LEADERSHIP E GESTIONE DEL PERSONALE Con gli imprenditori

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LEADERSHIP E GESTIONE DEL PERSONALE Con gli imprenditori"

Transcript

1 Giovedì 16 / Venerdì 17 Aprile 2015 Sede di Livigno, Via Freita 1660 Relatore : Roberto Bonacasa LEADERSHIP E GESTIONE DEL PERSONALE Con gli imprenditori 1

2 Link Utili 2

3 Parte 1: Affrontare l attuale periodo economico per la PMI 6 Consigli per l impresa 3

4 1. OCCUPATI DELLE CAUSE INTERNE 4

5 2. IL LAVORO DURO E CAMBIATO 5

6 ZONA DI COMFORT 6

7 Lavorare sodo significa prendere decisioni difficili sul piano emotivo 7

8 3. ABBRACCIA IL MARKETING! 8

9 Link Video https://www.youtube.com/watch?v=xab2hhqyaby 8

10 Link Video https://www.youtube.com/watch?v=rwgcqgzjou4 8

11 Link Video https://www.youtube.com/watch?v=occylqvjkc4 8

12 12

13 APRILE 2009: Quali sono i fattori che la portano a scegliere uno studio dentistico piuttosto che un altro? 61% VALORI RELAZIONALI E RASSICURAZIONI 13

14 Impara/ripassa la vendita Spendi sul marketing (rimani visibile) Trattieni i clienti esistenti Dov è il Jackpot? Delivering excellent customer service 14

15 4. METTI CONTROLLO SUGLI ASPETTI FINANZIARI 15

16 5. ADOTTA UNA POLITICA DI GESTIONE RISORSE UMANE 16

17 DA COSA DIPENDE IL VALORE DI UN IDEA DI BUSINESS? 17

18 6. STUDIA (MIGLIORA TE STESSO) 18

19 L AZIENDA E LO SPECCHIO DELL IMPRENDITORE Per crescere come azienda devi avere un programma per migliorare te stesso! 19

20 Non è quanto bravo già sei a determinare le tue performance E quanto più bravo aspiri a diventare 20

21 Link Video https://www.youtube.com/watch?v=kbpbn6kvncu&f eature=kp 18

22 Parte 2: Sviluppare il Capitale Umano Nozioni fondamentali di gestione e motivazione 22

23

24 CONTROLLO Far andare le cose come uno vorrebbe L abilità di guidare o dirigere i collaboratori che ricadono sotto la nostra responsabilità 24

25 CONOSCENZA Con conoscenza intendiamo informazione, spiegazione, istruzione, abilità pratica su come fare le cose Con conoscenza intendiamo dati, fattori e qualsiasi cosa possa essere pensata o percepita La conoscenza è più dei dati; è anche l abilità a trarre conclusioni 25

26 RESPONSABILITA L abilità di considerarsi la causa! Di fronte ad un problema, POSSIAMO scegliere la nostra risposta : CAUSA O EFFETTO? 26

27 CAUSA - EFFETTO Per risolvere un problema o per controllare una situazione che non va come vorremmo dobbiamo vederci come la causa di tale situazione Se non lo facciamo, la situazione controllerà noi Se non ci vediamo come la causa delle prestazioni e rendimento dei nostri collaboratori, loro di fatto ci controllano 27

28 Link Video https://www.youtube.com/watch?v=pgnv75dfhpu 28

29 SCALA DELLE RESPONSABILITA Leadership e gestione del personale TOTALE CONTROLLO INTERNO Si considera causa di come agisce lui e anche di come agiscono o sono gli altri CONTROLLO SULLE PROPRIE AZIONI La persona si considera causa solo per quelle cose che fa lei, ma non si vuole prendere assolutamente responsabilità per ciò che fanno gli altri Non riuscirà a materializzare i suoi sogni CONTROLLO ESTERNO La persona è principalmente convinta che le sue sfortune o le sue disgrazie siano causate dagli altri o dall ambiente 29

30 Primo dato relativo alla Leadership La sfera in cui un individuo sviluppa Leadership, è determinata dalla sfera di influenza all interno della quale lui si considera completamente CAUSA 30

31 Pensare da Causa Quando riceviamo un problema o una difficoltà, possiamo pensare da effetto o pensare da causa Un pensiero da effetto ha gli altri, le circostanze come soggetto dell azione Un pensiero causativo mette ME STESSO come soggetto dell azione 31

32 I SEGUENTI PENSIERI SONO DA CAUSA O DA EFFETTO? Non applica le mie correzioni Non si impegna a sufficienza Non capisce le mie istruzioni Non ha passione nel lavoro Non ha voglia di lavorare Non esegue i miei ordini Non è motivato 32

33 CAUSATIVITA GENERA CAUSATIVITA Se io mi considero causa di un problema con una persona, prima o poi anche lei svilupperà un atteggiamento causativo Se io mi considero effetto, anche lei si considera effetto 33

34 SVILUPPO DELLA CONOSCENZA Notiamo qualcosa di non ottimale nell ambiente Ci consideriamo la causa di tale situazione Iniziamo a sviluppare dei sistemi per affrontarla Se i sistemi adottati non funzionano, continuiamo a considerarci la causa della situazione non ottimale 34

35 Operando così svilupperemo reperiremo la conoscenza giusta per risolvere il problema. Prima o poi diventeremo LEADER! Se non ci sentissimo causativi, non andremmo nemmeno a ricercare la conoscenza, perché sentiremmo che sono gli altri che dovrebbero cambiare. Ma in tal modo non diventiamo più abili 35

36 Parte 3: Accendere le persone Portare le persone ad operare con positività 36

37 LA SCALA EMOZIONALE 37

38 Scala Emozionale Entusiasmo Allegria/Forte Interesse Conservatorismo/Logicità Routine/Noia Ostilità/Conflitto Collera Risentimento Ansia/Timore Afflizione Apatia 38

39 Logica e Azioni (visibili) Forza Emozionale (invisibile) 39

40 Se vogliamo che le cose cambino Come prima cosa dobbiamo cambiare NOI 40

41 Risultati Azioni Una correzione efficace Lavora sulle idee, Non solo sulle azioni! Idee 41

42 ALCUNE IDEE CHE DOBBIAMO CAMBIARE Io sono fatto così, siete voi che vi dovete adeguare Le persone non hanno voglia di lavorare Le persone lavorano unicamente per i soldi Se tratti male le persone ti rispetteranno Quando facevo io quel lavoro ero diverso 42

43 Parte 4: La leadership del sogno 43

44 I DUE UNIVERSI MENTALE MATERIALE 44

45 METE Tutte le cose vengono create due volte La prima volta nella nostra testa 45

46 Link Video https://www.youtube.com/watch?v=bdbf8eygwkw 46

47 L immaginazione è più importante dei fatti presenti La vita è una serie di eventi causali a meno che tu non abbia una meta Peculiarità di ogni leader è l inseguire mete difficili e motivanti 47

48 CHE COS E UN GRUPPO? Un gruppo non è solo un insieme di persone, è una serie di persone che hanno in comune: Uno scopo Principi etici Motivazioni 48

49 FAR SPOSARE LA META AL GRUPPO Ogni gruppo per crescere ha bisogno di una meta che venga formulata e resa nota Affinché questa meta sia accettata e sposata dal gruppo, il leader deve assicurarsi che questa includa tra i suoi punti fondamentali il pieno successo dei collaboratori Se vuoi che i tuoi collaboratori sposino le mete dell azienda, devi renderla un luogo dove le persone possano trionfare 49

50 LA PROGRAMMAZIONE L ottenimento di una Meta non è qualcosa da lasciare al caso Una Meta viene ottenuta mediante una programmazione dei tempi e dei metodi che, se attuati, produrranno il risultato 50

51 IL RAPPORTO IDEALE Gestire in maniera corretta questo sistema richiede una organizzazione con un rapporto di 1:5 1 dirigente 5 collaboratori Dirigente Collaboratore 1 Collaboratore 2 Collaboratore 3 Collaboratore 4 Collaboratore 5 51

52 DOMANDA Perché i clienti che avete continuano a comprare da voi? 52

53 IL CLIENTE INTERNO Dobbiamo cambiare un idea fondamentale: SMETTIAMO di considerare il nostro collaboratore come un Fornitore COMINCIAMO a considerare i nostri collaboratori come dei CLIENTI INTERNI 53

54 MOTIVARE Comprendere lo scopo del collaboratore Mostrargli le similarità con la meta dell azienda (dovete elaborare la vostra meta in modo che possa fare da ombrello agli scopi dei collaboratori) Farglielo desiderare Farglielo ottenere 54

55 Esercizio 1. Buone condizioni del luogo di lavoro 2. Sentirsi coinvolti nei problemi del lavoro 3. Una disciplina non opprimente 4. Pieno apprezzamento per il lavoro svolto 5. Lealtà della direzione verso i lavoratori 6. Buon livello salariale 7. Promozioni e crescita insieme all azienda 8. Comprensione ed interesse verso i problemi personali 9. Sicurezza (certezza) del posto di lavoro 10.Lavoro interessante 55

56 Quello che il personale considera più motivante ricevere dai propri superiori 4. Pieno apprezzamento per il lavoro svolto 2. Sentirsi coinvolti nei problemi del lavoro 8.Comprensione ed interesse verso i problemi personali 9. Sicurezza (certezza) del posto di lavoro 6. Buon livello salariale 10. Lavoro interessante 7. Promozioni e crescita insieme all azienda 5. Lealtà della direzione verso i lavoratori 1. Buone condizioni del luogo di lavoro 3. Una disciplina non opprimente 56

57 MOTIVAZIONE DEL PERSONALE Quando parliamo di motivare qualcuno intendiamo: Riuscire a far dimostrare a qualcuno la propria competenza, le proprie capacità Tu sei l allenatore! 57

58 PACCHETTO RETRIBUTIVO ATTESO Retribuzione tangibile Retribuzione Intangibile Stipendi Incentivi Spazi/Attrezzature Benefit Facilities Apprezzamento Coinvolgimento Interesse 58

59 Esercizio in azienda Quando torni in azienda elabora le mete aziendali, a breve, medio e lungo termine Stabilisci quali saranno i vantaggi per chi collaborerà nel raggiungerle Condividi il progetto con i tuoi collaboratori 59

60 Parte 5: Time Management Stabilire tempi e priorità 60

61 Urgenti Non Urgenti Importanti Non Importanti Quadrante I Emergenze Problemi pressanti Attività che devono essere terminate in un tempo limite Budget Problemi Legali Quadrante III Interruzioni Alcune telefonate che si ricevono Una fetta della corrispondenza Qualche riunione Attività popolari Problemi pressanti ma non importanti Quadrante II Attività per aumentare il potenziale aziendale, del personale e del marketing Rafforzamento delle relazioni interpersonali Formazione Progressi strategici. Pianificazione Quadrante IV Facezie Lavoro materiale Una fetta della corrispondenza Alcune telefonate Cose che fanno perdere tempo Attività piacevoli 61

62 Gestione inefficace del tempo Quadrante I Quad. II EMERGENZE Quadrante III Quadrante IV 62

63 Gestione efficace del tempo Quadrante I EMERGENZE Attività di prevenzione, formazione e miglioramento Quadrante II 63

64 Lavorando sulle cose importanti ma non urgenti il manager efficace riduce le emergenze del futuro 64

65 Come operare nel quadrante II 1. Identificare gli obiettivi di prevenzione, di formazione e miglioramento (cioè i progressi strategici) che si vorranno eseguire nelle prossime settimane 2. Fissare delle date IRREVOCABILI in agenda per quando ci si dovrà occupare di tali obiettivi 65

66 Parte 6: La Leadership delle qualità 66

67 LE QUALITA DELLA LEADERSHIP Credibilità e competenza Capacità di entusiasmare Interesse sincero per le persone Capacità di proiettare un sogno nel quale gli altri credono 67

68 Dà ordini sicuri e positivi, dei quali ne verifica e ne ottiene l esecuzione E il simbolo di una meta che persegue con intensità elevatissima Rende possibile la comunicazione dal basso verso l alto Reciproca attrazione tra lui e i collaboratori 68

69 ALLEGRIA / FORTE INTERESSE L emozione che prova verso le altre persone e quindi verso i problemi, guai ed inefficienze degli altri è Forte Interesse Non ritrasmette delle critiche e delle notizie negative circa i propri collaboratori a meno che non siano fondamentali Si guadagna l appoggio altrui tramite il proprio entusiasmo e la propria capacità di vendere i vantaggi, non usando critiche e/o minacce Lavora sui lati positivi dei propri collaboratori 69

70 LAVORARE SUI LATI POSITIVI Lavorando sui lati positivi di qualcuno, questi tendono ad aumentare Lavorando sui lati negativi, questi tendono ad aumentare E fondamentale che, durante un incontro formativo o correttivo con un collaboratore, gli siano riconosciuti esplicitamente più lati positivi rispetto ai lati negativi che vogliamo correggere 70

71 LE VERE CAUSE DEGLI ERRORI O DELLE SCARSE PRESTAZIONI DEL PERSONALE 90% cattiva comprensione, mancanza di strumenti ed assistenza, debolezza di carattere 10% ragioni disciplinari L errore più comune del dirigente è quello di trattare tutti gli errori e scarse prestazioni come se fossero dovute a B Invece nella maggior parte dei casi sono dovute ad A 71

72 MORALE Nella maggior parte dei casi, anche quando il nostro collaboratore fa un errore o non produce come dovrebbe, è mosso da intenzioni positive Se lo colpiamo riduciamo solo la sua dedizione 72

73 RIASSUMENDO Re-inventarsi significa iniziare a cambiare oggi per anticipare le tendenze Il primo cambiamento parte da TE! Emozioni positive per coinvolgere nella meta e motivare Tratta le persone come vorresti che fossero Sii causativo! 73

74 Link Video https://www.youtube.com/watch?v=zjegaukc5si 74

75 THANKS! 75

Lo scenario economico pro attività e atteggiamento 8 Ottobre 2012

Lo scenario economico pro attività e atteggiamento 8 Ottobre 2012 Lo scenario economico pro attività e atteggiamento 8 Ottobre 2012 CORSO DATE OBIETTIVO DESCRIZIONE INTRODUZIONE Lunedì 8 Ottobre 9,30-13,30 Dare avvio al programma formativo, descrivendo il percorso e

Dettagli

Diapositive dell intervento: www.paoloruggeri.it

Diapositive dell intervento: www.paoloruggeri.it LEADERSHIP NEL NUOVO SCENARIO ECONOMICO MAKHTESHIM AGAN ITALIA IX GIORNATA DI STUDIO 1 Diapositive dell intervento: www.paoloruggeri.it 2 3 QUANDO SI TORNA ALLA NORMALITA? 4 IL CAMBIAMENTO NON E UN OPZIONE

Dettagli

COME LIMITIAMO NOI STESSI

COME LIMITIAMO NOI STESSI COME LIMITIAMO NOI STESSI 1 Il 63 % delle persone crede che il raggiungimento dei propri obiettivi finanziari sia possibile solo attraverso una grossa vincita Non si può ottenere quello che non si riesce

Dettagli

ELENCO DEI CORSI LA COMUNICAZIONE ASSERTIVA O PERSUASIVA: COME SVILUPPARE LA CAPACITÀ DI TRATTARE CON LE PERSONE

ELENCO DEI CORSI LA COMUNICAZIONE ASSERTIVA O PERSUASIVA: COME SVILUPPARE LA CAPACITÀ DI TRATTARE CON LE PERSONE ELENCO DEI CORSI LA COMUNICAZIONE ASSERTIVA O PERSUASIVA: COME SVILUPPARE LA CAPACITÀ DI TRATTARE CON LE PERSONE Avviamento, sviluppo e potenziamento della competenza comunicativa, la chiave di volta del

Dettagli

GLI STRUMENTI DEL MANAGER - Pratiche di successo nella gestione d impresa

GLI STRUMENTI DEL MANAGER - Pratiche di successo nella gestione d impresa Lunedì 23 / Martedì 24 Marzo 2015 Sede di Livigno, Via Freita 1660 Relatore : Roberto Bonacasa Gli strumenti del manager GLI STRUMENTI DEL MANAGER - Pratiche di successo nella gestione d impresa 1 LEADERSHIP

Dettagli

L ETICA DELL ECCELLENZA

L ETICA DELL ECCELLENZA INTRODUZIONE Nel gestire le nostre organizzazioni e nel costruire le nostre carriere abbiamo bisogno di principi che trascendano il tempo. Abbiamo bisogno di standard elevati l'etica dell'eccellenza. Price

Dettagli

Customer satisfaction

Customer satisfaction [moduli operativi di formazione] Customer satisfaction Soddisfare Migliorare Continuare a soddisfare CUSTOMER SATISFACTION Tutte le aziende dipendono dai propri clienti ed è indispensabile agire per capire

Dettagli

corso comunicazione efficace 9 Dicembre 2013

corso comunicazione efficace 9 Dicembre 2013 corso comunicazione efficace 9 Dicembre 2013 AGENDA La comunicazione Le barriere e i rimedi OBIETTIVO DEL CORSO UNA PERSONA PIU EFFICACE NEL LAVORO E NELLA VITA PERCHE CONTROLLA MEGLIO LA PROPRIA COMUNICAZIONE

Dettagli

MOTIVARE IL PERSONALE E PORTARLO AL SUCCESSO www.paoloruggeri.it

MOTIVARE IL PERSONALE E PORTARLO AL SUCCESSO www.paoloruggeri.it MOTIVARE IL PERSONALE E PORTARLO AL SUCCESSO www.paoloruggeri.it ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI 1) Qual è la prima cosa che un imprenditore o responsabile dovrebbe fare per far sì che i propri uomini

Dettagli

1 Chi siamo? Learning School è composto da professionisti con anni di esperienza dedicati alla risoluzione di problemi connessi con la gestione delle risorse umane in azienda 2 Chi siamo? Ognuno con le

Dettagli

COLLOQUIO DI SELEZIONE ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI

COLLOQUIO DI SELEZIONE ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI COLLOQUIO DI SELEZIONE ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI 1. Qual è lo scopo del colloquio di selezione? Lo scopo del colloquio di selezione è: CAPIRE L INVESTIMENTO CHE DOVREMO FARE SULLA PERSONA IN

Dettagli

Corso Colloquio di selezione 6 e 7 Maggio 2014. w w w. o s m 1 8 1 6. i t

Corso Colloquio di selezione 6 e 7 Maggio 2014. w w w. o s m 1 8 1 6. i t Corso Colloquio di selezione 6 e 7 Maggio 2014 w w w. o s m 1 8 1 6. i t La ricerca della felicità colloquio: https://www.youtube.com/watch?v=yzsl9mgkmhe IL COLLOQUIO DI SELEZIONE IL VERO PROBLEMA La vita

Dettagli

I 12 principi della. Leadership Efficace in salone

I 12 principi della. Leadership Efficace in salone I 12 principi della Leadership Efficace in salone Leadership = capacita di condurre e di motivare Per condurre i tuoi dipendenti devono avere stima e fiducia di te. Tu devi essere credibile. Per motivare

Dettagli

O P E N S O U R C E M A N A G E M E N T THE NEW LEADERS!!! w w w. o s m c o n s u l t g r o u p. c o m

O P E N S O U R C E M A N A G E M E N T THE NEW LEADERS!!! w w w. o s m c o n s u l t g r o u p. c o m O P E N S O U R C E M A N A G E M E N T THE NEW LEADERS!!! w w w. o s m c o n s u l t g r o u p. c o m 1 Innanzi tutto chi sono? Tecnico Manager Imprenditore 2 PROGRAMMA Intro: i concetti contro intuitivi

Dettagli

CREA LA SFIDA DEL TUO FUTURO PROFESSIONALE

CREA LA SFIDA DEL TUO FUTURO PROFESSIONALE www.certificatocasa.it GUIDA PRONTA ALL USO PER NEO LAUREATI Tutti i diritti riservati 1 La professione del Progettista è cambiata, l'approccio tecnico va combinato con un modo di presentare le soluzioni

Dettagli

MBS Business School. Un Luogo dove le Aziende crescono nonostante la crisi e le difficoltà dei mercati. La missione di MBS è aiutare le migliori

MBS Business School. Un Luogo dove le Aziende crescono nonostante la crisi e le difficoltà dei mercati. La missione di MBS è aiutare le migliori MBS Business School Un Luogo dove le Aziende crescono nonostante la crisi e le difficoltà dei mercati Come sta reagendo il Suo settore alla crisi finanziaria in corso? Quali sono le previsioni per i prossimi

Dettagli

CHI ha UCCISO il TUO CLIENTE? Indagini in corso.

CHI ha UCCISO il TUO CLIENTE? Indagini in corso. CHI ha UCCISO il TUO CLIENTE? Indagini in corso. ? Perché Imprenditori sereni nello svolgimento delle loro attività per utilizzare tutte le potenzialità creative a loro disposizione contribuendo così alla

Dettagli

PERSONAL BRANDING COME PROMUOVERSI & FARSI CAPIRE NEL MONDO DEL LAVORO

PERSONAL BRANDING COME PROMUOVERSI & FARSI CAPIRE NEL MONDO DEL LAVORO in collaborazione con PERSONAL BRANDING COME PROMUOVERSI & FARSI CAPIRE NEL MONDO DEL LAVORO Fausto Ciarcia (Direttore HR W. Astoria Hilton) Stefano Biscioni (Presidente ESI) Giovedi 13/03/2014 Salone

Dettagli

Trovare il lavorochepiace

Trovare il lavorochepiace Trovare il lavorochepiace Perché a molti sembra così difficile? Perché solo pochi ci riescono? Quali sono i pezzi che perdiamo per strada, gli elementi mancanti che ci impediscono di trovare il lavorochepiace?

Dettagli

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE - di Deepak Chopra Sette esercizi spirituali per portare la pace all interno delle tua vita e nel mondo che ti circonda. L approccio alla trasformazione personale

Dettagli

IL PENSIERO COSTRUTTIVO. Gli 11 Presupposti del Successo. nel Coaching Neuroscientifico

IL PENSIERO COSTRUTTIVO. Gli 11 Presupposti del Successo. nel Coaching Neuroscientifico IL PENSIERO COSTRUTTIVO Gli 11 Presupposti del Successo nel Coaching Neuroscientifico Modulo 3 isis progettazione sas tutti i diritti riservati I PRESUPPOSTIDEL SUCCESSO / 1 IL PRESUPPOSTO MATRICE La legge

Dettagli

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI WWW.FISIOPROGRAM-INTENSIVE.COM Come accendere e coltivare la tua passione per la Fisioterapia: Nell articolo precedente FISIOTERAPISTI MOTIVATI

Dettagli

Lavorare dove inizia il futuro.

Lavorare dove inizia il futuro. Lavorare dove inizia il futuro. Volete una carriera con un futuro? Allora unitevi al team di Swiss Life. 2 Lavorare dove inizia il futuro. Swiss Life investe nel futuro dei suoi collaboratori. E voi? Chi

Dettagli

Ormai sono passati quasi 20 anni da quando, terminate le scuole superiori, ho fondato la prima società di software.

Ormai sono passati quasi 20 anni da quando, terminate le scuole superiori, ho fondato la prima società di software. PREFAZIONE Ormai sono passati quasi 20 anni da quando, terminate le scuole superiori, ho fondato la prima società di software. Ho costituito, oltre 29 aziende in Italia e all estero, ed ormai ho una certa

Dettagli

www.businesstribe.it Michele Tampieri intervista Marina Osnaghi Business Coaching: Leadership & Obiettivi

www.businesstribe.it Michele Tampieri intervista Marina Osnaghi Business Coaching: Leadership & Obiettivi www.businesstribe.it Michele Tampieri intervista Marina Osnaghi Business Coaching: Leadership & Obiettivi Ciao a tutti e benvenuti in Business Tribe, il blog che tratta argomenti di business per aumentare

Dettagli

Grafico del livello di attività per 90 giorni

Grafico del livello di attività per 90 giorni Grafico del livello di attività per giorni "Gli agenti immobiliari di Successo fanno quello che gli agenti immobiliari normali non amano fare." Salvatore Coddetta. Il lavoro di agente immobiliare è quello

Dettagli

Un percorso che fa la differenza

Un percorso che fa la differenza ESPERIENZE DI SVILUPPO MANAGERIALE AZIONI E MODELLI DI COMPORTAMENTO WORKSHOP 2014 Collaborare e Comunicare per Competere Padova, 10 marzo, 15:00-19:00 Milano, 17 marzo, 9:00-13:00 Roma, 26 marzo, 9:00-13:00

Dettagli

O P E N S O U R C E M A N A G E M E N T REALIZZARE OBIETTIVI. w w w. o p e n s o u r c e m a n a g e m e n t. i t

O P E N S O U R C E M A N A G E M E N T REALIZZARE OBIETTIVI. w w w. o p e n s o u r c e m a n a g e m e n t. i t O P E N S O U R C E M A N A G E M E N T REALIZZARE OBIETTIVI w w w. o p e n s o u r c e m a n a g e m e n t. i t DIVENTARE COMPETITIVI 1) Fino a quando ci sono afflussi di capitale dall estero un Paese

Dettagli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron Di Enrico Cheli Cheli: Dott. Boiron, lei è presidente del gruppo Boiron, leader mondiale nel campo dell omeopatia, e da anni

Dettagli

Domande in materia di gestione per l Amministrazione federale

Domande in materia di gestione per l Amministrazione federale Domande in materia di gestione per l Amministrazione federale Le Domande in materia di gestione sostituiscono le Direttive sulla gestione nell amministrazione federale (DGA) del 1974. Si fondano sulla

Dettagli

Leadership e governo aziendale (Maurizio Bottari)

Leadership e governo aziendale (Maurizio Bottari) Più donne per i C.d.A. e le posizioni apicali Leadership e governo aziendale (Maurizio Bottari) Regione Piemonte Torino, 2 aprile 2014 I veri Leader non nascono tali, lo diventano grazie all impegno e

Dettagli

Efficacia nel Lavoro

Efficacia nel Lavoro Piano di Formazione Efficacia nel Lavoro Percorso Relazioni Umane Informazioni: Questo progetto formativo è dedicato alle persone, ai singoli individui che sono al centro di qualsiasi risultato ottenuto.

Dettagli

Vediamo dei piccoli passi da fare:

Vediamo dei piccoli passi da fare: L assertività L assertività è una caratteristica del comportamento umano che consiste nella capacità di esprimere in modo chiaro e valido le proprie emozioni e opinioni senza offendere né aggredire l interlocutore.

Dettagli

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali.

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. IL GRILLO PARLANTE Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. www.inmigrazione.it collana lingua italiana l2 Pinocchio e il grillo parlante Pinocchio è una

Dettagli

Oggi si parla di Autostima Sviluppare l efficacia personale

Oggi si parla di Autostima Sviluppare l efficacia personale Oggi si parla di Autostima Sviluppare l efficacia personale Firenze, 11 dicembre 2013 Nessuno può farvi sentire inferiore senza il vostro consenso. Eleanor Roosevelt Inversione di paradigma da persone

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

ATTEGGIAMENTO MENTALE POSITIVO PER IL FARMACISTA IMPRENDITORE DI SUCCESSO. 1 Dicembre 2014 Manuela Campanozzi

ATTEGGIAMENTO MENTALE POSITIVO PER IL FARMACISTA IMPRENDITORE DI SUCCESSO. 1 Dicembre 2014 Manuela Campanozzi 1 ATTEGGIAMENTO MENTALE POSITIVO PER IL FARMACISTA IMPRENDITORE DI SUCCESSO 1 Dicembre 2014 Manuela Campanozzi LE REGOLE DEL GIOCO CI DIAMO TUTTI DEL TU ADESSO È L UNICO MOMENTO CHE ESISTE SI PARTECIPA

Dettagli

Sponsorizzazione. Puoi distribuire liberamente questo PDF al Tuo Team e alla Tua Downline se ritieni utile queste informazioni senza modificarlo.

Sponsorizzazione. Puoi distribuire liberamente questo PDF al Tuo Team e alla Tua Downline se ritieni utile queste informazioni senza modificarlo. Sponsorizzazione Magica www.sponsorizzazionemagica.com Bonus Speciale Obiezioni: Come Gestire FACILMENTE le obiezioni dei Tuoi Contatti Puoi distribuire liberamente questo PDF al Tuo Team e alla Tua Downline

Dettagli

La guida CRM per eliminare le incertezze: prendete il controllo del vostro business

La guida CRM per eliminare le incertezze: prendete il controllo del vostro business 2 La guida CRM per eliminare le incertezze: prendete il controllo del vostro business (2 - migliorate la vostra credibilità: i 5 passi per dimostrare l efficacia del Marketing) Pagina 1 di 9 SOMMARIO PREMESSA...

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEL BUSINESS PLAN

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEL BUSINESS PLAN GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEL BUSINESS PLAN COS È IL BUSINESS PLAN E QUAL È LA SUA UTILITÀ? Il business plan è un documento scritto che descrive la vostra azienda, i suoi obiettivi e le sue strategie, i

Dettagli

LE VENDITE COMPLESSE

LE VENDITE COMPLESSE LE VENDITE COMPLESSE 1 LE VENDITE COMPLESSE - PRINCIPI GENERALI Le vendite complesse differiscono da quelle semplici per molti importanti aspetti. Per avere successo è essenziale comprendere la psicologia

Dettagli

Telefono: ALLA CORTESE ATTENZIONE : AMMINISTRATORE, PROPRIETA O DIRETTORE GENERALE

Telefono: ALLA CORTESE ATTENZIONE : AMMINISTRATORE, PROPRIETA O DIRETTORE GENERALE EPOCH BUSINESS ANALYSIS Azienda: Indirizzo: Nome Persona: Mansione: Telefono: E Mail: ALLA CORTESE ATTENZIONE : AMMINISTRATORE, PROPRIETA O DIRETTORE GENERALE ISTRUZIONI: Questa è un analisi del potenziale

Dettagli

MY PERSONAL BRANDING SOFIA SCATENA SOFIA@MYPERSONALBRANDING.IT

MY PERSONAL BRANDING SOFIA SCATENA SOFIA@MYPERSONALBRANDING.IT MY PERSONAL BRANDING SOFIA SCATENA SOFIA@MYPERSONALBRANDING.IT CHE COS È IL MARKETING BRANCA DELL ECONOMIA CHE UNISCE PRODUTTORI CONSUMATORI PER UNO SCAMBIO RECIPROCAMENTE VANTAGGIOSO E IL MARKETING MIX

Dettagli

BRAND IDENTITY. Diamo Colore. tua identità ALLA. E-book n 1 - Copyright Reserved

BRAND IDENTITY. Diamo Colore. tua identità ALLA. E-book n 1 - Copyright Reserved BRAND IDENTITY Diamo Colore ALLA tua identità Brand Identity Indice Diamo colore alla tua identità Segmentazione, Targeting, Posizionamento pagina 3 Narrazione Aziendale Mission e Vision nella strategia

Dettagli

TECNICHE DI VENDITA E PERSUASIONE

TECNICHE DI VENDITA E PERSUASIONE TECNICHE DI VENDITA E PERSUASIONE IN COMMUNICATIONS www.incommunications.it By Fabio Arrigoni www.fabioarrigoni.it Esperto di comunicazione, formatore e coach slide riassuntive breve introduzione al corso

Dettagli

Leadership Judgement Indicator

Leadership Judgement Indicator Leadership Judgement Indicator Michael Lock, Robert Wheeler, Nick Burnard e Colin Cooper Adattamento italiano di Palmira Faraci RAPPORTO INTERPRETATIVO Nominativo: Codice test: Data della prova: 09/01/2012

Dettagli

2. Se un test ha l indice di attendibilità tra -39 e 0, che cosa devi fare con quel test?

2. Se un test ha l indice di attendibilità tra -39 e 0, che cosa devi fare con quel test? INTERPRETAZIONE DEL TEST HT BETA ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI 1. Che cosa misura l HT BETA? Il test misura i 10 ingredienti della produttività. Aiuta ad individuare l ingrediente o gli ingredienti

Dettagli

ANALISI H.T Beta ANALISI PREVENTIVA DELLA PRODUTTIVITA DELLE RISORSE O P E N S O U R C E M A N A G E M E N T

ANALISI H.T Beta ANALISI PREVENTIVA DELLA PRODUTTIVITA DELLE RISORSE O P E N S O U R C E M A N A G E M E N T O P E N S O U R C E M A N A G E M E N T ANALISI H.T Beta ANALISI PREVENTIVA DELLA PRODUTTIVITA DELLE RISORSE w w w. o p e n s o u r c e m a n a g e m e n t. i t LA STRATEGIA DELL IMPRENDITORE MODERNO PER

Dettagli

Crea la Mappa per la tua autorealizzazione. di Anthony Robbins

Crea la Mappa per la tua autorealizzazione. di Anthony Robbins di Anthony Robbins Ti sei mai accorto che nella vita esistono cose che, non appena diventano rilevanti per noi, iniziano ad apparirci sempre più spesso? Pensa, ad esempio, all ultima volta che hai desiderato

Dettagli

Tecniche di Vendita 4 Novembre 2013. WEARElab.com info@wearelab.com

Tecniche di Vendita 4 Novembre 2013. WEARElab.com info@wearelab.com Tecniche di Vendita 4 Novembre 2013 WEARElab.com info@wearelab.com DOMANDA Quali sono i principali problemi che rendono difficile concludere una vendita o gestire un cliente? Napoleon Hill In ogni città

Dettagli

Tutela della salute e sicurezza sul lavoro. Giunta regionale d Abruzzo. dott.ssa Flavia Margaritelli

Tutela della salute e sicurezza sul lavoro. Giunta regionale d Abruzzo. dott.ssa Flavia Margaritelli Tutela della salute e sicurezza sul lavoro Ufficio prevenzione e protezione Giunta regionale d Abruzzo 1 I Continenti che si incontrano e non vanno alla deriva Lo sviluppo del capitale umano in tutte le

Dettagli

ASL 2 SAVONESE L INFERMIERE CASE MANAGER NEL TEAM MULTIPROFESSIONALE: LEADERSHIP EFFICACE E GESTIONE DEL CONFLITTO (A CURA DI G

ASL 2 SAVONESE L INFERMIERE CASE MANAGER NEL TEAM MULTIPROFESSIONALE: LEADERSHIP EFFICACE E GESTIONE DEL CONFLITTO (A CURA DI G ASL 2 SAVONESE L INFERMIERE CASE MANAGER NEL TEAM MULTIPROFESSIONALE: LEADERSHIP EFFICACE E GESTIONE DEL CONFLITTO (A CURA DI G.PRATO PREVIDE) SAVONA, 6-7 OTTOBRE 2011 DECATHLON CONSULTING human qualities

Dettagli

CORSO VENDITE LIVELLO BASE ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI

CORSO VENDITE LIVELLO BASE ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI CORSO VENDITE LIVELLO BASE ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI 1. Vai a visitare un cliente ma non lo chiudi nonostante tu gli abbia fatto una buona offerta. Che cosa fai? Ti consideri causa e guardi

Dettagli

O P E N S O U R C E M A N A G E M E N T PILLOLE DI TEST COMPRENSIONE. w w w. o s m v a l u e. c o m

O P E N S O U R C E M A N A G E M E N T PILLOLE DI TEST COMPRENSIONE. w w w. o s m v a l u e. c o m O P E N S O U R C E M A N A G E M E N T PILLOLE DI TEST COMPRENSIONE w w w. o s m v a l u e. c o m COMPRENSIONE (RELAZIONI) Qualità generale delle relazioni. Capacità della persona di costruirsi relazioni

Dettagli

AUTORE: Marco Carovana SITO WEB: www.obbiettivobusiness.it

AUTORE: Marco Carovana SITO WEB: www.obbiettivobusiness.it AUTORE: Marco Carovana SITO WEB: www.obbiettivobusiness.it ------------------------------------------------------------------------ ATTENZIONE! Puoi condividere questo report con i tuoi amici, Puoi citarne

Dettagli

Giovanna - Quali sono gli argomenti che si trattano all interno di questi colloqui?

Giovanna - Quali sono gli argomenti che si trattano all interno di questi colloqui? A PROPOSITO DI COACHING Giovanna Combatti intervista Giacomo Mosca Abbiamo chiesto a Giacomo Mosca, Formatore e Coach, Counsellor in Analisi Transazionale associato al CNCP (Coordinamento Nazionale Counsellor

Dettagli

MBS Business School. Incrementa clienti e fatturato con la prima scuola di formazione per imprenditori, manager e liberi professionisti in Abruzzo!

MBS Business School. Incrementa clienti e fatturato con la prima scuola di formazione per imprenditori, manager e liberi professionisti in Abruzzo! MBS Business School Incrementa clienti e fatturato con la prima scuola di formazione per imprenditori, manager e liberi professionisti in Abruzzo! DOPO LA BUSINESS SCHOOL SARAI IN GRADO DI Incrementare

Dettagli

Salvataggio di un progetto CRM in via di fallimento

Salvataggio di un progetto CRM in via di fallimento SALVATAGGIO DI UN PROGETTO CRM IN VIA DI FALLIMENTO 325 Capitolo 11 Salvataggio di un progetto CRM in via di fallimento 11.1 In breve 11.2 Fallimenti del progetto 11.3 Passo 1: valutazione 11.4 Passo 2:

Dettagli

Mentore. Rende ordinario quello che per gli altri è straordinario

Mentore. Rende ordinario quello che per gli altri è straordinario Mentore Rende ordinario quello che per gli altri è straordinario Vision Creare un futuro migliore per le Nuove Generazioni Come? Mission Rendere quante più persone possibili Libere Finanziariamente Con

Dettagli

Dopo la sessione presenziale

Dopo la sessione presenziale Dopo la sessione presenziale Consigli per riunirti con il tuo capo La settimana successiva alla sessione presenziale, avrai come obiettivo quello di riunirti con il tuo capo per esporgli le riflessioni

Dettagli

I Rapporti Alternativi nelle Letture di Cayce!

I Rapporti Alternativi nelle Letture di Cayce! I Rapporti Alternativi nelle Letture di Cayce *** Una delle controversie più forti di questi tempi sul sesso, forse anche di tutti i tempi, riguarda la ricerca di relazioni sessuali al di fuori del matrimonio.

Dettagli

SpeedWealth T.Harv Eker

SpeedWealth T.Harv Eker Appunti del libro: SpeedWealth T.Harv Eker Solo il succo dei bestseller del marketing mondiale in Italiano Francesco Diolosà Luca Datteo www.alchimiadigitale.com Principio: La saggezza popolare non funziona,

Dettagli

RILEVARE LA SODDISFAZIONE DEI DIPENDENTI

RILEVARE LA SODDISFAZIONE DEI DIPENDENTI RILEVARE LA SODDISFAZIONE DEI DIPENDENTI EMPLOYEE (PEOPLE) SATISFACTION Non bisogna mai dimenticare che i primi clienti di un organizzazione sono i collaboratori interni e che un indicatore molto importante

Dettagli

"Stai per sviluppare le competenze che faranno di te un vero grande leader"

Stai per sviluppare le competenze che faranno di te un vero grande leader Finalmente rivelati tutti i segreti per diventare un grande leader del cambiamento "Stai per sviluppare le competenze che faranno di te un vero grande leader" Non accontentarti di essere un discreto manager!

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI NELLA PRESENTAZIONE

ELEMENTI ESSENZIALI NELLA PRESENTAZIONE GUIDA ALL UTILIZZO ELEMENTI ESSENZIALI NELLA PRESENTAZIONE A. SVEGLIARE le NECESSITÀ B. RICONOSCERE il SUO PERCHÈ C. SODDISFARE il SUO PERCHÉ con il PROGETTO FM GROUP 1 ASCOLTARE: (INTERVISTA) SITUAZIONE

Dettagli

PRIMA DOPO. Quando si rompe

PRIMA DOPO. Quando si rompe AUTOSTIMA PRIMA DOPO Quando si rompe I segni rimangono Cos è l AUTOSTIMA AUTOSTIMA VALUTAZIONE DI SE SENTIMENTI Cos è l AUTOSTIMA Sé PERCEPITO FEEDBACK dalla realtà Abilità Caratteristiche Qualità Presenti

Dettagli

IL SISTEMA VINCENTE 10-4-3

IL SISTEMA VINCENTE 10-4-3 Obiettivo da realizzare LIBERTA FINANZIARIA TEMPO LIBERO ORO DENARO L ORO, E DENARO REALE! IL SUCCESSO è una FORMULA (non è un MIRACOLO) SUCCESSO = SOGNI / OBBIETTIVI + OPPORTUNITA + SISTEMA SOGNO Tutti

Dettagli

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 Indice Introduzione pag. 9 Ringraziamenti» 13 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 1. I contenuti curati, interessanti e utili aiutano il business» 15 2. Le aziende

Dettagli

Reporter di informazione COME FARTI CONTATTARE...

Reporter di informazione COME FARTI CONTATTARE... Reporter di informazione COME FARTI CONTATTARE... Questo e' il primo reporter che rivelo per un perido di tempo limitato: ''Gratuitamente'' a seguire nelle pagine del sito troverai gli altri 6. @ Se tu

Dettagli

Beauty Business Coaching

Beauty Business Coaching Beauty Business Coaching Il trainer del corso Sono Marco Postiglione, mi occupo di formazione alla vendita da più di 15 anni e sono il primo formatore e consulente aziendale (oggi è più di moda dire business

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

Cosa Vedrai, Udrai, Sentirai, Percepirai quando li avrai Raggiunti?

Cosa Vedrai, Udrai, Sentirai, Percepirai quando li avrai Raggiunti? - Fermati un Momento a Riflettere sulla Direzione in cui stai Procedendo e Chiediti se proprio in quella Vuoi Andare. Se la tua Risposta è Negativa, Ti Propongo di Cambiare. - Se Fossi Sicuro di non poter

Dettagli

Il sistema di gestione dei dati e dei processi aziendali. Il sistema di controllo interno

Il sistema di gestione dei dati e dei processi aziendali. Il sistema di controllo interno Il sistema di gestione dei dati e dei processi aziendali Il sistema di controllo interno Argomenti della lezione 1 - Controllo Interno: definizione e componenti 2 - Ambiente di controllo 3 - Valutazione

Dettagli

10 Maggio 2013. Dott.ssa Lucia Candria

10 Maggio 2013. Dott.ssa Lucia Candria 10 Maggio 2013 Dott.ssa Lucia Candria Mamma e papà devono: Offrire sostegno Dare fiducia Essere complice per superare gli ostacoli Alimentare l autostima AUTOSTIMA Rappresenta una valutazione globale su

Dettagli

Dale Carnegie Un eccellente Customer Service per i tuoi clienti

Dale Carnegie Un eccellente Customer Service per i tuoi clienti Section www.dalecarnegie.it Dale Carnegie Un eccellente Customer Service per i tuoi clienti Copyright 2008 Dale Carnegie & Associates, Inc. 290 Motor Parkway, Hauppauge, New York 11788. All rights reserved.

Dettagli

Gestire le Risorse Umane - Costruire Fiducia Sospiro (Cremona) 19 giugno 2009

Gestire le Risorse Umane - Costruire Fiducia Sospiro (Cremona) 19 giugno 2009 Bologna - Tel. & fax 051 543101 e-mail: e.communication@fastwebnet.it www.excellencecommunication.it Gestire le Risorse Umane - Costruire Fiducia Sospiro (Cremona) 19 giugno 2009 Docente: Antonella Ferrari

Dettagli

PATRIZIO PAOLETTI 5 P ASSI P ER CAMBIARE LA TUA VITA. MED events that change your life

PATRIZIO PAOLETTI 5 P ASSI P ER CAMBIARE LA TUA VITA. MED events that change your life PATRIZIO PAOLETTI 5 P ASSI P ER CAMBIARE LA TUA VITA MED events that change your life L ECCELLENZA È UN MODELLO A TENDERE PATRIZIO PAOLETTI Il filo conduttore che anima il percorso è la certezza che in

Dettagli

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 3

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 3 PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... pazza! MODULO 3 Fino ad ora abbiamo lavorato sulla consapevolezza, identificando le 4 chiavi che ci servono per aver successo nel nostro

Dettagli

è lo spazio che intercorre tra gli obiettivi degli interessati che hanno la volontà di

è lo spazio che intercorre tra gli obiettivi degli interessati che hanno la volontà di Sessione La negoziazione Introduzione INTRODUZIONE Il presente modulo formativo ha lo scopo di aiutare il manager a riesaminare le dinamiche interpersonali e le tecniche che caratterizzano una negoziazione

Dettagli

liste di liste di controllo per il manager liste di controllo per il manager liste di controllo per i

liste di liste di controllo per il manager liste di controllo per il manager liste di controllo per i liste di controllo per il manager r il manager liste di controllo per il manager di contr liste di liste di controllo per il manager i controllo trollo per il man liste di il man liste di controllo per

Dettagli

Da questo articolo, consultabile per intero ( clicca qui ), ho tradotto alcuni punti che ritengo illuminanti per ognuno di noi.

Da questo articolo, consultabile per intero ( clicca qui ), ho tradotto alcuni punti che ritengo illuminanti per ognuno di noi. "Successo senza paura nel lavoro e nella vita" di Geshe Michael Roach Da questo articolo, consultabile per intero ( clicca qui ), ho tradotto alcuni punti che ritengo illuminanti per ognuno di noi. Note

Dettagli

La valorizzazione delle risorse umane come vantaggio competitivo

La valorizzazione delle risorse umane come vantaggio competitivo Le relazioni della Giornata Tecnica ANTIM di Parma La valorizzazione delle risorse umane come vantaggio competitivo di Lorenzo Morandi - L.M.Consulting La motivazione non è una caratteristica intrinseca

Dettagli

#B2B.COM LA COMUNICAZIONE AZIENDALE EFFICACE PER VENDERE + GESTIRE + CRESCERE

#B2B.COM LA COMUNICAZIONE AZIENDALE EFFICACE PER VENDERE + GESTIRE + CRESCERE LA COMUNICAZIONE AZIENDALE EFFICACE PER VENDERE + GESTIRE + CRESCERE Sei un professionista e vuoi aumentare la visibilità della tua attività? Sei titolare di un azienda e vuoi strumenti precisi e concreti

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

Perché un Master in Direzione del Personale

Perché un Master in Direzione del Personale Perché un Master in Direzione del Personale di Luigi M. Sanlorenzo (*) Saper gestire le risorse umane significa essere in grado di comprendere come raggiungere livelli di efficacia e quali sono le competenze

Dettagli

E-mail: calla2002@libero.it

E-mail: calla2002@libero.it RELATORE: FABIO FOSSATI - HEAD-COACH ADVISOR FIP FIBA EUROPE - DOCENTE BASKET FACOLTA SCIENZE - MOTORIE UNIVERSITA STATALE DI BRESCIA DIPARTIMENTO DI MEDICINA - CERTIFIED MENTAL COACH E-mail: calla2002@libero.it

Dettagli

MANIFESTARE RISULTATI ESTRATTO

MANIFESTARE RISULTATI ESTRATTO MANIFESTARE RISULTATI ESTRATTO Abbiamo pensato di proporti un breve, pratico ed utile estratto del Corso Manifestare Risultati. È la prima volta che condividiamo parte del materiale con chi ancora non

Dettagli

Roma, 16-17 O ttobre 2008

Roma, 16-17 O ttobre 2008 Roma, 16-17 O ttobre 2008 16 0ttobre 2008 ore 830 All Hotel Melià di Roma tutto è pronto per accogliere Brian Tracy, autorità mondiale in tema di personal e professional management Ancora pochi minuti

Dettagli

VOLERE E POTERE? SOGNANDO BECKHAM

VOLERE E POTERE? SOGNANDO BECKHAM VOLERE E POTERE? SOGNANDO BECKHAM Jess è una diciottenne indiana che vive a Londra insieme ai genitori e alla sorella più grande: la famiglia spera di vederla entrare all università, ma Jess ha un sogno

Dettagli

Favorire l autostima nel bambino. Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it

Favorire l autostima nel bambino. Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it Favorire l autostima nel bambino Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it 1 Un senso di impotenza si sviluppa in seguito all incapacità di influenzare positivamente le proprie

Dettagli

IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO

IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO Obiettivi: Conoscere le peculiarità del counseling nelle professioni d aiuto Individuare le abilità del counseling necessarie per svolgere la relazione d aiuto Analizzare

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Le 7 Leggi della Ricchezza

Le 7 Leggi della Ricchezza Maurizio Fiammetta Le 7 Leggi della Ricchezza Un percorso in sette tappe per realizzare nella propria vita gli eterni principi per il tuo benessere mentale, materiale e spirituale 7 DISPENSA CORSO ON LINE

Dettagli

Judgment. Ogni giorno prendiamo migliaia di decisoni, dalle più banali alle più importanti. Ma quante di queste sono giuste? hoganjudgement.

Judgment. Ogni giorno prendiamo migliaia di decisoni, dalle più banali alle più importanti. Ma quante di queste sono giuste? hoganjudgement. Judgment Ogni giorno prendiamo migliaia di decisoni, dalle più banali alle più importanti. Ma quante di queste sono giuste? hoganjudgement.com 2014 Hogan Assessment Systems PERSONALITÀ E DECISIONI I problemi

Dettagli

MOTIVARE UN TEAM DISPENSA (dispensa Start Up - la presente dispensa rappresenta un estratto di quella abitualmente utilizzata nel corso)

MOTIVARE UN TEAM DISPENSA (dispensa Start Up - la presente dispensa rappresenta un estratto di quella abitualmente utilizzata nel corso) MOTIVARE UN TEAM DISPENSA (dispensa Start Up - la presente dispensa rappresenta un estratto di quella abitualmente utilizzata nel corso) A CURA DI VINCENZO FANELLI 1 IL SIGNIFICATO DI LEADERSHIP La leadership

Dettagli

www.businesstribe.it

www.businesstribe.it www.businesstribe.it Michele Tampieri intervista LORENZO CICETTI NetWork Marketing: come sviluppare il tuo team Michele : Ciao a tutti e benvenuti in Business Tribe, il blog che tratta argomenti di business

Dettagli

[NRG] Power Sponsoring Video#1 Trascrizione del video:

[NRG] Power Sponsoring Video#1 Trascrizione del video: [NRG] Power Sponsoring Video#1 Trascrizione del video: "Come venire invitato: Perché i contatti dal mercato freddo sono morti, e che cosa fare ora... " Ciao il mio nome è Alessandro Zani e io sono il creatore

Dettagli

The Leader. Scopri la tua tecnica nella vita. Solleverai qualsiasi peso. Emanuele Radice. Sviluppo personale - self Help

The Leader. Scopri la tua tecnica nella vita. Solleverai qualsiasi peso. Emanuele Radice. Sviluppo personale - self Help Scopri la tua tecnica nella vita. Solleverai qualsiasi peso. The Leader Sviluppo personale - self Help Permettimi di darti un consiglio: Scegli ora di essere tu il tuo LEADER SEMPRE! Sviluppo personale

Dettagli