OFFERTA FORMATIVA A CATALOGO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "OFFERTA FORMATIVA A CATALOGO"

Transcript

1 OFFERTA FORMATIVA A CATALOGO

2 INDICE AREA ECONOMIA E ORGANIZZAZIONE - Cod. area A COST BUSTERS BUSINESS PLAN E CONTROLLO DI GESTIONE MARKETING E VENDITA NELLA SUB FORNITURAINDUSTRIALE LA PIANIFICAZIONE DEI FABBISOGNI: MRP/ERP PRIVACY E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI LA COMUNICAZIONE EFFICACE IN AMBITO FORENSE TIME MANAGEMENT START UP D IMPRESA PROJECT MANAGEMENT DAI VALORE AL TUO TEMPO AREA OBBLIGHI E ADEMPIMENTI TRASVERSALI - Cod. area B LA GESTIONE DEI RIFIUTI (SISTRI) ADDETTO ALLA CONDUZIONE DI CARRELLI ELEVATORI AGGIORNAMENTO ADDETTO ALLA CONDUZIONE DI CARRELLI ELEVATORI AUDITOR INTERNO DI GESTIONE QUALITA ISO 50001: SISTEMI DI GESTIONE PER L ENERGIA AREA APPLICAZIONI INFORMATICHE - Cod. area C SOCIAL MEDIA MARKETING AREA TECNICA - Cod. area D PLC: AUTOMAZIONE INDUSTRIALE PROGETTISTA MECCANICO CAD 3D SOLID EDGE SALDATURA TIG SALDATURA MIG/MAG AREA LINGUE STRANIERE - Cod area E BUSINESS ENGLISH

3 COST BUSTERS Codice Corso A01 AREA ECONOMIA E ORGANIZZAZIONE 900,00 + iva a persona. Liberi professionisti, dipendenti di aziende, manager, responsabili di settore, datori di lavoro, consulenti Formare figure in grado di studiare ed applicare tecniche per la riduzione dei costi e degli sprechi, ottimizzare processi produttivi e processi organizzativi, gestire e superare la crisi attraverso l innovazione Modulo 1: formazione traversale (2 ore) La Lean dalle origini ad oggi La dimensione competitiva nel contesto odierno di crisi e nella prospettiva post-crisi Il processo di evoluzione dalla fabbrica tradizionale alla impostazione Lean I principi fondamentali alla base della Lean revolution Il modo di pensare e di agire Gli errori da non fare nell'approccio alla riorganizzazione Come dare inizio alla rivoluzione Lean Le tecniche principali del metodo Toyota e della Lean Production Imparare a vedere il flusso La logica di flusso, la Value Stream Map I 7 sprechi ed i diversi tipi di flusso di valore/materiali/informazioni Gestione del layout ed efficienza logistico-produttiva Riorganizzazione degli spazi: uffici, stabilimenti Gestione e riorganizzazione del magazzino Lean Management: tecniche, approccio e strumenti di impostazione manageriale snella a livello operativo, dirigenziale e strategico Modulo 2: gli strumenti (16 ore) Le metodologie Lean: 5S, SMED, TPM, Cell Design, Poka Yoke, Heijunka La gestione del miglioramento continuo Il Kaizen Promotion Office: attivazione e gestione L individuazione e la definizione dei Key Performance indicators Change Management Learning by doing Esercitazione e VSM: l approccio Taikai min. max ore

4 BUSINESS PLAN E CONTROLLO DI GESTIONE Codice Corso A02 800,00 + iva a persona. Liberi professionisti, dipendenti di aziende, manager, responsabili di settore, datori di lavoro, consulenti Conoscere gli elementi che compongono un Business Plan, imparare a determinare un Business Plan per una corretta gestione aziendale Modulo 1: il business plan (8 ore) Perché redigere un business plan La differenza tra piano industriale e business plan di una nuova iniziativa I contenuti e le modalità di formalizzazione del business plan L analisi strategica I modelli strategici e la formulazione della strategia Schemi e metodi per la valutazione economico/finanziaria La gestione del rischio Esemplificazioni Modulo 2: la progettazione di un controllo di gestione(16 ore) Il modello di controllo Cosa controllare: Centri di costo e Oggetti di controllo L analisi dei costi e dei ricavi: le Voci di Controllo Quale competenza attribuire ai costi: periodi e logiche di attribuzione Fissare le regole di funzionamento del sistema: i Criteri di gestione Le varie configurazioni di costo: formato e contenuti dei Conti Economici I modelli di costing: direct costing e full costing Le strutture e i criteri di ribaltamento dei costi Esercitazioni pratiche Modulo 3: il reporting (8 ore) Il miglioramento delle performance Gli obiettivi del sistema di controllo Gli indicatori di performance Il disegno dei report Il controllo periodico dei risultati L utilizzo dei report ai fini delle decisioni aziendali Esercitazioni pratiche min. max ore

5 MARKETING E VENDITA NELLA SUBFORNITURA INDUSTRIALE Codice Corso A03 800,00 + iva a persona. Liberi professionisti, dipendenti di aziende, manager, responsabili di settore, datori di lavoro, consulenti Sviluppare competenze per la progettazione, il coordinamento, la realizzazione e il controllo di tutte le iniziative legate alla commercializzazione. trasferire conoscenze sulle tecniche di promozione e vendita di un prodotto/servizio specificatamente nel settore della sub fornitura industriale, sviluppare piani di marketing efficaci Modulo 1: analisi e pianificazione strategica (32 ore) La ricerca dei mercati potenziali L'analisi di un mercato La concorrenza Le strategie competitive nei mercati I fattori di successo del marketing: analisi dei punti di forza e di debolezza La scelta delle strategie competitive nei mercati Le strategie di prodotto La politica dei prezzi La scelta dei canali di entrata La scelta dei canali di distribuzione I contratti, la subfornitura industriale e le negoziazioni internazionali min. max ore

6 LA PIANIFICAZIONE DEI FABBISOGNI: MRP/ERP Codice Corso A0 900,00 + iva a persona. Liberi professionisti, dipendenti di aziende, manager, responsabili di settore, datori di lavoro, consulenti Fornire conoscenze per analizzare i fabbisogni aziendali, sviluppare competenze per la definizione strategica di obiettivi tangibili, sviluppare conoscenze in materia di criteri di misura degli obiettivi fissati attraverso sistemi innovativi Modulo 1: il sistema di pianificazione dei fabbisogni in azienda MRP (16 ore) Acquisire le conoscenze relative alle funzionalità dei sistemi di MRP Acquisire le competenze necessarie per integrare il sistema informativo aziendale gestito da un MRP nel più ampio quadro di funzionamento dell azienda Apprendere ed utilizzare le logiche della programmazione della produzione e della corretta gestione delle scorte Analizzare le tecniche tradizionali e verificare i contributi che possono venire dagli sviluppi più recenti (just in time) Utilizzare in modo consapevole il software applicativo di MPR Analizzare, elaborare e rappresentare informazioni Modulo 2: enterprice re source planning (16 ore) Tendenze evolutive dei sistemi informativi: ERP, Intranet, CRM Evoluzione di sistemi informativi computerizzati verso l integrazione logica, funzionale e sistemistica Sistemi di management basati sui processi Pianificazione e controllo integrato delle risorse aziendali (ERP) Applicazione dei sistemi ERP nella logica dell azienda: Controllo e sviluppo della formazione del valore attraverso l introduzione dei sistemi di ERP ERP e sistemi di supporto operativo Progettazione e logiche operative dei sistemi ERP Tipologie di sistemi ERP: caratteristiche comuni e ambiti applicativi Moduli del sistema ERP più diffusi a livello internazionale e nazionale I prodotti ERP e il SAP min. max ore

7 PRIVACY E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Codice Corso A05 600,00 + iva a persona. Liberi professionisti, impiegati d ufficio, manager, responsabili di settore, datori di lavoro, consulenti. Tutti coloro che durante lo svolgimento della propria attività lavorativa si trovano a dover utilizzare dati personali, ovvero agli Incaricati del trattamento dei dati, del sistema informativo e della sicurezza, e fornisce le conoscenze fondamentali sulla Legge 196 del 2003, c.d. Testo unico sulla privacy. Formare il personale addetto al trattamento dati sulla normativa in tema di sicurezza e tutela delle informazioni personali con il rilascio di un idoneo. Modulo 1: perché la privacy (2 ore) L importanza della tutela della privacy nel contesto delle nuove tecnologie dell informazione e della comunicazione. Modulo 2: il codice della privacy ( ore) Com è articolato il Codice della privacy e la disamina della seconda parte del Codice, che stabilisce regole di comportamento per singoli settori dell ambito pubblico, economico, delle comunicazioni elettroniche, delle libere professioni e del giornalismo. Modulo 3: quali sono i dati personali tutelati (2 ore) Il concetto di dato e le specificità delle diverse tipologie di dati. Modulo : i principi fondamentali che regolano la privacy (2 ore) I principi sui quali si fonda la privacy e che devono essere garantiti dal titolare del trattamento. Modulo 5: i soggetti della privacy (2 ore) Diritti e doveri dei soggetti individuati dal Codice della privacy. Modulo 6: gli adempimenti della privacy ( ore) Adempimenti che ciascun soggetto individuato dal Codice della privacy deve svolgere Modulo 7: le misure di sicurezza per la privacy ( ore) Misure di sicurezza che devono essere messe in atto a fronte del trattamento di dati personali. Modulo 8: come si tutela la privacy ( ore) Il ruolo del Garante per la privacy e le sanzioni che possono essere irrogate a seguito del trattamento illecito dei dati. min. max ore

8 LA COMUNICAZIONE EFFICACE IN AMBITO FORENSE Codice Corso A06 600,00 + iva a persona. Tutti coloro che vogliono approfondire il D.Lgs 231/01 e le sue implicazioni concrete all interno dei processi aziendali e dei sistemi di controllo interno. Particolarmente indicato per responsabili amministrativi, responsabili di sistemi di gestione per la qualità, responsabili attività di Internal Audit, consulenti aziendali, componenti degli Organismi di Vigilanza. Informare i partecipanti riguardo il D.Lgs 231/2001 che estende alle persone giuridiche la responsabilità per reati commessi in Italia ed all estero da persone fisiche che operano per la società, conoscere le linee principali del decreto per predisporre corretti modelli di gestione e controllo Modulo 1: il D.Lgs. 231/01 e successivi aggiornamenti (8 ore) I principi e l impianto normativo I reati presupposto Le sanzioni a carico degli Enti Modulo 2: implementazione del Modello 231 (8 ore) Identificazione delle aree a rischio e dei processi sensibili all interno dell azienda L Organismo di Vigilanza: poteri, funzioni, individuazione e composizione Definizione dei protocolli Gestione delle Risorse Umane e sistema sanzionatorio Il Codice Etico Modulo 3: la gestione del Modello Organizzativo (8 ore) Gli audit interni Il funzionamento dell Organismo di Vigilanza Il sistema disciplinare Modulo : l aggiornamento del Modello Organizzativo ( ore) L aggiornamento dell attività di mappatura dei rischi Adempimenti formali e sostanziali per la revisione del Modello L attività di verifica sul corretto funzionamento del Modello Modulo 5: il modello organizzativo opportunità di miglioramento organizzativo ( ore) Integrazione del Modello con qualità, privacy e compliance aziendale min. max ore

9 TIME MANAGEMENT Codice Corso A07 800,00 + iva a persona. Liberi professionisti, dipendenti di aziende, manager, responsabili di settore, datori di lavoro, consulenti, impiegati d ufficio Trasferire ai partecipanti una metodologia per definire le proprie priorità, elaborare modelli e scenari attraverso i quali traguardare il proprio processo decisionale, migliorare le capacità di auto-organizzazione, chiarire il ruolo delle abitudini e le modalità per superarle positivamente. Modulo 1: introduzione (8 ore) Cosa ottenere da una migliore gestione del tempo Rapporti tra ruolo personale e lavorativo e gestione del tempo Individuazione degli ostacoli e delle opzioni Criteri di urgenza e importanza Modulo 2: time management e pianificazione (8 ore) Dall'obiettivo al risultato Modelli e strumenti di pianificazione Individuazione dei "costi nascosti" Modalità di utilizzo dell'agenda personale Calendario e to-do list Modulo 3: approccio strategico alla gestione del tempo (8 ore) Differenze tra efficacia ed efficienza Riconoscere il proprio approccio nella gestione di scadenze, interferenze e pressioni Imparare a "dire di no" Modulo : time Management e delega (8 ore) Il problema del multitasking Comprendere la propria curva di efficienza Delega delle attività: osa delegare, come delegare Posta elettronica e time management Modulo 5: azioni di miglioramento (8 ore) Ridefinire i propri obiettivi Individuare le azioni per raggiungerli Predisporre un piano d'azione Lavorare sulle proprie abitudini Stabilire delle ricompense per i successi ottenuti min. max ore

10 START UP D IMPRESA Codice Corso A08 800,00 + iva a persona. Aspiranti imprenditori, neo-imprenditori e responsabili di piccole-micro imprese che vogliano potenziare le competenze manageriali. Configurare e dettagliare il proprio progetto d impresa, traducendola in obiettivi, strategie, investimenti e risultati misurabili, prendere decisioni sulle campagne di marketing, web marketing e di comunicazione aziendale, creare il Business Plan della propria idea d impresa. Modulo 1: avviare un impresa (8 ore) Come iniziare un attività in proprio: la motivazione di base, l idea giusta che spinge all azione, l autodiagnosi personale e la valutazione delle proprie competenze e capacità. Il percorso pratico: verifiche preliminari per comprendere gli obblighi principali e procedure per l avvio d impresa. Cos è il Business Plan, la sua importanza nella pianificazione di una nuova impresa, le sue componenti essenziali Quali sono le figure professionali di riferimento, di quali figure è opportuno non fare a meno Lavoro autonomo o impresa? Forme giuridiche e fiscalità (8 ore) Aspetti giuridico fiscali del lavoro autonomo: lavoro occasionale o professione abituale; apertura della partita iva; obblighi di fatturazione, redazione di fatture, note per prestazioni di lavoro occasionale e note di credito Come scegliere la forma giuridica della nuova impresa: le principali forme giuridiche d impresa. Vantaggi e svantaggi di ciascuna, le principali implicazioni contabili e fiscali, le diverse tipologie di regime contabile, i costi fiscalmente deducibili Il Business Plan: forma e contenuto, gli elementi qualitativi (8 ore) Definizione della Mission della nuova impresa Rischi e opportunità (SWOT analysis) Il Planning process: sintesi del progetto d impresa: il prodotto o il servizio La Differenziazione del progetto d impresa Innovazione e analisi del vantaggio competitivo Il Piano di Marketing Obiettivi e strategie Le risorse umane e organizzative Il Business Plan: la pianificazione economico finanziaria della nuova impresa (8 ore) Il Piano delle Vendite e dei Ricavi Pianificazione dei costi di produzione e dei costi operativi Pianificazione economico operativa Pianificazione finanziaria Il giudizio di fattibilità complessiva della nuova impresa e il ritorno dell investimento Finanziamenti alle imprese e rapporti con il sistema creditizio (8 ore) Impostazione di una relazione duratura con il sistema bancario per lo sviluppo e la continuità della piccola impresa; L evoluzione del sistema bancario: prodotti e servizi per le piccole imprese Il sistema del credito per la nuova impresa: gli strumenti finanziari adatti per ogni investimento Agevolazioni per imprese e microimprese: i consorzi fidi Opportunità di accesso a incentivi pubblici per l avvio d impresa

11 min. max ore

12 PROJECT MANAGEMENT Codice Corso A09 800,00 + iva a persona. Manager interessati ad intraprendere l intero percorso formativo dedicato al Project Management, ma anche a quelle risorse che, lavorando in aziende ed organizzazioni innovative e complesse operanti tipicamente su commessa, desiderano comprendere le logiche del lavorare in un contesto orientato ai progetti. Mettere i partecipanti in condizione di organizzare il lavoro nella prospettiva del conseguimento di un obiettivo, qualunque siano la tipologia e la complessità, in modo da assicurare il raggiungimento dei vantaggi attesi, portare i partecipanti a sviluppare una mentalità manageriale e una forte attitudine al problem solving. Modulo 1: contesto e concetti introduttivi (12 ore) Fasi e ciclo di vita dei progetti: Project Integration Management Stakeholders di progetto Competenze essenziali del Project Manager Modelli Organizzativi: Organizzazione Funzionale, Organizzazione Divisionale, Organizzazione a Matrice Visione di insieme dei processi di progetto Modulo 2: pianificazione di progetto (8 ore) Definizione dello Scope Strumenti per la definizione del contenuto Scomposizione del progetto: Work Breakdown Structure (WBS) Identificazione dei Work Package Modulo 3: time Management (12 ore) Definizione delle attività e loro relazioni Strumenti per ordinare le attività Tecniche reticolari e Critical Path Metod (CPM) Precedence Diagram Method (PDM) Stima della durata delle attività (PERT) Schedulazione e Diagramma di Gantt Cost Management Modulo : cost management (8 ore) Strumenti e tecniche per la quantificazione dei costi: stime top-down e stime bottom-up Redditività e Flussi di cassa Considerazioni finanziarie nella gestione della trattativa commerciale di un progetto. min. max ore

13 DAI VALORE AL TUO TEMPO Codice Corso A10 600,00 + iva a persona. Liberi professionisti, dipendenti di aziende, manager, responsabili di settore, datori di lavoro, consulenti, impiegati d ufficio Sviluppo di competenze in auto segreteria, time management, Marketing e social network, ottimizzazione strumenti informatici Modulo 1: dai valore al tuo tempo (32 ore) L agenda: La gestione dei contatti, degli appuntamenti e delle attraverso Outlook Traduzione: l utilizzo di programmi e app per traduzioni simultanee Incontri:Gestione efficace di una riunione Impegni: Tecniche di definizione di priorità e urgenze Condivisione di file : Drop box Reperibilità: Sincronizzazione dell agenda su dispositivi Mobile Comunicare : L utilizzo dei social network e dei blog aziendali Customer Service: Il marketing aziendale attraverso i social min. max ore

14 AREA OBBLIGHI E ADEMPIMENTI TRASVERSALI LA GESTIONE DEI RIFIUTI Codice Corso B01 500,00 + iva a persona. Responsabili dei servizi ambiente di piccole, medie e grandi imprese, ai Responsabili Tecnici, alle figure preposte alla gestione del settore rifiuti in impianti di trattamento, recupero e/o smaltimento, alle imprese che effettuano il trasporto di rifiuti, agli organi di polizia giudiziaria preposti al controllo ed alle pubbliche amministrazioni. Formare i soggetti coinvolti ad un approccio attivo delle problematiche specifiche di gestione dei rifiuti aziendali, fornire le conoscenze essenziali della normativa ambientale, approfondire le conoscenze riguardo il sistema di rintracciabilità dei rifiuti (Sistri). Modulo 1: la gestione dei rifiuti ( ore) Normativa di riferimento Modalità di stoccaggio movimentazione e trattamento dei rifiuti da lavorazioni alluminio e tornitura materiali ferrosi Deposito temporaneo, Requisiti, Tempi, Quantità, Alcuni esempi Modulo 2: il registro di carico e scarico ( ore) Modalità di compilazione ed errori più comuni Sanzioni e responsabilità Presentazione di alcuni casi Modulo 3: il formulario rifiuti (8 ore) Obblighi e modalità di compilazione del formulario Controllo gestori rifiuti Sanzioni e responsabilità Modulo : sistri (8 ore) Soggetti obbligati Modalità e termini di iscrizione Nuove modalità di gestione e di controllo, oneri e sanzioni Modalità di compilazione Gli errori più comuni, sanzioni e responsabilità Presentazione di alcuni casi Gestione oli esausti ed emulsioni, sottoprodotti e materie prime seconde Trasporto di rifiuti propri min. max ore

15 ADDETTO ALLA CONDUZIONE DI CARRELLI ELEVATORI Codice Corso B02 200,00+ iva a persona. Lavoratori addetti alla conduzione ed alla movimentazione di carichi con carrelli elevatori. Trasferire ai partecipanti le necessarie conoscenze per l utilizzo, in sicurezza, dei carrelli elevatori. Modulo 1: contenuto giuridico - normativo (1 ora) 1.1 Presentazione dei corso. Cenni di normativa generale in materia di igiene e sicurezza del lavoro con particolare riferimento alle disposizioni di legge in materia di uso delle attrezzature di lavoro (D.Lgs. n. 81/2008). Responsabilità dell'operatore. Modulo 2: contenuto tecnico (7 ore) 2.1. Tipologie e caratteristiche dei vari tipi di veicoli per il trasporto interno: dai transpallet manuali ai carrelli elevatori frontali a contrappeso Principali rischi connessi all impiego di carrelli semoventi: caduta del carico, rovesciamento, ribaltamento, urti delle persone con il carico o con elementi mobili del carrello, rischi legati all ambiente (ostacoli, linee elettriche, ecc.), rischi legati all uso delle diverse forme di energia (elettrica, idraulica, ecc.) Nozioni elementari di fisica: nozioni di base per la valutazione dei carichi movimentati, condizioni di equilibrio di un corpo. Stabilità (concetto del baricentro del carico e della leva di primo grado). Linee di ribaltamento. Stabilità statica e dinamica e influenza dovuta alla mobilità del carrello e dell'ambiente di lavoro (forze centrifughe e d`inerzia). Portata del carrello elevatore. 2.. Tecnologia dei carrelli semoventi: terminologia, caratteristiche generali e principali componenti. Meccanismi, loro caratteristiche, loro funzione e principi di funzionamento Componenti principali: forche e/o organi di presa (attrezzature supplementari, ecc.). Montanti di sollevamento (simplex - duplex - triplex - quadruplex - ecc., ad alzata libera e non). Posto di guida con descrizione del sedile, degli organi di comando (leve, pedali, piantone sterzo e volante, freno di stazionamento, interruttore generale a chiave, interruttore d`emergenza), dei dispositivi di segnalazione (clacson, beep di retromarcia, segnalatori luminosi, fari di lavoro, ecc.) e controllo (strumenti e spie di` funzionamento). Freni (freno di stazionamento e di servizio). Ruote e tipologie di gommature: differenze per i vari tipi di utilizzo, ruote sterzanti e motrici. Fonti di energia (batterie di accumulatori o motori endotermici). Contrappeso Sistemi di ricarica batterie: raddrizzatori e sicurezze circa le modalità di utilizzo anche in relazione all`ambiente Dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento, identificazione dei dispositivi di sicurezza e loro funzione. Sistemi di protezione attiva e passiva.2.8. Le condizioni di equilibrio: fattori ed elementi che influenzano la stabilita`. Portate (nominale/effettiva). Illustrazione e lettura delle targhette, tabelle o diagrammi di portata nominale ed effettiva. Influenza delle condizioni di utilizzo sulle caratteristiche nominali di portata. Gli ausili alla conduzione (indicatori di carico e altri indicatori, ecc.) Controlli e manutenzioni: verifiche giornaliere e periodiche (stato generale e prova, montanti, attrezzature, posto di guida, freni, ruote e sterzo, batteria o motore, dispositivi di sicurezza). Illustrazione dell`importanza di un corretto utilizzo dei manuali di uso e manutenzione a corredo del carrello Modalità di utilizzo in sicurezza dei carrelli semoventi: procedure di movimentazione. Segnaletica di sicurezza nei luoghi di lavoro. Procedura di sicurezza durante la movimentazione e io stazionamento del mezzo. Viabilità: ostacoli, percorsi pedonali, incroci, strettoie, portoni, varchi, pendenze, ecc.. Lavori in condizioni particolari ovvero all esterno, su terreni scivolosi e su pendenze e con scarsa visibilità. Nozioni di guida. Norme sulla circolazione, movimentazione dei carichi, stoccaggio, ecc.. Nozioni sui possibili rischi per la salute e la sicurezza collegati alla guida del carrello ed in particolare ai rischi riferibili: a) all`ambiente di lavoro; b) al rapporto uomo/macchina; c) allo stato di salute del guidatore. Nozioni sulle modalità tecniche, organizzative e comportamentali e di protezione personale idonee a prevenire i rischi. Modulo 3: contenuto pratico, carrelli industriali semoventi ( ore) Illustrazione, seguendo le istruzioni di uso del carrello, dei vari componenti e delle sicurezze Manutenzione e verifiche giornaliere e periodiche di legge e secondo quanto indicato nelle istruzioni di uso del carrello Guida del carrello su percorso di prova per evidenziare le corrette manovre a vuoto e a carico (corretta posizione sul carrello, presa del carico, trasporto nelle varie situazioni, sosta del carrello, ecc.) Modulo pratico: carrelli semoventi a braccio telescopico ( ore) Illustrazione, seguendo le istruzioni di uso del carrello, dei vari componenti e delle

16 sicurezze Manutenzione e verifiche giornaliere e periodiche di legge e secondo quanto indicato nelle istruzioni di uso del carrello Guida del carrello su percorso di prova per evidenziare le corrette manovre a vuoto e a carico (corretta posizione 52 sul carrello, presa dei carico, trasporto nelle varie situazioni, sosta del carrello, ecc.) Modulo pratico: carrelli/sollevatori/elevatori semoventi telescopici rotativi ( ore) Illustrazione, seguendo le istruzioni di uso del carrello, dei vari componenti e delle sicurezze Manutenzione e verifiche giornaliere e periodiche di legge e secondo quanto indicato nelle istruzioni di uso del carrello Guida del carrello su percorso di prova per evidenziare le corrette manovre a vuoto e a carico (corretta posizione sul carrello, presa del carico, trasporto nelle varie situazioni, sosta dei carrello, ecc.). 3.. Modulo pratico: carrelli industriali semoventi, carrelli semoventi a braccio telescopico e carrelli/sollevatori/elevatori semoventi telescopici rotativi (8 ore) 3..1 Illustrazione, seguendo le istruzioni di uso del carrello, dei vari componenti e delle sicurezze Manutenzione e verifiche giornaliere e periodiche di legge e secondo quanto indicato nelle istruzioni di uso del carrello Guida del carrello su percorso di prova per evidenziare le corrette manovre a vuoto e a carico (corretta posizione sul carrello, presa del carico, trasporto nelle varie situazioni, sosta del carrello, ecc.) min. max ore

17 AGGIORNAMENTO ADDETTO ALLA CONDUZIONE DI CARRELLI ELEVATORI Codice Corso B03 100,00 + iva a persona. Lavoratori addetti alla conduzione ed alla movimentazione di carichi con carrelli elevatori. Aggiornamento delle necessarie conoscenze per l utilizzo, in sicurezza, dei carrelli elevatori. Modulo 1: contenuto teorico (1 ora) Aggiornamento normativa di adempimento in materia di uso delle attrezzature di lavoro Responsabilità dell operatore Principali rischi connessi all impiego dei carrelli semoventi Disposizioni di comando e sicurezza Controlli e manutenzioni e modalità di utilizzo in sicurezza dei carrelli semoventi. Modulo 2: contenuto pratico (3 ore) Istruzioni di uso del carrello, dei vari componenti e sicurezze Manutenzione, verifiche giornaliere e periodiche di legge in accordo alle istruzioni di uso del carrello Prova pratica con guida del carrello su percorso di prova per evidenziare le corrette manovre a vuoto e a carico. min. max. 15 ore

18 AUDITOR INTERNO DI GESTIONE QUALITA Codice Corso B0 600,00 + iva a persona. Titolari di azienda, manager, responsabili di funzioni aziendali, quadri, consulenti, lavoratori autonomi, lavoratori dipendenti, professionisti, consulenti sulla sicurezza, dirigenti, ingegneri, architetti, geometri, periti, ispettori, responsabili qualità, personale addetto alle verifiche ispettive interne dei sistemi qualità impostati secondo le Norme ISO 9000 e, in generale, tutti coloro che sono interessati alla conoscenza delle tecniche di audit. Conoscere la normativa di riferimento, sviluppare competenze nella realizzazione di programmi di audit, fornire metodologie e strumenti per l effettuazione delle verifiche ispettive interne di gestione per la qualità Modulo 1: la realizzazione e gestione di un programma audit (12 ore) I Sistemi di Gestione Aziendali e la normativa cogente : integrazione dei controlli tra SGQ e Normativa Cogente Programma di Audit interno: strumento di supporto al funzionamento dei sistemi di gestione aziendale, la programmazione efficace degli audit Interni Approfondimento delle fasi di pianificazione, organizzazione ed esecuzione di: audit di processo Audit di contratto/commessa Audit mirati / audit di follow Modulo 2: le tecniche di campionamento (12 ore) Dimensionare ed estrarre il campione più significativo. La non conformità come valore aggiunto del processo di audit rilevazione, formalizzazione e condivisione con le funzioni aziendali La misura dell efficacia del processo di audit Audit Interni e reportistica per il Riesame della direzione Esercitazione: simulazione di audit min. max ore

19 ISO 50001: SISTEMA DI GESTIONE PER L ENERGIA Codice Corso B05 700,00 + iva a persona. Titolari di azienda, manager, responsabili di funzioni aziendali, consulenti, ecc., che, lavoratori autonomi, professionisti, consulenti sulla sicurezza, ingegneri. Conoscere le diverse fonti di energie rinnovabili, implementare un sistema per valutare le opportunità in termini di rispetto ambientale e riduzione dei costi, sviluppare una figura professionale nel settore del fotovoltaico, creare competenze nell ambito della progettazione di un impianto, sviluppare abilità pratiche di misurazione e di manutenzione di base Modulo 1: standard internazionale ISO 5001 (32 ore) Cosa sono le Esco (Energy Service Company) Cosa fanno e come operano le Esco Vantaggi di operare con le Esco A chi ci rivolgiamo Il Finanziamento tramite terzi e le altre forme contrattuali Il Sistema di Gestione dell Energia e la norma UNI ISO 50001:2011 I vantaggi dell adozione di un sistema di gestione dell energia Le novità introdotte dal Decreto 102/201 min. max ore

20 AREA APPLICAZIONI INFORMATICHE SOCIAL MEDIA MARKETING Codice Corso C01 600,00 + iva a persona. Professionisti della comunicazione aziendale, del marketing e delle relazioni pubbliche operanti in aziende pubbliche e private, agenzie, consulenti; laureati in discipline connesse alle scienze della comunicazione, le relazioni pubbliche e la pubblicità, liberi professionisti Fornire ai partecipanti le conoscenze e le abilità per sfruttare al meglio la comunicazione digitale, ottimizzare la rete per la gestione aziendale, esercitarsi sulle tecniche digitali di comunicazioni Modulo 1: regole e potenzialità della comunicazione digitale (2 ore) Aspetti di strategia per l analisi del mercato, la definizione dei target e la stesura di un piano di marketing Dal piano di marketing al piano di web marketing: obiettivi, analisi concorrenza, target, segmentazione, strategie, tempi, risultati Web Marketing: il marketing dei motori di ricerca, ottimizzazione e posizionamento dei siti web. I principali Social Media nel dettaglio marketing Mobile Marketing & mobile strategy: evoluzioni e applicazioni Facilitare gli scambi comunicativi attraverso skype, call conference L utilizzo dei social network min. max ore

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe): SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE Project Management e Information Technology Infrastructure Library (ITIL V3 F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali RESPONSABILITA D IMPRESA D.lgs. 231/01 L EVOLUZIONE DEI MODELLI ORGANIZZATIVI E DI GESTIONE 27 maggio 2014 ore 14.00 Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali Ing. Gennaro

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE 12 DICEMBRE 2013 JOB MATCHPOINT Eliana Branca Direttore Scuola Superiore del Commercio del Turismo dei Servizi e delle Professioni

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP www.formazione.ilsole24ore.com PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP ROMA, DAL 19 NOVEMBRE 2012-1 a edizione MASTER DI SPECIALIZZAZIONE In collaborazione con: PER PROFESSIONISTI

Dettagli

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine INDICE 1. Premessa 2. Scopo della procedura e campo di applicazione 3. Definizioni 4. indicazioni

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

CAPITOLO 3. Elementi fondamentali della struttura organizzativa

CAPITOLO 3. Elementi fondamentali della struttura organizzativa CAPITOLO 3 Elementi fondamentali della struttura organizzativa Agenda La struttura organizzativa Le esigenze informative Tipologia di strutture Struttura funzionale Struttura divisionale Struttura per

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Progetto BPR: Business Process Reengineering

Progetto BPR: Business Process Reengineering Progetto BPR: Business Process Reengineering Riflessioni frutto di esperienze concrete PER LA CORRETTA INTERPRETAZIONE DELLE PAGINE SEGUENTI SI DEVE TENERE CONTO DI QUANTO ILLUSTRATO ORALMENTE Obiettivo

Dettagli

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS Eidos Communication Via G. Savonarola, 31 00195 Roma T. 06. 45.55.54.52. F. 06. 45.55.55.44. E. info@eidos.co.it W. www.eidos.co.it INFORMAZIONI

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

La soluzione di gestione aziendale per le piccole e medie imprese Overview della soluzione

La soluzione di gestione aziendale per le piccole e medie imprese Overview della soluzione La soluzione di gestione aziendale per le piccole e medie imprese Overview della soluzione Indice dei contenuti Introduzione 3 SAP Business One: le caratteristiche 4 Vantaggi per le aziende 5 Panoramica

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

2- Identificazione del processo. (o dei processi) da analizzare. Approcci: Esaustivo. In relazione al problema. Sulla base della rilevanza

2- Identificazione del processo. (o dei processi) da analizzare. Approcci: Esaustivo. In relazione al problema. Sulla base della rilevanza PROCESS MAPPING (2) Approcci: 2- Identificazione del processo Esaustivo (o dei processi) da analizzare Mappatura a largo spettro (es.: vasta implementazione di un ERP) In relazione al problema ad es. i

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

I Professionisti della digitalizzazione documentale

I Professionisti della digitalizzazione documentale CON IL PATROCINIO DI PROGRAMMA MASTER COURSE ANORC MILANO, dal 3 al 26 NOVEMBRE 2015 Hotel degli Arcimboldi (Viale Sarca, n. 336) I Professionisti della digitalizzazione documentale Guida formativa per

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

Dall Idea al Progetto

Dall Idea al Progetto CORSO DI EUROPROGETTAZIONE MODULO 2 Dall Idea al Progetto DOTT. GIANLUCA COPPOLA Direttore generale - Responsabile Progetti Europei 1 CAPITOLO 1 STRUTTURARE UN PROGETTO Modulo 2 Dall Idea al Progetto 2

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI Pag. 1/6 SETTORI DI INTERESSE LAVORI SERVIZI Elettrici Impianti fotovoltaici Idraulici Edili Stradali Pulizie Tappezzerie Tinteggiatura e verniciatura Carpenteria metallica FORNITURE Cavi elettrici bt

Dettagli

- - - - - - - - - - - - 1 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AFM S.p.A. Sede Legale in Bologna, Via del Commercio Associato n. 22/28 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO 2015 FORMAZIONE HSE - HEALTH SAFETY ENVIRONMENT Salute e Sicurezza RLS - Formazione Base S.S.1 32 RLSA S.S.2 64 RLS - Aggiornamento S.S.3

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA 1 SCOPO Lo scopo del presente documento è di descrivere le mansioni e le responsabilità connesse alla gestione delle attività da parte di PHISIOVIT SRL 2 DESCRIZIONE DEL DOCUMENTO PHISIOVIT SRL, per favorire

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

Project Management Office per centrare tempi e costi

Project Management Office per centrare tempi e costi Project Management Office per centrare tempi e costi Il Project Management Office (PMO) rappresenta l insieme di attività e strumenti per mantenere efficacemente gli obiettivi di tempi, costi e qualità

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CBT E SUGARCRM INSIEME PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLE AZIENDE.

COMUNICATO STAMPA CBT E SUGARCRM INSIEME PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLE AZIENDE. COMUNICATO STAMPA CBT E SUGARCRM INSIEME PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLE AZIENDE. Milano, 31 gennaio 2013. Il Gruppo CBT, sempre attento alle esigenze dei propri clienti

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA SEDE: ORDINE DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI LECCE Via Nazario Sauro, n. 31 LECCE Presentazione Progetto: Dal 9 Novembre 2013

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

ISTITUTI TECNICI SETTORE TECNOLOGICO. Indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia

ISTITUTI TECNICI SETTORE TECNOLOGICO. Indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia ISTITUTI TECNICI SETTORE TECNOLOGICO Indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia L indirizzo Meccanica, meccatronica ed energia ha lo scopo di far acquisire allo studente, a conclusione del percorso quinquennale,

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

CISITA. Executive TOOLS PARMA IMPRESE. sviluppo risorse per l azienda STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014

CISITA. Executive TOOLS PARMA IMPRESE. sviluppo risorse per l azienda STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014 sviluppo risorse per l azienda CISITA PARMA IMPRESE Executive TOOLS STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014 IN COLLABORAZIONE CON Executive TOOLS Executive Tools - Strumenti

Dettagli

TECNICHE DI NEGOZIAZIONE E DI REDAZIONE DEI CONTRATTI DI VENDITA E DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE

TECNICHE DI NEGOZIAZIONE E DI REDAZIONE DEI CONTRATTI DI VENDITA E DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE RIEPILOGO CORSI Tecniche di negoziazione e di redazione dei contratti di vendita e di distribuzione commerciale Talenti & Vendite: la gestione della relazione commerciale Capire per vendere Tecniche di

Dettagli

Corso di Comunicazione d impresa

Corso di Comunicazione d impresa Corso di Comunicazione d impresa Prof. Gian Paolo Bonani g.bonani@libero.it Sessione 16 Sviluppo risorse umane e comunicazione interna Le relazioni di knowledge fra impresa e ambiente esterno Domanda

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

Lezione Le Formule Gestionali delle Imprese Alberghiere a.a. 2008/09

Lezione Le Formule Gestionali delle Imprese Alberghiere a.a. 2008/09 Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Lettere e Filosofia Lezione Le Formule Gestionali delle Imprese Alberghiere a.a. 2008/09 Prof.ssa Claudia M. Golinelli Relazioni tra proprietà, gestione

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM V e VI: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

L evoluzione della Qualità. Dall ispezione alla world class

L evoluzione della Qualità. Dall ispezione alla world class L evoluzione della Qualità Dall ispezione alla world class Di cosa parleremo Cos è la Qualità? 1 Le origini della Qualità 2 Ispezione, Controllo statistico Affidabilità e Total Quality Control 3 Assicurazione

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA

AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA 24 ottobre 2013 WEB CONFERENCE LEZIONE LIVE IN VIDEOCONFERENZA PROGRAMMA La partecipazione è valevole ai fini IVASS per l aggiornamento professionale

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

Linee Guida per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL)

Linee Guida per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) Linee Guida per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) Guida operativa Ottobre 2003 1 SOMMARIO Presentazione pag. 4 Premessa (da Linee Guida UNI-INAIL) pag. 5 A. Finalità (da

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli