Hermann Simon Danilo Zatta. I TREND ECONOMICI DEL FUTURO Come cambieranno le imprese nel prossimo decennio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Hermann Simon Danilo Zatta. I TREND ECONOMICI DEL FUTURO Come cambieranno le imprese nel prossimo decennio"

Transcript

1 Hermann Simon Danilo Zatta I TREND ECONOMICI DEL FUTURO Come cambieranno le imprese nel prossimo decennio

2 Hermann Simon e Danilo Zatta I TREND ECONOMICI DEL FUTURO Come cambieranno le imprese nel prossimo decennio

3 Sommario 9 Introduzione Globalizzazione accellerata Maggiore influenza politica Maggiore legame fra management e capitale Spostamenti tettonici nel mondo dei prodotti Comportamento dei clienti irrimediabilmente cambiato Interconnessione totale La sfida: implementazione più efficace Cambiare per cogliere i trend 253 Bibliografia

4 Introduzione Negli ultimi anni il nostro sguardo al futuro è cambiato, si è fatto più insicuro. Tuttavia non possiamo arrestare questa evoluzione: il mondo non si ferma. Trend economici di lungo periodo, interrotti in parte dalla crisi, hanno ripreso il loro cammino nella post crisi e influenzeranno in maniera determinante il nostro futuro. Oggi più che mai è quindi opportuno rivolgere lo sguardo in avanti. Diversi megatrend hanno già preso piede no-brainers, direbbero gli americani. Tra questi vi sono l avanzamento delle energie rinnovabili, forme di alimentazione alternative per l autotrazione, nonché i progressi nelle biotecnologie come pure nelle tecniche medicali. Anche Samuel Huntington con la sua tesi della sempre più marcata lotta delle culture sembra avere ragione. Lo stesso vale per il politologo americano Robert Kagan, il quale riferendosi al libro pubblicato da Francis Fukuyama dopo la caduta della cortina di ferro, The End of History (1992) propugna l idea di ritorno della storia e della fine dei sogni (The Return of History and the End of Dreams, 2008), nel senso di creazione di nuovi centri di potere. Trend politici e sociali di tale portata non sono oggetto del nostro libro. Noi affronteremo piuttosto sviluppi che avranno un impatto diretto sul management e sulla gestione aziendale. I sei

5 10 Introduzione trend aziendali contenuti in questo libro si sono in parte già manifesti e in parte agli albori. Continueranno a concretizzarsi, velocizzarsi e rafforzarsi. Condizioneranno in maniera forte le future opportunità ma anche i rischi delle aziende e con esse la loro gestione. Il nostro obiettivo è sviluppare chiare diagnosi e derivare da esse pratiche e solide indicazioni per i dirigenti. Chi riesce ad anticipare i sei trend aziendali del futuro facendosi trovare preparato sarà dalla parte di coloro che ne beneficeranno. Globalizzazione accelerata Un elevato numero di indicatori testimonia che la globalizzazione ha subito un enorme accelerazione negli ultimi tre decenni. Le attività che oltrepassano le frontiere sono aumentate molto più che la creazione di valore all interno dei singoli paesi e diversi elementi suggeriscono che questo trend continuerà, rafforzandosi. Ecco perché parliamo di globalizzazione accelerata. La globalizzazione delle imprese segue determinate fasi tipiche. All inizio c è la pura esportazione, seguita da filiali commerciali estere e successivamente da produzione all estero. Nel corso di questo processo si internazionalizzano anche le risorse umane: molte imprese che operano a livello internazionale hanno oggi più dipendenti all estero che nel loro paese d origine. È possibile attribuire a un azienda che ha il 60 o l 80% dei propri dipendenti in altri paesi una determinata nazionalità, e parlare di essa come di un azienda americana, giapponese o italiana? Progressivamente si nota come, oltre alla produzione, anche altre funzioni, quale la ricerca e lo sviluppo, prendano piede presso filiali estere. L ultima fase è quella della globalizzazione del management.

6 Introduzione 11 Sempre più imprese si trovano nello stadio in cui dipendenti e dirigenti provenienti da diverse culture lavorano quotidianamente insieme. Il professore di Harvard Howard Gardner, inventore del concetto dell intelligenza multipla, indica nel suo libro Five Minds for the Future (2006) il rispetto per le altre culture come un fattore chiave di successo per il futuro. Dove si trova rispetto a ciò la vostra azienda? Come giudicate la vostra azienda in termini di esportazioni, competitività o presenza globale? E quali sfide implicano i cambiamenti demografici, l immigrazione e la lotta per assicurarsi i migliori talenti di management internazionali? Concorrenti da paesi come Cina e India stanno recuperando competitività a grandi passi e rappresentano una minaccia sempre maggiore per le imprese dei paesi industrializzati. Quali risposte vanno date a queste nuove sfide? E quali opportunità possono essere colte? Quali sono le strategie più promettenti per il futuro, che permettono di sfruttare le opportunità e ridurre al minimo i pericoli? Maggiore influenza della politica La crisi economica ha rafforzato fortemente il trend della maggiore influenza della politica, soprattutto nel settore finanziario. Indipendentemente da ciò, le attività legate agli interventi statali si stanno facendo sempre più intense. La regolamentazione statale si fa sempre più dettagliata e può riguardare tutti gli aspetti che coinvolgono il management, basti pensare a quanto avviene in diversi paesi in termini di norme per la compensazione del management. Anche i processi di business definiti core, ossia fondamentali, non sono più un tabù. L economista dell Università di Yale Robert Shiller propone a questo riguardo consulenti finanziari indipendenti, con un sussidio da parte dello Stato e pagati

7 12 Introduzione su base oraria dai clienti, senza ulteriori provvigioni. Un altra proposta è la richiesta di assicurazioni sui crediti da parte dei privati, che divengono obbligatorie come le assicurazioni in campo automobilistico. I manager avranno sempre più a che fare con tali norme e la compliance limiterà inoltre i gradi di libertà della gestione aziendale. Al contempo si riducono le possibilità di manovra della politica a causa dell indebitamento esorbitante. Poter manovrare in un tale contesto risulta sempre più arduo. Per tali motivi la capacità del management di influenzare il processo decisionale politico, agendo contro sempre maggiori interventi, è più importante che mai. Il lobbying è pertanto uno dei settori che crescerà di più in futuro. Maggior legame fra management e capitale Una delle grandi tematiche dei nostri tempi è l allineamento degli interessi fra proprietà e manager incaricati dai proprietari. Una soluzione quasi intuitiva è quella di far diventare i manager co-proprietari. Molti dei problemi del passato vennero causati dalla elargizione di stock option, ossia i diritti di acquisto di azioni, che incentivavano i manager a un comportamento che non era in linea con gli interessi della proprietà. In questo libro indicheremo nuove strade per giungere a una soluzione del problema. Strettamente legata a tali questioni è quella del finanziamento. Lo sviluppo delle imprese viene deciso in maniera sempre più determinante dalle possibilità di finanziamento, l accesso al credito è sempre più limitato e questo fenomeno è destinato a rimanere tale. Il capitale proprio assumerà pertanto sempre maggiore importanza rispetto al capitale preso in prestito. Si tratta di una conseguenza permanente della crisi, che era co-

8 Introduzione 13 munque in arretrato. L evidentemente errata valutazione di rischi ha generato ingenti allocazioni sbagliate di capitale che hanno generato aspettative di ritorno irrealistiche. Se il credito diventerà in futuro un bene scarso, allora il vuoto che verrà a crearsi dovrà essere colmato con l impiego di capitale proprio. Pertanto si richiedono innovazioni in questo ambito. Spostamenti tettonici nel mondo dei prodotti I prodotti dei paesi industrializzati ricoprono tipicamente, nel contesto competitivo internazionale, un posizionamento premium, ossia di alta gamma. Ciò è reso possibile da prestazioni superiori e competenze interne: questo posizionamento dovrà essere difeso anche in futuro. Al contempo nasce, anche nella parte più bassa della scala di prezzo, un nuovo segmento che promette di divenire molto grande e che chiamiamo ultraeconomico. Si tratta di un trend che ricalca quello del low cost, in quanto la strategia aziendale è quella di proporre prodotti significativamente più economici rispetto a quelli di riferimento sul mercato. Il trend ultraeconomico va tuttavia oltre il low cost cui siamo abituati in Europa, in quanto più che di prezzi bassi si tratta di prezzi stracciati, o meglio ultrabassi. Per avere successo in questo segmento devono essere soddisfatte nuove esigenze in termini di ricerca e sviluppo, produzione e vendita; e le prime esperienze testimoniano che imprese occidentali e giapponesi hanno la possibilità di imporsi. Sono però necessarie strategie e approcci del tutto nuovi per avere successo. Anche il segmento del lusso cresce più di quello intermedio. Soprattutto nei paesi emergenti, i prodotti di lusso trovano grande richiesta presso i nuovi ricchi. Il business del lusso è nelle mani di aziende che provengono da paesi come la Fran-

9 14 Introduzione cia, l Italia o la Svizzera; nel mercato automobilistico vi sono numerose case tedesche che offrono prodotti di alta gamma o di lusso. Se un azienda ha finora trascurato questo segmento, deve ripensare la propria strategia. Grazie alla crescita esponenziale in termini di prestazioni e alla contemporanea riduzione dei costi dei componenti elettronici, l automatizzazione non solo industriale, ma anche in campo privato, si trova di fronte a un enorme progresso. La vostra azienda è pronta a questo cambiamento? O magari è una di quelle che lo promuove? Le fondamenta della leadership nel campo dell automazione risiedono nell integrazione dell informatica con la meccanica. Non ci si deve limitare a pure tecnologie informatiche. Comportamento dei clienti irrimediabilmente cambiato La crisi economica è stata una crisi di vendite, non di costi. I clienti si sono ostinati a non voler acquistare, cambiando così il loro comportamento. La fiducia nella libera economia di mercato e in particolare nel settore finanziario è stata persa forse definitivamente. Vi sono molti indicatori che tali cambiamenti comportamentali e attitudinali rimarranno stabili anche nel periodo post crisi. Dopo una crisi di tale portata possono volerci anche cinque anni per far riguadagnare ai consumatori fiducia, ripristinando le vecchie abitudini di acquisto e consumo. Sfiducia e paura nei confronti del futuro, soprattutto legati alla perdita del posto di lavoro, coniano il comportamento di molti. In Italia questo trend viene rafforzato dal fenomeno del precariato e dalle grandi difficoltà di trovare un contratto a tempo indeterminato che non risparmia neanche il futuro della nazione, ossia i giovani.

10 Introduzione 15 La sfavorevole elasticità del prezzo si sta contraendo solo lentamente. Vantaggi di costo o di valore si sovrappongono ad altri attributi di prodotto. Acquisti di beni superflui rappresentano delle eccezioni. Acquisti spontanei di articoli costosi vengono evitati. Gli effetti a breve hanno una rilevanza maggiore rispetto a quelli a lungo termine, finanziamenti e condizioni di pagamento hanno maggiore importanza, insieme a un avversione al rischio più pronunciata. Sono tutti elementi che disegnano il quadro di una clientela che ha mutato il proprio comportamento e continuerà a mantenerlo. Tali nuove caratteristiche non vanno tuttavia considerate solo come minacce, ma anche come opportunità, alle quali devono essere trovate risposte strategiche. Queste possono concretizzarsi in garanzie estese o periodi di prova, generose clausole di retrocessione, pagamenti variabili in base al successo, baratti, nuovi modelli di offerta di servizi, approfondimenti della catena del valore o altre azioni che vanno in questa direzione. Interconnessione totale Internet è ormai divenuto parte integrante delle funzioni aziendali. Tuttavia siamo solo all inizio. Le due principali caratteristiche di internet ossia la distribuzione di prodotti digitali a costi estremamente contenuti, nonché la connessione di un numero elevato di soggetti che offrono con soggetti che domandano si trovano ancora a uno stadio primitivo. Solo poche aziende riescono a cogliere e a sfruttare in maniera ottimale i potenziali di questo nuovo orizzonte. Apple ha compreso meglio di altri le opportunità offerte da internet ai distributori di contenuti digitali, sfruttandole a proprio favore. Sistemi integrati come ipod, iphone, ipad e le connesse applicazioni, le cosiddette apps, hanno spianato la strada verso il futuro,

11 16 Introduzione divenendo un esempio per altri content provider. Nello sfruttamento della capacità d interconnessione di internet solo Google è diventato un grande successo aziendale, e Facebook sembra muoversi in questa direzione. Assisteremo a molti nuovi modelli di business, approcci e successi. Per operatori tradizionali come editori di giornali o libri, ma anche per stampatori e la connessa filiera, il mondo cambierà radicalmente. La sfida: implementazione più efficace A fronte dei grandi e veloci cambiamenti, ritroviamo una sfida di livello superiore, ossia un implementazione più efficace. Nonostante molto sia migliorato a tal proposito negli ultimi anni, nella maggior parte delle imprese manca un efficace e veloce messa in opera di decisioni e piani d azione. L efficacia ed efficienza del management iniziano con un migliore impiego della scarsa risorsa tempo. Costretti a confrontarsi con una sempre maggiore mole di informazioni, doti sempre più importanti dei manager sono la battaglia contro il multitasking improduttivo e l eccessiva organizzazione. Tuttavia vi sono una serie di virtù, come il senso della realtà, l evitare grandi errori e l innovatività, che divengono sempre più essenziali. La gestione aziendale resta appassionante. Hermann Simon e Danilo Zatta

12 4. Spostamenti tettonici nel mondo dei prodotti Viviamo in un epoca di grandi stravolgimenti e cataclismi. A seguito della crisi sono fortemente cambiati i pesi che avevano in precedenza i mercati e le quote di mercato; insieme a essi si sono verificati grandi spostamenti nelle gamme di prodotto: ad esempio si sviluppano e si acquistano in Asia altri prodotti rispetto a quelli europei. Questo trend porta a una pericolosa separazione che vede da un lato le regioni in cui si produce e dall altro quelle dei mercati di sbocco. Così aziende attive a livello globale si confrontano con domande inedite, e a fronte di questi ribaltoni vengono messe in dubbio esperienze e pratiche consolidate. Evitare la trappola dell esperienza Attestare l esperienza di un manager vuol dire fargli un complimento. Di fatto, l esperienza gioca un ruolo importante nella vita dei dirigenti. I nostri pensieri e le nostre azioni si sostanziano infatti facendo tesoro delle esperienze passate per preparare il futuro. Come ogni essere umano, anche il dirigente vive in un contesto temporale, il suo comportamento viene influenzato sia dal suo carattere sia dall esperienza accumulata in passato. «Vivere vuol dire trasformare il tempo in esperien-

13 112 Spostamenti tettonici nel mondo dei prodotti za», sosteneva il matematico e filosofo Gattegno; l intenzione di fare tutto diversamente da subito si dimostra pertanto, di solito, del tutto illusoria. Noi tutti siamo prigionieri della nostra storia, più di quanto ce ne rendiamo conto. Con la maggiore età questa tendenza si rafforza, presso il singolo individuo come in un organizzazione nel suo complesso. Il proposito di fare tutto in maniera radicalmente diversa da oggi non porta in genere al successo, a meno che ci si trovi in una situazione di crisi. Ciò vale a maggior ragione in aziende (vecchie) ricche di esperienza e di successi rispetto ad aziende giovani con minore esperienza. Un esempio spettacolare viene offerto dal progetto Saturn della General Motors, lanciato vent anni fa con un budget enorme per quei tempi: 5 miliardi di dollari. Con gigantesche ambizioni e un infinito entusiasmo, venne data vita a questo progetto volto a produrre e vendere con un approccio radicalmente diverso un automobile innovativa. La squadra responsabile per Saturn godeva di ampie libertà e disponeva dei mezzi per rivoluzionare il mercato automobilistico, ed evidentemente sfuggì che i manager della Saturn portavano con sé la loro esperienza e il loro passato. Quando i manager si trasferirono dalla sede centrale della General Motors a Detroit verso il rurale Tennessee, lasciarono le scrivanie dei precedenti uffici, ma portarono con sé questo ingombrante quanto invisibile bagaglio. Guardando all operazione con gli occhi di oggi, si può affermare che nessuno dei grandi obiettivi è stato raggiunto: Saturn non è stato il motivo del declino della General Motors, ma nel corso della crisi in cui versava la casa madre nel il progetto è stato abbandonato. I modelli offerti da Saturn sul mercato erano automobili senza particolari tracce di cambiamento rivoluzionario; le ambizioni legate alla qualità totale si dimostrarono essere un illusione: le macchine della Saturn avevano la simile, mediocre qualità di quelle della casa

14 Spostamenti tettonici nel mondo dei prodotti 113 madre. La trappola dell esperienza aveva mietuto in maniera spietata molte vittime. Diversamente dalle conoscenze teoriche apprese a scuola o sui libri, le conoscenze basate sull esperienza sono fortemente emozionali e affettive. Le esperienze sono collegate a successi, ricompense e gioie, ma anche a fallimenti, sanzioni e timori. L esperienza è un fattore fondamentale per la sensazione nella pancia. Quando analisi razionale ed esperienza entrano in conflitto, di solito è l esperienza a predominare; un processo, questo, voluto dalla teoria dell evoluzione. La vitale necessità di adeguamento porta ad assumere schemi comportamentali che in passato sono stati ricompensati con il successo e a evitare azioni che hanno portato a fallimenti. Un dirigente con esperienza riesce a diagnosticare di norma una situazione in maniera più mirata, veloce e omnicomprensiva rispetto a un novizio: il primo conosce gli aspetti critici e può valutare i benefici offerti da diverse soluzioni alternative in maniera più fondata. L esperienza contribuisce pertanto a ottimizzare in generale le decisioni nonché la loro messa in opera; ciò vale soprattutto quando le condizioni in cui sono state accumulate le esperienze passate restano valide anche in futuro. Di solito il mondo evolve con una certa costanza, cosicché un ampio bacino di esperienze risulta di grande valore sia per il singolo manager sia per l azienda nel suo complesso. Quando però il mondo cambia fortemente e velocemente, l estrapolazione appena descritta cela grandi rischi. Il filosofo Henri Bergson notava giustamente che le regole basate sull esperienza divengono un peso quando il contesto nel quale sono state definite non è più valido. Il pericolo è tanto maggiore quanto più rapidi e discontinui sono i cambiamenti. Nel recente passato questa situazione si è manifestata in molti mercati. L incredibile progresso fatto dalla globalizzazione, la comparsa di concorrenti sconosciuti, le inimmaginabi-

15 114 Spostamenti tettonici nel mondo dei prodotti li possibilità di internet e la crisi seguita da segni di ripresa rendono sempre più rischioso derivare strategie aziendali primariamente dalle regole sulle quali si è basato il successo in passato. Imprese di vendita per catalogo come Quelle o Neckermann sono cadute vittime di internet; negozi di generi alimentari o di elettronica di consumo tradizionali hanno ceduto grandi quote di mercato a insegne del discount come Aldi e Lidl o a specialisti aggressivi come MediaWorld e Saturn. A una tradizionale azienda farmaceutica che investe in ricerca e sviluppo l esperienza accumulata serve poco quando si tratta di far fronte a concorrenti con prodotti generici. I media tradizionali mostrano di essere impotenti rispetto a Google. Le collaudate strategie e barriere all entrata delle linee aeree tradizionali non le hanno preservate da operatori low cost che usano approcci non convenzionali. In tutte queste situazioni di cambiamento la vecchia esperienza non solo conta poco, ma può anche essere controproducente. Molte aziende reagiscono a tali turbolenze intensificando le attività ricorrenti, fanno di più dello stesso (es. ancora più pubblicità, o rafforzamento della forza vendita) senza capire che le regole e i parametri della competizione sono cambiati. Sono prigioniere della loro esperienza, e per mettersi al sicuro impongono nella peggiore delle ipotesi dogmi o tabù. Il direttore marketing di una grande azienda italiana intensamente attaccata da nuovi concorrenti a inizio 2011 ci ha detto a tal proposito: «Da un punto di vista razionale ne siamo consapevoli, ma ci serve semplicemente tempo per accettare il fatto che in futuro molte cose dovranno essere svolte in maniera completamente diversa rispetto a quello che abbiamo sempre ritenuto giusto. Dobbiamo avere la forza di liberarci da molti vecchi preconcetti. Ciò è difficile e richiede tempo». Lo studioso comportamentale Paul Watzlawick ha scritto al riguardo: «La necessità vitale dell adattamento porta ine-

16 Spostamenti tettonici nel mondo dei prodotti 115 vitabilmente alla creazione di determinati schemi comportamentali il cui obiettivo è favorire con successo la sopravvivenza. Per motivi che restano oscuri per gli esperti di scienze comportamentali, gli animali come gli esseri umani tendono a considerare questi schemi comportamentali come migliori e pertanto immutabili. Ciò porta a divenire ciechi: primo, non si coglie il fatto che lo schema definito in passato dopo un certo tempo non è quello più adeguato e, secondo, che vi sono sempre stati o perlomeno vi sono ora accanto a esso una serie di alternative». Il pericolo di perseverare su un certo comportamento consolidato sembra essere tanto maggiore quanto più ha avuto successo in passato: il successo è il maggior nemico del cambiamento. Imprese di successo sono esposte a rischi particolarmente grandi quando si trovano di fronte a radicali cambiamenti. «Il leader di mercato di oggi è il potenziale perdente di domani» scriveva Richard Foster nel suo libro Innovation (1988). Come possono proteggersi manager e imprenditori dalla trappola dell esperienza e raggiungere un miglior mix tra esperienza e innovazione? Più è ampio il portafoglio di esperienze di un individuo, meglio è; mentre gli specialisti rischiano più di altri di divenire prigionieri della loro limitata esperienza. Molto utili sono i contatti al di fuori della propria azienda o del proprio settore: trasferte all estero, esperienze in diverse funzioni o in diverse divisioni anche di uno stesso gruppo aziendale ampliano il bagaglio di conoscenze e sono così un efficace mezzo per prevenire la trappola dell esperienza. Le impressioni che si evincono confrontandosi con altre culture o in altri contesti aziendali non si possono cogliere leggendo libri ma solo vivendole sulla propria pelle, e sono ancora troppo poche le aziende che impiegano sistematicamente la job rotation funzionale o internazionale. Ognuno di noi deve impegnarsi a restare cogni-

17 116 Spostamenti tettonici nel mondo dei prodotti tivamente giovane e porre continuamente in dubbio le proprie esperienze consolidate. Cosa può fare l impresa? Il mezzo più efficace sono team direzionali eterogenei dal punto di vista dell età. Se tutti i membri del consiglio d amministrazione hanno un età da Politburo, allora domina l effetto esperienza: in molte grandi aziende italiane le promozioni avvengono troppo tardi, cosa che non giova in quest ottica. Anche un mix funzionale garantisce una sana diversità di esperienze. Quando discutiamo questioni di marketing in un azienda chiediamo di coinvolgere manager dall area finanze, produzione o ricerca e sviluppo: solitamente arricchiscono l ampiezza delle alternative prese in considerazione. Infine, ristrutturazioni fatte da esterni sono una via efficace per disinnescare la trappola dell interesse. Siamo particolarmente scettici nei confronti di manager universali che passano da un settore all altro; riteniamo tuttavia che un mimino di rinnovo e scambio di esperienze sia assolutamente necessario. Un certo ruolo viene inoltre ricoperto dalla cultura aziendale: è piuttosto orientata all esperienza o è abbastanza aperta? In molte aziende si ha l impressione che ogni cambiamento necessiti di una spiegazione, cosa che non vale quando si continua ad agire come in passato. In caso di dubbio o discordanza di opinioni si procede come in passato: anche questa è una decisione. Una tale asimmetria diviene pericolosa proprio in tempi di forti cambiamenti come nell attuale periodo. Il procedere come si è sempre fatto dovrebbe essere motivato come avviene per il cambiamento. L esperienza ha un grande valore e rappresenta la colonna portante di un buon management. Non deve tuttavia divenire un fattore di valutazione dominante ma, come ogni nuova idea, va vagliata criticamente. In tempi di grandi cambiamenti come quelli che stiamo vivendo oggi, queste massime sono più importanti che mai.

18 I trend economici del futuro, alla seconda edizione aggiornata e ampliata, disegna il futuro scenario su cui si svilupperà l economia dopo la grande crisi, perchè il futuro giunge prima che ce ne rendiamo conto. Il mondo aziendale cambierà radicalmente nei prossimi anni secondo 6 trend che Simon e Zatta individuano e analizzano e a cui le aziende si dovranno adeguare con consapevolezza per affrontare le sfide del prossimo decennio. ì 1 Globalizzazione accelerata ì 2 Maggiore influenza della politica ì 3 Maggior legame fra management e capitale ì 4 Spostamenti tettonici nel mondo dei prodotti ì 5 Comportamento dei clienti in costante evoluzione ì 6 Interconnessione totale Un testo imperdibile che fornisce le risposte alle domande che tutti i manager si stanno ponendo. «Il mondo del management è fatto di opportunità e di sfide. Solo le aziende migliori sono in grado di cogliere le prime e vincere le seconde. In tal senso il libro di Simon e Zatta fornisce spunti interessanti ed utili per capire i trend economici del futuro e consentire ai manager più lungimiranti di porre le basi per la competizione nel prossimo decennio.» Franco Fontana, Direttore della LUISS Business School Hermann Simon ha insegnato nelle più prestigiose università del mondo, tra cui Insead, Harvard, Mit e London Business School. Ritenuto il maggior management thinker contemporaneo, è presidente di Simon-Kucher & Partners (Skp). Fra i suoi numerosi successi editoriali: Think! (2010), Battere la crisi (2009), Aforismi per Manager (2010), Aziende Vincenti (2011) e Price Management (2013), tutti con Zatta. Danilo Zatta, Partner in Skp, esperto di strategie, marketing e vendite, assiste come consulente direzionale multinazionali e Pmi. Oltre a quelli scritti con H. Simon ha pubblicato diversi libri tra cui Revenue Management (2007), Management Strategico (2008) e Le Basi del Pricing (2009). I suoi articoli sono apparsi nelle principali riviste di management tra cui «Harvard Business Review», «L Impresa» e «MarkUp».

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management GESTIRE CON SUCCESSO UNA TRATTATIVA COMMERCIALE di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management OTTENERE FIDUCIA: I SEI LIVELLI DI RESISTENZA Che cosa comprano i clienti? Un prodotto? Un servizio?

Dettagli

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Come gestire la scontistica per massimizzare la marginalità di Danilo Zatta www.simon-kucher.com 1 Il profitto aziendale è dato da tre leve: prezzo per

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

Un catalizzatore per una maggiore produttività nelle industrie di processo. Aggreko Process Services

Un catalizzatore per una maggiore produttività nelle industrie di processo. Aggreko Process Services Un catalizzatore per una maggiore produttività nelle industrie di processo Aggreko Process Services Soluzioni rapide per il miglioramento dei processi Aggreko può consentire rapidi miglioramenti dei processi

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate

Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate 6.1 Metodi per lo sviluppo di nuovi prodotti (MSNP) Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate Questo capitolo presenta alcune metodologie per gestire al meglio

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

IL VANTAGGIO COMPETITIVO NEI SETTORI MATURI

IL VANTAGGIO COMPETITIVO NEI SETTORI MATURI IL VANTAGGIO COMPETITIVO NEI SETTORI MATURI Cap. XII di R. Grant A cura di: Paola Bisaccioni INDICE Maturità e peculiarità dei settori maturi I fattori critici di successo L implementazione strategica

Dettagli

Le Dashboard di cui non si può fare a meno

Le Dashboard di cui non si può fare a meno Le Dashboard di cui non si può fare a meno Le aziende più sensibili ai cambiamenti stanno facendo di tutto per cogliere qualsiasi opportunità che consenta loro di incrementare il business e di battere

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale

L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale CAPITOLO PRIMO L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale SOMMARIO * : 1. Il ruolo dell innovazione tecnologica 2. L attività di ricerca e sviluppo: contenuti 3. L area funzionale della

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE

IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE Università degli studi di Bergamo Anno accademico 2005 2006 IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE Docente: Prof. Massimo Merlino Introduzione Il tema della gestione dell innovazione tecnologica è più che mai

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15,

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, info@camponovoam.com La Gestione Patrimoniale Un felice connubio fra tradizione, tecnologia e

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

Business Intelligence: dell impresa

Business Intelligence: dell impresa Architetture Business Intelligence: dell impresa Silvana Bortolin Come organizzare la complessità e porla al servizio dell impresa attraverso i sistemi di Business Intelligence, per creare processi organizzativi

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione Gruppo Roche Policy sull Occupazione 2 I Principi Aziendali di Roche esprimono la nostra convinzione che il successo del Gruppo dipenda dal talento e dai risultati di persone coscienziose e impegnate nel

Dettagli

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4.

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4. Industry 4.0 - La Fabbrica prossima ventura? Incontro e Dibattito per esplorazione di >> Cosa succederà per gli Imprenditori, i Manager, i Cittadini?

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

Second Opinion. Business reliability and values creation. November 2013 Second Opinion. rel 2.0

Second Opinion. Business reliability and values creation. November 2013 Second Opinion. rel 2.0 Second Opinion Business reliability and values creation November 2013 Second Opinion. rel 2.0 A differenza e di altri documenti, ou i,pepaaii preparati in precedenza, pee e questo va inteso esclusivamente

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1

General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1 General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1 Centralized control with decentralized responsibility (Johnson and Kaplan, 1987) 1. Dalla nascita fino al 1920 La General Motors,

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi La globalizzazione indica un fenomeno di progressivo allargamento della sfera delle relazioni sociali sino

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Edizione italiana a cura di G. Soda Capitolo 6 La progettazione della struttura organizzativa: specializzazione e coordinamento Jones, Organizzazione

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco Il canale distributivo Prima e dopo Internet Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco La distribuzione commerciale Il canale distributivo è un gruppo di imprese

Dettagli

[La catena del valore]

[La catena del valore] [La catena del valore] a cura di Antonio Tresca La catena del valore lo strumento principale per comprendere a fondo la natura del vantaggio competitivo è la catena del valore. Il vantaggio competitivo

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Mergers & Acquisitions Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Di Michael May, Patricia Anslinger e Justin Jenk Un controllo troppo affrettato e una focalizzazione troppo rigida sono la

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente»

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Conferenza stampa annuale del 17 giugno 2014 Anne Héritier Lachat, presidente del Consiglio di amministrazione «Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Gentili Signore, egregi Signori, sono ormai trascorsi

Dettagli

PLAYBOOK EMAIL REMARKETING. Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI

PLAYBOOK EMAIL REMARKETING. Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI PLAYBOOK OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI EMAIL REMARKETING Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. EMAIL REMARKETING Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni

Sistemi di supporto alle decisioni Sistemi di supporto alle decisioni Introduzione I sistemi di supporto alle decisioni, DSS (decision support system), sono strumenti informatici che utilizzano dati e modelli matematici a supporto del decision

Dettagli

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com http://www.sinedi.com ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1 L estrema competitività dei mercati e i rapidi e continui cambiamenti degli scenari in cui operano le imprese impongono ai

Dettagli

La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari

La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari Appunti del seminario tenuto presso l'università di Trieste - Scienze Internazionali e Diplomatiche di Gorizia - insegnamento di Geografia

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

DISPENSA N. 18 MARKETING

DISPENSA N. 18 MARKETING 1 E PIANIFICAZIONE Per marketing si intende l'insieme di attività che servono per individuare a chi vendere, che cosa vendere e come vendere, con l'obiettivo di soddisfare í bisogni e i desideri del consumatore,

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

Clienti davvero fedeli ecco come fare

Clienti davvero fedeli ecco come fare Clienti davvero fedeli ecco come fare Che avere clienti fedeli sia un balsamo per i risultati aziendali nessuno lo mette in dubbio. Il problema è che la fedeltà dei clienti, soprattutto quelli migliori,

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

PROCESSO ALLE PROMOZIONI IL GIOCO VALE LA CANDELA?

PROCESSO ALLE PROMOZIONI IL GIOCO VALE LA CANDELA? PROCESSO ALLE PROMOZIONI IL GIOCO VALE LA CANDELA? La maggior parte dei Retailer effettua notevoli investimenti in attività promozionali. Non è raro che un Retailer decida di rinunciare al 5-10% dei ricavi

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

E a questa domanda che cercheremo di dare una risposta nel breve spazio di quest articolo.

E a questa domanda che cercheremo di dare una risposta nel breve spazio di quest articolo. C è una Parma che funziona: è, prima di ogni altra cosa, la Parma delle imprese industriali esposte pienamente alla concorrenza internazionale. Questo risultato non è un accidente della storia, bensì il

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale Il Business Process Management: nuova via verso la competitività Renata Bortolin Che cosa significa Business Process Management? In che cosa si distingue dal Business Process Reingeneering? Cosa ha a che

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme.

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme. Sme.UP ERP Retail BI & CPM Dynamic IT Mgt Web & Mobile Business Performance & Transformation 5% SCEGLIERE PER COMPETERE BI e CPM, una necessità per le aziende i modelli funzionali sviluppati da Sme.UP

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli