Azione speciale Tre Combattimenti e Due Strutture condotta nella provincia del Guangdong. Istantanee delle nuove Leggi;

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Azione speciale Tre Combattimenti e Due Strutture condotta nella provincia del Guangdong. Istantanee delle nuove Leggi;"

Transcript

1 EDIZIONE 1 VOLUME 5 SETTEMBRE 2012 IL CHINA IP BULLETIN VI È PRESENTATO DALLO STUDIO LEGALE WANG JING & ASSOCIATI CHINA IP Bulletin I TUOI CONSULENTI DI PROPRIETÀ INTELLETTUALE IN CINA Sommario Azione speciale Tre Combattimenti e Due Strutture condotta nella provincia del Guangdong Al fine di mantenere un ambiente di mercato equilibrato e l ordine economico nella regione, da febbraio di quest anno, la Provincia del Guangdong ha avviato un azione speciale chiamata combattere il monopolio del mercato, reprimere le contraffazioni, sanzionare la corruzione commerciale, stabilire il sistema di credito sociale e costruire il sistema di sorveglianza del mercato Disputa sulla titolarità Recentemente, Apple Inc. (di seguito denominata Apple ) ha raggiunto un compromesso con Proview Technology (Shenzhen) Co., Ltd. (di seguito denominata Shenzhen Proview ) a seguito della disputa riguardante il marchio ipad in Cina. L Ufficio di Stato per la Proprietà Intellettuale ha recentemente emesso i Provvedimenti sull amministrazione della priorità nelle revisione di una domanda di brevetto per invenzione (di seguito Provvedimenti ), che sono entrati in vigore a partire dal 1 Agosto I Metodi per la Marcatura dei Marchi di Brevetti (in seguito i Metodi ) sono stati emessi dall Ufficio di Stato per la Proprietà Intellettuale e sono entrati in vigore il 1 maggio

2 Azione speciale «Tre Combattimenti e Due Strutture» condotta nella provincia del Guangdong Al fine di mantenere un ambiente di mercato equilibrato e l ordine economico nella regione, da febbraio di quest anno, la Provincia del Guangdong ha avviato un azione speciale chiamata combattere il monopolio del mercato, reprimere le contraffazioni, sanzionare la corruzione commerciale, stabilire il sistema di credito sociale e costruire il sistema di sorveglianza del mercato (di seguito denominato Tre Combattimenti e Due strutture ). Nell azione speciale dei Tre Combattimenti, il giro di vite sulle contraffazioni è svolto principalmente a norma delle Dieci azioni speciali sull Anti-contraffazione, che come delineato dal Piano d Azione Speciale Provinciale di lotta alla contraffazione, pianifica di reprimere le contraffazioni nei seguenti settori: alimentare, articoli chimici ad uso quotidiano e farmaceutico, alcolici, sali, tabacchi, materiali da costruzione, valigie e articoli in pelle, prodotti per la telecomunicazione, parti auto, license, etc. Sotto la grande attenzione del governo provinciale del Guangdong, la lotta alla contraffazione ha già ottenuto ottimi risultati. In base alle statistiche, dall inizio dell anno ad oggi nove città situate nella regione del delta del Fiume Perlato hanno contrastato circa 26,333 casi di contraffazione e distrutto locali adibiti alla contraffazione. Tra i casi suddetti, sono stati classificati come importanti, 644 sono stati trasferiti al Dipartimento della Pubblica Sicurezza; sospetti criminali sono stati catturati, persone sono state detenute e 853 persone sono state arrestate. Quest azione speciale di repressione della contraffazione è stata accolta positivamente e sostenuta da gran parte dei cittadini. Come con le prime riforme promosse dal Governo centrale negli anni passati, anche questa volta la provincia del Guangdong è la prima ad attuare un azione speciale sul territorio della RPC. Quest azione non solo ha notevolmente migliorato la qualità e autenticità dei prodotti nel mercato della provincia del Guangdong, ma riflette altresì l interesse della Provincia stessa nei confronti di un argomento sensibile quale la tutela della proprietà intellettuale in Cina. Allo stesso tempo, il Guangdong costituirà un buon modello per le altre province e comuni. Così, anche se tuttora le altre province e comuni non hanno ancora promosso azioni simili, è chiaro come sotto l influenza dell azione speciale dei Tre Combattimenti e due Strutture, i reparti delle forze dell ordine delle città più sviluppate inizieranno a loro volta ad applicare norme contro la violazione della proprietà intellettuale, favorendo la creazione di un ambiente sicuro per lo sviluppo economico locale. by Jiang Yuandong and Joe Rocha III I prossimi Provvedimenti sull amministrazione della priorità nelle revisione di una domanda di brevetto per invenzione L Ufficio di Stato per la Proprietà Intellettuale ha recentemente emesso i Provvedimenti sull amministrazione della priorità nelle revisione di una domanda di brevetto per invenzione (di seguito Provvedimenti ), che sono entrati in vigore a partire dal 1 Agosto I provvedimenti contengono quattro circostanze in cui una domanda di brevetto per invenzione deve ricevere la priorità nella revisione: 1. Domande di brevetto importanti che riguardano il risparmio energetico e la protezione dell ambiente, tecnologie dell informazione di nuova generazione, biotecnologie, strumenti produttivi di alto livello, nuove energie, nuovi materiali, veicoli che utilizzano nuove energie ed altre aree tecniche; 2. Domande di brevetto importanti riguardanti tecnologie a basse emissioni di carbonio e la conservazione delle risorse che contribuiscono allo sviluppo verde; 3. Domande di brevetto depositate presso l autorità competente cinese per la prima volta e successivamente depositate presso le autorità di un altro paese o regione rispetto allo stesso soggetto; 4. Altre domande di brevetto che sono di grande importanza 2 By Jiang Yuandong per gli interessi nazionali o interessi pubblici e necessitano di una revisione prioritaria Per quanto riguarda le tempistiche, i Provvedimenti dispongono che l analisi di qualsiasi domanda di brevetto per invenzione che soddisfi determinate condizioni, deve essere completata entro un anno dalla data di accettazione della richiesta di revisione prioritaria. Inoltre, il numero di domande di brevetto per invenzioni che possono ricevere tale revisione non è illimitato ma verrà determinato dall Ufficio di Stato per la Proprietà Intellettuale sulla base di fattori quali le capacità di revisione in diverse aree di competenza, il numero di brevetti rilasciati nel corso dell anno precedente, così come il numero di domande in attesa di revisione per l anno corrente. I Provvedimenti contengono altresì disposizioni sulla presentazione dei documenti e sulle procedure di registrazione, ad esempio il periodo a disposizione del richiedente per rispondere ai commenti di revisione è sato ridotto a due mesi. In generale, i Provvedimenti mirano a stabilire un canale rapido di revisione per le domande di nuovi brevetti che possono influenzare notevolmente l economia e la società, nonche accelerare la trasformazione dei risultati tecnologici più importanti e portare avanti lo sviluppo delle industrie emergenti.

3 Recentemente, Apple Inc. (di seguito denominata Apple ) ha raggiunto un compromesso con Proview Technology (Shenzhen) Co., Ltd. (di seguito denominata Shenzhen Proview ) a seguito della disputa riguardante il marchio ipad in Cina. L ipad è un articolo molto popolare nel mondo dell elettronica e non solo ed è generalmente noto il fatto che questo sia prodotto dal magnate dell elettronica Apple. Tuttavia, Apple non ha previsto che, a causa di un problema sulla titolarità del marchio, quest articolo non potesse essere commercializzato sul mercato cinese senza aver prima risolto alcune controversie legali. I problemi, in questo caso, sono arrivati da un azienda poco nota produttrice di schermi piatti: la Shenzhen Proview. Contesto della controversia: La controversia sulla titolarità del marchio ipad tra Apple e Shenzhen Proview è scaturita da un contratto di cessione del marchio. In realtà, già dal 2000, il marchio ipad era stato registrato in diversi paesi da parte Proview Electronics (Taiwan) Co., Ltd. (di seguito denominata Taiwan Proview ), una filiale interamente controllata da Proview International Holdings Limited (società quotata di Hong Kong). In Cina, tuttavia, questo marchio è stato registrato nel 2001 da parte di Shenzhen Proview, ossia un altra società interamente controllata da Proview International Holdings Limited. Nel 2009, Apple ha concluso, attraverso la società britannica IPDAL (di seguito Società IP ), un contratto di cessione del marchio con la Taiwan Proview. Nel contratto entrambe le parti hanno convenuto che la Società IP acquistasse la proprietà dalla Taiwan Proview in Vietnam, Messico, Tailandia, Corea, Indonesia, Singapore e Cina al prezzo di , mentre, in seguito, la Apple avrebbe acquistato la proprietà dello stesso dalla Società IP al prezzo finale di Tuttavia, a seguito della conclusione del summenzionato contratto, Apple ha riscontrato che la procedura di cessione in Cina (registrato in precedenza dalla Shenzhen Proview) non era andata a buon fine. Di conseguenza, anche se il tablet computer denominato ipad era stato formalmente lanciato sul mercato cinese, Apple ancora non deteneva la legittima titolarità del suo marchio. Alla base della controversia, la convinzione secondo la Shenzhen Proview che le due filiali, quella di Shenzhen e Taiwan, erano essenzialmente due aziende indipendenti e, di conseguenza, il contratto di cessione del marchio concluso tra Taiwan Proview e Apple non era vincolante per la Shenzhen Proview. Così, Apple non aveva mai ottenuto la titolarità in Cina, mentre la Shenzhen Proview era sull orlo del fallimento a causa degli ingenti debiti accumulati. Principali azioni legali derivanti dal contenzioso: 1. Nel maggio del 2010, Apple ha intentato causa contro la Shenzhen Proview davanti alla Corte Intermedia di Shenzhen per chiedere alla controparte di trasferire la proprietà. 2. Nel dicembre 2011, la Corte Intermedia di Shenzhen ha respinto le richieste di ricorso presentate da Apple e ha successivamente accertato che la Shenzhen Proview fosse il legittimo proprietario in Cina. Insoddisfatta della sentenza, Apple ha presentato ricorso alla Corte Intermedia del Guangdong. 3. Nel febbraio 2012, Shenzhen Proview ha intentato causa nei confronti di Apple davanti alla Corte Superiore della California, sostenendo che Apple volesse frodare la Shenzhen Proview nell acquisto del marchio ipad per via della Società IP. In quella circostanza, la Shenzhen Proview ha fatto richiesta alla Corte di dichiarare Apple colpevole di frode commerciale e di revocare il suo diritto ad utilizzare il marchio ipad. Tuttavia, la richiesta è stata respinta dalla Corte Superiore della California nel Nel febbraio 2012, Shenzhen Proview ha intentato causa contro 3 il distributore esclusivo di Apple in Cina davanti alla Corte del Popolo di Pudong del distretto di Shanghai e richiesto l applicazione di un provvedimento ingiuntivo che impedisse ad Apple di utilizzare il marchio ipad. Anche in questo caso, la Corte ha respinto la domanda presentata da Shenzhen Proview e sospeso il processo. 5. Da febbraio al giugno 2012, la Corte Superiore del Guangdong ha condotto il secondo grado di giudizio sulla titolarità. Il 2 luglio 2012 il tribunale ha annunciato che Apple e Proview Shenzhen avevano raggiunto un compromesso sulla disputa ed entrambe le parti avevano concordato che Apple avrebbe pagato 60 milioni di dollari al fine di ottenere l uso in Cina. Inoltre, dal 2011, la Shenzhen Proview ha cominciato a presentare denunce contro Apple per l uso improprio del marchio alle autorità industriali e commerciali di Pechino, nelle provincie dello Hebei, dello Henan, nello Shandong e in altre città e province. Le autorità industriali e commerciali hanno seguito il caso, svolto indagini e ordinato ai negozianti di rimuovere gli ipad dai loro scaffali. Interpretazione della controversia: Focus sulla disputa. In questa controversia sulla titolarità dei marchi, uno dei punti focali era costituito dalla posizione assunta da due persone chiave, Hui Yuan e Mai Shihong, ossia se questi ultimi avessero il diritto di trasferire la proprietà alla Società IP per conto di Shenzhen Proview, attraverso un contratto di cessione. Sebbene la Società IP e Apple abbiano basato le loro linee difensive sul fatto che Hui Yuan fosse un dipendente di Shenzhen Proview, l altro dipendente, Mai Shihong è stato colui che, dopo essere stato autorizzato dalla Proview Shenzhen, ha effettivamente concluso il contratto di cessione del marchio con la Società IP. La Società IP e Apple avevano motivo di ritenere che la Shenzhen Proview avesse

4 autorizzato Mai Shihong di trasferire la proprietà registrato in Cina, nonché la titolarità dello stesso negli altri paesi alla Società IP, e che quindi la Società IP avrebbe trasferito la proprietà suddetta ad Apple in un secondo momento. Tuttavia, Shenzhen Proview ha sostenuto che la cessione del marchio era stata approvata solo tra Apple e Proview Taiwan, mentre la Shenzhen Proview, in quanto filiale indipendente, non era a conoscenza di suddetto trasferimento e non aveva autorizzato i suoi dipendenti a concludere nessun contratto di cessione del marchio. Per quanto riguarda questo punto, sebbene Apple abbia depositato la lettera di autorizzazione (rilasciata da Yang Rongshan, presidente della Proview International Holdings Limited e Shenzhen Proview) presentata da Mai Shihong alla Società IP al momento della conclusione del contratto di cessione del marchio, questa non era sufficientemente chiara da poter affermare che Yang Rongshan avesse autorizzato Mai Shihong di negoziare e concludere un contratto con la Società IP. Pertanto l autorizzazione, in quanto ambigua, è stata uno dei fattori chiave che hanno generato tutte le controversie a seguire. Un altra questione alla base della controversia era costituita dalla validità del contratto di cessione del marchio ipad in Cina, ossia se Apple avesse legalmente ottenuto la titolarità del marchio ipad nella RPC. Infatti, anche se nel contratto di cessione del marchio, la proprietà ipad in Cina era stata prevista dalle parti, l accordo non era sufficientemente chiaro rispetto alla titolarità dello stesso ovvero se, prima di esso, ipad fosse un marchio registrato dalla Taiwan Proview o dalla filiale di Shenzhen. Infatti, solo a seguito della conclusione del contratto la Apple e la Società IP hanno riscontrato che la Taiwan Proview non era il legittimo titolare del marchio ipad registrato in Cina. Pertanto, definire se la Shenzhen Proview avesse autorizzato Mai Shihong di trasferire il proprio marchio è stato un elemento fondamentale nella risoluzione della controversia. Nel caso in cui il contratto fosse stato vincolante per Proview Shenzhen, quest ultima sarebbe stata obbligata a trasferire il marchio ipad alla società IP o Apple, nonché chiedere l approvazione della cessione dello stesso davanti all Ufficio Nazionale Marchi e completare le formalità di trasferimento. Al contrario, nel caso in cui la Shenzhen Proview avesse avuto prove sufficienti che dimostrassero la mancanza di un autorizzazione ai suoi dipendenti di trasferire il marchio, la Apple non sarebbe stata in grado di ottenere la titolarità dello stesso. Inoltre, nel caso in cui i computer tablet di Applicazione dei Metodi per la Marcatura dei marchi di brevetti. By Jiang Yuandong I Metodi per la Marcatura dei Marchi di Brevetti (in seguito i Metodi ) sono stati emessi dall Ufficio di Stato per la Proprietà Intellettuale e sono entrati in vigore il 1 maggio I Metodi dispongono che, durante il periodo di validità di un brevetto, il titolare dello stesso o chi vanti un diritto di marcatura del brevetto ottenuto con il consenso del titolare possano marcare i loro articoli brevettati. Gli articoli brevettati devono essere marcati nel rispetto dei seguenti elementi: 1. La categoria dei brevetti marcati in cinese, ad esempio, brevetto per invenzione cinese, modello di utilità cinese o di brevetto di design industriale in Cina; 2. Il numero di brevetto rilasciato dall Ufficio di Stato per la Proprietà Intellettuale. In aggiunta a quanto sopra esposto, gli altri testi, grafiche o marchi possono essere affissi sugli articoli brevettati a condizione che i testi aggiuntivi, le grafiche o marchi e i loro metodi di marcatura non risultino fuorvianti per la clientela. Nel marcare i prodotti ottenuti attraverso i processi brevettati, l imballaggio o il manuale devono essere marcati in lingua cinese ed indicare che sono prodotti ottenuti attraverso processi brevettati. Nella marcatura di qualsiasi prodotto, sull imballaggio o sui manuali del prodotto prima del brevetto rilasciato, la categoria di brevetto in Cina e il numero di richiesta di brevetto devono essere contrassegnati su di essi in lingua cinese, e l espressione in attesa di brevetto deve essere altresì indicata. Se un articolo è contrassegnato impropriamente come brevettato, il che costituisce un atto di commercializzazione ingannevole di un brevetto, il dipartimento amministrativo brevetti competente potrà imporre sanzioni in conformità con le norme previste dalla Legge sui Brevetti. Con le imprese che danno sempre più importanza alla protezione dei brevetti, non c è da stupirsi se questi Metodi faciliteranno la standardizzazione della marcatura degli articoli brevettati, nonché proteggeranno al meglio i diritti e gli interessi del titolare del brevetto. 4

5 Apple con il marchio ipad fossero stati venduti nel mercato cinese, allora Apple avrebbe altresì violato la proprietà legale del marchio di fabbrica di Shenzhen Proview. Pertanto, la questione del contratto di cessione del marchio è un altro elemento fondamentale nella controversia in esame. Considerazione delle parti al fine di conciliare la questione. Apple ha pagato 60 milioni di dollari per conciliare il caso e, sebbene il risultato fosse inaspettato, la decisione è stata dettata dalla logica. In altre parole, la riconciliazione è stata un metodo di risoluzione ragionevole sia per le parti in causa che per i tribunali coinvolti. Da un lato, Shenzhen Proview era sull orlo del fallimento. Uno dei suoi creditori, Fubon Insurance Co., Ltd. (di seguito denominato Fubon ) aveva presentato la domanda di fallimento davanti al tribunale locale e la posizione della Shenzhen Proview non era delle migliori. L unica soluzione per evitare il fallimento è stata quella di sfruttare la registrazione dei marchi ipad in Cina, in quanto di valore inestimabile per Apple. L infrazione del marchio e le spese di trasferimento dello stesso ad Apple per il suo utilizzo, infatti, costituivano una base per permettere alla Shenzhen Proview di superare le difficoltà del momento. D altra parte, la riconciliazione era importante per Apple al fine di ottenere la titolarità in Cina. I tablet Apple più recenti sono stati lanciati sul mercato cinese senza la titolarità del marchio. Infatti, finché Apple non fosse riuscita a ottenere il marchio ipad dal legittimo titolare, quest ultima sarebbe stata passibile di azione legale e, di conseguenza, virtualmente obbligata a risarcire la Shenzhen Proview. Alla luce di quanto emerso dalle prove in sede di giudizio, inoltre, Apple sapeva che la possibilità di vincere la causa erano relativamente basse. Apple quindi ha scelto di acquistare la proprietà dalla Shenzhen Proview, permettere ai suoi Tablet di utilizzare tale marchio anche sul mercato cinese e utilizzare i profitti ottenuti dalla loro vendita al fine di compensare i costi sostenuti per acquistare la proprietà intellettuale. In fine, per quanto riguarda la Corte Superiore del Guangdong, che era a capo del secondo grado di giudizio della controversia, essa ha tenuto in considerazione diversi fattori al fine di dirimere la questione. Il primo fattore è stato quello delle parti coinvolte, poiché, come spesso accade, il giudice subisce delle critiche a prescindere da chi vinca o chi perda la causa. Di conseguenza, una composizione bonaria della questione avrebbe giovato sia alle parti sia alla Corte. Un altro fattore che ha indirizzato il Tribunale cinese era dato dall importanza che avrebbe costituito una sentenza di secondo grado, e quindi definitiva, sulla questione, poiché in grado di riflettere l attuale livello di tutela della proprietà intellettuale in Cina. Non stupisce quindi se il giudice abbia incoraggiato entrambe le parti a risolvere le controversie con la riconciliazione e spostato l attenzione sul quantum fosse necessario al fine di trasferire il marchio ipad dalla società di cinese a quella californiana. Di conseguenza, anche la Corte Superiore di Guangzhou ha giocato un ruolo significativo che non deve essere trascurato. Conclusione Questo caso non è rilevante solo per le parti in causa, ma ci fornisce un buon esempio sulla tutela dei diritti di proprietà intellettuale in Cina, dove una società come Apple ha dovuto corrispondere 60 milioni di dollari ad una società cinese a causa di una piccola svista. Analizzando l intero processo, sebbene la Società IP fosse la parte direttamente coinvolta nel contratto di cessione del marchio, Apple (in quanto cessionario attuale) avrebbe dovuto mantenere una maggiore attenzione sul caso. In questa controversia se Apple avesse ottenuto la proprietà del marchio attraverso il contratto di cessione, la Shenzhen Proview non avrebbe avuto alcuna possibilità di negare l efficacia del trasferimento e le controversie successive sarebbero morte sul nascere. E sorprendente come Apple, società globalmente conosciuta, abbia trascurato una clausola così importante rispetto alla materia oggetto del contratto. Questo caso ci fornisce, dunque, una chiara visione sull importanza delle figure professionali e degli avvocati nel gestire i problemi derivanti della tutela della proprietà intellettuale. Oggi giorno, marchi, brevetti e altri diritti immateriali sono diventati armi importanti nella maggior parte dei contenziosi commerciali. Pertanto, le imprese dovrebbero impiegare avvocati professionisti che conoscono la materia abbastanza bene da poter affrontare le controversie che da essa scaturiscono. by Huang Sizhe CANTON Tel.(+8620) Fax(+8620) PECHINO Tel.(+8610) Fax(+8610) SHANGAI Tel.(+8621) Fax(+8621) SHENZHEN Tel.(+86755) Fax(+86755) QINGDAO Tel.(+86532) Fax(+86532) TIANJIN Tel.(+8622) Fax(+8622) FUZHOU Tel.(+86591) Fax(+86591) XIAMEN Tel.(+86592) Fax(+86592) HAIKOU Tel.(+86898) Fax(+86898) La presente newsletter vi é offerta dallo Studio Legale Wang Jing & Associati, uno Studio Legale della Repubblica Popolare Cinese attivo nell assistenza legale specializzata a favore di societá cinesi e straniere, tanto in Cina quanto all estero. Per maggiori informazioni e dettagli contattare: Franco Fornari: tel:

Termini e condizioni generali di acquisto

Termini e condizioni generali di acquisto TERMINI E CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CONDIZIONI DEL CONTRATTO L ordine di acquisto o il contratto, insieme con questi Termini e Condizioni Generali ( TCG ) e gli eventuali documenti allegati e

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

Legge federale per la protezione degli stemmi pubblici e di altri segni pubblici

Legge federale per la protezione degli stemmi pubblici e di altri segni pubblici Legge federale per la protezione degli stemmi pubblici e di altri segni pubblici 232.21 del 5 giugno 1931 (Stato 1 agosto 2008) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, in virtù degli articoli

Dettagli

4) In ogni caso, a prescindere dal rimedio scelto la vittima dell altrui inadempimento potrà comunque agire per il risarcimento dei danni subiti.

4) In ogni caso, a prescindere dal rimedio scelto la vittima dell altrui inadempimento potrà comunque agire per il risarcimento dei danni subiti. LA RISOLUZIONE. PREMESSA Sappiamo che un contratto valido può non produrre effetto, o per ragioni che sussistono sin dal momento in cui lo stesso viene concluso (ad es. la condizione sospensiva), o per

Dettagli

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto Mini Guida Lotta alle frodi nella RC Auto Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LOTTA ALLE FRODI NELLA RC AUTO Le frodi rappresentano un problema grave per il settore della

Dettagli

Convenzione di Vienna sul diritto dei trattati

Convenzione di Vienna sul diritto dei trattati Traduzione 1 Convenzione di Vienna sul diritto dei trattati 0.111 Conclusa a Vienna il 23 maggio 1969 Approvata dall Assemblea federale il 15 dicembre 1989 2 Istrumento d adesione depositato dalla Svizzera

Dettagli

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000 Testo originale 0.360.454.1 Accordo tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica italiana relativo alla cooperazione tra le autorità di polizia e doganali Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall

Dettagli

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966 con le modifiche della legge 4 novembre 2010, n. 183 (c.d. Collegato Lavoro) Legge 28 giugno

Dettagli

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Spett.le ACSM-AGAM S.p.A. Via P. Stazzi n. 2 22100 COMO CO Oggetto: Dichiarazione sostitutiva in merito al possesso dei requisiti di ordine generale prescritti dall

Dettagli

IL TRIBUNALE DELLE IMPRESE. Dalle Sezioni Specializzate della proprietà p industriale e intellettuale alle Sezioni Specializzate dell Impresa.

IL TRIBUNALE DELLE IMPRESE. Dalle Sezioni Specializzate della proprietà p industriale e intellettuale alle Sezioni Specializzate dell Impresa. Milano, 16 aprile 2012 CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA UFFICIO DEI REFERENTI PER LA FORMAZIONE DECENTRATA DEL DISTRETTO DI MILANO LE RECENTI NOVITA' NORMATIVE E IL LORO IMPATTO SUL MONDO DELLA GIUSTIZIA:

Dettagli

di seguito verrà utilizzato il termine ENTE per Certification International UK (Ltd) e SEDE LOCALE per Divulgazione e Accreditamento DeA S.r.l.

di seguito verrà utilizzato il termine ENTE per Certification International UK (Ltd) e SEDE LOCALE per Divulgazione e Accreditamento DeA S.r.l. Certification International (UK) Limited [CI UK] è un Organismo di Certificazione accreditato UKAS che fornisce i propri servizi di certificazione attraverso una rete di uffici di rappresentanza in tutto

Dettagli

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom Lazio

Dettagli

Legge federale sul Tribunale federale dei brevetti

Legge federale sul Tribunale federale dei brevetti Legge federale sul Tribunale federale dei brevetti (Legge sul Tribunale federale dei brevetti; LTFB) Avamprogetto del... L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto l articolo 191a capoverso

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Il regolamento (CE) n. 181/2011 (in appresso il regolamento ) entra in vigore il 1 marzo 2013. Esso prevede una serie minima di diritti dei

Dettagli

RIFORMA DELLA LEGGE PINTO. Il DL n. 83/2012, c.d. decreto Sviluppo, convertito in legge n. 134/2012,

RIFORMA DELLA LEGGE PINTO. Il DL n. 83/2012, c.d. decreto Sviluppo, convertito in legge n. 134/2012, RIFORMA DELLA LEGGE PINTO Il DL n. 83/2012, c.d. decreto Sviluppo, convertito in legge n. 134/2012, riforma la legge Pinto (L. n. 89/2001) per l indennizzo per la durata del processo. Le nuove disposizioni

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

Richiesta di eccezione al trasferimento di licenza

Richiesta di eccezione al trasferimento di licenza Autodesk Inc. United States 111 McInnis Parkway San Rafael CA 94903 www.autodesk.com Richiesta di eccezione al trasferimento di licenza Le licenze del software Autodesk sono in genere non trasferibili,

Dettagli

La sanzione prevista per chi ha commesso un reato è LA PENA. Essa può essere pecuniaria (tipo multa, denaro) o detentiva (reclusione in carcere).

La sanzione prevista per chi ha commesso un reato è LA PENA. Essa può essere pecuniaria (tipo multa, denaro) o detentiva (reclusione in carcere). Breve percorso sulla Magistratura La Magistratura La funzione giurisdizionale è la funzione dello stato diretta all applicazione delle norme giuridiche per la risoluzione delle controverse tra cittadini

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI La Repubblica Italiana ed il Regno dell Arabia Saudita desiderando intensificare

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI PER L UTILIZZO DEI MARCHI GEFRAN

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI PER L UTILIZZO DEI MARCHI GEFRAN TERMINI E CONDIZIONI GENERALI PER L UTILIZZO DEI MARCHI GEFRAN Le presenti condizioni generali hanno lo scopo di disciplinare l utilizzo dei Marchi di proprietà della società: Gefran S.p.A. con sede in

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE Articolo 1 Oggetto e Ambito di applicazione dell Accordo Le autorità

Dettagli

Diritto Processuale Civile. L Appello

Diritto Processuale Civile. L Appello Diritto Processuale Civile L Appello L'appello nell'ordinamento civile è un mezzo di impugnazione ordinario, disciplinato dagli Artt. 339 e ss c.p.c,, e costituisce il più ampio mezzo di impugnazione,

Dettagli

Accordo d Uso (settembre 2014)

Accordo d Uso (settembre 2014) Accordo d Uso (settembre 2014) Il seguente Accordo d uso, di seguito Accordo, disciplina l utilizzo del Servizio on line 4GUEST, di seguito Servizio, che prevede, la creazione di Viaggi, Itinerari, Percorsi,

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

Art. 54 decreto legge

Art. 54 decreto legge Art. 342 c.p.c. Forma dell appello L appello si propone con citazione contenente l esposizione sommaria dei fatti ed i motivi specifici dell impugnazione nonché le indicazioni prescritte nell articolo

Dettagli

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali 121 TITOLO III - DELL ATTIVITÀ SINDACALE ART. Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali Rappresentanze sindacali aziendali possono essere costituite ad iniziativa dei lavoratori in ogni unità

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRÆCIA DI CATANZARO LE NOTE DI VARIAZIONE AI FINI IVA

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRÆCIA DI CATANZARO LE NOTE DI VARIAZIONE AI FINI IVA UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRÆCIA DI CATANZARO LE NOTE DI VARIAZIONE AI FINI IVA 1 NOTE DI VARIAZIONE IVA (art. 26 del DPR n. 633/1972) Obbligatorie Facoltative Si tratta delle variazioni in aumento

Dettagli

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

INFORMATIVA PRIVACY AI VISITATORI DEL SITO www.wdc-international.com

INFORMATIVA PRIVACY AI VISITATORI DEL SITO www.wdc-international.com INFORMATIVA PRIVACY AI VISITATORI DEL SITO www.wdc-international.com La presente Informativa è resa, anche ai sensi del ai sensi del Data Protection Act 1998, ai visitatori (i Visitatori ) del sito Internet

Dettagli

Le opposizioni ex artt. 615, 617 e 618 c.p.c.

Le opposizioni ex artt. 615, 617 e 618 c.p.c. Le opposizioni ex artt. 615, 617 e 618 c.p.c. La riforma del processo esecutivo ha modificato sensibilmente la fase eventuale delle opposizioni siano esse all esecuzione, agli atti esecutivi o di terzi

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

Struttura giuridica e sede del Tribunale

Struttura giuridica e sede del Tribunale Bundesgericht Tribunal fédéral Benvenuti! Visita del Tribunale federale Tribunale federale Tribunal federal Vista della facciata frontale, Tribunale federale Losanna Foto: Philippe Dudouit L organizzazione

Dettagli

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni.

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Il DIRETTORE DELL AGENZIA DEL DEMANIO Vista la legge 7 agosto 1990, n.

Dettagli

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag.

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag. CODICE ETICO SOMMARIO Premessa Principi generali Art. I Responsabilità Art. II Lealtà aziendale Art. III Segretezza Art. IV Ambiente di Lavoro, sicurezza Art. V Rapporti commerciali Art. VI Rapporti con

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE

CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE tra FLO-CERT GMBH E RAGIONE SOCIALE DEL CLIENTE PARTI (1) FLO-CERT GmbH, società legalmente costituita e registrata a Bonn, Germania con il numero 12937, con sede legale in

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

Procedura di riassegnazione del nome a dominio INTESANPAOLO.IT. DS Communications S.r.l. Avv. Mario Pisapia. Svolgimento della procedura

Procedura di riassegnazione del nome a dominio INTESANPAOLO.IT. DS Communications S.r.l. Avv. Mario Pisapia. Svolgimento della procedura Procedura di riassegnazione del nome a dominio INTESANPAOLO.IT Ricorrente: Resistente: Collegio (unipersonale): Intesa Sanpaolo S.p.A. (rappresentata dagli Avv.ti Paolo Pozzi e Giovanni Ghisletti) DS Communications

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

------------------- CONVENZIONE DELL'AIA SULLA LEGGE APPLICABILE AD ALCUNI DIRITTI SU STRUMENTI FINANZIARI DETENUTI PRESSO UN INTERMEDIARIO

------------------- CONVENZIONE DELL'AIA SULLA LEGGE APPLICABILE AD ALCUNI DIRITTI SU STRUMENTI FINANZIARI DETENUTI PRESSO UN INTERMEDIARIO ------------------- CONVENZIONE DELL'AIA SULLA LEGGE APPLICABILE AD ALCUNI DIRITTI SU STRUMENTI FINANZIARI DETENUTI PRESSO UN INTERMEDIARIO Gli Stati firmatari della presente convenzione, coscienti della

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Guida alla prevenzione della pirateria software SIMATIC

Guida alla prevenzione della pirateria software SIMATIC Guida alla prevenzione della pirateria software SIMATIC Introduzione Questa guida è stata realizzata per aiutare la vostra azienda a garantire l utilizzo legale del software di Siemens. Il documento tratta

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. 1. Definizioni

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. 1. Definizioni CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti a marchio Church s conclusa a distanza attraverso il sito web www.churchfootwear.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata

Dettagli

Arkema France Condizioni generali di vendita

Arkema France Condizioni generali di vendita Arkema France Condizioni generali di vendita Ai fini delle presenti Condizioni Generali di Vendita (di seguito CGV ), il termine Venditore indica Arkema France, Acquirente indica la persona a cui il Venditore

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI Il Governo della Repubblica Italiana ed il Governo del Regno del Marocco (qui

Dettagli

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso Roma, 12 febbraio 2014 OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni di Pierluigi Rausei * La Sezione II, del Capo III (Disciplina

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

www.ipaper.com/europe Questa brochure è stata stampata su carta IP Pro-Design, certificata PEFC

www.ipaper.com/europe Questa brochure è stata stampata su carta IP Pro-Design, certificata PEFC www.ipaper.com/europe Questa brochure è stata stampata su carta IP Pro-Design, certificata PEFC Gestione forestale sostenibile Tutto quello che bisogna sapere Sommario 1. Che cosa si intende per gestione

Dettagli

Attuazione e applicazione del Regolamento REACH: sfide e prospettive

Attuazione e applicazione del Regolamento REACH: sfide e prospettive Attuazione e applicazione del Regolamento REACH: sfide e prospettive Aspetti critici e rimedi Avv. Giovanni Indirli Senior attorney +32 2 5515961 gindirli@mayerbrown.com 21 Maggio 2010 Mayer Brown is a

Dettagli

Assicurazione invalidità: fatti e cifre 2014 Lotta efficace agli abusi assicurativi nell'ai

Assicurazione invalidità: fatti e cifre 2014 Lotta efficace agli abusi assicurativi nell'ai Assicurazione invalidità: fatti e cifre 2014 Lotta efficace agli abusi assicurativi nell'ai Nel 2014 l'ai ha avviato indagini in 2200 casi per sospetto abuso assicurativo e ne ha concluse 2310. In 540

Dettagli

Premessa Se qualcosa non va con la tua banca e sussistano pertanto

Premessa Se qualcosa non va con la tua banca e sussistano pertanto Guida al Reclamo Indice Premessa 1 La fase del reclamo 3 Il ricorso all Arbitro Bancario Finanziario (ABF) 3 L Associazione Conciliatore BancarioFinanziario 7 L Ombudsman - Giurì bancario 7 La Mediazione

Dettagli

PROVVEDIMENTO N. 30 DEL 24 MARZO 2015

PROVVEDIMENTO N. 30 DEL 24 MARZO 2015 PROVVEDIMENTO N. 30 DEL 24 MARZO 2015 PROVVEDIMENTO RECANTE MODIFICHE AL REGOLAMENTO ISVAP N. 24 DEL 19 MAGGIO 2008 CONCERNENTE LA PROCEDURA DI PRESENTAZIONE DEI RECLAMI ALL ISVAP E LA GESTIONE DEI RECLAMI

Dettagli

BREVETTI INTRODUZIONE ALL UTILIZZO PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

BREVETTI INTRODUZIONE ALL UTILIZZO PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE UIBM_Copertine_080410.qxp:Layout 1 15-04-2010 16:33 Pagina 9 Dipartimento per l impresa e l internazionalizzazione Direzione Generale per la lotta alla contraffazione - UIBM Via Molise, 19-00187 Roma Call

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

La Normativa del Lavoro in Cina

La Normativa del Lavoro in Cina La Normativa del Lavoro in Cina di Giovanni Pisacane g.pisacane@greatwayadvisory.com www.greatwaylimited.com Corriere Asia Publishing Ltd. www.corriereasia.com quaderni e approfondimenti LA NORMATIVA DEL

Dettagli

IL DEPOSITO DI UN MARCHIO NEGLI STATI UNITI D AMERICA

IL DEPOSITO DI UN MARCHIO NEGLI STATI UNITI D AMERICA IL DEPOSITO DI UN MARCHIO NEGLI STATI UNITI D AMERICA Stefano Linares, Linares Associates PLLC - questo testo è inteso esclusivamente per uso personale e non per una distribuzione commerciale. Eventuali

Dettagli

Cosa fare in caso di violazioni di sicurezza

Cosa fare in caso di violazioni di sicurezza OUCH! Settembre 2012 IN QUESTO NUMERO I vostri account utente I vostri dispositivi I vostri dati Cosa fare in caso di violazioni di sicurezza L AUTORE DI QUESTO NUMERO Chad Tilbury ha collaborato alla

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

Istituzione di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE)

Istituzione di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE) Regolamento (CEE) n. 2137/85 del Consiglio del 25 luglio 1985 Istituzione di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE) EPC Med - GEIE Via P.pe di Villafranca 91, 90141 Palermo tel: +39(0)91.6251684

Dettagli

REGOLAMENTO N. 9 DEL 19 MAGGIO 2015

REGOLAMENTO N. 9 DEL 19 MAGGIO 2015 REGOLAMENTO N. 9 DEL 19 MAGGIO 2015 REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA DELLA BANCA DATI ATTESTATI DI RISCHIO E DELL ATTESTAZIONE SULLO STATO DEL RISCHIO DI CUI ALL ART. 134 DEL DECRETO LEGISLATIVO 7 SETTEMBRE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Premessa L accesso agli atti ed ai documenti amministrativi, introdotto nel nostro ordinamento dalla Legge 7 agosto 1990, n. 241, costituisce

Dettagli

POWER BANK CON TORCIA LED. Batteria di Emergenza Slim con Torcia LED. mah

POWER BANK CON TORCIA LED. Batteria di Emergenza Slim con Torcia LED. mah POWER BANK Batteria di Emergenza Slim con Torcia LED mah 2800 CON TORCIA LED Batteria Supplementare Universale per ricaricare tutti i dispositivi portatili di utlima generazione Manuale d uso SPE006-MCAL

Dettagli

1. Proteggere il lavoro ed esprimere il potenziale delle aziende clienti

1. Proteggere il lavoro ed esprimere il potenziale delle aziende clienti Ufficio Stampa Jacobacci & Partners DATASTAMPA Simonetta Carbone Via Tiepolo, 10-10126 Torino, Italy Tel.: (+39) 011.19706371 Fax: (+39) 011.19706372 e-mail: piemonte@datastampa.it torino milano roma madrid

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

Decorrenza della prescrizione dei crediti retributivi per i lavoratori cui si applicano le tutele crescenti

Decorrenza della prescrizione dei crediti retributivi per i lavoratori cui si applicano le tutele crescenti Decorrenza della prescrizione dei crediti retributivi per i lavoratori cui si applicano le tutele crescenti 08 Giugno 2015 Elisa Noto, Mariateresa Villani Sommario La prescrizione breve in materia di rapporto

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l.

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. TERMINI E CONDIZIONI Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. ha predisposto le seguenti Condizioni generali per l utilizzo del Servizio

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

La tutela della Denominazione d Origine Protetta Parmigiano Reggiano in ambito internazionale: l azione sul campo.

La tutela della Denominazione d Origine Protetta Parmigiano Reggiano in ambito internazionale: l azione sul campo. La tutela della Denominazione d Origine Protetta Parmigiano Reggiano in ambito internazionale: l azione sul campo. Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Progetto di tutela e rafforzamento

Dettagli

DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE

DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE 28.2.2014 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 59/35 DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE del 4 febbraio 2014 che abroga la decisione 2000/745/CE che accetta gli impegni offerti in relazione ai

Dettagli

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014 RISOLUZIONE N. 20/E Direzione Centrale Normativa Roma, 14 febbraio 2014 OGGETTO: Tassazione applicabile agli atti di risoluzione per mutuo consenso di un precedente atto di donazione articolo 28 del DPR

Dettagli

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete CG di BKW I per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con

Dettagli

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014 SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI Bologna, 22 luglio 2014 INQUADRAMENTO NORMATIVO FISCALE La nuova disciplina sulle società tra professionisti non contiene alcuna norma in merito

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale www.bsp.lu Dicembre 2013 1 Con la Legge 22 marzo 2004, il Lussemburgo si è dotato, di uno strumento legislativo completo che ha

Dettagli

10. LICENZIAMENTI INDIVIDUALI di Mauro Soldera

10. LICENZIAMENTI INDIVIDUALI di Mauro Soldera 10. di Mauro Soldera La Legge n. 92/2012 (Riforma Fornero) interviene in maniera significativa sulla disciplina dei licenziamenti individuali regolamentati dall art. 18 della Legge n. 300/1970 (Statuto

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

Re: Cessione di crediti pubblici assistiti da garanzia dello Stato

Re: Cessione di crediti pubblici assistiti da garanzia dello Stato ORRICK, HERRINGTON & SUTCLIFFE CORSO MATTEOTTI, 10 20121 MILANO, ITALIA TEL +39 02 45 41 3800 FAX +39 02 45 41 3801 PIAZZA DELLA CROCE ROSSA, 2 00161 ROMA, ITALIA TEL +39 06 45 21 3900 FAX +39 06 68 19

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

Colmare il divario di retribuzione tra donne e uomini. http://ec.europa.eu/equalpay

Colmare il divario di retribuzione tra donne e uomini. http://ec.europa.eu/equalpay Colmare il divario di retribuzione tra donne e uomini Sommario Cos è il divario di retribuzione tra donne e uomini? Perché persiste il divario di retribuzione tra donne e uomini? Quali azioni ha intrapreso

Dettagli

NOTA OPERATIVA N. 15/2014

NOTA OPERATIVA N. 15/2014 NOTA OPERATIVA N. 15/2014 OGGETTO: La crisi di impresa e le possibili soluzioni - Introduzione La crisi economica, che ha investito il nostro Paese, sta avendo effetti devastanti sulle imprese; la presente

Dettagli

T&T S.P.A. sede operativa e amministrativa TOR-MEC VERSIONE NON COMPLETA. Versione integrale disponibile solo su richiesta. CAPITOLATO DI FORNITURA

T&T S.P.A. sede operativa e amministrativa TOR-MEC VERSIONE NON COMPLETA. Versione integrale disponibile solo su richiesta. CAPITOLATO DI FORNITURA T&T S.P.A. sede operativa e amministrativa TOR-MEC VERSIONE NON COMPLETA. Versione integrale disponibile solo su richiesta. CAPITOLATO DI FORNITURA Rif. Norma UNI EN ISO 9001:2008 - Rev. 01 del 22/12/2011

Dettagli