SPECIALE CONVEGNO BARI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SPECIALE CONVEGNO BARI"

Transcript

1 SPECIALE CONVEGNO BARI Direttori del Personale: gestione del cambiamento e responsabilità a cura di Valentina Orlandi L appuntamento Risorse Umane e non Umane tenutosi a Bari lo scorso 25 marzo ha visto 259 iscritti e 152 presenti. Le quattro tavole rotonde hanno sottolineato la responsabilità dei Direttori del Personale nella guida e nel governo delle aziende. In veste di business partner e di attenti osservatori del territorio in cui operano, infatti, i responsabili Risorse Umane hanno il compito di prendersi cura di sé e dei proprio collaboratori, con responsabilità e coerenza. E la remunerazione, non solo prettamente economica, ricopre un aspetto motivazionale di grande importanza. Tutto confluisce nell immagine dell azienda come costruzione comune: un percorso possibile e concreto, come raccontano i relatori presenti al convegno. Vi aspettiamo a Bologna il prossimo 6 maggio. Il ruolo centrale dei Direttori del Personale La prima tavola rotonda verte sul tema della guida. Hanno partecipato come relatori Nicola Bruno Ardito, Presidente Aidp del Gruppo Puglia e Responsabile del personale dell Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato di Foggia; Mario Cappelli, Direttore Risorse Umane e Organizzazione di Inaz; Valeria Iorio, Responsabile Risorse Umane dello Stabilimento Di Bari Om Carrelli Elevatori; Maurilio Scialpi, Responsabile Risorse Umane di Salver. In che modo i direttori del personale possono rappresentare realmente la guida delle aziende? Esordisce Nicola Bruno Ardito, sottolineando l importanza strategica dei direttori Risorse Umane. Chi non ha esperienza nell ambito della gestione delle persone dichiara non può guidare il cambiamento. Il sistema di competenze, infatti, non può essere improvvisato. È un compito che spetta ai direttori del personale. Che non sempre, purtroppo, si mostrano business partner. Il nostro è un ruolo centrale in tutte le aziende e rappresentiamo l unica guida realmente indispensabile. Valeria Iorio il raggiungimento della pensione. Ci siamo posti, in un certo senso, come consulenti, lavorando da un lato con i capi spesso resistenti nel rinunciare alle proprie risorse e dall altro con le persone chiamate ad andare in mobilità mostrando loro tutti i vantaggi di questa opportunità. In meno di tre mesi dall inizio della mobilità avevano aderito quasi la totalità delle risorse previste nel piano aziendale. Abbiamo guidato questo processo senza compromettere il clima all interno dell azienda trattenendo le risorse chiave, favorendo la crescita Valeria Iorio racconta la sua esperienza soffermandosi sul tema del convegno: L azienda come costruzione comune è un Nicola Bruno Ardito punto di partenza essenziale. Guidare le aziende durante lo sviluppo è importante, ma lo è ancora di più nei momenti difficili. In seguito alla crisi, i vertici dell azienda per cui lavoro hanno deciso di effettuare tagli considerevoli. La direzione Risorse Umane ha guidato la ristrutturazione. Li abbiamo convinti a conferirci una buona dose di autonomia, e abbiamo impostato una mobilità volontaria che favorisse nella maggior parte dei casi 24

2 interna e portando avanti un piano di formazione finanziata di oltre 3000 ore per operai e tecnici di produzione. Il ruolo delle Risorse Umane prosegue è di guidare questi processi con iniziativa e proattività, coniugando le esigenze dei vertici con quelle delle persone. Abbiamo una grande responsabilità. Maurilio Scialpi conferma il ruolo centrale delle Risorse Umane: Il supporto del Direttore del Personale è fondamentale. Deve guidare le figure produttive a qualsiasi livello. Per quella che è la mia esperienza, ritengo sia necessario essere sì radicati sul territorio, ma allo stesso tempo essere posizionati sul mercato globale. L azienda in cui opero da un paio di anni sta attraversando un profondo cambiamento. È presente nel settore aeronautico da ormai da quasi 40 anni con la costruzione di parti per aeromobili: fino a oggi bill to Maurilio Scialpi print, ovvero su progetto di proprietà del cliente: da oggi, con l acquisizione di primario cliente canadese, ci è stata assegnata anche la progettazione diretta delle parti di velivolo che andremo a realizzare. Questo nuovo contesto di mercato ci ha obbligati a uno sfidante cambio di mentalità e approccio rispetto al quale la Direzione Aziendale ci ha chiesto di guidare il cambiamento con forte azione di coaching rivolta alle diverse aree aziendali impattate. Di leadership parla Mario Cappelli: La conoscenza della missione dell organizzazione (perché esiste) e della visione (dove vuole andare) è fondamentale affinché le persone possano agire in autonomia e vitale per i manager per gestire il sempre crescente span of control. Questa è la funzione della leadership: fornire guida, indicare la direzione e trasmettere consapevolezza degli obiettivi. Mario Cappelli In questo contesto il ruolo del Direttore Risorse Umane è quello di stimolare la continua rivisitazione della La prima tavola rotonda missione e della visione e fornire strumenti e processi ai manager affinché svolgano il loro ruolo di leader. In sintesi, e per assurdo, il Direttore Risorse Umane dovrebbe essere sconosciuto alle persone di linea perché svolge il proprio ruolo di leader esclusivamente nei confronti del management aziendale. La gestione del cambiamento La seconda tavola rotonda è incentrata sul tema del governo: assumersi rischi, osare all interno dell azienda pur non ricoprendo necessariamente una posizione manageriale. Al dibattito hanno partecipato come relatori Gianfranco Dioguardi, Professore Ordinario di Economia e Organizzazione Aziendale della Facoltà di Ingegneria del Politecnico Di Bari; Marco Masella, Presidente della Scuola di Palo Alto; Anna Maria Mazzini, Marketing Manager di Infojobs.it e Giuseppe Mirizio, Consigliere Delegazione Bari di Federmanager. Dal contributo di Giuseppe Mirizio emerge l importanza di rendere vive le organizzazioni: I vertici manageriali devono trasmettere ai propri collaboratori un idea di partecipazione e coinvolgimento all interno delle realtà professionali. Riscontro poca cultura d azienda: è necessario incentivarla. Giuseppe Mirizio Bisogna rendere attive le organizzazioni. Le crisi aggiunge ci sono sempre state. È per questo che la formazione è un aspetto La seconda tavola rotonda 25

3 importante e il budget aziendale deve tenerne conto. Sulla crisi si sofferma Marco Masella: Le fluttuazioni economiche ci hanno portati, oggi, a vivere un periodo di forte incertezza. La parola che nell ultimo anno abbiamo letto su tutte le testate giornalistiche è crisi. Parola che spaventa per tutte le ripercussioni negative che comporta, ma che nella sua etimologia sottende il concetto di separazione. Da intendere come momento di cambiamento dello stato dell arte che non è più il migliore. I direttori Risorse Marco Masella Umane sono gli attori principali che guidano e gestiscono questo cambiamento. Prendere decisioni, specialmente ora, è un processo complesso, ma indispensabile per la sopravvivenza delle imprese. Servono dati oggettivi, serve l apertura verso stili di pensiero differenti, che non significa contrastanti, servono strumenti che semplifichino la gestione delle persone per capire chi non è al posto giusto. Una persona messa al posto sbagliato rende solo il 33%, mentre una persona che ricopre il ruolo giusto rende il 93% in più. Si ricollega a questo discorso anche Anna Maria Mazzini, che racconta la propria personale esperienza: La nostra è un azienda di una trentina di persone ma di crescita molto rapida, una internet company arrivata in Italia sei anni fa e diventata in poco tempo la principale realtà di riferi- La sala del convegno mento. Abbiamo Anna Maria Mazzini dovuto inventare e sperimentare ogni cosa, senza schemi consolidati. E questo anche nel governo interno dell azienda: il rischio è che in un azienda giovane le gerarchie e le procedure siano poco definite. È quindi necessario chiarire ruoli, compiti e obiettivi di ciascuno. La strada che abbiamo scelto è stato il coinvolgimento delle persone, che ha due anime: da un lato una comunicazione chiara, dall altro una leadership che consenta a ciascuno di realizzarsi professionalmente. Prendendo spunto da Filippo Brigante, economista di fine Settecento, Gianfranco Dioguardi paragona l economia alla navigazione: il fondamento del successo è rappresentato da una perizia che si acquisisce grazie a una continua esperienza. Voglio ricordare la lezione storica di Aristofane, che si sottopose a un lungo tirocinio prima di iniziare la propria esemplare Gianfranco Dioguardi attività di scrittore di teatro. È un aspetto su cui i direttori del personale dovrebbero riflettere. Ormai lo scenario in cui le imprese si trovano a operare è perennemente turbolento : il management e il direttore Risorse Umane devono essere coscienti di questo fatto e comprendere che è necessaria una formazione continua che addestri i colla- La terza tavola rotonda boratori a gestire le turbolenze. Il Direttore del Personale ha così l arduo compito di costruire un azienda che si manifesti alla stregua di una learning organization. Benessere, responsabilità e coerenza in azienda Nel corso della terza tavola rotonda si è parlato di cura, intesa come esserci e preoccuparsi di sé e delle proprie persone. Hanno preso parte al dibattito Pier Sergio Caltabiano, Presidente Nazionale di Aif e Direttore Generale di Ctc; Marina Lillo, Responsabile Risorse Uma- 26

4 Un momento del coffee break ne di Hub Project, Roberto Spinelli, Area Manager di Randstad Italia e Francesco Varanini, Direttore di Persone&Conoscenze e Membro Del Comitato Scientifico di Sviluppo&Organizzazione. Ha esordito Francesco Varanini, chiedendo come ci si prenda cura di chi entra in azienda e raccontando la sua personale esperienza: Per diversi motivi legate ad aspettativa sindacale, ho trascorso un periodo nel quale, pur trovandomi all interno di un azienda, non potevo tornare a ricoprire il mio Francesco Varanini ruolo all interno della direzione del personale. Ho trascorso quasi un anno a casa ma mi sentivo comunque appartenente all azienda e ho cercato di ritrovare, al suo interno, un mio posto. Per questo ritengo che sia importante sentirsi dentro un ruolo. Riguarda il prendersi cura di sé e il sentirsi appartenenti a un azienda. Non è semplice neppure trovarsi a rivestire il ruolo di direzione del personale. Per questo è importante trovare una via di mezzo tra il prendersi cura di sé e, al contempo, degli altri. I direttori Risorse Umane dovrebbero lavorare su di sé, aiutando gli altri a trovare un modo per sentirsi ed essere dentro l organizzazione. Roberto Spinelli si sofferma sul benessere, aspetto risultante dalla cura di sé e degli altri: Il lavoro è una Roberto Spinelli parte importante della realizzazione personale ma nel contesto lavorativo non si può prescindere dall organizzazione. Randstad è mossa da valori ben precisi: coerenza e responsabilità. Questi si traducono nello strutturare e perseguire progetti di medio-lungo periodo. Stiamo cercando di trasmettere ai nostri clienti i tre aspetti in cui decliniamo il benessere: il primo è quello aziendale. Un azienda che genera profitto è una garanzia per i lavoratori, i clienti e i fornitori. Non si può prescindere, inoltre, dal benessere individuale attraverso la cura delle esigenze personali (baby parking, formazione interna, piani di carriera). Il terzo aspetto riguarda il benessere sociale e questo si lega, ancora una volta, al concetto di responsabilità, anche ambientale (energy manager). Randstad è con certificazione etica e bilancio sociale, che si traducono in audit esterni e assoluta trasparenza nei confronti di clienti, fornitori e lavoratori. 28

5 L ascolto e l autonomia sono i concetti su cui si sofferma Marina Lillo: Chiediamo ai nostri collaboratori di misurarsi con realtà in continua evoluzione e di acquisire capacità di problem solving. Nella realizzazione dei nostri progetti la struttura e la composizione del team cambia; i responsabili di un settore si interfacciano con altri e per questo è necessario integrare persone diverse con saperi differenti e molteplici forma mentis. Abbiamo cercato di appianare i conflitti e potenziare modelli organizzativi che permettessero una migliore leadership o un migliore team working. Per riuscirci, ci siamo soffermati sull acquisizione di informazioni, favorendo la condivisione delle stesse grazie a una formazione ad hoc che permettesse di migliorare la comunicazione. Abbiamo favorito l ascolto dei bisogni e delle esigenze senza soffocare l autonomia e la creatività dei nostri collaboratori. Bisogna Pier Sergio Catalbiano Marina Lillo offrire sufficienti margini di spazio a chi lavora con noi, ricorrendo anche alla delega e conferendo maggiori responsabilità. Pier Sergio Caltabiano si sofferma sul concetto di altro : Chi si La sala del convegno occupa di Persone all interno delle organizzazioni deve avere ben presente il principio dell alterità, caro al filosofo francese Emmanuel Lévinas, ovvero deve porre attenzione all altro rispettando i suoi valori, le sue credenze, le sue convinzioni in un ottica di reciprocità e di coinvolgimento con la vision aziendale. Ogni persona ha una propria identità personal-professionale e vive in un azienda che, a sua volta, possiede e agisce una propria identità organizzativa. Prendersi cura di coloro che operano nel proprio contesto professionale vuol dire quindi anche motivare le Persone a coniugare il proprio sistema di credenze con i valori organizzativi, sia per il proprio benessere soggettivo sia per il miglioramento del clima nell impresa di appartenenza. Metamotivazione, responsabilità, libertà e congruenza sono le parole chiave per chi, occupandosi e avendo cura delle persone negli ambiti organizzativi, vuole generare valore, evoluzione e apprendimento. Nella consapevolezza che non possiamo agire congruentemente sugli altri se prima non abbiamo eticamente motivato noi stessi, attivando processi di coerenza comportamentale. Una cosa è vivere dentro un organizzazione, tutt altra cosa è sentirsi vivo e parte di essa. Remunerazione: una leva motivazionale Il tema della remunerazione è il filo conduttore della quarta tavola rotonda, a cui hanno preso parte Vito Altomare, Hr Director di Mer Mec; Nicola Lombardi, Presidente Aidp del Gruppo Basilicata; Vincenzo Marucci, Consigliere e Responsabile Delegazione Bari, Foggia, Lecce, Barletta di Federmanager Puglia e Maria Ronzulli, Responsabile Risorse Umane di Nardò 29

6 Technical Center - Prototipo Group. Maria Ronzulli esordisce con la definizione di remunerazione: Si tratta di una delle leve più importanti, e non mi riferisco solo all aspetto propriamente economico. La formazione e lo sviluppo sono aspetti altrettanto importanti per motivare le persone e rendere l azienda auto-sostenibile, in grado di poter auto-investire in se stessa. La remunerazione è senz altro una leva motivazionale. In Maria Ronzulli questo momento transitorio, in cui sono necessarie riflessioni approfondite, bisogna considerare anche la riqualificazione e la ristrutturazione delle aziende, elementi strettamente correlati alla motivazione stessa. Vito Altomare racconta la sua esperienza professionale in un azienda che negli ultimi anni ha visto una grande crescita: All interno di Mer Mec lavorano attualmente circa 500 dipendenti e il 75% è laureato in discipline tecniche. Per garantire continuità e innovazione è necessario far sentire tutti valorizzati e partecipi dell azienda. Sotto questo profilo, il Vito Altomare direttore Risorse Umane assume un ruolo centrale. Abbiamo lavorato sia sull aspetto retributivo che su altri elementi che contribuissero ad aumentare il livello attrattivo dell azienda e a mettere a riparo dai competitor le nostre risorse. Ad aumentare l appeal dell azienda contribuiscono anche i numerosi premi e riconoscimenti ricevuti e anche le diverse Un momento di confronto certificazioni conseguite. Realizziamo anche interventi relativi a retribuzione variabile, benefit, convenzioni di vario genere e formazione. Abbiamo strutturato un processo di valutazione delle performance che ci permette di effettuarne periodicamente il monitoraggio. A questo si lega l intervento di Vincenzo Marucci, che continua a parlare di meritocrazia: Non dovrebbero esserci aumenti economici di routine. Credo sia importante la retribuzione variabile, correlata alla singola performance. È necessario misurare il merito attraverso i criteri di professionalità, capacità e abilità di Nicola Lombardi La quarta tavola rotonda Vincenzo Marucci tradurre la mission aziendale nel proprio operato e impegno profuso in merito. La formazione rappresenta una componente essenziale nella logica di remunerazione. Purtroppo la partecipazione a momenti formativi è sempre bassa, non si dedica abbastanza tempo. L intervento di Nicola Lombardi, che racconta il suo percorso professionale, mette in luce l importanza dei valori: Credo fermamente che la professionalità e le conoscenze possano essere acquisite. I valori, invece, si possiedono o non si possiedono: non ci sono alternative. Dopo le mie numerose esperienze lavorative, ho deciso di fermarmi e dedicarmi all Aidp, che mi regala numerose gratificazioni. Sono stato l attivatore del gruppo Aidp in Calabria e ho promosso anche la nascita del gruppo in Basilicata. Ritengo che la remunerazione sia l aspetto più importante in un contratto di lavoro. 30

7 Le voci dei partecipanti Ho trovato molto interessante il tema del governo racconta Luigi Di Gioia, Responsabile Risorse Umane di Sintesi S.p.A., azienda del settore della meccatronica. Si tratta di un argomento molto vicino alle problematiche che riscontro all interno della mia realtà professionale. Siamo un organizzazione giovane, fondata nel 2004, la cui età media è di 30 anni. La nostra azienda, nata come Consorzio e oggi Società per Azioni, ha l obiettivo di creare sinergia tra il mondo della ricerca e il mondo industriale con lo scopo di aumentare la competitività delle imprese nel mercato globale. In breve tempo il nostro organico è cresciuto considerevolmente e, con l aumento di progetti e persone, si è manifestata la necessità di inquadrare il lavoro dei nostri dipendenti, spesso alla loro prima esperienza lavorativa. Abbiamo implementato una serie di regole e strumenti che potessero gestire il lavoro delle persone in maniera funzionale al raggiungimento degli obiettivi Luigi Di Gioia aziendali. A questo fine, nel mio primo anno in azienda, ho lavorato all implementazione di un performance management system in grado di creare una relazione le strategie dell azienda e il valore delle persone e per le persone. In questo momento difficile del mercato riteniamo prioritario ragionare e condividere gli obiettivi aziendali e l azienda come costruzione comune è il tema di fondo su cui stiamo lavorando. È la prima volta che partecipo a un vostro convegno e l ho trovato molto interessante dichiara Mariella Pappalepore, Responsabile Risorse Umane di Planetek Italia. Ho apprezzato gli interventi brevi che hanno offerto diversi spunti di riflessione. Credo sia facile immedesimarsi nelle esperienze che i relatori hanno condiviso. L etica e il modo migliore per affrontare la crisi sono argomenti importanti. Nella mia azienda siamo quasi in 50 e siamo cresciuti molto negli ultimi cinque anni. Non è sempre facile gestire l organico. In una dimensione molto piccola, la persona è al centro. In un contesto più allargato, non è semplice mantenere un contatto diretto con tutti, anche perché ognuno ha un proprio personale atteggiamento di cui bisogna tener conto. All interno dell organizzazione, tutti desiderano essere considerati. La cura è un tema che non bisogna sottovalutare. Anzi: c è sempre maggior bisogno di condivisione di informazioni. Il senso di appartenenza è molto importante. Mariella Pappalepore 31

8 È il secondo anno che partecipo ai vostri convegni spiega Luigi Adamuccio, Analista Professional Organizzazione della Banca Popolare Pugliese. Il tema dell azienda come costruzione comune è attualissimo. Anche se prediligo il termine organizzazione a quello di azienda : il primo pone maggiore enfasi sugli aspetti relazionali. Sono particolarmente sensibile ai temi della condivisione e del coinvolgimento delle persone. In considerazione di ciò, riscontro ancora una contrapposizione tra i vertici aziendali e la parte operativa dell azienda: i primi continuano a non trasmettere concetti fondamentali come la mission e i piani strategici, di rado condivisi. Di conseguenza, manca un quadro di insieme e il lavoro di ciascun collaboratore sembra parcellizzato, privo di un obiettivo comune. Bisogna trasmettere un senso di condivisione per far sì Luigi Adamuccio che l azienda venga sentita propria. Credo che non si possa, in funzione del territorio in cui si opera, fare a meno di una cultura aziendale forte, in grado di adattare l organizzazione all ambiente esterno e di dirigere le attività quotidiane dei dipendenti verso il raggiungimento di determinati obiettivi. Per fare questo occorre prestare molta attenzione al personale, considerando ogni impegno finanziario su questa risorsa come un investimento e non una spesa. Annamaria Malatesta Mi ha particolarmente interessato la parte del convegno volta a sottolineare il ruolo dei Responsabili Risorse Umane nell indirizzare l azienda verso il cambiamento afferma Annamaria Malatesta, Responsabile Risorse Umane di Enel Distribuzione Area Sud. Sono temi su cui ci stiamo focalizzando in maniera particolare. In dieci anni Enel ha cambiato volto. Eravamo un azienda di 72mila persone su territorio nazionale; ora siamo 82mila dislocati in 23 paesi e quattro continenti. È forte la necessità di costruire una nuova identità. Dopo un analisi di clima, avvenuta nel 2006, è stato scelto come asse portante della trasformazione in atto il tema della leadership con la finalità di orientare le persone alle attese organizzative. È stato introdotto un modello declinato in comportamenti differenti per le diverse popolazioni aziendali, in modo da esplicitare in maniera chiara cosa ci si aspetta da ogni persona in relazione allo specifico ruolo svolto. La Direzione del Personale ha reso coerenti a questo modello gli strumenti di governo delle risorse, accelerando il processo di cambiamento culturale: facciamo in modo che il modello esplicitato e gli atteggiamenti attesi si traducano in comportamenti reali. Ritengo che in questa nuova dimensione il nostro contributo sia fondamentale e il cambiamento del nostro ruolo sia davvero significativo. 32

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA LA FORMAZIONE MANAGERIALE 1. [ GLI OBIETTIVI ] PERCHÉ PROGETTARE E REALIZZARE PERCORSI DI CRESCITA MANAGERIALE E PROFESSIONALE?

Dettagli

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione 6 Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta Quadri sulla gestione Impiegati con responsabilità direttive Dirigenti di imprese private e organizzazioni pubbliche, interessati

Dettagli

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

La Leadership efficace

La Leadership efficace La Leadership efficace 1 La Leadership: definizione e principi 3 2 Le pre-condizioni della Leadership 3 3 Le qualità del Leader 4 3.1 Comunicazione... 4 3.1.1 Visione... 4 3.1.2 Relazione... 4 pagina 2

Dettagli

Studio Staff R.U. S.r.l. Consulenti di Direzione REFERENZE AREA FORMAZIONE Nell ambito della propria strategia di crescita, lo Studio Staff R.U. ha da sempre riservato un ruolo importante alle attivitàdi

Dettagli

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo B. Munari inside INSIDE è specializzata nella trasformazione organizzativa, nello sviluppo e nella valorizzazione del capitale umano

Dettagli

Come passare dal budget tradizionale al piano d azione annuale: il caso GDO

Come passare dal budget tradizionale al piano d azione annuale: il caso GDO Come passare dal budget tradizionale al piano d azione annuale: il caso GDO di Massimo Lazzari e Davide Mondaini (*) L evoluzione rapida e irreversibile dei contesti di riferimento in cui le aziende si

Dettagli

IL COACHING delle Ambasciatrici

IL COACHING delle Ambasciatrici IL COACHING delle Ambasciatrici European Commission Enterprise and Industry Coaching ambasciatrici WAI-Women Ambassadors in Italy, Ravenna, 20/05/2010 2 FASE 1 Le motivazioni e gli scopi FASE 2 L analisi

Dettagli

LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità

LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità Convegno rivolto a dirigenti e personale docente della scuola Fondazione CUOA Altavilla Vicentina, 21 maggio 2008 15.00 18.00 1 Il 21 maggio scorso, la Fondazione

Dettagli

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione.

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. La Compagnia Della Rinascita PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si

Dettagli

azioni di rigenerazione sociale

azioni di rigenerazione sociale azioni di rigenerazione sociale I contenuti di questo libro possono essere condivisi rispettando la licenza Chi siamo Indice 3 Chi siamo 5 Cos è concretamente Change Community Model? 6 Quali sono gli ingredienti

Dettagli

Studio Ramenghi PSICOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE PSICOLOGIA COMUNICAZIONE DELLA

Studio Ramenghi PSICOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE PSICOLOGIA COMUNICAZIONE DELLA Studio Ramenghi PSICOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE PSICOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE Catalogo formativo COM01 COM02 COM03 COM04 COM05 COM06 COMUNICARE Team working L arte di ascoltare - modulo 1 L arte di ascoltare

Dettagli

Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011

Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011 Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011 Indirizzo di saluto del Comandante Generale Porgo il mio saluto cordiale a tutti i delegati della Rappresentanza qui convenuti. Gli incontri

Dettagli

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 Sintesi per le partecipanti Laboratorio LAVORO 1 e 2 Progetto Leadership femminile aprile-giugno 2013 Elena Martini Francesca Maria Casini Vanessa Moi 1 LE ATTESE E LE MOTIVAZIONI

Dettagli

SULLA LEADERSHIP (3 parte) (liberamente tratto dalla letteratura manageriale anglosassone)

SULLA LEADERSHIP (3 parte) (liberamente tratto dalla letteratura manageriale anglosassone) SULLA LEADERSHIP (3 parte) (liberamente tratto dalla letteratura manageriale anglosassone) Dopo una prima descrizione dei sei stili di leadership, si espongono di seguito ulteriori evidenze emerse dalla

Dettagli

Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi

Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi 2 Pure Performance La nostra Cultura Alfa Laval è un azienda focalizzata sul cliente e quindi sul prodotto con una forte cultura

Dettagli

LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO. Programma di sviluppo continuo dell innovazione

LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO. Programma di sviluppo continuo dell innovazione LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO Programma di sviluppo continuo dell innovazione LA REALTÀ CORRENTE INNOVATION & CHANGE OGGI IL CLIMA GENERALE È CARATTERIZZATO DA CONTINUI

Dettagli

Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Dalla Conformità al Sistema di Gestione Tab.

Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Dalla Conformità al Sistema di Gestione Tab. Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Gli elementi che caratterizzano il Sistema Qualità e promuovono ed influenzano le politiche di gestione delle risorse

Dettagli

LA GESTIONE EFFICACE DEI COLLABORATORI

LA GESTIONE EFFICACE DEI COLLABORATORI LA GESTIONE EFFICACE DEI COLLABORATORI La qualità organizzativa passa attraverso la qualità delle persone 1. Le ragioni del corso Nella situazione attuale, assume una rilevanza sempre maggiore la capacità

Dettagli

Randstad HrUp shaping the world of work

Randstad HrUp shaping the world of work Randstad HrUp shaping the world of work Randstad HrUp striving for perfection Per migliorare la performance, la soddisfazione e la crescita delle aziende e dei loro dipendenti, sviluppiamo progetti eccellenti

Dettagli

persone impresa Servizi di Consulenza Direzionale Gestione delle Risorse Umane e Organizzazione di Impresa

persone impresa Servizi di Consulenza Direzionale Gestione delle Risorse Umane e Organizzazione di Impresa Servizi di Consulenza Direzionale Gestione delle Risorse Umane e Organizzazione di Impresa perché PersoneImpresa Persone e Impresa è il consulente direzionale cui imprenditori e direttori si rivolgono

Dettagli

Dall ascolto organizzativo alla motivazione professionale: L Audit organizzativo

Dall ascolto organizzativo alla motivazione professionale: L Audit organizzativo Dall ascolto organizzativo alla motivazione professionale: L Audit organizzativo Premessa L Audit organizzativo si fonda sull ascolto organizzativo che presenta come obiettivo primario la valorizzazione

Dettagli

CORSI DI 1 e 2 LIVELLO PER FSN/DSA. OTTIMIZZARE L ORGANIZZAZIONE DI UNA SOCIETÀ SPORTIVA Stili di Leadership e Sviluppo dei Collaboratori

CORSI DI 1 e 2 LIVELLO PER FSN/DSA. OTTIMIZZARE L ORGANIZZAZIONE DI UNA SOCIETÀ SPORTIVA Stili di Leadership e Sviluppo dei Collaboratori CORSI DI 1 e 2 LIVELLO PER FSN/DSA OTTIMIZZARE L ORGANIZZAZIONE DI UNA SOCIETÀ SPORTIVA Stili di Leadership e Sviluppo dei Collaboratori Relatore: Luigi Maggi Nello sport Presidente del Comitato Regionale

Dettagli

Liberare soluzioni per il call center

Liberare soluzioni per il call center Liberare soluzioni per il call center Consulenza Formazione Coaching Chi siamo Kairòs Solutions è una società di consulenza, formazione e coaching, protagonista in Italia nell applicazione del Coaching

Dettagli

INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore)

INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore) INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore) FOCUS: IL POSSIBILE CO-MARKETING Il focus intende coinvolgere i presidenti delle cooperative nell analisi di un possibile co-marketing. Raccogliere

Dettagli

Milano, 24 gennaio 2008 Convegno Le imprese cercano, gli ingegneri ci sono? Domanda e offerta a confronto nel panorama europeo. Dr. Alberto Meomartini

Milano, 24 gennaio 2008 Convegno Le imprese cercano, gli ingegneri ci sono? Domanda e offerta a confronto nel panorama europeo. Dr. Alberto Meomartini Assolombarda - Politecnico di Milano - Fondazione Politecnico Milano, 24 gennaio 2008 Convegno Le imprese cercano, gli ingegneri ci sono? Domanda e offerta a confronto nel panorama europeo Dr. Alberto

Dettagli

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI comunicato stampa PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI Le due società, attive in Lazio da alcuni anni, presentano il loro Rendiconto Sociale. Il documento rappresenta

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN: MANAGER ASSISTANT A.A. 2011/2012 INTERVENTO DEL PRESIDENTE NAZIONALE DI FEDERMANAGERQUADRI

PRESENTAZIONE DEL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN: MANAGER ASSISTANT A.A. 2011/2012 INTERVENTO DEL PRESIDENTE NAZIONALE DI FEDERMANAGERQUADRI PRESENTAZIONE DEL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN: MANAGER ASSISTANT A.A. 2011/2012 INTERVENTO DEL PRESIDENTE NAZIONALE DI FEDERMANAGERQUADRI VINCENZO ACQUAVIVA FEDERMANAGERQUADRI A SOSTEGNO DELLA

Dettagli

Essere Comandanti di Polizia locale Percorso di Specializzazione dell Accademia di Polizia locale

Essere Comandanti di Polizia locale Percorso di Specializzazione dell Accademia di Polizia locale ACCADEMIA PER UFFICIALI E SOTTUFFICIALI DI POLIZIA LOCALE Essere Comandanti di Polizia locale Percorso di Specializzazione dell Accademia di Polizia locale Codice APL3003/AE Sede: Colonia Enrichetta, Via

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

Orientamenti pedagogico-didattici per una scuola di qualità Relazione a cura di Monica Barbolini

Orientamenti pedagogico-didattici per una scuola di qualità Relazione a cura di Monica Barbolini Orientamenti pedagogico-didattici per una scuola di qualità Relazione a cura di Monica Barbolini Il processo didattico è un processo di natura relazionale, nel senso che mira a sostenere lo studente nella

Dettagli

Il materiale ripercorre i presupporti teorici legati al tema del welfare aziendale proponendo quanto emerso in occasione di un intervento in aula.

Il materiale ripercorre i presupporti teorici legati al tema del welfare aziendale proponendo quanto emerso in occasione di un intervento in aula. Il materiale ripercorre i presupporti teorici legati al tema del welfare aziendale proponendo quanto emerso in occasione di un intervento in aula. E possibile approfondire il tema consultando il sito La

Dettagli

IL MANAGER PARTECIPATIVO

IL MANAGER PARTECIPATIVO IL MANAGER PARTECIPATIVO Prof. Mario Mazzoleni www.mariomazzoleni.com www.labser.it Forlì, 4 maggio 2007 Il manager IL MANAGEMENT La persona o il gruppo o l organo destinati a guidare e gestire l impresa

Dettagli

Verso l autosviluppo continuo: l esigenza di nuovi approcci e di nuova strumentazione

Verso l autosviluppo continuo: l esigenza di nuovi approcci e di nuova strumentazione Verso l autosviluppo continuo: l esigenza di nuovi approcci e di nuova strumentazione Riflessioni di Luciano Perego (prima parte) CARATTERISTICHE DELLA MODALITÀ TRADIZIONALE PER LA GESTIONE DELLO SVILUPPO

Dettagli

NSM Nexus Scuola di Management

NSM Nexus Scuola di Management NSM Nexus Scuola di Management NSM è la Scuola di Management della Nexus Srl, agenzia di formazione accreditata presso la Regione Abruzzo per la Formazione continua e superiore, che opera dal 1991 fornendo

Dettagli

Lo Sviluppo delle Capacità

Lo Sviluppo delle Capacità Lo Sviluppo delle Capacità 1 Come elaborare un Piano di sviluppo: premesse e processo 3 2 Appendice A: Una guida per la Diagnosi degli ostacoli 7 3 Appendice B: Una guida per la scelta delle Tecniche 8

Dettagli

Comunicare la RSI in tempi di crisi: criticità e opportunità

Comunicare la RSI in tempi di crisi: criticità e opportunità Comunicare la RSI in tempi di crisi: criticità e opportunità di Rossella Sobrero presidente di Koinètica Come cambia la comunicazione in tempo di crisi Le imprese socialmente responsabili sanno affrontare

Dettagli

dal 2007 - Kryptos LA PERSONA ECCELLENZE: Lorenzo Zago

dal 2007 - Kryptos LA PERSONA ECCELLENZE: Lorenzo Zago ECCELLENZE: Lorenzo Zago dal 2007 - Kryptos LA PERSONA Nel corso della storia, la libertà di scelta è stata una grande conquista da parte dell uomo. Oggi, la maggior parte di noi vive in Paesi dove è possibile

Dettagli

è lo spazio che intercorre tra gli obiettivi degli interessati che hanno la volontà di

è lo spazio che intercorre tra gli obiettivi degli interessati che hanno la volontà di Sessione La negoziazione Introduzione INTRODUZIONE Il presente modulo formativo ha lo scopo di aiutare il manager a riesaminare le dinamiche interpersonali e le tecniche che caratterizzano una negoziazione

Dettagli

RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA. Sono diversi anni che la nostra economia attraversa una fase di grande e diffusa difficoltà.

RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA. Sono diversi anni che la nostra economia attraversa una fase di grande e diffusa difficoltà. CONVEGNO IL FUTURO DEL LAVORO SI CHIAMA FORMAZIONE Roma, 19 aprile, Auditorium Parco della Musica RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA Sono diversi anni che la nostra economia attraversa

Dettagli

Talent Management 2020. Scenari e prospettive futuri

Talent Management 2020. Scenari e prospettive futuri Talent Management 2020 Scenari e prospettive futuri INTRODUZIONE Le funzioni delle Risorse Umane (Human Resources-HR) non solo forniscono molti servizi interni, come la selezione del personale, il sostegno

Dettagli

Seminario di aggiornamento Quadri Tecnici di base delle ASD STILI DI GUIDA E SVILUPPO DEI COLLABORATORI

Seminario di aggiornamento Quadri Tecnici di base delle ASD STILI DI GUIDA E SVILUPPO DEI COLLABORATORI Seminario di aggiornamento Quadri Tecnici di base delle ASD Poggio Mirteto, 28 aprile 2015 Casa della Cultura STILI DI GUIDA E SVILUPPO DEI COLLABORATORI Relatore: Luigi Maggi Nello sport Presidente del

Dettagli

- Getting better all the time -

- Getting better all the time - Aviva Italy Direzione Risorse Umane Roma, 10 dicembre 2008 PROGETTO ALBA PROGETTO ALBA - Getting better all the time - Scopi e finalità Il progetto Alba condiviso con l Alta Direzione e lanciato il 4 dicembre

Dettagli

INSIEME PER IL VOLONTARIATO

INSIEME PER IL VOLONTARIATO INSIEME PER IL VOLONTARIATO FARE SISTEMA AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ BERGAMASCA Bergamo, 24 gennaio 2013 Intervento di Carlo Vimercati Presidente Comitato di Gestione Fondi Speciali Lombardia Il convegno

Dettagli

SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA

SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA Bologna Aprile 2009 L IMPORTANZA DEL MOMENTO In un mercato denso di criticità e nel medesimo tempo di opportunità, l investimento sulle

Dettagli

LABORATORIO NEGOZIAZIONE

LABORATORIO NEGOZIAZIONE Milano, 13 aprile 2012 Professione: MANAGER LE MONOGRAFIE Professione: MANAGER LABORATORIO NEGOZIAZIONE INTERVENTO DI FORMAZIONE/COACHING PER RESPONSABILI NUOVE STRUTTURE REGIONALI 2012 2011 The European

Dettagli

Presentazione XIX Magnalonga dell Alta Vallagarina Castel Pietra 5 settembre 2014.

Presentazione XIX Magnalonga dell Alta Vallagarina Castel Pietra 5 settembre 2014. Presentazione XIX Magnalonga dell Alta Vallagarina Castel Pietra 5 settembre 2014. Foto: https://plus.google.com/photos/105970845897404373370/albums/6 056614842153513505?authkey=COqw_8yx9tCgDA Cordiale

Dettagli

CONVEGNO NAZIONALE Infanzia - Diritti - Istruzione

CONVEGNO NAZIONALE Infanzia - Diritti - Istruzione CONVEGNO NAZIONALE Infanzia - Diritti - Istruzione Le nostre proposte per un percorso educativo di qualità Roma, 10 Aprile 2015 sala Da Feltre Intervento Claudia Lichene, insegnante di scuola dell infanzia

Dettagli

AREA human resources. La selezione del personale 3. L assessment e la valutazione del potenziale 4. Gli strumenti 5. L analisi di clima 7

AREA human resources. La selezione del personale 3. L assessment e la valutazione del potenziale 4. Gli strumenti 5. L analisi di clima 7 AREA human resources La selezione del personale 3 L assessment e la valutazione del potenziale 4 Gli strumenti 5 L analisi di clima 7 AREA management & behavioral training La formazione del personale 9

Dettagli

FORMAZIONE Vendite & Marketing B2B

FORMAZIONE Vendite & Marketing B2B FORMAZIONE Vendite & Marketing B2B Fornire ai partecipanti elementi di Marketing, applicati alla realtà Business to Business. MARKETING B2B Il corso si rivolge a tutti coloro che si occupano di vendite

Dettagli

La ricerca No Profit 2013

La ricerca No Profit 2013 Dicembre 2014, anno VIII N. 12 La ricerca No Profit 2013 1^ edizione del Premio Persona e Comunità di Roberta Ottaviani 1, Ernesto Vidotto 2 Il Centro Studi Cultura e Società ha presentato, il 2 ottobre

Dettagli

LA SCUOLA COME RISORSA EDUCATIVA PER AFFRONTARE UN CAMBIAMENTO Patrizia Orsini. Premessa

LA SCUOLA COME RISORSA EDUCATIVA PER AFFRONTARE UN CAMBIAMENTO Patrizia Orsini. Premessa Convegno Nazionale La Mediazione familiare, una risorsa per genitori e bambini nella separazione Bologna, 1 e 2 dicembre 2006 LA SCUOLA COME RISORSA EDUCATIVA PER AFFRONTARE UN CAMBIAMENTO Patrizia Orsini

Dettagli

INTRODUZIONE. Unipol Gruppo Finanziario ha invece scelto di ascoltare tutti, offrendo a tutti l opportunità di partecipare.

INTRODUZIONE. Unipol Gruppo Finanziario ha invece scelto di ascoltare tutti, offrendo a tutti l opportunità di partecipare. CARTADEIVALORI INTRODUZIONE Questa Carta dei Valori rappresenta in se stessa un Valore perché è il frutto di un grande impegno collettivo. Alla sua stesura hanno concorso migliaia di persone: i dipendenti

Dettagli

GUIDA ALLA VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI INDIVIDUALI

GUIDA ALLA VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI INDIVIDUALI GUIDA ALLA VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI INDIVIDUALI comunicazionetrasparenteprogettoinf ormareinformarsivalorizzazioneco struireteamworkeleaderschipproporrecolla boraredeisostenereprofessionisti stimolareintegrazionerelazionialleanzesoluzi

Dettagli

Gest.im Formazione Comportamentale e Manageriale - Lecco - Team Coaching & Coaching Individuale. Comune Cernusco Lombardone

Gest.im Formazione Comportamentale e Manageriale - Lecco - Team Coaching & Coaching Individuale. Comune Cernusco Lombardone Gest.im Formazione Comportamentale e Manageriale - Lecco - Team Coaching & Coaching Individuale Comune Cernusco Lombardone Valorizzazione e Sviluppo del Capitale Umano per il miglioramento di Performance

Dettagli

Intervento di Stefano Cuzzilla

Intervento di Stefano Cuzzilla Desenzano sul Garda, 25 marzo 2013 Intervento di Stefano Cuzzilla PRESIDENTE FASI Sono molto fiero di partecipare oggi a questo incontro perché qui, a Desenzano, abbiamo realizzato uno degli obiettivi

Dettagli

MOTIVARE IL PERSONALE E PORTARLO AL SUCCESSO www.paoloruggeri.it

MOTIVARE IL PERSONALE E PORTARLO AL SUCCESSO www.paoloruggeri.it MOTIVARE IL PERSONALE E PORTARLO AL SUCCESSO www.paoloruggeri.it ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI 1) Qual è la prima cosa che un imprenditore o responsabile dovrebbe fare per far sì che i propri uomini

Dettagli

Kiwa Cermet Idea. Corsi di Formazione

Kiwa Cermet Idea. Corsi di Formazione Kiwa Cermet Idea Corsi di Formazione Aggiornamento è Crescita La formazione permette di stimolare e accompagnare, in modo costante, lo sviluppo professionale delle persone, in coerenza con le strategie

Dettagli

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 Indice Introduzione pag. 9 Ringraziamenti» 13 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 1. I contenuti curati, interessanti e utili aiutano il business» 15 2. Le aziende

Dettagli

Andrea Petromilli Ordine degli Psicologi del Veneto. andrea.petromilli@psyveneto.it

Andrea Petromilli Ordine degli Psicologi del Veneto. andrea.petromilli@psyveneto.it L Ordine degli Psicologi del Veneto ed il processo di valutazione del rischio stress nella prospettiva delle azioni di miglioramento e lo sviluppo del benessere organizzativo. Andrea Petromilli Ordine

Dettagli

un alleato per la vostra competitività

un alleato per la vostra competitività italiano Gentili Clienti, in questa brochure istituzionale, dedicata a voi, si vuole sottolineare soprattutto ciò che siamo, ciò in cui crediamo e consideriamo importante, ciò a cui puntiamo. In altre

Dettagli

CONTRATTO FORMATIVO SCUOLA DELL INFANZIA

CONTRATTO FORMATIVO SCUOLA DELL INFANZIA CONTRATTO FORMATIVO SCUOLA DELL INFANZIA Le nostre scuole dell'infanzia, in continuità con le scelte già espresse nel POF, hanno definito, attraverso una riflessione avvenuta in più incontri tra genitori

Dettagli

IL PARTITO DEVE ESSERE UN LUOGO

IL PARTITO DEVE ESSERE UN LUOGO La vittoria della coalizione del centrosinistra alle elezioni Comunali di Milano di quest anno ha aperto uno scenario inedito che deve essere affrontato con lungimiranza e visione per riuscire a trovare

Dettagli

FONDIRIGENTI Avviso 1 / 2013

FONDIRIGENTI Avviso 1 / 2013 CONFINDUSTRIA ALESSANDRIA Unione Industriale della provincia di Asti FONDIRIGENTI Avviso 1 / 2013 Corsi di alta formazione per dirigenti 1 LEAN MANUFACTURING L intervento formativo persegue l obiettivo

Dettagli

Human Capital. Conoscere Ideamanagement

Human Capital. Conoscere Ideamanagement Human Capital Conoscere Ideamanagement MISSION & VISION Offrire servizi e soluzioni per aumentare il valore e il rendimento del Capitale Umano. Sviluppare metodologie tra loro coerenti per supportare i

Dettagli

A cura di: AREA FORMAZIONE Istituzione G.F.Minguzzi Provincia di Bologna

A cura di: AREA FORMAZIONE Istituzione G.F.Minguzzi Provincia di Bologna A r e a F o r m a z i o n e U n a p r o p o s t a f o r m a t i v a p e r i l t e r z o s e t t o r e C o m e f a r e p r o g e t t a z i o n e A cura di: AREA FORMAZIONE Istituzione G.F.Minguzzi Provincia

Dettagli

Il lavoro sulle risorse immateriali precede la ricerca delle risorse materiali

Il lavoro sulle risorse immateriali precede la ricerca delle risorse materiali IL FUND RAISING PER LE ORGANIZZAZIONI NON PROFIT Principi, strumenti e tecniche Il lavoro sulle risorse immateriali precede la ricerca delle risorse materiali Spesso, di fronte al tema delle risorse, chi

Dettagli

Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento

Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento Edizione 2015 40 anni di analisi e ricerca sulle trasformazioni economiche e sociali in Italia e in Europa:

Dettagli

AZIENDA INNOVATION & CHANGE PROGRAMMA DI SVILUPPO CONTINUO DELL INNOVAZIONE

AZIENDA INNOVATION & CHANGE PROGRAMMA DI SVILUPPO CONTINUO DELL INNOVAZIONE AZIENDA INNOVATION & CHANGE PROGRAMMA DI SVILUPPO CONTINUO DELL INNOVAZIONE Per Le Nuove sfide è necessario valutare i nostri punti di forza e di debolezza per poter mettere a punto un piano d azione che

Dettagli

MOSAIC LEADERSHIP INSTITUTE

MOSAIC LEADERSHIP INSTITUTE Durata del laboratorio: 1 giornata Partecipanti: max 15 Sede: Milano; MoLI Data: 26 maggio 2011 Docente: Isabella Appolloni Quota di iscrizione: 350,00 + iva a partecipante, per privati 560,00 + iva a

Dettagli

GUIDA OPERATIVA AL DIVERSITY MANAGEMENT

GUIDA OPERATIVA AL DIVERSITY MANAGEMENT GUIDA OPERATIVA AL DIVERSITY MANAGEMENT (LA GESTIONE DELLE DIVERSITÁ DELLE PERSONE IN AZIENDA) L incremento dell eterogeneità all interno dei mercati del lavoro rappresenta una delle principali caratteristiche

Dettagli

REPUTATION FORUM ITALIA

REPUTATION FORUM ITALIA Reputation Institute Barilla REPUTATION FORUM ITALIA Parma, 11 settembre 2012 La Reputazione è il #1 Driver di Valore Per quale motivo la Reputazione è il primo driver di valore per un azienda? Quali sono

Dettagli

Risultati dell indagine sul benessere dei dipendenti 2014

Risultati dell indagine sul benessere dei dipendenti 2014 Risultati dell indagine sul benessere dei dipendenti 2014 (art. 14 comma 5 - d.lgs 150/2009) sintesi dati Generali, per Area e tipologia di dipendente Le Amministrazioni pubbliche, nella prospettiva di

Dettagli

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370 Buongiorno a tutti. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Rettore che questa mattina ci ha onorato

Dettagli

REALIZZARE PROCESSI DI VENDITA CHE SOSTENGANO UNA CRESCITA PROFITTEVOLE

REALIZZARE PROCESSI DI VENDITA CHE SOSTENGANO UNA CRESCITA PROFITTEVOLE REALIZZARE PROCESSI DI VENDITA CHE SOSTENGANO UNA CRESCITA PROFITTEVOLE SALESFORCE EFFECTIVENESS 1. [ GLI OBIETTIVI ] PERCHÉ DISPORRE DI PROCESSI COMMERCIALI PIÙ COMPETITIVI? Realizzare nel tempo una crescita

Dettagli

PER UNA RESPONSABILITA SOCIALE D IMPRESA CHE SIA ELEMENTO STRUTTURALE DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE

PER UNA RESPONSABILITA SOCIALE D IMPRESA CHE SIA ELEMENTO STRUTTURALE DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE PER UNA RESPONSABILITA SOCIALE D IMPRESA CHE SIA ELEMENTO STRUTTURALE DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE PREMESSA Per la prima volta quest anno la responsabilità sociale in Italia diventa un tema diffuso di dibattito

Dettagli

Incrociando e coniugando queste due dimensioni, emergono alcune evidenze.

Incrociando e coniugando queste due dimensioni, emergono alcune evidenze. 1. Che cos è Jump Jump (acronimo di Job-University Matching Project) è il percorso di formazione integrativa delle Residenze Universitarie della Fondazione Rui. Nato nelle Residenze Universitarie di Milano

Dettagli

Master Universitario di I livello in Gestione dei Processi di Vendita

Master Universitario di I livello in Gestione dei Processi di Vendita Master Universitario di I livello in Gestione dei Processi di Vendita Gestione dei processi di vendita Master di I livello L Università degli Studi di Torino Dipartimento di Management, attraverso il Bando

Dettagli

Associazione Giornalisti Cosentini Maria Rosaria Sessa. Cosenza - Sala Convegni Coni - Piazza Matteotti 19 giugno 2010

Associazione Giornalisti Cosentini Maria Rosaria Sessa. Cosenza - Sala Convegni Coni - Piazza Matteotti 19 giugno 2010 Associazione Giornalisti Cosentini Maria Rosaria Sessa Cosenza - Sala Convegni Coni - Piazza Matteotti 19 giugno 2010 L attenzione ai problemi interni L attenzione ai problemi dello sviluppo favorire la

Dettagli

PIANIFICAZIONE STRATEGICA, QUALITA, CONTROLLO DI GESTIONE

PIANIFICAZIONE STRATEGICA, QUALITA, CONTROLLO DI GESTIONE PIANIFICAZIONE STRATEGICA, QUALITA, CONTROLLO DI GESTIONE Alessandra Damiani Managing Partner di Barbieri & Associati Dottori Commercialisti Consulente per l Organizzazione degli Studi professionali 1

Dettagli

- Gianluca Spolverato -

- Gianluca Spolverato - SHR ACADEMY è una scuola di specializzazione e formazione continua sulle tematiche della gestione del personale, organizzata da SHR PPL, in collaborazione con SHR EDU e lo Studio Legale SPOLVERATO BARILLARI

Dettagli

SSPA SCUOLA SUPERIORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

SSPA SCUOLA SUPERIORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE SSPA SCUOLA SUPERIORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LA FORMAZIONE PUBBLICA TRA SPENDING REVIEW E RIORGANIZZAZIONE PRESENTAZIONE DEL 15 RAPPORTO SULLA FORMAZIONE DEI DIPENDENTI PUBBLICI 21 MAGGIO 2013

Dettagli

educazione alla legalità

educazione alla legalità Coordinamento LIBERA TOSCANA educazione alla legalità e alla cittadinanza attiva Percorsi e Laboratori Per la scuola primaria, secondaria di primo e secondo grado a.s. 2011-2012 In collaborazione con:

Dettagli

La relazione cliente/fornitore dal punto di vista normativo: il cliente al centro dell evoluzione dalla norma attuale alla ISO 9001:2000 (VISION 2000)

La relazione cliente/fornitore dal punto di vista normativo: il cliente al centro dell evoluzione dalla norma attuale alla ISO 9001:2000 (VISION 2000) CAPITOLO 1 Mario Cislaghi AICQ-CI La relazione cliente/fornitore dal punto di vista normativo: il cliente al centro dell evoluzione dalla norma attuale alla ISO 9001:2000 (VISION 2000) IL CLIENTE AL CENTRO

Dettagli

Team e lavoro di gruppo

Team e lavoro di gruppo Team e lavoro di gruppo Team di lavoro Team Numero ridotto di persone aventi capacità complementari che si ritengono reciprocamente responsabili per scopo, obiettivi e approccio comuni. L evoluzione di

Dettagli

Assemblea coordinamento donne Cesena

Assemblea coordinamento donne Cesena Cesena 11-12-2014 Assemblea coordinamento donne Cesena Il motivo per cui oggi ci troviamo qui è legato al fatto che le donne pensionate della CGIL stanno preparando l assemblea Regionale, poi nel 2015

Dettagli

FORMARE, CONNETTERE, INNOVARE COME CONSOLIDARE IL CLUSTER ICT PRATESE RAPPORTO DI RICERCA

FORMARE, CONNETTERE, INNOVARE COME CONSOLIDARE IL CLUSTER ICT PRATESE RAPPORTO DI RICERCA FORMARE, CONNETTERE, INNOVARE COME CONSOLIDARE IL CLUSTER ICT PRATESE RAPPORTO DI RICERCA Marco Betti @marcobetti_ Alberto Gherardini @albgherardini IL RAPPORTO 2013 Obiettivo: Raccogliere e sistematizzare

Dettagli

TEAM BUILDING BENESSERE ORGANIZZATIVO. Faenza, 12 dicembre 2012

TEAM BUILDING BENESSERE ORGANIZZATIVO. Faenza, 12 dicembre 2012 TEAM BUILDING e BENESSERE ORGANIZZATIVO Faenza, 12 dicembre 2012 Ravenna, 24 gennaio 2013 Lugo, 30 gennaio 2013 Bandini Barbara benessere organizzativo secondo la normativa italiana l insieme dei nuclei

Dettagli

GYM & COACHING 4 BUSINESS il luogo di incontro tra manager, coach e specialisti di competenze manageriali

GYM & COACHING 4 BUSINESS il luogo di incontro tra manager, coach e specialisti di competenze manageriali GYM & COACHING 4 BUSINESS il luogo di incontro tra manager, coach e specialisti di competenze manageriali Per sviluppare competenze manageriali... Per riflettere su alcuni temi caldi Per sentirsi meno

Dettagli

Acquisire una metodologia strutturata ed efficace nello sviluppo della capacità comunicativa e commerciale nel ruolo di consulente commerciale

Acquisire una metodologia strutturata ed efficace nello sviluppo della capacità comunicativa e commerciale nel ruolo di consulente commerciale La gestione creativa dei conflitti L ARTE STRATEGICA DI GESTIRE I CONFLITTI (L autodifesa conversazionale) Potenziare la capacità di gestione delle dinamiche conflittuali e di trarre occasioni di crescita

Dettagli

TEAM LEADERSHIP: GESTIRE E VALORIZZARE PERSONE E PROFESSIONALITÀ NELLE PMI

TEAM LEADERSHIP: GESTIRE E VALORIZZARE PERSONE E PROFESSIONALITÀ NELLE PMI TEAM LEADERSHIP: GESTIRE E VALORIZZARE PERSONE E PROFESSIONALITÀ NELLE PMI Corso di Alta Formazione - Innovazione, Finanza e Management per le PMI Premessa La LUM School of Management crede fermamente

Dettagli

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere MultiPiani si occupa dal 1994 di Comunicazione e Marketing strategico, rivolgendosi

Dettagli

INTRODUZIONE AL TEMA IL BENESSERE ORGANIZZATIVO

INTRODUZIONE AL TEMA IL BENESSERE ORGANIZZATIVO INTRODUZIONE AL TEMA IL BENESSERE ORGANIZZATIVO www.magellanopa.it INDICE INTRODUZIONE... 3 1. IL QUADRO STORICO DI RIFERIMENTO... 5 2. IL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLA PA... 7 www.magellanopa.it 2 INTRODUZIONE

Dettagli

I. ORGANIZZARE E GESTIRE PROGETTI: ASPETTI INTRODUTTIVI

I. ORGANIZZARE E GESTIRE PROGETTI: ASPETTI INTRODUTTIVI I. ORGANIZZARE E GESTIRE PROGETTI: ASPETTI INTRODUTTIVI 1. Lavorare per progetti La parola, oltre ad avere il significato del lessico comune, significa anche approccio manageriale, soprattutto da quando

Dettagli

L INTERVISIONE COME STRUMENTO E SOSTEGNO PER IL FACILITATORE:

L INTERVISIONE COME STRUMENTO E SOSTEGNO PER IL FACILITATORE: L INTERVISIONE COME STRUMENTO E SOSTEGNO PER IL FACILITATORE: CARATTERISTICHE, SIGNIFICATO E POTENZIALITA' Villa d Almè, ottobre-novembre 2015 Maria Coelli 1 La supervisione e l'intervisione -Per supervisione

Dettagli

Perché un Master in Direzione del Personale

Perché un Master in Direzione del Personale Perché un Master in Direzione del Personale di Luigi M. Sanlorenzo (*) Saper gestire le risorse umane significa essere in grado di comprendere come raggiungere livelli di efficacia e quali sono le competenze

Dettagli

MEDIA INNOVATION & CHANGE

MEDIA INNOVATION & CHANGE MEDIA INNOVATION & CHANGE MEDIA E DIGITAL COMMUNICATION Programma di sviluppo continuo dell innovazione MEDIA INNOVATION & CHANGE COMUNICAZIONE E CONFUSIONE COMUNICARE OGGI SIGNIFICA POTER SFRUTTARE OPPORTUNITÀ

Dettagli

Azienda Sanitaria ULSS 3 Risultati dell indagine 2014 sul benessere del personale dipendente

Azienda Sanitaria ULSS 3 Risultati dell indagine 2014 sul benessere del personale dipendente Risultati dell indagine 2014 sul benessere del personale dipendente Sommario Premessa 1 L indagine e il questionario di rilevazione 1 La partecipazione e le caratteristiche dei rispondenti 2 I risultati

Dettagli

prof. Andrea Messeri docente Università degli Studi di Siena

prof. Andrea Messeri docente Università degli Studi di Siena prof. Andrea Messeri docente Università degli Studi di Siena UNIVERSITÀ, SCUOLE E ORIENTAMENTO IN ITALIA intervento al convegno Essenzialità dell Orientamento per il Futuro dei Giovani, Orvieto 9 11 dicembre

Dettagli

L UOMO L ORGANIZZAZIONE

L UOMO L ORGANIZZAZIONE UNITÀ DIDATTICA 1 L UOMO E L ORGANIZZAZIONE A.A 2007 / 2008 1 PREMESSA Per poter applicare con profitto le norme ISO 9000 è necessario disporre di un bagaglio di conoscenze legate all organizzazione aziendale

Dettagli