1 5 A P R I L E 2 0 A P R I L E N 1 5 / NOTIZIARIO SULLA ROMANIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1 5 A P R I L E 2 0 A P R I L E 2 0 1 2 N 1 5 / 2 0 1 2 NOTIZIARIO SULLA ROMANIA"

Transcript

1 1 5 A P R I L E 2 0 A P R I L E N 1 5 / NOTIZIARIO SULLA ROMANIA

2 CONTENUTI Politica Ponta non è d accordo con i trasferimenti all USL USL ha presentato la mozione di censura Ungureanu: favorevole alla mozione dei leader dell opposizione Diaconescu: team work romeno-americano per le procedure sui visti Diaconescu: Clinton pensa a una collaborazione con la Romania in Siria Ungureanu: Rosia Montana rimane una priorità nonostante le contestazioni Cristina Corut, nominata nuovo Prefetto di Bucarest Due deputati Liberaldemocratici hanno aderito al Partito Nazionale Liberale Gli Stati Uniti continuano il piano d installazione del sistema missilistico Aegis Ashore in Romania e Polonia Basescu ha promulgato la legge che riconosce la Serbia come paese candidato all Unione Europea Avviate le candidature per le elezioni locali Economia Riduzione del contrabbando di tabacco, ma la Romania perde 400 milioni di euro Profitti in crescita per CEZ Vendita: previsti 325 milioni di euro nel 2012 Da una ricerca di Raiffeisen, CEE ancora il nucleo di crescita dell Europa Riduzione dei casi d insolvenza nel primo trimestre del 2012 Deloitte: le società romene restano prudenti per l incertezza economica In grande crescita gli investimenti diretti esteri Possibile la privatizzazione delle Poste Romene fino al 2013 OMV chiede 92 milioni di lei alla Romania tramite la Corte Arbitrale Internazionale di Parigi La Commissione Europea: eccessive le restrizioni imposte alla Romania In crescita il ricorso al debito nel 2011 Importazioni di prodotti lattiero-caseari per 220 milioni di euro Fanno notizia i prezzi al Salone Immobiliare di Bucarest Finanza 400 milioni di fondi europei disponibili per investimenti in agricultura L ex ministro Puscas unico candidato per il CDA di Banca Transilvania La BNR eroga finanziamenti per miliardi di euro a quattro banche commerciali Romania: ingresso nell eurozona previsto per il 2015 Azioni Apple in Romania: 8 azioni comprate nel primo giorno 21 posto per la Romania nel ranking dei debiti sovrani La CE potrebbe rimborsare alla Romania 14 miliardi euro entro il 2013 Industria ACEA: in Romania immatricolazioni di autovetture in rialzo del 44,3% nel primo trimestre per quasi unità

3 ASLO: il mercato del leasing potrebbe registrare un aumento del 15-20% nel 2012 Il marchio romeno di moda Nissa compete con H&M e Zara e potrebbe arrivare alle Gallerie Lafayette a Parigi La catena di bricolage Dedeman ha intenzione di espandersi all'estero L autostrada Transilvania sarà pronta entro il 2026 Mega Image ha in progetto di aprire 150 nuovi negozi entro la fine del 2013 Roman Copper Corp arruola grandi nomi per la battaglia su Cupru Min Notiziario sulla Romania 3

4 Politica Ponta non è d accordo con i trasferimenti all USL Adevarul, 18 aprile Il presidente PSD Victor Ponta, ha dichiarato, durante l incontro dei gruppi parlamentari USL tenutosi presso Camera dei Deputati lo scorso 18 aprile, che il periodo dei cambi di casacca e del trasformismo che sta ormai da tempo dissanguando la maggioranza, deve finire. Ponta ha dichiarato che le nuove adesioni all USL sono state fatte dopo un accurata analisi con i partiti costituenti l Unione. Inoltre Ponta, nel pomeriggio, ha annunciato la presentazione della mozione di censura contro il Governo e ha chiesto ai parlamentari della maggioranza di salvare la loro dignità ed il loro onore votando a favore della mozione. USL ha presentato la mozione di censura Politicaromaneasca.ro, 17 aprile L Unione Social Liberale ha presentato al Parlamento la mozione di censura contro il Governo Ungureanu. Portavoce dell Unione è stato Mircea Dusa, il leader del gruppo parlamentare PSD alla Camera dei Deputati, il quale ha presentato la mozione, intitolata Fermate il Governo ricattabile. Così no, mai!, davanti agli Uffici Permanenti del Senato e della Camera dei Deputati. Mircea Dusa ha dichiarato che la mozione è stata firmata da 116 parlamentari, il numero minimo necessario. Essa conta 15 pagine ed è strutturata in 3 capitoli, in cui si espone il modo in cui il Governo gestisce le risorse del Paese, il modo in cui sono state concesse risorse finanziare ai sindaci USL e il problema dell Università di Medicina e Farmacia di Targu-Mures. L opposizione confida nell approvazione della mozione, visto che, conti alla mano, mancano solo 14 voti per raggiungere l obiettivo. Ungureanu: favorevole alla mozione dei leader dell opposizione Mediafax, 18 aprile Il Primo Ministro Mihai Razvan Ungureanu ha ricevuto con piacere la notizia della mozione di censura presentata dall opposizione davanti al Parlamento. Ungureanu ha dichiarato che è contento dell iniziativa dei leader dell opposizione perché in questo modo avrà la possibilità di rivolgersi anche a loro quando terrà il suo discorso in Parlamento. Diaconescu: team work romeno-americano per le procedure sui visti Mediafax, 18 aprile Il Ministro degli Affari Esteri Cristian Diaconescu, ha dichiarato, dopo un incontro con il Segretario di Stato americano Hillary Clinton a Bruxelles, che sarà creato un gruppo di lavoro a livello consolare per risolvere gli aspetti tecnici e procedurali riguardanti l eliminazione dei visti. I problemi maggiori sono la legislazione americana e il tasso ancora molto alto di rifiuto dei visti. Diaconescu: Clinton pensa a una collaborazione con la Romania nella Siria Mediafax, 18 aprile Il Ministro degli Affari Esteri Cristian Diaconescu, ha dichiarato che il Segretario di Stato americano Hillary Clinton, pensa a una collaborazione con la Romania in Siria, dato che la situazione sta diventando sempre più critica e gli strumenti di dialogo sono ridotti. Questa collaborazione dovrebbe essere volta verso questioni umanitarie o aspetti politici o diplomatici con lo scopo di trovare soluzioni pacifiche per la situazione di Siria. Ungureanu: Rosia Montana rimane una priorità nonostante le contestazioni Mediafax, 18 aprile Il progetto Rosia Montana rimane una priorità del Governo. Il Primo Ministro Ungureanu ha dichiarato di sostenere questo progetto perché crea nuovi posti di lavoro e ha aggiunto che la contestazione del progetto è di natura politica e non ecologica. A Rosia Montana, nel distretto di Alba, si trova il maggiore giacimento aurifero di Romania, che secondo le stime avrebbe circa 300 tonnellate d oro e tonnellate d argento. La società che si occuperà dello sfruttamento del giacimento è la RMGC, controllata dall azienda canadese Gabriel Ressources (l 80,46% del capitale sociale). Lo Stato detiene una partecipazione nella società del 19,31% attraverso l impresa Minvest Deva, controllata dal Ministero dell Economia. Notiziario sulla Romania 4

5 Cristina Corut, nominata nuovo Prefetto di Bucarest Nine O Clock, 18 aprile Il Governo ha nominato ieri il Viceprefetto Cristina Ecaterina Corut come Prefetto di Bucarest in seguito alle dimissioni di Cristian Atanasoaei. L ex Prefetto Atanasoaei si è dimesso per competere alle elezioni per il Settore 5 in qualità di candidato del Partito Liberaldemocratico. Il Governo aveva rinominato Cristina Corut come Viceprefetto nell ottobre del 2009, dopo che questa era stata rimossa dall incarico nel luglio A quel tempo, Cristina Corut era Segretario Generale presso il Segretariato di Stato per le Problematiche dei Rivoluzionari. Corut era stata nominata Viceprefetto per la prima volta nell aprile del 2006, dopo ha lavorato come Vicedirettrice Esecutiva per il Comune di Bucarest (aprile ). Da settembre 2005 a gennaio 2006 Cristina Corut è stata temporaneamente Vicesegretario Generale presso il Ministero dell Integrazione Europea. Ha inoltre lavorato presso il Comune di Bucarest fin dal 2001, quando l allora Sindaco Traian Basescu la scelse come consulente legale. Anche ieri, il Governo ha accettato le dimissioni di 10 Prefetti e 3 Viceprefetti che hanno deciso di competere alle prossime elezioni locali di giugno. Due deputati Liberaldemocratici hanno aderito al Partito Nazionale Liberale Nine O Clock, 18 aprile I deputati Gheorghe Hogea e Valentin Rusu (Distretto di Caras-Severin) hanno annunciato ieri in Parlamento che lasceranno il PDL per aderire al PNL. Rusu e Hogea non hanno rilasciato altre dichiarazioni. Alla fine di marzo, Sorin Frunzaverde, uno dei membri fondatori dei Partito Liberaldemocratico, ha lasciato il PDL ed è entrato nel PNL, poiché era pronto a correre per la carica di Presidente del Distretto di Caras- Severin come candidato dell USL. Inoltre, Sorin Frunzverde è stato eletto Vicepresidente del PNL lo scorso 7 aprile. L esempio di Frunzaverde è stato seguito da diversi sindaci di Caras-Severin e dal Senatore Iosif Secasan. Mircea Toader, leader dei parlamentari PDL, ha dichiarato il 2 aprile di non ha ricevuto nessuna lettera di dimissioni dai due deputati, aggiungendo di aver parlato con loro e di non aver ricevuto da questi ultimi alcuna risposta a riguardo. Il Presidente del PSD Victor Ponta ha dichiarato ieri, durante un incontro con i gruppi parlamentari organizzato dall USL presso la Camera dei Deputati, che il periodo dei trasferimenti dalla maggioranza all opposizione è ormai finito, sottolineando che, ai due deputati, è stata concessa l adesione all USL solo a seguito di una approfondita analisi. La speaker della Camera dei Deputati Roberta Anastase ha dichiarato ieri che i due deputati sono persone che godono della sua stima, ribadendo di essere spiacente della decisione presa da questi ultimi. Gli Stati Uniti continuano il piano d installazione del sistema missilistico Aegis Ashore in Romania e Polonia Mediafax, 19 aprile Il direttore dell Agenzia di Difesa Missilistica (MDA) del Pentagono, il tenente-generale Patrick O Reilly, ha affermato, durante un udienza al Senato, che l armata continua i piani d installazione del sistema missilistico Aegis Ashore in Romania e in Polonia. L MDA ha richiesto un budget di 7,75 miliardi dollari per il prossimo anno. Il sistema missilistico Aegis è nominato SM-3 Block IIA ed è sviluppato assieme al Governo giapponese. Questo sistema prevede l installazione d intercettori marittimi modificati per trasferire il sistema dall ambiente marino a quello terrestre. Così, il numero di militari sarà ridotto da 270 marinai su ciascuna delle navi Aegis a meno di 35 militari sulla terra ferma. Secondo il Pentagono, il sistema missilistico di Romania e Polonia sarà usato per combattere gli eventuali missili a raggio medio di azione lanciati dall Iran. O Reilly ha menzionato che i posti per l installazione del sistema sono stati fissati e sono stati conclusi accordi con i governi dei due Paesi. Gli intercettori di Romania dovranno essere pronti a funzionare nel 2015, mentre quelli di Polonia nel Basescu ha promulgato la legge che riconosce la Serbia come paese candidato all Unione Europea Politicaromaneasca.ro, 19 aprile Il Presidente Traian Basescu ha promulgato la Legge per la ratifica dell Accordo di stabilizzazione e associazione tra le Comunità Europee e i loro Stati membri e la Serbia, firmato a Lussemburgo il 29 aprile Il Senato aveva approvato, all inizio del mese, il progetto di ratifica dell Accordo, riconoscendo quindi alla Serbia lo status di Paese candidato all Unione Europea. Approvando la proposta del Notiziario sulla Romania 5

6 Presidente della Commissione per la Politica Estera Titus Corlatean, il Senato aveva deciso che la ratifica fosse accompagnata da una dichiarazione del Parlamento di Romania, come clausola di assicurazione riguardante la situazione dei cittadini serbi di origine romena. Avviate le candidature per le elezioni locali Hotnews, 20 aprile L Ufficio Elettorale Municipale di Bucarest riceve, dal 20 aprile, le candidature per le posizioni di sindaco generale e consiglieri municipali per le elezioni locali del 10 giugno. Le candidature per i posti di Sindaco di Settore e Consigliere locale devono essere presentate presso le sedi degli uffici elettorali di circoscrizione del settore. Le candidature possono essere presentate entro il I maggio. I seggi elettorali sono stati organizzati e numerati in base ai sei settori della Capitale: Settore seggi (1-161), Settore 2 (200 seggi ( ), Settore seggi ( ), Settore seggi ( ), Settore seggi ( ) e Settore seggi ( ). Economia Riduzione del contrabbando di tabacco, ma la Romania perde 400 milioni di euro Romania-Insider.com, 16 aprile Il contrabbando di tabacco è diminuito nel primo trimestre del 2012, se comparato con lo stesso periodo del 2011, e rappresenta il 13,4% del commercio nazionale di sigarette. In accordo con lo studio pubblicato da Novel Research, la diminuzione registrata è di -1,4%. Il livello del commercio di contrabbando di tabacco è sostanzialmente costante e rappresenta il 13,4% del consumo totale in Romania. Emergono dati preoccupanti da Bucarest, con un incremento del 5,8% tra gennaio e marzo del 2012, ha affermato Marian Iancu, direttore del Novel Research. Nelle altre aree della nazione, il contrabbando persiste ma in percentuali minori, sfiorando il 6% nell area sud-ovest della Romania. Cifre alla mano, il contrabbando procura perdite per 400 milioni di euro ha affermato Adrian Popa, direttore di Corporate & Regulatory Affairs per BAT Romania. L industria del tabacco rappresenta uno dei maggiori introiti per il bilancio statale. Nel 2011, JTI, BAT e Philip Morris hanno pagato 2,7 miliardi di euro in esercizio d attività e imposte allo Stato. Profitti in crescita per CEZ Vendite: previsti 325 milioni di euro nel 2012 Romania-Insider.com, 17 aprile Il fornitore di elettricità CEZ Vendite ha registrato profitti per 318 milioni di euro nel 2011 in Romania, seguendo lo stesso trend del Tuttavia, secondo quanto affermato dal CEO la scorsa settimana, le aspettative di crescita nel 2012 sono positive, auspicando il 4% di incremento nei profitti. CEZ Vendita controlla il 14% del mercato energetico regolamentato in Romania, inclusi i consumatori e altre società che usufruiscono di prezzi predisposti dall Autorità di Regolamentazione Energetica in Romania. Nel segmento di mercato competitivo, la compagnia rappresenta il 3% del mercato. Da una ricerca Raiffeisen, CEE ancora il nucleo di crescita dell Europa Nine O Clock, 17 aprile Peter Brezinschek, il responsabile della Raiffeisen Research (unità dipartimentale della Banca Internazionale Raiffeisen), ha affermato che il talento gestionale dei manager dell Europa Centrale e dell Est (CEE) e dell Austria si è evidenziato durante la crisi dello scorso anno. In accordo con una ricerca condotta dalla medesima organizzazione, il miglioramento delle condizioni economiche prospettato in Germania destinazione principe dell export dei paesi membri del CEE è stata una delle maggiori motivazioni per la crescita del PIL dei paesi limitrofi. Secondo Brezinscheck, la crisi dei debiti sovrani che ha investito l eurozona sembra non intaccare affatto l Europa del Centro-Est. L analista si aspetta inoltre un incremento del tasso di crescita del PIL del 2,6% nel 2012, di mezzo punto superiore a quello del al Ha inoltre affermato che, considerando lo stallo del PIL dell eurozona, con ogni probabilità la CEE rimarrà il nucleo di crescita dell Europa. Riduzione dei casi d insolvenza nel primo trimestre del 2012 Nine O Clock, 17 aprile Secondo l Ufficio Nazionale del Registro del Commercio (ONRC), il numero delle compagnie in stato d insolvenza nei primi tre mesi dell anno si è ridotto del 13%, dalle (registrate nello stesso trimestre dell anno precedente) alle Notiziario sulla Romania 6

7 unità operative. Dall inizio dell anno, il numero d insolvenze ha registrato un andamento sinusoidale: dalle società in crisi di liquidità di gennaio alle nel mese di febbraio, fino ai casi registrati a marzo. I distretti di Bucarest, Dolj e Arges hanno evidenziato il maggior numero di problemi d insolvenza dall inizio del 2012, rispettivamente con 385, 324 e 375 entità coinvolte nel primo trimestre. Dei casi registrati, i settori più colpiti sono stati quelli del commercio (1.264 casi d insolvenza), dell industria di trasformazione (577) e delle costruzioni (756). Nel 2011, i problemi di liquidità avevano riguardato imprese. Deloitte: le società romene restano prudenti per l incertezza economica Ziarul Financiar, 17 aprile L'aumento dei ricavi sui mercati esistenti e il miglioramento del flusso di cassa sono le priorità principali per i direttori finanziari romeni (CFO) nel corso dei prossimi 12 mesi. Infatti, solo alcuni di loro stanno pensando di assumere ulteriori rischi sul bilancio, secondo un rapporto pubblicato da Deloitte. "Con l'incertezza persistente in merito alle prospettive globali, le aziende romene devono affrontare le stesse sfide del passato, dalla massimizzazione dei profitti al rafforzamento della concorrenza nei loro mercati principali. Non immuni dalla realtà economica, necessitano di concentrarsi sulla riduzione dei costi, sull efficienza operativa e la ri-allocazione del capitale, in modo da consolidare le loro competenze di base", recita la seconda edizione del Central Europe Deloitte CFO Survey. L'indagine intervista 265 responsabili finanziari delle principali società attive in Romania, Croazia, Repubblica Ceca, Ungheria, Polonia e Slovacchia. Pieter Wessel, partner di Deloitte Romania, ha dichiarato: "La situazione economica romena e le prospettive di business al momento sono incerte, anche se si notano alcuni segnali positivi come un inflazione più bassa, una moneta relativamente stabile e livelli costanti di fiducia dei consumatori. In questa incertezza e sensibilità al rischio, pochi CFO stanno pensando di assumere ulteriori rischi sul bilancio mentre gli altri si concentrano sul miglioramento del proprio flusso di cassa riducendo i costi. La preferenza per i mercati in cui le aziende sono già attive dimostra come queste siano intenzionate a svolgere le attività che più di altri riescono a fare meglio, migliorando al contempo le operazioni e aumentando la produttività. "Crediamo che le imprese innovative abbiano l'opportunità di raggiungere i consumatori sensibili al prezzo, sviluppando nuovi beni e servizi a basso costo", ha detto Wessel. Secondo il sondaggio, il 70% degli intervistati concordano sul fatto che le ristrutturazioni delle imprese siano una priorità per i prossimi dodici mesi. La maggior parte di loro credono che l'attività di M&A rimarrà sostanzialmente invariata o registrerà aumenti lievi nel corso del prossimo anno. Molti CFO romeni prevedono un miglioramento delle prestazioni per le proprie aziende, nonostante l'incertezza economica e finanziaria. Circa il 90% di loro crede che ora non sia un buon momento per assumere nuovi rischi e, secondo il rapporto, "la crescita dei ricavi nei mercati esistenti e nuovi è una priorità per il 2013, accanto alla riduzione dei costi diretti e indiretti. Questi porteranno a un migliore flusso di cassa, che è lo scopo primario della maggior parte dei CFO". La maggior parte dei CFO credono che la ristrutturazione sia un mezzo per ridurre la complessità del business e i costi. Le vendite di partecipazioni sono considerate più attraenti rispetto al prestito bancario, visto che il costo del credito è previsto in aumento nel In grande crescita gli investimenti diretti esteri Nine O Clock, 17 aprile Gli investimenti stranieri diretti (ISD) registrati nei primi due mesi del 2012 hanno raggiunto i 253 milioni di euro, in calo del 22% se comparati allo stesso periodo del 2011, mentre a febbraio si è registrato un trend mensile di molto in rialzo, secondo quanto affermato dalla Banca Nazionale Romena (BNR). Infatti, lo scorso febbraio, gli ISD hanno raggiunto quota 230 milioni di euro, con un surplus di 23 milioni rispetto a gennaio. In accordo con le statistiche pubblicate da BNR, le partecipazioni di capitale calcolate al netto delle perdite si aggirano sui 410 milioni di euro, mentre i crediti infragruppo si attestano a valore netto di 157 milioni. Lo scorso anno, gli ISD hanno subìto un declino del 13,6% rispetto al 2010, con un totale di 1917 miliardi di euro, record negativo degli ultimi nove anni. Notiziario sulla Romania 7

8 Possibile la privatizzazione delle Poste Romene fino al 2013 Nine O Clock, 17 aprile In base a quanto dichiarato dal ministro delle Comunicazioni Razvan Mustea, la privatizzazione di Poste Romene si concluderà al termine dell anno corrente o nei primi mesi del 2013, anziché a giugno 2012 come stabilito con il Fondo Monetario Internazionale, poiché la deadline si è rivelata in concreto irrealistica. L intenzione è di trovare un investitore affidabile per le Poste Romene. Quando la procedura sarà ultimata, lo Stato manterrà la maggioranza con il 51% delle azioni ha aggiunto il ministro, enfatizzando l interesse di svariate compagnie straniere per tale progetto. Ha inoltre precisato che la privatizzazione della società inizierà con la selezione di un consulente legale, prevista nel giro di un mese. OMV chiede 92 milioni di lei alla Romania tramite la Corte Arbitrale Internazionale di Parigi Ziarul Financiar, 18 aprile Il gruppo austriaco OMV, azionista di maggioranza della società petrolifera romena OMV Petrom, ha presentato un reclamo contro lo Stato romeno tramite la Corte Arbitrale Internazionale di Parigi, chiedendo un rimborso di 91,6 milioni di lei (21 milioni di euro) per l inquinamento derivante dai lavori eseguiti nel La richiesta è stata depositata nel dicembre Ai sensi della legge 555/2004 sulla privatizzazione di Petrom, il governo deve risarcire la società dal 2005 al 2019 per l'inquinamento storico provocato prima della privatizzazione. All'inizio del 2008, OMV Petrom aveva stimato l ammontare totale dei crediti per l inquinamento ambientale a circa miliardi di lei (511 milioni di euro), più del 75% delle entrate che lo stato romeno ha realizzato dalla privatizzazione della società. Una nota esplicativa riguardante la decisione del governo sulla questione afferma che il Ministero dell'ambiente ha respinto le richieste di OMV Petrom nel novembre dello scorso anno, sostenendo che il reclamo non soddisfa le condizioni previste dal contratto di privatizzazione, secondo il quale lo Stato sarebbe responsabile per le perdite ambientali della società. A Parigi la Romania è rappresentata dal Ministero dell'ambiente, che ha chiesto al governo di aumentare il suo bilancio di lei per pagare gli avvocati. La Romania possiede il 20,6% del capitale di OMV Petrom, attraverso il Ministero dell'economia. OMV ha acquistato il pacchetto di maggioranza nel 2004 attraverso una transazione di 1,5 miliardi di euro: 668 milioni di Euro per il buyout (controllo diretto dell azienda acquisita) e 832 milioni di euro per l aumento di capitale. La Commissione Europea: eccessive le restrizioni imposte alla Romania Nine O Clock, 18 aprile La Commissione Europea ha manifestato il suo dissenso in merito alla decisione presa dagli Stati membri dell Unione Europea di aver mantenuto le restrizioni lavorative per romeni e bulgari fino alla fine del È quanto emerso dalla dichiarazione del Commissario Europeo per l Occupazione e gli Affari Sociali Laszlo Andor durante il meeting al Parlamento Europeo di Strasburgo. Ha inoltre ricordato di aver preso contatto più volte con i rappresentanti degli Stati membri per riconsiderare la decisione presa nonché per offrire spiegazioni aggiuntive. Tuttavia, si è affrettato a specificare che le motivazioni degli stati membri non hanno nulla di discriminatorio, poiché gli stati appartenenti all UE non possono imporre restrizioni con motivazioni simili in virtù del trattato firmato prima di aderirvi. Andor ha però fatto presente che Romania e Bulgaria stanno promuovendo politiche monetarie finalizzate a creare maggiore occupazione e a contrastare la povertà locale. Attualmente, nove Stati membri hanno mostrato la volontà di mantenere le restrizioni su Romania e Bulgaria fino al 2013: Regno Unito, Irlanda, Germania, Belgio, Francia, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi e Austria. In crescita il ricorso al debito nel 2011 Nine O Clock, 18 aprile Il settore bancario mantiene la leadership per la percentuale di debiti non saldati, con un numero di debitori insolventi triplicato nell ultimo anno, per un totale di 6 miliardi di debiti dal valore di 1,8 miliardi in valuta europea. Nel 2010, la percentuale di pagamenti in arretrato si aggirava attorno al 2,3%. È quanto affermato dal Presidente dell AMCC Georg Kovacs durante una conferenza stampa. Il sostanziale incremento del ricorso al prestito è motivato dalle difficoltà imprenditoriali incontrate dalle imprese negli scorsi anni. I casi di default rappresentano nel settore bancario il 47% totale, Notiziario sulla Romania 8

9 in discesa rispetto al 2010, dove si è registrata una percentuale del 51,8% e un ammontare di debiti saldati pari a 380 milioni da parte delle imprese. Il trend manifestatosi nel 2011 è auspicabile anche nel 2012, secondo il Presidente dell AMCC. Se le banche decideranno di vendere i loro mutui o i debiti di portafoglio, potremo assistere a un incremento esponenziale in questo settore ha concluso Kovacs. Importazioni di prodotti lattiero-caseari di 220 milioni di euro Capital, 19 aprile Nel 2011, la Romania ha importato latte e prodotti lattiero-caseari per circa 220 milioni di euro, con un aumento del 14% rispetto al La quantità importata dai mercati intracomunitari e da quelli mercati extracomunitari ha raggiunto le tonnellate, rispetto alle importate nel Secondo i dati del Ministero dell Agricoltura, i prodotti più importati sono stati il latte, la panna (circa tonnellate) e i formaggi ( tonnellate). Per quanto riguarda le esportazioni, nel 2011 la quantità è aumentata da (nel 2010) a tonnellate, mentre gli incassi hanno superato i 45 milioni di euro, rispetto ai 35 milioni ottenuti nel L anno scorso, la produzione di latte del paese ha superato le tonnellate. Fanno notizia i prezzi al Salone Immobiliare di Bucarest Ziarul Financiar, 20 aprile L'appartamento più costoso messo in vendita presso il salone immobiliare TIMON, che si terrà alla fine di questa settimana a Bucarest, costa 32 volte in più rispetto a quello più economico, in un mercato immobiliare dove i nuovi progetti fanno fatica a decollare. Mentre gli sviluppatori del progetto nella zona residenziale Militari, nella parte ovest di Bucarest, presentano nella loro offerta attici che costano euro, il fondo d investimento norvegese Romania Invest sta cercando di vendere un attico di cinque stanze in Soseaua Nordului di fronte al parco Herastrau, che costa euro. Per quanto riguarda i prezzi, ci sono offerte per tutti i tipi di acquirenti, con i developer che promuovono oltre progetti in quartieri come Titan, Dristor, Vitan, Pipera e Militari. Il tasso attuale di vendita è di circa 4-5 appartamenti. L intenzione è quella di rimandare i piani per lo sviluppo di nuovi blocchi di appartamenti poiché la situazione non è destinata a cambiare fino a quando le banche non siano disposte a concedere di nuovo prestiti. Finanza 400 milioni di fondi europei disponibili per investimenti in agricultura Capital, 15 aprile Nella seconda parte dell anno, oltre 400 milioni di euro di fondi europei saranno disponibili per progetti di investimento in agricoltura. Secondo i dati pubblicati sul sito dell Agenzia per lo Sviluppo Rurale e la Pesca, i finanziamenti saranno accessibili attraverso tre misure del Programma Nazionale di Sviluppo Rurale. Le varie sessioni per la presentazione dei progetti saranno aperte dal luglio La prima sessione riguarderà la misura 123, con oggetto Incremento del valore aggiunto dei prodotti agricoli e forestali che sarà aperta nel periodo 2-31 luglio; sono previsti circa 184 milioni di euro di stanziamenti. Per la misura 221 Coltivazione dei terreni agricoli saranno invece disponibili 88 milioni di euro, divisi tra la sessione del 16 agosto-14 settembre e quella del 15 novembre- 14 dicembre. Per la terza misura, 312 Sostegno per la creazione e lo sviluppo di microimprese, saranno disponibili 134,668 milioni di euro, in un unica sessione aperta dal 1 al 31 agosto. L ex ministro Puscas unico candidato per il CDA di Banca Transilvania Nine O Clock, 17 aprile L ex Ministro degli Affari Europei Vasile Puscas è l unico candidato per un posto al Consiglio di Amministrazione di Banca Transilvania (TLV), la cui guida era rimasta scoperta dopo le dimissioni dall incarico di CEO e membro del cda di Robert Rekkers. La scadenza per presentare la candidatura era fissata per giovedì 12 aprile. Nel 2010 Banca Transilvania nominò Puscas consulente bancario per i programmi europei. Il posto nel consiglio è privo di nomina dallo scorso inverno e il solo candidato Puscas dovrà essere confermato con delibera societaria il prossimo 27 aprile. Notiziario sulla Romania 9

10 La BNR eroga finanziamenti per miliardi di euro a 4 banche commerciali Nine O Clock, 17 aprile La Banca Nazionale di Romania ha erogato finanziamenti per miliardi di lei (1.465 miliardi di euro) a quattro banche nell arco di sei giorni, attraverso un offerta di riacquisto al tasso di interesse del 5,25% all anno. Attraverso questo tipo di operazioni, la BNR sta offrendo liquidità alle banche commerciali in cambio di bond. L unica asta obbligazionaria della settimana è quella di giovedì, quando il Ministero delle Finanze prenderà in prestito 500 milioni di lei, vendendo bond da cinque anni. Romania: ingresso nell eurozona previsto per il 2015 Ziarul Financiar, 18 aprile La Romania mantiene il suo obiettivo di aderire alla zona euro nel 2015, inserendo l'erm II nel e riducendo il deficit strutturale a meno dello 0,7% del PIL entro il 2014, secondo il programma di convergenza del governo per il Nel medio termine, per il periodo , il quadro macroeconomico proposto dal programma di convergenza si basa sulla previsione di crescita del PIL del 3,1-3,9%, circa un punto al di sopra del potenziale, come risultato del contributo degli investimenti e dell utilizzo dei fondi europei. Il portavoce del governo Dan Suciu ha affermato che la domanda interna sarà il driver principale della crescita economica di quest'anno. Il tasso di inflazione dovrebbe raggiungere il 3,5% entro la fine dell'anno, entro l'intervallo obiettivo fissato dalla banca centrale. Il governo prevede di contenere il disavanzo di bilancio, gli obiettivi sono il 2,3% del PIL nel 2012, 1,5% nel 2013, 1,2% nel 2014 e 0,9% nel Il programma prevede anche il miglioramento delle politiche d investimento, la continua riduzione e la prevenzione degli arretrati e una migliore corporate governance. Azioni Apple in Romania: 8 azioni comprate nel primo giorno Capital, 19 aprile Il 18 aprile sono entrate sulla Borsa di Bucarest cinque importanti società americane: Apple, Bank of America, Intel, Coca Cola e Visa. Nel solo primo giorno, gli investitori hanno acquistato 8 azioni Apple e sono state realizzate 4 transazioni. Le azioni Apple hanno registrato un aumento dell 1,44% e l ultimo prezzo è stato 2.059,2 lei. Le azioni Coca Cola hanno registrato una variazione dello 0,81%. Inoltre, sempre nel primo giorno, sono state acquistate 107 azioni in 10 transazioni, con il prezzo di chiusura di 248 lei. Le azioni sono disponibili per transazioni nell intervallo , ovvero verso la fine della sessione di Bucarest e l inizio della sessione di Wall Street. Secondo gli analisti Tradeville, le azioni Coca Cola sono sottovalutate rispetto alla media del settore (Pepsico Inc. e Dr. Pepper Snapple Group). Per quanto riguarda le azioni Apple, queste hanno registrato un aumento di oltre il 60% nei primi mesi dell anno e hanno raggiunto, all inizio della sessione del 10 aprile, il massimo storico di 600 miliardi dollari. Attualmente, le azioni Apple hanno una tendenza di rettifica del 10% rispetto al livello massimo raggiunto ed Apple ha quindi perso circa 60 miliardi dollari negli ultimi giorni. 21 posto per la Romania nel ranking dei debiti sovrani Gandul, 19 aprile Secondo i dati CMA, nel primo trimestre 2012 la Romania è scesa di cinque posti nella classifica dei paesi con i debiti più ad alto rischio, occupando il 21esimo posto. Al momento, la Romania è più sicura di Spagna, Italia, Ungheria, Portogallo, Irlanda, Islanda, Croazia, Slovenia, Bahrain e Dubai, grazie alla significativa diminuzione del costo dell assicurazione del debito di stato contro il rischio di non pagamento. Il costo delle assicurazioni dei debiti della Romania contro il rischio di non pagamento, espresso attraverso contratti credit-default swap (CDS) per cinque anni, è sceso a 314,2 punti di base (3,142 punti percentuali) nel primo trimestre del 2012, rispetto ai 445 punti di base (4,45%) nell ultimo trimestre del Il CDS statale influenza gli interessi richiesti dagli investitori stranieri per concedere prestiti al governo e il costo del finanziamento estero per società e banche. Il CDS minore di Romania è stato registrato ad aprile punti di base (2,12%). L indice della probabilità cumulativa di default di Romania, calcolato da CMA, è sceso nel primo trimestre dal 27% al 20%. Quest indice è determinato dal livello CDS e dalle stime CMA sul grado di recupero dei debiti nel caso d inadempienza nei pagamenti e rappresenta la possibilità che uno stato non possa onorare i suoi obblighi di pagamento in un periodo di cinque anni, compresa la possibilità di Notiziario sulla Romania 10

11 ristrutturazione dei debiti. Dopo aver occupato per due anni il primo posto, la Grecia non si trova più al top della classifica. Oggi è Cipro ad occupare il primo posto (CDS di 11,59 punti percentuali, probabilità di default del 63,7%), seguita da Portogallo (CDS di 11,35 punti percentuali), Pakistan (8,29 punti) e Argentina (8,12 punti). L Ungheria occupa il nono posto (5,44 punti, 32,2%) ed è seguita da Spagna (4,3 punti, 32,1%) e Italia (3,9 punti, 29,7%). La Romania si trova tra Slovenia e Belgio, mentre la Bulgaria occupa il 23esimo posto (2,62 punti rispetto ai 2,3 punti del Belgio, ma con una probabilità di default inferiore al Belgio). La CE potrebbe rimborsare alla Romania 14 miliardi euro entro il 2013 Jurnalul National, 19 aprile Secondo il Programma di Convergenza per il periodo , la Commissione Europea dovrebbe rimborsare alla Romania oltre 14,068 miliardi euro nel periodo , sui principali fondi post-adesione. Per il 2012, è stimato un rimborso di circa 5,873 miliardi euro e per il prossimo anno 8,196 miliardi. La somma è divisa tra i Fondi Strutturali e di Coesione (8,97 miliardi), il Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (2,808 miliardi), il Fondo Europeo per la Pesca (116,63 milioni) e il Fondo Europeo di Garanzia Agricola (2,174 miliardi). Industria ACEA: in Romania immatricolazioni di autovetture in rialzo del 44,3% nel primo trimestre per quasi unità Ziarul Financiar, 17 aprile Le immatricolazioni di auto in Romania, secondo l'associazione europea costruttori ACEA, sono salite del 44,3% a unità nel primo trimestre del 2012, il maggiore aumento nell'ue. Le immatricolazioni di auto in Romania sono aumentate del 29% a unità a marzo, rispetto alle unità nello stesso periodo del Nel complesso, il mercato automobilistico romeno ha visto un aumento del 17,9% delle immatricolazioni di auto a unità nel mese di marzo, in base ai dati forniti dal Dipartimento Romeno sull'immatricolazione dei veicoli e delle patenti di guida (DRPCIV). Le immatricolazioni delle vetture Dacia in Romania sono aumentate del 31,7% a unità a marzo, mentre le immatricolazioni di autoford hanno raggiunto 729 unità, seguite da Volkswagen (598 unità), Skoda (419 unità) e Renault (248 unità), afferma DRPCIV. Il numero d immatricolazioni di auto nell'ue è sceso del 7,7% a milioni di unità nel primo trimestre, rispetto ai milioni di unità nello stesso periodo del A marzo, il numero di nuove immatricolazioni nell'unione Europea è diminuito del 7%, a milioni di unità, toccando il minimo storico degli ultimi 14 anni. La Germania ha visto un aumento dell 1,3% nel numero d immatricolazioni di autovetture a unità nel primo trimestre, la Gran Bretagna ha assistito a un lieve aumento dello 0,9% a unità, la Francia un calo del 21,6% a immatricolazioni di auto e in Italia si é realizzata un calo del 21%, a immatricolazioni di auto. Il Portogallo ha registrato la flessione più forte del 48,4%, a unità da nello stesso periodo del Il mercato automobilistico dell'ue continua a essere dominato dalla casa automobilistica tedesca Volkswagen. In particolare, nel primo trimestre 2012 i marchi Volkswagen, Audi, Seat e Skoda hanno raggiunto immatricolazioni di auto. Il gruppo francese Peugeot SA, con i marchi Peugeot e Citroen, è al secondo posto con una diminuzione del 17,3%, a immatricolazioni di auto, da nello stesso periodo di un anno fa. La società francese Renault, proprietaria della casa automobilistica romena Dacia, è al terzo posto nell'unione Europea con nuove immatricolazioni nel primo trimestre, in calo del 23,1% rispetto all'anno precedente. Peugeot e Renault sono seguite da Ford, General Motors, Fiat, BMW, Daimler, Toyota e Nissan. ASLO: il mercato del leasing potrebbe registrare un aumento del 15-20% nel 2012 The Diplomat, 17 aprile L ASLO, associazione che rappresenta le compagnie di leasing in Romania, ha stimato che nel 2012 il mercato locale registrerà un aumento del 15-20%. In base ai dati pubblicati dall organizzazione, i veicoli che hanno interessato questo segmento hanno raggiunto le unità, rispetto alle unità del I cinque gruppi più importanti rappresentano l 89% del mercato del leasing interno e sono: l ALD Automotive, con una quota di mercato del 18% (6.705 veicoli), la LeasePlan Romania, che conta unità e una quota del 17%, la Porsche Mobility, (16%) con veicoli, l Arval Romania (12%) e la FMS (6%). Il presidente di Notiziario sulla Romania 11

12 ASLO, Bogdan Apahidean, ritiene che i buoni risultati di tale mercato derivino da ottime strategie di riduzione dei prezzi operate dalle imprese del settore, che hanno preferito esternalizzare i costi di gestione dei servizi. E il successo è ancor più evidente se si considera che le aspettative di crescita del PIL per l anno in corso sono solo dell 1% e che il mercato automobilistico sta vivendo un periodo di profonda stagnazione. Infatti, nel 2011, si sono registrate immatricolazioni di automobili da operazioni di leasing, con un aumento del 17% rispetto al Il marchio romeno di moda Nissa compete con H&M e Zara e potrebbe arrivare alle Gallerie Lafayette a Parigi Ziarul Financiar, 17 aprile Il marchio Nissa è un'azienda familiare romena che opera da circa sette anni, quando i brand internazionali come H&M e Zara non stavano ancora considerando il mercato romeno oppure stavano testando la fattibilità del franchising. Sette anni dopo, in un mercato dominato dai grandi nomi della moda, i negozi Nissa stanno seguendo la loro strada in importanti centri commerciali delle città romene e nell'apertura di negozi free-standing posizionati strategicamente nei centri urbani. "È più facile ora fare affari in Romania di quanto non fosse prima poiché il mercato è altamente concorrenziale. L'offerta è aumentata e i romeni non si rivolgono più ai marchi esteri tanto quanto facevano prima", dice Denisa Radian, che ha iniziato la sua attività imprenditoriale nel settore della moda nel 2001 insieme alla sorella e alla madre. Le tre romene inizialmente si sono incentrate sulla produzione e poi si rivolte al retail, aprendo negozi Nissa. Denisa Radian spiega però che il marchio Nissa è al riparo dalla concorrenza dei grandi marchi del mercato di massa. "Noi non prendiamo in considerazione i giovani e gli adolescenti, che rappresentano un segmento focalizzato sul prezzo. I nostri clienti sono più attenti ai dettagli, alla comodità e al rapporto qualità /prezzo. Sono più difficili da attirare ma allo stesso tempo sono più fedeli", ha anche dichiarato Denisa Radian. I clienti Nissa hanno in media 35 anni, sono persone in carriera e guadagnano un reddito superiore alla media. I primi due negozi Nissa vennero aperti a Craiova, dove ha sede l'azienda. Più tardi, Nissa si è sviluppata anche a Bucarest e nelle principali città romene. Attualmente consta di 12 negozi. I migliori risultati provengono dai 5 negozi di Bucarest, di cui il più importante è quello che si trova in Piata Romana. Quest'ultimo e il negozio di Craiova sono gli unici negozi free-standing. Gli altri dieci negozi si trovano in centri commerciali e gallerie commerciali che generano un maggior traffico commerciale. Sul mercato locale, Nissa segue due concetti di negozio i negozi free-standing e i negozi nei centri commerciali. La società romena possiede un negozio nelle Gallerie Lafayette a Dubai ed è in trattative con altre tre gallerie Lafayette. Denisa Radian non fornisce i nomi perché le trattative sono ancora in corso. "A seconda delle vendite e dell'andamento dei nostri prodotti potremmo aprire dei negozi alle Gallerie Lafayette a Parigi", ha continuato. Nissa vende anche i suoi prodotti nel mondo attraverso distributori in negozi multibrand o nei grandi magazzini. Le esportazioni contribuiscono per circa il 20% al fatturato della società, che si attesta attorno ai 9 milioni di euro. Nissa prevede di incrementare grazie alle nuove aperture il fatturato di quest'anno di circa il 10-15%, a quasi 10 milioni di euro. La catena di bricolage Dedeman ha intenzione di espandersi all'estero Ziarul Financiar, 17 aprile I fratelli Paval, due uomini d'affari di Bacau, che possiedono la catena al dettaglio di bricolage Dedeman, leader nel mercato locale, hanno intenzione di tentare la fortuna su altri mercati della regione come la Bulgaria, la Grecia e la Turchia, dopo aver coperto le maggiori città della Romania. La rete Dedeman attualmente conta 27 negozi e le sue vendite si attestano a 476 milioni di euro nello scorso anno. Il margine di profitto e oscillato dall'8% al 13% tra il 2006 e il La società prevede di aprire altri quattro o cinque punti vendita sul mercato locale e quindi concentrarsi sui mercati della regione. "Viaggeremo per i paesi della regione come la Bulgaria, la Turchia, l ex Jugoslavia e forse la Grecia nella seconda metà dell'anno per valutare la situazione", afferma Dragos Paval, manager e azionista di maggioranza di Dedeman. Le più grandi reti di fai da te in questi paesi sono Praktiker (leader di mercato in Bulgaria e in Grecia nel 2010), Baumax (23 punti vendita in Slovenia, Croazia, Bulgaria e Turchia) e Koctas, leader di mercato in Turchia con 36 negozi. "Disponiamo di una serie di analisi di mercato su questi paesi ma sono relative a due anni fa. Abbiamo bisogno di capire cosa sia successo nel frattempo e come si siano sviluppati in questo periodo. Sulla base Notiziario sulla Romania 12

13 delle analisi comparative e considerando le potenzialità del mercati decideremo in quale paese entrare prima ", ha detto Dragos Paval. L autostrada Transilvania sarà pronta entro il 2026 The Diplomat, 18 aprile L autostrada progettata per migliorare le infrastrutture della regione Transilvania non sarà terminata prima del Il termine dei lavori potrebbe slittare fino al 2026, 22 anni dopo l inizio della costruzione e con costi che sono aumentati vertiginosamente rispetto al preventivo. I lavori sono iniziati nel 2004 con la stipulazione di un contratto del valore di 2,2 miliardi di euro per 415 km di autostrada. Si è registrata una forte discontinuità nei lavori, in assenza di un organizzazione metodica. Per tale ragione, nell autunno di quest anno, il governo ha deciso che le costruzioni sarebbero state portate a termine dalla compagnia americana Bechtel solo in quelle sezioni già iniziate e da ultimare (rappresentano 118 km dei 415 km totali), mentre gli altri tratti verranno messi all asta, in modo da ottenere i finanziamenti europei. Mega Image ha in progetto di aprire 150 nuovi negozi entro la fine del 2013 Ziarul Financiar, 19 aprile Il rivenditore belga al dettaglio Mega Image sta ancora scommettendo sulla sua espansione, il modello di business che ha implementato da quando è entrato sul mercato romeno. L'obiettivo è di aprire 150 negozi tra il 2012 e il 2013 (rispettivamente 80 e 70) dicono fonti vicine al mercato. Questo è il piano più ambizioso mai realizzato prima da parte di un rivenditore operativo in Romania. I manager di Mega Image non hanno voluto rilasciare commenti ma se il ritmo di apertura dei negozi nella prima parte dell'anno, 19 negozi finora, rimanesse immutato, l'obiettivo di 80 negozi per il 2012 potrebbe essere raggiunto. Mega Image, che gestisce i supermercati con lo stesso nome e i negozi alimentari Shop & Go, si è concentrato su Bucarest e le città limitrofe dalla sua venuta. In quest area si concentrano la maggior parte dei suoi punti vendita (circa 124). Inoltre, i piani del dettagliante si concentrano sempre nella stessa regione, rivelano fonti vicine. La catena si è espansa a sud di Giurgiu, a nord di Brasov e a ovest del distretto di Arges. L'unico distretto a est di Bucarest dove l'azienda ha aperto negozi è Costanza. Mega Image gestisce supermercati e negozi alimentari: di solito apre negozi al piano terra di condomini e negli spazi prossimi alle zone residenziali. L'uscita dal mercato di un importante concorrente, la Mic.ro, ha creato grandi opportunità per i commercianti che gestiscono negozi di alimentari. Perciò non è difficile immaginare che Mega Image o Metro abbiano approfittato di questa situazione, spiega Adrian Comaneci, manager della società di consulenza Contrast Management Consulting. Metro Cash & Carry Romania, la maggiore azienda nel commercio locale per fatturato nel 2010, ha avviato un progetto di franchising sul mercato romeno all'inizio dell'anno chiamato La doi pasi ( a due passi ). Il progetto si rivolge ai rivenditori al dettaglio tradizionali, per un mercato dal valore di 7 o 8 miliardi di euro, che potrebbero diventare franchisee della società tedesca. Finora, quasi 150 negozi sono stati aperti, rivela il sito del progetto di franchising. La situazione critica in cui si trova l economia attuale ha cambiato il comportamento dei consumatori romeni. Mentre prima erano soliti andare agli ipermercati e fare la spesa durante il fine settimana acquistando beni di consumo per l intera settimana, ora tendono ad andare nei negozi vicino a casa o al posto di lavoro per risparmiare tempo, col risultato che gli acquisti sono più frequenti e di valore inferiore. Roman Copper Corp arruola grandi nomi per la battaglia su Cupru Min Ziarul Financiar, 19 aprile Il vincitore dell'asta sulla privatizzazione di Cupru Min, Roman Copper Corp, ha assunto una delle aziende legali piu famose di Romania, NNDKP, gestita da Ion Nestor, nel disperato tentativo di riprendere i colloqui circa l'acquisizione del produttore di rame, dopo una trattativa con il governo andata male. La posta in gioco è il deposito di un milione di euro che la società, controllata da Capital Partners Bayfront, aveva reso per l'asta Cupru Min. Il Ministero dell'economia ha annunciato il 6 aprile che il termine per la firma del contratto di privatizzazione di Cupru Min riguardante Roman Copper, che aveva offerto milioni di euro per l acquisizione totale del produttore di rame, è irrevocabilmente concluso e che il processo di privatizzazione sarà ripreso. Inoltre, Roman Copper ha rilasciato, dopo i colloqui, una dichiarazione che era l'esatto contrario di quella espressa dal ministero. Secondo tale Notiziario sulla Romania 13

14 dichiarazione, l azienda aveva raggiunto un accordo definitivo verbale con le autorità rumene su Cupru Min. I colloqui sono stati condotti da Mararu & Mararu, lo studio legale che rappresentava fino a poco tempo fa la Roman Copper. NNDKP non ha voluto lasciare commenti. L'azienda, tuttavia, ha una certa familiarità col caso Cupru Min poiché ha rappresentato la società svizzera Mineco, che ha acquistato le condizioni di contratto per Cupru Min e ha rilevato il secondo principale produttore di rame in Romania, Moldova Noua Moldomin. Registrazione gratuita su Agenzia Nova Agenzia Nova è la prima fonte d'informazione italiana sui Balcani e trasmette ogni giorno oltre 150 notizie d'interesse economico e politico, grazie a una rete di corrispondenti che copre Belgrado, Bucarest, Sarajevo, Tirana e Bruxelles. Ogni sabato viene trasmesso "Business News": circa 50 notizie dedicate alle opportunità per imprenditori e investitori. La domenica vengono pubblicati invece servizi di approfondimento sugli sviluppi politici ed economici dei vari paesi. Per ricevere due settimane di abbonamento gratuito, ci si puo registrare sul sito: Notiziario sulla Romania 14

Banca e Finanza in Europa

Banca e Finanza in Europa Università degli Studi di Parma Banca e Finanza in Europa Prof. 1 2. EUROPA: PROFILI ISTITUZIONALI Le tappe Le istituzioni La Banca centrale europea 2 2. Europa: profili istituzionali 3 2. Europa: profili

Dettagli

Gli incentivi non mettono in moto l automobile

Gli incentivi non mettono in moto l automobile 115 idee per il libero mercato Gli incentivi non mettono in moto l automobile di Andrea Giuricin Il rallentamento economico e la crisi finanziaria hanno avuto un forte impatto su uno dei settori più importanti

Dettagli

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO E AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO E AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO IT IT IT COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 10.11.2010 COM(2010) 655 definitivo RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO E AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO Monitoraggio delle

Dettagli

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro-

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro- NOTIZIE n 42 Economia debole, profitti deboli -Il 2012 si prospetta ancora più duro- 20 settembre 2011 (Singapore) - La IATA (l Associazione internazionale del trasporto aereo) ha annunciato un aggiornamento

Dettagli

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE GOVERNO ITALIANO Dipartimento Politiche Comunitarie COMMISSIONE EUROPEA PARLAMENTO EUROPEO LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il rischio debito affonda le Borse, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta corretta è una soltanto. FRANCOFORTE.

Dettagli

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3 IL QUADRO AGGREGATO Come già avvenuto nel primo trimestre dell anno, anche nel secondo il prodotto interno lordo ha conosciuto una accelerazione sia congiunturale che tendenziale. Tra aprile e giugno dell

Dettagli

Romania: il sistema bancario nel 2013

Romania: il sistema bancario nel 2013 Romania: il sistema bancario nel 2013 Ufficio di Bucarest Str.A, D. Xenopol nr.15, 010472 Bucarest T +40 21 2114240 F +40 21 2100613 bucarest@ice.it www.italtrade.com/romania http://www.ice.gov.it/paesi/europa/romania/index.htm

Dettagli

Dove Famiglia SpA assorbe la crisi

Dove Famiglia SpA assorbe la crisi Nel 200 si prevede che la ricchezza finanziaria delle famiglie in Europa centro-orientale raggiungerà i 1 miliardi di euro, sostenuta da una forte crescita economica e da migliorate condizioni del mercato

Dettagli

RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO

RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO OTTOBRE 2010 a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi e dell Ufficio Lavori all Estero e Relazioni Internazionali

Dettagli

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro)

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro) Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

Flussi di cittadini nella UE

Flussi di cittadini nella UE Flussi di cittadini nella UE Immigrazione UE-27, 2009-2011. Fonte Eurostat. Immigrati ogni 1000 abitanti, 2011. Fonte Eurostat. Quota di immigrati per gruppo cittadinanza, UE-27, 2011. Fonte Eurostat.

Dettagli

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Comunicato stampa EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Le imprese associate a Eurogroup sono quasi 37 mila (+8,6% rispetto al 2006) L avanzo di gestione ante imposte è di 6,3

Dettagli

Contatti Ipsos per gli Affari Pubblici:

Contatti Ipsos per gli Affari Pubblici: Barometro Ipsos / Europ Assistance Intenzioni e preoccupazioni degli europei per le vacanze estive Sintesi Ipsos per il Gruppo Europ Assistance Giugno 2015 Contatti Ipsos per gli Affari Pubblici: Fabienne

Dettagli

EUROPA Il mercato delle autovetture. Aprile 2012. AREA Studi e statistiche

EUROPA Il mercato delle autovetture. Aprile 2012. AREA Studi e statistiche EUROPA Il mercato delle autovetture Aprile 2012 Nell Europa27+EFTA 1 sono state registrate complessivamente 1,06 milioni di vetture nel mese di aprile 2012, con una flessione del 6,5 % rispetto allo stesso

Dettagli

LA GESTIONE DEL PORTAFOGLIO CREDITI 2002

LA GESTIONE DEL PORTAFOGLIO CREDITI 2002 Convegno LA GESTIONE DEL PORTAFOGLIO CREDITI 2002 Finanziamenti alle Imprese: nuove politiche di prezzo e nuove strategie commerciali delle Banche Perché la disciplina sul capitale di vigilanza delle banche

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 31 MARZO 2010 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY

COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 31 MARZO 2010 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 31 MARZO 2010 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY 27 aprile 2010 Beni Stabili Gestioni S.p.A. SGR rende noto che in

Dettagli

Il mercato internazionale dei prodotti biologici

Il mercato internazionale dei prodotti biologici Marzo 2014 Il mercato internazionale dei prodotti biologici In sintesi Il presente Report sintetizza i principali dati internazionali diffusi di recente in occasione della Fiera Biofach di Norimberga.

Dettagli

L ITALIA VISTA DALL EUROPA Verso i traguardi di Lisbona: i risultati dell Italia 4a edizione - Marzo 2007

L ITALIA VISTA DALL EUROPA Verso i traguardi di Lisbona: i risultati dell Italia 4a edizione - Marzo 2007 L ITALIA VISTA DALL EUROPA Verso i traguardi di Lisbona: i risultati dell 4a edizione - Marzo 2007 SINTESI Confindustria pubblica per la quarta volta L vista dall Europa, documento annuale che fa il punto

Dettagli

CRISI DELLE COSTRUZIONI E MERCATO DEL CALCESTRUZZO PRECONFEZIONATO

CRISI DELLE COSTRUZIONI E MERCATO DEL CALCESTRUZZO PRECONFEZIONATO CRISI DELLE COSTRUZIONI E MERCATO DEL CALCESTRUZZO PRECONFEZIONATO Costruzioni: all illusione del 2011 fa seguito un nuovo calo produttivo nel 2012 Verona 21 giugno 2012 - Dopo tre anni di profondo declino,

Dettagli

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità.

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. K I W I DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. in sintesi Superficie mondiale di kiwi: 160.000 ettari Produzione mondiale di kiwi: 1,3

Dettagli

Una efficiente lotta agli sprechi nella Pubblica Amministrazione PER LA QUALIFICAZIONE DELLA SPESA E UN OCULATA SCELTA DEI TAGLI

Una efficiente lotta agli sprechi nella Pubblica Amministrazione PER LA QUALIFICAZIONE DELLA SPESA E UN OCULATA SCELTA DEI TAGLI Una efficiente lotta agli sprechi nella Pubblica Amministrazione A cura del Servizio Politiche Economiche e Finanziarie e del Pubblico Impiego PER LA QUALIFICAZIONE DELLA SPESA E UN OCULATA SCELTA DEI

Dettagli

Fondo Monetario Internazionale e Italia

Fondo Monetario Internazionale e Italia Fondo Monetario Internazionale e Italia (analisi della Public Information Notice del 13/11/2003) Antonio Forte Tutti i diritti sono riservati INTRODUZIONE Nell ambito della funzione di sorveglianza svolta

Dettagli

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Associazione Nazionale Demolitori Italiani LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Parma, 26 novembre 2005 Trascrizione dell intervento dal titolo: IL MERCATO DELLE DEMOLIZIONI ANNI 2000: DAL RECUPERO ALLA

Dettagli

Consumer trend: atteggiamenti e giudizi sul credito al consumo

Consumer trend: atteggiamenti e giudizi sul credito al consumo Consumer trend: atteggiamenti e giudizi sul credito al consumo Rapporto di ricerca Luglio 2010 (Rif. 1215v110) Indice 2 Capitolo I - L andamento dell economia e del credito al consumo oggi pag. 3 Capitolo

Dettagli

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 19/ del 9// Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca. Italia:

Dettagli

IL I L R EAL A L EST S A T T A E T RESI S D I E D NZIA I L A E Paola Dezza

IL I L R EAL A L EST S A T T A E T RESI S D I E D NZIA I L A E Paola Dezza IL REAL ESTATE RESIDENZIALE Paola Dezza Immobiliare, asset class vincente Le ricerche sull impiego del capitale nel lungo periodo mostrano quasi sempre l ottima prestazione del mattone rispetto ad altre

Dettagli

I Differenziali di rendimento

I Differenziali di rendimento I Differenziali di rendimento continuano ad orientare il mercato FX 14 Febbraio 2011 Durante la scorsa settimana abbiamo avuto un attività di trading favorevole sul Dollaro USA in quanto i differenziali

Dettagli

IL SETTORE DELL EDILIZIA

IL SETTORE DELL EDILIZIA BELGIO: IL SETTORE DELL EDILIZIA L ICE Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, con la propria rete di Uffici nel mondo e con le attività di promozione e

Dettagli

Tabella 1 - Immatricolazioni Autocarri Pesanti (>16 t) EST Europeo - Fonte ACEA

Tabella 1 - Immatricolazioni Autocarri Pesanti (>16 t) EST Europeo - Fonte ACEA Crollo del Mercato Autocarri e del Trasporto Merci su strada in Italia, quali le cause? Rapporto 2015 Cabotaggio, concorrenza sleale, dimensioni delle Aziende di trasporto, scarsa produttività, costi del

Dettagli

Famiglia e crisi economica Marica Martini 1

Famiglia e crisi economica Marica Martini 1 Famiglia e crisi economica Marica Martini 1 Premessa La crisi economica è ancora argomento d attualità. Lungi dal perdersi nell analisi approfondita di indici economici e nella ricerca di una verità nei

Dettagli

L Unione Europea e le sue istituzioni: un introduzione

L Unione Europea e le sue istituzioni: un introduzione L Unione Europea e le sue istituzioni: un introduzione un po di storia le istituzioni e gli organi dell UE alcune informazioni di base sui paesi membri PAUE 05/06 I / 1 Cronologia dell Unione Europea 1951

Dettagli

A NATALE LE VENDITE ONLINE CONTRIBUIRANNO AD INCREMENTARE LA CRESCITA DEL COMPARTO RETAIL IN EUROPA

A NATALE LE VENDITE ONLINE CONTRIBUIRANNO AD INCREMENTARE LA CRESCITA DEL COMPARTO RETAIL IN EUROPA A NATALE LE VENDITE ONLINE CONTRIBUIRANNO AD INCREMENTARE LA CRESCITA DEL COMPARTO RETAIL IN EUROPA Per le vendite al dettaglio complessive in Europa durante il periodo natalizio si prevede un aumento

Dettagli

Ritardi di pagamento in Cina: nel 2014, l 80% delle imprese ne è colpito

Ritardi di pagamento in Cina: nel 2014, l 80% delle imprese ne è colpito Hong Kong / Parigi, 12 marzo 2015 Ritardi di pagamento in Cina: nel 2014, l 80% delle imprese ne è colpito Nel 2015 prevista una crescita più lenta e un aumento dei prestiti in sofferenza Un nuovo studio

Dettagli

SCHEDA PAESE: CINA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE:

SCHEDA PAESE: CINA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE: PICCOLE E MEDIE IMPRESE SCHEDA PAESE: CINA PICCOLE E MEDIE IMPRESE: RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: IN COLLABORAZIONE CON: L indagine Nel mese di ottobre 2010, Forbes

Dettagli

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI Aggiornamento del 29 maggio 2015 I CONTENUTI IL SISTEMA ECONOMICO LA FINANZA PUBBLICA LA SANITA IL SISTEMA ECONOMICO LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI IL PIL PIL: DINAMICA E PREVISIONI NEI PRINCIPALI PAESI UE

Dettagli

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Ad aprile continua la flessione della domanda di credito da parte di famiglie e imprese: -3% i prestiti, -9% i mutui richiesti dalle famiglie;

Dettagli

Tre diversi sistemi per proteggere l innovazione in Europa. Quale adottare?

Tre diversi sistemi per proteggere l innovazione in Europa. Quale adottare? 1 Tre diversi sistemi per proteggere l innovazione in Europa. Quale adottare? Roberto Dini Torino, 13 Maggio 2014 2 Brevetto Unitario e Tribunale Unificato dei Brevetti Regolamento(EU) No. 1257/2012 del

Dettagli

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento LE NUOVE MISURE FISCALI Taglio del cuneo fiscale, riduzione dell Irap e maggiore tassazione delle rendite finanziarie. Questi i tre maggiori interventi del nuovo premier, ma quale effettivo impatto avranno

Dettagli

Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012)

Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012) Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012) POLITIKA Napolitano e Nikolic, Non si devono porre nuove

Dettagli

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva la relazione al 30 giugno 2009 SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

Dettagli

COME ACCEDERE AI FINANZIAMENTI PUBBLICI

COME ACCEDERE AI FINANZIAMENTI PUBBLICI Progettare l Internazionalizzazione d impresa COME ACCEDERE AI FINANZIAMENTI PUBBLICI 20 21 ottobre 2009 Principali incentivi per l internazionalizzazione: PROGRAMMI DI PENETRAZIONE COMMERCIALE ALL'ESTERO

Dettagli

Lo stato della finanza pubblica in Italia

Lo stato della finanza pubblica in Italia di Angelo Giubileo. Lo stato della finanza pubblica in Italia Crisi produttiva e aumento del debito pubblico In ambito europeo, la situazione di crisi internazionale ha avuto forti ripercussioni sul rapporto

Dettagli

3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue

3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue Rapporto annuale 2012 3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue IN SINTESI Nel 2011, la contrazione della domanda interna nonostante la tenuta di quella estera ha determinato un calo dell

Dettagli

Il settore moto e il credito al consumo

Il settore moto e il credito al consumo Il settore moto e il credito al consumo Rapporto di ricerca ISPO per Marzo 2010 RIF. 1201V110 Indice 2 Capitolo 1: Lo scenario pag. 3 Capitolo 2: Il Credito al Consumo: atteggiamenti 13 Capitolo 3: Il

Dettagli

Entrate Tributarie Internazionali

Entrate Tributarie Internazionali Entrate Tributarie Internazionali Giugno 2013 Ufficio 3 - Consuntivazione, previsione ed analisi delle entrate Numero 54 Agosto 2013 SOMMARIO Premessa... 3... 3 Imposta sul valore aggiunto... 4 Analisi

Dettagli

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica:

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica: VERSIONE PROVVISORIA Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano Audizione dell Istituto nazionale di statistica: Dott. Roberto Monducci Direttore

Dettagli

Domande sulla parte monetaria date nei precedenti compiti scritti di Economia Internazionale e riportate qui un po alla rinfusa

Domande sulla parte monetaria date nei precedenti compiti scritti di Economia Internazionale e riportate qui un po alla rinfusa Domande sulla parte monetaria date nei precedenti compiti scritti di Economia Internazionale e riportate qui un po alla rinfusa 1. Il surplus persistente della bilancia dei pagamenti correnti giapponese

Dettagli

Veloce e Fragile. Le dinamiche dell economia britannica

Veloce e Fragile. Le dinamiche dell economia britannica Veloce e Fragile Le dinamiche dell economia britannica 2 maggio, 2011 Rimbalzo nel primo trimestre per il Regno Unito? Come è già stato precedentemente sottolineato, l economia britannica è un economia

Dettagli

L economia australiana brilla sulle altre

L economia australiana brilla sulle altre L economia australiana brilla sulle altre 28 marzo 2011 Le stime sulla crescita per molti paesi sviluppati hanno subito una flessione a causa della tragedia che continua a investire il Gippone, uno dei

Dettagli

VALORI ECONOMICI DELL AGRICOLTURA 1

VALORI ECONOMICI DELL AGRICOLTURA 1 VALORI ECONOMICI DELL AGRICOLTURA 1 Secondo i dati forniti dall Eurostat, il valore della produzione dell industria agricola nell Unione Europea a 27 Stati Membri nel 2008 ammontava a circa 377 miliardi

Dettagli

Andamento della congiuntura economica in Germania

Andamento della congiuntura economica in Germania Andamento della congiuntura economica in Germania La flessione dell economia tedesca si è drasticamente rafforzata nel primo trimestre 2009 durante il quale il PIL ha subito un calo del 3,5% rispetto all

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 20 novembre 2014 S.A.F.

Dettagli

SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015

SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015 SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015 Un ulteriore consolidamento del fatturato estero del settore caratterizza questi primi 8 mesi del 2015: tra gennaio e agosto sono stati esportati prodotti per 4,2

Dettagli

Statistiche matrimonio e divorzio Da Eurostat - Statistics Explained http://ec.europa.eu/eurostat/statistics-explained/index.php. Dati di maggio 2014.

Statistiche matrimonio e divorzio Da Eurostat - Statistics Explained http://ec.europa.eu/eurostat/statistics-explained/index.php. Dati di maggio 2014. Statistiche matrimonio e divorzio Da Eurostat - Statistics Explained http://ec.europa.eu/eurostat/statistics-explained/index.php Dati di maggio 2014. Questo articolo presenta gli sviluppi che hanno avuto

Dettagli

Entrate Tributarie Internazionali

Entrate Tributarie Internazionali Entrate Tributarie Internazionali Ottobre 2015 Ufficio 3 - Consuntivazione, previsione ed analisi delle entrate Numero 82 Dicembre 2015 SOMMARIO Premessa 3 Entrate tributarie 3 Imposta sul valore aggiunto

Dettagli

Andamento generale e specificità della Sicilia

Andamento generale e specificità della Sicilia ANALISI DEL MERCATO AUTOMOTIVE ANALISI DEL MERCATO AUTOMOTIVE Andamento generale e specificità della Sicilia Mercato europeo La crisi del settore dell'auto continua senza sosta e si sta aggravando ulteriormente,

Dettagli

Il settore arredamenti tradizionali ed il credito al consumo

Il settore arredamenti tradizionali ed il credito al consumo Il settore arredamenti tradizionali ed il credito al consumo Rapporto di ricerca Ottobre 2011 (Rif. 1810v111) Indice 2 Capitolo I - La situazione attuale dei dealer e le previsioni per il prossimo futuro

Dettagli

TOYOTA. Strategia e politica aziendale A.A. 2012/2013 LAURA CORRIAS

TOYOTA. Strategia e politica aziendale A.A. 2012/2013 LAURA CORRIAS TOYOTA Strategia e politica aziendale A.A. 2012/2013 LAURA CORRIAS 1 1. ANALISI DEL SETTORE 2. TOYOTA 3. LANCIO AYGO 4. CONCLUSIONI 2 INDUSTRIA Più IMPORTANTE PER FATTURATO La rilevanza del settore si

Dettagli

FISCAL COMPACT: CHI ERA COSTUI?

FISCAL COMPACT: CHI ERA COSTUI? 104 i dossier www.freefoundation.com FISCAL COMPACT: CHI ERA COSTUI? 10 luglio 2012 a cura di Renato Brunetta INDICE 2 Il Fiscal Compact Lo stato dell arte in Europa Lo stato dell arte in Italia Le misure

Dettagli

S t ud io M a rt el li Ulissi & Partners

S t ud io M a rt el li Ulissi & Partners Studio Martelli Ulissi & Partners Il Kazakhstan conseguita l indipendenza dall'unione Sovietica e terminato il periodo di transizione con la ristrutturazione organizzativa, economica e legislativa ha dato

Dettagli

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015)

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) La Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) 1 ECONOMIA IN ITALIA In Italia, dopo tre cali annuali consecutivi (2012-2,8%, 2013-1,7%, 2014-0,4%), il CSC prevede una crescita del PIL dell 1%. quest

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 16 DICEMBRE 2010 Microimprese ancora in affanno ma emergono i primi timidi segnali di miglioramento negli investimenti Calano

Dettagli

Il comportamento economico delle famiglie straniere

Il comportamento economico delle famiglie straniere STUDI E RICERCHE SULL ECONOMIA DELL IMMIGRAZIONE Il comportamento economico delle straniere Redditi, consumi, risparmi e povertà delle straniere in Italia nel 2010 Elaborazioni su dati Banca d Italia Perché

Dettagli

L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa

L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa La situazione dell accesso al credito per le piccole e medie imprese che costituiscono

Dettagli

Presentazione del Rapporto L economia del Molise

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Presentazione del Rapporto L economia del Molise Francesco Zollino Servizio di Congiuntura e politica monetaria Banca d Italia Università degli Sudi del Molise, Campobasso 18 giugno 215 Il contesto internazionale

Dettagli

Domanda e offerta di credito

Domanda e offerta di credito 2/5/2013 Domanda e offerta di credito La situazione registrata nel 2012 in provincia di Nel 2012 si è registrata una contrazione della domanda di credito. Rispetto alla media regionale le imprese modenesi

Dettagli

MEDIAZIONE E GIUSTIZIA ORDINARIA: TEMPI E COSTI PER LE IMPRESE ITALIANE

MEDIAZIONE E GIUSTIZIA ORDINARIA: TEMPI E COSTI PER LE IMPRESE ITALIANE MEDIAZIONE E GIUSTIZIA ORDINARIA: TEMPI E COSTI PER LE IMPRESE ITALIANE maggio 2010 commissione conciliazione Marcello Guadalupi Laura Pigoli Massimo Oldani Pietro Biagio Monterisi PREMESSA Il presente

Dettagli

Entrate Tributarie Internazionali

Entrate Tributarie Internazionali Entrate Tributarie Internazionali Luglio 2012 Ufficio 3 - Consuntivazione, previsione ed analisi delle entrate Numero 43 Settembre 2012 SOMMARIO Premessa... 3... 3 Imposta sul valore aggiunto... 4 Analisi

Dettagli

Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita

Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita Economia > News > Italia - lunedì 13 gennaio 2014, 16:00 www.lindro.it Segnali positivi Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita Antonio Forte La

Dettagli

(Divieto d ) accesso al credito per le imprese: (serve capitale

(Divieto d ) accesso al credito per le imprese: (serve capitale (Divieto d ) accesso al credito per le imprese: (serve capitale per) il ruolo dei Confidi 15 Maggio 2012 1 Agenda Premessa (sulle ragioni della crisi) (Divieto d ) d) accesso al credito per le imprese:

Dettagli

European Payment Index 2013. Abitudini e rischi di pagamento in Europa ed in Italia, scenario attuale e prospettive future

European Payment Index 2013. Abitudini e rischi di pagamento in Europa ed in Italia, scenario attuale e prospettive future European Payment Index 2013 Abitudini e rischi di pagamento in Europa ed in Italia, scenario attuale e prospettive future Intrum Justitia è il gruppo leader in Europa nei servizi di Credit Management Unica

Dettagli

Migrazioni e statistiche demografiche dei migranti

Migrazioni e statistiche demografiche dei migranti Migrazioni e statistiche demografiche dei migranti Questo articolo presenta le statistiche dell'unione europea (UE) in materia di migrazioni internazionali, la popolazione di cittadini autoctoni e stranieri

Dettagli

Retribuzioni, produttività e distribuzione del reddito un confronto internazionale

Retribuzioni, produttività e distribuzione del reddito un confronto internazionale Retribuzioni, produttività e distribuzione del reddito un confronto internazionale di Giuseppe D Aloia 1 L inflazione Negli anni scorsi tutto il dibattito sul potere d acquisto delle retribuzioni si è

Dettagli

La crisi del settore bancario in Europa

La crisi del settore bancario in Europa La crisi del settore bancario in Europa 26 ottobre 2011 Christine Lagarde, direttrice del Fondo Monetario Internazionale, già ad agosto aveva dichiarato che occorrevano circa 200 miliardi di Euro per ricapitalizzare

Dettagli

La moneta. La definizione di moneta esula dalla forma fisica assunta dalla stessa.

La moneta. La definizione di moneta esula dalla forma fisica assunta dalla stessa. La moneta La definizione di moneta esula dalla forma fisica assunta dalla stessa. ECONOMIA MONETARIA E FINANZIARIA La moneta e le istituzioni monetarie Le forme fisiche assunte dalla moneta sono diverse,

Dettagli

http://www.repubblica.it/motori/attualita/

http://www.repubblica.it/motori/attualita/ Noleggio: l'usato finisce all'asta... http://www.repubblica.it/motori/attualita/ Nei quattro appuntamenti promossi da GE Capital, Manheim e Maggiore battuti all'asta oltre 631 veicoli in 17 ore per un

Dettagli

L ESPORTAZIONE DI VINO 1

L ESPORTAZIONE DI VINO 1 L ESPORTAZIONE DI VINO 1 Premessa L Italia, come è noto, è uno dei principali produttori di vino, contendendo di anno in anno alla Francia, a seconda dell andamento delle vendemmie, la leadership mondiale.

Dettagli

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro 2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro Nel 2004 (dopo 3 anni di crescita stagnante dovuta principalmente agli effetti degli attacchi terroristici dell 11 settembre e all

Dettagli

Alla ricerca del rendimento perduto

Alla ricerca del rendimento perduto Milano, 10 aprile 2012 Alla ricerca del rendimento perduto Dalle obbligazioni alle azioni. La ricerca del rendimento perduto passa attraverso un deciso cambio di passo nella composizione dei portafogli

Dettagli

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e Centro Studi COSTRUZIONI: ANCORA IN CALO I LIVELLI PRODUTTIVI MA EMERGONO ALCUNI SEGNALI POSITIVI NEL MERCATO RESIDENZIALE, NEI MUTUI ALLE FAMIGLIE E NEI BANDI DI GARA I dati

Dettagli

TOD S S.p.A. crescita dei ricavi dell 1,5% nel primo trimestre 2015.

TOD S S.p.A. crescita dei ricavi dell 1,5% nel primo trimestre 2015. Milano, 13 maggio TOD S S.p.A. crescita dei ricavi dell 1,5% nel primo trimestre. Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del Gruppo Tod s relativo ai primi tre

Dettagli

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE I dati utilizzati per le elaborazioni sono aggiornati al 31/03/201 Pagina 1 Questa

Dettagli

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi. BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Dettagli

BIELORUSSIA 81/100 70/100 81/100 53/100 81/100 71/100. Contesto Politico. Esproprio e violazioni contrattuali. Mancato pagamento controparte sovrana

BIELORUSSIA 81/100 70/100 81/100 53/100 81/100 71/100. Contesto Politico. Esproprio e violazioni contrattuali. Mancato pagamento controparte sovrana BIELORUSSIA Capitale Minsk Popolazione (milioni) 9,34 81/100 70/100 81/100 PIL nominale (miliardi USD PPP) 150,42 Mancato pagamento controparte sovrana Esproprio e violazioni contrattuali Mancato pagamento

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 22 novembre 2013 S.A.F.

Dettagli

Una via sostenibile per raggiungere gli obiettivi economici e sociali dell UE

Una via sostenibile per raggiungere gli obiettivi economici e sociali dell UE Una via sostenibile per raggiungere gli obiettivi economici e sociali dell UE Gli strumenti finanziari co-finanziati dai Fondi Strutturali e di Investimento Europei permettono di investire, in modo sostenibile

Dettagli

SULLE CONDIZIONI E SUI MODI PER ATTRARRE GLI INVESTIMENTI DIRETTI. ("Gazzetta Ufficiale della Repubblica Serbia nr. 56/2006 e 50/2007 e 70/2008 )

SULLE CONDIZIONI E SUI MODI PER ATTRARRE GLI INVESTIMENTI DIRETTI. (Gazzetta Ufficiale della Repubblica Serbia nr. 56/2006 e 50/2007 e 70/2008 ) DECRETO SULLE CONDIZIONI E SUI MODI PER ATTRARRE GLI INVESTIMENTI DIRETTI ("Gazzetta Ufficiale della Repubblica Serbia nr. 56/2006 e 50/2007 e 70/2008 ) Contenuto del decreto Art. 1 Con il presente decreto

Dettagli

Il commercio internazionale. I vantaggi del libero scambio

Il commercio internazionale. I vantaggi del libero scambio Il commercio I vantaggi del libero scambio Gli argomenti pro e contro il libero scambio Elementi di storia delle relazioni commerciali dagli anni trenta ad oggi I diversi tipi di accordi commerciali Vi

Dettagli

MUTUI CASA: SEPPUR IN CALO, I NOSTRI TASSI DI INTERESSE RIMANGONO PIU ALTI DELLA MEDIA UE

MUTUI CASA: SEPPUR IN CALO, I NOSTRI TASSI DI INTERESSE RIMANGONO PIU ALTI DELLA MEDIA UE MUTUI CASA: SEPPUR IN CALO, I NOSTRI TASSI DI INTERESSE RIMANGONO PIU ALTI DELLA MEDIA UE Nel primo trimestre del 2015 il mercato della compravendita degli immobili residenziali non dà segni di ripresa.

Dettagli

2.1 Gli effetti della crisi sulle imprese

2.1 Gli effetti della crisi sulle imprese Osservatorio economico,coesione sociale, legalità 3 Rapporto sulla coesione sociale nella provincia di Reggio Emilia 2.1 Gli effetti della crisi sulle imprese COMUNE DI REGGIO EMILIA La crisi economica

Dettagli

La Cassa Depositi e Prestiti viene da lontano ed il suo lungo percorso storico è caratterizzato da tre

La Cassa Depositi e Prestiti viene da lontano ed il suo lungo percorso storico è caratterizzato da tre (bozza non corretta) Accesso al credito: il ruolo di Cassa depositi e prestiti. Gli strumenti di sostegno alle PMI ed alle Pubbliche Amministrazioni" GIOVEDI' 14 GIUGNO 2012 FERMO (Sala dei Ritratti -

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI Grexit butta acqua sul fuoco" della ripresa, ma non la ferma MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI In Italia c'è ancora incertezza, ma piace agli investitori esteri Il no greco getta acqua sul fuoco

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Nel trimestre ricavi a 598 milioni di euro, in calo del 3,8% EBIT a 13,9 milioni di euro, rispetto ai 20,9 milioni del periodo 2012

COMUNICATO STAMPA. Nel trimestre ricavi a 598 milioni di euro, in calo del 3,8% EBIT a 13,9 milioni di euro, rispetto ai 20,9 milioni del periodo 2012 COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione di Indesit Company ha esaminato i dati del primo trimestre 2013 e approvato il Resoconto Intermedio di Gestione In un contesto di arretramento del mercato

Dettagli

OUTLOOK ABI-CERVED SULLE SOFFERENZE DELLE IMPRESE

OUTLOOK ABI-CERVED SULLE SOFFERENZE DELLE IMPRESE 1/2 3,6k 1.000 1k 1,5k OUTLOOK ABI-CERVED SULLE SOFFERENZE DELLE IMPRESE Stima e previsione dei tassi di ingresso in sofferenza delle per fascia dimensionale APRILE 2015 #1 (2 a+2b) 12,5% 75,5% 2 SOFFERENZE

Dettagli

Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue

Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue Rassegna Stampa del 3 aprile 2015 Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue E' QUANTO EMERGE DALL ANALISI CONDOTTA A LIVELLO MONDIALE DALLA SOCIETÀ GLOBALE DI CONSULENZA

Dettagli

GLI STRANIERI SONO TORNATI A INVESTIRE IN ITALIA

GLI STRANIERI SONO TORNATI A INVESTIRE IN ITALIA GLI STRANIERI SONO TORNATI A INVESTIRE IN ITALIA Purtroppo, però, rimaniamo ancora poco attrattivi =================== Nel 2014 gli Ide (Investimenti diretti esteri) in entrata nel nostro paese ammontavano

Dettagli

Top 10 delle marche in tutta la Svizzera 6.6% 6.2% 5.9% 5.9% 5.7% 5.6% 4.5% 4.0% 4.0% TOYOTA MERCEDES PEUGEOT 14% VOLVO FORD 10% 8.0% 7.

Top 10 delle marche in tutta la Svizzera 6.6% 6.2% 5.9% 5.9% 5.7% 5.6% 4.5% 4.0% 4.0% TOYOTA MERCEDES PEUGEOT 14% VOLVO FORD 10% 8.0% 7. Auto - una copertura assicurativa ottimale al miglior prezzo! Quali sono le marche e i modelli di auto più amati in Svizzera? Quali le differenze al volante tra uomini e donne? Tra Svizzeri romandi e Svizzeri

Dettagli

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014 Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Discorso del Vice Ministro allo Sviluppo Economico, Carlo CALENDA Signor Presidente della Repubblica, Autorità

Dettagli