisse fra l altro: "La vigilia del Patriarca San Giuseppe, munito dai Sacramenti, è volato al Cielo, alt' età di 79 anni, Benedetto Cristadoro, ottimo padre di famiglia, esperto nelle materie di giurisprudenza, onesto nell' esercizio della avvocheria, solerte, zelante, disinteressato, non badò mai al proprio tornaconto. Scrittore assiduo e paziente della cronistoria cittadina dal 1820 al 1880, cattolico apostolico romano, aspirante al trionfo della Chiesa, legittimista per principj, scevro di rispetto umano, non venne mai a transazione, e dai tempi che corrono venne chiamato borbonico-clericale..." (1). Se invece del figlio, fosse stato un altro a commentare quello evento, un cronista - poniamo - dal temperamento simile a quello del defunto, probabilmente avrebbe scritto così : - Ieri 18 marzo, all' età di 79 anni, con molto ritardo sul previsto e con gran sollievo dei catanesi, è sprofondato all' Inferno quella gran malalingua di Benedetto Cristadoro, esperto nell' arte maliziosa di ficcare il naso negli altrui affari. Fu borbonico, clericale, fazioso e testardo. Di sgradevole aspetto e a tutti inviso, lasciò un figlio natogli dalla tresca con donna Rosa Nlangialardo (2). Negli ultimi anni della

2 sua vita, si arricchì praticando l usura. Scrisse una sorta di diario, scialbo e sgrammaticato, nel quale ebbe cura di annotare le vicende catanesi piú meschine e scandalose di questi ultimi sessant' anni. Vestiva come. un pezzente e, d' estate, gli sudavano i piedi Il lettore vorrà scusare il modo d' introdurre il discorso sui Cristadoro. E' un modo come un altro per sottolineare che, di solito, la verità ha due (o piú) facce e si presta ad esser vista in maniera diversa, a seconda dell' angolazione da cui si guarda, come può riscontrarsi anche nei fatti che andremo esponendo. Vediamo di che si tratta. Si tratta di frugare nell' operato di tre uomini che tutta la vita spesero frugando nei fatti altrui. E poiché questa loro attività provocò il risentimento dei contemporanei e non venne apprezzata nemmeno dai posteri, è da chiedersi: - Ma furono davvero così esiziali agli interessi dei catanesi codesti Cristadoro? Ovvero, avendo pestato i piedi di molti, divennero l oggetto d'una reazione sproporzionata? E' ciò che tenteremo di scoprire. Il primo a sentir la vocazione del cronista è Antonino Cristadoro, nel 1807 (3). Da buon ecclesiastico egli annota, per trent' anni di seguito, fatti quasi esclusivamente religiosi. Poi entra in scena Benedetto, figlio di un suo fratello, il quale continuerà l opera dello zio fino al 1880, estendendola agli altri avvenimenti della città. Terzo e ultimo cronista, il figlio di costui, Antonino. In parte rielaborando il lavoro del padre, egli si assume l onere delle quotidiane annotazioni fino a tutto il Complessivamente si ebbero 28 volumi manoscritti (4) che riguardano fatti, avvenimenti, personaggi dell' Ottocento catanese. Piú spesso riguardano persone e fatterelli di poco conto, inquadrati sullo sfondo deprimente del pettegolezzo, o si riferiscono a gentucola che vive e si muove in un ambiente primitivo e depresso, o frugano nei panni sporchi della nobiltà e del clero, o descrivono, con stucchevole monotonia, funzioni religiose, parate militari e funerali, o si occupano del tempo che fa, o dei prezzi dei generi alimentari. Così per 365 giorni l anno, per molti anni di seguito: una faticaccia per chi queste pagine scrisse e, piú ancora, per chi le ha lette o dovrà leggerle. Con i suoi limiti e i suoi difetti, con le lacune che vi si riscontrano, l assenza di analisi introspettiva, l epidermica annotazione di taluni fatti importanti, la prolissa descrizione di altri insignificanti, la miope, talora faziosa interpretazione di vicende storiche e politiche, la scialba narrazione delle solite cose ripetute sempre allo stesso modo, con tutto questo e malgrado questo, la Cronaca dei Cristadoro (soprattutto quella degli ultimi due) resta pur sempre un documento che non può essere ignorato dallo studioso di storia patria.

3 Certo, i Cristadoro non ebbero né la cultura, né l acume, né le risorse intellettuali dello storico. Certo, mancò loro la visione unitaria degli avvenimenti politici che in quel tempo maturavano fuori Catania e che a Catania, presto o tardi, erano destinati a riflettersi; soprattutto difettarono della obiettività, requisito essenziale in uno storico degno di questo nome. Ala come potevano essere i Cristadoro degli storici se si occuparono di cronaca? Come pretendere di trovarli obiettivi se essi stessi furono spettatori e talvolta protagonisti degli eventi che annotarono? Furono cronisti e nient' altro; "cronisti in proprio" (5) se si vuole, disadorni e superficiali, questo sì ; prevenuti, maldicenti, privi di slanci, questo pure. Certamente, anche da cronisti potevano far di meglio. Ala di meglio non seppero fare, e dobbiamo accontentarci di ciò che abbiamo trovato. "Chi per avventura avesse letto dei brani di qualche altra cronaca cittadina, quella, ad esempio, del marchese di Villabianca, concernente i fatti della Palermo della fine del secolo XVIII, tutta spumeggiante di annotazioni mondane e frivole, ma con illuminanti aperture nei riguardi della vita spirituale e letteraria palermitana, e volesse raffrontarla con la cronaca dei Cristadoro, rimarrebbe deluso..." (6). Le pagine dei Cristadoro restano tuttavia una fonte insostituibile d' informazione, un "prezioso magazzino di dati e di fatti compiuti nella città nostra", utili sempre a chi potrà avere interesse di conoscere usi, costumi e avvenimenti passati. A noi soprattutto preme focalizzare l aspetto umano di questi pettegoli redattori della cronaca locale che, in virtú della loro opera, si guadagnarono un posto (scomodo) nella galleria dei personaggi catanesi del secolo scorso. E poiché il piú rappresentativo della terna ci sembra Benedetto, è su questi che preferiamo orientare la nostra breve indagine. Chi fu, in effetti, Benedetto Cristadoro? Egli si autodefinì possidente e avvocato. Suo figlio Antonino lo disse "vice-decano del Foro catanese, esperto nella materia di giurisprudenza, onesto nell' esercizio dell' avvocheria". lnla non si rinvengono appoggi concreti che certifichino questa presunta attività di avvocato. Una rendita, forse modesta, dovette pur averla, se potè permettersi di tendere spesso l orecchio ai si dice che circolavano in città, o di mettersi quotidianamente in giro per constatare di persona ciò che andava accadendo, o di partecipare alle numerose cerimonie religiose, alle parate civili e militari e ad altre feste che deliziarono i catanesi di quel tempo. Di una rendita dovette disporre se, dopo la raccolta delle notizie, il volontario cronista poteva rinserrarsi tra le pareti di casa e completare il suo lavoro. E' lecito, dunque, pensare che la sua unica professione fosse quella del

4 ficcanaso. Un ficcanaso molesto e pericoloso, tenutó conto del brutto carattere e del viziacelo che aveva di segnare tutto sul taccuino, comprese le cose che era meglio dimenticare. La gente questo lo sapeva. E perciò don Benedetto era temuto e odiato <la tutti, nobili e popolani, civili e religiosi, potenti e miseri, perché tutti erano già capitati sotto gli strali della sua penna o erano candidati a esserlo. Non risparmiò nessuno, nessuno guardò in faccia, nemmeno quelli che avrebbero dovuto essergli, socialmente e politicamente, piú vicini. Borbonico arrabbiato, mantenne il ruolo del lealista ad oltranza anche dopo il 1860; clericale convinto, si scagliò sovente contro il clero; bisognoso dei favori del Municipio, non perse occasione per dare addosso a quelli che lo amministravano. Insomma, don Benedetto fu un uomo dannoso, un rompiscatole di professione, ma non fu né vigliacco né ricattatore. In mezzo a tanti difetti, il ruolo del non-conformista gli si deve pur riconoscere; come pure che nessun vantaggio egli ricavò dalla sua ingrata fatica. Al contrario, né lui né suo figlio riuscirono mai a collocare i loro manoscritti, la cui conservazione può apparire oggi del tutto casuale, se non addirittura miracolosa (7). A Catania nessuno volle sentirne di codeste famigerate carte, e men che mai al Municipio. La Cronaca dei Cristadoro? Dio ne scampi? Nemmeno regalata la volevano. Lo stesso don Benedetto ne prende amaramente nota il 31 dicembre del 1880 e, da quel giorno, decide di riporre la penna per sempre. La trattativa - se così si può dire - continua negli anni successivi ad iniziativa del figlio che ha interesse di cedere l opera completa (dello zio, del padre e sua). " Si istituisca un ufficio di cronaca alle dipendenze del Comune sotto la mia direzione, o mi si assegni il posto di bibliotecario, ed io farò donazione dell' opera" scrive il Cristadoro junior ai maggiorenti del Alunicipio. Ma è un parlare ai sordi: non gli danno retta. L' interessato minaccia allora di trasferire i manoscritti fuori Catania e, a tal fine, si rivolge alla Società di Storia Patria di Palermo, non trascurando di far conoscere "ai catanesi invidiosi che tempo verrà in cui cercheranno notizie intorno alla loro patria, c le ritroveranno in paesi altrui per colpa di un Municipio sconoscente che si fece vincere dalla sciocchezza dei tempi..." (8). Intanto egli continua il suo lavoro e spera Glie Catania, prima di Palermo, gli renda giustizia acquistando I' opera, conferendogli il posto di cui abbisogna e magari riabilitando il nome del vecchio genitore. Gli anni passano, e Catania persiste nel rifiuto dell' offerta, né da Palermo giungono migliori notizie.

5 Alla fine (9) - risentito, amareggiato, deluso - I' ultimo dei Cristadoro ripone definitivamente la penna e su quelle carte si stende il velo dell' oblio. Questa, in succinto, la storia della Cronaca dei Cristadoro. Ma noi riteniamo di dover tornare a don Benedetto di cui restano altre cose da dire. r per meglio delinearne la statura ci serviremo di alcune annotazioni ambientate nel periodo cruciale dell' Unificazione, allorché piú difficile divenne la posizione dello spietato cronista nel contesto della società catanese. L'unità d' Italia? Per il Cristadoro è un' insulsa espressione, vuota di significato storico politico geografico e sociale. Non solo, è anche un modo provocatorio di cui si servono taluni "italiani" per rubare la pace e i quattrini ai siciliani. Il nuovo Governo altro non è che la sovversione del passato regime, unico e solo regime che egli, Benedetto Cristadoro, ammette e riconosce davanti a Dio e davanti a se stesso. La libertà? Una parolaccia che lo fa imbestialire. Guardate cosa ci ha regalato il nuovo Governo in nome della libertà! - scrive l indignato cronista -. La leva militare che prima non c' era, nuove tasse, un numero stragrande di "spatajoli", il brigantaggio, il rincaro del pane e della pasta, il caos: un castigo di Dio. Il galantuomo non è piú sicuro nella sua città o dentro la sua casa, l ateismo trionfa, il Papa corre il rischio di perdere il potere temporale, i conventi "saranno quanto prima assaltati e spogliati". Lui stesso... Sì, un bel giorno era corsa voce a Catania che il Cristadoro fosse stato arrestato e avviato alla "vicaria", perché coinvolto in una congiura contro lo Stato. Ma era maldicenza anche questa. I preti? Tralignati anch'essi. Oggi, certi preti "si meritano il cappio attorno al collo". Sentite di che cosa son capaci. Il 4 febbraio 1861, "all' uscire della Santa, il canonico don Carmine Chiarenza fece sulla bara la predica solita a farsi, ma tutta liberale. Disse che Sant' Agata ci aveva liberato da tutti i mali e da tutti i flagelli, ed anco volea una l Italia, liberata avendoci dai Borboni: dispiacque a tutti". Soprattutto, a don Benedetto. Il quale annota di seguito che "il pane è aumentato un grano al rotolo, la pasta ugualmente, quantunque il ricolto sia stato buono... Non parliamo poi dei frutti: i citroli a grana quattro per ciascheduno, mentre negli anni passati in questo mese si vendevano per molto meno... la tonnina a grani diciotto a rotolo, mentre lo scorso anno era a grani dieci ed anco a otto". E si chiede, nauseato; come possano "questi schifosi catanesi" applaudire Re Vittorio e Garibaldi, mentre stanno affogando nella miseria e nel disordine. Rispetto agli anni andati, tutto è peggiorato. Anche il carnevale.

6 "12 febbario Maschere indecenti, quest' anno. Dai confetti di gesso... s'è passato ai finocchi, ai limoni, alle cipolle, cose schifose mai vedute, a segno che ai quattro Cantoni non si poteva affatto passare... ma essendo tempo di libertà si credeva tutto lecito". Peppa la Cannoniera è una figura che non riesce a mandar giú. Ecco come ne parla, in data 16 marzo dello stesso anno. "...E' chiamata l eroina di Sicilia...ma era un vitupero come andava vestita, con scozzettone rosso in testa, calzoni e braca celeste ed un gran giubbotto, in parata poi con cappello alla Cavour, col pennacchio e lo schioppo. O Dio!". E, naturalmente, non può soffrire i ladri dei quali sembra accorgersi soltanto ora. "...I furti che si commettono di questi tempi sono in gran numero, non solo di sera che non si può camminare ma anco di giorno. Ieri, fuori Porta Ferdinanda passeggiava il reggente Mancini di S. Francesco con un chierico. S' avvicina un uomo, gli punta il coltello sul petto: Non fate voci, datemi ciò che avete. Bisognò dargli il chierico tarì 3, il reggente 3 piastre, e poi quegli gli disse: Camminate senza voltarvi! E' questo il frutto della libertà" (10). Piú dei ladri, non può soffrire chi - laico o religioso - osi contestare il potere temporale del Papa. "All' Ogninella panegirico del carmelitano padre Carmine Chiarenza. Si noti che il Crocifisso sull' altare, mentre benedicevasi la bandiera, saltò dal piedistallo e cadde, alle voci di Chiarenza che disse, benedicendo la bandiera: Signor Generale Carini, abbasso Pio IX pel temporale! A queste parole, chi le intese dei circostanti si indegnarono molto e il Diacono e Suddiacono gli tirarono al Chiarenza la cappa per non fargli vomitare altre sconcezze" (11). II livore contro il nuovo Governo lo porta a schierarsi con le madri che piangono i figli chiamati alle armi. Non lo dice apertamente ma, sotto sotto, è solidale coi renitenti alla leva. Anzi, il 18 ottobre 1861, per non saper tenere la lingua a freno, rischia d' esser malmenato. Quel giorno, terminata la solita operazione del sorteggio per il servizio di leva, "nel camerone del Municipio pieno di gente angustiata, si presentò al patrizio, Francesco Marletta ed altri puochi giovani avventali, i quali gli dissero che, terminate le operazioni, doveasi festeggiare per la città con la banda. Il patrizio si colse nelle spalle senza dar risposta, intanto si sentiva male da quelli che erano angustiati. Io, che trovavami presente, dissi che non conveniva... ma il piú ostinato era Santo Bandieramonte, figlio del ceraio don Domenico... molto liberale assai, di quelli che non ragiona. Io soggiunsi: Schifosi catanesi che quando passa la banda non chiudono le porte e balconi! A questo dire intesi mormorio contro il mio detto. Molti giovinastri s' erano avvicinati e mi guardavano con occhio bieco... a segno ch'io bisognai allontanarmi". I guai che gli procura il nuovo status politico e sociale, non lo distolgono dal mettere il naso dove capiti e di dare la stura alla consueta maldicenza.

7 "A Sant' Orsola esequie di donna Teresa P. figlia di don Antonino a cui i creditori espropriarono tutto. Intanto avea in casa un prete di lui lontano parente... Si dice che vivea in tresca illecita colla moglie del P. e che le tre figlie femine di costui erano del prete. F, in verità, molto a lui somigliano...". Il "si dice" dell' episodio or ora ricordato rafforza il peso dei "lo so io" spesso ricorrenti in altre pagine. "...Don Giacomo Di B. che amministrava l'annona, s'è già ritirato. In verità era buono, ma facea qualche abuso... e i suoi nipoti e un altro fratello facevano man bassa coi venditori e specialmente coi panettieri e pastaj. Si fecero molto ricchi. Lo so io." Altrettanto spietato si mostra coi nobili le cui vicende piú intime e scabrose mette allo scoperto con sfacciato compiacimento. "...lessa alle strette dal marito, la marchesina C. confessò il suo fallo: Benedetto, ti ho tradito. Uccidimi! Il marito prende il pugnale... ma rientra in sè e non la uccide. Non avea ragione forse a tradirlo? II marchese, uomo debosciato assai, con concubine in tutti i luoghi della città e figli naturali, uno fra gli altri che questua l elemosina. 0 che vituperio!..." Così di seguito, fino all' epilogo, per mesi ed anni, con esplicita, determinata, puntuale indicazione di nomi e cognomi che noi abbiamo ritenuto di dover lasciare nel manoscritto. *'Quel ridicolo del marchese di..., a cui si son dati gli alti poteri, come potrà amministrare il Comune se non ha saputo amministrare la sua casa? Ma questi sono i tempi: i bricconi sciupano le sostanze comunali, rubando a man bassa, e i buoni tacciono" (12). Ci viene il sospetto che, tutto sommato, don Benedetto Cristadoro pretendesse di figurare fra i buoni che tacciono.

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

Presentazione Prologo all edizione francese

Presentazione Prologo all edizione francese INDICE Presentazione Prologo all edizione francese IX XVIII PARTE PRIMA CAPITOLO I Finché portiamo noi stessi, non portiamo nulla che possa valere 3 CAPITOLO II Non dobbiamo turbarci di fronte ai nostri

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Dal lato della strada

Dal lato della strada Dal lato della strada Quando ero piccolo, e andavo a scuola insieme a mio fratello, mia madre mi diceva di tenerlo per mano, e questo mi sembrava giusto e anche responsabile. Quello che non capivo è perché

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

Adamo conobbe Eva, sua moglie, la quale concepì e partorì Caino, e disse: «Ho acquistato un uomo con l'aiuto del SIGNO-

Adamo conobbe Eva, sua moglie, la quale concepì e partorì Caino, e disse: «Ho acquistato un uomo con l'aiuto del SIGNO- DOV'È TUO FRATELLO? Adamo conobbe Eva, sua moglie, la quale concepì e partorì Caino, e disse: «Ho acquistato un uomo con l'aiuto del SIGNO- RE». Poi partorì ancora Abele, fratello di lui. Abele fu pastore

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

L'intuizione e la sua difficile realizzazione

L'intuizione e la sua difficile realizzazione P. Maranesi - Facere misericordiam FRANCESCO, I LEBBROSI E I SUOI FRATI: L'intuizione e la sua difficile realizzazione FRANCESCO CI PARLA DELLA SUA CONVERSIONE Il Testamento di Francesco potrebbe essere

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

e degno di ogni lode, tremendo sugli dei. Do Sol La Tutti gli dei delle nazioni sono un niente e vanità,

e degno di ogni lode, tremendo sugli dei. Do Sol La Tutti gli dei delle nazioni sono un niente e vanità, CANTATE AL SIGNORE (Sal 96) Fa Cantate al Signore un canto nuovo, cantate al Signore da tutta la terra. Fa Benedite il suo nome perché è buono, annunziate ogni giorno la sua salvezza. Si- Narrate la sua

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO I frati non predichino nella diocesi di alcun vescovo qualora dallo stesso vescovo sia stato loro proibito. E nessun frate osi

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

2. Fabula e intreccio

2. Fabula e intreccio 2. Fabula e intreccio Abbiamo detto che un testo narrativo racconta una storia. Ora dobbiamo però precisare, all interno della storia, ciò che viene narrato e il modo in cui viene narrato. Bisogna infatti

Dettagli

"In ogni cosa rendete grazie, perché questa è la volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi" (I Tessalonicesi 5:18)

In ogni cosa rendete grazie, perché questa è la volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi (I Tessalonicesi 5:18) "In ogni cosa rendete grazie, perché questa è la volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi" (I Tessalonicesi 5:18) Rendere grazie a Dio, sempre, in ogni circostanza, in qualsiasi momento, in qualunque

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera (Legge sulla cittadinanza, LCit) 1 141.0 del 29 settembre 1952 (Stato 1 gennaio 2013) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera,

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

DECRETO Inter mirifica SUGLI STRUMENTI DI COMUNICAZIONE SOCIALE INTRODUZIONE

DECRETO Inter mirifica SUGLI STRUMENTI DI COMUNICAZIONE SOCIALE INTRODUZIONE Significato dei termini DECRETO Inter mirifica SUGLI STRUMENTI DI COMUNICAZIONE SOCIALE INTRODUZIONE 1. Tra le meravigliose invenzioni tecniche che, soprattutto nel nostro tempo, l ingegno umano è riuscito,

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

IV domenica di Quaresima - Anno A 2014

IV domenica di Quaresima - Anno A 2014 IV domenica di Quaresima - Anno A 2014 Dal Vangelo secondo Giovanni 9, 1.6-9.13-17.34-38 In quel tempo, Gesù passando vide un uomo cieco dalla nascita. Sputò per terra, fece del fango con la saliva, spalmò

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio OSSIGENO Osservatorio Fnsi-Ordine Giornalisti su I CRONISTI SOTTO SCORTA E LE NOTIZIE OSCURATE Perché un ennesimo osservatorio Alberto Spampinato* Il caso dei cronisti italiani minacciati, costretti a

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli

Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione.

Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione. Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione. Eugenio e Chiara Guggi (tramite le parole di Benedetto XVI) Il laico dev essere

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 PIANO DI IO CI SARÒ LIA LEVI LETTURA dai 9 anni Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE Lia Levi è oggi una delle più affermate

Dettagli

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi Capitolo primo 1. Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie. Lo so che questo una volta ti piaceva e adesso, all improvviso, ti dà fastidio. Lo so che fai finta che non

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO Annuncio della Pasqua (forma orientale) EIS TO AGHION PASCHA COMUNITÀ MONASTICA DI BOSE, Preghiera dei Giorni, pp.268-270 È la Pasqua la Pasqua del Signore, gridò lo

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 30 Titolo: Presunte avventure di Lucrezia e Cesare Dimensioni: 50 cm x 35 cm Costo: 2625 euro Tavola

Dettagli

N on discuterò qui l idea di Patria in sé. Non mi piacciono queste

N on discuterò qui l idea di Patria in sé. Non mi piacciono queste L obbedienza non è più una virtù di Lorenzo Milani lavorare per la pace leggere scrivere TESTO INFORMATIVO- ESPOSITIVO livello di difficoltà Lorenzo Milani (Firenze, 1923-1967) Sacerdote ed educatore,

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

TESTO PROVVISORIO ESC

TESTO PROVVISORIO ESC Convegno Internazionale San Josemaría e il pensiero teologico Roma, 14-15-16 novembre 2013 TRA CARISMA E DIRITTO: LA VITA DI UN SANTO Prof. Gaetano Lo Castro 1. Non legislatore: san Josemaría non apparteneva

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

Confessione-Assoluzione censure-decreto 2000

Confessione-Assoluzione censure-decreto 2000 Confessione-Assoluzione censure-decreto 2000 Facoltà di assolvere da tutte le censure non riservate e non dichiarate L.V.D. XCI (2000) pp. 127-131 per tutto l anno Santo L anno giubilare in corso ha come

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA Confesso tutta la mia difficoltà a presentarvi questo brano che ho pregato tante volte. La paura è quella di essere troppo scontata oppure di dare troppe cose per sapute.

Dettagli

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là,

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, Un uomo che dorme Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, dove la memoria identifica senza sforzo

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

Alcol: ma quanto ce n'è in quello che bevo?

Alcol: ma quanto ce n'è in quello che bevo? www.iss.it/stra ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ DIPARTIMENTO AMBIENTE E CONNESSA PREVENZIONE PRIMARIA REPARTO AMBIENTE E TRAUMI OSSERVATORIO NAZIONALE AMBIENTE E TRAUMI (ONAT) Franco Taggi Alcol: ma quanto

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

L ALFABETO DELLA LEGALITA

L ALFABETO DELLA LEGALITA L alfabeto, che sta alla base dell acquisizione di ogni lingua, diventa, in questo nostro giornalino, il punto di partenza per la conoscenza di quei valori fondamentali che è indispensabile interiorizzare

Dettagli

Il Giovane Ricco - Luca 18:18-27

Il Giovane Ricco - Luca 18:18-27 Il Giovane Ricco - Luca 18:18-27 filemame: 42-18-18.evang.odt 3636 parole di Marco defelice, RO, mercoledì, 6 giugno, 2007 -- cmd -- La Bibbia è la Parola di Dio. È più attuale di quanto lo sia il giornale

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen PREGHIERE DEL MATTINO Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Ti adoro Ti adoro, mio Dio e ti amo con tutto il cuore. Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e conservato in questa

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Il Signore è risorto! È veramente risorto! Alleluia.

Il Signore è risorto! È veramente risorto! Alleluia. Il Signore è risorto! È veramente risorto! Alleluia. 5 aprile 2015 DOMENICA DI PASQUA RISURREZIONE DEL SIGNORE L annuncio pasquale risuona oggi nella Chiesa: Cristo è risorto, egli vive al di là della

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

Novena del lavoro. 4a San Josemaría Escrivá

Novena del lavoro. 4a San Josemaría Escrivá Novena del lavoro 4a San Josemaría Escrivá Preghiera a San Josemaría San Josemaría Escrivá Fondatore dell'opus Dei PREGHIERA Oh Dio, che per mediazione di Maria Santissima concedesti a San Josemaría, sacerdote,

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

1. una fede da far crescere nei vostri figli

1. una fede da far crescere nei vostri figli Chiediamo il Battesimo di nostro figlio 3.a tappa: dopo il Battesimo 1. una fede da far crescere nei vostri figli Parrocchia di S. Ambrogio - Via G. Di Vittorio, 23 - Mignanego (GE) Come far crescere

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante. Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac

Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante. Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac 2 Titolo: Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante Autrice: Marie Sexton, www.mariesexton.net Traduzione: Amneris

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli