REGOLAMENTO DI CONTABILITA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO DI CONTABILITA"

Transcript

1 REGOLAMENTO DI CONTABILITA Approvato con deliberazione dell Ufficio di Presidenza n. 200 del 10/6/1996. Modificato con deliberazioni dell U.P. n. 270 del 18/7/1997, n. 74 del 20/10/1999, n. 204 dell 11/12/2001, n. 58 del 4/3/2004, n.ri 177 e 178 del 13/12/2005, n. 239 dell 8/11/2006, n. 292 del 28/2/2007 e n. 96 del 22/1/2009. REGOLAMENTO PER SERVIZI Approvato con deliberazione dell Ufficio di Presidenza n. del 1//.

2 S O M M A R I O REGOLAMENTO DI CONTABILITA TITOLO I BILANCIO ART. 1 (Autonomia organizzativa, funzionale e contabile) ART. 2 (Anno finanziario) Art. 3 (Bilancio di previsione e conto consuntivo) ART. 4 (Struttura del bilancio di previsione e del conto consuntivo) ART. 5 (Variazioni di bilancio) ART. 6 (Fondo di riserva) TITOLO II ENTRATE ART. 7 TITOLO III SPESE ART.8(Spese obbligatorie) ART.9(Spese facoltative) ART. 10(Spese in economia) ART. 11(Contratti d appalto) ART. 12(Approvazione del contratto) ART. 13 (Liquidazione e pagamento) TITOLO IV SPESE RISERVATE E DI RAPPRESENTANZA ART. 14 (Spese riservate e di rappresentanza) ART. 15(Avocazione) TITOLO V SPESE PER IL FUNZIONAMENTO E PER L ATTIVITA DEL CO.RE.COM. ART. 16 Competenze ed attribuzioni) TITOLO VI FONDO CASSA E CONSEGNATARIO ART. 17 (Fondo cassa) ART. 18(Consegnatario) TITOLO VII TESORERIA ART. 19 (Servizio di tesoreria) REGOLAMENTO PER L'ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI

3 REGOLAMENTO DI CONTABILITA TITOLO I TITOLO II TITOLO III TITOLO IV TITOLO V Spese per il funzionamento e per l attività del CO.RE.COM. Art. 16 (competenze ed attribuzioni) 1. La gestione dei fondi stanziati in bilancio sul capitolo relativo alle spese per il funzionamento e per l esercizio delle funzioni proprie del CO.RE.COM. dovrà avvenire nel rispetto dei principi e delle procedure, in quanto applicabili, stabiliti dal regolamento di contabilità e di quello per le spese in economia del Consiglio Regionale nonché, per quanto ivi non previsto, dalla legge e dal regolamento di contabilità generale dello Stato. 1 bis. La gestione dei fondi assegnati, mediante convenzioni, dall Autorità per le garanzie nelle comunica- zioni, per l esercizio delle funzioni delegate, dovrà avvenire nel rispetto delle convenzioni medesime, nonché dei principi e delle procedure, in quanto applicabili, stabiliti dai regolamenti di contabilità e delle spese in economia del Consiglio regionale e, per quanto ivi non previsto, dalla legge e dal regolamento di contabilità generale dello Stato. Di tali fondi dovrà essere tenuta una contabilità separata rispetto a quelli per il funzionamento e l esercizio delle funzioni proprie. 2. Il Direttore del Servizio di supporto all attività del CO.RE.COM. provvede all impegno e alla liquidazione delle indennità di funzione e dei rimborsi spettanti al Presidente, al Vice Presidente ed ai componenti di detto organo nella misura determinata ai sensi dell art. 19 della L.R. 11/2001; provvede altresì all impegno e alla liquidazione di tutte le spese connesse con l attività del CO.RE.COM. ed è competente alla stipula dei contratti, preventivamente autorizzati con delibera del CO.RE.COM. 3. La competenza all approvazione dei contratti è affidata al Presidente del CO.RE.COM. 4. In caso di assenza, impedimento o vacanza del Direttore del Servizio di supporto, le relative funzioni sono svolte dal sostituto ovvero, in mancanza, dal Presidente del CO.RE.COM. 5. Il CO.RE.COM. nell espletamento degli adempimenti fiscali connessi alle spese di propria competenza opera come sostituto d imposta e conseguentemente provvede a tutti i relativi obblighi.

4 6. In attuazione di quanto previsto dall art. 11, comma 2, della L.R. 11/2001 il CO.RE.COM. presenta all Ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale, entro il 31 marzo di ogni anno, il rendiconto relativo alla gestione della dotazione finanziaria del capitolo di bilancio di propria competenza. 7. Le disposizioni di cui al presente articolo entrano in vigore dal 1 gennaio TITOLO VI TITOLO VII omissis REGOLAMENTO PER L'ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI Art. 1 (Oggetto) 1. Il presente regolamento disciplina, in conformità a quanto previsto dall art. 125 del D. Lgs. n. 163/2006, l ambito di applicazione, i limiti di spesa e le procedure per l acquisizione in economia di beni e servizi da parte degli Uffici del Consiglio regionale, nel rispetto dei principi di trasparenza, rotazione e parità di trattamento. 2. Le acquisizioni di beni e servizi in economia possono essere effettuate mediante procedura di cottimo fiduciario. 3. Tutti gli importi indicati nel presente regolamento s intendono al netto di IVA. Art. 2 (Ambito di applicazione) 1. L acquisizione di beni e servizi in economia è ammessa, in relazione all oggetto, per le seguenti tipologie di spesa: a) servizi di sede (pulizia, derattizzazioni, disinfestazioni, smaltimento rifiuti, vigilanza, portierato, trasloco, trasporto, facchinaggio, e similari); b) acquisto, noleggio, manutenzione e riparazione di mobili, arredi, complementi di arredo, segnaletica, e similari; c) acquisto, noleggio, installazione, gestione, manutenzione e riparazione di macchine d ufficio e attrezzature varie, anche informatiche (fotocopiatrici, strumenti e apparecchiature tecniche, computer, stampanti, attrezzature hardware, apparecchi di telefonia, fax, e similari); d) acquisto, noleggio, installazione, gestione, manutenzione e riparazione di impianti e relative apparecchiature (per il supporto dell attività consiliare, la diffusione televisiva e sonora a circuito interno, la sicurezza, il condizionamento d aria, e similari);

5 e) acquisto, noleggio, installazione, gestione e manutenzione di reti informatiche, prodotti software e relativo aggiornamento, reti telefoniche; f) acquisto di generi di cancelleria e di materiali di facile consumo (carta, stampati, toner, materiale informatico, telefonico, elettrico, e similari); g) acquisto di libri, giornali, pubblicazioni, prodotti multimediali, accesso a banche dati online, e similari; h) acquisto di vestiario per il personale in divisa del Consiglio regionale; i) stampa, tipografia, progettazione grafica, editoria (anche multimediale), rilegatura, fotografia e riproduzione fotografica, riprese audiovideo, trasmissioni radiotelevisive, montaggio, speakeraggio, e similari; j) assistenza tecnica informatica, progettazione e sviluppo software, progettazione ed elaborazione siti web e intranet ; k) deregistrazione, resocontazione, trascrizione intelligente, inserimento ed elaborazione dati, conservazione, archiviazione, catalogazione, e similari; l) traduzione e interpretariato; m) assicurazioni; n) funzionamento del bar del Consiglio regionale; o) piccola ristorazione; p) autorimesse e parcheggi; q) postali, di spedizione, telefoniche e telegrafiche; r) comunicazione istituzionale, anche via web (distribuzione di materiale editoriale, acquisto spazi pubblicitari, diritti d uso e di riproduzione, acquisto oggettistica promozionale, allestimenti espositivi, e similari); s) organizzazione e realizzazione di indagini conoscitive, convegni, incontri, conferenze, mostre, eventi e iniziative promozionali, studi, ricerche, collaborazioni, consulenze, rientranti in programmi approvati dall Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale o la cui spesa sia stata autorizzata dall Ufficio di Presidenza medesimo; t) rappresentanza; u) formazione e aggiornamento professionale; v) adesione ad organismi ed enti e partecipazione alle relative attività. 2. Il ricorso al sistema di spese in economia è altresì consentito nelle ipotesi di cui all art. 125, comma 10, del D. Lgs. n. 163/2006. Art. 3 (Limiti di importo) 1. L acquisizione di beni e servizi in economia è ammessa per importi non superiori a euro. 2. Nessuna acquisizione di beni o servizi può essere artificiosamente frazionata allo scopo di assoggettarla alla disciplina del presente regolamento.

6 Art. 4 (Modalità di affidamento) 1. Per l acquisizione di beni e servizi in economia di importo pari o superiore a euro, l affidamento mediante cottimo fiduciario avviene previa consultazione di almeno cinque operatori economici, se sussistono in tale numero soggetti idonei, individuati attingendo all elenco degli operatori economici per la fornitura di beni e servizi in economia del Consiglio regionale; quando da tale elenco non risultino in numero sufficiente gli operatori economici da consultare, gli stessi sono individuati anche sulla base di indagini di mercato. 2. La scelta del contraente per servizi e forniture di importo pari o superiore a euro ha luogo mediante gara informale; alla gara gli operatori economici sono invitati con apposita lettera di invito a presentare offerta. 3. Nella lettera d invito sono specificati l oggetto della prestazione, le caratteristiche tecniche, le eventuali garanzie o assistenza richieste, la qualità e le modalità di esecuzione e ogni altra condizione ritenuta necessaria dal Consiglio regionale, nonché il termine per la presentazione dell offerta ed i criteri per la scelta del contraente. 4. La scelta del contraente avviene in base al prezzo più basso o all offerta economicamente più vantaggiosa, da valutarsi secondo i criteri indicati nella lettera d invito. 5. L esame e la valutazione delle offerte sono effettuati dal dirigente o dal responsabile di posizione organizzativa delegato, individuato secondo le norme di organizzazione degli Uffici del Consiglio regionale, che provvede a sottoscrivere il contratto. 6. I contratti per le acquisizioni di beni e servizi in economia sono stipulati mediante scrittura privata o lettera d ordinazione. 7. E consentito l affidamento diretto per l acquisizione di beni e servizi in economia di importo inferiore ai euro. Art. 5 (Gestione della spesa) 1. Il dirigente o il responsabile di posizione organizzativa delegato, che provvede alla stipulazione del contratto per l'acquisizione dei beni e servizi in economia, assume il relativo impegno di spesa. 2. Il Servizio Amministrativo, sulla base dell atto di impegno e della relativa documentazione giustificativa, nonché della documentazione di spesa corredata dal visto di regolare esecuzione e conformità della prestazione apposto dal dirigente o dal responsabile di posizione organizzativa delegato, provvede alla liquidazione della spesa e all ordinazione del pagamento.

REGOLAMENTO PER LE ACQUISIZIONI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI DI ANAS SpA

REGOLAMENTO PER LE ACQUISIZIONI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI DI ANAS SpA 8 Anas SpA Società con Socio Unico Cap. Soc. 2.269.892.000,00 Iscr. R.E.A. 1024951 P.IVA 02133681003 C.F. 80208450587 Via Monzambano, 10 00185 Roma Tel. 06 44461 Fax 06 4456224 06 4454956 06 4454948 06

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA. Approvato dall AU - il 13/06/14

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA. Approvato dall AU - il 13/06/14 REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA Approvato dall AU - il 13/06/14 ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA Art. 1 Oggetto 1. Il presente regolamento, tenuto conto delle specifiche

Dettagli

Regolamento per le acquisizioni in economia di forniture e servizi dell Università degli Studi di Ferrara

Regolamento per le acquisizioni in economia di forniture e servizi dell Università degli Studi di Ferrara Regolamento per le acquisizioni in economia di forniture e servizi dell Università degli Studi di Ferrara SENATO ACCADEMICO 28/10/2008; 26/05/2009; 20/05/2011;22/11/2011;20/11/2013 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Dettagli

UNIONCAMERE TOSCANA REGOLAMENTO PER LE ACQUISIZIONI IN ECONOMIA DI BENI, SERVIZI, LAVORI AI SENSI DELL ART. 125 D.LGS. 12-4-2006 N.

UNIONCAMERE TOSCANA REGOLAMENTO PER LE ACQUISIZIONI IN ECONOMIA DI BENI, SERVIZI, LAVORI AI SENSI DELL ART. 125 D.LGS. 12-4-2006 N. UNIONCAMERE TOSCANA REGOLAMENTO PER LE ACQUISIZIONI IN ECONOMIA DI BENI, SERVIZI, LAVORI AI SENSI DELL ART. 125 D.LGS. 12-4-2006 N. 163 INDICE DEGLI ARTICOLI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 AMBITO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI Approvato con delibera C.d.A. n. 17 del 07/04/2009 Art. 1 Oggetto del provvedimento. Il presente regolamento individua le singole voci di spesa

Dettagli

Art. 1 - Oggetto del Regolamento

Art. 1 - Oggetto del Regolamento REGOLAMENTO PER LE FORNITURE ED I SERVIZI IN ECONOMIA Approvato con Delibera Assemblea n. 12 del 03 Aprile 2003 Modificato con Delibera Assemblea n. 10 del 03 Aprile 2007 Art. 1 - Oggetto del Regolamento

Dettagli

COMUNE DI PONTERANICA Provincia di Bergamo

COMUNE DI PONTERANICA Provincia di Bergamo COMUNE DI PONTERANICA Provincia di Bergamo REGOLAMENTO COMUNALE PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA Pagina 1 di 6 INDICE Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9 Art. 10

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI LAVORI, BENI E SERVIZI IN ECONOMIA Dell UFFICIO D AMBITO DELLA PROVINCIA DI MILANO AZIENDA SPECIALE

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI LAVORI, BENI E SERVIZI IN ECONOMIA Dell UFFICIO D AMBITO DELLA PROVINCIA DI MILANO AZIENDA SPECIALE REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI LAVORI, BENI E SERVIZI IN ECONOMIA Dell UFFICIO D AMBITO DELLA PROVINCIA DI MILANO AZIENDA SPECIALE Approvato con delibera n. 09 del C.D.A del 6 Agosto 2013 1 INDICE ART

Dettagli

Regione Basilicata AGENZIA DI PROMOZIONE TERRITORIALE APT BASILICATA Allegato 3 REGOLAMENTO PER L ACQUISTO IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI

Regione Basilicata AGENZIA DI PROMOZIONE TERRITORIALE APT BASILICATA Allegato 3 REGOLAMENTO PER L ACQUISTO IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI Regione Basilicata AGENZIA DI PROMOZIONE TERRITORIALE APT BASILICATA Allegato 3 REGOLAMENTO PER L ACQUISTO IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI Delibera del D. G. n 165 del 16/09/2010 Delibera del D. G. n 142

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA SOCIETA DI PROMOZIONE PER L UNIVERSITA NELL IMPERIESE P.A. Via Nizza, 8 18100 Imperia Società soggetta all attività di direzione e coordinamento dell Amministrazione Provinciale di Imperia REGOLAMENTO

Dettagli

ENTE PARCO NAZIONALE GRAN PARADISO

ENTE PARCO NAZIONALE GRAN PARADISO ENTE PARCO NAZIONALE GRAN PARADISO VIA PIO VII N 9-10135 TORINO REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI PRESSO L ENTE PARCO NAZIONALE GRAN PARADISO (approvato con deliberazione n.

Dettagli

Prot. n. 754/2010 Schio, 08 marzo 2010

Prot. n. 754/2010 Schio, 08 marzo 2010 Prot. n. 754/2010 Schio, 08 marzo 2010 FORMAZIONE ELENCO OPERATORI ECONOMICI CONSULTABILI NELL AMBITO DI PROCEDURE IN ECONOMIA PER IL TRIENNIO 2010-2012 (art. 7 del regolamento per l acquisizione in economia

Dettagli

COMUNE DI OSSI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI SPESA PER ACQUISIZIONE DI SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA

COMUNE DI OSSI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI SPESA PER ACQUISIZIONE DI SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA COMUNE DI OSSI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI SPESA PER ACQUISIZIONE DI SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente regolamento disciplina il sistema delle

Dettagli

Regolamento per la gestione delle spese in economia e del fondo economale

Regolamento per la gestione delle spese in economia e del fondo economale Regolamento per la gestione delle spese in economia e del fondo economale TITOLO I GESTIONE ACQUISTI IN ECONOMIA... 2 Articolo 1 - Oggetto... 2 Articolo 2 - Limiti... 2 Articolo 3 - Amministrazione diretta...

Dettagli

ISTITUZIONI RIUNITE DI IMOLA. Approvato con deliberazione n. 26 del 27/06/2013

ISTITUZIONI RIUNITE DI IMOLA. Approvato con deliberazione n. 26 del 27/06/2013 ISTITUZIONI RIUNITE DI IMOLA REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI Approvato con deliberazione n. 26 del 27/06/2013 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento disciplina la

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA

REGOLAMENTO PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA COMUNE DI CALVENZANO Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 39 del 29/11/2004 Modificato con deliberazione di

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI (art. 125 del D. Lgs. n. 163/2006)

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI (art. 125 del D. Lgs. n. 163/2006) REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI (art. 125 del D. Lgs. n. 163/2006) 1 ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO... ART. 2 - NORMATIVA DI RIFERIMENTO... ART. 3 - RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO...

Dettagli

Veneto Promozione S.c.p.A. REGOLAMENTO DELLE SPESE PER L'ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI DI VENETO PROMOZIONE S.C.P.A.

Veneto Promozione S.c.p.A. REGOLAMENTO DELLE SPESE PER L'ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI DI VENETO PROMOZIONE S.C.P.A. REGOLAMENTO DELLE SPESE PER L'ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI DI VENETO PROMOZIONE S.C.P.A. Pag. 1 / 8 I n d i c e ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO pag. 3 ART. 2 LIMITI DI IMPORTO E DIVIETO DI

Dettagli

A.S.P. VALSASINO Deliberazione C.I. n. 13 del 10/11/2015

A.S.P. VALSASINO Deliberazione C.I. n. 13 del 10/11/2015 OGGETTO: INTEGRAZIONI AL VIGENTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N. 1/2011 IL CONSIGLIO DI INDIRIZZO Premesso che con deliberazione C.A.

Dettagli

D I R E Z I O N E G E N E R A L E S e r v i z i o S t u d i. Regolamento per l acquisizione in economia di lavori, beni e servizi

D I R E Z I O N E G E N E R A L E S e r v i z i o S t u d i. Regolamento per l acquisizione in economia di lavori, beni e servizi D I R E Z I O N E G E N E R A L E S e r v i z i o S t u d i Regolamento per l acquisizione in economia di lavori, beni e servizi Dicembre 2014 pag. 2 SOMMARIO Titolo I - OGGETTO E PRINCIPI... 3 Articolo

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE PER LA CASA DELLA PROVINCIA DI BIELLA REGOLAMENTO PER LE ACQUISIZIONI DEI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA (Art. 125 del D.Lgs.

AGENZIA TERRITORIALE PER LA CASA DELLA PROVINCIA DI BIELLA REGOLAMENTO PER LE ACQUISIZIONI DEI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA (Art. 125 del D.Lgs. AGENZIA TERRITORIALE PER LA CASA DELLA PROVINCIA DI BIELLA REGOLAMENTO PER LE ACQUISIZIONI DEI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA (Art. 125 del D.Lgs. n 163 del 12/04/2006) ART. 1 - Oggetto Il presente regolamento

Dettagli

GAL SGT SOLE GRANO TERRA SARRABUS GERREI TREXENTA E CAMPIDANO DI CAGLIARI

GAL SGT SOLE GRANO TERRA SARRABUS GERREI TREXENTA E CAMPIDANO DI CAGLIARI Programma di Sviluppo Rurale della Regione Sardegna 2007/2013 Asse IV Attuazione dell Approccio Leader Misura 431 GAL SGT SOLE GRANO TERRA SARRABUS GERREI TREXENTA E CAMPIDANO DI CAGLIARI REGOLAMENTO PER

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Disciplina per l acquisizione in economia dei beni e dei servizi da parte dell Agenzia Umbria Ricerche TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Oggetto della disciplina 1. La presente disciplina regolamenta

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE SPESE PER L'ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI DI TREVISO GLOCAL

REGOLAMENTO DELLE SPESE PER L'ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI DI TREVISO GLOCAL REGOLAMENTO DELLE SPESE PER L'ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI DI TREVISO GLOCAL (approvato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 21 maggio 2012) ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO 1.

Dettagli

Regolamento spese in economia

Regolamento spese in economia Regolamento spese in economia DISCIPLINA DELLE PROCEDURE IN ECONOMIA PER L ACQUISTO DI LAVORI, BENI E SERVIZI Premessa - Considerata l esigenza di disciplinare, con procedura uniforme, le acquisizioni

Dettagli

Area Affari Generali Settore Appalti e Approvvigionamento Ufficio Contratti e Appalti

Area Affari Generali Settore Appalti e Approvvigionamento Ufficio Contratti e Appalti DISCIPLINA CONCERNENTE I PROCEDIMENTI RELATIVI ALLE SPESE IN ECONOMIA (emanato con D.R. n. 122/2013 del 26 febbraio 2013 ed entrato in vigore il 26 febbraio 2013) Art. 1 Oggetto della disciplina 1. Il

Dettagli

Oggetto DISAVANZO DI AMMINISTRAZIONE SPESE PER INDENNITA' DI CARICA AI COMPONENTI DEL CONSIGLIO REGIONALE ( L.R. 29.10.2002 N. 38 E S.M.I. - ART.

Oggetto DISAVANZO DI AMMINISTRAZIONE SPESE PER INDENNITA' DI CARICA AI COMPONENTI DEL CONSIGLIO REGIONALE ( L.R. 29.10.2002 N. 38 E S.M.I. - ART. Macro Oggetto Residui Passivi al..21 Di Competenza Previsioni Definitive Di Cassa DISAVANZO DI AMMINISTRAZIONE 1 2 3 1 SPESE CORRENTI DI ISTITUZIONALE FUNZIONAME NTO ATTIVITA' ASSEMBLEA LEGISLATIVA FUNZIONAMENT

Dettagli

AVVISO PER LA COSTITUZIONE E TENUTA DELL ALBO UFFICIALE DEI FORNITORI DI BENI, SERVIZI E LAVORI DEL GAL I SENTIERI DEL BUON VIVERE S.C.R.L.

AVVISO PER LA COSTITUZIONE E TENUTA DELL ALBO UFFICIALE DEI FORNITORI DI BENI, SERVIZI E LAVORI DEL GAL I SENTIERI DEL BUON VIVERE S.C.R.L. AVVISO PER LA COSTITUZIONE E TENUTA DELL ALBO UFFICIALE DEI FORNITORI DI BENI, SERVIZI E LAVORI DEL GAL I SENTIERI DEL BUON VIVERE S.C.R.L. (Approvato con Delibera del Consiglio di Amministrazione n. 7

Dettagli

ASSOCIAZIONE TORINO INTERNAZIONALE

ASSOCIAZIONE TORINO INTERNAZIONALE ASSOCIAZIONE TORINO INTERNAZIONALE Regolamento delle spese per l acquisizione in economia di beni e servizi >>> ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO 1. Il presente Regolamento, adottato ai sensi del D.P.R. 20.08.2001,

Dettagli

REGOLAMENTO PER ACQUISIZIONI DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA

REGOLAMENTO PER ACQUISIZIONI DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA REGOLAMENTO PER ACQUISIZIONI DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA APPROVATO CON DELIB. DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO C.C. N 1 DEL 7.01.2009 1 I N D I C E Art. 1 - Oggetto del regolamento Art. 2 - Modalità di

Dettagli

per i servizi e le forniture da eseguirsi in economia

per i servizi e le forniture da eseguirsi in economia Regolamento FARMACIA COMUNALE DI COPRENO S.R.L. per i servizi e le forniture da eseguirsi in economia Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Premesso che la società: - per la fornitura di farmaci, parafarmaci

Dettagli

della Regione Puglia 2007-2013

della Regione Puglia 2007-2013 FONDO EUROPEO AGRICOLO PER LO SVILUPPO RURALE Programma di Sviluppo Rurale della Puglia MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI Programma di Sviluppo Rurale della Regione Puglia 2007-2013

Dettagli

ELENCO CATEGORIE E SOTTOCATEGORIE MERCEOLOGICHE

ELENCO CATEGORIE E SOTTOCATEGORIE MERCEOLOGICHE ALLEGATO AA) AL REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO DI OPERATORI ECONOMICI PER L AFFIDAMENTO DI FORNITURE, SERVIZI E LAVORI IN ECONOMIA DELLA SOCIETA ATTIVA S.R.L. ELENCO CATEGORIE

Dettagli

G. F. MAIA MATERDONA - A. MORO

G. F. MAIA MATERDONA - A. MORO Scuola Secondaria di 1 Grado G. F. MAIA MATERDONA - A. MORO Via G.Carducci n.3-72023 MESAGNE (BR) Sede Materdona 0831 771421 Fax n. 0831 730667 Sede Moro / Fax 0831738266 C.F. 91062130744 - C.M. BRMM06500N

Dettagli

STORIA DELLE VARIAZIONI

STORIA DELLE VARIAZIONI RESPONSABILITÀ Funzione Nome Data Redatto da Donatella Diotti 11/01/2012 Controllato e Approvato da Sergio Duretti, Paola Mascarello 12/01/2012 Emesso da Sergio Duretti 18/01/2012 STORIA DELLE VARIAZIONI

Dettagli

Articolo 1 Oggetto del protocollo

Articolo 1 Oggetto del protocollo Protocollo per l acquisizione di lavori, servizi e forniture in economia della Fondazione i Pomeriggi Musicali e della Società I Pomeriggi Musicali Servizi Teatrali Srl Approvato dal CdA il 15/02/2016

Dettagli

DETERMINAZIONE N. 17 DEL 24.02.2016

DETERMINAZIONE N. 17 DEL 24.02.2016 DETERMINAZIONE N. 17 DEL 24.02.2016 OGGETTO: Servizio di economato Fondo economale per l anno 2016 Spesa a mezzo Economo per l anno 2016. IL DIRETTORE RICHIAMATI i seguenti articoli del Regolamento di

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DELLE FORNITURE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DELLE FORNITURE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA Ente Zona Industriale di Trieste REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DELLE FORNITURE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA Limite di valore 200.000 Euro (IVA esclusa) Art. 1 Finalità 1. Il presente Regolamento disciplina

Dettagli

Categoria 2: Attrezzatura per pulizia, sanificazione, materiale igienico e sanitario

Categoria 2: Attrezzatura per pulizia, sanificazione, materiale igienico e sanitario ALLEGATO C SEZIONE 1 - ACQUISIZIONE DI BENI Categoria 1: Manutenzione immobili 1.1.01 Fornitura e manutenzione impianti e prodotti anti-incendio/di sicurezza, antiintrusione, estintori, antinfortunistica

Dettagli

REGOLAMENTO DI SEMPLIFICAZIONE DEI PROCEDIMENTI DI SPESE IN ECONOMIA RELATIVE A LAVORI, FORNITURE DI BENI E SERVIZI.

REGOLAMENTO DI SEMPLIFICAZIONE DEI PROCEDIMENTI DI SPESE IN ECONOMIA RELATIVE A LAVORI, FORNITURE DI BENI E SERVIZI. REGOLAMENTO DI SEMPLIFICAZIONE DEI PROCEDIMENTI DI SPESE IN ECONOMIA RELATIVE A LAVORI, FORNITURE DI BENI E SERVIZI. Approvato con deliberazione N. del ART. 1 Oggetto 1. Il presente Regolamento disciplina

Dettagli

ALBO FORNITORI D ISTITUTO 2015-18 Allegato categorie ELENCO CATEGORIE beni e servizi

ALBO FORNITORI D ISTITUTO 2015-18 Allegato categorie ELENCO CATEGORIE beni e servizi ALBO FORNITORI D ISTITUTO 2015-18 Allegato categorie ELENCO CATEGORIE beni e servizi IMPIANTISTICA ED ORGANIZZAZIONE UFFICI Impianti 1.1. - Impianti di condizionamento - Impianti di riscaldamento e caldaie

Dettagli

Regolamento per la Formazione e la Tenuta dell Albo dei Fornitori della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Potenza

Regolamento per la Formazione e la Tenuta dell Albo dei Fornitori della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Potenza Regolamento per la Formazione e la Tenuta dell Albo dei Fornitori della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Potenza ART. 1 OGGETTO Il presente regolamento disciplina la formazione

Dettagli

Comune di Reggello. ALLEGATO A al disciplinare dell Albo dei fornitori di beni e servizi (approvato con determinazione n. del )

Comune di Reggello. ALLEGATO A al disciplinare dell Albo dei fornitori di beni e servizi (approvato con determinazione n. del ) Comune di Reggello ALLEGATO A al disciplinare dell Albo dei fornitori di beni e servizi (approvato con determinazione n. del ) Categorie di Servizi (sez. I) Servizi assicurativi Servizi di brokeraggio

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE GALILEO GALILEI

LICEO SCIENTIFICO STATALE GALILEO GALILEI LICEO SCIENTIFICO STATALE GALILEO GALILEI Via Danimarca, 54 90146 Palermo c.f. 80012700821 Telefono 091 515231 - Fax 091 520622 www.liceoggalileipalermo.gov.it - paps010002@istruzione.it paps010002@pec.istruzione.it

Dettagli

ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI DI BENI, PRESTATORI DI SERVIZI ED ORGANISMI DI RICERCA DELL ISFOL

ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI DI BENI, PRESTATORI DI SERVIZI ED ORGANISMI DI RICERCA DELL ISFOL ISTITUTO PER LO SVILUPPO DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE DEI LAVORATORI ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI DI BENI, PRESTATORI DI SERVIZI ED ORGANISMI DI RICERCA DELL ISFOL CATEGORIE MERCEOLOGICHE Sezione 1:

Dettagli

AVVISO N 2/2010 PER LA COSTITUZIONE E TENUTA DELL ALBO UFFICIALE DEI FORNITORI DI BENI, SERVIZI E LAVORI DEL GAL I SENTIERI DEL BUON VIVERE S.C.R.L.

AVVISO N 2/2010 PER LA COSTITUZIONE E TENUTA DELL ALBO UFFICIALE DEI FORNITORI DI BENI, SERVIZI E LAVORI DEL GAL I SENTIERI DEL BUON VIVERE S.C.R.L. C.M. TANAGRO ALTO E MEDIO SELE Buccino (SA) Oliveto Citra (SA) C.M. ALBURNI Controne (SA) AVVISO N 2/2010 PER LA COSTITUZIONE E TENUTA DELL ALBO UFFICIALE DEI FORNITORI DI BENI, SERVIZI E LAVORI DEL GAL

Dettagli

REGOLAMENTO D ISTITUTO PER L ATTIVITA NEGOZIALE

REGOLAMENTO D ISTITUTO PER L ATTIVITA NEGOZIALE Ministero dell Istruzione, Università e della Ricerca ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE David Maria Turoldo www.istitutoturoldo.it - turoldo@istitutoturoldo.it Via Ronco n 11 24019 ZOGNO (BG) Tel. 0345/92210

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA NEGOZIALI

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA NEGOZIALI REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA NEGOZIALI dell Azienda di Servizi alla Persona di Spilimbergo Approvato con Delibera del C. di A. n. 4 del 12.04.2011 ART. 1 NORME GENERALI SULL ATTIVITÀ CONTRATTUALE 1. L ASP,

Dettagli

COMUNE DI PIANSANO Provincia di Viterbo

COMUNE DI PIANSANO Provincia di Viterbo COMUNE DI PIANSANO Provincia di Viterbo Regolamento per gli affidamenti in economia. pagina 1 di pagine 10 Articolo 1 Ambito di applicazione, oggetto. Il presente regolamento disciplina l attività dell

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORNITURE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA. Art. 1 - Oggetto

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORNITURE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA. Art. 1 - Oggetto REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORNITURE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA Art. 1 - Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina le modalità, i limiti e le procedure da seguire per per l acquisizione

Dettagli

ALLEGATO A AL REGOLAMENTO COMUNALE PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI

ALLEGATO A AL REGOLAMENTO COMUNALE PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI ALLEGATO A AL REGOLAMENTO COMUNALE PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI TIPOLOGIA DESCRIZIONE esemplificativa Limite importo per affid. diretto Limite importo per gara ufficiosa Col.1 Col.2 Col.3

Dettagli

Istituto Comprensivo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado 86048 Sant Elia a Pianisi (CB)

Istituto Comprensivo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado 86048 Sant Elia a Pianisi (CB) Istituto Comprensivo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado 86048 Sant Elia a Pianisi (CB) Approvato con delibera del Consiglio di Istituto n. 83 del 28/11/2015 REGOLAMENTO D ISTITUTO PER

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA FORNITURA DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA.

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA FORNITURA DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA. C O M U N E D I B O N I F A T I PROVINCIA DI COSENZA P.Iva 00390090785 www.comunebonifati.it e-mail comunebonifati@libero.it tel. 0982/93338-39 fax 0982/93392 REGOLAMENTO COMUNALE PER LA FORNITURA DI BENI

Dettagli

ALBO: TABELLA MERCEOLOGICA PER SEZIONI

ALBO: TABELLA MERCEOLOGICA PER SEZIONI ALLEGATO N. 2 ALBO: TABELLA MERCEOLOGICA PER SEZIONI SEZIONE I FORNITURE... 1.1 ARREDI E COMPLEMENTI D ARREDO... 1.1.1 Mobili e arredi per ufficio... 1.1.2 Sedute, poltrone, divani... 1.1.3 Tendaggi, tappezzerie

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI FORNITURE, DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI FORNITURE, DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA Art.1 Oggetto Il presente regolamento, adottato ai sensi dell art. 6 del Regolamento per l amministrazione e la contabilità disciplina l acquisizione di forniture e servizi in economia del Consorzio Interuniversitario

Dettagli

TECNICI SANITARI RADIOLOGIA MEDICA PER ESECUZIONE DI OPERE, FORNITURE E SERVIZI

TECNICI SANITARI RADIOLOGIA MEDICA PER ESECUZIONE DI OPERE, FORNITURE E SERVIZI FEEDEERRAAZZIIONEE NAAZZIIONAALLEE COLLLLEEGGII PRROFFEESSSSIIONAALLII TECNICI SANITARI RADIOLOGIA MEDICA REGOLAMENTO INTERNO PER ESECUZIONE DI OPERE, FORNITURE E SERVIZI Roma li 16/01/2016 pagina 2 di

Dettagli

ALLEGATO 1 CATEGORIE MERCEOLOGICHE

ALLEGATO 1 CATEGORIE MERCEOLOGICHE Le categorie e le classi da indicare nell ALLEGATO 2 domanda di iscrizione nell elenco permanente dei fornitori vanno scelte tra quelle di seguito elencate. Nel caso vengano scelte tutte le classi di una

Dettagli

Manuale delle Procedure ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI

Manuale delle Procedure ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI Manuale delle Procedure ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI Codice procedura: AC01 Revisione n 2 Data revisione: 23-07-2013 MANUALE DELLE PROCEDURE Sommario 1. Scopo della procedura 2. Glossario 3. Strutture

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA approvato con Delibera Commissariale n. 28 del 26/09/2011

Dettagli

VIALE EUROPA UNITA N 141 33100 UDINE

VIALE EUROPA UNITA N 141 33100 UDINE VIALE EUROPA UNITA N 141 33100 UDINE REGOLAMENTO DELLE ACQUISIZIONI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI ai sensi dell art. 125 del D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163 e la parte IV, titoli I, II, III e IV del D.P.R.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI COMUNE DI EUPILIO Provincia di Como Via Strambio,9 22030 Eupilio C.F.: 00571510130 Tel. 031 655 623 Fax 031 657 445 ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 19 DEL 21.05.2007 REGOLAMENTO COMUNALE

Dettagli

Regolamento per l acquisizione in economia di forniture di beni e servizi

Regolamento per l acquisizione in economia di forniture di beni e servizi Regolamento per l acquisizione in economia di forniture di beni e servizi Articolo 1 Oggetto del regolamento Il presente regolamento disciplina le modalità, i limiti e le procedure per l acquisizione in

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ACQUISIZIONI DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ACQUISIZIONI DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA Approvato con deliberazione di C.C. n. 14 del 10.03.2006 Modificato con deliberazione di C.C. n. 29 del 25.05.2007 e n. 5 del 24.01.2012 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ACQUISIZIONI DI BENI E SERVIZI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI DELL ASSOCIAZIONE per il CIRCUITO dei GIOVANI ARTISTI ITALIANI

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI DELL ASSOCIAZIONE per il CIRCUITO dei GIOVANI ARTISTI ITALIANI REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI DELL ASSOCIAZIONE per il CIRCUITO dei GIOVANI ARTISTI ITALIANI Approvato con deliberazione dell Assemblea in data 12 novembre 2014. PARTE I

Dettagli

REGOLAMENTO CONTABILE DEI CORPI DEI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI DELLA PROVINCIA DI TRENTO

REGOLAMENTO CONTABILE DEI CORPI DEI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI DELLA PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO CONTABILE DEI CORPI DEI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 34 del 12.09.2013) Art. 1 Esercizio finanziario 1. L esercizio

Dettagli

COMUNE DI PIANEZZA REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI PIANEZZA REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI PIANEZZA REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Allegato alla deliberazione del consiglio comunale 52 del 24 luglio 2003 1 ARTICOLO 1 Oggetto del regolamento 1. Il presente regolamento stabilisce

Dettagli

COMUNE di TORINO DI SANGRO Provincia di Chieti REGOLAMENTO DELLE PROCEDURE PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI

COMUNE di TORINO DI SANGRO Provincia di Chieti REGOLAMENTO DELLE PROCEDURE PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI COMUNE di TORINO DI SANGRO Provincia di Chieti REGOLAMENTO DELLE PROCEDURE PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 32 DEL 20.06.2011 1 I N

Dettagli

ELENCO DEI FORNITORI DI BENI, SERIVIZI E LAVORI IN ECONOMIA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI REGGIO CALABRIA

ELENCO DEI FORNITORI DI BENI, SERIVIZI E LAVORI IN ECONOMIA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI REGGIO CALABRIA Allegato 2 del Regolamento per la formazione e gestione dell elenco dei fornitori, di beni, servizi e lavori in economia (allegato A) ELENCO DEI FORNITORI DI BENI, SERIVIZI E LAVORI IN ECONOMIA DELLA CAMERA

Dettagli

Regolamento per le forniture di beni e servizi da eseguirsi in economia.

Regolamento per le forniture di beni e servizi da eseguirsi in economia. Regolamento per le forniture di beni e servizi da eseguirsi in economia. Art. 1 Identificazione dei beni e servizi in economia E ammesso il ricorso alle procedure di spesa in economia per i seguenti beni

Dettagli

ALLEGATO A AL REGOLAMENTO COMUNALE PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI

ALLEGATO A AL REGOLAMENTO COMUNALE PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI ALLEGATO A AL REGOLAMENTO COMUNALE PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI TIPOLOGIA DESCRIZIONE esemplificativa Limite importo per affid. diretto Limite importo per procedura di cottimo fiduciario

Dettagli

COMUNE DI ERULA. Provincia di Sassari C O P I A RESPONSABILE DEL SERVIZIO PILERI ANTONIO. N. Gen.

COMUNE DI ERULA. Provincia di Sassari C O P I A RESPONSABILE DEL SERVIZIO PILERI ANTONIO. N. Gen. COMUNE DI ERULA Provincia di Sassari C O P I A N. Gen. 441 Data: 14/08/2015 RESPONSABILE DEL SERVIZIO PILERI ANTONIO OGGETTO: Servizio di assistenza CMS sito istituzionale dell'ente. Affidamento diretto

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI BENI, SERVIZI E LAVORI

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI BENI, SERVIZI E LAVORI Rev.01 Pagina 1 di 8 TABELLA REVISIONI REGOLAMENTO Rev. Data Descrizione della Modifica 00 08 ottobre 2012 Prima emissione 01 16 settembre 2015 Aggiornamento 02 18 novembre 2015 Aggiornamento Rev.01 Pagina

Dettagli

COMUNE DI PRIGNANO CILENTO PROVINCIA DI SALERNO REGOLAMENTO PER LE FORNITURE E SERVIZI IN ECONOMIA

COMUNE DI PRIGNANO CILENTO PROVINCIA DI SALERNO REGOLAMENTO PER LE FORNITURE E SERVIZI IN ECONOMIA COMUNE DI PRIGNANO CILENTO PROVINCIA DI SALERNO REGOLAMENTO PER LE FORNITURE E SERVIZI IN ECONOMIA REGOLAMENTO PER LE FORNITURE E SERVIZI IN ECONOMIA Art. 1 - Oggetto del Regolamento 1. Il presente regolamento

Dettagli

Regolamento per l acquisto in economia di. forniture di beni e servizi. REGOLAMENTO PER ACQUISTI IN ECONOMIA. Regolamento Acquisti in economia pag.

Regolamento per l acquisto in economia di. forniture di beni e servizi. REGOLAMENTO PER ACQUISTI IN ECONOMIA. Regolamento Acquisti in economia pag. TECNOPOLIS CSATA Società consortile a responsabilità limitata Sede Legale: Str. Prov. Per Casamassima Km. 3-70010 Valenzano Bari/Italy tel. +39-80-4670.111 - fax +39-80-4551.868 Cap. soc. Euro 90.646,00

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA Approvato con delibera di Consiglio dell Unione N 05 del 24 maggio 2007 Il Presidente (dott. Domenico Salvi) Il Segretario dell Unione (dott.

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE SPESE PER LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA (emanato con decreto rettorale 26 marzo 2009, n. 313) INDICE

REGOLAMENTO DELLE SPESE PER LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA (emanato con decreto rettorale 26 marzo 2009, n. 313) INDICE REGOLAMENTO DELLE SPESE PER LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA (emanato con decreto rettorale 26 marzo 2009, n. 313) INDICE Articolo 1 (Oggetto) Articolo 2 (Responsabile del procedimento) Articolo

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE FORNITURE E SERVIZI IN ECONOMIA

REGOLAMENTO PER LE FORNITURE E SERVIZI IN ECONOMIA REGOLAMENTO PER LE FORNITURE E SERVIZI IN ECONOMIA Art. 1 - Oggetto del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina le modalità, i limiti e le procedure da seguire per l esecuzione in economia di

Dettagli

Approvato dal Commissario straordinario in data 6/12/2013 verbale numero 10 delibera n.2

Approvato dal Commissario straordinario in data 6/12/2013 verbale numero 10 delibera n.2 DIREZIONE DIDATTICA STATALE P. VETRI RAGUSA Via delle Palme, 13 97100 RAGUSA tel./fax 0932/228158 e-mail:rgee011005@istruzione.it Cod. Mecc.RGEE011005 C.F. 92020890882 REGOLAMENTO D ISTITUTO PER L ACQUISIZIONE

Dettagli

DISPOSIZIONI PER L AFFIDAMENTO IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI NELL UNIVERSITA DI PISA. Consiglio di Amm.ne con delibera n. 187 del. Art.

DISPOSIZIONI PER L AFFIDAMENTO IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI NELL UNIVERSITA DI PISA. Consiglio di Amm.ne con delibera n. 187 del. Art. DISPOSIZIONI PER L AFFIDAMENTO IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI NELL UNIVERSITA DI PISA (approvate dal 25/9/2007) Consiglio di Amm.ne con delibera n. 187 del Art. 1 Oggetto Le presenti disposizioni disciplinano

Dettagli

REGOLAMENTO CONSORTILE PER I LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA

REGOLAMENTO CONSORTILE PER I LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA REGOLAMENTO CONSORTILE PER I LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA Art. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE 1. Il presente Regolamento disciplina l'esecuzione dei lavori in economia e l acquisizione di beni e servizi

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE SPESE PER L'ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI

REGOLAMENTO DELLE SPESE PER L'ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI REGOLAMENTO DELLE SPESE PER L'ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI Approvato dal Consiglio di Amministrazione di Curia Mercatorum del 13 aprile 2012 Pag. 1 / 8 I n d i c e ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI LAVORI E FORNITURE DI BENI E SERVIZI - Art. 330 DPR 207/2010

REGOLAMENTO PER L'ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI LAVORI E FORNITURE DI BENI E SERVIZI - Art. 330 DPR 207/2010 REGOLAMENTO PER L'ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI LAVORI E FORNITURE DI BENI E SERVIZI - Art. 330 DPR 207/2010 Approvato con deliberazione n. 03/2012 del Consiglio di Istituto del 07/02/2012 INDICE ART. 1

Dettagli

COMUNE DI CASATENOVO Provincia di Lecco REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA

COMUNE DI CASATENOVO Provincia di Lecco REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA Allegato B COMUNE DI CASATENOVO Provincia di Lecco REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA APPROVATO CON DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 5 DEL 10.02.2012 ESECUTIVO DAL 27.02.2012

Dettagli

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 (Contenuto del Regolamento)

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 (Contenuto del Regolamento) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ECONOMATO E DI CASSA E DELLE SPESE IN ECONOMIA (Deliberazione del Consiglio Comunale n. 326 del 05/05/2003, modificato con Delibera del Consiglio Comunale n. 32 del 02/07/2012

Dettagli

REGOLAMENTO D ISTITUTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE

REGOLAMENTO D ISTITUTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Ministero dell Istruzione Università e Ricerca Istituto di Istruzione Superiore "Primo Levi" GEIS017007 LICEO SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE SETTORE TECNOLOGICO SETTORE ECONOMICO

Dettagli

COMUNE DI BARIANO Provincia di Bergamo REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI BARIANO Provincia di Bergamo REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI BARIANO Provincia di Bergamo REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con delibera C.C. n. 2 del 04.04.2012 Sommario: Titolo I - Economato Art. 1 - Il servizio di economato

Dettagli

Estratto dal Manuale delle politiche e delle procedure della Fondazione di partecipazione Perugiassisi 2019

Estratto dal Manuale delle politiche e delle procedure della Fondazione di partecipazione Perugiassisi 2019 Estratto dal Manuale delle politiche e delle procedure della Fondazione di partecipazione Perugiassisi 2019 Politiche e Procedure per l'acquisto in economia di beni e servizi Politiche In ragione della

Dettagli

Senato della Repubblica. n. 5 PROGETTO DI BILANCIO INTERNO DEL SENATO PER L ANNO FINANZIARIO 2007 XV LEGISLATURA

Senato della Repubblica. n. 5 PROGETTO DI BILANCIO INTERNO DEL SENATO PER L ANNO FINANZIARIO 2007 XV LEGISLATURA Senato della Repubblica XV LEGISLATURA ATTI PARLAMENTARI Doc. VIII n. 5 PROGETTO DI BILANCIO INTERNO DEL SENATO PER L ANNO FINANZIARIO 2007 Approvato dal Consiglio di Presidenza nella riunione del 22 marzo

Dettagli

Ufficio Atti Normativi

Ufficio Atti Normativi Ufficio Atti Normativi REGOLAMENTO PER L'ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI E PER L'ESECUZIONE DI LAVORI IN ECONOMIA (Emanato con D.R. n. 813/2002-03 del 9 giugno 2003 pubblicato nel Bollettino Ufficiale di

Dettagli

Fondazione Scuola di sanità pubblica, management delle aziende socio sanitarie e per l incremento dei trapianti d organo e tessuti (Fondazione S.S.P.

Fondazione Scuola di sanità pubblica, management delle aziende socio sanitarie e per l incremento dei trapianti d organo e tessuti (Fondazione S.S.P. Fondazione Scuola di sanità pubblica, management delle aziende socio sanitarie e per l incremento dei trapianti d organo e tessuti (Fondazione S.S.P.) Regolamento per l acquisto in economia di forniture

Dettagli

REGOLAMENTO D ISTITUTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE

REGOLAMENTO D ISTITUTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE SCUOLA SECONDARIA STATALE DI PRIMO GRADO IGNAZIO VIAN Via Stampini 25-10148 TORINO - Tel 011/2266565 Fax 011/2261406 Succursale: via Destefanis 20 10148 TORINO Tel/Fax 011-2260982 E-mail: TOMM073006@istruzione.it

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA.

REGOLAMENTO PER L'ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA. PROVINCIA DI IMPERIA REGOLAMENTO PER L'ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA. ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento tenuto conto delle specifiche esigenze dell Ente disciplina il

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA COMUNE DI TORTOLI Provincia dell Ogliastra REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA INDICE GENERALE Art. 1. Art. 2. Art. 3. Art. 4. Art. 5. Art. 6. Art. 7. Art. 8. Art. 9. Art. 10.

Dettagli

REGOLAMENTO DELL UFFICIO ECONOMATO. Approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 38 del 24.09.2009

REGOLAMENTO DELL UFFICIO ECONOMATO. Approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 38 del 24.09.2009 REGOLAMENTO DELL UFFICIO ECONOMATO Approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 38 del 24.09.2009 Pubblicato all Albo pretorio del Parco Adda Nord dal 30.09.2009 al 15.10.2009 ART. 1

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA ECONOMALE

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA ECONOMALE PROVINCIA DI LIVORNO REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA ECONOMALE Approvato con deliberazione del Consiglio Provinciale n. 38/04.03.2010 Modificato con deliberazione del Consiglio provinciale n. 58/10.06.2011

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE IL CONSIGLIO D'ISTITUTO Delibera n. 126/15 del 27/11/2015 EMANA IL REGOLAMENTO D ISTITUTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE SEZIONE I DISCIPLINA GENERALE VISTO l art.125 comma

Dettagli

REGOLAMENTO D ISTITUTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE

REGOLAMENTO D ISTITUTO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE LICEO SCIENTIFICO STATALE Fulcieri Paulucci di Calboli Via Aldo Moro, 13-47100 FORLI Tel 0543-63095 Fax 0543-65245 e-mail: fops040002@istruzione.it casella di posta elettronica certificata: fops040002@pec.istruzione.it

Dettagli

Allegato categorie beni e servizi ALBO FORNITORI D'ISTITUTO

Allegato categorie beni e servizi ALBO FORNITORI D'ISTITUTO ISTITUTO STATALE ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE C.COLOMBO MIUR SEDE LEGALE: CORSO GARIBALDI, 5 bis 80059 TORRE DEL GRECO(NA) CM NAIS 01700 E Dirigenza: Tel 081-8818740 Direzione amm.va: tel. 081-8812120

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE SPESE ECONOMALI

REGOLAMENTO PER LE SPESE ECONOMALI SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE Regione Siciliana Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico PAOLO GIACCONE Sede Legale Viale del Vespro n.127 90127 Palermo REGOLAMENTO PER LE SPESE ECONOMALI 1 INDICE

Dettagli