UNIVERSIEk DEGLISTUDI DI PALERMO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNIVERSIEk DEGLISTUDI DI PALERMO"

Transcript

1

2 UNIVERSIEk DEGLISTUDI DI PALERMO ) Rsos dvnt dll Sps Gnl conoscut nl pogtto. Un quot p l mssmo dl 50% dll sps gnl, nto l lmt mssmo dl 10% dll sos fnnz ntt povnnt dll Ent fnnzto, sà dstnt ll Atno utlzzt com d sguto ndcto: l 40% ll utofnnzmnto dll Atno; 11. l 10 % ll utofnnzmnto dl Dtmnto/Dptnnt convolt nll ttvtà d cc; I l 40% l fondo d cc d Atno d dstn l fnnzmnto dll cc d Atno d lt ttvtà sttgch ch sà ccntonto su ppost voc d blnco; IV. l 10 % p ncntvzon dl psonl tcnco mmnsttvo ch sà ccntonto n pposto fondo d utlzz p lfnnzmnto d pogtt obttvo d Atno. L mnnt pt p d lmno l 50% dll sps gnl, sà dstnt l sponsbl scntuìco p sgnz d cc comps vntul compns p l psonl mpgnto nl pogtto. b) Rsos dvnt dll ndcontzon dl costo dl Psonl stuttuto (nl cso n cu tl sps sno mmssbl mbosbl), Ftt slv l quot ncss p l vntul co fnnzmnto, l sos fnnz cqust com mboso dl costo dl psonl ntno stuttuto ndcontto n pogtt snno dstnt com sgu: Un quot p l 50% sà dstnt ll Atno utlzzt com d sguto ndcto: I, l I IV l 40% ll utofnnzmnto dll Atno; l 10% ll utq/ìnnzmnto dl Dtnnto/Dptmnt convolt nll ttvtà d cc; l 40% l fondo d zc d Atno d dstn l fnnzmnto dll cc d Atno d lt ttvtà sttgch ch sà ccntonto su ppost voc d blnco I O % p Icnt zon dcl j onk tcnco mm nzsttvo ch 5à ccntonto n pposto fondo d utlzz p l flnnzmnto d pogtt obttvo d Atno. L mnnt quot p I 50% s ssgnt l sponsbl scntfco p sgnz scntuìch qul cqusto stumntzon, mtl d consumo, pgmnt d cn z cc vn u c ogg n j sonl d cnt 1 4 ch Ilbo o h collboto dttmnt l pogo c cc. f1 to Iu ynnz;t, s c.. no o /JC! SOULUL q 1k md tfloj d m o / s qlo LICI 3Ù lc po l o ds/tnto

3 :I! UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO ll Atno p l suppoto svz mmnsttv. L stnt sos snno ptt scondo qunto stblto dll pcdnt ltl b,. 2. Nl cso d pogtt fnnzt Dsttt /o Consoz, d cu / Unvstà è soco /o ssocto, l quot dstnt ll Atnod cu ll ltt ) b) dl comm I, dovnno ss pvntvmnt dcutt dgl vntul contbut /o quot dc ttbu gl stss p cost d gston l sps gnl ct dc dott p l utlzzo dll sos fnnz (snt d spcjjìc vncol d sps) p pogtt PRI!!.FIRB p qul/fnnzt dttmnt dll Commsson Euop sono sgunt: ) Rsos dvnt dll Sps Gnl conoscut nl pogtto. Un quot dll sps gnl p l 10% p pogtt PRIN p qull fnnzt dttmnt dll Commsson Euop, p ll 8% p pogtt FIRB, sà dstnt com d sguto ndcto: 1150% ll utofnnzmnto dll Atno, % ll utofnnzmnto dl Dptmnto/Dptmnt convolto/ nll ttvtà d cc, III Il 40% l fondo d cc d Atno d dstn l fnnzmnto dll cc d Atno d lt ttvtà sttgch ch sà ccntonto su ppost voc d blnco. L mnnt pt dll sps gnl, p l 90% p pogtt PRIN p qull fnnzt dttmnt dll Commsson Euop, p l 92% p pogtt FIRB, sà dstnt l sponsbl scntuco p sgnz d cc comps vntul compns p l psonl mpgnto nl pogtto, lddov mmss dll EntFnnzto. b) Rsos dvnt dll ndcontzon dl costo dl Psonl stuttuto (nl cso n cu tl sps sno mmssbl mbosbl, Ftt slv l quot ncss p vntul co tìnnzmntu, l sos fnnz l cqus com mboso d costo dl psonl ntno tuttut( ndconto n j g snn s cgntc ntglm l Rsponsh l scntfco p. sgnz scntfch qul, cqusto tzmntzon, mtl d consumo, pgmnt d svz cc vntul ncch gguntv l psonl docnt TA ch collbo o h collboto dttmnt! pogtto d cc. 1 c : I sft p1 1 O? LOSI?l0 Ufltflt C Onu/ /(1I motvto ctì J?(} I t 111? l c o s 1. sponshlc d! pogtto chc do u O!t cs vcn: (.nìgo d AmmllnL,:1o,;c ch u v/uto cso p 0 ot d t. 01 LI( d /c ò c.

4 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO AREA RCERCA E SVILUPPO L modfch ntodott l golmnto s pplcno nch pogtt gà fnnzt succssvmnt l 23 luglo 20 0, dt d ntt n vgo dl Rgolmnto nll su ogn vson. B) P fftto dll modfch d cu ll ltt A) dl psnt dcto d qull pcdntmnt ntvnut, è mnto l nuovo Rgolmnto p l gston dll sos dvnt d pogtt fnnzt d pogmm ntnzonl, comunt, nzonl gonl, nl tsto ntgto sotto ndcto: Rgolmnto p l gston dll sos dvnt d pogtt fnnzt d pogmm ntnzonl, comunt, nzonl gonl At Fnltà 1. Il psnt Rgolmnto dscpln modltà pocdu d sgu p l gston dll sos fnnz dvnt dll sps gnl dl mboso dl costo dl psonl stuttu to d pogtt dll Unvstà dgl stud d Plmo, o d su stuttu dcntt, fnnzt dttmnt d pogmm ntnzonl, comunt, nzonl gonl d cu ll t.2 dl psnt golmnto n cu l Atno è cpofl o ptn. At. 2 Ambto d pplczon psnt golmnto s pplc pogtt convnzon d cc, d coop zon /o d fomzon fnnzt ll Unvstà dgl Stud d Plmo d Ent pubblc ttvso pogm m ntnzonl, comunt, nzonl gonl, con scluson d Mst gà dscpln t d pposto golmnto d Atno. Il golmnto s pplc, ltsì, pogtt fnnz t d Ent pubblc Dsttt Consoz d cu l Unvstà dgl Stud d Plmo è soco /o ssocto n qulunqu fom, lmttmnt ll quot d costo d fnnzmnto d ss ssgnt. Il psnt golmnto non nom l conto tz, 2. I pogtt ctt l comm 1 possono ss ttoltà dll Atno cd. d Atno o d Cnt con Autonom gstonl mmnstt d cu ll. 2 dl Rgolmnto p l Ammnstzo n, l Fnnz l (ontbltà dll Unvst d Plm At. 3 Dfnzon 1. P con 2. P df pogmm ntnzonl. comunt, nzonl gonl s ntndono tutt qull fnnz t fond povnnt d Ent pubblc stn ll Atno. sps gnl s ntndono lutt cost ndtt ft pogtt. conoscut com tl E t n z o

5 UNIVERSITÀ DEGLISTUDIDI PALERMO 3. P costo dl psonl stuttuto s ntnd l vlozzzon dll o dl psonl contttulzzto dll Unvstà tmpo ndtmnto /o dtmnto mpg to n pogtt, sull bs dll tbuzon lod ffttv compnsv dgl on cco dllamm nstzon comunqu qull conoscut mbost nl pogtto. Dl psonl stuttu to tmpo dtmìnto s ntnd scluso qullo contttulzzto con fond dl pogtto. At. 4 Ct d utlzzo dll sos fnnz 1. 1 ct d dott p l utlzzo dll sos fnnz (snt d spcfc vncol d sps) dvnt d pogtt d cu ll t. 2, con scluson d pogtt PRIN, FIRB d qull fnnzt dttmnt dll Commsson Euop, dscplnt dl succssvo comm 3, sono sgunt: ) Rsos dvnt dll Sps Gnl conoscut nl pogtto. Un quot p l mssmo dl 50% dll sps gnl, nto l lmt mssmo dl 10% dll sos fnnz ntt povnnt dll Ent fnnzto, sà dstnt ll Atno utlzzt com d sguto ndcto: I. l 40% ll utofnnzmnto dll Atno; Il. l 10 % ll utofnnzmnto dl Dptmnto/Dptmnt convolt nll ttvtà d cc; III, l 40% l fondo d cc d Atno d dstn l fnnzmnto dll cc d Atno d lt ttvtà sttgch ch sà ccntonto su ppost voc d blnco; IV. l 10 % p 1 ncntvzon dl psonl tcnco mmnsttvo ch sà ccnto nto n pposto fondo d utlzz p l fnnzmnto d pogtt obttvo d Atno. L mnnt pt p d lmno l 50% dll sps gnl, sà dstnt l spons bl scntfco p sgnz d cc comps vntul compns p l psonl mpgn to nl pogtto. b) Rsos dvnt dll ndcontzon dl costo dl Psonl stuttuto (n cso n tl sps sno mmssibl mbosbl) Ftt slv l quot ncss p I vntu l co4nnzmnto, l sos fnnz cqust com mboso dl costo dl psonl ntno stuttuto ndcontto n pogtt snno dstnt com sgu CUI Un quot p l 50% sà dstnt ll Atno I, Il. utlzzt com d sguto ndcto: l 40% ll utofnnzmnto dll Atno: l 10% ll utofnnzmnto dcl D ptmnto Dptncnt 1tco nvc cc: 01. pv. upc nll ttvtà d

6 UNIVERSITÀ DEGLISTUDI DI PALERMO III. l 40% l fondo d cc d Atno d dstn l fnnzmnto dll cc d Atno d lt ttvtà sttgch ch sà ccntonto su ppost voc d blnco; IV. l 10 % p l ncntvzon dl psonl tcnco mmnsttvo ch sà ccntonto n pposto fondo d utlzz p l fmnzmnto d pogtt obttvo d Atno. L mnnt quot p l 50% sà ssgnt l sponsbl scntfco p: sgnz scntfch qul: cqusto stumntzon, mtl d consumo, pgmnt d svz, cc.; vntul ncch gguntv l psonl docnt T/A ch collbo o h collboto dttmnt l pogtto d cc. b.1) In lzon ll sos fnnz cqust dl mboso dl costo dl psonl stuttuto mmnsttvo (c.d, psonl ndtto), un quot dl 30% sà dstnt ll Atno p l suppoto svz mmnsttv. L stnt sos snno ptt scondo qunto stblto dll pcdnt ltt. b). 2. Nl cso d pogtt fnnzt Dsttt /o Consoz, d cu l Unvstà è soco /o ssocto, l quot dstnt ll Atno d cu ll ltt ) b) dl comm 1, dovnno ss pvntvmnt dcutt dgl vntul contbut /o quot d ttbu gl stss p cost d gston l sps gnl ct d dott p l utlzzo dll sos fnnz (snt d spcfc vncol d sps) p pogtt PR1N, FIRB p qull fnnzt dttmnt dll Commsson Euop sono sgunt: ) Rsos dvnt dll Sps Gnl conoscut nl pogtto. Un quot dll sps gnl p l 10% p pogtt PRIN p qull fnnzt dttmnt dll Commsson Euop, p ll 8% p pogtt FIRB, sà dstnt com d sguto ndcto: I. Il 50% ll utofnnzmnto dll Atno; li. 1110% ll utofnnzmnto dl Dptmnto/Dptmnt convolto/ nll ttvtà d cc: III Il 40% l fondo d cc d Atno d dstn l fnnzmnto dll cc d Atno d lt ttvtà sttgch ch sà ccntonto su ppost voc d blnco. L mnnt pt dll sps gnl p l 90% p pogtt PRIN p qull fnnzt dttmnt dll Commìsson Euop. p I 92% p pogtt FIRB. sà dstnt l sponsbl scntfco p sgnz d cc comps vntul compns p l psonl up nt 1 og to, ddo ns dl En Fn nz h) Rsos dnt dll ndcontzon dl costo dl Psonl stuttuto (nl cso n cu tl sps sno nnssbl nbosbì Ftt sh l quot ncss p I vntul c to s I

7 UNIVERSITÀ DEGLISTUDI DI PALERMO stuttuto ndcontto n pogtt snno ssgnt ntglmnt l Rsponsbl scntfco p: sgnz scntfch qul: cqusto stumntzon. mtl d consumo. pgmnt d svz, cc.; vntul ncch gguntv l psonl docnt I/A ch collbo o h collboto dttmnt l pogtto d cc. 4. Evntul spcfch dogh p pogtt d cu l pcdnt comm 3 potnno ss chst, n cs cczonl, dl sponsbl dl pogtto ch dovà, n tl cs, vnz pvntvmnt motvt stnz l Consglo d Ammnstzon, ch n vlutà, cso p cso, psuppost dtmnà l quot d sps gnl d dstn ll fnltà dl psnt golm nto. At. 4 bs Lmt pcntul dll quot dstnt ll Atno 1. Nl cso n cu l tpolog d pogtt pvd l mboso d psonl stuttuto, l pcntul complssv dll quot dstnt ll Atno clcolt scondo qunto stblto ll t.4 ltt ) punt 1,11,111 IV ltt b) punt 1,11,111 IV non può ss nfo d un quot comps t 1 8% l 16% dl fnnzmnto concsso, funzon ln dll pcntul dll sps gnl mmssbl sptto l costo dl pogtto. L pcntul mnm sà p ll 8% p sps gnl dllo 0% p l 16% p sps gnl dl 30%. L mpoto ccdnt tl pcntul mnm sno qunto clcolto sns dll t. 4 ltt ) punt 1,11,11 IV ltt b) punt 1,11,111 IV, dovà ss dstnto dl Rsponsbl scntfco sclusvmnt p l sgunt fnltà: coptu d sps ltv d ssgn d cc, bos d studo /o cc, bos d dottoto d cc /o conttt d ccto tmpo dtmnto nch non fnlzz t l pogtto; cqusto ttzztu nch non fnlzzt l pogtto; coptu d sps d condu ll tpolog sps gnl. 2. Nl cso n cu l tpolog d pogtt non pvd l mboso d sps d psonl stuttu to, n dog l conn n 1. l pcntul dll quot dstnt ll Atno sà comps nto l lmt mssmo dl 10% così com pvsto ll t, 4 comm 1) ltt,., At. 5 Montoggo sos fnnz A fln dl montoggo dll sos fnnz dvnt d pogtt ctt1 ll t, 2 di psnt Rgolmnto. l posptto dll ptzon d mssm dll sos d cu lft. 4 comm I ltt, ) b) dovà ss llgto l pno fnnzno dl pogtto li tto dll fm dl ppsntnt lgl dllatno p l psntzon foml d pogtto. 2. I pogtt ttoltà d Cnt con Autonom mmnsttvo contbl psntt dttm nt fm dl Dtto dl Cnto s consntto dl bndo. dvono ss comunc t. tmpst\mnt. gl Uffc comptnt d!1 Ammnstzon Cntl untmnt ll dlb d pp o z n d on I g, d p no t t o u ptto ss nptzon dll sos flnnz d cu comm I I pog m popost d Cnt con Autono t m mt o mt bl p u l c s. f d ps nt o dl p o tto l f LI g ppcs. tt c II \t c o suo dlcto. P )L...

8 UNIVERSITÀ DEGLISTUDI DI PALERMO , dvono ss tsmss gl Uffc comptnt dll Ammnstzon Cntl p l stutto con conguo ntcpo sptto tmn d scdnz pvst d ltv bnd. A pogtt occo llg: ) l dlb dll Ogno Collgl; b) l pno fnnzo; c) l posptto d mssm d ptzon dll sos fnnz d cu l comm 1. 1 pogtt fnnzt dvono ss tmpstvmnt comunct gl Uffc Comptnt dll Ammnstzon Cntl. sà comuncto ltsì l posptto. scondo l pogtto ppovto fnnzto, d ptzon dll sos fnnz d cu ll t. 4 comm I ltt. ) b) dl psnt Rgolmnto. Evntul modfch vzon sono soggtt solmnt comunczon d pt dl Rsponsbl scntfco. Il Rsponsbl scntfco chusu dl pogtto dovà nv ll Ammnstzon l posptto dfntvo d ptzon dll sos fnnz d cu ll t. 4 comm ltt. ) b) dl psnt Rgolmnto. P pogtt d Atno l quot d sps gnl d mboso dl costo dl psonl dstnt l sponsbl scntfco d cu ll t. 4 snno tsft pv chst dllo stsso nl blnco dll stuttu dcntt d ffnz. Il montoggo dll quot spttnt ll Atno, ttolo d sps gnl psonl ntno ndcontto. su pogtt gstt d Cnt con utonom mmnsttvo contbl, sà ffttuto mdnt ppost posptt d dttglo pdspost cu dl Rsponsbl Ammnsttvo d tsmtt gl Uffc Comptnt dll Ammnstzon Cntl. L quot ttolo d utofnnzmnto spttnt ll Atno d l fnnzmnto dll cc d Atno dvnt dll sps gnl dl psonl ntno ndcontto, dvono ss sctt n spcfch voc dl blnco dll Atno, l utlzzo d dtt quot sà dlbto dl C.d.A. su popost dl Rtto sntto l Dtto Ammnsttvo. In cso d mnct comunczon gl Uffc dll Ammnstzon Cntl dll nfomzon d cu comm 2 4 dl psnt tcolo d pt d Cnt d Gston con Autonom mmnsttvo contbl non snno ttvt nl Blnco d Atno l spcfch voc d sps p l gston d pogtt. At. 6 Incch l psonl stuttuto 1. L Unvst d Plmo p l lzzzon d pogtt ctt lft. 2 comm 1. può n cso d ptcol ncsstà. conf pop dpndnt ncch gguntv tbut. d svolg fuo dlloo d svzo P qunto gud psonl docnt ccto. g ncch possono ss conft solo ccto ttv ch bbno gntto l mont o dovuto com cco ddttco. 3 L ffdmnto dgl ncch psonl docnt tcncommnsttvo è dscplnto d golmnt dll Unvst d Plmo dll ltv nom d lgg vgnt n mt. 4. Gl ntul compns l psonl tcncommnsttvo sono colt ll o ffttvmnt svolt fuo dll oo d svzo. docunntt tmt fogl d psnz l sstm d n vz m dll os nzc d A m s nd l bl t ut p stc d Rg lm t Atcno P cuntu gud docnt o IcctoI mpgnti n pogtt, bhno gntto ] mont. oo uto com cco ddttco. cvcotul compnso pun. vn dll quot dl t Il v I lì fl t t t( d vcn co k Ub t bu v. dl tvi o \ 2uì up n

9 #, _ UNIVERSITÀ DEGLISTUDI DI PALERMO AREARICERCAE SVILUPPO SERVIZIODI SUPPORTO ALLARICERCA 6. L sos fnnz p l confmnto dgl ncch d cu l psnt tcolo dvno dll quot ssgnt l sponsbl scntfco d cu Il t. 4. At. 7 Entt n vgo 1. L psnt dsposzon ntno n vgo dl gono succssvo ll dt d mnzon dl dcto ttol d dozon dl psnt golmnto, d pubblcs ll lbo Uffcl d qust Unvstà d dvulg p v tlmtc, s pplcno pogtt ppovt succssvmnt ll dt d ntt n vgo. At. 8 Nom fnl tnsto 1. P qunto non spcfctmnt dscplnto s f fmnto ll nomtv vgnt ll nom spcfch ch golno l bndo. 2. Su pogtt d cu ll t.2 n coso ll dt d ntt n vgo dl psnt Rgolmnto sà plvt ttolo d utofnnzmnto dll Atno un quot dl 5% sull sps gnl dl 10% sull sos dvnt dl mboso d cost dl psonl stuttuto ndcontto ftt slv l quot ncss p l vntul cofnnzmnto. Il plvo, pvo ccodo con l sponsbl scntfco, sà ffttuto solo n psnz d dsponbltà d sos. Il pno d utlzzo dll somm sdu dvnt d sps gnl ndcontzon dl costo dl psonl stuttuto sà pdsposto dl sponsbl scntfco. Al gudo è ftto obblgo Dtto d Cnt d Gston con Autonom mmnsttvo contbl comunc gl Uffc Comptnt dll Ammnstzon Cntl pogtt ppovt fnnzt pcdntmnt ll dt d ntt n vgo dl psnt golmnto n coso d svolgmnto con l ndczon dl pno fnnzo. 3. L dsposzon dll t, 4 bs s pplcno pogtt fnnzt succssvmnt ll dt d ntt n vgo dl Rgolmnto mnto con D.R. n dl 23/07/2010. Il psnt dcto sà so pubblco mdnt ffsson ll Albo uffcl pubblczon sul sto wb dll Atno. (Pf 114no Rob I AGAI I A

Criteri generali per l assegnazione e la gestione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica (art. 3, comma 41, lett. m) L.R.

Criteri generali per l assegnazione e la gestione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica (art. 3, comma 41, lett. m) L.R. REGOLAMENTO REGIONALE 10 fbbo 2004, N. 1 Ct gn p ssgnzon gston dg ogg d dz sdnz pubbc (t. 3, comm 41, tt. m) L.R. 1/2000) (BURL n. 7, 1º supp. od. d 13 Fbbo 2004 ) un:n:gon.ombd:gg:2004-02-10;1 Ttoo I

Dettagli

GUIDA alle Prestazioni Sanitarie di:

GUIDA alle Prestazioni Sanitarie di: GUIDA ll Prstzon Sntr d: FISIOTERAPIA AGOPUNTURA MANU MEDICA PRESIDI E AUSILI MEDICI ORTOPEDICI Sttor Trzro, Tursmo, Frmc Spcl, Ortofrutt A prtr dl 1 Aprl 2010 l prstzon offrt dl Fondo Est s sono rrccht.

Dettagli

GUIDA alle Prestazioni Sanitarie di:

GUIDA alle Prestazioni Sanitarie di: GUIDA ll Prstzon Sntr d: FISIOTERAPIA AGOPUNTURA MANU MEDICA PRESIDI E AUSILI MEDICI ORTOPEDICI All ntrno l Novtà 2011 Sttor Trzro, Tursmo, Frmc Spcl, Ortofrutt A prtr dl 1 Aprl 2010 l prstzon offrt dl

Dettagli

Modelli equivalenti del BJT

Modelli equivalenti del BJT Modll ulnt dl JT Pr lo studo dll pplczon crcutl dl JT, s è rso opportuno formulr d modll ulnt dl dsposto ch srssro rpprsntr n modo connnt l suo comportmnto ll ntrno d crcut. A scond dl tpo d pplczon (mplfczon

Dettagli

BEEE. fio mopol, cap 7* *s cod.fisc. I t I I I I I i. P.rvA I f I I I I i I I I i I I i i I Telefono. lndirizzo, (AQ»i nt A Pt /vvt n e] nri +

BEEE. fio mopol, cap 7* *s cod.fisc. I t I I I I I i. P.rvA I f I I I I i I I I i I I i i I Telefono. lndirizzo, (AQ»i nt A Pt /vvt n e] nri + J l: _.1, - : -.!, -J ] ì : nj.j,'y..-!!:l!,;' : :;, : '::, Ddctd to Popt Ftow"' BEEE ll Clnt, com d s guto dntlfcto, popon KONE S.p.A. - V Fgno 41-2ff16 Po (Ml) (nl posguo 'KONE}, d ffdl l mnueoné d scnso

Dettagli

UNIVERSITA' CATTOLICA DEL SACRO CUORE

UNIVERSITA' CATTOLICA DEL SACRO CUORE Rpg vutzn p Cs Lu Ann ccmc 010/011 S Bsc Fctà FACOLTA' DI SCIENZE ATEATICHE,FISICHE E NATURALI Cs Lu ATEATICA (L) Dt stzn t 10/0/011 UNIERSITA' CATTOLICA DEL SACRO CUORE utzn ssfzn g stunt (Lgg 0/1) Rpg

Dettagli

CONVENZIONE. Tra. 3 e la di Cislago Via EnricoMattei IMPRESEALTO MILAN'ESE,

CONVENZIONE. Tra. 3 e la di Cislago Via EnricoMattei IMPRESEALTO MILAN'ESE, ,/ CONVENZONE Tr DALMAS.R.L.- Gtroéncon sd Solro- V GtnoDonztt, 3 l d Cslgo V EnrcoMtt succursl, 12 P.lVA,00731240966 C.F. prson dl proprodrttor, sg.cstlnovo 02201810153n Dvd; MPRESEALTO MLAN'ESE, con

Dettagli

Il Progress Test nei Corsi di Laurea delle Professioni Sanitarie

Il Progress Test nei Corsi di Laurea delle Professioni Sanitarie Il Pgss Tst n Cs d Lu dll Pfssn Snt Pl Pllstn (Psdnt C.d.L. n Fstp) Luc Btzz (Cdnt C.d.L. n Fstp) Unvstà d Blgn 1 Pgss Tst Infm Fstpst PROFESSIONI CHE HANNO PARTECIPATO Osttch (ch hnn sgut un pcdu plll)

Dettagli

Aletti Borsa Protetta Certificate. Sentirsi al sicuro.

Aletti Borsa Protetta Certificate. Sentirsi al sicuro. Al Bos Po Cfc Sns l scuo Al Cfc T pomo dov d solo non uscs d v Lo sumno fnnzo ch consn d lzz un sg d nvsmno ch pnsv nccssbl Quso è Al Cfc Bnc Al, vo p dzon soddsf nch l sgnz pù sofsc dgl nvso, m dsposzon

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE TRIENNIO

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE TRIENNIO SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE TRIENNIO INDIRIZZO TURISMO.. 2014-15 DISCIPLINA Dcpln ch znl PROFILO IN USCITA A CONCLUSIONE DEL PERCORSO QUINQUENNALE, IN TER- MINI DI ABILITA E COMPETENZE (n b ll

Dettagli

Sig. Mario Casolli, siamo. comodissimi pulniini per tutta. lavoro ideale: Avis Partner. soluzione perfetta per risolvere occasionalì necessità

Sig. Mario Casolli, siamo. comodissimi pulniini per tutta. lavoro ideale: Avis Partner. soluzione perfetta per risolvere occasionalì necessità , Sptt l Cl Rgn Cmpn Cd l E7 8 Npl c D Mtn Rm, 5 Mz 22 ggtt: fft Egg Dtt Mtn, fcnd gut l cllqu ntc cn nt ctà d un pgmm pnlzzt Act l Sg M Cll, m d lt d ptnhp tudt p pntv vt Av Eup è l d A cn un ntwk cmpgn

Dettagli

LEGENDA SIMBOLI NELLA COLONNA DEI TRENI

LEGENDA SIMBOLI NELLA COLONNA DEI TRENI LEGEND SMBOL NELL COLONN DE TREN s To Busss z To Euost tl lt Vlotà Q To Euost tl T To Euost Cty ~Svzo ffttuto o pullm g tusmo N To Pdolo dll Sotà Cslpo B To EuoCty svzo tzol duo D To EuoNght svzo tzol

Dettagli

La contabilizzazione dei derivati: alcune problematiche

La contabilizzazione dei derivati: alcune problematiche Luc Frncsco Frncsch Dottor Commrcst Docnt Fnnz Aznd (Unvrstà Cttolc Mno) L contbzzzon d drvt: cun problmtch 12 mrzo 2009 Anno 2009 Strumnt fnnzr drvt -1- Agnd Crs d mrct fnnzr: problm dll modtà contbzzzon

Dettagli

Aletti Bonus Certificate. Ti premia anche quando non te lo aspetti.

Aletti Bonus Certificate. Ti premia anche quando non te lo aspetti. Al Bonus Cfc T pm nch qundo non lo sp Al Cfc T pomo dov d solo non uscs d v Lo sumno fnnzo ch consn d lzz un sg d nvsmno ch pnsv nccssbl Quso è Al Cfc Bnc Al, vo p dzon soddsf nch l sgnz pù sofsc dgl nvso,

Dettagli

REGIONE DEL VENETO DELIBERAZIONE OGGETTO

REGIONE DEL VENETO DELIBERAZIONE OGGETTO REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIOSANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 259 dl 08/04/20 14 OGGETTO Isttuzon dl Gruppo Intrzndl Sclros Multp dl Provnc Vcnz. Proponnt: Srvzo Afftr Lgl Ammnstrtv

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE TRIENNIO

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE TRIENNIO CERTIFICAZIONE QUALITÀ SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE TRIENNIO.. 2014-2015 INDIRIZZO ECONOMICO E TURISTICO DISCIPLINA RELIGIONE Lo n l n l coo à o go l gn copnz pcfch: vlpp n o no cco n ponl pogo

Dettagli

CATALOGO PRODOTTI NOVEMBRE 2010

CATALOGO PRODOTTI NOVEMBRE 2010 TLOGO PODOTT NOVMB 2010 LNO BNH PGN T D FMNTO 1 TGN BNL (GUPPO BNP PB) 2 BN G P ( D PMO D GNOV MP) 3 BN M ( D PMO D MN P) 4 BN D BOLOGN 5 BN D PNZ OT' OOPTV P ZON 6 BN D P (GUPPO UNBN) 7 BN MLVNT 8 BN

Dettagli

RETROAZIONE A V. = segnale d ingresso del blocco dell amplificatore retroazionato. = segnale d uscita A = amplificatore β = rete di retroazione

RETROAZIONE A V. = segnale d ingresso del blocco dell amplificatore retroazionato. = segnale d uscita A = amplificatore β = rete di retroazione ETOZOE Un amplcat è sggtt a azn quand una pat dl sgnal d uscta vn ptat n ngss smmat algbcamnt al sgnal d ngss. n un amplcat taznat è psnt una t β (bta) d tazn ch pta n ngss una pat dl sgnal d uscta. l

Dettagli

IMPOSTA COMUNALE sugli IMMOBILI

IMPOSTA COMUNALE sugli IMMOBILI OMUNE DI EGGIO ALABIA Uffc Tut II IMPOSTA OMUNALE su IMMOBILI ------ TABELLE DEI VALOI DEI TEENI IDONEI ALLA EDIFIAZIONE O SOGGETTI AD ESPOPIO A fn d cc d Impst mun su Imm ( t. 6 d mnt mun p dscpn d II)

Dettagli

Costruisci una zattera

Costruisci una zattera L vt d C gzz h t lt N 18 COMPLETAMENTE GRATUITO! VEDO UN OASI! JMD g H P t t wwwjdh/vt Ct ztt Gd C Cz Ch f l dt? L ht dg C! C Iv l t gt t l 26 lgl 2015 tl tl: C, vt JMD, ll tl, 4091 Bl ( dt d d l t dzz),

Dettagli

RETI DI IMPRESE - Il posizionamento di UniCredit. Livia DAMILANO Region Nord-Ovest

RETI DI IMPRESE - Il posizionamento di UniCredit. Livia DAMILANO Region Nord-Ovest RETI DI IMPRESE - I psznmnt d UnCdt Lv DAMILANO Rgn Nd-Ovst Tn, 14 nvmb 2014 EVOLUZIONE DEI MERCATI LE CARATTERISTICHE DEL MERCATO ITALIANO. Ogg mps dvn ffnt mt gb ggfmnt dsps n mzz mptnz d u nn smp dspngn.

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. (Poste italiane) NUOVI anno 2012 ESCLUSIVAMENTE FRANCOBOLLI MUNITI DI CODICE A BARRE

REPUBBLICA ITALIANA. (Poste italiane) NUOVI anno 2012 ESCLUSIVAMENTE FRANCOBOLLI MUNITI DI CODICE A BARRE REPUBBLICA ITALIANA fnll n (Pst tln) NUOVI nn ESCLUSIVAMENTE FRANCOBOLLI MUNITI DI CODICE A BARRE A pt l 6 ntsm Gnt ll fltl l 8, l t vl pstl tln sn mht u. Qull lfnum pp ll z stt qull ll Pst Itln. Qust

Dettagli

LEGENDA SIMBOLI NELLA COLONNA DEI TRENI

LEGENDA SIMBOLI NELLA COLONNA DEI TRENI LEGENDA SMBOL NELLA COLONNA DE TREN s T Busss z T Eust t At Vtà Q T Eust t T T Eust Cty ~Svz ffttut pum g tusm N T Pd d Stà Csp B T EuCty svz tz du D T EuNght svz tz ttu E T tcty Pus C T tcty A T tcty

Dettagli

SCUOLA SPECIALIZZAZIONE PSICHIATRIA PIANO DI STUDI Coorte 2011/2012

SCUOLA SPECIALIZZAZIONE PSICHIATRIA PIANO DI STUDI Coorte 2011/2012 Università degli Studi di Siena ll. 4 - CdS 09/09/2014 nno ccademico Programmazione Didattica anno di immatricolazione SCUOL D SPCLZZZO N SCUOL SPCLZZZON PNO D STUD Coorte NNO TTT' FORMT MBTO DSCPLNR STTOR

Dettagli

Errori a regime per controlli in retroazione unitaria

Errori a regime per controlli in retroazione unitaria Appunt d ontoll Autoatc Eo a g n sst n toazon Eo a g p contoll n toazon untaa... Eo a g nlla sposta al gadno (o d poszon)... Eo a g nlla sposta alla apa (o d vloctà)...3 Eo a g nlla sposta alla paabola

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE TRIENNIO

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE TRIENNIO Sch Pogzon Tnno SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE TRIENNIO.. 2014-2015 INDIRIZZO: Anzon, Fnnz Mkng ARTICOLAZIONE: S nfov znl DISCIPLINA: Infoc PROFILO IN USCITA A CONCLUSIONE DEL PERCORSO QUINQUENNALE

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE Pno Lvoo Docn SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE.. 2014/15 DISCIPLINA INFORMATICA PROFILO IN USCITA A CONCLUSIONE DEL PERCORSO QUINQUENNALE, IN TERMINI DI ABILITA E COMPETENZE Ulzz gl n l nfoch nll

Dettagli

ITALIA REPUBBLICA Francobolli nuovi

ITALIA REPUBBLICA Francobolli nuovi ITALIA REPUBBLICA Fnll nuv n 113 A pt l l 6 6 ntsm ntsm Gnt Gnt ll ll fltl fltl l 8, l l 8, t vl l t pstl vl tln pstl sn mht u. Qull lfnum pp ll z stt qull ll Pst stt Itln. qull Qust ll llzn Pst Itln..Qust

Dettagli

Principi ed applicazioni del metodo degli elementi finiti. Formulazione base con approccio agli spostamenti

Principi ed applicazioni del metodo degli elementi finiti. Formulazione base con approccio agli spostamenti Prncp d applcazon dl mtodo dgl lmnt fnt Formulazon bas con approcco agl spostamnt PRINCIPIO DEI LAVORI VIRTALI Data una crta statca: sforz σ j, forz d volum F forz d suprfc f j ; s dmostra ch mporr la

Dettagli

Fig. 4.1 - Struttura elementare del motore in corrente continua

Fig. 4.1 - Struttura elementare del motore in corrente continua 4 MACCHINA IN CORRENTE CONTINUA 4.1 Suu schm lmn P compn l pncpo funzonmno ll mcchn n con connu (m.c.c.) fccmo fmno ll suu lmn nc n Fg. 4.1. 1 A φ 2 B Fg. 4.1 - Suu lmn l moo n con connu Fg. 4.2 - Pcoso

Dettagli

Controllo di gestione per non specialisti

Controllo di gestione per non specialisti stro stro Cotrollo d gsto pr o spclst MC TEM - Rproduo vtt 1/1 stro 06 - CONTROLLO DI GESTIONE PER NON SPECILISTI Obttv Il corso prtt prtcpt d cqusr l logch orgtv l tcch su cu s bs l cotrollo d gsto d

Dettagli

INFORMAZIONI UTILI PER VERIFICA/AGGIORNAMENTO DEL CLASSAMENTO CATASTALE

INFORMAZIONI UTILI PER VERIFICA/AGGIORNAMENTO DEL CLASSAMENTO CATASTALE INFORMAZIONI UTILI PER VERIFICA/AGGIORNAMENTO DEL CLASSAMENTO CATASTALE (Delbezone del Consglo Comunle n. 5 del 12.02.2007 - Defnzone gevolt) L t. 1, comm 336 dell Legge Fnnz 2005, pevede che sno Comun,

Dettagli

2. Strutture e servizi soggetti ai requisiti minimi per l'autorizzazione.

2. Strutture e servizi soggetti ai requisiti minimi per l'autorizzazione. D.M. 21-5-2001 n. 308 Rgolamno concnn «Rqus mnm suual oganzzav p l'auozzazon all'sczo d svz dll suu a cclo sdnzal smsdnzal, a noma dll'acolo 11 dlla L. 8 novmb 2000, n. 328». Pubblcao nlla Gazz. Uff. 28

Dettagli

ALLEGATO 4 al Disciplinare di gara DICHIARAZIONE DI OFFERTA ECONOMICA. Procedura per l affidamento della gestione del

ALLEGATO 4 al Disciplinare di gara DICHIARAZIONE DI OFFERTA ECONOMICA. Procedura per l affidamento della gestione del Allgo 4 ALLEGAT 4 l Disciplin di g DICHIARAZINE DI FFERTA ECNMICA Pocdu p l idmno dll gsion dl «Svizio di css vo dll Isiuo Compnsivo PISSASC I» p il innio 01/01/2014 31/12/2016 (Schm di o: compil su c

Dettagli

WP4 BILANCIO ENERGETICO COMUNALE DI VERZEGNIS (UD) Data: 21 luglio 2015

WP4 BILANCIO ENERGETICO COMUNALE DI VERZEGNIS (UD) Data: 21 luglio 2015 1 WP4 BILANCIO ENERGETICO COMUNALE DI VERZEGNIS (UD) D: 21 lugl 2015 Gupp d lv: Lz Old P Fd Fl Slv Sfll (ECUBA S..l.) (ECUBA S..l.) (Rg FVG) 2 BILANCIO ENERGETICO COMUNALE Cmu d: VERZEGNIS A d fm dl bl

Dettagli

DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Direzione Generale del Personale e della Formazione Ufficio 11- Sezione Il

DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Direzione Generale del Personale e della Formazione Ufficio 11- Sezione Il DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Drzon Gnral dl Prsonal dlla Formazon Uffco 11- Szon Il Prot. 11. LETTERA CIRCOLARE A Sgnor Provvdtor Rgonal dl'ammnstrazon Pntnzara A Sgnor Drttor dgl Isttut

Dettagli

Alberi di copertura minimi

Alberi di copertura minimi Albr d coprtur mnm Sommro Albr d coprtur mnm pr grf pst Algortmo d Kruskl Algortmo d Prm Albro d coprtur mnmo Un problm d notvol mportnz consst nl dtrmnr com ntrconnttr fr d loro dvrs lmnt mnmzzndo crt

Dettagli

PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI - ATTIVITA' PRODUTTIVE. Termine massimo (giorni) per la conclusione del

PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI - ATTIVITA' PRODUTTIVE. Termine massimo (giorni) per la conclusione del PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI - ATTIVITA' PRODUTTIVE N Pocdimn Rifimnti mtivi Svizio/Uffi sponsbil dll'istut Rsponsbil dl Pocdimn (cpiti tlfonici post ltt) ttivzion dl poccdimn documntzion ichist Modlità

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE.. 2014-2015 DISCIPLINA : STORIA BIENNIO COORDINATRICE: Pof. Glon Cnp PROFILO IN USCITA A CONCLUSIONE DEL PERCORSO BIENNALE, IN TERMINI DI ABILITA E COMPETENZE Al n

Dettagli

Consiglio Regionale della Qarnpan ia

Consiglio Regionale della Qarnpan ia Consglo Rgonal dl Qarnpan a IX LEGISLATURA UFFICIO DI PRESIDENZA SEDUTA DEL 10 APRILE 2015 Dlbra n. 388 OGGETTO: Nuovo ORDINAMENTO DEGLI UFFICI DEL CONSIGLIO REGIONALE DELLA CAMps.NIA DELIBERA N. 369 DEL

Dettagli

Come Vendere AdWords. Programma Agenzie QUalificate AdWords

Come Vendere AdWords. Programma Agenzie QUalificate AdWords Cm Vndr Prgrmm Agnz QUlfct 1 Pt frz PERTINENZA PERTINENZA Rggg Rggg clt clt nl nl mmnt mmnt tt tt mstr mstr gl gl nnc nnc ptnzl ptnzl clt clt mntr mntr stnn stnn ttvmnt ttvmnt crcnd crcnd 'ttvtà 'ttvtà

Dettagli

DA UTKANASANA A UTKANASANA

DA UTKANASANA A UTKANASANA 30 ESERCIZI AANZATI Fw DA UTKANASANA A UTKANASANA di Cludi Nizz foto Cludio Buzzi UTKANASANA (Sdi - chi pos) Con l mni unit in pghi dll chi pos, inspit ft un tosion dl busto dst puntndo il gomito sinisto

Dettagli

Capgemini Italia Spa. Ingegneria del Software. Roma, 11 Dicembre 2009

Capgemini Italia Spa. Ingegneria del Software. Roma, 11 Dicembre 2009 Capgmn Ita Spa Inggnra dl Softwar Roma, 11 Dcmbr 2009 Soc Ntwork Gorfrnzato su Mobl Fzon Rzzar soc ntwork (tpo facbook o lnkn) n cu è possbl aggornar nl propro proflo propra poszon attu (tt longt) rndr

Dettagli

WP4 BILANCIO ENERGETICO COMUNALE DI CAVAZZO CARNICO (UD) Data: 21 luglio 2015

WP4 BILANCIO ENERGETICO COMUNALE DI CAVAZZO CARNICO (UD) Data: 21 luglio 2015 1 WP4 BILANCIO ENERGETICO COMUNALE DI CAVAZZO CARNICO (UD) D: 21 lugl 2015 Gupp d lv: Lz Old P Fd Fl Slv Sfll (ECUBA S..l.) (ECUBA S..l.) (Rg FVG) 2 BILANCIO ENERGETICO COMUNALE Cmu d: CAVAZZO CARNICO

Dettagli

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2014

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2014 ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2014 A CURA DELL AREA PROFESSIONALE STATISTICA A.G. FEBBRAIO 2015 ANDAMENTO MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA

Dettagli

"Criteri generali per l assegnazione e la gestione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica (art. 3, comma 41, lett. m) L.R. 1/2000)".

Criteri generali per l assegnazione e la gestione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica (art. 3, comma 41, lett. m) L.R. 1/2000). REGOLAMENTO REGIONALE 10 fbbo 2004, N. 1 "Ct gn p gnzon gton dg ogg d dz dnz pubbc (t. 3, comm 41, tt. m) L.R. 1/2000)". (BURL n. 7, 1º upp. od. d 13 Fbbo 2004 ) un:n:gon.ombd:gg:2004-02-10;1 Ttoo I DISPOSIZIONI

Dettagli

Matematica 15 settembre 2009

Matematica 15 settembre 2009 Nom: Mtriol: Mtmti 5 sttmbr 2009 Non sono mmss loltrii. Pr l domnd rispost multipl, rispondr brrndo o rhindo hirmnt un un sol lttr. Pr l ltr domnd srivr l soluzion on svolgimnto ngli spzi prdisposti..

Dettagli

Freschezza in Svizzera

Freschezza in Svizzera Fschzz Svzz Tutt l sd l md s dspbl ll dzz mch-stutscm tt v Rc u l d t I l st p d st g 012! 2 1 1 26 g k C As sudtl d Spcltà dll As Mché! Dvtt f d fcbkcm/mchrstutsschwz mch-stutscm pp cs d P u st &g Islt

Dettagli

S O L U Z I O N I + 100

S O L U Z I O N I + 100 S O L U Z I O N I Nl 00 un farmaco vnva vnduto a 70 a) Nll pots ch ogn anno l przzo aumnt dl 3% rsptto all anno prcdnt quanto vrrbb a costar lo stsso farmaco nl 0? b) Supponamo ch l przzo dl farmaco nl

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE.. 2015/2016 DISCIPLINA MATEMATICA APPLICATA INDIRIZZO TURISMO FINALITÀ DELLA DISCIPLINA L c è n lo no nzl p n copnon nv ll là ll'lo, n p logcn con co, czzo n fo nà

Dettagli

6) Nel 1991 Carl Lewis ha stabilito il record del mondo dei 100 m percorrendoli in 9,86 s. Qual è la velocità media in km/h?

6) Nel 1991 Carl Lewis ha stabilito il record del mondo dei 100 m percorrendoli in 9,86 s. Qual è la velocità media in km/h? 1) L unità l SI pr l tmprtur l mss sono, rispttivmnt gri grmmi klvin kilogrmmi Clsius milligrmmi Clsius kilogrmmi klvin grmmi 2) Qul mtril ffon nll olio ( = 0,94 g/m 3 )? ghiio ( = 0,92 g/m 3 ) sughro

Dettagli

Note sull elettrostatica

Note sull elettrostatica . Mffucc: Not su ttosttc. 1. 11/1 Unstà g tu Cssno Not su ttosttc pof. ntono Mffucc www.ocnt.uncs.t/ntono_mffucc V.1. - nomb 1 1 . Mffucc: Not su ttosttc. 1. 11/1. Mffucc: Not su ttosttc. 1. 11/1 1. Conctt

Dettagli

CREATIVE LAB ALCAMO UNA CENTRALITÀ CREATIVA PRESSO L EX COLLEGIO DEI GESUITI DI ALCAMO COME

CREATIVE LAB ALCAMO UNA CENTRALITÀ CREATIVA PRESSO L EX COLLEGIO DEI GESUITI DI ALCAMO COME REGIONE SICILIANA ASSESSORATO REGIONALE DEI BENI CULTURALI E DELL IDENTITÀ SICILIANA BANDO DI GARA DDG N. 1435 Ln d ntvnt 3.1.3.3. Svlupp d svz cultul l tt ll pduzn tstc tnl (dcumntzn, cmunczn pmzn) ch

Dettagli

TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA

TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA Siamo fermamente convinti che redigere un preciso quadro di riferimento, attestante le coperture Assicurative di un Cliente, consenta allo stesso di potersi

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE.. 2013/2014 DISCIPLINA MATEMATICA APPLICATA INDIRIZZO ITER FINALITÀ DELLA DISCIPLINA L c è n lo no nzl p n copnon nv ll là ll'lo, n p logcn con co, czzo n fo nà cll.

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE.. 2014/2015 DISCIPLINA MATEMATICA APPLICATA INDIRIZZO ITER FINALITÀ DELLA DISCIPLINA L c è n lo no nzl p n copnon nv ll là ll'lo, n p logcn con co, czzo n fo nà cll.

Dettagli

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI Dario Focarelli Direttore Generale ANIA Milano, 12 marzo 2013 «LA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTOMOBILISTICA STRATEGIA, INNOVAZIONE

Dettagli

17 giugno Numero 1M. Sabato, Ë autorizzata l'assegnazione straordinaria di lire 200,000 da inscriversi nello stato di previsione della

17 giugno Numero 1M. Sabato, Ë autorizzata l'assegnazione straordinaria di lire 200,000 da inscriversi nello stato di previsione della Cronc Botttno Lgg Mnstr Tlgrmm nl Drzon Tspttortdo Lgg vr L nl ll' zztt Icl Anno 1911 ROMA DEL REGNO D'ITALIA DIREZIONE ß S pubblc n Rom tutt gorn non fstv Sbto 17 gugno Numro 1M AMMINISTRAZIONE Cors VttorfoEmnust

Dettagli

SCUOLA DELL'INFANZIA DI VILLA STRADA. a.s. 2013/2014 SEZIONE DEI BAMBINI DI 5 ANNI

SCUOLA DELL'INFANZIA DI VILLA STRADA. a.s. 2013/2014 SEZIONE DEI BAMBINI DI 5 ANNI SCUOLA DELL'INFANZIA DI VILLA STRADA a.s. 2013/2014 "LA FESTA DEI NONNI" SEZIONE DEI BAMBINI DI 5 ANNI " Inzam l'ann sclastc fstggand nstr NONNI pr rcrdar quant sn przs pr n bambn. Pnsam ch l md pù bll

Dettagli

RETI DI IMPRESE Posizionamento e distintività di UniCredit

RETI DI IMPRESE Posizionamento e distintività di UniCredit RETI DI IMPRESE Poszonmnto sttvtà UnCrt ll prsnt documnto è d sdrrs strttmnt rsrvto fdnz. Non costtusc sollctzon trrr o ssunzon d prt dl Bnc obblgh tl snso. Mo, Mrzo 203 Logch tsto L crs fnzr d mrct, volut

Dettagli

al Braglia! Campagna Abbonamenti Stagione Sportiva 2013/2014

al Braglia! Campagna Abbonamenti Stagione Sportiva 2013/2014 V l Bgl! g bb g v 213/214 2 g bb g v 213/214 BBNMN P BUNM UÀ 1.25 BUNM LL 1.5 BUNM P BUN B F BUN P 7 42 28 8 21 PXYZ BUN P v B PLNM 38 225 14 8 21 F N LL 23 145 125 8 21 G H L M N Q GN P N NN.GV. NN UN

Dettagli

D.M. 21 maggio 2001, n. 308

D.M. 21 maggio 2001, n. 308 D.M. 21 maggo 2001, n. 308 Rgolamno concnn «Rqs mnm sal oganzzav p l'aozzazon all'sczo d svz dll s a cclo sdnzal smsdnzal, a noma dll'acolo 11 dlla L. 8 novmb 2000, n. 328» (Pbblcao nlla Gazza Uffcal 28

Dettagli

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013 ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013 A CURA DELL AREA PROFESSIONALE STATISTICA A.G. GENNAIO 2014 ANDAMENTO MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA

Dettagli

ELENCO PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI SETTORE Attività economiche/servizi alle imprese/progetti e finanziamenti comunitari/sport

ELENCO PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI SETTORE Attività economiche/servizi alle imprese/progetti e finanziamenti comunitari/sport ELENCO PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI SETTORE /Srvz all mprs/progtt fnanzamnt comuntar/sport Procdmnto Aprtura mda struttura d vndta o outlt Trasfrmnto mda struttura d vndta o outlt Amplamnto mda struttura

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Nr. 21 del 08/09/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE DEL TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI (TASI)

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Nr. 21 del 08/09/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE DEL TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) COMUNE DI CROPALATI Provnca d Cosnza COPIA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Nr. 21 dl 08/09/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE DEL TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) L anno dumlaquattordc,

Dettagli

3.3 E come faremo senza l Italia? Mi preoccuperei piuttosto di chiedere: Come farà l Italia senza il Veneto?

3.3 E come faremo senza l Italia? Mi preoccuperei piuttosto di chiedere: Come farà l Italia senza il Veneto? Indpndnz Vnt d ME-MMT. Un ns d pszn d mvmnt p ndpndnz d Vnt uc d pncp d Ms Ecnmcs - Mdn Mny Thy. (d Mc Cvdn, pstt 3/8/215). N m gn sstn mt mvmnt ndpndntst, cu scp è c un Vnt cm un nuv pubbc dmctc, spt

Dettagli

CIRCOLARE n.148. Al Personale Docente. Sede

CIRCOLARE n.148. Al Personale Docente. Sede 1 I.C. Slvo Pllco Portoplo Cpo Pssro 1 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE S. PELLICO V Crnnà 4 c..p. 96018 - PACHINO (SR) Tl. 0931/801226-0931597094 ml :src853002q@struzon.t www.pllcopchno.t Coc Fscl 83001430897.

Dettagli

Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010

Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010 Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010 Ed. settembre 2013 Agenda Obiettivo della statistica Oggetto della statistica Grado di partecipazione Alcuni confronti con la statistica precedente

Dettagli

Il settore energie all'esposizione internazionale mce di Milano

Il settore energie all'esposizione internazionale mce di Milano N. 1/l 2014 - A 35 S. bb. t. 20/ t. 2 L 662/96 - T P D. Pt P ll Ittt Sl Mf ll A. Exll/ D. Rbl: Mhl Pjtt Atzz. Tbl P 629 l 31.03.1979 BOSCO l t l l t t t: l bb l f bb, tt f l t tt P ù ltà, q lt Qt t! t

Dettagli

Formula Bonus-Malus "l'abito non fa (più) il monaco"

Formula Bonus-Malus l'abito non fa (più) il monaco Formula Bonus-Malus "l'abito non fa (più) il monaco" Limiti e criticità dell'attuale formula Giovanni Sammartini Coordinatore Commissione Danni Roma, 7 giugno 2013 2000-2011: com'è cambiata la distribuzione

Dettagli

IL MINISTRO PER LA SOLIDARIETÀ SOCIALE

IL MINISTRO PER LA SOLIDARIETÀ SOCIALE Dco mnsal 21 maggo 2001, n. 308 "Rgolamno concnn «Rqs mnm sal oganzzav p l'aozzazon all'sczo d svz dll s a cclo sdnzal smsdnzal, a noma dll'acolo 11 dlla L. 8 novmb 2000, n. 328» Pbblcao nlla Gazza Uffcal

Dettagli

Parcheggio di scambio 2.200 auto

Parcheggio di scambio 2.200 auto ento Stud ettoe ott. olo sle ogetto cu l Responsble ch. Mco Muo es V o mnuell 31-00143 Rom Tel. 3286442061 - x 065011288 e-ml nfo@collellsteg.t www.collellsteg.t - ROLUNMNTO I VI. KOLR ROOST I VRINT L

Dettagli

c r e a t i v i t à O G G I

c r e a t i v i t à O G G I 9 c mp us l pnso co p l succsso dll pop znd o dll pop ognzzzon To d Cy Tody d. Byb R. Vullngs UNA MENTE CREATVA ESERCTATE LE VSTRE ABLTA CREATVE! Esmn com un l, l pnso co d f sczo p mnn l popo cllo n fom.

Dettagli

Annuario 231. Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti

Annuario 231. Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti Perché? Le recenti azioni giudiziarie hanno indotto nelle aziende la necessità di dotarsi di un modello

Dettagli

legenda COMMITTENTE: Scala 1:5.000

legenda COMMITTENTE: Scala 1:5.000 l Arftgrmmtrc lgnd TTT: Scl :. rs d'cqu rtcl drc prncpl rltv fsc d rsptt Prc gnl Vll Tcn TTA' AAS Ar d rsptt d crs d'cqu d ntr nturlstc (. /) prs Ar gugn 99 AAZ AT TTA (rtgrf- Arftgrmmtr- Tpgrf- nch t

Dettagli

www.master-cesma.it MASTER di II LIVELLO in I EDIZIONE

www.master-cesma.it MASTER di II LIVELLO in I EDIZIONE www.mstr-csm.t MASTER d II LIVELLO n I EDIZIONE 13 gnno 2014-13 gnno 2015 Mstr II Lvllo IL MASTER RILEVANZA/PREMESSA Crsc l domnd nl sttor prvto n qullo pubblco d sprt ltmnt qulfct con comptnz spcfch ch

Dettagli

Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007. Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA

Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007. Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007 Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA Milano, 25 febbraio 2009 CONTENUTI 1. I risultati della nuova statistica annuale RC Auto gli

Dettagli

VANITYclub. contro chi, nel nome di Lucifero, ha uc È l appuntamento con la lettura che «VanityFa riserva questa settimana agli amici più fedeli

VANITYclub. contro chi, nel nome di Lucifero, ha uc È l appuntamento con la lettura che «VanityFa riserva questa settimana agli amici più fedeli VANITYlub t I lu h d h Ct. h l M l t Ct. E h l h bb I ltà h t, MAGNUM/tt d u q d lt d l, f t l d è l d t ut. M L. dl gl, hé t h ut t z. u dll h t t h t f, f qut l Ct. L t tt u d D l, d U fl. u d lgt, lt

Dettagli

COMUNE DI UDINE PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2015

COMUNE DI UDINE PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2015 APPROVATO CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 252 DEL 4 agosto 2015 ALL. A) COMUNE DI UDINE PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2015 VOLUME 4 SEGRETERIA GENERALE SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI E TELEMATICI

Dettagli

OBIETTIVI POST VARIAZIONE PEG 2012 (approvata con delibera di Giunta Comunale n. 428 dell 11/12/2012) Responsabile Filippo Toscano

OBIETTIVI POST VARIAZIONE PEG 2012 (approvata con delibera di Giunta Comunale n. 428 dell 11/12/2012) Responsabile Filippo Toscano OBIETTIVI POST VARIAZIONE PEG 2012 (approvata con dlbra d Gunta Comunal n. 428 dll 11/12/2012) Rsponsa Flppo Dscrz Az / Isttuz Agnza pr la famgla Isttuz dll Agnza pr la famgla 01/01/12 31/12/12 Obttvo

Dettagli

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta REDATTO: APPROVATO: APPROVATO: INTERNAL AUDITOR COMITATO DI CONTROLLO INTERNO C.D.A. Luogo Data Pr ricvuta INDICE 1.0 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE 2.0 RIFERIMENTI NORMATIVI 3.0 DEFINIZIONI 4.0 RUOLI

Dettagli

Biennio CLEM - Prof. B. Quintieri. Anno Accademico 2012-2013, I Semestre. (Tratto da: Feenstra-Taylor: International Economics)

Biennio CLEM - Prof. B. Quintieri. Anno Accademico 2012-2013, I Semestre. (Tratto da: Feenstra-Taylor: International Economics) CONOMIA INTRNAZIONAL Bnno CLM - Prof. B. Quntr IL TASSO DI CAMBIO Anno Accadmco 2012-2013, I Smstr (Tratto da: Fnstra-Taylor: Intrnatonal conomcs) S propon, d sguto, una brv rassgna d prncp fondamntal

Dettagli

LE MATERICHE PRIMA SEZIONE (VERDE) - I QUADRATI - SEZIONE TURCHESE - GLI ORIZZONTALI - SEZIONE GIALLA - I VERTICALI - SEZIONE ROSSA

LE MATERICHE PRIMA SEZIONE (VERDE) - I QUADRATI - SEZIONE TURCHESE - GLI ORIZZONTALI - SEZIONE GIALLA - I VERTICALI - SEZIONE ROSSA L LOGO SUDDVSO N 4 GND SZON P FLN L ONSULZON P SZON (VD) L Sono opere uniche in quanto la riproduzione artistica su tela è arricchita dalla mano esperta di pittori, per restituire all opera riprodotta

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE PER ENERGY MANAGER Ing. Sergio Camillucci E

CORSI DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE PER ENERGY MANAGER Ing. Sergio Camillucci E n collaborazione con F C D F T PFL P ng. ergio Camillucci TDU La legge 10/91 prevede che tutte le aziende operanti nei settori industriale, terziario e dei trasporti, con consumi energetici rilevanti,

Dettagli

visto il Protocollo d Intesa tra Regione Campania e Università degli Studi di Napoli

visto il Protocollo d Intesa tra Regione Campania e Università degli Studi di Napoli UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SCUOLA DI MEDICINA E CHIRURGIA BANDO DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO DI INRICHI DIDATTICI NEI CORSI DI LAUREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE PER L ANNO ACDEMICO

Dettagli

Collegio dei Geometri Provincia di Genova O D N A R. n a. Catasto Fabbricati. e G. Corsomabilitazione esame di stato

Collegio dei Geometri Provincia di Genova O D N A R. n a. Catasto Fabbricati. e G. Corsomabilitazione esame di stato Cllgi i Gti Pvici i Gv t Csbilitzi s i stt G Ctst bbicti Cllgi i Gti Pvici i Gv Istituzi l uv Ctst ilizi Ub (.C..U.) l 1939 t i fzi p ggi sstitui il Ctst ilizi Ub Il.C..U. ': t Gtic G P sigl ppit' glbl

Dettagli

MANGIANTE BIANCAMARIA

MANGIANTE BIANCAMARIA F O R M A T O E U R O P E O P E R IL C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nom Indrzzo MANGIANTE BIANCAMARIA Tlfono Fx E-ml Nzonltà Dt d nsct ESPERIENZA LAVORATIVA Dt (d - ) Nom ndrzzo dl

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE P.O.F. 2013-2014 SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE.. 2013/2014 DISCIPLINA MATEMATICA APPLICATA INDIRIZZI AFM colzon SIA RIM IGEA TRIENNIO FINALITÀ DELLA DISCIPLINA L c è n lo no nzl p n copnon nv ll

Dettagli

UNA VISIONE D INSIEME DEL SISTEMA SCOLASTICO

UNA VISIONE D INSIEME DEL SISTEMA SCOLASTICO UNA VISIONE D INSIEME DEL SISTEMA SCOLASTICO - 49 - 3.1 INTRODUZIONE Volendo descrivere le province utilizzando contemporaneamente gli indicatori relativi alle diverse tematiche analizzate prima in modo

Dettagli

b) promuovere e diffondere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile fra i giovani;

b) promuovere e diffondere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile fra i giovani; CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI CASTEL MAGGIORE, L UNIONE RENO GALLIERA E I COMUNI DI ARGELATO, BENTIVOGLIO, SAN GIORGIO DI PIANO, SAN PIETRO IN CASALE, CASTELLO D ARGILE, PIEVE DI CENTO, GALLIERA, PER LA

Dettagli

per tutti i visitatori disponibile tutti i giorni gratuito con il biglietto della mostra Contiene un album una matita una gomma questo manuale

per tutti i visitatori disponibile tutti i giorni gratuito con il biglietto della mostra Contiene un album una matita una gomma questo manuale pr tutti i visitatori disponibil tutti i giorni gratuito con il biglitto dlla mostra Contin un album una matita una gomma qusto manual Un manual pr visitar la mostra ossrvar 1 chi è già un po sprto chi

Dettagli

I.M.G. S.r.l. SEZIONE A-A. PIANTA A Q.ta CAMERA D'ISPEZIONE. PIANTA A Q.ta POZZETTO MINISTERO INFRASTRUTTURE E TRASPORTI SEZIONE B-B

I.M.G. S.r.l. SEZIONE A-A. PIANTA A Q.ta CAMERA D'ISPEZIONE. PIANTA A Q.ta POZZETTO MINISTERO INFRASTRUTTURE E TRASPORTI SEZIONE B-B N Q.t MER 'SEZNE N Q.t ZZE SEZNE FGN V ESSENE FGN V ESSENE os.10 MER 'SEZNE ESSENE MER 'SEZNE ESSENE os.2 os.8 os.2 mcropl Ø240 rmt con tubo Ø193.7 12.5 L=15.00m mcropl Ø240 rmt con tubo Ø193.7 12.5 L=15.00m

Dettagli

Scheda tecnica micro compattatori

Scheda tecnica micro compattatori C O M U N E DI G I O V I N A Z Z O S E T T O R E 3 G E S T I O N E D E L T E R R I T O R I O Svz Ass mb OGGETTO: PO FESR 2007-2013, ss II, v 2.5, z 2.5.1, sz b). DGR. 2989 2010. Pps v p pzm g f b ssm Cm

Dettagli

Scheda Prodotto Prestito Personale. Agenti e Mediatori. Luglio 2009. Marketing Department (Ver. 1 PP 07/2009) 1

Scheda Prodotto Prestito Personale. Agenti e Mediatori. Luglio 2009. Marketing Department (Ver. 1 PP 07/2009) 1 Schd Prdtt Prstit Prsn Agnti Mtri Lugli 2009 Mrkting Dprtmnt (Vr. 1 PP 07/2009) 1 INDICE Prdtt Prfil Richidnt Prfil d Età Richidnt Ctgri Finnzibili Richidnt Ctgri nn Finnzibili Evntu Cbbligzin Dcumntzin

Dettagli

Descrizione prestazionale degli elementi di arredo del progetto MOVIlinea.

Descrizione prestazionale degli elementi di arredo del progetto MOVIlinea. . 11 Dscrizin prstzinl dgli lmi di rrd dl prgtt Vlin. Pnnll infrmzini dll pnsilin cstituit dll qui tvl dll schinl sull qul vin incllt un lmirin di llumini 2 mm di spssr, vrnicit binc. Du pnnlli in plicrb

Dettagli

Alessandro Ottola matr. 208003 lezione del 11/3/2010 ora 10:30-13:30. Parete omogenea sottoposta a differenze termiche e diffusione

Alessandro Ottola matr. 208003 lezione del 11/3/2010 ora 10:30-13:30. Parete omogenea sottoposta a differenze termiche e diffusione Alssandro Ottola matr. 0800 lzon dl //00 ora 0:0-:0 Indc Dagramma d Glasr... Part omogna sottoosta a dffrnz trmch dffuson... Dagramma d Glasr r art omogna... 4 Dagramma d Glasr r art multstrato... 5 Esrczo

Dettagli

Bando Trasferimenti da altra sede e passaggi di corso di studio - A.A. 2015-16

Bando Trasferimenti da altra sede e passaggi di corso di studio - A.A. 2015-16 C Cr Sr rrr su 1 B rsr lr s pssgg rs su -.. 2015-16 Sr S l u l prvu sru (r. 5 l B) r. 1 l B sbls h pss prpr l su b slusv: ) gl su prv lr s h h l srz u rs su ll sss lss qull u s sr, qul ur h, ll s u prvg,

Dettagli

www.ipospadia.it Dott:Giacinto Marrocco

www.ipospadia.it Dott:Giacinto Marrocco www.ipospadia.it Dott:Giacinto Marrocco Le Malformazioni dei Genitali nell'infanzia Un sito dedicato ai pediatri ed ai genitori di bambini con patologie acquisite o congenite degli organi genitali EPISPADIA

Dettagli

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Cntro Rgional di Programmazion I n t r POR Sardgna FESR 2007/2013 - ASSE VI COMPETITIVITÀ Lina di attività 6.1.1.A Promozion

Dettagli

Il lavoro è quindi una grandezza scalare le cui unita di misura sono: = Joule = J

Il lavoro è quindi una grandezza scalare le cui unita di misura sono: = Joule = J Ve. el 9/0/09 Lvoo e Eneg Denzone lvoo pe un oz cotnte Se un oz cotnte gce u un copo che eettu uno potmento ce che l oz compe un lvoo ento come: co ( co ) ove è l componente ell oz pllel llo potmento.

Dettagli