PRINCIPI DELLA COMUNICAZIONE E PROBLEM SOLVING ore 10. ORGANIZZAZIONE TURISTICA ED ACCOGLIENZA ore 25. MARKETING E LABORATORIO DI COMUNICAZIONE ore 12

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PRINCIPI DELLA COMUNICAZIONE E PROBLEM SOLVING ore 10. ORGANIZZAZIONE TURISTICA ED ACCOGLIENZA ore 25. MARKETING E LABORATORIO DI COMUNICAZIONE ore 12"

Transcript

1 OPERATORE TURISTICO; ORIENTAMENTO ore 2 SICUREZZA SUL LAVORO ore 6 PRINCIPI DELLA COMUNICAZIONE E PROBLEM SOLVING ore 10 ORGANIZZAZIONE TURISTICA ED ACCOGLIENZA ore 25 TURISMO ACCESSIBILE ore 20 MARKETING E LABORATORIO DI COMUNICAZIONE ore 12 CREAZIONE DI IMPRESA ore 10 DISCRIMINAZIONE DI GENERE ore 5 ORIENTAMENTO IN USCITA E BILANCIO COMPETENZE ore 10

2 ORIENTAMENTO ore 2 L obiettivo è quello di mettere a conoscenza tutti i partecipanti sulle modalità di svolgimento del corso, spiegandone dettagliatamente l organizzazione, sia dal punto di vista logistico che didattico, e l opportunità relativa alla spendibilità delle competenze acquisite con la partecipazione al corso di formazione. Verrà effettuata una breve presentazione dei programmi, nonché dei docenti e dei tutor. Saranno inoltre comunicate tutte le altre attività burocratico-amministrative, come la tenuta e la compilazione dei registri, i tempi e le modalità di firma degli stessi. I contenuti saranno: 1. Presentazione dei partecipanti 2. Organizzazione del corso: sede, giorni ed orari delle lezioni 3. Organizzazione delle lezioni teoriche e pratiche 4. Moduli trattati durante il corso, docenti e tutor 5. Attività amministrative: registri e presenze

3 SICUREZZA SUL LAVORO ore 6 Obiettivo del modulo formativo è quello di far acquisire ai partecipanti gli elementi di conoscenza della normativa generale e specifica del settore del turismo relativamente alla tutela e salute della sicurezza nei luoghi di lavoro. Favorire lo sviluppo delle competenze necessarie per una corretta ed efficace applicazione della legislazione stessa e di mettere il partecipante in condizione di saper adottare comportamenti conformi alle normative e alle prassi/procedure concernenti la sicurezza negli ambienti di lavoro. Il modulo formativo, oltre ai concetti di base, intende fornire anche gli aggiornamenti alla luce delle nuove disposizioni introdotte dal d.lgs. 81/08 (c.d. Testo Unico sulla sicurezza ) e sulle successive modificazioni ed integrazioni sinora intervenute. Intende inoltre trasmettere ai partecipanti le indicazioni fondamentali per poter organizzare e gestire al meglio la sicurezza negli ambienti di lavoro. Gli argomenti trattati nello specifico saranno i seguenti: 1) Principi generali del D.lgs. 81/2008 e s.m.i. a. Obblighi del datore di lavoro b. Obblighi dei lavoratore c. Struttura e compiti del Servizio di Prevenzione e Protezione d. Compiti del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (RSL) 2) Sorveglianza sanitaria a. Principali compiti del medico competente 3) Prevenzione nei luoghi di lavoro a. Definizione di Rischio e Pericolo b. Valutazione dei rischi c. Misure di prevenzione e protezione d. DPI (dispositivi di protezione individuale): obbligo di uso e requisiti 4) Segnaletica di sicurezza 5) Rischi generici a. Gestione delle emergenze b. Prevenzione incendi c. Misure di primo soccorso 6) Rischi relativi all esercizio delle attività nel settore del turismo

4 PRINCIPI DELLA COMUNICAZIONE E PROBLEM SOLVING ore 10 Obiettivo del modulo è quello di fornire le linee guida per comprendere gli aspetti peculiari per una buona comunicazione essendo la stessa alla base di tutti i rapporti. Alla luce di ciò è importante essere consapevoli sia delle logiche che ad essa sottostanno sia dei processi che è in grado di innescare nonchè delle illimitate potenzialità ad essa connesse. Saper comunicare in modo efficiente ed efficace costituisce una competenza spendibile in tutti i settori, ma risulta di importanza strategica nell ambito del settore turistico e in particolar modo nell accoglienza. L obiettivo è quello di arricchire il bagaglio culturale di ogni partecipante e, al contempo trasfere le basi per migliorare le metodologie di lavoro grazie all acquisizione di una maggiore propensione al problem solving ed all applicazione dei suoi principi e modelli. Il corso si propone di analizzare tutte le fasi del problem solving; dalla definizione del problema fino alla sua soluzione allo scopo di offrire gli strumenti per l identificazione e la risoluzione delle problematiche. 1. la comunicazione 1.1 Linee guida della comunicazione 1.2 Funzioni e caratteristiche della comunicazione 1.3 Gli elementi della comunicazione 1.4 La comunicazione non verbale Canali, sistemi e segnali della comunicazione non verbale Le abilità non verbali La voce 1.5 Le abilità verbali 1.6 Comunicazione come protezione 1.7 La capacità di ascolto 1.8 I comportamenti assertivo, anassertivo e aggressivo 2. cos è il problem solving 2.1 gli strumenti di base 2.2 percezione di un problema o disagio 2.3 definizione del problema reale 2.4 il problema come opportunità 2.5 analisi del problema ed oggettivazione 2.6 ricerca di soluzioni ed ampliamento degli orizzonti al fine di percepire tutte le possibili alternative 2.7 scelta della soluzione 2.8 attuazione della soluzione 2.9 verifica dell effettiva risoluzione e delle eventuali conseguenze 2.10 metodologie applicative (metodo delle 5 w, diagramma di Ishikawa, ecc)

5 ORGANIZZAZIONE TURISTICA ED ACCOGLIENZA ore 25 Obiettivo del modulo è quello di fornire agli operatori del settore turistico le basi per comprendere, analizzare e sviluppare la loro organizzazione. Un approfondimento particolare verrà rivolto alle attività di accoglienza; infatti l ospite di un territorio, sia esso turista, escursionista o acquirente di prodotti tipici, apprezza un servizio accurato, un informazione chiara e corretta, una garanzia di affidabilità sui prodotti che acquista. L obiettivo è quindi quello di trasmettere le competenze necessarie per poter stabilire le linee guida al fine della definizione di un regolamento sugli standard di qualità dell accoglienza turistica. E importante fornire agli operatori ed alle aziende turistiche le linee fondamentali di un percorso finalizzato all innalzamento del livello dell offerta; è ragion comune che tale incremento possa portare ad un beneficio per tutto il territorio, con il vantaggio di creare rete tra tutti gli attori locali quali, la pubblica amministrazione, le imprese e le associazioni. 1. Settore turistico: introduzione 2. Le imprese turistiche 3. Strutture ricettive, indicazioni riguardo: a. Informazione verso l ospite: Segnaletica esterna: per la viabilità, primo segnale di una buona accoglienza Bacheca informativa: prezzi e condizioni Segnaletica aziendale interna: cartelli e frecce che indichino i diversi servizi quali parcheggio, piscina, ecc. Materiale informativo aziendale: relativo alla struttura e ai servizi offerti b. Il personale delle strutture: Preparazione di base: conoscenza dei servizi della struttura Cura dell ospite dal primo contatto fino alla partenza: - Comportamento: saper accogliere con cordialità e gentilezza e disponibilità - Vestiario adeguato - Presentazione della struttura e dei servizi - Invio proposte di soggiorno e di messaggi di auguri per le principali festività. c. Cura dell accoglienza: Dal primo contatto (telefonico, postale, ) fino all arrivo del cliente: cordialità e professionalità, calore e personalizzazione del contatto Accoglienza di soggetti con disabilità Ricerca di uno stile di accoglienza adeguato per ogni struttura ricettiva Importanza del : - Segnale di benvenuto (ex. Consegna di opuscoli all arrivo, di una bevanda, ecc.) - Spazio informativo (per brochure, depliants, ecc.)

6 d. Caratteristiche relative alla struttura: Spazi esterni (cortili, aree verdi, parcheggi, piscine, ecc.) Locali interni (TV, camere, sala pranzo, toilettes, ecc.) Attrezzature adeguate alle persone disabili Sale per somministrazione pasti (aspetti relativi all ordine e alla cura) Biancherie e arredi Aree riservate (es. per bambini) Ospitalità animali domestici Altri servizi quali: modalità di pagamento, servizi di connessione a internet, ecc. e. Predisposizioni programmi di attività per gli ospiti: Escursioni di vario genere e per le diverse tipologie di turisti oltre al materiale informativo di riferimento Noleggio MTB, canoe, maneggi, ecc. Visite turistiche con guida, degustazioni, visite a laboratori artigiani, ecc. f. Tutela dell ambiente Riduzione dell impatto ambientale e forme di turismo sostenibile, in particolare: - la raccolta differenziata e il riciclaggio dei rifiuti - carta e rifiuti speciali (dedicando appositi contenitori) - l utilizzo di carta ed altri prodotti riciclati - l uso di detersivi e detergenti biodegradabili e non inquinanti per le pulizie Riduzione dell inquinamento visivo, elettromagnetico e luminoso Risparmio energetico (impianti di elettricità solari e/o fotovoltaici e utilizzo di lampade a basso consumo energetico) g. Rilevazione della Customer satisfaction: consente di valutare il grado di soddisfazione dell ospite durante il soggiorno o la fruizione di servizi. Tali dati, opportunamente organizzati ed analizzati, offriranno un prezioso patrimonio di conoscenza per il miglioramento continuo della qualità del servizio e l adeguamento dell offerta alle esigenze.

7 TURISMO ACCESSIBILE ore 20 L obiettivo del Turismo Accessibile consiste nel mettere ogni persona, con i suoi bisogni, al centro del sistema turistico; significa infatti saper proporre una elevata qualità dell offerta ed un accoglienza capace di rispondere alle esigenze particolari non solo delle persone con disabilità sensoriale e motoria, ma anche di quelle anziane o con ridotta resistenza fisica, delle mamme con bambini piccoli sul passeggino e delle persone che hanno allergie e intolleranze alimentari. L attività formativa permetterà di acquisire le competenze teoriche e pratiche per comprendere, saper accogliere e rispondere ai bisogni di tutti gli utenti con esigenze speciali. Saranno affrontati sia gli aspetti tecnici che quelli legati alla relazione ed al comportamento al fine di raggiungere un livello di qualità professionale in grado di offrire alla clientela l adeguato servizio. Sono previste lezioni teorico-pratiche con esperienze dirette con turisti portatori di disabilità. Si prevede inoltre l intervento di associazioni e tour operator coinvolti negli aspetti organizzativi del Turismo Accessibile. - Turismo Accessibile: o Elementi di base o Opportunità di un mercato emergente - Conoscere le disabilità: dai limiti alle possibilità - Accoglienza del cliente con esigenze speciali - Le barriere architettoniche, naturali e culturali: come superarle, aggirarle od evitarle - Accessibilità ed informazione - Progettazione ed organizzazione del soggiorno e dell itinerario turistico: accessibilità, trasporti, spostamenti, servizi - Buone prassi e strategie di promozione del prodotto turistico accessibile - Case history e interventi da parte di rappresentanti di associazioni e Tour Operator con esperienza

8 MARKETING E LABORATORIO DI COMUNICAZIONE ore 12 Partendo dalla consapevolezza che l operatore turistico lavora a stretto contatto con il marketing, e potrebbe occuparsi anche della valorizzazione turistico-culturale di determinate località progettando e promuovendo itinerari particolari, l obiettivo del modulo è quello di trasferire delle conoscenze di base relativamente al marketing e alla predisposizione delle strategie da adottare per raggiungere i clienti target anche attraverso i social media. Un ulteriore elemento all interno del marketing è rappresentato dalla comunicazione efficace. Con tale modulo si intende infatti trasferire competenze in merito alla progettazione, realizzazione, redazione e verifica di comunicati stampa, , dossier, report in azienda e manifesti. Il modulo sarà quindi strutturato in più unità con l obiettivo non soltanto di aumentarne l interattività ma anche di facilitarne l apprendimento. Sarà suddiviso in contenuti teorici e pratici e in presentazioni di case history. Questo modulo permetterà al corsista di acquisire una maggiore professionalità e una predisposizione al soddisfacimento delle esigenze di una clientela sempre maggiormente desiderosa di proposte personalizzate che consentano di rappresentare esperienze uniche da ricordare. 1. Elementi di marketing 1.1 Concetto di marketing e ruolo nel contesto aziendale Mission, obiettivi, implicazioni strategiche e nuove applicazioni Le tre mission del marketing: diagnosi, identificazione della strategia, execution e piano di marketing 1.2 Analisi multidisciplinare del contesto: il valore delle informazioni Principi generali e strumenti per il monitoraggio del mercato Analisi dell ambiente esterno, dei trend di mercato e dei propri concorrenti Analisi aziendale: rilevazione dei punti di forza e criticità e matrice SWOT 1.3 Strategia di marketing: il cuore di una pianificazione di successo Definire obiettivi di medio/lungo termine e quelli operativi di breve termine Processo di segmentazione del mercato (B2C e B2B) Verifica del target: attese, motivazioni d acquisto, processo decisionale 1.4 Prodotti/servizi e prezzo Marketing mix Gestione del fattore stagionalità: da elemento critico ad opportunità Prezzo: politica e variabili da considerare per fissarlo 1.5 Distribuzione e promozione Analisi di canale e scelta dell intensità distributiva Piano di comunicazione: finalità, elementi costitutivi e budget 1.6 Marketing turistico applicazioni in ambito turistico anche mediante presentazione di case history 1.7 Web marketing: importanza del sito internet, posizionamento nei motori di ricerca promozione attaverso i social media (Facebook, twitter, google plus ecc.)

9 2. Progettazione, realizzazione, redazione e verifica del materiale di comunicazione: 2.1 Comunicati stampa Dossier e report 2.4 Manifesti, volantini e brochure CREAZIONE DI IMPRESA ore 10 L obiettivo del modulo è quello di fornire delle basi per poter avviare una attività imprenditoriale nel settore del turismo, partendo dallo studio del mercato, dall idea imprenditoriale, dall analisi costibenefici, dalla predisposizione del business plan all espletamento delle principali attività burocratiche. L obiettivo è anche di fornire indicazioni a chi vuole inserirsi o reinserirsi nel mondo del lavoro avviando un impresa o un attività di lavoro autonomo, fornendo una informazione sintetica sul percorso di creazione d impresa, dal concepimento dell idea alla sua realizzazione. Nel modulo è prevista l analisi delle diverse tappe del processo di creazione d impresa e lezioni teorico pratiche al fine di aumentare l apprendimento. Il percorso di avviamento alla creazione di una nuova impresa: 1. Valutazione delle attitudini imprenditoriali: a. individuare i punti di forzai e i punti di debolezza della propria personalità imprenditoriale; b. know-how nel settore turistico ed esperienze pregresse 2. Definizione dell idea imprenditoriale e procedure di base: a. Business idea b. realizzabilità e rischi (necessarie per il Business Plan) c. autorizzazioni da richiedere (atti, autorizzatori, licenze, denunce, visti, nulla-osta, concessioni, prese d atto, ecc.) d. iter procedurale da seguire (ad es. alcune autorizzazioni devono essere chieste prima di iniziare l attività, altre dopo) e. compilazione formulari e modulistica da riempire per le autorizzazioni f. enti a cui presentare la domanda (Camera di Commercio, Comune, Regione, Ministeri, ASL...) 3. Analisi del mercato e del prodotto a. orientarsi al mercato: comprendere esigenze del consumatore per soddisfarle b. individuare il tipo di clientela a cui ci si rivolge c. analizzare il mercato potenziale (dimensione, concorrenza, ecc.) 4. Organizzazione dell azienda: a. risorse materiali (locali, mobili, attrezzature) b. risorse umane (personale)

10 c. risorse finanziarie d. risorse tecnologiche e know-how e. dimensione f. localizzazione g. forma giuridica 5. Business plan a. Definizione e finalità b. del Business Plan c. Regole per una buona redazione del Business Plan 6. Esercitazioni pratiche sulla creazione del Business Plan DISCRIMINAZIONE DI GENERE ore 5 Il percorso ha come finalità quella di promuovere l inserimento ed il reinserimento di inattivi e disoccupati, la riduzione della disoccupazione giovanile soprattutto quella di lunga durata nonché di garantire e favorire le pari opportunità. È stato previsto l inserimento del seguente modulo con la finalità di far conoscere ai discenti il concetto di discriminazione di genere così come definito dalla Direttiva 2002/73/CE relativa all attuazione del principio della parità di trattamento tra gli uomini e le donne per quanto riguarda l accesso al lavoro, alla formazione e alla promozione professionale e alle condizioni di lavoro. - cenni alla direttiva 2002/73/CE - cenni D.lgs. 145 del 30 maggio 2005 (che recepisce la direttiva a livello nazionale) - codice delle pari opportunità tra uomo e donna D.lgs 198/06 o discriminazione diretta ed indiretta o molestie e molestie sessuali o divieto di dicriminazione retributiva o promozione delle pari opportunità ORIENTAMENTO IN USCITA E BILANCIO DELLE COMPETENZE ore 10 La finalità del seguente modulo è quello di costituire un valido supporto sia per eventuali scelte lavorative post corso sia per l applicazione delle conoscenze acquisite in ambito lavorativo qualora tra i partecipanti vi fossero persone già impiegate o per un impiego in situazioni di quotidianità. Il corsista si trova infatti in possesso di molti elementi per poter valutare le conoscenze e competenze acquisite durante tutto il percorso formativo.

11 La finalità è quella di consentire, anche con l ausilio di colloqui individuali e di gruppo, la redazione del personale bilancio di competenze relativamente a quanto appreso durante l intera durata del corso e l impostazione del proprio PAI (Piano di Azione Individuale) sulla base del livello personalmente raggiunto. In questo modulo verranno fornite, anche con il supporto di esercitazioni pratiche e simulazioni alcune nozioni finalizzate ad un adeguata compilazione del curriculum vitae e alla preparazione del colloquio di lavoro. 1. Analisi delle esperienze realizzate e le principali competenze acquisite, in termini di: o Crescita personale: incremento delle competenze relazionali, di espressione orale in lingua, di comprensione, scrittura ed ascolto, ecc. o Crescita professionale: incremento delle competenze sia teoriche che pratiche, siano esse legate ad aspetti tecnici e informatici, incremento delle abilità di espressione in diversi contesti, sia didattici che di vita. o Strumenti dell orientamento e bilancio delle competenze o PAI (Piano di Azione Individuale) 2. Predisposizione del CV e della lettera di presentazione: o Principali modelli di CV (libero, Europass, ecc.) o Illustrazione dei vari formati e spiegazione delle differenze o Illustrazione di diverse lettere di presentazione o Cosa esaltare e cosa evitare nel CV o Esercitazione pratica in aula per la presentazione di un buon CV. 3. Colloquio di lavoro: o Come preparare un colloquio di lavoro focalizzandosi sulle proprie aspettative o Raccontare se stessi, approfondire il proprio curriculum e far capire perché si vuole ricoprire una determinata posizione e cosa ci si aspetta o Essere preparati a rispondere alle domande dell esaminatore o Simulazioni di colloqui

Istituti tecnici settore economico indirizzo turismo Programmazione per competenze per la classe quinta Discipline turistiche e aziendali

Istituti tecnici settore economico indirizzo turismo Programmazione per competenze per la classe quinta Discipline turistiche e aziendali Grazia Batarra, Carla Sabatini Turismo: prodotti, imprese e professioni per il quinto anno Edizione mista Tramontana Istituti tecnici settore economico indirizzo turismo Programmazione per competenze per

Dettagli

Profilo professionale: PROMOTORE CONGRESSUALE Livello: 3

Profilo professionale: PROMOTORE CONGRESSUALE Livello: 3 Profilo professionale: PROMOTORE CONGRESSUALE Livello: 3 Competenze Materie Competenze associate C1 C2 SENSIBILIZZAZIONE DEI GRUPPI DI INTERESSE ORGANIZZAZIONE DI CONGRESSI, SEMINARI, MEETING, CONVENTION,

Dettagli

ISTITUTO TECNICO "LEONARDO DA VINCI" AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO. Anno Scolastico 2015 2016

ISTITUTO TECNICO LEONARDO DA VINCI AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO. Anno Scolastico 2015 2016 ISTITUTO TECNICO "LEONARDO DA VINCI" AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO Anno Scolastico 2015 2016 Materia: DISCIPLINE TURISTICHE AZIENDALI Classe: V C - TURISMO Data

Dettagli

Programmazione modulare per la classe quarta Articolazione: Accoglienza turistica Servizi di sala e vendita - Enogastronomia

Programmazione modulare per la classe quarta Articolazione: Accoglienza turistica Servizi di sala e vendita - Enogastronomia Grazia Batarra, Monica Mainardi Imprese ricettive & ristorative oggi per il quinto anno Edizione mista Tramontana Programmazione modulare per la classe quarta : Accoglienza turistica Servizi di sala e

Dettagli

Documento di Proposta Partecipata (DocPP)

Documento di Proposta Partecipata (DocPP) Documento di Proposta Partecipata (DocPP) Titolo del processo Superare le barriere mentali: l'accessibilità come chiave della qualità del turismo sulle colline piacentine Responsabile del processo e curatore

Dettagli

DISCIPLINE TURISTICHE AZIENDALI DOCENTE : MADEO NATALE MASSIMO

DISCIPLINE TURISTICHE AZIENDALI DOCENTE : MADEO NATALE MASSIMO DISCIPLINE TURISTICHE AZIENDALI DOCENTE : MADEO NATALE MASSIMO 1. ANALISI DELLA SITUAZIONE DI PARTENZA Ho conosciuto la classe nell anno scolastico 2011-2012 quando frequentavano la classe 2bt per poi

Dettagli

I.I.S. "PAOLO FRISI"

I.I.S. PAOLO FRISI I.I.S. "PAOLO FRISI" Via Otranto angolo Cittadini, 1-20157 - MILANO www.ipsfrisi.it PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE DI DIRITTO E TECNICHE AMMINISTRATIVE Anno Scolastico: 2014-2015 CLASSE : QUINTA

Dettagli

COME SVILUPPARE IL PIANO E LE STRATEGIE DI MARKETING E MIGLIORARE I RISULTATI DI VENDITA

COME SVILUPPARE IL PIANO E LE STRATEGIE DI MARKETING E MIGLIORARE I RISULTATI DI VENDITA MARKETING E VENDITE COME SVILUPPARE IL PIANO E LE STRATEGIE DI MARKETING E MIGLIORARE I RISULTATI DI VENDITA PREMESSA Per sviluppare un piano di marketing bisogna tenere in considerazione alcuni fattori

Dettagli

SCHEDA - ELEMENTI DESCRITTIVI DELL AZIONE FORMATIVA Progetto di Alta Formazione Professionalizzante Integrata in Alternanza Scuola-Impresa.

SCHEDA - ELEMENTI DESCRITTIVI DELL AZIONE FORMATIVA Progetto di Alta Formazione Professionalizzante Integrata in Alternanza Scuola-Impresa. SCHEDA - ELEMENTI DESCRITTIVI DELL AZIONE FORMATIVA Progetto di Alta Formazione Professionalizzante Integrata in Alternanza Scuola-Impresa. Motivazione dell idea progettuale. Gli studenti degli Istituti

Dettagli

Tecnico per la valorizzazione e promozione dei beni e delle attività culturali. www.itinerari.conform.it

Tecnico per la valorizzazione e promozione dei beni e delle attività culturali. www.itinerari.conform.it Tecnico per la valorizzazione e promozione dei beni e delle attività culturali www.itinerari.conform.it Il corso Gli obiettivi Il percorso formativo Tecnico per la valorizzazione e promozione dei beni

Dettagli

PROMOZIONE DELLA SICUREZZA NELLE SCUOLE SCHEDA TECNICA

PROMOZIONE DELLA SICUREZZA NELLE SCUOLE SCHEDA TECNICA CONCORSO DI IDEE #LAMIASCUOLASICURA PER L INDIVIDUAZIONE DI PROPOSTE PROGETTUALI PER LA PROMOZIONE DELLA SICUREZZA NELLE SCUOLE SCHEDA TECNICA Indicazione soggetto e/o soggetti proponenti: Istituto Comprensivo

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

RICERCA, GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE

RICERCA, GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo RICERCA, GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE

Dettagli

TECNICO COMMERCIALE DELLE VENDITE

TECNICO COMMERCIALE DELLE VENDITE PIANI DI STUDIO QUARTO ANNO DI DIPLOMA PROFESSIONALE TECNICO COMMERCIALE DELLE VENDITE 1 COMUNICAZIONE E PARTECIPAZIONE SOCIALE L ambito Comunicazione e partecipazione sociale concorre a mettere lo studente

Dettagli

1 Programmazione didattica

1 Programmazione didattica TURISTICO ALBERGHIERO RISTORAZIONE 1 Programmazione didattica PIANO DELLE ATTIVITÀ CLASSE PRIMA Conoscere le principali tecniche di comunicazione e accoglienza al front office. Finalità educative Gli argomenti

Dettagli

CARTA DELLA QUALITA DELL OFFERTA FORMATIVA

CARTA DELLA QUALITA DELL OFFERTA FORMATIVA CARTA DELLA QUALITA DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE Premessa 1. Livello strategico 1.1 Politica della qualità 2. Livello organizzativo 2.1 Servizi formativi offerti 3. Livello operativo - Fattori di qualità

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LA RISTORAZIONE E LA VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI TERRITORIALI E DELLE PRODUZIONI TIPICHE

TECNICO SUPERIORE PER LA RISTORAZIONE E LA VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI TERRITORIALI E DELLE PRODUZIONI TIPICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TURISMO TECNICO SUPERIORE PER LA RISTORAZIONE E LA VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI TERRITORIALI E DELLE PRODUZIONI TIPICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE

Dettagli

BUSINESS PLAN APPROFONDIMENTO

BUSINESS PLAN APPROFONDIMENTO BUSINESS PLAN APPROFONDIMENTO IL BUSINESS PLAN CHE SEGUE PRESENTE IN INTERNET E STATO ELABORATO DA FINANCIAL ADVISOR BUSINESS APPROFONDIMENTO Cessione BANCHE IL BUSINESS PLAN: Come sintetizzare in un documento

Dettagli

CORSO PER ADDETTO PAGHE E AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE

CORSO PER ADDETTO PAGHE E AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE CORSO PER ADDETTO PAGHE E AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE La Scuola PFORM s.r.l., Scuola di Alta Formazione Manageriale con sede a Salerno, è accreditata alla Regione Campania per le attività di formazione

Dettagli

Corso di formazione COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE per IMPRENDITORI AGRICOLI OPERATORI FATTORIA DIDATTICA PREMESSA

Corso di formazione COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE per IMPRENDITORI AGRICOLI OPERATORI FATTORIA DIDATTICA PREMESSA Via Montesanto, 15/6 34170 Gorizia Centralino 0481-3861 E-mail ersa@ersa.fvg.it Codice fiscale e partita IVA 00485650311 Servizio divulgazione, assistenza Corso di formazione COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE

Dettagli

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014 CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014 AREA 2 FORMAZIONE TECNICO-MANAGERIALE IRECOOP UMBRIA Ente di formazione professionale di CONFCOOPERATIVE UMBRIA 0 INDICE DEI CORSI A CATALOGO COMUNICAZIONE EFFICACE.....

Dettagli

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE ADDETTO FRONT E BACK OFFICE

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE ADDETTO FRONT E BACK OFFICE CORSO DI SPECIALIZZAZIONE ADDETTO FRONT E BACK OFFICE La Scuola PFORM s.r.l., Scuola di Alta Formazione Manageriale con sede a Salerno, è accreditata alla Regione Campania per le attività di formazione

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO E DI ORIENTAMENTO (Convenzione stipulata in data )

PROGETTO FORMATIVO E DI ORIENTAMENTO (Convenzione stipulata in data ) PROGETTO FORMATIVO E DI ORIENTAMENTO (Convenzione stipulata in data ) NOMINATIVO DEL TIROCINANTE DATA E LUOGO DI NASCITA RESIDENZA TELEFONO CODICE FISCALE ATTUALE CONDIZIONE ( segnare con una x la casella

Dettagli

PRIMO MASTER PER L INNOVAZIONE NEL TURISMO Avvio e gestione di progetti per le associazioni turistiche

PRIMO MASTER PER L INNOVAZIONE NEL TURISMO Avvio e gestione di progetti per le associazioni turistiche PRIMO MASTER PER L INNOVAZIONE NEL TURISMO Avvio e gestione di progetti per le associazioni turistiche OBIETTIVI FORMATIVI Il Master, ideato dal Centro Studi CTS, ha l obiettivo di sviluppare le competenze

Dettagli

INTRODUZIONE. Cosa rende speciali i nostri corsi

INTRODUZIONE. Cosa rende speciali i nostri corsi SICUREZZA INTRODUZIONE Cosa rende speciali i nostri corsi Formazione e informazione sono gli elementi chiave per prendere consapevolezza dei rischi presenti nel proprio ambiente di lavoro e per predisporre

Dettagli

Tabella degli elementi costitutivi degli ambiti di valutazione Marchio collettivo di qualità dei B&B SETTORE ACCOGLIENZA

Tabella degli elementi costitutivi degli ambiti di valutazione Marchio collettivo di qualità dei B&B SETTORE ACCOGLIENZA 1.1 Accessibilità struttura L arrivo e la partenza degli ospiti deve essere possibile 24 ore su 24, previo accordo. Gli ospiti devono poter entrare ed uscire dalla struttura 24 ore su 24 1.2 Assistenza

Dettagli

Programmazione annuale docente classe 5^

Programmazione annuale docente classe 5^ Programmazione annuale docente classe 5^ Programmazione del Docente: Perrotta Tullio, D Assisti Giovanni Classe: V sez.: A-B Indirizzo: Iter Materia di insegnamento: Discipline Economiche e Aziendali Libro

Dettagli

ANACI Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari Sede Provinciale Pescara

ANACI Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari Sede Provinciale Pescara ANACI Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari Sede Provinciale Pescara CORSO di IPERMANAGING: LO SVILUPPO PERSONALE DELL AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO Luogo: Sede Provinciale ANACI

Dettagli

DISTRETTO RURALE DI QUALITÀ SICANI

DISTRETTO RURALE DI QUALITÀ SICANI CHEK LIST Mod.6_G SERVIZI N. ordine dell Elenco richiedenti marchio DRQ Sicani Protocollo n. del / / Struttura ricettiva denominata: Sita in: Via Comune n. Iscr. C.C.IA.A. di n. in data / / P.IVA di cui

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L ORGANIZZAZIONE E IL MARKETING DEL TURISMO INTEGRATO

TECNICO SUPERIORE PER L ORGANIZZAZIONE E IL MARKETING DEL TURISMO INTEGRATO ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TURISMO TECNICO SUPERIORE PER L ORGANIZZAZIONE E IL MARKETING DEL TURISMO STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE PER

Dettagli

Master in Marketing, Comunicazione di Impresa & Sales Management

Master in Marketing, Comunicazione di Impresa & Sales Management Master in Marketing, Comunicazione di Impresa & Sales Management La Scuola PFORM, Scuola di Alta Formazione Manageriale e Consulenza Professionale, nasce dall idea di un gruppo di professionisti che nell

Dettagli

Presentazione sintetica degli indirizzi e delle articolazioni

Presentazione sintetica degli indirizzi e delle articolazioni Presentazione sintetica degli indirizzi e delle articolazioni Gli indirizzi del settore economico fanno riferimento a comparti in costante crescita sul piano occupazionale e interessati a forti innovazioni

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS in collaborazione con AITR - Associazione Italiana Turismo Responsabile, sviluppa le competenze

Dettagli

Ente Pisano Scuola Edile Via XXIV maggio 8 56123 Pisa Tel. 050 564316 Fax 050 561807 MODULO BASE

Ente Pisano Scuola Edile Via XXIV maggio 8 56123 Pisa Tel. 050 564316 Fax 050 561807 MODULO BASE Ente Pisano Scuola Edile Via XXIV maggio 8 5613 Pisa Tel. 050 56316 Fax 050 561807 Percorso Apprendisti MODULO BASE ORE: 0 DESCRIZIONE CONTENUTI DEI MODULI Orientamento al linguaggio di cantiere N ORE

Dettagli

MASTER IN IMPRENDITORIALITA E MANAGEMENT DEL TURISMO SOSTENIBILE E RESPONSABILE

MASTER IN IMPRENDITORIALITA E MANAGEMENT DEL TURISMO SOSTENIBILE E RESPONSABILE MASTER IN IMPRENDITORIALITA E MANAGEMENT DEL TURISMO SOSTENIBILE E RESPONSABILE Il Master Imprenditorialità e Management del turismo sostenibile e responsabile ideato dal Centro Studi CTS, giunto all XI

Dettagli

CORSO A CATALOGO - 2009 - Corso ID: 6205 - Destination Marketing: Comunicazione & Promozione del territorio

CORSO A CATALOGO - 2009 - Corso ID: 6205 - Destination Marketing: Comunicazione & Promozione del territorio CORSO A CATALOGO - 2009 - Corso ID: 6205 - Destination Marketing: Comunicazione & Promozione del territorio Regione di Presentazione: ID Corso: Organismo di formazione: Tipo organismo: Data invio telematico:

Dettagli

GUIDA AL TIROCINIO INTRODUZIONE

GUIDA AL TIROCINIO INTRODUZIONE Corso di Studio in Servizio sociale e Sociologia Laurea in Servizio Sociale L39 GUIDA AL TIROCINIO INTRODUZIONE Profilo professionale di riferimento L assistente sociale è un professionista chiamato ad

Dettagli

FORMULARIO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI FORMATIVI PER LA PARTECIPAZIONE AL GRAN PRIX DELLA FORMAZIONE EDIZIONE N 5 ANNO 2015

FORMULARIO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI FORMATIVI PER LA PARTECIPAZIONE AL GRAN PRIX DELLA FORMAZIONE EDIZIONE N 5 ANNO 2015 FORMULARIO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI FORMATIVI PER LA PARTECIPAZIONE AL GRAN PRIX DELLA FORMAZIONE EDIZIONE N 5 ANNO 2015 TITOLO DEL PROGETTO: ENTE/IMPRESA PROPONENTE 1 Alla GIURIA DEL GRAN PRIX

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER LA CLASSE QUARTA E QUINTA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER LA CLASSE QUARTA E QUINTA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER LA CLASSE QUARTA E QUINTA Questa programmazione didattica vuole semplicemente fornire uno strumento d aiuto e riflessione per i docenti di questa disciplina, in quanto non

Dettagli

Caratteristiche del percorso formativo

Caratteristiche del percorso formativo Caratteristiche del percorso formativo La Negoziazione per la gestione dei conflitti e delle divergenze e la mediazione in ambito familiare Descrizione sintetica del programma formativo La Mediazione Familiare,

Dettagli

MASTER BREVE IN TOURISM SPECIALIST

MASTER BREVE IN TOURISM SPECIALIST MASTER BREVE IN TOURISM SPECIALIST Il Master in Tourism Specialist è progettato per rispondere ai bisogni reali delle imprese turistiche e si rivolge sia a giovani interessati ad un primo inserimento professionale

Dettagli

PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO ALTERNANZA IN ALBERGO

PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO ALTERNANZA IN ALBERGO ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE SERVIZI PER L ENOGASTRONOMIA E L OSPITALITA ALBERGHIERA I.I.S.S. OTRANTO Via San Francesco di Paola,1- Tel. 0836 801660 fax 0836 802002 73028 OTRANTO (LE) PROGETTO ALTERNANZA

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. del placement dell Università Iuav di Venezia

CARTA DEI SERVIZI. del placement dell Università Iuav di Venezia CARTA DEI SERVIZI del placement dell Università Iuav di Venezia 1 indice 1. La Carta dei Servizi 3 2. Il placement di IUAV 4-6 2.1. servizi offerti a laureandi e laureati 2.2. servizi offerti alle imprese

Dettagli

SOCIAL MANAGER: esperto nella gestione delle organizzazioni No Profit e del Terzo Settore. Il progetto in breve

SOCIAL MANAGER: esperto nella gestione delle organizzazioni No Profit e del Terzo Settore. Il progetto in breve SOCIAL MANAGER: esperto nella gestione delle organizzazioni No Profit e del Terzo Settore Il progetto in breve Questo percorso formativo si propone di formare 25 persone in modo da aumentarne la capacità

Dettagli

PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO L alternanza scuola-lavoro, istituita tramite L. 53/2003 e Decreto Legislativo n. 77 del 15 aprile 2005 e successivamente innovata e regolamentata con i D.P.R. 15 marzo

Dettagli

Marketing digitale e Social Media Management

Marketing digitale e Social Media Management MASTER Marketing digitale e Social Media Management STORIA Patrocinato dai Giovani di Confindustria Oristano il Master in Marketing digitale e Social Media Management è un corso post-laurea della durata

Dettagli

Manuale per l e-learning del Gruppo ECOSafety

Manuale per l e-learning del Gruppo ECOSafety p1/21 Introduzione La piattaforma di e-learning è uno strumento didattico, con accesso ed utilizzo interamente web, che permette al docente in totale autonomia di pubblicare e rendere accessibile ai discenti

Dettagli

+39 0258370580. Offerta formativa 2016

+39 0258370580. Offerta formativa 2016 +39 0258370580 Offerta formativa 2016 L offerta formativa a catalogo 2016 è il primo prodotto del partenariato ICOM Italia e Intesa Sanpaolo Formazione - agenzia formativa del Gruppo Intesa Sanpaolo -

Dettagli

CONTROLLO DI GESTIONE E PIANIFICAZIONE STRATEGICA

CONTROLLO DI GESTIONE E PIANIFICAZIONE STRATEGICA Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo CONTROLLO DI GESTIONE E PIANIFICAZIONE STRATEGICA

Dettagli

Il marketing nella ristorazione. Libro in forma mista cartacea e digitale secondo le più recenti disposizioni di Legge, con integrazioni on line

Il marketing nella ristorazione. Libro in forma mista cartacea e digitale secondo le più recenti disposizioni di Legge, con integrazioni on line Il marketing nella ristorazione Libro in forma mista cartacea e digitale secondo le più recenti disposizioni di Legge, con integrazioni on line Il marketing nella ristorazione Il marketing nella ristorazione

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. SPORTELLO LAVORO Consorzio Sol.Co. Verona

CARTA DEI SERVIZI. SPORTELLO LAVORO Consorzio Sol.Co. Verona CARTA DEI SERVIZI SPORTELLO LAVORO Consorzio Sol.Co. Verona 1 COS E LA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei Servizi è uno degli strumenti che un organizzazione utilizza per dare informazioni sulle attività che

Dettagli

CATALOGO FORMATIVO 2016/2017

CATALOGO FORMATIVO 2016/2017 CATALOGO FORMATIVO 2016/2017 Scuola post universitaria di Studi Europei POLO DIDATTICO DI SALERNO ISTITUTO DI STUDI EUROPEI ALCIDE DE GASPERI INSTITUTE OF EUROPEAN STUDIES ALCIDE DE GASPERI Post graduate

Dettagli

ADDETTO BOOKING SEDI E CONTATTI. ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA

ADDETTO BOOKING SEDI E CONTATTI. ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA SEDI E CONTATTI ADDETTO BOOKING ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA Frequenza infrasettimanale Corso gratuito Corpo docente formato da professionisti provenienti dal mondo del turismo

Dettagli

Corso in Store Management

Corso in Store Management in collaborazione con presenta Corso in Store Management EDIZIONE SICILIA INDICE 1) Premessa 2) Obiettivo 3) Il profilo professionale in uscita: lo Store Manager 4) Organizzazione delle attività 5) Programma

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: LA CASA DELLE GENTI SETTORE e Area di Intervento: A12 Assistenza ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO FINALITA GENERALE Finalità generale del progetto

Dettagli

CORSO DI ALTA FORMAZIONE

CORSO DI ALTA FORMAZIONE CORSO DI ALTA FORMAZIONE TITOLO DEL CORSO Sales Manager TIPOLOGIA FORMATIVA DEL PROGETTO Formazione professionale PROFILO PROFESSIONALE Al termine del corso i partecipanti saranno in grado di gestire tutte

Dettagli

Torno Subito Estero TSE- Diversity management, Gender Equality and Social Innovation

Torno Subito Estero TSE- Diversity management, Gender Equality and Social Innovation Torno Subito Estero TSE- Diversity management, Gender Equality and Social Innovation Percorso formativo/internship Il percorso formativo/ internship in Diversity Management, Gender Equality and Social

Dettagli

Istituto Tecnico Statale per il Turismo "Francesco Algarotti"

Istituto Tecnico Statale per il Turismo Francesco Algarotti Istituto Tecnico Statale per il Turismo "Francesco Algarotti" Cannaregio, 351-30121 VENEZIA - Tel. 041.716266 - Fax 041.720054 - C.F.: 80012240273 Indirizzo Internet:http://www.istitutoalgarotti.ite-mail:algarotti@tin.itVETN0100N@istruzione.it

Dettagli

HOSPITALITY & TOURISM 2.0 MANAGEMENT

HOSPITALITY & TOURISM 2.0 MANAGEMENT MASTER IN HOSPITALITY & TOURISM 2.0 MANAGEMENT Certificazione Sistemi di Gestione Qualità ISO 9001 www.accademiadellavoro.it MASTER IN HOSPITALITY & TOURISM 2.0 MANAGEMENT Materiale Propedeutico (studio

Dettagli

PERCORSO INNOVATIVO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

PERCORSO INNOVATIVO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO Alternanza scuola/lavoro l alternanza non è uno strumento formativo, ma si configura piuttosto come una metodologia formativa, una vera e propria modalità di apprendere PERCORSO INNOVATIVO DI ALTERNANZA

Dettagli

Percorso in Energia Solare: termica e fotovoltaica

Percorso in Energia Solare: termica e fotovoltaica Percorso didattico del Tecnico Superiore per la gestione e la verifica di impianti energetici secondo l European Qualification Framework - EQF matrice EQF del Percorso in Energia Solare: termica e fotovoltaica

Dettagli

Istituto Italiano Arte Artigianato e Restauro Srl

Istituto Italiano Arte Artigianato e Restauro Srl Istituto Italiano Arte Artigianato e Restauro Srl CARTA DI QUALITA' DELL'OFFERTA FORMATIVA Il presente documento si propone di esplicitare e comunicare gli impegni che l'istituto Italiano Arte e Artigianato

Dettagli

MODULI ACQUISTABILI SINGOLARMENTE

MODULI ACQUISTABILI SINGOLARMENTE 735 736 738Università degli Studi di Torino MASTER IN ECONOMIA, MANAGEMENT, PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DEL TURISMO MASTER MINT www.mastermint.unito.it MODULI ACQUISTABILI SINGOLARMENTE Comportamento del

Dettagli

Impiegato Commerciale e Marketing Corso di Specializzazione gratuito rivolto a disoccupati e inoccupati Finanziato dal fondo FORMA.

Impiegato Commerciale e Marketing Corso di Specializzazione gratuito rivolto a disoccupati e inoccupati Finanziato dal fondo FORMA. Impiegato Commerciale e Marketing Corso di Specializzazione gratuito rivolto a disoccupati e inoccupati Finanziato dal fondo FORMA.TEMP Artioli & Sala s.a.s Via Taglio 105 41121 Modena - P.IVA 02721270367

Dettagli

MASTER DI ALTA FORMAZIONE IN MARKETING E COMUNICAZIONE

MASTER DI ALTA FORMAZIONE IN MARKETING E COMUNICAZIONE MASTER DI ALTA FORMAZIONE IN MARKETING E COMUNICAZIONE Istituito a Cagliari nel 2000 da Interforma, il Master in Marketing e Comunicazione, è un corso postlaurea e professionale della durata di 6 mesi

Dettagli

CORSO GRATUITO ADDETTO VENDITE COMMESSO DI NEGOZIO (STORE MANAGER) SEDI E CONTATTI. ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.

CORSO GRATUITO ADDETTO VENDITE COMMESSO DI NEGOZIO (STORE MANAGER) SEDI E CONTATTI. ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte. CORSO GRATUITO ADDETTO VENDITE COMMESSO DI NEGOZIO (STORE MANAGER) SEDI E CONTATTI ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA Frequenza infrasettimanale Corso gratuito Corpo docente formato

Dettagli

MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA BASILICATA DIREZIONE GENERALE

MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA BASILICATA DIREZIONE GENERALE MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA BASILICATA DIREZIONE GENERALE CORSI DI FORMAZIONE PER IL PERSONALE IN SERVIZIO PRESSO LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E DESIGNATO A SVOLGERE

Dettagli

l attenzione alla disabilità: una questione di civiltà

l attenzione alla disabilità: una questione di civiltà l attenzione alla disabilità: una questione di civiltà Guido Maria Grasso missione aumentare il livello di consapevolezza di tutte le componenti dell università (soprattutto docenti) in modo che il rendimento

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SERVIZI TURISTICI Processo Servizi di ricettività Sequenza di processo Gestione e coordinamento dei

Dettagli

Architettura del Progetto CORSO ENOGASTRONOMIA INDIRIZZO SERVIZI PER L ENOGASTRONOMIA E L OSPITALITA ALBERGHIERA

Architettura del Progetto CORSO ENOGASTRONOMIA INDIRIZZO SERVIZI PER L ENOGASTRONOMIA E L OSPITALITA ALBERGHIERA Architettura del Progetto CORSO ENOGASTRONOMIA INDIRIZZO SERVIZI PER L ENOGASTRONOMIA E L OSPITALITA ALBERGHIERA L indirizzo Servizi per l enogastronomia e l ospitalità alberghiera ha lo scopo di far acquisire

Dettagli

Project manager di interventi educativi innovativi per le famiglie

Project manager di interventi educativi innovativi per le famiglie Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Project manager di interventi educativi innovativi per le famiglie Corsi di specializzazione.200,00 CORSO A CATALOGO

Dettagli

Anno Scolastico 2010/2011 Classe: 3^ B Ricevimento

Anno Scolastico 2010/2011 Classe: 3^ B Ricevimento Istituto d Istruzione Superiore P.Artusi Forlimpopoli Piano di lavoro Laboratorio dei Servizi di Ricevimento Anno Scolastico 2010/2011 Classe: 3^ B Ricevimento Docente: Prof.ssa Erminia Uzzo Compresenza

Dettagli

All. A RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE. Classe: QUINTA BET Anno scolastico: 2014/2015. Materia: DISCIPLINE TURISTICHE E AZIENDALI PREMESSA

All. A RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE. Classe: QUINTA BET Anno scolastico: 2014/2015. Materia: DISCIPLINE TURISTICHE E AZIENDALI PREMESSA Istituto d Istruzione Superiore Statale ENRICO DE NICOLA Via G. Parini,10/C 35028 Piove di Sacco Padova Tel. 0495841692 0499703995 Fax. 0495841969 E.Mail:denicola@provincia.padova.it Indirizzo:www.denicolaonline.org

Dettagli

Alunni classi quarte Servizi Commerciali

Alunni classi quarte Servizi Commerciali UNITA DI APPRENDIMENTO 1bis Istruzione professionale: Indirizzo Servizi Commerciali Denominazione Gestione informatica dell Azienda, marketing on line e web marketing Utenti destinatari Alunni classi quarte

Dettagli

Scegliere l abito. Laboratori gratuiti formativi ed informativi per la creazione d impresa 4 ORE

Scegliere l abito. Laboratori gratuiti formativi ed informativi per la creazione d impresa 4 ORE Scegliere l abito Distinguere le forme giuridiche per svolgere l attività imprenditoriale e individuare la forma più idonea in funzione dell idea d impresa Spesso le persone che intendono orientarsi all

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE PARTECIPANTI

BANDO DI SELEZIONE PARTECIPANTI PROGRAMMA OPERATIVO OBIETTIVO CONVERGENZA 2007-2013 FONDO SOCIALE EUROPEO REGIONE SICILIANA ASSE III INCLUSIONE SOCIALE INVESTIAMO PER IL VOSTRO FUTURO P R O G E T T O FORMAZIONE & LAVORO CIP 2007.IT.051.PO.003/III/G/F/6.2.1/0161

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Tecnica Professionale Classe:4 B A.S. 2014/15 Docente: Mazzotta Antonietta ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta da 14 alunni provenienti dalla classe terza dell istituto,

Dettagli

1. TITOLO: OPERATORE POLIVALENTE NEL COMPARTO MECCANICO (Livello Base Codice 03/01)

1. TITOLO: OPERATORE POLIVALENTE NEL COMPARTO MECCANICO (Livello Base Codice 03/01) SCHEDA SINTETICA OFFERTA FORMATIVA (da compilare per ciascun Corso proposto) 1. TITOLO: OPERATORE POLIVALENTE NEL COMPARTO MECCANICO (Livello Base Codice 03/01) 1.1 AREA TEMATICA AREA TURISMO E RISTORAZIONE

Dettagli

ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER LE TECNOLOGIE INNOVATIVE PER I BENI E LE ATTIVITA' CULTURALI - TURISMO FONDAZIONE ARCHIMEDE

ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER LE TECNOLOGIE INNOVATIVE PER I BENI E LE ATTIVITA' CULTURALI - TURISMO FONDAZIONE ARCHIMEDE I T S ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER LE TECNOLOGIE INNOVATIVE PER I BENI E LE ATTIVITA' CULTURALI - TURISMO FONDAZIONE ARCHIMEDE Viale Scala Greca n 67 - Siracusa - www.its-fondazionearchimede.it Prot.

Dettagli

Tecniche di Marketing. Parola chiave: Formula imprenditoriale. Formula imprenditoriale coerente

Tecniche di Marketing. Parola chiave: Formula imprenditoriale. Formula imprenditoriale coerente Tecniche di Marketing Progetto F.I.S.I.Agri 7 e 13 dicembre 2007 Luisa Baldeschi Parola chiave: Formula imprenditoriale La formula imprenditoriale è il cuore della pianificazione strategica La coerenza

Dettagli

INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore)

INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore) INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore) FOCUS: IL POSSIBILE CO-MARKETING Il focus intende coinvolgere i presidenti delle cooperative nell analisi di un possibile co-marketing. Raccogliere

Dettagli

BANDO DI AMMISSIONE AL CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN CREAZIONE DI IMPRESA I EDIZIONE

BANDO DI AMMISSIONE AL CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN CREAZIONE DI IMPRESA I EDIZIONE BANDO DI AMMISSIONE AL CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN CREAZIONE DI IMPRESA I EDIZIONE OBIETTIVI FORMATIVI Il Corso di Alta Formazione in Creazione di impresa, organizzato da POLARIS Azienda speciale della

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO Bienvenue, Welcome, Willkommen, Benvenuti alle Cinque Terre.

UNITA DI APPRENDIMENTO Bienvenue, Welcome, Willkommen, Benvenuti alle Cinque Terre. Denominazione: Prodotti Competenze mirate assi culturali professionali cittadinanza UNITA DI APPRENDIMENTO Bienvenue, Welcome, Willkommen, Benvenuti alle Cinque Terre. Presentazione turistica multimediale

Dettagli

Esperto in Comunicazione, Relazioni Pubbliche e Web Marketing

Esperto in Comunicazione, Relazioni Pubbliche e Web Marketing Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo Esperto in Comunicazione, Relazioni Pubbliche

Dettagli

Corso di Formazione professionale autorizzato dalla Regione Campania Esperto in Gestione Risorse Umane

Corso di Formazione professionale autorizzato dalla Regione Campania Esperto in Gestione Risorse Umane Corso di Formazione professionale autorizzato dalla Regione Campania Esperto in Gestione Risorse Umane Corsi Autofinanziati riconosciuti dalla Regione Campania Pform, Scuola di Alta Formazione, ha ottenuto

Dettagli

SCHEMA SEMPLIFICATO PER LA REDAZIONE DEL BUSINESS PLAN

SCHEMA SEMPLIFICATO PER LA REDAZIONE DEL BUSINESS PLAN Sottomisura 4.1.3.1.a Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese Misura 3.1.2. Azione a) Centri rurali di ristoro e degustazione SCHEMA SEMPLIFICATO PER LA REDAZIONE DEL BUSINESS PLAN Il

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

INDIRIZZO TURISTICO PIANO DI STUDIO DI ISTITUTO (SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO) DISCIPLINE TURISTICO AZIENDALI

INDIRIZZO TURISTICO PIANO DI STUDIO DI ISTITUTO (SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO) DISCIPLINE TURISTICO AZIENDALI ISTITUTO DI ISTRUZIONE LA ROSA BIANCA CAVALESE (TN) INDIRIZZO TURISTICO PIANO DI STUDIO DI ISTITUTO (SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO) DISCIPLINE TURISTICO AZIENDALI REDATTO A.S. 2012-2013 PREMESSA Ai sensi

Dettagli

CORSI PER INSERIMENTO NEL MERCATO LAVORO DURATA 350 600 ORE

CORSI PER INSERIMENTO NEL MERCATO LAVORO DURATA 350 600 ORE 1 La Scuola Superiore del Commercio del Turismo dei Servizi e delle Professioni, ente di formazione collegato all Unione CTSP di Milano e provincia, propone la seguente offerta formativa: CORSI PER INSERIMENTO

Dettagli

Turismo culturale per lo sviluppo dei territori

Turismo culturale per lo sviluppo dei territori 9ª edizione Turismo culturale per lo sviluppo dei territori Siracusa, 27 ottobre / 6 dicembre 2014 PROFILO DEL CORSO 1. OBIETTIVI E METODI DELLA SCUOLA La Scuola di Alti Studi in Economia del Turismo Culturale

Dettagli

AGGIORNAMENTO PER ACCOMPAGNATORI TURISTICI : IL TURISMO ACCESSIBILE

AGGIORNAMENTO PER ACCOMPAGNATORI TURISTICI : IL TURISMO ACCESSIBILE FSE Investiamo nel vostro futuro AGGIORNAMENTO PER ACCOMPAGNATORI TURISTICI : IL TURISMO ACCESSIBILE NOTE ESPLICATIVE MODALITÀ ATTUATIVE L articolazione del percorso formativo prevede: Bilancio delle competenze

Dettagli

in collaborazione con presenta Corso Store Manager EDIZIONE CAMPANIA

in collaborazione con presenta Corso Store Manager EDIZIONE CAMPANIA in collaborazione con presenta Corso Store Manager EDIZIONE CAMPANIA INDICE 1) Premessa 2) Obiettivo 3) Il profilo professionale in uscita: lo Store Manager 4) Organizzazione delle attività 5) Programma

Dettagli

Si ricorda che: PROGETTO PUNTI DI RIFERIMENTO CENTRO DI ORIENTAMENTO E FORMAZIONE

Si ricorda che: PROGETTO PUNTI DI RIFERIMENTO CENTRO DI ORIENTAMENTO E FORMAZIONE (Allegato 1) Si ricorda che: - LA DOMANDA DI SERVIZIO CIVILE VA INVIATA A : ALLE SINGOLE SEDI DI ATTUAZIONE PROGETTO - LE DOMANDE VANNO INVIATE ENTRO IL 27 LUGLIO 2009 ENTRO LE ORE 14.00 (NON FA FEDE IL

Dettagli

Business Plan. Accesso alle fonti di finanzamento

Business Plan. Accesso alle fonti di finanzamento Il business plan Definizione Il Business Plan, o piano economico-finanziario, è il documento che permette di definire e riepilogare il progetto imprenditoriale, le linee strategiche, gli obiettivi e la

Dettagli

ORGANIZZAZIONE, SERVIZIO ASSISTENZA TECNICA DI FRONT-OFFICE

ORGANIZZAZIONE, SERVIZIO ASSISTENZA TECNICA DI FRONT-OFFICE 40 ORGANIZZAZIONE, SERVIZIO ASSISTENZA TECNICA DI FRONT-OFFICE Le attività di accoglienza ed di MARINA COSTA Negli incontri di formazione nel progetto Sportello per il Microcredito si sono affrontate diverse

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE

PIANO DI LAVORO ANNUALE Dirigente Scolastico dell I.T.S.T. F. Algarotti Venezia PIANO DI LAVORO ANNUALE PROF. CINZIA FAVRETTO Classe II R Materia Economia Aziendale Anno scolastico 2015/2016 Obiettivi generali da raggiungere

Dettagli

FORMAZIONE DEI TUTOR AZIENDALI

FORMAZIONE DEI TUTOR AZIENDALI FORMAZIONE DEI TUTOR AZIENDALI L Ebit Ter Lazio offre a tutte le aziende della Regione Lazio la possibilità di formare i propri tutor aziendali, adempiendo così all obbligo di legge e conseguendo la certificazione

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: SFUMATURE EDUCATIVE ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: Settore: E Educazione e Promozione culturale Area: 01Centri di aggregazione (bambini,

Dettagli

MATERIA: ECONOMIA AZIENDALE _ INDIRIZZO: ALBERGHIERO PROGRAMMAZIONE MODULARE CLASSE:_ V ACCOGLIENZA. Moduli Titolo del modulo Ore

MATERIA: ECONOMIA AZIENDALE _ INDIRIZZO: ALBERGHIERO PROGRAMMAZIONE MODULARE CLASSE:_ V ACCOGLIENZA. Moduli Titolo del modulo Ore Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Via Domizia Lucilla Programmazione annuale A.S. 2014/2015 Mod. 7.1.A

Dettagli