UNIVERSIEk DEGLISTUDI DI PALERMO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNIVERSIEk DEGLISTUDI DI PALERMO"

Transcript

1

2 UNIVERSIEk DEGLISTUDI DI PALERMO ) Rsos dvnt dll Sps Gnl conoscut nl pogtto. Un quot p l mssmo dl 50% dll sps gnl, nto l lmt mssmo dl 10% dll sos fnnz ntt povnnt dll Ent fnnzto, sà dstnt ll Atno utlzzt com d sguto ndcto: l 40% ll utofnnzmnto dll Atno; 11. l 10 % ll utofnnzmnto dl Dtmnto/Dptnnt convolt nll ttvtà d cc; I l 40% l fondo d cc d Atno d dstn l fnnzmnto dll cc d Atno d lt ttvtà sttgch ch sà ccntonto su ppost voc d blnco; IV. l 10 % p ncntvzon dl psonl tcnco mmnsttvo ch sà ccntonto n pposto fondo d utlzz p lfnnzmnto d pogtt obttvo d Atno. L mnnt pt p d lmno l 50% dll sps gnl, sà dstnt l sponsbl scntuìco p sgnz d cc comps vntul compns p l psonl mpgnto nl pogtto. b) Rsos dvnt dll ndcontzon dl costo dl Psonl stuttuto (nl cso n cu tl sps sno mmssbl mbosbl), Ftt slv l quot ncss p l vntul co fnnzmnto, l sos fnnz cqust com mboso dl costo dl psonl ntno stuttuto ndcontto n pogtt snno dstnt com sgu: Un quot p l 50% sà dstnt ll Atno utlzzt com d sguto ndcto: I, l I IV l 40% ll utofnnzmnto dll Atno; l 10% ll utq/ìnnzmnto dl Dtnnto/Dptmnt convolt nll ttvtà d cc; l 40% l fondo d zc d Atno d dstn l fnnzmnto dll cc d Atno d lt ttvtà sttgch ch sà ccntonto su ppost voc d blnco I O % p Icnt zon dcl j onk tcnco mm nzsttvo ch 5à ccntonto n pposto fondo d utlzz p l flnnzmnto d pogtt obttvo d Atno. L mnnt quot p I 50% s ssgnt l sponsbl scntfco p sgnz scntuìch qul cqusto stumntzon, mtl d consumo, pgmnt d cn z cc vn u c ogg n j sonl d cnt 1 4 ch Ilbo o h collboto dttmnt l pogo c cc. f1 to Iu ynnz;t, s c.. no o /JC! SOULUL q 1k md tfloj d m o / s qlo LICI 3Ù lc po l o ds/tnto

3 :I! UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO ll Atno p l suppoto svz mmnsttv. L stnt sos snno ptt scondo qunto stblto dll pcdnt ltl b,. 2. Nl cso d pogtt fnnzt Dsttt /o Consoz, d cu / Unvstà è soco /o ssocto, l quot dstnt ll Atnod cu ll ltt ) b) dl comm I, dovnno ss pvntvmnt dcutt dgl vntul contbut /o quot dc ttbu gl stss p cost d gston l sps gnl ct dc dott p l utlzzo dll sos fnnz (snt d spcjjìc vncol d sps) p pogtt PRI!!.FIRB p qul/fnnzt dttmnt dll Commsson Euop sono sgunt: ) Rsos dvnt dll Sps Gnl conoscut nl pogtto. Un quot dll sps gnl p l 10% p pogtt PRIN p qull fnnzt dttmnt dll Commsson Euop, p ll 8% p pogtt FIRB, sà dstnt com d sguto ndcto: 1150% ll utofnnzmnto dll Atno, % ll utofnnzmnto dl Dptmnto/Dptmnt convolto/ nll ttvtà d cc, III Il 40% l fondo d cc d Atno d dstn l fnnzmnto dll cc d Atno d lt ttvtà sttgch ch sà ccntonto su ppost voc d blnco. L mnnt pt dll sps gnl, p l 90% p pogtt PRIN p qull fnnzt dttmnt dll Commsson Euop, p l 92% p pogtt FIRB, sà dstnt l sponsbl scntuco p sgnz d cc comps vntul compns p l psonl mpgnto nl pogtto, lddov mmss dll EntFnnzto. b) Rsos dvnt dll ndcontzon dl costo dl Psonl stuttuto (nl cso n cu tl sps sno mmssbl mbosbl, Ftt slv l quot ncss p vntul co tìnnzmntu, l sos fnnz l cqus com mboso d costo dl psonl ntno tuttut( ndconto n j g snn s cgntc ntglm l Rsponsh l scntfco p. sgnz scntfch qul, cqusto tzmntzon, mtl d consumo, pgmnt d svz cc vntul ncch gguntv l psonl docnt TA ch collbo o h collboto dttmnt! pogtto d cc. 1 c : I sft p1 1 O? LOSI?l0 Ufltflt C Onu/ /(1I motvto ctì J?(} I t 111? l c o s 1. sponshlc d! pogtto chc do u O!t cs vcn: (.nìgo d AmmllnL,:1o,;c ch u v/uto cso p 0 ot d t. 01 LI( d /c ò c.

4 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO AREA RCERCA E SVILUPPO L modfch ntodott l golmnto s pplcno nch pogtt gà fnnzt succssvmnt l 23 luglo 20 0, dt d ntt n vgo dl Rgolmnto nll su ogn vson. B) P fftto dll modfch d cu ll ltt A) dl psnt dcto d qull pcdntmnt ntvnut, è mnto l nuovo Rgolmnto p l gston dll sos dvnt d pogtt fnnzt d pogmm ntnzonl, comunt, nzonl gonl, nl tsto ntgto sotto ndcto: Rgolmnto p l gston dll sos dvnt d pogtt fnnzt d pogmm ntnzonl, comunt, nzonl gonl At Fnltà 1. Il psnt Rgolmnto dscpln modltà pocdu d sgu p l gston dll sos fnnz dvnt dll sps gnl dl mboso dl costo dl psonl stuttu to d pogtt dll Unvstà dgl stud d Plmo, o d su stuttu dcntt, fnnzt dttmnt d pogmm ntnzonl, comunt, nzonl gonl d cu ll t.2 dl psnt golmnto n cu l Atno è cpofl o ptn. At. 2 Ambto d pplczon psnt golmnto s pplc pogtt convnzon d cc, d coop zon /o d fomzon fnnzt ll Unvstà dgl Stud d Plmo d Ent pubblc ttvso pogm m ntnzonl, comunt, nzonl gonl, con scluson d Mst gà dscpln t d pposto golmnto d Atno. Il golmnto s pplc, ltsì, pogtt fnnz t d Ent pubblc Dsttt Consoz d cu l Unvstà dgl Stud d Plmo è soco /o ssocto n qulunqu fom, lmttmnt ll quot d costo d fnnzmnto d ss ssgnt. Il psnt golmnto non nom l conto tz, 2. I pogtt ctt l comm 1 possono ss ttoltà dll Atno cd. d Atno o d Cnt con Autonom gstonl mmnstt d cu ll. 2 dl Rgolmnto p l Ammnstzo n, l Fnnz l (ontbltà dll Unvst d Plm At. 3 Dfnzon 1. P con 2. P df pogmm ntnzonl. comunt, nzonl gonl s ntndono tutt qull fnnz t fond povnnt d Ent pubblc stn ll Atno. sps gnl s ntndono lutt cost ndtt ft pogtt. conoscut com tl E t n z o

5 UNIVERSITÀ DEGLISTUDIDI PALERMO 3. P costo dl psonl stuttuto s ntnd l vlozzzon dll o dl psonl contttulzzto dll Unvstà tmpo ndtmnto /o dtmnto mpg to n pogtt, sull bs dll tbuzon lod ffttv compnsv dgl on cco dllamm nstzon comunqu qull conoscut mbost nl pogtto. Dl psonl stuttu to tmpo dtmìnto s ntnd scluso qullo contttulzzto con fond dl pogtto. At. 4 Ct d utlzzo dll sos fnnz 1. 1 ct d dott p l utlzzo dll sos fnnz (snt d spcfc vncol d sps) dvnt d pogtt d cu ll t. 2, con scluson d pogtt PRIN, FIRB d qull fnnzt dttmnt dll Commsson Euop, dscplnt dl succssvo comm 3, sono sgunt: ) Rsos dvnt dll Sps Gnl conoscut nl pogtto. Un quot p l mssmo dl 50% dll sps gnl, nto l lmt mssmo dl 10% dll sos fnnz ntt povnnt dll Ent fnnzto, sà dstnt ll Atno utlzzt com d sguto ndcto: I. l 40% ll utofnnzmnto dll Atno; Il. l 10 % ll utofnnzmnto dl Dptmnto/Dptmnt convolt nll ttvtà d cc; III, l 40% l fondo d cc d Atno d dstn l fnnzmnto dll cc d Atno d lt ttvtà sttgch ch sà ccntonto su ppost voc d blnco; IV. l 10 % p 1 ncntvzon dl psonl tcnco mmnsttvo ch sà ccnto nto n pposto fondo d utlzz p l fnnzmnto d pogtt obttvo d Atno. L mnnt pt p d lmno l 50% dll sps gnl, sà dstnt l spons bl scntfco p sgnz d cc comps vntul compns p l psonl mpgn to nl pogtto. b) Rsos dvnt dll ndcontzon dl costo dl Psonl stuttuto (n cso n tl sps sno mmssibl mbosbl) Ftt slv l quot ncss p I vntu l co4nnzmnto, l sos fnnz cqust com mboso dl costo dl psonl ntno stuttuto ndcontto n pogtt snno dstnt com sgu CUI Un quot p l 50% sà dstnt ll Atno I, Il. utlzzt com d sguto ndcto: l 40% ll utofnnzmnto dll Atno: l 10% ll utofnnzmnto dcl D ptmnto Dptncnt 1tco nvc cc: 01. pv. upc nll ttvtà d

6 UNIVERSITÀ DEGLISTUDI DI PALERMO III. l 40% l fondo d cc d Atno d dstn l fnnzmnto dll cc d Atno d lt ttvtà sttgch ch sà ccntonto su ppost voc d blnco; IV. l 10 % p l ncntvzon dl psonl tcnco mmnsttvo ch sà ccntonto n pposto fondo d utlzz p l fmnzmnto d pogtt obttvo d Atno. L mnnt quot p l 50% sà ssgnt l sponsbl scntfco p: sgnz scntfch qul: cqusto stumntzon, mtl d consumo, pgmnt d svz, cc.; vntul ncch gguntv l psonl docnt T/A ch collbo o h collboto dttmnt l pogtto d cc. b.1) In lzon ll sos fnnz cqust dl mboso dl costo dl psonl stuttuto mmnsttvo (c.d, psonl ndtto), un quot dl 30% sà dstnt ll Atno p l suppoto svz mmnsttv. L stnt sos snno ptt scondo qunto stblto dll pcdnt ltt. b). 2. Nl cso d pogtt fnnzt Dsttt /o Consoz, d cu l Unvstà è soco /o ssocto, l quot dstnt ll Atno d cu ll ltt ) b) dl comm 1, dovnno ss pvntvmnt dcutt dgl vntul contbut /o quot d ttbu gl stss p cost d gston l sps gnl ct d dott p l utlzzo dll sos fnnz (snt d spcfc vncol d sps) p pogtt PR1N, FIRB p qull fnnzt dttmnt dll Commsson Euop sono sgunt: ) Rsos dvnt dll Sps Gnl conoscut nl pogtto. Un quot dll sps gnl p l 10% p pogtt PRIN p qull fnnzt dttmnt dll Commsson Euop, p ll 8% p pogtt FIRB, sà dstnt com d sguto ndcto: I. Il 50% ll utofnnzmnto dll Atno; li. 1110% ll utofnnzmnto dl Dptmnto/Dptmnt convolto/ nll ttvtà d cc: III Il 40% l fondo d cc d Atno d dstn l fnnzmnto dll cc d Atno d lt ttvtà sttgch ch sà ccntonto su ppost voc d blnco. L mnnt pt dll sps gnl p l 90% p pogtt PRIN p qull fnnzt dttmnt dll Commìsson Euop. p I 92% p pogtt FIRB. sà dstnt l sponsbl scntfco p sgnz d cc comps vntul compns p l psonl up nt 1 og to, ddo ns dl En Fn nz h) Rsos dnt dll ndcontzon dl costo dl Psonl stuttuto (nl cso n cu tl sps sno nnssbl nbosbì Ftt sh l quot ncss p I vntul c to s I

7 UNIVERSITÀ DEGLISTUDI DI PALERMO stuttuto ndcontto n pogtt snno ssgnt ntglmnt l Rsponsbl scntfco p: sgnz scntfch qul: cqusto stumntzon. mtl d consumo. pgmnt d svz, cc.; vntul ncch gguntv l psonl docnt I/A ch collbo o h collboto dttmnt l pogtto d cc. 4. Evntul spcfch dogh p pogtt d cu l pcdnt comm 3 potnno ss chst, n cs cczonl, dl sponsbl dl pogtto ch dovà, n tl cs, vnz pvntvmnt motvt stnz l Consglo d Ammnstzon, ch n vlutà, cso p cso, psuppost dtmnà l quot d sps gnl d dstn ll fnltà dl psnt golm nto. At. 4 bs Lmt pcntul dll quot dstnt ll Atno 1. Nl cso n cu l tpolog d pogtt pvd l mboso d psonl stuttuto, l pcntul complssv dll quot dstnt ll Atno clcolt scondo qunto stblto ll t.4 ltt ) punt 1,11,111 IV ltt b) punt 1,11,111 IV non può ss nfo d un quot comps t 1 8% l 16% dl fnnzmnto concsso, funzon ln dll pcntul dll sps gnl mmssbl sptto l costo dl pogtto. L pcntul mnm sà p ll 8% p sps gnl dllo 0% p l 16% p sps gnl dl 30%. L mpoto ccdnt tl pcntul mnm sno qunto clcolto sns dll t. 4 ltt ) punt 1,11,11 IV ltt b) punt 1,11,111 IV, dovà ss dstnto dl Rsponsbl scntfco sclusvmnt p l sgunt fnltà: coptu d sps ltv d ssgn d cc, bos d studo /o cc, bos d dottoto d cc /o conttt d ccto tmpo dtmnto nch non fnlzz t l pogtto; cqusto ttzztu nch non fnlzzt l pogtto; coptu d sps d condu ll tpolog sps gnl. 2. Nl cso n cu l tpolog d pogtt non pvd l mboso d sps d psonl stuttu to, n dog l conn n 1. l pcntul dll quot dstnt ll Atno sà comps nto l lmt mssmo dl 10% così com pvsto ll t, 4 comm 1) ltt,., At. 5 Montoggo sos fnnz A fln dl montoggo dll sos fnnz dvnt d pogtt ctt1 ll t, 2 di psnt Rgolmnto. l posptto dll ptzon d mssm dll sos d cu lft. 4 comm I ltt, ) b) dovà ss llgto l pno fnnzno dl pogtto li tto dll fm dl ppsntnt lgl dllatno p l psntzon foml d pogtto. 2. I pogtt ttoltà d Cnt con Autonom mmnsttvo contbl psntt dttm nt fm dl Dtto dl Cnto s consntto dl bndo. dvono ss comunc t. tmpst\mnt. gl Uffc comptnt d!1 Ammnstzon Cntl untmnt ll dlb d pp o z n d on I g, d p no t t o u ptto ss nptzon dll sos flnnz d cu comm I I pog m popost d Cnt con Autono t m mt o mt bl p u l c s. f d ps nt o dl p o tto l f LI g ppcs. tt c II \t c o suo dlcto. P )L...

8 UNIVERSITÀ DEGLISTUDI DI PALERMO , dvono ss tsmss gl Uffc comptnt dll Ammnstzon Cntl p l stutto con conguo ntcpo sptto tmn d scdnz pvst d ltv bnd. A pogtt occo llg: ) l dlb dll Ogno Collgl; b) l pno fnnzo; c) l posptto d mssm d ptzon dll sos fnnz d cu l comm 1. 1 pogtt fnnzt dvono ss tmpstvmnt comunct gl Uffc Comptnt dll Ammnstzon Cntl. sà comuncto ltsì l posptto. scondo l pogtto ppovto fnnzto, d ptzon dll sos fnnz d cu ll t. 4 comm I ltt. ) b) dl psnt Rgolmnto. Evntul modfch vzon sono soggtt solmnt comunczon d pt dl Rsponsbl scntfco. Il Rsponsbl scntfco chusu dl pogtto dovà nv ll Ammnstzon l posptto dfntvo d ptzon dll sos fnnz d cu ll t. 4 comm ltt. ) b) dl psnt Rgolmnto. P pogtt d Atno l quot d sps gnl d mboso dl costo dl psonl dstnt l sponsbl scntfco d cu ll t. 4 snno tsft pv chst dllo stsso nl blnco dll stuttu dcntt d ffnz. Il montoggo dll quot spttnt ll Atno, ttolo d sps gnl psonl ntno ndcontto. su pogtt gstt d Cnt con utonom mmnsttvo contbl, sà ffttuto mdnt ppost posptt d dttglo pdspost cu dl Rsponsbl Ammnsttvo d tsmtt gl Uffc Comptnt dll Ammnstzon Cntl. L quot ttolo d utofnnzmnto spttnt ll Atno d l fnnzmnto dll cc d Atno dvnt dll sps gnl dl psonl ntno ndcontto, dvono ss sctt n spcfch voc dl blnco dll Atno, l utlzzo d dtt quot sà dlbto dl C.d.A. su popost dl Rtto sntto l Dtto Ammnsttvo. In cso d mnct comunczon gl Uffc dll Ammnstzon Cntl dll nfomzon d cu comm 2 4 dl psnt tcolo d pt d Cnt d Gston con Autonom mmnsttvo contbl non snno ttvt nl Blnco d Atno l spcfch voc d sps p l gston d pogtt. At. 6 Incch l psonl stuttuto 1. L Unvst d Plmo p l lzzzon d pogtt ctt lft. 2 comm 1. può n cso d ptcol ncsstà. conf pop dpndnt ncch gguntv tbut. d svolg fuo dlloo d svzo P qunto gud psonl docnt ccto. g ncch possono ss conft solo ccto ttv ch bbno gntto l mont o dovuto com cco ddttco. 3 L ffdmnto dgl ncch psonl docnt tcncommnsttvo è dscplnto d golmnt dll Unvst d Plmo dll ltv nom d lgg vgnt n mt. 4. Gl ntul compns l psonl tcncommnsttvo sono colt ll o ffttvmnt svolt fuo dll oo d svzo. docunntt tmt fogl d psnz l sstm d n vz m dll os nzc d A m s nd l bl t ut p stc d Rg lm t Atcno P cuntu gud docnt o IcctoI mpgnti n pogtt, bhno gntto ] mont. oo uto com cco ddttco. cvcotul compnso pun. vn dll quot dl t Il v I lì fl t t t( d vcn co k Ub t bu v. dl tvi o \ 2uì up n

9 #, _ UNIVERSITÀ DEGLISTUDI DI PALERMO AREARICERCAE SVILUPPO SERVIZIODI SUPPORTO ALLARICERCA 6. L sos fnnz p l confmnto dgl ncch d cu l psnt tcolo dvno dll quot ssgnt l sponsbl scntfco d cu Il t. 4. At. 7 Entt n vgo 1. L psnt dsposzon ntno n vgo dl gono succssvo ll dt d mnzon dl dcto ttol d dozon dl psnt golmnto, d pubblcs ll lbo Uffcl d qust Unvstà d dvulg p v tlmtc, s pplcno pogtt ppovt succssvmnt ll dt d ntt n vgo. At. 8 Nom fnl tnsto 1. P qunto non spcfctmnt dscplnto s f fmnto ll nomtv vgnt ll nom spcfch ch golno l bndo. 2. Su pogtt d cu ll t.2 n coso ll dt d ntt n vgo dl psnt Rgolmnto sà plvt ttolo d utofnnzmnto dll Atno un quot dl 5% sull sps gnl dl 10% sull sos dvnt dl mboso d cost dl psonl stuttuto ndcontto ftt slv l quot ncss p l vntul cofnnzmnto. Il plvo, pvo ccodo con l sponsbl scntfco, sà ffttuto solo n psnz d dsponbltà d sos. Il pno d utlzzo dll somm sdu dvnt d sps gnl ndcontzon dl costo dl psonl stuttuto sà pdsposto dl sponsbl scntfco. Al gudo è ftto obblgo Dtto d Cnt d Gston con Autonom mmnsttvo contbl comunc gl Uffc Comptnt dll Ammnstzon Cntl pogtt ppovt fnnzt pcdntmnt ll dt d ntt n vgo dl psnt golmnto n coso d svolgmnto con l ndczon dl pno fnnzo. 3. L dsposzon dll t, 4 bs s pplcno pogtt fnnzt succssvmnt ll dt d ntt n vgo dl Rgolmnto mnto con D.R. n dl 23/07/2010. Il psnt dcto sà so pubblco mdnt ffsson ll Albo uffcl pubblczon sul sto wb dll Atno. (Pf 114no Rob I AGAI I A

Alberi di copertura minimi

Alberi di copertura minimi Albr d coprtur mnm Sommro Albr d coprtur mnm pr grf pst Algortmo d Kruskl Algortmo d Prm Albro d coprtur mnmo Un problm d notvol mportnz consst nl dtrmnr com ntrconnttr fr d loro dvrs lmnt mnmzzndo crt

Dettagli

CIRCOLARE n.148. Al Personale Docente. Sede

CIRCOLARE n.148. Al Personale Docente. Sede 1 I.C. Slvo Pllco Portoplo Cpo Pssro 1 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE S. PELLICO V Crnnà 4 c..p. 96018 - PACHINO (SR) Tl. 0931/801226-0931597094 ml :src853002q@struzon.t www.pllcopchno.t Coc Fscl 83001430897.

Dettagli

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010 Corso di ordinmnto - Sssion suppltiv -.s. 9- PROBLEMA ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO SESSIONE SUPPLETIA Tm di: MATEMATICA. s. 9- Dt un circonrnz di cntro O rggio unitrio, si prndno

Dettagli

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga Provvdimnto di Prdisposizion dl Programma Annual dll'srcizio finanziario 2014 Il Dsga Visto Il Rgolamnto crnnt l istruzioni gnrali sulla gstion amministrativotabil dll Istituzioni scolastich Dcrto 01 Fbbraio

Dettagli

T12 Oneri per Competenze Stipendiali

T12 Oneri per Competenze Stipendiali T12 Oneri per Competenze Stipendiali Qualifica MENSLT' STPENO..S. R.../ PROGR. TRECESM MENSLT' RRETRT NNO RRETRT PER NN RECUPER PER RTR mporto Totale ECONOMC CORRENTE PRECEDENT SSENZE ECC. NZNT' N Mesi

Dettagli

L ELLISSOIDE TERRESTRE

L ELLISSOIDE TERRESTRE L ELLISSOIDE TERRESTRE Fin dll scond mtà dl XVII scolo (su propost di Nwton) l suprfici più dtt ssr ssunt com suprfici di rifrimnto pr l Trr è stt individut in un ELLISSOIDE DI ROTAZIONE. E l suprfici

Dettagli

JOHANN SEBASTIAN BACH Invenzioni a due voci

JOHANN SEBASTIAN BACH Invenzioni a due voci JOH EBTI BCH Invnzon a u voc BWV 772 7 cura Lug Catal trascrzon ttuata con UP htt//ckngmuscarchvorg/ c 200 Lug Catal (lucatal@ntrrt) Ths ag s ntntonally lt ut urchtg nltung Wormt nn Lbhabrn s Clavrs, bsonrs

Dettagli

REQUISITI DI SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI R. Paciucci E. Ragno Servizio sicurezza e protezione - CNR

REQUISITI DI SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI R. Paciucci E. Ragno Servizio sicurezza e protezione - CNR REQUISITI DI SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI R. P E. R Svz szz pz - CNR L f sh s s mp pph ; p è pps pm pssbà p sss è ss vs, s s mp mq sz, ; s (, svh.) pss ss s z. I sh ss s spsv è sfvm fz m pph s p:

Dettagli

T12 Oneri per Competenze Stipendiali

T12 Oneri per Competenze Stipendiali T12 Oneri per Competenze Stipendiali Qualifica MENSLT' STPENO..S. R.../ PROGR. ECONOMC NZNT' TRECESM MENSLT' RRETRT NNO CORRENTE RRETRT PER NN PRECEDENT RECUPER PER RTR SSENZE ECC. mporto Totale N Mesi

Dettagli

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori T13 Oneri per Indennita e Compensi Accessori Qualifiche per le Voci di Spesa di Tipo I IND. IND RZ. INDNNITÀ VACANZA STRUTT. ART. 42, D MARIA PROFSSION CONTRATTU COMP. SCLUSIVITA POSIZION POSIZION - RISULTATO

Dettagli

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE G. M. MONTANI CONVITTO ANNESSO AZIENDA AGRARIA 63900 FERMO Via Montani n. 7 - Tl. 0734-622632 Fax 0734-622912 www.istitutomontani.it -mail aptf010002@istruzion.it Coc

Dettagli

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso.

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso. I vettor B Un segmento orentto è un segmento su cu è stto fssto un verso B d percorrenz, d verso oppure d verso. A A Il segmento orentto d verso è ndcto con l smolo. Due segment orentt che hnno l stess

Dettagli

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino:

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino: Prof. Emnul ANDRISANI Studio di funzion Funzioni rzionli intr n n o... n n Crttristich: sono funzioni continu drivbili in tutto il cmpo rl D R quindi non sistono sintoti vrticli D R quindi non sistono

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO Distrtto Scolastico N 53 Nocra Infrior (SA) SCUOLA MEDIA STATALE Frsa- Pascoli Vial Europa ~ 84015 NOCERA SUPERIORE (SA) Tl. 081 933111-081 931395- fax: 081 936230 C.F.: 94041550651 Cod: Mcc.: SAMM28800N

Dettagli

ITALIA REPUBBLICA POSTA ORDINARIA. 2-1-1-2 S.S. 2 C.E.I. Luog. 500. 60 c. 50 c 5-1-1-5 S.S. 5 C.E.I. 503. 9-1-1-9 S.S. 9 C.E.I. Luog. 507.

ITALIA REPUBBLICA POSTA ORDINARIA. 2-1-1-2 S.S. 2 C.E.I. Luog. 500. 60 c. 50 c 5-1-1-5 S.S. 5 C.E.I. 503. 9-1-1-9 S.S. 9 C.E.I. Luog. 507. 10 c 20 c 25 c 1-1-1-1 S.S. 1 C.E.I. Luog. 499 2-1-1-2 S.S. 2 C.E.I. Luog. 500 3-1-1-3 S.S. 3 C.E.I. 501 40 c 50 c 60 c 80 c 4-1-1-4 S.S. 4 C.E.I. Luog. 502 5-1-1-5 S.S. 5 C.E.I. 503 6-1-1-6 S.S. 6 C.E.I.

Dettagli

RELAZIONE TECNICA PROTEZIONE CONTRO I FULMINI. di struttura adibita a Ufficio. relativa alla

RELAZIONE TECNICA PROTEZIONE CONTRO I FULMINI. di struttura adibita a Ufficio. relativa alla II I RELAZIONE TECNICA t relativa alla PROTEZIONE CONTRO I FULMINI di struttura adibita a Ufficio. sita nel comune di AF.EZZO (AR) PROPRIET A' AP{EZZO MULTISERVIZI SRL Valutazione del rischio dovuto al

Dettagli

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori T13 Oneri per Indennita e Compensi Accessori Qualifiche per le Voci di Spesa di Tipo I IND. IND RZ. INDNNITÀ VACANZA STRUTT. ART. 42, D MARIA PROFSSION CONTRATTU COMP. SCLUSIVITA POSIZION POSIZION - RISULTATO

Dettagli

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie PROGETTO PON SICUREZZA 27-213 Gli investimenti delle mafie SINTESI Progetto I beni sequestrati e confiscati alle organizzazioni criminali nelle regioni dell Obiettivo Convergenza: dalle strategie di investimento

Dettagli

---- CIAO ---- 1967 CN - CE - CV 1001 12692 1968 CN - CE - CV 12693 145013 1969 CN - CE - CV 145014 226098 1970 CN - CE - CV 226099 236283

---- CIAO ---- 1967 CN - CE - CV 1001 12692 1968 CN - CE - CV 12693 145013 1969 CN - CE - CV 145014 226098 1970 CN - CE - CV 226099 236283 ---- CIAO ---- 1967 CN - CE - CV 1001 12692 1968 CN - CE - CV 12693 145013 1969 CN - CE - CV 145014 226098 1970 CN - CE - CV 226099 236283 CIAO SPECIAL 1969 C7E - C7V 800001 841911 1970 C7E - C7V 841912

Dettagli

Esercizi sullo studio di funzione

Esercizi sullo studio di funzione Esrcizi sullo studio di funzion Prima part Pr potr dscrivr una curva, data la sua quazion cartsiana splicita f () occorr procdr scondo l ordin sgunt: 1) Dtrminar l insim di sistnza dlla f () ) Dtrminar

Dettagli

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito.

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito. Integrli de niti. Il problem di clcolre l re di un regione pin delimitt d gr ci di funzioni si può risolvere usndo l integrle de nito. L integrle de nito st l problem del clcolo di ree come l equzione

Dettagli

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' '

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' ' LINGUAGGICREATIVITA ESPRESSIONE 3 4ANNI 5ANNI Mniplrmtrilidivritipin finlizzt. Fmilirizzrindivrtntcnil cmputr Ricnsclmntidl mnd/rtificilcglindn diffrnzprfrmmtrili Distingugliggttinturlidqulli rtificili.

Dettagli

- Radioattività - - 1 - 1 Ci = 3,7 1010 dis / s. ln 2 T 2T = e ln 2 2 = e 2ln 2 = 1 4

- Radioattività - - 1 - 1 Ci = 3,7 1010 dis / s. ln 2 T 2T = e ln 2 2 = e 2ln 2 = 1 4 Radioattività - Radioattività - - - Un prparato radioattivo ha un attività A 0 48 04 dis / s. A quanti μci (microcuri) si riduc l attività dl prparato dopo du tmpi di dimzzamnto? Sapndo ch: ch un microcuri

Dettagli

La scelta di equilibrio del consumatore. Integrazione del Cap. 21 del testo di Mankiw 1

La scelta di equilibrio del consumatore. Integrazione del Cap. 21 del testo di Mankiw 1 M.Blconi e R.Fontn, Disense di conomi: 3) quilirio del consumtore L scelt di equilirio del consumtore ntegrzione del C. 21 del testo di Mnkiw 1 Prte 1 l vincolo di ilncio Suonimo che il reddito di un consumtore

Dettagli

George Frideric Handel. Reduction. From the Deutsche Händelgesellschaft Edition Edited by Frideric Chrysander

George Frideric Handel. Reduction. From the Deutsche Händelgesellschaft Edition Edited by Frideric Chrysander Gorg Fdc Hndl GIULIO CESARE 1724 Rduction From th Dutsch Händlgsllschft Etion Etd by Fdc Chrysndr Copyght 2001-2008 Nis Scux. Licnsd undr th Ctiv Commons Attbution 3.0 Licns 2 3 INDICE 0-1 OUVERTURE 5

Dettagli

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE nno 213 Tipologia Istituzione U - UNIT' SNIT LCLI Istituzione 9565 - SL VNZI - MSTR 12 Contratto SSN - SRVIZI SNIT NZINL Fase/Stato Rilevazione: pprovazione/ttiva Data Creazione Stampa: 19/6/215 14:15:25

Dettagli

INTEGRALI IMPROPRI. f(x) dx. e la funzione f(x) si dice integrabile in senso improprio su (a, b]. Se tale limite esiste ma

INTEGRALI IMPROPRI. f(x) dx. e la funzione f(x) si dice integrabile in senso improprio su (a, b]. Se tale limite esiste ma INTEGRALI IMPROPRI. Integrli impropri su intervlli itti Dt un funzione f() continu in [, b), ponimo ε f() = f() ε + qundo il ite esiste. Se tle ite esiste finito, l integrle improprio si dice convergente

Dettagli

METODO VOLTAMPEROMETRICO

METODO VOLTAMPEROMETRICO METODO OLTAMPEOMETCO Tle etodo consente di isrre indirettente n resistenz elettric ed ipieg l definizione stess di resistenz : doe rppresent l tensione i cpi dell resistenz e l corrente che l ttrers coe

Dettagli

._~zio/ei,o, ck//jg~~e~ Y~ CIRCOLARE N. 21. MEF - RGS - Prot. 47613 del 09/06/2015 ID: 382320. Roma.

._~zio/ei,o, ck//jg~~e~ Y~ CIRCOLARE N. 21. MEF - RGS - Prot. 47613 del 09/06/2015 ID: 382320. Roma. D: 382320 MEF - RGS - Prot. 47613 del 09/06/2015 CRCOLARE N. 21 Roma.._~zio/ei,o, ck//jg~~e~ Y~ DPARTMENTO DELLA RAGONERA GENERALE DELLO STATO SPETTORATO GENERALE PER GL ORDNAMENT DEL PERSONALE UFFCO V

Dettagli

Domanda n. del Pensione n. cat. abitante a Prov. CAP. via n. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che per gli anni:

Domanda n. del Pensione n. cat. abitante a Prov. CAP. via n. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che per gli anni: Mod. RED Sede di Domnd n. del Pensione n. ct. nto il stto civile bitnte Prov. CAP vi n. DICHIARA, sotto l propri responsbilità, che per gli nni: A B (brrre l csell reltiv ll propri situzione) NON POSSIEDE

Dettagli

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia Una voce oco a / Barbiere di Siviglia Andante 4 3 RÔ tr tr tr 4 3 RÔ & K r # Gioachino Rossini # n 6 # R R n # n R R R R # n 8 # R R n # R R n R R & & 12 r r r # # # R Una voce oco a qui nel cor mi ri

Dettagli

Armonizzazione della documentazione. Stato transizione dei documenti SIT ACCREDIA Ruolo dei documenti tecnici

Armonizzazione della documentazione. Stato transizione dei documenti SIT ACCREDIA Ruolo dei documenti tecnici ACCREDIA L ente italiano di accreditamento Armonizzazione della documentazione dei Dipartimenti ACCREDIA Stato transizione dei documenti SIT ACCREDIA Ruolo dei documenti tecnici Adelina Leka - Funzionario

Dettagli

Parcheggi e altre rendite aeroportuali

Parcheggi e altre rendite aeroportuali Argomnti Parchggi altr rndit aroportuali Marco Ponti Elna Scopl La rgolamntazion dl sistma aroportual italiano fino al 2007 non ha vitato la formazion di rndit ingiustificat. In particolar l attività non-aviation,

Dettagli

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE UNA NUOVA VIVIBILITA PER IL CENTRO DI NONANTOLA PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA ESITO DELLE VOTAZIONI RACCOLTE DURANTE LE

Dettagli

Art. 1. - Campo di applicazione e definizioni Art. 2. - Classificazione di reazione al fuoco

Art. 1. - Campo di applicazione e definizioni Art. 2. - Classificazione di reazione al fuoco DM 10 marzo 2005 Classi di razion al fuoco pr i prodotti da costruzion da impigarsi nll opr pr l quali ' prscritto il rquisito dlla sicurzza in caso d'incndio. (GU n. 73 dl 30-3-2005) IL MINISTRO DELL'INTERNO

Dettagli

PRODOTTI / RICAMBI PRODUCTS / SPARE PARTS PRODUITS / PIECES DETACHEES PRODUKTE / ERSATZTEILE PRODUCTOS / REPUESTOS. Esplosi: mod. 2-3-4 GR 02-12-2008

PRODOTTI / RICAMBI PRODUCTS / SPARE PARTS PRODUITS / PIECES DETACHEES PRODUKTE / ERSATZTEILE PRODUCTOS / REPUESTOS. Esplosi: mod. 2-3-4 GR 02-12-2008 PODOTT / CMB PODCTS / SP PTS PODTS / PCS DTCHS PODKT / STZT PODCTOS / PSTOS splosi: mod. 2-3-4 G 02-12-2008 N D C» TV 01 - COMPONNT GPPO CN CBNT PTS» TV 02 - COMPONNT GPPO NVOCO COMND CONTO PN PTS» TV

Dettagli

Esercizi della 8 lezione sulla Geomeria Linere ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA ESERCIZI SULLA PARABOLA ESERCIZI SULL' ELLISSE ERCIZI SULL' IPERBOLE

Esercizi della 8 lezione sulla Geomeria Linere ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA ESERCIZI SULLA PARABOLA ESERCIZI SULL' ELLISSE ERCIZI SULL' IPERBOLE Eserizi dell lezione sull Geomeri Linere ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA ESERCIZI SULLA PARABOLA ESERCIZI SULL' ELLISSE ES ERCIZI SULL' IPERBOLE ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA. Determinre l equzione dell ironferenz

Dettagli

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità.

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità. 0. Risrs uman cinvl nlla prima fas dl prg Cis cmunià. funzini n. n. r Oprari di Prg Prgazin, pianificazin dl prg O p r a ri d l p r g prari di bas prari cnici cn qualifica prfssinal prari spcializzai Op.

Dettagli

VERBALEDror"**"xtzol?;?îfÈiftc4r-NTACOMUN

VERBALEDror**xtzol?;?îfÈiftc4r-NTACOMUN COMUNE DI MAGLIANO VETERE. 84050 MAGLIANO VETERE (SA) C.so Umberro t @ 0974/s92A32 _992076 COPIA VERBALEDror"**"xtzol?;?îfÈiftc4r-NTACOMUN OGGETTO: Approvazione Progetto esecutivo di efficientamento energetico

Dettagli

V _ TAS. C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2 0 04

V _ TAS. C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2 0 04 V _ TAS G e s t i o n e e co n t ro l l o d e l l a p ro g e tta z i o n e C o n f o rm e a l i a N o rm a U N I E N I S O 9 0 0 t ; 2 0 0 8 C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2

Dettagli

v in v out x c1 (t) Molt. di N.L. H(f) n

v in v out x c1 (t) Molt. di N.L. H(f) n Comunicazioni elettriche A - Prof. Giulio Colavolpe Compito n. 3 3.1 Lo schema di Fig. 1 è un modulatore FM (a banda larga). L oscillatore che genera la portante per il modulatore FM e per la conversione

Dettagli

REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39)

REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39) DELIBERAZIONE n.806 del 01/07/2014 REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39) DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n.806 del 01/07/2014 Proposta

Dettagli

34. CILINDRI IN PRESSIONE

34. CILINDRI IN PRESSIONE G. Ptucc Lzon d Costuzon d Macchn 34. CILINDRI IN PRSSION quazon d obma astco In qusto catoo è sosto obma astco atvo a sod gomtcnt assasmmtc d oma cndca, ssso h costant, soggtt a cach agnt aant a ano otogona

Dettagli

PREFAZIONE. di Giuseppe Berto

PREFAZIONE. di Giuseppe Berto , PREFAZIONE d Guseppe Berto RICORDO DEL TERRAGLIO Quand'ero govane, e la vogla d grare l mondo m spngeva n terre lontane, a ch m chedeva notze del mo paese, rspondevo: l mo paese è una strada. In effett,

Dettagli

Forze Conservative. Il lavoro eseguito da una forza conservativa lungo un qualunque percorso chiuso e nullo.

Forze Conservative. Il lavoro eseguito da una forza conservativa lungo un qualunque percorso chiuso e nullo. Lavoro ed energia 1. Forze conservative 2. Energia potenziale 3. Conservazione dell energia meccanica 4. Conservazione dell energia nel moto del pendolo 5. Esempio: energia potenziale gravitazionale 6.

Dettagli

Verbale n. 1. Gara per raffidamento del servizio di pulizia dei locali dell'ufficio Legislativo e Legale siti in via Caltanissetta n. 2/e -Palermo.

Verbale n. 1. Gara per raffidamento del servizio di pulizia dei locali dell'ufficio Legislativo e Legale siti in via Caltanissetta n. 2/e -Palermo. Verbale n. 1 Gara per raffidamento del servizio di pulizia dei locali dell'ufficio Legislativo e Legale siti in via Caltanissetta n. 2/e -Palermo. L'anno 2012 il mese di gennaio il giorno 11 alle ore 11,00,

Dettagli

Esercizi sulle serie di Fourier

Esercizi sulle serie di Fourier Esercizi sulle serie di Fourier Corso di Fisic Mtemtic,.. 3- Diprtimento di Mtemtic, Università di Milno Novembre 3 Sviluppo in serie di Fourier (esponenzile) In questi esercizi, si richiede di sviluppre

Dettagli

Guida alla scelta Motori tubolari per tapparelle

Guida alla scelta Motori tubolari per tapparelle Nice Guida alla scelta La linea più completa di sistemi d automazione per tende, tapparelle e serrande. Guida alla scelta Motori tubolari per tapparelle Nice mette a Vostra disposizione questa semplice

Dettagli

Fatture registro unico. Oggetto della fornitura

Fatture registro unico. Oggetto della fornitura .S.: - - IC GIOVNNI XXIII/CESTE MIICBC (CF: ) nno Finnzirio: Ftture registro unico Ftture trovte: Numero- Dt Prg Reg Procoll o /B - -- /B - -- /B - -- Tipo Doc fttur fttur fttur Numero Fttur V- /M Dt Fttur

Dettagli

Sistemi e modelli matematici

Sistemi e modelli matematici 0.0.. Sistemi e modelli matematici L automazione è un complesso di tecniche volte a sostituire l intervento umano, o a migliorarne l efficienza, nell esercizio di dispositivi e impianti. Un importante

Dettagli

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/stampa/serie_generale/originario

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/stampa/serie_generale/originario Pagina 1 di 8 LEGGE 3 luglio 2014, n. 99 Ratifica ed esecuzione dell'accordo fra il Governo della Repubblica italiana e il Governo degli Stati Uniti d'america sul rafforzamento della cooperazione nella

Dettagli

Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9

Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9 Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9 Interruttori per protezione motore P5M 68 Ausiliari per interruttore P5M 70 Sezionatori-fusibili STI 7 Limitatori di sovratensione di Tipo PRF Master 7 Limitatori

Dettagli

ilzzeíír : giugno Numero ISS Sabato, Le pagine destinate per Ic inserzioni, agli effetti del

ilzzeíír : giugno Numero ISS Sabato, Le pagine destinate per Ic inserzioni, agli effetti del Arrtrt: Mnstr Avvs SO ZZÍÍR ÍtÍRÍ8 DEL RE Gl\TO E ITALIA Ann 93 Bm Sbt : gugn Numr ISS Atbnrnnt Ann Sm Trm dmc d n In Rut sn prss l'ammnstrzn ch L tutt Rgn 65 86 30 All'str (Ps dll' Unn pstl) 50» 0 Un

Dettagli

EHB IFF IU FF P P I 9.1 9.2

EHB IFF IU FF P P I 9.1 9.2 EHB IFF IU FF P P EI OG ENO SSISCHES H O C H SC H UL IN T ITUT FUR BERUFSBILDUNG INSTITUI FEOERAL DES HAUTES ETUOES EN FORMATION PROFESSIONNELLE tsf ttut0 UNIVERSITARIO FEDERALE PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE

Dettagli

aleatoria; se è nota la sua densità di probabilità ad essa si può associare una valore medio statistico. La grandezza così definita: (III.1.

aleatoria; se è nota la sua densità di probabilità ad essa si può associare una valore medio statistico. La grandezza così definita: (III.1. Caitolo III VALORI MEDI. SAZIONARIEÀ ED ERGODICIÀ III. - Mdi tatitich dl rimo ordi. Sia f( ) ua fuzio cotiua i aoci al gal alatorio (, t ζ ) la uatità dfiita dalla y f[(, t ζ )]. Ea idividua, a ua volta,

Dettagli

Soluzioni Esercitazione VIII. p(t)dt = R

Soluzioni Esercitazione VIII. p(t)dt = R S. a Si ha Soluioni Esercitaione VIII PT > + ptt ptt perché pt per t u + perché

Dettagli

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E Strutture deformabl torsonalmente: anals n FaTA-E Il comportamento dsspatvo deale è negatvamente nfluenzato nel caso d strutture deformabl torsonalmente. Nelle Norme Tecnche cò vene consderato rducendo

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO PROVINCIA DI GROSSETO Piazza del Plebiscito, 1 58015 Orbetello (GR)

COMUNE DI ORBETELLO PROVINCIA DI GROSSETO Piazza del Plebiscito, 1 58015 Orbetello (GR) COMUNE DI ORBETELLO PROVINCIA DI GROSSETO Piazza del Plebiscito, 1 58015 Orbetello (GR) Tel. 0564 861111 Fax 0564 860648 C.F. 82001470531 P.I. 00105110530 DETERMINAZIONE N 722 DEL 27/10/2011 U.O. Politiche

Dettagli

Titolazione Acido Debole Base Forte. La reazione che avviene nella titolazione di un acido debole HA con una base forte NaOH è:

Titolazione Acido Debole Base Forte. La reazione che avviene nella titolazione di un acido debole HA con una base forte NaOH è: Titolzione Acido Debole Bse Forte L rezione che vviene nell titolzione di un cido debole HA con un bse forte NOH è: HA(q) NOH(q) N (q) A (q) HO Per quest rezione l costnte di equilibrio è: 1 = = >>1 w

Dettagli

Tutti i nostri viaggi prevedono una copertura assicurativa inclusa nella Quota d Apertura Pratica,

Tutti i nostri viaggi prevedono una copertura assicurativa inclusa nella Quota d Apertura Pratica, ppur Tutti i nstri viggi prvdn un cprtur ssicurtiv clus nl Qut d Aprtur Prtic, grntit d Tutti i nstri viggi prvdn un cprtur ssicurtiv tiv utmticmnt clus nl Qut d iscriz, iz ssicurt t d In clbrz z cn 34

Dettagli

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R.

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R. Attori in rt pr la mobilità di risultati dll apprndimnto Dirtta WEB, 6 dicmbr 2011 Progtto I CARE Progtto CO.L.O.R. Elmnti distintivi complmntarità Michla Vcchia Fondazion CEFASS gli obittivi Facilitar

Dettagli

ANALISI REALE E COMPLESSA a.a. 2007-2008

ANALISI REALE E COMPLESSA a.a. 2007-2008 ANALISI REALE E COMPLESSA.. 2007-2008 1 Successioni e serie di funzioni 1.1 Introduzione In questo cpitolo studimo l convergenz di successioni del tipo n f n, dove le f n sono tutte funzioni vlori reli

Dettagli

STATISTICA INFERENZIALE PER VARIABILI QUALITATIVE

STATISTICA INFERENZIALE PER VARIABILI QUALITATIVE STATISTICA INFERENZIALE PER VARIABILI QUALITATIVE La presentazione dei dati per molte ricerche mediche fa comunemente riferimento a frequenze, assolute o percentuali. Osservazioni cliniche conducono sovente

Dettagli

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità COMMISSIONE AMMINISTRATIVA PER LA SICUREZZA SOCIALE DEI LAVORATORI MIGRANTI E 104 CH (1) CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA Malattia maternità

Dettagli

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE Le apparecchiature di questa serie, sono frutto di una lunga esperienza maturata nel settore dei gruppi di continuità oltre che in questo specifico. La tecnologia on-line doppia conversione, assicura la

Dettagli

Z>,n zorrr Reg. Gen. IL CAPO AREA AA.GG

Z>,n zorrr Reg. Gen. IL CAPO AREA AA.GG Piazza Toselli n. 1-96010 Buccheri (SR) Tel. 0931880359 - Fax 0931880559 DETERMINA DEL CAPO AREA AFFARI GENERATI DETERMINAN,/UóDEL Z>,n zorrr Reg. Gen. Oggetto: Liquidazione fatîure a ll'associazio ne

Dettagli

Corrente elettrica e circuiti

Corrente elettrica e circuiti Corrente elettrca e crcut Generator d forza elettromotrce Intenstà d corrente Legg d Ohm esstenza e resstvtà esstenze n sere e n parallelo Effetto termco della corrente Legg d Krchhoff Corrente elettrca

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

Momento di una forza rispettto ad un punto

Momento di una forza rispettto ad un punto Momento di un fo ispettto d un punto Rihimimo lune delle definiioni e popietà sui vettoi già disusse ll iniio del oso Podotto vettoile: ϑ ϑ sin sin θ Il vettoe è dietto lungo l pependiole l pino individuto

Dettagli

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA ANUGA COLONIA 05-09 OTTOBRE 2013 Ragione Sociale Inviare a : all'attenzione di : Padiglione Koelnmesse Srl Giulia Falchetti/Alessandra Cola Viale Sarca 336 F tel. 02/86961336 Stand 20126 Milano fax 02/89095134

Dettagli

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015 ALLEGATO A Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015 per i redditi di lavoro dipendente/assimilati e di lavoro autonomo/provvigioni e diversi Specifiche tecniche

Dettagli

LA TRASFORMATA DISCRETA DI FOURIER l.

LA TRASFORMATA DISCRETA DI FOURIER l. LA TRASFORMATA DISCRETA DI FOURIER l. t " : SULUPPO PER VIA GRAFICA n mpionamento del segnale analogico x(t) produce una sequenza xsgts) il cui spettro nel dominio della frequ enza è periodico, sicché

Dettagli

CATALOGO LINEA PRODOTTI 2013/2014 ED. SETTEMBRE 2013

CATALOGO LINEA PRODOTTI 2013/2014 ED. SETTEMBRE 2013 CATALOGO LINEA PRODOTTI 2013/2014 ED. SETTEMBRE 2013 2 ELETTRIFICATORI PORTATILI 0615200 *0615200* FENCELINE B200 STD CON PICCHETTO MASSA, CONNESSIONE LINEA E TERRA 9V: 0,16J (12V: 0,21J) 0615202 *0615202*

Dettagli

RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE

RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE 1. Esercizi Esercizio 1. Dati i punti A(1, 0, 1) e B(, 1, 1) trovare (1) la loro distanza; () il punto medio del segmento AB; (3) la retta AB sia in forma parametrica,

Dettagli

6 fl. . di non aver subito condanne penali;. di assicurare la propria presènza a tutti gli incontri collegati alla realizzazione del P.I.

6 fl. . di non aver subito condanne penali;. di assicurare la propria presènza a tutti gli incontri collegati alla realizzazione del P.I. FOn,l Éù.TTBUTTURQLI \àd, ia) EUROPEI 2047-2015.ÙMPETENZÉ PER LO SVILUPP (r e, - r{btenll P B L' APPNEN IMENTO {FC ) l-c.'sawétvlllll" ISTITUTO COMPRENSIVO "G. SAIVEMIM" 74122 TARANTO. VIA GREGORIO VII,

Dettagli

DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITÀ, VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ AI FINI IVA

DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITÀ, VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ AI FINI IVA Modello 9/11 DIHIRZIONE DI INIZIO TTIVITÀ, VRIZIONE DTI O ESSZIONE TTIVITÀ I FINI IV (IMPRESE INDIVIDULI E LVORTORI UTONOMI) Informativa sul dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del

Dettagli

DE e DTE: PROVA SCRITTA DEL 26 Gennaio 2015

DE e DTE: PROVA SCRITTA DEL 26 Gennaio 2015 DE e DTE: PROVA SCRITTA DEL 26 Gennaio 2015 ESERCIZIO 1 (DE,DTE) Un transistore bipolare n + pn con N Abase = N Dcollettore = 10 16 cm 3, µ n = 0.09 m 2 /Vs, µ p = 0.035 m 2 /Vs, τ n = τ p = 10 6 s, S=1

Dettagli

Se si insiste non si vince

Se si insiste non si vince Se si insiste non si vince Livello scolare: 2 biennio Abilità interessate Valutare la probabilità in diversi contesti problematici. Distinguere tra eventi indipendenti e non. Valutare criticamente le informazioni

Dettagli

a Crediamo nel concetto di cucina a chilometro zero e nei prodotti di stagione, crediamo nel rispetto dell ambiente e delle tradizioni.

a Crediamo nel concetto di cucina a chilometro zero e nei prodotti di stagione, crediamo nel rispetto dell ambiente e delle tradizioni. Credimo nel concetto di cucin chilometro zero e nei prodotti di stgione, credimo nel rispetto dell mbiente e delle trdizioni. L nostr propost enogstronomic è bst sull riscopert delle ricette più semplici

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 36 Riduzion durvol di valor dll attività Riduzion durvol di valor dll attività SOMMARIO Finalità 1 Ambito di applicazion

Dettagli

L EQUILIBRIO CHIMICO

L EQUILIBRIO CHIMICO EQUIIBRIO CHIMICO Molte reazioni chimiche possono avvenire in entrambe i sensi: reagenti e prodotti possono cioè scambiarsi fra di loro; le reazioni di questo tipo vengono qualificate come reazioni reversibili.

Dettagli

LA TRASFORMATA DI LAPLACE

LA TRASFORMATA DI LAPLACE LA RASFORMAA DI LAPLACE Pr dcrivr l voluzion di un itma in rgim tranitorio, oia durant il paaggio dll ucit da un rgim tazionario ad un altro, è ncario ricorrr ad un modllo più gnral riptto al modllo tatico,

Dettagli

Le misure di energia elettrica

Le misure di energia elettrica Le misure di energia elettrica Ing. Marco Laracca Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell Informazione Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale Misure di energia elettrica La misura

Dettagli

CORSO. FIM Via. associazione geometri liberi professionisti. della provincia di Modena. Sede. Costi. Colleg. 2 Pia. rispettivi tecnica.

CORSO. FIM Via. associazione geometri liberi professionisti. della provincia di Modena. Sede. Costi. Colleg. 2 Pia. rispettivi tecnica. CORSO MASTER associazion gomtri libri profssionisti dlla provincia Modna novmbr, cmbr 2014 gnnaio, fbbraio PERCORSO FORMATIVO DI 48 ORE Sd Il corsoo è organizzato prsso la sala convgni dl Collg io Gomm

Dettagli

Appendice A: tabelle descrittive residenti

Appendice A: tabelle descrittive residenti Appendice A: tabelle descrittive residenti 1. PARAMETRI EMATOCHIMICI DI BASE Nelle tabelle 1-12 sono riportati in dettaglio i risultati delle analisi descrittive riguardanti i parametri ematochimici di

Dettagli

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 MOD.COM/VIT COMUNE di VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 1 SEMESTRE (scrivere a macchina o in stampatello) 2 SEMESTRE 01 Denominazione del Villaggio Turistico

Dettagli

Poteri/ funzioni attribuiti dalla norma

Poteri/ funzioni attribuiti dalla norma Compiti funzioni attribuiti dalla tiva all nazional Lgg Art. 6, comma 5 Art. 6, comma 7, ltt.a Art. 6, comma 7, ltt.b Potri/ funzioni attribuiti dalla Vigilanza su tutti i contratti pubblici (lavori, srvizi

Dettagli

VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE

VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE Soluzioni di quesiti e prolemi trtti dl Corso Bse Blu di Mtemti volume 5 [] (Es. n. 8 pg. 9 V) Dell prol f ( ) si hnno le seguenti informzioni, tutte

Dettagli

tramite della Segreteria della scuola), trasmissione dei verbali e degli atti al

tramite della Segreteria della scuola), trasmissione dei verbali e degli atti al L verbae n"..8j... Ogg, se marzo duemaqundc, ae ore 13.00, s è runta nea sede d questa sttuzone Scoastca a commssone Eettorae così composta RBEZZO ASSUNTA Presdente; VAL SABNA Segretaro, FATORELLO GAMPETRO

Dettagli

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N GasMultiBloc Combinato per regolazione e sicurezza Servoregolatore di pressione MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-10-SE MBC-300-N MBC-700-N 7.01 Max. pressione di esercizio 3 mbar (36 kpa) forma compatta grande

Dettagli

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 140 del 25.09.2013 OGGETTO:Accordo tra Comune di Sarzana e Consorzio Sviluppo Sarzana per la realizzazione dell'edizione 2013 del L anno duemilatredici,

Dettagli

1^A - Esercitazione recupero n 4

1^A - Esercitazione recupero n 4 1^A - Esercitazione recupero n 4 1 In un cartone animato, un gatto scocca una freccia per colpire un topo, mentre questi cerca di raggiungere la sua tana che si trova a 5,0 m di distanza Il topo corre

Dettagli

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti L politich pr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti Politich pr ottnr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti (BP = + MK = 0) nl lungo priodo BP 0 non è sostnibil prchè In cambi fissi S BP0 si sauriscono

Dettagli

I N D I C A Z I O N E D E L L E P R E S T A Z I O N I

I N D I C A Z I O N E D E L L E P R E S T A Z I O N I Srvizio Tnio i Bino Romgn S i Rimini Lvori: 11162_INTERVENTI DI MITIGAZIONE DEL DISSESTO E MESSA IN SICUREZZA DELLA STRADA PROVINCIALE SP. 84 VALPIANO MIRATOIO, IN LOCALITA CA GUIDI LA PETRA, IN COMUNE

Dettagli

Problemi di massimo e minimo in Geometria Solida Problemi su poliedri. Indice dei problemi risolti

Problemi di massimo e minimo in Geometria Solida Problemi su poliedri. Indice dei problemi risolti Problemi di mssimo e minimo in Geometri olid Problemi su poliedri Indice dei problemi risolti In generle, un problem si riferisce un figur con crtteristice specifice (p.es., il numero dei lti dell bse)

Dettagli

Ore lezione, tirocinio, ricerca OS401 BAS1A-BIO

Ore lezione, tirocinio, ricerca OS401 BAS1A-BIO modulo & componenti ANNO 1 - LIVELLO 4 - YEAR 1BSc Scienze di base/mediche 1A: BIOSCIENZE Codice OS401 BAS1A-BIO Ore lezione, tirocinio, ricerca Ore di apprendimento Crediti UK 164 300 30 15 Crediti ECTS

Dettagli

tm \, ~. "'K,', :, ~;-.,-,.,.,..y,... " COMUNE DI AGRIGENTO SETTORE III Servizi Sociali - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. d6::l DEL,Il - 02.

tm \, ~. 'K,', :, ~;-.,-,.,.,..y,...  COMUNE DI AGRIGENTO SETTORE III Servizi Sociali - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. d6::l DEL,Il - 02. tm \, ~. "'K,', :, ~;-.,-,.,.,..y,... " COMUNE DI AGRIGENTO SETTORE III Servizi Sociali - r:..,... i f,p.:

Dettagli

Corso di Analisi Matematica Calcolo integrale per funzioni di una variabile

Corso di Analisi Matematica Calcolo integrale per funzioni di una variabile Corso di Anlisi Mtemtic Clcolo integrle per funzioni di un vribile Lure in Informtic e Comuniczione Digitle A.A. 2013/2014 Università di Bri ICD (Bri) Anlisi Mtemtic 1 / 40 1 L integrle come limite di

Dettagli

Unità 2 Inviluppo di volo secondo le norme F.A.R. 23

Unità 2 Inviluppo di volo secondo le norme F.A.R. 23 Untà Invlupp d vl secnd le nrme F.A.R. 3.1 Il dgrmm d mnvr Cn rferment qunt rprtt nel prgrf 1.4 dell precedente Untà s può scrvere: n f z L 1 ρscl 1 ρs CL v ( cs t) C v L uest sgnfc che per un dt qut (ρ)

Dettagli

Pubblica. Inchiesta. Progett PROGETTO. Protezione contro i fulmini C. 994 30-06-2008 81-10; V... IMPIANTI E SICUREZZA DI ESERCIZIO

Pubblica. Inchiesta. Progett PROGETTO. Protezione contro i fulmini C. 994 30-06-2008 81-10; V... IMPIANTI E SICUREZZA DI ESERCIZIO N O R M A I T A L I A N A C E I Data Scadenza C. 994 30-06-2008 Data zione 2008- Classificazione 81-10; V... Titolo Protezione contro i fulmi Title n IMPIANTI E SICUREZZA DI ESERCIZIO PROGETTO 1 Progett

Dettagli