IMPIANTI MECCANICI Relazione Tecnica Specialistica R im

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IMPIANTI MECCANICI Relazione Tecnica Specialistica 11594-11595. R im"

Transcript

1 IMPIANTI MECCANICI Relazione Tecnica Specialistica R im Luglio 2012

2 I N D I C E I N D I C E...1! 1 - Criteri generali di distribuzione...2! Generalità...2! Impianti termici...2! Impianti Idrici...3! Impianto antincendio...4! Impianto recupero acqua piovana...4! 2 - Impianti Meccanici Scuola Elementare e Nido di Infanzia...4! Impianto termico...4! Impianto idrosanitario...5! 3 - Impianti Meccanici Scuola Materna...7! Impianto termico...7! Impianto idrosanitario...8! 4 - Impianti meccanici della Palestra...9! Impianto termico...9! Impianto idrosanitario...10! 5 - Impianti Meccanici Centro Cottura...12! Impianto termico...12! Impianto idrosanitario...12! 6 - Impianti Meccanici Direzione Didattica...13! Impianto termico...13! Impianto idrosanitario...14! 7 - Elenco delle norme applicate...14!

3 1 - Criteri generali di distribuzione Generalità Il complesso scolastico è costituito da una Scuola Elementare, da una Scuola Materna, da un Nido di Infanzia, da una Palestra e da un Centro Cottura. Si è presentata quindi la necessità di valutare attentamente i criteri distribuzionali dei vari impianti in modo da garantire la massima flessibilità di esercizio e capacità di adeguamento a configurazioni di utilizzo che in futuro possono evolvere. Al riguardo si è deciso di privilegiare il criterio di flessibilità facendo in modo che ogni tipologia di impianto di ogni zona funzionale, con la sola eccezione di quello antincendio, faccia capo ad un punto esterno (zona contatori), nel quale sarà possibile accorpare le forniture nel modo più coerente in ragione dellʼeffettivo accorpamento delle unità funzionali Impianti termici Gli impianti di riscaldamento sono ad acqua calda con caldaie a metano. Il punto di consegna di tutti gli impianti meccanici (impianti metano, idrici ed antincendio) avviene in corispondenza dellʼingresso sul lato ovest del complesso scolastico, come indicato negli elaborate grafici di progetto. L'alimentazione del metano aviene attraverso tubazione interrata in polietilene; in prossimità degli ingressi delle varie Centrali Termiche è prevista l'installazione di elettrovalvole di intercettazione gas azionate da un sistema di sicurezza contro la fuga di gas. Per motivi logistici e gestionali sono state previste n. 3 Centrali Termiche, così suddivise: 1) centrale Termica in adiacenza alla Cucina (CT 1); 2) centrale Termica sulla Copertura della Scuola Elementare (CT 2); 3) centrale Termica Palestra (CT 3). Gli impianti a servizio dei vari fabbricati sono invece stati suddivisi come seguito riportato.

4 1) Nella Centrale Termica 1 a) Impianto Termico Scuola Materna. b) Impianto produzione acqua calda sanitaria Scuola Materna c) Impianto termico e produzione acqua calda sanitaria Centro Cottura. 2) Nella Centrale Termica 2 a) Impianto Termico Scuola Elementare e Nido di Infanzia. b) Impianto produzione acqua calda sanitaria Scuola Elementare e Nido di Infanzia. 3) Nella Centrale Termica 3 a) Impianto Termico e produzione acqua calda sanitaria Palestra. Tutte le finiture delle tubazioni nelle centrali è prevista con lamierino di alluminio lucido calandrato e fissato con viti autofilettanti con nastrature sulle testate Impianti Idrici Gli impianti idrici fanno capo ad una zona contatori posizionati in prossimità dellʼingresso ovest che alimentano separatamente: a) scuola materna; b) scuola elementare e nido di infanzia; c) palestra; d) centro cottura; Questa tipologia di distribuzione consentirà di suddividere la contabilizzazione dei consumi nel modo più razionale e rispondente alle specifiche esigenze di servizio che possono configurarsi in futuro. La distribuzione allʼesterno dellʼimpianto idrico è costituito da tubazioni interrate in polietilene PN 16. Tutte le finiture delle tubazioni nelle centrali è realizzata con lamierino di alluminio lucido calandrato e fissato con viti autofilettanti con nastrature sulle testate.

5 1.4 - Impianto antincendio Lʼimpianto antincendio, unico per tutto il complesso sarà allacciato allʼacquedotto comunale e distribuito allʼinterno dellʼarea attraverso tubazioni interrate in polietilene PN 16 di idoneo diametro, per lʼalimentazione di Naspi UNI 25, posizionati come indicato nella planimetria di progetto. In prossimità degli ingressi Ovest e Nord è prevista lʼinstallazione di due gruppi regolamentari VV.F. per lʼattacco alla motopompa dei Vigili del Fuoco Impianto recupero acqua piovana Al fine del contenimento dei consumi di acqua è stato previsto un sistema di recupero di acqua piovana dai tetti della Scuola elementare, Nido di infanzia e Palestra, convogliato in apposito deposito di riserva idrica interrato per lʼalimentazione dei flussometri di risciacquo dei vasi ed in previsione anche per il sistema di irrigazione delle aree a verde dellʼarea. Lʼacqua piovana, attraverso I pluviali viene convogliata nel serbatoio di raccolta e successivamente attraverso una pompa sommersa di tipo elettronico con inverter viene distribuita alla rete idrica del vasi dotati di flussometri per il risciacquo. 2 - Impianti Meccanici Scuola Elementare e Nido di Infanzia Impianto termico Eʼ alimentato da due caldaie murali in cascata di tipo a condensazione, al fine di massimizzare i rendimenti, con circuito caldaia su scambiatore a piastre, circuito primario con elettropompa su collettore con funzione di separatore idraulico da cui spillano, con propria pompa di circolazione di tipo elettronico: a) il circuito a pannelli radianti a pavimento per la Scuola elementare piano terra; b) il circuito a pannelli radianti a pavimento per la Scuola elementare piano primo; c) il circuito a pannelli radianti a pavimento per il Nido di Infanzia.

6 Lo scambiatore a piastre assicura lʼottimizzazione del funzionamento della caldaia sia sotto il profilo dei rendimenti che della affidabilità e durata. Il riscaldamento ambiente è del tipo a pannelli radianti a pavimento con tubazioni in polietilene reticolato su supporto isolante preformato. La regolazione termostatica ambientale primaria dei pannelli radianti avviene mediante kit di regolazione con circolatore elettronico a portata variabile e valvola tre vie in miscelazione, mentre per il controllo della temperatura allʼinterno dei singoli ambienti avviene mediante valvole a due vie con testina elettrotermica che permette un capillare controllo della temperatura locale. Nellʼottica del risparmio energetico ottenuto attraverso la massimizzaizone dei rendimenti, per la produzione dell'acqua calda sanitaria, è stato previsto un produttore autonomo a metano di potenza termica inferiore ai 34 kw, con boiler ad accumulo di idonea capacità a doppio serpentino con integrazione solare. Per lʼalimentazione dellʼimpianto termico e solare e per lʼacqua calda e fredda sanitaria, a servizio delle utenze calde è previsto lʼutilizzo di un addolcitore automatico, temporizzato e volumetrico a scambio di resine, dotato di sistema di auto disinfezione a I sensi dl D.M. n. 443/90. Lʼimpianto solare per lʼintegrazione alle utenze sanitarie calde è costituito da collettori solari del tipo sottovuoto a circolazione forzata con elettropompa elettronica, che alimenta il serpentino inferiore del bollitore solare ad accumulo a doppio serpentino. Il dimensionamento dell'impianto solare è stato effettuato conformemente alle norme energetiche vigenti per assicurare una copertura dell'impianto solare alla produzione di acqua calda per usi sanitari superiore al 50% Impianto idrosanitario Lʼimpianto idrosanitario per tutte le utenze, ad eccezione dei vasi, è alimentato dallʼacquedotto comunale; la distribuzione interrata dellʼacqua fredda allʼesterno dei fabbricati avviene mediante tubazioni in polietilene ad alta densità; allʼinterno dei fabbricati la distribuzione a pavimento è prevista in

7 tubazioni in polipropilene coibentate sia per acqua calda che di ricircolo, che fredda. La distribuzione principale dellʼacqua sia calda che fredda che di ricircolo sanitario, avviene nei controsoffitti ed è realizzata con tubazioni ci acciaio zincato coibentate. Finalizzato al risparmio energetico, allʼingresso in rete per lʼalimentazione delle utenze sanitarie calde è previsto un miscelatore termostatico per la regolazione della temperature di mandata. Al fine di ottenere sempre una rapida erogazione di acqua calda alle utenze è stata prevista una rete di ricircolo sanitario di tipo forzato con circolatore temporizzato mediante orologio giornaliero/settimanale. Per facilitare le operazioni di pulizia e nellʼottica del rispamio energetico e idrico, le utenze sono costituite da lavabi sospesi con semicolonna e lavabi sottopiano con miscelatori a leva lunga temporizzati, bidet di tipo sospeso con miscelatori a leva lunga temporizzati, apparecchiature per doccia a pavimento con soffioni antivandalo e miscelatori temporizzati, vasi di tipo sospesi con flussometri, vasi per disabili con scarico a terra, flussometro e miscelatore con doccetta flessibile, lavabi per disabili con miscelatore a leva lunga, vuotatoio con miscelatore per acqua calda e fredda con leva lunga e cassetta di risciacquo da incasso alimentata dallʼacquedotto comunale, pilozzo con miscelatore a leva lunga e pilette sifonate a pavimento. Allʼingresso dei blocchi servizi sono previsti rubinetti cromati di intercettazione del tipo da incasso, sia sulle tubazioni dellʼacqua fredda che di quella calda. I flussometri dei vasi sospesi sono alimentati dal sistema di recupero acque piovane, mentre i rubinetti esterni per innaffiamento sono alimentati dallʼacquedotto.

8 3 - Impianti Meccanici Scuola Materna Impianto termico Eʼ costituito da tre caldaie murali in cascata di tipo a condensazione, al fine di massimizzare i rendimenti, con circuito caldaia su scambiatore a piastre, circuito primario con elettropompa su collettore con funzione di separatore idraulico da cui spillano, con propria pompa di circolazione di tipo elettronico: a) il circuito a radiatori piano terra; b) il circuito a radiatori piano primo. Lo scambiatore a piastre assicura lʼottimizzazione del funzionamento della caldaia sia sotto il profilo dei rendimenti che della affidabilità e durata. Il riscaldamento ambiente è del tipo a collettori di zona con terminali costituiti da radiatori in alluminio, allacciati con tubazioni a pavimento in rame coibentato. La regolazione termostatica ambientale primaria avviene mediante kit di regolazione con circolatore elettronico a portata variabile e valvola tre vie in miscelazione, mentre per il controllo della temperatura allʼinterno dei singoli ambienti avviene mediante valvole a due vie con testina elettrotermica che permette un capillare controllo della temperatura locale. Nellʼottica del risparmio energetico, ottenuto attraverso la massimizzaizone dei rendimenti, per la produzione dell'acqua calda sanitaria è stato previsto un produttore autonomo a metano di potenza termica inferiore ai 34 kw, con boiler ad accumulo di idonea capacità a doppio serpentino con integrazione solare. Per lʼalimentazione dellʼimpianto termico e solare e per lʼacqua calda e fredda sanitaria, a servizio delle utenze calde è previsto lʼutilizzo di un addolcitore automatico, temporizzato e volumetrico a scambio di resine, dotato di sistema di auto disinfezione a I sensi dl D.M. n. 443/90. Lʼimpianto solare per lʼintegrazione alle utenze sanitarie calde è costituito da collettori solari del tipo sottovuoto a circolazione forzata con elettropompa

9 elettronica, che alimenta il serpentino inferiore del bollitore solare ad accumulo a doppio serpentino. Il dimensionamento dell'impianto solare è stato effettuato conformemente alle norme energetiche vigenti per assicurare una copertura dell'impianto solare alla produzione di acqua calda per usi sanitari superiore al 50% Impianto idrosanitario Lʼimpianto idrosanitario per tutte le utenze, ad eccezione dei vasi, è alimentato dallʼacquedotto comunale; la distribuzione interrata dellʼacqua fredda allʼesterno dei fabbricati avviene mediante tubazioni in polietilene ad alta densità; allʼinterno dei fabbricati la distribuzione a pavimento è prevista in tubazioni in polipropilene coibentate sia per acqua calda che di ricircolo, che fredda. La distribuzione principale dellʼacqua sia calda che fredda che di ricircolo sanitario, avviene nei controsoffitti ed è realizzata con tubazioni ci acciaio zincato coibentate. Finalizzato al risparmio energetico, allʼingresso in rete per lʼalimentazione delle utenze sanitarie calde è previsto un miscelatore termostatico per la regolazione della temperature di mandata. Al fine di ottenere sempre una rapida erogazione di acqua calda alle utenze è stata prevista una rete di ricircolo sanitario di tipo forzato con circolatore temporizzato mediante orologio giornaliero/settimanale. Per facilitare le operazioni di pulizia e nellʼottica del rispamio energetico e idrico, le utenze sono costituite da lavabi sospesi con semicolonna e lavabi sottopiano con miscelatori a leva lunga temporizzati, bidet di tipo sospeso con miscelatori a leva lunga temporizzati, apparecchiature per doccia a pavimento con soffioni antivandalo e miscelatori temporizzati, vasi di tipo sospesi con flussometri, vasi per disabili con scarico a terra, flussometro e miscelatore con doccetta flessibile, lavabi per disabili con miscelatore a leva lunga, vuotatoio con miscelatore per acqua calda e fredda con leva lunga e cassetta di

10 risciacquo da incasso alimentata dallʼacquedotto comunale, pilozzo con miscelatore a leva lunga e pilette sifonate a pavimento. Allʼingresso dei blocchi servizi sono previsti rubinetti cromati di intercettazione del tipo da incasso, sia sulle tubazioni dellʼacqua fredda che di quella calda. I flussometri dei vasi sospesi sono alimentati dal sistema di recupero acque piovane, mentre i rubinetti esterni per innaffiamento sono alimentati dallʼacquedotto. 4 - Impianti meccanici della Palestra Impianto termico Eʼ costituito da una caldaia murale a condensazione con circolatore, completa di kit I.S.P.ES.L. con circuito primario; al collettore sono allacciati, ognuno dotato di propria pompa di circolazione di tipo elettronico: - il circuito centrale di trattamento aria per il ricambio dellʼaria forzato nella zona palestra; - il circuito a pannelli radianti a pavimento; - il circuito per la produzione di acqua calda sanitaria attraverso lo scambiatore a piastre; - il circuito di alimentazione del serpentino superiore del serbatoio solare a doppio serpentino. Il riscaldamento ambiente è del tipo a pannelli radianti a pavimento con tubazioni in polietilene reticolato su supporto isolante del tipo piano per la palestra e del tipo preformato negli altri locali. La regolazione termostatica ambientale primaria dei circuiti della CTA e dei pannelli radianti avviene mediante kit di regolazione con circolatore elettronico a portata variabile e valvola tre vie in miscelazione, mentre per il controllo della temperatura allʼinterno dei singoli ambienti avviene mediante

11 valvole a due vie con testina elettrotermica che permette un capillare controllo della temperatura locale. Per l'integrazione della potenza calorica e per assicurare il controllo dell'umidità interna ed il corretto ricambio dell'aria è prevista l'installazione di una Centrale di Trattamento aria con batteria di scambio termico ad acqua caldia con recuperatore statico a flussi incrociati, posizionata sulla copertura della Centrale Termica della Palestra. La diffusione dell'aria primaria in ambiente avviene attraverso ugelli orientabili posizionati sul lato sud della palestra. La produzione dell'acqua calda sanitaria è assicurata da un boiler ad acumulo di idonea capacità a doppio serpentino con integrazione solare. Lo scambiatore a piastre garantisce anche nei periodi di punta lʼerogazione corretta sia quantitativamente che in termini di temperature, dellʼacqua calda alle utenze. Per lʼalimentazione dellʼimpianto termico e solare e per lʼacqua calda e fredda sanitaria, a servizio delle utenze calde è previsto lʼutilizzo di un addolcitore automatico, temporizzato e volumetrico a scambio di resine, dotato di sistema di auto disinfezione a I sensi dl D.M. n. 443/90. Lʼimpianto solare per lʼintegrazione alle utenze sanitarie calde è costituito da collettori solari del tipo sottovuoto a circolazione forzata con elettropompa elettronica, che alimenta il serpentino inferiore del bollitore solare ad accumulo a doppio serpentino. Il dimensionamento dell'impianto solare è stato effettuato conformemente alle norme energetiche vigenti per assicurare una copertura dell'impianto solare alla produzione di acqua calda per usi sanitari superiore al 50% Impianto idrosanitario Lʼimpianto idrosanitario per tutte le utenze, ad eccezione dei vasi, è alimentato dallʼacquedotto comunale; la distribuzione interrata dellʼacqua fredda allʼesterno dei fabbricati avviene mediante tubazioni in polietilene ad alta densità; allʼinterno dei fabbricati la distribuzione a pavimento è prevista in

12 tubazioni in polipropilene coibentate sia per acqua calda che di ricircolo, che fredda. La distribuzione principale dellʼacqua sia calda che fredda che di ricircolo sanitario, avviene nei controsoffitti ed è realizzata con tubazioni ci acciaio zincato coibentate. Finalizzato al risparmio energetico, allʼingresso in rete per lʼalimentazione delle utenze sanitarie calde è previsto un miscelatore termostatico per la regolazione della temperature di mandata. Al fine di ottenere sempre una rapida erogazione di acqua calda alle utenze è stata prevista una rete di ricircolo sanitario di tipo forzato con circolatore temporizzato mediante orologio giornaliero/settimanale. Per facilitare le operazioni di pulizia e nellʼottica del rispamio energetico e idrico, le utenze sono costituite da lavabi sospesi con semicolonna e lavabi sottopiano con miscelatori a leva lunga temporizzati, bidet di tipo sospeso con miscelatori a leva lunga temporizzati, apparecchiature per doccia a pavimento con soffioni antivandalo e miscelatori temporizzati, vasi di tipo sospesi con flussometri, vasi per disabili con scarico a terra, flussometro e miscelatore con doccetta flessibile, pilozzo con miscelatore a leva lunga e pilette sifonate a pavimento. Allʼingresso dei blocchi servizi sono previsti rubinetti cromati di intercettazione del tipo da incasso, sia sulle tubazioni dellʼacqua fredda che di quella calda. I flussometri dei vasi sospesi sono alimentati dal sistema di recupero acque piovane, mentre i rubinetti esterni per innaffiamento sono alimentati dallʼacquedotto.

13 5 - Impianti Meccanici Centro Cottura Impianto termico Eʼ costituito da un produttore autonomo a metano di potenza termica inferiore ai 34 kw, con boiler ad accumulo di idonea capacità a doppio serpentino con integrazione solare, dotato di circuito separato per il riscaldamento Lʼimpianto per il riscaldamento della cucina e dei locali di servizio è del tipo a collettori di zona con terminali costituiti da radiatori in alluminio, allacciati con tubazioni a pavimento in rame coibentato. La regolazione termostatica ambientale avviene mediante valvola di zona a tre vie installata sul collettore di distribuzione e comandata da un cronotermostato in ambiente pilota. Per lʼalimentazione dellʼimpianto termico e solare e per lʼacqua calda e fredda sanitaria, a servizio delle utenze calde è previsto lʼutilizzo di un addolcitore automatico, temporizzato e volumetrico a scambio di resine, dotato di sistema di auto disinfezione a I sensi dl D.M. n. 443/90. Lʼimpianto solare per lʼintegrazione alle utenze sanitarie clade è costituito da collettori solari del tipo sottovuoto a circolazione forzata con elettropompa elettronica, che alimenta il serpentino inferiore del bollitore solare ad accumulo a doppio serpentino del produttore autonomo. Il dimensionamento dell'impianto solare è stato effettuato conformemente alle norme energetiche vigenti per assicurare una copertura dell'impianto solare alla produzione di acqua calda per usi sanitari superiore al 50% Impianto idrosanitario Lʼimpianto idrosanitario per tutte le utenze, è alimentato dallʼacquedotto comunale; la distribuzione interrata dellʼacqua fredda allʼesterno dei fabbricati avviene mediante tubazioni in polietilene ad alta densità; allʼinterno dei fabbricati la distribuzione a pavimento è prevista in tubazioni in polipropilene coibentate sia per acqua calda e ricircolo, che fredda.

14 La distribuzione principale dellʼacqua sia calda che fredda che di ricircolo sanitario, avviene nei controsoffitti ed è realizzata con tubazioni ci acciaio zincato coibentate. Finalizzato al risparmio energetico, allʼingresso in rete per lʼalimentazione delle utenze sanitarie calde è previsto un miscelatore termostatico per la regolazione della temperature di mandata. Al fine di ottenere sempre una rapida erogazione di acqua calda alle utenze è stata prevista una rete di ricircolo sanitario di tipo forzato, con circolatore temporizzato mediante orologio giornaliero/settimanale. Per facilitare le operazioni di pulizia e nellʼottica del rispamio energetico e idrico, le utenze sono costituite da lavabi sospesi con semicolonna con miscelatori a leva lunga temporizzati, bidet di tipo sospeso con miscelatori a leva lunga temporizzati, apparecchiature per doccia a pavimento con soffioni antivandalo e miscelatori temporizzati, vasi di tipo sospeso con cassetta di risciacquo da incasso, vasi per disabili con scarico a terra, cassetta di risciacquo a zaino e miscelatore con doccetta flessibile e pilette sifonate a pavimento. Allʼingresso dei blocchi servizi sono previsti rubinetti cromati di intercettazione del tipo da incasso, sia sulle tubazioni dellʼacqua fredda che di quella calda. 6 - Impianti Meccanici Direzione Didattica Impianto termico Lʼimpianto per il riscaldamento, alimentato allʼimpianto di riscaldamento esistente nella Centrale Pompe e nella Centrale Termica esistente della Scuola Media, è del tipo a collettori di zona con terminali costituiti da radiatori in alluminio, allacciati con tubazioni a pavimento in rame coibentato. Il collettore di zona, posizionato nellʼarchivio è alimentato da llʼimpianto esistente, nella central pompa attraverso tubazioni in acciaio correnti nel

15 controsoffitto del corridoio esistente e nei locali adiacenti alle scale della Scuola Media. Il nuovo impianto è edotato di propria pompa di circolazione elettronica installata nella esistente Centrale Pompe della Scuola Media. La regolazione termostatica ambientale avviene mediante cronotermostato in ambiente pilot ache comanda il funzionamento della elettropompa Impianto idrosanitario Lʼimpianto idrosanitario per tutte le utenze, è allacciato allʼimpianto idrico esistente (punto di consegna nella Centrale Termica esistente); la distribuzione allʼinterno del fabbricato, sia calda che fredda che di ricircolo sanitario, avviene in parte con tubazioni in acciaio zincato coibentate nel controsoffitto del corridoio e dei locali esistenti ed in parte a pavimento in tubazioni in Polipropilene coibentate. Per facilitare le operazioni di pulizia e nellʼottica del rispamio energetico e idrico, le utenze sono costituite da lavabi sospesi con semicolonna con miscelatori a leva lunga temporizzati, bidet di tipo sospeso con miscelatori a leva lunga temporizzati, vasi di tipo sospeso con cassetta di risciacquo da incasso, vasi per disabili con scarico a terra, cassetta di risciacquo a zaino e miscelatore con doccetta flessibile. Allʼingresso dei blocchi servizi sono previsti rubinetti cromati di intercettazione del tipo da incasso, sia sulle tubazioni dellʼacqua fredda che di quella calda. 7 - Elenco delle norme applicate La progettazione degli impianti è effettuata nel rispetto di tutte le vigenti disposizione in materia, con particolare riferimento a: - Legge , n 10 Norme per lʼattuazione del piano energetico nazionale in materia dellʼuso razionale dellʼenergia, di risparmio energetico e di sviluppo delle fonti rinnovabili di energia e ss.mm.ii.;

16 - D.M "Approvazione della Regola Tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, la costruzione e l'esercizio degli impianti termici alimentati da combustibili gassosi"; - D.M "Norme di sicurezza per impianti termici concernenti liquidi caldi sotto pressione"; - D.M Prestazioni di resistenza al fuoco delle costrizioni nelle attività soggette al controllo del Corpo Nazionale del Vigili del Fuoco ; - Norme CEI; - Norme UNI.

RELAZIONE DESCRITTIVA IMPIANTI. Nuovo complesso edilizio Via Selva Residence Quinzano Verona IMMOBILIARE EUREKA SRL

RELAZIONE DESCRITTIVA IMPIANTI. Nuovo complesso edilizio Via Selva Residence Quinzano Verona IMMOBILIARE EUREKA SRL RELAZIONE DESCRITTIVA IMPIANTI Nuovo complesso edilizio Via Selva Residence Quinzano Verona IMMOBILIARE EUREKA SRL Il tecnico: Ing. Riccardo Tisato Marzo 2012 Descrizione impianti - Quinzano Eureka Immobiliare

Dettagli

SOCIETA' AGRICOLA TREZZA UTC LAVORI PUBBLICI DEL COMUNE DI DESENZANO DEL GARDA- DIREZIONE DIDATTICA NUOVA SCUOLA ELEMENTARE

SOCIETA' AGRICOLA TREZZA UTC LAVORI PUBBLICI DEL COMUNE DI DESENZANO DEL GARDA- DIREZIONE DIDATTICA NUOVA SCUOLA ELEMENTARE _ SOCIETA' AGRICOLA TREZZA UTC LAVORI PUBBLICI DEL COMUNE DI DESENZANO DEL GARDA- DIREZIONE DIDATTICA NUOVA SCUOLA ELEMENTARE RELAZIONE TECNICA IMPIANTI TERMO-MECCANICI INDICE 1. DESCRIZIONE DELL INTERVENTO...

Dettagli

DESCRIZIONE GENERALE INTERVENTO

DESCRIZIONE GENERALE INTERVENTO DESCRIZIONE GENERALE INTERVENTO L intervento in oggetto consiste nel completamento di un porzione del Polo Scolastico di Trescore Balneario (BG) attraverso la creazione del terzo piano al corpo di fabbrica

Dettagli

INDICE. 1- DESIGNAZIONE DELLE OPERE pag. 3 2- DESCRIZIONE DELLE OPERE. 2.1 centrale termica, frigorifera e sottocentrali pag. 4

INDICE. 1- DESIGNAZIONE DELLE OPERE pag. 3 2- DESCRIZIONE DELLE OPERE. 2.1 centrale termica, frigorifera e sottocentrali pag. 4 INDICE 1- DESIGNAZIONE DELLE OPERE pag. 3 2- DESCRIZIONE DELLE OPERE 2.1 centrale termica, frigorifera e sottocentrali pag. 4 2.2 - trattamento acqua di consumo e produzione acqua calda sanitaria pag.

Dettagli

Il Tecnico Ing. Renato Borrini

Il Tecnico Ing. Renato Borrini COMUNE DI DESENZANO DEL GARDA PROVINCIA DI BRESCIA RELAZIONE TECNICA DELL IMPIANTO DI CONDIZIONAMENTO E DI RICAMBIO DELL ARIA E DELL IMPIANTO IDRICO- SANITARIO A SERVIZIO DELLA DISCOTECA SESTO SENSO SITA

Dettagli

IMPIANTI MECCANICI: RELAZIONE DI CALCOLO

IMPIANTI MECCANICI: RELAZIONE DI CALCOLO INDICE 1 GENERALITÀ...2 1.1 Oggetto della relazione...2 2 NORMATIVA DI RIFERIMENTO...3 2.1 Impianto di riscaldamento...3 2.2 Impianto idrico-sanitario...5 2.3 Impianto antincendio...5 2.4 Impianto di scarico...6

Dettagli

Impianto in pompa di calore tipo splittata in caldo e freddo con integrazione solare e produzione di acqua calda sanitaria:

Impianto in pompa di calore tipo splittata in caldo e freddo con integrazione solare e produzione di acqua calda sanitaria: 41 Impianto in pompa di calore tipo splittata in caldo e freddo con integrazione solare e produzione di acqua calda sanitaria: 1- Unità esterna 8- Impianto per riscaldamento o raffrescamento 2- Unità interna

Dettagli

INDICE 1. DESCRIZIONE GENERALI DELLE COMPONENTI DELL IMPIANTO MECCANICO...

INDICE 1. DESCRIZIONE GENERALI DELLE COMPONENTI DELL IMPIANTO MECCANICO... INDICE 1. DESCRIZIONE GENERALI DELLE COMPONENTI DELL IMPIANTO MECCANICO... 2 1.1 IMPIANTO DI SCARICO... 2 1.1.1 Calcolo delle Unità di scarico... 3 1.2 IMPIANTO IDROSANITARIO... 5 1.2.1 Alimentazione...

Dettagli

CDP - Studio Tecnico Casetta & Del Piano Ingegneri Associati

CDP - Studio Tecnico Casetta & Del Piano Ingegneri Associati IMPIANTO TERMICO 1. Impianto termico La presente relazione riguarda il dimensionamento dell impianto termico a servizio dell edificio in progetto da adibire struttura a servizio del Comune di Orbassano

Dettagli

PREMESSA... 2 IMPIANTI TERMICI DI RISCALDAMENTO... 2 DESCRIZIONE DELL'IMPIANTO DI RISCALDAMENTO - RICAMBIO ARIA LOCALI CIECHI... 4

PREMESSA... 2 IMPIANTI TERMICI DI RISCALDAMENTO... 2 DESCRIZIONE DELL'IMPIANTO DI RISCALDAMENTO - RICAMBIO ARIA LOCALI CIECHI... 4 Sommario PREMESSA... 2 IMPIANTI TERMICI DI RISCALDAMENTO... 2 DESCRIZIONE DELL'IMPIANTO DI RISCALDAMENTO - RICAMBIO ARIA LOCALI CIECHI... 4 Tipologie d impianto... 4 1 - Impianto riscaldamento a pannelli

Dettagli

Sommario. Relazione impianto idrico - fognario

Sommario. Relazione impianto idrico - fognario Relazione impianto idrico - fognario Sommario 1. DESCRIZIONE DELL INTERVENTO... 2 2. RETE ADDUZIONE ACQUA... 2 3. SISTEMA PER IL RECUPERO DELL ACQUA PIOVANA PER USI INDOOR... 3 4. PRODUZIONE DI ACQUA CALDA

Dettagli

RELAZIONE TECNICA IMPIANTI

RELAZIONE TECNICA IMPIANTI RELAZIONE TECNICA IMPIANTI GENERALITA Scopo della presente Relazione tecnica, è quello di descrivere le proposte tecniche necessarie per la realizzazione dell impianto di riscaldamento, idrico sanitario

Dettagli

ELAB. F01 - RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA

ELAB. F01 - RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA Il presente documento riguarda il progetto esecutivo per la sostituzione della centrale termica a servizio della Villa Andrea facente parte del complesso Ville Ponti in Varese. E inoltre compresa l installazione

Dettagli

REALIZZAZIONE DI UN LOCALE BAR-RISTORO Via Monte Generoso n. 71 - VARESE

REALIZZAZIONE DI UN LOCALE BAR-RISTORO Via Monte Generoso n. 71 - VARESE UFFICIO SPECIALE PER L EDILIZIA COMUNE DI VARESE UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA VARESE COMO REALIZZAZIONE DI UN LOCALE BAR-RISTORO Via Monte Generoso n. 71 - VARESE PROGETTO ESECUTIVO DESCRIZIONE

Dettagli

CASE CON SISTEMI INNOVATIVI COMPARATIVA IMPIANTI RISCALDAMENTO

CASE CON SISTEMI INNOVATIVI COMPARATIVA IMPIANTI RISCALDAMENTO CASE CON SISTEMI INNOVATIVI COMPARATIVA IMPIANTI RISCALDAMENTO PREMESSA Con la presente relazione si intende fare una analisi comparativa fra alcuni dei sistemi di Riscaldamento utilizzati per la costruzione

Dettagli

Mantello unico di colore bianco. Cruscotto con pulsanti a vista e idrometro analogico.

Mantello unico di colore bianco. Cruscotto con pulsanti a vista e idrometro analogico. Segmento Medio Segmento Top Mantello unico di colore bianco. Cruscotto con pulsanti a vista e idrometro analogico. Mantello unico di colore bianco. Cruscotto con pulsanti a vista e idrometro digitale.

Dettagli

PROGRAMMI INTEGRATI DI RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE FONDO PER LO SVILUPPO E COESIONE 2007-2014

PROGRAMMI INTEGRATI DI RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE FONDO PER LO SVILUPPO E COESIONE 2007-2014 PROGRAMMI INTEGRATI DI RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE FONDO PER LO SVILUPPO E COESIONE 2007-2014 PROGETTO ESECUTIVO PER LAVORI DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATI DI E.R.P. COMPOSTO DA N. 8 ALLOGGI SITO

Dettagli

Comuni di Sirolo e Numana

Comuni di Sirolo e Numana Progettista: Arch. Giorgio Pagnoni LUGLIO 2012 RELAZIONE TECNICA IMPIANTO IDRAULICO I STRALCIO FUNZIONALE Service & Consulting Immobiliare s.r.l. - Via Trieste n. 21-60124 Ancona - tel 071 3580027 PROGETTO

Dettagli

IMPIANTO DI TELERISCALDAMENTO COMPRENSORIO PEEP GAIOFANA

IMPIANTO DI TELERISCALDAMENTO COMPRENSORIO PEEP GAIOFANA IMPIANTO DI TELERISCALDAMENTO COMPRENSORIO PEEP GAIOFANA CHE COS È IL TELERISCALDAMENTO Gruppo Società Gas Rimini - SGR Servizi S.p.A. 47924 Rimini Via Chiabrera 34 b Tel. 0541 303030 Fax 0541 380344 e-mail

Dettagli

FUTURIA SOLAR 180/25 (M) (cod. 00918170)

FUTURIA SOLAR 180/25 (M) (cod. 00918170) FUTURIA SOLAR 180/25 (M) (cod. 00918170) Caldaia a condensazione, a camera stagna ad altissimo rendimento adatta per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria in abbinamento ad un sistema

Dettagli

IMPIANTO DI RISCALDAMENTO/CLIMATIZZAZIONE...2

IMPIANTO DI RISCALDAMENTO/CLIMATIZZAZIONE...2 INDICE 1 PREMESSA...2 2 IMPIANTO DI RISCALDAMENTO/CLIMATIZZAZIONE...2 3 IMPIANTO AREAULICO...3 4 IMPIANTO DI SCARICO E VENTILAZIONE...3 5 IMPIANTO IDRICO...3 6 VENTILAZIONE SERVIZI IGIENICI...4 7 SANITARI

Dettagli

Residenze private. Tipologia edificio: villa con maneggio Località: Venezia Tipologia intervento: ristrutturazione complesso esistente

Residenze private. Tipologia edificio: villa con maneggio Località: Venezia Tipologia intervento: ristrutturazione complesso esistente Tipologia edificio: villa con maneggio Località: Venezia Tipologia intervento: ristrutturazione complesso esistente CARATTERISTICHE IMPIANTO: realizzazione di impianto di riscaldamento, condizionamento

Dettagli

Sistemi modulari per la gestione dell energia

Sistemi modulari per la gestione dell energia 860 L/h 1.290 L/h Sistemi modulari per la gestione dell energia 128525 (28 mm) Staffa di sostegno 0266/M Connessioni opzionali: - Raccordi per tubo rame (18, 22 e 28 mm) - Valvole di isolamento 0266/M

Dettagli

RIFERIMENTI NORMATIVI

RIFERIMENTI NORMATIVI RELAZIONE TECNICA IMPIANTO TERMICO RIFERIMENTI NORMATIVI Tutti gli impianti dovranno essere forniti completi in ogni loro singola parte e perfettamente funzionanti, con tutte le apparecchiature ed accessori

Dettagli

PREZZO UNITARIO RIF. P.U. PREZZO TOTALE Q.TÀ POS. DESCRIZIONE 1. CENTRALE TERMICA ED IDRICA

PREZZO UNITARIO RIF. P.U. PREZZO TOTALE Q.TÀ POS. DESCRIZIONE 1. CENTRALE TERMICA ED IDRICA 1. CENTRALE TERMICA ED IDRICA 1.01 MO.17.02 Gruppo termico a condensazione: potenzialità al focolare 75 kw potenzialità utile (80-60 C) 74 kw potenzialità utile (50-30 C) 81,5 kw 1.02 MO.18 Sistema di

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA Scuola Elementare F.lli Rossetti Via San Zeno PROGETTO ESECUTIVO SOSTITUZIONE GENERATORE TERMICO

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA Scuola Elementare F.lli Rossetti Via San Zeno PROGETTO ESECUTIVO SOSTITUZIONE GENERATORE TERMICO Ing. Paolo Silveri Via Valle Bresciana, 10 25127 Brescia Tel. 347.9932215 silveri.progea@gmail.com COMUNE di ODOLO Provincia di Brescia RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA Scuola Elementare F.lli Rossetti Via

Dettagli

VIA XXV APRILE SIRMIONE - BS.

VIA XXV APRILE SIRMIONE - BS. HOTEL VINCI VIA XXV APRILE SIRMIONE - BS. *************** RELAZIONE TECNICA IMPIANTI IDRO-TERMO-SANITARI DESENZANO D/G, Ottobre 2014 RIF. PS 2148 1 Gli impianti idraulici previsti al servizio dell hotel

Dettagli

Capitolo 1 Condizioni di progetto

Capitolo 1 Condizioni di progetto Premessa L intervento in oggetto riguarda la ristrutturazione del sistema di generazione del calore della scuola dell infanzia Aquilone, via dei Comuni fraz. Ferriera - Comune di Buttigliera Alta (TO).

Dettagli

IMMOBILE SITO in CAVRIANA, Via Mantegna, 4 a/b N.C.E.U. FG. N. 17 MAPPALE 105 SUB. 301/302/303/304 ALLEGATO

IMMOBILE SITO in CAVRIANA, Via Mantegna, 4 a/b N.C.E.U. FG. N. 17 MAPPALE 105 SUB. 301/302/303/304 ALLEGATO REVISIONE DELLA PROGETTAZIONE DEFINITIVA PER FINANZIAMENTO E PRESCRIZIONI SOPRINTENDENZA delle opere per la RISTRUTTURAZIONE EDILIZA E FUNZIONALE di un Immobile Comunale per la realizzazione di residenze

Dettagli

L intervento ha come oggetto la realizzazione degli impianti sotto elencati a servizio dell edificio comunale di Azzano San Paolo.

L intervento ha come oggetto la realizzazione degli impianti sotto elencati a servizio dell edificio comunale di Azzano San Paolo. Oggetto dell intervento L intervento ha come oggetto la realizzazione degli impianti sotto elencati a servizio dell edificio comunale di Azzano San Paolo. Il palazzo Municipale sarà dotato dei seguenti

Dettagli

93-0514. Heat Pumps ready! HYBRID SYSTEM. sistema ibrido da incasso interno/esterno

93-0514. Heat Pumps ready! HYBRID SYSTEM. sistema ibrido da incasso interno/esterno 93-0514 Heat Pumps ready! HYBRID SYSTEM sistema ibrido da incasso interno/esterno ambiente efficienza energetica energia rinnovabile Hybrid System è l innovativa soluzione Sile per i moderni impianti di

Dettagli

PLUS Comune di Monterotondo (RM) Intervento n 3: Nuova sostenibilità del verde

PLUS Comune di Monterotondo (RM) Intervento n 3: Nuova sostenibilità del verde 0 Indice 0 Indice... 2 1 Premessa... 3 2 Impianto termico... 3 3 Impianto idrico sanitario... 4 3.1 Descrizione impianto acqua potabile... 4 3.2 Dati di progetto impianto distribuzione acqua potabile...

Dettagli

2. DESCRIZIONE IMPIANTO

2. DESCRIZIONE IMPIANTO INDICE 1 PREMESSA 2 DESCRIZIONE IMPIANTO 2.1 Impianto di condizionamento... 2.2 Regolazione... 3 CARATTERISTICHE PRINCIPALI DELL IMPIANTO PROPOSTO 3.1 Tecnologia ad inverter... 3.2 Carica automatica del

Dettagli

ixcondens 35C/IT (M) (cod. 00916340)

ixcondens 35C/IT (M) (cod. 00916340) ixcondens 35C/IT (M) (cod. 00916340) Caldaie a condensazione, a camera stagna ad altissimo rendimento adatte per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria. Corpo caldaia lamellare in alluminio

Dettagli

Giunto di riparazione

Giunto di riparazione Giunto di riparazione Corpo in ottone CW614N Attacchi intercambiabili per tubi rame, plastica e multistrato Doppio o-ring di tenuta in EPDM Possibile installazione sottotraccia Disponibile versione EUROKONUS

Dettagli

INDICE. 1. Premessa pag. 2. 2. Principi di Funzionamento pag. 3. 3. Modalità di installazione pag. 3. 4. Edificio B3 pag. 3

INDICE. 1. Premessa pag. 2. 2. Principi di Funzionamento pag. 3. 3. Modalità di installazione pag. 3. 4. Edificio B3 pag. 3 INDICE 1. Premessa pag. 2 2. Principi di Funzionamento pag. 3 3. Modalità di installazione pag. 3 4. Edificio B3 pag. 3 4.1 Dimensionamento Impianto pag. 4 4.2 Componenti dell Impianto pag. 4 5. Edificio

Dettagli

TIPOLOGIE IMPIANTISTICHE

TIPOLOGIE IMPIANTISTICHE TIPOLOGIE IMPIANTISTICHE La scelta della tipologia impiantistica varia a seconda della destinazione d uso: EDILIZIA CIVILE: Classe Esempi 1 Locali per la residenza Alloggi ad uso privato 2 Locali per il

Dettagli

IMPIANTI TERMICI. Gli impianti termici o di riscaldamento sono i sistemi più diffusi per modificare le condizioni di benessere

IMPIANTI TERMICI. Gli impianti termici o di riscaldamento sono i sistemi più diffusi per modificare le condizioni di benessere IMPIANTI TERMICI Gli impianti termici o di riscaldamento sono i sistemi più diffusi per modificare le condizioni di benessere Secondo lutenza da servire gli impianti di riscaldamento si dividono in: IMPIANTI

Dettagli

ixquadra HP Accessori a richiesta Kit antivibranti - Cod. 20Z03440 1/6

ixquadra HP Accessori a richiesta Kit antivibranti - Cod. 20Z03440 1/6 ixquadra HP Pompa di calore per installazione splittata di tipo aria/acqua Inverter per il riscaldamento ed il raffrescamento di ambienti di piccole e medie dimensioni. Ideali per impianti con ventilconvettori

Dettagli

Relazione specialistica impianti meccanici. 1. Dati generali e descrizione dell'opera... 2. 2. Descrizione degli interventi... 4

Relazione specialistica impianti meccanici. 1. Dati generali e descrizione dell'opera... 2. 2. Descrizione degli interventi... 4 Sommario 1. Dati generali e descrizione dell'opera... 2 2. Descrizione degli interventi... 4 2.1 Impianto protezione idrica antincendio... 4 2.1.1 Rete idranti... 4 2.1.2 Sostituzione del gruppo di pressurizzazione

Dettagli

Edition 2011 L ULTIMA EVOLUZIONE DELLA CALDAIA A CONDENSAZIONE DOC00119/05.11

Edition 2011 L ULTIMA EVOLUZIONE DELLA CALDAIA A CONDENSAZIONE DOC00119/05.11 Edition 2011 L ULTIMA EVOLUZIONE DELLA CALDAIA A CONDENSAZIONE L integrazione SOLARE TOTALE DOC00119/05.11 Generatore di calore termosolare da incasso premiscelato a condensazione ad integrazione solare

Dettagli

Termoregolazione e contabilizzazione degli impianti termici di ultima generazione

Termoregolazione e contabilizzazione degli impianti termici di ultima generazione 1 Termoregolazione e contabilizzazione degli impianti termici di ultima generazione ing. Mirko Moretti Ricerca e Sviluppo Comparato 2 INDICE 1. Termoregolazione e contabilizzazione: il modulo satellite

Dettagli

Premessa Prefazione alla seconda edizione. Capitolo 1 Approvvigionamento...1

Premessa Prefazione alla seconda edizione. Capitolo 1 Approvvigionamento...1 Premessa Prefazione alla seconda edizione XI XIII Capitolo 1 Approvvigionamento...1 1.1 Acquedotto...3 1.2 Requisiti di qualit...7 1.3 Controllo dei requisiti...7 1.4 Requisiti relativi al ph...8 1.5 Requisiti

Dettagli

ARES Condensing 32 Caldaia a basamento, a condensazione, per solo riscaldamento

ARES Condensing 32 Caldaia a basamento, a condensazione, per solo riscaldamento 66 ARES Condensing 32 Caldaia a basamento, a condensazione, per solo riscaldamento VANTAGGI E CARATTERISTICHE GENERALI PREDISPOSTA PER FUNZIONAMENTO INDIPENDENTE O IN CASCATA ARES Condensing 32 può essere

Dettagli

Modello U.M. Aura Combi 51 Aura Combi 101 Potenza termica al focolare kw 11,2-49,8 11,2-99,6 Potenza termica utile a 50-30 kw 12,0-53,0 12,0-106,0

Modello U.M. Aura Combi 51 Aura Combi 101 Potenza termica al focolare kw 11,2-49,8 11,2-99,6 Potenza termica utile a 50-30 kw 12,0-53,0 12,0-106,0 Aura Combi Modulo termico a condensazione ad altissimo rendimento predisposto per funzionare singolarmente o in cascata (max. 5 moduli termici o 10 focolari). Monofocolare (Aura Combi 51) o doppio focolare

Dettagli

COMUNE DI CAMPELLO SUL CLITUNNO PROVINCIA DI PERUGIA

COMUNE DI CAMPELLO SUL CLITUNNO PROVINCIA DI PERUGIA ISO 9001:2008 COMUNE DI CAMPELLO SUL CLITUNNO PROVINCIA DI PERUGIA D.G.R. 1136/2012 - PROGETTO PER LA RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA CON CAMBIO DI DESTINAZIONE D'USO E DI RIQUALIFICAZIONE DELL'AREA EX CENTRALE

Dettagli

EDIFICIO DI CLASSE A

EDIFICIO DI CLASSE A Pratica n: 489/11 LOTTO 3 Cliente: Bodo Costruzioni Srl, Via Bagnoli, 31/A 35010 Vigonza (PD) ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA (dati riferiti alla situazione successiva agli interventi) Ai sensi

Dettagli

Allegato INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE

Allegato INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE Allegato INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE 1 ART. 1 SCOPO DEL DOCUMENTO Il Capitolato Speciale d appalto di cui questo Allegato è parte integrante prevede l esecuzione di alcuni interventi di riqualificazione

Dettagli

IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE

IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE parti 3 4 1 IMPIANTO TERMICO In generale si può pensare articolato nelle seguenti parti: Generatore uno o più apparati che forniscono energia termica ad un mezzo di trasporto

Dettagli

IMPIANTI IDRAULICI ED ANTINCENDIO PROGETTO ESECUTIVO

IMPIANTI IDRAULICI ED ANTINCENDIO PROGETTO ESECUTIVO SETTORE LAVORII PUBBLIICII E MANUTENZIIONE DEL PATRIIMONIIO REALIZZAZIONE DEL NUOVO MAGAZZINO COMUNALE IN REGIONE DENTE RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA E CALCOLI ESECUTIVI (articolo 37 e 39 del Decreto

Dettagli

COMPONENTI D IMPIANTO IN REGIME INVERNALE Dispositivi termici atti alla Distribuzione del Calore

COMPONENTI D IMPIANTO IN REGIME INVERNALE Dispositivi termici atti alla Distribuzione del Calore Dispositivi termici atti alla Distribuzione del Calore Distribuzione del calore E della portata idraulica Tipologie: A velocità fissa A 3 velocità regolabili A velocità variabile o elettronica modulante

Dettagli

1. SOMMARIO...1. 2. PARTE GENERALE...2 2.1 Oggetto...2 2.2 Caratteristiche generali...2

1. SOMMARIO...1. 2. PARTE GENERALE...2 2.1 Oggetto...2 2.2 Caratteristiche generali...2 1. SOMMARIO 1. SOMMARIO...1 2. PARTE GENERALE...2 2.1 Oggetto...2 2.2 Caratteristiche generali...2 3. INTERVENTO...2 3.1 Tipologia impianti di riscaldamento, idrico-sanitario, di scarico e antincendio...2

Dettagli

T E R M O I D R A U L I C A

T E R M O I D R A U L I C A T E R M O I D R A U L I C A Di VILLANI GIUSEPPE Sede: Via Piave 35-60022- Castelfidardo An 338/9181529 fax: 071/2412256 e-mail: idrorisorse@libero.it REALIZZAZIONI IMPIANTI IMPIANTI IDRICI IMPIANTI PER

Dettagli

Schemi impianti. energie rinnovabili

Schemi impianti. energie rinnovabili Schemi impianti energie rinnovabili SCHEMI IMPIANTI 0 Impianto classico a termosifoni con caldaia a biomassa per riscaldamento e produzione sanitaria per abitazione multipiano Termostato ambiente Mandata

Dettagli

INDICE. 1. Descrizione delle opere da eseguire pag. 2. 1.1 Impianto idrico sanitario pag. 2

INDICE. 1. Descrizione delle opere da eseguire pag. 2. 1.1 Impianto idrico sanitario pag. 2 INDICE 1. Descrizione delle opere da eseguire pag. 2 1.1 Impianto idrico sanitario pag. 2 1.2 Impianti di scarico dei servizi e degli accessori sanitari pag. 3 1.3 Impianto di scarico delle acqua meteoriche

Dettagli

www.buildingthefuture.it

www.buildingthefuture.it Oggetto via Orly, n. 327 Campi Bisenzio Impianti di riscaldamento, condizionamento, idrico sanitario, adduzione EDIFICIO INDUSTRIALE Zona Lavori L'offerta comprende la fornitura e posa in opera di : A

Dettagli

Efp E 8-I (cod. 2C01102T)

Efp E 8-I (cod. 2C01102T) Efp E 8-I (cod. 2C01102T) Pompe di calore aria/acqua Inverter adatti per il riscaldamento, il raffrescamento e la produzione di acqua calda sanitaria di ambienti di piccole e medie dimensioni. Ideali per

Dettagli

In Condens Solar 2200 950 350

In Condens Solar 2200 950 350 Caldaie murali a condensazione In Condens Solar L P H Utilizzo Diametro Ritorno Solare 3/4" Mandata Solare 3/4" Entrata Acqua Fredda 1/2" Entrata Acqua Calda 1/2" Ricircolo 1/2" Mandata Diretta 3/4" Ritorno

Dettagli

Comune di Acqui Terme (AL) Centro Congressi Area Bagni PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE TECNICA E DI CALCOLO - IMPIANTI FLUIDO-MECCANICI (IDROSANITARIO)

Comune di Acqui Terme (AL) Centro Congressi Area Bagni PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE TECNICA E DI CALCOLO - IMPIANTI FLUIDO-MECCANICI (IDROSANITARIO) INDICE 1 Premessa...2 2 Caratteristiche del sistema edilizio...3 3 Impianti previsti...4 3.1 IMPIANTI FLUIDOMECCANICI ED AFFINI...4 3.1.1 IMPIANTI IDROSANITARI E PER SMALTIMENTO ACQUE...4 3.1.2 IMPIANTI

Dettagli

Perchè emix? PAT. PEND. RENEWABLE ENERGIES

Perchè emix? PAT. PEND. RENEWABLE ENERGIES Perchè emix? L acqua calda ad uso sanitario è un servizio sempre richiesto in qualsiasi edificio, dal piccolo appartamento ai grandi uffici open space o ai grandi alberghi. Tra tutte le possibili tecnologie

Dettagli

COMUNE DI LIZZANO. (Provincia di Taranto) Progetto di ristrutturazione edilizia per la realizzazione di una casa alloggio PROGETTO ETNICAMENTE A.

COMUNE DI LIZZANO. (Provincia di Taranto) Progetto di ristrutturazione edilizia per la realizzazione di una casa alloggio PROGETTO ETNICAMENTE A. COMUNE DI LIZZANO (Provincia di Taranto) Progetto di ristrutturazione edilizia per la realizzazione di una casa alloggio PROGETTO ETNICAMENTE PROGETTO ARCHITETTONICO: ARCH. Vincenzo La Gioia PROGETTO IMPIANTI:

Dettagli

Nuovo Centro Civico e Stazione Tramvia Veloce - Scandicci

Nuovo Centro Civico e Stazione Tramvia Veloce - Scandicci Nuovo Centro Civico e Stazione Tramvia Veloce - Scandicci POLITECNICA SOC. COOP. ING. M. GUSSO GENNAIO 2007 Relazione tecnica descrittiva impianti meccanici - gennaio/07 (ai sensi dell art. 20 D.P.R. 554/99)

Dettagli

ANALISI PREZZI Analisi n. CODICE : Descrizione articoli U.M. Importo Euro

ANALISI PREZZI Analisi n. CODICE : Descrizione articoli U.M. Importo Euro AP Fornitura e posa in opera di generatore di calore a condensazione tipo murale P=32,7 kw al focolare, completo di termoregolazione climatica,sonda esterna, sonda di mandata, neutralizzatore di condensa

Dettagli

Impianti di riscaldamento convenzionali

Impianti di riscaldamento convenzionali Impianti di riscaldamento convenzionali convenzionale Impianti di riscaldamento Schema di un impianto con caldaia Combustibile Generazione regolazione emissione Carichi termici Distribuzione Impianti di

Dettagli

Sistemi ibridi integrati. Luna Platinum CSI

Sistemi ibridi integrati. Luna Platinum CSI Sistemi ibridi integrati Luna Platinum CSI Sistemi ibridi integrati Storicamente leader nel mercato del riscaldamento domestico, Baxi ha allargato la sua attività verso i sistemi ibridi integrati, in cui

Dettagli

IMPIANTI SOLARI. Manuale installazione impianti solari a Circolazione forzata

IMPIANTI SOLARI. Manuale installazione impianti solari a Circolazione forzata IMPIANTI SOLARI Manuale installazione impianti solari a Circolazione forzata 1 IMPIANTI SOLARI 1. Schema Generale combinazioni impiantistiche per Sistemi Solari Tecnosolar Pannelli Solari Energia Solare

Dettagli

ixincondens 25T/IT (M) (cod. 00916350)

ixincondens 25T/IT (M) (cod. 00916350) ixincondens 25T/IT (M) (cod. 00916350) Caldaie a condensazione, a camera stagna ad altissimo rendimento adatte per il riscaldamento (mod. T - C) e la produzione di acqua calda sanitaria (mod. C). Funzionamento

Dettagli

Caldaie a gas ad incasso premiscelate a condensazione Solari. Futuria Solar IN

Caldaie a gas ad incasso premiscelate a condensazione Solari. Futuria Solar IN Caldaie a gas ad incasso premiscelate a condensazione Solari Caldaie a gas ad incasso premiscelate a condensazione Solari Caratteristiche tecniche Sistema antigelo di serie e sanitario fino a -0 C. Protezione

Dettagli

Mammuth - Pompe di rilancio

Mammuth - Pompe di rilancio Mammuth - Pompe di rilancio GRUPPO DI DISTRIBUZIONE PER IMPIANTI A ZONA I gruppi di distribuzione e gestione di utenza di impianti a zone MAMMUTH serie 80, sono stati appositamente studiati per poter

Dettagli

RELAZIONE TECNICA IMPIANTO IDRICO FOGNANTE

RELAZIONE TECNICA IMPIANTO IDRICO FOGNANTE RELAZIONE TECNICA IMPIANTO IDRICO FOGNANTE Il dimensionamento dei diametri delle tubazioni costituenti la rete è determinato tenendo conto del coefficiente di contemporaneità, dei diametri minimi delle

Dettagli

Strutture alberghiere

Strutture alberghiere - 164 165 - - 166 Il rispetto per l ambiente Tipologia edificio: villaggio turistico con centro benessere Località: Ferrara Tipologia intervento: edificazione nuovo complesso CARATTERISTICHE INTERVENTO:

Dettagli

Schema Idraulico: Separazione circuiti primario e secondario Interfaccia caldaia a gas Funzione anticondensa

Schema Idraulico: Separazione circuiti primario e secondario Interfaccia caldaia a gas Funzione anticondensa M1000 è un gruppo di separazione idraulica tra circuito primario (caldaia a biomassa vaso chiuso) e circuito secondario (impianto di riscaldamento vaso chiuso). Il kit è configurato e preassemblato in

Dettagli

INDICE 1. GENERALITA 2 2. PARAMETRI DI PROGETTO 6 3. IMPIANTO DI CLIMATIZZAZIONE 8 4. IMPIANTO IDRICO - SANITARIO 13. 1.

INDICE 1. GENERALITA 2 2. PARAMETRI DI PROGETTO 6 3. IMPIANTO DI CLIMATIZZAZIONE 8 4. IMPIANTO IDRICO - SANITARIO 13. 1. INDICE 1. GENERALITA 2 1.1 Oggetto 2 1.2 Normative di riferimento 3 1.3 Attività svolta 4 1.4 Elenco degli impianti previsti in progetto 5 2. PARAMETRI DI PROGETTO 6 2.1 Introduzione generale 6 2.2 Carichi

Dettagli

3 INCONTRO FORMATIVO. Gli impianti di produzione e distribuzione del calore. 09 dicembre 2010. Relatore arch. Giorgio Gallo

3 INCONTRO FORMATIVO. Gli impianti di produzione e distribuzione del calore. 09 dicembre 2010. Relatore arch. Giorgio Gallo 3 INCONTRO FORMATIVO Gli impianti di produzione e distribuzione del calore 09 dicembre 2010 Relatore arch. Giorgio Gallo Impianti termici centralizzati Impianti tradizionali Distribuzione a colonne montanti:

Dettagli

Schede Attività Programmate

Schede Attività Programmate Servizi di manutenzione integrata edifici-impianti degli immobili istituzionali della Scuola Normale Superiore Schede Attività Programmate Pisa, lì 13 gennaio 2014. Piazza dei Cavalieri, 7 56126 Pisa-Italy

Dettagli

Lista di controllo per la messa in servizio

Lista di controllo per la messa in servizio Sempre al tuo fianco Lista di controllo per la messa in servizio Thesi R Condensing 45 kw - 65 kw Tecnico abilitato Sede dell impianto Tecnico del Servizio di Assistenza Clienti Nome Nome Nome Via/n.

Dettagli

COMPUTO METRICO. Grandistazioni Roma

COMPUTO METRICO. Grandistazioni Roma Grandistazioni Roma LAVORI - Aggiornamento 0-3 Agosto 200 Accessori e componenti Impianto idrosanitario IT.ID.B.20 Posa in opera di rubinetti di arresto di qualunque tipo delle voci elencate dal numero

Dettagli

CATALOGO GENERALE RISCALDAMENTO MULTIBLUE

CATALOGO GENERALE RISCALDAMENTO MULTIBLUE CATALOGO GENERALE RISCALDAMENTO MULTIBLUE 15 SISTEMI DI CALDAIE IN CASCATA MODULI MULTIBLUE La semplicità della modularità 1 2 14 11 10 3 14 17 6 9 15 4 13 8 5 16 12 7 COMPONENTI PRINCIPALI 1. Kit collettore

Dettagli

RELAZIONE SPECIALISTICA DEGLI IMPIANTI MECCANICI

RELAZIONE SPECIALISTICA DEGLI IMPIANTI MECCANICI RELAZIONE SPECIALISTICA DEGLI IMPIANTI MECCANICI 1.1 OGGETTO DELL'APPALTO La presente relazione ha per oggetto la realizzazione degli impianti tecnologici meccanici in alcuni stabili ad uso del (BO). I

Dettagli

COMUNE DI RAGUSA OGGETTO: PROGETTO PER LA "RISTRUTTURAZIONE DEL COMPENDIO IMPIANTO DI CLIMATIZZAZIONE RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA

COMUNE DI RAGUSA OGGETTO: PROGETTO PER LA RISTRUTTURAZIONE DEL COMPENDIO IMPIANTO DI CLIMATIZZAZIONE RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA COMUNE DI RAGUSA OGGETTO: PROGETTO PER LA "RISTRUTTURAZIONE DEL COMPENDIO EDILIZIO EX CPTA DI VIA NAPOLEONE COLAJANNI IN RAGUSA, DA ADIBIRE A CENTRO POLIFUNZIONALE PER L'INSERIMENTO SOCIALE E LAVORATIVO

Dettagli

CESANO BOSCONE - Via Monegherio APPARTAMENTO 4a LIVELLO DI FINITURA DEI LOCALI LIVELLO DI FINITURA

CESANO BOSCONE - Via Monegherio APPARTAMENTO 4a LIVELLO DI FINITURA DEI LOCALI LIVELLO DI FINITURA CESANO BOSCONE - Via Monegherio APPARTAMENTO 4a DEI LOCALI INTONACI Intonaco con finitura civile, idoneo a ricevere una tinteggiatura in idropittura lavabile, esclusa dalla fornitura, in grassello di calce

Dettagli

OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELL UNITA IMMOBILIARE SITA IN OLGINATE, VIA RONCO PRADERIGO 12_ FG, 3 MAPP.174, SUB 40

OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELL UNITA IMMOBILIARE SITA IN OLGINATE, VIA RONCO PRADERIGO 12_ FG, 3 MAPP.174, SUB 40 COMMITTENTE: ASSOCIAZIONE ONLUS L ALTRA META DEL CIELO TELEFONO DONNA DI MERATE Via S. Ambrogio, 17 23807 MERATE C.F.94027160137 Comune di Olginate Provincia di Lecco OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Dettagli

STUDIO TECNICO INGEGNERIA IMPIANTISTICA

STUDIO TECNICO INGEGNERIA IMPIANTISTICA via aspromonte, 29-23900 LECCO - tel. 0341-282334 / 365570 fax via colonna, 29-22100 COMO - tel. 031-505548 / 505410 fax e-mail : tecnico.lecco@stii.eu - tecnico.como@stii.eu c. f. - p. i.v.a. 01985140134

Dettagli

Indice. 1. Generalità e scopo del documento... 3. 2. Dati identificativi del sito e della struttura... 3. 2.1. Dati climatici e di irraggiamento...

Indice. 1. Generalità e scopo del documento... 3. 2. Dati identificativi del sito e della struttura... 3. 2.1. Dati climatici e di irraggiamento... Indice 1. Generalità e scopo del documento... 3 2. Dati identificativi del sito e della struttura... 3 2.1. Dati climatici e di irraggiamento... 3 3. Dimensionamento e caratteristiche tecniche dell impianto

Dettagli

OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELL UNITA IMMOBILIARE SITA IN OLGINATE, VIA RONCO PRADERIGO 12_ FG, 3 MAPP.174, SUB 40

OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELL UNITA IMMOBILIARE SITA IN OLGINATE, VIA RONCO PRADERIGO 12_ FG, 3 MAPP.174, SUB 40 COMMITTENTE: ASSOCIAZIONE ONLUS L ALTRA META DEL CIELO TELEFONO DONNA DI MERATE Via S. Ambrogio, 17 23807 MERATE C.F.94027160137 Comune di Olginate Provincia di Lecco OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Dettagli

HERCULES 32 kw 120 l. Caldaie a basamento, a camera stagna e tiraggio forzato con Boiler in acciaio Inox da 120 litri

HERCULES 32 kw 120 l. Caldaie a basamento, a camera stagna e tiraggio forzato con Boiler in acciaio Inox da 120 litri 80 HERCULES 32 kw 120 l Caldaie a basamento, a camera stagna e tiraggio forzato con Boiler in acciaio Inox da 120 litri VANTAGGI ELEGANZA & DESIGN Il cruscotto di HERCULES 32 kw 120 l offre una costante

Dettagli

CHECK LIST A SOSTENIBILITA DELLA VAS Art. 5.10 del Rapporto Ambientale

CHECK LIST A SOSTENIBILITA DELLA VAS Art. 5.10 del Rapporto Ambientale CHECK LIST A SOSTENIBILITA DELLA VAS Art. 5.10 del Rapporto Ambientale CRITERI EDILIZI 1. Involucro Componenti dell involucro dotati di caratteristiche atte alla limitazione degli apporti solari estivi

Dettagli

- 70. Abitare ecologico

- 70. Abitare ecologico - 70 Abitare ecologico 71 - Tipologia edificio: casa unifamiliare Località: Vicenza Tipologia intervento: costruzione nuovo edificio CARATTERISTICHE IMPIANTO: realizzazione impianto di riscaldamento e

Dettagli

RELAZIONE IMPIANTO IDRICO SANITARIO

RELAZIONE IMPIANTO IDRICO SANITARIO INDICE 1- GENERALITA...2 2- RETI DI ADDUZIONE DELL ACQUA...3 3- RETI DI SCARICO SERVIZI IGIENICI...5 4- IMPIANO IDRICO ANTINCENDIO...6 5- RETI DI IDRANTI...6 6- IMPIANTI FISSI DI RILEVAZIONE INCENDI...7

Dettagli

COMPONENTI PER IMPIANTI SOLARI

COMPONENTI PER IMPIANTI SOLARI COMPONENTI PER IMPIANTI SOLARI Le serie di prodotti Caleffi Solar sono state specificamente realizzate per l utilizzo nei circuiti degli impianti solari, dove si possono normalmente raggiungere elevate

Dettagli

VANTAGGI PER L INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE

VANTAGGI PER L INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE SOLARE TERMICO Accumulo con produzione istantanea di acqua calda sanitaria Riello 7200 KombiSolar 3S è un accumulo integrato per la produzione di acqua calda sanitaria istantanea e l integrazione riscaldamento

Dettagli

Caldaie a condensazione murali IDRA CONDENS 4100

Caldaie a condensazione murali IDRA CONDENS 4100 Caldaie a condensazione murali IDRA CONDENS 4100 Caldaie a condensazione a gas **** CE Scambiatore in acciaio inox 316 a dissipazione radiale forzata Bruciatore a premiscelazione totale Potenza da 20 a

Dettagli

Nuovo sistema integrato

Nuovo sistema integrato Solar Box Nuovo sistema integrato termoautonomo ad incasso con moduli idraulici preassemblati: facilità installativa e riduzione dei tempi di manodopera Nuovo armadio ad incasso in un unico elemento con

Dettagli

Allegato pagina n alla Dichiarazione di Conformità n del

Allegato pagina n alla Dichiarazione di Conformità n del ALLEGATO ALLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ PER IMPIANTI DI IDRICO-SANITARI Articolo 7, comma 2, del Decreto 22 gennaio 2008, n. 37 e ss.mm.ii. Distribuito da Teams So ut ons - Abbadia Lariana (LC) - Tel

Dettagli

ixcondens 25C/IT (M) (cod. 00916330)

ixcondens 25C/IT (M) (cod. 00916330) ixcondens 25C/IT (M) (cod. 00916330) Caldaie a condensazione, a camera stagna ad altissimo rendimento adatte per il riscaldamento e per la produzione di acqua calda sanitaria. Corpo caldaia lamellare in

Dettagli

Impianto Solare Termico

Impianto Solare Termico Impianto Solare Termico La ING DG&R è in grado di progettare, fornire e realizzare impianti solari termici di qualsiasi dimensione, con accesso agli incentivi del Conto Energia Termico. A titolo di esempio

Dettagli

PROJECT FINANCING SERVIZI ENERGETICI INTEGRATI

PROJECT FINANCING SERVIZI ENERGETICI INTEGRATI PROJECT FINANCING SERVIZI ENERGETICI INTEGRATI COMUNE DI CASTELFRANCO DI SOTTO Edificio 8 Campo Sportivo Relazione Tecnica CLIENTE: Comune di Castelfranco di Sotto CODICE OFFERTA: PF.2013.013.CFS PROPONENTE

Dettagli

IL COLLEGAMENTO IDRAULICO RACCOMANDAZIONI ED ESEMPI DI IMPIANTO

IL COLLEGAMENTO IDRAULICO RACCOMANDAZIONI ED ESEMPI DI IMPIANTO IL COLLEGAMENTO IDRAULICO RACCOMANDAZIONI ED ESEMPI DI IMPIANTO RACCOMANDAZIONI E consigliabile applicare schemi semplici e di provata efficacia e dotare il sistema di elementi utili a verificare il buon

Dettagli

- Verifica funzionalità, pulizia e controllo connessioni altro tipo di trasformatori

- Verifica funzionalità, pulizia e controllo connessioni altro tipo di trasformatori Impianto elettrico Cabine elettriche Quadri elettrici media e bassa tensione e c.c Interruttori media e bassa tensione Trasformatori Batteria di rifasamento Impianto di Protezione contro le scariche atmosferiche

Dettagli

PREMESSA. Normativa e Leggi di riferimento

PREMESSA. Normativa e Leggi di riferimento PREMESSA L oggetto del presente documento riguarda la descrizione dell impianto solare termico per la produzione di acqua calda sanitaria per il fabbisogno del blocco servizi e docce del Campo Sportivo

Dettagli