SPECIALE CONVEGNO BARI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SPECIALE CONVEGNO BARI"

Transcript

1 SPECIALE CONVEGNO BARI Direttori del Personale: gestione del cambiamento e responsabilità a cura di Valentina Orlandi L appuntamento Risorse Umane e non Umane tenutosi a Bari lo scorso 25 marzo ha visto 259 iscritti e 152 presenti. Le quattro tavole rotonde hanno sottolineato la responsabilità dei Direttori del Personale nella guida e nel governo delle aziende. In veste di business partner e di attenti osservatori del territorio in cui operano, infatti, i responsabili Risorse Umane hanno il compito di prendersi cura di sé e dei proprio collaboratori, con responsabilità e coerenza. E la remunerazione, non solo prettamente economica, ricopre un aspetto motivazionale di grande importanza. Tutto confluisce nell immagine dell azienda come costruzione comune: un percorso possibile e concreto, come raccontano i relatori presenti al convegno. Vi aspettiamo a Bologna il prossimo 6 maggio. Il ruolo centrale dei Direttori del Personale La prima tavola rotonda verte sul tema della guida. Hanno partecipato come relatori Nicola Bruno Ardito, Presidente Aidp del Gruppo Puglia e Responsabile del personale dell Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato di Foggia; Mario Cappelli, Direttore Risorse Umane e Organizzazione di Inaz; Valeria Iorio, Responsabile Risorse Umane dello Stabilimento Di Bari Om Carrelli Elevatori; Maurilio Scialpi, Responsabile Risorse Umane di Salver. In che modo i direttori del personale possono rappresentare realmente la guida delle aziende? Esordisce Nicola Bruno Ardito, sottolineando l importanza strategica dei direttori Risorse Umane. Chi non ha esperienza nell ambito della gestione delle persone dichiara non può guidare il cambiamento. Il sistema di competenze, infatti, non può essere improvvisato. È un compito che spetta ai direttori del personale. Che non sempre, purtroppo, si mostrano business partner. Il nostro è un ruolo centrale in tutte le aziende e rappresentiamo l unica guida realmente indispensabile. Valeria Iorio il raggiungimento della pensione. Ci siamo posti, in un certo senso, come consulenti, lavorando da un lato con i capi spesso resistenti nel rinunciare alle proprie risorse e dall altro con le persone chiamate ad andare in mobilità mostrando loro tutti i vantaggi di questa opportunità. In meno di tre mesi dall inizio della mobilità avevano aderito quasi la totalità delle risorse previste nel piano aziendale. Abbiamo guidato questo processo senza compromettere il clima all interno dell azienda trattenendo le risorse chiave, favorendo la crescita Valeria Iorio racconta la sua esperienza soffermandosi sul tema del convegno: L azienda come costruzione comune è un Nicola Bruno Ardito punto di partenza essenziale. Guidare le aziende durante lo sviluppo è importante, ma lo è ancora di più nei momenti difficili. In seguito alla crisi, i vertici dell azienda per cui lavoro hanno deciso di effettuare tagli considerevoli. La direzione Risorse Umane ha guidato la ristrutturazione. Li abbiamo convinti a conferirci una buona dose di autonomia, e abbiamo impostato una mobilità volontaria che favorisse nella maggior parte dei casi 24

2 interna e portando avanti un piano di formazione finanziata di oltre 3000 ore per operai e tecnici di produzione. Il ruolo delle Risorse Umane prosegue è di guidare questi processi con iniziativa e proattività, coniugando le esigenze dei vertici con quelle delle persone. Abbiamo una grande responsabilità. Maurilio Scialpi conferma il ruolo centrale delle Risorse Umane: Il supporto del Direttore del Personale è fondamentale. Deve guidare le figure produttive a qualsiasi livello. Per quella che è la mia esperienza, ritengo sia necessario essere sì radicati sul territorio, ma allo stesso tempo essere posizionati sul mercato globale. L azienda in cui opero da un paio di anni sta attraversando un profondo cambiamento. È presente nel settore aeronautico da ormai da quasi 40 anni con la costruzione di parti per aeromobili: fino a oggi bill to Maurilio Scialpi print, ovvero su progetto di proprietà del cliente: da oggi, con l acquisizione di primario cliente canadese, ci è stata assegnata anche la progettazione diretta delle parti di velivolo che andremo a realizzare. Questo nuovo contesto di mercato ci ha obbligati a uno sfidante cambio di mentalità e approccio rispetto al quale la Direzione Aziendale ci ha chiesto di guidare il cambiamento con forte azione di coaching rivolta alle diverse aree aziendali impattate. Di leadership parla Mario Cappelli: La conoscenza della missione dell organizzazione (perché esiste) e della visione (dove vuole andare) è fondamentale affinché le persone possano agire in autonomia e vitale per i manager per gestire il sempre crescente span of control. Questa è la funzione della leadership: fornire guida, indicare la direzione e trasmettere consapevolezza degli obiettivi. Mario Cappelli In questo contesto il ruolo del Direttore Risorse Umane è quello di stimolare la continua rivisitazione della La prima tavola rotonda missione e della visione e fornire strumenti e processi ai manager affinché svolgano il loro ruolo di leader. In sintesi, e per assurdo, il Direttore Risorse Umane dovrebbe essere sconosciuto alle persone di linea perché svolge il proprio ruolo di leader esclusivamente nei confronti del management aziendale. La gestione del cambiamento La seconda tavola rotonda è incentrata sul tema del governo: assumersi rischi, osare all interno dell azienda pur non ricoprendo necessariamente una posizione manageriale. Al dibattito hanno partecipato come relatori Gianfranco Dioguardi, Professore Ordinario di Economia e Organizzazione Aziendale della Facoltà di Ingegneria del Politecnico Di Bari; Marco Masella, Presidente della Scuola di Palo Alto; Anna Maria Mazzini, Marketing Manager di Infojobs.it e Giuseppe Mirizio, Consigliere Delegazione Bari di Federmanager. Dal contributo di Giuseppe Mirizio emerge l importanza di rendere vive le organizzazioni: I vertici manageriali devono trasmettere ai propri collaboratori un idea di partecipazione e coinvolgimento all interno delle realtà professionali. Riscontro poca cultura d azienda: è necessario incentivarla. Giuseppe Mirizio Bisogna rendere attive le organizzazioni. Le crisi aggiunge ci sono sempre state. È per questo che la formazione è un aspetto La seconda tavola rotonda 25

3 importante e il budget aziendale deve tenerne conto. Sulla crisi si sofferma Marco Masella: Le fluttuazioni economiche ci hanno portati, oggi, a vivere un periodo di forte incertezza. La parola che nell ultimo anno abbiamo letto su tutte le testate giornalistiche è crisi. Parola che spaventa per tutte le ripercussioni negative che comporta, ma che nella sua etimologia sottende il concetto di separazione. Da intendere come momento di cambiamento dello stato dell arte che non è più il migliore. I direttori Risorse Marco Masella Umane sono gli attori principali che guidano e gestiscono questo cambiamento. Prendere decisioni, specialmente ora, è un processo complesso, ma indispensabile per la sopravvivenza delle imprese. Servono dati oggettivi, serve l apertura verso stili di pensiero differenti, che non significa contrastanti, servono strumenti che semplifichino la gestione delle persone per capire chi non è al posto giusto. Una persona messa al posto sbagliato rende solo il 33%, mentre una persona che ricopre il ruolo giusto rende il 93% in più. Si ricollega a questo discorso anche Anna Maria Mazzini, che racconta la propria personale esperienza: La nostra è un azienda di una trentina di persone ma di crescita molto rapida, una internet company arrivata in Italia sei anni fa e diventata in poco tempo la principale realtà di riferi- La sala del convegno mento. Abbiamo Anna Maria Mazzini dovuto inventare e sperimentare ogni cosa, senza schemi consolidati. E questo anche nel governo interno dell azienda: il rischio è che in un azienda giovane le gerarchie e le procedure siano poco definite. È quindi necessario chiarire ruoli, compiti e obiettivi di ciascuno. La strada che abbiamo scelto è stato il coinvolgimento delle persone, che ha due anime: da un lato una comunicazione chiara, dall altro una leadership che consenta a ciascuno di realizzarsi professionalmente. Prendendo spunto da Filippo Brigante, economista di fine Settecento, Gianfranco Dioguardi paragona l economia alla navigazione: il fondamento del successo è rappresentato da una perizia che si acquisisce grazie a una continua esperienza. Voglio ricordare la lezione storica di Aristofane, che si sottopose a un lungo tirocinio prima di iniziare la propria esemplare Gianfranco Dioguardi attività di scrittore di teatro. È un aspetto su cui i direttori del personale dovrebbero riflettere. Ormai lo scenario in cui le imprese si trovano a operare è perennemente turbolento : il management e il direttore Risorse Umane devono essere coscienti di questo fatto e comprendere che è necessaria una formazione continua che addestri i colla- La terza tavola rotonda boratori a gestire le turbolenze. Il Direttore del Personale ha così l arduo compito di costruire un azienda che si manifesti alla stregua di una learning organization. Benessere, responsabilità e coerenza in azienda Nel corso della terza tavola rotonda si è parlato di cura, intesa come esserci e preoccuparsi di sé e delle proprie persone. Hanno preso parte al dibattito Pier Sergio Caltabiano, Presidente Nazionale di Aif e Direttore Generale di Ctc; Marina Lillo, Responsabile Risorse Uma- 26

4 Un momento del coffee break ne di Hub Project, Roberto Spinelli, Area Manager di Randstad Italia e Francesco Varanini, Direttore di Persone&Conoscenze e Membro Del Comitato Scientifico di Sviluppo&Organizzazione. Ha esordito Francesco Varanini, chiedendo come ci si prenda cura di chi entra in azienda e raccontando la sua personale esperienza: Per diversi motivi legate ad aspettativa sindacale, ho trascorso un periodo nel quale, pur trovandomi all interno di un azienda, non potevo tornare a ricoprire il mio Francesco Varanini ruolo all interno della direzione del personale. Ho trascorso quasi un anno a casa ma mi sentivo comunque appartenente all azienda e ho cercato di ritrovare, al suo interno, un mio posto. Per questo ritengo che sia importante sentirsi dentro un ruolo. Riguarda il prendersi cura di sé e il sentirsi appartenenti a un azienda. Non è semplice neppure trovarsi a rivestire il ruolo di direzione del personale. Per questo è importante trovare una via di mezzo tra il prendersi cura di sé e, al contempo, degli altri. I direttori Risorse Umane dovrebbero lavorare su di sé, aiutando gli altri a trovare un modo per sentirsi ed essere dentro l organizzazione. Roberto Spinelli si sofferma sul benessere, aspetto risultante dalla cura di sé e degli altri: Il lavoro è una Roberto Spinelli parte importante della realizzazione personale ma nel contesto lavorativo non si può prescindere dall organizzazione. Randstad è mossa da valori ben precisi: coerenza e responsabilità. Questi si traducono nello strutturare e perseguire progetti di medio-lungo periodo. Stiamo cercando di trasmettere ai nostri clienti i tre aspetti in cui decliniamo il benessere: il primo è quello aziendale. Un azienda che genera profitto è una garanzia per i lavoratori, i clienti e i fornitori. Non si può prescindere, inoltre, dal benessere individuale attraverso la cura delle esigenze personali (baby parking, formazione interna, piani di carriera). Il terzo aspetto riguarda il benessere sociale e questo si lega, ancora una volta, al concetto di responsabilità, anche ambientale (energy manager). Randstad è con certificazione etica e bilancio sociale, che si traducono in audit esterni e assoluta trasparenza nei confronti di clienti, fornitori e lavoratori. 28

5 L ascolto e l autonomia sono i concetti su cui si sofferma Marina Lillo: Chiediamo ai nostri collaboratori di misurarsi con realtà in continua evoluzione e di acquisire capacità di problem solving. Nella realizzazione dei nostri progetti la struttura e la composizione del team cambia; i responsabili di un settore si interfacciano con altri e per questo è necessario integrare persone diverse con saperi differenti e molteplici forma mentis. Abbiamo cercato di appianare i conflitti e potenziare modelli organizzativi che permettessero una migliore leadership o un migliore team working. Per riuscirci, ci siamo soffermati sull acquisizione di informazioni, favorendo la condivisione delle stesse grazie a una formazione ad hoc che permettesse di migliorare la comunicazione. Abbiamo favorito l ascolto dei bisogni e delle esigenze senza soffocare l autonomia e la creatività dei nostri collaboratori. Bisogna Pier Sergio Catalbiano Marina Lillo offrire sufficienti margini di spazio a chi lavora con noi, ricorrendo anche alla delega e conferendo maggiori responsabilità. Pier Sergio Caltabiano si sofferma sul concetto di altro : Chi si La sala del convegno occupa di Persone all interno delle organizzazioni deve avere ben presente il principio dell alterità, caro al filosofo francese Emmanuel Lévinas, ovvero deve porre attenzione all altro rispettando i suoi valori, le sue credenze, le sue convinzioni in un ottica di reciprocità e di coinvolgimento con la vision aziendale. Ogni persona ha una propria identità personal-professionale e vive in un azienda che, a sua volta, possiede e agisce una propria identità organizzativa. Prendersi cura di coloro che operano nel proprio contesto professionale vuol dire quindi anche motivare le Persone a coniugare il proprio sistema di credenze con i valori organizzativi, sia per il proprio benessere soggettivo sia per il miglioramento del clima nell impresa di appartenenza. Metamotivazione, responsabilità, libertà e congruenza sono le parole chiave per chi, occupandosi e avendo cura delle persone negli ambiti organizzativi, vuole generare valore, evoluzione e apprendimento. Nella consapevolezza che non possiamo agire congruentemente sugli altri se prima non abbiamo eticamente motivato noi stessi, attivando processi di coerenza comportamentale. Una cosa è vivere dentro un organizzazione, tutt altra cosa è sentirsi vivo e parte di essa. Remunerazione: una leva motivazionale Il tema della remunerazione è il filo conduttore della quarta tavola rotonda, a cui hanno preso parte Vito Altomare, Hr Director di Mer Mec; Nicola Lombardi, Presidente Aidp del Gruppo Basilicata; Vincenzo Marucci, Consigliere e Responsabile Delegazione Bari, Foggia, Lecce, Barletta di Federmanager Puglia e Maria Ronzulli, Responsabile Risorse Umane di Nardò 29

6 Technical Center - Prototipo Group. Maria Ronzulli esordisce con la definizione di remunerazione: Si tratta di una delle leve più importanti, e non mi riferisco solo all aspetto propriamente economico. La formazione e lo sviluppo sono aspetti altrettanto importanti per motivare le persone e rendere l azienda auto-sostenibile, in grado di poter auto-investire in se stessa. La remunerazione è senz altro una leva motivazionale. In Maria Ronzulli questo momento transitorio, in cui sono necessarie riflessioni approfondite, bisogna considerare anche la riqualificazione e la ristrutturazione delle aziende, elementi strettamente correlati alla motivazione stessa. Vito Altomare racconta la sua esperienza professionale in un azienda che negli ultimi anni ha visto una grande crescita: All interno di Mer Mec lavorano attualmente circa 500 dipendenti e il 75% è laureato in discipline tecniche. Per garantire continuità e innovazione è necessario far sentire tutti valorizzati e partecipi dell azienda. Sotto questo profilo, il Vito Altomare direttore Risorse Umane assume un ruolo centrale. Abbiamo lavorato sia sull aspetto retributivo che su altri elementi che contribuissero ad aumentare il livello attrattivo dell azienda e a mettere a riparo dai competitor le nostre risorse. Ad aumentare l appeal dell azienda contribuiscono anche i numerosi premi e riconoscimenti ricevuti e anche le diverse Un momento di confronto certificazioni conseguite. Realizziamo anche interventi relativi a retribuzione variabile, benefit, convenzioni di vario genere e formazione. Abbiamo strutturato un processo di valutazione delle performance che ci permette di effettuarne periodicamente il monitoraggio. A questo si lega l intervento di Vincenzo Marucci, che continua a parlare di meritocrazia: Non dovrebbero esserci aumenti economici di routine. Credo sia importante la retribuzione variabile, correlata alla singola performance. È necessario misurare il merito attraverso i criteri di professionalità, capacità e abilità di Nicola Lombardi La quarta tavola rotonda Vincenzo Marucci tradurre la mission aziendale nel proprio operato e impegno profuso in merito. La formazione rappresenta una componente essenziale nella logica di remunerazione. Purtroppo la partecipazione a momenti formativi è sempre bassa, non si dedica abbastanza tempo. L intervento di Nicola Lombardi, che racconta il suo percorso professionale, mette in luce l importanza dei valori: Credo fermamente che la professionalità e le conoscenze possano essere acquisite. I valori, invece, si possiedono o non si possiedono: non ci sono alternative. Dopo le mie numerose esperienze lavorative, ho deciso di fermarmi e dedicarmi all Aidp, che mi regala numerose gratificazioni. Sono stato l attivatore del gruppo Aidp in Calabria e ho promosso anche la nascita del gruppo in Basilicata. Ritengo che la remunerazione sia l aspetto più importante in un contratto di lavoro. 30

7 Le voci dei partecipanti Ho trovato molto interessante il tema del governo racconta Luigi Di Gioia, Responsabile Risorse Umane di Sintesi S.p.A., azienda del settore della meccatronica. Si tratta di un argomento molto vicino alle problematiche che riscontro all interno della mia realtà professionale. Siamo un organizzazione giovane, fondata nel 2004, la cui età media è di 30 anni. La nostra azienda, nata come Consorzio e oggi Società per Azioni, ha l obiettivo di creare sinergia tra il mondo della ricerca e il mondo industriale con lo scopo di aumentare la competitività delle imprese nel mercato globale. In breve tempo il nostro organico è cresciuto considerevolmente e, con l aumento di progetti e persone, si è manifestata la necessità di inquadrare il lavoro dei nostri dipendenti, spesso alla loro prima esperienza lavorativa. Abbiamo implementato una serie di regole e strumenti che potessero gestire il lavoro delle persone in maniera funzionale al raggiungimento degli obiettivi Luigi Di Gioia aziendali. A questo fine, nel mio primo anno in azienda, ho lavorato all implementazione di un performance management system in grado di creare una relazione le strategie dell azienda e il valore delle persone e per le persone. In questo momento difficile del mercato riteniamo prioritario ragionare e condividere gli obiettivi aziendali e l azienda come costruzione comune è il tema di fondo su cui stiamo lavorando. È la prima volta che partecipo a un vostro convegno e l ho trovato molto interessante dichiara Mariella Pappalepore, Responsabile Risorse Umane di Planetek Italia. Ho apprezzato gli interventi brevi che hanno offerto diversi spunti di riflessione. Credo sia facile immedesimarsi nelle esperienze che i relatori hanno condiviso. L etica e il modo migliore per affrontare la crisi sono argomenti importanti. Nella mia azienda siamo quasi in 50 e siamo cresciuti molto negli ultimi cinque anni. Non è sempre facile gestire l organico. In una dimensione molto piccola, la persona è al centro. In un contesto più allargato, non è semplice mantenere un contatto diretto con tutti, anche perché ognuno ha un proprio personale atteggiamento di cui bisogna tener conto. All interno dell organizzazione, tutti desiderano essere considerati. La cura è un tema che non bisogna sottovalutare. Anzi: c è sempre maggior bisogno di condivisione di informazioni. Il senso di appartenenza è molto importante. Mariella Pappalepore 31

8 È il secondo anno che partecipo ai vostri convegni spiega Luigi Adamuccio, Analista Professional Organizzazione della Banca Popolare Pugliese. Il tema dell azienda come costruzione comune è attualissimo. Anche se prediligo il termine organizzazione a quello di azienda : il primo pone maggiore enfasi sugli aspetti relazionali. Sono particolarmente sensibile ai temi della condivisione e del coinvolgimento delle persone. In considerazione di ciò, riscontro ancora una contrapposizione tra i vertici aziendali e la parte operativa dell azienda: i primi continuano a non trasmettere concetti fondamentali come la mission e i piani strategici, di rado condivisi. Di conseguenza, manca un quadro di insieme e il lavoro di ciascun collaboratore sembra parcellizzato, privo di un obiettivo comune. Bisogna trasmettere un senso di condivisione per far sì Luigi Adamuccio che l azienda venga sentita propria. Credo che non si possa, in funzione del territorio in cui si opera, fare a meno di una cultura aziendale forte, in grado di adattare l organizzazione all ambiente esterno e di dirigere le attività quotidiane dei dipendenti verso il raggiungimento di determinati obiettivi. Per fare questo occorre prestare molta attenzione al personale, considerando ogni impegno finanziario su questa risorsa come un investimento e non una spesa. Annamaria Malatesta Mi ha particolarmente interessato la parte del convegno volta a sottolineare il ruolo dei Responsabili Risorse Umane nell indirizzare l azienda verso il cambiamento afferma Annamaria Malatesta, Responsabile Risorse Umane di Enel Distribuzione Area Sud. Sono temi su cui ci stiamo focalizzando in maniera particolare. In dieci anni Enel ha cambiato volto. Eravamo un azienda di 72mila persone su territorio nazionale; ora siamo 82mila dislocati in 23 paesi e quattro continenti. È forte la necessità di costruire una nuova identità. Dopo un analisi di clima, avvenuta nel 2006, è stato scelto come asse portante della trasformazione in atto il tema della leadership con la finalità di orientare le persone alle attese organizzative. È stato introdotto un modello declinato in comportamenti differenti per le diverse popolazioni aziendali, in modo da esplicitare in maniera chiara cosa ci si aspetta da ogni persona in relazione allo specifico ruolo svolto. La Direzione del Personale ha reso coerenti a questo modello gli strumenti di governo delle risorse, accelerando il processo di cambiamento culturale: facciamo in modo che il modello esplicitato e gli atteggiamenti attesi si traducano in comportamenti reali. Ritengo che in questa nuova dimensione il nostro contributo sia fondamentale e il cambiamento del nostro ruolo sia davvero significativo. 32

SULLA LEADERSHIP (3 parte) (liberamente tratto dalla letteratura manageriale anglosassone)

SULLA LEADERSHIP (3 parte) (liberamente tratto dalla letteratura manageriale anglosassone) SULLA LEADERSHIP (3 parte) (liberamente tratto dalla letteratura manageriale anglosassone) Dopo una prima descrizione dei sei stili di leadership, si espongono di seguito ulteriori evidenze emerse dalla

Dettagli

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA LA FORMAZIONE MANAGERIALE 1. [ GLI OBIETTIVI ] PERCHÉ PROGETTARE E REALIZZARE PERCORSI DI CRESCITA MANAGERIALE E PROFESSIONALE?

Dettagli

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione.

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. La Compagnia Della Rinascita PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si

Dettagli

Mappatura Competenze. Analisi del Clima Aziendale

Mappatura Competenze. Analisi del Clima Aziendale 1/7 Servizi Integrati del Clima Aziendale Oggi, in molte aziende, la comunicazione verso i dipendenti rappresenta una leva gestionale attivata dal vertice aziendale, organizzata, coerente con gli obiettivi

Dettagli

Gestione del capitale umano: dalla contrattualistica ai talenti

Gestione del capitale umano: dalla contrattualistica ai talenti AZIENDE IN RETE NELLA FORMAZIONE CONTINUA Strumenti per la competitività delle imprese venete Gestione del capitale umano: dalla contrattualistica ai talenti DGR n. 37 del 19/01/2016 - Fondo Sociale Europeo

Dettagli

Studio Staff R.U. S.r.l. Consulenti di Direzione REFERENZE AREA FORMAZIONE Nell ambito della propria strategia di crescita, lo Studio Staff R.U. ha da sempre riservato un ruolo importante alle attivitàdi

Dettagli

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione 6 Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta Quadri sulla gestione Impiegati con responsabilità direttive Dirigenti di imprese private e organizzazioni pubbliche, interessati

Dettagli

Studio Ramenghi PSICOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE PSICOLOGIA COMUNICAZIONE DELLA

Studio Ramenghi PSICOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE PSICOLOGIA COMUNICAZIONE DELLA Studio Ramenghi PSICOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE PSICOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE Catalogo formativo COM01 COM02 COM03 COM04 COM05 COM06 COMUNICARE Team working L arte di ascoltare - modulo 1 L arte di ascoltare

Dettagli

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo B. Munari inside INSIDE è specializzata nella trasformazione organizzativa, nello sviluppo e nella valorizzazione del capitale umano

Dettagli

L obiettivo dei percorsi formativi inseriti in questo Catalogo è quello di fornire iter di apprendimento che rispondano alle esigenze di crescita

L obiettivo dei percorsi formativi inseriti in questo Catalogo è quello di fornire iter di apprendimento che rispondano alle esigenze di crescita PRESENTAZIONE Bluform, società affermata nell ambito della Consulenza e della Formazione aziendale, realizza percorsi formativi rivolti ai dirigenti ed ai dipendenti delle aziende che vogliono far crescere

Dettagli

persone impresa Servizi di Consulenza Direzionale Gestione delle Risorse Umane e Organizzazione di Impresa

persone impresa Servizi di Consulenza Direzionale Gestione delle Risorse Umane e Organizzazione di Impresa Servizi di Consulenza Direzionale Gestione delle Risorse Umane e Organizzazione di Impresa perché PersoneImpresa Persone e Impresa è il consulente direzionale cui imprenditori e direttori si rivolgono

Dettagli

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO. Programma di sviluppo continuo dell innovazione

LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO. Programma di sviluppo continuo dell innovazione LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO Programma di sviluppo continuo dell innovazione LA REALTÀ CORRENTE INNOVATION & CHANGE OGGI IL CLIMA GENERALE È CARATTERIZZATO DA CONTINUI

Dettagli

La valorizzazione delle risorse umane come vantaggio competitivo

La valorizzazione delle risorse umane come vantaggio competitivo Le relazioni della Giornata Tecnica ANTIM di Parma La valorizzazione delle risorse umane come vantaggio competitivo di Lorenzo Morandi - L.M.Consulting La motivazione non è una caratteristica intrinseca

Dettagli

Talent Management 2020. Scenari e prospettive futuri

Talent Management 2020. Scenari e prospettive futuri Talent Management 2020 Scenari e prospettive futuri INTRODUZIONE Le funzioni delle Risorse Umane (Human Resources-HR) non solo forniscono molti servizi interni, come la selezione del personale, il sostegno

Dettagli

S&A Change Srl www.sa-change.it E-mail: info@sa-change.it Via Cesare Boldrini, 24 40121 Bologna Tel. 051.240180 Fax 051.240420 Via F.

S&A Change Srl www.sa-change.it E-mail: info@sa-change.it Via Cesare Boldrini, 24 40121 Bologna Tel. 051.240180 Fax 051.240420 Via F. FORMAZIONE MANAGERIALE S&A Change Srl www.sa-change.it E-mail: info@sa-change.it Via Cesare Boldrini, 24 40121 Bologna Tel. 051.240180 Fax 051.240420 Via F. Baracca, 235/E 50127 Firenze Tel. 055.3436516

Dettagli

Talent Management Survey. Risultati

Talent Management Survey. Risultati Risultati Luglio 2012 Nell attuale scenario, per HR si pone la sfida di garantire un collegamento costante tra le strategie di business e le iniziative di gestione del Talento. I cambiamenti legati a globalizzazione

Dettagli

LABORATORI, TESTIMONIANZE, CASE HISTORY ED ESERCITAZIONI

LABORATORI, TESTIMONIANZE, CASE HISTORY ED ESERCITAZIONI PERSONNEL ORGANIZATION HUMAN RESOURCES TOOLKIT I temi e l evoluzione delle competenze chiave nel mondo dell HR Management Percorso formativo per HR Junior, HR Assistant e Consulenti HR Junior MILANO 10

Dettagli

CATALOGO FORMATIVO KNOWITA

CATALOGO FORMATIVO KNOWITA Il Catalogo Formativo 2015 di Knowità è composto da incontri pensati per soddisfare le esigenze di figure di responsabilità che necessitano di risposte concrete alle principali e più attuali priorità aziendali.

Dettagli

azioni di rigenerazione sociale

azioni di rigenerazione sociale azioni di rigenerazione sociale I contenuti di questo libro possono essere condivisi rispettando la licenza Chi siamo Indice 3 Chi siamo 5 Cos è concretamente Change Community Model? 6 Quali sono gli ingredienti

Dettagli

LABORATORIO NEGOZIAZIONE

LABORATORIO NEGOZIAZIONE Milano, 13 aprile 2012 Professione: MANAGER LE MONOGRAFIE Professione: MANAGER LABORATORIO NEGOZIAZIONE INTERVENTO DI FORMAZIONE/COACHING PER RESPONSABILI NUOVE STRUTTURE REGIONALI 2012 2011 The European

Dettagli

Perché un Master in Direzione del Personale

Perché un Master in Direzione del Personale Perché un Master in Direzione del Personale di Luigi M. Sanlorenzo (*) Saper gestire le risorse umane significa essere in grado di comprendere come raggiungere livelli di efficacia e quali sono le competenze

Dettagli

HumanWare. Sistemi Avanzati di Valutazione e Sviluppo

HumanWare. Sistemi Avanzati di Valutazione e Sviluppo HumanWare Sistemi Avanzati di Valutazione e Sviluppo Sistemi Avanzati di Valutazione e Sviluppo Aree di Intervento Sistemi di Analisi e Valutazione delle Posizioni Sistemi di Valutazione delle Prestazioni

Dettagli

MEDIA INNOVATION & CHANGE

MEDIA INNOVATION & CHANGE MEDIA INNOVATION & CHANGE MEDIA E DIGITAL COMMUNICATION Programma di sviluppo continuo dell innovazione MEDIA INNOVATION & CHANGE COMUNICAZIONE E CONFUSIONE COMUNICARE OGGI SIGNIFICA POTER SFRUTTARE OPPORTUNITÀ

Dettagli

Processi di cambiamento strategico e organizzativo richiedono attori

Processi di cambiamento strategico e organizzativo richiedono attori Le competenze organizzative come vantaggio distintivo di Domenico Bodega Processi di cambiamento strategico e organizzativo richiedono attori rapidi nel pensiero, nel giudizio, nell azione e nella parola.

Dettagli

Come passare dal budget tradizionale al piano d azione annuale: il caso GDO

Come passare dal budget tradizionale al piano d azione annuale: il caso GDO Come passare dal budget tradizionale al piano d azione annuale: il caso GDO di Massimo Lazzari e Davide Mondaini (*) L evoluzione rapida e irreversibile dei contesti di riferimento in cui le aziende si

Dettagli

Liberare soluzioni per il call center

Liberare soluzioni per il call center Liberare soluzioni per il call center Consulenza Formazione Coaching Chi siamo Kairòs Solutions è una società di consulenza, formazione e coaching, protagonista in Italia nell applicazione del Coaching

Dettagli

LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità

LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità Convegno rivolto a dirigenti e personale docente della scuola Fondazione CUOA Altavilla Vicentina, 21 maggio 2008 15.00 18.00 1 Il 21 maggio scorso, la Fondazione

Dettagli

Executive Coaching e progetti aziendali

Executive Coaching e progetti aziendali Executive Coaching e progetti aziendali 24 maggio 2012 Dania Buzzacchi, ACC Marina Osnaghi, MCC Cos è il coaching Un processo di acquisizione e di applicazione di competenze professionali e manageriali:

Dettagli

Gest.im Formazione Comportamentale e Manageriale - Lecco - Team Coaching & Coaching Individuale. Comune Cernusco Lombardone

Gest.im Formazione Comportamentale e Manageriale - Lecco - Team Coaching & Coaching Individuale. Comune Cernusco Lombardone Gest.im Formazione Comportamentale e Manageriale - Lecco - Team Coaching & Coaching Individuale Comune Cernusco Lombardone Valorizzazione e Sviluppo del Capitale Umano per il miglioramento di Performance

Dettagli

Professione: MANAGER. Laboratorio Negoziazione Edizioni - 2015

Professione: MANAGER. Laboratorio Negoziazione Edizioni - 2015 Professione: MANAGER Laboratorio Negoziazione Edizioni - 2015 Perché un laboratorio sulla negoziazione? Molti sono i fenomeni socio-economici che mettono in evidenza come la negoziazione sia diventata

Dettagli

La Leadership efficace

La Leadership efficace La Leadership efficace 1 La Leadership: definizione e principi 3 2 Le pre-condizioni della Leadership 3 3 Le qualità del Leader 4 3.1 Comunicazione... 4 3.1.1 Visione... 4 3.1.2 Relazione... 4 pagina 2

Dettagli

FONDIRIGENTI Avviso 1 / 2013

FONDIRIGENTI Avviso 1 / 2013 CONFINDUSTRIA ALESSANDRIA Unione Industriale della provincia di Asti FONDIRIGENTI Avviso 1 / 2013 Corsi di alta formazione per dirigenti 1 LEAN MANUFACTURING L intervento formativo persegue l obiettivo

Dettagli

La gestione del personale nelle Aziende Cooperative e Non Profit 2013-Cariplo. Professor Federica Bandini. Copyright SDA Bocconi, protocollo xxxx

La gestione del personale nelle Aziende Cooperative e Non Profit 2013-Cariplo. Professor Federica Bandini. Copyright SDA Bocconi, protocollo xxxx La gestione del personale nelle Aziende Cooperative e Non Profit 2013-Cariplo Professor Federica Bandini TRACCIA RILEVANZA DELLE RISORSE UMANE NELLA STRUTTURA ORGANIZZATIVA DELLE IMPRESE COOPERATIVE E

Dettagli

Ricerca di personale qualificato Ricerca di management e consulenti Formazione del personale e coaching Sviluppo Organizzativo

Ricerca di personale qualificato Ricerca di management e consulenti Formazione del personale e coaching Sviluppo Organizzativo Ricerca di personale qualificato Ricerca di management e consulenti Formazione del personale e coaching Sviluppo Organizzativo SPACE WORK offre a imprese private, enti, organizzazioni, liberi professionisti

Dettagli

Per sviluppare le persone e i comportamenti

Per sviluppare le persone e i comportamenti Per promuovere l innovazione e il cambiamento Te.D si moltiplica Per sviluppare le persone e i comportamenti Teatro d Impresa 1. Profilo individuale: siamo accreditati Success Insights, uno strumento altamente

Dettagli

Convegno. Strategie di compensation delle risorse umane: lo scenario nazionale e internazionale

Convegno. Strategie di compensation delle risorse umane: lo scenario nazionale e internazionale Convegno E-JOB 2002 FLESSIBILITÀ, INNOVAZIONE E VALORE DELLE RISORSE UMANE Strategie di compensation delle risorse umane: lo scenario nazionale e internazionale Prof. Luigi Prosperetti Ordinario di Economia

Dettagli

Dall ascolto organizzativo alla motivazione professionale: L Audit organizzativo

Dall ascolto organizzativo alla motivazione professionale: L Audit organizzativo Dall ascolto organizzativo alla motivazione professionale: L Audit organizzativo Premessa L Audit organizzativo si fonda sull ascolto organizzativo che presenta come obiettivo primario la valorizzazione

Dettagli

INDICE. 1.Perché fare Qualità. 2. Qualità e non-qualità. 3. Le potenzialità del Sistema di gestione. 4. La ISO 9001:2015

INDICE. 1.Perché fare Qualità. 2. Qualità e non-qualità. 3. Le potenzialità del Sistema di gestione. 4. La ISO 9001:2015 LE NOVITA INDICE 1.Perché fare Qualità 2. Qualità e non-qualità 3. Le potenzialità del Sistema di gestione 4. La ISO 9001:2015 1. PERCHE FARE QUALITA Obiettivo di ogni azienda è aumentare la produttività,

Dettagli

Focus group di settore Fase di ascolto-confronto Formazione / Saperi

Focus group di settore Fase di ascolto-confronto Formazione / Saperi Focus group di settore Fase di ascolto-confronto Formazione / Saperi Incontro 29 luglio 2010 - Fiorano Valutazione contesto esistente 1. Quali sono in generale i 3 punti di debolezza attuali del distretto

Dettagli

LA DIREZIONE DELLE RISORSE UMANE

LA DIREZIONE DELLE RISORSE UMANE E-book HRP 1_2013 LA DIREZIONE DELLE RISORSE UMANE Questo e-book è stato realizzato per esaudire la richiesta di molti partecipanti all evento V.I.P. Very Important Person. Ridiamo valore alle Persone

Dettagli

HERMES CONSULTING. Cosa Offriamo. Transformative Learning. Self Empowerment. ConVision. Il nostro Focus. Come Lavoriamo. Chi Siamo.

HERMES CONSULTING. Cosa Offriamo. Transformative Learning. Self Empowerment. ConVision. Il nostro Focus. Come Lavoriamo. Chi Siamo. Cosa Offriamo Top Alignment ConVision Transformative Learning Self Empowerment Il nostro Focus Come Lavoriamo Chi Siamo Cosa Offriamo COSA OFFRIAMO Hermes è la più grande società italiana di consulenza

Dettagli

LA GESTIONE EFFICACE DEI COLLABORATORI

LA GESTIONE EFFICACE DEI COLLABORATORI LA GESTIONE EFFICACE DEI COLLABORATORI La qualità organizzativa passa attraverso la qualità delle persone 1. Le ragioni del corso Nella situazione attuale, assume una rilevanza sempre maggiore la capacità

Dettagli

IL COACHING delle Ambasciatrici

IL COACHING delle Ambasciatrici IL COACHING delle Ambasciatrici European Commission Enterprise and Industry Coaching ambasciatrici WAI-Women Ambassadors in Italy, Ravenna, 20/05/2010 2 FASE 1 Le motivazioni e gli scopi FASE 2 L analisi

Dettagli

CATALOGO CORSI ECOLE OTTOBRE 2010

CATALOGO CORSI ECOLE OTTOBRE 2010 CATALOGO CORSI ECOLE OTTOBRE 2010 Corsi a Milano Contatto: Manuela Meletti Tel. 02-58370605 e-mail: formazione@assolombarda.it Percorso base in materia di sicurezza per dirigenti Fornire una panoramica

Dettagli

Programma Master Domino 2012

Programma Master Domino 2012 Programma Master Domino 2012 MASTER DOMINO Il Master Domino, uno dei classici della formazione cooperativa Nazionale, è pensato per persone che hanno maturato una significativa esperienza gestionale o

Dettagli

Associazione Giornalisti Cosentini Maria Rosaria Sessa. Cosenza - Sala Convegni Coni - Piazza Matteotti 19 giugno 2010

Associazione Giornalisti Cosentini Maria Rosaria Sessa. Cosenza - Sala Convegni Coni - Piazza Matteotti 19 giugno 2010 Associazione Giornalisti Cosentini Maria Rosaria Sessa Cosenza - Sala Convegni Coni - Piazza Matteotti 19 giugno 2010 L attenzione ai problemi interni L attenzione ai problemi dello sviluppo favorire la

Dettagli

WP7 IMPLEMENTAZIONE A REGIME SISTEMA DI MONITORAGGIO QUALITATIVO- QUANTITATIVO DEI SERVIZI EROGATI. Deliverable di Progetto # (cod.

WP7 IMPLEMENTAZIONE A REGIME SISTEMA DI MONITORAGGIO QUALITATIVO- QUANTITATIVO DEI SERVIZI EROGATI. Deliverable di Progetto # (cod. WP7 IMPLEMENTAZIONE A REGIME SISTEMA DI MONITORAGGIO QUALITATIVO- QUANTITATIVO DEI SERVIZI EROGATI Deliverable di Progetto # (cod. A7P2) Versione 1.0 del 26.03.10 1 Indice 1. Premessa 3 2. Qualità e miglioramento

Dettagli

IL MANAGER PARTECIPATIVO

IL MANAGER PARTECIPATIVO IL MANAGER PARTECIPATIVO Prof. Mario Mazzoleni www.mariomazzoleni.com www.labser.it Forlì, 4 maggio 2007 Il manager IL MANAGEMENT La persona o il gruppo o l organo destinati a guidare e gestire l impresa

Dettagli

Lascerei lo stile e le immagini della brochure originale. La cultura è ciò che resta

Lascerei lo stile e le immagini della brochure originale. La cultura è ciò che resta Lascerei lo stile e le immagini della brochure originale La cultura è ciò che resta GT Cooperation Consulting Il nome GT, oltre a ricordare le iniziali dei nomi dei soci fondatori, Giulio Care e Tullio

Dettagli

COGITO ERGO COOP INCONTRO FINALE PROF. MARIO MAZZOLENI WWW.MMSOLUTIONS.EU

COGITO ERGO COOP INCONTRO FINALE PROF. MARIO MAZZOLENI WWW.MMSOLUTIONS.EU COGITO ERGO COOP INCONTRO FINALE PROF. MARIO MAZZOLENI WWW.MMSOLUTIONS.EU Prof. Mario Mazzoleni mario.mazzoleni@mmsolutions.eu 18 Novembre 2013 1 STAKEHOLDER Finanziator i Personal e Collettività Soci

Dettagli

Human Capital. Conoscere Ideamanagement

Human Capital. Conoscere Ideamanagement Human Capital Conoscere Ideamanagement MISSION & VISION Offrire servizi e soluzioni per aumentare il valore e il rendimento del Capitale Umano. Sviluppare metodologie tra loro coerenti per supportare i

Dettagli

Università Commerciale. Graduate School. Luigi Bocconi. MasterOP. Master in Organizzazione e personale. XII Edizione

Università Commerciale. Graduate School. Luigi Bocconi. MasterOP. Master in Organizzazione e personale. XII Edizione Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MasterOP Master in Organizzazione e personale XII Edizione 2014 MasterOP Master in Organizzazione e personale Le competenze nella gestione delle risorse

Dettagli

INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore)

INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore) INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore) FOCUS: IL POSSIBILE CO-MARKETING Il focus intende coinvolgere i presidenti delle cooperative nell analisi di un possibile co-marketing. Raccogliere

Dettagli

Il clima organizzativo cultura organizzativa. leadership. organizzazione e psicologia del lavoro. Dr.ssa Giuliana Giampieri. Rieti 3 settembre 2012

Il clima organizzativo cultura organizzativa. leadership. organizzazione e psicologia del lavoro. Dr.ssa Giuliana Giampieri. Rieti 3 settembre 2012 Il clima organizzativo cultura organizzativa organizzazione e psicologia del lavoro Rieti 3 settembre 2012 leadership Dr.ssa Giuliana Giampieri Azienda USL di Rieti gruppo di lavoro per la valutazione

Dettagli

Psicologa, Psicoterapeuta, Antropologa Articolo scaricato da HT Psicologia PROJECT MANAGEMENT PROJECT MANAGEMENT: CARATTERISTICHE GENERALI

Psicologa, Psicoterapeuta, Antropologa Articolo scaricato da HT Psicologia PROJECT MANAGEMENT PROJECT MANAGEMENT: CARATTERISTICHE GENERALI Project management Pag. 1 di 5 PROJECT MANAGEMENT PROJECT MANAGEMENT: CARATTERISTICHE GENERALI I motivi per cui la metodologia di project management è attualmente ritenuta uno strumento vincente nella

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

BUSINESS DEVELOPMENT. noesisweb.com

BUSINESS DEVELOPMENT. noesisweb.com BUSINESS DEVELOPMENT noesisweb.com Guidiamo le persone nel diventare attori principali della propria realtà, costruendo, negli ambiti professionali e di vita privata, un mondo al quale sia piacevole appartenere

Dettagli

LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA NORMA UNI EN ISO 9001:2008 IN ORGANIZZAZIONI CHE EROGANO SERVIZI E OPERANO PER PROGETTI, PRATICHE O COMMESSE

LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA NORMA UNI EN ISO 9001:2008 IN ORGANIZZAZIONI CHE EROGANO SERVIZI E OPERANO PER PROGETTI, PRATICHE O COMMESSE LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA NORMA UNI EN ISO 9001:2008 IN ORGANIZZAZIONI CHE EROGANO SERVIZI E OPERANO PER PROGETTI, PRATICHE O COMMESSE ottobre 2010 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE Scopo delle

Dettagli

Intervista a Fabrizio Monteverde a cura di Silvia Battisti.

Intervista a Fabrizio Monteverde a cura di Silvia Battisti. Il mentoring. Intervista a Fabrizio Monteverde a cura di Silvia Battisti. Ti intervisto sul mentoring, ma forse la prima domanda dovrebbe riguardare la differenza che intercorre tra mentoring e coaching.

Dettagli

Rev. 03 del 28/11/2010. Company profile. Pag. 1 di 6

Rev. 03 del 28/11/2010. Company profile. Pag. 1 di 6 Pag. 1 di 6 L Informedica è una giovane società fondata nel 2004 che opera nel settore dell'information Technology per il settore medicale. Negli ultimi anni attraverso il continuo monitoraggio delle tecnologie

Dettagli

realizzato in collaborazione con

realizzato in collaborazione con Un progetto di: realizzato in collaborazione con Modelli sostenibili per l Age Management e il Welfare Aziendale Indagine di AstraRicerche in collaborazione con Manageritalia Competitività, politiche intergenerazionali

Dettagli

SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA

SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA Bologna Aprile 2009 L IMPORTANZA DEL MOMENTO In un mercato denso di criticità e nel medesimo tempo di opportunità, l investimento sulle

Dettagli

Progetto per la gestione innovativa della maternità/paternità in Unicoop Tirreno: i contenuti e i metodi per la realizzazione delle 6 sperimentazioni

Progetto per la gestione innovativa della maternità/paternità in Unicoop Tirreno: i contenuti e i metodi per la realizzazione delle 6 sperimentazioni Progetto per la gestione innovativa della maternità/paternità in Unicoop Tirreno: i contenuti e i metodi per la realizzazione delle 6 sperimentazioni Rev 1 del 27 gennaio 2011 della presentazione effettuata

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE Corso di Laurea Magistrale in Scienze della Politica e del Governo TESI DI LAUREA in Management Pubblico FORMAZIONE E RECLUTAMENTO DEI

Dettagli

LA LEADERSHIP INFERMIERISTICA NELLA GESTIONE DEI CONFLITTI SUL LAVORO: RICERCA SULLA REALTA DELL INTERAGIRE TRA IL PERSONALE INFERMIERISTICO

LA LEADERSHIP INFERMIERISTICA NELLA GESTIONE DEI CONFLITTI SUL LAVORO: RICERCA SULLA REALTA DELL INTERAGIRE TRA IL PERSONALE INFERMIERISTICO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MESSINA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA CORSO MASTER / COORDINAMENTO LA LEADERSHIP INFERMIERISTICA NELLA GESTIONE DEI CONFLITTI SUL LAVORO: RICERCA SULLA REALTA DELL INTERAGIRE

Dettagli

Randstad HrUp shaping the world of work

Randstad HrUp shaping the world of work Randstad HrUp shaping the world of work Randstad HrUp striving for perfection Per migliorare la performance, la soddisfazione e la crescita delle aziende e dei loro dipendenti, sviluppiamo progetti eccellenti

Dettagli

IN COACH Academy Neuro Science Linguistic Coaching

IN COACH Academy Neuro Science Linguistic Coaching modulo 1 IL COACHING / 1 È un interazione tra 2 persone, in cui una assume il ruolo di Coach [allenatore] e l altra di Coachee [allenato] Scopo dell interazione e lo sviluppo delle competenze dell allenato

Dettagli

CONCLUSIONI. Nel presente lavoro si è concentrata l attenzione sul knowledge broker che opera. it Consult 2005. Conclusioni

CONCLUSIONI. Nel presente lavoro si è concentrata l attenzione sul knowledge broker che opera. it Consult 2005. Conclusioni CONCLUSIONI Nel presente lavoro si è concentrata l attenzione sul knowledge broker che opera all interno di un network. Si è svolta un attenta analisi della letteratura sui network, sulle conoscenze, sulla

Dettagli

IL MANAGER COACH: MODA O REQUISITO DI EFFICACIA. Nelle organizzazioni la gestione e lo sviluppo dei collaboratori hanno una importanza fondamentale.

IL MANAGER COACH: MODA O REQUISITO DI EFFICACIA. Nelle organizzazioni la gestione e lo sviluppo dei collaboratori hanno una importanza fondamentale. IL MANAGER COACH: MODA O REQUISITO DI EFFICACIA Nelle organizzazioni la gestione e lo sviluppo dei collaboratori hanno una importanza fondamentale. Gestione e sviluppo richiedono oggi comportamenti diversi

Dettagli

La nostra Società è nata nel 1992 e negli anni si è particolarmente radicata nei territori dell Emilia Romagna e Toscana, ha sedi a Bologna e Firenze.

La nostra Società è nata nel 1992 e negli anni si è particolarmente radicata nei territori dell Emilia Romagna e Toscana, ha sedi a Bologna e Firenze. La nostra Società è nata nel 1992 e negli anni si è particolarmente radicata nei territori dell Emilia Romagna e Toscana, ha sedi a Bologna e Firenze. Siamo caratterizzati da una forte specializzazione

Dettagli

Ogni azienda vive la sua storia: unica, speciale, ricca di sfide. Lungo questo percorso Brogi & Pittalis vuole affiancarvi per arricchire le vostre

Ogni azienda vive la sua storia: unica, speciale, ricca di sfide. Lungo questo percorso Brogi & Pittalis vuole affiancarvi per arricchire le vostre Profilo aziendale Ogni azienda vive la sua storia: unica, speciale, ricca di sfide. Lungo questo percorso Brogi & Pittalis vuole affiancarvi per arricchire le vostre competenze e aiutarvi ad ottenere di

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo. Corsi di Rivalidazione dei Certificati di Formazione Manageriale I.Re.F. Scuola di Direzione in Sanità

Università degli Studi di Bergamo. Corsi di Rivalidazione dei Certificati di Formazione Manageriale I.Re.F. Scuola di Direzione in Sanità Università degli Studi di Bergamo Corsi di Rivalidazione dei Certificati di Formazione Manageriale I.Re.F. Scuola di Direzione in Sanità Management e leadership delle strutture sanitarie: nuovi scenari

Dettagli

Incrociando e coniugando queste due dimensioni, emergono alcune evidenze.

Incrociando e coniugando queste due dimensioni, emergono alcune evidenze. 1. Che cos è Jump Jump (acronimo di Job-University Matching Project) è il percorso di formazione integrativa delle Residenze Universitarie della Fondazione Rui. Nato nelle Residenze Universitarie di Milano

Dettagli

METODOLOGIA Scuola dell infanzia La progettazione, l organizzazione e la valorizzazione degli spazi e dei materiali

METODOLOGIA Scuola dell infanzia La progettazione, l organizzazione e la valorizzazione degli spazi e dei materiali METODOLOGIA Scuola dell infanzia La scuola dell infanzia è un luogo ricco di esperienze, scoperte, rapporti, che segnano profondamente la vita di tutti coloro che ogni giorno vi sono coinvolti, infatti

Dettagli

Verso l autosviluppo continuo: l esigenza di nuovi approcci e di nuova strumentazione

Verso l autosviluppo continuo: l esigenza di nuovi approcci e di nuova strumentazione Verso l autosviluppo continuo: l esigenza di nuovi approcci e di nuova strumentazione Riflessioni di Luciano Perego (prima parte) CARATTERISTICHE DELLA MODALITÀ TRADIZIONALE PER LA GESTIONE DELLO SVILUPPO

Dettagli

Paola Peila presenta Rossella Forni.

Paola Peila presenta Rossella Forni. ROSSELLA FORNI ALLA SERATA ORGANIZZATA DALLA PRESIDENTE PAOLA PEILA Il femminile in azienda Soroptimist Club Milano alla Scala ospita una top manager di Siemens Italia Paola Peila presenta Rossella Forni.

Dettagli

Team development program

Team development program Industrial Management School Percorso Team development program Crescere lavorando in gruppo Percorsi area Human Resources & Skills Percorso Team development program La mappa Lavorare in gruppo 1 Valorizzare

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN: MANAGER ASSISTANT A.A. 2011/2012 INTERVENTO DEL PRESIDENTE NAZIONALE DI FEDERMANAGERQUADRI

PRESENTAZIONE DEL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN: MANAGER ASSISTANT A.A. 2011/2012 INTERVENTO DEL PRESIDENTE NAZIONALE DI FEDERMANAGERQUADRI PRESENTAZIONE DEL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN: MANAGER ASSISTANT A.A. 2011/2012 INTERVENTO DEL PRESIDENTE NAZIONALE DI FEDERMANAGERQUADRI VINCENZO ACQUAVIVA FEDERMANAGERQUADRI A SOSTEGNO DELLA

Dettagli

Formazione interaziendale 2014 CATALOGO MANAGEMENT, SVILUPPO E RISORSE UMANE

Formazione interaziendale 2014 CATALOGO MANAGEMENT, SVILUPPO E RISORSE UMANE 2014 Formazione interaziendale 2014 CATALOGO MANAGEMENT, SVILUPPO E RISORSE UMANE Vers. 18 marzo 2014 Pag. 1 2014 INDICE INDICE... 2 INFORMAZIONI GENERALI... 3 Interaziendale... 3 Corso CO1... 4 COMUNICAZIONE

Dettagli

AZIENDA INNOVATION & CHANGE PROGRAMMA DI SVILUPPO CONTINUO DELL INNOVAZIONE

AZIENDA INNOVATION & CHANGE PROGRAMMA DI SVILUPPO CONTINUO DELL INNOVAZIONE AZIENDA INNOVATION & CHANGE PROGRAMMA DI SVILUPPO CONTINUO DELL INNOVAZIONE Per Le Nuove sfide è necessario valutare i nostri punti di forza e di debolezza per poter mettere a punto un piano d azione che

Dettagli

PROFILO PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO PER I DOCENTI DELLE SCUOLE COMUNALI

PROFILO PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO PER I DOCENTI DELLE SCUOLE COMUNALI CISCo Ufficio delle scuole comunali PROFILO PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO PER I DOCENTI DELLE SCUOLE COMUNALI Per profilo professionale è intesa la descrizione accurata delle competenze e dei comportamenti

Dettagli

LE COMPETENZE DI FUNDRAISING (CF) INSEGNATE AL MASTER

LE COMPETENZE DI FUNDRAISING (CF) INSEGNATE AL MASTER LE COMPETENZE DI FUNDRAISING (CF) INSEGNATE AL MASTER Indice INTRODUZIONE... 3 CF1 - SVILUPPARE IL CASO PER IL FUNDRAISING... 4 CF 1.1 : INDIVIDUARE LE NECESSITÀ DI FUNDRAISING DI UN ORGANIZZAZIONE NONPROFIT;...

Dettagli

I top manager non familiari nelle aziende familiari. Guido Corbetta e Daniela Montemerlo,

I top manager non familiari nelle aziende familiari. Guido Corbetta e Daniela Montemerlo, I top manager non familiari nelle aziende familiari Guido Corbetta e Daniela Montemerlo, Indice Parte I. Introduzione pag. 3 1. Una collaborazione necessaria e delicata 2. I timori e le opportunità da

Dettagli

Acquisire una metodologia strutturata ed efficace nello sviluppo della capacità comunicativa e commerciale nel ruolo di consulente commerciale

Acquisire una metodologia strutturata ed efficace nello sviluppo della capacità comunicativa e commerciale nel ruolo di consulente commerciale La gestione creativa dei conflitti L ARTE STRATEGICA DI GESTIRE I CONFLITTI (L autodifesa conversazionale) Potenziare la capacità di gestione delle dinamiche conflittuali e di trarre occasioni di crescita

Dettagli

NSM Nexus Scuola di Management

NSM Nexus Scuola di Management NSM Nexus Scuola di Management NSM è la Scuola di Management della Nexus Srl, agenzia di formazione accreditata presso la Regione Abruzzo per la Formazione continua e superiore, che opera dal 1991 fornendo

Dettagli

LABORATORI DI FORMAZIONE D IMPRESA 2015

LABORATORI DI FORMAZIONE D IMPRESA 2015 LABORATORI DI FORMAZIONE D IMPRESA 2015 Il Comitato per la promozione dell imprenditoria femminile della Camera di Commercio di Catanzaro prosegue l attività formativa intrapresa nel 2014 con i laboratori

Dettagli

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Il progetto Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato è nato in seguito ad un progetto pilota avviato durante l anno scolastico 1999/2000 e presentato

Dettagli

Intervento di GIUSEPPE GATTI Presidente Consulta Personale Tecnico Amministrativo

Intervento di GIUSEPPE GATTI Presidente Consulta Personale Tecnico Amministrativo Cerimonia di Inaugurazione 840 anno accademico Modena, 17 marzo 2016 Intervento di GIUSEPPE GATTI Presidente Consulta Personale Tecnico Amministrativo Magnifico Rettore, Autorità, Studenti, cari Colleghi

Dettagli

Piano Formativo 2011 PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE

Piano Formativo 2011 PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE Piano Formativo 2011 PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE manageriali f o r m a z i o n e IL CONTESTO Le trasformazioni organizzative e culturali che stanno avvenendo nelle amministrazioni comunali,

Dettagli

ASSESSMENT CENTER COSA PENSANO LE AZIENDE?

ASSESSMENT CENTER COSA PENSANO LE AZIENDE? ASSESSMENT CENTER COSA PENSANO LE AZIENDE? INDICE GI GROUP 3 OD&M CONSULTING & ASSET MANAGEMENT 3 1. ASSESSMENT CENTER & COMPETENCE CENTER 4 2. LA SURVEY 9 2.1 ASSESSMENT CENTER: COSA PENSANO LE AZIENDE?

Dettagli

Il processo di pianificazione e controllo

Il processo di pianificazione e controllo CONTROLLO METODI LA GESTIONE DI UN SISTEMA RETRIBUTIVO MERITOCRATICO PER LA CRESCITA INTERNA di Alberto Fochi Mario Fochi e Associati S.a.S., Torino 28 Il processo di pianificazione e controllo deve riuscire

Dettagli

Governare in periodi di instabilità: Sempre più pressioni sul Comitato controllo e rischi

Governare in periodi di instabilità: Sempre più pressioni sul Comitato controllo e rischi Governare in periodi di instabilità: Sempre più pressioni sul Comitato controllo e rischi Di Don Wilkinson, Vice-Presidente Deloitte Amministratori, fate un respiro profondo: gli impegni previsti in agenda

Dettagli

CORSI DI 1 e 2 LIVELLO PER FSN/DSA. OTTIMIZZARE L ORGANIZZAZIONE DI UNA SOCIETÀ SPORTIVA Stili di Leadership e Sviluppo dei Collaboratori

CORSI DI 1 e 2 LIVELLO PER FSN/DSA. OTTIMIZZARE L ORGANIZZAZIONE DI UNA SOCIETÀ SPORTIVA Stili di Leadership e Sviluppo dei Collaboratori CORSI DI 1 e 2 LIVELLO PER FSN/DSA OTTIMIZZARE L ORGANIZZAZIONE DI UNA SOCIETÀ SPORTIVA Stili di Leadership e Sviluppo dei Collaboratori Relatore: Luigi Maggi Nello sport Presidente del Comitato Regionale

Dettagli

Indice. 2 Informazioni utili. 3 Programma della giornata. 4 L organizzatore del Convegno. 5 Cos è Risorse Umane e non Umane

Indice. 2 Informazioni utili. 3 Programma della giornata. 4 L organizzatore del Convegno. 5 Cos è Risorse Umane e non Umane Indice 2 Informazioni utili 3 Programma della giornata 4 L organizzatore del Convegno 5 Cos è Risorse Umane e non Umane 6 L azienda come costruzione comune 7 Le Tavole Rotonde La Guida Il Governo La Cura

Dettagli

La relazione cliente/fornitore dal punto di vista normativo: il cliente al centro dell evoluzione dalla norma attuale alla ISO 9001:2000 (VISION 2000)

La relazione cliente/fornitore dal punto di vista normativo: il cliente al centro dell evoluzione dalla norma attuale alla ISO 9001:2000 (VISION 2000) CAPITOLO 1 Mario Cislaghi AICQ-CI La relazione cliente/fornitore dal punto di vista normativo: il cliente al centro dell evoluzione dalla norma attuale alla ISO 9001:2000 (VISION 2000) IL CLIENTE AL CENTRO

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Team e lavoro di gruppo

Team e lavoro di gruppo Team e lavoro di gruppo Team di lavoro Team Numero ridotto di persone aventi capacità complementari che si ritengono reciprocamente responsabili per scopo, obiettivi e approccio comuni. L evoluzione di

Dettagli

La Funzione Acquisti: quale coerenza tra importanza strategica e posizionamento Organizzativo?

La Funzione Acquisti: quale coerenza tra importanza strategica e posizionamento Organizzativo? Il Marketing Interno per valorizzare la Funzione Acquisti Milano, 6 Novembre 2014 PROCUREMENT HOUR La Funzione Acquisti: quale coerenza tra importanza strategica e posizionamento Organizzativo? Indice

Dettagli

Catalogo formativo 2013. INGENIA Group. Manuale commerciale. Manuale commerciale 1C - AM/CA 10/2013. Per informazioni: coordinamento@ingeniagroup.

Catalogo formativo 2013. INGENIA Group. Manuale commerciale. Manuale commerciale 1C - AM/CA 10/2013. Per informazioni: coordinamento@ingeniagroup. Catalogo formativo 2013 INGENIA Group Manuale commerciale Manuale commerciale 1C - AM/CA 10/2013 Per informazioni: coordinamento@ingeniagroup.it MARKETING & INNOVAZIONE Percorso formativo e-mail MARKETING

Dettagli