Pratiche commerciali scorrette: dagli utonti ai consumatori 1. Marco Pierani

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Pratiche commerciali scorrette: dagli utonti ai consumatori 1. Marco Pierani"

Transcript

1 Argomnti Pratich commrciali scorrtt: dagli utonti ai consumatori 1 Marco Pirani L analisi dll dcisioni in matria di pratich commrciali scorrtt dimostra com qusto strumnto di drivazion comunitaria abbia fornito finora rilvanti risultati in trmini di public nforcmnt di diritti di consumatori, grazi a un intrprtazion dinamica da part dll Antitrust. D iur condndo, pr non disprdr qusto valor, occorrrbb affiancar al public nforcmnt un altrttanto fficint privat nforcmnt, liminando l molt apori prsnti nlla disciplina dll class action. Prmssa A quasi cinqu anni dal rcpimnto nl nostro ordinamnto dlla disciplina comunitaria sull pratich commrciali scorrtt par possibil sostnr ch qusto nuovo strumnto normativo ha contribuito a potnziar considrvolmnt la tutla dl consumator. In sguito all modifich introdott con i Dcrti Lgislativi n dl 2007, 2 è stato molto ampliato anch in Italia il conctto di pubblicità ingannvol; il Codic dl Consumo dfinisc ora scorrtta la pratica commrcial ch è «contraria alla dilignza profssional, d è falsa o idona a falsar in misura apprzzabil il comportamnto conomico, in rlazion al prodotto, dl consumator mdio ch ssa raggiung o al qual è dirtta o dl mmbro mdio di un gruppo qualora la pratica commrcial sia dirtta a un dtrminato gruppo di consumatori». 3 L attual normativa distingu, poi, du tipologi di pratich commrciali scorrtt. Da un lato, vi sono l pratich ingannvoli, ch possono consistr in azioni ingannvoli o omissioni ingannvoli. Azioni od omissioni sono considrat ingannvoli nlla misura in cui inducono in rror il consumator mdio, facndogli assumr dcisioni ch altrimnti non avrbb prso. Dall altro lato, vi sono l pratich aggrssiv, ints com qull ch inducono il consumator mdio ad assumr dcisioni di natura commrcial ch divrsamnt non avrbb prso mdiant molsti, corcizioni o altr form di indbito condizionamnto. Il Codic dl Consumo, inoltr, individua spcificamnt 1 L articolo è part dl progtto Chck-up diritti finanziato dal ministro dllo Sviluppo conomico. 2 Dcrti Lgislativi 2 agosto 2007, nn , ntrambi in rcpimnto dlla Dirttiva 2005/29/C rlativa all pratich commrciali slali tra imprs Marco Pirani Altroconsumo Associazion Indipndnt di Consumatori consumatori nl mrcato intrno. 3 Così l art 20, comma 2, Dcrto Lgislativo 6 sttmbr 2005, n Codic dl Consumo. L intra disciplina dll pratich commrciali scorrtt è ora ricomprsa agli artt quatr dl Codic dl Consumo. Consumatori, DirittiMrcato numro 1/2012 Diritti Mrcato Argomnti 125

2 du list nr, ovvro una sri di pratich ingannvoli o aggrssiv 4 ch sono considrat tali di pr sé, snza il bisogno cioè ch si dbba dimostrar la loro idonità a falsar l sclt dl consumator. L important ruolo dll Antitrust in chiav di public nforcmnt a tutla di consumatori Chiunqu può sgnalar snza particolari formalità o la ncssaria assistnza di un avvocato una pratica commrcial scorrtta o una pubblicità ingannvol all Autorità garant dlla concorrnza dl mrcato (di sguito l Antitrust) ch, ricvuta la sgnalazion, avvia un procdimnto o, s dl caso, lo fa d ufficio. Alla conclusion dl procdimnto, ov sia stata accrtata la violazion dlla normativa in sam la sussistnza dlla pratica commrcial scorrtta, l Antitrust può inibirn la continuazion, disporr la pubblicazion di dichiarazioni rttificativ a sps dll imprsa rsponsabil irrogar una sanzion pcuniaria ch va da a 500mila uro. L Antitrust può anch rinunciar all accrtamnto dll infrazion s l imprsa si impgna a liminar i profili di illgittimità rilvati nlla pratica commrcial. S la pratica riguarda prodotti pricolosi o può minacciar, anch indirttamnt, la sicurzza di bambini o adolscnti la sanzion minima è di 50mila uro. Il consuto rsoconto annual dll attività svolta dall Antitrust pr quanto concrn qusta spcifica comptnza fornisc lmnti intrssanti pr valutarn l ffttivo impatto sulla tutla di consumatori. Nl 2011 sono stati chiusi dall Antitrust 168 procdimnti pr pratich commrciali scorrtt, in 35 casi è stato utilizzato lo strumnto dgli impgni, quindi, l istruttori hanno dato luogo a misur pro-consumator adottat dall imprs coinvolt, mntr in 133 casi si è arrivati alla sanzion, pr un valor complssivo di oltr 12 milioni di uro. Al di là dll ntità dll sanzioni, sull quali chi scriv è al contrario abbastanza critico, ciò ch colpisc è com gli intrvnti spazino a 360 gradi su tutti gli ambiti di consumo: dal mancato riconoscimnto dlla garanzia a carico dl vnditor, agli inganni oprati in rt, dalla scarsa trasparnza di contratti nl libro mrcato dll nrgia ai tachimtri taroccati, fino all fint univrsità. La crscnt attnzion ddicata dall Antitrust all pratich commrciali scorrtt ha fatto ritnr rcntmnt ad avvduti commntatori anch sull pagin di qusta rivista, non snza qualch proccupazion, ch l obittivo dlla tutla dl consumator stia addirittura prvalndo su qullo dlla tutla dlla concorrnza. 5 Com avrmo mglio modo di rilvar in sguito, si ha tuttavia la prcisa imprssion ch l Antitrust tnda smpr mno a ddicar attnzion a L du list nr sono lncat rispttivamnt agli artt pratich commrciali considrat in ogni caso ingannvoli pratich commrciali considrat in ogni caso aggrssiv - dl Codic dl Consumo. 5 Lggi in tal snso F. Silva, S. Di Nola Agcm, Autorità garant di consumatori dl mrcato? in Consumatori, Diritti Mrcato 3/2010. Consumatori, DirittiMrcato numro 1/2012 Diritti Mrcato Argomnti

3 qustioni bagatllari pr concntrar, invc, l applicazion dlla disciplina dll pratich commrciali scorrtt su iniquità sostanziali storich di alcuni rapporti di consumo o su nuov fattispci nondimno rilvanti pricolos pr un corrtto sviluppo di mrcati mrgnti. In particolar, pr quanto concrn i sttori nrgia, industria, informatica commrcio, i principali filoni di intrvnto hanno riguardato l attivazioni non richist di fornitura di lttricità gas, fnomno lgato alla libralizzazion all aprtura dl mrcato dll nrgia. Altrttanto diffusi colpiti dall Antitrust i comportamnti ingannvoli mssi in atto in rt da soggtti ch molto spsso risultano avr l loro sdi in Pasi xtrauropi ch diffondono l loro pratich scorrtt, com il pagamnto di srvizi non richisti, attravrso appositi siti wb, moltiplicando così la loro capacità offnsiva. Lo strumnto dll pratich commrciali scorrtt si è rivlato prò util anch pr sanzionar comportamnti più tradizionalmnt scorrtti, com pr smpio qulli di vnditori di auto usat ch taroccavano i tachimtri pr far apparir più nuov l vttur propost, o qulli di ngozi ch, in occasion di saldi, avvano alzato il przzo di rifrimnto pr far apparir lo sconto particolarmnt convnint. Nl sttor agroalimntar grand distribuzion, oltr all solit crm dimagranti o i prodotti ch promttono la ricrscita di caplli, l Antitrust ha orintato la propria attività anch a garantir un informazion corrtta sull indicazioni salutistich nutrizionali utilizzat nlla prsntazion di prodotti, pr vitar, pr smpio, ch consumatori con il colstrolo alto si facciano attrarr da dicitur com snza colstrolo. Par dgno di nota, inoltr, ricordar com grazi all istruttori avviat dll Antitrust l principali socità ch forniscono un srvizio di consrvazion dl sangu cordonal ch si svolg prsso laboratori stri tramit l intrmdiazion di agnti o filiali italian hanno modificato l loro pubblicità rndndol più adrnti all vidnz scintifich più accrditat. Infin, pr quanto riguarda la grand distribuzion organizzata, la disciplina dll partich commrciali scorrtt si è rivlato strumnto util all Antitrust pr imporr il risptto dlla garanzia lgal di conformità a carico dl vnditor, con una sri di istruttori conclus con l accttazion di impgni, fino alla maxi multa comminata ad Appl a fin anno, di cui si dirà più ampiamnt in sguito. Nl sttor Srvizi, viaggi turismo risultano dgn di nota l sanzioni comminat ad agnzi di viaggio onlin ch fornivano informazioni poco trasparnti, con tariff ch, inizialmnt propost com particolarmnt vantaggios, nlla fas final dl procsso di prnotazion risultavano molto più alt di quanto promsso, ma anch l sanzioni pr la pratica diffusissima, in quanto mssa in atto dall principali compagni ar nazionali d str, tradizionali low cost, consistnt nllo scorporo dal przzo di biglitti ari promossi sull hom pag o nl sistma di prnotazion onlin, di una voc di costo connssa alla sclta dl mzzo di pagamnto pr acquistar il biglitto. Nl sttor dll Comunicazioni anch qust anno la mancata attivazion di srvizi tlfonici o l attivazion di srvizi non richisti è stata di nuovo og- Consumatori, numro 1/2012 Diritti Argomnti DirittiMrcato Mrcato 127

4 gtto di sanzioni, così com, in particolar nlla tlfonia mobil, la promozion di tariff subordinat a condizioni particolari a vincoli fuori dalla possibilità di controllo da part dgli utnti la prospttazion ambigua fuorviant dlla vlocità di navigazion Intrnt in mobilità. Nl sttor Tv, l Antitrust ha multato mittnti minori pr i soliti finti quiz tlvisivi, ch nascondvano in raltà abbonamnti a suonri partcipazioni a pagamnto a giochi a prmi, ma anch Rai Mdiast pr l informazioni fornit durant il tlvoto la mancata prdisposizion di strumnti in grado di prvnir potnziali altrazioni dl sistma. In mrito ai srvizi finanziari, infin, di rilivo la sanzion pr l ingannvolzza dll comunicazioni inviat alla clintla rlativ all propost di modifica unilatral di contratti di mutuo a tasso variabil di qull rlativ ai tassi di intrss applicati ai conti corrnti di nuova aprtura. Pr quanto concrn l assicurazioni, l Antitrust ha condannato, invc, la pratica di alcuni agnti ch inviavano ai propri clinti sollciti di pagamnto non dovuti prché rlativi a polizz assicurativ già corrttamnt disdttat. Oggtto di istruttoria anch i comportamnti finalizzati ad attnuar, s non ad annullar, la possibilità pr il consumator di fruir dlla class di mrito dl guidator più virtuoso dl proprio nuclo familiar. Insomma, s nl 2006, quando ancora alla disciplina dll pratich commrciali scorrtt non ra stata data attuazion in Italia, a commnto dlla allora rcnt Dirttiva 2005/29/C si parlava, smpr sull pagin di qusta rivista, di «una sorta di tsto unico sulla buona fd i vizi dlla volontà in sd di stipulazion di contratti di consumo», in mrito al conctto di consumator mdio in ssa dfinito addirittura di «patr familias dl trzo millnnio», 6 ora, alla luc dlla promttnt prima implmntazion avvnuta nl nostro Pas, grazi in particolar all Antitrust, par possibil affrmar ch non ci si ra sbagliati di molto. Du casi vincnti di Altroconsumo: un succo di frutta piramidal il vizitto di Appl sulla garanzia di conformità binnal Con la modifica dlla normativa si sono intnsificati anch i ricorsi in matria di pubblicità ingannvol pratich commrciali scorrtt inviati da Altroconsumo all Antitrust. Dal 2007 a oggi sono stati oltr 130: in circa la mtà di casi l Antitrust ha ritnuto opportuno avviar i rlativi procdimnti nlla maggior part di qusti sono già stat applicat sanzioni. Durant il 2011, oltr all continu sgnalazioni di nostri soci ai risultati dll nostr indagini, ultriori fonti di ispirazion pr i nostri ricorsi sono scaturit da un ossrvatorio onlin dal numro vrd appositamnt istituiti nll ambito dl progtto Chck-up diritti A. Valscchi, La Dirttiva 2005/29/C sull pratich commrciali slali, ovvro dl patr familias dl trzo millnnio di vizi dl consnso ni contratti di consumo in Consumatori, Mrcato 2/2006. Consumatori, DirittiMrcato numro 1/2012 Diritti Mrcato Argomnti

5 Tra i molti casi ch abbiamo sguito da vicino nl 2011 par opportuno ricordar, in particolar, i sgunti du. Succo di frutta al mangostano Xango Nl sttmbr 2010, dopo avr ricvuto divrs sgnalazioni inrnti l offrta di qusto prodotto prsntato com il toccasana pr prvnir curar patologi cardiach, diabt, cancro, malatti dlla pll, morbo di Parkinson Alzhimr, Altroconsumo avva inviato un ricorso all Antitrust. La dnuncia vrtva sulla pubblicità ingannvol dl mssaggio sulla struttura piramidal di vndita. In rt rano, infatti, prsnti una moltplicità di piccoli rivnditori ch rano anch consumatori. I mccanismi di vndita rano particolari: il clint invitato a iscrivrsi sul sito dl mdiator rgistrandosi divntava a sua volta vnditor dovva così pagar una quota pr l adsion pr un kit d ingrsso. Avviato il procdimnto istruttorio prsa, nl dicmbr 2010, ai snsi dll art. 27 comma 3 dl Codic dl Consumo, una prima dcision cautlar sospnsiva, con il provvdimnto dfinitivo dll april l Antitrust comminava una sanzion di 250mila uro alla socità Xango Italy S.r.l., ch commrcializza in Italia il succo di mangostano, ritnndo la pratica commrcial scorrtta in quanto, da un lato, idona a gnrar confusion sulla ral natura, composizion proprità dlla bvanda pubblicizzata (dlla qual vngono vantat insistnti proprità salutistich), dall altro, ch il complsso sistma di commrcializzazion vndita dl succo Xango si connota com a carattr piramidal, in quanto tal, ingannvol. Qusto scondo asptto, al qual è ddicata buona part dlla corposa dcision dll Antitrust, ha una portata storica in quanto, nl dar concrta applicazion all splicita prvision dlla lista nra dll pratich ingannvoli di cui all art. 23 comma 1 ltt. p) Codic dl Consumo 8 dfinisc pr la prima volta nl dttaglio quali siano l diffrnz ssnziali ch passano tra un attività lcita di vndita multilivllo una struttura illcitamnt piramidal. Mntr una socità ch opra attravrso form di vndita dirtta multilivllo rtribuisc i propri agnti o vnditori riconoscndo loro dll provvigioni rapportat al valor o alla quantità di bni o srvizi vnduti dirttamnt o pr il tramit di altri soggtti ch si è riusciti a includr nlla struttura di vndita, in una forma di vndita con carattristich piramidali il bn oggtto di vndita passa in scondo piano, rapprsntando smplicmnt il prtsto l occasion pr rclutar altri consumatori ch facciano ingrsso all intrno dlla piramid, alimntando il sistma. Pr qusto ogni nuovo vnditor, non appna avuto 7 Provvdimnto n dl 2011 pubblicato nl Bollttino Agcm n. 17/2011 dl 16/05/ L art. 23 comma 1 ltt. p) Codic dl Consumo, rcita com sgu «avviar, gstir o promuovr un sistma di promozion a carattr piramidal nl qual il consumator fornisc un contributo in cambio dlla possibilità di ricvr un corrispttivo drivant principalmnt dall ntrata di altri consumatori nl sistma piuttosto ch dalla vndita o dal consumo di prodotti». Consumatori, DirittiMrcato numro 1/2012 Diritti Mrcato Argomnti 129

6 accsso alla struttura piramidal, ha com obittivo primario la ricrca di altri vnditori - ai quali far pagar il diritto d accsso alla catna o comunqu la prmannza nlla stssa - i quali a loro volta n crchranno altri così via. Ciò spiga anch prché, nlla maggior part di casi, il valor conomico, l carattristich o l funzioni dl prodotto commrcializzato nll vndit piramidali risultano irrilvanti o, al più, scondari ai fini dllo svolgimnto dll attività dll incaricato. Succssivamnt, dopo ch un ricorso al Tar dlla socità Xango, con il qual si chidva la sospnsiva dl provvdimnto Antitrust, ra stato rigttato, la stssa Antitrust nl dicmbr 2011 comminava una nuova sanzion alla Xango 9 pr inottmpranza al prcdnt provvdimnto ritrazion dlla pratica commrcial scorrtta smpr rlativa al succo al mangostano. Solo da ultimo, smpr scondo l Antitrust, modificando sostanzialmnt il piano di compnsazion pr gli adrnti, Xango avrbb compltamnt liminato gli asptti problmatici inrnti al sistma di vndita piramidal, assumndo carattristich più conson agli schmi di vndita dirtta multilivllo. Pr qusto motivo, l ultima sanzion ammonta a soli 50mila uro. Appl prodotti in garanzia Nl giugno 2011 Altroconsumo avva inviato un ricorso all Antitrust allgando 13 sgnalazioni di consumatori dall quali si vincva ch ni ngozi Appl gli addtti all vndit promuovono l acquisto di una garanzia commrcial Appl, omttndo di fornir ai consumatori informazioni sull sistnza dlla garanzia di conformità. Concrtamnt i commssi avvrtono il clint ch i prodotti vnduti sono coprti da una garanzia dlla durata di un solo anno propongono addirittura l acquisto di una garanzia commrcial pr stndr la coprtura pr ultriori 12 msi. Nssuna informazion vin, invc, fornita riguardo al diritto dl consumator alla garanzia binnal di conformità prvista dall art. 130 dl Codic dl Consumo. Altroconsumo dnunciava altrsì all Antitrust ch nll pagin ch illustrano l carattristich di prodotti sul sito di Appl si lgg ch «prodotti accssori sono coprti da una garanzia Hardwar limitata ai diftti di fabbricazion pr un anno dalla consgna» ch, sbbn sullo stsso sito, nlla szion dll condizioni gnrali di vndita, vnga indicato ch la garanzia convnzional si aggiung a qulla di lgg pr i consumatori, anch in tal szion si trascura di spcificar trmini contnuti dlla garanzia di conformità. A ogni modo, pr l modalità grafich con cui sono propost pr la collocazion all intrno dl sito, tali condizioni non sono affatto vidnti pr il consumator risultano inadguat a sanar l informazion gravmnt scorrtta ingannvol riportata con maggior Provvdimnto n dl 2012, pubblicato nl Bollttino Agcm n. 51/2011 dl 09/01/2012. Consumatori, DirittiMrcato numro 1/2012 Diritti Mrcato Argomnti

7 vidnza nll pagin ch illustrano l carattristich di prodotti. Infin, Altroconsumo rifriva ch, dall sgnalazioni ricvut, ra stato possibil riscontrar ch, in caso di richista di intrvnti succssivi ai primi 12 msi, i ngozi Appl ribadivano ch la garanzia è prvista solo pr il primo anno, prtndndo il pagamnto dlla prstazion. Il ricorso di Altroconsumo è stato rcpito dall Antitrust all intrno di una corposa istruttoria ddicata alla pculiar intrprtazion da part di Appl dlla normativa sulla garanzia lgal di conformità, all sito dlla qual, in data 21 dicmbr 2011, l Antitrust ha comminato sanzioni pr complssivi 900mila uro a tr socità dl gruppo Appl, 10 Appl Sals Intrnational, Appl Italia S.r.l. Appl Rtail Italia S.r.l. pr pratich commrciali scorrtt, omogn su ntrambi i canali di vndita - onlin ni ngozi a marchio Appl - ch hanno indotto pr lungo tmpo i consumatori a ritnr di non ssr tutlati in caso di diftti ch si manifstano succssivamnt al primo anno d acquisto di prodotti, spingndoli con l inganno ad acquistar un garanzia commrcial a pagamnto. L ntità dlla sanzion dovva, dunqu, ritnrsi commisurata alla gravissima violazion di cui si è rsa rsponsabil Appl risptto a una norma fondamntal pr la tutla di consumatori com qulla sulla garanzia binnal. Qual sanzion accssoria, l Antitrust ha disposto praltro ch Appl pubblicass ntro 30 giorni sul proprio sito wb un stratto dlla dlibra con la qual ra stata sanzionata ch, ntro 90 giorni adguass la confzion di vndita dlla garanzia commrcial ApplCar Protction Plan, mdiant l inclusion dll indicazion, vidnziata, ch «ni primi 24 msi dalla data di acquisto dl prodotto il consumator ha comunqu il diritto alla garanzia dl vnditor ch prvd tra l altro la riparazion gratuita o la sostituzion dl prodotto non conform al contratto (Art. 130 dl Codic dl Consumo)». Mntr si sta scrivndo qusto articolo, Appl ha pubblicato sul proprio sito il suddtto stratto dlla dcision Antitrust, mntr non smbra ancora avr modificato i suoi comportamnti ingannvoli lsivi dlla disciplina sulla garanzia di conformità. Conclusioni La disciplina dll pratich commrciali scorrtt, ancora molto giovan, ha già dimostrato di potr dar ottimi risultati sia pr quanto riguarda un più pino nforcmnt di diritti di consumatori sia pr quanto riguarda la riduzion di vr propri distorsioni di mrcato da tmpo invtrat ni sttori tradizionali di consumo ora tracimanti anch in qulli mrgnti. L Antitrust ha, in tal snso, saputo valorizzar con coraggio dtrminazion sin dalla sua prima implmntazion in Italia gli asptti innovativi insiti in qusta normativa ch, val la 10 Provvdimnto n dl 2012, pubblicato nl Bollttino Agcm n. 51/2011 dl 09/01/2012. Consumatori, DirittiMrcato numro 1/2012 Diritti Mrcato Argomnti 131

8 pna ricordarlo (com la maggior part dll norm a tutla dl consumator dl mrcato) anch in qusto caso driva da una dirttiva comunitaria. Dall analisi dll dcisioni Antitrust in matria di pratich commrciali scorrtt par, infatti, potrsi lggr una chiara volontà di intrprtar la protzion di consumatori non più tanto o solo nl snso statico di tutla dl soggtto insorabilmnt dbol ma, in una chiav più modrna dinamica, ch guarda al riconoscimnto di suoi diritti com lva di promozion di un mrcato più fficint, innovativo sostnibil. Insomma, s mi è concssa una piccola licnza, con il bnficio dl dolus bonus, possiamo finalmnt salutar il passaggio dalla tutla dgli utonti al pino riconoscimnto di diritti di consumatori quali soggtti attivi dtrminanti dl mrcato. È vidnt ch imporr una modifica struttural a un complsso sistma di vndita piramidal, com nl caso dl mangostano dlla multinazional Xango o, addirittura, attaccar con dcision una pratica altrttanto struttural, lsiva dlla garanzia di conformità, com qulla di un colosso qual Appl (ntramb fattispci prptrat con frontal disprzzo dlla normativa vignt in Italia) ha tutta un altra portata ch non occuparsi solo o prvalntmnt dll ingannvolzza di crm dimagranti o di prodotti ch promttono la ricrscita di caplli. Qusti du casi promttono di avr un rivrbro anch al di fuori di nostri confini nazionali, visto ch i comportamnti dll azind condannat sono adottati anch in altri Pasi, nl caso di Appl, sono sostanzialmnt omogni in tutto il trritorio dll Union uropa. Sono, dunqu, ancora innumrvoli l applicazioni dlla disciplina dll pratich commrciali scorrtt ch, con qusto approccio dll Antitrust, potranno dar risultati dgni di nota. Si pnsi, pr smpio, al c.d. nag factor, l fftto assillo ch minori inconsapvolmnt condizionati dalla pubblicità oprano sui gnitori in modo ch qusti acquistino il prodotto riptutamnt rclamizzato. Ebbn, in raltà, qusta tcnica di manipolazion è chiaramnt illcita in Italia, in quanto ricomprsa nlla lista nra dll pratich commrciali in ogni caso aggrssiv quindi vitat, ai snsi dll articolo 26 comma 1 lttra ) dl Codic dl Consumo. 11 È prò un dato di fatto ch i diritti ch ci riconosc la lgg com consumatori cittadini rimangano purtroppo sulla carta s non li rivndichiamo quotidianamnt non c li andiamo a prndr con dtrminazion; in qusto l Antitrust potrà sicuramnt continuar a ssr di grand aiuto avvicinando il diritto vivnt al diritto vignt. Tuttavia una cosa è crta: il solo public nforcmnt dll Antitrust non può bastar. Da un lato c è il problma dll sanzioni ch al massimo possono raggiungr 500mila uro, ch, quindi, in alcuni casi possono tranquillamnt ssr mss a budgt da grandi imprs ch guadagnranno ampiamnt di più dal comportamnto lsivo sbbn sanzionato mntr, d altra part, posso Così rcita l articolo 26 comma 1 lttra ) dl Codic dl Consumo: «Salvo quanto prvisto dal Dcrto Lgislativo 31 luglio 2005, n. 177, succssiv modificazioni, includr in un mssaggio pubblicitario un sortazion dirtta ai bambini affinché acquistino o convincano i gnitori o altri adulti ad acquistar loro i prodotti rclamizzati». Consumatori, DirittiMrcato numro 1/2012 Diritti Mrcato Argomnti

9 no rapprsntar un impatto sorbitant pr una piccola imprsa. Il lgislator dovrbb, quindi, prndr atto di tal discrasia rivdr al più prsto la norma dll art. 27 Codic dl Consumo sull misur sanzionatori applicabili dall Antitrust, innalzando considrvolmnt la portata dlla sanzion massima, ma paramtrando, d altra part, tutt l sanzioni al fatturato dll azind condannat. Qusto favorirbb snz altro l fftto dtrrnt. Ma il tma di più strma attualità di cui dovrbb occuparsi il lgislator pr non disprdr il valor crato dall Antitrust con l su dcisioni, anch soprattutto nll ottica di introdurr maggior fficinza nl mrcato è, in raltà, un altro: a fianco dl public nforcmnt occorr crar l condizioni pr un più solido strumnto di privat nforcmnt. Solo in qusto modo, la disciplina dll pratich commrciali scorrtt sapintmnt applicata, com è stato fino a ora, dall Antitrust potrbb dar risultati più ficcanti non solo in trmini di tutla di consumatori. Molto spsso mi snto muovr la sgunt contstazion: «Ok, a sguito dl vostro ricorso all Antitrust pr pratich commrciali scorrtt l oprator x o y è stato sanzionato, bravi! Ma il consumator final cosa ci guadagna in concrto? Qualcuno gli dà di soldi inditro?». Ebbn, da un paio di anni sist uno strumnto prcorribil in trmini di privat nforcmnt: è qullo dll class action, l articolo 140 bis dl Codic Consumo, al comma 2, lttra c) prvd, infatti, ch possa ssr utilizzato anch pr l pratich commrciali scorrtt. Pccato ch la disciplina dll class action prsnti in gnral molti asptti ch n inficiano l potnzialità ch, in particolar, pr una class action sulla cui matria dl contndr vi sia stato un pronunciamnto dll Antitrust il Tribunal adito dai consumatori dannggiati possa sospndr il giudizio di ammissibilità in attsa dlla dcision dl Tar dinanzi al qual l azinda sanzionata può impugnar, vntualmnt anch a scopo dilatorio, la dcision Antitrust. Ad avviso di chi scriv sarbb auspicabil modificar l articolo 140 bis, comma 6 dl Codic dl Consumo, pr far in modo ch una dcision dll Antitrust in matria di pratich commrciali scorrtt - ma anch in matria di concorrnza - possa ssr valorizzata dai consumatori in trmini risarcitori dirttamnt davanti al Tribunal civil, snza intoppi di sorta, soprattutto, snza ch sia lasciata a un Tribunal amministrativo la possibilità di potr dir sostanzialmnt l ultima parola in tma di diritti primari di consumatori, non avndon né la comptnza, né la snsibilità adguat In matria di privat nforcmnt nl dominio Antitrust vdi su qusta rivista Nicita, A., Consumatori, Antitrust risarcimnto dl danno. L prospttiv dl Libro Bianco C n. 2/2008 pagg. 48 ss. Sul fatto ch la class action possa divntar strumnto di tutla di consumatori ma anch dl mrcato vdi Crisigiovanni, L., Martinllo, P., Vrso una class action uropa n. 2/2008 pagg. 33 ss. Consumatori, DirittiMrcato numro 1/2012 Diritti Mrcato Argomnti 133

Parcheggi e altre rendite aeroportuali

Parcheggi e altre rendite aeroportuali Argomnti Parchggi altr rndit aroportuali Marco Ponti Elna Scopl La rgolamntazion dl sistma aroportual italiano fino al 2007 non ha vitato la formazion di rndit ingiustificat. In particolar l attività non-aviation,

Dettagli

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga Provvdimnto di Prdisposizion dl Programma Annual dll'srcizio finanziario 2014 Il Dsga Visto Il Rgolamnto crnnt l istruzioni gnrali sulla gstion amministrativotabil dll Istituzioni scolastich Dcrto 01 Fbbraio

Dettagli

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R.

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R. Attori in rt pr la mobilità di risultati dll apprndimnto Dirtta WEB, 6 dicmbr 2011 Progtto I CARE Progtto CO.L.O.R. Elmnti distintivi complmntarità Michla Vcchia Fondazion CEFASS gli obittivi Facilitar

Dettagli

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE UNA NUOVA VIVIBILITA PER IL CENTRO DI NONANTOLA PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA ESITO DELLE VOTAZIONI RACCOLTE DURANTE LE

Dettagli

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO 1. La struttura di rlazioni tra manifattura srvizi all imprs in un contsto uropo 11 1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO La quota di srvizi sul commrcio

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO Distrtto Scolastico N 53 Nocra Infrior (SA) SCUOLA MEDIA STATALE Frsa- Pascoli Vial Europa ~ 84015 NOCERA SUPERIORE (SA) Tl. 081 933111-081 931395- fax: 081 936230 C.F.: 94041550651 Cod: Mcc.: SAMM28800N

Dettagli

Esercizi sullo studio di funzione

Esercizi sullo studio di funzione Esrcizi sullo studio di funzion Prima part Pr potr dscrivr una curva, data la sua quazion cartsiana splicita f () occorr procdr scondo l ordin sgunt: 1) Dtrminar l insim di sistnza dlla f () ) Dtrminar

Dettagli

Poteri/ funzioni attribuiti dalla norma

Poteri/ funzioni attribuiti dalla norma Compiti funzioni attribuiti dalla tiva all nazional Lgg Art. 6, comma 5 Art. 6, comma 7, ltt.a Art. 6, comma 7, ltt.b Potri/ funzioni attribuiti dalla Vigilanza su tutti i contratti pubblici (lavori, srvizi

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 36 Riduzion durvol di valor dll attività Riduzion durvol di valor dll attività SOMMARIO Finalità 1 Ambito di applicazion

Dettagli

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE G. M. MONTANI CONVITTO ANNESSO AZIENDA AGRARIA 63900 FERMO Via Montani n. 7 - Tl. 0734-622632 Fax 0734-622912 www.istitutomontani.it -mail aptf010002@istruzion.it Coc

Dettagli

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti L politich pr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti Politich pr ottnr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti (BP = + MK = 0) nl lungo priodo BP 0 non è sostnibil prchè In cambi fissi S BP0 si sauriscono

Dettagli

CORSO. FIM Via. associazione geometri liberi professionisti. della provincia di Modena. Sede. Costi. Colleg. 2 Pia. rispettivi tecnica.

CORSO. FIM Via. associazione geometri liberi professionisti. della provincia di Modena. Sede. Costi. Colleg. 2 Pia. rispettivi tecnica. CORSO MASTER associazion gomtri libri profssionisti dlla provincia Modna novmbr, cmbr 2014 gnnaio, fbbraio PERCORSO FORMATIVO DI 48 ORE Sd Il corsoo è organizzato prsso la sala convgni dl Collg io Gomm

Dettagli

- Radioattività - - 1 - 1 Ci = 3,7 1010 dis / s. ln 2 T 2T = e ln 2 2 = e 2ln 2 = 1 4

- Radioattività - - 1 - 1 Ci = 3,7 1010 dis / s. ln 2 T 2T = e ln 2 2 = e 2ln 2 = 1 4 Radioattività - Radioattività - - - Un prparato radioattivo ha un attività A 0 48 04 dis / s. A quanti μci (microcuri) si riduc l attività dl prparato dopo du tmpi di dimzzamnto? Sapndo ch: ch un microcuri

Dettagli

Guida allʼesecuzione di prove con risultati qualitativi

Guida allʼesecuzione di prove con risultati qualitativi TitoloTitl Guida allʼscuzion di prov con risultati qualitativi Guid to prform tsts with qualitativ rsults SiglaRfrnc DT-07-DLDS RvisionRvision 00 DataDat 0602203 Rdazion pprovazion utorizzazion allʼmission

Dettagli

IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI

IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI D.Lgs. 192/2005 + D.Lgs. 311/2006 Vincnzo Corrado, Matto Srraino Dipartimnto di Enrgtica Politcnico Di Torino un progtto di:

Dettagli

Art. 1. - Campo di applicazione e definizioni Art. 2. - Classificazione di reazione al fuoco

Art. 1. - Campo di applicazione e definizioni Art. 2. - Classificazione di reazione al fuoco DM 10 marzo 2005 Classi di razion al fuoco pr i prodotti da costruzion da impigarsi nll opr pr l quali ' prscritto il rquisito dlla sicurzza in caso d'incndio. (GU n. 73 dl 30-3-2005) IL MINISTRO DELL'INTERNO

Dettagli

GUIDE ITALIA Un confronto sulle ultime tendenze a supporto della semplificazione e dell efficienza

GUIDE ITALIA Un confronto sulle ultime tendenze a supporto della semplificazione e dell efficienza GUIDE ITALIA Un confronto sull ultim tndnz a supporto dlla smplificazion dll fficza L voluzion dll architttur IT Sogi RELATORE: Francsco GERBINO 16 novmbr 2010 Agnda Prsntazion dlla Socità Architttur IT

Dettagli

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino:

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino: Prof. Emnul ANDRISANI Studio di funzion Funzioni rzionli intr n n o... n n Crttristich: sono funzioni continu drivbili in tutto il cmpo rl D R quindi non sistono sintoti vrticli D R quindi non sistono

Dettagli

2.1 Proprietà fondamentali dei numeri reali. 1. Elenchiamo separatamente le proprietà dell addizione, moltiplicazione e relazione d ordine.

2.1 Proprietà fondamentali dei numeri reali. 1. Elenchiamo separatamente le proprietà dell addizione, moltiplicazione e relazione d ordine. Capitolo 2 Numri rali In qusto capitolo ci occuprmo dll insim di numri rali ch indichrmo con il simbolo R: lfunzionidfinitsutaliinsimiavaloriralisonol oggttodistudiodll analisi matmatica in una variabil.

Dettagli

Il presente Regolamento Particolare di Gara. è stato approvato in data con numero di approvazione RM / CR /2015.

Il presente Regolamento Particolare di Gara. è stato approvato in data con numero di approvazione RM / CR /2015. Vrsion 5 3 Agosto Valità 2015 la Manifstazion : Campionato Italiano Rally Assoluto Campionato Italiano Rally Junior Campionato Italiano Rally Costruttori Coppa ACI-SPORT Rally CIR Equipaggi Inpndnti Coppa

Dettagli

Lo strato limite PARTE 11. Indice

Lo strato limite PARTE 11. Indice PARTE 11 a11-stralim-rv1.doc Rl. /5/1 Lo strato limit Indic 1. Drivazion dll qazioni indfinit di Prandtl pr lo strato limit sottil pag. 3. Intgrazion nmrica dll qazioni indfinit di Prandtl. 11 3. Lo strato

Dettagli

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori T13 Oneri per Indennita e Compensi Accessori Qualifiche per le Voci di Spesa di Tipo I IND. IND RZ. INDNNITÀ VACANZA STRUTT. ART. 42, D MARIA PROFSSION CONTRATTU COMP. SCLUSIVITA POSIZION POSIZION - RISULTATO

Dettagli

L ELLISSOIDE TERRESTRE

L ELLISSOIDE TERRESTRE L ELLISSOIDE TERRESTRE Fin dll scond mtà dl XVII scolo (su propost di Nwton) l suprfici più dtt ssr ssunt com suprfici di rifrimnto pr l Trr è stt individut in un ELLISSOIDE DI ROTAZIONE. E l suprfici

Dettagli

LA TRASFORMATA DI LAPLACE

LA TRASFORMATA DI LAPLACE LA RASFORMAA DI LAPLACE Pr dcrivr l voluzion di un itma in rgim tranitorio, oia durant il paaggio dll ucit da un rgim tazionario ad un altro, è ncario ricorrr ad un modllo più gnral riptto al modllo tatico,

Dettagli

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010 Corso di ordinmnto - Sssion suppltiv -.s. 9- PROBLEMA ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO SESSIONE SUPPLETIA Tm di: MATEMATICA. s. 9- Dt un circonrnz di cntro O rggio unitrio, si prndno

Dettagli

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori T13 Oneri per Indennita e Compensi Accessori Qualifiche per le Voci di Spesa di Tipo I IND. IND RZ. INDNNITÀ VACANZA STRUTT. ART. 42, D MARIA PROFSSION CONTRATTU COMP. SCLUSIVITA POSIZION POSIZION - RISULTATO

Dettagli

SOMMARIO. I Motori in Corrente Continua

SOMMARIO. I Motori in Corrente Continua SOMMARIO Gralità sull Macchi i Corrt Cotiua...2 quazio dlla forza lttromotric...2 Circuito quivalt...2 Carattristica di ccitazio...3 quazio dlla vlocità...3 quazio dlla Coppia rsa all'albro motor:...3

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BUSINESS PROCESS MODELING NOTATION (BPMN) 1

INTRODUZIONE ALLA BUSINESS PROCESS MODELING NOTATION (BPMN) 1 ITRODUZIOE ALLA BUSIESS PROCESS MODELIG OTATIO (BPM) 1 1. Prsntazin La ntazin BPM (http://www.bpn.rg) è sviluppata dalla Businss Prcss Managnt Initiativ dall Objct Managnt Grup (http://www.g.rg), assciazini

Dettagli

COMUNICAZIONE INTERNA, SISTEMA INFORMATIVO, CONSIGLIO COMUNALE, SPORTELLO DEL CITTADINO

COMUNICAZIONE INTERNA, SISTEMA INFORMATIVO, CONSIGLIO COMUNALE, SPORTELLO DEL CITTADINO Nm prcmnt Dscrizin Fasi (dscrizin sinttica da input ad utput) Nrm rifrimnt rspnsabil istruttria Rspnsabil prcmnt mcgmmatricla richista infrmazini prcmnt incar tlf, fax pc inrizz Trmin cnclusi n prcm nt

Dettagli

Alberi di copertura minimi

Alberi di copertura minimi Albr d coprtur mnm Sommro Albr d coprtur mnm pr grf pst Algortmo d Kruskl Algortmo d Prm Albro d coprtur mnmo Un problm d notvol mportnz consst nl dtrmnr com ntrconnttr fr d loro dvrs lmnt mnmzzndo crt

Dettagli

( D) =,,,,, (11.1) = (11.3)

( D) =,,,,, (11.1) = (11.3) G. Ptrucci Lzioni di Cotruzion di Macchin. CRITERI DI RESISTENZA La vrifica di ritnza ha o copo di tabiir o tato tniona d mnto truttura anaizzato è ta da provocarn i cdimnto into com rottura o nrvamnto.

Dettagli

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità.

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità. 0. Risrs uman cinvl nlla prima fas dl prg Cis cmunià. funzini n. n. r Oprari di Prg Prgazin, pianificazin dl prg O p r a ri d l p r g prari di bas prari cnici cn qualifica prfssinal prari spcializzai Op.

Dettagli

LA NUOVA TUTELA DEI CONSUMATORI COSA CAMBIA DAL 14 GIUGNO 2014

LA NUOVA TUTELA DEI CONSUMATORI COSA CAMBIA DAL 14 GIUGNO 2014 LA NUOVA TUTELA DEI CONSUMATORI COSA CAMBIA DAL 14 GIUGNO 2014 Più tutele per i consumatori italiani ed europei: è l effetto della direttiva europea recepita dal decreto legislativo n.21 del 21 febbraio

Dettagli

IL TRIBUNALE DELLE IMPRESE. Dalle Sezioni Specializzate della proprietà p industriale e intellettuale alle Sezioni Specializzate dell Impresa.

IL TRIBUNALE DELLE IMPRESE. Dalle Sezioni Specializzate della proprietà p industriale e intellettuale alle Sezioni Specializzate dell Impresa. Milano, 16 aprile 2012 CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA UFFICIO DEI REFERENTI PER LA FORMAZIONE DECENTRATA DEL DISTRETTO DI MILANO LE RECENTI NOVITA' NORMATIVE E IL LORO IMPATTO SUL MONDO DELLA GIUSTIZIA:

Dettagli

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' '

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' ' LINGUAGGICREATIVITA ESPRESSIONE 3 4ANNI 5ANNI Mniplrmtrilidivritipin finlizzt. Fmilirizzrindivrtntcnil cmputr Ricnsclmntidl mnd/rtificilcglindn diffrnzprfrmmtrili Distingugliggttinturlidqulli rtificili.

Dettagli

JOHANN SEBASTIAN BACH Invenzioni a due voci

JOHANN SEBASTIAN BACH Invenzioni a due voci JOH EBTI BCH Invnzon a u voc BWV 772 7 cura Lug Catal trascrzon ttuata con UP htt//ckngmuscarchvorg/ c 200 Lug Catal (lucatal@ntrrt) Ths ag s ntntonally lt ut urchtg nltung Wormt nn Lbhabrn s Clavrs, bsonrs

Dettagli

Linee Guida per la Redazione del Bilancio Sociale delle Organizzazioni Non Profit. lo studio è stato realizzato in collaborazione con ALTIS

Linee Guida per la Redazione del Bilancio Sociale delle Organizzazioni Non Profit. lo studio è stato realizzato in collaborazione con ALTIS Linee Guida per la Redazione del Bilancio Sociale delle Organizzazioni Non Profit lo studio è stato realizzato in collaborazione con ALTIS 1 INDIC INDIC...2 PRFAZION...4 RINGRAZIAMNTI...6 PRSNTAZION...7

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Programma di Compliance Antitrust Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 19 febbraio 2015 Rev 0 del 19 febbraio

Dettagli

Struttura giuridica e sede del Tribunale

Struttura giuridica e sede del Tribunale Bundesgericht Tribunal fédéral Benvenuti! Visita del Tribunale federale Tribunale federale Tribunal federal Vista della facciata frontale, Tribunale federale Losanna Foto: Philippe Dudouit L organizzazione

Dettagli

Conservatorio di Musica Giuseppe Tartini Trieste NUCLEO DI VALUTAZIONE

Conservatorio di Musica Giuseppe Tartini Trieste NUCLEO DI VALUTAZIONE Cnsrvari Musica Giuspp Tartini Trist NUCLEO DI VALUTAZIONE RELAZIONE ANNUALE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE sull dll a.a.2010/11 (DPR 28/2/03 n.132, art.10 cmma 2 ltt. b) Nucl valutazin Waltr Grbin Prsidnt

Dettagli

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE COSA CAMBIA CON LA RIFORMA PREVISTA NEL D.LGS DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA 15/2009. L OBBLIGO DI AFFISSIONE DEL CODICE DISCIPLINARE La pubblicazione sul sito istituzionale

Dettagli

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE nno 213 Tipologia Istituzione U - UNIT' SNIT LCLI Istituzione 9565 - SL VNZI - MSTR 12 Contratto SSN - SRVIZI SNIT NZINL Fase/Stato Rilevazione: pprovazione/ttiva Data Creazione Stampa: 19/6/215 14:15:25

Dettagli

Cosa fanno gli altri?

Cosa fanno gli altri? Cosa fanno gli altri? Sig. Morgan Moras broker di riassicurazione INCENDIO (ANIA) Cosa fanno gli altri? rami assicurativi no copertura polizza incendio rischi nominali - rischio non nominato - esplosione,

Dettagli

chiarezza delle aspettative dell organizzazione verso l individuo e chiara esplicitazione all individuo di tali aspettative

chiarezza delle aspettative dell organizzazione verso l individuo e chiara esplicitazione all individuo di tali aspettative FORMA 3: Valutazione dei comportamenti organizzativi Nozioni di base 1. LA VALUAZION DLL COMPNZ INDIVIDUALI 1.1 L COMPNZ INDIVIDUALI In base ai recenti contributi di numerosi autori, possiamo intendere

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto Mini Guida Lotta alle frodi nella RC Auto Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LOTTA ALLE FRODI NELLA RC AUTO Le frodi rappresentano un problema grave per il settore della

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera (Legge sulla cittadinanza, LCit) 1 141.0 del 29 settembre 1952 (Stato 1 gennaio 2013) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera,

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL INFORMAZIONE E ALL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 8 in data 9/2/1995 Annullato

Dettagli

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte Corte Europea dei Diritti dell Uomo Domande e Risposte Domande e Risposte COS È LA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO? Queste domande e le relative risposte sono state preparate dalla cancelleria e non

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

ARMONIZZAZIONE DEI SISTEMI CONTABILI

ARMONIZZAZIONE DEI SISTEMI CONTABILI ARMONIZZAZION DI SISTMI CONTABILI D. Lgs. 118/2011 Maggio 2014 Le origini: il federalismo fiscale Legge 5/5/2009 n. 42 Delega al Governo in materia di FDRALISMO FISCAL in attuazione dell art. 119 della

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. Termini d uso aggiuntivi di Business Catalyst Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. L uso dei Servizi Business Catalyst è soggetto

Dettagli

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale La par condicio Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale Par condicio fonti normative Legge 515/93 (Disciplina delle campagne elettorali per l elezione alla Camera dei

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

DUAL RC professionale

DUAL RC professionale P.I. LINE - tailor made DUAL RC professionale Proposta di assicurazione per la Responsabilità Civile Professionale di Commercialisti, Tributaristi, Avvocati Consulenti del Lavoro, Società di Servizi (EDP)

Dettagli

Consiglio nazionale del notariato, Studio 98-2013/I; Codice civile, art. 2363; D.lgs. 17 gennaio 2003, n. 6 (Riforma societaria).

Consiglio nazionale del notariato, Studio 98-2013/I; Codice civile, art. 2363; D.lgs. 17 gennaio 2003, n. 6 (Riforma societaria). Luogo di convocazione dell assemblea nelle società di capitali della Dott.ssa Roberta De Pirro L ADEMPIMENTO Il Consiglio nazionale del notariato, nello Studio n. 98-2013/I ha fatto il punto sul luogo

Dettagli

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni di Pierluigi Rausei * La Sezione II, del Capo III (Disciplina

Dettagli

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB TITOLO I: IL CLUB DEI MIGLIORI NEGOZI DI OTTICA IN ITALIA. Il Club dei migliori negozi di ottica in Italia è costituito dall insieme delle imprese operanti nel campo del commercio dell ottica selezionate

Dettagli

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI Introduzione Le Societá tra Professionisti, introdotte dalla legge 183/2010, sono una delle novitá

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

Regolamento di disciplina alunne/i

Regolamento di disciplina alunne/i Regolamento di disciplina alunne/i Premessa: La scuola, quale luogo di crescita civile e culturale della persona, rappresenta, insieme alla famiglia, la risorsa più idonea ad arginare il rischio del dilagare

Dettagli

Quadro normativo: l impugnazione delle delibere sociali

Quadro normativo: l impugnazione delle delibere sociali Quadro normativo: l impugnazione delle delibere sociali Si è cercato il punto di equilibrio tra la tutela dei soci e la salvaguardia del buon funzionamento della società e della certezza dei rapporti societari

Dettagli

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163; Regolamento unico in materia di esercizio del potere sanzionatorio da parte dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui all art 8, comma 4, del D.Lgs. 12

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

Su gentile concessione di D&L - Rivista Critica di Diritto del Lavoro. Le riforme del contratto a termine: non solo Legge Fornero.

Su gentile concessione di D&L - Rivista Critica di Diritto del Lavoro. Le riforme del contratto a termine: non solo Legge Fornero. Le riforme del contratto a termine: non solo Legge Fornero Milano, 31/1/13 1. Premessa - 2. L art. 32 L. 183/10-3. La riforma Fornero - L art. 28 DL 179/12. 1. Premessa Il contratto a termine detiene un

Dettagli

Gabinetto dell On. le Ministro. Organismo Indipendente di Valutazione. Presidente del Consiglio Superiore dei LL.PP.

Gabinetto dell On. le Ministro. Organismo Indipendente di Valutazione. Presidente del Consiglio Superiore dei LL.PP. Dipartimento per le Infrastrutture, gli affari generali ed il personale Direzione generale del personale e degli affari generali Divisione 4 Ufficio Ispettivo e Disciplina Via Nomentana, 2 00161 Roma tel.06.4412.3285

Dettagli

Gestione crediti formativi Manuale di istruzioni per l utilizzo del sistema

Gestione crediti formativi Manuale di istruzioni per l utilizzo del sistema Guida pratica all utilizzo della gestione crediti formativi pag. 1 di 8 Gestione crediti formativi Manuale di istruzioni per l utilizzo del sistema Gentile avvocato, la presente guida è stata redatta per

Dettagli

Cosa rischiate quando utilizzate, comprate o vendete una macchina per costruzioni non conforme?

Cosa rischiate quando utilizzate, comprate o vendete una macchina per costruzioni non conforme? Cosa rischiate quando utilizzate, comprate o vendete una macchina per costruzioni non conforme? Introduzione Le macchine per costruzioni immesse sul mercato europeo devono rispettare le norme Ue e tutti

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

Corso di Fisica tecnica e ambientale a.a. 2011/2012 - Docente: Prof. Carlo Isetti

Corso di Fisica tecnica e ambientale a.a. 2011/2012 - Docente: Prof. Carlo Isetti Corso di Fisica tecnica e ambientale a.a. 0/0 - Docente: Prof. Carlo Isetti LAVORO D NRGIA 5. GNRALITÀ In questo capitolo si farà riferimento a concetto quali lavoro ed energia termini che hanno nella

Dettagli

I N D I C A Z I O N E D E L L E P R E S T A Z I O N I

I N D I C A Z I O N E D E L L E P R E S T A Z I O N I Srvizio Tnio i Bino Romgn S i Rimini Lvori: 11162_INTERVENTI DI MITIGAZIONE DEL DISSESTO E MESSA IN SICUREZZA DELLA STRADA PROVINCIALE SP. 84 VALPIANO MIRATOIO, IN LOCALITA CA GUIDI LA PETRA, IN COMUNE

Dettagli

DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04.

DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04. ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI FOGGIA DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04.2008) TITOLO

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

Divieto di commercializzazione dei sacchetti non biodegradabili e compostabili

Divieto di commercializzazione dei sacchetti non biodegradabili e compostabili Divieto di commercializzazione dei sacchetti non biodegradabili e compostabili Vademecum operativo Con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale della legge 11 agosto 2014, n. 116 che converte il Dl 91/2014,

Dettagli

SERVIZIO TUTELA DEL CONSUMATORE DIVISIONE PRODOTTI E PRATICHE DI VENDITA

SERVIZIO TUTELA DEL CONSUMATORE DIVISIONE PRODOTTI E PRATICHE DI VENDITA SERVIZIO TUTELA DEL CONSUMATORE DIVISIONE PRODOTTI E PRATICHE DI VENDITA Roma 9 marzo 2015 Prot. n. 45-15 001407 All.ti n. Alle Imprese di assicurazione con sede legale in Italia che esercitano la r.c.

Dettagli

Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia

Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia Michele Pellizzari, Gaetano Basso, Andrea Catania, Giovanna Labartino, Davide Malacrino e Paola Monti 1 Premessa Questo rapporto analizza il settore

Dettagli

Indice sommario. PARTE PRIMA Il contratto e le parti

Indice sommario. PARTE PRIMA Il contratto e le parti Indice sommario Presentazione (di PAOLOEFISIO CORRIAS) 1 PARTE PRIMA Il contratto e le parti Capitolo I (di CLAUDIA SOLLAI) 13 Le fonti del contratto di agenzia 1. La pluralità di fonti. Il codice civile

Dettagli

Tutti i nostri viaggi prevedono una copertura assicurativa inclusa nella Quota d Apertura Pratica,

Tutti i nostri viaggi prevedono una copertura assicurativa inclusa nella Quota d Apertura Pratica, ppur Tutti i nstri viggi prvdn un cprtur ssicurtiv clus nl Qut d Aprtur Prtic, grntit d Tutti i nstri viggi prvdn un cprtur ssicurtiv tiv utmticmnt clus nl Qut d iscriz, iz ssicurt t d In clbrz z cn 34

Dettagli

Spread. C è anche quello dei prezzi. Inchiesta

Spread. C è anche quello dei prezzi. Inchiesta Spread C è anche quello dei prezzi LA NOSTRA INCHIESTA Le grandi catene internazionali, da Zara a McDonald s, praticano prezzi diversi in Europa. I consumatori italiani tra i più penalizzati. Le grandi

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

RISOLUZIONE N. 211/E

RISOLUZIONE N. 211/E RISOLUZIONE N. 211/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma,11 agosto 2009 OGGETTO: Sanzioni amministrative per l utilizzo di lavoratori irregolari Principio del favor rei 1. Premessa Al fine

Dettagli

La normativa civilistica in tema di impugnativa di bilancio di s.p.a. e s.r.l.

La normativa civilistica in tema di impugnativa di bilancio di s.p.a. e s.r.l. Il bilancio delle società di capitali La sua impugnazione Firenze 15 giugno 2010 La normativa civilistica in tema di impugnativa di bilancio di s.p.a. e s.r.l. Francesco D Angelo (Università di Firenze)

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI INFORMATIVA N. 204 14 SETTEMBRE 2011 IVA LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI Artt. 7-ter, 7-quater e 7-sexies, DPR n. 633/72 Regolamento UE 15.3.2011, n. 282 Circolare Agenzia Entrate

Dettagli

F N dell'area edificata in settori a pericolosità geologica elevata individuata nella "Carta di Sintesi" 25 27 B LOCALITA'

F N dell'area edificata in settori a pericolosità geologica elevata individuata nella Carta di Sintesi 25 27 B LOCALITA' LOALITA' Aa NTRO STORIO I b γ Ab NTRO STORIO I Ac NTRO STORIO I a LASS I IONITA' URANISTIA IR. 7/LAP ascia fluviale ex PS PRSRIZIONI INTGRATIV RISPTTO Presenza di tratti stradali, convoglianti le acque

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

GUIDA di ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI e ALLA TRASPARENZA (Allegata al modulo di richiesta di accesso agli atti amministrativi)

GUIDA di ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI e ALLA TRASPARENZA (Allegata al modulo di richiesta di accesso agli atti amministrativi) GUIDA di ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI e ALLA TRASPARENZA (Allegata al modulo di richiesta di accesso agli atti amministrativi) Principali norme di riferimento 1) Legge n. 241/1990 - Nuove norme in

Dettagli

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il SCHEMA DI MANIFESTAZIONE D INTERESSE Spett.le COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE Ufficio Lavori Pubblici Piazza 28 ottobre 1918, n. 1 31025 Santa Lucia di Piave (TV) comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it.

Dettagli

Il Ministro della Pubblica Istruzione

Il Ministro della Pubblica Istruzione Prot. n. 30/dip./segr. Roma, 15 marzo 2007 Ai Direttori Generali Regionali Loro Sedi Ai Dirigenti degli Uffici scolastici provinciali Loro Sedi Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

Dettagli

NEUTROMED - TI DÀ UNA MANO

NEUTROMED - TI DÀ UNA MANO codice manifestazione: 14/011 REGOLAMENTO DEL CONCORSO A PREMI DENOMINATO: NEUTROMED - TI DÀ UNA MANO Promosso da HENKEL ITALIA S.p.A. Divisione Cosmetica Soggetto Promotore HENKEL ITALIA S.p.A. Divisione

Dettagli

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014.

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014. Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014 Editrice Comitato scientifico: Elisabetta BERTACCHINI (Professore

Dettagli

Domanda di Certificazione Fairtrade

Domanda di Certificazione Fairtrade Domanda di Certificazione Fairtrade Procedura operativa standard Valida dal: 17.09.2013 Distribuzione: pubblica Indice 1. Scopo... 4 2. Campo di applicazione... 4 2.1 Chi deve presentare domanda di certificazione

Dettagli