Le toghe tornano in campo: confermata la condanna a Berlusconi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le toghe tornano in campo: confermata la condanna a Berlusconi"

Transcript

1 CON IL PDL d Italia ANNO LXI N.108 Registrazione Tribunale di Roma N del 23/2/76 giovedì 9/5/2013 Il partito dei giudici contro il governo di tregua Marcello de Angelis Tutti i partiti hanno fatto passi indietro per dare il proprio contributo a un governo che dovrebbe assicurare una fase di non conflittualità e di cooperazione. Non è un caso che questo percorso abbia avuto la sua prima battuta dʼarresto sullʼelezione del presidente della commissione Giustizia del Senato che, su proposta del Pdl e con lʼaccordo del Pd, doveva essere lʼex Guardasigilli Nitto Palma. Sulla sua candidatura segretamente alcuni esponenti del Pd hanno fatto mancare il loro voto. Il Pd non è un soggetto politico omogeneo e ne è stata dimostrazione plastica lʼimpossibilità di Bersani di assicurare i voti per lʼelezione del presidente della Repubblica e la sua incapacità di formare un governo. Da anni, allʼinterno del partito pigliatutto del centrosinistra accanto ad altre componenti come quella democristiana che oggi guida il governo si è insediata e consolidata quella che va sotto il nome di partito dei giudici. Ai capi di questo partito, dello sforzo comune per traghettare il Paese oltre la crisi non gliene frega nulla. Della tregua politica firmata con il centrodestra che per loro non è un avversario, bensì un nemico da estinguere meno che mai. In questʼottica la conferma in Appello della condanna per Berlusconi al processo Mediaset non è una coincidenza, ma è perfettamente conseguente e sintonica con lʼostruzionismo tentato sullʼelezione di un esponente del Pdl alla presidenza della commissione Giustizia. I tupamaros togati non hanno deposto le armi e, come qualunque partito combattente, non accettano tregue che possano portare a una stabilizzazione. La loro strategia ha bisogno della tensione e della guerra senza limiti. La loro missione è alimentare il caos per poter giustificare il proprio ruolo e rivendicare, appunto, il governo del caos. Sacrificando il bene del popolo, sacrificando il bene del Paese e sacrificando come vittima collaterale anche il Pd. Le toghe tornano in campo: confermata la condanna a Berlusconi Indesit volta pagina, i Merloni cedono il comando a Milani: Restiamo italiani» REDAZIONE PAG.4 La rivoluzione di Grillo: gli analfabeti della vergogna Francesco Signoretta Quando in vista cʼè lo spettro della sconfitta ci sono due sole strade per svignarsela: o si urla per attirare lʼattenzione della gente mascherando le difficoltà del momento, oppure si passa direttamente agli insulti, così da dare lʼidea che lʼavversario è scorretto e quindi il duello, comunque si concluda, è truccato. Grillo sta percorrendo entrambe le strade. Lo scopo è quello di nascondere, sotto gli insulti, la strategia dei Cinquestelle che giorno dopo giorno viene a galla e ha il sapore dei vecchi partiti della prima Repubblica. Basta una piccola riflessione: in queste settimane i grillini volevano lʼincarico per la presidenza del Consiglio, pretendevano di scegliere il nome del presidente della Repubblica, reclamavano lʼasso pigliatutto nelle commissioni. Nessuna caccia alle poltrone, per carità hanno raccontato perché se gli incarichi vanno agli altri è uno scandalo (e giù offese e vaffa) mentre se li hanno loro è giustizia quasi divina. Non importa se finora non si sono dimostrati allʼaltezza, perché poi quando le cose peggiorano e le figuracce aumentano cʼè sempre pronto lʼintervento dellʼex comico che urla, disprezza e insulta, distogliendo lʼattenzione dallʼinconsistenza de gruppo parlamentare dei Cinquestelle. Lo schema si è ripetuto con la vicenda delle commissioni. Non è andata come il M5S voleva e quindi raffica di bombe verbali. Grillo ha messo nero su bianco un attacco alzo zero a quello che definisce lʼalfabeto della vergogna: la spartizione delle presidenze delle commissioni. Per lʼex comico sono «un potente vaffanculo alla Nazione». La lista a suo dire comprende «trombati, inquisiti, mariti, vecchie scarpe dellʼinciucio, riscossori di premi partita, trombettieri del falso, senatrici da supermarket con scorta. Un tocco di P2 più un tocco di DʼAlema Cʼè dentro di tutto, un minestrone di falliti, riciclati, bocciati alle politiche, di eterni ritornanti. Questa lista è una provocazione verso i cittadini per scelta delle persone e per Palma eletto presidente della Commissione Giustizia, nonostante la farsa del Pd. I montiani: «Noi leali, altri no» REDAZIONE PAG.2 Un anno fa partiva lʼinchiesta su Antonveneta che ha travolto il Monte dei Paschi REDAZIONE PAG.3 la loro generale incompetenza. Se ci fosse una Commissione per i cessi di Montecitorio argomenta Grillo occuperebbero anche quella: metà chiappa Pdl e metà chiappa Pdmenoelle e lascerebbero il cesso da pulire alla finta opposizione di Sel». Secondo lʼex comico, una meraviglia per chi vuole «facilitare i conati di vomito». Sulle 35 poltrone assegnate al M5S, però, neppure una parola. Loro come detto sono i veri unti dal Signore. Il problema reale è un altro: Grillo dovrebbe dire quali grandissime personalità ed eccezionali cervelli sono stati eletti nei Cinquestelle, visto che sono gli unici che meritano le odiatissime poltrone. Forse chi non sapeva nemmeno che per essere eletti al Quirinale bisogna avere 50 anni? O chi non conosceva il numero dei deputati e dei senatori? O chi non sapeva dove si trovasse Palazzo Madama? Si passerebbe dallʼalfabeto della vergogna agli analfabeti della vergogna. E questa sarebbe la rivoluzione targata Cinque Stelle.

2 2 Palma eletto presidente della Commissione Giustizia, nonostante la farsa del Pd. I montiani: «Noi leali, altri no» La telenovela è finita, Nitto Palma è stato eletto presidente della Commissione Giustizia del Senato senza i voti del Pd, che ha così portato fino in fondo la sua ipocrita operazione di tradimento del patto con il Pdl per non deludere i suoi elettori giustizialisti, che vedevano nellʼex ministro il garante di chissà quali leggi ad personam per il Cavaliere. È finita che alla quarta votazione Nitto Palma ha ottenuto tredici voti, incassando il sì leale di Scelta civica ma non quello del Pd (8 schede bianche), mentre al grillino Mario Michele Giarrusso sono andati quattro voti. Lʼelezione è stata salutata da un applauso del Pdl ma a Palazzo Chigi i bene informati sostengono che il primo a festeggiare sia stato Enrico Letta, che dopo la trappola tesa ieri dal Pd a Palma temeva ripercussioni politiche sul governo. Tra i sì cʼera anche quello degli autonomisti altoatesini: «A noi questʼaccordo non è piaciuto, ma io penso che gli accordi vadano rispettati. E quindi ho votato a favore di Nitto Palma!, ha detto il senatore di Svp, Karl Zeller, che ha espresso la stessa tesi dei montiani, anchʼessi scandalizzati per il metodo del Pd: «Quello a cui abbiamo assistito con la votazione sulla presidenza Nitto Palma in commissione Giustizia è davvero il teatrino della vecchia politica.», si sfoga il capogruppo di Scelta civica al Senato, Gianluca Susta: «Abbiamo già espresso la nostra insoddisfazione a Zanda, Letta e Franceschini. Non ci si comporta così». Dopo aver eletto presidente Francesco Nitto Palma, i componenti della Commissione Giustizia del Senato, hanno eletto anche i vice presidenti: Maurizio Buccarella del Movimento 5 Stelle e Felice Casson del Pd. I sindaci del centrodestra manifestano contro l'imu Una ventina di sindaci appartenenti al centrodestra ha manifestato ieri davanti alla sede del ministero dell'economia in via XX Settembre a Roma per dire 'no' all'imu sulla prima casa. I primi cittadini hanno esposto uno striscione con la scritta: 'Basta Imu sulla prima casa', e hanno spiegato le proprie posizioni. Alessandro Cattaneo, sindaco di Pavia e vicepresidente dell'anci, ha spiegato che "l'imu è una tassa che ha creato iniquità sociale pesando soprattutto sui più deboli". Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha aggiunto che l'abolizione dell'imu sulla prima casa "è un provvedimento che sta nel programma di governo e che dev'essere attuato subito, senza ulteriori rinvii, affinché gli italiani non paghino tasse su un bene primario". Poi, ha ricordato che a Roma "il 36% delle prime case non sono più tassate e quindi, se lo abbiamo fatto a Roma, lo si può fare anche a livello nazionale". I sindaci hanno avuto un incontro con il viceministro dell'economia, Luigi Casero, e poi "incontreremo il ministro dell'interno Alfano, che ha il compito di vigilare sui Comuni, chiedendo che gli impegni presi vengano mantenuti" ha aggiunto Alemanno. Alla manifestazione anche il vicepresidente del Senato, Maurizio Gasparri che ha concluso dicendo che "nel documento approvato al Senato il governo si è impegnato a sospendere il pagamento dell'imu sulla prima casa per la rata di giugno e alla restituzione di quella del 2012, cercando anche soluzioni che salvaguardino i bilanci dei Comuni". Berlusconi, la Convenzione non serve: era una boutade La presidenza della Convenzione per le riforme era una boutade, il processo Mediaset (avviato alla conclusione con la scelta dei giudici della Corte dʼappello di Milano di procedere «oltre» respingendo le richieste della difesa) si poggia sul niente. Silvio Berlusconi torna a ruggire dai microfoni di Mattino 5, il day after le polemiche per la scelta ancora in bilico di Nitto Palma alla guida della commissione Giustizia di Palazzo Madama, che ieri per due volte non ha ottenuto la maggioranza nelle votazioni sulla presidenza. «Con una sentenza che mi vuole condannare a 4 anni di carcere con lʼinterdizione dai pubblici uffici si verifica un attacco ai miei diritti politici: dovremo dar vita prima o poi ad una inchiesta in Parlamento per verificare questa situazione e per porre fine ad un fenomeno come questo», è il primo contrattacco allʼaccanimento delle toghe e alla previsione che il processo si chiuda in queste ore cruciali per lʼavvio del governo Letta. Il Cavaliere chiarisce una volta di più di non essersi «mai occupato dei bilanci di Mediaset né di bilanci di altro gruppo». Quanto allo strumento per dare vita alle riforme annunciato dal premier alle Camera, è «tutto tempo perso». Con una delle sue proverbiali piroette lʼistrionico Berlusconi oggi azzoppa lʼidea della Convenzione perché «non è prevista dalla nostra Costituzione, richiederebbe dei tempi di approvazione che non farebbero altro che allungare il percorso per il cambiamento». La proposta è quella di seguire invece le procedure dellʼarticolo 138 della Costituzione. Ammaccato per la sollevazione della sinistra allʼipotesi che lʼavversario di sempre potesse stare al timone, dice: «Ho visto tutte le critiche mosse alla mia persona sullʼipotesi di una mia presidenza della Convenzione. Ma io lʼho buttata lì, era una battuta, scherzavo arrivando in Senato».Della Convenzione ha parlato anche il ministro Quagliariello, ospite de La telefonata di Belpietro, innanzitutto respingendo i veti sui nomi a cominciare dal nome di Berlusconi.

3 Un anno fa partiva l'inchiesta su Antonveneta che ha travolto il Monte dei Paschi 3 Siena un anno dopo il blitz della guardia di finanza al Monte dei Paschi è una città dove l"uragano" arrivato improvviso in molti dei suoi palazzi ha lasciato il segno e anzi ancora non sembra aver esaurito la sua forza distruttiva. La mattina del 9 maggio 2012 gli uomini del Nucleo di polizia valutaria della Gdf si presentarono a Rocca Salimbeni e, contemporaneamente, nella sede della Fondazione Mps (azionista di riferimento della banca), negli uffici di Comune e Provincia e nelle abitazioni di quelli che, fino a poco tempo prima, erano a capo del terzo gruppo bancario italiano. L'inchiesta sull'acquisizione di Antonveneta, che il Monte comprò nel 2008 pagando 9,3 miliardi di euro al Banco Santander di Emilio Botin che, solo 3 mesi prima l'aveva comprata per 6,6 mld, andava avanti da tempo. I pm (Antonino Nastasi, Aldo Natalini e Giuseppe Grosso) erano riusciti a non far trapelare niente dagli uffici della procura. Oggi l'inchiesta, che riguarda anche il Fresh da 1 mld utilizzato da Mps per l'acquisizione, si è moltiplicata e altri fascicoli, comunque legati, sono stati aperti. Gli indagati dovrebbero essere una ventina, dai pm non è mai arrivata una conferma ufficiale. Tra questi i nomi principali sono quelli dell'ex presidente e dell'ex dg del Monte, Giu- Il Papa alle suore: "Siate madri, non zitelle". E critica il carrierismo: un danno La suora "è madre, non zitella". Il "carrierismo" di uomini e donne della Chiesa è un danno grave. La "povertà teorica non ci interessa, dobbiamo "toccare la carne povera di Cristo". Queste le indicazioni del Papa alle suore del mondo, un esercito di oltre religiose nei cinque continenti, rappresentate ieri mattina, nell'incontro con il papa latinoamericano, da 800 delegate delle superiori religiose di 1900 tra ordini e congregazioni femminili. Tra loro, nell'udienza nell'aula Paolo VI, anche le esponenti delle superiori religiose degli Stati Uniti, oggetto di osservazione per le loro prese di posizione sui temi etici, da parte della Congregazione per la dottrina della fede già con Benedetto XVI e ora con il suo successore. Alle suore di tutto il mondo papa Bergoglio ha voluto ricordare il vero valore della castità, ha chiesto "una castità feconda che genera figli spirituali", "la consacrata - ha spiegato - è madre, deve essere madre e non zitella, scusatemi, parlo un po' così..." ha commentato, suscitando l'applauso delle suore presenti nell'aula Paolo VI. "Siate madri - ha aggiunto - come figure della chiesa madre, non si può capire Maria e la Chiesa senza la maternità, e voi siete icona di Maria e della Chiesa". Parole forti del Papa, poi, circa "il danno che arrecano al popolo di Dio gli uomini e le donne di Chiesa che sono carrieristi e arrampicatori, che usano il popolo come trampolino per l'ambizione personale: fanno più danno alla Chiesa". "Centralità di Cristo", "autorità come servizio di seppe Mussari e Antonio Vigni, dell'ex responsabile dell'area finanza Gianluca Baldassarri (l'unico tra gli indagati in carcere ormai da oltre 3 mesi) e, tra gli ultimi iscritti nel registro degli indagati, l'ex manager executive per Europa e Medioriente di banca Nomura Sadeq Sayeed e l'ex responsabile per l'italia dell'istituto giapponese Raffaele Ricci. Complessivamente sono stati sequestati beni per oltre 40 milioni, anche se quello più pesante (1,8 mld) chiesto per Nomura ha avuto uno stop dal gip e ora occorrerà attendere il riesame e, quasi certamente, la Cassazione. I magistrati non sarebbero lontani dalla chiusura dell'inchiesta principale, e di quelle sull'ipotesi di insider traiding (aperta i primi di marzo dopo una denuncia dei nuovi vertici di Mps) e sulla morte di David Rossi, l'ex capo area comunicazione gettatosi dalla finestra del suo ufficio a Rocca Salimbeni la sera del 6 marzo. Questi ultimi due fascioli, secondo alcune fonti, potrebbero presto essere archiviati. Resta da fare molto lavoro, invece, sul filone della così detta 'banda del 5%', la percentuale che, per l'accusa, Baldassarri e alcuni personaggi a lui legati (dentro e fuori la banca) si sarebbero fatti dare da chi voleva fare affari con il Monte, e su quello per la ristrutturazione del derivato Alexandria, operazione fatta con Nomura che per i magistrati nasconde i reati di usura e truffa aggravate, e su altri prodotti finanziari simili. Nelle decine e decine di scatole portate via dal Monte il 9 maggio 2012, altre sono state prelevate nei mesi successivi, i magistrati avrebbero trovato molto materiale. Quello stesso giorno altri uffici, in varie città italiane (da Milano a Roma), vennero passati al setaccio: tra questi le sedi di 11 istituti di credito, italiane e straniere, in affari con il Monte. Intanto la città il prossimo mese di maggio andrà alle elezioni per darsi un nuovo sindaco: quello precedente, Franco Ceccuzzi (Pd) prima dovette dimettersi proprio per le polemiche su Mps, poi ha dovuto rinunciare alla candidatura per un'inchiesta della procura di Salerno che tra gli indagati vede anche lui e Mussari. amore", "sentire con la madre Chiesa", le "indicazioni" conclusive del Papa alle delegate dell'uisg. "Cosa sarebbe la Chiesa senza di voi - si è chiesto papa Francesco - le mancherebbe affetto, maternità, tenerezza, intuizione di madre". "Care sorelle - ha concluso - siate certe che vi seguo con affetto, io prego per voi, ma anche voi pregate per L'università Bocconi tra le prime al mondo per l'economia Per l'economia e la finanza, l'università Bocconi si conferma tra i primi atenei del mondo, anche se il top in questo campo restano le università americane e inglesi. Secondo le classifiche sulle singole discipline diffuse oggi da Qs World University Rankings e riportate dal Sole 24 ore, Harvard è la numero uno planetaria per l'economia e l'econometria, davanti al Mit e alla London School of Economics. La Bocconi è 17esima come lo scorso anno e assieme a Singapore (14esima) interrompe il monopolio statunitense e britannico in materia. Per la finanza e l'accounting l'università di Via Sarfatti è 21esima, contro la 19esima posizione dello scorso anno. In Europa la Bocconi è quinta per economia, dietro alle britanniche Lse, Cambridge, Oxford e Ucl e quarta per la finanza dietro a Lse (seconda assoluta dietro ad Harvard), Oxford e Cambridge. Per l'economia in classifica ci sono anche Bologna (tra il 51 e il 100esimo posto), la Sapienza ( ) e Cà Foscari, la Cattolica, le Università di Milano, Padova, Siena, Roma-Tor Vergata e Trento (tutte tra ). Per la finanza compare in graduatoria anche l'ateneo di Bologna, tra il 51esimo e il 100esimo posto. Un altro degli aspetti salienti del ranking, ovvero la posizione relativa all'indicatore employer reputation, vede la Bocconi al 12esimo posto mondiale, con un punteggio di 90,8 su 100. La palma in questo caso va a Cambridge, ma l'università milanese supera Yale, Princeton e Berkeley. Complessivamente sono state esaminate 678 università.

4 4 Indesit volta pagina, i Merloni cedono il comando a Milani: «Restiamo italiani» Per la terza volta in meno di dieci anni anni Indesit Company volta pagina: dopo il cambio di nome (da Merloni Elettrodomestici) nel 2005, e l'addio per motivi di salute dello storico fondatore Vittorio Merloni nel 2010, sostituito dal figlio Andrea, ora un cambio al vertice sancisce l'uscita della famiglia dal posto di comando. Presidente diventa l'attuale ad Marco Milani, anche se tutti i familiari di Vittorio restano nel Cda. Sembra una svolta epocale per la multinazionale tascabile del bianco, fondata nel 1975 come prosecuzione di una dinastia che si occupa di elettrodomestici da tre generazioni. Ma non è proprio così. La successione è stata attentamente preparata dai 5In Italia dal 2007 si sono persi tra i e i posti di lavoro nella componentistica auto. È questa la stima di Mauro Ferrari, presidente del Gruppo Componenti Anfia, che chiede al nuovo governo una task force per definire un piano strategico di medio periodo per il comparto. Dall'inizio del nuovo secolo il Paese è precipitato dall'undicesimo al ventiduesimo posto nella classifica mondiale dei Paesi produttori, ricorda Stefano Aversa, amministratore delegato di Alix Partners. L'occasione per fare il punto sul settore è il convegno sul futuro della componentistica italiana nel contesto internazionale, organizzato dall'anfia a Torino. Un comparto che, sottolinea Merloni con un accordo interno raggiunto dopo mesi di rumors su contrasti sul futuro dell'azienda. Milani si è presentato all'assemblea degli azionisti alla testa della lista di maggioranza espressa dalla cassaforte di famiglia Fineldo (oltre 43% delle quote). Nel Cda, assieme a lui siedono Andrea Merloni (che dovrebbe prendere la guida della Fineldo), i suoi fratelli Maria Paola (parlamentare di Lista Civica), Aristide e Antonella, e la madre Franca Carloni; gli altri membri sono Luigi Abete, Paolo Amato (indicato dalla lista di minoranza), Guido Corbetta, Sergio Erede e Libero Milone. E lo stesso Milani definisce la scelta caduta su di lui di continuità e garanzia. Con oltre 30 anni trascorsi in Ferrari, «mantiene comunque una forte vitalità e continua a valere circa il 3% del Pil nazionale, con un export che, nel 2012, valeva circa 18 miliardi, pari a oltre il 45% del fatturato e una bilancia commerciale positiva per 7,4 miliardi (+2,2%)». Ferrari spiega che il fatturato 2011 della componentistica italiana era pari a 42 miliardi di euro con un export pari a circa 19 miliardi, mentre per il 2012 è atteso un fatturato intorno ai 38 miliardi con un calo del 10-12%. «L'Italia - afferma Aversa analizzando la classifica dei Paesi produttori- è in compagnia della stragrande maggioranza dei Paesi europei: la Francia ad esempio è scesa dal quarto all'undicesimo posto. Solo la Polonia e la Germania hanno resistito azienda, dove è entrato nel 1980 e di cui è ad dal 2004, ha «tutte le credenziali per essere il primo presidente non Merloni di Indesit», ha detto. Il primo pensiero di Milani, senza nascondere una certa emozione, va al fondatore Vittorio Merloni, «il nostro presidente, il nostro grande papà», che ha compiuto 80 anni pochi giorni fa. Per il resto «non cambia niente», neanche con il doppio incarico di presidente e ad. «Siamo una società italiana e restiamo in Italia». Nel primo trimestre 2013 i ricavi e l'utile sono scesi rispettivamente del 3,8% (attestandosi a 597,7 mln) e del 62,2% (4,1 mln), mentre il 2012 si era chiuso con ricavi e utile in crescita. «Un mercato in calo, dove continua comunque a reggere per Indesit l'est Europa, soprattutto Ucraina e Turchia». Il gruppo punta su nuovi prodotti: una nuova lavatrice Indesit, una nuova lavastoviglie super tecnologica Hotpoint e una linea di coloratissimi piccoli elettrodomestici, dalle macchine da caffé per Illy, ai tostapane, ai ferri da stiro, fino agli aspirapolvere. Un mix di continuità e novità che sembra piacere al mercato. Componenti per auto: dal 2007 persi dai 15 ai 20mila posti di lavoro in Italia grazie rispettivamente a motivi di competitività e per la presenza di produttori Premium». Guida la classifica la Cina. Italia-Cina: parte la prima piattaforma tv per promuovere il made in Italy La televisione italiana arriva in Cina grazie a un accordo tra Giglio Group Spa, editore di canali digitali presente in 32 Paesi, e uno dei maggiori operatori radiotelevisivi cinesi. La comunicazione è stata data dalla stessa Giglio Group che sta per presentare a Milano la nuova piattaforma che punta a diffondere in Cina contenuti legati alla cultura, allo stile di vita e alle eccellenze italiane. L'accordo, come si legge in una nota, coinvolge alcuni tra i principali produttori italiani di audiovisivo che grazie a Giglio Group parteciperanno con i loro programmi alla nuova piattaforma televisiva e multimediale integrata, interattiva e fruibile da qualsiasi dispositivo. «Il progetto prosegue la nota riveste importanza sia per la valorizzazione dell'italia e del made in Italy che per la promozione di un progressivo avvicinamento tra la cultura e i mercati di Cina e Italia, con l'intento, attraverso la crescita di sinergie tra le rispettive industrie, di innescare ulteriori potenzialità di sviluppo». Il mercato cinese, uno dei più promettenti dei prossimi anni, ha delle potenzialità enormi, con un miliardo e mezzo di persone che, solo recentemente, hanno acquisito la capacità di agire da protagonisti sul mercato dei consumi.

5 5 Tunisi blocca mille mercenari in partenza per la Siria. E nella parte meridionale del Paese i ribelli arretrano Antonio Pannullo Continuano a emergere notizie sui mercenari stranieri mandati in Siria contro il governo di Bashar al Assad. Mille giovani tunisini che volevano raggiungere i combattenti siriani contro il regime sono stati bloccati in patria, negli ultimi giorni, dal governo. Lo ha reso noto il ministero dell'interno di Tunisi, confermando la circostanza che é proprio la Tunisia il Paese che alimenta in maggiore percentuale il numero degli jihadisti stranieri che combattono in Siria. Secondo il portavoce del ministero, peraltro, sono pochissimi i tunisini che tornano dalla Siria, così come dal nord del Mali, dove combattono molti giovani salafiti partiti dalla Tunisia. Intanto si apprende che i ribelli siriani si sono ritirati nelle ultime ore da una strategica località del sud della Siria a circa 20 chilometri dal confine con la Giorda- Proposta di Marine Le Pen: abbattiamo le banlieue e rifacciamole a dimensione umana Giovanni Trotta Dalla Francia viene un'idea che potrebbe tranquillamente essere importata in Italia, e anzi qualcuno già lo ha detto in passato. Abbattere i brutti palazzoni di periferia per sostituirli con delle case tradizionali: è questa la proposta di Marine Le Pen, leader dell'estrema destra francese, che ritiene imperativa la «distruzione dei palazzi costruiti tra il 1955 e il 1970, per sostituirli con un habitat di taglia ed estetica tradizionale». La proposta è già contenuta nel programma del Fronte nazionale, disponibile sul sito internet del partito. Per la destra transalpina, «bisognerà lavorare all'integrazione dell'urbanismo e dell'architettura nell'ambiente naturale e nel rispetto delle nostre tradizioni architettoniche». In concreto, ha spiegato la battagliera nia, dove è penetrato l'esercito regolare. Lo riferiscono gli stessi insorti, che attribuiscono la la responsabilità della ritirata da Khirbet Ghazal, sull'autostrada Damasco-Amman, alla mancanza di armi e munizioni. In un comunicato pubblicato dal comitato di coordinamento locale di Khirbat al Ghazal, si afferma che i ribelli che si sono ritirati accusano il consiglio militare di Daraa, capoluogo della regione meridionale, perché non è stato in grado di far arrivare armi e munizioni dalla Giordania. Alcuni rapporti di stampa occidentali avevano rivelato nelle settimane scorse che gli Stati Uniti avevano deciso di sostenere, indirettamente e tramite il regno hascemita, alcune frange dei ribelli del sud della Siria. Dopo una prima avanzata a marzo, nel quale era stata conquistata Khirbat al Ghazal, i ribelli hanno però dovuto gradualmente Le Pen, «non si può certo mettere una casa alsaziana in Bretagna, una casa bretone in Provenza, e una casa provenzale in Alsazia». Ma molti comuni, deplora, non rispettano l'unità estetica del luogo. Per esempio, nella Seine- Saint-Denis, nella banlieue di Parigi, «c'è una cultura architettonica inferiore a quella di tutte le altre regioni. Bisogna evitare di dare a questo dipartimento, il più povero di Francia, un'architettura tradizionale cementificata», ha ironizzato Le Pen. Immediata la replica di Stephane Troussel, il presidente socialista del consiglio generale della Seine- Saint-Denis, che punta il dito contro le «idee semplicistiche» della figlia di Jean-Marie Le Pen. E anziché riconoscere la oggettiva bruttezza delle banlieues, argomenta ironizzando che «la storia dell'architettura non si è fermata lasciare il terreno alla controffensiva del governo legittimo. Anche perché il presidente americano Barack Obama ha ribadito che è ormai chiaro che armi chimiche in Siria sono state usate, ma ancora non ci sono sufficienti dettagli per affermare esattamente come e da chi. In realtà. l'occidente avrebbe voluto affibbiarne la responsabilità ad Assad, ma il governo siriano ha documentato che sono stati i ribelli a usare le armi chimiche ad Aleppo, e che tali armi erano transitate dalla Turchia. Quindi, come già successo per l'iraq di Saddam Hussein, adesso la comunità internazionale «non sa» chi abbia usato le armi proibite. Tuttavia, le dinamiche internazionali attorno alla crisi siriana - che ha finora causato la morte di circa 70 mila persone ed è da tempo entrata nel terzo anno - sembrano in queste ore aver segnato un passo avanti, con il segretario di Stato Usa John Kerry che a Mosca assieme al ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha annunciato che Russia e Stati Uniti sono d'accordo sulla necessità di organizzare una conferenza internazionale per porre fine al conflitto, da tenere entro la fine del mese di maggio. alle capanne galliche», denunciando un «raro livello di stupidaggine, di incompetenza e di violenza». Probabilmente, ha concluso, Le Pen non ha mai sentito parlare di architetti come Le Corbusier o Niemeyer, che hanno lavorato nella Seine-Saint-Denis. Intanto Nicolas Sarkozy pensa che potrebbe essere "costretto" a tornare. «Il potere socialista - ha avvertito Sarkozy in un'intervista - sta esplodendo. Sono estremamente preoccupato». A galvanizzarlo, nonostante i processi, sono anche i sondaggi. Secondo un recente studio di Csa, se le presidenziali si tenessero ora, ad accedere al secondo turno sarebbero Sarkozy e Marine Le Pen, con Hollande eliminato al primo turno, come successe nel 2003, quando al ballottaggio arrivarono Chirac e Le Pen, padre, lasciando fuori l'opaco socialista Jospin. Cresce in Gran Bretagna la voglia di abbandonare l'unione europea al suo destino... Cresce l'euroscetticismo nel Regno Unito. Secondo un sondaggio You- Gov, il 46% dei cittadini voterebbe per l'uscita del Paese dall'unione europea se si tenesse oggi un referendum "dentro o fuori", mentre solo il 35% sceglierebbe di restare. La percentuale di chi sostiene l'uscita, in un sondaggio dello stesso tipo dello scorso gennaio, era del 40%. Allo stesso tempo, oltre la metà dei britannici dubita sulla capacità del premier, David Cameron, di negoziare il "rimpatrio" di alcuni poteri da Bruxelles. Secondo YouGov, il 53% degli elettori pensa che il leader conservatore non sarà in grado di trarre benefici consistenti per il Paese da questo tipo di negoziati. Il sondaggio arriva mentre continua a infiammarsi l'acceso dibattito fra i Tory. L'ala più euroscettica del partito da tempo chiede a Cameron di accelerare l'iter per il referendum sull'unione, che è stato programmato per il 2017 ma che si terrà solo in caso di una vittoria Tory nelle elezioni del Nella vicenda è intervenuto nei giorni scorsi anche l'ex ministro del Tesoro, Nigel Lawson, aveva tuonato contro l'unione europea chiedendo l'uscita del Regno Unito. La Gran Bretagna deve uscire dall'unione europea, che è diventata una «mostruosità burocratica». Lo ha detto dalle pagine del Times il conservatore storico ministro del Tesoro negli anni di Margaret Thatcher, che ha ancora grande influenza fra i tory. «Il problema non è l'europa - ha spiegato Lord Lawson nel suo intervento - con la sua grande storia e cultura incomparabile, ma l'unione Europea. Confondere le due è sbagliato dal punto di vista storico e geografico». Secondo Lawson, che ricorda di essere stato in favore dell'ingresso del Regno Unito nella Comunità europea, le condizioni attuali sono del tutto cambiate rispetto agli anni Settanta. «L'economia del Regno avrà più da guadagnare che da perdere con l'uscita dall'ue», ha aggiunto. L'intervento di Lawson è certamente destinato ad alimentare l'acceso dibattito all'interno del partito conservatore.

6 6 Aveva i vecchi rituali de "Il Padrino": sgominata la cosca di Bagheria Guido Liberali Per tutelare l'onore di una giovane donna che aveva una relazione con un uomo sposato è intervenuto il capomafia in persona. E minacciando il padre dell'amante della ragazza ha decretato la fine della love story. C'è anche questo nell'indagine dei carabinieri che ha azzerato la cosca mafiosa di Bagheria. «È l'emblema di una mafia ha commentato l'aggiunto Leonardo Agueci a cui viene delegata la risoluzione di controversie di ogni genere». A "consigliare" il padre dell'uomo sposato a intervenire è il mafioso Rosario Flamia, "tesoriere" della cosca di Bagheria. La ragazza coinvolta è parente di un altro mafioso, tra gli arrestati dai carabinieri, Vincenzo Gagliano. I carabinieri, nell'ambito del blitz che ha portato a decine di arresti, hanno sequestrato beni per oltre 30 milioni di euro. Si tratta di beni mobili, immobili e complessi aziendali tra cui locali notturni della movida palermitana, agenzie di scommesse, imprese edili e super- mercati. Le indagini hanno dimostrato come ancora l'organizzazione mafiosa sia strutturata secondo il tradizionale assetto verticistico. Continuano ad essere usati inoltre i vecchi rituali di affiliazione: la punciuta e la presentazione dei nuovi affiliati ai mafiosi più anziani. In un'intercettazione ambientale, un uomo d'onore, discutendo con un altro affiliato, paragona le nuove leve a giovani cavalli da trotto, da addestrare - se necessario - anche ricorrendo alle maniere forti: «quando vedi che nella salita fanno le bizze... piglia e colpisci con il frustino... sulle gambe... che loro il trotto non lo interrompono... purtroppo i cavalli giovani così sono», dice. Le indagini hanno inoltre messo in luce una mafia aggressiva e sempre più camaleontica che, se da una parte continua a vedere nell'imposizione del pizzo la manifestazione più visibile della sua autorità sul territorio, dall'altra è consapevole che, complice anche la crisi economica, è più che mai necessario ricorrere ad altre fonti illecite di guadagno, come, ad esempio, la gestione del gioco d'azzardo. Resta forte la capacità del clan di condizionare le dinamiche politico-elettorali locali. È stato accertato, infatti, un patto tra alcuni mafiosi di Bagheria e un candidato alle scorse elezioni amministrative regionali che aveva ad oggetto la promessa di voti in cambio di danaro. Dall'inchiesta, infine, condotta con la collaborazione della Royal Canadian Mounted Police, è emersa l'esistenza di un raccordo operativo nel settore degli stupefacenti tra Cosa nostra bagherese e la famiglia mafiosa italo-canadese dei Rizzuto. Documentata, inoltre, la situazione di instabilità interna alle organizzazioni canadesi, degenerata negli ultimi anni in numerosi omicidi. Clan dei Casalesi: arrestato il sindaco di Battipaglia per appalti truccati e ricatti sessuali Valter Delle Donne Il sindaco di Battipaglia (Salerno), Giovanni Santomauro, è stato posto agli arresti domiciliari per appalti banditi dal Comune e ottenuti da ditte legate al clan camorristico dei Casalesi. Nell'operazione scattata all'alba di mercoledì, la Dia di Salerno gli ha notificato un'ordinanza per turbativa d'asta, concussione aggravata e abuso d'ufficio. Nel corso delle intercettazioni la Procura avrebbe accertato un altro reato ancora più infamante: Santomauro avrebbe costretto due sue concittadine a sottostare ai suoi desideri sessuali. Un ricatto con la promessa di un suo interessamento per trovare loro lavoro o garantire alle due donne, entrambe separate con figli e in difficoltà economiche, contributi comunali. Il provvedimento è stato emessi dal Gip del Tribunale di Salerno, su richiesta della Dda di Salerno, al termine di indagini condotte dalla Dia salernitana su appalti che ditte legate al clan dei Casalesi hanno ottenuto - secondo l'accusa - in maniera illecita dal Comune di Battipaglia. Tra le persone finite in carcere vi è Nicola Madonna, imprenditore ritenuto dagli investigatori contiguo al clan dei Casalesi. Secondo i risultati delle indagini, attraverso una ditta intestata a un prestanome avrebbe ottenuto dal sindaco di Battipaglia appalti pubblici per oltre cinque milioni di euro. Madonna - sempre stando all'accusa - avrebbe fatto ricorso a un prestanome perché il fratello Michelangelo è colpito da un'interdittiva antimafia della Prefettura di Caserta. All'operazione denominata Alma, oltre alla Dia di Salerno, Napoli, Firenze e Bologna, hanno partecipato i Carabinieri dei comandi provinciali di Salerno, Caserta, Avellino e l'aquila. Santomauro era stato eletto nel Pd, ma nel luglio 2012 era passato nell'udc, con tanto La nuova Sars colpisce in Francia Il primo caso di infezione respiratoria acuta dovuta ad un virus parente della Sars è stato registrato in Francia. Lo ha reso noto il ministero della Sanità, precisando che ad ammalarsi è stata una persona rientrata da un soggiorno negli Emirati arabi. L'infezione con il coronavirus è stata segnalata all'istituto di vigilanza sanitaria dopo le analisi effettuate presso l'institut Pasteur, a Parigi. Il paziente è attualmente ricoverato in un reparto rianimazione ed è stato messo in quarantena. Il nuovo coronavirus è stato individuato per la prima volta un anno fa. Il primo caso è stato registrato su un paziente in Arabia Saudita che ne è morto. Altre infezioni sono seguite in Gran Bretagna e in Germania. In tutto 18 persone sono morte nel mondo dopo aver contratto questo virus, di cui 11 in Arabia Saudita. L'Oms ha lanciato un appello alla vigilanza. La Sars è una grave infezione respiratoria che ha causato la morte di più di 800 persone in Cina nel La differenza con la Sars è che il nuovo virus provoca un'insufficienza renale rapida. di conferenza stampa alla presenza del segretario nazionale, Lorenzo Cesa. Appena un mese fa, dopo le aperture di Santomauro al Pd locale con il tentativo di rientrare nel partito di Renzi Bersani, «il primo amore», come amava definirlo il primo cittadino di Battipaglia.

7 I fratelli Servillo in scena all'argentina di Roma con Le voci di dentro di Eduardo Priscilla Del Ninno Fratelli nella vita, comprimari sulla scena: i due Servillo, (il musicista Beppe e Toni nella doppia veste di attore e regista della pièce) si ritrovano insieme sul palco del Teatro Argentina di Roma per Le voci di dentro, commedia nera di Eduardo che ancora oggi, all'ennesima riproposta, registra un lusinghiero tutto esaurito. Un testo ampio e complesso, con cui Eduardo spinge al massimo la sua critica agrodolce contro l'istituto della famiglia, all'indomani della fine della guerra. Reduce da una prima internazionale a Marsiglia, e da una serie di repliche di successo al Piccolo di Milano, Toni Servillo ha iniziato le sue recite romane affrontando la doppia sfida della prova d'attore alle prese con un ruolo poliedrico, e quella dell'impegno registico a cui far fronte con la messinscena di un copione arduo da sviscerare, scritto di getto in appena sette giorni, nel 1948, per sostituire La grande magia che non si poté recitare per la malattia di Titina De Filippo. È la seconda volta che Toni Servillo si con- fronta con De Filippo dopo la performance di qualche anno fa in Sabato, domenica e lunedì: il risultato è uno spettacolo dalla formidabile forza espressiva, affidato a un eccellente cast di attori, fra i quali spiccano Beppe Servillo, Gigio Morra e Chiara Baffi. Le voci di dentro è la storia, più tragica che stravagante, del povero Alberto Saporito, di mestiere apparatore, cioé noleggiatore di materiali per le feste paesane, e di 7 suo fratello Carlo. I due faticano ad andare avanti con il loro commercio: sembrano poveri, ma sereni. Una quotidianità turbata all'improvviso dalla notizia diffusa da Alberto secondo cui i vicini di casa, la numerosa famiglia Cimmaruta, avrebbero commesso un assassinio. Prima li fa arrestare, in seguito confessa: è stato tutto un sogno! Nel frattempo, mentre cade l'accusa di omicidio, i Cimmaruta, contagiati dal germe dal sospetto, confidano uno dopo l'altro di dubitare di qualche congiunto; il delitto vero - sembra sbeffeggiare l'autore a piè di pagina é la strisciante diffidenza, la mancanza di stima e fiducia reciproca, l'odio che cova sotto le apparenze affettuose. Fra le trovate teatrali balza agli occhi la creazione di Zì Nicola che, disgustato dalle chiacchiere del tempo, ha scelto di restare muto, di non parlare se non a colpi di mortaretti e fuochi d'artificio. Recitata in napoletano, con una scenografia ridotta all'essenziale di una tavola e due sedie, lo spettacolo rinnova e aggiorna il successo di una commedia intramontabile. Con Una notte agli Studios, da fine maggio arriva nelle sale il primo fantasy 3D italiano Bianca Conte Ricordate quando nei mesi scorsi giornali e tv parlavano della nuova destinazione d'uso degli Studios di Cinecittà, progetto impugnato da lavoratori e maestranze con l'occupazione massiccia e tempestiva degli spazi e degli edifici di via Tuscolana? Bene, oggi quella proposta non meglio precisata di vendita e riqualificazione dell'intera area su cui si staglia la mitica Hollywood sul Tevere, riecheggia in qualche modo con i dovuti distinguo nel plot di Una notte agli Studios, in arrivo il 30 maggio nelle nostre sale, primo fantasy in 3D tutto italiano, diretto da Claudio Insegno. Il film, che in una sceneggiatura stravagante e comica, mescola stili e generi cinematografici, in- tercalando il racconto avventuroso con rimandi all'horror e al thriller, interseca amore e mistero in una divertente commedia in stile cartoon per tutta la famiglia, con Giorgia Wurth, Enrico Silvestrin, Claudio Insegno, Sandra Milo, Eva Robbin's, Pino Insegno, Michele La Ginestra, Daniel Mc Vicar e Luca Ward. La storia, che richiama alla memoria il successo americano di Una notte al museo con Ben Stiller, parte e si svolge a Cinecittà: mitico tempio del cinema in pericolo perché un produttore statunitense ha deciso di radere al suolo tutti i teatri di posa in nome del business. Più nel dettaglio: per realizzare un documentario, una giornalista televisiva e un operatore decidono di seguire e filmare la giornata tipo di due attori alla ricerca di lavoro presso gli studi di Cinecittà; letteralmente proiettati dentro i teatri gloriosi che hanno ospitato i set di kolossal epici, che riprenderanno vita in 3D rispolverando antichi fasti, i protagonisti riusciranno, attraverso la ricerca di 5 elementi, a sconfiggere il temibile faccendiere americano intenzionato a distruggere gli studios romani per far posto ad un banale centro commerciale. «Un film dal taglio moderno, spettacolare, con una sua originalità e freschezza, che evita accuratamente volgarità gratuite e luoghi comuni già visti», ha dichiarato riguardo il suo lavoro il regista Claudio Insegno. Un atto d'amore al cinema e ai suoi miti, si potrebbe aggiungere; un inno alla leggerezza d'autore; un invito a ricorrere, con garbo formale e gusto spettacolare all'utilizzo promettente della nuova tecnica del 3D. d Italia Quotidiano della Fondazione di Alleanza Nazionale Registrazione Tribunale di Roma N del 23/2/76 Direttore Politico Marcello De Angelis Vicedirettore Responsabile Girolamo Fragalà Editore SECOLO DʼITALIA SRL Fondatore Franz Turchi Consiglio di Amministrazione Tommaso Foti (Presidente) Alberto Dello Strologo (Amministratore delegato) Alessio Butti Antonio Giordano Mario Landolfi Ugo Lisi Via della Scrofa Roma tel. 06/ mail: Amministrazione Via della Scrofa Roma tel. 06/ mail: Abbonamenti Via della Scrofa Roma tel. 06/ mail: La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge 7 agosto 1990 n. 250

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit.

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. NID Non profit Innovation Day Università Bocconi Milano, 12 novembre 2014 18/11/2014 1 Mi presento, da dove vengo? E perché

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali

La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali I. Introduzione : una Carta essenziale per tutti i lavoratori europei II. Contesto storico : come è stata elaborata

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 918 RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Profilo per paese L', con un 3 complessivo pari a 0,36, è venticinquesima nella classifica dei Stati membri dell'. Nell'ultimo anno ha fatto progressi

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Testo estratto dagli archivi del sistema ItalgiureWeb del CED della Corte di Cassazione

Testo estratto dagli archivi del sistema ItalgiureWeb del CED della Corte di Cassazione Testo estratto dagli archivi del sistema ItalgiureWeb del CED della Corte di Cassazione LEGGE 20 FEBBRAIO 1958, n. 75 (GU n. 055 del 04/03/1958) ABOLIZIONE DELLA REGOLAMENTAZIONE DELLA PROSTITUZIONE E

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI La Repubblica Italiana ed il Regno dell Arabia Saudita desiderando intensificare

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale La par condicio Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale Par condicio fonti normative Legge 515/93 (Disciplina delle campagne elettorali per l elezione alla Camera dei

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE N. 01133/2010 01471/2009 REG.DEC. REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A ha pronunciato la presente IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 30 Titolo: Presunte avventure di Lucrezia e Cesare Dimensioni: 50 cm x 35 cm Costo: 2625 euro Tavola

Dettagli

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 22 aprile 2015

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 22 aprile 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 917 RISOLUZIONE GRUPPO FORZA ITALIA Risoluzione presentata dal Gruppo Forza Italia

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE REPORT ANNUALE - 2011 - ITALIA (Aprile 2011) Prof. Alessandra PIOGGIA INDICE 1. LA PRIVATIZZAZIONE 2. LE COMPETENZE

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri La ricerca promossa da ImpresaLavoro, avvalsasi della collaborazione di ricercatori e studiosi di dieci diversi Paesi europei,

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo SOMMARIO Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo Il 10 dicembre 1948, l'assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il cui testo completo è stampato nelle pagine seguenti. Dopo questa solenne

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Senato della Repubblica. Costituzione

Senato della Repubblica. Costituzione Senato della Repubblica Incontro con la Costituzione giugno 2010 A cura dell'ufficio comunicazione istituzionale del Senato della Repubblica La presente pubblicazione è edita dal Senato della Repubblica.

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE

ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE SCHEDA INFORMATIVA ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli