GUIDA A: Polizze D&O La RC degli organi direttivi PATROCINATA DA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GUIDA A: Polizze D&O La RC degli organi direttivi PATROCINATA DA"

Transcript

1 GUIDA A: Polizze D&O La RC degli organi direttivi PATROCINATA DA

2 Nuova Corporate Guard D&O: oltre l orizzonte La nuova Corporate Guard D&O è la più efficace polizza RC per organi direttivi mai creata da AIG. Abbiamo decenni di esperienza nella sottoscrizione dei rischi e nella gestione dei sinistri, ma soprattutto la capacità di ascoltare i nostri clienti: perciò sappiamo bene cosa devono affrontare oggi e cosa potranno dover fronteggiare domani. Per gli amministratori, sindaci e dirigenti che operano in un contesto senza precedenti, caratterizzato da inchieste governative e politiche, crescente attivismo degli azionisti, recessione economica, intensa concorrenza per business e talenti, e un travolgente aumento di richieste di risarcimento, diciamo: ben venga il domani. Visita Assicurazioni e servizi forniti da società appartenenti ad American International Group Inc. La copertura può non essere disponibile in tutte le giurisdizioni ed è soggetta all effettiva formulazione della polizza. Per maggiori informazioni, visitare il sito web AIG Europe Limited è una società registrata in Inghilterra con codice Sede legale: The AIG Building, 58 Fenchurch Street, Londra, EC3M 4AB, Regno Unito.

3 INDICE Shutterstock 2 Introduzione Il contesto economico globale influenza estensione e premi delle polizze D&O 5 Arrivare fino in fondo I lunghi contenziosi legali richiedono non solo pazienza, ma anche un forte impegno economico 7 Controversie galvanizzate dai fallimenti I curatori fallimentari europei e le polizze D&O come strumento per recuperare danaro 13 Internazionalizzazione Un esposizione internazionale significa compliance in molteplici mercati locali, ciascuno con le proprie peculiari difficoltà 19 Autorità all attacco I costi di compliance e difesa nelle indagini stanno aumentando 26 Sempre meno ostacoli alle controversie Venuti meno gli ostacoli che impedivano agli azionisti di far causa agli organi direttivi, in Europa si sta diffondendo la class action in stile americano Direttore Mike Jones Vice direttore Kin Ly Responsabile editoriale Áine Kelly Capo redattore Graeme Osborn Redattore Hélène Prechac Responsabile sviluppo commerciale Lucy Weston Responsabile vendite gruppo Tom Sinclair Art editor Nikki Easton Responsabile produzione Gareth Kime Responsabile controllo produzione Alec Linley Responsabile eventi internazionali Debbie Kidman Analista intelligence Fez Shriwardhankar Editore associato Tom Byford Editore William Sanders Responsabile amministrativo Tim Whitehouse Newsquest Specialist Media 2013 Per contattare la redazione di Newsquest Specialist Media, inviare un a: newsquestspecialistmedia.com PATROCINATA DA Guida alle polizze D&O [ 2013 ] StrategicRISK 1

4 INTRODUZIONE Il terreno incerto della RC degli organi direttivi Le recenti misure anticorruzione e il clima economico-finanziario stanno influendo su premi ed attese nelle polizze D&O CULMINATA NEL 2008, LA CRISI finanziaria continua a condizionare la RC di amministratori, sindaci e direttori delle società (D&O directors and officers liability) in diversi modi. Uno è il mutato atteggiamento delle autorità di regolamentazione e vigilanza: le ultime indagini e inchieste mostrano chiaramente che siamo all alba di una nuova era in cui le autorità oggi possono e vogliono applicare efficacemente le disposizioni. Il difficile clima economico e il protrarsi della crisi nella zona euro, poi, alimentano le azioni risarcitorie nei confronti degli esponenti aziendali, in particolare da parte di creditori sociali e azionisti. D altro canto, anche settori come la manifattura e l edilizia, dominati dagli istituti finanziari, sono ancora particolarmente colpiti con frequenza e gravità. Azioni anticorruzione in vista A meritare attenzione è certamente l inaspettato aumento di azioni risarcitorie promosse nell ambito di disposizioni anticorruzione come il Foreign Corrupt Practices Act (FCPA) statunitense e il Bribery Act 2010 britannico, per la cui reale o presunta violazione le autorità possono perseguire anche i singoli. Michael Lea, responsabile management and transactional liability in JLT, afferma: «Di sicuro vi è una maggiore inci- denza delle persone citate e per cui è richiesta la partecipazione alle indagini [condotte in base al FCPA]. E chi rappresenta la società spesso vuole una consulenza legale personale, al di là di quella aziendale, il che comporta costi notevoli. Il Bribery Act britannico facilita l azione da parte dell Ufficio per le grandi frodi finanziarie (il Serious Fraud Office o SFO). Tuttavia, i nuovi poteri sono stati introdotti mentre si tagliavano le risorse e l inchiesta Libor conquistava la scena. Se-condo Duncan Wiggetts, associato dello studio legale Dechert specializzato in controversie azionarie, ci sarà comunque un aumento di azioni relative all anticorruzione. «La minaccia per gli organi direttivi è maggiore rispetto a cinque o sei anni fa perché ora c è più gente incline a farsi avanti e denunciare gli atti illeciti, afferma. «Ciò è in parte dovuto a politiche e procedure migliori che incoraggiano le segnalazioni ai sensi del Bribery Act. Lo scorso anno l SFO ha arrestato tre persone nell ambito dell inchiesta internazionale sul Libor. Le attività investigative evidenziano la sempre maggiore collaborazione tra autorità di diversi Paesi. «Anche solo cinque o sei anni fa, gli inquirenti britannici dovevano implorare e supplicare per ottenere la collaborazione di altre agenzie, racconta Wiggetts. 2 StrategicRISK [ 2013 ] Guida alle polizze D&O

5 TOP 5 Settori commerciali con il più elevato tasso di richieste risarcitorie pagate/ sostenute in Europa (esclusi gli istituti finanziari): Manifatturiero Farmaceutico Edile e immobiliare Energetico Telecomunicazioni e hi-tech Esposizioni di tutti i tipi di società, di capitali e non, in Europa ma escluse le richieste risarcitorie relative a titoli azionari Numero di richieste risarcitorie rapporto Società vs assicurato Normativo e penale Fallimento Fusioni e incorporazioni Co-imputazione Perdita media subita rapporto Fonte: AIG «Oggi la quotidiana condivisione delle informazioni rende possibili azioni rapide e coordinate. Negli ultimi dieci anni si è ampliata la tipologia di organizzazioni interessate alla copertura D&O. Da strumento impiegato principalmente dalle multinazionali operanti negli USA, ora è divenuto essenziale per sempre più società di capitali europee, e sta prendendo piede anche tra altri tipi di imprese. Nel libro bianco State of the European D&O Market: 2013, Advisen nota che la vendita delle polizze D&O è continuata a salire anche durante la congi- Guida alle polizze D&O [ 2013 ] StrategicRISK 3

6 INTRODUZIONE Esposizioni di tutti i tipi di società, di capitali e non, in Europa incluse le richieste risarcitorie relative a titoli azionari Normativo e penale Numero di richieste risarcitorie rapporto Società vs assicurato Co-imputazione Fallimento Risarcimenti titoli USA Fusioni e incorporazioni Risarcimenti titoli non USA Perdita media subita rapporto Fonte: AIG Oggi la quotidiana condivisione delle informazioni rende possibili azioni rapide e coordinate Duncan Wiggetts Dechert untura economica negativa, quando il ramo danni è crollato per via dei tagli aziendali. Ampia copertura La RC degli organi direttivi è un terreno incerto ma, se si eccettuano gli istituti finanziari e i clienti colpiti da sinistro, i premi delle polizze D&O sono ancora competitivi a fronte di un ampia copertura. «In moltissimi settori la situazione finanziaria attuale non è un fattore rilevante, afferma Paul Hopkin, direttore tecnico di Airmic. «Ha influenzato le tariffe D&O solo per chi si trova al centro della crisi. Hopkin ritiene che, grazie alla copertura offerta, i contraenti siano in una buona posizione per assicurarsi un ampia protezione. «È chi acquista che, al momento del rinnovo della polizza, deve verificare se altri assicuratori offrono coperture migliori, per esempio per le indagini delle autorità, e scegliere l offerta che offre queste opzioni aggiuntive. SR 4 StrategicRISK [ 2013 ] Guida alle polizze D&O

7 RICHIESTE RISARCITORIE Arrivare fino in fondo Per i dirigenti chiamati in causa non sono fondamentali solo sangue freddo e nervi d acciaio, ma anche resistenza economica IN MEDIA, PER GIUNGERE A conclusione le richieste di risarcimento D&O richiedono tra i cinque e i sette anni, talvolta di più. La possibilità di resistere economicamente in genere grazie a un assicurazione per sostenere la difesa, può davvero fare la differenza. In caso di azioni risarcitorie promosse nei confronti degli esponenti aziendali, è essenziale rispondere con decisione ed efficacia. Per chi ha una forte personalità può essere difficile accettare i consigli degli esperti, soprattutto se le accuse sono pesanti, ma è fondamentale far sì che la difesa non risulti indebolita. Michael Lea, responsabile management and transactional liability in JLT, afferma: «Spesso chi non ha mai subito azioni legali è spaventato. Ciò che accade dopo la notifica e il modo in cui si pone l assicuratore è fondamentale. «Per questo team in JLT, la prima cosa è la certezza del sinistro. Un protocollo completa la polizza fornendo un elenco di patrocinatori approvati che possono essere coinvolti immediatamente per mitigare la propria posizione. Shutterstock Assistenza nelle richieste risarcitorie «La comunicazione è la chiave di tutto, afferma Lea. «Teniamo riunioni mensili sul caso. Guida alle polizze D&O [ 2013 ] StrategicRISK 5

8 RICHIESTE RISARCITORIE PUNTI CHIAVE La sangue freddo economica è un fattore chiave Géraud Verhille AIG La strategia difensiva deve essere risoluta e coordinata, accompagnata dalla disponibilità dei dirigenti a seguire i consigli degli esperti Le richieste risarcitorie soprattutto se coinvolgono le autorità possono durare a lungo. La difesa è stressante e costosa Con la polizza D&O gli esponenti aziendali non devono preoccuparsi della disponibilità di risorse per difendersi nel corso di lunghi processi Per esempio, quando riceve la fattura dello studio legale, il cliente deve sapere quali sono le informazioni necessarie all assicuratore per evitare che insorgano questioni. Colmiamo le lacune nella comunicazione. Ci assicuriamo che tutte le persone coinvolte stiano dalla stessa parte e che gli assicuratori non assumano posizioni antagonistiche su aspetti che in realtà potrebbero rivelarsi vincenti. Un team di esperti può fornire assistenza nelle transazioni stragiudiziali, nell interazione con gli avvocati e nell attraversamento di inchieste difficili. Le indagini delle autorità possono essere particolarmente scoraggianti, con lunghi procedimenti ed elevati costi di difesa. Le simulazioni permettono agli amministratori di prepararsi al meglio per i colloqui in modo da riuscire a evidenziare i punti più importanti per la propria difesa. Esito favorevole È importante resistere per arrivare alla meta dopo un lungo procedimento legale. Géraud Verhille, responsabile commercial management liability & fidelity in AIG Europe, afferma: «L elevata qualità della difesa e la possibilità di continuare a pagare per la consulenza legale, anche a lungo, aumentano la probabilità di un esito favorevole. È un fatto ovvio... ma costa tantissimo. La resistenza economica è un fattore chiave e l assicurazione una fonte affidabile. «Per ottenere la migliore tutela possibile si deve cercare di accedere a sistemi di reintegro per qualsiasi sinistro, al posto dei massimali aggregati. «Ciò consente di avere un massimale per ciascun sinistro non correlato e la tranquillità di potersi avvalere in tutti i casi delle competenze del proprio assicuratore principale. Ma sul mercato sono ancora in pochi a offrire queste condizioni. «La consapevolezza di poter sostenere la difesa arrivando, se necessario, fino in appello cambia le dinamiche tra le parti in causa afferma «Ovviamente l esito non è prevedibile, ma abbiano notato che in molti casi la decisione in corte d appello è stata più favorevole che in primo grado. SR 6 StrategicRISK [ 2013 ] Guida alle polizze D&O

9 FALLIMENTO Shutterstock Controversie galvanizzate dai fallimenti Sempre più curatori fallimentari guardano alle polizze D&O come a un modo per pagare i conti L INSOLVENZA CONTINUA A alimentare le richieste risarcitorie D&O, specialmente in Europa continentale, mentre i curatori fallimentari vedono queste polizze come uno strumento per pagare i creditori. Lo strascico della crisi economica globale continua a gettare un ombra su tutta l Europa, e le insolvenze rimangono la principale fonte di richieste di risarcimento D&O con una frequenza Guida alle polizze D&O complessiva ancora marcatamente più alta rispetto a prima della crisi finanziaria. «Il picco si è avuto tra il 2008 e il 2010 con una leggera diminuzione nel 2011, ma il numero di richieste registrate nel 2012 era ancora molto più alto che nel 2007, afferma José Martinez, responsabile major claims for financial lines in AIG Europe. «C è stata una riduzione ma siamo ancora a livelli record. [ 2013 ] StrategicRISK 7

10 FALLIMENTO Shutterstock Nel biennio , la crisi dei debiti sovrani ha stretto saldamente nella sua morsa gli stati periferici della zona euro. Secondo un indagine della Economic Research Unit di Creditreform, i PIGS (Portogallo, Irlanda, Grecia e Spagna) hanno vissuto un notevole aumento dell insolvenza negli ultimi due anni. In Europa occidentale, sono stati quasi nel 2011, in ascesa rispetto ai del 2007, ma comunque meno che nel 2009, quando ben società hanno dichiarato fallimento. Nonostante la crescente influenza delle economie dei PIGS, in testa alle statistiche c è la Francia (cfr. box), con quasi tre fallimenti ogni dieci sul totale (28,3%). Ancora una volta la Germania è al secondo posto con il 17,3%. E poi c è da considerare l enorme potenziale rappresentato dalle imprese zombie, tenute in vita solo da tassi di prestito bassissimi. Analisi dei dati Rispetto alla RC degli organi direttivi, si nota come i fallimenti alimentino sempre più le richieste risarcitorie D&O. Secondo un report di intelligence pubblicato da AIG 8 StrategicRISK [ 2013 ] Guida alle polizze D&O

11 DIRIGENTI FRANCESI SOTTO TIRO La rigidità della normativa fallimentare francese è una delle ragioni dell andamento sempre più litigioso delle richieste risarcitorie D&O in Francia, dove le controversie fallimentari sono aumentate da nel 2006 a nel Se il patrimonio della società dichiarata fallita si dimostra insufficiente a coprire le esposizioni debitorie, qualsiasi dirigente può essere ritenuto personalmente responsabile e tenuto a coprire le passività. La colpa può essere determinata in molti modi e la decisione è in larga misura a discrezione del tribunale fallimentare. Per esempio, è possibile che si stabilisca che l amministratore non ha esercitato un adeguato controllo sul direttore generale consentendo così che una società cronicamente in perdita proseguisse l attività; oppure il direttore non ha avanzato istanza di fallimento entro il periodo prescritto di 45 giorni. In una dichiarazione, Paul Sterckx e Didier Seigneur, rispettivamente secondo vice presidente financial lines e responsabile financial lines in AIG Francia, affermano: «La rigida legislazione fallimentare francese prevede responsabilità molto rilevanti per tutti i dirigenti nell istanza di fallimento. In caso di mancato adempimento dei doveri fiduciari o dell obbligo di diligenza, sono in pericolo i patrimoni personali. «L anno scorso hanno presentato istanza di fallimento circa imprese, proseguono. «In passato, circa il 6% di queste sarebbe stato oggetto di azione legale per mancanza di asset. Secondo i dati più recenti, la percentuale delle imprese citate dai curatori fallimentari è salita al 10-12%. Nei casi in cui gli amministratori sono chiamati in causa per questioni patrimoniali, si è avuto un aumento dei pagamenti medi. Se una volta la liquidazione ammontava a meno del 10% degli asset lasciati dalla società, ora la percentuale è compresa tra il 15 e il 20%. «In sostanza, la crisi finanziaria ha fatto aumentare sia il numero delle richieste risarcitorie, sia la media delle liquidazioni, aggiunge Sterckx. «In passato, l unico caso in cui gli organi direttivi potevano essere chiamati in causa era il ritardo nella presentazione dell istanza di fallimento, aggiungono Sterckx e Seigneur. «Ora notiamo che i giudici ascrivono la responsabilità in base a criteri diversi. Per esempio, in un caso il giudice ha stabilito che la divisione dei dividendi agli azionisti nei tre anni precedenti era stata troppo aggressiva per cui vi era stato un difetto di diligenza nella gestione della società. Una cosa del genere non sarebbe mai successa cinque o dieci anni fa. «Dieci anni fa, nessun liquidatore si sarebbe informato sull eventuale copertura D&O. Oggi è praticamente la prima domanda che viene posta. Guida alle polizze D&O [ 2013 ] StrategicRISK 9

12 FALLIMENTO Variazione annua insolvenze aziendali, Europa occidentale, ,3% 16,9%17,1% 18,7% Danimarca Austria Germania Svezia Francia Paesi Bassi Norvegia 4,7% 4,9% 6,3% 6,4% 6,5% 7,0% -5,8% -4,9% -7,0% -3,0% -2,9% -1,7% Lussemburgo Finlandia Regno Unito Belgio Svizzera Irlanda Italia Portogallo Spagna Grecia -15,7% Altri Francia 28,3% 4,6% 10,6% Regno Unito Distribuzione delle insolvenze aziendali, Europa occidentale Germania 17,3% 6,7% 7,3% Italia Austria e Svizzera 3,3% Spagna 11,4% Scandinavia 10,4% Benelux 10 StrategicRISK [ 2013 ] Guida alle polizze D&O

13 L INFLUENZA STABILIZZANTE DELLA DANIMARCA Europe nel maggio 2012, i procedimenti concorsuali storicamente si attestano al secondo posto tra le fonti di richieste risarcitorie per tutti i tipi di imprese in Europa se si escludono i casi relativi ai titoli azionari. La prima fonte di richieste risarcitorie è rappresentata dai procedimenti legali e penali, ossia indagini condotte dalle autorità su questioni quali presunta violazione delle disposizioni anticorruzione, antitrust, attività prive di autorizzazione o appropriazione indebita. «Le condizioni macroeconomiche avverse polarizzano i performer rendendo più evidente la cattiva gestione, afferma Géraud Verhille, responsabile commercial management liability & fidelity in AIG Europe. «Esiste una correlazione tra violazione degli obblighi fiduciari e performance. In questo senso, la performance è un indicatore indiretto della suscettibilità ai sinistri. Settori più colpiti «L insolvenza è una fonte primaria di richieste risarcitorie e certi settori ne sono particolarmente colpiti, continua. «Trasporti, auto, edile, immobiliare ed energie rinnovabili sono tra quelli in maggiore sofferenza, in cui molte imprese sono fallite. Di conseguenza, assistiamo a un picco di sinistri provenienti da tali settori. Dovendo massimizzare i proventi, i Il settore bancario danese è stato colpito pesantemente dalla crisi finanziaria, con un calo dei profitti del 148% tra il 2007 e il Dall inizio della crisi ha chiuso i battenti circa una banca danese su quattro. Dai 159 istituti operativi nel 2007 si è passati ai 121 del 2011, con una riduzione pari al 23%. Nel 2010, il Paese ha avviato un programma per la gestione delle banche in difficoltà. Finansiel Stabilitet (FS) è un fondo statale costituito in forma societaria per migliorare la stabilità finanziaria e mettere in liquidazione le banche in sofferenza. Quando una banca non è in grado di soddisfare i requisiti patrimoniali minimi, FS procede alla sua acquisizione e liquidazione controllata, fornendo capitale e, se necessario, liquidità. «FS è subentrato a tutte le banche in sofferenza e la procedura standard prevede indagini sulla gestione precedente, con conseguenti richieste risarcitorie nei confronti degli organi direttivi, afferma José Martinez, responsabile major claims for financial lines in AIG Europe. «La maggior parte delle azioni contro gli ex dirigenti delle banche europee in difficoltà emerge da pratiche di prestito aggressive o irregolari. Guida alle polizze D&O [ 2013 ] StrategicRISK 11

14 FALLIMENTO Non c è dubbio che i liquidatori tendano a usare la responsabilità degli organi direttivi per aumentare il patrimonio Geraud Verhille AIG curatori fallimentari e i commissari promuovono richieste di risarcimento nei confronti di amministratori e dirigenti adducendo cattiva gestione, falsa o erronea dichiarazione e frode o accusandoli di aver perseguito il proprio profitto personale anziché l interesse della società. «Quando le società avanzano istanza di fallimento, in genere i debiti superano le attività per decine di milioni di euro, afferma Martinez. «L unico altro vero asset disponibile è rappresentato da importi pagati dai dirigenti se se ne dimostra la responsabilità. «Le indagini standard in caso di fallimento puntano a stabilire la responsabilità dei dirigenti aziendali, continua. «Le polizze D&O sono sempre più note in Europa, e sono viste come uno dei pochi mezzi per recuperare denaro da distribuire ai creditori sociali. Il risultato è una certa aggressività in questo tipo di richieste risarcitorie. Per non perdere l occasione offerta da questa potenziale fonte di capitale, i curatori fallimentari si assicurano sempre più spesso della presenza di un periodo di osservazione nella copertura D&O. Infatti le richieste risarcitorie in genere sono coperte solo durante il periodo di validità della polizza, che di solito termina dopo la dichiarazione di fallimento o entro il periodo di osservazione definito da contratto. Al primo posto tra i sinistri «In Europa, nel 2013 i sinistri associati ai fallimenti sono al primo posto per importi erogati, afferma Verhille. «Sono in aumento per via delle ripercussioni della crisi dei debiti sovrani e per l ambiente recessivo in generale, anche se in realtà molto dipende dalla giurisdizione. Per esempio, in certi Paesi la legislazione mira a salvare le imprese più che a liquidarle. «Non c è dubbio che in generale, in tutta l Europa continentale, ci sia una tendenza da parte dei liquidatori di stabilire la responsabilità degli organi direttivi aziendali. Dal loro punto di vista più risorse si riescono a recuperare per soddisfare i creditori sociali, meglio è; perciò si guarda ai patrimoni degli amministratori e, se possibile, alle polizze di assicurazione. SR 12 StrategicRISK [ 2013 ] Guida alle polizze D&O

15 GLOBALIZZAZIONE La D&O diventa globale Il rischio è ora internazionale e le differenti leggi e regimi fiscali rendono la compliance un ancor più difficile obiettivo PER SEMPRE PIÙ IMPRESE LA globalizzazione è ormai una realtà da cui, tuttavia, consegue l esigenza crescente che le polizze D&O soddisfino i diversi requisiti locali. Non è raro che le multinazionali più grandi operino in 50 o più Paesi. La gestione delle polizze D&O in base ai diversi quadri regolatori e fiscali è un attività ardua ma indispensabile. Chi acquista le assicurazioni internazionali vive l inevitabile tensione tra esigenza di aggregare i rischi per ridurre il premio complessivo attraverso programmi globali e necessità di rispettare le diverse normative locali. La compliance legale e fiscale ha costi elevati sia in termini di tempo che di denaro, soprattutto quando le autorità nazionali sono rigide nell applicazione delle norme. Géraud Verhille, responsabile commercial management liability & fidelity in AIG Europe, afferma: «L aumento delle esposizioni degli organi direttivi al di fuori dei Paesi più tradizionali rende cruciale la gestione internazionale. «Le attività economiche sono sempre più transnazionali. Le società europee operano sempre più all estero, fuori dalla zona euro, e ciò implica nuove esposizioni, continua. «È quindi necessario che gli assicuratori riescano a fornire la Shutterstock Guida alle polizze D&O [ 2013 ] StrategicRISK 13

16 GLOBALIZZAZIONE Shutterstock 14 StrategicRISK [ 2013 ] Guida alle polizze D&O

17 PUNTI CHIAVE La progressiva globalizzazione delle società impone l aggiornamento sulle disposizioni locali relative alle polizze D&O Le polizze D&O globali possono essere insufficienti a proteggere i patrimoni dei dirigenti in certe giurisdizioni Le società devono cercare di colmare le eventuali lacune combinando i programmi globali con polizze D&O locali I mercati emergenti pongono specifiche sfide di RC degli organi direttivi necessaria estensione geografica e a soddisfare le specifiche delle diverse giurisdizioni. Le società devono essere certe che i programmi di assicurazione risponderanno in modo appropriato, soprattutto nelle aree di maggiore attività. Lacune assicurative da evitare In moltissimi Paesi le disposizioni rendono illegale il ricorso ad assicurazioni non riconosciute localmente, quindi in casi simili, se fornita da un operatore non autorizzato, la polizza globale non potrà proteggere gli organi direttivi. È possibile che il diritto commerciale specifico vieti una qualsiasi forma di indennizzo da parte della società o di una consorella. Lo scenario cambia in continuazione e le regole concernenti la RC degli organi direttivi sono soggette a improvvise modifiche. «Una delle questioni più preoccupanti per gli associati Airmic che acquistano D&O nel Regno Unito, a copertura di tutte le esposizioni in tutti i territori, è che le polizze possano non essere riconosciute, spiega il direttore tecnico di Airmic Paul Guida alle polizze D&O [ 2013 ] StrategicRISK 15

18 GLOBALIZZAZIONE In caso di sinistro si hanno molti dubbi, per esempio su come sarà risarcito e in che valuta Paul Hopkin Airmic Hopkin. «La compliance ai regolamenti può risultare alquanto complessa e i dubbi vanno da Sono autorizzato a fare una certa cosa? a Si devono pagare le imposte sul premio anche se la polizza non è riconosciuta?. «Poi ci sono le questioni relative all eventualità di una richiesta di risarcimento, con dubbi su modalità di pagamento, luogo e valuta, aggiunge. «E, ancora, incertezze sulla necessità di redigere la polizza nella lingua locale anche se non è riconosciuta. «Se una polizza globale non è idonea in una giurisdizione è facile che si generino difficoltà nel pagamento dei risarcimenti e nel riconoscimento della legittimità delle richieste. È una sfida complicata. In alcune giurisdizioni la copertura D&O è obbligatoria, ma può essere acquistata solo presso un operatore locale. Anche le imposte sul premio sono soggette alle leggi di ciascun Paese in cui opera la società. Dalla mancata comprensione e conseguente inosservanza dei regolamenti fiscali concernenti i premi esteri possono derivare pesanti ammende e sanzioni. L acquisto dell assicurazione è un rapporto tra tre soggetti in cui assicuratore, broker e acquirente svolgono ciascuno un ruolo nel garantire tanto la conformità ai requisiti locali quanto l assenza di lacune assicurative. Nei Paesi in cui l esposizione è significativa, il patrimonio degli amministratori può essere meglio tutelato acquistando localmente la polizza D&O presso un assicuratore riconosciuto. «Uno dei nostri problemi maggiori sono le società che entrano in giurisdizioni di cui non conoscono bene i re-quisiti di governance e compliance assicurativa, afferma Michael Lea, responsabile management and transactional liability in JLT. «Ci chiedono consigli su cosa fare, fare valutazioni della copertura attraverso 16 StrategicRISK [ 2013 ] Guida alle polizze D&O

19 I PERICOLI DEI MERCATI EMERGENTI La recente battaglia tra Vodafone e governo indiano relativa a un adempimento fiscale evidenzia un altra area di potenziale esposizione per gli organi direttivi. Mostra anche quanto possano essere diverse le regole di ingaggio nei mercati emergenti. Nonostante la Corte suprema avesse sostenuto la posizione di Vodafone per cui nessuna imposta era dovuta dopo l acquisizione da parte della società, nel 2007, del controllo di una società indiana di telecomunicazioni, il governo ha emendato retroattivamente la legislazione nazionale in materia di tassazione dei contratti con entità straniere che coinvolgano asset nazionali e i funzionari indiani hanno notificato a Vodafone una cartella esattoriale di oltre 2 miliardi di dollari (1,55 miliardi di euro). In un altro caso l Ufficio indiano brevetti ha concesso la prima licenza obbligatoria per la produzione e vendita di un farmaco brevettato di proprietà di una casa farmaceutica multinazionale. L industria farmaceutica ora teme che altre licenze obbligatorie siano concesse in virtù delle leggi indiane sulla concorrenza, ma le attività intangibili, compresa la proprietà intellettuale, costituiscono fino al 70% del valore azionario delle aziende farmaceutiche. «Ciò che conta per le autorità locali può essere ben diverso da ciò cui sono abituate le imprese occidentali, afferma Géraud Verhille, responsabile commercial management liability & fidelity in AIG Europe. «Alcuni Paesi si concentrano su corruzione, proprietà intellettuale, o salute e sicurezza; per altri, invece, possono essere più importanti le questioni fiscali, l inquinamento o le attività non autorizzate. «La consapevolezza di queste differenze è fondamentale per evitare le tante insidie generate da una tale complessità. Guida alle polizze D&O [ 2013 ] StrategicRISK 17

20 GLOBALIZZAZIONE PROTEZIONE DEGLI ORGANI DIRETTIVI CESSATI Molte società assumono un approccio pragmatico. Michael Lea JLT polizze D&O locali o esistenti polizze globali, e offrire consulenza sull adozione dei regolamenti e principi interni di ciascun Paese. Questo aspetto è sorto negli ultimi cinque anni, prima non esisteva. «Ormai si può dire che le imprese del Regno Unito siano organizzazioni globali e non si autodefiniscono più britanniche, aggiunge Hopkin. «Questo costituisce di per sé un esposizione. Se prima una società aveva un solo responsabile della compliance a Londra, ora ne servono tre o quattro che gestiscano gli ordinamenti basati su un codice civile scritto, quelli di common law e persino quelli in cui vige la sharī a. «Ci capita di vedere dirigenti all estero che contattano l ufficio legale, magari qui a Londra, chiedendo informazioni su come comportarsi e se sono coperti dalla polizza D&O. Spesso si trovano in Paesi in cui l assicurazione non riconosciuta potrebbe essere vietata. «Molte società assumono un approccio pragmatico alla compliance. Devono assicurarsi che i loro dirigenti siano a proprio agio e si sentano protetti per prendere le decisioni giorno dopo giorno. SR La RC degli organi direttivi è caratterizzata da una notevole estensione temporale, il che significa che talvolta trascorrono molti anni prima che una richiesta risarcitoria sia avanzata. A quel punto, l ex dirigente potrebbe essere in pensione da tempo. Si prenda il caso di Union Carbide, la società responsabile del peggior disastro industriale della storia avvenuto nel dicembre 1984 a Bophal quando una fuoriuscita di gas ha causato la morte di persone. Dopo quasi 30 anni, l India preme sugli USA affinché estradino l ex presidente di Union Carbide, Warren Anderson. Nel 2010 un tribunale dell India centrale ha stabilito che sette alti dirigenti di Union Carbide India erano colpevoli di aver causato i decessi per negligenza. «Tranne casi di esplicita esclusione, i dirigenti continuano a essere protetti dopo la cessazione dell incarico e sono ricompresi nella polizza, afferma il responsabile commercial management liability & fidelity in AIG Europe. «Agli amministratori in pensione privi di altre forme assicurative forniamo protezione a vita. Proprio la durata della responsabilità D&O rende importante instaurare rapporti di lungo termine con gli assicuratori, che così sono in grado di tenere traccia non solo dei dirigenti che hanno rivestito incarichi nell organizzazione, ma anche di quali sussidiarie siano state coperte da polizze precedenti. Lea di JLT afferma: «Non è un assicurazione sui beni per cui si può scegliere il preventivo più conveniente. Molti concorrenti cercano di convincere i nostri clienti a cambiare offrendo prezzi o coperture migliori. Ma noi siamo convinti che sei più al sicuro quando ottieni la maggior parte di ciò che vuoi dal partner giusto, che quando ottieni tutto ciò che vuoi da quello sbagliato. «La continuità dell informazione è importantissima, aggiunge. «Nel mondo delle polizze D&O, si parla persino troppo di fedeltà e continuità, ma è un dato di fatto che in caso di sinistro, l anzianità del rapporto con l assicuratore fa davvero la differenza. 18 StrategicRISK [ 2013 ] Guida alle polizze D&O

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto pubblico Settore di competenza Progetti e metodologia legislativi 1 gennaio 2015 Aiuto alle

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Mergers & Acquisitions Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Di Michael May, Patricia Anslinger e Justin Jenk Un controllo troppo affrettato e una focalizzazione troppo rigida sono la

Dettagli

POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION

POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION I. SCOPO POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION La corruzione è proibita dalle leggi di quasi tutte le giurisdizioni al mondo. Danaher Corporation ( Danaher ) si impegna a rispettare le leggi

Dettagli

DUAL RC professionale

DUAL RC professionale P.I. LINE - tailor made DUAL RC professionale Proposta di assicurazione per la Responsabilità Civile Professionale di Commercialisti, Tributaristi, Avvocati Consulenti del Lavoro, Società di Servizi (EDP)

Dettagli

Termini e condizioni generali di acquisto

Termini e condizioni generali di acquisto TERMINI E CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CONDIZIONI DEL CONTRATTO L ordine di acquisto o il contratto, insieme con questi Termini e Condizioni Generali ( TCG ) e gli eventuali documenti allegati e

Dettagli

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte Corte Europea dei Diritti dell Uomo Domande e Risposte Domande e Risposte COS È LA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO? Queste domande e le relative risposte sono state preparate dalla cancelleria e non

Dettagli

INSER S.P.A. Ordine di Milano. Giugno 2014. Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile

INSER S.P.A. Ordine di Milano. Giugno 2014. Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile INSER S.P.A. Proposta di Agevolazione RC Professionale Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili Ordine di Milano Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile Giugno 2014 Indice Proposta di

Dettagli

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni di Pierluigi Rausei * La Sezione II, del Capo III (Disciplina

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Cosa fanno gli altri?

Cosa fanno gli altri? Cosa fanno gli altri? Sig. Morgan Moras broker di riassicurazione INCENDIO (ANIA) Cosa fanno gli altri? rami assicurativi no copertura polizza incendio rischi nominali - rischio non nominato - esplosione,

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

«Ogni società, grande o piccola che sia, ha bisogno di una serie di standard di guida che ne regolino i comportamenti interni ed esterni.

«Ogni società, grande o piccola che sia, ha bisogno di una serie di standard di guida che ne regolino i comportamenti interni ed esterni. «Ogni società, grande o piccola che sia, ha bisogno di una serie di standard di guida che ne regolino i comportamenti interni ed esterni.» Code of Conduct Comunicazione del CEO «Ogni società, grande o

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI UNIVERSITA ROMA TRE FACOLTA DI ECONOMIA PROF. UGO MARINELLI Anno accademico 007-08 1 COMPRENSIONE DELL IMPRESA

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000 Testo originale 0.360.454.1 Accordo tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica italiana relativo alla cooperazione tra le autorità di polizia e doganali Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall

Dettagli

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente»

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Conferenza stampa annuale del 17 giugno 2014 Anne Héritier Lachat, presidente del Consiglio di amministrazione «Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Gentili Signore, egregi Signori, sono ormai trascorsi

Dettagli

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO CONVENZIONE POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO FOR INSURANCE BROKER SRL, Società di Brokeraggio con sede principale a Castelfranco V.to, Ha stipulato con i

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria Crisi bancarie L'attività bancaria comporta l'assunzione di rischi L'attività tipica delle banche implica inevitabilmente dei rischi. Anzitutto, se un mutuatario non rimborsa il prestito ricevuto, la banca

Dettagli

NOTA OPERATIVA N. 15/2014

NOTA OPERATIVA N. 15/2014 NOTA OPERATIVA N. 15/2014 OGGETTO: La crisi di impresa e le possibili soluzioni - Introduzione La crisi economica, che ha investito il nostro Paese, sta avendo effetti devastanti sulle imprese; la presente

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE

PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE (2001) PARTE I L ATTO INTERNAZIONALMENTE ILLECITO DI UNO STATO CAPITOLO I PRINCIPI GENERALI Articolo 1

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

Patrimoni destinati ad uno specifico affare. A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista

Patrimoni destinati ad uno specifico affare. A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista Patrimoni destinati ad uno specifico affare A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista Riferimenti normativi D.Lgs. Numero 6 del 17 gennaio 2003 Introduce con gli articoli 2447-bis e seguenti del

Dettagli

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria. Società bancarie di comodo ed entità puramente contabili

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria. Società bancarie di comodo ed entità puramente contabili Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Società bancarie di comodo ed entità puramente contabili Gennaio 2003 Membri del Gruppo di lavoro sull attività bancaria transfrontaliera Copresidenti: Charles

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,)

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,) Norme sulle Responsabilità delle Compagnie Transnazionali ed Altre Imprese Riguardo ai Diritti Umani, Doc. Nazioni Unite E/CN.4/Sub.2/2003/12/Rev. 2 (2003).* Preambolo (La Sotto-Commissione*,) Tenendo

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

La Valutazione degli Asset Intangibili

La Valutazione degli Asset Intangibili La Valutazione degli Asset Intangibili Chiara Fratini Gli asset intangibili rappresentano il patrimonio di conoscenza di un organizzazione. In un accezione ampia del concetto di conoscenza, questo patrimonio

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE ARTICOLO 1 (Istituzione e scopo) Con Protocollo di intesa, posto in allegato (All. 1),

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI Il Governo della Repubblica Italiana ed il Governo del Regno del Marocco (qui

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni

Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni Codice Etico Rev. 03 Versione del 21/01/2013 Approvato della Giunta Esecutiva del 18/02/2013 Ratificato del Consiglio Direttivo entro il

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Guida alla prevenzione della pirateria software SIMATIC

Guida alla prevenzione della pirateria software SIMATIC Guida alla prevenzione della pirateria software SIMATIC Introduzione Questa guida è stata realizzata per aiutare la vostra azienda a garantire l utilizzo legale del software di Siemens. Il documento tratta

Dettagli

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 206 23.07.2013 Sospensione feriale dei termini processuali Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Processo tributario Anche quest anno, come di

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

LA NUOVA PROCEDURA DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO

LA NUOVA PROCEDURA DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO DEBT RESTRUCTURING AND BANKRUPTCY ALERT Febbraio 2012 LA NUOVA PROCEDURA DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO Negli ultimi mesi i giornali hanno parlato molto di due interventi legislativi

Dettagli

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37 Le novità civilistiche e fiscali per la stesura del bilancio di Stefano Chirichigno e Vittoria Segre Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE COSA CAMBIA CON LA RIFORMA PREVISTA NEL D.LGS DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA 15/2009. L OBBLIGO DI AFFISSIONE DEL CODICE DISCIPLINARE La pubblicazione sul sito istituzionale

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Gruppo PRADA. Codice etico

Gruppo PRADA. Codice etico Gruppo PRADA Codice etico Indice Introduzione 2 1. Ambito di applicazione e destinatari 3 2. Principi etici 3 2.1 Applicazione dei Principi etici: obblighi dei Destinatari 4 2.2 Valore della persona e

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVORO 01 Tendenze generali riguardanti l orario

Dettagli

LA CORRUZIONE TRA PRIVATI:

LA CORRUZIONE TRA PRIVATI: LA CORRUZIONE TRA PRIVATI: APPROFONDIMENTI In data 18 ottobre 2012, dopo un lungo iter parlamentare, il Senato ha approvato il maxi-emendamento al Disegno di Legge recante Disposizioni per la prevenzione

Dettagli

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO DISPENSA 1 Economia ed Organizzazione Aziendale L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO - Parte I - Indice Impresa: definizioni e tipologie Proprietà e controllo Impresa: natura giuridica Sistema economico: consumatori,

Dettagli

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego La riforma Brunetta, introdotta dal D.Lgs. 150/09, ha modificato profondamente il sistema disciplinare nel pubblico impiego, intervenendo

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE 28.12.2006 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 379/5 REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE del 15 dicembre 2006 relativo all applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti d

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri La ricerca promossa da ImpresaLavoro, avvalsasi della collaborazione di ricercatori e studiosi di dieci diversi Paesi europei,

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE

CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE tra FLO-CERT GMBH E RAGIONE SOCIALE DEL CLIENTE PARTI (1) FLO-CERT GmbH, società legalmente costituita e registrata a Bonn, Germania con il numero 12937, con sede legale in

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Struttura giuridica e sede del Tribunale

Struttura giuridica e sede del Tribunale Bundesgericht Tribunal fédéral Benvenuti! Visita del Tribunale federale Tribunale federale Tribunal federal Vista della facciata frontale, Tribunale federale Losanna Foto: Philippe Dudouit L organizzazione

Dettagli

Gabinetto dell On. le Ministro. Organismo Indipendente di Valutazione. Presidente del Consiglio Superiore dei LL.PP.

Gabinetto dell On. le Ministro. Organismo Indipendente di Valutazione. Presidente del Consiglio Superiore dei LL.PP. Dipartimento per le Infrastrutture, gli affari generali ed il personale Direzione generale del personale e degli affari generali Divisione 4 Ufficio Ispettivo e Disciplina Via Nomentana, 2 00161 Roma tel.06.4412.3285

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

La delega di funzioni in materia di illeciti amministrativi: brevi appunti operativi per la vigilanza ambientale

La delega di funzioni in materia di illeciti amministrativi: brevi appunti operativi per la vigilanza ambientale La delega di funzioni in materia di illeciti amministrativi: brevi appunti operativi per la vigilanza ambientale A cura della Dott.ssa Stefania Pallotta Il primo nucleo di ogni attività di accertamento

Dettagli

I CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE POSTE DI BILANCIO: una breve disamina sul fair value

I CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE POSTE DI BILANCIO: una breve disamina sul fair value I CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE POSTE DI BILANCIO: una breve disamina sul fair value A cura Alessio D'Oca Premessa Nell ambito dei principi che orientano la valutazione del bilancio delle società uno dei

Dettagli

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI Introduzione Le Societá tra Professionisti, introdotte dalla legge 183/2010, sono una delle novitá

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

Assicurazione responsabilità civile organi direttivi

Assicurazione responsabilità civile organi direttivi Assicurazione responsabilità civile organi direttivi Informazioni per la clientela ai sensi della LCA e Condizioni generali di assicurazione (CGA) Indice del contenuto Art. Pagina Art. Pagina Art. Pagina

Dettagli

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Programma di Compliance Antitrust Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 19 febbraio 2015 Rev 0 del 19 febbraio

Dettagli